NIDO D INFAZIA BRUCOVERDE BRUCOVERDE ALLA SCOPERTA DEL GIARDINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NIDO D INFAZIA BRUCOVERDE BRUCOVERDE ALLA SCOPERTA DEL GIARDINO"

Transcript

1 NIDO D INFAZIA BRUCOVERDE BRUCOVERDE ALLA SCOPERTA DEL GIARDINO PROGETTO EDUCATIVO 2013/2014 Per i bambini, ogni spazio esterno è, in certi sensi, segreto. E segreto perché la natura è piena di segreti ed Offre un infinità di attrazioni, anche piccolissime, da esplorare. Ed è segreto nel senso che rimane poco Colonizzato dalle intenzioni degli adulti. In giardino i bambini progettano, decidono, concordano, realizzano, seguendo una loro logica. E una logica segreta, nel senso che ad un adulto può sembrare illogica ( Il giardino dei segreti, Ritscher Penny, Ed. Junior, 2002) Il Progetto educativo prende spunto sia da un approccio pedagogico propostoci negli anni scorsi dal professor Enzo Catarsi: quello di educare al bello, un educazione giocosa, positiva ed emotiva ; sia dal corso di formazione sull Outdoor education (OE) che noi educatrici stiamo svolgendo quest anno educativo. Su di un piano descrittivo, la prima essenziale caratteristica dell OE è che gli interventi educativi si svolgono principalmente nell ambiente esterno, all aria aperta; d altronde out-door significa letteralmente fuori dalla porta. Viene così valorizzato lo spazio esterno, vicino (il giardino del nido) o lontano (un parco, un campo, uno spazio urbano ), assunto come spazio significativo e didattico privilegiato e non residuale. Al giorno d oggi, l ambiente urbano è sempre più cementificato: sempre di più scompaiono le aree verdi per giocare e imparare, riducendo così sia il naturale bisogno di muoversi dei bambini sia la possibilità di coltivare il necessario contatto con l ambiente naturale. Un contesto molto diverso rispetto a quello in cui siamo cresciuti noi adulti. Il bambino rischia così di perdere il contatto con la natura e il piacere verso il movimento, l azione e la scoperta. Per queste motivazioni, l OE risulta decisamente innovativa per non dire controcorrente, si potrebbe dire che risponde ad una specifica emergenza educativa: quello di far riscoprire al bambino il contatto e la curiosità nei confronti della natura. Le attività outdoor incrementano la possibilità di movimento e di attività fisica che sono di vitale importanza per la salute dei bambini in relazione alle moderne disfunzioni legate all ipocinesi da vita sedentaria: sovrappeso e obesità infantile, diabete, trend involutivi delle capacità motorie e disfunzioni posturali. Il gioco all aperto offre al bambino un setting privilegiato rispetto al gioco in sezione: l esperienza sensoriale è diversa, si realizzano vari standard di gioco, si svolgono attività che al chiuso sarebbero proibite o appena tollerate, si gode di maggiore libertà e respiro, è possibile correre e gridare, esiste la libertà di svolgere anche attività disordinate che al chiuso sarebbero irrealizzabili. Tutto ciò non significa che il lavoro indoor, cioè all interno del nido, sia separato dalle attività outdoor, anzi mantiene forti connessioni con quello all esterno: una sarà l estensione dell altra.

2 L apprendimento infantile, soprattutto nella fascia d età del nido, è fortemente mediato dall esperienza sensomotoria : l odorare, il gustare, il toccare per conoscere ed apprendere è il meccanismo naturale che guida il bambino alla scoperta di sé e del mondo. Gli stimoli che offre lo spazio esterno sono un inesauribile risorsa per i bambini, così bisognosi di movimento, di scoperta, esplorazione, avventura. Consentire ai bambini di sperimentare un ambiente in continuo mutamento permette loro di vivere esperienze multisensoriali e diventa un vero e proprio laboratorio delle intelligenze. E un apprendimento esperenziale, che mette in gioco il corpo, i sensi, il pensiero e il linguaggio: il bambino mette le mani e i piedi sulla e nella terra, sviluppando competenze attraverso esperienze concrete e dirette. Il Progetto nasce quindi dal desiderio di avvicinare i bambini alla scoperta della natura, in particolare del giardino del nido e dei suoi abitanti. Questo percorso sarà facilitato dalla presenza di una storia, ideata e illustrata da un educatrice (Elena Guerra), intitolata Brucoverde alla scoperta del giardino chi cerca un amico trova un tesoro!. Brucoverde è un piccolo bruco che vive su un albero di mele rosse. Un giorno decide di scendere e di andare alla scoperta del giardino, dove incontra tanti piccoli amici: un ragno, una chiocciola, una formica, una coccinella e una farfalla. Questa storia aiuterà i bambini a capire che ogni animale/individuo ha caratteristiche e abilità diverse, che mangiando bene e sano cresceranno e potranno fare grandi cose, e quali siano gli indumenti più appropriati da indossare in funzione delle condizioni atmosferiche esterne. Brucoverde, il nostro personaggio mediatore, sarà presente nelle due sezioni facendoci compagnia nelle nostre routine quotidiane, presenterà le varie esperienze e ci accompagnerà nelle uscite in giardino. Come primo passo ci porterà la storia: nella sezione piccolissimi l arrivo di Brucoverde sarà annunciato dallo squillo del telefono (suono che i bambini riconoscono e che li attrae) e poi si farà trovare in giardino dentro un cesto assieme al libro. Nella sezione medi invece il suo arrivo sarà anticipato dal suono del campanello del nido (suono che richiama l attenzione dei bambini, chiedendo alle educatrici chi è? ). In entrambe le sezioni il libro sarà posizionato nell angolo della lettura. Nella sezione piccolissimi, all interno del laboratorio sarà realizzato dalle educatrici un pannello attacca-stacca con i personaggi della storia, mentre nella sezione medi una copia del libro sarà a disposizione dei bambini. Il progetto verterà su attività ludico-laboratoriali (che verranno descritte di seguito), che riguardano la lettura del libro, l uso del colore, la manipolazione di frutta e verdura e l attività psicomotoria. Inizialmente le esperienze saranno svolte indoor, per poi, nel corso dell anno, riproporle outdoor (in giardino). Al di là di queste esperienze specifiche, un esperienza trasversale a tutte sarà l uscita e l esplorazione del giardino (attività svolta il più possibile e con tutte le condizioni atmosferiche). L OE riconosce come propria la massima (tipica della pedagogia scout) secondo la quale non esiste il bello o il brutto tempo, ma esiste un adeguata o un inadeguata attrezzatura (calzature, cappello, vestiti, occhiali ) a seconda delle condizioni del tempo. I bambini possono vivere l'esterno con qualsiasi condizione climatica purché dotati di indumenti e supporti giusti! La vita in giardino costituisce sempre una risorsa educativa preziosa. Saranno i bambini stessi aiutati dal nostro amico Brucoverde a imparare a valutare l abbigliamento più idoneo prima di ogni uscita. Il progetto terminerà con una grande festa finale che coinvolgerà grandi e piccini. Durante le esperienze le educatrici saranno pronte a rispondere alle richieste dei bambini attraverso un atteggiamento di ascolto e di interazione, senza esprimere giudizi e valutazioni sul lavoro; la consegna verbale non sempre sarà presente e, quando lo sarà, cercherà di essere chiara ed essenziale.

3 La partecipazione dei genitori è e sarà per noi molto importante per condividere le attività e le esperienze proposte ai bambini. Durante la riunione di sezione del mese di novembre è stato presentato il progetto a grandi linee e proposto un laboratorio per la realizzazione della sacca dell esploratore : una piccola borsa che sarà utilizzata dai bambini per raccogliere foglie, sassi, terra tutto ciò che li attrarrà e che stimolerà la loro fantasia, durante le nostre uscite il giardino. Ogni mamma o papà ha realizzato a mano con ago e filo una sacca, che è stata regalata da Babbo Natale a ogni bambino durante la festa di Natale. La sacchetta sarà poi riportata al nido e collocata in sezione sopra le buste contenenti i lavoretti dei bambini, ognuno contrassegnata con la loro foto. In occasione della festa di Carnevale, i bambini si trasformeranno in bruchi e farfalle: i piccolissimi indosseranno una maglietta verde e i medi una maglietta colorata in tinta unita. In primavera, sarà proposto un laboratorio bambini/genitori. Ogni bambino porterà una piantina che interrerà insieme al genitore nelle vasche interne adiacenti al salone. Verranno messi a disposizione vari annaffiatoi contenenti acqua, dando così inizio al loro prendersi cura della propria piantina. Ogni giorno, durante il gioco nel salone, i bambini potranno seguire la crescita delle proprie piantine affacciandosi alla vetrata e, invitati da Brucoverde, andranno a turno ad annaffiare le loro piantine. Obiettivi generali - favorire la comprensione dell ambiente circostante; - favorire l attenzione e il rispetto per la natura; - stimolare lo sviluppo corporeo e sensoriale; - sostenere l apprendimento concreto, diretto, ovvero di prima mano ; - favorire un atteggiamento attivo verso l ambiente naturale e i suoi elementi; - esplorare sensazioni tattili e corporee; - superare la paura di sporcarsi; - interagire con i pari e con l adulto; - esprimere le proprie emozioni; - prendersi cura di un elemento naturale (piantina); - incrementare la produzione verbale; - valutare l abbigliamento idoneo al tempo atmosferico esterno. ESPERIENZE 1. Lettura libro: Ascoltiamo la storia di Brucoverde 2. Colore: Scopriamo i colori di Brucoverde e dei suoi amici 3. Frutta/Verdura: Tanta frutta e verdura da scoprire e per diventare grandi 4. Psicomotricità: Ma cosa si può fare con un telo e dei cartoni? 5. Tutto outdoor: Fuori è più bello!!! 1 Esperienza: Ascoltiamo la storia di Brucoverde Il libro è da noi ritenuto uno strumento pedagogico prezioso ed insostituibile. E un giocattolo molto speciale che può rappresentare un tramite felice nella relazione adulto-bambino. E un supporto alla costruzione della identità del bambino e gli permette di elaborare i vissuti ed i sentimenti.

4 Inoltre, il racconto contribuisce a far acquisire, nelle forme del pensiero narrativo, gli strumenti per comprendere il mondo naturale e sociale e per costruire la propria identità. La narrazione serve al bambino per trasmettere conoscenza, permette e sostiene i processi di elaborazione, interpretazione e comprensione dei fatti. La lettura della storia, sia nella sezione piccolissimi sia nella sezione medi, verrà condivisa inizialmente a grande gruppo e successivamente a piccoli gruppi (quattro-cinque bambini) per l acquisizione più diretta delle competenze. - prestare attenzione a una storia narrata; - manifestare interesse e coinvolgimento; - imparare vocaboli nuovi; - educare all'ascolto e alla comunicazione con i pari e l adulto; - aumentare i tempi di attenzione; - sviluppare la capacità di mettere in relazione immagine e testo; - esprimere le proprie emozioni con i pari e l adulto in modo verbale e non; - attribuire diversi stati d animo ai personaggi. 2 Esperienza: Scopriamo i colori di Brucoverde e dei suoi amici L esperienza sul colore nasce dal desiderio di conoscere in modo più approfondito l identità dei personaggi che incontra Brucoverde nel giardino. La scelta di lavorare con il colore è motivata dal constatare l entusiasmo con cui di solito i bambini svolgono attività pittoriche. Infatti il bambino che dipinge fa qualcosa di più che esercitarsi in una libera manipolazione e in una sperimentazione col colore e con la forma: organizza le proprie energie, comunica, risolve problemi e verifica conoscenze. Attraverso l uso del colore si offre ai bambini una grande opportunità espressiva: i bambini lo utilizzano prima per una ricerca e percezione dello spazio, poi come espressione di emozioni, stati d animo e vissuti personali. Nelle macchie e nei segni che lasciano sul foglio, i bambini vedono mille cose fantastiche, che comunicheranno poi attraverso il linguaggio. L esperienza si svolgerà durante la mattinata in spazi ben strutturati: i bambini della sezione piccolissimi utilizzeranno il loro bagno e i bambini della sezione medi l atelier. I bambini si recheranno a piccolo gruppo (quattro-cinque bambini) negli spazi prestabiliti tre volte alla settimana assieme a due educatrici. In ogni esperienza i bambini conosceranno un colore alla volta e una diversa tecnica di pittura o di manipolazione. Utilizzeremo il colore nero, il rosso, il marrone, il verde e il viola (i colori dei personaggi) e andremo a ricreare i nostri amici della storia utilizzando creatività ed inventiva. Utilizzeremo la tempera liquida nei colori sopracitati, pennelli di varie dimensioni, spugne, rulli, tappi di sughero, fogli di carta bianca, cannucce e nebulizzatori. L uso del colore e di tecniche diverse permetterà di ottenere diversi effetti visivi e sensoriali: questo permetterà ai bambini di riconoscerli, di differenziarli e di dimostrare le loro preferenze. - sviluppare capacità sensoriali e percettive attraverso attività grafiche, pittoriche e manipolative; - favorire l espressione delle singole emozioni del bambino attraverso l uso dei suoi significati evocativi; - sviluppare la creatività e l inventiva dei bambini attraverso l esperienza del colore; - acquisire la conoscenza dei diversi colori; - promuovere la relazione tra pari; - superare la paura di sporcarsi;

5 - conoscere l identità e le caratteristiche dei personaggi della storia: Brucoverde alla scoperta del giardino. 3 Esperienza: Tanta frutta e verdura da scoprire e per diventare grandi Sono molte le emozioni in gioco nell alimentazione. Sin dall allattamento vi confluiscono componenti vitali ed istintive del bambino: desiderio, piacere, soddisfazione, curiosità così come cautela, timore, diffidenza, rifiuto. Il cibo è sicuramente importante per la salute e la crescita fisica del bambino ed è altresì carico di componenti emotivi ed affettivi. La manipolazione del cibo è un importante esperienza sensoriale che gli consente di mantenere, anche dopo lo svezzamento, il ruolo attivo che aveva durante l allattamento. Un contesto sociale favorevole, come quello del nido d infanzia, permette al bambino di conoscere e consumare il cibo in un ambiente ludico e a sua misura, dove oltre al nutrimento e al piacere vengono veicolati aspetti emotivi e relazionali rassicuranti che scaturiscono dall interazione con i compagni e con gli adulti di riferimento. Il piacere dell esplorazione e della trasformazione delle cose con l azione delle proprie mani (manipolazione), da un lato è un arricchente esperienza sensoriale e dall altra è un importante attività per affinare la creatività, la coordinazione e la percezione visiva. Prendendo spunto dalla storia di Brucoverde, dove la farfalla dice al nostro protagonista Se frutta e verdura mangerai una colorata e allegra farfalla come me diventerai, abbiamo pensato di proporre ai bambini un esperienza alla scoperta di frutta e ortaggi e della loro manipolazione. Le esperienze, una con la verdura cotta ed una con la frutta, verranno proposte a piccolo gruppo: - per la sezione Bruchi (piccolissimi), verrà allestito, all interno del bagno, un tavolino su cui verrà messa la frutta o la verdura a disposizione dei bambini che, a gruppi di quattro potranno manipolarla e ovviamente mangiarla; - per la sezione Farfalle (medi), verrà allestito lo spazio atelier in cui oltre alla frutta e verdura verranno proposti anche diversi strumenti quali lo spremiagrumi, il cava torsolo, la grattugia di vetro, ecc.. - conoscere i diversi alimenti proposti, differenti quanto a colore, profumo, forma e consistenza; - riconoscere e sperimentare i diversi sapori; - favorire, attraverso l uso dei cinque sensi, un approccio positivo, di scoperta e di curiosità verso il nuovo; - sviluppare la manualità; - superare la paura di sporcarsi. 4 Esperienza:. Ma cosa si può fare con un telo e dei cartoni? Il gioco psicomotorio riconosce ed accoglie il senso dell espressività motoria del bambino e sostiene lo sviluppo delle funzioni simboliche come comunicare, creare e pensare. Attraverso la proposta del gioco sensomotorio il bambino sperimenta sia modalità di movimento quali scivolare, strisciare, rotolare, correre, saltare, cadere affinando le proprie abilità motorie, sia una maggiore consapevolezza delle proprie parti, che può portare a un migliore rapporto con se stessi, facendo emergere le proprie potenzialità. Il bambino viene inoltre portato a condividere il gioco con i coetanei attraverso dinamiche che stimolano lo sviluppo della socialità.

6 Le esperienze psicomotorie che vogliamo attuare all interno del nostro progetto saranno rivolte ai bambini di entrambe le sezioni (piccolissimi e medi) e saranno svolte nel salone, ambiente comunque conosciuto e quotidiano sia per i piccolissimi che per i medi, a piccoli gruppi (quattrocinque bambini). Nella prima esperienza verranno offerti ai bambini scatoloni di ogni dimensione, alcuni già montati e altri ancora da costruire, disposti in tutto lo spazio a disposizione dando così spazio alla creatività di ognuno. In seguito alla proposta degli scatoloni sarà affiancata anche quella dei fogli di giornale così da dare la possibilità al bambino di arricchire la propria esperienza e di avere nuovi spunti di gioco. Una seconda esperienza di gioco psicomotorio avrà come materiale di gioco teli e stoffe colorati, di diverse dimensioni e di diverse consistenze (lycra, cotone, spugna) così da poter sperimentare anche delle differenti percezioni tattili oltre che diverse modalità di gioco e di movimento. - sviluppare un uso corretto del proprio corpo; - sviluppare la conoscenza e la consapevolezza del sé corporeo; - sviluppare un adeguata organizzazione percettiva riferita ad oggetto, spazio e tempo; - imparare ad esprimere e controllare i propri stati d animo; - imparare a dilazionare nel tempo i propri bisogni e desideri; - imparare a rappresentare la realtà attraverso i simboli; - stimolare e favorire la condivisione di oggetti e situazioni tra coetanei; - rafforzare la fiducia in se stessi, lo spirito di amicizia e la socializzazione; - imparare ad accettare la frustrazione, le regole, le norme nel percorso di crescita. 5 Esperienza:. Fuori è più bello!!! Tutte le esperienze realizzate indoor verranno sperimentate outdoor, in giardino. Ciò permetterà ai bambini di ri-sperimentare le esperienze in un contesto diverso, e a noi educatrici di osservarne le diverse modalità di approccio. EQUIPE EDUCATIVA: Educatrici: Silvia Cevoli; Eleonora Colli; Cecilia Gimelli; Valentina Maltesu; Silvia Moretti; Valentina Semprini. Operatrici: Paola Cicconi; Lidia Placuzzi. Coordinatrice pedagogica: Fabiola Crudeli.

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA INFANZIA ITALO CALVINO SEZIONE C. a.s. 2013-2014

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA INFANZIA ITALO CALVINO SEZIONE C. a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA INFANZIA ITALO CALVINO SEZIONE C a.s. 2013-2014 Il percorso che quest'anno vogliamo realizzare è alfabetizzare alle emozioni e nasce dall'esigenza di fornire al bambino strumenti

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi

LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi Premessa Il Baby Parking/Spazio Bimbi è un servizio socio-educativo che può accogliere bambini dai 13 ai 36 mesi, dal lunedì al venerdì, fino a 6

Dettagli

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA SIAMO TUTTI AMICI Fermani Roberta Nocelli Rita - Grassi Katia Bambini di 2 anni e mezzo e 3 anni Sezioni D e E Il progetto Accoglienza

Dettagli

Le illustrazioni sono tratte dalla storia "Mario e la gatta Lulù"

Le illustrazioni sono tratte dalla storia Mario e la gatta Lulù IL PROGETTO Il Progetto Educativo per lo Sviluppo e l'apprendimento si sviluppa nella cornice narrativa della storia "Mario e la gatta Lulú". Questa storia è stata scelta con il fine di valorizzare e facilitare

Dettagli

PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI

PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI BARBARA PISCINA Animatrice pedagogica cell. 3286766227 e-mail barbara.piscina@fastwebnet.it PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI Il percorso di formazione vuole essere l occasione per riflettere

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO Premessa NOI SIAMO PARTE DELLA TERRA ED ESSA È PARTE DI NOI INSEGNATE AI VOSTRI BAMBINI CHE LA TERRA È NOSTRA

Dettagli

Il nostro Ludobus sostiene e promuove i Progetti Nati per Leggere e Nati per la Musica.

Il nostro Ludobus sostiene e promuove i Progetti Nati per Leggere e Nati per la Musica. CHI SIAMO Melarancia è una cooperativa sociale di tipo A nata nel 1991 che opera nella provincia di Pordenone. E composta da un gruppo di tecnici dell educazione che si occupa di servizi all infanzia:

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

SCUOLA STATALE DELL INFANZIA QUADRIFOGLIO MADONNA DI TIRANO

SCUOLA STATALE DELL INFANZIA QUADRIFOGLIO MADONNA DI TIRANO SCUOLA STATALE DELL INFANZIA QUADRIFOGLIO MADONNA DI TIRANO PROGETTO DI SEDE Destinatari : Bambini tra i due e i tre anni Tempi : da settembre 2015 a giugno 2016 RESPONSABILE DEL PROGETTO : Cairoli Renata

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA MANUALE PER IL docente II EDIZIONE A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA 1 INDICE Il progetto 03 Scambio di generazioni 04 Crescendo si scambia in 4 mosse 05 Certi giochi sono sempre

Dettagli

LA SALA DELLE FARFALLE

LA SALA DELLE FARFALLE GIOCHI D INTIMITA CON LA CREMA Obiettivi: Favorire il rilassamento. Promuovere e consolidare la percezione dello schema corporeo. Incentivare la relazione di fiducia tra adulto e bambino. Stimolare la

Dettagli

Progettazione annuale

Progettazione annuale Scuola dell Infanzia PORRANEO Paritaria di ispirazione Salesiana dal 1899 Progettazione annuale Anno scolastico 2013/2014 TITOLO DELLA PROGETTAZIONE MARILU E I 5 SENSI Alla scoperta dei cinque sensi: Gustare

Dettagli

Il bosco delle sensazioni

Il bosco delle sensazioni Programmazione sezione prima SCUOLA DELL'INFANZIA "VILLA FLAMINIA" A.S. 2015 /2016 Il bosco delle sensazioni INSEGNANTI Maela Avvisati Oriana Riina Tina Iavarone Dimmi e io dimentico Mostrami e io ricordo

Dettagli

L ARTE DI EMOZIONARSI

L ARTE DI EMOZIONARSI ISTITUTO COMPRENSIVO "PIERO FORNARA" DI CARPIGNANO SESIA Via Ettore Piazza, 5-28064 Carpignano Sesia (Novara) C.F.80015590039 Tel. 0321 825185 / 824520 - Fax. 0321 824586 website: http://share.dschola.it/carpignanosesia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA PARROCCHIA SAN ROCCO SCUOLA MATERNA VIA FORNACI 66/D - 25131 BRESCIA TEL. E FAX: 0302680472 segreteria@sanroccomaterna.it www.sanroccomaterna.it

Dettagli

MOVI- MENTI IN EVOLUZIONE

MOVI- MENTI IN EVOLUZIONE Asilo Nido Integrato Melo Fiorito Piazza della Repubblica 3, 37050 Belfiore (VR) Tel. 3315858966 PROGETTO SENSO- MOTORIO MOVI- MENTI IN EVOLUZIONE Anno educativo 2014/ 2015 Ciò che muove il bambino all

Dettagli

ASILO NIDO REGINA MARGHERITA Via dei Campani, 75 00185 Roma tel 064462381 fax 0649385738 nido@ipabirai.it - rosarita.antico@ipabirai.

ASILO NIDO REGINA MARGHERITA Via dei Campani, 75 00185 Roma tel 064462381 fax 0649385738 nido@ipabirai.it - rosarita.antico@ipabirai. ASILO NIDO REGINA MARGHERITA Via dei Campani, 75 00185 Roma tel 064462381 fax 0649385738 nido@ipabirai.it - rosarita.antico@ipabirai.it PROGETTO PEDAGOGICO SEZIONE GRANDI La sezione è composta da 21 bambini

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL INFANZIA- SCUOLA PRIMARIA 5

1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL INFANZIA- SCUOLA PRIMARIA 5 SCUOLA DELL'INFANZIA "PANTANO" PROGETTI CURRICULARI Anno Scollastico 2013 -- 2014 INDICE 1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL

Dettagli

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco. L asilo nido Collodi, gestito dalla Cooperativa Accomazzi per conto della Città di Piossasco, accoglie 45 bambini dai 6 ai 36 mesi. Aspetto

Dettagli

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE ISTITUTO COMPRENSIVO LUCCA 3 Via don Minzoni, 244 SANT ANNA 55100 LUCCA C.F. 92051740469 0583/581457 Fax : 0583/581997 ex DD n. 3 di Lucca 0583/584388 Fax: 0583/419187 ex Scuola secondaria 1 Carlo del

Dettagli

Asili Nido. PROGETTO DIDATTICO/EDUCATIVO Anno di attivita 2011/2012: NuvolA. Società Cooperativa Sociale - Impresa Sociale Onlus IL MONDO DEI SENSI

Asili Nido. PROGETTO DIDATTICO/EDUCATIVO Anno di attivita 2011/2012: NuvolA. Società Cooperativa Sociale - Impresa Sociale Onlus IL MONDO DEI SENSI La NuvolA Società Cooperativa Sociale - Impresa Sociale Onlus PROGETTO DIDATTICO/EDUCATIVO La scansione della giornata Ore 7,30-9,30: accoglienza Ogni bambino viene accolto personalmente dalle educatrici

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO. A scuola SerenaMente

UNITA DI APPRENDIMENTO. A scuola SerenaMente UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione Situazione diagnostica A scuola SerenaMente Il primo giorno di scuola non è lo stesso per tutti i bambini. Per alcuni, si tratta di ritornare in un posto lasciato solo

Dettagli

niamoci attraverso Arte Lingue Musica METODOLOGIA ARTE LINGUE MUSICA

niamoci attraverso Arte Lingue Musica METODOLOGIA ARTE LINGUE MUSICA niamoci attraverso Arte Lingue Musica METODOLOGIA ARTE LINGUE MUSICA giocare con l arte arte e natura ART artemania - parole che dicono, parole che raccontano - storie per scoprire - musica in gioco e

Dettagli

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I CAMPI DI ESPERIENZA Gli insegnanti accolgono, valorizzano ed estendono le curiosità, le esplorazioni, le proposte dei bambini e creano occasioni di apprendimento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale «Gobetti» Via Tintoretto 9 20090 Trezzano Sul Naviglio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale «Gobetti» Via Tintoretto 9 20090 Trezzano Sul Naviglio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale «Gobetti» Via Tintoretto 9 20090 Trezzano Sul Naviglio I bambini imparano ciò che vivono. Se un bambino vive nella

Dettagli

Programmazione didattica annuale

Programmazione didattica annuale A.S. 2014-2015 Programmazione didattica annuale *Scuola dell Infanzia Carlo Pizzala 22030 ORSENIGO Via Baragiola, 1 C.F./P.I. 00648820132 Revisione 06.10.2014 EXPLORANDO L il PIANETA a.s. 2014/2015 Progetto

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

SCUOLA dell INFANZIA STATALE BRUNO MUNARI CALCINATELLO AREA DEL POF: SCUOLA E TERRITORIO EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA E ALLA LEGALITA

SCUOLA dell INFANZIA STATALE BRUNO MUNARI CALCINATELLO AREA DEL POF: SCUOLA E TERRITORIO EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA E ALLA LEGALITA 1 AREA DEL POF: SCUOLA E TERRITORIO EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA E ALLA LEGALITA STRADA AMICA (educazione stradale) Il progetto Strada amica, in corso già da diversi anni, ha lo scopo di sensibilizzare

Dettagli

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE ISTITUTO COMPRENSIVO LUCCA 3 Via don Minzoni, 244 SANT ANNA 55100 LUCCA C.F. 92051740469 0583/581457 Fax : 0583/581997 ex DD n. 3 di Lucca 0583/584388 Fax: 0583/419187 ex Scuola secondaria 1 Carlo del

Dettagli

PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO

PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA MATER MEA VIA PUSIANO, 57 MILANO Tel. 02/2722141 Fax 02/2722143 e-mail. Mariamatermea@ libero.it PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO Questo progetto

Dettagli

QUELLO CHE CERCHI C È Il mago di Oz - L. FrankBaum

QUELLO CHE CERCHI C È Il mago di Oz - L. FrankBaum QUELLO CHE CERCHI C È Il mago di Oz - L. FrankBaum Questa storia è stata scelta perché ricca di spunti educativi. Nel periodo dell inserimento ci guiderà DOROTHY che ci aiuterà nella conoscenza delle regole

Dettagli

COMUNE DI RIMINI DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI E DI PROTEZIONE SOCIALE. PROGETTO PER LO SVILUPPO E L APPRENDIMENTO a.s. 2011-12 Io vado dove voglio

COMUNE DI RIMINI DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI E DI PROTEZIONE SOCIALE. PROGETTO PER LO SVILUPPO E L APPRENDIMENTO a.s. 2011-12 Io vado dove voglio COMUNE DI RIMINI DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI E DI PROTEZIONE SOCIALE PROGETTO PER LO SVILUPPO E L APPRENDIMENTO a.s. 2011-12 Io vado dove voglio Come è nato il progetto per lo sviluppo e l'apprendimento

Dettagli

Curricolo Scuola dell'infanzia

Curricolo Scuola dell'infanzia Curricolo Scuola dell'infanzia I Campi d'esperienza sviluppati sono destinati a confluire nei nuclei tematici che le diverse discipline svilupperanno già a partire dal primo anno della Scuola Primaria

Dettagli

UNA SCUOLA VERDE E BLU

UNA SCUOLA VERDE E BLU La Scuola dell Infanzia si propone come contesto di relazione, di cura e di apprendimento nel quale le sollecitazioni che i bambini sperimentano nelle loro esperienze possono essere filtrate, analizzate

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO SEZIONE PRIMAVERA a. sc. 2010-11

PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO SEZIONE PRIMAVERA a. sc. 2010-11 Scuola dell'infanzia Paritaria MADRE TERESA QUARANTA Istituto con Sistema di Qualità certificato PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO SEZIONE PRIMAVERA a. sc. 2010-11 Via Taranto, 42 Grottaglie (TA), e-mail: ist.mt

Dettagli

Proposte Didattiche. Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco

Proposte Didattiche. Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco Proposte Didattiche Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco Il Progetto Un bambino è una persona piccola, con piccole mani, piccoli piedi e piccole orecchie, ma non per questo con idee piccole.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ERASMO DA ROTTERDAM SCUOLA dell'infanzia CISLIANO. Per poter accogliere teneramente... con tutto il tempo necessario...

ISTITUTO COMPRENSIVO ERASMO DA ROTTERDAM SCUOLA dell'infanzia CISLIANO. Per poter accogliere teneramente... con tutto il tempo necessario... ISTITUTO COMPRENSIVO ERASMO DA ROTTERDAM SCUOLA dell'infanzia CISLIANO Per poter accogliere teneramente... con tutto il tempo necessario... per avere lo spazio dove ascoltare le esigenze di ogni bambina

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA CON ELMER E GLI ALTRI ANIMALI A.S. 2009/2010

PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA CON ELMER E GLI ALTRI ANIMALI A.S. 2009/2010 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO G.B. PUERARI Via IV Novembre,34-26048 SOSPIRO (CR) - c.f. 93037640195 Tel. 0372 623476 telefax 0372 623372 E-mail: cree025005@istruzione.it

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Progetto annuale di plesso : Il Cibo: tanti colori, tanti sapori

Progetto annuale di plesso : Il Cibo: tanti colori, tanti sapori Scuola dell infanzia Caleotto A.S. 2014 2015 Progetto annuale di plesso : Il Cibo: tanti colori, tanti sapori In previsione dell Expo di Milano 2015 sul tema Nutrire il pianeta, Energia per la vita, accogliamo

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA GIOVANNI XXIII. Progetto Pedagogico della Sezione Primavera

SCUOLA DELL INFANZIA GIOVANNI XXIII. Progetto Pedagogico della Sezione Primavera Pagina 1 di 8 SCUOLA DELL INFANZIA GIOVANNI XXIII Progetto Pedagogico della Sezione Primavera Pagina 2 di 8 1. PREMESSA La scelta pedagogica di istituire la sezione Primavera, all interno della Scuola

Dettagli

Scuola dell Infanzia Via dei Mitili. campi di esperienza

Scuola dell Infanzia Via dei Mitili. campi di esperienza Scuola dell Infanzia Via dei Mitili campi di esperienza MOTIVAZIONE CAMPI DI ESPERIENZA: Attraverso il gioco il bambino viene stimolato a potenziare le sue abilità: sensoriale, motorio-prassica, cognitiva,

Dettagli

SAPERE SAPER ESSERE SAPER FARE

SAPERE SAPER ESSERE SAPER FARE CORSO SULLA PSICOMOTRICITA' LA PSICOMOTRICITA E IL LUOGO DEL SAPERE SAPER ESSERE SAPER FARE CONOSCENZA DI SE' ORGANIZZAZIONE DEL MOVIMENTO COORDINAZIONE DINAMICA GENERALE PERCEZIONE E REGOLAZIONE DEL MOVIMENTO

Dettagli

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I.C.S. MAREDOLCE FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA La nostra scuola dell Infanzia con la sua identità specifica sotto il profilo pedagogico e metodologico-organizzativo persegue: l acquisizione di capacità

Dettagli

Attività Motoria Evolutiva e Anziani

Attività Motoria Evolutiva e Anziani Attività Motoria Evolutiva e Anziani Maria Chiara Gallotta Stanza 59 1 piano palazzo IUSM Tel 06 36733211 mariachiara.gallotta@uniroma4.it Ricevimento Martedì 10:00-12:00 Il gioco Giocando s impara e si

Dettagli

GIOCHIAMO CON LA CARTA

GIOCHIAMO CON LA CARTA GIOCHIAMO CON LA CARTA Alla fine dello scorso anno, abbiamo allestito la stanza delle stelle con tante carte dalle diverse consistenze e forme e abbiamo invitato i bambini di tutti e tre i gruppi a giocare

Dettagli

PROGETTO DI PLESSO: LA NATURA NELL ARTE E NELL IMMAGINARIO

PROGETTO DI PLESSO: LA NATURA NELL ARTE E NELL IMMAGINARIO Scuola dell Infanzia Ponte Abbadesse a.s. 2012/2013 PROGETTO DI PLESSO: LA NATURA NELL ARTE E NELL IMMAGINARIO P. Cezanne, Mont Sainte Victoire 1890. L [rt_ [ tutt_ l tà f[ muov_r_ n_l nuovo, mo^ifi][

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza Scuola dell Infanzia Paritaria Beato G. Nascimbeni Via Fossà 1, 37010 Castelletto di Brenzone (VR) Tel. 045.6598480 Fax 045.6598481 e-mail: infanziacastelletto@pssf.it Progetto accoglienza Premessa I primi

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO DI TEATRO LEGGIAMO CON IL RAGNETTO PUC

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO DI TEATRO LEGGIAMO CON IL RAGNETTO PUC SCUOLA DELL'INFANZIA AD ONORE DEGLI EROI UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO DI TEATRO Bambini di 4/5 anni LEGGIAMO CON IL RAGNETTO PUC ANNO SCOLASTICO 2011-12 1/10 SCUOLA DELL INFANZIA AD ONORE DEGLI EROI

Dettagli

Scuola dell Infanzia Duchessa Elena d Aosta Progettazione 2014-2015 3-4-5 anni

Scuola dell Infanzia Duchessa Elena d Aosta Progettazione 2014-2015 3-4-5 anni Scuola dell Infanzia Duchessa Elena d Aosta Progettazione 2014-2015 3-4-5 anni PROGETTAZIONE 2014/2015 3-4-5 anni Settembre - metà ottobre Accogliere un bambino nella scuola dell infanzia significa riconoscere

Dettagli

LABORATORI CREATIVI PER IL SUCCESSO SCOLASTICO I LABORATORI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SONO RIVOLTI AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI.

LABORATORI CREATIVI PER IL SUCCESSO SCOLASTICO I LABORATORI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SONO RIVOLTI AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI. LABORATORI CREATIVI PER IL SUCCESSO SCOLASTICO I LABORATORI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SONO RIVOLTI AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI. CINEFORUM LABORATORIO DI CERAMICA LABORATORIO DI SCIENZE MOTORIE

Dettagli

INCONTRI COLORATI. meravigliare!!

INCONTRI COLORATI. meravigliare!! INCONTRI COLORATI E il titolo della bellissima festa organizzata dalle insegnanti della Scuola dell Infanzia di via C. Battisti di Grottammare come chiusura del progetto didattico annuale. Festa organizzata

Dettagli

Il bambino nella fascia tre-sei anni e il processo di costruzione della propria identità

Il bambino nella fascia tre-sei anni e il processo di costruzione della propria identità RELAZIONE WORKSHOP APPRENDERE A STARE IN GRUPPO DAI 3 AI 5 ANNI Esperienza nella scuola dell infanzia con il Cooperative Learning Ins. Mancinelli Cesarina I.C. Falconara Centro Due anni di formazione mi

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA " MADRE LINDA LUCOTTI" ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012

SCUOLA DELL'INFANZIA  MADRE LINDA LUCOTTI ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012 ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE PREMESSA L incontro con la fiaba è molto stimolante perché sollecita nei bambini esperienze altamente educative, sul piano cognitivo, affettivo, linguistico e creativo. La fiaba

Dettagli

Progetto Accoglienza. Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! 2011/2012 1 Circolo Didattico Vico Equense

Progetto Accoglienza. Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! 2011/2012 1 Circolo Didattico Vico Equense Progetto Accoglienza 2011/2012 1 Circolo Didattico Vico Equense Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! P R E M E S S A I primi giorni di scuola segnano

Dettagli

Valigie d artista: la valigia di Mirò

Valigie d artista: la valigia di Mirò Scuola dell Infanzia Maria Zoccatelli Dossobuono Unità di apprendimento grandi Valigie d artista: la valigia di Mirò ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PREMESSA La volontà di proporre, nel gruppo d intersezione

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO SPECIFICA PER

UNITA DI APPRENDIMENTO SPECIFICA PER SCUOLA DELL'INFANZIA AD ONORE DEGLI EROI UNITA DI APPRENDIMENTO SPECIFICA PER bambini di 2 anni e mezzo PASTICCIO DIPINGO E MI DIVERTO ANNO SCOLASTICO 2011-12 Scuola dell infanzia ad onore degli Eroi A.S.

Dettagli

Il mondo intorno a noi

Il mondo intorno a noi Il mondo intorno a noi SCUOLA INFANZIA CASOLA - BERZANTINA ANNO SCOLASTICO 2014/15 Le insegnanti, Germana Liani Giovanna d Isanti 1 Loredana Camiscia Angela Tomasi SCUOLA DELL INFANZIA DI CASOLABERZANTINA

Dettagli

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to Progetto educativo "Le quattro stagioni" ANNO 2011-2012 Il progetto Le stagioni al nido intende proporre ai bambini un viaggio nelle stagioni e nel tempo finalizzato

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO DI CARDITO PROGETTO DI EDUCAZIONE MUSICALE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI DIVERSAMENTE NOTE

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO DI CARDITO PROGETTO DI EDUCAZIONE MUSICALE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI DIVERSAMENTE NOTE DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO DI CARDITO PROGETTO DI EDUCAZIONE MUSICALE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI DIVERSAMENTE NOTE -Anno scolastico 2013/2014 Educare, insegnare o lasciarsi andare alle proprie

Dettagli

Il castello di Ferrara

Il castello di Ferrara Scuola d infanzia statale Villaggio Ina Il castello di Ferrara Un laboratorio sull arte ( Parte terza ) Premessa: il laboratorio nella scuola d infanzia dovrebbe essere il luogo privilegiato per avvicinare

Dettagli

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

Ma che musica maestre 2!!!

Ma che musica maestre 2!!! Istituto Comprensivo Nicola D Apolito Cagnano Varano Scuola dell infanzia Progetto di educazione musicale Ma che musica maestre 2!!! Educare, insegnare o lasciarsi andare alle proprie sensazioni? Ognuno

Dettagli

PROGETTO Percorsi linguistico-espressivi per la scuola dell infanzia (4-5 anni)

PROGETTO Percorsi linguistico-espressivi per la scuola dell infanzia (4-5 anni) PROGETTO Percorsi linguistico-espressivi per la scuola dell infanzia (4-5 anni) Ci sono tante storie raccontate a voi bambini Da un Raccontastorie Perché siete piccolini E poi ce ne sono altre Suonate

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

CONTENUTI:GNOMI E FOLLETTI AMICI PERFETTI!

CONTENUTI:GNOMI E FOLLETTI AMICI PERFETTI! Sezione: A Disciplina: AREA1 Scuola: Infanzia De Amicis Campo d esperienza n 1 : IL SE E L ALTRO Le grandi domande, il senso morale, il vivere insieme Obiettivi 1. Sviluppare il senso dell'identità personale

Dettagli

Progetto di CIRCOLO triennale (2006-2009) 2009) Scuola dell infanzia. DOCUMENTAZIONE a.s. 2007 /2008

Progetto di CIRCOLO triennale (2006-2009) 2009) Scuola dell infanzia. DOCUMENTAZIONE a.s. 2007 /2008 Progetto di CIRCOLO triennale (2006-2009) 2009) Scuola dell infanzia DOCUMENTAZIONE a.s. 2007 /2008 1 Oltre i laboratori un ITINERARIO educativo - didattico INVERNO il sonno della natura AUTUNNO fenomeni

Dettagli

NATURAL MENTE: CONOSCIAMO VIVIAMO E RISPETTIAMO LA NATURA

NATURAL MENTE: CONOSCIAMO VIVIAMO E RISPETTIAMO LA NATURA NATURAL MENTE: CONOSCIAMO VIVIAMO E RISPETTIAMO LA NATURA Questo progetto nasce come continuazione e approfondimento del lavoro dello scorso anno, si è pensato di continuare in questa direzione prendendo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA INFANZIA M.POLO ANNO

PROGRAMMAZIONE SCUOLA INFANZIA M.POLO ANNO PROGRAMMAZIONE SCUOLA INFANZIA M.POLO ANNO PERIODO: INIZIO ANNO SCOLASTICO 15 OTTOBRE ATTIVITA DI ROUTINE GRUPPI DI RIFERIMENTO ( età, contrassegni, armadietti) CONOSCENZA ADULTI DELLA SCUOLA APPROCCIO

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA SAN BIAGIO PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO E CARTA DEI SERVIZI PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO

SEZIONE PRIMAVERA SAN BIAGIO PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO E CARTA DEI SERVIZI PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO SEZIONE PRIMAVERA SAN BIAGIO PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO E CARTA DEI SERVIZI PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/15 Autorizzazione N. 10538 del 28/03/2011 FINALITA ACCOGLIENZA FUNZIONAMENTO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA AMPI DI ESPERIENZA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER I BAMBINI DI 5 ANNI ESPERIENZE

Dettagli

Curricolo Verticale Scuola Statale dell'infanzia Caldarazzo-Scarola

Curricolo Verticale Scuola Statale dell'infanzia Caldarazzo-Scarola Prot. n.3468b38 Noicattaro, 13.09.2013 Circolo Didattico Statale Alcide De Gasperi via A. De Gasperi, 13 Telefono e fax 080.4793318 E-mail: baee14508@istruzione.it www.degasperi2noicattaro.eu Noicàttaro

Dettagli

La scuola si presenta

La scuola si presenta La scuola si presenta La Scuola dell'infanzia Cà di Ventura è ubicata in via San Felice 19 a Genova-Molassana E raggiungibile per mezzo del bus n 477, linea secondaria che si interseca con il 12-13-14

Dettagli

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta IL GUSTO DI CRESCERE INSIEME NELLA GIOIA. Per l anno educativo 2014/15 proponiamo ai bambini un viaggio nel mondo dell alimentazione: partendo dalla

Dettagli

SCUOLA INFANZIA FONTANELLE

SCUOLA INFANZIA FONTANELLE SCUOLA INFANZIA FONTANELLE PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE A.S. 2014/2015 CAMPO D ESPERIENZA : IL SE E L ALTRO IL CORPO E IL MOVIMENTO IMMAGINI,SUONI,COLORI I DISCORSI E LE PAROLE LA CONOSCENZA DEL MONDO INSEGNANTI

Dettagli

Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura)

Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura) Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura) Raggruppare e ordinare Confrontare e valutare quantità Utilizzare semplici

Dettagli

Un libro per amico. Obiettivi:

Un libro per amico. Obiettivi: Un libro per amico Nido d infanzia comunale Meridiana del Comune di Casalecchio di Reno Documentazione a cura di: Angela Mari, Lina Ventura In collaborazione con il CDP Centro Documentazione Pedagogico

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini Nella scuola dell'infanzia non si può parlare di vere e proprie "discipline", bensì di CAMPI DI ESPERIENZA educativa. Con questo termine si indicano i diversi ambiti del fare e dell'agire e quindi i settori

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN FRUTTUOSO ad indirizzo musicale Via Berghini, 1-16132 Genova TEL. 010352712 fax 0105220210 e-mail geic808008@istruzione.it - www.icsanfruttuoso.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

Programmazione Nido Monti 2014-2015

Programmazione Nido Monti 2014-2015 Programmazione Nido Monti 2014-2015 OBIETTIVI GENERALI L obiettivo generale è ambientare il bambino nel contesto educativo e relazionale dell Asilo Nido rispettando e valorizzando l individualità del bambino

Dettagli

Nido Integrato Pesciolino Rosso

Nido Integrato Pesciolino Rosso Trivignano - Venezia Via Chiesa 18/C 30174 Tel. Fax 041-909271 - Scuola Paritaria - sito internet: WWW.REGINAPACE.IT Scuola dell Infanzia REGINA DELLA PACE Nido Integrato PESCIOLINO ROSSO PROGETTO EDUCATIVO

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA WALT DISNEY, SEZIONE ARANCIONI PROGRAMMAZIONE a.s.2007/2008 ANALISI DELLA SEZIONE

SCUOLA DELL INFANZIA WALT DISNEY, SEZIONE ARANCIONI PROGRAMMAZIONE a.s.2007/2008 ANALISI DELLA SEZIONE SCUOLA DELL INFANZIA WALT DISNEY, SEZIONE ARANCIONI PROGRAMMAZIONE a.s.2007/2008 ANALISI DELLA SEZIONE La sezione arancione è composta da circa 23 bambini di età eterogenea: 3, 4 e 5 anni. Durante i primi

Dettagli

PROGETTI SEZIONE VIOLA VIOLA 3 ANNI ANNI. Ins.:Imma Esposito Maria Carlotta

PROGETTI SEZIONE VIOLA VIOLA 3 ANNI ANNI. Ins.:Imma Esposito Maria Carlotta PROGETTI SEZIONE VIOLA VIOLA 3 ANNI ANNI Ins.:Imma Esposito Maria Carlotta LE STAGIONI CI ACCOMPAGNANO NEL MONDO DEI COLORI Questo progetto è rivolto ai bambini di 3 anni, che pur non essendo ancora del

Dettagli

I docenti della scuola dell'infanzia del 1 Circolo didattico di Qualiano, dopo aver consultato il P.O.F., concordano che le loro scelte progettuali

I docenti della scuola dell'infanzia del 1 Circolo didattico di Qualiano, dopo aver consultato il P.O.F., concordano che le loro scelte progettuali I docenti della scuola dell'infanzia del 1 Circolo didattico di Qualiano, dopo aver consultato il P.O.F., concordano che le loro scelte progettuali debbano essere attuate in virtù del fatto che al bambino

Dettagli

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE L interesse verso la lettura ed il piacere ad esercitarla sono obiettivi che, ormai da anni, gli insegnanti della scuola primaria di Attimis si prefiggono

Dettagli

Comportamento e abilità nella Scuola dell Infanzia.

Comportamento e abilità nella Scuola dell Infanzia. Istituto Comprensivo di Rocchetta Tanaro 4.03.2013 Comportamento e abilità nella Scuola dell Infanzia. Roberto Lingua robertolingua@tiscali.it I bambini non sono diversi dalle rose nel loro sviluppo: nascono

Dettagli

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono:

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: 1. CONSOLIDAMENTO DELL IDENTITA : Imparare a sentirsi bene e a sentirsi sicuri nell affrontare nuove esperienze in un ambiente

Dettagli

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA Il gioco è l attività più naturale ed importante del bambino. Nel gioco il bambino

Dettagli

Ciao. Sono Strani Vari, l inventore di giocattoli. E questa è Gnich Gnach, la mia carriola. Vi presento il mio laboratorio:

Ciao. Sono Strani Vari, l inventore di giocattoli. E questa è Gnich Gnach, la mia carriola. Vi presento il mio laboratorio: Ciao. Sono Strani Vari, l inventore di giocattoli. E questa è Gnich Gnach, la mia carriola. Vi presento il mio laboratorio: La bottega è nata nell 89 da un idea di Umberto Carbone e Michi Coralli. Riutilizza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAMMA BELLA Via Mamma Bella, 50-73012 Campi Salentina LECCE Tel. / Fax 0832.791012 - www.oasimammabella.

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAMMA BELLA Via Mamma Bella, 50-73012 Campi Salentina LECCE Tel. / Fax 0832.791012 - www.oasimammabella. SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAMMA BELLA Via Mamma Bella, 50-73012 Campi Salentina LECCE Tel. / Fax 0832.791012 - www.oasimammabella.it - info@oasimammabella.it Il titolo scelto per la programmazione

Dettagli

CERCHI AMO I SENSI!!

CERCHI AMO I SENSI!! Nido d Infanzia Il Cerchio Magico A.S.P. Casa Valloni CERCHI AMO I SENSI!! Progetto d Esperienze A.E. 2013/2014 Il bambino non impara, ma costruisce il suo sapere attraverso l esperienza e le relazioni

Dettagli

Progetto educativo della Sezione primavera I cuccioli della San Vincenzo

Progetto educativo della Sezione primavera I cuccioli della San Vincenzo Progetto educativo della Sezione primavera I cuccioli della San Vincenzo Caratteristiche strutturali della scuola e della Sezione Primavera I cuccioli della San Vincenzo La scuola ha sede a Senigallia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO MONITORAGGIO DELLE INIZIATIVE E DELLO SFONDO INTEGRATORE SCUOLA DELL LL INFANZIA S. MARCO ARCO GIUGNO 2015 S. 20 15 INIZIATIVA L E PAROLE PER STARE INSIEME TU, IL

Dettagli

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di "gradualità" e "continuità".

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di gradualità e continuità. 1 Accogliere un bambino in un servizio educativo per la prima infanzia, significa accogliere tutta la sua famiglia, individuando tutta una serie di strategie di rapporto fra nido/centro gioco e casa, volte

Dettagli