REGOLAMENTI FIDAL MARCHE Attività Invernale 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTI FIDAL MARCHE Attività Invernale 2015"

Transcript

1 REGOLAMENTI FIDAL MARCHE Attività Invernale

2 SOMMARIO Pag. 3 4 Affiliazione Tesseramento pag. 5 7 Norme per organizzazione manifestazioni pag. 8 Regolamenti Attività invernale settore assoluto pag. 9 Campionati Regionali individuali di corsa campestre pag. 10 Campionati Regionali di corsa campestre a staffette pag. 11 Campionato Regionale individuale e di società di corsa campestre master pag. 12 Campionati Regionali Assoluti invernali di lanci pag. 13 Campionati Regionali Promesse invernali di lanci pag. 14 Campionati Regionali Giovanili invernali di lanci pag. 15 Regolamento attività invernale settore promozionale Indoor pag. 16 Regolamento Corsa campestre Cadetti Ragazzi M/F pag. 17 Campionati Regionale individuale Cadetti M/F invernale di lanci pag. 18 Modulistica 2

3 AFFILIAZIONE TESSERAMENTO Quote Associative, Diritti di Segreteria e Tasse Federali QUOTE ASSOCIATIVE: a) AFFILIAZIONI E RIAFFILIAZIONI: Eso-rag-cad-all-pro-sen-ama 350,00 Eso-rag-cad 250,00 La quota comprende sia il settore maschile che quello femminile b) TESSERAMENTO ATLETI: Categorie Quota Quota FIDAL Quota CC.RR Naz. Esordienti m/f.3,00.1,00.2,00 Ragazzi m/f.10,00.5,00.5,00 Cadetti m/f.10,00.5,00.5,00 Allievi e Juniores m/f.10,00.5,00.5,00 Pro/Sen (23-34) m/f.20,00.14,00.6,00 Sen (35 e oltre( Ama m/f.20,00.11,00.9,00 c) TESSERAMENTO ALTRE FIGURE FEDERALI: Quota Quota FIDAL Quota CC.RR Naz. Dirigenti.20,00.8,00.12,00 Giudici.0,00.0,00.0,00 Tecnici.50,00.21,00.29,00 Tecnici senza Società.350,00.50,00.300,00 Medici.50,00.18,00.32,00 Parasanitario.50,00.21,00.29,00 Assistenti Atleti.500,00.500,00 2. DIRITTI DI SEGRETERIA: a) QUOTA FISSA PER TRASFERIMENTI E PRESTITI ATLETI DI COMPETENZA FIDAL NAZIONALE Cat.Cad/All/Jun/Pro/Sen/Senior 35 e oltre 50,00 b) QUOTA FISSA PER TRASFERIMENTI E PRESTITI ATLETI DI COMPETENZA FIDAL REGIONALE Cat.Cad/All/Jun/Pro/Sen/Senior 35 e oltre 35,00 Se due Società della stessa provincia sono collegate (con esplicita dichiarazione nella domanda di affiliazione) la quota fissa per il trasferimento dalla categoria Cadetti a quella Allievi non è dovuta. Il passaggio tra la categoria Ragazzi e la categoria Cadetti avviene senza domanda di trasferimento, per cui non è dovuta la quota fissa. La medesima procedura si applica nel passaggio tra gli Esordienti e i Ragazzi o nell'ambito di queste due categorie. c) AMMENDE Per mancanza della maglia sociale di un atleta delle categorie 3

4 All/Jun/Pro/Sen/Mas in ogni fase di tutte le manifestazioni (applicabili alla società per ogni atleta) 100,00. d) RECLAMI IN SECONDA ISTANZA Per gare Nazionali ed Internazionali 100,00 Per gare Regionali, Provinciali e Locali 50,00 e) RICORSI Per mancata affiliazione della Società 100,00 Per mancata concessione del trasferimento 100,00 Per qualsiasi tipo di ricorso agli organi di giustizia e agli organi federali 250,00 Per arbitrato 3000,00 Tutti i ricorsi presentati, se non accompagnati dalla corrispondente tassa federale, sono irricevibili. f) SANZIONI (applicabili in capo alle società organizzatrici) Partecipazione alle gare di atleti privi di permesso di soggiorno o non autorizzati: 1.000,00. Partecipazione alle gare di atleti non in regola con il Tesseramento: 500,00. Alle Società Organizzatrici di manifestazioni nazionali ed internazionali che facciano richiesta di modifica della data di svolgimento, successivamente a quella già approvata dal Consiglio Federale, fatti salvi i casi di ordine pubblico e di decisione Federale, verrà comminata una sanzione. L importo della sanzione è pari alla tassa di approvazione gara prevista. In caso di annullamento, senza giustificato motivo, di manifestazioni già inserite nel calendario nazionale, la tassa gara dovrà essere comunque pagata. In caso di erogazione di premi non consentiti dalle norme in vigore, agli organizzatori verrà comminata una sanzione che va da un minimo di ad un importo massimo pari al premio erogato. g) DUPLICATI TESSERE Categorie Totale Esordienti e Ragazzi M/F.5,00 Cadetti M/F.5,00 Allievi e Juniores M/F.5,00 Promesse e Seniores M/F.5,00 Masters e Amatori M/F.5,00 Altri.5,00 h) MOROSITÀ I tecnici morosi, per essere riammessi nei ruoli o negli elenchi, sono tenuti al pagamento fino ad un massimo di quattro annualità precedenti. Per ogni annualità viene calcolato il 50% dell importo dovuto per il periodo di che trattasi. i) ISTANZE PER UTILIZZO ASSISTENTI ATLETI Le istanze degli atleti che intendano avvalersi della collaborazione di un Assistente, regolarmente tesserato ed autorizzato, dovranno essere presentate, secondo la normativa in vigore, alla Segreteria Federale, unitamente al versamento della somma di 30,00 quale diritto di segreteria. 4

5 NORME PER L ORGANIZZAZIONE MANIFESTAZIONI Il Comitato Regionale Marche allo scopo di facilitare la corretta programmazione dell attività di Atleti, Dirigenti, e Giudici Gara precisa quando segue: 1. Le società, per le manifestazioni inserite in calendario, debbono inviare lo specifico regolamento completo del programma orario almeno 30 giorni prima della data prevista per lo svolgimento. 2. Per le manifestazioni non inserite in calendario, le società organizzatrici debbono farne richiesta obbligatoriamente, almeno 60 giorni prima, inviando al C.R Marche l apposito modello unitamente al regolamento e programma orario della manifestazione. 3. La manifestazione di cui i punti 1 2 si potrà svolgere solo dopo l approvazione del regolamento stesso da parte del Comitato Regionale. 4. Tutte le manifestazioni saranno considerate di carattere Regionale 5. Non saranno autorizzate variazioni al programma pubblicato se non pervenute prima del 15^ giorno antecedente alla manifestazione. Eventuali eccezioni verranno prese in considerazione su motivata richiesta del Settore Tecnico Regionale. 6. Nelle manifestazioni valide come Campionati Regionali non sarà consentito l inserimento di gare non previste dal programma tecnico, almeno che non siano richieste dal Settore Tecnico Regionale a seguito di motivate esigenze di carattere tecnico. Inoltre alle società organizzatrici che faranno richiesta per l organizzazione dei campionati sia regionale individuali che di società sia su pista che su strada dovranno richiedere obbligatoriamente la segreteria sigma 1) ORGANIZZAZIONE Le società organizzatrici dovranno garantire : 1.1 Servizio medico per tutta la durata della manifestazione. 1.2 Idonei spogliatogli per gli atleti 1.3 Adeguati locali per la segreteria 1.4 Attrezzi regolamentari per tutte le gare 1.5 Personale disponibile ai giudici gara e alla segreteria. 1.6 Per una migliore organizzazione la società organizzatrice dovranno compilare e spedire il modulo organizzazione gare al Comitato Regionale una settimana prima della gara. 5

6 2) TASSE APPROVAZIONE GARE Tutte le Società organizzatrici di manifestazioni, di qualsiasi livello, per poterne ottenere l approvazione e l omologazione sono tenute a versare la relativa tassa approvazione gare. Per le manifestazioni diverse dai campionati federali inserite nel calendario federale, la tassa approvazione gare è così definita: Gare Internazionale * Nazionale Regionale Per le Categorie Cadetti /Ragazzi/Esordienti Gratuita Pista 800,00 300,00 50,00 Maratone 3000, ,00 - ½ Maratone 2000, , Strada (altre distanze) 1500, ,00.150,00 Marcia 250,00 210,00 - Cross 550,00 210,00.50,00 Corsa in Montagna 240,00 210,00.150,00 Ultramaratone 350,00 250,00.150,00 3. TASSA DI PARTECIPAZIONE ALLE GARE DI CORSA SU STRADA Per tutte le gare di corsa su strada nazionale ed internazionale dovrà essere versata al Comitato regionale che alla volta girerà alla FIDAL una quota aggiuntiva rispetto alla prevista tassa di approvazione gara, pari ad.1,00 per ogni atleta iscritto (tesserati FIDAL o tesserato per un'altra federazione straniera di atletica leggera affiliata alla IAAF o ente promozionale) 4. ORGANIZZAZIONE CAMPIONATI REGIONALI 4.1 Il C.R. Marche per l organizzazione di manifestazioni valide come Campionati Regionali si assume l onere delle spese per le seguenti manifestazioni. Pista Giudici Cronometristi Segreteria- Contributo Manifestazione Campestre Giudici Cronometristi - Segreteria Corsa su Strada Giudici Marcia Giudici Corsa in Montagna Giudici 4.2 Per i Campionati Regionali su pista, si riconosce un contributo forfetario giornaliero per le spese medico/sanitario come di seguito riportato:.100,00 Nel caso che i campionati Regionali siano abbinati ai Meeting e corse su strada tutti i costi sono a carico degli organizzatori. 5. TASSE ISCRIZIONI GARE AI CAMPIONATI FEDERALI Categoria Indoor * Indoor Staff.P.M. Pista Cross Montagna Staffette Prove Multiple Esordienti Ragazzi Cadetti

7 All/Jun/Pro/Sen * Per le manifestazione ove sono previste le pre iscrizioni le tasse gara effettuate sul posto subiranno un aumento del 50%. 6. SERVIZIO DI SEGRETERIA SIGMA DEL COMITATO REGIONALE MARCHE 6.1 La differita Post-Event è obbligatorio per l inserimento nel Grand Prix Strada Marche 6.2 Per eventuali richieste di segreteria Sigma compilare gli apposito l allegati ed inviarli via fax o alla Fidal Marche 7. TASSA OMOLOGAZIONE PERCORSI GARE DI CORSA E MARCIA SU STRADA Gli organizzatori di gare di corsa e marcia su strada, in ottemperanza a quanto previsto dalle Norme per l Organizzazione delle Manifestazioni, devono richiedere alla FIDAL Nazionale l omologazione del percorso gara e versare, al momento della richiesta stessa, la relativa tassa federale di: 200,00 GARA DI CORSA IN MONTAGNA Le società organizzatrici di gare di corsa in montagna, in ottemperanza a quanto previsto dalle Norme per l Organizzazione delle Manifestazioni, devono richiedere alla FIDAL Nazionale l omologazione del percorso gara e versare, al momento della richiesta stessa, la relativa tassa federale di 300,00 GARA DI CORSA SU STRADA Gli organizzatori di gare di corsa su strada, in ottemperanza a quanto previsto dalle Norme per l Organizzazione delle Manifestazioni, devono richiedere alla FIDAL Nazionale l omologazione del percorso gara e versare, al momento della richiesta stessa, la relativa tassa federale di: 1. Gare a circuito (sviluppo lunghezza inferiore od uguale a Km 5) 200,00 2. Gare di lunghezza inferiore o uguale a Km ,00 3. Gare di lunghezza superiore a Km 20 ed inferiore o uguale a Km ,00 4. Gare di lunghezza superiore a Km ,00 L elenco delle gare di corsa su strada, di marcia su strada e di corsa in montagna che devono essere omologate è reperibile nelle Norme per l Organizzazione delle Manifestazioni 7

8 REGOLAMENTI ATTIVITA INVERNALE 2015 SETTORE ASSOLUTO Norma generale Alle gare possono partecipare tutti gli atleti italiani appartenenti alle categorie seniores-promessejuniores-allievi e gli atleti stranieri che si trovano nelle condizioni di cui al punto 3 e 4 delle disposizioni Generale dei Regolamenti FIDAL Gli atleti stranieri che si trovano nelle condizioni di cui al punto 4 delle Norme Attività denominati italiani Equiparati possono partecipare a tutti i campionati regionali come italiani e vincere i titoli regionali. ATTENZIONE REGOLAMENTI INVERNALI STRALCIO DEL REGOLAMENTO EMANATO DALLA FIDAL NAZIONALE PUBBLICATO DOPO L APPROVAZIONE DEI REGOLAMENTI REGIONALI CAMPIONATI REGIONALI DI SOCIETA DI CORSA CAMPESTRE NORME DI PARTECIPAZIONE E DI CLASSIFICA 3.1 Ogni Comitato Regionale provvede a stilare un Regolamento che tenga conto delle seguenti indicazioni: 3.1.1Ciascuna Società può partecipare con un numero illimitato di atleti italiani e stranieri Gli atleti stranieri (comunitari ed extracomunitari) che si trovano nelle condizioni di cui ai punti e delle Disposizioni Generali gareggiano in quota italiani e possono concorrere alla formazione delle classifiche di Società Gli atleti in quota stranieri (extracomunitari che non rientrano nei parametri dei punti e delle Disposizioni Generali) possono concorrere alla formazione delle classifiche di Società per un massimo di un punteggio Almeno 1/3 dei punteggi utili ai fini delle classifiche di società Sen/Pro e Jun deve essere ottenuto da atleti formati localmente (vedi punto 3.5 delle Disposizioni Generali) Per ogni gara del programma tecnico verrà stilata una classifica di Società dove saranno inserite solo le Società che nel complesso delle due prove hanno classificato un minimo di tre atleti Qualora un Comitato Regionale organizzi una sola prova del C.d.S Regionale, sarà valida, ai fini dell ammissione alla Finale Nazionale, la classifica di società della prova stessa, elaborata secondo quanto previsto al precedente p In caso di parità di punteggio si tiene conto del miglior piazzamento individuale 8

9 CAMPIONATI REGIONALI DI SOCIETA DI CORSA CAMPESTRE 1. Il Comitato Regionale Marche indice ed organizza, con la collaborazione delle Società Marchigiane, il Campionato Regionale di Società di Corsa Campestre. 2. FASI DI SVOLGIMENTO 1 PROVA :18/01/ PROVA : 22/02/2015 (Valevole come Campionato Regionale) 3. PROGRAMMA TECNICO 3.1 Gare Uomini SENIORES/PROMESSE: km JUNIORES: km ALLIEVI: km Gare Donne SENIORES/PROMESSE: km JUNIORES: km ALLIEVE: km.4 4 NORME DI PARTECIPAZIONE E DI CLASSIFICA 4.1 Ogni Società potrà iscrivere un numero illimitato di Atleti italiani e stranieri. 4.2 In ogni gara del programma tecnico e in ciascuna delle due prove, vengono attribuiti punteggi ai primi 5 atleti classificati di ogni società, di cui massimo 1 atleta straniero, attribuendo punti al primo classificato, 2 99 punti al secondo, 3 98 punti al terzo e cosi via aumentando diminuendo di un punto fino all ultimo dei 5 atleti classificati dell ultima società arrivata classificata; agli atleti arrivati oltre il centesimo posto verrà assegnato un punto, agli atleti ritirati non verrà assegnato alcun punto. 4.3 Per ciascuna prova e per ogni gara del programma tecnico vengono compilate classifiche, attribuendo punti solo alle società che nel complesso delle due prove avranno classificato almeno tre atleti separate sulla base dei migliori tre punteggi conseguiti da ciascuna Società. Le società che conseguono meno di tre punteggi non verranno classificate. 4.4 Per ogni gara del programma tecnico vengono compilate classifiche sommando i migliori tre punteggi,conseguiti tra la prima e la seconda prova della prima e della seconda prova. La società che consegue il minor maggiore punteggio è proclamata Campione Regionale di categoria, seguiranno le società con una prova. 4.5 Al fine del titolo di Società Campione Regionale 2015 di Corsa Campestre verranno sommati i punteggi ottenuti da ciascuna società per ognuna delle 3 nelle classifiche di categoria (allievijuniores- promesse/seniores, sia per il maschile che per il femminile) verranno assegnati 15 punti alla 1 società di categoria, 14 alla seconda, 13 alla terza e così via. La società maschile e la società femminile che otterrà il maggior punteggio sommando da un minimo di due punteggi in due diverse categorie sino ad un massimo di tre punteggi in almeno tre diverse categorie sarà proclamata Campione Regionale di Società di Corsa Campestre

10 CAMPIONATI REGIONALI INDIVIDUALI DI CORSA CAMPESTRE 1 Il Comitato Regionale indice ed organizza, con la collaborazione delle Società Marchigiane, Campionato Regionale Individuale di Corsa Campestre. 2 FASE DI SVOLGIMENTO - 22/02/ PROGRAMMA TECNICO 3.1 Gare Uomini SENIORES/PROMESSE: km JUNIORES: km ALLIEVI: km Gare Donne SENIORES/PROMESSE: km JUNIORES: km ALLIEVE Km.4 4 NORME DI PARTECIPAZIONE Alla gara Seniores/Promesse possono partecipare gli atleti italiani e Stranieri Equiparati delle categorie Allievi,Juniores,Promesse e Senior. Per la prova Senior/Promesse saranno stilate due classifiche distinte: una complessiva per l'aggiudicazione del titolo di Campione Regionale Assoluto, una per l'assegnazione del titolo di Campione Regionale Promesse. Gli atleti/e stranieri possono partecipare ai Campionati ma non concorrono al titolo individuale. 5. PREMI In ciascuna gara del programma tecnico sono premiati con medaglia i primi 3 classificati. Per l assegnazione del titolo di Campione Regionale vengono stilate quattro classifiche sia maschili che femminili: una complessiva Seniores/Promesse per il titolo assoluto, una Promesse, una Juniores ed una Allievi. All atleta primo classificato in ciascuna delle suddette classifiche viene assegnato lo scudetto di Campione Regionale CAMPIONATI REGIONALI DI CORSA CAMPESTRE A STAFFETTA 1. Il Comitato Regionale indice ed organizza, con la collaborazione delle Società Marchigiane, i Campionati Regionali Individuali di Corsa Campestre a Staffetta FASE DI SVOLGIMENTO 25/01/

11 3. PROGAMMA TECNICO 3.1 Gara Uomini 1 Frazione atleta della Categoria ALLIEVI: 1xKm.2 2 Frazione atleta della Categoria ALLIEVI JUNIORES: 1xKm.2 3 Frazione atleta della Categoria JUNIORES PROMESSE: 1XKm.3 4 Frazione atleta della Categoria JUNIORES PROMESSA SENIORES: 1XKm Gara Donne 1 Frazione atleta della Categoria ALLIEVI: 1xKm.2 2 Frazione atleta della Categoria ALLIEVI JUNIORES: 1xKm.2 3 Frazione atleta della Categoria JUNIORES PROMESSE: 1XKm.3 4 Frazione atleta della Categoria JUNIORES PROMESSA SENIORES: 1XKm.3 4. NORME DI PARTECIPAZONE 4.1 Possono partecipare atleti/e italiani/e e Stranieri Equiparati appartenenti alla categoria Allievi,Juniores,Promesse,Seniores maschile e femminile 4.2 Gli atleti di ciascuna squadra devono essere tesserati con la stessa società 4.3 Ciascuna società può partecipare con un numero illimitato di staffette. Nessun atleta può schierarsi in più di una staffetta. 4.4 Ogni società dovrà confermare entro l ora prevista le iscrizioni con relativo ordine di partenza dei propri frazionisti. 4.5 La squadra prima classificata sia maschile che femminile sarà proclamata Campione Regionale 2015 CAMPIONATI REGIONALI INDIVIDUALI E DI SOCIETA DI CORSA CAMPESTRE MASTER 1 Il Comitato Regionale Marche indice ed organizza, con la collaborazione delle Società Marchigiane, i Campionati Regionali di Corsa Campestre, Individuali e di Società, riservati alle categorie SM35 e SF 35 e oltre 2. FASI DI SVOLGIMENTO 11

12 11/01/ /02/2015 (Valevole come Campionato Regionale Individuale) 22/03/ PROGRAMMA TECNICO 3.1 Gare Uomini: - Suddivisi in base alle fasce di età nelle seguenti prove: M35 M55 Km M60 ed oltre Km Gare Donne: Km 3 - Prova unica per tutte le fasce di età: (35 e oltre). 4. NORME DI PARTECIPAZIONE E CLASSIFICA 4.1 Possono partecipare ai Campionati gli atleti/e tesserati nelle categorie SM e SF 35 e oltre 4.2 Gli atleti/e stranieri possono partecipare ai Campionati ma non concorrono al titolo individuale. 4.3 Ogni Società può iscrivere un numero illimitato di atleti/e. 4.4 Per tutte le prove e le categorie, maschili e femminili,saranno dati tanti punti quanti sono i classificati e poi scalando sempre di un punto fino all ultimo che otterrà un punto. 4.5 Alla fine delle 3 prove, verranno sommando i punteggi conseguiti da ciascuna Società nelle singole prove, verrà stilata la classifica definitiva e la Società con il maggior punteggio sarà proclamata vincitrice del Campionato di Società di Campestre, Maschile e Femminile. 5. PREMI NEL CAMPIONATO REGIONALE 5.1 Sono premiati con medaglia i primi tre atleti/e classificati di ciascuna fascia d'età. 5.2 Agli atleti/e primi classificati di ogni fascia d età è assegnato lo scudetto di Campione Regionale Alla fine dell anno agonistico, il C.R. premierà la Società, Maschile e Femminile, vincitrice del Campionato Regionale di Società Master di Campestre. CAMPIONATI REGIONALI ASSOLUTI INVERNALI DI LANCI 1. La FIDAL Marche con la collaborazione delle società marchigiane indice i Campionati Regionali Assoluti invernali di lanci 2. FASI DI SVOLGIMENTO I Campionati si articolano in due prove: 1^ Prova 25/01/2015 2^ Prova 08/02/

13 3. PROGRAMMA TECNICO 3.1 Gare Uomini DISCO (kg.2) MARTELLO (kg. 7,260) GIAVELLOTTO (kg. 0,800) 3.2 Gare Donne DISCO (kg. 1) MARTELLO (kg. 4) GIAVELLOTTO (kg. 0,600) 4. NORME DI PARTECIPAZIONE 4.1 PROVE REGIONALI Possono partecipare gli atleti/e italiani/e e Stranieri Equiparati delle categorie Seniores, Promesse Gli atleti possono gareggiare in ciascuna delle Prove Regionali anche in regioni diverse dalla propria Ogni atleta può prendere parte a due gare Ai tre lanci di finale sono ammessi 8 atleti della regione più eventuali altri atleti provenienti da fuori regione che rientrino nelle prestazioni dei primi 8 della regione di appartenenza PREMI: I primi 3 atleti/e di ognuna delle categorie Seniores e Promesse, al termine della seconda prova valida per il titolo regionale, verranno premiati con medaglia in base alla migliore prestazione ottenuta considerando le due prove regionali. Al primo/a classificato/a andrà lo scudetto di Campione Regionale CAMPIONATI REGIONALI PROMESSE INVERNALI DI LANCI 1. La FIDAL Marche con la collaborazione delle società marchigiane indice i Campionati Regionali Promesse invernali di lanci. 2. FASI DI SVOLGIMENTO I Campionati si articolano in tre prove: 13

14 1^ Prova Regionale 25/01/2015 2^ Prova Regionale 08/02/2015 Finale Nazionale Lucca 21-22/ PROGRAMMA TECNICO 3.1 Gare Uomini DISCO (kg.2) MARTELLO (kg. 7,260) GIAVELLOTTO (kg. 0,800) 3.2 Gare Donne DISCO (kg. 1) MARTELLO (kg. 4) GIAVELLOTTO (kg. 0,600) 4. NORME DI PARTECIPAZIONE 4.1 PROVE REGIONALI Possono partecipare gli atleti/e italiani/e e italiani Equiparati della categoria Promesse Gli atleti possono gareggiare in ciascuna delle Prove Regionali anche in regioni diverse dalla propria Ogni atleta può prendere parte a due gare. CAMPIONATI REGIONALE GIOVANILI INVERNALI DI LANCI 1. La FIDAL Marche con la collaborazione delle società marchigiane indice i Campionati Regionali Giovanile invernali di lanci. 2. FASI DI SVOLGIMENTO 14

15 I Campionati si articolano in due prove: 1^ Prova Regionale 25/01/2015 2^ Prova Regionale 08/02/ PROGRAMMA TECNICO 3.1 Gare Uomini DISCO (kg. 1,750) MARTELLO (kg. 6) GIAVELLOTTO (kg. 0,800) 3.2 Gare Donne DISCO (kg. 1) MARTELLO (kg. 4) GIAVELLOTTO (kg. 0,600) 4. NORME DI PARTECIPAZIONE 4.1 PROVE REGIONALI Possono partecipare gli atleti/e italiani/e E Italiani Equiparati delle categorie Juniores e Allievi/ e Gli atleti possono gareggiare in ciascuna delle Prove Regionali anche in regioni diverse dalla propria Gli atleti/e della categoria Allievi devono utilizzare gli stessi attrezzi della categoria Juniores. Su richiesta del settore tecnico regionale per i soli atleti tesserati con Società Marchigiane della categoria Allievi è ammessa partecipazione alla gara con attrezzi della propria categoria. I risultati conseguiti non saranno validi per il Campionato Giovanile Ogni atleta può prendere parte a due gare Ai tre lanci di finale sono ammessi 8 atleti della regione più eventuali altri atleti provenienti da fuori regione che rientrino nelle prestazioni dei primi 8 della regione PREMI: I primi 3 atleti/e, al termine della seconda prova valida per il titolo regionale, verranno premiati con medaglia, in base alla migliore prestazione ottenuta considerando le due prove regionali. Al primo/a classificato/a andrà lo scudetto di Campione Regionale

16 REGOLAMENTI ATTIVITA INVERNALE SETTORE PROMOZIONALE La Fidal Marche indice e organizza, con la collaborazione delle Società Marchigiane, la seguente attività Regionale: ESORDIENTI CATEGORIA A Prove di corsa campestre regionale (da Km.0,500 a Km.0,800). CADETTI/E-RAGAZZI/E Manifestazioni indoor; C.d.S. regionali di corsa campestre; Campionato regionale individuale di corsa campestre; Campionato regionale individuale di staffette di cross (3x1000); Campionato regionale individuale cadetti/e invernale di lanci. ATTIVITA INDOOR RAGAZZI/E (12-13 anni) NORME GENERALI PROGRAMMA GARE RAGAZZI Corse: m h - 4x200 Salti: alto - lungo Lanci: peso Kg. 2 Marcia: pista Km. 2 PROGRAMMA GARE RAGAZZE Corse: m hs - 4 x 200 Salti: alto - lungo Lanci: peso Kg. 2 Marcia: pista Km. 2 Nel lungo e nel peso le prove a disposizione per ogni atleta sono tre. E consentito solamente l uso di scarpe con suola di gomma. ATTIVITA INDOOR CADETTI/E (14-15 anni) NORME GENERALI PROGRAMMA GARE CADETTI Corse: m hs - 4x200 Salti: alto - asta - lungo - triplo ( battuta m.7 a m.11) Lanci: peso Kg. 4 Marcia: pista Km. 3 Prove Multiple: Tetrathlon (60hs - alto - lungo 1000) m. 60hs: 5 ostacoli, h.0,84, distanze m.13-4 x m.8,50 - m.13 PROGRAMMA GARE CADETTE Corse: m hs - 4 x 200 Salti: alto - asta- lungo - triplo (battuta da m.7 a m.11) Lanci: peso Kg. 3 Marcia: pista Km. 3 Prove Multiple: Tetrathlon (60hs - lungo - alto - 400) m. 60hs: 5 ostacoli, h. 0,76, distanze m.13,00-4 x m.8 - m.15,00 Nei concorsi le prove a disposizione per ogni atleta sono quattro, esclusi il salto in alto e con l asta. Nel salto triplo la battuta potrà essere posta a e 7 metri, da stabilirsi prima dell inizio della gara, in accordo con il Delegato Tecnico sulla base delle prestazioni dei partecipanti. E consentito l uso delle scarpe specialistiche chiodate, oltre a quelle con suola di gomma. 16

17 CORSA CAMPESTRE CADETTI/E RAGAZZI/E 1. La Fidal Marche indice ed organizza in collaborazione con le Società della Regione il Campionato Regionale di Società di Corsa Campestre, articolato in quattro prove e riservato alle categorie Cadetti e Ragazzi maschile e femminile. 2. PROGRAMMA TECNICO 2.1 C.d.S. e Individuale Cadetti Km. 2,5 2.2 C.d.S. e Individuale Cadette Km C.d.S. e Individuale Ragazzi/e Km. 1,5 2.4 C.d.S. e Individuale di Cross staffette Cad/Rag. (3X1000) 3. NORME DI PARTECIPAZIONE 3.1 Ai campionati individuali saranno ammessi a gareggiare tutti gli atleti tesserati per il 2015, senza limitazione di numero. 3.2 Al campionato di Società Cadetti/e Ragazzi/e saranno ammesse tutte le Società affiliate per il 2015, con un numero illimitato di atleti e di staffette, 4. NORME DI CLASSIFICA PER L ASSEGNAZIONE DEL TITOLO REGIONALE DI SOCIETA DI CORSA CAMPESTRE Ai fini della classifica del C.d.S., in ogni prova del programma tecnico vengono attribuiti 1 punto al primo atleta/staffetta, 2 punti al secondo, 3 punti al terzo, 4 punti al quarto e così via scalando di un punto 4.2 Per ogni gara del programma tecnico, vengono compilate classifiche di società sulla base della somma dei tre miglior punteggi conseguiti dagli atleti di ciascuna società ( a seguire 2 atleti ed 1 atleta); alla prima società classificata viene attribuito punto 1, 2 alla seconda, 3 alla terza e cosi via. 4.3 La somma dei punteggi di classifica conseguiti in tre prove compresa la staffetta (obbligatoria) di ogni categoria Maschile e Femminile determina la classifica finale dei C.d.S. La società classificata con il minor punteggio verrà proclamata Campione Regionale di Cross 2015, seguiranno le società con due prove compresa staffetta. 4.4 La staffetta 3X1000 sarà valevole sia come assegnazione del titolo individuale sia come prova del campionato di società. Ogni società potrà iscrivere un numero illimitato di staffette per ciascuna categoria e prenderanno punteggio solamente le prime classificate per società. 4.5 In caso di parità si terrà conto del miglior punteggio conseguito nelle diverse prove previste. 5. PREMI INDIVIDUALI Prove valide per il Campionato di Società Medaglie ai primi 6 Atleti di ogni categoria. Campionato di Società Coppa alla società vincitrice per ogni categoria maschile e femminile. Trofeo alla Società vincitrice della classifica complessiva sommando i punteggi di ogni categoria. Campionati Regionali Individuali Scudetto di Campione Regionale 2015 al primo classificato di ogni categoria. Medaglie ai primi 6 Atleti di ogni categoria. Campionati Regionali di Staffette di Cross Medaglie alle prime 3 staffette di ogni categoria. Scudetto di Campione Regionale 2015 alla staffetta prima classificata di ogni categoria. 5.1 PREMI DI SOCIETA I Premi verranno assegnati nell annuale FESTA dell ATLETICA Marchigiana 17

18 CAMPESTRE ESORDIENTI Eventuali prove potranno essere organizzate su richiesta al Comitato Regionale Marche. CAMPIONATI REGIONALI INDIVIDUALI CADETTI/E INVERNALI DI LANCI 1. La FIDALMARCHE indice i Campionati Regionali Individuali Cadetti/e Invernali di Lanci, insieme ai Campionati Invernali di Lanci Assoluti. 2. FASI DI SVOLGIMENTO I Campionati si articolano in una prova: s.d.d. 3. PROGRAMMA TECNICO 3.1 Gare Uomini DISCO (kg. 1,500) MARTELLO (kg. 4) GIAVELLOTTO (kg. 0,600) 3.2 Gare Donne DISCO (kg. 1) MARTELLO (kg. 3) GIAVELLOTTO (kg. 0,400) 4. NORME DI PARTECIPAZIONE 4.1 Possono partecipare gli atleti/e della categoria cadetti/e tesserati presso le società marchigiane. 4.2 Ogni atleta può prendere parte a due gare. 4.3 Ai tre lanci di finale sono ammessi i migliori 6 atleti. 5. PREMI: I primi 3 atleti/e al termine della seconda prova valida per il titolo regionale, verranno premiati con medaglia, in base alla migliore prestazione ottenuta considerando le due prove regionali. Al primo/a classificato/a andrà lo scudetto di Campione Regionale

19 MODULO UNICO PER L INSERIMENTO DI MANIFESTAZIONI O CAMPIONATI NEL CALENDARIO REGIONALE 2015 DI CORSA SU STRADA-CROSS-PISTA La Società Codice Denominazione Indirizzo. via/piazza n.civico c.a.p. comune prov. Tel. Fax Sito internet RICHIEDE di INSERIRE la/il seguente manifestazione/campionato nel Calendario Attività Regionale 2015: ATTENZIONE:un modulo per ogni manifestazione DE di Denominazione manifestazione edizione Denominazione campionato Località di svolgimento giorno della settimana data CAMPIONATI REGIONALI INDIVIDUALI CAMPIONATI DI SOCIETA Tipologia Partecipazione atleti Categorie Campionati regionali UOMINI MASTERS Meeting su Pista DONNE SENIORES Campestre (*) PROMESSE Corsa su Strada (*) JUNIORES Gran Prix Corsa su Strada ALLIEVI Corsa in Montagna (*) CADETTI Marcia su Strada (*) RAGAZZI Ultramaratona(*) *Gara Uomini: lunghezza percorso Km X nr. giri totale Km *Gara Donne: lunghezza percorso Km X nr. giri totale Km RICHIESTA SERVIZIO SIGMA ( Le gare valide per i Campionati Regionali e Gran Prix su Strada hanno l obbligo di richiedere il SIGMA) CORSA SU STRADA, CORSA IN MONTAGNA, CROSS, GESTIONE CON CHIP FIDAL CORSA SU STRADA, CORSA IN MONTAGNA, CROSS, SENZA GESTIONE CON CHIP FIDAL DIFFERITA POST-EVENTO MEETING SU PISTA Responsabile organizzativo: Sig. tel. cell. Si dichiara che la Società è regolarmente affiliata alla Fidal con almeno 15 atleti tesserati in attività (art.3 comma 1 lettera c, delle Norme per l Organizzazione delle Manifestazioni ). Inoltre la FIDAL si riserva di modificare la classificazione richiesta. Si autorizza il trattamento dei dati contenuti nel presente modulo per finalità inerenti l attività federale. Data Firma Presidente Società Sezione riservata al Comitato Regionale FIDAL Parere favorevole.. Parere sfavorevole (per parere sfavorevole specificare motivazione) Data Firma Presidente C.R. La Società compilato il presente modulo lo trasmetterà, entro il 31 dicembre 2014 al C.R. Marche ( oppure fax ) 19

ATTIVITA MASTERS 2013 (35 anni e oltre)

ATTIVITA MASTERS 2013 (35 anni e oltre) ATTIVITA MASTERS 2013 (35 anni e oltre) DISPOSIZIONI GENERALI 1. PARTECIPAZIONE ALLE GARE 1.1 Gli atleti sia italiani che stranieri per partecipare alle gare devono essere in regola con il tesseramento

Dettagli

QUOTE ASSOCIATIVE, DIRITTI DI SEGRETERIA E TASSE FEDERALI 2015

QUOTE ASSOCIATIVE, DIRITTI DI SEGRETERIA E TASSE FEDERALI 2015 QUOTE ASSOCIATIVE, DIRITTI DI SEGRETERIA E TASSE FEDERALI 2015 1. QUOTE ASSOCIATIVE: 1.1 AFFILIAZIONE E RINNOVO DELL AFFILIAZIONE: Categorie Affiliazione FIDAL Nazionale ESO, RAG, CAD, ALL, JUN, PRO, SEN,

Dettagli

Quote Associative, Diritti di Segreteria e Tasse Federali 2013

Quote Associative, Diritti di Segreteria e Tasse Federali 2013 Quote Associative, Diritti di Segreteria e Tasse Federali 2013 1. QUOTE ASSOCIATIVE: a) AFFILIAZIONE E RIAFFILIAZIONE: 1ª Affiliazione della società 150,00 ( 53,00 alla FIDAL e 97,00 al C.R.) Riaffiliazione

Dettagli

Federazione Italiana di Atletica Leggera Comitato Regionale Emilia-Romagna REGOLAMENTO INVERNALE 2015

Federazione Italiana di Atletica Leggera Comitato Regionale Emilia-Romagna REGOLAMENTO INVERNALE 2015 Federazione Italiana di Atletica Leggera Comitato Regionale Emilia-Romagna REGOLAMENTO INVERNALE 2015 1 CAMPIONATI INDIVIDUALI DI CORSA CAMPESTRE - ANNO 2015 1. Il Comitato Regionale FIDAL Emilia Romagna

Dettagli

ATTIVITA INVERNALE 2010

ATTIVITA INVERNALE 2010 ATTIVITA INVERNALE 2010 CORSA CAMPESTRE CAMPIONATI FEDERALI REGIONALI C.d.S Assoluti : 7 febbraio Cameri (NO) C.d.S. Giovani: 24 gennaio - Gaglianico (BI) C.I. Cadetti- Ragazzi : 21 febbraio - Volpiano

Dettagli

ATTIVITA' REGIONALE DI CORSA IN MONTAGNA 2011

ATTIVITA' REGIONALE DI CORSA IN MONTAGNA 2011 FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA COMITATO REGIONALE FRIULI - VENEZIA GIULIA ATTIVITA' REGIONALE DI CORSA IN MONTAGNA 2011 Norme generali di svolgimento delle manifestazioni di Campionato Regionale

Dettagli

REGOLAMENTI ATTIVITA INVERNALE 2012

REGOLAMENTI ATTIVITA INVERNALE 2012 REGOLAMENTI ATTIVITA INVERNALE 2012 CAMPIONATO REGIONALE INDIVIDUALE DI CROSS ALL/JUN/SEN-PRO Pizzo (VV), 22 Gennaio 2012 1.La Fidal indice e l Atletica Conoscere Jonadi organizza i Campionati Regionali

Dettagli

NORME ATTIVITA' PROMOZIONALE 2013

NORME ATTIVITA' PROMOZIONALE 2013 NORME ATTIVITA' PROMOZIONALE 2013 ESORDIENTI M/F (6-11 anni) NORME GENERALI Gli Esordienti sono suddivisi in tre fasce d età secondo il seguente schema: Esordienti C 6-7 anni (nati negli anni 2007-2006)

Dettagli

REGOLAMENTI CORSA CAMPESTRE FIDAL PIEMONTE 2012

REGOLAMENTI CORSA CAMPESTRE FIDAL PIEMONTE 2012 REGOLAMENTI CORSA CAMPESTRE FIDAL PIEMONTE 2012 1) CORSA CAMPESTRE CAMPIONATI FEDERALI REGIONALI Campionati piemontesi individuali Assoluti: 15/1/2012 Novara (NO) CDS Giovanile: 5/2/2012 - Verbania (VB)

Dettagli

ATTIVITA INVERNALE 2016 CORSA CAMPESTRE

ATTIVITA INVERNALE 2016 CORSA CAMPESTRE ATTIVITA INVERNALE 2016 CORSA CAMPESTRE CAMPIONATI FEDERALI REGIONALI 1ª prova CdS Assoluti : 17 gennaio San Biagio (CN) 2ª prova CdS Assoluti e C. Ind. Assoluto : 7 febbraio Pinerolo (TO) Trofeo promozionale

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETÀ SU PISTA ALLIEVE / I 1^ PROVA REGIONALE

CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETÀ SU PISTA ALLIEVE / I 1^ PROVA REGIONALE FEDERA Z I O N E I T A L I A N A D I A T L E T I C A L E G G E R A Comitato Regionale LOMBARDIA CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETÀ SU PISTA ALLIEVE / I 1^ PROVA REGIONALE MARIANO COMENSE(CO) - Campo Comunale

Dettagli

Meeting Nazionale Indoor Palaindoor di Ancona Sabato 08 Gennaio 2011

Meeting Nazionale Indoor Palaindoor di Ancona Sabato 08 Gennaio 2011 Sabato 08 Gennaio 2011 Ritrovo ore 15.00 inizio gare ore 16.00 Categorie U 60 400 1500 Asta Triplo Categorie D 60 400 1500 Alto Lungo Seniores O X X X X X Seniores O X X X X X Promesse M X X X X X Promesse

Dettagli

FIDAL TOSCANA REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI REGIONALI E PROVINCIALI DI CORSE SU STRADA 2008

FIDAL TOSCANA REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI REGIONALI E PROVINCIALI DI CORSE SU STRADA 2008 FIDAL TOSCANA REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI REGIONALI E PROVINCIALI DI CORSE SU STRADA 2008 Art.1 DEFINIZIONI 1. Le manifestazioni di atletica leggera sono costituite

Dettagli

REGOLAMENTI CORSA IN MONTAGNA 2015

REGOLAMENTI CORSA IN MONTAGNA 2015 REGOLAMENTI CORSA IN MONTAGNA 2015 1. NORME GENERALI 1.1 La corsa in montagna è una specialità dell'atletica leggera. 1.2 La gara di corsa in montagna si svolge all'aperto, su un percorso naturale, in

Dettagli

Oggetto: termini e modalità per: Affiliazione società, Tesseramento, Trasferimento/Prestito atleti 2016.

Oggetto: termini e modalità per: Affiliazione società, Tesseramento, Trasferimento/Prestito atleti 2016. AREA ORGANIZZAZIONE SPORTIVA UFFICIO GESTIONE ASSOCIATI Roma, 29 ottobre 2015 Prot. n. 11227 Ai Sigg. Presidenti dei Comitati Regionali FIDAL A tutte le Società ed Associazioni sportive affiliate Oggetto:

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE MONTAGNA 2015

REGOLAMENTO PROVINCIALE MONTAGNA 2015 REGOLAMENTO PROVINCIALE MONTAGNA 2015 1 NORME GENERALI 1.1 La corsa in montagna è una specialità dell'atletica leggera. La gara di corsa in montagna si svolge all'aperto, su un percorso naturale, in prevalenza

Dettagli

Campionati Di Società Regionali Master 2014 TRENTO 19-20 giugno 2014 -- Campo COVI/POSTAL

Campionati Di Società Regionali Master 2014 TRENTO 19-20 giugno 2014 -- Campo COVI/POSTAL TRENTO 19-20 giugno 2014 -- Campo COVI/POSTAL CAMPIONATO REGIONALE DI SOCIETÀ OVER35 Il Comitato FIDAL Trentino indice e la Società LAGARINA CRUS TEAM organizza il CDS Over35 2014 valido quale ammissione

Dettagli

COMUNICATO n. 31/2015

COMUNICATO n. 31/2015 COMUNICATO n. 31/2015 QUOTE ASSOCIATIVE DIRITTI DI SEGRETERIA - ANNO AGONISTICO 2016 TESSERAMENTO 2016 L attività relativa a rinnovo dell affiliazione e tesseramento viene effettuata online. La prima affiliazione,

Dettagli

GRAND PRIX GIOVANILE RAGAZZI SU PISTA 2014

GRAND PRIX GIOVANILE RAGAZZI SU PISTA 2014 GRAND PRIX GIOVANILE RAGAZZI SU PISTA 2014 Il Comitato Fidal Trentino propone per la stagione 2014 una nuova versione del Grand Prix Giovanile su Pista. Per la categoria Ragazzi/e valgono tutte le gare

Dettagli

ATLETICA LEGGERA PROGRAMMI REGOLAMENTI 2014-2015. CATEGORIE E DISTANZE: campestre, strada e montagna. Categorie anni gare individuali staffette

ATLETICA LEGGERA PROGRAMMI REGOLAMENTI 2014-2015. CATEGORIE E DISTANZE: campestre, strada e montagna. Categorie anni gare individuali staffette ATLETICA LEGGERA PROGRAMMI REGOLAMENTI 2014-2015 1. Campionato provinciale di atletica leggera: saranno 10 le gare valide per il campionato Provinciale di atletica leggera e precisamente 2 di corsa campestre,

Dettagli

Regolamento Trofeo Regionale Corsa su Strada REGIONALE LOMBARDO REGOLAMENTO

Regolamento Trofeo Regionale Corsa su Strada REGIONALE LOMBARDO REGOLAMENTO CONSIGLIO REGIONALE LOMBARDO REGOLAMENTO Campestre_Regolamento Pag. 1 / 1 CONSIGLIO REGIONALE LOMBARDO 17 Trofeo Regionale Corsa Campestre Regolamento La manifestazione è aperta a tutte le categorie, maschili

Dettagli

AtleticaCampania. Il Calendario Invernale Regionale 2015 Programmi e Regolamenti Tasse e diritti Federali

AtleticaCampania. Il Calendario Invernale Regionale 2015 Programmi e Regolamenti Tasse e diritti Federali AtleticaCampania n. 33 dicembre 2014 Notiziario periodico del Comitato Regionale Campano della FIDAL anno 5 Il Calendario Invernale Regionale 2015 Programmi e Regolamenti Tasse e diritti Federali 1 FIDAL

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA COMITATO REGIONALE FRIULI - VENEZIA GIULIA

FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA COMITATO REGIONALE FRIULI - VENEZIA GIULIA FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA COMITATO REGIONALE FRIULI - VENEZIA GIULIA DIRITTI AMMINISTRATIVI E TASSE 2013 (documento approvato dal Consiglio Regionale con delibera dd. 6.11.2012) Diritti

Dettagli

Regolamenti 2014 (approvato dal Consiglio Regionale del 25 marzo 2014) revisionato il 26 marzo 2014 Gare Regionali estive

Regolamenti 2014 (approvato dal Consiglio Regionale del 25 marzo 2014) revisionato il 26 marzo 2014 Gare Regionali estive F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A D I A T L E T I C A L E G G E R A Comitato Regionale LOMBARDIA Regolamenti 2014 (approvato dal Consiglio Regionale del 25 marzo 2014) revisionato il 26 marzo 2014

Dettagli

COMUNICATO n. 45/2013

COMUNICATO n. 45/2013 COMUNICATO n. 45/2013 QUOTE ASSOCIATIVE DIRITTI DI SEGRETERIA - ANNO AGONISTICO 2014 PREMESSA Di seguito, ed in allegato, le norme e le relative quote che regolano per il 2014 il sistema di affiliazione

Dettagli

VERSIONE DEL 09 GENNAIO 2009

VERSIONE DEL 09 GENNAIO 2009 FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA Comitato Regione Lombardia Calendario Regionale Invernale LANCI 2009 VERSIONE DEL 09 GENNAIO 2009 Via G.B. Piranesi, 12 20137 Milano Tel. 02/744786 733579 - Fax

Dettagli

11 GRAN PREMIO REGIONALE DI CORSA CAMPESTE C.U. N. 1

11 GRAN PREMIO REGIONALE DI CORSA CAMPESTE C.U. N. 1 11 GRAN PREMIO REGIONALE DI CORSA CAMPESTE CIRCUITO REGIONALE C.U. N. 1 1 TAPPA 9 GENNAIO 2011 S. Ippolito di Galciana Prato 2 TAPPA 16 GENNAIO 2011 Lago del Santonuovo Pistoia 3 TAPPA 30 GENNAIO 2011

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE DI CORSA CAMPESTE CIRCUITO REGIONALE C.U. N. 1

CAMPIONATO REGIONALE DI CORSA CAMPESTE CIRCUITO REGIONALE C.U. N. 1 CAMPIONATO REGIONALE DI CORSA CAMPESTE CIRCUITO REGIONALE C.U. N. 1 1 TAPPA 13 DICEMBRE 2014 Pontedera - Pisa 2 TAPPA 18 GENNAIO 2015 Santonuovo Pistoia 3 TAPPA 25 GENNAIO 2015 Galceti Prato 4 TAPPA 8

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI 1. PARTECIPAZIONE ALLE GARE

DISPOSIZIONI GENERALI 1. PARTECIPAZIONE ALLE GARE Norme Attività 2015 DISPOSIZIONI GENERALI 1. PARTECIPAZIONE ALLE GARE 1.1 Gli atleti e le atlete sia italiani che stranieri per partecipare alle gare devono essere in regola con il tesseramento per l'anno

Dettagli

Regolamenti 2013 (approvato dal Consiglio Regionale del 26 marzo 2013- ultimo aggiornamento 24 settembre 2013) Gare Regionali estive

Regolamenti 2013 (approvato dal Consiglio Regionale del 26 marzo 2013- ultimo aggiornamento 24 settembre 2013) Gare Regionali estive F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A D I A T L E T I C A L E G G E R A Comitato Regionale LOMBARDIA Regolamenti 2013 (approvato dal Consiglio Regionale del 26 marzo 2013- ultimo aggiornamento 24 settembre

Dettagli

Regolamento Campionato Regionale di Cross 2016 e Festival del Cross.

Regolamento Campionato Regionale di Cross 2016 e Festival del Cross. Regolamento Campionato Regionale di Cross 2016 e Festival del Cross. Si comunica il regolamento per l assegnazione del titolo Regionale di Società e individuale di corsa Campestre per l anno 2016. I titoli

Dettagli

Note Esplicative Convenzione FIDAL EPS

Note Esplicative Convenzione FIDAL EPS Note Esplicative Convenzione FIDAL EPS Sommario: 1. Chi può partecipare? a. Gli atleti élite FIDAL? b. Iscrizioni alle gare 2. Copertura Assicurativa 3. Quali certificazioni sanitarie? 4. Quali tipologie

Dettagli

Diritti di segreteria. Tasse per trasferimenti in regione. Quote tesseramento atleti. Tasse approvazione gare

Diritti di segreteria. Tasse per trasferimenti in regione. Quote tesseramento atleti. Tasse approvazione gare FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA COMITATO REGIONALE FRIULI - VENEZIA GIULIA DIRITTI AMMINISTRATIVI E TASSE 2011 Diritti di segreteria Per ogni società affiliata o riaffiliata: Per duplicato tessere:

Dettagli

REGOLAMENTO UISP 2015

REGOLAMENTO UISP 2015 REGOLAMENTO UISP 2015 11 CIRCUITO PODISTICO CANAVESANO UISP DI CORSA CAMPESTRE SU STRADA E IN MONTAGNA. Il Comitato organizzatore del 11 Circuito Podistico Canavesano UISP organizza ed assegna i seguenti

Dettagli

DISPOSITIVO TECNICO. Fiuggi, 14-15 marzo 2015

DISPOSITIVO TECNICO. Fiuggi, 14-15 marzo 2015 DISPOSITIVO TECNICO CAMPIONATI ITALIANI di STAFFETTE di CORSA CAMPESTRE CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e di SOCIETA di CORSA CAMPESTRE CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e per REGIONI di CORSA CAMPESTRE

Dettagli

* Alle Società che nel 2015 tessereranno atleti/e della categoria Esordienti e Ragazzi verrà rimborsata la quota di 1,00 ad atleta.

* Alle Società che nel 2015 tessereranno atleti/e della categoria Esordienti e Ragazzi verrà rimborsata la quota di 1,00 ad atleta. FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA COMITATO REGIONALE FRIULI - VENEZIA GIULIA DIRITTI AMMINISTRATIVI E TASSE 2015 (documento approvato dal Consiglio Regionale con delibera n. 21/R dd. 29.10.2014)

Dettagli

OGGETTO: Regolamento Campionato Provinciale di corsa campestre 2013.

OGGETTO: Regolamento Campionato Provinciale di corsa campestre 2013. A tutte le società sportive della provincia di Sondrio Al Gruppo Giudici di Gara di Sondrio e p.c. Al Comitato Regionale Lombardo FIDAL OGGETTO: Regolamento Campionato Provinciale di corsa campestre 2013.

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI REGOLAMENTO DEI GIOCATORI Approvato dal Consiglio Federale il 3 luglio 2010 L attività dei giocatori è disciplinata dal Regolamento dei Giocatori, dal Regolamento delle Competizioni e da altre specifiche

Dettagli

FIDAL Comitato Regionale Toscano. indoor

FIDAL Comitato Regionale Toscano. indoor FIDAL Comitato Regionale Toscano indoor 2013 CALENDARIO 2013 ATTIVITA AGONISTICA Allievi/e - Juniores m/f - Promesse m/f - Seniores m/f Master m/f Amatori m/f ATTIVITA PROMOZIONALE Ragazzi/e - Cadetti/e

Dettagli

Comitato Regionale Toscano

Comitato Regionale Toscano Comitato Regionale Toscano Calendario e Regolamento stagione invernale 2015/2016 CATEGORIA CAMPIONATI ASSOLUTI REGIONALI INVERNALI 5/6 Dicembre 2015 Livorno (piscina La Bastia) Sabato 5/12 pomeriggio 200SL

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI REGOLAMENTO DEI GIOCATORI Approvato dal Consiglio Federale il 3 settembre 2013 L attività dei giocatori è disciplinata dal Regolamento dei Giocatori, dal Regolamento delle Competizioni e da altre specifiche

Dettagli

DISPOSITIVO TECNICO FINALE NAZIONALE CAMPIONATI STUDENTESCHI ISTITUTI DI 1 e 2 GRADO

DISPOSITIVO TECNICO FINALE NAZIONALE CAMPIONATI STUDENTESCHI ISTITUTI DI 1 e 2 GRADO DISPOSITIVO TECNICO FINALE NAZIONALE CAMPIONATI STUDENTESCHI ISTITUTI DI 1 e 2 GRADO DISPOSIZIONI TECNICHE In ciascuna gara individuale del programma tecnico il numero massimo dei concorrenti è 40, dei

Dettagli

X. Campionato Nazionale Assoluto Roma, 1-2 Agosto 2014, Stadio del Nuoto, 50m

X. Campionato Nazionale Assoluto Roma, 1-2 Agosto 2014, Stadio del Nuoto, 50m X. Campionato Nazionale Assoluto Roma, 1-2 Agosto 2014, Stadio del Nuoto, 50m Gare in programma e svolgimento Il programma dei Campionati avrà svolgimento a serie, in due giornate e quattro turni di gara

Dettagli

27 MEETING ARCOBALENO ATLETICAEUROPA Boissano - Mercoledì 1 Luglio 2015

27 MEETING ARCOBALENO ATLETICAEUROPA Boissano - Mercoledì 1 Luglio 2015 27 MEETING ARCOBALENO ATLETICAEUROPA Boissano - Mercoledì 1 Luglio 2015 Programma gare (aggiornato al 20/05/2015): AJPS F 200-400-400 HS-800-Marcia 1 miglio-alto-lungo-martello AJPS M 200-400-400 HS-800-5000-Alto-Martello

Dettagli

DISPOSITIVO TECNICO FINALE NAZIONALE ISTITUTI DI 1 GRADO

DISPOSITIVO TECNICO FINALE NAZIONALE ISTITUTI DI 1 GRADO DISPOSITIVO TECNICO FINALE NAZIONALE ISTITUTI DI 1 GRADO PROGRAMMA ORARIO MERCOLEDI' 5 GIUGNO (Mattina) ORA CADETTI CADETTE 8.45 Ritrovo Giurie e Concorrenti 9.30 LUNGO - qualificazioni gruppo A 9.30 VORTEX

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE CAMPIONATI INDIVIDUALI

REGOLAMENTO REGIONALE CAMPIONATI INDIVIDUALI F.I.Te.T. - Comitato Regionale Lazio REGOLAMENTO REGIONALE CAMPIONATI INDIVIDUALI 2013-2014 Sommario PREMESSA...3 Art. 1 QUAL. REGIONALE CAMP. ITALIANI GIOVANILI, 2^ e 3^CAT...3 Art. 2 TORNEI REGIONALI...4

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA CAMPIONATI ITALIANI DI GRAN FONDO MEETING NAZIONALE DI FONDO ALLIEVI E CADETTI REGATA NAZIONALE DI GRAN FONDO MASTER Pisa, Canale dei Navicelli, Domenica

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI UDINE

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI UDINE CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI UDINE CAMPIONATO PROVINCIALE E REGIONALE CORSA IN MONTAGNA CSI CON L ASSEGNAZIONE DEI TROFEI : 35 Tr. Gianni Mirai 1 class. cat. maschili giovanili (E-R-C-A)

Dettagli

Bozza Superpremio 2012 - Ichnusa.eu

Bozza Superpremio 2012 - Ichnusa.eu Bozza Superpremio 2012 Con questa bozza esponiamo le nostre idee di miglioramento dell attuale Regolamento Superpremio, cercando di porre in luce i problemi evidenziati in passato in modo che non abbiano

Dettagli

XI MEETING ROMANA CALLIGARIS 2015 XI MEMORIAL ROMANA CALLIGARIS 2015 IV MEMORIAL BIANCA LOKAR 2015

XI MEETING ROMANA CALLIGARIS 2015 XI MEMORIAL ROMANA CALLIGARIS 2015 IV MEMORIAL BIANCA LOKAR 2015 XI MEETING ROMANA CALLIGARIS 2015 XI MEMORIAL ROMANA CALLIGARIS 2015 IV MEMORIAL BIANCA LOKAR 2015 Trieste, 9-10 maggio 2015 Regolamento L A. S. D. Unione Sportiva Triestina Nuoto in collaborazione con

Dettagli

Il cronometraggio sarà sia di tipo automatico con piastre e manuale.

Il cronometraggio sarà sia di tipo automatico con piastre e manuale. 19 TROFEO CITTA DI CREMA 20-21 - 22 Giugno 2014 VASCA RISCALDATA DA 50m A 8 CORSIE SCOPERTA INIZIO MANIFESTAZIONE VENERDÌ ORE 18.45 C/O CENTRO NATATORIO COMUNALE VIA INDIPENDENZA 97/A 26013 CREMA (CR)

Dettagli

REGOLAMENTO GARA 9 TROFEO B.FIT DI DISTENSIONE SU PANCA

REGOLAMENTO GARA 9 TROFEO B.FIT DI DISTENSIONE SU PANCA REGOLAMENTO GARA 9 TROFEO B.FIT DI DISTENSIONE SU PANCA QUALIFICHE CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI COPPA ITALIA CLASSIFICA D UFFICIO CAMPIONATI ITALIANI MASTER CLASSIFICA D UFFICIO ORGANIZZATO DALLA GE.SPO.LE.

Dettagli

ATLETICA LEGGERA. Pista

ATLETICA LEGGERA. Pista ATLETICA LEGGERA Pista CATEGORIA ANNI DI NASCITA Ragazzi/e 2004-2005 Cadetti/e 2002-2003 Programma Categoria Gruppi Gare Ragazzi/e Corse 60-600 - 4x100 (cambio libero) Salti Alto - Lungo Lanci Peso gomma

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 Allegato n. 2 Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 A ) TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda

Dettagli

REGOLAMENTI SETTORE CORSA IN MONTAGNA 2015 FIDAL FRIULI VENEZIA GIULIA

REGOLAMENTI SETTORE CORSA IN MONTAGNA 2015 FIDAL FRIULI VENEZIA GIULIA REGOLAMENTI 2015 FIDAL FRIULI VENEZIA GIULIA INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO: NORME PER L ORGANIZZAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI ART. 26 Il presente regolamento è integrativo rispetto al regolamento FIDAL 2015

Dettagli

* Alle Società che nel 2015 tessereranno atleti/e della categoria Esordienti e Ragazzi verrà rimborsata la quota di 1,00 ad atleta.

* Alle Società che nel 2015 tessereranno atleti/e della categoria Esordienti e Ragazzi verrà rimborsata la quota di 1,00 ad atleta. FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA COMITATO REGIONALE FRIULI - VENEZIA GIULIA DIRITTI AMMINISTRATIVI E TASSE 2015 (documento approvato dal Consiglio Regionale con delibera n. 21/R dd. 29.10.2014)

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA

FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA Comitato Provinciale di Cremona Calendario Gare di Cremona Invernale 2016 EDIZIONE DEL 9.12.2015 1 ISCRIZIONI ALLE GARE Tutti i risultati ottenuti nelle varie Manifestazioni

Dettagli

Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 16 luglio 2014. Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale

Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 16 luglio 2014. Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 16 luglio 2014 CIRCOLARE 61/2014 Società affiliate Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Oggetto: Normativa per la compilazione

Dettagli

NORME PER L ORGANIZZAZIONE DELLA CORSA IN MONTAGNA. Norme generali

NORME PER L ORGANIZZAZIONE DELLA CORSA IN MONTAGNA. Norme generali NORME PER L ORGANIZZAZIONE DELLA CORSA IN MONTAGNA (Edizione 2013 Versione approvata dal Consiglio Federale del 28/10/2012) Norme generali Art. 1 - La corsa in montagna: definizione. La corsa in montagna

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 A ) Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda presentata

Dettagli

Campionato Italiano FIDAL 2013 di 50 chilometri di corsa su strada, assoluto e di tutte le categorie

Campionato Italiano FIDAL 2013 di 50 chilometri di corsa su strada, assoluto e di tutte le categorie Campionato Italiano FIDAL 2013 di 50 chilometri di corsa su strada, assoluto e di tutte le categorie L associazione dilettantesca Avis Castelbolognese organizza a Castelbolognese RA la 32 edizione della

Dettagli

Nuoto programmazione 2014/2015 Estiva

Nuoto programmazione 2014/2015 Estiva FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO Comitato Regionale Lombardo Milano, 12 febbraio 2015 Ns. rif. 15-170 Alle Ai Al Ai Alle Al Al Alla Alla Società affiliate Delegati Provinciali GUG Fiduciari Provinciali GUG Sezioni

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA REGATA INTERNAZIONALE DI GRAN FONDO D INVERNO SUL PO Torino, Domenica 15 Febbraio 2015 34015 Mu 1. Comitato organizzatore locale (COL): Società Canottieri

Dettagli

Amatori (1978-1989) Master MM35 (1973/77) Master MF35 (1973/77) Master MM40 (1968/72) Master MF40 (1968/72) Master MM45 (1963/67)

Amatori (1978-1989) Master MM35 (1973/77) Master MF35 (1973/77) Master MM40 (1968/72) Master MF40 (1968/72) Master MM45 (1963/67) CAMPIONATO NAZIONALE LIBERTAS 2012 DI CORSA CAMPESTRE 63 LEVA NAZIONALE LIBERTAS MASCHILE DI CORSA CAMPESTRE 48 LEVA NAZIONALE LIBERTAS FEMMINILE DI CORSA CAMP ESTRE 19 TROFEO NAZ. LIBERTAS MASTER / AMATORI

Dettagli

4-giu-15 ROMA GOLDEN GALA "PIETRO MENNEA"

4-giu-15 ROMA GOLDEN GALA PIETRO MENNEA Data 2015 Città Denominazione 2-giu-15 NAPOLI Virgiliano ENTERPRISE YOUNG MEETING 4-giu-15 ROMA GOLDEN GALA "PIETRO MENNEA" 6/7giu-15 7-giu-15 7-giu-15 SALERNO (MEMORIAL BELLOTTI e DI GIACOMO) SALERNO

Dettagli

Roma, 17.02.2014 Prot. n. 145. Ai Comitati Regionali AICS Ai Comitati Provinciali AICS Alle Società di Nuoto AICS -------------------- Loro Sedi

Roma, 17.02.2014 Prot. n. 145. Ai Comitati Regionali AICS Ai Comitati Provinciali AICS Alle Società di Nuoto AICS -------------------- Loro Sedi Roma, 17.02.2014 Prot. n. 145 Ai Comitati Regionali AICS Ai Comitati Provinciali AICS Alle Società di Nuoto AICS -------------------- Loro Sedi Oggetto: SPORTINFIORE 2014 - Campionati Nazionale di Nuoto

Dettagli

DISPOSIZIONI TECNICHE

DISPOSIZIONI TECNICHE 59^ EDIZIONE 2 e 3 giugno 2012 - SENIGALLIA (An) REGOLAMENTO E DISPOSITIVO TECNICO-ORGANIZZATIVO Il CENTRO NAZIONALE SPORTIVO LIBERTAS indice per la stagione sportiva 2012, in collaborazione con il Centro

Dettagli

COMMISSIONI Regolamenti e Calendario, Corsa su Strada e Master. (Sintesi dei lavori delle commissioni) COMMISSIONE REGOLAMENTI e CALENDARIO

COMMISSIONI Regolamenti e Calendario, Corsa su Strada e Master. (Sintesi dei lavori delle commissioni) COMMISSIONE REGOLAMENTI e CALENDARIO COMMISSIONI Regolamenti e Calendario, Corsa su Strada e Master (Sintesi dei lavori delle commissioni) COMMISSIONE REGOLAMENTI e CALENDARIO CROSS: Accorpamento Campionati Italiani Individuali e CdS di Corsa

Dettagli

atletica comunicati n. 3 vademecum attività 2013 FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA

atletica comunicati n. 3 vademecum attività 2013 FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA n. 3 atletica comunicati Quadrimestrale della Federazione Italiana di Atletica Leggera Poste Italiane S.p.A. - Sped. in A.P. - D.L. 353/03 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) Art. 1 - C. 2 - DCB Roma vademecum

Dettagli

Il Consiglio Federale durante la riunione del 17 luglio u.s., ha approvato la normativa per la compilazione del Calendario federali 2016.

Il Consiglio Federale durante la riunione del 17 luglio u.s., ha approvato la normativa per la compilazione del Calendario federali 2016. Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 22 luglio 2015 CIRCOLARE 78/2015 Società affiliate Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Oggetto: Normativa per la compilazione

Dettagli

R E G O L A M E N T O

R E G O L A M E N T O 62 mi CAMPIONATI NAZIONALI LIBERTAS DI NUOTO GUBBIO 23/26 Giugno - 2016 R E G O L A M E N T O 1) Il Centro Nazionale Sportivo Libertas indice ed organizza per l anno 2016, con l approvazione della Federazione

Dettagli

CAMPIONATI ITALIANi MASTER DI CROSS

CAMPIONATI ITALIANi MASTER DI CROSS CAMPIONATI ITALIANi MASTER DI CROSS 08 Marzo 2015 TORINO parco carrara con il patrocinio di: sponsor ufficiali della manifestazione: PANIFICIO CON FORNO Mario Crivellaro Via Chiesa della Salute 94, Torino

Dettagli

b) i cartellini gara, saranno compilati meccanicamente dal Comitato Regionale, salvo comunicazioni diverse;

b) i cartellini gara, saranno compilati meccanicamente dal Comitato Regionale, salvo comunicazioni diverse; NORME DI CARATTERE GENERALE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO COMITATO REGIONALE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA REGOLAMENTI E PROGRAMMI DELL ATTIVITA NATATORIA REGIONALE STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 Fase invernale

Dettagli

AOODRLA Reg.Uff. Prot. 10659 Roma, 12 aprile 2012

AOODRLA Reg.Uff. Prot. 10659 Roma, 12 aprile 2012 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio - Direzione Generale Ufficio III Coordinamento Regionale del Servizio di Educazione Motoria Fisica e

Dettagli

XXXIX CAMPIONATO NAZIONALE BANCARI E ASSICURATIVI DI ATLETICA LEGGERA SU PISTA Bergamo 8-9 Giugno 2013

XXXIX CAMPIONATO NAZIONALE BANCARI E ASSICURATIVI DI ATLETICA LEGGERA SU PISTA Bergamo 8-9 Giugno 2013 XXXIX CAMPIONATO NAZIONALE BANCARI E ASSICURATIVI DI ATLETICA LEGGERA SU PISTA Bergamo 8-9 Giugno 2013 REGOLAMENTO 1. Il Cral del CREDITO BERGAMASCO organizza a Bergamo presso il Campo Comunale Francesco

Dettagli

Centro Sportivo Italiano Commissione Tecnica Atletica legg. Cross Corsa in montagna COMUNICATO UFFICIALE N 14 DEL 10.12.

Centro Sportivo Italiano Commissione Tecnica Atletica legg. Cross Corsa in montagna COMUNICATO UFFICIALE N 14 DEL 10.12. COMUNICATO UFFICIALE N 14 DEL 10.12.2015 Il Consiglio Provinciale C.S.I. di Reggio Emilia indice e la Commissione Tecnica C.S.I. di ATLETICA, con la collaborazione della F.I.D.A.L. e dei G.G.G., organizza

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO AICS REGOLAMENTO GENERALE

CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO AICS REGOLAMENTO GENERALE PREMESSA CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO AICS La parte iniziale del regolamento è riferita alle norme di carattere generale inerenti l organizzazione dei Campionati di: Calcio a 5 maschile e femminile,

Dettagli

III MEETING INTERNAZIONALE ROMANA CALLIGARIS - 2007

III MEETING INTERNAZIONALE ROMANA CALLIGARIS - 2007 III MEETING INTERNAZIONALE ROMANA CALLIGARIS - 2007 Trieste, 23-24 giugno 2007 Regolamento 1. L A. S. D. Unione Sportiva TRIESTINA NUOTO in collaborazione con il Comitato Regionale del Friuli Venezia Giulia

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE di SCI 15ª edizione REGOLAMENTO SCI ALPINO 2013. Andalo (TN), 14/17 marzo 2013

CAMPIONATO NAZIONALE di SCI 15ª edizione REGOLAMENTO SCI ALPINO 2013. Andalo (TN), 14/17 marzo 2013 REGOLAMENTO SCI ALPINO 2013 1.CATEGORIE Cuccioli m/f dal 2004 al 2005 Esordienti m/f dal 2002 al 2003 Ragazzi m/f 2000/2001 Allievi m/f 1998/1999 Juniores m/f 1996/1997 Criterium m/f dal 1993 al 1995 Seniores

Dettagli

6 MEZZA MARATONA LAGO DI COMO 8 Maggio 2016

6 MEZZA MARATONA LAGO DI COMO 8 Maggio 2016 6 MEZZA MARATONA LAGO DI COMO 8 Maggio 2016 L organizza d intesa con il Comitato Provinciale FIDAL e l approvazione del Comitato Regionale FIDAL, con il patrocinio dei Comuni di Como, Cernobbio, Moltrasio

Dettagli

Vortex EF A ( ped.alto) Vortex EM A (ped.lanci) Lungo (ped.arrivo) 11,00 600 RM 11,10 100 m. M/F 11,15 Finale 60 m. RF 11,20 Finale 60 RM

Vortex EF A ( ped.alto) Vortex EM A (ped.lanci) Lungo (ped.arrivo) 11,00 600 RM 11,10 100 m. M/F 11,15 Finale 60 m. RF 11,20 Finale 60 RM Meeting di Liberazione - 25 Aprile 2014 Esord.A M-F Biathlon 200 Vortex Esord.B M-F Biathlon Vortex Lungo Esord.C M-F Biathlon 60 - Lungo Ragazzi 60-600 - Alto Peso Ragazze 60-600 - Alto Peso Cadette 80

Dettagli

ATTIVITA INVERNALE 2015

ATTIVITA INVERNALE 2015 ATTIVITA INVERNALE 2015 ATTIVITA INDOOR CALENDARIO 2015 17-18 gennaio Aosta Camp. Reg. Assoluti, A/J/P m/f alto, asta, peso, alto e asta S35+ 18 gennaio - Bra (CN) - Camp. Reg. Assoluti, A/J/P e Masters

Dettagli

ATTIVITA INVERNALE 2016

ATTIVITA INVERNALE 2016 ATTIVITA INVERNALE 2016 ATTIVITA INDOOR CALENDARIO 2016 9-10 gennaio Aosta Camp. Reg. Assoluti, A/J/P m/f alto, asta, peso 10 gennaio - Bra (CN) - Camp. Reg. Assoluti m/f 60 e 60 hs 16 gennaio - Torino

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2015/2016

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2015/2016 A ) Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2015/2016 TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda presentata

Dettagli

Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016. Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE

Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016. Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016 Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE Il Comitato Regionale Sardo F.I.Te.T. indice ed organizza per la stagione agonistica 2015-2016 i seguenti campionati

Dettagli

COMITATO REGIONALE LIGURE

COMITATO REGIONALE LIGURE COMITATO REGIONALE LIGURE INTEGRAZIONE ALLE NORME ATTUATIVE NAZIONALI ANNO 2014 CATEGORIA GIOVANISSIMI PREMESSA Le presenti norme integrano quanto stabilito nel Regolamento Tecnico e nelle Norme Attuative

Dettagli

atletica comunicati n. 1/3 vademecum attività 2014 FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA

atletica comunicati n. 1/3 vademecum attività 2014 FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA n. 1/3 atletica comunicati Quadrimestrale della Federazione Italiana di Atletica Leggera Poste Italiane S.p.A. - Sped. in A.P. - D.L. 353/03 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) Art. 1 - C. 2 - DCB Roma vademecum

Dettagli

6ª MEZZA MARATONA CORRI A LECCE Gara Internazionale di km. 21,097 LECCE 06 MARZO 2016 START ORE 09.30 PORTA RUDIAE

6ª MEZZA MARATONA CORRI A LECCE Gara Internazionale di km. 21,097 LECCE 06 MARZO 2016 START ORE 09.30 PORTA RUDIAE 6ª MEZZA MARATONA CORRI A LECCE Gara Internazionale di km. 21,097 LECCE 06 MARZO 2016 START ORE 09.30 PORTA RUDIAE Affiliata La A.S.D. GPDM indice ed organizza con il patrocinio del Comune di Lecce, Provincia

Dettagli

PROGRAMMI GARE NAZIONALI PIAZZA DI SIENA 2015. COPPA DEI GIOVANI - TROFEO CHALLENGE BRUNO SCOLARI 23-24 maggio 2015

PROGRAMMI GARE NAZIONALI PIAZZA DI SIENA 2015. COPPA DEI GIOVANI - TROFEO CHALLENGE BRUNO SCOLARI 23-24 maggio 2015 PROGRAMMI GARE NAZIONALI PIAZZA DI SIENA 2015 COPPA DEI GIOVANI - TROFEO CHALLENGE BRUNO SCOLARI 23-24 maggio 2015 La categoria prevede due classifiche, una a Squadre e una Individuale e un ulteriore classifica

Dettagli

>>> 0. Calendario Regionale della Provincia di Brescia 2015. Calendario Regionale della Provincia di Brescia

>>> 0. Calendario Regionale della Provincia di Brescia 2015. Calendario Regionale della Provincia di Brescia >>> 0 Calendario Regionale della Provincia di Brescia >>> 1 ORGANIGRAMMA C.P. FIDAL BRESCIA Presidente DANESI FEDERICO 3282119210 0305109982 segreteria@fidalbrescia.it Segretario PERRI ROLANDO 3355495011

Dettagli

CORSA CAMPESTRE Campionato Provinciale C.S.I. EDIZIONE 2014/2015

CORSA CAMPESTRE Campionato Provinciale C.S.I. EDIZIONE 2014/2015 CORSA CAMPESTRE Campionato Provinciale C.S.I. EDIZIONE 2014/2015 Il Consiglio Provinciale C.S.I. di Reggio Emilia indice e la Commissione Tecnica C.S.I. di ATLETICA, con la collaborazione della F.I.D.A.L.

Dettagli

ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA

ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA La Lega Nazionale Dilettanti - in attuazione delle disposizioni di cui all'art. 49, punto 1, lett. c),

Dettagli

FIDAL Comitato Regionale Toscano. indoor

FIDAL Comitato Regionale Toscano. indoor FIDAL Comitato Regionale Toscano indoor 2012 CALENDARIO 2012 ATTIVITA AGONISTICA Allievi/e - Juniores m/f - Promesse m/f - Seniores m/f Master m/f Amatori m/f ATTIVITA PROMOZIONALE Ragazzi/e - Cadetti/e

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015 REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015 Il Comitato Regionale F.I.Te.T. Liguria indice per la stagione agonistica 2014/2015 i seguenti campionati a squadre:

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016 REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016 Il Comitato Regionale F.I.Te.T. Liguria indice per la stagione agonistica 2015/2016 i seguenti campionati a squadre:

Dettagli

TENNIS TAVOLO 2013-2014

TENNIS TAVOLO 2013-2014 TENNIS TAVOLO 2013-2014 Il Centro Sportivo Italiano, Comitato Provinciale di Milano, in collaborazione con SPORT-ORG snc, organizza l attività 2013/14 di Tennis Tavolo. 1 11 COPPA CSI PROVINCIALE INDIVIDUALE

Dettagli

Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica

Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2 maschile... 4 Articolo

Dettagli

Prot. n 409 E.F Asti, 06 Maggio 2013

Prot. n 409 E.F Asti, 06 Maggio 2013 Ufficio XII - Ambito Territoriale di Asti Educazione Motoria, Fisica, Sportiva, Educazione alla salute e Sicurezza Stradale Coordinamento e gestione delle attività degli studenti Piazza Alfieri, n.30 14100

Dettagli

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 Affiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti) Riaffiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti)

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli