Si descrive brevemente nel seguito la proposta di variante di destinazione d uso di una

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Si descrive brevemente nel seguito la proposta di variante di destinazione d uso di una"

Transcript

1

2 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA Si descrive brevemente nel seguito la proposta di variante di destinazione d uso di una porzione dell immobile sito in Quero, Via Feltre 16, censito catastalmente al Foglio n.34 mappale 128. Il suddetto fabbricato ricade in zona E2.3 Zone coltivate di valore paesaggistico, ed è un attività produttiva da confermare con scheda di progetto n.8. L operazione si configura come cambio di destinazione d uso senza opere, da produttivo a commerciale del piano terra dell immobile, intervento realizzabile ai sensi dell art.48, comma 7bis della L.R.11/2004 che consente varianti allo strumento urbanistico generale conseguenti alla procedura dello S.U.A.P e della L.R. n. 55 del , finalizzate all ampliamento delle attività, che risultano di esclusiva competenza comunale qualora l ampliamento medesimo comporti mutamento di destinazione d uso senza modifiche di sagoma e/o volume, come nel caso in esame. La proprietà interessata si estende su una superficie di mq.2.900,00, mentre la superficie coperta dei volumi edilizi corrisponde a mq.361,50, pertanto lo scoperto di pertinenza misura mq.2.538,50. Funzionalmente il fabbricato è suddiviso in tre piani: 1. Piano interrato a destinazione produttiva di superficie lorda pari a 204,00 mq; 2. Piano terra a destinazione produttiva di superficie lorda pari a 361,50 mq; 3. Piano primo a destinazione produttiva (uffici dell attività) di superficie lorda pari a 107,50 mq e abitazione del custode di superficie lorda pari a 99,65 mq e di volume pari a 293,10 mc (dato desunto dalla pratica di variante al P.R.G. ai sensi della L.R. n. 11 del protocollata in data al n. 171). I tre piani che compongono il corpo di fabbrica sono collegati da vano scala. La proposta di variante consiste sostanzialmente nel cambio di destinazione d uso da produttivo in commerciale del piano terra (361,50 mq di superficie lorda e 233,47 mq

3 di superficie di vendita), previa verifica del soddisfacimento dei requisiti igienicosanitari di legge e dell esistenza di adeguati spazi esterni a standard; verrà conservata la suddivisione attuale in due distinte unità immobiliari con le relative dotazioni di servizi igienici e spogliatoi. Non essendo previste opere non sarà necessaria l acquisizione del parere della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici. Ciò premesso si tratta di procedere anzitutto alla verifica dei prescritti standard a parcheggio. Il P.R.G. del Comune di Quero prescrive per le zone per insediamenti produttivi superfici da destinare a verde e parcheggio nella misura minima del 10% della superficie fondiaria sia per il verde che per il parcheggio; essendo la superficie fondiaria pari a 2.900,00 mq la quantità minima di verde e parcheggio sarà per entrambi 290,00 mq. La nuova superficie lorda commerciale ammonta a mq.361,50 dei quali mq.233,47 si intendono destinare a superficie di vendita; l art. 16 delle N.T.A. del P.R.G. del Comune di Quero prescrive per la destinazione d uso commerciale 0,8 mq di superficie da destinare a servizi ogni mq di superficie lorda di pavimento, il fabbisogno minimo di superficie a parcheggio risulta dunque essere di mq.289,20. Per la porzione residenziale, la dotazione di spazio a parcheggio prevista dalla L.122/ 89 nel rapporto di 1mq/10mc rispetto al volume urbanistico, essendo il volume esistente pari a 293,10 mc implica una superficie a parcheggio minima di 29,31 mq. Tutto ciò premesso, con riferimento alla Tav. A03 la verifica delle dotazioni minime a standard risulta soddisfatta nei seguenti termini: Parcheggi produttivi individuati =mq.296,00>mq.290,00 richiesti Verde produttivo individuato=mq.1.200,00>mq.290,00 richiesti Parcheggi commerciali individuati =mq.300,00>mq.289,20 richiesti

4 Parcheggio residenziale = mq. 31,50 > mq. 29,31 richiesti. Secondo quanto previsto per le strutture di vendita ciascun posto auto, comprensivo di stallo e relativi spazi funzionali e di manovra, equivale convenzionalmente a mq.20. Per quanto non espressamente descritto si rimanda alla visione degli elaborati grafici allegati. Imèr, IL PROGETTISTA Ing. Denni Bettega

5 DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

6 PARCHEGGIO FRONTE STRADA PARCHEGGIO ARTIGIANALE NEL RETRO

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA OGGETTO: Richiesta di trasformazione d uso, da magazzino a superficie commerciale, di un locale situato al piano interrato dell edificio in località Fontana del Comune di Livigno, contraddistinto catastalmente

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI NOGARO

COMUNE DI SAN GIORGIO DI NOGARO REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI SAN GIORGIO DI NOGARO PIANO ATTUATIVO COMUNALE DENOMINATO COMPARTO N. 1 (EX P.R.P.C. COMPARTO N. 1) VARIANTE N. 4 NON SOSTANZIALE DI

Dettagli

Comune di Spoleto. Piano Attuativo di iniziativa privata per l attuazione di un comparto FC-FZ in località San Nicolò - Spoleto

Comune di Spoleto. Piano Attuativo di iniziativa privata per l attuazione di un comparto FC-FZ in località San Nicolò - Spoleto Comune di Spoleto Piano Attuativo di iniziativa privata per l attuazione di un comparto FC-FZ in località San Nicolò - Spoleto SOGGETTO PROPONENTE Immobiliare San Nicolò s.r.l. Paolo Vinti architetto paolovinti@studiovinti.it

Dettagli

NTA - STATO DI FATTO NTA - STATO DI PROGETTO

NTA - STATO DI FATTO NTA - STATO DI PROGETTO NTA - STATO DI FATTO NTA - STATO DI PROGETTO Art. 1.03 DEROGHE ALLE PRESENTI NORME Deroghe alle presenti norme sono ammissibili nei limiti e nella forma stabiliti dall art. 41 quater, L. 17/8/1942 n. 1150,

Dettagli

Immobile sito in Via Paganini n. 30

Immobile sito in Via Paganini n. 30 Immobile sito in Via Paganini n. 30 1. CARATTERISTICHE DELLA ZONA IN CUI IL FABBRICATO E UBICATO L immobile, sito nella Circoscrizione Amministrativa n. 6 (Barriera di Milano Regio Parco Barca Bertolla

Dettagli

COMUNE DI CASNIGO RELAZIONE

COMUNE DI CASNIGO RELAZIONE COMUNE DI CASNIGO RELAZIONE DI VARIANTE AL P.G.T. PER AMPLIAMENTO INSEDIAMENTO PRODUTTIVO IN VIA PREDA N. 9 PER CONTO DELLA DITTA CILAS ALPINA S.R.L. CON PROCEDURA DI CUI ALL ART. 8 DEL D.P.R. 16072010

Dettagli

DENUNCIA D'INIZIO ATTIVITA' EDILIZIA

DENUNCIA D'INIZIO ATTIVITA' EDILIZIA Allegato Modello n 5 Spazio riservato all ufficio Protocollo Generale dell Ente Diritti di segreteria. 14,62 Allo SPORTELLO UNICO EDILIZIA - COMUNE CAMPERTOGNO C.so Umberto I n 18 - C A M P E R T O G N

Dettagli

Relazione tecnica descrittiva

Relazione tecnica descrittiva Relazione tecnica descrittiva Allegata a: intervento di rimozione parete interna ed aumento della superficie di vendita della Grande struttura di Vendita Leroy Merlin-Esercizio singolo, ubicata nel Comune

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE TAVOLA 1: NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Art. 1 - ELEMENTI COSTITUTIVI DEL PIANO PARTICOLAREGGIATO Sono elementi costitutivi del Piano Particolareggiato gli elaborati grafici e gli allegati qui di seguito

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ART. 1 PRESCRIZIONI GENERALI Il PdR di iniziativa Privata Corte il Mulino viene attuato nel rispetto delle norme di attuazione del P.R.G, delle previsioni del Piano di Recupero

Dettagli

protocollo Marca Settore Urbanistica !"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"

protocollo Marca Settore Urbanistica !################################ protocollo Marca Settore Urbanistica Euro 11,00!!"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##"##" Progettista $ % & Il sottoscritto.., residente a..., in via., n., tel., iscritto all ordine., della provincia

Dettagli

AREA SPORTELLO UNICO COMUNE DI VILLA GUARDIA (CO)

AREA SPORTELLO UNICO COMUNE DI VILLA GUARDIA (CO) Cantù, 08 Settembre 2016 Spett. le Area Gestione del Territorio AREA SPORTELLO UNICO COMUNE DI VILLA GUARDIA (CO) Oggetto: Richiesta di Approvazione del progetto di ampliamento fabbricato industriale esistente,

Dettagli

Zona destinata a insediamenti produttivi artigianali e di attrezzature commerciali e ricettive alberghiere nonché attività produzione servizi.

Zona destinata a insediamenti produttivi artigianali e di attrezzature commerciali e ricettive alberghiere nonché attività produzione servizi. VARIANTE ALL ART.13 (zona omogenea D1-Insediamenti Produttivi), ART.14(zona omogenea D2-Insediamenti Produttivi), ART.16(zona omogenea F - Attrezzature Pubbliche di interesse Comprensoriale), ART.17(zona

Dettagli

TORINO Via Bistagno, 10. Palazzo uffici

TORINO Via Bistagno, 10. Palazzo uffici TORINO Via Bistagno, 10 Palazzo uffici Aprile 2013 Localizzazione 2 Descrizione Il complesso immobiliare occupa un intero isolato, di forma romboidale, delimitato a nord-est da Via Monbasiglio, a est da

Dettagli

C O M U N E D I O P P I D O L U C A N O. AREA TECNICA SERVIZIO ASSETTO DEL TERRITORIO Ufficio Piani Programmi - Ricostruzione

C O M U N E D I O P P I D O L U C A N O. AREA TECNICA SERVIZIO ASSETTO DEL TERRITORIO Ufficio Piani Programmi - Ricostruzione C O M U N E D I O P P I D O L U C A N O Provincia di Potenza AREA TECNICA SERVIZIO ASSETTO DEL TERRITORIO Ufficio Piani Programmi - Ricostruzione VARIANTE N 2 AL PIANO ATTUATIVO DELLA ZONA C9 Comprendente:

Dettagli

NOTIZIE SULLE AZIENDA ATTIVITA PRODUTTIVA N : 102 Denominazione ditta e indirizzo sede : CALCESTRUZZI SPA Matricola CCIAA : Addetti : 3

NOTIZIE SULLE AZIENDA ATTIVITA PRODUTTIVA N : 102 Denominazione ditta e indirizzo sede : CALCESTRUZZI SPA Matricola CCIAA : Addetti : 3 NOTIZIE SULLE AZIENDA ATTIVITA PRODUTTIVA N : 102 Denominazione ditta e indirizzo sede : CALCESTRUZZI SPA Matricola CCIAA : 216610 Addetti : 3 Attività esercitata : PRODUZIONE CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO

Dettagli

STRALCI N.T.A. stato attuale

STRALCI N.T.A. stato attuale COMUNE DI LORETO Provincia di Ancona IV SETTORE Urbanistica, Edilizia Privata, Ambiente Ecologia L.R. n.34/1992 e ss.mm.ii. VARIANTE AL PRG PER ZONIZZAZIONE AREE PRODUTTIVE / COMMERCIALI - ADOZIONE - STRALCI

Dettagli

Comune di Gradara. Provincia di Pesaro e Urbino UFFICIO TECNICO RELAZIONE. Codice Istanza VBG: n. 115/2016

Comune di Gradara. Provincia di Pesaro e Urbino UFFICIO TECNICO RELAZIONE. Codice Istanza VBG: n. 115/2016 Comune di Gradara Provincia di Pesaro e Urbino UFFICIO TECNICO Codice Istanza VBG: n. 115/2016 Oggetto: Progetto comportante la variazione degli strumenti urbanistici ai sensi dell art. 8 del D.P.R. n.

Dettagli

LOTTO N. 6 Ex scuola elementare Trivignano

LOTTO N. 6 Ex scuola elementare Trivignano LOTTO N. 6 Ex scuola elementare Trivignano Direzione Patrimonio e Casa Lotto n. 6 Ex scuola elementare Trivignano UBICAZIONE: via Castellana, angolo via Cà Lin Trivignano CARATTERI GENERALI Descrizione

Dettagli

PROGETTO DI AREA ARTIGIANALE IN COMUNE DI SAN GENESIO ED UNITI (PV)

PROGETTO DI AREA ARTIGIANALE IN COMUNE DI SAN GENESIO ED UNITI (PV) Variante di PRG Redatta ai sensi del DPR 447/98 S.U.A.P. Sportello Unico Attività Produttive PROGETTO DI AREA ARTIGIANALE IN COMUNE DI SAN GENESIO ED UNITI (PV) Luglio 2009 VIA SCOPOLI, 12 27100 PAVIA

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PIANO PARTICOLAREGGIATO P.P.2 Via Ungaretti n 48

RELAZIONE TECNICA PIANO PARTICOLAREGGIATO P.P.2 Via Ungaretti n 48 COMUNE DI FLERO PROVINCIA DI BRESCIA OGGETTO: RELAZIONE TECNICA PIANO PARTICOLAREGGIATO P.P.2 Via Ungaretti n 48 Edificio Produttivo in Flero, Via Ungaretti, via Leonardo Da Vinci, via Quasimodo Proponenti:

Dettagli

HOTEL COLUMBUS srl Lungomare Trieste Lignano Sabbiadoro (UD)

HOTEL COLUMBUS srl Lungomare Trieste Lignano Sabbiadoro (UD) DA RE ngineering & c. s.r.l. Corso Vittorio Emanuele, 29/A 33170 Pordenone tel +39.0434.241503 email: info@dareengineering.it PEC: dareengineering@pec.it HOTEL COLUMBUS srl Lungomare Trieste 22-33054 Lignano

Dettagli

BANDO DI ASTA PUBBLICA IMMOBILIARE N. 1/2013. LOTTO N. 13 Area in via Nicolodi Marghera. Direzione Patrimonio e Casa

BANDO DI ASTA PUBBLICA IMMOBILIARE N. 1/2013. LOTTO N. 13 Area in via Nicolodi Marghera. Direzione Patrimonio e Casa BANDO DI ASTA PUBBLICA IMMOBILIARE N. 1/2013 LOTTO N. 13 Area in via Nicolodi Marghera Direzione Patrimonio e Casa Agosto 2013 Lotto n. 131 Area in via Nicolodi Marghera UBICAZIONE: via Nicolodi, via Balbo

Dettagli

COMUNE DI GIARRE PROVINCIA DI CATANIA

COMUNE DI GIARRE PROVINCIA DI CATANIA COMUNE DI GIARRE PROVINCIA DI CATANIA VARIANTE AL PRG ESISTENTE DA E A D1 DI UN AREA SITA NEL COMUNE DI GIARRE VIA STRADA 85 AL FINE DELL INSEDIAMENTO DI UNA STRUTTURA COMMERCIALE-ARTIGIANALE VARIANTE

Dettagli

Relazione sulle prescrizioni del D.M. 1444/68, art. 5

Relazione sulle prescrizioni del D.M. 1444/68, art. 5 Relazione sulle prescrizioni del D.M. 1444/68, art. 5 L Ufficio Varianti Urbanistiche del Servizio Pianificazione e Gestione Territoriale e Paesaggistica - Dipartimento Governo del Territorio, Mobilità

Dettagli

INTERVENTO UNITARIO CONVENZIONATO (IUC 8) VILLA ACQUA BONA

INTERVENTO UNITARIO CONVENZIONATO (IUC 8) VILLA ACQUA BONA Comune di San Lazzaro di Savena Bologna INTERVENTO UNITARIO CONVENZIONATO (IUC 8) VILLA ACQUA BONA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ELABORATO SOSTITUTIVO 06/02/2014 Art. 1 ELEMENTI COSTITUTIVI Il presente

Dettagli

Piano esecutivo per il recupero urbanistico del nucleo di edilizia ex abusiva n Pian Saccoccia

Piano esecutivo per il recupero urbanistico del nucleo di edilizia ex abusiva n Pian Saccoccia Piano esecutivo per il recupero urbanistico del nucleo di edilizia ex abusiva n. 19.11 Pian Saccoccia La manovra di recupero dei nuclei di edilizia ex abusiva L Amministrazione di Roma Capitale, fin dalla

Dettagli

TAV. 8 - Schede Urbanistiche degli ambiti oggetto di accordi ai sensi della LR 11/2004 artt.6 e 7 IV VARIANTE PI

TAV. 8 - Schede Urbanistiche degli ambiti oggetto di accordi ai sensi della LR 11/2004 artt.6 e 7 IV VARIANTE PI COMUNE DI RONCADE Provincia di Treviso IV VARIANTE PI Elaborato TAV. 8 - Scala - Schede Urbanistiche degli ambiti oggetto di accordi ai sensi della LR 11/2004 artt.6 e 7 Elaborato adeguato alla Deliberazione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA Norme tecniche per l attuazione del Piano di Lottizzazione La seguente relazione ha lo scopo di delineare le norme tecniche, per l attuazione del Piano di Lottizzazione,

Dettagli

ART. 1 DEFINIZIONI... 2 ART. 2 DESTINAZIONI D USO AMMESSE... 3 ART. 3 PARAMETRI E INDICI... 4 ART. 4 PARCHEGGI PRIVATI... 4

ART. 1 DEFINIZIONI... 2 ART. 2 DESTINAZIONI D USO AMMESSE... 3 ART. 3 PARAMETRI E INDICI... 4 ART. 4 PARCHEGGI PRIVATI... 4 INDICE ART. 1 DEFINIZIONI... 2 1.1 DESTINAZIONI... 2 1.2 SLP (mq): SUPERFICIE LORDA DI PAVIMENTO... 2 1.3 V (mc) = VOLUME... 2 1.4 H (m): ALTEZZA MASSIMA DEL FABBRICATO... 2 1.5 IT (mc/mq): INDICE VOLUMETRICO

Dettagli

COMMITTENTE: GRUPPO TOSETTO

COMMITTENTE: GRUPPO TOSETTO COMMITTENTE: GRUPPO TOSETTO PIANO URBANISTICO ATTUATIVO 'PUA GRUPPO TOSETTO_AREA D2-45' Via delle Sorgenti, Cittadella Allegato 1. Relazione tecnico descrittiva Cittadella 10 Gennaio 2017 Progettisti:

Dettagli

PdZ C22 CASALE NEI QUINQUIES

PdZ C22 CASALE NEI QUINQUIES maggio 2011 PdZ C22 CASALE NEI QUINQUIES Indice 1 Oggetto della Variante 2 Descrizione delle aree oggetto di variante 3 Dimensionamento del piano 1 Oggetto della Variante La Variante quinquies al Piano

Dettagli

RIDOTTI DEL 20% (Da applicare nella zona A) 2 Oneri Urbanizzazione Primaria. 4 Totale 34,55. 3 Oneri Urbanizzazione Secondaria.

RIDOTTI DEL 20% (Da applicare nella zona A) 2 Oneri Urbanizzazione Primaria. 4 Totale 34,55. 3 Oneri Urbanizzazione Secondaria. Tabella C/A - ONERI DI URBANIZZAZIONE - RESIDENZIALE (per ogni metro cubo di volume) COSTI MEDI COMUNALI PER URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA AGGIORNATI LUGLIO 00 RIDOTTI DEL 0% (Da applicare nella

Dettagli

PdZ D5 ROMANINA QUATER

PdZ D5 ROMANINA QUATER maggio 2011 PdZ D5 ROMANINA QUATER Indice 1 Oggetto della Variante 2 Descrizione delle aree oggetto di variante 3 Dimensionamento del piano 1 Oggetto della Variante La Variante quater al Piano di Zona

Dettagli

Scheda informativa immobile : ALLOGGIO EX ERP - VIA ANGELI N. 25

Scheda informativa immobile : ALLOGGIO EX ERP - VIA ANGELI N. 25 Scheda informativa immobile : ALLOGGIO EX ERP - VIA ANGELI N. 25 Ubicazione: Provincia: Comune: Via: Forlì-Cesena Cesena Angeli n. 25 Destinazione prevalente: Stato occupazionale: Tipologia immobiliare:

Dettagli

Piano Esecutivo relativo al Nucleo di edilizia ex abusiva da recuperare n denominato Pantanelle Via Montagnana

Piano Esecutivo relativo al Nucleo di edilizia ex abusiva da recuperare n denominato Pantanelle Via Montagnana Piano Esecutivo relativo al Nucleo di edilizia ex abusiva da recuperare n. 19.6 denominato Pantanelle Via Montagnana La manovra di recupero dei nuclei di edilizia ex abusiva L Amministrazione di Roma Capitale,

Dettagli

PdZ 20 PONTE DI NONA OCTIES

PdZ 20 PONTE DI NONA OCTIES maggio 2011 PdZ 20 PONTE DI NONA OCTIES Indice 1 Oggetto della Variante 2 Descrizione delle aree oggetto di variante 3 Dimensionamento del piano 1 Oggetto della Variante La Variante octies al Piano di

Dettagli

riccardo albertini architetto COMUNE DI PADOVA - PROVINCIA DI PADOVA - via corsica / via mandelli - NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

riccardo albertini architetto COMUNE DI PADOVA - PROVINCIA DI PADOVA - via corsica / via mandelli - NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE COMUNE DI PADOVA - PROVINCIA DI PADOVA - via corsica / via mandelli - PROGETTO: RICHIESTA DI MODIFICA NON SOSTANZIALE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO - P.U.A. "LETIZIA" Convenzione del 03/02/2010 rep. 65797

Dettagli

Specifiche urbanistiche CA' GUERRA

Specifiche urbanistiche CA' GUERRA VARIANTE PARZIALE AL PRG VIGENTE PER LA ZONA D2 DELLA TAV. 201.III.B15-CA' GUERRA, PER LA ZONA B25 DELLA TAV. 201.III.B13-SCHIETI E PER LA ZONA B17 DELLA TAV. 201.III.B12-PIEVE DI CAGNA Specifiche urbanistiche

Dettagli

REGOLAMENTO URBANISTICO NORME DI ATTUAZIONE VARIANTE CONFRONTO FRA NORME PROPOSTE E NORME APPROVATE DALLA COMMISSIONE AMBIENTE E TERRITORIO

REGOLAMENTO URBANISTICO NORME DI ATTUAZIONE VARIANTE CONFRONTO FRA NORME PROPOSTE E NORME APPROVATE DALLA COMMISSIONE AMBIENTE E TERRITORIO REGOLAMENTO URBANISTICO NORME DI ATTUAZIONE VARIANTE CONFRONTO FRA NORME PROPOSTE E NORME APPROVATE DALLA COMMISSIONE AMBIENTE E TERRITORIO NORME PROPOSTE Art. 28 Centri urbani - Zone di completamento.

Dettagli

COMUNE DI CASNIGO. Provincia di Bergamo

COMUNE DI CASNIGO. Provincia di Bergamo COMUNE DI CASNIGO Provincia di Bergamo Relazione di variante al P.G.T. per insediamento attività in via S. Carlo, 39 in edificio produttivo esistente, mediante riqualificazione ambientale, per conto della

Dettagli

RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA ai sensi dell'articolo 36 DPR e successive modifiche ed integrazioni CHIEDE

RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA ai sensi dell'articolo 36 DPR e successive modifiche ed integrazioni CHIEDE in bollo - 1) Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE RICHIEDENTE: RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA ai sensi dell'articolo 36 DPR 06.06.2001 e successive

Dettagli

PdZ D6 OSTERIA DEL CURATO 2 QUATER

PdZ D6 OSTERIA DEL CURATO 2 QUATER maggio 2011 PdZ D6 OSTERIA DEL CURATO 2 QUATER Indice 1 Oggetto della Variante 2 Descrizione delle aree oggetto di variante 3 Dimensionamento del piano 1 Oggetto della Variante La Variante quater al Piano

Dettagli

Sportello Unico per le Attività Produttive

Sportello Unico per le Attività Produttive Comune di Vicenza Dipartimento Territorio Sportello Unico per le Attività Produttive N. P.G. N. Progr. N. Capofila. Riservato agli uffici Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di Vicenza

Dettagli

Oggetto: Piano Attuativo Comparto ST5_E07 Via P. Borsellino

Oggetto: Piano Attuativo Comparto ST5_E07 Via P. Borsellino RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA Fano, lì 20 ottobre 2016 Oggetto: Piano Attuativo Comparto ST5_E07 Via P. Borsellino (Già Convenzione del 3/8/2012 Notaio A. de Martino Rep. N. 109.797 Racc. n. 31.262 e

Dettagli

Comune di Gradara Provincia di Pesaro e Urbino UFFICIO TECNICO

Comune di Gradara Provincia di Pesaro e Urbino UFFICIO TECNICO Comune di Gradara Provincia di Pesaro e Urbino UFFICIO TECNICO Pratica SUE n. 2018/104 Pratica SUAP n. 000474/2018 Oggetto: Progetto comportante la variazione degli strumenti urbanistici ai sensi dell

Dettagli

COMUNE DI ROCCA DI PAPA Città Metropolitana di Roma Capitale

COMUNE DI ROCCA DI PAPA Città Metropolitana di Roma Capitale ALLEGATO A1 COMUNE DI ROCCA DI PAPA Città Metropolitana di Roma Capitale Corso della Costituente n 26 Centralino (06) 9428611 C.A.P. 00040 Fax (06) 9499164 Codice Fiscale 01238260580 Partita IVA 00975471004

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA Allegata alla segnalazione certificata inizio attività

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA Allegata alla segnalazione certificata inizio attività OGGETTO: Segnalazione certificata inizio attività per la realizzazione di presso, in via, n. Ditta:, in via, n., CF. Progettista:, iscritto all ordine/albo, della provincia di, al n. RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Allegato A. ESTRATTI STRUMENTO URBANISTICO GENERALE (VIGENTE, VARIANTE) ART e 24 DELLE NTA DEL PRG

Allegato A. ESTRATTI STRUMENTO URBANISTICO GENERALE (VIGENTE, VARIANTE) ART e 24 DELLE NTA DEL PRG COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia settore urbanistica ed edilizia privata VARIANTE URBANISTICA PARZIALE - AI SENSI DEL I COMMA, ARTICOLO 48 DELLA LEGGE REGIONALE 23 APRILE 2004 N. 11, AI SENSI DELLE

Dettagli

Immobile sito in Via Orbetello n. 113

Immobile sito in Via Orbetello n. 113 Immobile sito in Via Orbetello n. 113 1. CARATTERISTICHE DELLA ZONA IN CUI IL FABBRICATO E UBICATO L immobile, sito nella Circoscrizione Amministrativa n. 5 (Borgo Vittoria Madonna di Campagna Lucento

Dettagli

Indice di fabbricabilità territoriale = 2,5 mc/mq. Indice di fabbricabilità fondiaria = 4,0 mc/mq

Indice di fabbricabilità territoriale = 2,5 mc/mq. Indice di fabbricabilità fondiaria = 4,0 mc/mq 1. PARAMETRI URBANISTICI EDILIZI DEL P.R.G.C. VIGENTE Indice di fabbricabilità territoriale = 2,5 mc/mq Indice di fabbricabilità fondiaria = 4,0 mc/mq Rapporto di copertura = 45% della Superficie Fondiaria

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. ART 17 - Interventi nelle aree di tipo TR1 e TR2 (complessi turistico ricettivi)

RELAZIONE TECNICA. ART 17 - Interventi nelle aree di tipo TR1 e TR2 (complessi turistico ricettivi) RELAZIONE TECNICA 1) Ubicazione dell'area. L area oggetto di Strumento Urbanistico Esecutivo ricade nel Comune di Limone Piemonte, zona Almellina, sul lato destro salendo la strada dell'almellina. Contraddistinta

Dettagli

SCHEDA n 1 Localita Onara Data rilievo: Anno 2014

SCHEDA n 1 Localita Onara Data rilievo: Anno 2014 - D.G.R. 1047 del 18/06/2013 art.2/6 lett.b SCHEDA DESCRITTIVA AREA DEGRADATA SCHEDA n 1 Localita Onara Data rilievo: Anno 2014 Documentazione fotografica Estratto ortofotopiano sc. 1/5000 Localizzazione

Dettagli

Regolamento urbanistico e Regolamento edilizio

Regolamento urbanistico e Regolamento edilizio Regolamento urbanistico e Regolamento edilizio TAVOLO DELLE PROFESSIONI TECNICHE PIETRASANTA 18 SETTEMBRE 2014 DISTANZE ART. 4 NTA Distanze tra edifici: 10 mt pareti finestrate (DM 1444/68) Distanze tra

Dettagli

A & P Studio Tecnico Achilli & Perugini. Progettista: Arch.Ermanno Achilli RELAZIONE TECNICA CALCOLO PLANIVOLUMETRICO CALCOLO ILLUMINOTECNICO

A & P Studio Tecnico Achilli & Perugini. Progettista: Arch.Ermanno Achilli RELAZIONE TECNICA CALCOLO PLANIVOLUMETRICO CALCOLO ILLUMINOTECNICO Protocollo n : 692 A & P Studio Tecnico Achilli & Perugini Progettista: Arch.Ermanno Achilli Via S.Pellico 15 62012 Civitanova M. Tel. 0733/813609 Fax 0733/782910 email:info@tecnoarc.it Località:COMUNE

Dettagli

Corso integrativo di preparazione all Esame di Stato per l abilitazione della libera professione di Geometra anno 2016

Corso integrativo di preparazione all Esame di Stato per l abilitazione della libera professione di Geometra anno 2016 Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Genova Corso integrativo di preparazione all Esame di Stato per l abilitazione della libera professione di Geometra anno 2016 Paolo De Lorenzi - 2016

Dettagli

ATU01 Localizzazione ecografica:

ATU01 Localizzazione ecografica: 285 N. Ambito ATU01 Localizzazione ecografica: via Mazzini Localizzazione catastale: Foglio 13, mappali 5360, 5359, 780, 781 p. (da verificare e confermare, a cura dei soggetti attuatori, a seguito di

Dettagli

Regolamento Regionale 18/02/2015 n. 2, Art. 141

Regolamento Regionale 18/02/2015 n. 2, Art. 141 COMUNE DI ORVIETO Provincia di Terni UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA UFFICIO SUAPE Regolamento Regionale 18/02/2015 n. 2, Art. 141 DEFINIZIONE NUOVI PARAMETRI IN MATERIA DI CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

PIANO DEGLI INTERVENTI VARIANTE N.

PIANO DEGLI INTERVENTI VARIANTE N. COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO PIANO DEGLI INTERVENTI VARIANTE N. 4 deliberazione del consiglio comunale n. 82 del 17.10.2014 di adozione della variante parziale per la disciplina delle attività produttive

Dettagli

Norme specifiche per i singoli interventi

Norme specifiche per i singoli interventi 1 Norme specifiche per i singoli interventi 1. La normativa che segue è riferita alle singole zone individuata negli elaborati grafici del RU in scala 1/2000 con apposita campitura, sigla e numero di riferimento.

Dettagli

NOTE: Il testo evidenziato con il colore blu è stato inserito a seguito del recepimento delle osservazioni da parte

NOTE: Il testo evidenziato con il colore blu è stato inserito a seguito del recepimento delle osservazioni da parte NOTE: Il testo evidenziato con il colore blu è stato inserito a seguito del recepimento delle osservazioni da parte della Giunta Comunale come proposto da progettista Dirigente del Settore Gestione del

Dettagli

Gianluca Nacci geometra

Gianluca Nacci geometra STUDIO TECNICO ASSOCIATO DI ARCHITETTURA Gianluca Nacci geometra Via Pozzo n. 7 San Miniato Basso (PI) tel. e fax 0571-401380 e-m@il studiodpn@libero.it Comune di San Miniato Seconda variante al Piano

Dettagli

Relazione di Variante Urbanistica

Relazione di Variante Urbanistica Relazione di Variante Urbanistica 1. Premessa La presente Relazione è relativa alla Variante Urbanistica del P.U.C. di una Zona S per Servizi Pubblici finalizzata al cambio di destinazione urbanistica

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DI VARIANTE RICHIESTA DI VARIANTE URBANISTICA. TISCO spa Via S. Gottardo 6 Villa Guardia

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DI VARIANTE RICHIESTA DI VARIANTE URBANISTICA. TISCO spa Via S. Gottardo 6 Villa Guardia 2016 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DI VARIANTE RICHIESTA DI VARIANTE URBANISTICA TISCO spa Via S. Gottardo 6 Villa Guardia Il Progettista: Dott. Ing. Paolo Terraneo 22063 Cantù (Co)- Via U. da Canturio n 22 Albo

Dettagli

Relazione Tecnica PI - Variante 4. PIANO degli INTERVENTI

Relazione Tecnica PI - Variante 4. PIANO degli INTERVENTI Relazione Tecnica PI - Variante 4 COMUNE DI THIENE Settore V - Sviluppo del Territorio UFFICIO URBANISTICA PIANO degli INTERVENTI Variante n 6 OTTOBRE 2014 VARIANTE AL PIANO DEGLI INTERVENTI IN ADEMPIMENTO

Dettagli

Consiglio comunale del 22 marzo 2015

Consiglio comunale del 22 marzo 2015 Consiglio comunale del 22 marzo 2015 -------------------------------- il progetto per una nuova area commerciale in via Ivrea 7 RELAZIONE TECNICA attualmente formata da fabbricati produttivi dismessi e

Dettagli

RELAZIONE PAESAGGISTICA AI SENSI DEL D.P.C.M. 12/12/2005

RELAZIONE PAESAGGISTICA AI SENSI DEL D.P.C.M. 12/12/2005 ISTANZA DI PERMESSO DI COSTRUZIONE PER S.U.A.P. (art. 8 DPR n.160/2010) AMPLIAMENTO COMMERCIALE FUNZIONALE ALL ATTIVITA Edificio ad uso residenziale-commerciale, tipologia unifamiliare, sito in Via Masieri,

Dettagli

Relazione Programmatica estratti normativi estratti cartografici

Relazione Programmatica estratti normativi estratti cartografici Elaborato Comune di ARCOLE Provincia di Verona P.I. IV variante Scala Relazione Programmatica estratti normativi estratti cartografici Variante al Piano degli Interventi per approvazione del progetto preliminare

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA RELAZIONE ILLUSTRATIVA Progettista: Dott. Ingegnere Ricci Christian nato a Lucca il giorno 8 marzo 1973, con studio in Lucca via Domenico Chelini n. 49, inscritto all Albo degli Ingegneri della Provincia

Dettagli

Comune di Lonate Ceppino Servizi Urbanistici

Comune di Lonate Ceppino Servizi Urbanistici Comune di Lonate Ceppino Servizi Urbanistici RELAZIONE TECNICA E SCHEDA RIASSUNTIVA DEL PROGETTO DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DEL PERMESSO DI COSTRUIRE, COMPILATA A CURA DEL PROGETTISTA. PRATICA EDILIZIA n.

Dettagli

Piano esecutivo per il recupero urbanistico del nucleo di edilizia ex abusiva n Fosso della Castelluccia

Piano esecutivo per il recupero urbanistico del nucleo di edilizia ex abusiva n Fosso della Castelluccia Piano esecutivo per il recupero urbanistico del nucleo di edilizia ex abusiva n. 12.03 Fosso della Castelluccia La manovra di recupero dei nuclei di edilizia ex abusiva L Amministrazione di Roma Capitale,

Dettagli

bfm s.r.l. COSTRUZIONE MACCHINE PER MATERIE PLASTICHE

bfm s.r.l. COSTRUZIONE MACCHINE PER MATERIE PLASTICHE bfm s.r.l. COSTRUZIONE MACCHINE PER MATERIE PLASTICHE EDIFICAZIONE IN AMPLIAMENTO DI FABBRICATO PRODUTTIVO sito in Comune di Solbiate Olona, via IV Novembre n. 159 MAPPALE n 1368 FOGLIO 4 MAPPALE n 7829

Dettagli

P.d.R. PIANO DELLE REGOLE

P.d.R. PIANO DELLE REGOLE INDICE SCHEDE PIANO DI RECUPERO n. 1 Area ex-biarmato S.P. n. 1 (Loc. Cna Durona) PIANO DI RECUPERO n. 2 Area ex-scania Ambito commerciale Montebello PIANO DI RECUPERO n. 3 Area ex-distributore carburanti

Dettagli

RELAZIONE TECNICA-DESCRITTIVA E DI CONFORMITA alle N.T.A. del P.G.T. comunale al REGOLAMENTO EDILIZIO comunale al REGOLAMENTO LOCALE D IGENE

RELAZIONE TECNICA-DESCRITTIVA E DI CONFORMITA alle N.T.A. del P.G.T. comunale al REGOLAMENTO EDILIZIO comunale al REGOLAMENTO LOCALE D IGENE RELAZIONE TECNICA-DESCRITTIVA E DI CONFORMITA alle N.T.A. del P.G.T. comunale al REGOLAMENTO EDILIZIO comunale al REGOLAMENTO LOCALE D IGENE OGGETTO: Domanda di Permesso di costruire Terreni distinti al

Dettagli

Scheda n. 1: Palazzo Lea Corielli sede Ceod

Scheda n. 1: Palazzo Lea Corielli sede Ceod Allegato sub. A ) alla delibera di Consiglio Comunale n. 79 del 27.12.2017 1 2 Scheda n. 1: Palazzo Lea Corielli sede Ceod (art. 58, decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni dalla

Dettagli

Allegato "A" NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE - VARIANTE N.4

Allegato A NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE - VARIANTE N.4 Comune di LEGNAGO Provincia di VERONA Oggetto : VARIANTE N.4 DI PROGETTO RELATIVA ALLA LOTIZZAZIONE DI INIZIATIVA PRIVATA A DESTINAZIONE ARTIGIANALE/COMMERCIALE DENOMINATA CA MULA 2, DA REALIZZARE IN LOCALITA

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA PLANIVOLUMETRICO

RELAZIONE ILLUSTRATIVA PLANIVOLUMETRICO PROVINCIA DI LIVORNO COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO OGGETTO: PALNIVOLUMETRICO del Comparto 3t-13 - insediamento in area a destinazione commerciale direzionale servizi in Rosignano Solvay località Le Morelline,

Dettagli

Allegato sub. A ) alla delibera di Consiglio Comunale n. 3 del

Allegato sub. A ) alla delibera di Consiglio Comunale n. 3 del Allegato sub. A ) alla delibera di Consiglio Comunale n. 3 del 30.01.2017 1 2 Scheda n. 1: Palazzo Lea Corielli sede Ceod (art. 58, decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni dalla

Dettagli

N.T.A. del P.R.G. CON MODIFICHE

N.T.A. del P.R.G. CON MODIFICHE N.T.A. del P.R.G. CON MODIFICHE ( Cancellazioni / aggiunte ) Art. 83 - Ambito di recupero ambientale della zona produttiva lungo la Statale Fermana (sottozona D 1.3) 1 Il fondovalle del Rio Petronilla,

Dettagli

PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI AI SENSI DELL ART. 58 DEL D.L. 112/2008

PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI AI SENSI DELL ART. 58 DEL D.L. 112/2008 Allegato a Delibera Consiglio Comunale N. del ALLEGATO 2 PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI AI SENSI DELL ART. 58 DEL D.L. 112/2008 ESERCIZIO 2010 Allegato a Delibera Consiglio Comunale

Dettagli

S c h e d a t e c n i c a

S c h e d a t e c n i c a Modello 2 Comune di SAN BENIGNO CANAVESE 10080 - P.zza Vittorio Emanuele II n 9 P.IVA 01875020016 Tel. 011-988.01.00 011.988.00.54 fax 011-988.77.99 e-mail: direzione.utc@comunesanbenigno.it Area Tecnica

Dettagli

Lotto 7. Ex Scuola elementare di Tessera Via Pinerolo 22 Favaro Veneto

Lotto 7. Ex Scuola elementare di Tessera Via Pinerolo 22 Favaro Veneto Lotto 7 Ex Scuola elementare di Tessera Via Pinerolo 22 Favaro Veneto ex Scuola elementare di Tessera UBICAZIONE: via Pinerolo 6, Tessera Favaro Veneto Descrizione dell immobile CARATTERI GENERALI Ubicazione

Dettagli

SCHEDA SINTETICA DEI PARAMETRI DELL INTERVENTO

SCHEDA SINTETICA DEI PARAMETRI DELL INTERVENTO SCHEDA NTETICA DEI PARAMETRI DELL INTERVENTO DITTA/RICHIEDENTE Legale rappresentante (nome) (nome) (cognome) (cognome) UBICAZIONE INTERVENTO (via) (località) ESTREMI CATASTALI Fg. Part. Sub Fg. Part. Sub

Dettagli

Massimo 30% Ml. 10,50. Minimo ml. 5,00.

Massimo 30% Ml. 10,50. Minimo ml. 5,00. Art. 87 SIMBOLOGIA IN CARTOGRAFIA DI PRGC r r 1) CARATTERISTICHE DELLE AREE Sono aree che comprendono immobili singoli o comunque complessi di esigua entità, le cui condizioni richiedono operazioni di

Dettagli

Immobile sito in Via San Francesco da Paola n. 3

Immobile sito in Via San Francesco da Paola n. 3 Immobile sito in Via San Francesco da Paola n. 3 1. CARATTERISTICHE DELLA ZONA IN CUI IL FABBRICATO E UBICATO L edificio è sito nella Circoscrizione Amministrativa n. 1 (Centro Crocetta) ed è ubicato in

Dettagli

COMUNE DI NERVESA DELLA BATTAGLIA

COMUNE DI NERVESA DELLA BATTAGLIA COMUNE DI NERVESA DELLA BATTAGLIA Piano Regolatore Generale ai sensi dell'art. 42 della L. R. 27 giugno 1985 n. 61 Norme Tecniche di Attuazione Allegato 5 Interventi edilizi su insediamenti produttivi

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA REGIONE VENETO PROVINCIA DI VENEZIA C O M U N E D I S A L Z A N O RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RICHIESTA S.U.A.P. PER PROGETTO RISTRUTTURAZIONE ED AMPLIAMENTO ATTIVITA AD USO PARUCCHIERA (ai sensi dell

Dettagli

Richiesta PERMESSO DI COSTRUIRE

Richiesta PERMESSO DI COSTRUIRE Marca da bollo Al signor Sindaco del Comune di Castelfranco Veneto Oggetto: Richiesta PERMESSO DI COSTRUIRE Le sottoscritte ditte CONSORZIO TREVILLE con sede in Castelfranco Veneto (TV), Borgo Treviso

Dettagli

Comune di Lacchiarella

Comune di Lacchiarella Comune di Lacchiarella Città Metropolitana di Milano Piano di Governo del Territorio 2012 Piano delle Regole Variante delle NTA 24 giugno 2016 Arch. Marco Engel con arch. Franco Aprà 1. Premessa Nella

Dettagli

COMUNE DI RIMINI CF/P.IVA

COMUNE DI RIMINI CF/P.IVA COMUNE DI RIMINI CF/P.IVA 00304260409 DIREZIONE PIANIFICAZIONE E GESTIONE TERRITORIALE Settore Pianificazione Attuativa ed Edilizia Residenziale Pubblica U.O. Piani Attuativi Privati NORME TECNICHE DI

Dettagli

ESTRATTO NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Art. 103

ESTRATTO NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Art. 103 ESTRATTO NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Art. 103 LEGENDA: parti da eliminare nuove introduzioni 3 Funzione abitativa (R) R1 - Residenza spazi fisici e strutture Comprendono gli edifici e le aree di pertinenza

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Provincia di Udine COMUNE SAN GIORGIO DI NOGARO Legge Regionale n.52

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Provincia di Udine COMUNE SAN GIORGIO DI NOGARO Legge Regionale n.52 DICHIARAZIONE CON DIMOSTRAZIONE TECNICA RELATIVA ALLA CONFORMITA URBANISTICA (V^ circolare esplicativa L.R.52/1991) La presente dimostrazione tecnica viene sviluppata utilizzando lo schema di cui alla

Dettagli

CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO

CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO VARIANTE ALLA CLASSIFICAZIONE ACUSTICA Adeguamento ai sensi della L.R. 15/2001 RELAZIONE ILLUSTRATIVA Adottata con delibera di C.C. n del / / Approvata con delibera

Dettagli