Nuovi incentivi per il fotovoltaico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nuovi incentivi per il fotovoltaico"

Transcript

1 Anno X - numero 1 - Aprile 2013 Notiziario della Cassa Rurale della Valle dei Laghi per la crescita della Comunità, del Territorio, dei Soci e delle loro Famiglie io...socio Quadrimestrale - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in A. P. - 70% D.C.I. TRENTO - In caso di mancato recapito restituire all Ufficio di Trento CPO detentore del conto, per la restituzione al mittente, previo pagamento resi Nuovi incentivi per il fotovoltaico Il prossimo 19 aprile alle ore ci troveremo al teatro di Valle di Vezzano per l assemblea sociale della nostra Cassa Rurale. Per la prima volta sarà possibile seguirla in diretta sul nostro sito In breve pagina 3 Bilancio 2012 Nonostante la pesante crisi la Cassa Rurale presenta un Bilancio in salute pagina 14 Nuovo ATM Bancomat Dopo la filiale di Trento, in via F.lli Perini, anche la filiale di Vezzano è stata dotata di un nuovo ATM evoluto

2 SOMMARIO DALLA DIREZIONE pagina 3 Bilancio 2012 pagina 4-5 pagina 6 pagina 7 AREA MARKETING pagina 8 pagina 9 pagina 10 pagina 11 pagina 12 Conto economico e Stato patrimoniale 964 mila euro di sostegno al territorio nel 2012 Una nuova struttura per la filiale di Vezzano Focus assicurativo Fondi pensione Soggiorni estivi in Italia per imparare le lingue Risparmiolandia si rinnova Fotovoltaico: nuova opportunità AREA CREDITI pagina13 INCASSI E PAGAMENTI pagina 14 AREA FINANZA pagina16 DAL TERRITORIO pagina 17 pagina pagina 20 il Factoring ATM Bancomat: tutte le novità ABC della finanza Cresce il numero dei soci Le storie dei nostri soci in viaggio con la tua cassa I risultati positivi del Bilancio e la fiducia di Soci e Clienti promuovono il nostro modo di "fare banca" Elio Pisoni, presidente Cari soci, Nell attesa di incontrarci alla prossima assemblea generale, su questo numero troverete alcuni dati di sintesi di come è andato il 2012 per la nostra Cassa. Nel complesso abbiamo avuto un bilancio abbastanza positivo. Le poste dello stato patrimoniale hanno subìto un notevole aumento, per quanta riguarda la raccolta, per la Cassa questo è un fattore di estrema importanza perché significa un alto grado di fiducia da parte dei nostri soci e clienti ed è motivo di soddisfazione e di conforto, nella certezza di agire correttamente e professionalmente. Sul versante degli impieghi invece, la difficile congiuntura economica si ripercuote inevitabilmente sull ammontare dei prestiti erogati nel 2012, che segnano infatti un leggero calo. L economia stagnante porta, di conseguenza, ad un notevole raffreddamento della domanda di credito. L impegno della Cassa è e rimane comunque sempre quello di affiancare famiglie ed imprese, sostenendo le richieste di finanziamenti, quando sussistono i requisiti di affidabilità. La situazione economica generale è ancora molto complessa e la crisi non sembra invertire la rotta. Si notano aumenti delle sofferenze e delle posizioni critiche. È importante puntare sempre più ad un rafforzamento della posizione patrimoniale, accantonando buona parte del risultato di fine esercizio. La nostra carta vincente per poter continuare a sostenere il nostro territorio, erogando credito, è quello di avere una banca solida e con i conti in ordine. Dal punto di vista economico invece possiamo esprimere soddisfazione per la performance della Cassa durante il 2012, ma non possiamo certamente abbassare la guardia. Seppur in utile, il bilancio presenta alcune poste straordinarie, che non sarà facile ripetere in futuro. La cessione della vecchia sede ci ha permesso di iscrivere tra i ricavi una buona plusvalenza che, assieme al buon risultato dell attività di negoziazione titoli, ha consolidato ulteriormente la nostra posizione patrimoniale. Le poste straordinarie sono state infatti utilizzate per tutelarci dal rischio di crediti che non si riuscirà ad incassare. Durante le preassemblee si è anche parlato di organizzazione della banca e di rapporto banca-clienti. Negli ultimi anni è radicalmente cambiato il contesto economico e finanziario in cui la Cassa opera e, di conseguenza, è mutato anche il nostro modo di fare banca. Abbiamo notato con grande soddisfazione come la clientela ha reagito bene alla richiesta della Cassa di innovare il proprio modo di operare assumendo un nuovo modo di utilizzare i prodotti ed i servizi della banca. Ciò ha comportato un risparmio di costi che, altrimenti, si sarebbero ripercossi sui costi dei servizi erogati alla clientela. Vogliamo dedicare più tempo ai nostri clienti, per ascoltare le loro esigenze, per dare risposte alle loro richieste e per meglio consigliarli. Anche le ristrutturazioni delle nostre filiali verranno eseguite ispirandosi ad una logica di operatività autonoma, con zone di self banking aperte, per i nostri clienti, 24 ore. La nostra presenza, particolarmente capillare, non è più conciliabile con la situazione economica attuale. I margini di un tempo non ci sono più e il controllo dei costi è un aspetto imprescindibile e continuamente monitorato, ogni giorno. Abbiamo un numero medio di sportelli, superiore alla media provinciale, frutto di un processo di fusione avvenuto più di 10 anni fa che, stante la situazione economica attuale, non è più sostenibile per la banca. Vi aspetto numerosi all assemblea generale della Cassa! Elio Pisoni Se la Sua famiglia ricevesse più copie del nostro periodico io...socio può comunicarlo in una delle Filiali della Cassa Rurale, per permetterci di ottimizzare le spedizioni. Proprietario ed Editore: Cassa Rurale della Valle dei Laghi Banca di Credito Cooperativo Sede Legale e Direzione Generale: via Nazionale, 7 Padergnone - Trento - telefono: Direttore: Elio Pisoni Direttore responsabile: Roberto Franceschini Comitato di Redazione: Clara Pedrotti, Lino Zanlucchi, Gabriele Travaglia, Massimo Bridarolli, Alessandra Pontalti Progettazione grafica: Plus - Tn Stampa: Grafiche Futura S.r.l. - Mattarello (Tn) Registrazione Tribunale di Trento n del

3 DALLA DIREZIONE BILANCIO 2012 UN'OCCASIONE PER PENSARE AL FUTURO Per capire in maniera più profonda i dati di bilancio, che sintetizzano il lavoro di un anno ma che rappresentano anche l impegno profuso in 115 anni di storia, non possiamo non soffermarci a fare qualche considerazione sul contesto economico e sociale nel quale la nostra Cassa Rurale si è trovata ad operare. Molti sono i fatti economici che hanno caratterizzato il 2012, ed in questa sede proviamo ad evidenziarne qualcuno. Uno dei temi di maggior preoccupazione è stato il controllo della liquidità del sistema bancario. Come ricordiamo, verso la metà del 2011, gli organi di informazione, anche non economici, hanno iniziato a parlare di spread, ossia l indice che evidenzia il differenziale di tasso tra i titoli del debito pubblico italiani, rappresentati dai BTP a 10 anni ed analogo titolo della Germania, il Bund, sempre a 10 anni. Questo indice evidenzia il livello di fiducia degli investitori nei confronti dei debiti dei vari stati sovrani. Più lo spread è alto, maggiore è la percezione di rischio e quindi il rischio deve essere pagato riconoscendo un tasso di interesse maggiore. Questo livello di fiducia coinvolge non solo gli Stati ma anche, più o meno direttamente, le istituzioni finanziarie di quel paese. Da questo è nata la difficoltà per le banche italiane di fare raccolta sui mercati internazionali con conseguente aumento del costo della stessa. Fortunatamente è poi intervenuta la BCE a mitigare la tensione sui mercati. Altro tema caldo è il deteriorarsi della situazione economica generale, con un costante aumento delle difficoltà delle imprese a far fronte ai propri impegni, anche a causa del ritardo sistematico negli incassi, talvolta anche nei confronti dell ente pubblico. Queste difficoltà, anche se più evidenti in altre parti del paese, non lasciano indenne il nostro Trentino e la nostra Valle dei Laghi. La stessa Banca d Italia in una circolare invita formalmente le banche ad adeguare le rettifiche di valore complessive sui crediti all evoluzione presente e prospettica del contesto economico ed a rafforzare i presìdi a fronte del deterioramento della loro qualità. Si rende evidente anche nella nostra zona di competenza territoriale e tra i nostri clienti la grande crisi che sta coinvolgendo in particolare il settore immobiliare e tutto l indotto. Da queste brevi considerazioni si rende subito evidente che il clima economico nel quale ci siamo trovati a lavorare nel corso del 2012 rappresenta molti fattori di incertezza e molti altri che non sono da noi determinabili. Ciononostante la Cassa Rurale chiude un bilancio positivo, con qualche utile straordinario, determinati dalla negoziazione di titoli e dalla cessione della filiale di Vezzano, che sono andati ad equilibrare la prudente valutazione del portafoglio crediti, come da indicazioni dell organo di vigilanza di cui abbiamo accennato sopra. Esaminando brevemente i principali dati patrimoniali del bilancio 2012, notiamo il buon incremento della raccolta diretta, circa il 7% e la raccolta indiretta stabile, con una crescita della raccolta totale pari a circa il 5%. I crediti sono diminuiti di circa il 2,5%, per effetto della riduzione della domanda, in particolare dal comparto immobiliare, e del flusso di rientro delle quote di capitale sugli ammortamenti dei mutui. Nel corso del 2012 sono stati erogati comunque nuovi finanziamenti per 24 mln di Euro. Il positivo andamento della raccolta diretta e la lieve flessione dei crediti, ha fatto migliorare notevolmente il rapporto impieghi su raccolta diretta che è passato dal 104% del 31/12/2011 al 95% del 31/12/2012. Questo è un dato molto importante e positivo, perché consente di mettere in maggiore sicurezza la nostra Cassa Rurale dal cosidetto rischio di liquidità, ossia il rischio che in ipotetiche situazioni di tensione sui mercati (stress test) come quelle che abbiamo visto in alcuni paesi europei, la Cassa sia in grado di far fronte alle richieste di prelievi da parte dei clienti. Sicuramente anche il 2013 richiederà il massimo impegno nella gestione dell attività, con particolare attenzione al contenimento dei costi, al monitoraggio e controllo dei rischi, al rispetto degli equilibri economico patrimoniali ben sapendo che non ci sono scorciatoie per uscire da questa crisi complessa, ma solo l impegno e la collaborazione di tutti: i soci nel saper essere vicini alla propria Cassa Rurale, utilizzandone i servizi; il Consiglio di Amministrazione ed il Collegio Sindacale chiamati a scelte sempre più complesse e cariche di responsabilità e tutti i collaboratori che sono in prima linea, ogni giorno, sugli sportelli o negli ufficio interni, per dare un servizio all altezza delle aspettative di soci e clienti. Siamo dentro una crisi complessa e lunga, in un mondo globalizzato, in cui il ruolo dell Europa è spesso schiacciato tra l America e l Asia ed il ruolo dell Italia all interno dell Europa sempre meno protagonista. In termini calcistici... stiamo giocando sempre in difesa Non siamo dentro un normale ciclo economico, e ormai tutti gli analisti concordano sul fatto che l attuale crisi, quando e se finirà, ci avrà costretti a profonde modificazioni dei precedenti modelli economici e delle nostre abitudini. 3

4 DALLA DIREZIONE Conto Economico Scostamento annuo Valore Valore assoluto percentuale 10. Interessi attivi e proventi assimilati ,99% 20. Interessi passivi e oneri assimilati ( ) ( ) ( ) 25,55% 30. Margine di interesse ,19% 40. Commissioni attive ,21% 50. Commissioni passive ( ) ( ) ,33% 60. Commissioni nette ,92% 70. Dividendi e proventi simili (184) -0,18% 80. Risultato netto dell'attività di negoziazione ,14% 90. Risultato netto dell'attività di copertura (58.287) (6.401) (51.886) 810,59% 100. Utili (perdite) da cessione o riacquisto di: ,81% a) crediti ,00% b) attività finanziarie disponibili per la vendita ,66% c) attività finanziarie detenute sino alla scadenza d) passività finanziarie (6.364) (26.889) -131,01% 110. Risultato netto delle attività e passività finanziarie valutate al fair value (6.316) (57.350) ,99% 120. Margine di intermediazione ,33% 130. Rettifiche/riprese di valore nette per deterioramento di: ( ) ( ) ( ) 216,16% a) crediti ( ) ( ) ( ) 216,16% b) attività finanziarie disponibili per la vendita c) attività finanziarie detenute sino alla scadenza d) altre operazioni finanziarie Risultato netto della gestione finanziaria ( ) -18,21% 150. Spese amministrative: ( ) ( ) ,30% a) spese per il personale ( ) ( ) ,18% b) altre spese amministrative ( ) ( ) ,67% 160. Accantonamenti netti ai fondi per rischi e oneri (69.226) (29.777) (39.449) 132,48% 170. Rettifiche/riprese di valore nette su attività materiali ( ) ( ) ,23% 180. Rettifiche/riprese di valore nette su attività immateriali (11.927) (44.200) ,02% 190. Altri oneri/proventi di gestione (13.355) -1,97% 200. Costi operativi ( ) ( ) ,90% 210. Utili (Perdite) delle partecipazioni Risultato netto della valutazione al fair value delle attività m. e imm Rettifiche di valore dell'avviamento Utili (Perdite) da cessione di investimenti (769) ,18% 250. Utile (Perdita) della operatività corrente al lordo delle imposte ( ) -19,01% 260. Imposte sul reddito dell'esercizio dell'operatività corrente ( ) ( ) ,33% 270. Utile (Perdita) della operatività corrente al netto delle imposte ( ) -14,95% 280. Utile (Perdita) dei gruppi di attività in via di dismissione al netto delle imposte Utile (Perdita) d'esercizio ( ) -14,95% 4

5 DALLA DIREZIONE Stato Patrimoniale Scostamento annuo Valore Valore assoluto percentuale Voci dell attivo 10. Cassa e disponibilità liquide ,48% 20. Attività finanziarie detenute per la negoziazione ,00% 30. Attività finanziarie valutate al fair value ,49% 40. Attività finanziarie disponibili per la vendita ,11% 50. Attività finanziarie detenute sino alla scadenza Crediti verso banche ,53% 70. Crediti verso clientela ,75% 80. Derivati di copertura ,30% 90. Adeguamento di valore delle attività finanziarie oggetto di copertura generica (+/-) Partecipazioni Attività materiali ,45% 120. Attività immateriali ,55% di cui avviamento Attività fiscali ,52% a) correnti ,14% b) anticipate ,71% - di cui alla L. 214/ ,63% 140. Attività non correnti e gruppi di attività in via di dismissione Altre attività ,80% Totale dell attivo ,89% Voci del passivo e del patrimonio netto 10. Debiti verso banche ,17% 20. Debiti verso clientela ,32% 30. Titoli in circolazione ,01% 40. Passività finanziarie di negoziazione ,55% 50. Passività finanziarie valutate al fair value Derivati di copertura ,01% 70. Adeguamento di valore delle passività finanziarie oggetto di copertura generica (+/-) Passività fiscali ,00% a) correnti ,66% b) differite ,30% 90. Passività associate ad attività in via di dismissione Altre passività ,24% 110. Trattamento di fine rapporto del personale ,67% 120. Fondi per rischi e oneri ,61% a) quiescenza e obblighi simili b) altri fondi ,61% 130. Riserve da valutazione ,01% 140. Azioni rimborsabili Strumenti di capitale Riserve ,39% 165. Acconti su dividendi (-) Sovrapprezzi di emissione ,40% 180. Capitale ,28% 190. Azioni proprie (-) Utile (Perdita) d esercizio (+/-) ,95% Totale del passivo e del patrimonio netto ,89% 5

6 DALLA DIREZIONE 964 MILA EURO DI SOSTEGNO AL TERRITORIO NEL 2012 Anche nel 2012 la Cassa Rurale Valle dei Laghi ha interagito con il territorio, non solo attraverso l intermediazione del denaro e la proposta di prodotti e servizi, ma anche sostenendo le attività delle associazioni, garantendo gratuitamente un adeguata copertura assicurativa ai propri soci e clienti, preferendo le aziende clienti nella gestione e ristrutturazione degli immobili e incentivando i giovani nel percorso di studio e formazione. A fianco i dati più significativi dell anno appena trascorso, non dimenticando che il sostegno dato avviene da oltre cento anni. Essere banca del territorio significa anche questo. CONTRIBUTI e SPONSORIZZAZIONI ISTRUZIONE E FORMAZIONE ,00 CULTURA ,00 SOLIDARIETÀ E ASSISTENZA ,00 PROMOZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO 7.850,00 SPORT E ORATORI ,00 RICREATIVO E AGGREGAZIONE ,00 EDIFICI DI CULTO 3.100,00 TOTALE ,00 ASSICURAZIONI e SERVIZI GRATUITI POLIZA INFORTUNI CORRENTISTI ,00 POLIZA CARTE DEBITO E CREDITO ,00 POLIZA CONTO PRIMOCONTO/OOM ,00 POLIZA CONTO UNIVERSITA' 4.860,50 VIAGGI SOCI 9.180,50 ALERT SMS ,00 TOTALE ,00 FORNITORI (per codici ateco) ENTI - ISTITUZIONI ,00 ALIMENTARI - BEVANDE ,00 ARTIGIANATO 5.308,00 COMMERCIO ,00 SERVIZI ,00 TOTALE ,00 OGGI è DOMANI FINANZIAMENTI 7.000,00 INCENTIVI e ALTRE PROPOSTE FORMATIVE 4.200,00 BORSE DI STUDIO 7.800,00 SOGGIORNI STUDIO 5.850,00 TOTALE ,00 SOSTEGNO COMPLESSIVO MUTUALITÀ ,00 ASSICURAZIONI E SERVIZI GRATUITI ,00 FORNITORI ,00 PROGETTO GIOVANI "OGGI è DOMANI" ,00 TOTALE ,00 6

7 AREA MARKETING Una nuova struttura per la filiale di Vezzano Dal 31 dicembre è operativa la nuova filiale di via Roma. La filiale di Vezzano si è trasferita dalla storica sede di Piazza Mons. Perli 3 alla nuova e moderna struttura in Via Roma 61/2, che è stata aperta ufficialmente al pubblico lunedì 31 dicembre I soci e clienti, che nei primi mesi dell anno si sono recati in filiale, hanno potuto cogliere l innovazione e la funzionalità caratterizzanti la nuova struttura. L ampia sala self-service accoglie i clienti con lo slogan: Più sei indipendente, più il tuo conto è conveniente Dotata di una tecnologia avanzata, garantisce a tutti di effettuare molteplici operazioni in completa sicurezza e velocità: a qualsiasi ora è possibile prelevare e ora anche ver- sare i propri contanti e assegni, interfacciandosi con un ATM semplice e affidabile. Nella parte interna sono, inoltre, disponibili un'unità di sportello, un salone d attesa, tre ampi e comodi uffici di consulenza e l'ufficio di Tesoreria degli Enti Pubblici della Valle dei Laghi. È possibile contattare la filiale per chiedere un appuntamento privato e discutere dei propri affari (investimenti, finanziamenti, aspetti assicurativi e di servizio) in assoluta tranquillità e riservatezza. I nostri collaboratori sono disponibili nel momento a voi ideale e offrono la loro professionale consulenza anche nel tardo pomeriggio, così da garantire il servizio a chi durante il giorno lavora o studia e rientra in Valle dei Laghi solo in tarda serata. ORARIO SPORTELLO: (dal lunedì al venerdì) (lunedì, martedì, giovedì e venerdì) Mercoledì pomeriggio Area Self-Service ORARIO CONSULENZA: (dal lunedì al venerdì) (lunedì e venerdì) su appuntamento (martedì e giovedì) su appuntamento Mercoledì pomeriggio chiuso per formazione UTILIZZA IL NUOVO ATM-BANCOMAT ANCHE PER I VERSAMENTI! 7

8 AREA MARKETING Hai mai valutato la possibilità di incorrere in richieste di risarcimento danni, nello svolgere attività di volontariato? Focus assicurativo per l'attività di volontariato Molte associazioni di volontariato assicurano i propri collaboratori, ma spesso capita che offrendo la propria prestazione gratuita in ambiti no profit si incappi involontariamente in eventi che provocano danni alle persone. La polizza casa Assihome della Cassa Rurale ti offre anche questa opportunità: assicurare la responsabilità civile per godere anche della copertura sulle attività svolte nell ambito del volontariato e del tempo libero. La polizza Assihome permette di assicurare la responsabilità civile in capo all assicurato e ai suoi familiari, per danni corporali e materiali cagionati a terzi in relazione allo svolgimento della vita privata, della vita di relazione e da tutte le attività del tempo libero. Forse non ci avevi mai pensato Con un unica polizza copri la tua casa e la tua famiglia Altre coperture comprese nella Responsabilità civile: danni a cose e persone cagionate dai propri animali domestici (cani, gatti, ecc.), incluso l uso e la conduzione di cavalli ed altri animali da sella ad uso personale; partecipazione, in qualità di genitori, alle attività scolastiche incluse le gite, le manifestazioni sportive ed altre attività autorizzate dalle autorità didattiche; pratica di attività di bricolage, di pesca, di giardinaggio e orticultura, di campeggio; pratica di sport, inclusa la partecipazione a gare, prove ed allenamenti, a meno che non vengano esercitati a livello professionistico temporanea custodia di minori da parte dell Assicurato; danni causati a terzi da domestici, badanti, babysitter e danni corporali subiti dal personale domestico Vediamo in sintesi le caratteristiche principali di questa polizza assicurativa: SI POSSONO ASSICURARE SINO A 5 IMMOBILI DIVERSI unica polizza e premio ridotto Fabbricati (dimora abituale o dimora saltuaria) destinati ad uso abitativo comprensivi dell eventuale studio privato Fabbricati in costruzione o ristrutturazione Fabbricati temporaneamente vuoti e inoccupati SI POSSONO ASSICURARE ANCHE GLI IMPIANTI DI ENERGIA RINNOVABILE fotovoltaico fino a 4.5 Kwp e pannelli solari termici di pertinenza della casa COPERTURA IN CASO DI FURTO NELLE ABITAZIONI E DANNI CONNESSI I vantaggi reali di questa polizza rispetto alla concorrenza: Non sono previste né franchigie né scoperti; Non si devono dichiarare le caratteristiche costruttive dell edificio; Non vale la regola proporzionale e quindi la Compagnia si obbliga a pagare il danno fino alla concorrenza della somma assicurata. 8

9 AREA MARKETING Cosa conviene assicurare ad una persona fisica? SONO PROPRIETARIA DI UNA ABITAZIONE Valuterò le seguenti coperture: 1 Incendio fabbricato 2 Incendio arredo 3 Ricorso terzi 4 Energia rinnovabile 5 Furto 6 R.C. proprietà e vita privata 7 Assistenza VIVO IN AFFITTO Valuterò le seguenti coperture: 1 Incendio rischio locativo 2 Incendio arredo 3 Ricorso terzi 4 Furto 5 R.C. proprietà e vita privata Andamento positivo per i fondi pensione Il 2012 si è chiuso nel migliore dei modi per i rendimenti dei fondi pensione italiani, che hanno terminato l anno con performance ampiamente positive per tutte le tipologie di fondi e su tutte le linee di gestione, con rendimenti a due cifre per le linee più esposte al mercato azionario. Tutti i comparti hanno, inoltre, battuto la rivalutazione del TFR, che nel 2012 è stata fissata al 2,9%. I fondi pensione istituiti in Regione non sono stati da meno e confermano l ottima annata. Di verso opposto sono le adesioni alla previdenza complementare. Ad eccezione dei nuovi Pip, continuano, infatti, a soffrire, in mancanza di novità legislative e in attesa dell annunciata campagna informativa, prevista con l entrata in vigore della riforma del sistema pensionistico firmata Monti-Fornero. Mantiene risultati premianti l attività di promozione sulla previdenza complementare svolta in Regione, con una crescita degli iscritti per tutte le tipologie di fondi pensione e un tasso di adesione che sfiora il 50%, rispetto alla media nazionale ferma al 25%. SONO PROPRIETARIA DI DUE ABITAZIONI Rendimenti dei fondi pensione istituiti in Regione Trentino Alto Adige/Südtirol Valuterò le seguenti coperture: 1 Incendio fabbricato per entrambe 2 Incendio arredo per entrambe 3 Ricorso terzi per entrambe 4 Energia rinnovabile per entrambe 5 Furto per entrambe con distinzione per la saltuaria 6 R.C. proprietà e vita privata copre entrambe 7 Assistenza per entrambe ➊ ➊ ➋ SONO PROPRIETARIA DI DUE ABITAZIONI DI CUI UNA IN AFFITTO Valuterò le seguenti coperture: 1 Incendio fabbricato per entrambe 2 Incendio arredo per entrambe 3 Ricorso terzi per entrambe 4 Energia rinnovabile per entrambe 5 Furto per l abitazione di residenza 6 R.C. proprietà e vita privata non copre le cosa date in custodia, ma copre i vicini. 7 R.C. Proprietà per la casa data in affitto (bene in uso a terzi) 8 Assistenza l abitazione di residenza Fonte: Pensplan (valori percentuali) ➊ I rendimenti dei comparti garantiti non incorporano il valore della garanzia. ➋ Tasso di rivalutazione al netto dell imposta sostitutiva introdotta a partire del 1 gennaio Pensaci e prenota il tuo appuntamento presso la filiale di fiducia. Un nostro consulente assicurativo ti mostrerà tutti i vantaggi e le possibilità di copertura, offrendoti un preventivo immediato. 9

10 AREA MARKETING Soggiorni estivi in Italia per imparare l'inglese ed il tedesco Il Consiglio di Amministrazione della Cassa Rurale ha deliberato, nell'ambito del progetto "Oggi è domani", un intervento economico concreto a favore dei figli dei Soci e clienti che intenderanno partecipare ai soggiorni in Italia per imparare l'inglese o il tedesco. L'iniziativa, promossa dal qualificato CLM BELL di Trento in collaborazione con la Fondazione CR Trento, prevede il soggiorno dei ragazzi in riconosciuti "College" accompagnati da un assistente, che sarà presente e a loro disposizione per tutto il tempo. THE INTERNATIONAL ENGLISH SUMMER CAMP Centro AERAT - Candriai Monte Bondone Bambini 8-11 anni (30 giugno - 13 luglio o 28 luglio - 10 agosto) Ragazzi anni (14-27 luglio o agosto) INGLESE Costo iniziale Contributo Fondazione CR di Trento Contributo Cassa Rurale della Valle dei Laghi COSTO EFFETTIVO (per partecipante) 1.390,00 euro 200,00 euro 200,00 euro 990,00 euro È il soggiorno-studio di inglese conosciuto in tutta Italia. Si svolge presso il centro formativo Aerat, situato in un parco di proprietà e dotato di attrezzate e infrastrutture sportive. Due settimane ricche di esperienze formative con lezioni, laboratori di project work, sport, escursioni e tante attività divertenti nell incantevole ambiente alpino del Monte Bondone. DEUTSCHES SOMMER CAMP VILLA SANTI - PARCO ADAMELLO BRENTA - Stenico Bambini 8-13 anni (18-25 agosto o 25 agosto - 1 settembre) TEDESCO Costo iniziale Contributo Fondazione CR di Trento Contributo Cassa Rurale della Valle dei Laghi COSTO EFFETTIVO (per partecipante) 640,00 euro 100,00 euro 100,00 euro 440,00 euro La sede del soggiorno è situata presso la casa natura Villa Santi a Montagne, nello splendido Parco Naturale Adamello Brenta, completamente immersa nel verde e circondata da prati e masi. Al mattino si svolgeranno le lezioni di tedesco e al pomeriggio tante attività ed escursioni nel parco, in compagnia degli educatori ambientali. INTERVENTO DELLA CASSA RURALE - La Cassa Rurale della Valle dei Laghi ha deciso di assegnare nr.10 contributi straordinari di 200 euro per ogni partecipante all'english Summer Camp di Candriai e nr.20 contributi di 100 euro per il Deutsches Sommer Camp. Il contributo vale per un soggiorno nei periodi indicati in favore dei figli di Soci e clienti, dando priorità ai primi. Qualora le richieste fossero superiori alle disponibilità, si terrà conto dell ordine di presentazione delle domande. COME ISCRIVERSI e ACCEDERE AL CONTRIBUTO È necessario scaricare il modello dal sito internet della Cassa Rurale e consegnarlo presso una delle nostre filiali entro il 15 MAGGIO Successivamente sarete contattati dalla CLM BELL, che vi fornirà tutte le informazioni necessarie. Altre informazioni potete richiederle direttamente agli sportelli. 10

11 A REA M A RK ET I N G Primi alla Prima: CULTURA E SPETTACOLI A PORTATA DI MOUSE! Ora puoi acquistare il tuo biglietto direttamente online sul nuovo portale dedicato RISPARMIOLANDIA SI RINNOVA Tantissime novità da scoprire, dedicate a bambini e famiglie. Lo scoiattolo Gellindo Ghiandedoro, mascotte delle Casse Rurali, ha una nuova casa virtuale! Nato dalla collaborazione tra Cassa Centrale Banca, Phoenix Informatica Bancaria e Attractive, il nuovo sito Primi alla Prima permette a tutti di acquistare sul web un biglietto per il teatro, per il cinema o di un concerto. Oltre a presentare in prevendita una vetrina completa e aggiornata degli eventi del territorio, il portale consente di effettuare comodamente in pochi click la propria prenotazione: è possibile scegliere il posto per lo spettacolo di interesse selezionandolo direttamente sulla mappa virtuale, pagare con carta di credito il costo del biglietto e stampare il voucher ricevuto via . Uno shop online efficace e in linea con i più recenti standard tecnologici, che sarà fruibile in versione ottimizzata anche su tablet e smartphone. Si tratta di un nuovo canale proposto in esclusiva dalle Casse Rurali. Basta code agli sportelli ora il biglietto lo puoi scegliere e acquistare direttamente da casa tua! Il sito di Risparmiolandia è stato, infatti, completamente aggiornato alle più recenti tecnologie e reso accessibile anche da tablet e smartphone. L innovazione dei canali di comunicazione è fondamentale per avvicinarci alla nostra clientela, soprattutto quella più giovane, mettendo a sua disposizione strumenti sempre nuovi. Dalla home page si può accedere alle varie sezioni con giochi, fiabe e itinerari, mentre l area informativa ed educativa dedicata al risparmio si trova nella sezione del prodotto, con nozioni utili all insegnamento della terminologia bancaria. Non manca la sezione dedicata alle news, per conoscere tutte le novità e sapere dove incontrare Gellindo, oltre a quella dedicata alla comunicazione con lo scoiattolo, al quale si possono inviare disegni personali o creati online con l apposita funzione per colorare i personaggi, particolarmente utile per tablet. Per i più piccoli nasce il canale Youtube dedicato a Gellindo, dove possono divertirsi con fiabe animate e possono trovare alcuni episodi di Risparmiolandia Show, pubblicati a puntate. Invitiamo i genitori e i bambini presso le nostre filiali per scoprire tutte le novità. 11

12 AREA MARKETING Fotovoltaico: entro il 30 giugno c è una nuova opportunità fiscale Il V Conto Energia è agli sgoccioli, ma una recente nota dell Agenzia delle Entrate ha ammesso gli impianti fotovoltaici tra i lavori agevolabili ai fini della detrazione fiscale del 50%. L Agenzia delle Entrate è intervenuta per chiarire un importante aspetto relativo all'installazione di impianti fotovoltaici e alla possibilità di poter usufruire della detrazione fiscale prevista per gli interventi di ristrutturazione di edifici esistenti. Questo intervento rientra in quelli di recupero del patrimonio edilizio esistente e, pertanto, può usufruire dell'incentivo fiscale del La detrazione per il fotovoltaico non è cumulabile con altri incentivi, come quelli previsti dal Conto Energia. Se si richiede l'incentivazione per l'intervento di installazione dell'impianto, non si potrà poi godere delle tariffe incentivanti previste dal Conto Energia per la produzione di energia elettrica. Ogni utente, quindi, dovrà scegliere se usufruire delle tariffe incentivanti o delle detrazioni fiscali. Poco male, perché attualmente, secondo il contatore del Gse, siamo ormai vicini al raggiungimento del tetto massimo di spesa stabilito dal Governo per il Quinto Conto Energia, previsto dal decreto Ministeriale 5 luglio 2012, superato il quale non ci saranno più incentivi disponibili da erogare, con il rischio per molti richiedenti di rimanere esclusi. Inoltre, in base ai calcoli effettuati da alcuni tecnici, anche di fronte alla possibilità di poter accedere agli incentivi, potrebbe risultare più conveniente per il contribuente usufruire delle detrazioni fiscali. Anche perché, recentemente, la stessa Agenzia delle Entrate ha espresso parere sul fatto che le tariffe omnicomprensive del quinto Conto Energia possono essere considerate quale reddito da tassare e vanno dunque inserite nel computo dell IRPEF sotto la voce Altri redditi. Si andrebbe, quindi, incontro a prelievo fiscale sotto forma di tassazione del reddito da energia immessa in rete, che si potrebbe di fatto evitare rinunciando agli incentivi del Conto Energia. Aspetto da non trascurare è, infine, il fatto che la pratica per l'accesso alle detrazioni fiscali è sicuramente molto più snella e semplice dal punto di vista burocratico, rispetto agli adempimenti richiesti per accedere al Quinto Conto Energia. 36% che fino al 30 giugno 2013 è innalzato al 50% Resta ovviamente esclusa la realizzazione di impianti di tale tipo su edifici di nuova costruzione. CHI PUÒ RICHIEDERE LA DETRAZIONE 50% PER PANNELLI FOTOVOLTAICI L'ammontare massimo di spesa per il quale si può beneficiare della detrazione è di euro fino al 30 giugno Successivamente, con il ritorno al 36% di detrazione, il tetto di spesa scenderà nuovamente a euro. Possono accedere alle detrazioni non solo i proprietari dell'immobile interessato, ma tutti coloro che esercitino su di esso un diritto reale di godimento, quindi: proprietari o nudi proprietari; titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie); locatari o comodatari; soci di cooperative divise e indivise; imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce; soci di società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati; imprese familiari, alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali. Condizione fondamentale, però, è che sia il richiedente a sostenere le spese e che a lui siano intestati bonifici e fatture. Allo stesso modo possono usufruire delle detrazioni, purché sostengano le spese, anche i familiari conviventi del proprietario dell'immobile. ALTRA OPPORTUNITÀ (CUMULABILE) Il Consorzio dei Comuni del B.I.M. SARCA MINCIO GARDA prevede l erogazione di contributi ai proprietari degli edifici civili, destinati ad abitazioni e situati nei Comuni facenti parte il Consorzio, per la realizzazione di impianti fotovoltaici, con lo scopo di promuovere l impiego di tecnologie finalizzate al risparmio energetico. L intervento è pari a 1200,00 euro per impianti con potenza nominale fino a 2 kw e 1500, 00 euro per impianti con potenza superiore. La scadenza delle domande è entro il 30 settembre. 12

13 AREA CREDITI IL FACTORING Vogliamo porre l attenzione su uno strumento finanziario che la nostra Cassa, in stretta collaborazione con Cassa Centrale, si ripromette di proporre alle imprese clienti. In un momento di grande tensione di liquidità, riscontriamo una sempre maggiore necessità, nella piccola e media impresa, di gestire in modo preciso e puntuale la liquidità riveniente dai crediti commerciali. Riteniamo il factoring uno degli strumenti adatti all uopo. I VANTAGGI IN SINTESI: DETRAZIONE FISCALE DEL 50% FINO AL 30 GIUGNO 2013 (dilazionata su 10 anni) AL POSTO DEGLI INCENTIVI PREVISTI DAL CONTO ENERGIA. GLI INTERVENTI POSSONO ESSERE REALIZZATI ANCHE IN ASSENZA DI OPERE EDILIZIE (è sufficiente dimostrare un effettiva riduzione dei consumi tramite un attestato di certificazione energetica). ITER BUROCRATICO MOLTO SNELLO I PANNELLI SONO GARANTITI PER DURARE PIU DI 20 ANNI IL COSTO DEL PANNELLO SI È RIDOTTO NOTEVOLMENTE LE SPESE ENERGETICHE SONO DESTINTATE AD AUMENTARE NEI PROSSIMI ANNI IL CONTRIBUTO DEL BIM SARCA MINCIO PER I COMUNI DI COMPETENZA ( euro) L AMBIENTE CI RINGRAZIA ESEMPIO: Se realizziamo un impianto fotovoltaico da 3 kw, ipotizzando di pagarlo euro iva compresa, ecco i principali vantaggi: euro ci verranno restituiti scalandoli dalle tasse in 10 anni con altrettante rate da 412,5 euro ciascuna euro è il contributo a fondo perduto del Consorzio B.I.M. per i Comuni di competenza. E una volta in funzione si inizia a risparmiare energia con bollette ridotte drasticamen- La Cassa Rurale della Valle dei Laghi è da subito disponibile, e attiva attraverso la propria rete commerciale, a creare i presupposti affinchè le nostre imprese possano approfittare di questo utile servizio Definizione Il factoring è una tecnica finanziaria basata sulla cessione, a un intermediario finanziario, dei crediti commerciali vantati da un impresa. È un rapporto di carattere continuativo in cui: - Un impresa effettua la cessione, secondo apposite forme giuridiche, di una parte significativa dei propri crediti commerciali a una banca o a un operatore specializzato, la società di factoring (factor); - Il factor finanzia l impresa, attraverso il pagamento dei crediti stessi prima della relativa scadenza. I RAPPORTI IMPRESA CEDENTE Servizi e anticipazione crediti Crediti LA FINANZA Rapporto di fornitura CEDUTO La componente finanziaria si configura come uno smobilizzo anticipato di crediti commerciali consente all impresa di accrescere il proprio livello di liquidità a fronte del costo finanziario da sostenere per l anticipo concesso. La natura commerciale del credito ceduto (con scadenze tipiche di giorni) attribuisce al factoring la natura di strumento finanziario orientato a soddisfare fabbisogni finanziari di breve e brevissimo termine. È contemplata la possibilità di cedere crediti futuri. La natura prolungata e l esclusività della relazione consentono all intermediario di acquisire una conoscenza dell impresa sufficiente per sostenere l incertezza relativa alle cessioni future Notifica di cessione FACTOR CESSIONARIO Pagamento del debito DEBITORE CEDUTO IL PRODOTTO Il factoring è un servizio gestionale. L impresa delega all esterno la gestione dei crediti e dei debiti di fornitura (il factor affianca l azienda nelle funzioni contabili, amministrative e finanziarie di regolamento dei rapporti commerciali). Il factoring è un operazione finanziaria copre i fabbisogni connessi alle politiche di credito mercantile dell impresa Il factoring è uno strumento di gestione del rischio di credito delle imprese: Nel factoring pro soluto il factor assume il rischio connesso all insolvenza del debitore. Nel factoring pro solvendo il cedente risulta coinvolto nella sorte dell operazione potendo il factor rivalersi sul medesimo in caso di insolvenza del debitore. Il factor, grazie alla tutela giuridica del rapporto (Legge 52/91) e al controllo sui crediti, in virtù della propria struttura organizzativa, permette un effettiva riduzione del rischio dell operazione per il soggetto cedente rispetto a operazioni finanziarie simili. La riduzione del rischio consegue dalle modalità di gestione del credito che prevedono rapporti diretti con il debitore ceduto da un esplicito e continuo controllo del suo rischio complessivo dal tipo di servizio che la società di factoring si impegna a prestare alla propria clientela. 13

14 INCASSI E PAGAMENTI La storia Il primo dispensatore automatico di denaro fu installato a New York nel 1939 per la City Bank. Il dispositivo, tuttavia, venne rimosso dopo sei mesi, vista la scarsa attrattività sul pubblico. La storia dei Bancomat, così, si fermò per 25 anni, fino a quando De Le Rue sviluppò il primo modello elettronico, installato nel nord di Londra il 27 giugno Il giorno successivo, cioè esattamente 40 anni fa, la Barclays Bank pubblicizzò fortemente il primo ritiro di denaro dallo sportello automatico. I primi Bancomat funzionavano tramite schede monouso, che si smagnetizzavano dopo il primo utilizzo, per una politica di sicurezza. Solo nel 1965 arrivarono le schede plastificate, con banda magnetica e codice Xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx PIN abbinato. xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxx Nel 1973 i Bancomat (che in Inghilterra sono chiamati ATM Automatic Teller Machine -) si diffusero realmente, diventando un vero e proprio simbolo del consumismo. In Italia, si è dovuto attendere il 23 novembre 1983, quando la Società l'automazione installò il primo dispositivo. Le prime carte a banda magnetica erano utilizzabili solo nel circuito nazionale. Nel 1987 vennero attivate anche sulla rete internazionale. Le banche fecero un po di fatica a convincere la clientela ad adottare questo strumento. Oggi utilizzare il bancomat come strumento per l approvvigionamento di denaro contante fa parte della nostra quotidianità. La diffusione e l uso del denaro di plastica, infatti, continua a crescere in modo significativo: in Italia ci sono circa 40 milioni di carte bancarie, per pagamenti e prelievi ci sono circa 1,2 milioni di Pos ed oltre 46 mila Atm. ATM BANCOMAT Da semplice dispensatore di banconote a strumento evoluto per il self-service bancario Nel corso degli anni il bancomat ha subìto diverse evoluzioni e, da semplice dispensatore di denaro, si è trasformato in strumento con il quale è possibile veicolare informazioni alla clientela, effettuare pagamenti, versare contanti e assegni, ricaricare tessere, ecc.. NOVITÀ 2013 PRESSO LA NUOVA FILIALE DI VEZZANO È POSSIBILE VERSARE CONTANTI E ASSEGNI La tua Cassa Rurale è sempre aperta grazie agli sportelli ATM che ti garantiscono la possibilità di eseguire le principali operazioni bancarie in ogni momento, senza dover fare noiose code presso sportelli postali, ACI, ecc..: prelevare contante con la tua carta bancomat pagare bollettini postali ricaricare le carte prepagate ricaricare la carta scalare del sistema di trasporto pubblico trentino visualizzare il saldo e i movimenti del conto versare contante ed assegni ricaricare il cellulare effettuare ricariche TV, Mediaset Premium e altri servizi pagare le bollette, bollo ACI, canone RAI pagare le sanzioni amministrative versare contanti e assegni NOVITÀ 2013 PRESSO LA NUOVA FILIALE DI VEZZANO 14

15 INCASSI E PAGAMENTI Due importanti novità sono arrivate ad arricchire i servizi ABBONAMENTI TRASPORTI: Si potrà ricaricare la carta a scalare e si potranno rinnovare gli abbonamenti su smart card di lavoratori, studenti universitari e pensionati. Non si posso ricaricare le tessere degli studenti delle superiori. Basta inserire nell ATM la propria carta di pagamento (bancomat o prepagata) e selezionare la voce Trasporto Pubblico. Una volta inserito il proprio PIN e selezionata la funzione desiderata (rinnovo abbonamento o ricarica carta a scalare), l ATM restituirà la carta di pagamento e dovrà essere inserita la smart card di Trentino Trasporti. A questo punto il cliente potrà selezionare l abbonamento caricato sulla tessera MITT da rinnovare, oppure il taglio dell importo da caricare sulla tessera scalare. L aggiornamento sulla smart card verrà effettuato direttamente dall ATM in tempo reale. A confer). ma della transazione verrà restituito uno scontrino con i dati riepilogativi dell operazione eseguita. Il servizio è disponibile sugli ATM delle seguenti filiali: Cavedine, Lasino, Calavino, Padergnone, Sarche, Vezzano, Terlago, Trento via Maccani NUOVO BANCOMAT A VEZZANO È arrivato il primo bancomat evoluto nella Valle dei Laghi. Oltre la normale operatività, è possibile effettuare un ventaglio di operazioni e servizi innovativi, quali ad esempio versamenti di denaro contante e assegni. Come funziona? Assicurati una tutela adeguata per la Assicurati tua abitazione. una tutela adeguata per la tua abitazione. La polizza multirischi tutta casa e famiglia. La polizza multirischi tutta casa e famiglia. Dopo aver inserito la propria tessera basterà selezionare la funzione di versamento e si potrà scegliere se versare contanti o assegni. Nel primo caso si aprirà uno sportellino nel quale dovranno essere inserite le banconote da versare (massimo cento pezzi per volta). Il bancomat procederà alla conta del denaro, avviserà il cliente del totale conteggiato e ricevuta conferma lo verserà immediatamente sul conto corrente al quale la tessera bancomat è collegata Se si volessero versare assegni, gli stessi dovranno essere inseriti nel bancomat tramite l apposita bocchetta. Gli assegni verranno letti e visualizzati a video. Dopo aver controllato che tutti i dati essenziali dell assegno siano stati compilati, il cliente dovrà digitare l importo e la data posta sull assegno. Il bancomat rilascerà uno scontrino che certificherà l avvenuto versamento salvo buon fine. 15

16 AREA FINANZA ABC della finanza Amministrare i propri capitali personali non sempre può risultare semplice, soprattutto se di finanza non si masticano molti termini e nozioni. Ecco perché è buona norma, nella maggior parte dei casi, affidarsi a persone esperte del settore, consulenti che possano dare quella mano in più, utile a non commettere errori e ad investire in maniera efficace i propri risparmi. È comunque indispensabile avere chiare le regole di base e gli elementi fondamentali per poter gestire il proprio patrimonio con criterio, anziché affidarsi del tutto inconsapevolmente ad altri. Integrare la consulenza esterna e le decisioni economiche personali, può portare buoni risultati e rendere più indipendente chi si applica con impegno. Il motto è imparare, guadagnare e investire : un perfetto esempio di come, con l aiuto e la consulenza opportuni, sia possibile prendere in mano le proprie finanze e farle fruttare al meglio. Per prima cosa, è necessario focalizzare chiaramente perché si investe e suddividere il patrimonio secondo i diversi bisogni reali. Potrà sembrare banale, ma i principali problemi accadono perché non è chiaro cosa si vuole e quanto si è disposti a rischiare. I risparmi non vanno considerati come un unico indistinto portafoglio, ma spezzettati secondo le concrete e future esigenze. In secondo luogo, occorre porsi degli obiettivi raggiungibili: non ha senso definire obiettivi fantasiosi e irrealizzabili, se non per sognarli e risvegliarsi all improvviso scoprendo che non si sono realizzati. Gli obiettivi non devono essere astratti, ma legati ad esigenze reali. Non bisogna investire solo per fare più soldi, perché questa non è una motivazione che aiuta a razionalizzare e capire. Certo, si investe per guadagnare, ma occorre fare un passo successivo, che è fondamentale per trovare il giusto mix di prodotti e per non ritrovarsi in balia dell emotività e dei mercati. Per esempio, è indispensabile cercare di capire per quanto tempo i soldi non servono e devono rimanere investiti per raggiungere l obiettivo. Dopo aver chiarito le diverse finalità dell investimento, è importante analizzare il profilo di rischio, ovvero quanto si è disposti a sopportare eventuali segni meno. CHE COS È UN ASSET CLASS? Le asset class sono delle classi di investimenti finanziari che possono essere distinte in base a proprietà specifiche. Esempi di asset class sono: Liquidità e strumenti assimilati Obbligazioni Azioni Divise estere Risorse naturali (petrolio, gas, carbone, ecc.) Metalli preziosi 20% 10% 20% ASSET FINANZIARIO O PORTAFOGLIO FINANZIARIO 16 50% LIQUIDITÀ E STRUMENTI ASSIMILATI OBBLIGAZIONI AZIONI DIVISE ESTERE

17 DAL TERRITORIO Imparare a investire fin da piccoli Chi non vorrebbe diventare un esperto in materia di investimenti, risparmi e consumi? E chi, da piccolo, non si divertiva a riporre le monetine nel salvadanaio, immaginando il momento in cui, aperto il piccolo tesoro, avrebbe potuto tuffarsi nel gruzzolo come zio Paperone? Imparare a gestire i propri risparmi fin dalla più tenera età, come insegna la famosa favola de La cicala e la formica, è fondamentale per iniziare a capire il valore del denaro e a scoprirne, da grandi, le possibilità di guadagno attraverso utili e potenzialmente fruttuosi investimenti. Il ruolo fondamentale in questo tipo di formazione spetta, ovviamente, ai genitori. Indubbiamente non è un mestiere facile quello del genitore e non lo è neanche insegnare il valore del denaro ad un bambino, che non riesce a spiegarsi come dei pezzi di carta o di metallo possano essere più preziosi di una macchinina o di un peluche. Ma da oggi i prodotti offerti dalla nostra Cassa Rurale arrivano in soccorso delle mamme e dei papà, che devono vestire il ruolo di esperti finanziari per i propri piccoli: ecco Risparmiolandia, uno strumento ideale per aiutare i bambini a scoprire il valore del denaro e i fondi pensione PensPlan. Aprire un fondo pensione per i figli, anche piccoli, sia sta rivelando una scelta intelligente, che permette loro di avere un capitale da utilizzare all'inizio della vita lavorativa, per l acquisto della prima casa o per molte altre esigenze. Investire in fondi pensione per il proprio figlio permette, inoltre, ai genitori di godere da subito delle agevolazioni fiscali. È opportuno considerare le diverse parti del proprio portafoglio in modo distinto: se, per esempio, si sta accantonando in un prodotto azionario parte dei risparmi che serviranno per comprare una seconda casa tra 10/15 anni, non bisogna preoccuparsi troppo se dopo un anno, dal momento in cui si è iniziato a investire, il mercato azionario subisce una piccola flessione. Rischio e rendimento sono indissolubilmente connessi. Non ci si deve attendere alti rendimenti senza alto rischio oppure sicurezza senza bassi rendimenti. Più a lungo viene detenuto un asset (portafoglio finanziario) rischioso, più basse sono le possibilità che dia un rendimento deludente. Nel lungo periodo, infatti, il rendimento tenderà a convergere verso un valore medio, che per un asset rischioso sarà più elevato che per un asset meno rischioso. Nel costruire un portafoglio è decisivo considerare il grado di correlazione tra gli asset. Va, infatti, verificato se gli asset tendono a muoversi assieme, nella stessa direzione o in direzione contraria, o se sono indipendenti tra loro. Minore è la correlazione, meglio è. Diversificare il portafoglio tra asset non correlati porta a ridurre il rischio e ad aumentare i rendimenti. Ad esempio, l aggiunta di una piccola percentuale di azioni a un portafoglio obbligazionario può aumentare i rendimenti, ma al tempo stesso riduce leggermente il rischio. L aggiunta, invece, di una piccola percentuale di titoli obbligazionari a un portafoglio azionario riduce in maniera palese il rischio, mentre diminuisce di poco i rendimenti. Per raggiungere un maggior profitto è necessario anche ribilanciare periodicamente il portafoglio, in modo da riportarlo alla composizione percentuale dei vari asset definiti in partenza. Rivedere periodicamente il portafoglio aumenta, quindi, i rendimenti di lungo periodo e assicura la necessaria disciplina nell esecuzione della propria strategia. Cresce il numero dei Soci della nostra Cassa Lunedì 11 marzo 2013 presso la sala incontri della Cantina-Hosteria Toblino, il presidente della Cassa Rurale della Valle dei Laghi ha convocato i nuovi soci dell'istituto di Credito Cooperativo, che si sono iscritti nella grande famiglia dei soci nel corso dell'anno Complessivamente i soci hanno raggiunto la ragguardevole cifra di 3899 unità (92 quelli nuovi), mentre i clienti sono L'incontro è stato organizzato dall'ufficio marketing della banca, tramite il suo responsabile Massimo Bridarolli, che ha invitato anche Giovanni Bezzi, vicedirettore generale di Cassa Centrale Banca tra il 1997 e il 2000 e grande conoscitore e studioso della realtà del mondo della Cooperazione Trentina. Questi ha spiegato l'origine della cooperazione partendo dall'impero Austro-Ungarico, sino all attuale realtà operante nella Provincia Autonoma di Trento. Spaziando dalla costruzione della ferrovia nel 1850, ai trasporti sul fiume Adige tramite le zattere, al primo stabilimento industriale Manifattura Tabacchi a Rovereto, ha ripercorso anche il tempo delle disgrazie tra il 1870 e il 1890, contraddistinto da una forte emigrazione, dalla malattia che colpì le viti (la filossera), dalla siccità e dalla conseguente crisi economica. Fu proprio in quegli anni difficili che, in Germania, Federico Guglielmo Raiffeisen, ispiratore del movimento cooperativo e mutualistico, ebbe un idea geniale: creare le Cooperative a responsabilità illimitata. Piccole proprietà di tanti diventavano la garanzia della cooperazione. Concetti sviluppati ulteriormente nel Bleggio in Trentino, nel 1890, da un dinamico ed intuitivo sacerdote di nome don Lorenzo Guetti, che fondò la prima Cooperativa di generi alimentari misti e, nel 1892, la prima Cassa Rurale. Un'idea vincente, tutt'oggi vanto delle nostre comunità. Oggi, fortunatamente, pur in un periodo certamente non facile, le casse rurali hanno un ruolo di primo piano, a livello economico ma anche umano. La centralità del territorio, del socio e le motivazioni sociali si possono sintetizzare in 12 punti: comunicazione limpida, collaborazione e cooperazione, correttezza, crescita e sviluppo, disponibilità, impegno, professionalità, propositività, qualità, rispetto della persona, solidarietà sociale e territorialità. Successivamente, si è assistito alla proiezione di un video sulla realtà specifica della Cassa Rurale della Valle dei Laghi e di alcuni dati significativi, presentati dal vice-direttore generale Gabriele Travaglia, assieme alla presentazione di alcune proposte vantaggiose per i soci e dei nuovi sistemi a disposizione della clientela (per esempio il servizio in-bank/ on-bank), per una vera e propria evoluzione dell'operatività e per una banca sempre più cooperativa ed innovativa. Roberto Franceschini 17

18 DAL TERRITORIO LE TORRI DEL GUFO Il Custode di Castel Madruzzo Lo scorso dicembre, è stato presentato questo nuovo libro - edizioni DreamTeller Books, scritto da Matteo Paoli, socio del nostro Istituto di Credito Cooperativo. Abbiamo incontrato il giovane scrittore per chiedergli una autobiografia su questo importante lavoro letterario e di ricerca storico-culturale, che è stato distribuito a tutti gli scolari e studenti dell'istituto Scolastico Comprensivo della valle. Mi chiamo Matteo Paoli e sono un ragazzo di 24 anni, laureando in ingegneria edile-architettura all Università di Trento. Originario di Trento, ma trasferito da alcuni anni nella Valle di Cavedine, a Vigo Cavedine, appassionato di storia, ho sempre osservato il castello che domina la valle, con l occhio di un architetto in formazione ma anche con la curiosità di uno storico per passione. Castel Madruzzo costituisce quindi il campo ideale di ricerca, possiede un fascino particolare per la sua posizione rispetto alla vallata. Per lunghi anni è stato raramente accessibile al pubblico e la parte medievale versa in uno stato di conservazione che denota la necessità di intervento. Prossimo alla laurea, ho deciso di improntare la mia tesi di laurea sul restauro e la conservazione del castello. Per realizzare un intervento di recupero ho effettuato una ricerca basata su documenti storici e materiale relativo al castello, che mi hanno portato a scoprire il vissuto del castello e dei suoi abitanti, l evoluzione strutturale e culturale dell edificio, la correlazione nel corso dei secoli fra il castello e la valle che lo circonda: storie di battaglie e di signori, ma anche di poveri contadini e abitanti dei luoghi. Un tesoro di testimonianze ed eventi sconosciuti agli abitanti della valle che, data la non accessibilità del manufatto, manifestano poco interesse e curiosità verso l edificio. L idea di scrivere un libro relativo alle vicissitudini del castello, dei suoi abitanti e degli avvenimenti che nei secoli hanno segnato la valle, nasce dalla volontà di trasmettere ai giovani lettori, ma anche agli adulti che non amano i tomi, l amore per la storia, la curiosità verso il passato e la necessità di conservare un patrimonio di esperienze e arte nel tempo. Dal punto di vista grafico, il libro propone una nuova forma comunicativa che crea un connubio tra testo e disegni, reso possibile dalla sinergia comunicativa fra l autore e il disegnatore. L obiettivo finale è quello di avvicinare i giovani lettori al mondo dell architettura e della storia e, allo stesso tempo, incuriosire i lettori adulti, permettendo di scoprire un maniero poco conosciuto ai trentini e di recuperare un patrimonio storico-culturale, che è stato fondamentale per lo sviluppo non solo della Valle dei Laghi ma dell intero territorio della regione. Nel corso dei capitoli il castello si mostrerà come il vero protagonista della storia. L autore dei disegni è Fulvio Bernardini, in arte Fulber, disegnatore trentino con una lunga esperienza, che riesce a trasferire nei disegni gli stati d animo dei personaggi e lo scorrere del tempo sulla pietra. Roberto Franceschini Ricordi di Ottorino Bortoli Chi era l Ottorino? Un grande uomo che ha saputo mettersi al servizio, senza chiedere nulla in cambio Un amico, un uomo giusto e buono, di grande sapere, un maestro e un protagonista della Storia. Sono queste le qualità che mi riaffiorano alla mente nel suo ricordo. L ho conosciuto ancora studente: era un forte ragazzone, un calciatore dalla stangata potente, schivo e taciturno, parlava poco, ma pensava e faceva molto. Era il secondo di 5 figli. Il buon papà Erminio ripose in lui alte aspettative, tanto da desiderare che lui studiasse nella scuola più seria e prestigiosa di Trento: l Arcivescovile, un istituto privato, detto i Polentoni, gestito da preti, famosi per la loro profonda cultura e il loro rigore. Dati i tempi difficili e gli alti costi, per poter frequentare questa scuola Ottorino vi lavorò come assistente degli studenti più giovani, guadagnandosi vitto e alloggio, senza pesare sulla famiglia. Ottenuta la maturità, si iscrisse alla facoltà di medicina e dopo un anno passò a giurisprudenza, che dovette però abbandonare per difficoltà economiche. Trovò presto lavoro alla Federazione delle Cooperative, il cui presidente era il focoso senatore Giuseppe Carbonari. Divenne presto il suo pupillo e lo accompagnò spesso ad assemblee e comizi nelle valli trentine. Successivamente divenne Revisore delle Casse Rurali. Il suo girare per il Trentino, lo costrinse a fermarsi anche diversi giorni fuori casa e gli diede modo di conoscere un infinità di persone, fatti e aneddoti. Ricordo che, quando gli si presentava qualcuno, dal cognome riusciva a intuire il paese di origine e ricostruire immediatamente parentele e fatti di cronaca di quel paese. La sua memoria, le sue conoscenze storiche e il suo sapere, erano una miniera inesauribile. In una notte o due leggeva un libro intero ed era un esperto di codice civile e penale, di leggi economiche, fiscali e politiche. Era per tutti generoso consigliere: sapeva risolvere liti, spartizioni, aiutava a stendere testamenti, insegnava a contadini e artigiani a districarsi fra leggi fiscali, nazionali e provinciali, mutui o contributi, senza mai chiedere neppure un caffè di ricompensa. Fu protagonista nello sviluppo sociale e politico della comunità locale: commissario nella fase di separazione dei comuni di Calavino e Lasino (ex comune di Madruzzo), seppe gestire con grande saggezza ed equilibrio questo difficile percorso di democrazia e civiltà fra due comuni, profondamente lacerati da secolari tensioni campanilistiche. La sua nomina a sindaco di questo nuovo comune, allora primo cittadino fra i più giovani d Italia, fu un giusto riconoscimento ai suoi meriti. Incarico che, successivamente, non accettò più nonostan- 18

19 DAL TERRITORIO te l insistente richiesta popolare e le pressioni politiche delle autorità provinciali. Fu direttore della Cassa Rurale di S.Massenza fino al 1983 e con un paziente e lungo lavoro di contatti con ben 5 cooperative di credito, ognuna con la sua secolare storia radicata nelle tradizioni, collaborò al grande miracolo della realizzazione di un'unica importante Cassa Rurale nella Valle dei Laghi. Ricordo con un sorriso la sua loquacità. Un giorno, accompagnandomi a Castel Toblino per una fornitura al ristorante, trovammo un via vai di polizia e di personaggi politici, fra cui il Ministro degli Interni, Beniamino Andreatta, che gli corse incontro e con calore lo salutò dicendo: Ciao Ottorino! Che fat chì? e lui, serafico e con il suo proverbiale stile, gli rispose: E ti che fat chì?. Fine, o quasi, di un dialogo fra vecchi amici che non si vedevano da anni! Si dice anche che, alla domanda ansiosa dei genitori di come fosse andato il trimestre e di quali fossero le votazioni ricevute, rispondeva laconicamente: Né via a veder!. Altro fatto esemplare, a cui presenziai: l amico Colonnello della Guardia di Finanza, Bruno Zadra, lo rincontrò dopo anni e, avendo saputo che si era da poco sposato, gli chiese con affettuoso calore: Chi hat sposà Ottorino?. Gli rispose imperterrito: Na dona ho sposà!. Il buon colonnello Bruno, uomo simpatico e di grande spirito, scherzò urlando: El so anca mi che t hai sposà na dona, volevit sposar el paroco?. Questo era l Ottorino. Il suo carattere di poche parole poteva forse incutere soggezione a chi non lo conosceva, ma quanto invece era buono e generoso! Per chi lo conosceva bene, Ottorino era anche uomo spiritoso, allegro e di compagnia. Alla Comune, tavernetta gestita con Ezio Morbin di Lagolo e luogo di appuntamenti amichevoli e conviviali, esercitava la sua passione culinaria, offrendo piatti della tradizione locale, mentre un accolita di sapienti approfondiva, con interminabili rievocazioni storiche, aneddoti e storielle legati alla Storia locale, di cui anch egli era profondo conoscitore. Alla sua memoria inesauribile attingevano notizie, scrittori e storici di fama, come Aldo Gorfer, di cui era grande amico, o il professore Mariano Bosetti, anch egli amico ed esperto storico locale; entrambi lo citarono spesso nei loro volumi. Ottorino era legato da un ardente e profonda amicizia anche a un altro personaggio famoso: don Dante Clauser, conosciuto da studente ai Polentoni e che, proprio a Calavino, iniziò come cappellano la sua avventura con la Casa dei ragazzi, sfociata poi nel Punto di Incontro. Mi piace pensare che, quando don Dante fu chiamato dal Padrone per il premio della sua generosità, Ottorino desiderò seguirlo dopo pochi giorni. In conclusione, credo che anche a Ottorino si possano dedicare le parole che il presidente della Federazione della Cooperazione ha dedicato a don Dante: Un grande uomo che ha saputo mettersi al servizio dei più umili e poveri, senza chiedere nulla in cambio. Grazie Ottorino! Arrigo Pisoni Il silenzio dei colori, l'accessibilità dello spazio. Caso studio: accessibilità di una struttura ricettiva Titolo della tesi di laurea di Lorenzo Luchetta, giovane ragazzo di Cavedine affetto da un raro difetto di vista ereditario e congenito denominato acromatopsia". Lo scorso 1 febbraio 2013, presso l'università degli Studi di Trento, il rettore Davide Bassi ha conferito a Lorenzo Luchetta, un ragazzo del 1986 residente a Cavedine, la laurea in «Ingegneria Edile-Architettura» (quinquennale) in seno al «Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica», dopo la discussione della sua corposa tesi, con i relatori prof. Antonio Frattari e Giuseppe Scaglione ed i correlatori dott. ing. Michele Dalprà e dott. agr. Paolo Picchi, una tesi di ben 263 pagine, che tratta il tema della progettazione universale dello spazio, avendo come obiettivo la sensibilizzazione nella fase progettuale degli spazi architettonici usufruibili da utenti interessati da disabilità, proponendo un progetto per un sentiero multisensoriale inserito in un contesto naturalistico e di una struttura ricettiva. E sin qua vi chiederete dov'è la particolarità della notizia, visto e appurato che fortunatamente sono molti i giovani che annualmente si laureano nelle nostre facoltà universitarie. Il fatto è che Lorenzo Luchetta, figlio di Gianni ed Elisabetta Leonardi e fratello di Alessandra laureanda in giurisprudenza, è affetto sin dalla nascita da un raro difetto di vista ereditario e congenito denominato acromatopsia. Gli acromati sono persone che vedono pochissimo o non vedono affatto quando c'è tanta luce, ma soprattutto non vedono i colori. Nella retina dell'occhio normale ci sono, infatti, due tipi di cellule sensibili alla luce: i coni e i bastoncelli. I coni sono specializzati per la visione diurna, mentre i bastoncelli sono specializzati per la visione notturna. Integrandosi tra loro, coni e bastoncelli, permettono di vedere in qualsiasi condizione di illuminazione. Ne consegue che, se i coni funzionano poco o non funzionano affatto, queste persone sono completamente cieche ai colori. Gli acromati devono quindi affidarsi solo ai bastoncelli per poter vedere, e non hanno alcuna esperienza del colore. Vedono solo contrasti di più chiaro e di più scuro. Chi è affetto da acromatopsia vede il mondo come un film in bianco e nero e, allo stato attuale, non ci sono terapie che possano guarire questo tipo di disturbo visivo. Ecco quindi che il conseguimento della laurea di Lorenzo Luchetta, assume un significato ed una importanza di tutto rispetto, che va ben oltre l'impegno profuso negli studi in tutti questi anni. È proprio grazie al lavoro di tesi svolto con passione e caparbietà, che è stato offerto un contributo in direzione di una maggiore sensibilizzazione nella progettazione degli spazi nei confronti delle diverse disabilità, con particolare riferimento alla disabilità della vista che, tra tutte, risulta quella maggiormente penalizzante. Roberto Franceschini Gli interessati ad approfondire il problema dell'acromatopsia si possono rivolgere a: Associazione Acromati Italiani Onlus, Viale Palladio 12, Verona tel , 19

20 I NOSTRI VIAGGI SOCI In viaggio con la tua Cassa Rurale La programmazione dei viaggi 2013 ha avuto grande successo e, in appena due mesi, ci sono state massicce adesioni ad alcuni itinerari particolarmente graditi: Tutto esaurito per il Tour della Turchia e Cappadocia (6-13 aprile) e il Tour del Portogallo (7-14 giugno). Ci sono ancora dei posti disponibili per alcune proposte che trovate descritte a fianco. POLONIA STOCCOLMA BRETAGNA PETRA TOUR DELLA SPLENDIDA POLONIA 28 maggio - 2 giugno ultimi posti Una nazione al centro dell Europa, che ne ha vissuto tragicamente tutte le più aspre vicende, passando da un regno ad un impero, fino ad una dittatura. La Polonia odierna, ricca della sua storia, custodisce gelosamente le sue tradizioni e considera l ospite sacro; è questa cordialità verso il turista che vi accompagnerà durante un viaggio tra le miniere di sale, le città dal cuore medioevale che conservano un atmosfera fiabesca, i paesaggi sconfinati e verdeggianti tra laghi e pianure e i capolavori gotici. Un esperienza di autentica scoperta. LE TRE CAPITALI SCANDINAVE luglio ISCRIZIONI ENTRO IL 20 APRILE Un viaggio all'insegna della cultura e della natura: prima tappa a Copenaghen, con il suo colorato tessuto urbano, le animate vie, i musei ed i pittoreschi canali; seconda tappa a Oslo, la città sul fiordo, dove si conserva la memoria dei vichinghi, e infine Stoccolma, distesa su un intrico di verdissime isole e penisole, costellate di architettura medievale e d'avanguardia. Le capitali scandinave si confermeranno la perfetta combinazione tra ambiente naturale e stile di vita cosmopolita dal sapore internazionale.. GALLERIA FERRARI E MODENA Domenica 8 settembre ISCRIZIONI ENTRO IL 31 LUGLIO A Maranello, poco distante dagli stabilimenti Ferrari, ha sede il Museo Ferrari, dedicato a tutti gli appassionati del mondo delle corse e del mitico cavallino rampante. Nella visita delle sei sale principali, tra cui la sala delle competizioni, la sala delle vittorie e la sala gran turismo, il visitatore si immerge in un viaggio tra i bolidi che hanno rombato sulle piste di tutto il mondo, in Formula 1 e in gare di Endurance, e che hanno regalato sogni e gloria all Italia ed agli italiani. TOUR DELLA NORMANDIA E BRETAGNA settembre ISCRIZIONI ENTRO IL 30 GIUGNO La Francia più misteriosa rivela le sue bellezze a chi le sa cercare e apprezzare. Visitare Normandia e Bretagna significa immergersi in atmosfere magiche, che parlano di un passato antichissimo attraverso i preistorici menhir, di un medioevo che ha lasciato tesori inestimabili come a Rouen e di gesta eroiche come lo sbarco alleato a Omaha e Utah Beach. Tra capolavori gotici, affascinanti castelli, spiagge sfavillanti e scogliere mozzafiato, vivrete un viaggio pieno di sorprese. Il programma completo dei viaggi e i costi è pubblicato sul sito internet della Cassa Rurale. L offerta sarà ancora più vantaggiosa con uno sconto particolare per i Soci Esclusivi. Iscrizioni presso le nostre filiali. TOUR DELL UMBRIA con l evento EUROCHOCOLATE ottobre ISCRIZIONI ENTRO IL 30 AGOSTO L Umbria silenziosa e colorata d autunno è la meta di un viaggio intenso e ricco di spunti, che tocca scenari naturali incontaminati e luoghi con una profonda personalità religiosa, come Assisi, con la basilica di San Francesco affrescata da Giotto, la basilica di Santa Chiara e la cappella della Porziuncola e le caratteristiche cittadine Spello e Perugia. Un itinerario che, oltre a fortificare cultura e spirito, offre anche un'ottima cucina che contribuirà ad arricchire l esperienza. Un viaggio da non perdere. Eurochocolate Perugia è il festival nazionale completamente dedicato al cioccolato. Questa kermesse, unica nel suo genere, si svolge ogni anno nel centro storico della bellissima Perugia, che in questa occasione si trasforma in una vera a propria pasticceria all'aria aperta, per deliziare il palato dei golosi. TERRA SANTA E PETRA novembre ultimi posti ISCRIZIONI ENTRO IL 2 SETTEMBRE Israele: una terra crogiolo di culture e storia millenaria, sacra alle tre grandi religioni monoteiste. Visitando i luoghi legati alle memorie evangeliche e apostoliche, e ai grandi avvenimenti della fede cristiana, si potranno respirare e vivere gli episodi narrati nella Bibbia, ritrovando lo spessore storico e reale di quanto crediamo e celebriamo nella liturgia. Petra, una città rossa come una rosa e vecchia come il tempo, è un tesoro giordano unico che i Nabatei crearono dalla nuda roccia e trasformarono in uno snodo cruciale per le rotte commerciali della seta e delle spezie. Cassa Rurale della Valle dei Laghi - Padergnone Trento - 20

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard.

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard. YouCard, la prima carta in Italia che consente di personalizzare il codice PIN, è anche l unica carta al mondo che unisce la sicurezza delle carte prepagate, la semplicità delle carte di debito e la flessibilità

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE Tutto quello che c è da sapere per comprendere meglio l estratto di conto corrente. In collaborazione con la Banca MPS e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING Integrazione Webank-WeTrade NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING La fusione tra Webank e WeTrade, avvenuta lo scorso 18 dicembre, ha comportato alcune novità nella tua operatività di trading. Te li riassumiamo

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI EDIZIONE MARZO 015 ABBONARSI AI MEZZI ATM 1 ATM, per rispondere alle diverse esigenze di mobilità, offre ai giovani e agli studenti una serie di agevolazioni sull acquisto

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*)

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*) CONTO CORRENTE WEBANK L offerta commerciale della Banca contempla prodotti, servizi e attività differenti che si contraddistinguono per specifiche caratteristiche (es. i prodotti contraddistinti dal marchio

Dettagli

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma PRODOTTO BASE UTENTE INFORMAZIONI SULL EMITTENTE ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo Sede legale e amministrativa Numero telefonico: 800.991.341 Numero fax: 06.87.41.74.25 E-mail

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale Lezione 8 Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale L AZIENDA SVOLGE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE RISORSE PROCESSO DI PRODOTTI E SERVIZI TRASFORMAZIONE Valore di mercato delle risorse impiegate

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile INSER S.P.A. Proposta di Agevolazione RC Professionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Ordine di Milano Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile Giugno 2014 Indice Proposta di

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli