PLC e Controlli Numerici per Motion Control

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PLC e Controlli Numerici per Motion Control"

Transcript

1 .. PLC e Controlli Numerici per Motion Control

2 Sistemi per il Motion Control Argomenti Esposti Sistemi di azionamento Soluzioni basate su PC Controlli Numerici Elementi caratteristici di un sistema per Motion Control PLC Struttura Sistemi di programmazione Moduli dedicati al Motion Control Soluzioni Hardware e Software per il Motion Control Caratteristiche funzionali Principali configurazioni

3 Sistemi di Azionamento I sistemi di azionamento sono i principali attori per il Motion Control Permettono di introdurre l'energia necessaria a compiere attività di assemblaggio, movimentazione In impianti complessi più sistemi di azionamento devono essere fra loro coordinati Impianti di montaggio Macchine automatiche Robot

4 Sistemi di Azionamento Configurazione Azionamenti Nelle versioni più semplici permettono di regolare il flusso di energia dalla sorgente verso il motore (PWM) Nelle soluzioni digitali oggi disponibili Una parte delle funzioni del sistema di controllo può essere integrata nell'azionamento assieme all'alimentatore Controllo della corrente (coppia erogata) Controllo della velocità del motore Controllo della posizione del motore

5 Sistemi di Azionamento Chiusura degli anelli di controllo del singolo asse possono essere realizzati da: Azionamento stesso Motion Controller Coordinamento di più assi secondo uno specifico profilo di moto Affidato ad un sistema centralizzato (Motion Controller) Le soluzioni coinvolgono sia la parte Hardware che la parte Software Ctr Az M

6 Sistemi per il Motion Control È possibile attualmente distinguere quattro principali tipologie di configurazione per la distribuzione delle attività di generazione del profilo di moto ed applicazione dell'algoritmo di controllo del moto: 1) Profilo di moto ed algoritmo di controllo elaborato dal MC a) Anello di coppia o velocità chiuso sull'azionamento 2) Profilo di moto elaborato dal master e chiusura degli anelli da parte degli azionamenti 3) Profilo di moto ed algoritmo di controllo elaborato dall'azionamento 4) Profilo di moto generato off-line e preimpostato sull'azionamento, chiusura degli anelli da parte dell'azionamento

7 Soluzioni per il Motion Control Basate sui soli Azionamenti A basso investimento iniziale, funzioni verticalizzate sul fornitore di azionamenti Anelli di controllo di posizione chiusi sugli Azionamenti Basate su PLC Maggior flessibilità e possibilità di configurazione rispetto al caso precedente Maggiore portabilità Anelli di controllo di posizione chiusi sugli Azionamenti Basate su PC o CNC Maggiore flessibilità e capacità di interpolazione dei movimenti Possibilità di introdurre leggi di controllo complesse (anche controlli in forza) Anelli di controllo chiusi a livello di: Azionamento (posizione) Motion Controller (posizione/forza)

8 Basati sugli Azionamenti

9 Basati su PLC

10 Basati su PC/CNC

11 Elementi caratteristici Elementi caratteristici delle soluzioni per il Motion Control Piattaforma Software Per la scrittura del programma di controllo macchina (interpolazione assi, fasi di azzeramento, ecc.) Per la gestione/elaborazione del controllo di un singolo asse Piattaforme Hardware digitali per l'esecuzione del programma di controllo di basso livello del singolo asse Per l'esecuzione del programma di funzionamento del sistema nel suo complesso (programma utente) Moduli Hardware per l'interazione con gli azionamenti ingressi/uscite analogici o digitali Bus di campo digitali general purpose (CanOpen, ProfiBus, ecc.) Bus di campo dedicati (ProfiMotion, SERCOS, ecc.)

12 PLC- Introduzione introdotti sul finire degli anni 60 Con le seguenti caratteristiche: Svilupapti per offrire le medesime funzionalità delle logiche a relè allora utilizzate nei sistemi di automazione Essere programmabili Riutilizzabili ed affidabili Resistenti in ambienti ostili Privi di hard-disk, dotati di batteria tampone Avviabili in pochi secondi Programmazione di tipo ladder

13 PLC- Introduzione Un PLC è un sistema digitale specializzato per il controllo di macchine e processi Utilizza una memoria di programmazione in cui impostare istruzioni e specifiche funzioni per Controllo On/Off Timing Counting Sequenziatori Data handling Ecc..

14 PLC- Introduzione Innovazione introdotto con i PLC Flessibilità Elevata velocità di risposta Elementi allo stato solido (nessun elemento in movimento) Struttura modulare Possibilità di gestire sistemi molto complessi Set di istruzioni elevato e personalizzabile Economico

15 PLC- Vantaggi Elimina il cablaggio in favore di un opportuno programma di controllo Facilità di validazione Comunicazione fra PLC ed altri dispositivi a livello aziendale Elevata velocità di risposta Il programma sviluppato può essere caricato su più PLC per realizzare la medesima funzione Operazioni in Real Time Necessaria per garantire ripetibilità ed alta cadenza produttiva

16 PLC - Architettura È costituito da una unità centrale e da una serie di unità periferiche

17 PLC - Architettura Le unità sono normalmente collegate da moduli tra di loro interconnessi per mezzo di un bus parallelo o seriale

18 PLC - Architettura L'unità centrale (o CPU) ha il compito di eseguire ciclicamente il programma utente Ciclicamente esegue: Acquisizione dei segnali dal campo (ingressi) Elabora il programma utente Pilota le i segnali verso il campo (uscite) in funzione delle decisioni prese dal programma utente

19 PLC - Architettura Scansione ciclica e sincrona degli ingressi Elaborazione del segnale Pilotaggio delle uscite LETTURA DELLO STATO DEGLI INGRESSI ELABORAZIONE SEQUENZIALE DEL PROGRAMMA ATTIVAZIONE SEQUENZIALE DI TUTTE LE USCITE

20 PLC - Architettura Le funzioni di interfacciamento con il campo (ingressi ed uscite) sono realizzate da opportune schede di ingresso ed uscita Il tipo di schede dipende Dal segnale da trattare/elaborale (analogico/digitale/optoisolamento/termoco ppie/ecc.) Numero di segnali È possibile utilizzare comunicazione campo) anche schede (seriali/ethernet/bus di di

21 PLC - Architettura Possono essere collegati dei moduli remoti di I/O Possono avere forma compatta (senza moduli) Il collegamento con il PLC avviene generalmente per mezzo di Bus di Campo Soluzioni a bassissimo costo Limitato numero di I/O

22 Software per PLC Per realizzare il programma che un PLC deve eseguire ogni produttore mette a disposizione un sistema di sviluppo: si tratta di un ambiente software che permette la scrittura e il test dei programmi Il sistema di sviluppo è solitamente un PC, tuttavia esistono anche dei piccoli terminali per la programmazione, che sono piuttosto utili in fase di collaudo sull impianto date le loro dimensioni molto ridotte e la semplicità d uso

23 Software per PLC Nell'implementazione di un programma per un PLC si possono distinguere due fasi: 1) la fase "off-line" di realizzazione nella quale sistema di sviluppo e PLC non sono collegati. 2) la fase "on-line" in cui il programma realizzato viene trasferito nel PLC e provato. Il collegamento tra sistema di sviluppo e il PLC (necessariamente presente in questa fase) permette di usufruire di tutti i tool a disposizione per il test dei programmi quali ad esempio il forzamento di variabili, la lettura del loro stato, l impostazione di break- point nel programma, ecc.

24 Software per PLC Tutti i PLC oggi in commercio mettono a disposizione un ambiente di programmazione standardizzato Basato sulla normativa IEC Prevede 5 principali linguaggi: Ladder Sequenatial Functional Chart (SFC) Functional Block Diagram (FBD) Instruction List (IL) Structured Text (ST)

25 Software per PLC Ladder Derivato dai disegni dei sistemi di controllo realizzati relé elettormeccanici rappresentazione grafica dei dove i contatti identificano variabili del programma I collegamenti tra i contatti rappresentano le operazioni booleane

26 Software per PLC Ladder Questo linguaggio deriva dai primi impieghi dei PLC, che in pratica sostituivano delle logiche cablate realizzate con dei relè, e risulta essere di comprensione immediata, le sue potenzialità sono però piuttosto limitate E tuttavia il caso di osservare che il linguaggio a contatti è ancora molto diffuso soprattutto per i PLC di produzione americana e per utenti dell ambiente elettro-meccanico.

27 Software per PLC I simboli nello schema rappresentano istruzioni Input Output I numeri o le etichette rappresentano indirizzi Da dove leggere Dove scrivere

28 Software per PLC Sequenatial Functional Chart (SFC) Basato sui concetti di fase (entro cui si eseguono azioni) e di transizione (con cui, al verificarsi di certe condizioni, si passa da un certo insieme di fasi attive ad un altro) E' derivato dalle reti di Petri (approccio per descrivere gli stati ed evoluzione di un sistema) Spesso SFC è usato come strumento di specifica (descrizione della funzione richiesta) Mette in evidenza gli stati (fasi) principali del sistema (ad alto livello) Avvio Riempimento di un serbatoio Svuotamento di un secondo serbatoio

29 Software per PLC Le fasi (stati )sono rappresentate da rettangoli La transizione definisce la condizione logica (eventi) per cui la transizione precedente termina Le fasi sono collegati da linee. Ogni linea ha una barra orizzontale rappresentante una transizione La transizione fa riferimento a condizione logica o a segnali esterni letti dal campo È possibili introdurre percorsi Ciclici Alternativi paralleli START Start Switch = 1 Riempimento Serb. Pieno = 1 lavorazione Lavorazione 1h svuotamento Start Switch = 0 stop

30 Software per PLC START Start Switch = 1 Perc. divergente Riempimento Trans. 3 filtraggio Serb. Pieno = 1 lavorazione Lavorazione 1h Trans. 4 Perc. convergente svuotamento Start Switch = 0 stop Start Switch = 1

31 Software per PLC Functional Block Diagram (FBD) analogo ai diagrammi circuitali, in cui le connessioni rappresentano i percorsi dei segnali tra i componenti Un blocco funzionale ha due caratteristiche principali, ovvero la definizione dei dati (ingressi e uscite) e un algoritmo che processa i valori correnti degli ingressi e delle variabili interne (locali o globali) e produce i nuovi valori delle uscite.

32 Software per PLC Instruction List (IL) è un linguaggio di basso livello molto simile all assembler. E adatto per compiti molto specifici quali l interfacciamento di hardware particolare. è disponibile per tutti i PLC. Structured Text (ST) è un linguaggio testuale ad alto livello, simile al PASCAL o ad alcuni BASIC.

33 PLC Motion Control I PLC estendono le funzionalità di base (logiche) per poter introdurre il controllo del moto L'estensione viene permessa per mezzo di Function Block Ogni costruttore di PLC ha sviluppato la propria libreria per il motion control Non è generalmente prevista una sofisticata piattaforma sw per il controllo del moto Accanto alle FB per il controllo del moto sono previste delle corrispondenti schede di espansione del PLC che realizzano le funzioni di controllo del moto desiderate Anelli singoli in velocità o posizione Movimenti interpolati in posizione Gli algoritmi di controllo sono generalmente semplici, lineari, basati su strutture PID

34 PlcOpen Motion Control A livello internazionale l'associazione PLCopen (www.plcopen.org) propone una standardizzazione per il motion control con PLC Gli utilizzatori di sistemi Motion Control richiedono generalmente tre livelli di complessità: Basse prestazioni e basso costo Prestazioni medie Prestazioni elevate e alti costi Sono disponibili sul mercato molte soluzioni che offrono tools di sviluppo, installazione e manutenzione fra loro incompatibili Basati principalmente su soluzioni di tipo proprietario Queste incompatibilità portano ad un incremento dei costi: Processo di ingegnerizzazione diviene lungo e difficile Tempi di istruzione e di sviluppo si allungano Software non utilizzabile fra le varie soluzioni

35 PlcOpen Motion Control Un approccio standardizzato riduce gli effetti negativi citati Standardizzazione a livello di linguaggi di programmazione (come già fatto a livello IEC 61131) Standardizzazione verso diverse soluzioni per motion control Distribuito Integrato Centralizzato

36 PlcOpen Motion Control Processo di standardizzazione per mezzo della definizione di librerie e componenti riutilizzabili La programmazione è meno dipendente dall'hardware Il software applicativo è più riutilizzabile Si riduce il costo per la formazione e supporto Applicazione scalabile su diverse schemi di motion control

37 PlcOpen Motion Control Definizione di Funciotn Block per Motion Control Questo processo di standardizzazione dovrebbe coinvolgere circa 80% del mercato del motion control Obiettivi principali Influenza: Utente finale (costruttore di sistemi che richiedono motion control) Fornitori di sistemi di controllo per garantire la portabilità delle FB Semplicità Efficienza Consistenza (conforme con IEC-61131) Hardware indipendent Flessibile per sviluppi futuri Completo

38 PlcOpen Motion Control Sviluppato su tre moduli principali: Definizione della macchina a stati Descrive il comportamento dell'asse ad alto livello Definizione delle FB per soluzioni Singolo Asse e Multi Asse Per le operazioni elementari sugli assi o sui singoli assi Regole e dichiarazione di conformità

39 PlcOpen Motion Control Macchina a Stati Descrive il comportamento dell'asse ad alto livello Utile per definire la sequenza di programma di motion control Stati definiti Stand Still Homing Discrete Motion Continuos Motion Suynchronized Motion Stopping Error Stop Transizioni da uno stato all'altro

40 PlcOpen Motion Control Function Block MC_MoveAbsolute MC_MoveRelative MC_MoveAdditive MC_MoveSuperimposed MC_MoveVelocity, MC_Home MC_ReadStatus Muli Asse CamTableSelect CamIn, CamOut GearIn, GearOut

41 PlcOpen Motion Control Principali FB

42 PlcOpen Motion Control Semplice gestione di un singolo asse Limitata possibilità di sviluppo di soluzioni con complesse soluzioni di interpolazione asse Profili di moto limitato Interpolazione fra assi per mezzo di tabelle o profili di moto I vincoli possono essere cambiati on line Impossibilità di introdurre strutture con controllo in forza Risolve la maggior parte delle problematiche delle macchine automatiche per Packaging Assemblaggio

43 PlcOpen Motion Control Riduzione del numero delle parti

44 PlcOpen Motion Control Camming, assi Master/Slave Postion Slave Master Position

45 PlcOpen Motion Control Gearing

46 PLC vs PC Condividono la medesima architettura di base PLC Operano in ambiente industriale Ambiente di programmazione standard Generalmente senza tastiere/video grafico/cd Comunicano con l'operatore per mezzo di opportune porte PC Strumenti di programmazione molto più potenti e flessibili Maggiore possibilità di interfacciamento con l'operatore Ambiente dinamico, Hardware con più potenza di calcolo Possono essere dotati di opportune schede in modo che possano interfacciarsi con il campo (ingressi/uscite) Possono essere dotati di sistemi di programmazione identici a quelli disponibili su PLC

47 Sistemi di controllo basato su PC Abbattimento iniziale dei costi Integrazione di Hardware commerciale a basso costo Basato su soluzioni industriali (testate temperatura e campi elettromagnetici) in Esistono soluzioni standardizzate Necessitano dello sviluppo delle sole applicazioni Software dedicate Facile scambio di dati con altri sistemi Facile ed economica verticalizzazione del prodotto Interfacce verso l'operatore e altri sistemi digitali altamente attrattivi per l'utente finale

48 Sistemi di controllo basato su PC Tutte le funzioni richieste funzionano sullo stesso Hw Interazione con gli azionamenti ed il campo Programma di Motion Control Interazione con l'operatore (HMI)

49 Sistemi di controllo basato su PC Piattaforma Hw per Sistema Operativo Real Time e Software per Motion Control Basso costo per l'utilizzo di piattaforme commerciali standardizzate Elevate prestazioni computazionali Deve essere sviluppato il software per il motion control soluzioni proprietarie basate eventualmente su opportune librerie In parte ci si può avvalere della soluzione SoftPLC (basato su SW conforme a IEC-61131) Formati standard costituiti principalmente da: Scheda Madre Bus standard di collegamento con le periferiche (ISA/PCI/PCIe) Schede di espansione verso il campo (I/O analogico/digitale/bus di campo)

50 Sistemi di controllo basato su PC Il Motion Controller dovrà avere una opportuna configurazione Hw/Sw per supportare la flessibilità offerta dai sistemi di interfacciamento con il campo Sistema operativo RT Schede di interfacciamento verso il campo Software per l'interfacciamento con l'operatore

51 Sistemi di controllo basato su PC Principali piattaforme Hardware PC/104 (96x90) Fan Less Standard diffuso da più di 10 anni CPU fino alla classe Pentium Bus di espansione PCI Ampia scelta di schede di espansione Prestazioni limitate EBX 5.25 (146x203) Fan Less CPU fino alla classe Pentium Bus di espansione PCI Bus di espansione standard Maggior potenza rispetto a PC/104 Controllore Grafico integrato

52 Sistemi di controllo basato su PC Principali piattaforme Hardware Industrial MiniATX (170x170) 1 slot di espansione PCI Maggior potenza di calcolo Controllore Grafico integrato Periferiche standard Doppia porta di rete Industrial ATX (304x244) Fino a 7 slot di espansione Processori più potenti Controllore Grafico integrato Elevata espandibilità per schede di interfacciamento verso il campo

53 Sistemi di controllo basato su PC Principali piattaforme Hardware PICMG Elevata potenza di calcolo Elevata espandibilità grazie al bus passivo Elevato costo complessivo Scheda madre Bus passivo cabinet

54 Sistemi di controllo basato su PC HW CPU PICMG BUS passivo Scheda interfacciamento Sensoray encoder in 4 Analog out Sistema operativo RT Software RTAI, RTLINUX, vxworks, QNX, LynxOS di basso livello singolo/multi asse Alto per livello per dell'applicazione la lo gestione sviluppo

55 Controlli Numerici Il mercato offre Controlli Numerici che: Realizzati su piattaforme Hw generalmente basate su PC industriali Sistema operativo RT Opportune schede di interfacciamento verso il campo Software e librerie per motion control in generale Applicazioni a sistemi ampiamente diffusi quali le macchine utensili e macchine con movimenti nel piano Costo proporzionale al numero di assi controllato ed al tipo di controllore installato Per alcuni campi applicativi (Macchine Utensili) mettono a disposizione un linguaggio standardizzato per il pilotaggio dei movimenti degli assi

56 Controlli Numerici Interfacce utente predisposte (standardizzate) Configurabilità dei moduli di interfacciamento con gli azionamenti Soluzioni complete chiavi in mano Ambiente di programmazione dedicato al motion control

57 Controlli Numerici Parecchi fornitori presenti sul mercato Il software sviluppato è verticalizzato sul prodotto acquistato

NORMA CEI EN 61131. PLC: programmazione. PLC: programmazione. PLC: programmazione. Automazione Industriale 3. Automazione Industriale

NORMA CEI EN 61131. PLC: programmazione. PLC: programmazione. PLC: programmazione. Automazione Industriale 3. Automazione Industriale NORMA CEI EN 61131 Ing.Francesco M. Raimondi www.unipa.it/fmraimondi Lezioni del corso di Dipartimento di Ingegneria dell Automazione e dei Sistemi 1 La normativa IEC 1131 del 1993 ha standardizzato 5

Dettagli

La tecnica proporzionale

La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Controllo direzione e flusso La tecnica proporzionale

Dettagli

Programmable Logic Controllers - PLC

Programmable Logic Controllers - PLC Programmable Logic Controllers - PLC Introduzione! Negli anni sessanta i sistemi di automazione e controllo potevano essere implementati solo tramite circuiti a relè oppure con dispositivi allo stato solido

Dettagli

Il sistema Mitrol si presenta come un pannello operatore dotato di display LCD a colori con Touch Screen, all interno del quale è installata

Il sistema Mitrol si presenta come un pannello operatore dotato di display LCD a colori con Touch Screen, all interno del quale è installata Il sistema Mitrol si presenta come un pannello operatore dotato di display LCD a colori con Touch Screen, all interno del quale è installata tipicamente una monoscheda, contenente tutte le CPU richieste

Dettagli

Gruppo Esea Software plc

Gruppo Esea Software plc Gruppo Esea Software plc La prima regola di ogni tecnologia usata negli affari è che l automazione applicata ad una operazione efficiente ne ingrandirà l efficienza. La seconda è che l automazione applicata

Dettagli

Logic Lab. un progetto italiano. www.axelsw.it. soluzioni SOFTWARE PER L'AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

Logic Lab. un progetto italiano. www.axelsw.it. soluzioni SOFTWARE PER L'AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Logic Lab soluzioni SOFTWARE PER L'AUTOMAZIONE INDUSTRIALE un progetto italiano www.axelsw.it Logic Lab La garanzia e l economia degli standard più diffusi sul mercato LogicLab è un ambiente di sviluppo

Dettagli

e automazione industriale

e automazione industriale Corso di Laurea Magistrale di Ingegneria Elettrica Corso di Sistemi e componenti per l automazione AA 2014-15 Azionamenti elettrici e automazione industriale Ezio Bassi, Francesco Benzi Università di Pavia

Dettagli

Automazione Direzione Progetto Progettazione HSRIO

Automazione Direzione Progetto Progettazione HSRIO HSRIO_BROCHURE.DOC HSRIO HIGH SPEED REMOTE INPUT OUTPUT Nome documento: Hsrio_Brochure.doc Responsabile: Bassignana Luigi Data: 01/04/2008 1 DESCRIZIONE Sistema modulare di IO remoto ad alta velocità,

Dettagli

sigmapac - micropac - M81 Soluzioni potenti e flessibili

sigmapac - micropac - M81 Soluzioni potenti e flessibili sigmapac - micropac - M81 Soluzioni potenti e flessibili PC SUPERVISIONE internet PANNELLO OPERATORE WEB SCADA modem router MODEM micropac MODEM sigmapac I CONTROLLORI ARChITETTURA APERTA Per gestire la

Dettagli

" Soluzioni avanzate di telecontrollo con componenti standard di automazione: tecnologie Internet, M2M, IEC60870 "

 Soluzioni avanzate di telecontrollo con componenti standard di automazione: tecnologie Internet, M2M, IEC60870 " Soluzioni avanzate di telecontrollo con componenti standard di automazione: tecnologie Internet, M2M, IEC60870 " Obiettivi Prevenzione malfunzionamenti riduzione disservizi conformità a standard minimi

Dettagli

P R O G E T T O L A R S A A P P U N T I S U L P. L. C.

P R O G E T T O L A R S A A P P U N T I S U L P. L. C. P R O G E T T O L A R S A A P P U N T I S U L P. L. C. L automazione di un qualunque procedimento industriale si ottiene mediante un insieme d apparecchiature, opportunamente collegate tra loro, in modo

Dettagli

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Automazione industriale dispense del corso 2. Introduzione al controllo logico Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Modello CIM Un moderno sistema di produzione è conforme al modello CIM (Computer Integrated

Dettagli

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati.

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati. IL PLC 1/9 Storia Il motivo per il quale nacque il PLC fu la necessità di eliminare i costi elevati per rimpiazzare i sistemi complicatissimi basati su relè. Nel anni 70 la società Beadford Associates

Dettagli

SOLUZIONI DI AUTOMAZIONE INDUSTRIALE CON I PRODOTTI H/W E S/W DI CJB GENNAIO 2011

SOLUZIONI DI AUTOMAZIONE INDUSTRIALE CON I PRODOTTI H/W E S/W DI CJB GENNAIO 2011 SOLUZIONI DI AUTOMAZIONE INDUSTRIALE CON I PRODOTTI H/W E S/W DI CJB GENNAIO 2011 Questo documento illustra in modo sintetico le possibili soluzioni di Automazione & Controllo, utilizzando i prodotti CJB

Dettagli

La tecnologia ServoStep

La tecnologia ServoStep Cosa significa ServoStep Nel termine ServoStep la Ever Elettronica riassume i sette punti strategici per prestazioni e qualità nelle applicazioni di automazione: Motori passo-passo Fast Forward Feed Full

Dettagli

Controllo logico sequenziale

Controllo logico sequenziale Controllo logico sequenziale Automazione 28/10/2015 Vincenzo Suraci STRUTTURA DEL NUCLEO TEMATICO INTRODUZIONE REALIZZAZIONE SU EMBEDDED SYSTEM REALIZZAZIONE SU PLC REALIZZAZIONE SU SOFT PLC Via Ariosto

Dettagli

eeplc Applicazioni SlimLine Labelling Realtime Module per L'altro modo di etichettare

eeplc Applicazioni SlimLine Labelling Realtime Module per L'altro modo di etichettare Labelling Realtime Module per eeplc L'altro modo di etichettare : eeplc + Modulo Software Labelling Realtime 29 settembre 2008 Pag. 1 di 18. Premesse Dall'esperienza nella tecnologia Full Digital e nel

Dettagli

Automazione Industriale. Automazione Industriale. Università degli Studi di Siena Sede di Arezzo Corso di Laurea in Ingegneria dell Automazione

Automazione Industriale. Automazione Industriale. Università degli Studi di Siena Sede di Arezzo Corso di Laurea in Ingegneria dell Automazione Automazione Industriale Università degli Studi di Siena Sede di Arezzo Corso di Laurea in Ingegneria dell Automazione Automazione Industriale A.A. 2004-2005 Ing. Daniele Rapisarda 4 PARTE Marzo 2005 Corso

Dettagli

MATERIA : SISTEMI ELETTRICI AUTOMATICI INS. TEORICO: PROF. CIVITAREALE ALBERTO

MATERIA : SISTEMI ELETTRICI AUTOMATICI INS. TEORICO: PROF. CIVITAREALE ALBERTO PIANO DI LAVORO CLASSE 4 ES A.S. 2014-2015 MATERIA : SISTEMI ELETTRICI AUTOMATICI INS. TEORICO: PROF. CIVITAREALE ALBERTO INS. TECNICO-PRATICO: PROF. BARONI MAURIZIO MODULO 1: SISTEMI E MODELLI (30 ore)

Dettagli

AMBIENTE DI SVILUPPO Promax offre un ambiente di sviluppo software con interfaccia windows completo di tante funzioni tecnologiche avanzate.

AMBIENTE DI SVILUPPO Promax offre un ambiente di sviluppo software con interfaccia windows completo di tante funzioni tecnologiche avanzate. www.promax.it Le informazioni contenute nel manuale sono solo a scopo informativo e possono subire variazioni senza preavviso e non devono essere intese con alcun impegno da parte di Promax srl. Promax

Dettagli

Automazione e controllo

Automazione e controllo Automazione e controllo Argomento MACCHINE Equipaggiamenti elettrici e quadri a bordo macchina: progettazione e realizzazione Esporre le principali direttive e normative del settore. Illustrare una metodologia

Dettagli

Servoazionamento Flessibile - Serie Hi-Drive

Servoazionamento Flessibile - Serie Hi-Drive www.parker-eme.com/hidrive Servoazionamento Flessibile - Serie Breve panoramica Descrizione è una serie di servoamplificatori completamente digitali ad elevate prestazioni per il controllo di motori brushless

Dettagli

CODESYS Motion + CNC: Il vostro Motion Control, facilmente sviluppato

CODESYS Motion + CNC: Il vostro Motion Control, facilmente sviluppato 02/2014 CODESYS Motion + CNC: Il vostro Motion Control, facilmente sviluppato CODESYS Users' Conference 2014, Roland Wagner CODESYS a trademark of 3S-Smart Software Solutions GmbH Agenda 1 Motion task

Dettagli

I bus di campo nell automazione industriale

I bus di campo nell automazione industriale I bus di campo nell automazione industriale Fabio Giorgi Introduzione Aspetti di comunicazione nell automazione industriale Esempio di cella di lavorazione Passaggio dal controllo centralizzato al controllo

Dettagli

Prof. Capuzzimati Mario - ITIS Magistri Cumacini - Como LOGICA DI CONTROLLO

Prof. Capuzzimati Mario - ITIS Magistri Cumacini - Como LOGICA DI CONTROLLO Logiche di controllo LOGICA DI CONTROLLO Una automazione può, oggi, essere realizzata secondo due diverse tecnologie. In passato la logica di controllo era implementata (realizzata) attraverso la tecnologia

Dettagli

CONTROLLO NUMERICO NCONEx

CONTROLLO NUMERICO NCONEx CONTROLLO NUMERICO NCONEx I' NCONEx é l'ultimo controllo numerico prodotto da CNI, riassume tutte le funzionalità dei precedenti controlli numerici sviluppati nell'ambito del gruppo CNI ed esprime al meglio

Dettagli

Realizzare macchine sempre più ad alte performance riducendo il tempo dedicato alla progettazione.

Realizzare macchine sempre più ad alte performance riducendo il tempo dedicato alla progettazione. Realizzare macchine sempre più ad alte performance riducendo il tempo dedicato alla progettazione. Cristina Furini Product Expert Motion Control SAVE Verona 2013 Ad ogni necessità una soluzione Prima generazione

Dettagli

PREMESSA AUTOMAZIONE E FLESSIBILITA'

PREMESSA AUTOMAZIONE E FLESSIBILITA' PREMESSA In questa lezione analizziamo i concetti generali dell automazione e confrontiamo le diverse tipologie di controllo utilizzabili nei sistemi automatici. Per ogni tipologia si cercherà di evidenziare

Dettagli

UNISIM: sviluppo, validazione e prototipizzazione rapida di sistemi di automazione

UNISIM: sviluppo, validazione e prototipizzazione rapida di sistemi di automazione UNISIM: sviluppo, validazione e prototipizzazione rapida di sistemi di automazione Gianmaria De Tommasi, Pierangelo Di Sanzo, Alfredo Pironti UNISIM è un tool grafico che permette di sviluppare progetti

Dettagli

Configurazione & Programmazione Profibus DP. in Ambiente Siemens TIA Portal

Configurazione & Programmazione Profibus DP. in Ambiente Siemens TIA Portal Configurazione & Programmazione Profibus DP in Ambiente Siemens TIA Portal Configurazione Optional: Aggiungere File GSD Inserire Masters e Slaves Inserire Sottorete Profibus DP e collegare tutte le interfacce

Dettagli

Andrea Pichetto easitec S.r.l. Parma, 16 Settembre 2010

Andrea Pichetto easitec S.r.l. Parma, 16 Settembre 2010 Soft Control facile con RTX e Windows Embedded Standard 7 Architetture Soft Control Andrea Pichetto easitec S.r.l. Parma, 16 Settembre 2010 Innovazioni nelle architetture x86 Oggi calcolatori PC compatibili

Dettagli

Speciale Nuove piattaforme di controllo per il manifatturiero

Speciale Nuove piattaforme di controllo per il manifatturiero Poste Italiane SpA Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Convertito in legge 27/02/2004 n.46 - art.1, Comma 1, DCB Milano) - In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO di Roserio- Milano

Dettagli

IL CONTROLLO DI UN PROCESSO

IL CONTROLLO DI UN PROCESSO IL CONTROLLO DI UN PROCESSO 1 IL CONTROLLO DI UN PROCESSO Schema a blocchi 2 Il controllore può essere: A LOGICA CABLATA A LOGICA PROGRAMMABILE 3 CONTROLLORE A LOGICA CABLATA (*) (Wired Logic Control)

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! Il Machine Controller piattaforma integrata di Controllo, Motion, Robotica, Visione e Sicurezza su bus EtherCAT Omron Electronics spa Ing. Marco Filippis Product Manager Servo,

Dettagli

PLC - Linguaggi. I linguaggi di programmazione dei PLC sono orientati ai problemi di automazione e utilizzano soprattutto:

PLC - Linguaggi. I linguaggi di programmazione dei PLC sono orientati ai problemi di automazione e utilizzano soprattutto: PLC - Linguaggi Il software è l elemento determinante per dare all hardware del PLC quella flessibilità che i sistemi di controllo a logica cablata non possiedono. Il software che le aziende producono

Dettagli

PSS 4000 e SafetyNET p: l'automazione diventa semplice

PSS 4000 e SafetyNET p: l'automazione diventa semplice PSS 4000 e SafetyNET p: l'automazione diventa semplice SPS/IPC/DRIVES Italia 24 Maggio 2012 Pilz Italia srl Alberto Confalonieri Application Engineer Scenario: Studi di settore Costi di progettazione elettronica

Dettagli

Controllori a logica programmabile (PLC)

Controllori a logica programmabile (PLC) Controllori a logica programmabile (PLC) Automazione I 19/11/2014 Vincenzo Suraci STRUTTURA DEL NUCLEO TEMATICO 1. CONTROLLORI LOGICI 2. RETI LOGICHE E PLC 3. STRUTTURA DEI PLC MEMORIA SEZIONE DI I/O 4.

Dettagli

Introduzione ai sistemi operativi

Introduzione ai sistemi operativi Introduzione ai sistemi operativi Che cos è un S.O.? Shell Utente Utente 1 2 Utente N Window Compilatori Assembler Editor.. DB SOFTWARE APPLICATIVO System calls SISTEMA OPERATIVO HARDWARE Funzioni di un

Dettagli

Automazione Industriale 4- Ingegneria del Software

Automazione Industriale 4- Ingegneria del Software Automation Robotics and System CONTROL Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Automazione Industriale 4- Ingegneria del Software Cesare Fantuzzi (cesare.fantuzzi@unimore.it) Ingegneria Meccatronica

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA

Dettagli

Strategie di rinnovo dei sistemi di automazione di stazione

Strategie di rinnovo dei sistemi di automazione di stazione Strategie di rinnovo dei sistemi di automazione di stazione Massimo Petrini TERNA SpA Emiliano Casale TERNA SpA Maurizio Pareti SELTA SpA Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma 14-15 ottobre

Dettagli

Vantaggio commerciale

Vantaggio commerciale Vantaggio commerciale Riutilizzi il Suo know-how per creare delle applicazioni ad alto valore aggiunto Definizione del prodotto ISaGRAF è una soluzione software utilizzata per sviluppare delle applicazioni

Dettagli

Convertitori di frequenza PowerFlex Funzioni e applicazioni avanzate (AUD 09)

Convertitori di frequenza PowerFlex Funzioni e applicazioni avanzate (AUD 09) Rev 5058-CO900E Copyright 2015 Rockwell Automation, Inc. All rights reserved. Convertitori di frequenza PowerFlex Funzioni e applicazioni avanzate (AUD 09) Automation University, Parma Marzo 2015 PUBLIC

Dettagli

Il servizio di registrazione contabile. che consente di azzerare i tempi di registrazione delle fatture e dei relativi movimenti contabili

Il servizio di registrazione contabile. che consente di azzerare i tempi di registrazione delle fatture e dei relativi movimenti contabili Il servizio di registrazione contabile che consente di azzerare i tempi di registrazione delle fatture e dei relativi movimenti contabili Chi siamo Imprese giovani e dinamiche ITCluster nasce a Torino

Dettagli

Applicazioni del PLC: software

Applicazioni del PLC: software Applicazioni del PLC: software 1 Norme di Riferimento Si occupano dei PLC le Norme IEC 1131 tradotte dalle EN 61131 e classificate per il CEI dal Comitato Tecnico n 65; in esse vengono trattati argomenti

Dettagli

1 Introduzione al corso 3 1.1 Architettura del sistema di controllo... 6

1 Introduzione al corso 3 1.1 Architettura del sistema di controllo... 6 Indice 1 Introduzione al corso 3 1.1 Architettura del sistema di controllo................ 6 2 Elementi di modellistica 8 2.1 Modelli nel dominio del tempo................... 8 2.2 La trasformata di Laplace......................

Dettagli

MATERIA : SISTEMI ELETTRICI AUTOMATICI INS. TEORICO: PROF. CIVITAREALE ALBERTO

MATERIA : SISTEMI ELETTRICI AUTOMATICI INS. TEORICO: PROF. CIVITAREALE ALBERTO PIANO DI LAVORO CLASSE 5 ES A.S. 2014-2015 MATERIA : SISTEMI ELETTRICI AUTOMATICI INS. TEORICO: PROF. CIVITAREALE ALBERTO INS. TECNICO-PRATICO: PROF. BARONI MAURIZIO MODULO 1: ALGEBRA DEGLI SCHEMI A BLOCCHI

Dettagli

FONDAMENTI di INFORMATICA L. Mezzalira

FONDAMENTI di INFORMATICA L. Mezzalira FONDAMENTI di INFORMATICA L. Mezzalira Possibili domande 1 --- Caratteristiche delle macchine tipiche dell informatica Componenti hardware del modello funzionale di sistema informatico Componenti software

Dettagli

PLC Sistemi a Logica Programmabile

PLC Sistemi a Logica Programmabile PLC Sistemi a Logica Programmabile Prof. Nicola Ingrosso Guida di riferimento all applicazione applicazione dei Microcontrollori Programmabili IPSIA G.Ferraris Brindisi nicola.ingrosso @ ipsiaferraris.it

Dettagli

Elenco unità capitalizzabili non presenti nello standard nazionale

Elenco unità capitalizzabili non presenti nello standard nazionale Elenco unità capitalizzabili non presenti nello standard nazionale TITOLO UNITÀ :Utilizzare le tecniche fondamentali della meccanica applicata alle macchine Definire le tecniche per la trasmissione del

Dettagli

Servoattuatore CLDP Scheda Tecnica

Servoattuatore CLDP Scheda Tecnica Servoattuatore CLDP Scheda Tecnica Descrizione Il servoattuatore CLDP (Closed Loop Differential Pump) costituisce un asse lineare idraulico destinato per tutti gli impieghi che necessitino di alta concentrazione

Dettagli

Informazioni stampa. Nuovo concetto di controllo per la lavorazione dei metalli. Beckhoff alla EMO Pad. 25, Stand G33

Informazioni stampa. Nuovo concetto di controllo per la lavorazione dei metalli. Beckhoff alla EMO Pad. 25, Stand G33 EMO 2007 Pagina 1 di 5 Beckhoff alla EMO Pad. 25, Stand G33 Nuovo concetto di controllo per la lavorazione dei metalli In occasione della fiera EMO 2007, Beckhoff presenterà una nuova generazione di sistemi

Dettagli

PLC e standard IEC 1131-3

PLC e standard IEC 1131-3 PLC e standard IEC 1131-3 1 PLC e standard IEC 1131-3 - introduzione al PLC - Prima di occuparci dell analisi dei (modelli di) DES fatti con le reti di Petri, e poi del loro controllo, facciamo uno stacco

Dettagli

Software di progettazione e configurazione RSLogix 5000

Software di progettazione e configurazione RSLogix 5000 Software di progettazione e configurazione RSLogix 5000 Novità della versione 20 Miglioramenti della versione 20 L ultima versione del software RSLogix 5000 offre un sistema integrato di controllo ad alte

Dettagli

PLC e standard IEC 1131-3. PLC e standard IEC 1131-3

PLC e standard IEC 1131-3. PLC e standard IEC 1131-3 PLC e standard IEC 1131-3 1 - introduzione al PLC - Prima di occuparci dell analisi dei (modelli di) DES fatti con le reti di Petri, e poi del loro controllo, facciamo uno stacco e iniziamo a conoscere

Dettagli

INFORMATICA. Il Sistema Operativo. di Roberta Molinari

INFORMATICA. Il Sistema Operativo. di Roberta Molinari INFORMATICA Il Sistema Operativo di Roberta Molinari Il Sistema Operativo un po di definizioni Elaborazione: trattamento di di informazioni acquisite dall esterno per per restituire un un risultato Processore:

Dettagli

Open Core Engineering Libertà ed efficienza nelle vostre mani

Open Core Engineering Libertà ed efficienza nelle vostre mani Open Core Engineering Libertà ed efficienza nelle vostre mani Nuove opportunità per affrontare le attuali sfide nella progettazione di software Cicli di vita dei prodotti sempre più brevi stanno alimentando

Dettagli

Sistemi di Automazione Industriale

Sistemi di Automazione Industriale Introduzione ai PLC Sistemi di Automazione Industriale Ridurre e/o eliminare il ruolo dell operatore umano Ogni sistema di automazione prevede: Sistema Controllato; è un generatore di eventi non prevedibili

Dettagli

INVERTER MX2 IP54. Flessibilità e robustezza per soluzioni stand alone

INVERTER MX2 IP54. Flessibilità e robustezza per soluzioni stand alone INVERTER MX2 IP54 Flessibilità e robustezza per soluzioni stand alone»» Robusta custodia in metallo»» Possibilità di personalizzazione»» Programmazione logica integrata MX2 IP54 Inverter robusto e flessibile...

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Basilio Focaccia via Monticelli (loc. Fuorni) - Salerno PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica Anno scolastico:

Dettagli

Compatto, espandibile e potente. Il controller che cresce con l applicazione. www.kse.it

Compatto, espandibile e potente. Il controller che cresce con l applicazione. www.kse.it Compatto, espandibile e potente. Il controller che cresce con l applicazione. www.kse.it Know-how per le industrie 1 KSE Touch Controller CNC con touch screen 7 + schede assi e IO Compatto, Veloce ed Produttivo.

Dettagli

Architettura del calcolatore

Architettura del calcolatore Architettura del calcolatore La prima decomposizione di un calcolatore è relativa a due macro-componenti: Hardware Software Architettura del calcolatore L architettura dell hardware di un calcolatore reale

Dettagli

Festo Mobile Electric Automation

Festo Mobile Electric Automation Festo Mobile Electric Automation 2 Electric Automation Panoramica Optimised Motion Series Schermo Controllo semplice di curve complesse Software Orientamento libero e flessibile Soluzioni di sicurezza

Dettagli

Visualizzatore Posizionatore e Applicazioni

Visualizzatore Posizionatore e Applicazioni PAG. 1 PAG. 2 VISUALIZZATORE POSIZIONATORE e Applicazioni Aprile 2009 Visualizzatore Posizionatore e Applicazioni VISUALIZZATORE di QUOTE - TELEMACO Il VisualizzatoreTelemaco è costituito da una unità

Dettagli

Modello del Computer. Componenti del Computer. Architettura di Von Neumann. Prof.ssa E. Gentile. a.a. 2011-2012

Modello del Computer. Componenti del Computer. Architettura di Von Neumann. Prof.ssa E. Gentile. a.a. 2011-2012 Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Informazione Editoriale, Pubblica e Sociale Modello del Computer Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Componenti del Computer Unità centrale di elaborazione Memoria

Dettagli

Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM.

Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM. Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM. La sfida Certificare il corretto montaggio dell impianto elettrico, escludendo la presenza di cortocircuiti

Dettagli

PLC Programmable Logic Controller

PLC Programmable Logic Controller PLC Programmable Logic Controller Sistema elettronico, a funzionamento digitale, destinato all uso in ambito industriale, che utilizza una memoria programmabile per l archiviazione di istruzioni orientate

Dettagli

ARCHITETTURA TRADIZIONALE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO AUTOMATICO/1

ARCHITETTURA TRADIZIONALE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO AUTOMATICO/1 ARCHITETTURA TRADIZIONALE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO AUTOMATICO/1 Ogni sensore/attuatore è collegato direttamente al PLC Cablaggi relativamente semplici da eseguire Difficoltà a espandere l impianto Informazioni

Dettagli

Lezione n.19 Processori RISC e CISC

Lezione n.19 Processori RISC e CISC Lezione n.19 Processori RISC e CISC 1 Processori RISC e Superscalari Motivazioni che hanno portato alla realizzazione di queste architetture Sommario: Confronto tra le architetture CISC e RISC Prestazioni

Dettagli

Con il termine Sistema operativo si fa riferimento all insieme dei moduli software di un sistema di elaborazione dati dedicati alla sua gestione.

Con il termine Sistema operativo si fa riferimento all insieme dei moduli software di un sistema di elaborazione dati dedicati alla sua gestione. Con il termine Sistema operativo si fa riferimento all insieme dei moduli software di un sistema di elaborazione dati dedicati alla sua gestione. Compito fondamentale di un S.O. è infatti la gestione dell

Dettagli

CURVATURA VERSO ROBOTICA/MECCATRONICA AVANZATA INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

CURVATURA VERSO ROBOTICA/MECCATRONICA AVANZATA INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI CURVATURA VERSO ROBOTICA/MECCATRONICA AVANZATA INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI MACRO-COMPETENZE IN USCITA VERSO LA ROBOTICA/MECCATRONICA AVANZATA Quattro Macro-Competenze Specialistiche: 1. Saper

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 4 H Disciplina: Sistemi automatici Docenti: Linguanti Vincenzo Gasco Giovanni PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE OBIETTIVI

Dettagli

1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO

1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO Quello che generalmente viene chiamato sistema di automazione d edificio si compone di diverse parti molto eterogenee tra loro che concorrono, su diversi livelli

Dettagli

Get connected! Connecting Devices

Get connected! Connecting Devices Get connected! Connecting Devices Tecnologia Anybus di HMS Industrial Networks La gamma di prodotti Anybus di HMS Industrial Networks, che include gateway, interfacce embedded ultra-compatte e sistemi

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

PR362009 24 novembre 2009 Software, controllo basato su PC Pagina 1 di 5

PR362009 24 novembre 2009 Software, controllo basato su PC Pagina 1 di 5 Software, controllo basato su PC Pagina 1 di 5 Utilizzo degli standard IT: ambiente di programmazione TwinCAT integrato in Microsoft Visual Studio TwinCAT 3, dalla standard Automation all extended Automation

Dettagli

SISTEMA PER IL CONTROLLO DEL PIAZZALE FUSION WAYNE. La stazione di servizio ha un nuovo volto. Scoprilo.

SISTEMA PER IL CONTROLLO DEL PIAZZALE FUSION WAYNE. La stazione di servizio ha un nuovo volto. Scoprilo. SISTEMA PER IL CONTROLLO DEL PIAZZALE FUSION WAYNE La stazione di servizio ha un nuovo volto. Scoprilo. Il controllo dove è più necessario. Il controllo dove è Il sistema per il controllo del piazzale

Dettagli

ISTRUZIONI PER L'UTILIZZO DEL PROTOCOLLO MODBUS

ISTRUZIONI PER L'UTILIZZO DEL PROTOCOLLO MODBUS ISTRUZIONI PER L'UTILIZZO DEL PROTOCOLLO MODBUS INDICE 1. Introduzione... 2 1.1 Abbreviazioni... 2 1.2 Specifiche Modbus... 2 1.3 Tipologia rete Modbus... 2 2. Configurazione MODBUs... 3 2.1 Cablaggio...

Dettagli

Motori Lineari Industriali

Motori Lineari Industriali Motori Lineari Industriali Sistema puramente elettrico Liberamente posizionabili lungo l intera corsa Per posizionamenti precisi e rapidi Motori lineari tecnologicamente ad alta durata Classe di protezione

Dettagli

Architettura di un calcolatore

Architettura di un calcolatore 2009-2010 Ingegneria Aerospaziale Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (E-Z) 7 Architettura di un calcolatore Lez. 7 1 Modello di Von Neumann Il termine modello di Von Neumann (o macchina di Von

Dettagli

CONTROLLO GRU REALIZZATO CON P.L.C. SIEMENS S7 REVAMPING GRU MOBILI PORTUALI MHC FANTUZZI -REGGIANE

CONTROLLO GRU REALIZZATO CON P.L.C. SIEMENS S7 REVAMPING GRU MOBILI PORTUALI MHC FANTUZZI -REGGIANE CONTROLLO GRU REALIZZATO CON P.L.C. SIEMENS S7 REVAMPING GRU MOBILI PORTUALI MHC FANTUZZI -REGGIANE Le gru mobili portuali offrono soluzioni flessibili alla movimentazione dei carichi all interno dei porti,

Dettagli

P L C. Programmable Logic Controller

P L C. Programmable Logic Controller AUTOMAZIONE INDUSTRIALE: IL P.L.C. Negli anni 70 BEDFORD ASSOCIATES propose una macchina chiamata MOdular DIgital CONtroller (modicon) ai maggiori produttori di auto. Altre compagnie proposero schemi basati

Dettagli

«Telecontrollo in tecnologia wireless Internet (GPRS) di una rete di siti a rischio inquinamento ambientale»

«Telecontrollo in tecnologia wireless Internet (GPRS) di una rete di siti a rischio inquinamento ambientale» ASSOAUTOMAZIONE ASSOCIAZIONE ITALIANA AUTOMAZIONE E MISURA «Telecontrollo in tecnologia wireless Internet (GPRS) di una rete di siti a rischio inquinamento ambientale» Relatore: Ing. Michele Frare Divisione

Dettagli

Istruzioni di messa in servizio rapida per. Flying shear Taglio al volo lineare

Istruzioni di messa in servizio rapida per. Flying shear Taglio al volo lineare Istruzioni di messa in servizio rapida per Flying shear Taglio al volo lineare FLYING SHEAR Programmare la scheda UD7x con l applicazione Per poter caricare l applicatione Flying Shear nella scheda ud70

Dettagli

INFORMATICA 1 L. Mezzalira

INFORMATICA 1 L. Mezzalira INFORMATICA 1 L. Mezzalira Possibili domande 1 --- Caratteristiche delle macchine tipiche dell informatica Componenti hardware del modello funzionale di sistema informatico Componenti software del modello

Dettagli

La migliore soluzione Ethernet per l automazione!

La migliore soluzione Ethernet per l automazione! PROFINET La migliore soluzione Ethernet per l automazione! Unrestricted Siemens AG 2014 All rights reserved. Siemens.it/packteam PROFINET è la soluzione ideale per ogni applicazione PROFINET NON TEME CONFRONTI!

Dettagli

Z-TWS4 CONTROLLORE MULTIFUNZIONE PER ENERGY MANAGEMENT. www.seneca.it OPC

Z-TWS4 CONTROLLORE MULTIFUNZIONE PER ENERGY MANAGEMENT. www.seneca.it OPC CONTROLLORE MULTIFUNZIONE PER ENERGY MANAGEMENT 100% Made & Designed in Italy Linux OPC Protocolli Energy Management IEC 60870-5-101 IEC 60870-5-104 IEC 61400-25 www.seneca.it ENERGY MANAGEMENT Grazie

Dettagli

La piattaforma di lettura targhe intelligente ed innovativa in grado di offrire servizi completi e personalizzati

La piattaforma di lettura targhe intelligente ed innovativa in grado di offrire servizi completi e personalizzati La piattaforma di lettura targhe intelligente ed innovativa in grado di offrire servizi completi e personalizzati Affidabilità nel servizio precisione negli strumenti Chanda LPR Chanda LPR è una piattaforma

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2015-16. Pietro Frasca.

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2015-16. Pietro Frasca. Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2015-16 Pietro Frasca Lezione 15 Martedì 24-11-2015 Struttura logica del sottosistema di I/O Processi

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE

TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA

Dettagli

Catalogo Corsi di Formazione 2008

Catalogo Corsi di Formazione 2008 Catalogo Corsi di Formazione 2008 Linea di offerta Corsi di formazione sulle tecniche di programmazione e manutenzione. I corsi di formazione sono strutturati in modo da fornire, in funzione del grado

Dettagli

Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Automazione. Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^

Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Automazione. Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^ Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Automazione Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^ Elettrotecnica Tipologie di segnali Unità di misura delle grandezze elettriche Simbologia

Dettagli

Il Sistema Operativo. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino

Il Sistema Operativo. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo è uno strato software che: opera direttamente sull hardware; isola dai dettagli dell architettura hardware; fornisce un insieme di funzionalità di alto livello.

Dettagli

Linguaggi e Paradigmi di Programmazione

Linguaggi e Paradigmi di Programmazione Linguaggi e Paradigmi di Programmazione Cos è un linguaggio Definizione 1 Un linguaggio è un insieme di parole e di metodi di combinazione delle parole usati e compresi da una comunità di persone. È una

Dettagli

SECONDO BIENNIO ISTITUTO TECNICO

SECONDO BIENNIO ISTITUTO TECNICO SETTORE DOCUMENTI PER LA DISCUSSIONE ISTITUTO TECNICO INDIRIZZO ARTICOLAZIONE ELETTROTECNICA TECNOLOGICO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA ESITI DI APPRENDIMENTO (competenze, abilità, conoscenze) Regolamento,

Dettagli

: I sensori di visione - Introduzione e applicazioni Ing. Marco Catizone SICK Spa. SAVE Expo - 12 Ottobre 2010

: I sensori di visione - Introduzione e applicazioni Ing. Marco Catizone SICK Spa. SAVE Expo - 12 Ottobre 2010 Ing. Marco Catizone SICK Spa SAVE Expo - 12 Ottobre 2010 Presentazione Marco Catizone Product Manager Sistemi di visione - Sick Spa :Sensori per automazione industriale :Sistemi di sicurezza :Strumentazione

Dettagli

L'automazione nei processi industriali

L'automazione nei processi industriali L'automazione nei processi industriali Un processo industriale è l insieme delle operazioni che concorrono a trasformare le caratteristiche e le proprietà di materiali, tipi di energia e/o informazioni

Dettagli

Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Elettrotecnica. Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^

Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Elettrotecnica. Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^ Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Elettrotecnica Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^ 1- Reti elettriche in corrente continua Grandezze elettriche fondamentali e loro legami,

Dettagli

Sistema di controllo di un processo industriale

Sistema di controllo di un processo industriale dispositivi per il controllo Introduzione Sistema di controllo di un processo industriale Una definizione è presente in una proposta di standard internazionale per l automazione distribuita: PROCESSO FISICO

Dettagli

GAMMA SOFREL S5OO. Stazioni remote di telegestione modulari

GAMMA SOFREL S5OO. Stazioni remote di telegestione modulari GAMMA SOFREL S5OO Stazioni remote di telegestione modulari Grazie ad una esperienza di oltre 30 anni nel campo della telegestione e dell uso delle tecnologie più avanzate, la gamma di Stazioni remote SOFREL

Dettagli