Dispositivo 2 Incentivi alle imprese per l assunzione di giovani e disoccupati

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dispositivo 2 Incentivi alle imprese per l assunzione di giovani e disoccupati"

Transcript

1 Dispositivo 2 Incentivi alle imprese per l assunzione di giovani e disoccupati 1) Finalità La Provincia di Bergamo rende disponibili risorse economiche rivolte alla creazione di nuovi posti di lavoro e alla stabilizzazione di contratti atipici. L intervento si rivolge alle fasce giovanili e a coloro che sono esclusi dal mercato del lavoro da più di sei mesi. 2) Destinatari Gli incentivi economici previsti sono rivolti alle imprese che, a partire dalla data di pubblicazione del presente dispositivo e fino ad esaurimento delle risorse stanziate, nel rispetto del piano di riparto sotto indicato, effettuino nuove assunzioni o procedano alla stabilizzazione contrattuale di lavoratori che appartengano ai seguenti target: A) Giovani dai 18 ai 35 anni inoccupati, disoccupati (requisiti certificati dal competente Centro per l Impiego) oppure in forza all azienda con contratti di lavoro atipici o precari (quali a titolo esemplificativo contratti di lavoro a progetto, co.co.co, somministrazione, contratto a tempo determinato ecc.); B) Lavoratori disoccupati da almeno sei mesi (che abbiano reso almeno 6 mesi prima la propria immediata disponibilità al lavoro presso il competente Centro per l Impiego) L incentivo sarà erogato esclusivamente a favore di assunzioni di lavoratori residenti/domiciliati in Provincia di Bergamo. 3) Tipologia dei contratti ed entità dell incentivo A) Giovani dai 18 ai 35 anni inoccupati, disoccupati oppure in forza all azienda con contratti di lavoro atipici o precari: - Assunzioni a tempo indeterminato con contratto, anche part time, di almeno 20 ore settimanali: 5.000,00 - Assunzioni a tempo determinato di almeno 9 mesi con contratto, anche part time, di almeno 20 ore settimanali: 3.000,00 1

2 - Stabilizzazione dei rapporti di lavoro atipici 1 in rapporti di lavoro stabili (contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato) e trasformazione da tempo determinato 2 a tempo indeterminato: 3.000,00 B) Lavoratori disoccupati (iscritti ai Centri per l impiego) da almeno sei mesi: - Assunzioni a tempo indeterminato con contratto, anche part time, di almeno 20 ore settimanali: 4.000,00 - Assunzioni a tempo determinato di almeno 9 mesi, anche part time, di almeno 20 ore settimanali: 2.000,00 TIPOLOGIE CONTRATTUALI ED INCENTIVI PREVISTI TARGET TEMPO INDETERMINATO TEMPO DETERMINATO TRASFORMAZIONE/ STABILIZZAZIONE ALMENO 9 MESI A) GIOVANI 5.000, , ,00 B) DISOCCUPATI 4.000, ,00-4) Risorse finanziarie complessive Le risorse finanziarie complessive disponibili per gli interventi delineati nel presente dispositivo sono pari complessivamente ad ,00. Le risorse vengono ripartite come segue: A) Giovani inoccupati o disoccupati dai 18 ai 35 anni: ,00 B) Lavoratori disoccupati da almeno sei mesi: ,00 Nel caso di esaurimento delle risorse attribuite ad una delle due tipologie di incentivo, la Provincia si riserva la facoltà di destinare eventuali risorse derivanti dal residuo dell altra tipologia mediante l adozione di idonei atti amministrativi. 5) Requisiti per l accesso agli incentivi Possono beneficiare degli incentivi tutte le categorie di imprese, in forma singola, che sono regolarmente iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura. 1 Il rapporto di lavoro con contratto atipico, oggetto della trasformazione, deve essere stato avviato precedentemente alla data di pubblicazione del presente Avviso. 2 Il contratto a tempo determinato oggetto della trasformazione non deve essere stato finanziato nell ambito del presente Avviso. 2

3 Non possono essere erogati incentivi alle agenzie di somministrazione relativamente al personale assunto e non utilizzato direttamente dalle agenzie stesse; Le imprese devono rispondere ai seguenti requisiti: operare nel rispetto del Regolamento (CE) 1998/2006 (de minimis); essere in regola con quanto previsto dalla normativa che disciplina il diritto al lavoro dei disabili (l.68/99); essere in regola con i versamenti contributivi, previdenziali ed assicurativi relativi al proprio personale; osservare nei confronti di tutti i lavoratori in servizio presso l azienda la disciplina normativa e le condizioni retributive previste dalla legge, dai contratti collettivi di lavoro e dagli eventuali accordi integrativi; rispettare le normative vigenti in materia di salute e della sicurezza sul lavoro; non trovarsi in alcuna condizione che precluda la partecipazione a contributi pubblici ai sensi delle vigenti disposizioni antimafia; non aver in corso ovvero non aver fatto ricorso, nei 12 mesi precedenti alla data di presentazione della domanda di finanziamento, a procedure di sospensione con ricorso ad agli ammortizzatori sociali straordinari/in deroga, ovvero di riduzione di personale avente le medesime professionalità del personale da assumere, escluse le procedure di licenziamento giusta causa o giustificato motivo; non aver beneficiato di altri finanziamenti per l assunzione della stessa persona, nell ambito di progetti nazionali, regionali o locali di politica attiva. I requisiti per l accesso agli incentivi potranno variare in relazione ad eventuali integrazioni/modifiche della normativa che potranno intervenire successivamente alla pubblicazione del presente avviso. 6) Modalità di erogazione dell incentivo L ammissione all incentivo avviene tramite presentazione da parte dell azienda dell apposita Domanda di incentivo all assunzione (All. 1) a seguito dell assunzione del lavoratore. L effettiva liquidazione dell incentivo avverrà previa presentazione del modello Richiesta liquidazione (All. 2) che sarà subordinata all avvenuto superamento del periodo di prova eventualmente previsto ed indicato all atto dell assunzione. La Richiesta liquidazione deve pervenire entro e non oltre 30 giorni dalla scadenza del periodo di prova. 3

4 Al fine del riconoscimento dell incentivo, l azienda è tenuta a far pervenire alla Provincia di Bergamo la seguente documentazione: - Domanda di incentivo all assunzione, come da allegato modello 1; - Copia del contratto di lavoro sottoscritto dalle parti con indicazione del periodo di prova o alternativamente il modello UNILAV; - Copia documento di identità del legale rappresentante o del soggetto con procura di firma; - Copia dell iscrizione dell azienda al Registro Imprese della CCIAA; - Copia documento di identità del lavoratore; - Copia Dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà (Art. 47 D.P.R. 28 Dicembre 2000, n. 445 e s.m.i.) Le domande potranno essere presentate attraverso le seguenti modalità: - Consegna a mano o a mezzo posta alla sede del Settore Istruzione, Formazione, Lavoro e Sicurezza Lavoro Segreteria Lavoro - Viale Papa Giovanni XXIII, Bergamo; - Consegna a mano tramite incaricato del soggetto richiedente presso le sedi dei Centri per l impiego della Provincia di Bergamo: o ALBINO Via Serio 2/A o BERGAMO Via Pizzo della Presolana 19 o CLUSONE Largo Locatelli 9 o GRUMELLO DEL MONTE P.tta Don G. Rota 18 o LOVERE Via Marconi 19 o PONTE SAN PIETRO Via Monte Grappa 2 o ROMANO DI LOMBARDIA Via Rinaldo Pigola 1 o TRESCORE BALNEARIO Via Antonio Locatelli 85/87 o TREVIGLIO Viale Camillo Benso Conte di Cavour 4/6 o ZOGNO Piazza Bortolo Belotti 4 - Invio tramite posta elettronica certificata a: Gli incentivi saranno erogati con modalità a sportello in base all ordine cronologico di presentazione delle domande e fino ad esaurimento delle risorse, nel rispetto del piano di riparto economico precedentemente indicato. Si precisa che farà fede la data e l ora del protocollo. L incentivo sarà riconosciuto dalla Provincia di Bergamo previa verifica dei requisiti dei lavoratori assunti e della documentazione attestante l inserimento lavorativo. L incentivo sarà erogato in un unica soluzione, previo il superamento del periodo di prova definito da ciascun contratto di lavoro. 4

5 7) Durata e scadenze Le domande di incentivo all assunzione potranno essere presentate dalle aziende a decorrere dalla data di pubblicazione del presente avviso. Non potranno essere accettate richieste di incentivo per le quali sia stata prevista la scadenza del periodo di prova in data successiva al 31 dicembre La richiesta per la liquidazione dell incentivo non potrà pervenire oltre il 31 dicembre ) Informativa sul trattamento dei dati personali Ai sensi del D.Igs n. 196/2003 e delle successive modifiche e integrazioni introdotte dal D.lgs 69/2012, i dati acquisiti in esecuzione del presente avviso pubblico sono utilizzati esclusivamente per le finalità relative al procedimento amministravo per il quale essi vengono comunicati, secondo le modalità previste dalle leggi e dai regolamenti vigenti. Titolare del trattamento dei dati è la Provincia di Bergamo, incaricato del trattamento è il Dirigente del Settore Lavoro. 9) Riferimenti normativi - L. 223/1991; - L. 236/1993; - D.lgs. n. 181/2000, così come modificato dal D.lgs. n. 297/2002; - D.lgs. n. 276/2003; - L. 92/2012; - L. r. n. 22/2006; - Regolamento (CE) n. 1998/2006; - D.G.R. n del 30 marzo 2011 indirizzi prioritari per la programmazione degli interventi a sostegno dell'occupazione e dello sviluppo per il 2011, che intende valorizzare la programmazione territoriale mediante il coinvolgimento attivo e responsabile del partenariato istituzionale economico e sociale locale, a partire dalle province, promuovendo nel contempo un ricorso più sistematico agli strumenti della programmazione negoziata e alla compartecipazione finanziaria dei soggetti pubblici e privati sul territorio; - D.G.R. n del 16/11/2011 concernente l approvazione del Piano d Azione Regionale 2011/2015 per la programmazione delle politiche integrate di istruzione formazione e lavoro e del sistema universitario lombardo; - D.G.P. n.123 del 21 aprile 2012 concernente l approvazione dell Atto negoziale tra Regione 5

6 Lombardia e Provincia di Bergamo in attuazione dell articolo 6 c. 2 lr 19/07, dell articolo 4 c. 1 lr 22/06 e della dgr 1891 del dall Assessore regionale all Occupazione e Politiche del Lavoro e dall Assessore provinciale all Istruzione Formazione lavoro Sicurezza Lavoro e Pari Opportunità; - D.G.P. n. 170 del 28 maggio 2012 concernente il Piano di azione provinciale e il Patto territoriale per le politiche attive; 6

DISPOSITIVO 4 PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEI SERVIZI PER IL LAVORO E L OCCUPAZIONE ATTRAVERSO LA COLLABORAZIONE PUBBLICO/PRIVATO

DISPOSITIVO 4 PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEI SERVIZI PER IL LAVORO E L OCCUPAZIONE ATTRAVERSO LA COLLABORAZIONE PUBBLICO/PRIVATO DISPOSITIVO 4 PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEI SERVIZI PER IL LAVORO E L OCCUPAZIONE ATTRAVERSO LA COLLABORAZIONE PUBBLICO/PRIVATO Premessa Il presente dispositivo è redatto sulla base di quanto programmato

Dettagli

1) Obiettivi e priorità

1) Obiettivi e priorità Dispositivo 1 Interventi per la riqualificazione e la ricollocazione di lavoratori disoccupati, inoccupati e percettori di ammortizzatori sociali (dote training to the job dote training to the stage -

Dettagli

Provincia di Bergamo

Provincia di Bergamo PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati Provincia di Bergamo AVVISO PUBBLICO RIVOLTO ALLE IMPRESE (Invito a manifestare interesse) Domanda di accesso ai contributi

Dettagli

Dispositivo 3 Interventi a supporto della riqualificazione dei lavoratori in CIGS o in mobilità legge 223/91

Dispositivo 3 Interventi a supporto della riqualificazione dei lavoratori in CIGS o in mobilità legge 223/91 Dispositivo 3 Interventi a supporto della riqualificazione dei lavoratori in CIGS o in mobilità legge 223/91 1. Obiettivi e priorità Il dispositivo 1 è finalizzato a sostenere la realizzazione di interventi

Dettagli

AVVISO 411/E. L incentivo di cui sopra è concesso nel rispetto della regola comunitaria in regime di de minimis.

AVVISO 411/E. L incentivo di cui sopra è concesso nel rispetto della regola comunitaria in regime di de minimis. AVVISO 411/E Allegato A) INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L ASSUNZIONE DEGLI EX DETENUTI E DEI DETENUTI CON PERMESSO AI SENSI DELL ART. 21 LEGGE N.354/75 E DEL DECRETO-LEGGE N. 78/2013 1. Obiettivi e principi

Dettagli

Provincia di Pisa. All. A PROVINCIA DI PISA

Provincia di Pisa. All. A PROVINCIA DI PISA All. A PROVINCIA DI PISA Avviso per la concessione di incentivi alle imprese a valere sul POR Toscana OB.2 competitività regionale e occupazione 2007-2013 PROVINCIA DI PISA SERVIZIO FORMAZIONE E LAVORO

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97 che ha

Dettagli

PROGRAMMA P.A.R.I. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE DIRETTO AI DATORI DI LAVORO

PROGRAMMA P.A.R.I. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE DIRETTO AI DATORI DI LAVORO ALLEGATO A PROGRAMMA P.A.R.I. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE DIRETTO AI DATORI DI LAVORO 1. FINALITA La Provincia del Medio Campidano, d intesa con l Assessorato Regionale al Lavoro, Formazione Professionale,

Dettagli

Incentivi a sostegno dei contratti di solidarietà

Incentivi a sostegno dei contratti di solidarietà Nota informativa marzo 2014 Direzione Sindacale Welfare Sicurezza sul lavoro Incentivi a sostegno dei contratti di solidarietà Provincia di Milano, Unione Confcommercio Milano, Associazioni imprenditoriali

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97; - L. n. 68 /1999

Dettagli

3.5.c - STABILIZZAZIONE DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI ex. art. 11 co. 1 e 4 L.68/99

3.5.c - STABILIZZAZIONE DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI ex. art. 11 co. 1 e 4 L.68/99 Provincia di Bergamo 3.5.c - STABILIZZAZIONE DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI ex. art. 11 co. 1 e 4 L.68/99 1. Descrizione dell azione L azione eroga contributi finalizzati alla stabilizzazione dei rapporti

Dettagli

PROVINCIA OGLIASTRA. PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati

PROVINCIA OGLIASTRA. PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati PROVINCIA OGLIASTRA PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati INVITO A MANIFESTARE INTERESSE, DIRETTO AI DATORI DI LAVORO 1. FINALITA La Provincia dell Ogliastra,

Dettagli

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO TIROCINI

Dettagli

La Provincia di Milano Direzione Centrale Sviluppo. Economico, Formazione e Lavoro rende note le indicazioni

La Provincia di Milano Direzione Centrale Sviluppo. Economico, Formazione e Lavoro rende note le indicazioni PROVINCIA DI MILANO La Provincia di Milano Direzione Centrale Sviluppo Economico, Formazione e Lavoro rende note le indicazioni per la presentazione di Progetti previsti dal Piano provinciale per l attuazione

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO

PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Avviso pubblico relativo all inserimento lavorativo di persone disabili all interno di cooperative sociali di tipo B e loro Consorzi ed interventi di accompagnamento

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.4/2012: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97;

Dettagli

TIROCINI L. 68/99 2015/2016 Contributo a titolo di rimborso per il pagamento dell'importo forfettario attribuito ai tirocinanti

TIROCINI L. 68/99 2015/2016 Contributo a titolo di rimborso per il pagamento dell'importo forfettario attribuito ai tirocinanti Direzione Lavoro COLLOCAMENTO MIRATO LEGGE 68/99 AVVISO PUBBLICO TIROCINI L. 68/99 2015/2016 Contributo a titolo di rimborso per il pagamento dell'importo forfettario attribuito ai tirocinanti INTERVENTI

Dettagli

PROVINCIA DI PISA Servizio Politiche del lavoro. AVVISO PUBBLICO PER INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L OCCUPAZIONE DEI DISABILI L. 68/99 - Fondo Regionale

PROVINCIA DI PISA Servizio Politiche del lavoro. AVVISO PUBBLICO PER INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L OCCUPAZIONE DEI DISABILI L. 68/99 - Fondo Regionale PROVINCIA DI PISA Servizio Politiche del lavoro Allegato A AVVISO PUBBLICO PER INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L OCCUPAZIONE DEI DISABILI L. 68/99 - Fondo Regionale Premessa La Provincia di PISA adotta il presente

Dettagli

Provincia di Pisa PROVINCIA DI PISA

Provincia di Pisa PROVINCIA DI PISA PROVINCIA DI PISA Avviso per la concessione di incentivi alle imprese che assumono soggetti in mobilità, a valere sul POR Toscana OB.2 competitività regionale e occupazione 2007-2013 PROVINCIA DI PISA

Dettagli

Direttive e criteri di attuazione della legge regionale 13 agosto 2001, n. 12

Direttive e criteri di attuazione della legge regionale 13 agosto 2001, n. 12 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 36/ 20 DEL 26.7.2005 Direttive e criteri di attuazione della legge regionale 13 agosto 2001, n. 12 Art. 1 Ai fini dell applicazione delle presenti direttive e criteri di

Dettagli

Codice Unico di Progetto J43J13000550002 (Approvato con Disposizione dirigenziale n. 802/2013 R.G. 9931/2013 del 09/10/2013)

Codice Unico di Progetto J43J13000550002 (Approvato con Disposizione dirigenziale n. 802/2013 R.G. 9931/2013 del 09/10/2013) Settore Formazione e Lavoro Area Sistema produttivo, Lavoro e Welfare AVVISO PUBBLICO EROGAZIONE ALLA MICRO E PICCOLA IMPRESA DI INCENTIVI PER LA STABILIZZAZIONE DI GIOVANI UNDER 35 E RICONOSCIMENTO DI

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO

PROVINCIA DI BERGAMO PROVINCIA DI BERGAMO SERVIZIO SELEZIONI E ASSUNZIONI Via T. Tasso, n. 8 - BERGAMO (Tel. 035-387.103-4-5-6 - Fax 035-387.210) Http://www.provincia.bergamo.it e-mail: segreteria.personale@provincia.bergamo.it

Dettagli

PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO

PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO Fondo Regionale per l occupazione dei disabili di cui all art. 14 della Legge 12 marzo 1999, n.68 TIROCINI L.68/1999 IL DIRIGENTE AREA PERSONALE

Dettagli

ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE

ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE ALLEGATO 1 Criteri di partecipazione per la realizzazione di un programma sperimentale di sport terapia per persone con disabilita. D.G.R. 28/68 del 24/06/2011 L Assessorato dell Igiene e Sanità e dell

Dettagli

AVVISO 411/C INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI DONNE OVER 45

AVVISO 411/C INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI DONNE OVER 45 AVVISO 411/C Allegato A) INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI DONNE OVER 45 1. Obiettivi e principi dell intervento In un più ampio contesto di contrasto alla crisi e al fenomeno

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO. N. 292 Reg. Generale Det. Foggia, 24.01.2007

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO. N. 292 Reg. Generale Det. Foggia, 24.01.2007 PROVINCIA DI FOGGIA Piazz a XX Set t embr e, 20-71100 FOGGIA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE Via Paolo Telesforo, 25 - _ 0881/7911 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO N. 292

Dettagli

DECRETO N. 2863 Del 13/04/2015

DECRETO N. 2863 Del 13/04/2015 DECRETO N. 2863 Del 13/04/2015 Identificativo Atto n. 267 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO DOTE IMPRESA INCENTIVI ALL ASSUNZIONE DI PERSONE CON DISABILITÀ

Dettagli

VADEMECUM PER LE IMPRESE

VADEMECUM PER LE IMPRESE Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali VADEMECUM PER LE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ DEL PROGRAMMA PARI 2007 - Programma d Azione per il Reimpiego di lavoratori svantaggiati

Dettagli

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE.

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Prot. n 1214 AVVISO PUBBLICO BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Il Comune di Molinella,

Dettagli

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO: L

Dettagli

Provincia Ogliastra PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati

Provincia Ogliastra PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati Provincia Ogliastra PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati Interventi di sostegno al reddito e di formazione per disoccupati privi di ammortizzatori sociali

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA Provincia di Ancona

COMUNE DI SENIGALLIA Provincia di Ancona COMUNE DI SENIGALLIA Provincia di Ancona LEGGE REGIONALE 30/98 INTERVENTI A FAVORE DELLA FAMIGLIA ANNO 2014 IL DIRIGENTE - Richiamati: - La Legge Regionale n. 30 del 10.08.1998: Interventi a favore della

Dettagli

ASSESSORADU DE S IGIENE E SANIDADE E DE S ASSISTÈNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITÀ E DELL ASSISTENZA SOCIALE

ASSESSORADU DE S IGIENE E SANIDADE E DE S ASSISTÈNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITÀ E DELL ASSISTENZA SOCIALE Allegato alla Determinazione n. 538/18555 del 17.12.2013 Piano straordinario per lo sviluppo dei servizi socio-educativi per la prima infanzia Finanziamenti ai nidi e micronidi privati, già esistenti e

Dettagli

F.A.Q. MISURA 5 TIROCINI EXTRA-CURRICULARE, ANCHE IN MOBILITÀ GEOGRAFICA

F.A.Q. MISURA 5 TIROCINI EXTRA-CURRICULARE, ANCHE IN MOBILITÀ GEOGRAFICA F.A.Q. MISURA 5 TIROCINI EXTRA-CURRICULARE, ANCHE IN MOBILITÀ GEOGRAFICA YOUTH GUARANTEE - REGIONE CALABRIA FAQ CONCERNENTI LE PROCEDURE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA MISURA 5 TIROCINI EXTRA- CURRICULARE

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO CENTRO PER L IMPIEGO

PROVINCIA DI LIVORNO CENTRO PER L IMPIEGO PROVINCIA DI LIVORNO CENTRO PER L IMPIEGO NEWSLETTER PERIODICA DEL SERVIZIO SVILUPPO IMPRESE maggio 2014 n 18 Livorno, 16 maggio 2014 Questo servizio è a cura del consulente del Servizio Sviluppo Imprese.

Dettagli

31.10.2015 ORE 12:00

31.10.2015 ORE 12:00 AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI CORRELATI ALLE IMPOSTE LOCALI PAGATE con riferimento al periodo 01/01/2015-31/10/2015 importo stanziato: 10.000 euro PREMESSO che: - con la deliberazione

Dettagli

COMUNE DI SANTA FIORA Provincia di Grosseto

COMUNE DI SANTA FIORA Provincia di Grosseto COMUNE DI SANTA FIORA Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI DESTINATI ALLE NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI E ALLE IMPRESE APPROVATO con deliberazione del C.C. n 69 del 30.11.2011

Dettagli

Dispositivo 6 Lavoro e benessere: interventi a sostegno della conciliazione vita e lavoro

Dispositivo 6 Lavoro e benessere: interventi a sostegno della conciliazione vita e lavoro Dispositivo 6 Lavoro e benessere: interventi a sostegno della conciliazione vita e lavoro Premesse Le politiche per la conciliazione rappresentano un importante fattore di innovazione dei modelli sociali,

Dettagli

DOTE IMPRESA INCENTIVI ALL ASSUNZIONE DI PERSONE CON DISABILITA. Domande e risposte (FAQ)

DOTE IMPRESA INCENTIVI ALL ASSUNZIONE DI PERSONE CON DISABILITA. Domande e risposte (FAQ) DOTE IMPRESA INCENTIVI ALL ASSUNZIONE DI PERSONE CON DISABILITA Domande e risposte (FAQ) Ultimo aggiornamento 17/06/2015 IMPRESE BENEFICIARIE D Quali sono le imprese che possono beneficiare degli incentivi?

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA RAGUSA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA RAGUSA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA RAGUSA PROGETTO MISE/UNIONCAMERE N.105/2011 REALIZZAZIONE DI SERVIZI INTEGRATI PER FAVORIRE LA NASCITA DI NUOVE IMPRESE GIOVANILI E PER IL SOSTEGNO

Dettagli

Le organizzazioni di volontariato

Le organizzazioni di volontariato ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Le organizzazioni di volontariato Requisiti per diventare organizzazione di volontariato...17 Il registro regionale delle organizzazioni di volontariato:...18 Procedura per

Dettagli

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori 1. Premessa L Istituto per il Credito Sportivo (di seguito anche Istituto o ICS ) intende istituire e disciplinare un Elenco di operatori

Dettagli

SETTORE POLITICHE SCOLASTICHE, GIOVANILI E FORMAZIONE PROFESSIONALE SERVIZIO DIRITTO ALLO STUDIO AVVISO PUBBLICO

SETTORE POLITICHE SCOLASTICHE, GIOVANILI E FORMAZIONE PROFESSIONALE SERVIZIO DIRITTO ALLO STUDIO AVVISO PUBBLICO AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE SPESE DI TRASPORTO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI CHE FREQUENTANO ISTITUTI SUPERIORI DI SECONDO GRADO DELLA PROVINCIA. ANNO SCOLASTICO

Dettagli

DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE DI DISABILI PSICHICI IN COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B AVVISO PUBBLICO

DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE DI DISABILI PSICHICI IN COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B AVVISO PUBBLICO Settore Lavoro, Istruzione, Politiche Sociali PIANO PROVINCIALE PER IL SOSTEGNO E L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI ANNUALITA 2011-2012 DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE DI DISABILI PSICHICI

Dettagli

REGIONE TOSCANA Regolamento FONDO SPECIALE RISCHI PER LA PRESTAZIONE DI GARANZIE PER LAVORATORI NON IN POSSESSO DI CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO

REGIONE TOSCANA Regolamento FONDO SPECIALE RISCHI PER LA PRESTAZIONE DI GARANZIE PER LAVORATORI NON IN POSSESSO DI CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO ALLEGATO A REGIONE TOSCANA Regolamento FONDO SPECIALE RISCHI PER LA PRESTAZIONE DI GARANZIE PER LAVORATORI NON IN POSSESSO DI CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO Art. 1 (Definizioni) 1. Nel presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI SANT ANTIOCO (Provincia di Carbonia- Iglesias)

COMUNE DI SANT ANTIOCO (Provincia di Carbonia- Iglesias) COMUNE DI SANT ANTIOCO (Provincia di Carbonia- Iglesias) BANDO PUBBLICO PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DI AZIONI DI CONTRASTO DELLE POVERTA - Linea di intervento 3 - CONCESSIONE DI SUSSIDI PER LO SVOLGIMENTO

Dettagli

Il datore di lavoro potrà inoltrare richiesta di contributi anche per dipendenti già destinatari delle iniziative dei Dispositivi 3.3, 3.4 e 3.5.

Il datore di lavoro potrà inoltrare richiesta di contributi anche per dipendenti già destinatari delle iniziative dei Dispositivi 3.3, 3.4 e 3.5. Provincia di Bergamo 3.6.d ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE 1. Descrizione dell azione L iniziativa finanzia interventi finalizzati a migliorare l accessibilità dei lavoratori disabili nei luoghi

Dettagli

ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE

ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE D.G.R. n.36/6 del 5 settembre 2006 D. Dirett. n.407 del 12 dicembre 2005 A VVISO PUBBLICO per la presentazione delle domande di assegnazione di voucher formativi per apprendisti

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Roma, 05/11/2014 Circolare n. 137 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO AVVISO 3/12bis Modalità per la richiesta dei voucher formativi per i lavoratori delle imprese aderenti a For.Te. 1.

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Servizi Socio-Assistenziali AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI LANCIANO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Servizi Socio-Assistenziali AVVISO PUBBLICO Home Care Premium 2012 Comune di Lanciano COMUNE DI LANCIANO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Servizi Socio-Assistenziali AVVISO PUBBLICO PER L ISTITUZIONE DI

Dettagli

PROGETTO BIKE SHARING E BIKE SAVING IMPORTO COMPLESSIVO DI PROGETTO 536.328,00

PROGETTO BIKE SHARING E BIKE SAVING IMPORTO COMPLESSIVO DI PROGETTO 536.328,00 AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI DA INVITARE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO DI PROGETTAZIONE DEFINITIVA, ESECUTIVA E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE

Dettagli

C o m u n e d i T r i b i a n o PROVINCIA DI MILANO SERVIZI TIPO A"

C o m u n e d i T r i b i a n o PROVINCIA DI MILANO SERVIZI TIPO A AVVISO PUBBLICO AVVISO INFORMATIVO COOPERATIVE DI TIPO A E DI TIPO B AI SENSI DELLA LEGGE N. 381/1991 AL FINE D INDIVIDUARE I SOGGETTI CON CUI L AMMINISTRAZIONE COMUNALE POTRA PROCEDERE ALLA STIPULA DELLE

Dettagli

Procedura erogazione finanziamento diretto

Procedura erogazione finanziamento diretto REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO 10 LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO POR Calabria FSE 2007-2013 ASSE I ADATTABILITÀ Obiettivo Specifico Comune B: Favorire

Dettagli

Programma PARI 2007 Provincia di Sondrio INDICAZIONI OPERATIVE

Programma PARI 2007 Provincia di Sondrio INDICAZIONI OPERATIVE Provincia di Sondrio Programma PARI 2007 Provincia di Sondrio - Programma d Azione per il Reimpiego di lavoratori svantaggiati - INDICAZIONI OPERATIVE approvate con determinazione del dirigente del settore

Dettagli

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Prot. n. 2012/95598 Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Procedura selettiva, ai sensi degli artt. 9 e 11 della Legge 12 marzo 1999, n. 68, per l assunzione a tempo indeterminato

Dettagli

Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria

Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria ALLEGATO 1 SU CARTA INTESTATA DELL AZIENDA MARCA DA BOLLO 16,00 Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria Spett.le Regione Siciliana

Dettagli

PROVINCIA DI SALERNO

PROVINCIA DI SALERNO AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE SPESE DI TRASPORTO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI CHE FREQUENTANO ISTITUTI SUPERIORI DI SECONDO GRADO DELLA PROVINCIA. ANNO SCOLASTICO

Dettagli

SCADENZA ore 12 del giorno 14 gennaio 2016

SCADENZA ore 12 del giorno 14 gennaio 2016 SCADENZA ore 12 del giorno 14 gennaio 2016 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA COMPARTIMENTALE E INTERCOMPARTIMENTALE EX ART. 30 D.LGS. 165/2001 RISERVATA ESCLUSIVAMENTE ALLE PERSONE DISABILI DI CUI ALL ART.

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO PROVINCIA DI PISTOIA

PROVINCIA DI PRATO PROVINCIA DI PISTOIA PROVINCIA DI PRATO PROVINCIA DI PISTOIA Progetto per la realizzazione di misure aggiuntive di stabilizzazione e di politica attiva del lavoro e per il sostegno delle situazioni di maggiore difficoltà in

Dettagli

Dispositivo. Azioni di sistema per il sostegno del sistema delle cooperative sociali di tipo B

Dispositivo. Azioni di sistema per il sostegno del sistema delle cooperative sociali di tipo B Provincia di Como Assessorato Politiche Attive del Lavoro Servizio provinciale collocamento mirato disabili rende note le indicazioni per la presentazione di Progetti previsti dal Piano provinciale per

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI 2014-2016 OLTRE LA CRISI ANNO 2014 SISTEMA DOTALE - AVVISO 3) TIROCINI E ADOZIONI LAVORATIVE

PIANO PROVINCIALE DISABILI 2014-2016 OLTRE LA CRISI ANNO 2014 SISTEMA DOTALE - AVVISO 3) TIROCINI E ADOZIONI LAVORATIVE PIANO PROVINCIALE DISABILI 2014-2016 OLTRE LA CRISI ANNO 2014 SISTEMA DOTALE - AVVISO 3) TIROCINI E ADOZIONI LAVORATIVE 1) RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 8 novembre 1991 n. 381: Disciplina delle cooperative

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI SPECIALISTA TECNICO

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI SPECIALISTA TECNICO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI SPECIALISTA TECNICO La Società Trasporti Provinciale S.p.A. Bari (STP Bari SpA), in applicazione del proprio regolamento del 22/10/2008 per le

Dettagli

DIREZIONE LAVORO COLLOCAMENTO MIRATO LEGGE 68/99

DIREZIONE LAVORO COLLOCAMENTO MIRATO LEGGE 68/99 Allegato n. 1 DIREZIONE LAVORO COLLOCAMENTO MIRATO LEGGE 68/99 AVVISO PUBBLICO Fondo Regionale per l occupazione dei disabili di cui all art. 14 della Legge 12 marzo 1999, n. 68 Incentivi all'occupazione

Dettagli

POLIZZA PER RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE ARCHITETTI SECONDA CONVENZIONE CNAPPC

POLIZZA PER RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE ARCHITETTI SECONDA CONVENZIONE CNAPPC POLIZZA PER RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE ARCHITETTI SECONDA CONVENZIONE CNAPPC DISCIPLINARE Il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (di seguito per brevità

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DELLE RELAZIONI ISTITUZIONALI REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE NELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D. LGS. 163/2006

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. per la concessione di contributi a favore delle imprese che attivano rapporti di lavoro occasionale di tipo accessorio.

AVVISO PUBBLICO. per la concessione di contributi a favore delle imprese che attivano rapporti di lavoro occasionale di tipo accessorio. COMUNE DI CESENA SETTORE PROGETTI INTEGRATI - PARTECIPAZIONE LAVORO SVILUPPO GIOVANI - UNIVERSITÀ PGN: 100669/368 Piazza del Popolo 10-47521 Cesena Tel: 0547.356592-323 Fax 0547.356519 E-mail: ravaioli_v@comune.cesena.fc.it

Dettagli

Art. 2 Soggetti beneficiari

Art. 2 Soggetti beneficiari BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE ALLE IMPRESE COLPITE DALL ESONDAZIONE DEL FIUME SERCHIO NELLA PROVINCIA DI PISA Art. 1 Finalità

Dettagli

POLIZZA PER RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE ARCHITETTI -

POLIZZA PER RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE ARCHITETTI - POLIZZA PER RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE ARCHITETTI - CONVENZIONE CNAPPC DISCIPLINARE Il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (di seguito per brevità anche

Dettagli

ENTRO IL 15/12/2013 (farà fede il timbro di accettazione dell Ufficio protocollo del Comune).

ENTRO IL 15/12/2013 (farà fede il timbro di accettazione dell Ufficio protocollo del Comune). AVVISO PUBBLICO L Unione dei Comuni Vallata del Tronto RENDE NOTO che è possibile presentare domanda di accesso all ASSEGNO DI CURA per ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI. (Delibera di Giunta Regionale n. 6 del

Dettagli

I SERVIZI PER L IMPIEGOL

I SERVIZI PER L IMPIEGOL I SERVIZI PER L IMPIEGOL Assessore ai Servizi per l Impiegol Francesco Brendolise CONSIGLIO PROVINCIALE 6 LUGLIO 2012 SOSTEGNO AL REDDITO 1. MICROCREDITO 2. FONDO DI SOLIDARIETA 1. PROGETTO MICROCREDITO

Dettagli

DISOCCUPATI ed INOCCUPATI

DISOCCUPATI ed INOCCUPATI PROVINCIA DI CUNEO DIREZIONE SERVIZI AI CITTADINI E IMPRESE SETTORE FORMAZIONE E ISTRUZIONE AVVISO ai LAVORATORI OCCUPATI, DISOCCUPATI ed INOCCUPATI FORMAZIONE CONTINUA INDIVIDUALE PER LAVORATORI Anno

Dettagli

La Provincia di Bologna, Settore Servizi alla Persona e alla Comunità Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione

La Provincia di Bologna, Settore Servizi alla Persona e alla Comunità Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione A V V I S O P U B B L I C O 1 La Provincia di Bologna, Settore Servizi alla Persona e alla Comunità Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione RENDE NOTO C O L L O C A M E N T O M I R A T O D E

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Avviso di selezione di n 1 Collaboratore Segreteria - Profilo professionale Collaboratore Servizi Amministrativi Cat. B 3 - presso l Agenzia per la formazione, l orientamento e il lavoro della Provincia

Dettagli

C O M U N E D I C I N I S I P R O V I N C I A D I P A L E R M O

C O M U N E D I C I N I S I P R O V I N C I A D I P A L E R M O C O M U N E D I C I N I S I P R O V I N C I A D I P A L E R M O III Settore Lavori Pubblici I Ripartizione Lavori Pubblici Lettera d invito AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE DI IMPORTO INFERIORE A

Dettagli

CIRCOLARE n. 32 / 2013. Regione Lombardia Provincia di Milano POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO

CIRCOLARE n. 32 / 2013. Regione Lombardia Provincia di Milano POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO Terrazzini & partners consulenti del lavoro p.i./c.f. 05505810969 www.terrazzini.it Via Campanini n.6 20124 Milano Via Marsala n.29 26900 Lodi Via De Amicis n.10 27029 Vigevano t. +39 02 6773361 f. +39

Dettagli

FAVORE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO 2015 ed in relazione al corso della durata di ore DICHIARA

FAVORE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO 2015 ed in relazione al corso della durata di ore DICHIARA All.2) AUTOCERTIFICAZIONE Il sottoscritto nato/a a il in qualità di legale rappresentante dell impresa, iscritta alla Camera di Commercio di Bergamo con il n. REA, a seguito dell ammissione da parte del

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ***********************************************************************************************

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE *********************************************************************************************** Codice 11044 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE *********************************************************************************************** G. C. N. 46 DATA 12.3.2014 ***********************************************************************************************

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Avviso di selezione di n 1 Assistente gestione Risorse Umane - Profilo professionale Assistente gestione Risorse Umane Cat. C 1 - presso l Agenzia per la formazione, l orientamento e il lavoro della Provincia

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Avviso di selezione di n 1 Specialista gestione Risorse Umane - Profilo professionale Specialista gestione Risorse Umane Cat. D 1 - presso l Agenzia per la formazione, l orientamento e il lavoro della

Dettagli

assunzione di lavoratori a tempo determinato assunzione di lavoratori a tempo indeterminato stabilizzazione di lavoratori già presenti in azienda

assunzione di lavoratori a tempo determinato assunzione di lavoratori a tempo indeterminato stabilizzazione di lavoratori già presenti in azienda Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Edizione 2013 Incentivi alle micro, piccole e medie imprese di Milano e provincia per: assunzione di lavoratori a tempo determinato assunzione

Dettagli

PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Servizio 1 - Collocamento Provinciale Disabili

PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Servizio 1 - Collocamento Provinciale Disabili Data di Pubblicazione: 29/12/2014 Data Scadenza : 20/02/2015 PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Servizio 1 - Collocamento Provinciale Disabili AVVISO PUBBLICO ATTIVITÀ RIVOLTE AL SOSTEGNO

Dettagli

SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE

SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE COMUNE DI PISTOIA SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE RIAPERTURA DEI TERMINI E MODIFICA DEL BANDO (estensione della partecipazione ai cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti sul

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

Oggetto: Avviso pubblico per Realizzazione di interventi di politica attiva nel quadro delle Azioni di sistema Welfare to Work

Oggetto: Avviso pubblico per Realizzazione di interventi di politica attiva nel quadro delle Azioni di sistema Welfare to Work Allegato 1 Marca da bollo 14,62 Regione Lazio Dipartimento Programmazione Economica e Sociale Direzione Regionale Formazione e Lavoro Area Sviluppo Imprenditoria via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 00145 Roma

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 47660/AEP del 15/09/06 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE L ALLACCIAMENTO ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DEL GAS METANO PER LA TRASFORMAZIONE A GAS NATURALE DEGLI IMPIANTI PER RISCALDAMENTO

Dettagli

Indirizzo della sede / unità locale operativa Via c.a.p. Città Prov.

Indirizzo della sede / unità locale operativa Via c.a.p. Città Prov. Marca da bollo Euro 14,62 Spett.le CAMERA DI COMMERCIO DI ORISTANO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E REGOLAZIONE DEL MERCATO BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI ORISTANO

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma AVVISO PUBBLICO BONUS ASILO NIDO Art. 1 Obiettivi generali Il presente Avviso Pubblico nasce dall idea progettuale di armonizzare i tempi delle città sostenendo, in particolare la conciliazione tra il

Dettagli

IL RESPONSABILE DEI SERVIZI SOCIALI

IL RESPONSABILE DEI SERVIZI SOCIALI PLNA 2013 AVVISO PUBBLICO PER RICHIESTA ASSEGNO DISABILITA GRAVISSIME IL RESPONSABILE DEI SERVIZI SOCIALI RENDE NOTO CHE SONO APERTI I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE PER L EROGAZIONE DI ASSEGNI

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Provincia di Ravenna Bando per l assegnazione ai datori di lavoro pubblici e privati di contributi all assunzione di persone in situazione di disagio sociale e di donne prive di lavoro e per l assegnazione

Dettagli

COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O BANDO 2010

COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O BANDO 2010 COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O BANDO 2010 Approvato con Delibera della Giunta Comunale n del EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI BICICLETTE

Dettagli

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Allegato 3 UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Programma Sviluppo Rurale FEASR 2007 2013 Art. 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) 1698/05 Allegato

Dettagli

AMMORTIZZATORI SOCIALI _ LA MOBILITA

AMMORTIZZATORI SOCIALI _ LA MOBILITA AMMORTIZZATORI SOCIALI _ LA MOBILITA MOBILITÀ COLLETTIVA E' un ammortizzatore sociale per l'accompagnamento dei lavoratori licenziati per: riduzione di attività o lavoro trasformazione di attività cessazione

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari Servizio Pubblica Istruzione, Sport e Tempo Libero

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari Servizio Pubblica Istruzione, Sport e Tempo Libero BANDO PUBBLICO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE OPERANTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI TRIGGIANO - INDIVIDUAZIONE DEI CRITERI - Art. 1 FINALITA Il Comune di Triggiano

Dettagli

Delibera di G.C. N. 15 del 7 febbraio 2014

Delibera di G.C. N. 15 del 7 febbraio 2014 Avviso pubblico e Regolamento per la concessione di contributi a parziale concorso delle spese di organizzazione di viaggi in provincia di Napoli in periodi di bassa e media stagione Annualità 2014 Delibera

Dettagli

Piano Provinciale Disabili 2011 2012 Finanziamento 2012 Attività 2013 Fondo Regionale diritto al lavoro dei disabili L.R. 13/2003

Piano Provinciale Disabili 2011 2012 Finanziamento 2012 Attività 2013 Fondo Regionale diritto al lavoro dei disabili L.R. 13/2003 Piano Provinciale Disabili 2011 2012 Finanziamento 2012 Attività 2013 Fondo Regionale diritto al lavoro dei disabili L.R. 13/2003 DISPOSITIVO PROVINCIALE AZIONI DI SISTEMA Isole formative presso cooperative

Dettagli

PROVINCIA DI VERCELLI

PROVINCIA DI VERCELLI PROVINCIA DI VERCELLI Istruzione, Formazione, Lavoro e Politiche Sociali UFFICIO Lavoro DETERMINAZIONE DI IMPEGNO Atto N. 590 N. Mecc. PDET-574-2011 del 28/02/2011 del _1_/ 3 / 2010 OGGETTO DGR 84-12006

Dettagli

PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO

PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO Fondo Regionale per l occupazione dei disabili di cui all art. 14 della Legge 12 marzo 1999, n.68 Incentivi all'occupazione ANNO 2014 IL DIRIGENTE

Dettagli

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L INDIVIDUAZIONE DELLE IMPRESE OSPITANTI. Il Responsabile dell Area Socio-Culturale

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L INDIVIDUAZIONE DELLE IMPRESE OSPITANTI. Il Responsabile dell Area Socio-Culturale C O M U N E D I O L M E D O Provincia di Sassari LAV ORA PROGETTI PER L INCLUSIONE SOCIALE FSE POR SARDEGNA 2007/2013 REGIONE- SARDEGNA ASSE III INCLUSIONE SOCIALE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L INDIVIDUAZIONE

Dettagli

MESSAGGIO INPS n. 016771 del 16/10/2012

MESSAGGIO INPS n. 016771 del 16/10/2012 MESSAGGIO INPS n. 016771 del 16/10/2012 Oggetto: Indennità di mobilità ordinaria per i lavoratori del Gruppo Alitalia spa art. 1-bis del D.L. 5 ottobre 2004, n. 249 convertito, con modificazioni, dalla

Dettagli