Descrizione del funzionamento ITS-M-A V OCE-Rev.A-2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Descrizione del funzionamento ITS-M-A. 46669V003-412008-0-OCE-Rev.A-2"

Transcript

1 I Descrizione del funzionamento ITS-M-A 46669V OCE-Rev.A-2

2 Descrizione del funzionamento ote Copyright 2000 by SOMMER Antriebs- und Funktechnik GmbH Il presente manuale è rivolto in particolare ai progettatori del comando della porta ITS-M-A di SOMMER Antriebs- und Funk technik GmbH. La messa in funzione del comando può essere effettuata esclusivamente da personale specializzato qualificato a conoscenza degli standard di sicurezza della tecnica elettrica di azionamento e automazione. La descrizione del comando o i brani pertinenti devono essere messi a disposizione dell installatore e dell utente alla consegna del comando. I dati presenti in questo manuale sono soggetti a modifica senza preavviso. Con il presente manuale tutte le edizioni precedenti perdono la propria validità. La raccolta delle informazioni contenute nel presente manuale avviene secondo scienza e coscienza. SOMMER Antriebsund Funktechnik GmbH non fornisce alcuna garanzia per la correttezza dei dati presenti nel manuale. In particolare SOMMER Antriebs- und Funktechnik GmbH non si assume nessuna responsabilità per i danni derivanti da installazione o utilizzo non corretti. La descrizione dei prodotti, il relativo impiego, le opzioni e i dati sulla resa non rappresentano proprietà assicurate e sono forniti con riserva di modifiche tecniche. Poiché nonostante tutto l impegno non è mai possibile evitare completamente errori, siamo lieti di ricevere indicazioni a riguardo in qualsiasi momento. Le raccomandazioni relative all installazione contenute nel presente manuale presuppongono condizioni quadro favorevoli. SOMMER Antriebs- und Funktechnik GmbH non fornisce alcuna garanzia per il funzionamento corretto del comando in ambienti estranei al sistema. Eventuali diritti di garanzia nei confronti di SOMMER Antriebs- und Funktechnik GmbH spettano esclusivamente al partner di contratto diretto e non possono essere ceduti. Viene fornita solo la garanzia per i prodotti forniti da SOMMER Antriebsund Funktechnik GmbH. È esclusa la responsabilità per il sistema complessivo. ote relative al software SOMMER Antriebs- und Funktechnik GmbH si riserva il diritto di apportare modifiche e realizzare integrazioni del software senza previo avviso. Prima dell utilizzo di software individuali il committente deve confermare per iscritto la correttezza del software e il consenso alle modifiche. La garanzia comprende l eliminazione dei difetti presso la nostra ditta. Le versioni software risultanti devono essere installate dal committente. L obbligo di garanzia per i software è limitato agli errori riproducibili. SOMMER Antriebs- und Funktechnik GmbH non è tenuto ad effettuare modifiche sui prodotti già consegnati. Al committente è vietata la modifica del programma effettuata da sé o da terzi. SOMMER Antriebs- und Funktechnik GmbH non fornisce nessuna garanzia per difetti e danni che sono da ricondurre a tali modifiche. IDICE Informazioni generali relative al comando orme di sicurezza Montaggio del comando Collegamento elettrico Ingressi/uscite Ingressi Uscite Messa in funzione Comando Ponti/jumper Impostazione della pausa porta aperta (trimmer P) Visualizzazione del contatore cicli porta Esecuzione della funzione di reset Impostazione delle modalità operative (interruttore DIP) Codici di indicazione LED Dati tecnici Appendice: Schemi di collegamento e morsettiera Appendice A: Protezione antitrascinamento Appendice B: Cablaggio del motore e dei finecorsa (esempio di collegamento 8 fili) Appendice C: Cablaggio del motore e dei finecorsa (esempio di collegamento 2 fili) Appendice D: Collegamenti standard spesso necessari Appendice E: Panoramica del comando della porta ITS-M-A Prima della messa in funzione del comando leggere attentamente la descrizione delle funzioni e le norme di sicurezza I 2

3 Descrizione del funzionamento Informazioni generali relative al comando Applicazione principale: porte industriali con azionamenti elettrici (fino a 2,2 kw, 400 VCA, AC-3) Installazione nello speciale alloggiamento del comando della porta TST GA con opzioni di diagnosi visibili dall esterno Moduli a innesto: radio 2 canali Valutazione a cicli di induzione a 2 canali TST SUVEK Valutazione barra di sicurezza (apertura) Funzionamento porta scorrevole Trimmer: TST SUKS/SSKS Apertura, stop, chiusura (p. es. 2x pulsante a tre posizioni) Finecorsa APERTURA e CHIUSURA Catena di arresto di emergenza doppia -Funzione allentamento fune con riavvio -Funzione di arresto di emergenza Valutazione barra di sicurezza integrata per il monitoraggio della chiusura Loop controller/ barra di sicurezza Contattore chiusura Contattore apertura 4 LED: Pausa porta aperta Indicatore di funzionamento (verde) Barra di sicurezza (giallo) Circuito di arresto di emergenza (rosso) Diagnosi (verde) Radioricevitore 8 interruttori DIP: Modalità di configurazione (a uomo presente) Pausa porta aperta Pausa porta aperta minima Funzione fotocellula Preallarme prima della chiusura Valutazione barra di sicurezza Comportamento prefinecorsa Preallarme prima dell'apertura Tastiera a membrana a 3 tasti Automazione e freno (U, V, W,, PE) Alimentazione esterna (L3, (max. A)) Alimentazione esterna 2 (24VDC / 200mA) Spia luminosa (L3 (n.a.), ) Modulo a innesto opzionale Valutazione barra di sicurezza per il monitoraggio dell'apertura 2x2 morsetti liberi (trasmissione di funzioni finecorsa) Ingressi digitali...7 Prefinecorsa Arresto intermedio Comando a treno di impulsi (monocanale) Manuale/automatico Fotocellula di protezione oggetto 2x protezione antitrascinamento con controllo OT STOP Luce esterna / guasto (Invertitore a potenziale zero) Apertura (a potenziale zero tramite contattore) Chiusura (a potenziale zero tramite contattore) Opzione: Tasto a fungo di ar di emergenza 3 x 400VCA (L, L2, L3,, PE) A scelta aperture e chiusure automatiche oppure a uomo presente (chiusura con protezione sul bordo di chiusura) Chiusura automatica al termine di una pausa porta aperta impostabile variabile ( s) Valutazione della barra di sicurezza integrata (monitoraggio della chiusura porta) per: monitoraggio della resistenza (8,2/,2 k ), principio normalmente aperto o normalmente chiuso, a scelta valutazione testata o ridondante (barra di sicurezza elettrica o pneumatica ) valutazione di sistemi ottici dinamici. Contatore cicli porta (in incrementi da 0 tramite LED) Tempo di inversione rapido commutabile (0,05 s/0,25 s) dopo l attivazione della barra di sicurezza (standard: 0,25 s) Monitoraggio del tempo di esecuzione 60 s I 3

4 2 orme di sicurezza Descrizione del funzionamento Durante la messa in funzione e l'utilizzo del comando devono essere osservate assolutamente le seguenti importanti norme di sicurezza e le indicazioni di montaggio e collegamento riportate in seguito: Tutti i lavori di installazione, messa in funzione e riparazione devono essere eseguiti esclusivamente da personale specializzato qualificato. Osservare in particolare le seguenti norme (senza pretesa di completezza): norme VDE (VDE 000, VDE 005, VDE 03, VDE 060, VDE 0700), norme di prevenzione antincendio, norme antinfortunistiche e norme applicabili per le porte industriali (ZH/494, pre2453, pre2978) L'apertura del comando è consentita solo con la disconnessione completa dell'alimentazione. on è consentita la messa in funzione del comando se aperto. L'utilizzo del comando con connettore CEE smontato è consentito solo se l'alimentazione di rete può essere separata completamente dal comando mediante un interruttore adeguato. Il connettore di rete o l'interruttore utilizzato in sostituzione devono essere facilmente accessibili. Se il cavo di collegamento dell'apparecchio viene danneggiato, è necessario farlo sostituire dal produttore o dal suo servizio di assistenza oppure da simile personale qualificato per evitare pericoli. È vietato l'utilizzo del comando con tastiera a membrana danneggiata. Sostituire le tastiere danneggiate. La tastiera in linea di massima è prevista solo per l'utilizzo con le dita. È vietato l'utilizzo di oggetti appuntiti. Prima di collegare l'alimentazione del comando per la prima volta assicurarsi che tutte le schede elettroniche siano inserite correttamente negli slot previsti. In caso di corsa della porta nella modalità a uomo presente assicurarsi che la zona della porta sia visibile all'utente, poiché in questa modalità operativa possono non essere utilizzati dispositivi di sicurezza come la barra di sicurezza e la fotocellula. L'attivazione manuale dei contattori è vietata. Se la pellicola protettiva viene distrutta, si estingue la garanzia. In base alla pre2453 il prefinecorsa delle barre di sicurezza può essere collocato al max. 50 mm sopra il finecorsa inferiore. È necessario seguire le indicazioni nel capitolo Schema di collegamento e morsettiera per la barra di sicurezza. Controllare l'impostazione di tutti gli interruttori DIP e il funzionamento dei dispositivi di sicurezza. L'impostazione degli interruttori DIP, potenziometri, ponti e altri elementi di comando può essere realizzata solo da personale addestrato. L'inosservanza delle norme di sicurezza può determinare pericoli per la salute o danni al comando e alla porta. Le presenti norme di sicurezza non hanno nessuna pretesa di completezza. In caso di domande sul prodotto rivolgersi al fornitore. Il produttore ha controllato accuratamente l'hardware e il software dell'apparecchio e la documentazione del prodotto, ma non può fornire alcuna garanzia sulla completa assenza di errori. Il numero di serie è riportato su adesivi separati sulla scheda elettronica e sull'alloggiamento del comando. I dati del motore (carico nominale, coppia nominale, ecc.), l'anno di costruzione e ulteriori dati sono presenti sulla targhetta dell'automazione e/o sulla targhetta della porta. I 4

5 3 Montaggio del comando Descrizione del funzionamento Prima del montaggio controllare che il comando non presenti eventuali danni dovuti al trasporto o danni di altro tipo. I danneggiamenti all interno del comando possono provocare in alcuni casi danni notevoli al comando e possono mettere in pericolo la salute dell utente. Durante il montaggio del comando separare l impianto dalla tensione. Il comando è previsto per il montaggio a parete diretto. Il fissaggio avviene mediante i supporti a parete presenti sul fondo. Il comando deve essere sempre montato in modo che gli ingressi dei cavi siano rivolti verso il basso. Assicurarsi che non vengano trasmesse vibrazioni meccaniche dalla porta al comando (p. es. montaggio su una parete in muratura). Il montaggio è consentito solo su superfici piane. L alloggiamento deve essere montato senza tensione. Il luogo di montaggio deve essere scelto in modo da non esporre il comando a radiazione solare diretta e da non consentire ad agenti atmosferici di altro tipo di colpire direttamente il comando. La porta da azionare deve essere visibile dal comando per consentire il funzionamento a uomo presente possibile dalla tastiera a membrana. Evitare il contatto di componenti elettronici, in particolare dei componenti del circuito processore. I componenti elettronici possono essere danneggiati o distrutti dalla scarica elettrostatica. Qualora non sia possibile evitare il contatto dei componenti elettronici, si dovrebbe prima realizzare brevemente il contatto con un punto messo a terra (p. es. telaio della porta messo a terra). 4 Collegamento elettrico Morsetti a vite Morsetti a innesto a un filo (rigido) 2,5 mm²,5 mm² a filo sottile (con/senza manicotto terminale),5 mm²,0 mm² I lavori di collegamento, prova e manutenzione sul comando aperto devono essere eseguiti solo in assenza di tensione. Osservare in particolare i punti riportati nel paragrafo orme di sicurezza. Il comando è progettato per una tensione nominale di 230/400 V ±0 % 50/60 Hz. È assolutamente necessario collegare anche i conduttori neutri e di protezione. el funzionamento a 230 V è necessario utilizzare il morsetto L3 (contattore), e PE. La linea di alimentazione deve essere dotata nel luogo di installazione di una protezione con caratteristica di intervento K 6 A. Gli azionamenti devono essere dotati di una protezione da sovraccarichi supplementare (p. es. termopila). Se i contatti a potenziale zero delle uscite relè o altri morsetti vengono alimentati esternamente, ovvero con una tensione pericolosa, che può essere ancora presente dopo lo spegnimento del comando o l estrazione del connettore di rete, è necessario applicare sull alloggiamento del comando un adeguato adesivo di avvertenza chiaramente visibile. ( ATTEZIE! Prima di accedere ai morsetti tutti i circuiti di alimentazione devono essere scollegati. ) La tensione di comando 24 VCC (tensione continua) per apparecchi esterni e i circuiti di comando esterni sono protetti da una protezione a semiconduttore con ritorno automatico. Il ritorno avviene dopo l eliminazione del sovraccarico o del cortocircuito e una breve fase di raffreddamento. Tutti gli ingressi della tensione di comando sono separati galvanicamente dall alimentazione attraverso un isolamento di base. Sono progettati per una tensione di 24 VCC non regolata e possono essere occupati con contatti a potenziale zero o limitatamente con uscite attive di 24 V. Tutti i componenti da collegare al comando in conformità alla E devono presentare almeno un isolamento supplementare con una tensione nominale > 230 V. elle porte possono formarsi cariche elettrostatiche molto elevate. La scarica avviene sul punto più vicino che dispone di collegamento ad un conduttore di protezione. Se a causa di un cablaggio non corretto si permette una scarica sugli ingressi di comando collegati a massa, il comando può subire danneggiamenti. Si possono danneggiare soprattutto i collegamenti della barra di sicurezza. Quale contromisura si raccomanda un dispositivo di deviazione sul pannello della porta. Per i cavi introdotti nel comando il collegamento deve essere breve e deve condurre nel modo più diretto possibile al morsetto. Sezioni massime del collegamento dei morsetti della scheda elettronica utilizzati: Per lo schema di collegamento vedere i disegni separati in appendice. A T T E Z I O E : on lasciare in nessun caso residui del montaggio o del cablaggio nell alloggiamento del comando. I residui elettricamente conduttivi possono provocare gravi danni alla scheda elettronica. Serrare saldamente tutte le viti sui contattori, anche se presumibilmente non utilizzate. I 5

6 5 Ingressi/uscite 5. Ingressi Descrizione del funzionamento Ingresso Morsetto Funzione Tipo di contatto (DIP...) ved. capitolo Impostazione delle modalità operative I Prefinecorsa barra di sicurezza (DIP 6, 7) ormalmente aperto I Arresto intermedio finecorsa: attivo in tutti i comandi di apertura (con il tasto a membrana APERTURA è possibile passare dall arresto intermedio al finecorsa superiore) I Ingresso a treno di impulsi: APERTURA STOP CHIUSURA STOP (nessuna chiusura automatica al termine della pausa porta aperta) I Fotocellula di protezione oggetto * : (DIP 2, 3, 4) all attivazione: apertura automatica, chiusura a uomo presente consentita Commutazione mod. a uomo presente/automatica * I all attivazione (interruzione) modalità a uomo presente ogni nuova attivazione determina prima un arresto Protezione antitrascinamento ad autocontrollo * : I all attivazione: blocco dell apertura, chiusura a uomo presente. (controllo nel finecorsa superiore, p. es. valutazione di fotocellule con controllo o fotocellule trasmettitore-ricevitore) I Protezione antitrascinamento ad autocontrollo 2 * : v. protezione antitrascinamento Arresto Emerg * : se questo ingresso non viene utilizzato, è necessario inserire un ponte adeguato *2 : ponticello realizzato in fabbrica 5.2 Uscite 3-32 Catena di arresto di emergenza * : interruttore di allentamento fune, porta scorrevole (breve attivazione all inizio della chiusura dal finecorsa superiore aziona un riavvio automatico) Uscita Morsetto Funzione Caratteristica di commutazione Relè K 2 - Spia luminosa, lampeggia durante la corsa e tra i finecorsa. Eccezione: arresto di emergenza e funzionamento a uomo presente (ved. anche DIP 5, 8) Relè K2 Segnalazione guasti/funzione luce esterna: (v. ponte P3) ormalmente aperto, 230 V commutazione ormalmente aperto ormalmente aperto ormalmente chiuso *2 ormalmente chiuso *2 ormalmente chiuso con controllo *2 (v. Appendice A) ormalmente chiuso con controllo *2 ormalmente chiuso Arresto Emerg Catena di arresto di emergenza 2 * : finecorsa di emergenza, termopila,... ormalmente chiuso FineSup Finecorsa superiore * ormalmente chiuso FineInf Finecorsa inferiore * ormalmente chiuso StopExt AperExt2 ChiuExt2 StopExt2 AperExt2 ChiuExt2 BarraSi2 / 22 Canale radio +2 BarraSi / 2 Det / Collegamen - to diretto a modulo a innesto Pulsante a tre posizioni ormalmente chiuso STOP * : nessuna corsa possibile ormalmente aperto APERTURA: apertura automatica, nessun funzionamento a uomo presente ormalmente aperto CHIUSURA: chiusura automatica, nessun funzionamento a uomo presente Pulsante a tre posizioni 2 STOP * ormalmente chiuso : nessuna corsa possibile ormalmente aperto APERTURA: apertura automatica, nessun funzionamento a uomo presente ormalmente aperto CHIUSURA: chiusura automatica, nessun funzionamento a uomo presente Barra di sicurezza chiusura (con valutazione integrata) in caso di attivazione o guasto: durante la chiusura: inversione (stop riapertura) v. Appendice D in generale: chiusura possibile solo a uomo presente Canale: APERTURA STOP CHIUSURA STOP Modulo a innesto: Canale2: APERTURA FS CHIUSURA APERTURA TST SFFE Barra di sicurezza supplementare apertura in caso di attivazione o guasto: Mediante modulo a innesto: durante l apertura: stop chiusura per 0,5 s stop TST SUKS/SSKS in generale: corsa possibile solo a uomo presente Valutazione a cicli di induzione a 2 canali all attivazione: Mediante modulo a innesto: durante la chiusura: inversione (stop riapertura) TST SUVEK in generale: apertura automatica Invertitore, a potenziale zero ContAPERTURA 3-4 Messaggio apertura attiva ormalmente aperto, a potenziale zero ContCHIUSURA 3-4 Messaggio chiusura attiva ormalmente aperto, a potenziale zero I 6

7 6 Messa in funzione Descrizione del funzionamento Le seguenti istruzioni rappresentano una guida per il controllo e l impostazione di porte con finecorsa meccanici e contengono alcune note importanti che devono essere osservate. Si presuppone la conoscenza dei capitoli precedenti. ATTEZIE: In caso di sostituzione dei sistemi di barra di sicurezza spegnere il comando e dopo avere collegato il nuovo sistema passare alla modalità di configurazione (DIP = off). In caso di barra di sicurezza pneumatica (onda d urto) impostare l interruttore DIP 6 su controllo (DIP 6 su ).. Controllare i collegamenti elettrici in base allo schema di collegamento, la meccanica della porta e la configurazione dell impianto desiderata, inclusi relativi interruttori DIP e moduli a innesto, in modo da escludere qualsiasi pericolo meccanico o elettrico da parte dei componenti. 2. Controllare il campo rotante destrorso del collegamento alla rete realizzato in loco. 3. Portare la porta in posizione intermedia a comando spento e impostare i finecorsa meccanici in modo da non consentire l attivazione di nessun interruttore. 4. Impostare l interruttore DIP S su OFF. Dopo l accensione il comando funziona nella modalità a uomo presente, ovvero l automazione funziona finché è attivato il tasto APERTURA o CHIUSURA sulla tastiera a membrana. ATTEZIE: In questa modalità operativa la porta si muove senza considerare i dispositivi di sicurezza (fotocellula, barra di sicurezza). L interruzione del circuito di arresto di emergenza (p. es. interruttore di allentamento fune) o l intervento della protezione antitrascinamento sono considerati. 5. Inserire il connettore di rete o collegare l alimentazione. 6. Portare la porta vicino alla posizione chiusa con il tasto CHIUSURA. ATTEZIE: Per le porte con sovracorsa non nota lasciare sufficiente distanza dalla posizione finale. 7. In caso di senso di rotazione errato della porta: Controllare il campo rotante destrorso dell alimentazione del comando Campo rotante motore errato, scollegare l alimentazione e scambiare due collegamenti del motore 8. Impostare il finecorsa inferiore in modo da consentirne l attivazione immediata. Se necessario regolare quindi con maggiore precisione il finecorsa in questa posizione finale mediante ulteriori corse. ATTEZIE: Il finecorsa non deve essere superato nelle posizioni finali. 9. Impostare il finecorsa di sicurezza inferiore. Osservare le norme di impostazione del produttore dell automazione. 0. Portare la porta vicino alla posizione aperta con il tasto APERTURA.. Impostare il finecorsa superiore in modo da consentirne l attivazione immediata. Se necessario regolare quindi con maggiore precisione il finecorsa in questa posizione finale mediante ulteriori corse ATTEZIE: Il finecorsa non deve essere superato nelle posizioni finali. 2. Impostare il finecorsa di sicurezza superiore. Osservare le norme di impostazione del produttore dell automazione. 3. Arresto intermedio (se necessario): Portare la porta nella posizione desiderata per l arresto intermedio. 4. Impostare l interruttore di arresto intermedio in modo da consentirne l attivazione immediata (considerando il senso di apertura). 5. Impostare il prefinecorsa Il prefinecorsa serve a disattivare l inversione in caso di intervento della barra di sicurezza. Deve essere regolato, a seconda del tipo di porta, nel modo raffigurato sotto. La porta deve essere chiusa con una fessura di max. 5 o 2 cm tra il profilo del bordo di chiusura e il pavimento. DIP 7: OFF Disattivazione dell inversione DIP 7: Intervento ignorato max. 50 mm max. 20 mm 6. Impostare il prefinecorsa in modo da consentirne l attivazione immediata durante la chiusura in questa posizione (LED giallo). 7. Controllare e, se necessario, correggere le posizioni dei finecorsa con l apertura e la chiusura a uomo presente. 8. Spegnere il comando e portare l interruttore DIP S su. Dopo la riaccensione il comando si trova nella modalità automatica. 9. Controllare il funzionamento di tutti i dispositivi di sicurezza, come la protezione sul bordo di chiusura, la fotocellula, l arresto di emergenza, ecc. I 7

8 Descrizione del funzionamento 7 Comando Gli elementi di comando essenziali del comando della porta ITS-M-A guardando dall alto si trovano nell angolo superiore destro della scheda. Ponte P2 (tempo di inversione) Ponte P3 (funzione relè K2) Interruttore DIP ATTEZIE: Trimmer P (pausa porta aperta) Jumper 400 (barra di sicurezza) Le impostazioni degli elementi di comando devono essere effettuate solo da personale addestrato! Funzionamento LED RU (ve) Barra di sicurezza LED BarraSi (gia) Arresto emergenza LED ArrEm (ro) Diagnosi LED ICR (ve) Figura 8.: Elementi di comando ITS-M-A Ponti/jumper Funzione Reazione Ponte P2 Tempo di inversione Tempo di attesa prima del cambio di direzione (commutazione contattore) per l inversione barra di sicurezza chiuso 0,25 s - separato 0,05 s - Ponte P3 Jumper JP400 chiuso separato Ponti/jumper Funzione relè K2 Segnalazione guasti Relè di segnalazione guasti (è presente un guasto se dopo 5 minuti di occupazione permanente su stop, apertura, arresto di emergenza, fotocellula, barra di sicurezza o protezione antitrascinamento non è possibile nessun funzionamento automatico. Eccezione: i comandi di apertura/arresto, la fotocellula o la barra di sicurezza sono ancora occupati nei finecorsa superiore/arresto intermedio) Luce esterna Impulso di comando luce esterna (impulso da s prima di ogni inizio di corsa per il comando di un interruttore automatico esterno) Barra di sicurezza Resistenza terminale della barra di sicurezza,2 k - 8,2 k Impostazione della pausa porta aperta (trimmer P) Al termine di questo tempo si attiva la chiusura automatica della porta dal finecorsa superiore o dall arresto intermedio. La pausa porta aperta viene attivata portando l interruttore DIP 2 in posizione. L intervallo di impostazione è compreso tra s e circa 320s. Un ingresso di arresto di emergenza attivo o un comando di arresto disattivano la pausa porta aperta. La pausa porta aperta decorre solo dalla liberazione di tutti i comandi di apertura e dispositivi di sicurezza. La pausa porta aperta viene disattivata se si verificano tre tentativi di chiusura successivi nei quali si attiva la barra di sicurezza. Intervallo da s a 60 s ca. s ca. 60 s Intervallo da 60 s a 320 s ca. 320 s Figura 8.2: Intervallo di impostazione del trimmer P I 8

9 Descrizione del funzionamento 7.3 Visualizzazione del contatore cicli porta Il contatore cicli porta conta le corse della porta da un finecorsa all altro. In questo modo fornisce informazioni sull utilizzo complessivo della porta. Lo stato del contatore può essere visualizzato sui LED con la seguente combinazione di tasti: Premere il tasto a fungo di arresto di emergenza Premere e mantenere premuto APERTURA sulla tastiera a membrana Premere il tasto a membrana CHIUSURA Quindi è possibile rilasciare i tasti Come segnale iniziale dell output tutti i 4 LED si illuminano per circa 0,5s. Quindi viene visualizzato il contatore cicli porta come raffigurato nello schema sotto. La visualizzazione inizia con il LED con il valore superiore. Attenzione: se fino a quel momento sono stati effettuati meno di 0 cicli della porta, tutti i LED lampeggiano ciclicamente. umero impulsi (lampeggi) x0000 umero impulsi (lampeggi) x000 umero impulsi (lampeggi) x00 umero impulsi (lampeggi) x0 Run (ve) BarraSi (ar) ArrEm (ro) Incr (ve) Esempio: uno stato contatore cicli porta p. es. di viene visualizzato nella sequenza riportata sotto: 6x lampeggi del LED Run (6x 0000 = 60000) 3x lampeggi del LED BarraSi (3x 000 = 3000) 8x lampeggi del LED ArrEm (8x 00 = 800) 5x lampeggi del LED Incr (5x 0 = 50) L ultima cifra non viene visualizzata. Questa modalità di visualizzazione può essere abbandonata tirando il tasto di arresto di emergenza. 7.4 Esecuzione della funzione di reset Figura 8.3: Output degli stati del contatore sui LED La funzione di reset serve a riavviare il comando senza scollegare l alimentazione. Con questa funzione è possibile eliminare gli errori. Gli stati del contatore, come le funzioni impostate, rimangono invariate. Premere contemporaneamente i tasti a membrana STOP, APERTURA e CHIUSURA Il comando si riavvia I 9

10 Descrizione del funzionamento 7.5 Impostazione delle modalità operative (interruttore DIP) I tipi di funzionamento vengono impostati mediante gli interruttori DIP che si trovano sulla scheda. La seguente tabella descrive le possibili funzioni. ATTEZIE: Le impostazioni degli elementi di comando devono essere effettuate solo da personale addestrato! DIP Modalità automatica Attivazione della modalità di configurazione Solo modalità a uomo presente per apertura e chiusura (senza considerare barra di sicurezza, OFF Uomo presente fotocellula di protezione oggetto e trasmettitori di comandi di apertura/chiusura esterni) Modalità Apertura automatica, chiusura automatica con barra di sicurezza presente automatica Apertura automatica, chiusura a uomo presente con attivazione/guasto barra di sicurezza DIP 2 Pausa porta aperta Chiusura automatica, chiusura forzata OFF non attiva essuna chiusura automatica attiva Dopo il raggiungimento del finecorsa superiore (o dell'arresto intermedio) e la liberazione di tutti i comandi di apertura e dei dispositivi di sicurezza si avvia il tempo impostato nel trimmer P. Al termine della pausa porta aperta la porta si chiude automaticamente. La pausa porta attiva aperta viene interrotta dall'attivazione dell'arresto di emergenza o dal comando di arresto. Con fotocellula di protezione oggetto, comando di apertura o barra di sicurezza attivi la pausa porta aperta viene mantenuta al massimo. Pausa porta aperta Interruzione della pausa porta aperta DIP 3 minima Funzione attiva solo se è attiva la pausa porta aperta (DIP 2: ) OFF non attiva essuna pausa porta aperta minima attiva 2 s dopo la liberazione della fotocellula di protezione oggetto avviene la chiusura attiva Se è attivo il preallarme (v. DIP 5), decorre direttamente il tempo di preallarme di 3 s DIP 4 Fotocellula Funzionamento della fotocellula di protezione oggetto Durante la chiusura inversione OFF Chiusura Durante l'apertura nessuna funzione Durante la chiusura inversione Durante l'apertura comando di arresto. Finché è presente l'attivazione, sono possibili solo Apertura e corse a uomo presente. Dopo la liberazione avviene l'apertura automatica (2s di ritardo) fino chiusura alla posizione finale richiesta precedentemente (arresto intermedio, finecorsa superiore). Inizia a decorrere una pausa porta aperta eventualmente impostata. DIP 5 Preallarme chiusura Tempo di ritardo prima della chiusura OFF non attivo - Inizio della chiusura ritardato di 3 s (apertura v. DIP 8) 3 s (v. anche funzione relè spia luminosa) Selezione del principio di sicurezza in base a pre2453 DIP 6 Barra di sicurezza (v. anche schema morsettiera Appendice D ) Durante la chiusura fino all'attivazione del prefinecorsa inferiore o del finecorsa entrambi i Ridondanza segnali indipendenti di una valutazione barra di sicurezza elettrica o ottica devono visualizzare sempre gli stessi segnali. Se avviene un cambio di segnale su un canale, il secondo OFF canale deve seguirlo dopo massimo 00 ms. Controllo ATTEZIE: da attivare senza meno per la barra pneumatica Dopo l'attivazione del prefinecorsa inferiore o il raggiungimento del finecorsa inferiore durante/dopo la chiusura si attende un'attivazione della barra di sicurezza entro 3 s. DIP 7 DIP 8 Prefinecorsa Comportamento della porta prima e dopo l'attivazione del prefinecorsa Prima dell'attivazione: l'attivazione della barra di sicurezza determina un arresto immediato Disattivazione OFF con successiva riapertura inversione Dopo l'attivazione: l'attivazione della barra di sicurezza determina un arresto immediato Prima dell'attivazione: l'attivazione della barra di sicurezza determina un arresto immediato Attivazione con successiva riapertura ignorata Dopo l'attivazione: l'attivazione della barra di sicurezza viene ignorata Attenzione: l'attivazione non viene indicata dal LED BarraSi Preallarme apertura Tempo di ritardo prima dell'apertura (solo se DIP 5 Preallarme apertura è attivo) OFF non attiva essun preallarme prima dell'apertura, il preallarme prima della chiusura dipende dal DIP 5. 3sInizio di corsa prima dell'apertura e chiusura ritardato di 3 s I 0

11 7.6 Codici di indicazione LED Descrizione del funzionamento Colore del LED Denominazione Significato verde RU Pronto per il funzionamento Rilevato errore interno (p. es. circuito computer) Spegnere e riaccendere il comando o eseguire la funzione di reset 3 s / 3 s OFF essuna chiusura automatica possibile Fotocellula di protezione oggetto attiva, comando apertura/stop fermo (0,5 Hz) Modalità a uomo presente attiva tramite ingresso I5 s / s OFF Il comando è pronto per il funzionamento (0,5 Hz) 0, s / 0, s Protezione antitrascinamento in apertura attivata OFF (5 Hz) Controllo della protezione antitrascinamento non riuscito OFF Comando senza alimentazione o fusibile F200 difettoso giallo BARRASI Barra di sicurezza (in aggiunta a LED sulla scheda) 3x attivazione della barra durante la chiusura (nessuna pausa porta aperta o chiusura automatica il comando successivo agisce senza ritardo) Prefinecorsa azionato (indicazione solo in combinazione con il tasto a membrana CHIUSURA) Errore Attivazione prefinecorsa non plausibile : Finecorsa superiore + prefinecorsa o arresto intermedio + prefinecorsa si sono attivati contemporaneamente, prefinecorsa da quel momento non più liberato Sistema ottico dinamico collegato, ma nessun autoapprendimento in modalità di configurazione. Ingresso interrotto 3 s / 3 s OFF Attivazione con valutazione contatto n. c. p. es. barra pneumatica (onda d urto) (0,5 Hz) Guasto con valutazione contatto n. a. p. es. barra elettrica Interruzione o guasto del sistema ottico dinamico nessun impulso per oltre 2 secondi Ingresso cortocircuitato s / s OFF Guasto con valutazione contatto n. c. p. es. barra pneumatica (onda d urto) (0,5 Hz) Attivazione con valutazione contatto n. a. p. es. barra elettrica Attivazione del sistema ottico dinamico (frequenza < 200 Hz) Errore di sistema Controllo non riuscito (DIP 6: p. es. barra pneumatica) 0, s / 0, s Ridondanza errata (DIP 6: OFF) p. es. barra elettrica OFF Ridondanza della scheda per barra di sicurezza errata (funzionamento porta scorrevole) (5 Hz) Scheda per barra di sicurezza non più riconosciuta Frequenza di impulsi troppo elevata per sistemi ottici dinamici Scheda barra di sicurezza attivata permanentemente OFF essun errore, la barra funziona correttamente (p. es. riconosciuta resistenza terminale valida) rosso ARREM Catena di arresto di emergenza, alimentazione 24 V, finecorsa Esterna 24 V assente (Sovraccarico o cortocircuito controllare o scollegare tutte le utenze 24V) fusibile con ritorno automatico 3 s / 3 s OFF Catena di arresto di emergenza complessiva interrotta (0,5 Hz) (tasto a fungo, interruttore di allentamento fune, porta scorrevole e/o seguenti) s / s OFF Catena di arresto di emergenza interrotta lato automazione (0,5 Hz) (finecorsa di emergenza, termopila, interruttore di disinnesto,...) Finecorsa superiore e inferiore attivati contemporaneamente 0, s / 0, s Finecorsa superiore attivo (indicazione solo in combinazione con il tasto a membrana APERTURA) OFF Finecorsa inferiore attivo (indicazione solo in combinazione con il tasto a membrana CHIUSURA) (5 Hz) Tempo di esercizio massimo di 60 s superato ( eseguire funzione di reset) OFF Comando pronto per il funzionamento, catena di arresto di emergenza chiusa Tutti i LED off permanentemente Alimentazione di rete 230 V assente Fusibile F200 difettoso Priorità: un attivazione o un guasto della barra vengono visualizzati con priorità (un caso particolare è costituito dal prefinecorsa, la cui attivazione viene visualizzata solo in combinazione con il tasto a membrana CHIUSURA). L attivazione o il guasto della barra determinano immediatamente l indicazione tramite LED (ovvero in tutti i casi è visibile un cambio) L attivazione determina l indicazione tramite il LED BARRASI per s. Un eccezione è costituita dal principio della barra Controllo (scheda DWS inserita o DIP 6 = ): Al di sotto del prefinecorsa o con finecorsa inferiore attivo il LED viene comandato per il tempo di attivazione reale. I

12 8 Dati tecnici Descrizione del funzionamento Dimensioni alloggiamento (largh. x alt. x prof.): ca.: 82 x 320 x 93 mm (senza tasto a fungo) Dimensioni scheda elettronica (lunghxlarghxalt): ca.: 20 x 70 x 70 mm (senza moduli a innesto) Montaggio: verticale Alimentazione: comando tramite L3,, PE: 230 V CA ±0%, Hz (protezione sulla scheda elettronica: F200 / 0,5 AT) automazione tramite L, L2, L3: fino a 3 x 400 V CA ±0%, Hz, 2200 W con AC-3 (protezione ad opera del committente: 6 A, caratteristica di intervento K) ulteriore protezione motore (p. es. termopila) necessaria Potenza assorbita del comando ca. 30 VA (senza automazione e utenze 230 V est.): 230 V Alimentazione esterna (230 V): CA ±0%, Hz (protezione sulla scheda elettronica: F300 / AT) Tensione comando/ 24 V CC non regolata alimentazione esterna (±20 % con carico nominale 200 ma e tensione nominale 230 V) (alimentazione esterna 2): max. 200 ma incl. modulo a innesto in X / X2 protezione mediante fusibile a semiconduttore con ritorno automatico 24 V CC / tip. 5 ma tutti gli ingressi devono essere collegati a potenziale zero o: < 2 V: inattivo logico 0 Ingressi comando: > 7 V: attivo logico durata segnale min. per comandi in ingresso: > 00 ms separazione galvanica mediante optoisolatore sulla scheda elettronica Catena di sicurezza/arresto di emergenza incl. finecorsa superiore e inferiore Uscite relè Uscita automazione Intervallo di temperatura Umidità aria Vibrazione Grado di protezione Peso Relè K: Spia luminosa : Relè K2: Guasto/luce esterna/ tutti gli ingressi devono assolutamente essere collegati a potenziale zero carico contatto ammesso: 35 V CC / 200 ma con interruzione della catena di sicurezza non è più possibile nessun movimento dell automazione, neanche a uomo presente ponticello non realizzato in fabbrica se si collegano carichi induttivi (p. es. ulteriori relè), devono essere dotati di diodi ad oscillazione libera e di adeguate misure antidisturbo => 230 V CA / min. 0, A / max. 80 W L a commutazione, n. a. => 24V CC / 500 ma => 230 V CA / min. 0, A / max. 80 W a commutazione a potenziale zero, invertitore Contatti ausiliari nel contattore => 230 V CA Apertura e Chiusura : a commutazione a potenziale zero, n. a. collegamento fisso a apertura o chiusura motore Freno elettromeccanico Funzionamento: Stoccaggio: I contatti utilizzati una volta per la commutazione di potenza non possono più commutare basse correnti 3 x 400V CA, max. 2,2 kw con AC-3 collegamento diretto a contattore invertitore il contattore invertitore è preparato per il funzionamento di automazioni trifase comando 230 V CA mediante contatti contattore (fase motore collegata sul contattore, +PE nella morsettiera) comando a potenziale zero possibile mediante contatti ausiliari apertura/chiusura (p. es. freno CC) C C fino al 95% senza condensa montaggio sottoposto a oscillazioni limitate, p. es. su parete in muratura IP54 (IP65 con sostituzione del collegamento CEE e isolamento di ingressi cavi aperti) ca. 2,8 kg Direttive Direttiva CEM: modificata da: Direttiva bassa tensione: modificata da: Prototipo verificato in base a 89/336/CEE 9/263/CEE 92/03/CEE 73/023/CEE 93/068/CEE Specifiche tecniche nazionali applicate in riferimento alle direttive citate sopra orme: E / 03.93: E / 03.94: E / 02.96: E / 0.95: Direttiva 98/37/CE: E2453 / 2000: E2455 / 2000: pre2978 /.99: Emissione di interferenze, ambienti residenziali Emissione di interferenze, ambienti industriali Resistenza alle interferenze, ambienti industriali Sicurezza degli apparecchi elettrici d uso domestico e similare / parte : requisiti generali direttiva macchine Sicurezza porte motorizzate Requisiti Sicurezza porte motorizzate Prove Dispositivi di sicurezza Requisiti e metodi di prova I 2

13 Descrizione del funzionamento 9 Appendice: Schemi di collegamento e morsettiera 9. Appendice A: Protezione antitrascinamento Principio: Stand by: Ingresso I6 (I7) riceve Attivazione: Ingresso I6 (I7) aperto Controllo: Raggiungendo il finecorsa superiore il comando attende l attivazione I6 (I7). A questo scopo vengono disinseriti i dell uscita di controllo. Questa funzione può essere utilizzata p. es. per disinserire un trasmettitore di una fotocellula monodirezionale o per comandare l ingresso di controllo di una fotocellula a riflessione. (Se necessario collegare una resistenza pull-down esterna di max. 2,2kΩ dal morsetto 63 (67) al 64 (68)) Protezione antitrascinamento non attivata La protezione antitrascinamento attiva fotocellule a riflessione Modulo trasmettitore-ricevitore I7 GD Ponte I7 GD PP +24V 0V Controllo attivo 6/I7 +24V 0V A T T E Z I O E : Il controllo della protezione antitrascinamento avviene solo nel finecorsa superiore. Per realizzare una posizione di arresto intermedio contattare il fornitore. Funzionamento Funzionamento Attivazione max. 00 ms max. 00 ms La protezione antitrascinamento attiva la fotocellula monodirezionale Canale (ITERO) I6 GD Ponte I6 GD Segnale Test GD Riflettore Modulo trasmettitore-ricevitore Segnale Test GD PP Segnale I7 GD GD PP GD Trasmettitore Ricevitore Canale 2 (ESTERO) Riflettore Segnale I6 GD GD PP GD Trasmettitore Ricevitore I 3

14 Descrizione del funzionamento Messa in funzione Collegamenti Motore SOMMER con finecorsa meccanici e quadro di comando ITS-M-A cavo 8 poli QUADRO Descrizione MOTORE SOMMER DI COMADO => T Collegamento motore al teleruttore 2 => T2 Collegamento motore al teleruttore 3 => T3 Collegamento motore al teleruttore 4 => 33 STOP sicurezze concatenate 2. 5 => 34 STOP sicurezze concatenate => 35 Finecorsa di APERTURA 7 => 37 Finecorsa di CHIUSURA 8 => 36 Finecorsa di APERTURA 9 => 38 Finecorsa di CHIUSURA 0 => 86 Pre-finecorsa => 9 Apertura parziale 2 => 85 Pre-finecorsa 3 => 95 Pre-finecorsa 4 => libero Opzionale per freno 5 => libero Opzionale per freno 6 => 97 Apertura parziale 7 => 93 Apertura parziale gn/ge => PE TERRA verde/giallo Ponticelli necessari per la messa in funzione! da morsetto a morsetto funzione 5 => 52 Comando di STOP 53 => 54 Comando di STOP 62 => 63 Sicurezza antitrascinamento 66 => 67 Sicurezza antitrascinamento 7 => 72 Selezione UOMO PRES. / AUTOM. 74 => 75 Fotocellule 3 => 32 STOP sicurezze concatenate Ulteriori istruzioni nel capitolo 6 del presente manuale I 4

15 PE U V W gialloverde PE 6 U V W gialloverde Descrizione del funzionamento 9.3 Appendice C: Cablaggio del motore e dei finecorsa (esempio di collegamento 2 fili) X3 0 T A2 -A2 +A APERTURA 3 T3 7 W L T2 T L L2 L3 L3 Off On Interruttore arresto intermedio 2 V L2 L2 U L L 8 Ponte su scheda elettronica X0 Relè K2 Relè K F300 AT Off 2 3 PE 2 L PE PE azzurro giallo-verde 2 x 0,75 5 x,5 0 PE S: chiusura di emerg. M 3~ S5 Prefine Chiusura Apertura S2: apertura di emerg. S6 (Arrl) S4 S3 F, S0,... Termopila, Manovella, ~ Freno opzionale 3 x 400VCA (L, L2, L3,, PE) per funzione arresto intermedio:.) collegare interruttore Arresto intermedio on/off ai morsetti 83 e 94 2.) impostare posizione arresto intermedio con finecorsa S6 ArrI 9.2 Appendice B: Cablaggio del motore e dei finecorsa (esempio di collegamento 8 fili) X3 T 82 -A2 -A2 +A APERTURA Interruttore arresto intermedio T T2 T L L2 L3 L3 Ponte per arresto intermedio W L3 On 2 V L2 L2 U L L 7 Ponte su scheda elettronica 3 X0 Relè K2 Relè K 6 F300 AT PE 2 L PE PE giallo-verde azzuro 8 x 0,75 5 x,5 5 4 PE S: chiusura di emerg. M 3~ S8 (Arrl) S7 Prefine Chiusura Apertura S6 S5 Termopila, S2: apertura di emerg. Manovella, S3 S4 ~ Freno opzionale 3 x 400VCA (L, L2, L3,, PE) I 5

16 Descrizione del funzionamento 9.4 Appendice D: Collegamenti standard spesso necessari P P2 P3 RU BarraSi EMERG. Slot per modulo radio ICR X4 X LED Connettore di programmazione Microcontrollore JP400 X X6 X6: Tastiera a membrana Stop Stop2 Stop2 Apertura Apertura2 Chiusura Chiusura2 In7 Gnd In6 Gnd In5 Gnd In4 Gnd In3 In2 In Ponte o arresto esterno Ponte o protezione antitrascinamento interno Ponte protezione antitrascinamento esterno Ponte o uomo presente/automatico Commutazione Chiusura Apertura Stop Trasmettitore a tre comandi Fotocellula di protezione oggetto 230 V L Interruttore a trazione da soffitto (comando a treno di impulsi) 3 X Interruttore di arresto di emergenza Arresto di emerg. Arresto di emerg.2 Arr. di emerg.2 Arr. di emerg.22 Finecorsa sup. Finecorsa sup.2 Finecorsa inf. Finecorsa inf.2 Ponte su scheda elettronica BarraSi BarraSi2 BarraSi2 BarraSi22 +2 V Morsettiera Pannello porta Cavo a spirale Barra elettrica DIP 6: OFF JP Barra pneumatica DIP 6: JP400-2 Fraba OSE DIP 6: OFF JP marrone bianco marrone bianco verde 3 Interruttore porta scorrevole opzionale Interruttore di allentamento fune Interno (marrone) Esterno (bianco) 8k2 Barra di sicurezza Resistenza terminale k2 Barra di sicurezza Resistenza terminale Ricevitore Trasmettitore I 6

17 Descrizione del funzionamento 9.5 Appendice E: Panoramica del comando della porta ITS-M-A Slot per valutazione barra di sicurezza supplementare o rilevatore a induzione F200 0,5Amp T APERTURA CHIUSURA +A 3 L L2 L3 +A 3 L L2 L3 L 2 L3 L2 L X PE Ponte P2 (tempo di inversione: aperto: 0,05 s chiuso: 0,25 s) Trimmer P (pausa porta aperta: s 320 s) Trasformatore W V U Relè K F300 (Amp T) -A2 4 T3 T2 T -A2 4 T3 T2 T 2 3 Relè K2 X2 *L Freno* W motore V motore U motore 3 Ponte P3 (funzione relè K2: aperto: impulso luce esterna chiuso: segnalazione guasti) P P2 P3 RU BarraSi X EMERG. Slot per modulo radio ICR X4 X LED Microcontrollore Interruttore di arresto di emergenza Connettore di programmazione 40 4 JP400 X interruttori DIP per: : modalità di configurazione (uomo presente) 2: pausa porta aperta 3: pausa porta aperta minima (interruzione pausa porta aperta) 4: funzione fotocellule di protezione oggetto 5: preallarme chiusura 6: selezione valutazione barra di sicurezza 7: comportamento prefinecorsa 8: preallarme apertura (v. anche Impostazione delle modalità operative ) Pulsante a 3 posizioni 98 Tastiera a membrana X6 Stop Stop2 Stop2 Apert. Apert.2 Chius. Chius.2 In7 Gnd In6 Gnd In5 Gnd In4 Gnd In3 In2 In Ponte su scheda elettronica Protezione antitrascinamento 2 (v. schema morsettiera Protezione antitrascinamento") Protezione antitrascinamento (v. schema morsettiera Protezione antitrascinamento") Commutazione Uomo presente / automatico 4x2 contatti X0 Fotocellula Ingresso a treno di impulsi Arresto intermedio Prefinecorsa Barra di sicurezza L esterno L spia lum. spia lum. Spia luminosa freno esterno rete PE rete PE esterno PE esterno *L Freno* AC DC Freno K2 A K2 C K2 comune Segnalazione guasti, emissione di impulsi luce esterna Arresto di emerg. Arresto di emerg.2 Interruttore di allentamento fune, Porta scorrevole Finecorsa di emergenza, Termopila Arr. di emerg.2 Arr. di emerg.22 Finecorsa sup. Finecorsa sup.2 Finecorsa inf. Finecorsa inf.2 Finecorsa APERTURA Finecorsa CHIUSURA BarraSi BarraSi2 Collegamento opzionale per moduli a innesto X / X2 BarraSi2 BarraSi22 +2 V Collegamento per barra di sicurezza (modulo interno) 4 X6 ot Stop Stop 2 Apertura 2 Stop 3 Chiusura 4 I 7

18 Dichiarazione CE del produttore Descrizione del funzionamento La ditta SOMMER Antriebs- und Funktechnik GmbH Hans-Böckler-Straße 2-27 D Kirchheim/Teck dichiara che il quadro di comando: - ITS-M-A è conforme alle seguenti direttive europee: - direttiva bassa tensione 93/068/CEE - direttiva sulla compatibilità elettromagnetica 92/03CEE. In particolare sono state applicate le seguenti norme o progetti di norme: - E 5008-, E , E , E E 2 453, E 2978 Avvertenza: La messa in funzione dell impianto per porta garage è consentita solo dopo l accertamento della conformità rispetto a tutte le direttive CE relative e pertinenti, dell impianto per porta garage nel quale è previsto il montaggio di questa automazione. Kirchheim, Frank Sommer Amministratore Delegato I 8

19

20

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R Utilizzo: Le schede di frenatura Frenomat2 e Frenostat sono progettate per la frenatura di motori elettrici

Dettagli

SCHEDA COMANDO PER MOTORE MONOFASE TRIFASE 230 / 400 Vac

SCHEDA COMANDO PER MOTORE MONOFASE TRIFASE 230 / 400 Vac SCHEDA COMANDO PER MOTORE MONOFASE TRIFASE 230 / 400 Vac LOGICA CON MICROPROCESSORE STATO DEGLI INGRESSI VISUALIZZATO DA LEDs PROTEZIONE INGRESSO LINEA CON FUSIBILE FUNZIONE INGRESSO PEDONALE CIRCUITO

Dettagli

Q71A. 230V ac Q71A. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso

Q71A. 230V ac Q71A. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso Q71A CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso 230V ac Q71A Centrale di gestione per cancello battente 230Vac ad 1 o 2 ante Programmazione semplificata del ciclo di funzionamento

Dettagli

10. Funzionamento dell inverter

10. Funzionamento dell inverter 10. Funzionamento dell inverter 10.1 Controllo prima della messa in servizio Verificare i seguenti punti prima di fornire alimentazione all inverter: 10.2 Diversi metodi di funzionamento Esistono diversi

Dettagli

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE A) - Destinazione dell apparecchiatura Quadro elettronico adibito al comando di 1 motore asincrono monofase alimentato a 230 vac destinato all automazione di una tapparella

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONI MOTORE PER CANCELLO SCORREVOLE

MANUALE D ISTRUZIONI MOTORE PER CANCELLO SCORREVOLE MANUALE D ISTRUZIONI MOTORE PER CANCELLO SCORREVOLE BM_500B-7 BM_500M-7 Indice 1. Dotazione. 2 2. Funzioni. 3 3. Installazione. 3 4. Programmazione. 9 5. Specifiche tecniche. 13 6. Manutenzione. 13 7.

Dettagli

Dispositivi per l'arresto di emergenza e per i ripari mobili

Dispositivi per l'arresto di emergenza e per i ripari mobili Caratteristiche del dispositivo ripari mobili Gertebild ][Bildunterschrift Modulo di sicurezza per il controllo dei pulsanti di arresto di emergenza e dei ripari mobili Certificazioni Gertemerkmale Uscite

Dettagli

Centronic VarioControl VC420-II, VC410-II

Centronic VarioControl VC420-II, VC410-II Centronic VarioControl VC420-II, VC410-II it Istruzioni per il montaggio e l'impiego Radioricevitore da incasso VC420-II, radioricevitore a sbalzo VC410-II Informazioni importanti per: il montatore / l'elettricista

Dettagli

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione WWW.FUHR.DE Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione Le presenti istruzioni dovranno essere trasmesse dall addetto al montaggio all utente MBW24-IT/11.14-8

Dettagli

elero VarioTec-868 JA VarioTec-868 RM Istruzioni d uso Conservare le presenti istruzioni d uso!

elero VarioTec-868 JA VarioTec-868 RM Istruzioni d uso Conservare le presenti istruzioni d uso! VarioTec-868 JA VarioTec-868 RM elero Istruzioni d uso Conservare le presenti istruzioni d uso! elero Italia S.r.l. Via A. Volta, 7 20090 Buccinasco (MI) info@elero.it www.elero.com 309025 02 Nr. 18 100.4602/0605

Dettagli

Manuale tecnico Impianto di alimentazione elettrica T4002

Manuale tecnico Impianto di alimentazione elettrica T4002 Manuale tecnico Impianto di alimentazione elettrica T400 MOZELT GmbH & Co. KG Ai fini della sicurezza, sono assolutamente da seguire le seguenti avvertenze e raccomandazioni prima della messa in funzione!

Dettagli

G9S. Modelli disponibili. Ideale per il controllo di circuiti di sicurezza con finecorsa, barriere fotoelettriche e pulsanti di emergenza

G9S. Modelli disponibili. Ideale per il controllo di circuiti di sicurezza con finecorsa, barriere fotoelettriche e pulsanti di emergenza Ideale per il controllo di circuiti di sicurezza con finecorsa, barriere fotoelettriche e pulsanti di emergenza Dimensioni ridotte: 2 uscite: 22,5 mm; 3 uscite: 68 mm; 5 uscite: 91 mm. Oltre ai modelli

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali 28111.03 www.caleffi.com Regolatore digitale SOLCAL 1 Copyright 2012 Caleffi Serie 257 MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE Funzione 1 Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici 3 Caratteristiche

Dettagli

Descrizione del funzionamento ITS-M-T V OCE-Rev.A-3

Descrizione del funzionamento ITS-M-T V OCE-Rev.A-3 I ITS-M-T 46668V003-232008-0-OCE-Rev.A-3 Copyright 2000 by SOMMER Antriebs- und Funktechnik GmbH Note Il presente manuale è rivolto in particolare ai progettatori del comando ITS-M-T di SOMMER. La messa

Dettagli

Istruzioni di servizio per gruppi costruttivi SMX Istruzioni di servizio (versione 1-20.12.2007)

Istruzioni di servizio per gruppi costruttivi SMX Istruzioni di servizio (versione 1-20.12.2007) Istruzioni di servizio per gruppi costruttivi SMX Istruzioni di servizio (versione 1-20.12.2007) TD-37350-810-02-01F- Istruzioni di servizio 04.01.2008 Pag. 1 von 6 Avvertenze importanti Gruppi target

Dettagli

Relè allo Stato Solildo con Fusibile integrato Modello RGC1F

Relè allo Stato Solildo con Fusibile integrato Modello RGC1F Relè allo Stato Solildo con Fusibile integrato Modello RGC1F Relè allo stato solido con fusibile integrato Commutazione per passaggio di zero Tensione nominale: 230 VCA e 600 VCA Larghezza 35 mm Tensione

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi, MDRC SE/S 3.16.1

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi, MDRC SE/S 3.16.1 Dati tecnici ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Il modulo di monitoraggio e controllo carichi è un apparecchio di serie di design Pro M per l installazione nei sistemi di distribuzione. L apparecchio

Dettagli

Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni. TROX Italia S.p.A. Telefono 02-98 29 741 Telefax 02-98 29 74 60

Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni. TROX Italia S.p.A. Telefono 02-98 29 741 Telefax 02-98 29 74 60 /./I/ Rivelatore di fumo Typo RM-O-VS-D con sensore di portata per il controllo delle serrande tagliafuoco e tagliafumo Omologato dall Istituto Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni Z-78.-7 TROX Italia

Dettagli

Centronic SunWindControl SWC411

Centronic SunWindControl SWC411 Centronic SunWindControl SWC411 IT Istruzioni per il montaggio e l impiego del trasmettitore da parete per il controllo della funzione sole/vento Informazioni importanti per: il montatore l elettricista

Dettagli

2.3.1 Condizioni ambientali

2.3.1 Condizioni ambientali 2.3 impianti elettrici delle macchine CEI EN 60204-1 /06 L impianto elettrico delle macchine riveste, ai fini della sicurezza, un importanza rilevante. Al momento dell acquisto della macchina o in caso

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI INDUSTRIALI

IMPIANTI ELETTRICI INDUSTRIALI indice ALIMENTATORE TRIFASE ALIMENTATORE CC ALIMENTATORI DL 2102AL DL 2102ALCC MODULI PULSANTE DI EMERGENZA TRE PULSANTI TRE LAMPADE DI SEGNALAZIONE CONTATTORE RELE TERMICO RELE A TEMPO SEZIONATORE SENSORE

Dettagli

KNX/EIB Tensione di alimentazione 640 ma a prova di interruzione. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. N.

KNX/EIB Tensione di alimentazione 640 ma a prova di interruzione. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. N. N. ordine : 1079 00 Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente da elettrotecnici. In caso di inosservanza

Dettagli

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE Curtarolo (Padova) Italy MANUALE DI INSTALLAZIONE EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE IST0571V1.3-1 - Generalità Indice Generalità... pag. 2 Caratteristiche tecniche... pag. 2 Scheda della centrale...

Dettagli

Gruppo di alimentazione ALSCB138V24 Manuale d installazione

Gruppo di alimentazione ALSCB138V24 Manuale d installazione Gruppo di alimentazione ALSCB138V24 Manuale d installazione 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il gruppo di alimentazione ALSCB138V24 è stato progettato per risultare idoneo all impiego con tutti i tipi di apparecchiature,

Dettagli

Combinatore telefonico

Combinatore telefonico SISTEMA ANTINTRUSIONE Manuale utente Combinatore telefonico Microfono 16877 INDICE COMBINATORE TELEFONICO Indice 1. CARATTERISTICHE TECNICHE... 3 2. PROGRAMMAZIONE... 4 3. COMANDI PARTICOLARI... 6 4.

Dettagli

Motore per tende da sole SunTop-868

Motore per tende da sole SunTop-868 Motore per tende da sole SunTop-868 Conservare queste istruzioni! Dopo il montaggio del motore, fissare al cavo le presenti istruzioni di montaggio per l elettricista. Montaggio in tubi profilati A Spingere

Dettagli

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT Motoriduttori \ Riduttori industriali \ Azionamenti e convertitori \ Automazione \ Servizi Disinserzione sicura per MOVIAXIS Condizioni Edizione 08/2006 1152302 / IT Manuale SEW-EURODRIVE Driving the world

Dettagli

ISTRUZIONI PER L'USO. Alimentatore KTB 24 V / 4.3 A

ISTRUZIONI PER L'USO. Alimentatore KTB 24 V / 4.3 A ISTRUZIONI PER L'USO Alimentatore KTB 24 V / 4.3 A Edizione: 507513 A Produttore: Montech AG, Gewerbestrasse 12, CH-4552 Derendingen Tel. +41 (0)32 681 55 00, Fax +41 (0) 682 19 77 Dati tecnici / Allacciamento

Dettagli

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO GESCO SECURKEY TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO Adatto a comandare impianti di allarme antiintrusione eda controllare accessi o apparecchiature,mediante

Dettagli

Variatori di potenza per carichi elettrici, max 30 KW pausa/impulso 24 V AC

Variatori di potenza per carichi elettrici, max 30 KW pausa/impulso 24 V AC 4 936 Variatori di potenza per carichi elettrici, max 30 KW pausa/impulso 24 V AC SEA412 Impiego I variatori di potenza statica si utilizzano per il controllo delle resistenze elettriche negli impianti

Dettagli

Schema del terminale di potenza. Inverter MONOFASE 230V 0.2~0.75kW. L1 L2 P B U V W

Schema del terminale di potenza. Inverter MONOFASE 230V 0.2~0.75kW. L1 L2 P B U V W ITALIANO TT100 Adattamento dal manuale esteso dell operatore degli inverter serie TT100 Collegamenti di potenza Nei modelli con ingresso trifase, collegare i terminali R/L1, S/L2 e T/L3 alla linea trifase

Dettagli

ORION-S - MANUALE D USO - Centrale trifase/monofase 380/220V fino a 2CV. Principali applicazioni: AUTOMAZIONI A UN MOTORE CANCELLI SCORREVOLI

ORION-S - MANUALE D USO - Centrale trifase/monofase 380/220V fino a 2CV. Principali applicazioni: AUTOMAZIONI A UN MOTORE CANCELLI SCORREVOLI ORION-S - MANUALE D USO - Centrale trifase/monofase 380/220V fino a 2CV Principali applicazioni: AUTOMAZIONI A UN MOTORE CANCELLI SCORREVOLI PORTE AD IMPACCHETTAMENTO Alcune caratteristiche: RILEVAZIONE

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio carico, MDRC EM/S 3.16.1

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio carico, MDRC EM/S 3.16.1 Dati tecnici ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Il modulo di monitoraggio carico è un apparecchio a installazione in serie dal design Pro M da installare nei sistemi di distribuzione. La corrente di

Dettagli

1 Indicazioni di sicurezza

1 Indicazioni di sicurezza Attuatore dimmer universale 1 canale 50-210 W/VA N. art. 3210 UP Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente

Dettagli

PowerMust 400/600/1000 di tipo Offline Gruppo di continuità

PowerMust 400/600/1000 di tipo Offline Gruppo di continuità MANUALE DELL UTENTE IT PowerMust 400/600/1000 di tipo Offline Gruppo di continuità 1 IMPORTANTI ISTRUZIONI PER LA SICUREZZA CONSERVARE QUESTE ISTRUZIONI Questo manuale contiene importanti istruzioni per

Dettagli

Centraline AV e AV1 QUADRI DI COMANDO CON MEMORIA ESTRAIBILE

Centraline AV e AV1 QUADRI DI COMANDO CON MEMORIA ESTRAIBILE Centraline AV e AV1 QUADRI DI COMANDO CON MEMORIA ESTRAIBILE 1. Introduzione. Quadro di comando per un motore in corrente alternata con regolazione di coppia (AV1), ingresso per finecorsa o pulsanti AP/CH,

Dettagli

CENTRALINA TC1000-L Quadro di comando programmabile per serrande metalliche e porte sezionali

CENTRALINA TC1000-L Quadro di comando programmabile per serrande metalliche e porte sezionali CENTRALINA TC1000-L Quadro di comando programmabile per serrande metalliche e porte sezionali Manuale d installazione 1. Introduzione Centralina TC1000-L Quadro di comando per programmabile per serrande

Dettagli

ABB i-bus KNX Room Master Premium, MDRC RM/S 2.1

ABB i-bus KNX Room Master Premium, MDRC RM/S 2.1 Dati tecnici ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Il Room Master Premium è un apparecchio a installazione in serie MDRC (Modular DIN-rail Component) con Pro M-Design. È destinato all installazione nei

Dettagli

SCHEDE DI FRENATURA ELETTRONICA

SCHEDE DI FRENATURA ELETTRONICA Informazioni generali I moduli di frenatura elettronici Frenomat e Frenostat sono in grado di frenare motori asincroni, sono senza manutenzione e non producono abrasione ed inquinamento. Riducono i tempi

Dettagli

Min. 20 Nm @ tensione nominale Min. 20 Nm Comando Segnale Y DC 0 10 V, impedenza 100 k On-Off, 3-punti (solo AC), modulante (DC 0...

Min. 20 Nm @ tensione nominale Min. 20 Nm Comando Segnale Y DC 0 10 V, impedenza 100 k On-Off, 3-punti (solo AC), modulante (DC 0... Scheda ecnica SF24A-MF Attuatore di sicurezza con ritorno a molla multifunzioni per serrande di regolazione dell' aria in impianti di ventilazione e condizionamento negli edifici. Per serrande di regolazione

Dettagli

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 CEBORA S.p.A. 1 POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 MANUALE DI SERVIZIO CEBORA S.p.A. 2 SOMMARIO 1 - INFORMAZIONI GENERALI... 3 1.1 - Introduzione... 3 1.2 - Filosofia generale d assistenza.... 3 1.3 -

Dettagli

Istruzioni per l uso. Interruttore salvamotore > 8527/2

Istruzioni per l uso. Interruttore salvamotore > 8527/2 Istruzioni per l uso Interruttore salvamotore > Indice 1 Indice 1 Indice...2 2 Dati generali...2 2.1 Costruttore...2 2.2 Dati relativi alle istruzioni per l uso...2 2.3 Conformità a norme e disposizioni...3

Dettagli

DL 2102AL DL 2102ALCC

DL 2102AL DL 2102ALCC DL 2102T01 Pulsante di Emergenza Pulsante di emergenza a fungo di colore rosso per il controllo manuale e la rapida apertura del circuito in caso di emergenza. Pulsante completo di un contatto normalmente

Dettagli

CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA

CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA MANUALE OPERATIVO PREMESSA Con l acquisto del convertitore DC/DC il cliente si impegna a prendere visione del presente manuale e a rispettare e far

Dettagli

VISY-X. Documentazione tecnica. Stampante VISY-View. Edizione: 4/2009 Versione: 1 Codice articolo: 207168

VISY-X. Documentazione tecnica. Stampante VISY-View. Edizione: 4/2009 Versione: 1 Codice articolo: 207168 Documentazione tecnica VISY-X Edizione: 4/2009 Versione: 1 Codice articolo: 207168 FAFNIR GmbH Bahrenfelder Str. 19 22765 Hamburg Tel: +49 /40 / 39 82 07-0 Fax: +49 /40 / 390 63 39 Indice 1 Informazioni

Dettagli

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO () Generalità Quadro di comando e controllo manuale/automatico () fornito a bordo macchina, integrato e connesso al gruppo elettrogeno. Il quadro utilizza un compatto

Dettagli

S S. Motore per tapparelle RolSmart

S S. Motore per tapparelle RolSmart IT Motore per tapparelle RolSmart Conservare le presenti istruzioni! Dopo aver montato il motore, fissare le presenti istruzioni al cavo per il tecnico elettricista. Funzioni del dispositivo: Protezione

Dettagli

Compressori serie 134-XS e 134-S Dispositivi Elettrici (EA_05_09_I)

Compressori serie 134-XS e 134-S Dispositivi Elettrici (EA_05_09_I) Compressori serie 134-XS e 134-S Dispositivi Elettrici (EA_05_09_I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 5.1 GENERALITÀ 2 5.2 DISPOSITIVI DI PROTEZIONE 5 5.2.1 Termistori motore 5 5.2.2 INT 69 VS 5 5.2.3 INT 69 RCY 6

Dettagli

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18 Sistema di distribuzione di alimentazione SVS8 Descrizione Il sistema di distribuzione di energia elettrica SVS8 consente di ottimizzare l alimentazione DC a 24 V nelle applicazioni di processo automazione,

Dettagli

Moduli per arresto d'emergenza e ripari mobili

Moduli per arresto d'emergenza e ripari mobili Gertebild ][Bildunterschrift Modulo di sicurezza per il controllo dei pulsanti di arresto di emergenza e dei ripari mobili Certificazioni Caratteristiche del dispositivo Gertemerkmale Uscite a relé a conduzione

Dettagli

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C Manuale di installazione PAGINA 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il gruppo di alimentazione ALSCC276V42C è stato progettato in conformità alla normativa EN 54-4 ed. 1999.

Dettagli

autotronic multitronic Lettore di impronte digitali via radio NB649N Istruzioni d uso e di montaggio WWW.FUHR.DE www.fuhr.de

autotronic multitronic Lettore di impronte digitali via radio NB649N Istruzioni d uso e di montaggio WWW.FUHR.DE www.fuhr.de WWW.FUHR.DE autotronic Lettore di impronte digitali via radio NB649N Istruzioni d uso e di montaggio MBW22a-IT/07.15-3 www.fuhr.de Le presenti istruzioni d uso devono essere consegnate dall installatore

Dettagli

BOX A3 TEST 3 20-07-2012. REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T.

BOX A3 TEST 3 20-07-2012. REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T. BOX A3 TEST 3 20-07-2012 REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T. INDICE 1 - PREMESSA...Pag. 3 2 - BOX A3 TEST PER ASCENSORI IDRAULICI...Pag. 3 2.1 FUNZIONAMENTO GENERALE...Pag. 3 2.2 MODALITA DI ESECUZIONE

Dettagli

Centrale d allarme monozona Mod. EA-104

Centrale d allarme monozona Mod. EA-104 XON Electronics Manuale Utente EA104 Centrale d allarme monozona Mod. EA104! Attenzione prodotto alimentato a 220V prima di utilizzare, leggere attentamente il manuale e particolarmente le Avvertenze a

Dettagli

Centronic VarioControl VC421

Centronic VarioControl VC421 N N Centronic VarioControl VC421 230V/50Hz/8VA Centronic VarioControl VC421 4034 200 008 0 Ind. Ind. it Istruzioni per l uso Radiotrasmettitore da incasso Informazioni importanti per: il montatore / l

Dettagli

SCHEDA UNIVERSALE PER CAMBIAMONETE

SCHEDA UNIVERSALE PER CAMBIAMONETE SCHEDA UNIVERSALE PER CAMBIAMONETE Scheda ASD234A - rev. 1.40 Manuale di installazione ed uso SPECIAL GAME s.r.l. Via L. Volpicella, 223 80147 Barra (NA) Tel +39 081 572 68 54 Fax +39 081 572 15 19 www.specialgame.it

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE Leggere le istruzioni prima dell'uso. Questo dispositivo di controllo deve essere installato secondo i regolamenti

Dettagli

ALM-6816 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE

ALM-6816 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE ALM-6816 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE Installazione e Programmazione v1.4 1 SISTEMA MARSS Solar Defender In questa guida sono contenute le specifiche essenziali di installazione e configurazione del

Dettagli

Gamma E 210 Spie luminose multiple E219 System pro M compact. Power and productivity for a better world TM ABB

Gamma E 210 Spie luminose multiple E219 System pro M compact. Power and productivity for a better world TM ABB Gamma E 210 Spie luminose multiple E219 System pro M compact Power and productivity for a better world TM ABB 0/2 Applicazioni Catalogo tecnico Indice Applicazioni Caratteristiche/Panoramica Spie luminose

Dettagli

Me.Si. V.7. Manuale di INSTALLAZIONE ed USO - R1.4

Me.Si. V.7. Manuale di INSTALLAZIONE ed USO - R1.4 Me.Si. V.7 DISPOSITIVO per il RISPARMIO di COMBUSTIBILE negli IMPIANTI di RISCALDAMENTO Manuale di INSTALLAZIONE ed USO - R1.4 Che cos'è Me.Si. è un prodotto rivoluzionario e brevettato che consente di

Dettagli

Centronic SunWindControl SWC241-II

Centronic SunWindControl SWC241-II Centronic SunWindControl SWC241-II it Istruzioni per il montaggio e l impiego Trasmettitore portatile per sistemi protezione vento a radiocomando Informazioni importanti per: il montatore / l elettricista

Dettagli

RBAND/OS RBAND/OSB INTRODUZIONE CARATTERISTICHE TECNICHE TRASMETTITORE DESCRIZIONE USO DEL SISTEMA - 1 -

RBAND/OS RBAND/OSB INTRODUZIONE CARATTERISTICHE TECNICHE TRASMETTITORE DESCRIZIONE USO DEL SISTEMA - 1 - INTRODUZIONE DESCRIZIONE Il sistema Radioband è stato concepito per applicazioni in porte e cancelli industriali, commerciali e residenziali nei quali venga installata una banda di sicurezza. Il sistema

Dettagli

INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN

INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN 12445 Con la

Dettagli

ISTRUZIONI PER L'USO. Opzione -AS- Blocco di sicurezza dell'avviamento BA-100044

ISTRUZIONI PER L'USO. Opzione -AS- Blocco di sicurezza dell'avviamento BA-100044 Componenti di manipolazione SERVOLINE ISTRUZIONI PER L'USO Opzione -AS- Blocco di sicurezza dell'avviamento BA-100044 Edizione 02/06 Apice di modifica Edizioni finora pubblicate: Edizione Osservazioni

Dettagli

MSI-SR4 Moduli di sicurezza

MSI-SR4 Moduli di sicurezza MSI-SR4 Moduli di sicurezza IT 2010/11-607395 Con riserva di modifiche tecniche IMPLEMENTAZIONE E FUNZIONAMENTO SICURI Istruzioni per l'uso originali Circuito di sicurezza sequenziale e circuito di controllo

Dettagli

Istruzioni per l uso. Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller.

Istruzioni per l uso. Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller. Istruzioni per l uso Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller. T( C) Controller B 170 T1 7 4 8 5 9 6 Eurotherm 2132i start

Dettagli

Istruzioni sul funzionamento: parte elettrica

Istruzioni sul funzionamento: parte elettrica it Istruzioni sul funzionamento: parte elettrica Quadro elettrico tipo TS 981 Software 2.5 - (salvo modifiche tecniche) 51171316 - g 09.2010 ISTRUZIONI PER L'USO pagina AVVERTENZE PER LA SICUREZZA...4

Dettagli

MANUALE - PROFIBUS DP

MANUALE - PROFIBUS DP MANUALE - PROFIBUS DP Le valvole Heavy Duty Multimach - Profibus DP consentono il collegamento di isole HDM ad una rete Profibus. Conformi alle specifiche Profibus DP DIN E 19245, offrono funzioni di diagnostica

Dettagli

1. Norme di sicurezza

1. Norme di sicurezza maxon motor control Servoamplificatore 1-Q-EC DEC 24/1 Codice prodotto: 249630, 249631, 249632, 318305, 381510 Manuale d'istruzioni Edizione Settembre 2009 Il DEC (Digital EC Controller) è un servoamplificatore

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) INSTALLAZIONE DI PORTE BASCULANTI DA GARAGE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILE DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN 12445

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE

BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI >ITALIANO MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE TAU srl via E. Fermi, 43-36066 Sandrigo (VI) Italia - Tel ++390444750190

Dettagli

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44 s 7 682.1 INTELLIGAS Sistema di rivelazione fughe gas per centrali termiche QA..13/A QA..13/A Sistema elettronico per la rivelazione di fughe gas per una o più sonde per il comando di una elettrovalvola

Dettagli

MANUALE D INSTALLAZIONE

MANUALE D INSTALLAZIONE SJ604AX SH602AX SH602AX: tele 2 pulsanti con ritorno informaz. SJ604AX: tele 4 pulsanti con ritorno informaz. MANUALE D INSTALLAZIONE Indice 1. Presentazione... 1 2. Preparazione... 2 3. Apprendimento...

Dettagli

Dynamic 121-128. Istruzioni per il montaggio e l uso

Dynamic 121-128. Istruzioni per il montaggio e l uso Dynamic 121-128 Istruzioni per il montaggio e l uso 1 Installazione a presa diretta 1.1 Installazione diretta sull albero a molle. Innestare la motorizzazione, da destra o da sinistra a seconda del lato

Dettagli

Centralina SC3. cod.3401005

Centralina SC3. cod.3401005 cod.3401005 Descrizione Centralina per sistemi di riscaldamento e di riscaldamento ad energia solare, a 3 circuiti 3 uscite con regolazione del numero di giri e 1 uscita a potenziale zero, 8 ingressi per

Dettagli

NOTE CENTRALI ANTIFURTO NOX300/500/900 ISTRUZIONI D'USO. elettronicas.n.c. R R + + + + + + + + + LED LINEE / MEMORIE DISINSERITO INSERITO

NOTE CENTRALI ANTIFURTO NOX300/500/900 ISTRUZIONI D'USO. elettronicas.n.c. R R + + + + + + + + + LED LINEE / MEMORIE DISINSERITO INSERITO LED / MEMORIE ESCLUSIONE / INCLUSIONE LED / MEMORIE ESCLUSIONE / INCLUSIONE LED / MEMORIE ESCLUSIONE / INCLUSIONE NOTE CENTRALI ANTIFURTO NOX300/500/900 ISTRUZIONI D'USO 1 2 3 4 1 2 R R Grazie per aver

Dettagli

AT92B3805 Guida rapida di installazione Informazioni generali del prodotto

AT92B3805 Guida rapida di installazione Informazioni generali del prodotto AT92B3805 Guida rapida di installazione Informazioni generali del prodotto IT F1 = F6,3A Protezione circuiti ausiliari batteria 12Vdc F2 = F2A Protezione teleruttore rete F3 = F2A Protezione teleruttore

Dettagli

XENTA 102-VF. Regolatore per unità terminali VAV con riscaldamento valvola. dati tecnici

XENTA 102-VF. Regolatore per unità terminali VAV con riscaldamento valvola. dati tecnici XENTA 102-VF Regolatore per unità terminali VAV con riscaldamento valvola XENTA 102-VF è un regolatore di zona progettato per applicazioni di riscaldamento e raffreddamento VAV con con controllo on/off

Dettagli

VAREOSOFT SAG-6 VAREOSOFT SAG-6S. Soft Starter per ascensori idraulici. Istruzioni d uso

VAREOSOFT SAG-6 VAREOSOFT SAG-6S. Soft Starter per ascensori idraulici. Istruzioni d uso S Soft Starter per ascensori idraulici REO ITALIA S.R.L. ANL_IT Via Treponti, 9 01/00 I-508 Rezzato (BS) Tel. (030) 793883 Fax (030) 9000 http://www.reoitalia.it email: info@reoitalia.it Istruzioni tecniche

Dettagli

PAD-267. Pinza amperometrica digitale. Manuale d uso

PAD-267. Pinza amperometrica digitale. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

Indice. SISTEL s.r.l.

Indice. SISTEL s.r.l. Indice INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA E SULLE NORME VIGENTI... 3 NORME DI SICUREZZA...3 CONFORMITÀ CEE... 3 SMALTIMENTO E RICICLAGGIO... 3 Smaltimento degli apparecchi di scarto in conformità con le esigenze

Dettagli

Moduli per arresto d'emergenza e ripari mobili

Moduli per arresto d'emergenza e ripari mobili Gertebild ][Bildunterschrift Modulo di sicurezza per il controllo dei pulsanti di arresto di emergenza e dei ripari mobili Certificazioni Caratteristiche del dispositivo Gertemerkmale Uscite a relé a conduzione

Dettagli

CS FS-1 Caratteristiche tecniche Custodia Generali Modulo temporizzatore di sicurezza con contatti ritardati all eccitazione Alimentazione

CS FS-1 Caratteristiche tecniche Custodia Generali Modulo temporizzatore di sicurezza con contatti ritardati all eccitazione Alimentazione odulo di sicurezza CS S-1 Caratteristiche tecniche Custodia Custodia in poliammide PA 6.6, autoestinguente V0 secondo UL 94 Grado di protezione IP40 (custodia, IP20 (morsettiera Dimensioni vedere pagina

Dettagli

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798 Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 0 798 GW 798 GW 4 798 3 8 A 3 4 5 4 0 5 9 6 7 6 Pulsante di test canali EIB 3 4 5 6 LED multifunzione LED di programmazione indirizzo fisico Tasto di programmazione

Dettagli

Manuale Easy Tronic Micro II (firmware V06)

Manuale Easy Tronic Micro II (firmware V06) (firmware V06) Il presente manuale prende in esame la scheda Easy Troni Micro II, prodotto che si prefigge di controllare e di eseguire il processo di funzionamento di un compressore d aria a vite. Definizione

Dettagli

OPEN DRIVE OPEN DRIVE. Manuale Funzione STO Rev 1.1 MAOPDX0050I0

OPEN DRIVE OPEN DRIVE. Manuale Funzione STO Rev 1.1 MAOPDX0050I0 Rev 1.1. MAOPDX0050I0 INDICE GENERALE 1 Descrizione generale... 3 2 Limiti di impiego... 3 2.1 Classe climatica... 3 2.1 Resistenza alle sostanze chimicamente attive... 4 2.2 Resistenza alle vibrazioni...

Dettagli

Istruzioni per l uso Unità a schede di memoria

Istruzioni per l uso Unità a schede di memoria Istruzioni per l uso Unità a schede di memoria Modello n. AJ- E AJ-PCD10 Collegare l'unità a schede di memoria al personal computer prima di installare il software P2 nel computer dal CD di installazione.

Dettagli

SUNNY CENTRAL. 1 Introduzione. Avvertenze per il funzionamento con messa a terra del generatore FV

SUNNY CENTRAL. 1 Introduzione. Avvertenze per il funzionamento con messa a terra del generatore FV SUNNY CENTRAL Avvertenze per il funzionamento con messa a terra del generatore FV 1 Introduzione Alcuni produttori di moduli raccomandano o richiedono per l impiego di moduli FV a film sottile e con contatto

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC. Alimentazione elettrica

ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC. Alimentazione elettrica ISTRUZIONI PER L USO COMPONENTI MONTRAC Alimentazione elettrica BA-100066 italiano, edizione 03/2007 Indice 1. Informazioni importanti 3 1.1. Introduzione 3 1.2. Dichiarazione di conformità CE (secondo

Dettagli

1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. Facility Pilot Server. N. art. : FAPV-SERVER-REG N. art.

1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. Facility Pilot Server. N. art. : FAPV-SERVER-REG N. art. Facility Pilot Server N. art. : FAPV-SERVER-REG Facility Pilot Server N. art. : FAPVSERVERREGGB Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LOR-THERM 105. Cod. 523.0000.102

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LOR-THERM 105. Cod. 523.0000.102 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LOR-THERM 105 Cod. 523.0000.102 Perché la garanzia sia valida, installare e utilizzare il prodotto secondo le istruzioni contenute nel presente manuale. È perciò di fondamentale

Dettagli

Pericoli della corrente elettrica! 2. Generi degli impianti elettrici! 2. Sistemi di protezione! 2

Pericoli della corrente elettrica! 2. Generi degli impianti elettrici! 2. Sistemi di protezione! 2 Comandi Indice Pericoli della corrente elettrica 2 Generi degli impianti elettrici 2 Sistemi di protezione 2 Interruttore a corrente di difetto (FI o salvavita) 3 Costituzione: 3 Principio di funzionamento

Dettagli

ALM-6816 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE

ALM-6816 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE ALM-6816 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE Installazione e Programmazione v1.2 1 SISTEMA MARSS Solar Defender In questa guida sono contenute le specifiche essenziali di installazione e configurazione del

Dettagli

KIT RIVELATORI DI GAS

KIT RIVELATORI DI GAS SEZIONE 4 KIT RIVELATORI DI GAS attivato guasto allarme sensore esaurito test Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. MT140-001_sez.4.pdf MT140-001 sez.4 1 INDICE SEZIONE 4 CONTROLLO

Dettagli

Potenza assorbita In funzione Mantenimento Dimensionamento. 6 W @ coppia nominale 2,5 W 8,5 VA Allacciamento Cavo 1 m, 2 x 0.75 mm 2 Dati funzionali

Potenza assorbita In funzione Mantenimento Dimensionamento. 6 W @ coppia nominale 2,5 W 8,5 VA Allacciamento Cavo 1 m, 2 x 0.75 mm 2 Dati funzionali Scheda ecnica F24A Attuatore di sicurezza con ritorno a molla per serrande di regolazione dell' aria in impianti di ventilazione e condizionamento negli edifici. Per serrande fino a circa 2 m 2 Coppia

Dettagli

System pro M compact. Comandi motorizzati e dispositivi autorichiudenti per interruttori 2CSC400013B0901

System pro M compact. Comandi motorizzati e dispositivi autorichiudenti per interruttori 2CSC400013B0901 System pro M compact Comandi motorizzati e dispositivi autorichiudenti per interruttori 2CSC400013B0901 Comandi motorizzati S2C-CM, F2C-CM e dispositivo autorichiudente F2C-ARI: funzioni e prestazioni

Dettagli

TENDA SOLARE EVO per collettori solari H1T-H1TX

TENDA SOLARE EVO per collettori solari H1T-H1TX TENDA SOLARE EVO per collettori solari H1T-H1TX TENDAEVO_1T TENDAEVO_2T TENDAEVO_1TX TENDAEVO_2TX MANUALE D INSTALLAZIONE SUNERG SOLAR S.r.l. Via Donini, 51 - Loc. Cinquemiglia - Citta di Castello (PG)

Dettagli