LIFE12/ENV/IT/ MIDTERM <23/04/2015> WEEENMODELS life. Beneficiary Data

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LIFE12/ENV/IT/001058 MIDTERM <23/04/2015> WEEENMODELS life. Beneficiary Data"

Transcript

1 LIFE12/ENV/IT/ MIDTERM <23/04/2015> WEEENMODELS life Project deliverable Technical Specifications for ICT Applications Action Action B1 Implementation and management of Information Portal Expected deadline 30/09/2014 Delivered 31/03/2015 Beneficiary Data Name Beneficiary T Bridge S.p.A. Contact person Mr Bartolomeo Valcalda Postal address Via Garibaldi 10, Genoa (Italy) Telephone Fax: Project Website

2 Abstract The document describes the technical requirements of the web applications to be developped within the WEEENMODELS project. In particular, are here defined: the users requirements the technical environment of the application the architecture of the software solution the functions to be developped the size of the different systems the requirements for the hosting of the application the Data Management Methodologies The definition of the technical solution followed the design process and procedures usually adopted in T Bridge s Quality Assurance System, compliant with UNI EN ISO 9001:2008 (ISO 9001:2008) management system standard. Results achieved 2 The technical requirements of the WEEENMODELS web application define the environment and the software technologies for the application development, the system logical and physical architecture, the software functions, the data structure, the hosting requirements.

3 Azione B.1 Implementation and management of Information Portal SPECIFICHE TECNICHE PER LE APPLICAZIONI ICT TECHNICAL SPECIFICATIONS FOR ICT APPLICATIONS GENOVA, 31 MARZO 2015

4 INDICE DEL DOCUMENTO 1 INTRODUZIONE SCOPO VALIDITÀ RIFERIMENTI TERMINI E DEFINIZIONI Termini Tecnici Enti ed Organizzazioni Nazionali ed Internazionali Definizioni inerenti la gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche 5 2 SPECIFICHE E REQUISITI CONTESTO DI RIFERIMENTO CARATTERISTICHE DEGLI UTENTI REQUISITI COGENTI REQUISITI TECNICI E VINCOLI FATTORI CRITICI DI SUCCESSO FATTORI DI RISCHIO 9 3 SOLUZIONE PROGETTUALE SCHEMA ESECUTIVO Interfacce con altri sistemi Interfaccia utente Sicurezza Le funzioni Aspetti non funzionali globali del progetto ARCHITETTURA DELLA SOLUZIONE Disegno logico Disegno fisico DATI SCHEMA FISICO PROCESSO DI ALIMENTAZIONE 30 5 ALLEGATI 31

5 1 INTRODUZIONE 1.1 Scopo Nel seguente documento vengono illustrati le proposte di flusso operativo che si prevede di sviluppare nell ambito del progetto Life Weeenmodels e le specifiche tecniche e architetturali del sistema da sviluppare. Lo scopo del sistema è di fornire un'unica piattaforma online, quale interfaccia dinamica per gestire, organizzare e monitorare in tempo reale il ciclo di gestione dei RAEE per i raggruppamenti R3, R4, R5 nell ambito della raccolta 1 contro 1 e R4, R5 per quanto riguarda l 1 contro 0 limitatamente ai conferimenti che avvengono presso il punto vendita. Gli obiettivi sono pertanto: creazione di una sezione CRM dedicata al riconoscimento degli operatori che aderiscono al servizio, alla registrazione dei relativi dati di tipo amministrativo logistico ed alla gestione della comunicazione con gli stessi; creazione di un portale per l informazione agli utenti e la gestione del flusso di raccolta dei RAEE, che includa l identificazione dei prodotti, delle unità di imballo secondo le diverse modalità di ritiro e la creazione assistita dei documenti durante i flussi logistici di ritiro, trasporto, conferimento al centro di raccolta; creazione di un sistema GIS con interfaccia web che consente agli utenti di visualizzare la posizione dei punti di raccolta su una cartografia digitale della città di Genova; creazione di una app per smartphone per agevolare la gestione del materiale nel centro di raccolta Validità Le indicazioni contenute nel presente documento hanno validità esclusivamente per il progetto Life Weeenmodels. 1.3 Riferimenti Il riferimento principale è il documento ANALISI FUNZIONALE PER LE APPLICAZIONI ICT Revisione 2 emesso come deliverable dell azione A.5 del progetto Life Weeenmodels Planning of the WEEE Management Model for collection services. A questo si aggiungono le specifiche tecniche già indicate nell Application Form Part C del progetto WEEENMODELS, approvato dalla Commissione Europea.

6 Infine, sono presi in considerazione i requisiti e le prescrizioni previsti nella normativa nazionale vigente in materia di gestione dei RAEE. 1.4 Termini e definizioni Termini Tecnici Termine/ Sigla Definizione Termine/ Sigla Definizione AAA Autenticazione/Autorizzazione/Accounting MRTG Multi Router Traffic Grapher ACL Access Control List MX Mail Exchanger ASP Active Server Page NIC Network Interface Card CA Certification Authority OLAC Object Level Access Control CPU Central Processing Unit OU Organizational Unit DB Database POP2/POP3 Post Office Protocol (versione 2/3) DHCP Dynamic Host Configuration Protocol POP3S Post Office Protocol Secure DNS Domain Name System PPP Point-to-Point Protocol DLT Digital Linear Tape PPTP Point-to-Point Tunnelling Protocol DoS Denial Of Service RAID Redundant Array of Independent Disks DMZ De-Militarized Zone RA Registration Authority ERA Entity-Relationship Analysis RAM Random Access Memory FTP File Transfer Protocol RFC Request For Comments FQDN Full Qualified Domain Name ROM Read Only Memory GB Gigabyte RPC Remote Procedure Call Gbps Gigabit per Second SCSI Small Computer System Interface GNU GNU s Not Unix SMTP Simple Mail Transfer Protocol HTTP Hyper Text Transfer Protocol SMTPS Simple Mail Transfer Protocol Secure HTTPS Hyper Text Transfer Protocol Secure SOA Start Of Authority KB Kilobyte SEP Security Enforcement Point Kbps Kilobit per Second SSL Secure Socket Layer ICMP Internet Control Message Protocol TCP Trasmission Control Protocol ICT Information and Communication Technology UDP User Datagram Protocol IMAP Internet Mail Access Protocol UML Universal Modelling Language IMAPS Internet Mail Access Protocol Secure UNC Universal Naming Convention IP Internet Protocol UPS Uninterruptible Power Supply IPSec Internet Protocol Secure URL Universal Resource Locator IT Information Technology VM Virtual Machine JSP Java Server Page VPN Virtual Private Network L2/L4 Switch Switch Layer 2/Layer 4 WINS Windows Internet Naming System LDAP Lightweight Directory Access Protocol WWW World Wide Web MB Megabyte XML Extensible Markup Language Mbps Megabit per Second 4

7 1.4.2 Enti ed Organizzazioni Nazionali ed Internazionali Termine/ Sigla Definizione Termine/ Sigla Definizione AIPA Autorità per l Informatizzazione della Pubblica Amministrazione IEEE International Electronic Engineering/Institute of Electrical and Electronics Engineers CERT Computer Emergency Responce Team IETF Internet Engineering Task Force CNIPA Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione ISO/OSI International Standards Organization/Organisation de Standard Internationale GARR Gestione Ampliamento Rete Ricerca NIST National Institute of Standards and Technology Definizioni inerenti la gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche Termine/ Sigla Definizione Termine/ Sigla Definizione AEE Apparecchiature Elettriche e Elettroniche RAEE Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche R3 Raggruppamento Schermi TV e Monitor R4 Raggruppamento Piccoli Elettrodomestici R5 CdC RAEE Raggruppamento Sorgenti Luminose Centro Nazionale di Coordinamento RAEE Luogo di raggruppamento Luogo fisico identificato dal Distributore per lo stoccaggio temporaneo dei RAEE raccolti, in attesa del trasporto al Centro di Raccolta 5

8 2 SPECIFICHE E REQUISITI L applicazione fornisce diverse sezioni in grado di effettuare: informazioni statiche dedicate agli utenti in generale anche non registrati al portale sezioni dedicate agli utenti registrati (distributore, trasportatore, centro di raccolta) sezioni dedicate all amministratore del portale sezioni dedicate agli organi istituzionali sezione contenente collegamenti a siti di interesse generale in tutto il mondo dei RAEE o siti dedicati a settori connessi (vendite online, riutilizzo, ecc ) reporting con report predefiniti disponibili per le diverse categorie di utenti 2.1 Contesto di Riferimento Il sistema sarà utilizzato per la gestione della filiera di raccolta dei RAEE nell ambito di una sperimentazione pilota pianificata per la città di Genova. La sperimentazione ha l obiettivo di verificare la fattibilità e l efficacia di nuovi servizi di coordinamento della raccolta, in ottemperanza delle prescrizioni della nuova normativa in materia, a livello sia italiano che comunitario (Direttiva 19/2012/UE, Dlgs 49/2014). A tal fine, è stato sviluppato, nell ambito delle precedenti fasi del progetto WEEENMODELS, un articolato modello logistico di gestione dei RAEE, di cui si riporta in figura lo schema logico (il modello è dettagliatamente descritto nel documento progettuale Il modello di gestione dei RAEE Report Finale del 30 novembre 2014). 6 PRODUTTORI DI RAEE DOMESTICI/ / PROFESSIONALI EQUIPARATI Flusso 1, 2, 3, 4 ISOLE ECOLOGICHE/ CENTRI DI RACCOLTA CENTRI ACCREDITATI DI PREPARAZIONE PER IL RIUTILIZZO CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE RAEE DISTRIBUTORI INSTALLATORI CENTRI DI ASSISTENZA Flusso 5, 6, 7 CENTRI DI RACCOLTA AUTORIZZATI IMPIANTI DI TRATTAMENTO Flusso 5, 6, 7

9 Gli utenti del sistema sono rappresentati dai diversi attori della filiera dei RAEE del Comune di Genova: privati cittadini, Distributori, Trasportatori, Gestori di Centri di Raccolta. In particolare, il sistema fornirà all utenza privata una informativa generale sulle diverse componenti della filiera di raccolta, e consentirà di assicurare il coordinamento e la tracciabilità dei nuovi flussi di raccolta operati da parte dei Distributori (Flussi 5, 6 e 7 dello schema). Si tratta pertanto di una piattaforma di nuova introduzione, non risultando al momento utilizzata alcun tipo di applicazione analoga da parte dei soggetti sopra citati. Non sono previste integrazioni o altre modalità di cooperazione con altri sistemi. 2.2 Caratteristiche degli utenti Le caratteristiche generali del sistema fanno riferimento a cinque tipologie di utenti: Utente privato cittadino o professionale che e può conferire il RAEE domestico o equivalenti Distributore che è il soggetto che effettua il ritiro dei RAEE conferiti da parte dei clienti, posizionando presso il proprio punto vendita i contenitori per la raccolta. Il trasportatore è l entità che effettua il trasporto dei RAEE dal punto di raggruppamento del distributore al centro di raccolta individuato/ impianto di trattamento Il centro di raccolta rappresenta il terminale finale della filiera di raccolta dei RAEE, raccolti dai distributori, consegnati dai trasportatori e destinati alla preparazione al riutilizzo o recupero L Amministratore è l entità che controlla la conformità delle registrazioni e autorizza gli utenti (distributore, trasportatore, centro di raccolta Requisiti Cogenti La soluzione deve essere sviluppata tenendo conto delle prescrizioni vigenti in materia, rappresentata dai seguenti riferimenti: normative DLGS n 49/2014 Attuazione della Direttiva 2012/19/UE sui rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) DLGS n 151/2005 Attuazione della Direttiva 2020/96/CE e della Direttiva 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche, nonché allo smaltimento dei rifiuti DLGS n 152/2006 Norme in materia ambientale

10 D.M n 65/2010 Regolamento recante modalità semplificate di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) da parte dei distributori e degli installatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE), nonché dei gestori dei centri di assistenza tecnica di tali apparecchiature. Le previsioni ivi descritte potranno essere integrate da specifici accordi con il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che si prevede possano essere formalizzati attraverso un protocollo d intesa. Al momento dell emissione del presente documento, sono in corso dei contatti informali a livello tecnico tra i partner di Weeenmodels ed i funzionari del Ministero, volti alla messa a punto dei contenuti del protocollo, ma non è disponibile alcun documento ufficiale. 2.4 Requisiti tecnici e vincoli L applicativo sarà utilizzato dagli utenti ai fini di ottemperare a obblighi fissati dalla legge; devono pertanto essere assicurati l identificazione dei soggetti che accedono ai servizi del portale, la riservatezza dei dati, la conservazione dei documenti che saranno generati dal sistema, l accessibilità agli stessi, la continuità del servizio. Inoltre, dovra essere privilegiato lo sviluppo delle diverse componenti basato su tecnologie e piattaforme informatiche opensource. Pertanto, dal punto di vista applicativo, si prevede di utilizzare: Sistema GIS: gmaps.js con cartografia Google Maps Data Base: MySQL Web Server: JBoss Linguaggio di programmazione: Java 8 Poiché l utenza target è molto variegata dal punto di vista dell autonomia digitale, dovrà in ogni caso essere assicurato un facile ed intuitivo accesso alle diverse funzionalità previste. Il prodotto sarà impiegato in una sperimentazione iniziale con un numero limitato di utenti, dopo di che sarà proposto per l adozione anche a livello cittadino; pertanto è da prevedere la necessità di tuning o manutenzione evolutiva già in corso di progetto. L architettura del sistema dovrà essere pertanto studiata per agevolare eventuali interventi successi di messa a punto. Non sono previste interazioni con altri sistemi per tutta la durata del progetto; al termine, i partner del progetto valuteranno le modalità di mantenimento del servizio, per cui è possibile che venga effettuata una attività di porting delle basi dati verso un eventuale nuovo ambiente di hosting.

11 2.5 Fattori critici di successo Il sistema viene proposto per andare a sostituire una modalità totalmente cartacea di gestione del rifiuto, considerata rigida ed onerosa da parte degli utenti. Pertanto occorrerà fare particolare attenzione ad assicurare: Gestione efficiente dei documenti elettronici Semplicità ed immediatezza d uso Creazione dei documenti e flussi documentali il più possibile automatizzati 2.6 Fattori di rischio Nelle scelte implementative occorre, parallelamente, mantenere un certo grado di prudenza in quanto tutte le innovazioni in termine di gestione documentale rispetto alle attuali modalità non sono esplicitamente previste all interno dei riferimenti normativi, per cui adottare soluzioni tali da proteggersi da eventuali rilievi da parte delle autorità vigilanti in materia, che potrebbero trasformarsi in sanzioni nei confronti degli utenti qualora la gestione dei documenti dovesse essere giudicata troppo difforme dalla lettera della legge. L auspicata stipula di uno specifico accordo di programma con il Ministero dell Ambiente dovrebbe contribuire a contenere questo fattore di rischio, in quanto potrebbe fornire una copertura preventiva circa le nuove modalità proposte. 9

12 3 SOLUZIONE PROGETTUALE Nei paragrafi a seguire viene riportata la descrizione delle caratteristiche dell applicazione nel rispetto delle condizioni iniziali e dei vincoli e requisiti imposti. 3.1 Schema esecutivo Interfacce con altri sistemi Per il sistema in questione non sono previste interfacce con altri sistemi Interfaccia utente L interfaccia utente verrà sviluppata attraverso un portale web attraverso il quale i vari attori che utilizzeranno l applicativo (cittadini, trasportatori, distributori, centri di raccolta/riutilizzo) potranno registrarsi e comunicare con gli altri utenti. Per ogni tipo di utente sarà presente: sezione riguardante i dati di profilo che l utente deve inserire al momento dell iscrizione per autoidentificarsi sezione specifica diversa a seconda del tipo di utenza o per il profilo di tipo distributore una sezione che consente la gestione delle unità di raccolta rifiuti da un punto di vista logico come la creazione dell unita stessa, l inserimento all interno del rifiuto, la stampa dei documenti di trasporto e la segnalazione al trasportatore della necessità di ritiro dell unità stessa o per il profilo di tipo trasportatore una sistema GIS che consenta la visualizzazione dei distributori convenzionati con l informazione se è necessario il ritiro delle unità di raccolta e la possibilità di creare un ipotesi di viaggio (gita) comprendente un numero prefissato di distributori (o anche tutti) che ne faranno parte o per il profilo di tipo centro di raccolta una sezione che consente la gestione delle unità di raccolta arrivate con la possibilità di segnalare l avvenuta presa in consegna e la registrazione del peso. 10 L accesso al portale web avverrà direttamente solo per l amministratore del sistema, mentre gli utenti potranno accedere solo attraverso una o più specifiche pagine dedicate nel sito istituzionale di AMIU Genova, in cui saranno presenti i link alle diverse funzionalità di interesse Sicurezza L accesso al portale avverrà per mezzo di una connessione protetta da certificato digitale rilasciato da autorità competente (Root Certification Authority).

13 La visualizzazione alla parte pubblica del portale (informazioni generali e cartografia GIS) è libera, mentre il rilascio agli utenti delle credenziali di accesso ai moduli per la gestione della raccolta dei RAEE avverrà a seguito della verifica, da parte dell amministratore, dell effettiva corrispondenza tra il soggetto che fa richiesta di iscrizione e il soggetto firmatario di un protocollo d intesa con il Comune di Genova, sulla base dei dati forniti all atto della sottoscrizione del protocollo stesso Le funzioni Il documento di Specifica Funzionale identifica di fatto i seguenti Use Case: Accesso (comune a Distributore, Trasportatore, Centro di Raccolta) Gestione profilo (comune a Distributore, Trasportatore, Centro di Raccolta) Visualizzazione unità di raccolta (Distributore) Creazione unità di raccolta (Distributore) Visualizzazione lista RAEE (Distributore) Creazione RAEE (Distributore) Documento RAEE (Distributore) Cancellazione RAEE (Distributore) Etichetta (Distributore) Documento di trasporto (Distributore) Segnala ritiro necessario (Distributore) Segnala consegna unità di raccolta (Distributore) Visualizzazione Distributori convenzionati (Trasportatore) Creazione Gita (Trasportatore) Visualizzazione Gita (Trasportatore) Inizio Gita (Trasportatore) Documento di trasporto (Trasportatore) Segnala ritiro unità di raccolta (Trasportatore) Visualizzazione unità di raccolta (Centro di Raccolta) Segnala ritiro unità di raccolta (Centro di Raccolta) Registra peso unità di raccolta (Centro di Raccolta) Documento di trasporto (Centro di Raccolta) Accesso (Amministratore) Visualizzazione lista utenti (Amministratore) Abilita/disabilita utente (Amministratore) Cancellazione utente (Amministratore) Gestione punti di raccolta RAEE 11 Per ciascuno di essi viene disegnato nel seguito il corrispondente sequence diagram descrittivo delle funzionalità da implementare. Le funzione vengono sviluppate secondo il paradigma MVC (Model View Controller). Il livello View (presentation layer) riceve le richieste da parte dell utente e le passa al Controller che interroga il livello Model (business layer) in base alle richieste ricevute e con i risultati aggiorna il View.

14 Accesso (comune a Distributore, Trasportatore, Centro di Raccolta) Utente View Controller Model richiesta pagina login pagina di login inserimento credenziali login() checkuser() pagina profilo dati profilo Gestione profilo (comune a Distributore, Trasportatore, Centro di Raccolta) Utente View Controller Model richiesta pagina profilo getuser() getuser() pagina profilo dati profilo inserimento/modifica dati profilo updateuser() pagina profilo updateuser() dati profilo Visualizzazione unità di raccolta (Distributore) Distributore View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta pagina unità di raccolta lista unità

15 Creazione unità di raccolta (Distributore) Distributore View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta pagina unità di raccolta lista unità richiesta creazione unità di raccolta gettipounita() gettipounita() pagina creazione dati tipo unità unità dateuser() selezione tipo unità createunita() createunita() pagina unità di raccolta lista unità Visualizzazione lista RAEE (Distributore) Distributore View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta pagina unità di raccolta lista unità 13 selezione unità di raccolta e richiesta lista RAEE getlistaraee() getlistaraee() pagina lista RAEE lista RAEE

16 Creazione RAEE (Distributore) Distributore View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta pagina unità di raccolta lista unità selezione unità di raccolta e richiesta creazione RAEE getdescrizioneraee() pagina creazione RAEE getdescrizioneraee() dati descrizione RAEE dateuser() Inserimento dati RAEE createraee() createraee() creazione e download documento RAEE dati RAEE Documento RAEE (Distributore) Distributore View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta 14 pagina unità di raccolta lista unità selezione unità di raccolta e richiesta lista RAEE getlistaraee() getlistaraee() pagina lista RAEE lista RAEE selezione RAEE e richiesta documento RAEE getdocumentoraee() getraee() creazione e download documento RAEE dati RAEE

17 Cancellazione RAEE (Distributore) Distributore View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta pagina unità di raccolta lista unità selezione unità di raccolta e richiesta lista RAEE getlistaraee() pagina lista RAEE getlistaraee() lista RAEE selezione RAEE e richiedi cancellazione deleteraee() deleteraee() Pagina lista RAEE lista RAEE Etichetta (Distributore) Distributore View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta 15 pagina unità di raccolta lista unità selezione unità di raccolta e richiesta documento etichetta getetichetta() creazione e download documento etichetta getdatiunita() dati unità

18 Documento di trasporto (Distributore) Distributore View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta pagina unità di raccolta lista unità selezione unità di raccolta e richiesta stampa documento getdocumentotrasporto() creazione e download documento di trasporto getdatiunita() dati unità Segnala ritiro necessario (Distributore) Distributore View Controller Model MailSender richiesta pagina unità di raccolta pagina unità di raccolta lista unità selezione unità di raccolta e segnala ritiro necessario segnalaritiro() segnalaritiro() inviomail() 16 pagina unità di raccolta lista unità Segnala consegna unità di raccolta (Distributore) Distributore View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta pagina unità di raccolta lista unità selezione unità di raccolta e segnala consegna segnalaconsegna() pagina lista unità segnalaconsegna() lista unità

19 Visualizzazione Distributori convenzionati (Trasportatore) Trasportatore View Controller Model richiesta pagina distributori getdistributori() getdistributori() pagina distributori (GIS) lista distributori (punti geolocalizzazione) Creazione Gita (Trasportatore) Trasportatore View Controller Model richiesta pagina distributori getdistributori() getdistributori() selezione distributori e richiesta creazione gita pagina distributori (GIS) creategita() lista distributori (punti geolocalizzazione) creategita() pagina gita (GIS) Visualizzazione Gita (Trasportatore) dati gita (punti geolocalizzazione) 17 Trasportatore View Controller Model richiesta pagina gita getgita() getgita() pagina gita (GIS) dati gita (punti geolocalizzazione) Inizio Gita (Trasportatore) Trasportatore View Controller Model MailSender richiesta pagina gita getgita() getgita() pagina gita (GIS) dati gita (punti geolocalizzazione) richiesta inizio gita startgita() startgita() inviomail() pagina gita (GIS) dati gita (punti geolocalizzazione)

20 Documento di trasporto (Trasportatore) Trasportatore View Controller Model richiesta pagina gita getgita() getgita() pagina gita (GIS) dati gita (punti geolocalizzazione) selezione distributore e richiesta documento di trasporto getdocumentotrasporto() creazione e download documento di trasporto getdatidistributore() dati distributore Segnala ritiro unità di raccolta (Trasportatore) Trasportatore View Controller Model richiesta pagina gita getgita() getgita() pagina gita (GIS) dati gita (punti geolocalizzazione) selezione distributore e segnala ritiro unità di raccolta segnalaritiro() segnalaritiro() 18 pagina gita (GIS) dati gita (punti geolocalizzazione) Visualizzazione unità di raccolta (Centro di Raccolta) Centro di Raccolta View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta pagina unità di raccolta lista unità

21 Segnala ritiro unità di raccolta (Centro di Raccolta) Centro di Raccolta View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta pagina unità di raccolta lista unità selezione unità di raccolta e segnala ritiro segnalaritiro() pagina lista unità segnalaritiro() lista unità Registra peso unità di raccolta (Centro di Raccolta) Centro di Raccolta View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta pagina unità di raccolta lista unità selezione unità di raccolta e richiesta registrazione peso getdatiunita() pagina registrazione peso getdatiunita() dati unità 19 immissione peso registrapeso() registrapeso() pagina unità di raccolta lista unità Documento di trasporto (Centro di Raccolta) Centro di Raccolta View Controller Model richiesta pagina unità di raccolta pagina unità di raccolta lista unità selezione unità di raccolta e richiesta stampa documento getdocumentotrasporto() creazione e download documento di trasporto getdatiunita() dati unità

22 Accesso (Amministratore) Amministratore View Controller Model richiesta pagina login pagina di login inserimento credenziali login() checkuser() pagina lista utenti lista utenti Visualizzazione lista utenti (Amministratore) Amministratore View Controller Model richiesta pagina lista utenti getutenti() getutenti() pagina lista utenti lista utenti Abilita/disabilita utente (Amministratore) Amministratore View Controller Model MailSender richiesta pagina lista utenti getutenti() getutenti() 20 pagina lista utenti lista utenti selezione utente e abilita/disabilita utente abilitadisabilita() abilitadisabilita() inviomail() pagina lista utenti lista unità

23 Cancellazione utente (Amministratore) Amministratore View Controller Model richiesta pagina lista utenti getutenti() getutenti() pagina lista utenti lista utenti selezione utente e richiesta cancellazione deleteutente() deleteutente() pagina lista utenti lista utenti Gestione punti di raccolta RAEE Amministratore View Controller Model richiesta pagina gestione punti pagina gestione punti upload file dati punti di raccolta loadfile() loadfile() 21 pagina gestione punti caricamento completato

24 3.1.5 Aspetti non funzionali globali del progetto Prestazioni richieste Il sistema deve essere dimensionato per un numero totale di utenti della piattaforma che potrà arrivare, a regime, a unità, ciascuno dei quali avrà la necessità di accedere ai dati del Data Base Comune, oltre a generare e conservare documenti in uno spazio virtuale dedicato. Il numero massimo di utenti concorrenti è stimato, a regime, in 200. Ciascun utente dovrà essere in grado di effettuare le operazioni necessarie (registrazione di ritiro di un RAEE, stampa di documenti, pianificazione di viaggi, ) senza tempi di attesa o interruzioni, per cui sarà necessario prevedere una adeguata banda di accesso, pari a 512 Kbps, con traffico mensile incluso senza limiti di banda fino a 332 GB Hardware A seguito dei requisiti prestazionali di cui sopra, per il portale è prevista la seguente infrastruttura hardware: Database server. Server virtuale con 2 processori, 4GB di ram, hard disk da 250 GB Web Server. Server virtuale con 2 processori, 4GB di ram, hard disk da 250 GB In allegato sono riportate le specifiche per il servizio di hosting dell applicazione, che include anche il dimensionamento dei sistemi Aderenza a standard La piattaforma dovrà essere conforme ai requisiti previsti nella Direttiva Europea 2007/2/EC del 14 marzo 2007, che istituisce un infrastruttura per l informazione territoriale nella Comunità europea (cd. INSPIRE), e al successivo Decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 32 di Attuazione della Direttiva INSPIRE in Italia.

25 3.2 Architettura della soluzione Disegno logico UTENTE SMART PHONE UTENTE PC INTERFACCIA APP INTERFACCIA INFORMATIVA WEB 23 SECURITY MODULO GESTIONE LOGISTICA MODULO CRM SISTEMA GIS BASE DATI

26 3.2.2 Disegno fisico Etichette Documenti Web Application per PC Desktop Web Application per Smartphone Stampante PC Desktop Smartphone 24 Web Server (JBoss) Basato su Linux (Cent OS) Database Server (MySQL) Basato su Linux (Cent OS)

27 4 DATI Di seguito è riportata la struttura dei dati necessari all applicazione 4.1 Schema fisico Modulo CRM 25

28 Modulo Portale App 26

29 Modulo GIS 27 Utente L entità Utente contiene i dati relativi alla registrazione degli utenti sul portale

30 Profilo L entità Profilo contiene per ogni utente (Distributore, Trasportatore, Centro di Raccolta) i dati comuni alle varie tipologie di utente. Relazione Utente Profilo (uno a uno) La relazione uno a uno Utente Profilo collega a ogni utente il suo profilo. Funzione L entità Funzione contiene per ogni utente i dati specifici relativi alla tipologia di utente Relazione Profilo Funzione (uno a molti) La relazione uno a molti Profilo Funzione collega a ogni profilo le funzioni di quell utente. Relazione Funzione Funzione (uno a molti) (Trasportatore) La relazione uno a molti Funzione Funzione collega a ogni Funzione di tipo Trasportatore i Distributori che utilizzano quel Trasportatore. Relazione Funzione Funzione (uno a molti) (Centro di Raccolta) La relazione uno a molti Funzione Funzione collega a ogni Funzione di tipo Centro di Raccolta i Distributori che utilizzano quel Centro di Raccolta. 28 Relazione Funzione Funzione (uno a molti) (Centro di Raccolta per il riutilizzo) La relazione uno a molti Funzione Funzione collega a ogni Funzione di tipo Centro di Raccolta che pratica il riutilizzo di RAEE i Distributori che praticano il riutilizzo di RAEE che utilizzano quel Centro di Raccolta. TipoRaee L entità TipoRaee contiene i dati per ogni tipo di Raee. Relazione Funzione TipoRaee (molti a molti) La relazione molti a molti Funzione TipoRaee collega a ogni Funzione di tipo Distributore i tipi di RAEE trattati. Attività L entità Attività contiene i dati per ogni tipo di attività di distribuzione.

31 Relazione Attività Funzione (uno a molti) La relazione uno a molti Attività Funzione collega a ogni Attività le funzioni di tipo Distributore che praticano quell attività. Contenitore L entità Contenitore contiene i dati specifici relativi a un unita di raccolta Relazione Funzione Contenitore (uno a molti) La relazione uno a molti Funzione Contenitore collega a ogni Funzione di tipo Distributore i contenitori di quel Distributore. Raee L entità Raee contiene i dati specifici relativi a un conferimento di un RAEE Relazione Contenitore Raee (uno a molti) La relazione uno a molti Contenitore Raee collega a ogni Contenitore i RAEE contenuti. TipoContenitore L entità TipoContenitore contiene i dati per ogni tipo di contenitore Relazione TipoRaee TipoContenitore (uno a molti) 29 La relazione uno a molti TipoRaee TipoContenitore collega a ogni TipoRaee i tipi di contenitore per quel tipo di RAEE. Relazione TipoContenitore Contenitore (uno a molti) La relazione uno a molti TipoContenitore Contenitore collega a ogni TipoContenitore i contenitori di quel tipo. DatoGeolocalizzazione L entità DatoGeolocalizzazione contiene per ogni utente i dati per la visualizzazione su GIS Relazione Profilo DatoGeolocalizzazione (uno a uno) La relazione uno a uno Profilo DatoGeolocalizzazione collega ogni profilo al dato per la visualizzazione su GIS per quel profilo. Gita L entità Gita contiene per ogni trasportatore i dati per la visualizzazione su GIS della gita che il trasportatore deve effettuare per il ritiro dei contenitori

32 Relazione DatoGeolocalizzazione Gita (uno a uno) La relazione uno a uno DatoGeolocalizzazione Gita collega il DatoGeolocalizzazione di ogni trasportatore al dato per la visualizzazione su GIS della Gita. Relazione Gita DatoGeolocalizzazione (uno a molti) (GitaDistributore) La relazione uno a molti Gita DatoGeolocalizzazione GitaDistributore collega a ogni Gita l elenco dei distributori che fanno parte della Gita. Relazione Gita DatoGeolocalizzazione (molti a molti) (Gita CentroDiRaccolta) La relazione molti a molti Gita CentroDiRaccolta collega a ogni Gita l elenco dei Centri di Raccolta che fanno parte della Gita. 4.2 Processo di alimentazione L applicazione per funzionare correttamente ha bisogno del caricamento dei seguenti dati: Inserimento del punto di geolocalizzazione sul quale centrare le mappe GIS utilizzate nella tabella DatoGeolocalizzazione. Inserimento degli utenti Amministratore nella tabella Utente. Inserimento dei tipi di attività di distribuzione (legate al tipo distributore (Piccolo o Grande) nella tabella Attivita. Inserimento dei tipi di RAEE gestiti dall applicazione (in questo momento R3, R4, R5) nella tabella TipoRaee. Inserimento delle descrizioni di RAEE specifiche (legate a ciascun tipo di RAEE) nella tabella DescrizioneRaee. Inserimento dei tipi unità di raccolta (legate a ciascun tipo di RAEE e tipo di raccolta (1 contro 1 oppure 1 contro 0) nella tabella TipoContenitore. 30

33 5 ALLEGATI Sono parte integrante del presente documento i seguenti allegati: A. Specifiche tecniche per il servizio di hosting degli applicativi WEEENMODELS B. Piano dei rilasci 31

34 Azione B.1 Implementation and management of Information Portal Specifiche tecniche per il servizio di hosting degli applicativi WEEENMODELS REDAZIONE APPROVAZIONE DATA Osti Marco Valcalda Bartolomeo 24/03/2015

35 INDICE DEL DOCUMENTO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 3 2 REQUISITI TECNICI OVERVIEW ARCHITETTURA TECNICA COMPONENTI/SERVIZI ASSURANCE 5 2

36 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Il servizio richiesto consiste nella fornitura di un servizio di Hosting e dei servizi di assistenza correlati, per il portale che si prevede di sviluppare nell ambito del progetto Weeenmodels. Lo scopo del portale è quello di fornire un'interfaccia dinamica per gestire, organizzare e monitorare in tempo reale il ciclo di gestione dei RAEE (Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) e di correlare, attraverso un'unica piattaforma, tutte le entità coinvolte. (privato cittadino, distributore, trasportatore, centro di raccolta). Il numero totale di utenti della piattaforma potrà partire da 150 nei primi sei mesi di attività, fino ad arrivare, a regime, a (anno 2016), ma deve essere possibile incrementare tale numero in caso di necessità. Il numero massimo di utenti concorrenti è stimato, a regime, in 200 (20 nella fase di avviamento). Oltre all hosting degli applicativi, dovrà essere assicurato all utente un servizio di help desk per la soluzione di eventuali problematiche tecniche. Il servizio di hosting dovrà essere avviato a partire da maggio 2015, fino alla fine del progetto Weenmodels (31 dicembre 2016), salvo eventuali estensioni. I servizi di assurance come nel seguito descritti dovranno essere attivati a partire dal 1 settembre 2016, e dovranno essere mantenuti fino alla conclusione del progetto Weenmodels. 3

37 2 REQUISITI TECNICI La piattaforma di erogazione del servizio dovrà avere le seguenti caratteristiche principali : soluzione di Private Cloud Virtuale su infrastruttura fisica shared architettura completamente ridondata, sia in termini di infrastruttura fisica che di rete, oltre che basata su un hypervisor con servizi di alta affidabilità (HA) e dynamic load balancing (DRS); dovrà essere garantita la piena compatibilità delle applicazioni sia windows che linux evitando di dover apportare modifiche al software; 2.1 Overview architettura tecnica Il servizio dovrà essere fornito da un Data Center ubicato sul territorio italiano,in grado di offrire i più alti livelli di sicurezza fisica, sorveglianza presente 24 ore su 24, protezione perimetrale, locali e sale sistemi con alimentazione ridondata. L applicazione è da considerarsi mission critical per l utilizzatore finale, per cui deve essere garantita la completa ridondanza fisica e possibilità di failover, eliminando di fatto la possibilità di downtime per fault hardware. 4 Il bilanciamento automatico dei carichi di lavoro (indicativamente attraverso VMware DRS) garantisce le performance necessarie anche durante i picchi di utilizzo delle applicazioni del Cliente. I server utilizzati dovranno essere di classe enterprise e completamente ridondati abilitando così caratteristiche di prestazioni e affidabilità anche per le applicazioni più critiche. La connettività dall esterno avverrà attraverso accessi internet e MPLS. 2.2 Componenti/servizi L infrastruttura richiesta sarà composta da due Server virtuali (Web server + Database server). Web Server + Database server: 2 server virtuale con 2 processori, 4 GB di ram, HD da 250 GB, S.O. Linux based operating system, 1 indirizzo IP pubblico su VLAN dedicata al cliente, posto in NAT

38 (Network Address Translation) con il corrispondente IP di rete pubblica. Accesso VPN Ipsec, per visibilità secondo server che verrà attestato sulla medesima Virtual Lan. Banda Accesso supplementare [512 Kbps] x WEB: traffico mensile incluso senza limiti di banda fino a 332 GB e taglio banda in caso di superamento a 1024 Kbps. Assistenza sistemistica h 24 X 365 Backup del server virtuale Web Server + Database server 2.3 Assurance L intera infrastruttura dovrà essere gestita, monitorata e manutenuta in tutte le sue componenti da una Control Room, la quale fornirà un servizio di Customer Service. Il Cliente interfacciando un unico numero verde e/o sistema di Web Ticketing, potrà richiedere assistenza in merito all accesso ed agli eventuali malfunzionamenti della piattaforma. Pertanto la Control Room: riceve, qualifica e valida le richieste pervenute e, nel caso delle chiamate, apre il relativo ticket; effettua una prima analisi della richiesta sulla base delle indicazioni del Cliente attiva le opportune strutture di supporto tecnico per gestire la richiesta controlla lo stato di avanzamento dei ticket immessi fornisce al Cliente aggiornamenti periodici sulle richieste in corso informa il Cliente del completamento della richiesta, provvedendo alla chiusura del ticket e restando successivamente in attesa della conferma del Cliente stesso. Le fasce orarie del servizio di assurance sono 5 1) LUN-VEN SAB 8-14

39 Azione B.1 Implementation and management of Information Portal PIANO DEI RILASCI GENOVA, 20 APRILE 2015

40 A seguito della rimodulazione delle tempistiche della sperimentazione pilota, le funzionalità della piattaforma informativa potranno essere rilasciate in tempi successivi, in funzione delle necessità di supporto del pilota. Pertanto si prevede: 1) Il rilascio dell interfaccia informativa web e del modulo GIS, entro il 31/05/2015 (nella figura gli elementi logici da attivare) UTENTE SMART PHONE UTENTE PC INTERFACCIA APP INTERFACCIA INFORMATIVA WEB SECURITY 2 MODULO GESTIONE LOGISTICA MODULO CRM SISTEMA GIS BASE DATI 2) Il rilascio dell applicazione completa di tutte le sue funzionalità (quindi incluso il modulo CRM, il modulo di gestione logistica e la app) entro il 30 giugno Per tale data dovranno quindi essere completati positivamente i test di funzionamento del sistema.

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Informazioni sul documento Redatto da Ruben Pandolfi Responsabile del Manuale Operativo Approvato da Claudio Corbetta Amministratore Delegato

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus Lista di controllo per la migrazione del dominio a /IP-Plus Iter: : ufficio cantonale di coordinamento per Per la scuola: (nome, indirizzo e località) Migrazione di record DNS esistenti a IP-Plus nonché

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com Redatto da Product Manager info@e4company.com Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com 2 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 SOLUTION OVERVIEW... 5 3 SOLUTION ARCHITECTURE... 6 MICRO25... 6 MICRO50...

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Web Conferencing and Collaboration tool

Web Conferencing and Collaboration tool Web Conferencing and Collaboration tool La piattaforma Meetecho Piattaforma di Web Conferencing e Collaborazione on line in tempo reale Caratteristiche generali Soluzione client-server progettata per essere

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

[HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00

[HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00 [HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00 [CF] Domain & Space - Dominio di 2 Liv. (.IT,.COM) 1 1 1 - Dominio di 3 Liv. (mapping IIS/Apache) 1 10 100 - Disk

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Rev 1.0 Indice: 1. Il progetto Eduroam 2. Parametri Generali 3. Protocolli supportati

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali Payment Card Industry Data Security Standard STANDARD DI SICUREZZA SUI DATI PREVISTI DAI CIRCUITI INTERNAZIONALI (Payment Card Industry

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE INTRODUZIONE BENVENUTO Benvenuto in SPARK XL l applicazione TC WORKS dedicata al processamento, all editing e alla masterizzazione di segnali audio digitali. Il design di nuova

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli