100 stampato su carta riciclata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "100 stampato su carta riciclata"

Transcript

1 stampato su carta riciclata Dicembre 2012 N 10 Anno XVIII - euro 1,03 - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in abb. postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art.1, comma 1, DCB/CN - Iscrizione Trib. di Cuneo -14/6/1989 n Edito dal C.S.I. Cuneo - Contiene I.P. Direttore Responsabile: Fabrizio Pepino stampato su carta riciclata stampato su carta riciclata stampato su carta riciclata Concessionaria BMW l addebito della commissione citato 34 banche per un totale di Ferrero onnicomprensiva è diventato di stampato su carta riciclata meccanica Aumenti salariali e flessibilità nel nuovo contratto Paolo Ragazzo a pag. 3 Classico CAMERETTE Corso Canale, 8 - Tel IN OFFERTA GUARENE D ALBA (CN) acquae Liscia o gasata Ma non sono tutte uguali... Servizio a pag. 4 turismo Mario Villani: Comunicare meglio e destagionalizzare Servizio alle pag. 12 e x :11 Pagina Concessionaria BMW x x :11 Pagina 12:11 1 Pagina Concessionaria BMW Ferrero 525 Concessionaria BMW Ferrero Corso Canale, 8 - Tel Corso Canale, Corso GUARENE 8 Canale, - Tel D ALBA Tel (CN) GUARENE GUARENE D ALBA (CN) D ALBA (CN) natale 2012 La magia di Marco Berry tocca il cuore degli industriali cuneesi 05 0 club cio Se l'informatica aiuta a curare l'autismo... Servizio a pag. 8 Ilaria Blangetti a pag. 14 CREDITO INDAGINE DI CONFINDUSTRIA CUNEO SULLE COMMISSIONI DISPONIBILITà FIDO caro fido, quanto mi costi! Diseguaglianze Gli istituti applicano la stessa legge, ma i trattamenti alle aziende sono anche molto diversi tra loro Gilberto Manfrin Si chiama commissione onnicomprensiva o commissione disponibilità fido ed è a tutti gli effetti uno dei tanti salassi per le imprese. Si tratta di una commissione che, a partire dal 2009, alcune banche hanno iniziato ad applicare sui fidi concessi, oppure sui loro utilizzi, in sostituzione della precedente commissione x50 di massimo scoperto, che era trimestrale 12:11 (con alcune aziende Pagina 1 addebitata trimestralmente, in percentuale secca sul massimo saldo debitore relativo all utilizzo, nel trimestre, del fido di conto corrente. A fine 2011 infatti introdotto la possibilità per le banche di applicare una commissione onnicomprensiva, calcolata in maniera proporzionale rispetto alla somma messa a disposizione del cliente e alla durata dell affidamento che non può superare lo 0,50% per trimestre, della somma messa a disposizione. Più semplicemente, la commissione disponibilità fido viene fatta pagare per la delibera della banca a favore del cliente, cioè l azienda, di avere a disposizione una linea di credito. Una differenza di non poco conto. La commissione disponibilità fido è stata introdotta per sopperire alle minori entrate derivanti dalla cancellazione della commissione di massimo scoperto, che era compresa, di norma, in un range tra 0,125% e 0,50% a maggior potere contrattuale non soggette al pagamento). L indagine condotta da Confindustria ha valutato le risposte di 100 pmi associate che hanno 402 segnalazioni (le imprese che generale ed estesa applicazione hanno risposto hanno in media da parte di tutte le banche. 4,2 banche affidanti). Il decreto Salva Italia ha Segue a pag. 6 ULTIMA ORA Venerdì 21 dicembre alle ore 10 presso la Prefettura di Cuneo, S.E. il Prefetto Patrizia Impresa e la Presidente di Confindustria Cuneo Nicoletta Miroglio sottoscriveranno un Protocollo di legalità volto a instaurare una stretta collaborazione tra imprese e istituzioni, al fine di contrastare le infiltrazioni di attività criminali in provincia. Nel prossimo numero l'approfondimento sui contenuti del protocollo. formazione Sulla sicurezza non si può improvvisare Erica Giraudo a pag. 15 spread dietro gli alti e bassi Franco Adriano Cronista parlamentare "Italia Oggi" Povero Spread. Perfino il nipotino del presidente Mario Monti (soprannominato così dai compagnucci d asilo) è stato trascinato nella diatriba più stucchevole della crisi, complice l avvio della campagna elettorale anticipata. Tuttavia, ad un ipotetica domanda a risposta multipla: " Lo spread è un grande imbroglio?", non sarebbe così immediato dire quale sia la risposta non dico esatta, essendo l economia una scienza sociale e dunque suscettibile di interpretazioni differenti, ma almeno più autorevole e credibile. Si pongano, dunque, alla risposta numero uno le parole di Beppe Grillo: Lo spread è qualcosa di completamente staccato dall economia. È un allucinazione mentale di speculazione bancaria, perché il debito italiano è in mano per metà a banche straniere che cercano di far alzare il tasso di interesse per guadagnare di più. Segue a pag

2 2 grandangolo Dicembre 2012 N 10 spread dietro gli alti e bassi Segue da pag. 1 Quindi siamo in preda a una speculazione bancaria che non ha più niente a che vedere con la nostra economia. Bisogna fermare il circuito del debito che ci sta strozzando. Alla risposta numero due, le parole di Silvio Berlusconi: Smettiamola di parlare di questo imbroglio, di spread non si era mai sentito parlare, se non da un anno a questa parte. Che cosa ci importa degli interessi che il nostro debito pubblico paga a chi investe nei nostri titoli rispetto a quello che pagano gli investitori che investono nel debito pubblico tedesco. La verità è che si è usato lo spread per cercare di abbattere una maggioranza votata dagli italiani e che governava il Paese. La Germania ha approfittato di questo e, forte del debito sovrano solido, ha abbassato i tassi dell 1%. Ma, a noi, cosa importa?. Infine, alla risposta numero tre, la replica di Monti: La stabilizzazione dei titoli del debito pubblico realizzata in questi mesi è presupposto essenziale per far ripartire il credito alle aziende. In tutti questi mesi l azione che è stata svolta dal Governo è stata quella di fare dell Italia un partner credibile nei bilanci per competere senza timori reverenziali. è un fenomeno che va preso con una certa calma e freddezza, ma certamente dobbiamo stare molto attenti e anche spazzare via alcuni miti tipo che ciò che un Paese fa non influisce sul suo spread. Allora, concludendo, dobbiamo dare più credito alla risposta numero uno, alla due o alla tre? La bussola del presidente degli industriali, Giorgio Squinzi, forse può indicarci la giusta direzione: Lo spread è importante per il rilancio dell economia. Oltre al costo del debito pubblico, infatti, l impatto dello spread è sulla possibilità di destinare fondi per ridurre il cuneo fiscale, che è la cosa più importante. Decisamente interessante. Lo spread visto come possibile risorsa per crescere gli stipendi e per diminuire gli oneri dei datori di lavoro. Una risorsa benefica che può sorgere da un indicatore di fiducia nel debitore (la Germania è il termine di paragone perché oggi è considerata dagli investitori lo Stato più affidabile dell Eurozona nel ripagare i sottoscrittori delle emissioni obbligazionarie). C è, poi, il capitolo banche nel loro rapporto con le imprese. La Bce ha calcolato che a luglio 2012 i finanziamenti erogati in Germania per importi inferiori al milione di euro e con durata compresa fra uno e cinque anni avevano un tasso medio del 4,04 per cento. Lo stesso tasso per le imprese italiane era a quota 6,24 per cento. Inconfutabile? Non proprio. Basta compiere una breve cavalcata on line per rendersi conto che ad ogni affermazione con pretesa di scientificità in questo campo può corrispondere una nota ironica di qualche lettore. Come quella sull elevazione dei mutui, appunto, scritta da un lettore de Linkiesta.it. Sarebbe bene non generalizzare stupidamente. Io ho sottoscritto un mutuo nel 2005 con rata da 450 euro al mese, poi nel 2008 con spread basso, ma grazie alla Bce che aumentava i tassi, mi è salito fino a 640 euro. Oggi con lo spread che ha superato anche i 500 punti in estate, pago 260 euro, sarà un miracolo? Che dire, poi, dell obiezione sacrosanta sul fatto che il rendimento del Btp può restare invariato mentre lo spread sale: basta che un determinato giorno renda il 5% e il Bund, per esempio, il 2% (con uno spread pari a 300 punti base) e poi dopo una settimana renda ancora il 5% mentre il Bund scenda all 1,5% e dunque lo spread salga a 350 punti. Di certo il che ci importa dello spread è un affermazione credibile nel momento in cui non ci sono emissioni, non vale più in forma assoluta quando l Italia deve andare sui mercati a finanziarsi. E poi c è comunque tutto da guadagnarci ad essere credibili piuttosto che non esserlo. Lapalissiano. Franco Adriano Cronista parlamentare "Italia Oggi" Direttore responsabile: Fabrizio Pepino Coordinamento editoriale: Giuliana Cirio Redazione e grafica: Autorivari studio associato Corso IV Novembre, (Cuneo) Tel Editrice: Centro servizi per l industria Corso Dante, (Cuneo) Tel Stampa: Framstampa Fraz. Roata Raffo, (Busca) Tel Pubblicità: Tec Pubblicità e Grafica Via dei Fontanili, (Fossano) Tel Chiusura: 18/12/2012 Tiratura: copie Obiettivi centrati CONSULENZA DIREZIONALE CONSULENZA ORGANIZZATIVA CONSULENZA TECNICA FORMAZIONE MANAGERIALE Via Ognissanti, 30/b ALBA (CN) Tel Fax

3 Dicembre 2012 N 10 relazioni industriali AZIENDE ATTIVE SEZIONE MECCANICA AUMENTO DEI MINIMI CONTRATTUALI 3 MECCA NICA DIPENDENTI STABILI N. AZIENDE La sezione Meccanica è numericamente la più consistente delle 17 che compongono la Confindustria di Cuneo, a testimonianza di come il settore sia uno dei pilastri portanti dell'economia provinciale. Ecco dunque che il rinnovo del contratto dei metalmeccanici va ad interessare non solo molti imprenditori, ma anche numerose famiglie. RIFERITI AD UN CONTRATTO DI LIVELLO 5 DAL 01/01/ ,00 DAL 01/01/ ,00 DAL 01/01/ ,00 rinnovo del contratto le novità di un accordo equilibrato aumenti salariali verso la flessibilità LUIGI CAMPANARO Responsabile dell'ufficio Relazioni sindacali e Normativa del Lavoro Confindustria Cuneo Di questi tempi è il miglior punto di equilibrio che si potesse trovare. Le imprese sono state responsabili Paolo Ragazzo Incremento salariale medio di 130 euro in tre anni e maggiore flessibilità nei rapporti di lavoro. Sono queste le due principali novità contenute nel nuovo contratto nazionale dei metalmeccanici siglato lo scorso 5 dicembre da Federmeccanica, Fim-Cisl e Uilm-Uil per il periodo Di questi tempi è il miglior punto di equilibrio che si potesse trovare - commenta netto Luigi Campanaro, responsabile dell ufficio Relazioni sindacali e Normativa del Lavoro di Confindustria Cuneo -. Le imprese avrebbero potuto apporre come motivazione la crisi per non arrivare a un intesa e invece si sono mostrate responsabili mettendo sul piatto denaro fresco, oltre a recepire quanto previsto dalla riforma Fornero in merito ad apprendistato, contratti a tempo determinato e part time. L aumento salariale è uno dei punti più innovativi di questa intesa. Non tanto per i volumi del ritocco, quanto per aver inserito la possibilità di differire l erogazione in momenti Domenico ANNIBALE Presidente Sezione Meccanica Confindustria Cuneo L'intesa va letta nel contesto attuale. Dopo tanti anni si è giunti ad un accordo senza neppure un'ora di sciopero di difficoltà aziendale o in particolari occasioni, previa contrattazione aziendale. L aumento riferito al quinto livello (quello intermedio) è così distribuito: 35 euro il 1 gennaio 2013, 45 euro il 1 gennaio 2014 e 50 euro il 1 gennaio Altro aspetto di sostanziale importanza riguarda l orario di lavoro. Confermata la durata massima dell orario ordinario in 40 ore settimanali, le modifiche introdotte interessano l orario straordinario. È stato aumentato il pacchetto di ore di straordinario che si possono utilizzare senza dover ricorrere obbligatoriamente ad un accordo - spiega Campanaro -, fissando in 120 ore il nuovo monte annuo. Novità importanti riguardano, inoltre, la normativa che regolamenta le assenze per malattia: in primo luogo il trattamento economico per un lavoratore non presente in azienda per motivi di salute da più di 4 mesi viene portato dal 50 all 80 per cento della retribuzione e, in secondo luogo, è inasprito il regime malattie brevi (quelle fino a 5 giorni) per combattere il fenomeno dell assenteismo. Cosa cambia? Dalla prima alla terza malattia breve il pagamento dei primi tre giorni rimane al 100% - illustra ancora Campanaro -, ma dalla quarta scenderà al 66% e dalla quinta in poi al 50%. Sono esclusi ovviamente i ricoveri ospedalieri e alcune malattie gravi. Come tutte le intese anche questa va letta all interno del contesto in cui è stata raggiunta - commenta Domenico Annibale, presidente della sezione Meccanica di Confindustria Cuneo -; è un contratto equilibrato, siglato in un momento non facile per la nostra economia e per il comparto. Il mio giudizio dunque è positivo, oltre per i tanti aspetti convincenti a favore delle aziende, per il fatto che, dopo tanti anni, si è giunti all accordo senza neppure un ora di sciopero. Di questo risultato va dato merito anche alle forze sindacali che hanno firmato l accordo con responsabilità, ma mi rammarico per il mancato consenso della Fiom, che a mio parere ha perso un altra occasione per far parte della modernizzazione di alcuni principi che governano il mercato del lavoro. Con i venti che soffiano, parte datoriale e parte sindacale dovrebbero restare unite per affrontare le minacce che arrivano dai mercati. Seguici sui nostri canali ufficiali! Confindustria Cuneo Borgo San Dalmazzo (CN) via XI Settembre, 77 tel./fax cell /

4 4 agroindustria Dicembre 2012 N 10 LA POLEMICA I DISTRIBUTORI DEI SINDACI INSIDIANO LE MINERALI LISCIE O GASATE, non sono TUTTE uguali... ACQUA &VINO ,5% ,2% 65,7% 64,3% 63,2% 63,4% 62,5% 62,8% 61,6% 63% 61,8% 58,7% NORD CENTRO SUD ITALIA Percentuale di famiglie che consumano acqua minerale (Fonte: Statistiche Focus ISTAT marzo 2012) Gli industriali "L'acqua contenuta nelle 'casette' dei sindaci non è paragonabile a quella contenuta nelle nostre bottiglie" Gilberto Manfrin Li chiamano i distributori d acqua del sindaco. Sono la nuova modalità di erogazione che offre, presso alcune casette self-service sparse sui territori comunali, acqua filtrata dell acquedotto a prezzi estremamente contenuti, variabili da 1 a 5 centesimi al litro a seconda che sia naturale o gasata. I punti di distribuzione sono in aumento in tutto il territorio nazionale complici anche i dati diffusi dall Istat: nel 2011 hanno lamentato irregolarità nell'erogazione dell'acqua il 9,3% delle famiglie residenti in Italia. La diffidenza nel bere Concessionaria esclusiva Cuneo e Provincia Buone Feste! acqua di rubinetto, insomma, si manifesta ancora elevata nel Paese: nel 2011 il 30% delle famiglie ha avuto al suo interno uno o più componenti che hanno dichiarato di non fidarsi a berla. Non solo: nel 2010 il 61,8% delle famiglie italiane ha acquistato acqua minerale, percentuale che risulta in leggero calo rispetto agli anni precedenti. Il proliferare di questi distributori non piace, ovviamente, alle aziende della Granda che imbottigliano l acqua. Ognuno è libero di bere l acqua che vuole, ma occorre fare chiarezza e dire con esattezza al consumatore che tipo di acqua sta bevendo: quella distribuita dalle 'casette del sindaco' o erogata dal rubinetto non è OFFERTA COMPLETA DI ALESSANDRO INVERNIZZI amministratore delegato Lurisia-Acque Minerali srl VENDITA NUOVO ED USATO ASSISTENZA RICAMBI NOLEGGIO Borgo San Dalmazzo Via Cuneo, 106 Tel paragonabile a quella contenuta nelle bottiglia. Ce l ha con la malinformazione Alessandro Invernizzi, amministratore delegato della Lurisia - Acque Minerali srl di Roccaforte Mondovì: Uno è un prodotto naturale, l altro industriale - dice -. Purtroppo si crede che il prodotto industriale sia l acqua contenuta in bottiglia e che quella che fuoriesce dai rubinetti o dalle 'casette dei sindaci' sia naturale. Non è affatto così. Bere acqua in bottiglia è come berla dalla sorgente, mentre quella che esce dai rubinetti contiene un quantitativo di cloro o altro 'santificante' necessario per fare in modo che anche il cittadino più distante dalla sorgente o pozzo dell acquedotto beva acqua potabile. Allora la domanda è: perché l acqua che c è nella 'casette dei sindaci', che sono collegate agli acquedotti, viene filtrata e quella dei rubinetti no?. Invernizzi solleva dubbi anche sulla trasparenza della campagna avviata da Federutility e Coop che prevede la pubblicazione, aggiornata periodicamente ed esposta all interno di oltre 500 supermercati e ipermercati, di tutti i parametri qualitativi dell acqua di rete: L analisi viene fatta sulla qualità dell acqua alla sorgente dell acquedotto e non al rubinetto, dove i dati cambierebbero senz altro. Ricordiamoci, infatti, che la maggior parte delle tubature degli acquedotti sono del 1950 e che ci sono chilometri e chilometri di tubi la cui manutenzione non è controllabile. GUALTIERO RIVOIRA amministratore delegato Fonti Alta Valle Po spa La mette sul piano della sicurezza Gualtiero Rivoira, amministratore delegato di Fonti Alta Valle Po Spa di Paesana, dove si produce l Acqua Eva: Siamo certi che gli erogatori siano sterilizzati a dovere per non trasmettere batteri? Noi in azienda abbiamo un laboratorio analisi che lavora 10 ore al giorno che verifica la purezza delle nostre acque e siamo costantemente sottoposti a severi controlli da parte dell Asl. Le bottiglie sono controllate con raggi Uv e non sono a contatto con luce e polvere. Possiamo dire la stessa cosa delle bottiglie che il comune cittadino utilizza presso i distributori dei sindaci?. ALBERTO BERTONE amministratore delegato Fonti di Vinadio spa Questione di costi per Alberto Bertone, amministratore delegato di Fonti di Vinadio, dove si produce l'acqua Sant Anna: Sono curioso di vedere il bilancio delle aziende che installano questi distributori: per costruirli, installarli, mantenerli si pagano decine di migliaia di euro. Sono un peso per la nostra economia e per i consumatori. E non credo che pagare 1-2 centesimi al litro possa aiutare a risollevare i bilanci delle casette. Conosco i costi di gestione per sanificare e gestire impianti idrici. Bertone tira in ballo anche le norme di sicurezza: Presso quelle strutture si imbottiglia a mano precisa l amministratore delegato -. Perché nella mia azienda, se compio la stessa azione, si rischia di finire nel penale? Presso le casette dell acqua vengono eseguiti i dovuti controlli sanitari? Abbiamo a che fare con tipi di acque completamente diversi. L unica cosa che le accomuna è che sono due liquidi. Queste strutture sono realizzate solo per aumentare il costo delle acque del rubinetto, ma sono realtà che alla FRANCO BIRAGHI presidente sezione Alimentare Confindustria Cuneo

5 Dicembre 2012 N 10 agroindustria 5 lunga non saranno sostenibili. Prova a tirare le fila del discorso Franco Biraghi, presidente sezione Alimentare di Confindustria Cuneo: Mi chiedo perché i gestori degli acquedotti ed i sindaci abbiano cominciato a magnificare la purezza e la salubrità dell acqua erogata quando questa dev'essere pura e salubre per legge e perché costruiscano erogatori di acqua con costi non indifferenti quando la stessa dovremmo poterla trovare in casa aprendo un rubinetto. Forse perché i sindaci, nella speranza di farsi rieleggere, cavalcano la moda illudendo il consumatore di risparmiare acquistando acqua di altissima qualità ad un prezzo bassissimo? Oppure i gestori degli acquedotti vogliono farci dimenticare che l acqua del rubinetto in alcuni casi contiene troppo cloro? Non conosco il motivo per cui vengono installati gli erogatori, ma sono sicuro che se l acqua offerta è migliore di quella del rubinetto i sindaci dovrebbero attivarsi per migliorare la qualità di tutta l acqua distribuita e non erogare acqua pura e salubre solo a pagamento tramite questi distributori. Consulta vitivinicola Alle dimissioni del presidente Biestro, sono seguite quelle del rappresentante di Confindustria Lorenzo Barbero Beppe Malò Un grave tentativo di forzare la mano e interferire con i meccanismi del mercato e di formazione del prezzo. è questo, in sintesi, il giudizio che la Sezione Vini e Liquori dell Unione Industriale di Cuneo ha formulato in merito alla scelta unilaterale che ha portato alla pubblicazione dei prezzi delle uve per la vendemmia 2012 da parte delle associazioni agricole. Alla ricerca di un sistema oggettivo per riuscire a determinare un prezzo indicativo e coerente delle diverse varietà di uve, ad inizio estate erano state convocate diverse riunioni della Commissione Tecnica della Consulta Vitivinicola, dove sono vendemmia 2012 l'industria contesta i mercuriali agricoli sui prezzi delle uve l'accordo è stonato presenti e rappresentate tanto le Associazioni agricole quanto la componente industriale. Come criterio operativo si era scelto di utilizzare come parametro di riferimento il prezzo del vino sfuso ed i valori fatti segnare dalle uve nel corso delle ultime cinque annate agrarie. I dati, in quell occasione, non vennero condivisi dalla parte agricola relativamente ai prezzi delle uve Dolcetto e Barbera. La parte industriale, invece, condivise sia il metodo di calcolo sia i risultati, attribuendo all accordo un valore anche simbolico e ritenendo che si sarebbero potuti applicare i risultati alla maggior parte delle qualità di uve. In base a questa premessa la Camera di commercio annunciò che non sarebbero state pubblicate le Mercuriali dei prezzi delle uve. In merito alla pubblicazione di tabelle con i prezzi, per quanto indicativi, relativi alla campagna vendemmiale 2012 la parte industriale ha preso posizione in modo molto netto ribadendo in modo particolare che, in materia di prezzi, nessun accordo era stato sottoscritto dai partecipanti al Tavolo tecnico allargato a tutti i portatori d interessi che si era riunito il 9 novembre scorso a livello di Consulta Vitivinicola. Come conseguenza ne deriva che i valori indicati dalle Associazioni agricole non hanno alcun riscontro né per quanto riguarda il mercato delle uve, né par quanto concerne i prezzi dei vini. Anche la motivazione, ovviamente parziale, di dare alla pubblicazione dei prezzi un valore indicativo utile per la stipula dei contratti agrari non ha riscontro pratico. In quanto, in sede di Ccia, era stata proprio la più rappresentativa delle Associazioni agrarie ad affermare che i prezzi delle mercuriali uve non rappresentano un elemento fondamentale per la determinazione dei contratti agrari. La reazione del comparto industriale è stata dunque la presa d atto della non possibilità di raggiungere un accordo anche parziale in tema di modalità di definizione dei prezzi. Motivo per il quale la parte industriale ha scelto, il 27 novembre scorso, di ritirare dalla Consulta il proprio rappresentante Lorenzo Barbero. Scelta coerente anche sulla base delle dimissioni già formalizzate da parte di Gianluigi Biestro, presidente della Consulta Vitivinicola della Camera di commercio di Cuneo in seguito al disaccordo con le scelte operate dalla componente agricola con la pubblicazione dei prezzi delle uve.

6 6 banca e impresa Dicembre 2012 N 10 INDAGINE applicazione della COMMISSIONE DISPONIBILITà FIDO cara banca, quanto costa il mio fido! CRE DITO banca d'italia LA CENTRALE DEI RISCHI ecco come viene valutata LA SALUTE DELLE NOSTRE AZIENDE VLADIMIRO RAMBALDI Vice presidente Commissione regionale Abi Piemonte La Centrale dei Rischi è importante per tenere aggiornati i rapporti finanziari tra le imprese e gli istituti di credito Salone gremito mercoledì 5 dicembre in Confindustria Cuneo, per il seminario tecnico La Centrale dei Rischi della Banca d Italia - Funzionamento ed utilizzo nel processo di valutazione del credito alle imprese organizzato dall Unione Industriale di Cuneo in collaborazione con l Associazione Bancaria Italiana (Commissione regionale del Piemonte) per far conoscere il funzionamento della Centrale dei Rischi, un fondamentale 'biglietto da visita dell impresa'. Un sistema informativo voluto dalla Banca d Italia che rappresenta un contenitore di dati e informazioni, costantemente aggiornati e rappresentativi delle posizioni intrattenute dal soggetto segnalato, con il sistema bancario. Tutto questo con un unico fine: contribuire a migliorare la qualità degli impieghi del sistema creditizio accrescendone la stabilità. Ad entrare nel vivo dell argomento, facendo conoscere il funzionamento della Centrale dei Rischi, quali dati fornisce alle banche e come questi dati vengono utilizzati nella valutazione del merito creditizio, è stato Vladimiro Rambaldi, vice presidente Commissione regionale Abi Piemonte. Dott. Rambaldi, perché è importante questo strumento per le aziende? La Centrale dei Rischi è fondamentale per le aziende perché tiene aggiornato il quadro della situazione dei rapporti finanziari con le banche. Riassume il totale dei finanziamenti in corso, quanto sono utilizzati e se ci sono anomalie. Dal flusso di ritorno che dalla Centrale arriva agli istituti finanziari che hanno relazioni con il cliente, giungono quei segnali che vengono valutati e che influiscono nella determinazione del rating. Che cosa viene segnalato? Con cadenza mensile gli intermediari sono tenuti a segnalare i rapporti di credito e di garanzia di ciascun cliente singolarmente o in cointestazione - in essere nell ultimo giorno del mese - di importo pari o superiore ai limiti di censimento fissati dalla Banca d Italia. In particolare, vengono segnalati i crediti per cassa e di firma, le garanzie reali e personali che i soggetti rilasciano agli intermediari, i derivati finanziari e altre info utili per la gestione del rischio di credito. Se il cliente è in sofferenza? La posizione deve comunque essere segnalata, a prescindere dall importo del credito. Segue da pag. 1 Dai dati viene confermato che tutte le banche addebitano le commissioni nei limiti previsti dalla legge. Peraltro, nel corpo dell indagine risultano alcune segnalazioni, relative ad una sola banca, che fino a poco tempo fa calcolava le commissioni sul fido utilizzato e non sul concesso. Un dato che Mauro Gola, presidente del Comitato provinciale piccola industria commenta così: Questo istituto è molto attento ai propri clienti. Sarebbe auspicabile che tutti gli istituti praticassero questa modalità visto che gli affidamenti, cioè la quota di "rosso sarà sempre più frequente e non ultimo le aziende gia pagano un corrispettivo per la messa a disposizione del denaro rappresentato dagli interessi debitori pattuiti col correntista". Il Centro Studi di Confindustria Cuneo, che ha elaborato le risposte, puntualizza infine alcuni ulteriori aspetti tecnici: "I dati forniti dalle aziende confermano che le banche applicano le commissioni nei limiti previsti dalla legge, ossia dello 0,50% massimo a trimestre; afferma inoltre di non avere ricevuto segnalazioni di esenzione dell applicazione delle commissioni, mentre alcune aziende hanno segnalato che in passato erano esentate dalla precedente commissione di massimo scoperto; altre aziende hanno poi evidenziato percentuali diverse di addebito a seconda della forma MAURO GOLA Presidente comitato Piccola Industria Confindustria Cuneo è auspicabile che le banche applichino commissioni sul fido utilizzato; le aziende già pagano un corrispettivo per la messa a disposizione del denaro, gli interessi debitori tecnica del fido (maggiore incidenza sui fidi di conto corrente). Il numero di segnalazioni ricevute risulta determinante nei risultati in quanto più è ampio il campione più il dato medio è attendibile". Banca Gilberto Manfrin L'eccezione I RISULTATI Fino a poco tempo fa solo una banca sulle 34 citate calcolava le commissioni sul fido utilizzato n. casi commissione % media trimestrale Esempio costo annuo su fido di 1 milione di euro BANCA REGIONALE EUROPEA 64 0, INTESA SAN PAOLO 56 0, UNICREDIT 51 0, BANCO POPOLARE (ex BANCA DI NOVARA) 43 0, BANCA D'ALBA LANGHE E ROERO 24 0, BANCA ALPI MARITTIME 23 0, CASSA RISPARMIO BRA 20 0, BENE BANCA (BCC BENE VAGIENNA) 19 0, CASSA RISPARMIO SALUZZO 16 0, CASSA RISPARMIO SAVIGLIANO 14 0, BANCO AZZOAGLIO 13 0, BCC CARAGLIO 13 0, BANCA SELLA 13 0, MONTE DEI PASCHI DI SIENA 12 0, BANCA DEL PIEMONTE 11 0, CREDEM 11 0, BCC CHERASCO 10 0, CASSA RISPARMIO FOSSANO 10 0, BCC PIANFEI 9 0, CASSA RISPARMIO ASTI 9 0, BANCA NAZIONALE DEL LAVORO 8 0, BANCA CARIGE 6 0, BCC BOVES 4 0, BCC CASALGRASSO E SANT'ALBANO 3 0, DEUTSCHE BANK 3 0, CARIPARMA 2 0, CASSA RISPARMIO SAVONA 2 0, VENETO BANCA 2 0, PASSADORE 1 0, BANCA DI LEGNANO 1 0, BANCA POPOLARE SONDRIO 1 0, BIVERBANCA 1 0, BANCA POPOLARE MILANO 1 0, UNIPOL BANCA 1 0, Totale casi: Totale aziende: 114

7 Dicembre 2012 N 10 materie prime 7 METALMECCANICa SI TEMONO FORTI RIPERCUSSIONI SUL COMPARTO FUTURO INCERTO in attesa della legge Gilberto Manfrin Sono settimane cruciali quelle che sta vivendo l Ilva di Taranto, dove si lotta per continuare a produrre l acciaio necessario per sostenere anche le imprese del comparto metalmeccanico nella Granda. Qui sono 16mila gli occupati del settore, 300 le aziende meccaniche totalmente dipendenti dall Ilva. Tra i 4mila e i 6mila i posti di lavoro a rischio nella sola provincia di Cuneo se il colosso pugliese chiudesse. Nel tentativo di sbloccare la situazione è intervenuto anche il Governo, che ha presentato un decreto legge pensato ad hoc per assicurare all Ilva la prosecuzione dell attività produttiva per un periodo di tempo determinato non superiore a 36 mesi ed a condizione che vengano adempiute le prescrizioni contenute ILVA Gabriella EMANUELE amministratore delegato Cosmo srl nel provvedimento di riesame dell Autorizzazione Integrata Ambientale. Provvedimento che dovrà essere convertito in legge entro il 3 febbraio prossimo, pena la sua decadenza. Un fatto non scontato a causa della possibile fine del governo Monti: Mi auguro che il decreto venga approvato - afferma Gabriella Emanuele, amministratore delegato della Cosmo di Busca, 35 dipendenti e con il 70% dell approvvigionamento del materiale ferroso proveniente proprio dall Ilva -. Se dovesse decadere c è il rischio che si crei una situazione di grande incertezza non solo a Taranto ma in tutte le realtà produttive italiane, provincia Preoccupazione Il destino dell'ilva e di centinaia di aziende locali è legato alla conversione in legge del decreto governativo le aziende meccaniche totalmente dipendenti dall Ilva di Cuneo compresa. Comunque andrà a finire, ci sono già dei danni nell indotto. In questi ultimi giorni abbiamo visto un attività frenetica di aziende indiane, francesi e tedesche alla ricerca di nuovi clienti, offrendo acciaio a prezzi inferiori in modo da poter acquisire i nostri clienti che, spaventati per quanto potrà accadere all Ilva, iniziano a rivolgersi ad altri. Prevediamo rincari del 10-15%: aumenterà ogni prodotto con componenti in acciaio (macchine, veicoli, computer, elettrodomestici). Nel periodo gennaio-aprile conclude Emanuele - abbiamo già previsto di ridurre gli occupati del settore In cifre L'impatto Ilva sul comparto metalmeccanico della provincia di Cuneo i posti di lavoro a rischio nella provincia di Cuneo del 50% l acquisto di materiale dall Ilva. A rallentare l attività ci si è messa nei giorni scorsi anche la magistratura, che ha sequestrato tutto il materiale prodotto prima della formulazione del decreto legge. Anche in questo caso è servito un emendamento governativo per sbloccare MASSIMO SARETTI ufficio acquisti Damilano Group srl la situazione, permettendo all Ilva di utilizzare i prodotti finiti e semilavorati: Al momento abbiamo un magazzino sufficiente per andare avanti - dice Massimo Saretti, ufficio acquisti della Damilano Group, di Racconigi, 64 dipendenti e con il 20% di materiale acquisito da Ilva -. Tuttavia il prezzo dell acciaio è già aumentato di euro a tonnellata: per ora conviene ancora acquistare la materia in Italia, ma se la situazione non si sbloccherà saremo costretti a rivolgerci ai mercati esteri. Se si ferma l Ilva sarà una tragedia a livello nazionale - conclude Domenico Annibale, presidente della sezione Meccanica di Confindustria Cuneo -. Saranno coinvolte tutte le aziende che in qualche maniera utilizzano l acciaio prodotto dal polo siderurgico pugliese. Il prezzo dell acciaio è destinato a salire fino al 30-40% in più e le aziende di conseguenza perderanno di competitività con gravissime ripercussioni a livello occupazionale.

8 8 neve e dintorni Dicembre 2012 N 10 TURI SMO Nuovi turisti Il golfista è uno sportivo che si muove senza problemi ed ha un alto potere di spesa (Foto: Golf Club Cherasco) Paolo Ragazzo MARIO VILLANI Presidente Sezione Turismo Confindustria Cuneo Dobbiamo imparare a fare sistema per presentare tutto il territorio della provincia come un albergo diffuso Che il turismo rappresenti un pilastro portante per l economia italiana non è certo una novità, ma che in un momento complesso come l attuale possa diventare l asso nella manica per uno sviluppo differente del nostro territorio è, oltre che auspicabile, sempre più l obiettivo verso cui puntare. In Piemonte il turismo rappresenta il 5% del Pil, con oltre 5,5 miliardi di euro di valore aggiunto e 170 mila lavoratori a tempo pieno, senza contare i sezione turismo il programma del presidente mario villani comunicare meglio e destagionalizzare tantissimi stagionali. In questo quadro la provincia di Cuneo ha un ruolo decisivo con un numero di presenze che nel 2011 è stato di (+2,91%) per le zone che fanno capo all Atl del Cuneese e di (+15,3%) per i territori dell Atl di Langhe e Roero. Dati positivi e numeri in crescita, dunque, ma molto resta da fare per raggiungere il livello di altre aree nazionali ed europee. Confindustria Cuneo è parte attiva in questo percorso con la sezione Turismo che da settembre ha un nuovo presidente: Mario Villani, general manager de Il Boscareto Resort di Serralunga d Alba. Dottor Villani, che tipo di turista visita la Granda? Il turista che viene nelle nostre zone è una persona colta e preparata, che ha aspettative non solo in termini di qualità del prodotto, ma anche di rapporti umani, alla ricerca di operatori del settore capaci e professionali. Su questo aspetto dobbiamo ancora migliorare. Vuol dire che ci vorrebbe maggior formazione per gli addetti del settore? Più che altro una formazione diversa: più intensa, non solo teorica e affiancata da stage con tutor preparati e desiderosi di trasmettere la loro competenza con passione. Queste esperienze sarebbero utili anche per il personale che già lavora nel settore e necessita di essere aggiornato circa l evolversi delle dinamiche del settore e le richieste dei visitatori. Dobbiamo anticipare le aspettative del turista, ma ci vuole una formazione di alto livello. Questo è il primo obiettivo per cui intendo lavorare durante il mio mandato. Quali sono gli altri punti del suo programma? Ve ne sono essenzialmente due: la destagionalizzazione e migliorare la comunicazione esterna. Col primo intendiamo contribuire a far sì che oltre all alta stagione vi sia sempre di più anche un'altra stagione. Per questo servono grandi eventi di respiro internazionale che richiamino turisti anche in periodi meno affollati. D altronde è provato: oggi la gente si muove principalmente per partecipare ai grandi eventi, lasciando sul territorio ricadute economiche importanti. Il secondo aspetto è legato invece all attività di promozione di tutta la vasta offerta che propone la provincia. Occorre maggior partecipazione e coinvolgimento per riuscire a narrare il nostro territorio; in Italia abbiamo un paesaggio da favola e un patrimonio culturale immenso, ma sovente non sappiamo ancora raccontarli. Il turista straniero del 2013 arriverà da dove? In generale, le attenzioni che giungono dai cosiddetti Paesi Bric (Brasile, Russia, India e Cina) sono quelle che si riveleranno più interessanti. Vi sono poi le presenze consolidate di Usa, Olanda, Germania, Svizzera e Austria. Mi indica una tipologia di turismo su cui investire? Personalmente ritengo che qui da noi abbia ottime prospettive il turismo del golf. Il golfista è uno sportivo che si muove senza problemi ed ha un alto potere di spesa. E poi in Piemonte ci sono alcuni tra i green più belli d Italia. Di cosa ha bisogno Cuneo per il definitivo salto di qualità? Servirebbe più lungimiranza da parte di tutti, provando ad abbandonare il concetto del mors tua vita mea. Solo facendo sistema si può procedere verso un obiettivo comune, ossia presentare il territorio cuneese come un albergo diffuso. Via Cave, 28/ Villanova Mondovì (Cn) tel

9 Dicembre 2012 N 10 neve e dintorni cuneo neve l'offerta turistica del comprensorio cuneese le stazioni cuneesi sono scese in pista Bruno VALLEPIANO Presidente Cuneo Neve La vocazione turistica della provincia di Cuneo è quella montana, come testimonia la presenza, accanto a Limone Piemonte e Mondolé Ski, di molte stazioni sciistiche di piccole dimensioni che pure riescono ad offrire un prodotto di alto livello Erica Giraudo C è voglia di neve". Lo ha detto il direttore dell Atl Cuneese, Paolo Bongioanni, nel dare il via alla stagione sciistica L anno della crisi sembra non aver fermato il turismo bianco (che muove dai 130 ai 210 milioni di euro a stagione). Ventinove stazioni sciistiche cuneesi (15 per la discesa e 14 per il fondo) sono in pista, resta ferma un anno solo quella di Pian Munè a Paesana. Tante le offerte degli impianti cuneesi, dove si può praticare non solo lo sci tradizionale, ma le possibilità sono le più disparate: dalle escursioni con le racchette da neve ai salti con lo snowboard. "C è attenzione ai costi - sottolinea il direttore dell Azienda Turistica Locale Cuneese -, sia da parte degli operatori turistici che del pubblico. Non mancano le novità: riapre Garessio 2000 (22 dicembre), c è la copertura quasi totale degli impianti di Pratonevoso e lo snowboard è finalmente arrivato a Limone Piemonte. C e soprattutto un territorio, quello della Granda, che lavora per affermarsi turisticamente, con umiltà (orizzonte vicino a 300 km da Cuneo), con prezzi competitivi (sia sul biglietto singolo che sui week-end brevi e lunghi) e con alle spalle un risultato storico: il milione di turisti che, solo 10 anni fa, sembrava un obiettivo irraggiungibile". FONDO IMPIANTO N TRACCIATI KM DI PISTE Panice Limone Piemonte 2 piste 5 km Chiusa Pesio 5 piste 30 km Ormea 3 piste 10 km Vernante 3 anelli 10,5 km Entracque 5 piste 35 km Festiona 5 tracciati 32 km Bergemolo 3 tracciati 15 km Aisone 4 tracciati 32 km Pietraporzio 3 piste 18 km Bagni di Vinadio (Strepeis) 4 tracciati 20 km Castelmagno 160 mt di disl. 4 km Acceglio-Elva Prazzo-Canosio 17 anelli 61 km Valmala 7 piste 33 km Bellino-Casteldelfino Chianale-Sampeyre 8 piste 33 km 9 IMPIANTO DISCESA METRI DI DISLIVELLO N IMPIANTI KM DI PISTE PREZZO SKIPASS Riserva Bianca di Limone Piemonte 1.010/ km 33. Artesina - Mondolè Ski, 1.300/ km 31 Frabosa Soprana - Mondolè Ski 884/ km 31 Pratonevoso - Mondolè Ski 1.468/ ,7 km 31 San Giacomo di Roburent Cardini Ski 1.000/ km 22 Viola Saint Gréé 1.050/ ,6 km 16 Lurisia Terme 1.340/ km 26 Garessio / km 17 Entracque 900/ km - Argentera 1.650/ km - Canosio-Prà La Grangia e Acceglio 1.030/ km - Sampeyre 950/ km - Pontechianale 1.600/ km 21 "La vocazione della provincia di Cuneo è montana. Oltre ai due poli importanti del Mondolè Ski e di Limone Piemonte c è un variegato numero di stazioni più piccole, ma molto ben attrezzate, che offrono un grande sci" ha sottolineato Bruno Vallepiano, presidente di Cuneo Neve. E ai centri più piccoli guarda con attenzione anche la Regione Piemonte. "Abbiamo investito milioni di euro ogni anno per garantire l innevamento artificiale di tutte le stazioni" sottolinea l assessore al Turismo Alberto Cirio. Abbinato allo sci non mancano tante iniziative collaterali. Durante le festività di fine anno sono in programma eventi folkloristici come i presepi viventi nelle località sciistiche, le fiaccolate sulla neve di Capodanno, il Raduno delle Mascotte (il 12 febbraio ad Artesina). Si passa, poi, agli appuntamenti sportivi: la Promenado di sci nordico in valle Stura (20 gennaio), il Telemark Snow Event di Frabosa Soprana (25-27 gennaio), la Ciaspolata della valle Stura ad Aisone (27 gennaio), la Settimana Bianca di fondo per i disabili a Festiona (11-18 febbraio) e la Tre Rifugi nel monregalese (17 marzo). A tutto questo si aggiungono le offerte enogastronomiche, culturali e legate al benessere (il caldo bagno alle terme dopo il freddo della neve). RucaSki 1.480/ km - Crissolo 1.333/ km - Pian Munè Tornerà a pieno regime dalla stagione Quest anno offre escursioni, cene in quota, gite sul gatto delle nevi e con le racchette. Novità - Limone: lo Snowpark, 300 m per i salti Novità -Prato Nevoso: la Collina dei Daini, salti a misura di bambino EFFETIs.n.c. di Fornasero Paolo & C. REG. N. 457-A UNI ENI ISO 9001: 1954 Impianti elettrici civili e industriali - Automazioni Assistenza autorizzata radiocomandi Via Roata Gollè, 18/C BUSCA (CN) tel fax Tel fax Fr. S. Chiaffredo, BUSCA (CN) -

10 10 internazionalizzazione Dicembre 2012 N 10 evento confindustria cuneo ha aperto un ufficio ad algeri italia e nord africa ora sono più vicini ALGE RIA fotocronaca Giornata storica Dall'alto in basso: l'ingresso della Fiera di Algeri; gli imprenditori e le istituzioni algerine si registrano per prendere parte all'evento; i partecipanti alla presentazione del Progetto Algeria di Confindustria Cuneo all'interno del quale si è inserita l'inaugurazione dell'ufficio ad Algeri; Mahrez Marouf (a sinistra) è il partner di Confindustria Cuneo ad Algeri. Amilcare MERLO Vice presidente vicario di Confindustria Cuneo Da sempre credo nella globalizzazione dei mercati ed ho voluto questo progetto perché aiuta le imprese ad internazionalizzarsi Paolo Ragazzo Dopo mesi di vibranti consultazioni e lavori serrati, Confindustria Cuneo è ufficialmente sbarcata ad Algeri con un suo ufficio di rappresentanza. Il 21 novembre scorso, infatti, si è svolto il taglio del nastro di quello che rappresenta a tutti gli effetti un investimento concreto al servizio dell internazionalizzazione delle imprese della provincia e dello sviluppo di azioni di partenariato nel campo dell industria. Nella sede distaccata opereranno il dottor Mahrez Marouf e personale locale. L inaugurazione dell ufficio di Algeri - ha detto nel suo intervento il direttore di Confindustria Cuneo, Luigi Asteggiano - è nata sotto i migliori auspici. Solo pochi giorni prima, infatti, il presidente algerino Abdelaziz Bouteflika e il premier italiano Mario Monti hanno firmato un importante accordo di collaborazione che sottolinea l amicizia Luigi ASTEGGIANO Direttore di Confindustria Cuneo Abbiamo iniziato a lavorare insieme: la prima cosa da fare è conoscere le nostre diverse culture e tradizioni 38,9 l'algeria in cifre 44,2 46,7 50,8 56, Importazioni ($ mld) 72,7 77,7 85,9 92,9 57, Esportazioni ($ mld) 8,5 3,9 4,5 3,9 3, Inflazione media annua (%) tra i due Paesi. I colori della bandiera italiana e algerina, inoltre, sono esattamente gli stessi. Gli Italiani sono molto amati in Algeria fin dai tempi di Enrico Mattei. Abbiamo iniziato a lavorare insieme: la prima cosa da fare è conoscere le nostre diverse culture e tradizioni, i nostri punti di forza e quelli di debolezza. 6,5% prod. agric. e pesca 2,0% elettronica 3,0% gomma, plastica materiali da costr. 3,7% prod. chimici 4,3% autoveicoli e altri mezzi di trasporto 5,5% app. elettrici 7,1% 5,0 4,5 3,3 2,5 2, PIL (variazione % reale) Esportazioni italiane in Algeria per settori 2011 (%) "Da sempre credo nell'internazionalizzazione e nella globalizzazione dei mercati - ha continuato il vice presidente vicario di Confindustria Cuneo con delega all'internazionalizzazione, Amilcare Merlo, vincitore del prestigioso premio Ernst & Young Imprenditore dell'anno -. Tutta la mia vita imprenditoriale lo testimonia e Tra le aziende cuneesi che hanno creduto fin dal primo istante alle opportunità innescate dal progetto di Confindustria Cuneo c è la Cosmo di Busca, leader mondiale nella progettazione e costruzione di spandiconcimi, spandisale e miscelatori, che proprio in occasione dell inaugurazione dell ufficio ad Algeri ha siglato un importante accordo di partenariato con un azienda metalmeccanica del posto: Grazie a questa intesa prevediamo, una volta a regime, di realizzare un fatturato annuale di circa due milioni di euro con il Paese nord-africano, raddoppiando così il numero di macchine attualmente realizzate per il mercato algerino - spiega il titolare Duilio Paolino -. Questa partnership prevede, inoltre, che il 30% degli spandiconcime realizzati per il Nord Africa vengano costruiti in loco. Se il futuro si prospetta meno nebuloso per chi, come l azienda buschese, decide di attraversare il Mediterraneo, le prospettive sono di agevolarlo ulteriormente attraverso l apertura dello sportello dedicato alle associate a Confindustria Cuneo. A questo proposito Paolino intende, però, fare una precisazione: Commette un errore chi crede che questo ufficio adempirà a compiti prettamente commerciali - dichiara -, perché è sì un utile punto di appoggio per le aziende che decidono di aprirsi al mercato algerino e che necessitano di informazioni, ma resta fondamentale la presenza diretta degli imprenditori affinché possano vedere di persona il contesto economico in cui vogliono investire. Le prospettive di sviluppo di questa importante presenza di Confindustria Cuneo nel continente africano sono notevoli secondo il titolare della Cosmo: È un apertura positiva nei confronti di una realtà che ha molto da offrire alle aziende cuneesi - conclude Paolino -, un punto di partenza importante che, se vissuto nel giusto modo, fungerà da testa di ponte per conoscere anche altri stati interessanti, come il Marocco e la Libia. altro prod. energetici raffinati 10,8% meccanica strumentale 31,7% metallurgia e prod. in metallo 25,5% Cosmo "Resta fondamentale la presenza in loco"

11 Dicembre 2012 N 10 MICHELE GIACOMELLI Ambasciatore italiano in Algeria In Algeria ci sono molte possibilità per le aziende italiane, ma per ottenere i risultati sperati occorre condividere le conoscenze ho voluto con forza questo progetto poiché desidero che non solo la mia azienda, ma tutte le nostre aziende abbiano un aiuto ad internazionalizzare: sia chi ce la può fare da solo, sia le piccole e medie imprese, che necessitano di aiuto. Per aiutarle non basta aprire un nostro ufficio ad Algeri, ma c'è bisogno di intensificare la collaborazione con l'ambasciata e con il nostro Istituto Commercio Estero. Negli ultimi mesi abbiamo iniziato a guardare al Nord Africa ed in particolare all'algeria, Paese vicino ed amico. Abbiamo partecipato alla Fiera Internazionale di Algeri dello scorso mese di maggio con una delegazione di 20 aziende. Sono risultati oltre 100 contatti ed abbiamo avviato trattative commerciali e partecipazioni a bandi pubblici. Oggi sono 45 le aziende che aderiscono al nostro progetto in rappresentanza di diversi settori: meccanizzazione agricola, impianti industriali, energie rinnovabili, chimica e plastica, costruzioni, prodotti alimentari, logistica e trasporti. Abbiamo creato le condizioni per operare: le aziende ora devono investire nell'export". Alla cerimonia ufficiale, che si è svolta presso il Business Center di Algeri, era presente anche l ambasciatore italiano in Algeria, Michele Giacomelli, che ha così commentato l operazione: Agevola operativamente lo scambio di saperi e conoscenze tra i due Paesi e l Algeria ha fortemente bisogno delle capacità industriali dell Italia per riuscire a realizzare i prodotti richiesti dal mercato locale e da quello internazionale. In Algeria ci sono molte possibilità per le aziende italiane, ma per riuscire ad ottenere i risultati sperati occorre lavorare insieme e mettere a disposizione le reciproche conoscenze. internazionalizzazione estero le opportunità per le imprese le prospettive sono buone ma è meglio non improvvisare 11 Internazionalizzare dalla provincia di Cuneo al mondo, passando per l Algeria. Questo, in sintesi, il filo conduttore dell interessante convegno Il nuovo contesto economico e regolamentare, quali prospettive. Le opportunità per le imprese italiane all estero: operare in Algeria, promosso da Bnl Gruppo Bnp Paribas e svoltosi il 26 novembre a Cuneo. Il tema dell internazionalizzazione è stato declinato in chiave sia locale che globale, ponendo particolare attenzione al caso dell Algeria, Paese del Nord Africa su cui Confindustria Cuneo ha in essere un importante progetto di sostegno all internazionalizzazione delle imprese. Di fronte alla crisi in atto che, inutile negarlo, ha reso più difficile il rapporto tra banche e imprese, internazionalizzare è una delle componenti di successo per le aziende del futuro - ha detto nel suo intervento Silvia Merlo, amministratore delegato del Gruppo Merlo, prima donna a sedere nel Consiglio di amministrazione di Bnl Gruppo Bnp Paribas e consigliere di amministrazione anche di Finmeccanica -. Diversificare il mercato accresce e dà ossigeno alle imprese, ma per andare all estero non basta essere grandi, bisogna avere un partner. L Algeria è un Paese stabile e con buone disponibilità finanziarie, soprattutto grazie agli introiti della vendita del petrolio - ha proseguito Umberto Discepolo, responsabile del desk italiano di Bnl in Algeria -. La situazione complessiva è incoraggiante, ma bisogna prestare molta attenzione a come ci si muove e non bisogna improvvisare se si vuole aprire un attività produttiva o anche solo avviare un rapporto commerciale. SILVIA MERLO Ad Merlo Group Cda Bnl Gruppo Bnp Paribas Cda Finmeccanica Diversificare il mercato aiuta, ma per andare all'estero non basta essere grandi, bisogna avere un partner sof projects "Abbiamo un aiuto per districarci tra le leggi" di stabilizzare i rapporti con le autorità locali e comprendere i meccanismi che governano Nell ottica l economia algerina, è fondamentale sapere di poter contare su un supporto diretto per muoversi al meglio. Usa parole di apprezzamento Ezio Origlia, amministratore della Sof Projects srl di Cuneo, per commentare l apertura dell ufficio di Confindustria Cuneo ad Algeri. La società di ingegneria, impegnata principalmente nei settori delle energie rinnovabili e dell edilizia civile e industriale, fa parte del Consorzio Italian Green High Tech e proprio nel Paese nord-africano sta avviando importanti investimenti, tanto che a breve vi aprirà un suo ufficio di rappresentanza. Operiamo da tempo in altre parti del mondo - continua Origlia - ma intendiamo rafforzare la nostra presenza in Algeria perché là esistono importanti margini di sviluppo per le aziende italiane; il governo locale sta avviando importanti interventi infrastrutturali e le imprese del posto ricercano la qualità e l eccellenza dei prodotti Made in Italy. Detto questo non vuol dire, tuttavia, che il mercato algerino sia sgombro da possibili ostacoli, anzi: Per riuscire ad avere successo anche al di là del Mediterraneo è importante avere un partner locale che sia punto di riferimento affidabile e poter avere un aiuto per districarsi nel complesso di norme e leggi che vigono in loco - prosegue il rappresentante della società -. Per questo ritengo che l impegno diretto di Confindustria ad Algeri sia strategico per le imprese cuneesi. E per chiudere un aspetto curioso: nonostante l Algeria sia uno dei maggiori produttori di petrolio e di gas metano al mondo, uno dei temi economici più ricorrenti tra gli operatori locali è la gestione sostenibile dell energia, con conseguenti investimenti in rinnovabili e fonti alternative.

12 12 confindustria cuneo Dicembre 2012 N 10 news detto & fatto Tutela dei crediti, competitività giudiziaria, arbitrato giurisdizionale Si è svolto lo scorso 30 novembre, nella sede di Cuneo della Facoltà di Giurisprudenza, il convegno sul tema Tutela dei crediti e competitività giudiziaria: l arbitrato giurisdizionale, iniziativa patrocinata da: Comitato Piccola Industria di Confindustria Cuneo; Dipartimento di Giurisprudenza, Corso di laurea in Scienze del Diritto Italiano ed Europeo e Scienze dell amministrazione e consulenza del lavoro presso l Università degli Studi di Torino; Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Cuneo; Centro studi Omnium Judicio; Magistratura Indipendente. Dopo i saluti istituzionali, Antonio Lepre ha illustrato il progetto di legge sull arbitrato giurisdizionale, mentre Claudio Massa ha sottolineato il ruolo istituzionale dell avvocatura. Distacco lavoratori italiani all'estero e stranieri che lavorano in Italia Nel pomeriggio del 30 novembre scorso, in Confindustria a Cuneo, si è tenuto un incontro tecnico dedicato alle tematiche dell immigrazione e del distacco di lavoratori italiani all estero. L appuntamento è stato organizzato in collaborazione con lo Studio Pirola, Pennuto e Zei di Milano. L incontro è stato organizzato a seguito delle novità normative in tema di immigrazione e per far fronte alle richieste delle sempre più numerose aziende che hanno lavoratori in missione all estero. Nel corso dell incontro sono stati analizzati gli aggiornamenti normativi su immigrazione, fisco e previdenza per gli stranieri giunti in Italia a lavorare e per i lavoratori italiani all estero. Protagonisti Nicoletta Miroglio apre la serata al Teatro Toselli di Cuneo, Pietro Abruzzese la chiude con Marco Berry (Foto: Beppe Malò) natale 2012 la serata degli auguri di confindustria cuneo berry porta a cuneo magia e solidarietà Magic for children Lo spettacolo ha contribuito alla realizzazione di un ospedale pediatrico in Somalia Serata densa di emozioni e all insegna della solidarietà martedì 11 dicembre al Teatro Toselli di Cuneo, dove Confindustria ha associato la serata degli auguri di Natale allo spettacolo con Marco Berry e il Circolo Amici della Magia di Torino Magic for Children. Il cachet degli artisti, infatti, insieme alle tante offerte raccolte nel corso della serata, saranno devoluti interamente all ospedale pediatrico Mohamed Aden Sheik Children Teaching Hospital che la onlus Marco Berry Magic for Children sta costruendo nel Nord della Somalia. Anche quest anno Confindustria prosegue nel suo impegno di solidarietà verso chi è più svantaggiato, soprattutto i bambini - ha aperto la serata la presidente di Confindustria Cuneo, Nicoletta Miroglio -. L anno scorso, infatti, abbiamo rinunciato ad organizzare il nostro tradizionale appuntamento natalizio per devolvere un contributo alla scuola materna Gianni Rodari di Genova, rimasta duramente colpita dall alluvione dell autunno scorso. Ora che i bambini di Genova sono potuti tornare a scuola, abbiamo provato a guardare più lontano, fino in Somalia, dove il tasso di mortalità infantile è tra i più alti del mondo: oltre 250 bimbi su muoiono prima dei 5 anni per dissenteria, malnutrizione e problemi respiratori. Una scelta coerente anche con INFORMAZIONE redazionale Un anno ricco di successi per Bios Management Crisi. Una parola con la quale abbiamo imparato a convivere, da qualche anno. Ma non per Bios Management, società di consulenza albese che chiude il 2012 con una crescita a due cifre, nonostante la congiuntura non favorevole e in controtendenza con le altre aziende del settore. Una crescita non improvvisata, fondata sulla professionalità degli interventi e sulla pragmaticità delle soluzioni proposte. Un servizio di alto livello, riconosciuto dai molti clienti che hanno dato fiducia ai Partner e Consulenti Bios. Non solo i clienti, ma anche i partner hanno riconosciuto la qualità del metodo Bios: tra tutti Board, con cui il sodalizio è ormai all ottavo anno, che ha coinvolto la società di Alba in progetti anche all estero, e Microsoft, che ha eletto Bios Management tra i pochi Preferred Partner a livello nazionale, per l attività di formazione professionale avanzata sulla piattaforma Office e per lo sviluppo di modelli di pianificazione e controllo con Ms Excel Microsoft è stata anche protagonista dell ultimo incontro organizzato da Bios quest anno, un Bios User Meeting tenutosi presso Eataly, a Torino, martedì 11 dicembre. La formula dell evento è consolidata: i partecipanti affrontano gli argomenti trattati unendo la teoria e la pratica, come in poche altre occasioni hanno la possibilità di fare, supportati durante le attività più operative di consulenti e tecnici specializzati. Il tema trattato (come i prodotti Microsoft supportano il Controller e il Cfo nell analisi dei Kpi, nel Reporting e nel Fast Closing) è stato affrontato al mattino da un punto di vista teorico, con un approfondita analisi delle funzionalità degli strumenti che Microsoft mette a disposizione per il Reporting e la Business Intelligence. Questa prima sessione si è conclusa con la presentazione di due casi di successo, il Gruppo Bitron e le Farmacie Comunali di Torino, mentre il pomeriggio è stato dedicato interamente alla pratica: ciascun partecipante ha potuto costruire il proprio modello di analisi su Ms Excel 2010, con la guida dei consulenti Bios. L incontro è stato il fiore all occhiello delle attività formative organizzate da Bios nel 2012, e ha visto la partecipazione di controller, Cfo e responsabili Ict di molte grandi aziende, tra cui Vodafone, Telecom Italia, Fiat Group, L Oreal, Iren Energia, Kos, Tnt e di banche come Intesa Sanpaolo, Banca d Alba, Banca Sella. Chiediamo al Dott. Fabio Ghi, ceo di Bios Management, un commento sull evento e sull anno che si chiude: Grande soddisfazione per entrambi. Il successo di questo incontro è il frutto meritato del duro lavoro che Bios ha svolto in questo Un doveroso ringraziamento va ai nostri clienti, i veri artefici di questi ottimi risultati, e ai partner che ci stanno appoggiando in questo bel viaggio. A loro e a tutti i lettori un augurio per un buon Natale e un felice Bios User Meeting L'incontro si è svolto l'11 dicembre presso Eataly a Torino

13 Dicembre 2012 N 10 confindustria cuneo 13 Sul palcoscenico Marco Berry ha coivolto anche alcuni imprenditori seduti in sala (Foto: Beppe Malò) la sobrietà a cui ci obbliga il difficile clima economico che stiamo vivendo. Nel corso della serata Marco Berry, diventato noto al grande pubblico soprattutto nei panni di Iena, ha letteralmente coinvolto gli spettatori, sia rendendoli protagonisti di alcuni giochi magici sul palco, sia facendoli partecipi dell iniziativa umanitaria a cui si sta dedicando insieme al dott. Pietro Abruzzese, primario di Cardiochirurgia infantile all ospedale Regina Margherita di Torino. L attenzione degli imprenditori intervenuti - alcuni dei quali hanno portato allo spettacolo anche figli e nipoti, fatto senza precedenti nella storia dei concerti di Natale di Confindustria Cuneo - è stata molto alta, tanto che molti si sono manifestati interessati a sostenere il progetto della onlus di Marco Berry anche con la propria azienda. Da sempre ritengo che donare sia una ricchezza - ha detto Marco Berry -, così ho radunato un gruppo di amici che la pensano come me e abbiamo deciso di fare insieme una magia per i bambini. Ed è nata Magic for Children. Ora siamo quasi in dirittura d arrivo: la prima parte è pronta, già arredata. Ci serve solo più una mano per aprire e assegnare i primi letti ai tanti bambini bisognosi. La cosa interessante del Teaching Hospital di Hargeisa, inoltre, è che sarà gestito per 6 anni da medici italiani che affiancheranno ed istruiranno il personale medico ed infermieristico locale. Chi fosse interessato a contribuire alla realizzazione del teaching hospital può acquistare al costo di 10 euro uno degli oltre 43mila mattoni che ancora sono necessari o effettuare una donazione libera sul conto corrente (IT 54 C ), indicando nella causale: Sostegno per ospedale di Hargeisa, Somalia e l indirizzo completo per la spedizione. detto & fatto Aggiornamento sulle novità fiscali e doganali 2013 per le aziende Mercoledì 5 dicembre a Cuneo, si è svolto l incontro Novità fiscali e doganali 2013, approfondimento sulle numerose e importanti novità fiscali e doganali che hanno caratterizzato il 2012 e che riguarderanno anche il Il convegno è stato organizzato da Confindustria Cuneo in collaborazione con il Centro Estero per l Internazionalizzazione. Sono intervenuti i due consulenti Ceipiemonte Stefano Garelli e Giovanni Battista Mellano. La storia del rilancio del marchio Fre.sco & Piatti Freschi con l'admc Lo scorso 6 dicembre, in Confindustria Cuneo, l Associazione dirigenti marketing e commerciali (Admc) ha organizzato l'incontro dal titolo Viva la mamma - Una storia da raccontare, nel corso del quale Lorenzo Colombo, direttore commerciale Fres.co & Piatti Freschi ha illustrato i valori, la strategia, le azioni dell operazione di rilancio e sviluppo di un marchio che stava scomparendo nel piccolo mercato dei piatti pronti freschi, fino a farlo diventare tre anni dopo il marchio di riferimento di un mercato più ampio. L'ex Sportello Politecnico si occupa anche di economia e management Facendo seguito a richieste, indicazioni e suggerimenti emersi durante una prima fase sperimentale di attività dell ex Sportello Politecnico, Confindustria Cuneo, su proposta del vice presidente con delega ai rapporti con l Università Filippo Monge, intende coinvolgere anche i dipartimenti di Economia e di Management dell Università degli Studi di Torino, al fine di fornire agli associati concrete indicazioni per lo sviluppo di ricerche e analisi di mercato e piani di marketing, strumenti strategici per la competitività delle imprese sui mercati. Per ulteriori informazioni telefonare allo 0171/ o scrivere a

14 14 confindustria cuneo Dicembre 2012 N 10 club cio borsa di studio ad uno studente del "vallauri" se l'autismo si cura con l'informatica Ilaria Blangetti CIO L informatica al servizio del sociale. Samuele Salvatico, giovane neo diplomato all Istituto Industriale Superiore G. Vallauri di Fossano, ha trascorso tre mesi a stretto contatto con lo staff del Centro Autismo e Sindrome di Asperger dell Asl Cn 1 con l obiettivo di strutturare un software per aiutare bambini e giovani autistici. Grazie ad una borsa di studio messa a disposizione dal Club CIO di Confindustria Cuneo presieduto da Gianni Gritti, il diciannovenne di Ceva ha realizzato un applicazione per la creazione di task analysis e storie sociali per persone con Samuele Salvatico Il giovane ha realizzato un'applicazione per dispositivi mobili nell'ambito del "Touch for Autism" disturbo dello spettro autistico, attraverso strumenti tecnologici touch screen mobili. L applicazione è utilizzata per autistici di età e gravità differente e permette di creare liste in cui le azioni complesse del vivere quotidiano vengono scomposte in azioni semplici, in modo da fornire i singoli comportamenti necessari per eseguire correttamente un compito, come lavarsi i denti o farsi la barba. Rispettando le sequenze il bambino può aumentare il suo livello di autonomia. Il lavoro di Samuele si è inserito in un ottica più ampia che riguarda la sperimentazione su 55 persone autistiche del progetto Touch for Autism promosso dal nostro Centro - commenta Franco Fioretto dell Asl Cn1 -. Di queste persone 39 sono già fornite di tablet e possono utilizzare l applicazione anche a domicilio. L autismo è un disturbo dello sviluppo dove sono compromesse la comunicazione e la capacità di relazione con gli altri. In molti casi un bambino autistico non guarda negli occhi, ha difficoltà di relazione, non parla. Di questo tipo di patologia non si conoscono ancora esattamente le cause non si ha una terapia risolutiva, ma esistono trattamenti precoci che utilizzano metodologie educative e riabilitative che possono consentire importanti miglioramenti. Tra le tante strategie di supporto al trattamento ci sono le tecnologie informatiche. Questi strumenti valorizzano le capacità visive attraverso l uso di immagini e pittogrammi. In tal senso la tecnologia touch ha permesso un ulteriore passo in avanti. Il laboratorio touch di cui si è dotato il C.A.S.A. dell ospedale Regina Montis Regalis di Mondovì è un tavolo multimediale dove si possono presentare esercizi educativi e riabilitativi attraverso, appunto, un sistema touch e multi-touch interattivo. Le attività proposte dallo strumento madre possono essere estese attraverso i tablet a tutti i contesti della vita del bambino. Quando mi hanno proposto il progetto ero entusiasta - commenta Samuele Salvatico -. Mi è subito piaciuta l idea di sviluppare un applicazione utile per aiutare chi è meno fortunato. Lo staff dell Asl Cn1 mi è stato vicino nel comprendere l autismo mentre io ho messo a disposizione le mie capacità informatiche per creare l applicazione, poi il progetto è andato avanti con la realizzazione di un App per Android. La borsa di studio, del valore di 1500 euro, è stata consegnata a margine del convegno Open Source: un opportunità per far evolvere l Ict nelle imprese? che si è svolto in Confindustria a Cuneo lo scorso 29 novembre alla presenza anche del professor Alberto Barbero che ha selezionato e seguito lo studente. Sono orgoglioso che il nostro club abbia dato un suo piccolo contributo ad un progetto così importante - ha detto Gianni Gritti -, che mette insieme le conoscenze informatiche e le competenze tecniche con la valorizzazione dei giovani e l aiuto a chi è più svantaggiato di noi. il progetto Un aiuto per 340 autistici La consegna Alberto Barbero, Franco Fioretto, Samuele Salvatico e Gianni Gritti durante la presentazione in Confindustria a Cuneo Il progetto Touch for Autism è nato dalla collaborazione del Centro con la fondazione Asphi (Avviamento e Sviluppo di Progetti per ridurre l Handicap mediante l Informatica), il centro per l innovazione tecnologica Csp di Torino, l istituto Vallauri ed è supportato dalla Regione e delle Fondazioni Crc, Crt e La Stampa Specchio dei Tempi. Il progetto prevede una cabina di regia dell intero processo attraverso l individuazione di un operatore case manager e tramite l ausilio di uno strumento informatico banco madre tavolo touch in grado di dialogare con il tablet che accompagna bambino e genitori nella messa in atto del trattamento. Il sistema permette di tener traccia dei progressi, di scegliere le attività in rapporto all età e alla complessità del quadro clinico. I risultati dell intero progetto saranno resi noti nell autunno Il C.A.S.A., inaugurato nel 2010, segue 300 minori e 40 adulti autistici.

15 Dicembre 2012 N 10 confindustria cuneo 15 FORMA ZIONE nuove proposte dall'e-learning alle agenzie formative sulla sicurezza non si può improvvisare Erica Giraudo è importante investire in sicurezza sul lavoro per tre motivi - ha detto Luigi Asteggiano, direttore di Confindustria Cuneo nella giornata di confronto 'La Formazione per la sicurezza: nuove opportunità per le aziende' che si è svolta il 14 dicembre scorso al Centro Incontri della Provincia di Cuneo -: per la responsabilità sociale e d impresa, per migliorare i processi organizzativi dell azienda e per risparmiare. Recenti studi dimostrano che l investimento in sicurezza ha dei ritorni puntuali anche dal punto di vista economico: riduzione degli sprechi, dei fermi macchine e della produzione, ottimo impatto sull immagine dell azienda e qualità percepita nei confronti dei clienti. Per supportare le imprese nella formazione dei dipendenti, Confindustria Cuneo ha SANTO ALFONZO Direttore Spresal Asl Cn 1 La formazione è un processo educativo per l'acquisizione di competenze per lo svolgimento dei propri compiti DANIELE BERTOLOTTI Responsabile Sicurezza e Ambiente Confindustria Cuneo realizzato il Catalogo Corsi 2013 (è scaricabile anche sul sito Internet sezione corsi). Contiene possibilità che spaziano dalle lezioni per la sicurezza sul lavoro e per l ambiente alle certificazioni, al management e ai corsi professionalizzanti. Gli industriali cuneesi hanno raccolto, nel volume, proposte di formazione tradizionale (con le agenzie) e all avanguardia, come l e-learning (lezioni interattive sul web). Lo hanno presentato, in anteprima, durante il convegno. Al tavolo esperti ed addetti ai lavori. Sul numero degli incidenti, incide, in modo forte, il comportamento umano. Di qui l importanza della formazione. è un processo educativo - ha sottolineato Santo Alfonzo dello SPreSAL (Servizio Prevenzione Sicurezza Ambiente Lavoro) dell Asl Cn 1-, per l acquisizione di competenze per lo svolgimento, in sicurezza, dei propri compiti". Aldo Pensa, direttore provinciale dell Inail di Cuneo, ha presentato il nuovo bando Isi- Inail per la sicurezza sul lavoro, tramite il click-day: Siamo proiettati sulla prevenzione, è una leva competitiva che dà motivazioni ai lavoratori. La Un anno di corsi Il catalogo è anche scaricabile dal sito Internet qualificazione dei progetti, sul nostro sito, sarà aperta dal 15 gennaio al 15 marzo. Quest anno ci sono meno fondi (150 milioni di euro). L anno scorso erano stati 200 milioni di euro, ma una parte è stata destinata alla ricostruzione dell Emilia terremotata. La formazione proposta dagli industriali cuneesi passa attraverso le lingue (il personale straniero, che non comprende le istruzioni in italiano, è più a I CORSI DI NOVEMBRE e dicembre DATA CORSO DESCRIZIONE 18 gennaio Cfrm Merlo 25 gennaio Confindustria Cuneo gennaio Cfrm Merlo 30 gennaio Confindustria Cuneo Formazione per piattaforme elevabili (PLE) La contabilità fiscale di magazzino Addetti alla guida dei carrelli elevatori Teorico/ addestramento La fiscalità degli automezzi: novità rischio) e le nuove tecnologie. Il nostro passo avanti - spiega il direttore di Confindustria - è stato l utilizzo di piattaforme tecnologiche e dell e-learning per ridurre i costi e i rischi di spostamento dei lavoratori. Siamo partiti dalle 'Giornate della sicurezza'del evidenzia Massimo Mereta, delegato Sicurezza per Confindustria Cuneo -. Avevano radunato l interesse di tutte le aziende cuneesi. Si erano concluse con l impegno di evolvere da un concetto di trattamento dell infortunio a quello di cultura della sicurezza. L interesse nostro e delle aziende è di andare verso un ruolo più proattivo e meno coercitivo. Vogliamo mettere allo stesso tavolo istituzioni, rappresentati dei lavoratori e imprenditori. Non per farsi la guerra, ma per fare fronte comune a favore ALDO PENSA Direttore provinciale Inail Cuneo Il prossimo click day è proiettato sulla prevenzione, che è una leva competitiva che dà motivazioni ai lavoratori MASSIMO MERETA Delegato Sicurezza Confindustria Cuneo Vogliamo mettere allo stesso tavolo istituzioni, rappresentanti dei lavoratori e imprenditori della sicurezza dei lavoratori in azienda. Per la prima volta la formazione è stata regolamentata - ha spiegato Daniele Bertolotti, responsabile Sicurezza Ambiente di Confindustria Cuneo -. è sempre stata obbligatoria, ma ora la norma ci ha detto quanto deve durare e che contenuti deve avere. Tutti i corsi possono essere sostenuti dal conto formazione di Fondimpresa (da 3 a 8mila euro) - ha ricordato Federica Giordano, responsabile Formazione di Confindustria Cuneo -. Si può fare riferimento ai nostri uffici dall avvio della pratica alla rendicontazione. federica GIORDANO Responsabile Formazione Confindustria Cuneo Il corso è indirizzato agli operatori di piattaforme di lavoro elevabili, che utilizzano durante il lavoro macchine di tipologie diverse senza distinzione di marche o modelli ed è indirizzato sia a lavoratori inesperti che a lavoratori che abbiano già utilizzato le macchine oggetto del corso. Il corso è rivolto a titolari, amministratori, dirigenti e impiegati amministrativi contabili delle aziende che seguono la contabilità generale e di magazzino nonché impiegati tecnici addetti alle movimentazioni del magazzino e/o alla produzione. Il corso proposto, nasce dall esigenza di migliorare la qualità dell offerta formativa in materia di utilizzo in sicurezza del carrello elevatore ed ha la finalità di fornire le conoscenze e le capacità operative di base per il corretto impiego dei carrelli elevatori nel rispetto delle specifiche prescrizioni di sicurezza. Il corso si pone l obiettivo di fornire un quadro organico della disciplina, sia IVA che imposte dirette, alla luce delle novità che entreranno in vigore dal 1 gennaio 2013 sulla deducibilità del costo degli automezzi, per consentire ai partecipanti di applicare correttamente le norme ed effettuare le opportune analisi comparative in termini di costi e fiscalità delle diverse opzioni possibili. L orario dei corsi è sempre dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 18 - Info: Tel. 0171/ /425/424

16 16 Dicembre 2012 N 10

17 Dicembre 2012 N 10 le nostre aziende Fornace manna fornitura record di 6 mila tonnellate 17 OLTRE LA CRISI acciaio saluzzese nel cielo di monaco Rendering La Tour Odeon sarà pronta per la vendita nel luglio 2014 (Foto: Fornace Manna) La Tour Odeon Il grattacielo, ora in costruzione, sarà il più alto di tutta la Costa Azzurra (170 metri, 49 piani) Le aziende che vogliono segnalare le loro iniziative anti-crisi possono scrivere a o telefonare allo aziende news Borse di studio a studenti meritevoli figli di dipendenti della Michelin Lunedì 17 dicembre la Michelin di Cuneo ha premiato otto studenti meritevoli, figli di dipendenti consegnando delle borse di studio da seicento euro l'una. I premiati sono tutti giovani diplomati nel 2012 ed iscritti all università. Abbiamo istituito ormai da anni queste borse di studio con lo scopo di aiutare le famiglie in un momento impegnativo come quello della scelta di iscrivere o meno i ragazzi all'università spigano dallo stabilimento -. Anche questa azione della Michelin Cuneo si inquadra nella filosofia aziendale performance e responsabilità, in particolare nel campo della responsabilità sociale. I premiati sono: Andrea Bodino, Elena Lerda, Monica Mondino, Elisa Musso, Simone Oggero, Valentina Peirona, Micol Pellegrino e Roberto Sorba. Festa per 65 dipendenti del Gruppo Merlo e premio produzione per tutti Il 2012 si conclude, per il Gruppo Merlo di San Defendente di Cervasca, con numeri importanti. Venerdì 14 dicembre sono stati ben 64 i premiati per la fedeltà aziendale, con anzianità che vanno dai 10 ai 35 anni in azienda. L età dipendenti è in costante diminuzione, mentre l anzianità di servizio è in aumento. Questi dati mostrano come Merlo stia investendo da anni nei giovani, che entrano in azienda per crescere e rimanervi a lungo. Per ringraziare i dipendenti del lavoro svolto in questi anni, ricchi di successi e soddisfazioni, la famiglia Merlo ha deciso di premiare tutti i dipendenti con un premio di 400 euro. Un piccolo gesto che vuole essere un aiuto in tempi difficili ed un gesto di affetto e di stima - commentano dall azienda - per tutte le persone che compongono ed hanno reso grande il Gruppo Merlo. Tra i 65 premiati il Gruppo Merlo ha rivolto poi un ringraziamento speciale a Franco Rosso, per i suoi 35 anni di lavoro: In questi anni l azienda è cresciuta in modo incredibile anche grazie al suo contributo. Inoltre sabato 15 si è svolta la classica festa per i figli dei dipendenti. Si tratta di un appuntamento imperdibile per il Gruppo Merlo, perché da anni consente di vivere una giornata insieme all insegna del divertimento e della famiglia, dimenticando per qualche ora gli impegni ed i compiti in azienda. Andrea Garassino La Tour Odeon sarà il grattacielo più alto del Principato di Monaco. è un lussuoso edificio che raggiungerà 170 metri di altezza. Il progetto prevede 49 piani in altezza e dieci interrati per i garage. Un impresa ingegneristica a cui partecipa anche un azienda della Granda. Le griglie in ferro per tutto il cemento armato che sostiene la struttura e permette alla torre di raggiungere l altezza prevista dagli architetti sono Made in Costigliole, nello stabilimento della Fornace Manna. "Si tratta - spiega Francesco Manna, uno dei titolari - di 6 mila tonnellate di ferro che acquistiamo da fornitori nel Bresciano e lavoriamo in ditta prima di spedirlo a Montecarlo. Tutti i pezzi vengono sagomati nella nostra sede e spediti in Costa Azzurra a seconda delle richieste degli incaricati alla logistica del cantiere. Gli ordini ci arrivano divisi in lotti". I lavori per la Tour Odeon sono stati avviati nel novembre del Nel 2010 sono stati realizzati dei muraglioni di contenimento, mentre l anno scorso hanno avuto inizio gli scavi per le fondamenta. "Le spedizioni di griglie di ferro - precisa Manna - sono cominciate a febbraio e termineranno, secondo il cronoprogramma, a metà del prossimo anno". In questi giorni gli operai stanno ultimando il ventiseiesimo piano della struttura. I lavori avanzano di circa un livello a settimana. Il nuovo grattacielo, invece, sarà consegnato per la vendita nel luglio del Fornace Manna manda nel Sud della Francia circa un tir di ferro al giorno. La media è di 4/5 carichi ogni settimana. "La Tour Odeon è una grande sfida per la nostra azienda - dice il titolare - perché dobbiamo affrontare ogni giorno diverse criticità nella lavorazione. Nell area del cantiere, infatti, non ci sono spazi per stoccare il nostro materiale che arriva dall Italia e neanche per poterlo montare. Questo significa che tutte le spedizioni devono essere precise e puntuali. Sbagliare un carico significa bloccare tutti i lavori". Il nuovo grattacielo che muterà lo skyline monegasco è anche una commessa molto prestigiosa: "è l edificio più alto che abbiamo mai contribuito a realizzare e sarà anche il più alto della Costa Azzurra". Nella Tour Odeon saranno ricavati negozi, uffici, un business center, appartamenti e case di lusso, oltre ad un centro benessere, sale fitness e piscina. Quando sarà completata, saranno stati utilizzati 80 mila metri cubi di cemento, 10 mila tonnellate di acciaio (di cui oltre le 6 mila di Manna), 15 km di tiranti sotterranei. La Fornace Manna è un azienda storica della Granda: fondata nel 1958 da Piermario Manna, deceduto nel 2005, oggi è di proprietà dei due figli Francesco e Gianni. Conta una ventina di dipendenti e lavora per il 90 per cento con la Francia. L azienda è stata protagonista di un altra grande opera nel Midì francese: il viadotto autostradale di Millau, uno dei ponti veicolari più alti del mondo. I lavori Iniziati nel 2009, nel corso del 2011 hanno avuto inizio gli scavi per le fondamenta

18 18 le nostre aziende Dicembre 2012 N 10 aziende news Studenti di Scienze Gastronomiche a lezione all'azienda Fonti di Vinadio Circa 70 studenti del terzo anno dell Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo hanno visitato lo stabilimento dell azienda Fonti di Vinadio Acqua Sant Anna. Sia italiani che stranieri, provenienti da tutto il mondo, dall Europa al Kenia, dal Sud America al Giappone, da Israele all Australia, hanno incontrato l azienda del settore del beverage per studiarne le dinamiche produttive e commerciali e per scoprirne la ricetta del successo, accompagnati dalla Silvia Parola e Serena Raimo di Acqua Sant Anna. L'incontro è parte di un percorso didattico della facoltà di Pollenzo sul prodotto di massa e sul rapporto con la Grande Distribuzione. Premio nazionale "Gamma Donna 10 e lode" 2012 a Maria Cristina Oddero Maria Cristina Oddero, contitolare dei Poderi e Cantine Oddero di La Morra ha vinto la quinta edizione del Premio Nazionale GammaDonna/10 e lode, dedicato quest anno al settore agroalimentare. L annuncio è stato venerdì 14 dicembre al Centro di Ricerche Ferrero di Alba. Il Premio GammaDonna/10 e Lode" è nato nel 2004 nell ambito del Salone Nazionale dell Imprenditoria Femminile e Giovanile GammaDonna e ha l'obiettivo di valorizzare la capacità imprenditoriale femminile come espressione di creatività e innovazione. La motivazione del premio conferito a Maria Cristina Oddero ricorda il suo impegno nella costruzione di un nuovo lotto di cantine a basso impatto ambientale con lo scopo di creare un percorso produttivo che desse risalto alla storicità dell azienda fondata, infatti, nel In alcuni vigneti è stata introdotta la coltivazione biologica certificata. Cristina si dedica in prima persona alla valorizzazione del territorio, impegno concretizzato nell adesione al Club Unesco di La Morra. (b.m.) Maina Panettoni aiuta i bambini dell'ospedale Sant'Anna di Torino Anche quest anno la Maina di Fossano ha contribuito alla raccolta fondi per l ospedale Sant Anna di Torino con una doppia iniziativa solidale. Sabato 1 dicembre in piazza San Carlo, nel capoluogo piemontese, si è svolto il taglio di un panettone extralarge da 50 kg, nell ambito dell iniziativa Così buoni che fanno bene ai bambini, mentre il giorno dell Immacolata, sempre nel cuore della città torinese, la Maina ha promosso una vendita benefica di panettoni a corollario del concerto gospel del Sunshine Gospel Choir (60 voci e 8 musicisti) diretto da Alex Negro. gruppo merlo riconoscimento al fondatore e presidente il nuovo primato di amilcare merlo Prestigio Si trarra del premio "L'imprenditore dell'anno" 2012 Ernst & Young nella categoria Industrial Products Amilcare Merlo, fondatore e presidente del Gruppo Merlo, ha vinto la sedicesima edizione del Premio Ernst & Young "L Imprenditore dell Anno" nella categoria Industrial Products. Il riconoscimento è stato consegnato all'industriale cuneese, che è anche vice presidente vicario di Confindustria Cuneo, nella serata del 22 novembre scorso nella sede di Borsa Italiana a Milano. Il premio nasce per dare pubblicamente merito ai migliori imprenditori italiani che continuano a lavorare sul territorio, facendo leva su creatività, intraprendenza, innovazione e grande attenzione al business, premiando le scelte aziendali che da sempre puntano all eccellenza ed all innovazione tecnologica applicata alle macchine. La Giuria del Premio, presieduta quest anno da Emma Marcegaglia e composta da importanti esponenti del mondo imprenditoriale ed accademico, ha premiato Merlo per aver innescato un piano di espansione internazionale che ha portato il gruppo a presidiare mercati europei ed extra europei grazie a politiche commerciali innovative, un ammodernamento degli impianti produttivi e una continua evoluzione tecnologica dei suoi prodotti. La motivazione è fondamentale e porta con sé un messaggio chiave, soprattutto in questo preciso momento storico: è possibile sviluppare un modello di azienda internazionale (Merlo esporta oltre il 90% della propria produzione, ndr) mantenendo le proprie radici e continuando quindi ad investire in Italia. Non a caso Merlo concentra in Italia, per precisa scelta aziendale, la produzione, con i relativi investimenti per l ammodernamento degli impianti e delle tecnologie, l ingegneria, con i relativi investimeti in ricerca, e tutte le funzioni strategiche aziendali. I frutti di questa politica sono nei risultati commerciali e nei nuovi prodotti, il Turbofarmer P50.8 e il Multifarmer 40.9, che sono appena stati presentati con grande successo all Eima di Bologna. Sono prodotti, questi, la cui eccellenza è stata certificata dalla vittoria del premio Eima novità tecnica 2012 addirittura per due innovazioni. La consegna Amilcare Merlo con il premio terremoto INIZIATIVE solidali La Banca di Cherasco ha messo "in gioco" i bambini in aiuto all'emilia Si è tenuta mercoledi 12 dicembre presso l'auditorium della Banca di Cherasco la premiazione della VIII edizione del concorso indetto dalla Banca di Cherasco per le scuole primarie site nei Comuni in cui è presente una filiale dell'istituto. Il concorso ideato dalla Banca di Cherasco in memoria dei colleghi Sandro Barale, Roberto Audisio e Piero Ciravegna, ha visto la Scuola Primaria di Marene e la Giovanni Daneo di Genova aggiudicarsi i due premi messi in palio dalla banca per l'acquisto di materiale didattico. Il terzo riconoscimento è stato devoluto in beneficenza all Istituto Comprensivo Elvira Castelfranchi di Finale Emilia. Un edizione che ha voluto legare la creatività dei bambini a un gesto di solidarietà: gli alunni sono stati messi a conoscenza del fatto che i loro elaborati, a concorso ultimato, sarebbero stati inviati alla Scuola primaria di Finale Emilia, tuttora inagibile, e serviranno ad abbellire e colorare i prefabbricati adibiti ad aule in cui i bambini seguono attualmente le lezioni. Commosso il ringraziamento da parte della preside dell istituto Emiliano Rossella Rossi al ritiro del premio: Ringrazio la Banca di Cherasco che si è fatta promotrice del concorso, e tutte le scuole che hanno aderito.

19 Dicembre 2012 N 10 le nostre aziende 19 FEDELTA' AL LAVORO PREMIATI ANCHE DEGLI ASSOCIATI Giancarlo bellino è sigillo d'oro 2012 Telecomunicazioni Riconoscimento alla carriera per il presidente Alpitel Ci sono anche degli associati a Confindustria Cuneo tra i lavoratori che sono stati premiati per la Fedeltà al Lavoro e al Progresso Economico, lo scorso 9 dicembre a Saluzzo. La Camera di Commercio di Cuneo ha consegnato,198 diplomi e medaglie d oro. Per i 35 anni di ininterrotta attività sono stati premiati Claudio Bono, socio della Tecar Elettronica di Cuneo e Claudio Rovere, presidente della Gsc General System Cuneo srl. Sono, invece, 40 gli anni di attività del Caseificio Cooperativo Valle Josina di Peveragno. Sei persone hanno ricevuto il Sigillo d oro, una sorta di premio alla carriera. Tra di loro c è anche Giancarlo Bellino, presidente dell Alpitel di Nucetto. Giancarlo Bellino ha iniziato la sua carriera sulle orme del padre, fondatore dell'azienda di famiglia che, negli anni '60 era collegata alla Stipel, ora Telecom Italia. L'attività si è ampliata conferendogli il ruolo di primo responsabile dopo la morte del padre. Poi sono nate la Editel (1981) e l'alpitel Spa nel (1982). Nel frattempo, è stato avviato il processo di internazionalizzazione che ha portato alla creazione, negli anni '90, della Telest in Ungheria. Successivamente nasce Telcon, un consorzio mirato all'acquisizione, attraverso gare internazionali, di importanti lavori di rete telefonica in Bielorussia, Tanzania, Zimbabwe e altri Paesi. Gli ultimi ampliamenti risalgono al 2005, con l'acquisto e assorbimento di aziende nazionali che operavano sotto l'ala Ericsson e la costituzione, nel 2008, di un consorzio che ha consentito la formazione di un gruppo con più di 1800 dipendenti, con oltre 300 milioni di euro l'anno di fatturato, operante in Italia per lavori della rete a banda ultralarga. Grande apertura al nuovo, coraggio e scelta oculata e lungimirante in un settore operativo che bene rispetta la voglia di modernità e cambiamento nel campo attualissimo della comunicazione, capacità di guardare oltre i confini del territorio provinciale, meritano a Giancarlo Bellino, il Sigillo d'oro 2012 della Camera di commercio di Cuneo. aziende news Premio "Impresa e ambiente" per il Miglior Prodotto alla Saluzzo Yarns Un po' di Granda al sesto premio "Impresa e ambiente" consegnato dal ministro dell'ambiente Corrado Clini e promosso con la Camera di Commercio di Roma-Asset Camera e il sostegno del Gruppo Sole 24 Ore. Per il miglior prodotto il premio è andato a "Saluzzo Yarns" con sede a Saluzzo del Gruppo Sinterama di Biella che produce "fili di poliestere di alta qualità, con un ampio numero di applicazioni tessili, realizzati da bottiglie di plastica post-consumo trattate unicamente con processi meccanici". Riconoscimento allo stabilimento Michelin di Cuneo per l'efficienza Cofely, Gruppo Gdf Suez, ha conferito i riconoscimenti della terza edizione del Premio Cofely per l Efficienza Energetica e Ambientale alle realtà che si sono distinte per l avvio di progetti esemplari di sostenibilità ambientale. Nella sezione Industrie il premio è andato allo Stabilimento Michelin di Cuneo per la progettazione, il finanziamento, la realizzazione e la gestione di un impianto di cogenerazione che raggiunge una potenza elettrica di 48 MWe e una potenza termica massima di 76 tonnellate all ora, arrivando a produrre annualmente MWh di energia termica e MWh di energia elettrica, dei quali MWh assorbiti dallo stabilimento. L'impianto, che consiste in un sistema di accumulo termico a garanzia della continuità del vapore, è in grado di fornire tutta l energia elettrica e termica necessaria al complesso industriale, con la vendita delle eccedenze di energia elettrica in rete, minimizzando l impatto acustico e visivo grazie all installazione all interno di un avvallamento preesistente di circa 5 metri di profondità. Questo intervento ha permesso un risparmio annuale di TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) di energia e un taglio del 18,3% delle emissioni di CO2, oltre che una riduzione dei consumi energetici pari al 15%. Aperto lo spaccio aziendale delle Fattorie Fiandino "Lou Negosi n 1" Sabato 15 dicembre è stato inaugurato lo spaccio aziendale delle Fattorie Fiandino di Villafalletto: Lou Negosi n 1. Da quando abbiamo ripreso la produzione di formaggi a vero caglio vegetale- ci spiega Mario Fiandino uno dei titolari è aumentato a dismisura l interesse per questi prodotti. Lou Negosi n 1 è in via Termine 25 a Villafalletto (aperto dal martedì al sabato, dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19, 24 dicembre aperto).

20 20 le nostre aziende Dicembre 2012 N 10 AZIENDE NEWS Corso per "Operatore di contabilità" presso il Cfp Cebano Monregalese Alla sede di Ceva del Centro Formazione Professionale Cebano Monregalese si è presentato il corso Operatore di Contabilità rivolto a giovani ed adulti occupati e disoccupati in possesso della licenza media. Il percorso formativo della durata complessiva di 600 ore prevede 360 ore di formazione in aula e 240 ore di stage in azienda, che permettono di acquisire competenze tecnico-specifiche, facilitando l inserimento nel mondo del lavoro. L attività formativa è interamente sviluppata da professionisti del settore con esperienza decennale nella formazione. L esperienza aziendale di 6 settimane in azienda è l'elemento vincente di questo percorso. Il corso è gratuito in quanto approvato e finanziato dal Fondo Sociale Europeo, Repubblica italiana, Regione Piemonte e Provincia di Cuneo. Le lezioni sono iniziate nel mese di dicembre e termineranno nel maggio Feste di Natale in dolce crescita per l'azienda Balocco di Fossano Previsioni di crescita per l azienda dolciaria Balocco di Fossano. In particolare - commentano dall azienda dolciaria - le previsioni per il Natale puntano a ripetere il risultato dell ultima Pasqua, con un obiettivo di crescita del 5%, così da portare il giro d affari complessivo dell azienda del 2012 a sfiorare quota 150 milioni di euro, a fronte di un 2011 chiuso con 137 milioni di euro. Anche sul versante frollini il 2012 sarà un anno dalle performance più che positive: si è registrato infatti nei primi 10 mesi dell anno un incremento del 12%. Nel corso dell anno l azienda ha investito in nuova tecnologia poco meno di 5 milioni di euro, proprio per implementare la produzione dei frollini, anche con nuove referenze, e dei wafer, altro segmento in cui Balocco vuole crescere. Circa 80 professionisti al seminario "La casa attiva" promosso dall'apro Successo per il seminario per professionisti di settore dal titolo La casa attiva che si è svolto all Apro di Alba, promosso da A.p.e.v.v. e Apro. L incontro ha avuto il patrocinio del Comune di Alba, dell ordine degli Architetti, Pianificatori, Conservatori e Paesaggisti, del Collegio dei Geometri e dei Periti della Provincia di Cuneo ed è stato riconosciuto valido come accreditamento per la formazione continua per i Geometri e i Periti presenti. Le tre ore di seminario si sono poi concluse con un dibattito di approfondimento su tematiche specifiche inerenti la casa attiva. Molto alta l attenzione dimostrata dai circa 80 professionisti intervenuti. La conclusione emersa è stata condivisa dai partecipanti: la casa attiva è ormai un realtà ben definita, compiuta e replicabile da ognuno di noi e certamente non più un progetto o un esperimento. Essa rappresenta una realtà che unisce assieme tecnica, economia, cultura e formazione. Egea ha regalato agli albesi la ruota panoramica con la mascotte Egeolo Egea, in qualità di sponsor, ha sposato la proposta dei volontari del Borgo San Lorenzo di Alba che, sulla scia del successo delle passate edizioni, sono tornati a proporre nei fine settimana di dicembre il loro Presepe vivente a episodi raccontato in chiave surrealista e arricchito da tanti eventi collaterali. Inoltre sabato 8 e domenica 9 dicembre Egea ha portato in piazza Savona una ruota panormica: tutti i clienti della multiutility albese hanno ricevuto in omaggio due biglietti per salire sulla ruota. Premio "Il Logistico dell'anno 2012" all'azienda informatica Gruppo Tesi L azienda informatica Gruppo Tesi di Roreto di Cherasco si è aggiudicata il premio Il Logistico dell anno 2012, il principale riconoscimento della logistica in Italia giunto alla sua ottava edizione e promosso da Assologistica insieme alla rivista Euromerci e ad Assologistica Cultura e Formazione che il 30 novembre scorso a Milano, presso l Auditorium di Assolombarda, ha premiato gli operatori che si sono maggiormente distinti sul mercato per innovazione e investimenti nei processi della logistica. Motivazione del premio è stata la realizzazione della piattaforma TC1 GDO (Tesi Collaboration One), uno strumento innovativo erogato in modalità cloud per migliorare la qualità e l efficienza dei servizi logistici in uno scenario di completa integrazione tra i diversi operatori della filiera della Grande Distribuzione. A poco più di un anno dal suo debutto, la piattaforma fa interagire quotidianamente 850 aziende produttrici di beni di largo consumo con 400 operatori logistici e 8 importanti catene della grande distribuzione, operando su 24 centri distributivi in tutta Italia. fondazione nuovo ospedale alba bra libro in beneficienza storie sull'amore per l'area materna Beppe Malò arti grafiche auguri creativi! Il ministro dell Istruzione e dell Università Francesco Profumo è intervenuto alla presentazione del libro 999 storie sull amore nella chiesa di San Domenico ad Alba. Il volume, realizzato in collaborazione tra la Fondazione Elena e Gabriella Miroglio e le scuole dell infanzia e primarie del comprensorio Albese e Braidese, è stato messo in vendita per contribuire al finanziamento della Fondazione nuovo ospedale di Alba Bra. "Il ricavato - ha spiegato Elisa Miroglio a nome della Fondazione che rinnova il ricordo della madre Gabriella - sarà interamente devoluto alla Fondazione per essere impiegato per la realizzazione dell area materna infantile del nuovo ospedale". Dario Rolfo e Luciano Scalise - presidente e direttore della onlus che sostiene il progetto di Verduno - hanno preso la parola ringraziando per l iniziativa e per garantire che il nuovo presidio sanitario di Alba e Bra sarà completato entro il "Ci sono state delle difficoltà - ha spiegato Dario Rolfo - ma ora i lavori sono ripresi e la visita del ministro della Salute Renato Balduzzi è stata occasione per essere rassicurati al massimo livello istituzionale circa il futuro del cantiere del nuovo ospedale. La nostra onlus ha raggiunto buona parte degli obiettivi che si è posta. La vendita di questo volume, contribuirà in modo importante a raccogliere nuove e importanti risorse che metteremo a disposizione del servizio di pediatri del nuovo ospedale unico". Il libro 999 storie sull amore, presentato insieme alla mostra dei disegni eseguiti dai giovanissimi autori, contiene, infatti, 999 pensieri, idee e riflessioni sul tema dell amore inteso come sentimento di solidarietà, vicinanza, condivisione anche della condizione di sofferenza. Aspetti che sono stati colti dal ministro Francesco Profumo: "L Italia sta attraversando un periodo di estrema difficoltà e queste iniziative hanno quindi un valore particolare. L amore è un grande movente, un immensa risorsa". Festa Il libro è stato presentato insieme alla mostra di disegni realizzati dai bambini (Foto: Beppe Malò)

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP)

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Che il sistema previdenziale italiano sia un cantiere sempre aperto testimonia la profonda discrasia

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI ENERGIA PER L ITALIA A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI 2014 Bompiani / RCS Libri S.p.A. Via Angelo Rizzoli, 8 20132 Milano ISBN 978-88-452-7688-0 Prima edizione Bompiani ottobre 2014 Introduzione

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Con la presente scrittura tra

Con la presente scrittura tra Accordo per assicurare la liquidità alle imprese creditrici dei Comuni e delle Province della Regione Emilia-Romagna attraverso la cessione pro-soluto dei crediti a favore di banche od intermediari finanziari

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE

CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE Formiche.net 9 settembre 2013 CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE di Alessandra Servidori Il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Enrico Giovannini e il Vice ministro Cecilia Guerra

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

Dall emozione di un sorso di vino ad un sorriso per la vita

Dall emozione di un sorso di vino ad un sorriso per la vita Dall emozione di un sorso di vino ad un sorriso per la vita La Bruciata adotta un filare per la vita L Azienda Vinicola La Bruciata, di Oscar Bosio, fatta da uomini e donne veri, gente della terra e venuta

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA

CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA IL RUOLO STRATEGICO DELLE AZIENDE COME ACCELERATORI DEL SISTEMA ECONOMICO E DELL OCCUPAZIONE: IL CASO " LA CREAZIONE DI VALORE CONDIVISO SI FOCALIZZA SULL

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Secondo l Organizzazione Mondiale per il Turismo, le Alpi accolgono ogni anno il 12% circa del turismo mondiale. Parallelamente le Alpi rappresentano anche uno

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Come arriva l'energia a casa Siamo talmente abituati ad avere tutta l energia che vogliamo, che è ormai inconcepibile anche solo pensare di farne

Dettagli

I costi della crisi. Licia Mattioli. In Italia, dall inizio della crisi:

I costi della crisi. Licia Mattioli. In Italia, dall inizio della crisi: I costi della crisi In Italia, dall inizio della crisi: Licia Mattioli abbiamo perso 9 punti di PIL abbiamo perso il 25% della produzione industriale il reddito disponibile è calato dell 11% in termini

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE Chiusura editoriale: 16 marzo 2015 Per informazioni: germana.dellepiane@liguriaricerche.it LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 LIGURIA RICERCHE SpA Via XX Settembre,

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Il presidente della Bundesbank a La Stampa: nei trattati va previsto il crac di uno Stato TONIA MASTROBUONI INVIATA A FRANCOFORTE

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli