ArcView GIS 3.2a Gauss Boaga UTM WGS84 ETRS89

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ArcView GIS 3.2a Gauss Boaga UTM WGS84 ETRS89"

Transcript

1 ArcView GIS 3.2a Gauss Boaga UTM WGS84 ETRS89 Questo documento descrive gli effetti del progetto GB2UTM sui progetti creati con ArcView 3.2a prima della migrazione. Di seguito verrà descritto come adeguare i progetti ArcView a seguito della migrazione. Ulteriori informazioni sul progetto GB2UTM ai seguenti link: Internet: Intranet (funzionante solo all interno dell Amministrazione Provinciale):

2 Definizioni ed abbreviazioni utilizzate nel documento: GB2UTM = denominazione del progetto che prevede la conversione di tutti i dati GIS dell Amministrazione Provinciale da GB6 o GB7 ad UTM GB6 = sistema di riferimento Gauss Boaga con falsa origine (E = 500 km, N = km); la maggior parte dei dati GIS dell Amministrazione Provinciale è in GB6! GB7 = sistema di riferimento Gauss Boaga UTM = sistema di riferimento UTM WGS84 - ETRS89 Dati GIS centralizzati = dati GIS memorizzati su un server SDE, un file server o nei servizi cartografici ArcIms dell Amministrazione Provinciale, e che possono essere caricati come temi nella view tramite SDE-Wizard, AIMS- Access, o dai dischi T ed F Disco T = disco di rete su file server Windows, accessibile a tutti gli utenti GIS dell Amministrazione Provinciale, comprese anche alcune postazioni periferiche (es. Rip. 32) Disco F = disco di rete su file server UNIX, accessibile soltanto agli utenti GIS del Palazzo Standa e del Palazzo 6 Dati GIS locali = dati GIS memorizzati sul disco C locale o su di un disco di rete (dischi G, H, N, X) Le coordinate estreme relative al territorio altoatesino in entrambi i sistemi di riferimento, GB6 ed UTM, sono approssimativamente le seguenti: xmin ymin xmax ymax GB UTM Di seguito vengono descritti i 3 possibili scenari che si possono configurare, dopo la migrazione, all apertura di una view (o di un layout): 1. Tutti i temi accesi vengono visualizzati nessuna modifica 2. Nessun tema viene visualizzato appare soltanto una view bianca (oppure un layout) label ed altri oggetti grafici sono però ancora visibili 3. Solo una parte dei temi viene visualizzata, nonostante tutti i temi siano accesi label ed altri oggetti grafici sono però ancora visibili Lo scenario 3 sarà quello che si presenterà più di frequente. Seite 2

3 SCENARIO 1: Tutti i temi accesi vengono visualizzati nessuna modifica Tutti i temi della view sono ancora nel vecchio sistema di riferimento GB6 (o GB7). L insieme dei temi della view è costituito esclusivamente da dati GIS locali. Questo in fondo non rappresenta un problema fintanto che alla view non vengono aggiunti dati in UTM. Come già detto, fintanto che alla view non vengono aggiunti dati in UTM non ci sono problemi. Nonostante ciò sarebbe comunque preferibile che tutti i dati GIS locali venissero convertiti. Osservazioni ed istruzioni a tal proposito sono riportate al punto SOLUZIONI nelle pagine seguenti del presente documento. Seite 3

4 SCENARIO 2: Nessun tema viene visualizzato appare soltanto una view bianca (oppure un layout) Label ed altri oggetti grafici sono però ancora visibili Tutti i temi della view sono già in UTM L insieme dei temi della view è costituito molto probabilmente da dati GIS centralizzati. Poiché i dati GIS centralizzati sono già stati convertiti in UTM essi non vengono più visualizzati. L estratto della view si trova però ancora in GB6 (o GB7) e perciò appare una view bianca. Anche i label e gli altri oggetti grafici si trovano, come l estratto della view, ancora nel sistema di riferimento GB6 (o GB7) e sono perciò visibili. Avviso: L estratto della view così come i label e gli altri oggetti grafici non traslano assieme ai dati GIS! 1) Per quanto riguarda i temi non c è altro da fare essi sono già in UTM. 2) L estratto della view deve essere convertito in UTM. 3) Anche i label e gli altri oggetti grafici devono essere riposizionati. Istruzioni relative ai punti 2) e 3) sono riportate al punto SOLUZIONI nelle pagine seguenti del presente documento. Seite 4

5 SCENARIO 3: Solo una parte dei temi viene visualizzata Label ed altri oggetti grafici sono però ancora visibili La view contiene una miscela di temi locali in GB6 (o GB7) e centralizzati in UTM. Con il pulsante Zoom to Full Extent si può visualizzare la posizione dei vari temi. I temi già in UTM si posizionano in alto, quelli in Gauss Boaga in basso (i temi in GB7 si posizionano a destra caso non rappresentato in figura): UTM WGS84 ETRS89 Gauss Boaga con falsa origine Seite 5

6 Questo rappresenta sicuramente il caso più frequente poiché molti utenti GIS utilizzano nella stessa view dati GIS centralizzati E locali. L estratto della view si trova ancora nel sistema di riferimento GB6 (o GB7) e ciò produce i seguenti effetti: - i temi relativi ai dati GIS centralizzati non vengono più visualizzati perché già convertiti in UTM; - i temi relativi ai dati GIS locali viceversa vengono visualizzati perché ancora in GB6 (o GB7); - i label e gli altri oggetti grafici si trovano, così come l estratto della view, ancora nel sistema di riferimento GB6 (o GB7) e sono perciò visibili. Avviso: L estratto della view così come i label e gli altri oggetti grafici non traslano assieme ai dati GIS! 1) Quei temi (= dati GIS) ancora in GB6 o GB7 (e che per tale motivo vengono visualizzati nella view) devono essere convertiti in UTM. 2) L estratto della view deve essere convertito in UTM. 3) Anche i label e gli altri oggetti grafici devono essere riposizionati. Istruzioni relative ai punti 1), 2) e 3) sono riportate al punto SOLUZIONI nelle pagine seguenti del presente documento. Seite 6

7 ALTRI CASI PROBLEMATICI: Layout che contengono view frame SENZA live link L utente GIS potrebbe erroneamente supporre che il progetto GB2UTM non produca effetti negativi sui layout che contengono view frame privi di live link. Purtroppo ciò non corrisponde al vero. Quando in un layout si toglie da un view frame il live link, ArcView crea nel progetto una copia della view (completa di label e degli altri oggetti grafici) a cui fa riferimento internamente. Questa view clonata non è visibile all utente, ma è comunque una view normale ; ciò significa che se i dati GIS, a cui la view clonata fa riferimento, vengono modificati tale modifica verrà visualizzata anche nel view frame senza live link. Per tale motivo, quanto scritto a proposito dei 3 scenari precedentemente esaminati è valido anche per i layout con view frame senza live link. Osservazioni ed istruzioni a tal proposito sono riportate al punto SOLUZIONI nelle pagine seguenti del presente documento. Campi XY nella tabella degli attributi (theme table) dei temi Campi X,Y, extent dei poligoni ed altri campi simili: le coordinate NON si aggiornano automaticamente! Se nella tabella degli attributi è stato aggiunto un campo che è stato riempito con le coordinate X,Y del tema, queste devono essere ricalcolate. Anche tutti gli altri campi aggiunti che contengono riferimenti a coordinate devono essere aggiornati. Ricalcolo dei valori X,Y: [Shape].GetX, [Shape].GetY Ricalcolo dell extent dei poligoni: [Shape].ReturnExtent.GetLeft (xmin) [Shape].ReturnExtent.GetBottom (ymin) [Shape].ReturnExtent.GetRight (xmax) [Shape].ReturnExtent.GetTop (ymax) Seite 7

8 SOLUZIONI: Conversione dei dati GIS locali in UTM 1. Accertarsi innanzitutto che i dati GIS in oggetto siano ancora utilizzati! Capita spesso che sui dischi di rete rimangano memorizzati dati GIS dimenticati o inutilizzati che vanno ad occupare inutilmente preziosi spazi di memoria. Ciò riguarda soprattutto immagini e dati GRID. 2. Gli shapefile possono essere convertiti mediante l apposito tool di conversione VisualGTE messo a disposizione. 3. Per la conversione di coverage, immagini o dati GRID è probabile che essi siano già disponibili nella forma convertita (disco T, homepage Intranet o Internet della Rip. 27) e che debbano semplicemente essere ricopiati. In caso contrario potete rivolgervi al referente GIS della vostra Ripartizione o all Ufficio informatica geografica e statistica. Conversione dell estratto della view, dei label e degli altri oggetti grafici di una view in UTM Tutti gli utenti ArcView 3.2a dell Amministrazione Provinciale dispongono automaticamente dell estensione GB2UTM Tools. Grazie a tale estensione si possono convertire in UTM label ed altri oggetti grafici di una view nonché l estratto della view. Per le istruzioni vedere il Help di GB2UTM Tools. Tale estensione può essere anche scaricata dalla pagina web del progetto GB2UTM (http://www.provinz.bz.it/raumordnung/gb2utm/index_i.htm). L estensione va installata come qualsiasi altra estensione ArcView 3 (copy - paste dei file nella directory EXT32 di ArcView). Nel caso non si desideri utilizzare tale estensione, gli adattamenti devono essere realizzati manualmente. In questo caso vanno rispettati i seguenti punti: 1. Label: è preferibile crearsi innanzitutto una lista con tutti i temi a cui sono associati dei label prestando attenzione, per ciascun tema, alle impostazioni di formattazione come ad esempio il label field, la posizione, il tipo di carattere, la dimensione, il colore, ecc.. Cancellare poi tutti i label, zoomare con Zoom to Full Extent o Zoom to Active Themes sui temi in UTM e reinserire i label con le stesse impostazioni di formattazione. 2. Altri oggetti grafici nella view: ad esempio rettangoli, cerchi ma anche testi che non rappresentano i label di un tema. Un volta cancellati e reinseriti tutti i label dei temi come descritto al punto 1, dovrebbero essere rimasti soltanto questi oggetti nell estratto GB6. La cosa migliore è inserire nella view un vecchio tema in GB6, zoomare con Zoom to Full Extent su tutti i temi (nella view si visualizza così in basso il tema in GB6 con gli oggetti grafici ed in alto i temi in UTM), selezionare tutti gli oggetti grafici che sono ancora in GB6 e spostarli nell area di competenza dei temi in UTM. Adesso zoomare sui temi in UTM ed effettuare il posizionamento di dettaglio. Importante: ricordarsi di cancellare il tema di appoggio in GB6 inserito temporaneamente. 3. Estratto della view: il presupposto è che nella view non vi sia più nessun tema in GB6 (o GB7). Zoomare con Zoom to Full Extent sull estratto dei temi in UTM ed ingrandire infine l estratto che si vuole visualizzare. Seite 8

9 Conversione di layout con view frame SENZA live link in UTM Tutti gli utenti ArcView 3.2a dell Amministrazione Provinciale dispongono automaticamente dell estensione GB2UTM Tools. Grazie a tale estensione si possono convertire in UTM view frame senza live link. Per le istruzioni vedere il manuale di GB2UTM Tools. Nel caso non si disponga di tale estensione si deve riattivare il live link ed eseguire manualmente gli adattamenti così come descritto nel paragrafo precedente. Successivamente si può nuovamente disattivare il live link. Per eventuali chiarimenti potete rivolgervi all Ufficio informatica geografica e statistica della Provincia Autonoma di Bolzano. Seite 9

La creazione e l apertura dei disegni

La creazione e l apertura dei disegni Capitolo 3 La creazione e l apertura dei disegni Per lavorare con efficienza è importante memorizzare i documenti in modo da poterli ritrovare facilmente. È indispensabile, inoltre, disporre di modelli

Dettagli

La creazione e l apertura dei disegni

La creazione e l apertura dei disegni Capitolo 3 La creazione e l apertura dei disegni Per lavorare con efficienza è importante memorizzare i documenti in modo da poterli ritrovare facilmente. È indispensabile, inoltre, disporre di modelli

Dettagli

Università Iuav di Venezia - CIRCE / dp Corso di addestramento all'uso di ESRI ArcView

Università Iuav di Venezia - CIRCE / dp Corso di addestramento all'uso di ESRI ArcView Università Iuav di Venezia - CIRCE / dp Corso di addestramento all'uso di ESRI ArcView Francesco Contò Unità 7 - Impaginazione di una carta tematica per la stampa (layout di stampa) Informazioni generali:

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI IN GEO- LOGIA

SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI IN GEO- LOGIA MARIA TERESA MELIS SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI IN GEO- LOGIA titimelis@unica.it ANNO ACCADEMICO 2013/ 2014 LEZIONE 3 INTRODUZIONE AL SW ARCGIS Corso di Sistemi Informativi Geografici in Geologia a cura

Dettagli

Copertura di tipo Vettoriale lineare (shapefile)

Copertura di tipo Vettoriale lineare (shapefile) DATI X PGT Distribuzione basi dati geografiche ai Comuni della Provincia di Milano Dati (layer): Strade esistenti Tema - Sottotema: Infrastrutture - Viabilità Identificazione della base dati geografica

Dettagli

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro INFORMATICA MICROSOFT WORD Prof. D Agostino Funzioni ed ambiente di lavoro...1 Interfaccia di Word...1 Stesso discorso per i menu a disposizione sulla barra dei menu: posizionando il puntatore del mouse

Dettagli

Esplora gli argomenti della guida. Requisiti di sistema. Menu laterale - Area Temi. Temi. Legenda. Requisiti di sistema

Esplora gli argomenti della guida. Requisiti di sistema. Menu laterale - Area Temi. Temi. Legenda. Requisiti di sistema Esplora gli argomenti della guida Requisiti di sistema Menu laterale Menu Strumenti principali Menu altri Strumenti Temi Legenda Aggiungere / rimuovere temi Temi per editing Temi per snap Esporta/Carica

Dettagli

Illustrazione del prototipo dimostrativo: Modulo di rappresentazione del rischio Modulo di Archiviazione

Illustrazione del prototipo dimostrativo: Modulo di rappresentazione del rischio Modulo di Archiviazione Programma nazionale di ricerca beni culturali e ambientali PARNASO Workshop Sistema software che consente l integrazione automatica di carte tematiche sui beni culturali ed ambientali con scala, riferimento

Dettagli

ArcGIS 10 introduzione. Marco Negretti Politecnico di Milano e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.it

ArcGIS 10 introduzione. Marco Negretti Politecnico di Milano e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.it ArcGIS 10 introduzione Marco Negretti Politecnico di Milano e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.it 19/11/2013 contenuti formati dati geografici il sistema ArcGIS ArcMap 1. proprietà

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus. Versione 1 Febbraio 2007

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus. Versione 1 Febbraio 2007 EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus Versione 1 Febbraio 2007 Versione 1 Febbraio 2007 ECDL GIS Programma di certificazione 1. A chi si rivolge La certificazione ECDL

Dettagli

WEBGIS 1.0. Guida per l utente

WEBGIS 1.0. Guida per l utente WEBGIS 1.0 Guida per l utente SOMMARIO 1 INTRODUZIONE...3 2 FUNZIONALITA...4 2.1 Strumenti WebGIS... 4 2.1.1 Mappa... 5 2.1.2 Inquadramento mappa... 6 2.1.3 Toolbar... 7 2.1.4 Scala... 9 2.1.5 Legenda...

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS Compilato: Andrea De Felici Rivisto: Approvato: Versione: 1.0 Distribuito: 01/08/2013 1 INDICE 1. INTRODUZIONE..3 2. PRIMI PASSI.....4

Dettagli

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Esercitazioni Forestello Luca - Niccoli Tommaso - Sistema Informativo Ambientale AT01 http://webgis.arpa.piemonte.it

Dettagli

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del testo... 6 Selezione attraverso il mouse... 6 Selezione

Dettagli

O SINGOLI ELEMENTI INTERESSATI DAL BANDO PSR BIODIVERSITÀ

O SINGOLI ELEMENTI INTERESSATI DAL BANDO PSR BIODIVERSITÀ MODALITÀ DI UTILIZZO DELL APPLICAZIONE DI LOCALIZZAZIONE DELLE AREE O SINGOLI ELEMENTI INTERESSATI DAL BANDO PSR BIODIVERSITÀ SOMMARIO Modalità di utilizzo dell applicazione di localizzazione delle aree

Dettagli

USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000

USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000 VERITAS StorageCentral 1 USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000 1. Panoramica di StorageCentral...3 2. StorageCentral riduce il costo totale di proprietà per lo storage di Windows...3 3. Panoramica

Dettagli

Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT)

Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT) Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT) Versione 8.0 Marzo 2014 CRONOLOGIA DELLE RELEASE: Numero Data di release emissione

Dettagli

ArcGIS 10 strumenti di editing e ArcCatalog. Marco Negretti Politecnico di Milano e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.

ArcGIS 10 strumenti di editing e ArcCatalog. Marco Negretti Politecnico di Milano e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi. ArcGIS 10 strumenti di editing e ArcCatalog Marco Negretti Politecnico di Milano e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.it 14/11/2012 digitalizzare una immagine gestione dell'archivio

Dettagli

Manuale Utente Vincoli In Rete

Manuale Utente Vincoli In Rete Ministero per i Beni e le Attività Culturali Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro Manuale Utente Vincoli In Rete Sommario 1 Scopo... 3 2 Introduzione... 3 3 Funzionalità Utente... 3 3.1

Dettagli

Prima Lezione: Costruire una mappa

Prima Lezione: Costruire una mappa Prima Lezione: Costruire una mappa I tipi di informazione geografica disponibili Navigazione nella mappa Coordinate e scala Vista panoramica Introduzione ai GIS GIS significa Sistema Informativo Geografico

Dettagli

Stazioni ferroviarie esistenti/di progetto

Stazioni ferroviarie esistenti/di progetto DATI X PGT Distribuzione basi dati geografiche ai Comuni della Provincia di Milano Dati (layer): Stazioni ferroviarie esistenti/di progetto Tema - Sottotema: Infrastrutture - Trasporti Identificazione

Dettagli

MapServer 02/12/2004 Consultazione di mappe tematiche e degli archivi del SIRA tramite MapServer

MapServer 02/12/2004 Consultazione di mappe tematiche e degli archivi del SIRA tramite MapServer MapServer 02/12/2004 Consultazione di mappe tematiche e degli archivi del SIRA tramite MapServer Ing. Cinzia Licciardello Settore Tecnico SIRA Tel: 055/320.6413 e-mail: c.licciardello@arpat.toscana.it

Dettagli

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI TELECONTROLLI SMS-GPS MANAGER Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps Rev.1009 Pag.1 di 10 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE

Dettagli

Moka Web La nuova architettura Moka

Moka Web La nuova architettura Moka Web La nuova architettura Moka Moka Web La nuova architettura Moka Cosa era il vecchio Moka Alla fine degli anni 90 la Regione Emilia-Romagna decise di realizzare uno strumento che rendesse facilmente

Dettagli

GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services. Manuale d'uso

GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services. Manuale d'uso GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services Manuale d'uso Indice generale Visualizzatore GREASE...1 Toolbar...3 FUNZIONI DI BASE...3 Annulla selezione...4 Aggiornamento...4 Stampa...4

Dettagli

Procedura per la raccolta dati sul campo mediante dispositivi mobili

Procedura per la raccolta dati sul campo mediante dispositivi mobili Laboratorio di Geomatica Procedura per la raccolta dati sul campo mediante dispositivi mobili - RAPPORTO TECNICO - A cura del gruppo di lavoro: Stefano Roverato Fabio Olivotti Alice Mayer LUGLIO 2014 Indice

Dettagli

Installazione di un secondo sistema operativo

Installazione di un secondo sistema operativo Installazione di un secondo sistema operativo Fare clic su un collegamento riportati di seguito per visualizzare una delle seguenti sezioni: Panoramica Termini ed informazioni chiave Sistemi operativi

Dettagli

Alcune configurazioni del browser Internet Explorer e del runtime Java necessarie per utilizzare l'interfaccia GIS del sistema gestionale ARTEA.

Alcune configurazioni del browser Internet Explorer e del runtime Java necessarie per utilizzare l'interfaccia GIS del sistema gestionale ARTEA. 16 maggio 2011 Alcune configurazioni del browser Internet Explorer e del runtime Java necessarie per utilizzare l'interfaccia GIS del sistema gestionale ARTEA. Leonardo Danza - leonardo.danza@artea.toscana.it

Dettagli

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente 1. Introduzione Il Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli (SGSS) rappresenta l evoluzione dell ambiente

Dettagli

ArcGIS - ArcView ArcCatalog

ArcGIS - ArcView ArcCatalog ArcGIS - ArcView ArcCatalog Marco Negretti Politecnico di Milano Polo Regionale di Como e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.it 12/11/08 - v 3.0 ArcCatalog ArcCatalog: strumento

Dettagli

Caricare un video Ecomovies.it

Caricare un video Ecomovies.it Caricare un video Ecomovies.it http://www.ecomovies.it/ 1) Scaricare il tool di upload del file video dal seguente link: http://www.ecomovies.it/download/flvencodersetup.exe 2) Salvare il programma di

Dettagli

GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO

GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO Ministero dell Ambiente e della tutela del territorio e del mare GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO Stato del documento Redatto Approvato Funzione Team di progetto Geoportale nazionale Responsabile

Dettagli

Guida Avanzata. 1. Convertire un gioco da ISO a GOD. 2. Trasferire i giochi da HD Esterno/Chiavetta a HD Interno Xbox

Guida Avanzata. 1. Convertire un gioco da ISO a GOD. 2. Trasferire i giochi da HD Esterno/Chiavetta a HD Interno Xbox Guida Avanzata 1. Convertire un gioco da ISO a GOD 2. Trasferire i giochi da HD Esterno/Chiavetta a HD Interno Xbox 3. Impostare il percorso di lettura all avvio 4. Spostare giochi e file tramite cavo

Dettagli

Il problema della trasformazione di datum e di coordinate per applicazioni cartografiche: soluzioni informatiche e loro prestazioni

Il problema della trasformazione di datum e di coordinate per applicazioni cartografiche: soluzioni informatiche e loro prestazioni Il problema della trasformazione di datum e di coordinate per applicazioni cartografiche: soluzioni informatiche e loro prestazioni VALERIO BAIOCCHI MATTIA CRESPI CHRISTIAN DE LORENZO L obiettivo che si

Dettagli

GEOPORTALE Arpa Piemonte

GEOPORTALE Arpa Piemonte GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico Guida all uso del Risknat GeoViewer 3D Versione 2.0 aprile 2014 Redazione Arpa Piemonte - AFT Sistema Informativo Geografico webgis@arpa.piemonte.it

Dettagli

Moka. Ing. Giovanni Ciardi Servizio Sistemi Informativi Geografici. Moka: come cambiera la diffusione dei dati e servizi della Regione Emilia-Romagna

Moka. Ing. Giovanni Ciardi Servizio Sistemi Informativi Geografici. Moka: come cambiera la diffusione dei dati e servizi della Regione Emilia-Romagna Moka Ing. Giovanni Ciardi Servizio Sistemi Informativi Geografici Moka: come cambiera la diffusione dei dati e servizi della Regione Emilia-Romagna Cos è Moka? Moka è CMS (Content Management System) GIS.

Dettagli

Guida alla connessione ai servizi WMS con Quantum GIS

Guida alla connessione ai servizi WMS con Quantum GIS Guida alla connessione ai servizi WMS con Quantum GIS Revisione: 1 Maggio. 2012 Stato del documento Redatto Approvato Geom. Massimiliano Frate 20/04/2012 Dott.ssa Orietta Niciarelli 03/05/2012 Revisione1

Dettagli

Metric. Istruzioni per l'aggiornamento del software di misurazione Metric

Metric. Istruzioni per l'aggiornamento del software di misurazione Metric Metric Istruzioni per l'aggiornamento del software di misurazione Metric Importanti informazioni su come eseguire un aggiornamento del software di misura Metric o su come passare da Windows XP a Windows

Dettagli

2010 Ing. Punzenberger COPA-DATA Srl. Tutti i diritti riservati.

2010 Ing. Punzenberger COPA-DATA Srl. Tutti i diritti riservati. 2010 Ing. Punzenberger COPA-DATA Srl Tutti i diritti riservati. Tutti i diritti riservati la distribuzione e la copia - indifferentemente dal metodo - può essere consentita esclusivamente dalla dittacopa-data.

Dettagli

I principali formati digitali di codifica dell informazione geografica

I principali formati digitali di codifica dell informazione geografica I principali formati digitali di codifica dell informazione geografica I formati digitali di registrazione dell informazione geografica L informazione geografica digitale può essere archiviata secondo

Dettagli

Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci

Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio A.A. 2012-2013 Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Architettura e funzionalità di una piattaforma GIS. Parte seconda:

Dettagli

L UTILIZZO DEI GIS PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE Bacino idrografico del fiume Basento (Basilicata)

L UTILIZZO DEI GIS PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE Bacino idrografico del fiume Basento (Basilicata) L UTILIZZO DEI GIS PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE Bacino idrografico del fiume Basento (Basilicata) PREMESSA Il SIstema di MOnitoraggio Ambientale (SIMOA) del bacino idrografico del fiume Basento (attività

Dettagli

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo SUI Sportello Unico Immigrazione Sistema inoltro telematico domande di nulla osta al lavoro, al ricongiungimento familiare e conversioni

Dettagli

Layout dell area di lavoro

Layout dell area di lavoro Layout dell area di lavoro In Windows, Dreamweaver fornisce un layout che integra tutti gli elementi in una sola finestra. Nell area di lavoro integrata, tutte le finestre e i pannelli sono integrati in

Dettagli

LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB

LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB L applicazione realizzata ha lo scopo di consentire agli agenti l inserimento via web dei dati relativi alle visite effettuate alla clientela. I requisiti informatici

Dettagli

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Forestello Luca - Niccoli Tommaso - Sistema Informativo Ambientale AT01 http://webgis.arpa.piemonte.it e-mail:

Dettagli

Il controllo della visualizzazione

Il controllo della visualizzazione Capitolo 3 Il controllo della visualizzazione Per disegnare in modo preciso è necessario regolare continuamente l inquadratura in modo da vedere la parte di disegno che interessa. Saper utilizzare gli

Dettagli

Informativa sui cookie secondo la normativa europea

Informativa sui cookie secondo la normativa europea Informativa sui cookie secondo la normativa europea Il sito web che state navigando è conforme alla normativa europea sull'uso dei cookie. Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

Università Iuav di Venezia - CIRCE / dp Corso di addestramento all'uso di ESRI ArcView

Università Iuav di Venezia - CIRCE / dp Corso di addestramento all'uso di ESRI ArcView Università Iuav di Venezia - CIRCE / dp Corso di addestramento all'uso di ESRI ArcView Massimo Mazzanti Unità 10 - Selezione di oggetti in base a criteri spaziali Informazioni generali: Prerequisiti Obiettivi

Dettagli

Guida Utente MapShow Per ALAN Map500 V2.0.2 ALAN MAP 500. Requisiti di sistema

Guida Utente MapShow Per ALAN Map500 V2.0.2 ALAN MAP 500. Requisiti di sistema Requisiti di sistema 1 Descrizione dell installazione 2 Selezione e visualizzazione di una singola mappa della cartografia europea 3 Descrizione delle funzioni individuali 3 Trasferimento dati tra PC e

Dettagli

Fiery Print Server. Stampa di dati variabili

Fiery Print Server. Stampa di dati variabili Fiery Print Server Stampa di dati variabili 2009 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto

Dettagli

MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 38

MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 38 MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 38 Osservazione La finestra di Risorse del Computer può visualizzare i file e le cartelle come la finestra di Gestione Risorse, basta selezionare il menu

Dettagli

Searching and Downloading OpenStreetMap Data

Searching and Downloading OpenStreetMap Data Searching and Downloading OpenStreetMap Data QGIS Tutorials and Tips Author Ujaval Gandhi http://google.com/+ujavalgandhi Translations by Pino Nicolosi a.k.a Rattus This work is licensed under a Creative

Dettagli

GNPS GIS (Servizio GIS di segnalazione danni ad infrastrutture irrigue e di bonifica) HELP

GNPS GIS (Servizio GIS di segnalazione danni ad infrastrutture irrigue e di bonifica) HELP GNPS GIS (Servizio GIS di segnalazione danni ad infrastrutture irrigue e di bonifica) HELP Introduzione... 3 Profilazione delle utenze... 3 Inserimento di una segnalazione... 4 Utilizzo delle maschere...

Dettagli

Manuale d Uso AdminBasket Ablaweb V.01

Manuale d Uso AdminBasket Ablaweb V.01 Manuale d Uso AdminBasket Ablaweb V.01 Collegati alla URL http://www.adminbasket.ablaweb.com per gestire l amministrazione del tuo sito web. Inserisci nella finestra di connessione queste informazioni:

Dettagli

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DEL DOCENTE

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DEL DOCENTE CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DEL DOCENTE Sommario 1. Introduzione... 3 2. Registrazione... 3 3. Accesso alla piattaforma (login)... 4 4. Uscita dalla piattaforma (logout)... 5 5. Creazione di un

Dettagli

Esercitazioni di Basi di Dati

Esercitazioni di Basi di Dati Esercitazioni di Basi di Dati A.A. 2008-09 Dispense del corso Utilizzo base di pgadmin III Lorenzo Sarti sarti@dii.unisi.it PgAdmin III PgAdmin III è un sistema di progettazione e gestione grafica di database

Dettagli

GEOPORTALE Arpa Piemonte

GEOPORTALE Arpa Piemonte GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico Guida all' accesso ai Map Service WMS con ESRI ArcGIS Versione 01 novembre 2011 Redazione Arpa Piemonte - Sistema Informativo Ambientale

Dettagli

Manuale elettronico Gestione progetti

Manuale elettronico Gestione progetti Manuale elettronico Gestione progetti Versione: 1.0 Nome: IT_Gestione_progetti_V1.PDF Argomenti: 1 Gestione progetti...2 1.1 Crea o elabora progetto...2 1.2 Anteprima progetto...3 1.2.1 Elabora / modifica

Dettagli

Uso di Adobe PDFMaker 4.05 per Microsoft Word 97, Word 2000, PowerPoint 97 e PowerPoint 2000

Uso di Adobe PDFMaker 4.05 per Microsoft Word 97, Word 2000, PowerPoint 97 e PowerPoint 2000 ADOBE ACROBAT 4.0 Manuale dell utente 1 Uso di Adobe PDFMaker 4.05 per Microsoft Word 97, Word 2000, PowerPoint 97 e PowerPoint 2000 Adobe PDFMaker 4.05 consente di creare documenti PDF (Portable Document

Dettagli

Microsoft Word Nozioni di base

Microsoft Word Nozioni di base Corso di Introduzione all Informatica Microsoft Word Nozioni di base Esercitatore: Fabio Palopoli SOMMARIO Esercitazione n. 1 Introduzione L interfaccia di Word Gli strumenti di Microsoft Draw La guida

Dettagli

Registratore Dati Umidità / Temperatura

Registratore Dati Umidità / Temperatura Manuale d Istruzioni Registratore Dati Umidità / Temperatura Modello RHT10 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Registratore di Dati di Umidità Relativa e Temperatura. Questo Registratore

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE Pagina 1 di 20 FORMAZIONE PROFESSIONALE MANUALE UTENTE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DEL NUOVO CLIENT CITRIX -Citrix-PassaggioANuovoServer.doc Pagina 2 di 20 INDICE 1 GENERALITÀ... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO...

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

Definire gli attributi dei blocchi

Definire gli attributi dei blocchi CAPITOLO 1 Definire gli attributi dei blocchi Obiettivi Capire che cosa sono gli attributi e come definire gli attributi con un blocco Modificare i nomi delle etichette degli attributi Inserire blocchi

Dettagli

CAPITOLO 8.1 UNA REALIZZAZIONE WEB GIS PER L AGGIORNAMENTO IN RETE DI DATABASE TOPOGRAFICI

CAPITOLO 8.1 UNA REALIZZAZIONE WEB GIS PER L AGGIORNAMENTO IN RETE DI DATABASE TOPOGRAFICI PRIN 2004: I Servizi di posizionamento satellitare per l e-government CAPITOLO 8.1 UNA REALIZZAZIONE WEB GIS PER L AGGIORNAMENTO IN RETE DI DATABASE TOPOGRAFICI Matteo Crozi, Anna Spalla DIET - Dipartimento

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

Esercitazioni Bioingegneria Elettronica e Informatica

Esercitazioni Bioingegneria Elettronica e Informatica Esercitazioni Bioingegneria Elettronica e 1 Desktop Il mouse Tasto sn Tasto dx Drag and drop La barra dei task Personalizzazione Il menù avvio Programmi Accessori Dati recenti Impostazioni Trova Esegui

Dettagli

Concetti fondamentali

Concetti fondamentali D I S C H I R I G I D I In questo documento vengono illustrati alcuni concetti fondamentali sul partizionamento di dischi rigidi. In alcune sezioni sono inclusi suggerimenti per l utilizzo di prodotti

Dettagli

Guida all'utilizzo di "Ambiente Italia 3D"

Guida all'utilizzo di Ambiente Italia 3D Guida all'utilizzo di "Ambiente Italia 3D" MATTM-SCC-DM0006-V01-01 Pagina 1 di 34 Sommario 1 Avvio del programma Ambiente Italia 3D 3 2 Elementi dell'interfaccia 5 2.1 Il visualizzatore 5 2.2 La barra

Dettagli

Sistema Operativo File System Percorso del Cestino Windows 95/98/ME FAT C:\Recycled\INFO2 Windows NT/2k/XP/2k3 NTFS C:\Recycler\\2

Sistema Operativo File System Percorso del Cestino Windows 95/98/ME FAT C:\Recycled\INFO2 Windows NT/2k/XP/2k3 NTFS C:\Recycler\<USER SID>\2 Questo articolo si pone l obiettivo di analizzare la struttura del cosiddetto Cestino (Recycle Bin) dei sistemi Microsoft in modo da comprendere meglio quale sia la metodologia seguita durante l eliminazione

Dettagli

La cartografia delle Alpi sul portale del CAI Club Alpino Italiano

La cartografia delle Alpi sul portale del CAI Club Alpino Italiano La cartografia delle Alpi sul portale del CAI Club Alpino Italiano Monica Brenga*, Massimo Zotti** *CAI, Club Alpino Italiano, sezione Lombardia - brenga@virgilio.it **Planetek Italia s.r.l., Via Massaua

Dettagli

Il pulante cancella singoli file dalla lista dei file da trasformare, mentre il pulsante cancella l'intera selezione.

Il pulante cancella singoli file dalla lista dei file da trasformare, mentre il pulsante cancella l'intera selezione. 1. MapConverter 1.1. Le proiezioni Il software MapConverter permette di effettuare trasformazioni geografiche di punti, file shape, o gruppi di file fra diversi sistemi di proiezione. All'avvio del programma

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO DEL SITO WWW.QUITITROVO.IT

ISTRUZIONI PER L USO DEL SITO WWW.QUITITROVO.IT ISTRUZIONI PER L USO DEL SITO WWW.QUITITROVO.IT Benvenuto nell area istruzioni per l uso del sito QuiTiTrovo. In questo documento potrai trovare la spiegazione a tutte le funzionalità contenute nel sito

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 22 luglio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Guida Pratica Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Integrare FileMaker Pro con Office pagina 1 Sommario Introduzione... 3 Prima di iniziare... 4 Condivisione di dati tra FileMaker Pro e Microsoft

Dettagli

Non siamo in grado di identificarvi personalmente attraverso queste informazioni.

Non siamo in grado di identificarvi personalmente attraverso queste informazioni. Informativa estesa sull'uso dei cookie Il Sito Lectiomagistri.it o da qui in avanti semplicemente il "Sito" utilizza i cookie per rendere l'esperienza di navigazione all'interno di esso più semplice e

Dettagli

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 6 Powerpoint A cura di Mimmo Corrado MODULO 6 - STRUMENTI DI PRESENTAZIONE 2 FINALITÁ Il Modulo 6 - Strumenti di presentazione, richiede che il candidato dimostri

Dettagli

Note operative per Windows 7

Note operative per Windows 7 Note operative per Windows 7 AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Utilizzo del Nuovo Formulario Standard Natura2000 e procedura di trasmissione della nuova banca dati Natura2000 23/01/2012 Sommario Passaggio

Dettagli

I.T.C.G. DE SIMONI PROGETTO ECDL. MODULO 7 - RETI INFORMATICHE Referente Prof.ssa Annalisa Pozzi Tutor lezioni Prof. Claudio Pellegrini

I.T.C.G. DE SIMONI PROGETTO ECDL. MODULO 7 - RETI INFORMATICHE Referente Prof.ssa Annalisa Pozzi Tutor lezioni Prof. Claudio Pellegrini I.T.C.G. DE SIMONI PROGETTO ECDL - RETI INFORMATICHE Referente Prof.ssa Annalisa Pozzi Tutor lezioni Prof. Claudio Pellegrini 7.3.1.1 Selezionare un motore di ricerca specifico. Dopo aver aperto il browser

Dettagli

Informativa sui cookie secondo la normativa europea

Informativa sui cookie secondo la normativa europea Informativa sui cookie secondo la normativa europea Il sito web che state navigando è conforme alla normativa europea sull'uso dei cookie. Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo

Dettagli

GERICO 2015 p.i. 2014

GERICO 2015 p.i. 2014 Studi di settore GERICO 2015 p.i. 2014 Guida operativa 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. ASSISTENZA ALL UTILIZZO DI GERICO... 4 3. CARATTERISTICHE TECNICHE... 5 4. INSTALLAZIONE DEL PRODOTTO DA INTERNET...

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Registratore Temperature

Registratore Temperature Manuale d Istruzioni Registratore Temperature Modello TH10 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Registratore di Temperature. Questo registratore misura e memorizza fino a 32,000 letture

Dettagli

Istruzioni per una corretta installazione

Istruzioni per una corretta installazione INDICE > Premessa 2 Istruzioni per una corretta installazione 3 Configurazione Hardware e Software excellent Computi 3 > Nuova Installazione 4 Installazione di excellent Computi 5 > Aggiornamento di excellent

Dettagli

Breve guida ai principale comandi di Microsoft Word 2010. Corso PON " I Pitagorici Digitali"

Breve guida ai principale comandi di Microsoft Word 2010. Corso PON  I Pitagorici Digitali Breve guida ai principale comandi di Microsoft Word 2010 Corso PON " I Pitagorici Digitali" 1 In questa breve guida saranno raccolti le principale funzionalità attivabili su Word 2010 in funzione degli

Dettagli

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale Introduzione Introduzione a NTI Shadow Benvenuti in NTI Shadow! Il nostro software consente agli utenti di pianificare dei processi di backup continui che copiano una o più cartelle ( origine del backup

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Maria Maddalena Fornari Aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per

Dettagli

Stai impaginando manualmente centinaia di pagine?

Stai impaginando manualmente centinaia di pagine? Stai impaginando manualmente centinaia di pagine? il software per l'impaginazione automatica il software per l impaginazione automatica dei vostri cataloghi e listini Impaginazione automatica significa:

Dettagli

FORMAZIONE DEL PERSONALE DEL COMUNE DI MERANO NELL AMBITO DEI SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI

FORMAZIONE DEL PERSONALE DEL COMUNE DI MERANO NELL AMBITO DEI SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI FORMAZIONE DEL PERSONALE DEL COMUNE DI MERANO NELL AMBITO DEI SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI Nicola DE BERTOLDI(*), Franco GUZZETTI (**),Annalisa PELONE(***), Paolo VISKANIC (***) (*) Comune di Merano

Dettagli

TACHOSAFE Lite. Requisiti di sistema: Il TachoSafe Lite è un software per la gestione dei Dati dei tachigrafi digitali.

TACHOSAFE Lite. Requisiti di sistema: Il TachoSafe Lite è un software per la gestione dei Dati dei tachigrafi digitali. TACHOSAFE Lite Il TachoSafe Lite è un software per la gestione dei Dati dei tachigrafi digitali. Requisiti di sistema: Prima di iniziare l'installazione assicuratevi che il vostro PC è conforme alle seguenti

Dettagli

Formazione SIAR Marzo - Aprile 2007. Sistemi Informativi Territoriali. Introduzione ai. Rossi Doria Laura Direzione Ambiente Servizi ambientali

Formazione SIAR Marzo - Aprile 2007. Sistemi Informativi Territoriali. Introduzione ai. Rossi Doria Laura Direzione Ambiente Servizi ambientali Formazione SIAR Marzo - Aprile 2007 Introduzione ai Sistemi Informativi Territoriali Rossi Doria Laura Direzione Ambiente Servizi ambientali Sommario Cos è il SIT Gli strumenti del SIT L informatizzazione

Dettagli

Descrizione generale. Architettura del sistema

Descrizione generale. Architettura del sistema Descrizione generale Sister.Net nasce dall esigenza di avere un sistema generale di Cooperazione Applicativa tra Enti nel settore dell Informazione Geografica che consenta la realizzazione progressiva

Dettagli

Lezione 1: Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione - Hardware

Lezione 1: Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione - Hardware Lezione 1: Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione - Hardware 1.0 Terminologia di base 2.0 Tipi di computer 3.0 Componenti di base di un personal computer 4.0 Hardware

Dettagli

A cura di Enrico Eccel LA STAMPA UNIONE

A cura di Enrico Eccel LA STAMPA UNIONE La stampa unione permette di stampare unitamente due file di WinWord (o anche file creati con altri programmi come Excel o Access), solitamente un file che contiene dati ed un file di testo. Generalmente

Dettagli

GESTIONE CONTATTI GEOSAT

GESTIONE CONTATTI GEOSAT GESTIONE CONTATTI GEOSAT Come posso trasferire i miei Mark/Contatti da un Geosat all altro? Caso A: Da Geosat 2,4,5 ad altro Geosat 2,4,5 Per eseguire questa operazione e necessario un lettore di memory.

Dettagli

SoftWare DMGraphics. Indice. Manuale d uso. 1) Introduzione. 2) Pagine grafiche. 3) Grafici. 4) Menù

SoftWare DMGraphics. Indice. Manuale d uso. 1) Introduzione. 2) Pagine grafiche. 3) Grafici. 4) Menù SoftWare DMGraphics Manuale d uso Indice 1) Introduzione 2) Pagine grafiche. 2.1) Pagina grafica 2.2) Concetti generali 2.3) Scale dei valori 2.4) Posizionamento elementi nel grafico 3) Grafici 3.1) Grafici

Dettagli

cost manager per stampanti e plotter Versione per Windows 2000 - XP 32 - XP 64 - Vista 32 - Vista 64 Manuale d'uso

cost manager per stampanti e plotter Versione per Windows 2000 - XP 32 - XP 64 - Vista 32 - Vista 64 Manuale d'uso cost manager per stampanti e plotter Versione per Windows 2000 - XP 32 - XP 64 - Vista 32 - Vista 64 Manuale d'uso Sommario BENVENUTI IN COST MANAGER 3 CAPITOLO I - INSTALLAZIONE E PRIMO AVVIO 4 REQUISITI

Dettagli