CAPITOLATO SPECIALE. Affidamento del servizio di sviluppo e manutenzione del SITO WEB ISTITUZIONALE di ARPA Lombardia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE. Affidamento del servizio di sviluppo e manutenzione del SITO WEB ISTITUZIONALE di ARPA Lombardia"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE Affidamento del servizio di sviluppo e manutenzione del SITO WEB ISTITUZIONALE di ARPA Lombardia 1 Via I. Rosellini 17, Milano tel fax sito web

2 INDICE Art. 1 Oggetto del servizio... 3 Art. 2 Importo e durata del servizio... 3 Art. 3 Sicurezza... 3 PARTE I - SPECIFICHE TECNICHE... 4 Art. 4 Tipologia dei servizi richiesti... 4 Art. 5 Descrizione dei servizi richiesti... 8 Art. 6 Gestione del processo di manutenzione... 9 Art. 7 Documentazionedi sistema Art. 8 Figure professionali e competenze PARTE II DISPOSIZIONI NORMATIVE Art. 9 Condizioni generali Art. 10 Oneri ed obblighi dell Affidatario Art. 11 Responsabile per l esecuzione del contratto Art. 12 Direttore Tecnico dell Affidatario Art. 13 Identificazione e professionalità del personale Art. 14 Modalità e termini di esecuzione del servizio Art. 15 Cauzione definitiva Art. 16 Presa in carico del servizio Art. 17 Corrispettivi Art. 18 Fatturazione, pagamenti, tracciabilità dei flussi finanziari Art. 19 Proprietà dei dati e del software Art. 20 Penali Art. 21 Cessione dei crediti Art. 22 Subappalto Art. 23 Stipulazione del contratto Art. 24 Brevetti industriali e Diritti d autore Art. 25 Danni, Responsabilità Civile e Polizza Assicurativa Art. 26 Risoluzione del contratto Art. 27 Recesso Art. 28 Clausola limitativa della proponibilità di eccezioni Art. 29 Foro competente Art. 30 Disposizioni finali Art. 31 Informativa trattamento dati personali ALLEGATI TECNICI... 24

3 DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Oggetto del servizio L'oggetto del servizio è lo sviluppo del nuovo sito web istituzionale di ARPA Lombardia nelle varie componenti e funzionalità, con relativa manutenzione correttiva, ordinaria ed evolutiva post produzione. E prevista inoltre la manutenzione ordinaria del sito attuale fino al rilascio del nuovo. Art. 2 Importo e durata del servizio L importo posto a base di gara è pari a euro Centonovantasettemiladuecento,00 ( ,00) oltre IVA 22%, ripartiti secondo le attività di cui all art. 4 e 5. Il Contratto avrà durata di 36 mesi, a decorrere dalla firma del contratto o, qualora ci sia carattere d urgenza, nel periodo di stand still. Il servizio sarà affidato a seguito di espletamento di procedura aperta sotto soglia comunitaria con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi del combinato disposto degli artt. 3 c.37, 124 e 83 del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Le modalità di partecipazione alla procedura sono definite nel disciplinare al quale integralmente si rimanda. Il corrispettivo determinato in sede di gara resta fisso e invariabile per tutta la durata contrattuale. È facoltà di Arpa Lombardia prorogare la durata del contratto di ulteriori 6 mesi ai medesimi prezzi, patti e condizioni contrattuali. Art. 3 Sicurezza Con riferimento al d.lgs.81/2008, si precisa che non sono previsti oneri per la sicurezza derivanti da rischi interferenti, in quanto le prestazioni oggetto del contratto non determinano interferenze con altre attività di Arpa Lombardia o di altre imprese.

4 PARTE I - SPECIFICHE TECNICHE Art. 4 Tipologia dei servizi richiesti Il servizio oggetto dell affidamento è costituito da: - sviluppo del nuovo sito web istituzionale dell Agenzia - attività di manutenzione correttiva e ordinaria, a partire dalla messa in produzione del nuovo sito fino al termine dell incarico - attività di manutenzione evolutiva (attività aggiuntive oltre allo sviluppo iniziale), a partire dalla messa in produzione del nuovo sito fino al termine dell incarico - attività di manutenzione ordinaria del sito attuale, fino al rilascio in produzione del nuovo. Per quanto riguarda le tipologie di manutenzione previste si distingue: o Manutenzione Correttiva o Manutenzione Ordinaria o Manutenzione Evolutiva Manutenzione Correttiva Per manutenzione correttiva si intende la diagnosi e la rimozione delle cause dei malfunzionamenti nelle procedure, nei programmi in esercizio e nelle interfacce nonché la diagnosi e la rimozione degli effetti di detti malfunzionamenti. I difetti presenti nel codice sorgente o nelle specifiche di formato o di base dati, non rilevati a suo tempo durante il ciclo di sviluppo o il collaudo, sono risolti dal servizio di manutenzione correttiva. Nell ambito del servizio il fornitore dovrà disporre in proprio anche dell eventuale competenza sistemistica necessaria alla corretta soluzione del malfunzionamento. Il servizio di manutenzione correttiva è normalmente attivato da una segnalazione di impedimenti all esecuzione dell applicazione/funzione o dal riscontro di differenze fra l effettivo funzionamento del software applicativo e quello atteso, come previsto dalla relativa documentazione o comunque determinato dai controlli che vengono svolti durante l attività dell utente. Gli interventi di manutenzione correttiva non comportano alcun aggravio di costi. Devono essere presi in carico e risolti come da SLA di tabella seguente; in caso contrario il Fornitore dovrà documentare le motivazione del ritardo proponendo una tempistica di risoluzione, che dovrà essere validata da parte del Responsabile ARPA

5 SLA (Service Level Agreement) per manutenzione correttiva, in base a 2 livelli di criticità/urgenza differenziati (1= urgente, 2 = non urgente) da specificare sempre all atto della segnalazione del malfunzionamento, poi da confermare alla presa in carico da parte del Fornitore: Caratteristica Feedback (via mail) di accettazione della richiesta di supporto con presa in carico da parte del Fornitore/Specialista. Feedback (via mail) di accettazione della richiesta di supporto con presa in carico da parte del Fornitore/Specialista. Risoluzione problema. In casi di elevata complessità: proposta di dettaglio per la risoluzione (comunque da validare da parte del Responsabile ARPA) Risoluzione problema. In casi di elevata complessità: proposta di dettaglio per la risoluzione comunque da validare da parte del Responsabile ARPA) Livello Obiettivo urgenza/criticità 1 entro 2 ore 2 entro 4 ore 1 entro 8 ore 2 entro 16 ore Orario di servizio Tutti (Lu-Ve) (Sa) Preavviso minimo per sospensione programmata - 1 giorno del servizio (per operazioni di manutenzione) Frequenza report, con elenco di: - chiamate aperte (e relativi dettagli) - tempi di risoluzione - numero e tipologia assistenze - Settimanale Settimanale Mensile Tabella 1 Note su SLA: - Livelli criticità: 1 = urgente (problema bloccante - critico) 2 = non urgente (problema non bloccante) - Ore e giorno si intendono lavorativi - La richiesta/segnalazione va effettuata ad un indirizzo mail (o servizio di ticketing dedicato) del Fornitore, concordato entro i primi 15 giorni dalla firma del contratto

6 - Il feedback della richiesta/segnalazione e relativa presa in carico va effettuata verso l indirizzo mail dell utente che l ha inviata, in cc al Responsabile ARPA o suo delegato (sempre) - Le parti si incontreranno per l analisi del servizio e dei relativi SLA con cadenza almeno bimestrale, in base ad un calendario da definirsi congiuntamente. Manutenzione Ordinaria La manutenzione ordinaria comprende gli interventi non rilevanti di adeguamento dei sistemi informativi. Per modifiche non rilevanti si intendono modifiche con effort stimato generalmente non maggiore a 2 giorni di lavoro/uomo e che non comportano attività di progettazione. La classificazione delle modifiche è di esclusiva pertinenza del Responsabile ARPA Lombardia, previa verifica con il Responsabile Fornitore. Interventi di manutenzione ordinaria possono essere conseguenti a modifiche hardware, software di base, leggi, regolamenti, norme, organizzazione, ecc.. Gli interventi sono sempre finalizzati ad assicurare la costante aderenza delle procedure e del software alla evoluzione dell'ambiente tecnologico e l'ottimizzazione dei tempi di risposta al crescere di banche dati, con requisiti iniziali invariati. Attività di formazione interna pre e post-produzione rientrano in attività di manutenzione ordinaria, fino alla data di termine dell incarico. Le attività di manutenzione ordinaria sono attivabili su richiesta e sono gestite con canone fisso bimestrale, come da specifiche di cui all art. 18 del presente capitolato. Di seguito gli SLA (Service Level Agreement) per attività di manutenzione ordinaria, in base a 2 livelli di criticità/urgenza differenziati, da specificare sempre all atto della segnalazione del malfunzionamento, poi da confermare alla presa in carico da parte del Fornitore: Caratteristica Livello Obiettivo urgenza/criticità Feedback (via mail) dalla richiesta supporto Tutti entro 8 ore Presa in carico e analisi da parte dello specialista 1 entro 8 ore entro Presa in carico e analisi da parte dello specialista 2 entro 24 ore Esecuzione intervento Tutti Concordato in base a specifico intervento Orario di servizio Tutti (Lu-Ve)

7 Frequenza report con elenco di: - chiamate aperte (e relativi dettagli) - tempi di risoluzione - numero e tipologia assistenze Tabella (Sa) Settimanale Settimanale Mensile Note su SLA: - Livelli criticità: 1 = urgente (problema bloccante - critico) 2 = non urgente (problema non bloccante) - Ore e giorno si intendono lavorativi - La richiesta/segnalazione va effettuata ad un indirizzo mail (o servizio di ticketing dedicato) del Fornitore, concordato entro i primi 15 giorni dalla firma del contratto - Il feedback della richiesta/segnalazione va effettuata verso l indirizzo mail dell utente che l ha inviata, in cc al Responsabile ARPA o suo delegato (sempre) - Le parti si incontreranno per l analisi del servizio e dei relativi SLA con cadenza minimo bimestrale, in base ad un calendario da definirsi congiuntamente. Tali attività e regole di manutenzione ordinaria si applicano: - al sito attualmente in produzione, dalla data di inizio incarico fino alla data di rilascio in produzione del nuovo - al sito nuovo, dalla data di rilascio a fine incarico. Manutenzione Evolutiva Per manutenzione evolutiva si intendono le attività finalizzate a migliorare gli aspetti funzionali del sistema informativo, una volta concluso e rilasciato in produzione il nuovo sito. Può comprendere l estensione delle sezioni esistenti o l aggiunta di nuovi moduli/sezioni. Il ricorso alla manutenzione evolutiva è necessario per rispondere a tutte le esigenze di adeguamento particolarmente complesse (in generale > 3 gg lavorativi) che non possono rientrare nella manutenzione ordinaria poiché necessitano di progettazione e pianificazione specifica di interventi e impatti. Gli interventi di manutenzione evolutiva non devono alterare l architettura generale del sistema, se non espressamente richiesto, e non possono modificare gli standard tecnologici adottati. Può rientrare nell attività di manutenzione evolutiva l adeguamento dell applicativo alle nuove versioni degli ambienti/sistemi operativi. La manutenzione evolutiva comprende quindi l analisi, la progettazione, lo sviluppo, il test e la documentazione delle nuove funzionalità e/o modifiche-integrazioni richieste. Comprende inoltre la partecipazione alle riunioni di analisi e di riesame con ARPA.

8 Le attività di manutenzione evolutiva sono sempre organizzate in pacchetti di sviluppo (milestones). Ogni milestone è quindi un insieme di attività omogenee riferito a step di sviluppo specifici, la cui conclusione è conseguente alla predisposizione dei relativi output validati da ARPA. Tali step di sviluppo sono elencati e descritti nella tabella seguente: Step di sviluppo Output raccolta e analisi delle esigenze documento di piano con descrizione delle attività da effettuare progettazione e sviluppo documento di progettazione (comprensivo di tempistiche), consegna e installazione sviluppi effettuati su ambiente di pre-produzione ARPA test/collaudo (in ambiente di doc. esiti piano/i di test (se negativi non si procede) pre-produzione ARPA) documentazione consegna documentazione (nuova o aggiornata), come da specifiche di cui all art. 7 rilascio applicativo (secondo i doc di rilascio, installazione in ambiente di produzione vari step di sviluppo) ARPA Tabella 3 Gli step di sviluppo potranno comunque essere oggetto di accorpamento a seconda delle attività da svolgere e degli obiettivi definiti. L eventuale accorpamento è a carico del Responsabile ARPA Lombardia. Le attività di manutenzione evolutiva sono da eseguirsi per un valore massimo pari a quanto stabilito nel successivo art. 5. La realizzazione delle attività di manutenzione evolutiva previste e i relativi pagamenti avverranno sempre in riferimento alle milestones. Attività previste in milestones di differenti potranno essere eseguite in parallelo per garantire sviluppi funzionali alle esigenze e alle necessità espresse. Art. 5 Descrizione dei servizi richiesti Di seguito la descrizione dei servizi richiesti distinti per tipologia di attività: SITO ATTIVITA TIPO Figure Professionali BASE DI GARA NOTE N gg STIMATE

9 SITO NUOVO Analisi - progettazione Sviluppo Manutenzione ordinaria Manutenzione evolutiva Analista Previsti 1 mese (elapsed time) 20 Designer/ Writer Developer Previsti 9 mesi (elapsed time) 180 Sistemista Developer Developer/ Designer A richiesta. A partire dalla data di messa in produzione del nuovo sito fino a fine incarico (previsti 26 mesi) A corpo. A partire dalla data di messa in produzione del nuovo sito fino a fine incarico (previsti 26 mesi) SITO ATTUALE Manutenzione ordinaria Developer Previsti 10 mesi 30 Tabella 4 TOTALE complessivo In relazione a quanto specificato nell art. 6 del presente capitolato sarà comunque possibile convertire eventuali giornate non utilizzate per la manutenzione ordinaria del sito attuale in giornate di manutenzione evolutiva del nuovo sito così come potrà essere possibile il tradeoff tra giornate previste per attività di design, writing e development (per il sito nuovo), a seconda delle esigenze e previa valutazione e benestare del Responsabile ARPA. I dettagli delle attività di cui alla tabella sopra riportate nell allegato A di Specifiche Tecniche, parte integrante di questo capitolato. Art. 6 Gestione del processo di manutenzione Il processo di manutenzione del software sarà gestito sulla base dei principi del sistema di qualità UNI EN ISO 9001:2000 di cui ARPA Lombardia si è dotata. Il Responsabile ARPA convocherà entro 15 giorni dalla firma del contratto una riunione di

10 kickoff in cui saranno presentati i punti principali dell incarico, il responsabile e il team di lavoro sia di ARPA sia del Fornitore, il piano di lavoro generale. Entro il primo mese dalla firma del contratto saranno pianificati nel dettaglio fasi, attività, priorità, ruoli e tempi, output per i primi 9 mesi, con la analisi/conferma delle stime delle giornate di sviluppo previste. Saranno indette successivamente riunioni operative, anche in videoconferenza, per il monitoraggio e verifica delle attività, con frequenza almeno mensile; alle riunioni parteciperanno il Responsabile ARPA o delegato, il Responsabile Fornitore ed eventualmente i rappresentanti/referenti dei Settori Tecnici di ARPA per specifiche sezioni del sito. Durante tutte le riunioni, il Responsabile Fornitore fornirà il piano di lavoro aggiornato e le giornate/uomo necessarie alla realizzazione di ciascuna attività. Nelle riunioni, il Responsabile ARPA potrà anche raccogliere nuove esigenze o richieste di modifiche alle esistenti; le armonizzerà e potrà proporre una variazione o integrazione al piano di lavoro che sarà oggetto di valutazione e condivisione tra le parti. Per sviluppi di elevata complessità il Responsabile Fornitore potrà riservarsi di produrre nei giorni successivi, in accordo con il Responsabile ARPA, un analisi più approfondita completa dei giorni/uomo necessari e dei risultati attesi. Per quanto riguarda la manutenzione evolutiva, ogni milestone sarà gestita come un progetto, in riferimento agli step di sviluppo definiti nell art. 5 del presente capitolato. Il Responsabile ARPA, sulla base della stima dei giorni/uomo necessari per ogni sviluppo e di una valutazione delle effettive criticità, compilerà, confermerà o modificherà le priorità assegnate a ciascuna attività e definirà di conseguenza le scadenze dettagliate di consegna per ciascuna milestone. Gli interventi di manutenzione evolutiva potranno richiedere, in fase di analisi, ulteriori riunioni con il Rappresentante Fornitore e con i rappresentanti dei Settori Tecnici, allo scopo di approfondire le esigenze e specifiche tecniche. Le decisioni assunte nelle riunioni dovranno sempre essere verbalizzate e sottoscritte dai partecipanti e verrà acquisito ogni documento necessario. Eventuali attività tecniche a carico di ARPA Lombardia (es. test, validazione, fornitura di dati di prova ) dovranno sempre essere indicate in maniera dettagliata. Le attività di manutenzione ordinaria saranno elencate in un documento specifico con cadenza trimestrale. Nel caso di ritardi nello stato di avanzamento, si analizzeranno le cause e le responsabilità e si concorderanno le misure necessarie da parte del Fornitore e da parte di ARPA Lombardia per risolvere le criticità.

11 Art. 7 Documentazione di sistema La documentazione che dovrà essere compilata e rilasciata a seguito degli interventi di manutenzione dovrà contenere le seguenti caratteristiche: Descrizione funzionale del sistema Schema dell'architettura del sistema Se Utilizzati: - Documentazione relativa agli strumenti standard integrati di Sharepoint utilizzati (Document Library, Image Library, Workflow etc.) Diagrammi UML (almeno Class Diagram, Sequence Diagram e Activity Diagram) delle classi realizzate Modello concettuale del/i database utilizzati (ad eccezione di quelli standard di Sharepoint) e descrizione della struttura (elenco, tipologie e significato delle tabelle, distinguendo quelle che contengono informazioni di configurazione, da quelle che contengono dati acquisiti, a quelle infine che ospitano dati elaborati, elenco e significato delle colonne di ogni tabella). Descrizione del codice sorgente. Il codice deve essere corredato di commenti esplicativi delle funzioni svolte dalle procedure, dei parametri di input e output, delle variabili globali e d'ambiente, ecc.. La codifica delle variabili e delle costanti deve seguire criteri logici omogenei per tutto il software sviluppato. Procedure di installazione-configurazione Art. 8 Figure professionali e competenze Le figure professionali richieste sono: DEVELOPER MS SHAREPOINT: Il professionista dovrà avere esperienza di almeno cinque anni nello sviluppo di applicazioni WEB con conoscenze funzionali delle problematiche CRM. Costituiranno un requisito indispensabile le seguenti competenze tecniche: Almeno 3 anni di esperienza sullo sviluppo di applicazioni Sharepoint 2010/2013 Conoscenza di design pattern quali MVC Linguaggio Vb.Net e C# e di Microsoft Framework 3.5 e superiori Conoscenza approfondita di Microsoft Sql Server 2012, compresa la piattaforma Reporting Services Conoscenza approfondita di Microsoft Workflow Foundation Certificazioni richieste: 1 certificazione Microsoft Sharepoint 2010 o 2013 per almeno uno tra i seguenti percorsi: MCSD, MCPD, MCTS

12 SISTEMISTA SHAREPOINT: Il professionista dovrà avere esperienza nella gestione sistemistica dei sistemi operativi Enterprise Microsoft. Costituiranno un requisito indispensabile l'esperienza di almeno 3 anni nelle seguenti competenze tecniche: Installazione, configurazione e amministrazione di Sharepoint 2010/2013 Microsoft Sql Server 2012, compresa la piattaforma Reporting Services Powershell di Sharepoint Analisi e problem solving Tutte le features e i servizi Microsoft attivabili in Sharepoint Certificazioni richieste: 1 certificazione Microsoft Sharepoint 2010 o 2013 per almeno uno tra i seguenti percorsi: MCSE, MCITP, MCTS. WEB DESIGNER: Il professionista dovrà avere esperienza nella progettazione di interfacce web sia dal punto di vista grafico sia dal punto di vista funzionale. Costituiranno un requisito indispensabile l'esperienza di almeno 3 anni nelle seguenti competenze tecniche: - Progettazione interfacce web - HTML, fogli di stile, grafica orientata al web - Usabilità e accessibilità - Architettura delle informazioni - Capacità di sviluppo di layout (es. creazione master page, page layout..) nella piattaforma MS Sharepoint e linguaggi di programmazione web ASP.net, Javascript. WRITER: Il professionista dovrà avere esperienza nella definizione e nella redazione di contenuti, testi e articoli per siti e portali web della Pubblica Amministrazione. E richiesta conoscenza nell utilizzo di Microsoft Sharepoint nell ambito di creazione e formattazione contenuti.

13 PARTE II DISPOSIZIONI NORMATIVE Art. 9 Condizioni generali Sono a carico dell Affidatario, intendendosi remunerati con il corrispettivo contrattuale, tutti gli oneri e rischi relativi alla prestazione dei servizi, attività e forniture oggetto del servizio, nonché ogni attività che si rendesse necessaria per la prestazione degli stessi o, comunque, opportuna per un corretto e completo adempimento delle obbligazioni previste, ivi compresi quelli relativi ad eventuali spese di trasporto, di viaggio e di missione per il personale addetto alla esecuzione contrattuale. L Affidatario si obbliga ad eseguire tutte le prestazioni a perfetta regola d arte, nel rispetto delle norme vigenti e secondo le condizioni, le modalità, i termini e le prescrizioni contenute nel presente capitolato, in particolare Parte I - Specifiche Tecniche e nei suoi allegati. In ogni caso, l Affidatario si obbliga ad osservare nell esecuzione delle prestazioni contrattuali tutte le norme e tutte le prescrizioni tecniche e di sicurezza in vigore nonché quelle che dovessero essere successivamente emanate. Gli eventuali maggiori oneri derivanti dalla necessità di osservare le norme e le prescrizioni di cui sopra, anche se entrate in vigore successivamente alla data del contratto, resteranno ad esclusivo carico dell Affidatario, intendendosi in ogni caso remunerati con il corrispettivo contrattuale e l Affidatario non potrà, pertanto, avanzare pretesa di compensi, a tal titolo, nei confronti di ARPA Lombardia, assumendosene ogni relativa alea. L Affidatario si impegna ad avvalersi di personale qualificato, in relazione alle diverse prestazioni contrattuali. Art. 10 Oneri ed obblighi dell Affidatario L Affidatario si obbliga: a) Impiegare, a sua cura e spese, tutte le strutture, la strumentazione ed il personale qualificato necessario e sufficiente per l esecuzione del servizio secondo quanto specificato nel presente Capitolato, nei suoi allegati e negli atti di gara; b) Rispettare, per quanto applicabili al servizio in oggetto, le norme internazionali EN ISO 9001 vigenti per la gestione e l assicurazione della qualità delle proprie prestazioni; c) Predisporre tutti gli strumenti e le metodologie, comprensivi della relativa documentazione, atti a garantire elevati livelli di servizio, ivi compresi quelli relativi alla sicurezza e riservatezza, nonché atti a consentire all ARPA di monitorare la conformità dei servizi e delle forniture alle norme previste nel presente Capitolato; d) Ad osservare nell adempimento delle proprie prestazioni e obbligazioni tutte le indicazioni operative, di indirizzo e di controllo che a tale scopo saranno predisposte e comunicate dall ARPA Lombardia;

14 e) Comunicare tempestivamente le eventuali variazioni della propria struttura organizzativa indicando analiticamente le variazioni intervenute; f) L Affidatario si impegna ad ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti derivanti da disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro, ivi compresi quelli in tema di igiene e sicurezza, nonché la disciplina previdenziale e infortunistica, assumendo a proprio carico tutti i relativi oneri. g) In particolare dovranno essere utilizzati mezzi personali di protezione. h) Sarà cura dell Affidatario inoltre: utilizzare personale idoneo e mezzi idonei per l esecuzione dell attività; formare, informare e addestrare il proprio personale sui rischi specifici della propria attività e di quella da eseguirsi presso le aree di intervento; provvedere alle spese di trasferta ed eventuali spese accessorie per le prestazioni manutentive del sistema Art. 11 Responsabile per l esecuzione del contratto L ARPA Lombardia, al momento della stipulazione del contratto, nominerà il proprio Responsabile (denominato Responsabile ARPA ) per l esecuzione del contratto che si occuperà degli aspetti organizzativi e tecnici del servizio che saranno concordati con il Fornitore, oltre a verificare la buona esecuzione e la sua rispondenza a tutte le prescrizioni del presente capitolato e del contratto, così come definito nell art. 6. Art. 12 Direttore Tecnico dell Affidatario Il Fornitore, al momento della stipulazione del contratto, dovrà indicare il nominativo della persona designata quale responsabile (denominato Responsabile Fornitore ) per la corretta esecuzione di tutte le attività previste nel contratto e che dovrà mantenere i rapporti con il Responsabile ARPA di cui al precedente paragrafo. In caso di negligenza, incapacità o colpa grave, ARPA Lombardia si riserva, a suo insindacabile giudizio e in qualsiasi momento, di richiedere al Fornitore la sostituzione del Responsabile Fornitore. Il Fornitore, prima di iniziare il servizio, dovrà dare comunicazione scritta circa la composizione della squadra incaricata delle attività manutentive. Di ciascun componente dovrà essere specificata la qualifica professionale e il rapporto di lavoro intercorrente con il Fornitore. Art. 13 Identificazione e professionalità del personale Il personale dell Affidatario dovrà operare con capacità tecnico-professionali richieste dal presente Capitolato e ne dovrà essere garantita l assoluta onestà e moralità.

15 L ARPA Lombardia si riserva il pieno diritto di allontanamento del personale non gradito per motivata ed accertata insufficienza di capacità lavorativa o moralità senza alcun preavviso e lo stesso dovrà essere immediatamente sostituito con altro personale di piena idoneità. La ripetuta partecipazione di personale di inaccettabile capacità lavorativa e professionale, accertata da ARPA Lombardia, sarà valutata come inadempienza contrattuale e quindi potrà originare risoluzione del contratto. Il personale dovrà essere munito dei contrassegno di riconoscimento con foto (nominativo Impresa e nome operatore), dovrà esimersi dal consultare documenti se non quelli contrattualmente dovuti o usare i beni di proprietà di ARPA Lombardia senza la preventiva autorizzazione e rispettare tutte le norme inerenti la sicurezza. Detto personale lavorerà alle dipendenze e quindi nell'ambito dell'esclusiva responsabilità del Fornitore, che dovrà rispondere in qualunque caso nei confronti dell'arpa Lombardia ed anche nei confronti di terzi dell operato del proprio personale. Pertanto, ARPA Lombardia rimane estranea ad ogni interesse fra il Fornitore a ed il suo personale. Tuttavia, detto personale dovrà essere completamente sottoposto alle norme disciplinari ed igieniche o di ordine interno stabilite da ARPA Lombardia o dal proprietario dei luoghi su cui sono ubicate le stazioni di rilevamento. Art. 14 Modalità e termini di esecuzione del servizio 1. Per l esecuzione delle prestazioni, l Affidatario si obbliga a rispettare le modalità e i termini stabiliti nella documentazione di gara ed in particolare nel presente Capitolato. L erogazione di ciascuna prestazione si intende comprensiva di ogni onere e spesa, nessuno escluso. 2. La sede di lavoro è ARPA Lombardia via I. Rosellini n 17, Milano. Attività di analisi e sviluppo potranno essere effettuate in altre sedi previo benestare del Responsabile ARPA. 3. L Affidatario si impegna all osservanza di misure cautelative idonee in relazione ai rischi specifici esistenti nell'ambiente in cui sono destinati ad operare e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate in relazione alla propria attività. 4. L erogazione del servizio dovrà comprendere un attività di hand over per il passaggio di consegne e la formazione del personale di ARPA Lombardia. L hand over sarà pianificato dal Responsabile ARPA Art. 15 Cauzione definitiva A garanzia della corretta esecuzione delle obbligazioni contrattuali, l affidatario è tenuto a prestare una garanzia definitiva, ai sensi dell art. 113 c.1 del D.Lgs. 163/2006. Detta garanzia dovrà essere valida per tutto il periodo di validità del Contratto e dovrà contenere le condizioni indicate all art. 113 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i..

16 Ai sensi dell articolo 75, comma 7 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i., l importo della garanzia, e del suo eventuale rinnovo è ridotto del 50% i concorrenti in possesso di certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000, rilasciata da organismi accreditati, in corso di validità, ovvero della dichiarazione della presenza di elementi significativi e tra loro correlati di tale sistema usufruiscono del beneficio consistente nella riduzione dell importo della garanzia in argomento in misura pari al 50%. La mancata costituzione della garanzia definitiva determina la revoca dell'affidamento e l incameramento della garanzia provvisoria da parte di ARPA Lombardia, che aggiudicherà l'appalto al concorrente che segue nella graduatoria. Nel corso di esecuzione del Contratto, l Aggiudicatario si impegna ad integrare la cauzione nel caso in cui ARPA Lombardia abbia dovuto valersene in tutto o in parte e/o nel caso di eventuali ulteriori ordini emessi da ARPA Lombardia. Art. 16 Presa in carico del servizio L inizio del servizio avverrà con la Presa in carico del servizio mediante la redazione di apposito Verbale di avvio attività alla presenza del Responsabile dell esecuzione del contratto di ARPA Lombardia e il Responsabile Fornitore. Art. 17 Corrispettivi 1. I corrispettivi contrattuali sono determinati sulla base dell Offerta economica dell Affidatario. 2. Tutti i predetti corrispettivi si riferiscono ai servizi prestati a perfetta regola d arte e nel pieno adempimento delle modalità e delle prescrizioni contrattuali, e gli stessi sono dovuti unicamente all Affidatario e, pertanto, qualsiasi terzo, ivi compresi eventuali subfornitori o subappaltatori non possono vantare alcun diritto nei confronti di ARPA Lombardia. 3. Tutti gli obblighi ed oneri derivanti all Affidatario dall esecuzione del contratto e dall osservanza di leggi e regolamenti, nonché dalle disposizioni emanate o che venissero emanate dalle competenti autorità, sono compresi nel corrispettivo contrattuale. 4. I corrispettivi contrattuali sono stati determinati a proprio rischio dall Affidatario in base ai propri calcoli, alle proprie indagini, alle proprie stime, e sono, pertanto, fissi ed invariabili indipendentemente da qualsiasi imprevisto o eventualità, facendosi carico l Affidatario di ogni relativo rischio e/o alea. Art. 18 Fatturazione, pagamenti, tracciabilità dei flussi finanziari La ditta affidataria procederà all emissione delle relative fatture con le seguenti modalità: Per le attività di sviluppo del nuovo sito e successive attività di manutenzione evolutiva: saldi

17 progressivi delle attività svolte in relazione alle milestones definite nel piano di lavoro. Il pagamento della fattura è sempre subordinato alla produzione di tutti gli output previsti per i vari step di sviluppo di ciascuna milestone. Per attività di manutenzione ordinaria: - Per la manutenzione ordinaria del sito attuale: canone bimestrale posticipato di Il canone è da rivalutare nel caso di eventuale ribasso nell offerta in funzione della percentuale di ribasso. La bimestralità sarà conteggiata a partire dalla data di inizio incarico fino alla data di messa in produzione del nuovo sistema (previsti 10 mesi) - Per la manutenzione ordinaria del sito nuovo: canone bimestrale posticipato di Il canone è da rivalutare nel caso di eventuale ribasso nell offerta in funzione della percentuale di ribasso. La bimestralità sarà conteggiata a partire dalla data di messa in produzione del nuovo sistema fino a termine incarico (previsti 26 mesi) La ditta affidataria potrà emettere fattura solo previo accertamento della regolarità della prestazione tramite dichiarazione rilasciata dal Responsabile per l esecuzione del contratto. Il pagamento del corrispettivo verrà effettuato entro 60 giorni dalla data di ricevimento delle fatture mediante rimessa diretta a mezzo mandato del Tesoriere di ARPA Lombardia. Si ricorda la fattura dovrà riportare la ritenuta prevista dall art.4 c.3 del DPR 207/2010 pari allo 0,50% dell importo fatturato. L oggetto della fattura dovrà contenere esplicito riferimento al servizio, il CIG assegnato e il conto corrente dedicato. Le fatture dovranno essere intestate e spedite a: ARPA Lombardia, Via I. Rosellini n Milano C.F. e P. I.V.A La contabilizzazione delle penali avverrà in sede di liquidazione del saldo finale. In relazione agli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari definiti dalla legge 136/2010 e ss.mm.ii., in particolare artt. 3 e 8, la ditta affidataria si impegna a rispettare puntualmente quanto previsto nella predetta legge e a comunicare gli estremi del conto corrente dedicato di cui all art.3 della predetta legge nonché le generalità ed il codice fiscale delle persone delegate ad operare sul predetto conto corrente. Le transazioni, relative al presente servizio, eseguite senza avvalersi di bonifico bancario o postale ovvero con altri strumenti di pagamento idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni, costituisce causa di risoluzione del contratto, secondo quanto previsto dall art.3 comma 9-bis della L.136/2010.

18 Art. 19 Proprietà dei dati e del software La ditta affidataria ha l obbligo di mantenere riservati i dati e le informazioni, ivi comprese quelle che transitano per le apparecchiature di elaborazione dati, di cui venga in possesso e, comunque, a conoscenza, di non divulgarli in alcun modo e in qualsiasi forma e di non farne oggetto di utilizzazione a qualsiasi titolo per scopi diversi da quelli strettamente necessari all esecuzione del servizio. L obbligo di cui al precedente comma sussiste, altresì, relativamente a tutto il materiale originario o predisposto in esecuzione del servizio. La ditta affidataria è responsabile per l esatta osservanza da parte dei propri dipendenti, consulenti e collaboratori, nonché di subappaltatori e dei dipendenti, consulenti e collaboratori di questi ultimi, degli obblighi di segretezza anzidetti. In caso d inosservanza degli obblighi di riservatezza, ARPA Lombardia, ha facoltà di dichiarare risolto di diritto il contratto di servizio, fermo restando che la ditta affidataria è tenuto a risarcire tutti i danni che ne dovessero derivare. La ditta affidataria può citare i termini essenziali del servizio nei casi in cui sia condizione necessaria per la partecipazione del Fornitore stesso a gare e appalti, previa comunicazione all ARPA Lombardia delle modalità e dei contenuti di detta citazione. La ditta affidataria si impegna, altresì, a rispettare quanto previsto dal D.Lgs. 196/2003 e s.m.i. e dai relativi regolamenti di attuazione in materia di riservatezza. Il software sviluppato o modificato dal Fornitore, sia nel formato sorgente che in quello assemblato in una qualsiasi forma, è proprietà di ARPA Lombardia che potrà disporne per qualunque scopo in completa autonomia. I dati contenuti nei vari sistemi informativi sono di proprietà dell ARPA Lombardia. E' vietato ogni uso e condivisione con altri enti o soggetti pubblici o privati da parte del Fornitore al di fuori delle convenzioni che regolano lo scambio di tali dati e che ARPA Lombardia si riserva di comunicare al Fornitore. Art. 20 Penali In caso di mancato rispetto dei termini e delle condizioni contrattuali e in riferimento al piano operativo concordato e sottoscritto, ARPA Lombardia applicherà all Affidatario le seguenti penali: per ogni giorno di mancato svolgimento, ritardo o insoddisfacente esecuzione di una o più attività verrà applicata una penale giornaliera pari a: 150,00. Gli eventuali inadempimenti contrattuali che danno luogo all applicazione delle penali vengono contestati per iscritto al Affidatario dall ARPA Lombardia; la ditta affidataria deve comunicare per iscritto in ogni caso le proprie deduzioni nel termine massimo di giorni 3

19 (tre) dal ricevimento della stessa contestazione. Qualora dette deduzioni non siano accogliibili, a insindacabile giudizio di ARPA Lombardia, ovvero non vi sia stata risposta o la stessa non sia giunta nel termine indicato, sono applicate al Affidatario le penali come sopra indicate a decorrere dall inizio dell inadempimento. ARPA Lombardia potrà applicare alla ditta affidataria penali sino a concorrenza della misura massima pari al 20% del valore del Contratto e, comunque, non oltre il 10% del valore complessivo del contratto stesso nei quattro anni. ARPA Lombardia potrà compensare i crediti derivanti dall applicazione delle penali di cui al presente articolo, con quanto dovuto alla ditta affidataria a qualsiasi titolo, anche per i corrispettivi dei servizi resi dall Affidatario, ovvero, in difetto, avvalersi della cauzione definitiva, senza bisogno di diffida, ulteriore accertamento o procedimento giudiziario. La ditta affidataria prende atto che l applicazione delle penali previste dal presente articolo non preclude il diritto di ARPA Lombardia a richiedere il risarcimento degli eventuali maggior danni. La richiesta e/o il pagamento delle penali di cui al presente articolo non esonera in nessun caso la ditta affidataria dall adempimento dell obbligazione per la quale si è reso inadempiente e che ha fatto sorgere l obbligo di pagamento della medesima penale. Art. 21 Cessione dei crediti L art. 117 del D. Lgs. 163/2006 disciplina la cessione del credito che, può essere totale o parziale, a beneficio solo di banche o di intermediari finanziari, deve essere stipulata mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata e notificata alla Stazione Appaltante. La cessione del credito deve essere preventivamente autorizzata da ARPA Lombardia e può essere concessa all atto della sottoscrizione del contratto o successivamente, mediate formale atto amministrativo, entro 30 giorni dalla comunicazione del cedente, salvo sospensioni, per motivate opposizioni. Art. 22 Subappalto Di norma la ditta affidataria è tenuta ad eseguire in proprio le prestazioni oggetto del servizio. Ai sensi dell art. 118 del D. Lgs. 163/2006 è ammesso il subappalto se e qualora compatibile con i tempi di esecuzione delle prestazioni definito nel cronoprogramma - nella misura massima del 30% dell importo complessivo del contratto, e subordinatamente alle condizioni espresse nel richiamato art. 118 del d.lgs.163/2006. Si ricorda che la società affidataria resta ugualmente la sola ed unica responsabile di fronte ad ARPA Lombardia del servizio reso dal subappaltante.

20 Art. 23 Stipulazione del contratto Il contratto verrà stipulato, mediante scrittura privata, ad avvenuta acquisizione della documentazione conseguente all aggiudicazione richiesta dalla lettera di invito. In caso di accertata insussistenza di anche uno solo dei requisiti di idoneità, la ditta affidataria decade dall affidamento con effetto retroattivo, fatto salvo il diritto al rimborso delle spese sostenute per l esecuzione delle prestazioni effettuate sino all accertamento e alla comunicazione delle cause di decadenza dall affidamento. Sono a carico della ditta affidataria tutte le spese di bollo ed eventuale registrazione. Art. 24 Brevetti industriali e Diritti d autore La ditta affidataria assume ogni responsabilità conseguente all uso di dispositivi o all adozione di soluzioni tecniche o di altra natura che violino diritti di brevetto, di autore ed in genere di privativa altrui. Qualora venga promossa nei confronti di ARPA Lombardia una azione giudiziaria da parte di terzi per violazione di diritti di brevetto, di autore o di privativa industriale in relazione alle attività prestate in oggetto del presente servizio, la ditta affidataria si obbliga a manlevare e tenere indenne ARPA Lombardia, assumendo a proprio carico tutti gli oneri conseguenti, inclusi i danni verso terzi, le spese giudiziali e legali a carico di ARPA Lombardia. ARPA Lombardia si impegna ad informare prontamente la ditta affidataria delle iniziative giudiziarie di cui al precedente comma; in caso di difesa congiunta, la ditta affidataria riconosce ad ARPA Lombardia la facoltà di nominare un proprio legale di fiducia da affiancare al difensore scelto dal Affidatario. Nell ipotesi di azione giudiziaria per le violazioni di cui ai commi precedenti tentate nei confronti di ARPA Lombardia, quest ultima, fermo restando il diritto al risarcimento del danno nel caso in cui la pretesa azionata sia fondata, ha facoltà di dichiarare la risoluzione di diritto il contratto, per quanto di rispettiva ragione, recuperando e/o ripetendo il corrispettivo versato, detratto un equo compenso per i servizi erogati. Art. 25 Danni, Responsabilità Civile e Polizza Assicurativa La ditta affidataria assume in proprio ogni responsabilità per infortunio o danni eventualmente subiti da parte di persone o di beni, tanto dell Affidatario stesso quanto di ARPA Lombardia e/o di terzi, in virtù dei servizi oggetto del servizio, ovvero in dipendenza di omissioni, negligenze o altre inadempienze relative all esecuzione delle prestazioni contrattuali ad esso riferibili, anche se eseguite da parte di terzi.

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2014-699 del 09/10/2014 Oggetto Servizio Sistemi Informativi. Fornitura

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

l Agenzia per l Italia Digitale, istituita ai sensi del D.L 22 giugno 2012 n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 7 agosto 2012 n.

l Agenzia per l Italia Digitale, istituita ai sensi del D.L 22 giugno 2012 n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 7 agosto 2012 n. CONTRATTO QUADRO N. 2/2014 PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTERCONNESSIONE TRA SISTEMA PUBBLICO DI CONNETTIVITÀ E RETE NAZIONALE INTERBANCARIA, NELL AMBITO DEL SISTEMA INFORMATIZZATO DEI PAGAMENTI DELLA

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli