Percorso di Capacity Building DECOMMISSIONING DEGLI IMPIANTI NUCLEARI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Percorso di Capacity Building DECOMMISSIONING DEGLI IMPIANTI NUCLEARI"

Transcript

1 Percorso di Capacity Building DECOMMISSIONING DEGLI IMPIANTI NUCLEARI

2 Il contesto di riferimento Il Programma Il Decommissioning è il termine che riassume le attività di mantenimento in sicurezza degli impianti, della rimozione del combustibile nucleare esaurito, la decontaminazione e smantellamento delle installazioni, la gestione e messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi, la risistemazione dell area ed il reinserimento nel contesto ambientale. La bonifica ambientale dei siti nucleari è un attività ad alto valore economico, sociale e ambientale, che si svolge con l impiego di tecnologie avanzate e con competenze altamente specializzate, nel rispetto dei più elevati standard nazionali e internazionali. In Europa l attività assumerà dimensioni significative nei prossimi dieci anni, ed il numero degli impianti che dovranno essere rimossi è ingente: si tratta di rimuovere le centrali che sono state realizzate negli anni che vanno dal 1960 al La Commissione Europea ha pubblicato numerose direttive, raccomandazioni, risoluzioni, regolamenti o semplici documenti tecnici di gruppi di esperti, con l obiettivo di dotarsi di una regolamentazione giuridicamente vincolante per l armonizzazione dei criteri di sicurezza degli impianti, della gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi. Aree Tematiche Decommissioning: attività, competenze, prodotti, servizi La gestione dei rifiuti radioattivi: norme, competenze, attività Il punto di vista dei più importanti attori L impegno di SOGIN in Italia e all estero I Progetti europei di decommissioning: tipologie di impianti, tempi, stazioni appaltanti Le potenzialità dell'industria italiana e le opportunità di sviluppo Servizi Offerti I Percorsi di Capacity Building di EnergyLab sono programmi di formazione e di divulgazione delle conoscenze, tra operatori ed istituzioni che ritengono interessante la condivisione delle reciproche competenze ed esperienze, su ipotesi specifiche di sviluppo e di fronte ad opportunità reali di mercato e di innovazione tecnologica nel settore dell energia. Le referenze accademiche assicurano la qualità dei contenuti e la correttezza del metodo di apprendimento. Organizzazione del progetto: Giuseppe Bolla, EnergyLab, Direttore del Programma Marco Ricotti, Politecnico di Milano, Responsabile scientifico Sara Boarin, Politecnico di Milano, Coordinamento tecnico Partecipano alle giornate di formazione: Giuseppe Sgorbati, Direttore Generale ARPA Lombardia Fabrizio Campi, Professore Associato Politecnico di Milano, Dip. Energia Carlo Lombardi, EnergyLab Le modalità Le attività prevedono giornate di formazione, seminari e visite. Si svolgeranno presso il Politecnico di Milano e con visite in sito Sono previste sei giornate da Maggio a Dicembre 2014

3 Calendario degli Appuntamenti di Formazione Introduzione al Decommissioning Giovedi 22 maggio 2014 Politecnico di Milano Campus Bovisa, Via Lambruschini 4 ore Sala del Consiglio Impianti Nucleari e Radioprotezione Martedì 3 giugno 2014 Politecnico di Milano - Campus Bovisa, Via Lambruschini 4 - ore Sala del Consiglio A seguire, Visita dei Laboratori del Politecnico La gestione di un programma di Decommissioning nucleare Lunedì 23 giugno 2014 Aula Magna Fondazione Ordine Ingegneri Milano, v. A. Doria n 9 ore Il mercato del Decommissioning in Italia Martedì 30 settembre 2014 (TbC) Scuola Italiana di Radioprotezione Sicurezza e Ambiente, Caorso ore 11 Visita della Centrale Nucleare di Caorso Il mercato del Decommissioning in Europa Martedì 13 mercoledì 14 ottobre 2014 (TbC) UK Visita sito in decommissioning Waste management Martedì 11 novembre 2014 Aula Magna Fondazione Ordine Ingegneri Milano, v. A. Doria n 9 ore Il riconoscimento di n. 22 CFP al presente percorso è stato autorizzato dall Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano, che ne ha valutato anticipatamente i contenuti formativi professionali e le modalità di attuazione. Crediti validi per i soli iscritti all'albo degli Ingegneri (Crediti validi su tutto il territorio nazionale).

4 Appuntamenti di Formazione Giovedi 22 maggio 2014 Politecnico di Milano Campus Bovisa, Via Lambruschini 4 ore Sala del Consiglio Introduzione al Decommissioning Cos è e come funziona il Decommissioning? Le attività del Decommissioning richiedono competenze tecniche sia di nicchia, sia generaliste, che si estendono dai processi chimici agli interventi sulle opere civili. In questo Appuntamento di formazione: Perimetro e le attività tipiche che compongono un programma di Decommissioning nucleare. Scopo e diverse strategie di Decommissioning: immediato/differito; con o senza riprocessamento del combustibile. Individuazione dei mestieri possibili del Decommissioning. Attività tipiche: caratterizzazione radiologica, decontaminazione, smantellamento (taglio dei metalli, demolizioni e scavi, ecc.), trattamento/confinamento dei rifiuti prodotti, bonifica del suolo. Aspetti di protezione ambientale nel decommissioning degli impianti nucleari Martedì 3 Giugno 2014 Politecnico di Milano Campus Bovisa, Via Lambruschini 4 ore Sala del Consiglio Impianti Nucleari e Radioprotezione Come funzionava una centrale? Quali sono le strutture e gli elementi da sottoporre al decommissioning? Un introduzione adatta anche a chi non si sia mai occupato di tematiche nucleari. In questo Appuntamento di formazione: Introduzione all energia nucleare Struttura di una centrale nucleare di I e II generazione Radioprotezione: misure, strumenti e applicazioni pratiche legate al decommissioning Visita dei nuovi Laboratori di Radioprotezione del Politecnico di Milano Lunedì 23 giugno 2014 FOIM, Viale Andrea Doria 9 ore Aula Magna La gestione di un programma di Decommissioning nucleare La contaminazione di alcune strutture nel sito nucleare è la peculiarità del Decommissioning che impone un attenzione particolare alle procedure e alle norme di qualità nell esecuzione del programma di lavoro. E fondamentale informare e orientare gli attori potenziali alle azioni da compiere e allineare i partecipanti ad un livello di familiarità con le procedure e la tracciabilità necessari. In questo Appuntamento di formazione: I temi normativi, le autorizzazioni, gli organismi di controllo, la pianificazione e controllo delle procedure, la validazione delle tecnologie, le certificazioni di qualità. I possibili modelli di organizzazione del lavoro di Decommissioning e di ripartizione delle responsabilità e dei ruoli nel programma (stazione appaltante, main contractor, sub-appaltori, ecc.) Il ruolo di Sogin come stazione appaltante in Italia e le opportunità e modalità di coinvolgimento delle aziende sub-appaltatrici.

5 Martedì 30 settembre 2014 (TbC) Scuola Italiana di Radioprotezione Sicurezza e Ambiente, Caorso ore 11 Il mercato del Decommissioning in Italia L industria italiana può intervenire a vari livelli nella filiera del Decommissioning, sia dal punto di vista organizzativo, sia dal punto di vista delle competenze tecniche. In questo Appuntamento di Formazione: La potenzialità dell industria italiana nel Decommissioning, sia per quanto riguarda le aziende già attive nel settore nucleare, sia per le aziende che, pur non avendo mai operato nel settore, possono gestire alcuni dei mestieri del Decommissioning svolgendo attività specifiche in sub-appalto. Le opportunità di sviluppo all interno della filiera del Decommissioning. I piani di intervento e le priorità relativi alle centrali da smantellare in Italia. Nel pomeriggio, Visita della Centrale Nucleare di Caorso Martedì 14 mercoledì 15 ottobre 2014 (TbC) (UK) Il mercato del Decommissioning in Europa Il Decommissionig è un mercato di ingente valore e un filone di business duraturo nel tempo, se si considera che, oltre ai Paesi che hanno deliberato l abbandono del nucleare e che dovranno smantellare gli impianti ormai chiusi o in fase di phase down, anche le nazioni che tuttora sfruttano l energia nucleare (e.g. Francia, Spagna, ecc.) dovranno gradualmente sostituire consistenti parchi-impianti per obsolescenza e fine-vita tecnica. In questo Appuntamento di Formazione: Una panoramica sugli impianti nucleari esistenti in Europa, pronti e/o prossimi al Decommissioning. I principali attori europei del Decommissioning nei vari Paesi. Le esperienze di Decommissioning e i progetti attualmente aperti. Identificazione delle opportunità di mercato per il Decommissioning in Europa Quantificazione della dimensione economica del business e dei fondi per il Decommissioning. Visita sito in decommissiong Martedì 11 novembre FOIM, Viale Andrea Doria 9 ore Aula Magna Waste management La gestione dei rifiuti radioattivi prodotti dal Decommissioning è a sua volta una filiera di attività di grande rilevanza. Oltre alla gestione delle rifiuti nucleari, lo smaltimento interessa materiali inerti o a bassa attività. In questo Appuntamento di Formazione: La classificazione dei rifiuti e il contesto normativo (Guida 26 e questione del relativo aggiornamento). Le attività e competenze specifiche inerenti al condizionamento e confinamento dei rifiuti ad alta attività. Il recupero e riutilizzo di materiali materiali strutturali di rilevante interesse economico (acciaio, calcestruzzo). Gestione del combustibile nucleare: strategie alternative di riprocessamento o smaltimento. Il deposito definitivo per scorie ad alta attività: questione nazionale o internazionale? Processi di convergenza a livello internazionale e gli scenari possibili per i rifiuti radioattivi italiani. Il Parco Tecnologico collegato al sito di stoccaggio definitivo dei rifiuti nucleari e le sue opportunità.

6 Le Competenze GIUSEPPE BOLLA E Senior Advisor di EnergyLab e membro del Comitato Scientifico AIN (Associazione Italiana Nucleare). Collabora, in qualità di esperto, con il Ministero dell Università e della Ricerca per progetti in campo energetico e in materia di efficienza energetica. Laureato in Ingegneria Nucleare presso il Politecnico di Milano, svolge per i primi anni attività di ricerca e docenza producendo pubblicazioni scientifiche sulla termoidraulica. Nel 1973 inizia a lavorare per ENEL dove partecipa alla progettazione e realizzazione della Centrale Nucleare di Caorso. In ENEL ricopre diversi incarichi tra cui Responsabile Esercizio, Responsabile Pianificazione, Manutenzione e Gestione e Responsabile generale dell Impianto. Coordina le attività di consulenza all estero in campo nucleare (in particolare attività TACIS e l avviamento e l esercizio delle Centrali di Laguna Verde Messico) e partecipa come esperto a team Internazionali INPO, WANO, IAEA (Missioni OSART). Dal 1997 diventa responsabile di tutte le Centrali Nucleari, occupandosi in particolare delle attività di decommissioning, e partecipa alla costituzione della nuova società SOGIN di cui diventa Direttore tecnico nel Dal 2007 al 2009 è responsabile di tutte le attività di mantenimento in sicurezza e decommissioning degli impianti del ciclo del combustibile EX- ENEA. Dal 2009 svolge attività di consulenza. MARCO RICOTTI Ordinario di Impianti Nucleari, è vice-direttore del Dipartimento di Energia, è stato membro del Senato Accademico e del Nucleo di Valutazione dell Ateneo. Laureato in Ingegneria Nucleare al Politecnico di Milano, ha ottenuto poi il Dottorato di Ricerca in Scienza e Tecnologia negli Impianti Nucleari. Si è dedicato allo studio e allo sviluppo di reattori nucleari innovativi (GenIII+, GenIV), in particolare i reattori integrali e SMR (Small-medium size Modular Reactors). E membro del Consiglio Direttivo del consorzio CIRTEN (Consorzio Inter- universitario per la Ricerca Tecnologica Nucleare) e del Comitato Scientifico della Fondazione EnergyLab. Presidente del Consiglio Scientifico del consorzio LEAP (Laboratorio Energia e Ambiente Piacenza). Membro dell American Nuclear Society. Membro nominato dell Autorità per la Sicurezza Nucleare Italiana. GIUSEPPE SGORBATI Direttore Tecnico Scientifico di ARPA Lombardia, con incarico di sviluppo dei progetti di ricerca ed innovazione nel campo della protezione ambientale. In passato è stato Direttore del Dipartimento di Milano, Coordinatore dei Dipartimenti della Lombardia, Direttore Centrale del Settore Agenti Fisici ed ha allestito la struttura di Riferimento per la Radioprotezione di ARPA Lombardia. E laureato in fisica e specializzato in fisica sanitaria, ed ha insegnato per molti anni Misure Nucleari Ambientali nel corso di laurea in Fisica dell Università degli studi di Milano. E attualmente professore a contratto presso l Università Milano Bicocca, corso di laurea in Fisica, insegnamento di Radiazioni Elettromagnetiche. All inizio della carriera lavorativa, inoltre, ha operato nel settore dell energia nucleare. Ha affrontato numerose tematiche radioprotezionistiche a livello ambientale, industriale e per la gestione dei rifiuti radioattivi e ha contribuito all evoluzione normativa e regolamentare nazionale e regionale.

7 FABRIZIO CAMPI Professore Associato del Politecnico di Milano, Dipartimento di Energia, titolare dei corsi Radioprotezione e Radioprotezione Applicata Laureato in Ingegneria Nucleare con una tesi sperimentale su un metodo originale di misura integrale del tritio in aria, ha iniziato a lavorare come ricercatore presso CISE S.p.A., nella sezione di ricerca sulla riduzione delle emissioni da impianti termici di potenza. Dal 1992 e stato ricercatore universitario presso il Dipartimento di Ingegneria Nucleare del Politecnico di Milano nel laboratorio di Radioprotezione, di cui ora e il Responsabile. E inoltre Direttore dell impianto nucleare L54M ospitato dal Dipartimento di Ingegneria Nucleare e Responsabile della contabilità delle Materie Nucleari Speciali sottoposte alle salvaguardie Euratom/IAEA. Membro della Commissione Rischio e Radiazione, del gruppo CEI CT 345 Strumentazione di Radioprotezione, Rappresentante per l Ateneo presso il CIRTEN. CARLO LOMBARDI Laureato in ingegneria nucleare al Politecnico di Milano, fino al 1981 è ricercatore presso il CISE svolgendo attività analitiche e sperimentali di impiantistica nucleare. Dal 1981 al 1986 è responsabile della divisione progettazione del combustibile nucleare presso l'agip. Docente dal 1970 in Impianti Nucleari presso il Politecnico di Milano, diventa nel 1986 professore a tempo pieno nella stessa disciplina. In pensione dal 2004, è attualmente membro del Consiglio Scientifico dell'enea e rappresentante italiano presso organizzazioni comunitarie per la programmazione della ricerca nucleare. SARA BOARIN Laureata in Ingegneria Nucleare e in Ingegneria Gestionale, si occupa di consulenza strategica nei settori tecnologicamente avanzati (nucleare, aerospaziale, idrogeno). Si è occupata di operazioni di finanza straordinaria presso primarie banche d investimento internazionali e dal 2007 collabora con il Politecnico di Milano Dip.to di Energia dedicandosi alla valutazione tecnico-economica di progetti di ricerca nel settore nucleare. E membro delegato presso OECD-NEA Working Party on Nuclear Energy Economics; è stata membro delegato presso IAEA ( ) nell ambito della ricerca sugli aspetti economici dei reattori modulari di piccola dimensione (Small Modular Reactors). Ha contribuito al consorzio internazionale per lo sviluppo del reattore IRIS (Intl. Reactor Innovative and Secure), occupandosi dell analisi tecnico-economica. Docente sul tema nuclear power economics al Politecnico di Milano e al Master Universitario di II livello in Scienze e Tecnologie degli impianti nucleari (2010, Genova - Facoltà di Ingegneria e Scienze MFN).

Il decommissioning nucleare: l esperienza italiana

Il decommissioning nucleare: l esperienza italiana Il decommissioning nucleare: l esperienza italiana Milano, 12 dicembre 2014 Emanuele Fontani Amministratore Delegato Nucleco 1 SOMMARIO o Gruppo Sogin o Nucleco o Il decommissioning degli impianti nucleari

Dettagli

BONIFICARE I SITI NUCLEARI E METTERE IN SICUREZZA TUTTI I RIFIUTI RADIOATTIVI: UNA PRIORITÀ PER L ITALIA

BONIFICARE I SITI NUCLEARI E METTERE IN SICUREZZA TUTTI I RIFIUTI RADIOATTIVI: UNA PRIORITÀ PER L ITALIA APPROFONDIMENTI / 75 BONIFICARE I SITI NUCLEARI E METTERE IN SICUREZZA TUTTI I RIFIUTI RADIOATTIVI: UNA PRIORITÀ PER L ITALIA LUCA CITTADINI, Direttore Gruppo Sogin L e applicazioni del nucleare non si

Dettagli

L offerta formativa universitaria nel settore energia

L offerta formativa universitaria nel settore energia Politecnico di Torino Ingegneria Energetica L offerta formativa universitaria nel settore energia Piero Ravetto Presidente del Consiglio dell Area di Formazione in Ingegneria Energetica 23 maggio 2008

Dettagli

Energy Management DI PRIMO LIVELLO

Energy Management DI PRIMO LIVELLO Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO A PORDENONE Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO Il Master si propone nel territorio in risposta alla

Dettagli

Incontro con i cittadini di Caorso. 14 marzo 2008

Incontro con i cittadini di Caorso. 14 marzo 2008 1 Incontro con i cittadini di Caorso 14 marzo 2008 2 Sommario Piano industriale Il piano industriale 2007-2011 L accelerazione Il recupero di efficienza Il modello organizzativo Il progetto sicurezza Il

Dettagli

SOGIN - Profilo Istituzionale

SOGIN - Profilo Istituzionale SOGIN - Profilo Istituzionale Proteggiamo il presente Garantiamo il futuro CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Giuseppe Zollino -Presidente Riccardo Casale -Amministratore Delegato Lorenzo Mastroeni -Vice Presidente

Dettagli

Corso su MANAGEMENT PER OBIETTIVI E PER PROCESSI NELL UNIVERSITÀ

Corso su MANAGEMENT PER OBIETTIVI E PER PROCESSI NELL UNIVERSITÀ Corso su MANAGEMENT PER OBIETTIVI E PER PROCESSI NELL UNIVERSITÀ Roma, 29 febbraio 1 marzo 2012 Roma, 7-8 giugno 2012 (replica) sede Fondazione CRUI Piazza Rondanini, 48 00186 Roma Il corso assegna i crediti

Dettagli

Decreto del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 7 agosto 2015

Decreto del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 7 agosto 2015 Decreto del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 7 agosto 2015 Classificazione dei rifiuti radioattivi, ai sensi dell'articolo 5 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 45.

Dettagli

E possibile una ripresa dell impegno nucleare in Italia?

E possibile una ripresa dell impegno nucleare in Italia? 1 E possibile una ripresa dell impegno nucleare in Italia? L organizzazione del decommissioning italiano Università Bocconi 7 maggio 2008 2 Il mercato Numero di reattori* in decommissioning 300 26 3 2

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO 4 CORSO. 15 novembre 2013. education

PROGRAMMA DIDATTICO 4 CORSO. 15 novembre 2013. education PROGRAMMA DIDATTICO 4 CORSO 15 novembre 2013 education PIANIFICAZIONE D IMPRESA Il processo di pianificazione fornisce la metodologia per mettere a fuoco la mission, gli obiettivi, le strategie, le risorse

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Corso di Aggiornamento Professionale Coordinatori dei Processi di AutoValutazione PREMESSA

Dettagli

DECOMMISSIONING DEGLI IMPIANTI NUCLEARI: Compatibilità Ambientale, Sicurezza e Radioprotezione

DECOMMISSIONING DEGLI IMPIANTI NUCLEARI: Compatibilità Ambientale, Sicurezza e Radioprotezione V Convegno Nazionale NAD 10 Anni di impegno guardando al futuro DECOMMISSIONING DEGLI IMPIANTI NUCLEARI: Compatibilità Ambientale, Sicurezza e Radioprotezione Fabio Chiaravalli - SOGIN Direttore Ambiente,

Dettagli

Corso di alta formazione per Energy Manager

Corso di alta formazione per Energy Manager Corso di alta formazione per Energy Manager Responsabile per la conservazione e l uso razionale dell energia L energia rappresenta sempre più un tema centrale a livello politico e sociale, su cui si giocheranno

Dettagli

Emanato con Decreto Rettorale n. 340/AG del 01 febbraio 2013

Emanato con Decreto Rettorale n. 340/AG del 01 febbraio 2013 Emanato con Decreto Rettorale n. 340/AG del 01 febbraio 2013 REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA GESTIONALE Art. 1 - Il Dipartimento Art. 1.1 Generalità e obiettivi

Dettagli

Regolamento del Laboratorio Prove Materiali e Costruzioni (Testing Lab for Materials, Buildings and Civil Structures)

Regolamento del Laboratorio Prove Materiali e Costruzioni (Testing Lab for Materials, Buildings and Civil Structures) Regolamento del Laboratorio Prove Materiali e Costruzioni (Testing Lab for Materials, Buildings and Civil Structures) Emanato con Decreto del Rettore n. 1359/AG del 04 maggio 2013 Art. 1 Finalità Il Laboratorio

Dettagli

CURRICULUM VITAE DI GIOVANNI TOLETTI

CURRICULUM VITAE DI GIOVANNI TOLETTI CURRICULUM VITAE DI GIOVANNI TOLETTI Nome: Toletti Giovanni Data di nascita: 12 novembre 1970 Indirizzo: Via Norberto Bobbio 9, 20096 Pioltello (MI), Italy Telefono: +39 02 2399.2800 Fax: +39 02 2399.4083

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI SETTEMBRE 2013 GENNAIO 2014 Fondazione CUOA Da oltre 50 anni Fondazione CUOA forma la nuova classe manageriale e imprenditoriale.è la prima business school

Dettagli

IX edizione a.a. 2013-2014

IX edizione a.a. 2013-2014 IX edizione a.a. 201-2014 1 Il Master Cosa è Il master EFER - Efficienza Energetica e Fonti Energetiche Rinnovabili - è un master universitario di II livello, finalizzato alla formazione di diverse figure

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Dipartimento di Economia

Dipartimento di Economia Dipartimento di Economia RETTORE: PROF.SSA GALVANI ADRIANA PRESIDENTE DIPARTIMENTALE: DOTT. LAVALLE NICOLA Corso di Laurea in Economia e Finanza Internazionale DIPARTIMENTO DI ECONOMIA Corso di Laurea

Dettagli

Deve essere ancora consolidata un area di specializzazione formativa sul tema dell impiantistica industriale.

Deve essere ancora consolidata un area di specializzazione formativa sul tema dell impiantistica industriale. Il contesto In Liguria esiste una pluralità di grandi imprese impiantistiche operanti a livello internazionale e un patrimonio industriale unico a livello nazionale. Deve essere ancora consolidata un area

Dettagli

Art. 4: è necessario specificare la percentuale di tempo da dedicare allo studio individuale.

Art. 4: è necessario specificare la percentuale di tempo da dedicare allo studio individuale. Allegato 2 Art. 4. Crediti formativi universitari Testo approvato Rilievi CUN Testo adeguato ai rilievi 1. Il credito formativo universitario (cfu) - di seguito denominato credito - è l unità di misura

Dettagli

Articolo 1 (Definizioni)

Articolo 1 (Definizioni) REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI PROFESSIONALIZZANTI: MASTER UNIVERSITARI, CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Articolo 1 (Definizioni) Ai sensi del presente

Dettagli

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 7 agosto 2015

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 7 agosto 2015 MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 7 agosto 2015 Classificazione dei rifiuti radioattivi, ai sensi dell'articolo 5 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 45. (15A06407)

Dettagli

Prof. Agostino Bruzzone. www.master.impianti..master.impianti.unige.itit

Prof. Agostino Bruzzone. www.master.impianti..master.impianti.unige.itit 1 PROMOTORI AZIENDE PARTNER 2 COS È Un Percorso Formativo Post-universitario per Allievi Laureati Quinquennali (o specialisti) in Ingegneria che vogliano intraprendere la carriera di Progettisti di Processo

Dettagli

Centrale del Garigliano Tavolo della Trasparenza 27 novembre 2012. Sessa Aurunca

Centrale del Garigliano Tavolo della Trasparenza 27 novembre 2012. Sessa Aurunca Centrale del Garigliano Tavolo della Trasparenza 27 novembre 2012 Sessa Aurunca Sogin Sogin è la Società di Stato incaricata della bonifica ambientale dei siti nucleari e della gestione in sicurezza dei

Dettagli

INGEGNERIA PER L AMBIENTE

INGEGNERIA PER L AMBIENTE Studio associato di ingegneria per l ambiente INGEGNERIA PER L AMBIENTE E PER IL RISPARMIO ENERGETICO professionisti per l impresa e per i suoi obiettivi sostenibilità ambientale risparmio ed efficienza

Dettagli

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT Dai il via al tuo futuro ACCENDI NUOVE OPPORTUNITÀ Il tuo futuro parte adesso. Perché il mondo delle telecomunicazioni è il futuro. E Telecom Italia

Dettagli

Tavolo della Trasparenza

Tavolo della Trasparenza 1 Tavolo della Trasparenza Regione Piemonte Torino, 14 gennaio 2010 2 Indice Attività in Piemonte Impianto Fabbricazioni nucleari - Bosco Marengo Centrale E. Fermi - Trino Impianto EUREX - Saluggia Sicurezza

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome PESCE FILOMENA Indirizzo POTENZA VIA ACERENZA 4 Telefono 0971 25443 Fax E-mail filomena.pesce@alice.it Nazionalità

Dettagli

MAPPATURA RAGIONATA DEL PROCEDIMENTO

MAPPATURA RAGIONATA DEL PROCEDIMENTO Divisione Supporto alla Ricerca Scientifica e al Trasferimento Tecnologico MAPPATURA RAGIONATA DEL PROCEDIMENTO DI COSTITUZIONE DI START UP E START UP DI RICERCA DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO Fasi

Dettagli

Corso di formazione 2015

Corso di formazione 2015 Corso di formazione 2015 LA REVISIONE E L ARMONIZZAZIONE CONTABILE NEGLI ENTI LOCALI: come strutturare i controlli a fronte della nuova architettura contabile Ferrara 2, 3 e 9 ottobre 2015 Iscrizioni entro

Dettagli

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER \ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Art.1 Master universitari REGOLAMENTO MASTER 1. In attuazione dell articolo 1,

Dettagli

Audizione in Commissione Industria, commercio, turismo del Senato della Repubblica Indagine conoscitiva sulla strategia energetica Nazionale

Audizione in Commissione Industria, commercio, turismo del Senato della Repubblica Indagine conoscitiva sulla strategia energetica Nazionale Audizione in Commissione Industria, commercio, turismo del Senato della Repubblica Indagine conoscitiva sulla strategia energetica Nazionale Roma, 10 luglio 2012 Sogin Sogin è la Società di Stato incaricata

Dettagli

Salvo Mura Coordinamento Area Didattica. Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future

Salvo Mura Coordinamento Area Didattica. Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future Salvo Mura Coordinamento Area Didattica Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future Il Coordinamento Area Didattica è stato costituito come unità organizzativa nel 2008 e le

Dettagli

Politica per la Qualità della Formazione

Politica per la Qualità della Formazione Politica per la Qualità della Formazione Valutazione e accreditamento lasciano un segno se intercettano la didattica nel suo farsi, se inducono il docente a rendere il suo rapporto con i discenti aperto,

Dettagli

PERCORSO EXECUTIVE IN MANAGEMENT PUBBLICO A.A. 2015-2016

PERCORSO EXECUTIVE IN MANAGEMENT PUBBLICO A.A. 2015-2016 PERCORSO EXECUTIVE IN MANAGEMENT PUBBLICO A.A. 2015-2016 Negli ultimi anni le amministrazioni pubbliche, e in particolar modo le Regioni, sono coinvolte in un processo di forte cambiamento dettato dalla

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO Art. 1 Corsi per master universitario 1. L Università promuove, secondo la normativa vigente corsi di alta formazione per il conseguimento di diplomi di master

Dettagli

In collaborazione con

In collaborazione con Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente CORSO DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER ENERGY MANAGERS MULTISETTORIALE Civile Pubblica Amministrazione Professionisti Salerno: 16 20

Dettagli

Giovani, Scuola e Ricerca per l Ambiente Competenze e Attività di Ricerca&Sviluppo del Dipartimento di Energia

Giovani, Scuola e Ricerca per l Ambiente Competenze e Attività di Ricerca&Sviluppo del Dipartimento di Energia Giovani, Scuola e Ricerca per l Ambiente Competenze e Attività di Ricerca&Sviluppo del Dipartimento di Energia Prof. Fabio Inzoli 30 novembre 2013 Il logo del Politecnico di Milano Dettaglio dell affresco

Dettagli

Master annuale di secondo livello Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie. a.a. 2011-2012 IUAV - ARPAV

Master annuale di secondo livello Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie. a.a. 2011-2012 IUAV - ARPAV Master annuale di secondo livello Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie a.a. 2011-2012 IUAV - ARPAV Obiettivi del master Migliorare il grado di percezione, interpretazione, gestione e comunicazione

Dettagli

Il progetto nazionale per la gestione dei rifiuti radioattivi

Il progetto nazionale per la gestione dei rifiuti radioattivi Il progetto nazionale per la gestione dei rifiuti radioattivi IL DEPOSITO NAZIONALE PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI RADIOATTIVI: ASPETTI GEOLOGICI ED AMBIENTALI FABIO CHIARAVALLI Direttore Deposito Nazionale

Dettagli

RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT

RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT AREA TRANSPORT MANAGEMENT Modulo Base RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT Mercoledì 23 maggio 2012 Il corso si pone come obiettivo l approfondimento delle principali tematiche

Dettagli

Disattivazione degli impianti nucleari italiani situazione e prospettive

Disattivazione degli impianti nucleari italiani situazione e prospettive Disattivazione degli impianti nucleari italiani situazione e prospettive Roberto Mezzanotte ISPRA Vercelli, 24 Marzo 2009 Prime esperienze Reattore Avogadro - Saluggia trasformato in deposito temporaneo

Dettagli

Bilancio, amministrazione e finanza degli istituti religiosi

Bilancio, amministrazione e finanza degli istituti religiosi Corso di Alta Formazione Bilancio, amministrazione e finanza degli istituti religiosi Per favorire la sostenibilità economica e assicurare la continuità dell opera ALTIS, Università Cattolica del Sacro

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE Piacenza e Cremona

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE Piacenza e Cremona UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE Piacenza e Cremona I TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO : UNO STRUMENTO DI POLITICA ATTIVA DEL LAVORO ESPERIENZE, CRITICITA E PROPOSTE DI MIGLIORAMENTO PIACENZA,

Dettagli

TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE

TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE Quadro normativo di riferimento: obblighi a livello nazionale/regionale e direttrice evolutiva Progettazione del sistema di regolazione e valutazione tecnico-economica

Dettagli

Formazione Tecnica TM

Formazione Tecnica TM Formazione Tecnica TM Migliorare le competenze e la professionalità delle persone Mappatura competenze auspicate Formazione Formazione continua Test competenze possedute Corsi e seminari di formazione

Dettagli

Il vento: energia per le idee

Il vento: energia per le idee Il vento: energia per le idee Essere manager delle energie rinnovabili: l energia eolica Introduzione Diverse sono le problematiche che devono affrontare coloro che desiderano occuparsi di Energia rinnovabile:

Dettagli

Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale

Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale ACCADEMIA PER UFFICIALI E SOTTUFFICIALI DI POLIZIA LOCALE Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale Codice APL3003/AE Sede: Colonia Enrichetta, Via

Dettagli

Ruolo della formazione nella sicurezza degli alimenti Alessandro Mangia

Ruolo della formazione nella sicurezza degli alimenti Alessandro Mangia Università degli Studi di Parma Ruolo della formazione nella sicurezza degli alimenti Alessandro Mangia La Sicurezza degli alimenti tema prioritario per l opinione pubblica e nell agenda dei governi mondiali

Dettagli

Figure Professionali «Eco-innovazioni»

Figure Professionali «Eco-innovazioni» Figure Professionali «Eco-innovazioni» ESPERTO DI NUOVI MATERIALI GREEN JOBS Formazione e Orientamento INTRODUZIONE DI CONTESTO E LEGAME CON I CONCETTI DI ECO-INNOVAZIONE Per chimica verde, o nella accezione

Dettagli

ARPAT. Politica per la Qualità

ARPAT. Politica per la Qualità ARPAT Politica per la Qualità POLITICA PER LA QUALITÀ La missione di ARPAT L Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana (ARPAT) concorre alla promozione dello sviluppo sostenibile e contribuisce

Dettagli

Ordine degli Architetti P. P. e C. della Provincia di Bergamo

Ordine degli Architetti P. P. e C. della Provincia di Bergamo Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile CORSO DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER ENERGY MANAGERS ( ai sensi della Legge 10/91, art. 19) SETTORE:

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 Art. 1. FINALITA Presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Trieste è istituito il Master Universitario

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE IN 10 GIORNATE A FAVORE DI CENTRI DI COMPETENZA

PERCORSO DI FORMAZIONE IN 10 GIORNATE A FAVORE DI CENTRI DI COMPETENZA Dott., Dott. Ing. Sara Giordani, MBA Piazza Matteotti 17 36100 Vicenza Italy Tel. +39-0444-326515 Fax: +39-0444-327132 Mobile +39-348-1207924 E-m: sara@giordani-consulting.com E-m: sara.giordani@ttplab.com

Dettagli

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Formazione Permanente Milano, 24 ottobre - 29 novembre 2012 In collaborazione con: Finalità

Dettagli

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor Advantage Skills Advantage Skills European Financial Advisor Program Il Corso Advantage Skills (European Financial Advisor Program) è un corso di alta qualificazione professionale, rivolto a chi opera

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Regolamento del Centro di Servizi Sistema di Supporto alla Ricerca, Innovazione e Trasferimento Tecnologico Articolo 1. Costituzione e scopi 1. Il Centro di Servizi Sistema di Supporto alla Ricerca, Innovazione

Dettagli

MAPPATURA RAGIONATA DEL PROCEDIMENTO

MAPPATURA RAGIONATA DEL PROCEDIMENTO Divisione Supporto alla Ricerca Scientifica e al Trasferimento Tecnologico MAPPATURA RAGIONATA DEL PROCEDIMENTO DI COSTITUZIONE DI SPIN OFF E START UP ACCADEMICI DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO Fasi

Dettagli

Al servizio dell ambiente, al vostro servizio.

Al servizio dell ambiente, al vostro servizio. Al servizio dell ambiente, al vostro servizio. Tutte le risposte che cercate, in un unico Partner Da 50 anni operiamo al fianco di Aziende, Enti e Comuni, fornendo servizi di recupero e trattamento di

Dettagli

Breve curriculum vitae Vincenzo Pellegrini

Breve curriculum vitae Vincenzo Pellegrini Breve curriculum vitae Vincenzo Pellegrini nato a San Donà di Piave (VE) il 5 aprile 1967 (C.F. PLLVCN67D05H823E) residente in Refrontolo, via Faè n. 3; laureato in giurisprudenza presso l Università di

Dettagli

Corso di Laurea in Fisica

Corso di Laurea in Fisica OBIETTIVI FORMATIVI Università degli Studi di Parma Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra M. Melloni Corso di Laurea in Fisica Laurea di I livello nella Classe L-30 Scienze e Tecnologie Fisiche

Dettagli

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli Istituti Religiosi

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli Istituti Religiosi ALTA SCUOLA IMPRESA E SOCIETÀ CORSO DI ALTA FORMAZIONE Direzione e gestione delle scuole paritarie degli Istituti Religiosi Università Cattolica del Sacro Cuore Milano, 8 novembre 2014-18 luglio 2015 In

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE. Art. 1. (Ambito di applicazione)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE. Art. 1. (Ambito di applicazione) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE Art. 1 (Ambito di applicazione) Il presente Regolamento disciplina le finalità, l organizzazione

Dettagli

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia Argomenti trattati Evoluzione delle figura professionale: da EM a EGE L Esperto in Gestione dell Energia Requisiti, compiti e competenze secondo UNI CEI 11339 Opportunità Schema di certificazione L Energy

Dettagli

Tech in Time. Ing. De Cesco Fabio

Tech in Time. Ing. De Cesco Fabio Tech in Time 1/15 La business idea Risolvere problemi complessi di ottimizzazione, utilizzando tecniche e strumenti innovativi di ricerca, al fine di garantire ai nostri clienti soluzioni molto soddisfacenti

Dettagli

Gestione, Sviluppo e Amministrazione delle Risorse Umane

Gestione, Sviluppo e Amministrazione delle Risorse Umane Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo Gestione, Sviluppo e Amministrazione delle Risorse

Dettagli

Scuola di Dottorato della Università degli Studi di Roma Foro Italico

Scuola di Dottorato della Università degli Studi di Roma Foro Italico Scuola di Dottorato della Università degli Studi di Roma Foro Italico STATUTO Art. 1 - Obiettivi e finalità della Scuola di Dottorato 1. La Scuola di Dottorato è una struttura dell Università degli Studi

Dettagli

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli istituti religiosi

Direzione e gestione delle scuole paritarie degli istituti religiosi CORSO DI ALTA FORMAZIONE Direzione e gestione delle scuole paritarie degli istituti religiosi Per le scuole di istituti religiosi e altri enti II edizione Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore 12

Dettagli

Contract Administration

Contract Administration - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PROJECT MANAGEMENT Contract Administration

Dettagli

il Master Cosa è A chi si rivolge I docenti

il Master Cosa è A chi si rivolge I docenti X edizione a.a. 2014-2015 il Master Cosa è Il master EFER - Efficienza Energetica e Fonti Energetiche Rinnovabili - è un master universitario di II livello, finalizzato alla formazione di diverse figure

Dettagli

Laurea in D.M. 270/04 SCUOLA DI INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA SCUOLA DI INGEGNERIA DEI SISTEMI SCUOLA DI ARCHITETTURA E SOCIETÀ LAUREA MAGISTRALE IN

Laurea in D.M. 270/04 SCUOLA DI INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA SCUOLA DI INGEGNERIA DEI SISTEMI SCUOLA DI ARCHITETTURA E SOCIETÀ LAUREA MAGISTRALE IN Laurea in D.M. 270/04 LAUREA MAGISTRALE IN (D.M. 270/04) I nuovi scenari La sfida ambientale Le potenzialità della tecnologia Le dinamiche dell innovazione 2 Queste sfide richiedono: Nuove abilità e aggregazioni

Dettagli

Strumenti gestionali per la valutazione e la programmazione del sistema scolastico in ambito territoriale

Strumenti gestionali per la valutazione e la programmazione del sistema scolastico in ambito territoriale Programma del corso di formazione Strumenti gestionali per la valutazione e la programmazione del sistema scolastico in ambito territoriale Milano, 22, 24, 27, 28 aprile 2015 Direttore del corso: Tommaso

Dettagli

energy efficiency campus Eff icienza energetica: una nuova sf ida culturale

energy efficiency campus Eff icienza energetica: una nuova sf ida culturale energy efficiency campus Eff icienza energetica: una nuova sf ida culturale L Energy Eff iciency Campus: una nuova sf ida culturale I nuovi scenari economici, industriali, sociali e ambientali che il mondo

Dettagli

Milano, 4 giugno 2015 Le politiche energetiche ambientali: nuovi obiettivi occupazionali Lavoro Formazione Sicurezza INTRODUZIONE

Milano, 4 giugno 2015 Le politiche energetiche ambientali: nuovi obiettivi occupazionali Lavoro Formazione Sicurezza INTRODUZIONE Milano, 4 giugno 2015 Le politiche energetiche ambientali: nuovi obiettivi occupazionali Lavoro Formazione Sicurezza INTRODUZIONE La liberalizzazione del mercato dell energia elettrica e del gas in Italia

Dettagli

Il vento: energia per le idee

Il vento: energia per le idee Il vento: energia per le idee Essere manager delle energie rinnovabili: l energia eolica CORSO DI FORMAZIONE ROMA 19-22 MAGGIO 2009 Introduzione Diverse sono le problematiche che devono affrontare coloro

Dettagli

Figure professionali «Mobilità sostenibile» MOBILITY MANAGER. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure professionali «Mobilità sostenibile» MOBILITY MANAGER. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure professionali «Mobilità sostenibile» MOBILITY MANAGER GREEN JOBS Formazione e Orientamento MOBILITY MANAGER La figura del nasce nel 1998 grazie ad una normativa 1 dedicata al tema della mobilità

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE Emanato con decreto rettorale n. 9 del 12 novembre 2013 N.B. - Sostituisce

Dettagli

Laurea magistrale Ingegneria Energetica. Università di Padova http://www.dii.unipd.it/it/didattica-2

Laurea magistrale Ingegneria Energetica. Università di Padova http://www.dii.unipd.it/it/didattica-2 Laurea magistrale Ingegneria Energetica DII Dipartimento di Ingegneria Industriale Università di Padova http://www.dii.unipd.it/it/didattica-2 Il Dipartimento di Ingegneria Industriale Il corso di laurea

Dettagli

Comitato codau per il coordinamento degli uffici ricerca scientifica

Comitato codau per il coordinamento degli uffici ricerca scientifica Comitato CODAU per il Coordinamento degli Uffici di Supporto alla Ricerca Scientifica Promosso da dieci università: Università di Torino, Pavia, Modena e Reggio Emilia, Bologna, Roma La Sapienza, Palermo,

Dettagli

ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA ENERGY MANAGER

ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA ENERGY MANAGER ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA IL PRESENTE SCHEMA È STATO REDATTO IN CONFORMITÀ ALLE NORME: UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012 REQUISITI GENERALI PER ORGANISMI CHE ESEGUONO LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE UNI

Dettagli

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Le caratteristiche del mercato finanziario e le dinamiche competitive emerse sin dall emergere della crisi hanno imposto

Dettagli

"Paolo Baffi" Centre on International Markets, Money and Regulation

Paolo Baffi Centre on International Markets, Money and Regulation Centro Permanente di Ricerca Permanent Research Centre Acronimo BAFFI CENTRE Denominazione "Paolo Baffi" Centre on International Markets, Money and Regulation Oggetto di attività Economia e diritto dei

Dettagli

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i CONVENZIONE PER L EROGAZIONE DI 15 BORSE DI STUDIO PER GLI STUDENTI DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SCIENZA E TECNICHE DELLA PREVENZIONE E DELLA SICUREZZA A.A. 2015-16 TRA L Università Ca Foscari

Dettagli

Professore Ordinario di Macchine a fluido Università degli Studi di Ferrara

Professore Ordinario di Macchine a fluido Università degli Studi di Ferrara CORSO DI FORMAZIONE CTI IMPIEGO DELLA COGENERAZIONE PER LA CLIMATIZZAZIONE DELL EDIFICIO CON CENNI A METODOLOGIE E PROCEDURE PER L ENERGY AUDIT 7 8 MAGGIO 2008 CON IL PATROCINIO PROFILO DEI DOCENTI 1 Prof.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA POLITECNICA E DELLE SCIENZE DI BASE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, EDILE E AMBIENTALE CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE

Dettagli

Lindt Academy. Percorso di Formazione Manageriale

Lindt Academy. Percorso di Formazione Manageriale Academy Lindt Academy Percorso di Formazione Manageriale EDIZIONE 2010-2011 Academy Da dove siamo partiti Dal desiderio di definire un percorso che miri a soddisfare i fabbisogni formativi di giovani con

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione di Marco Mancini... Parte Prima IL QUADRO ISTITUZIONALE. Capitolo I PREFAZIONE

INDICE SOMMARIO. Presentazione di Marco Mancini... Parte Prima IL QUADRO ISTITUZIONALE. Capitolo I PREFAZIONE INDICE SOMMARIO Presentazione di Marco Mancini... VII Parte Prima IL QUADRO ISTITUZIONALE Capitolo I PREFAZIONE Forme e contenuto dell Università fra storia e filologia... Pag. 10 Capitolo II IL PROCESSO

Dettagli

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito 2009 per immigrati di Milano e provincia Servizi di - Informazione e orientamento sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese - Formazione - Credito ASIIM - Associazione per lo Sviluppo dell

Dettagli

PREMESSO TENUTO CONTO

PREMESSO TENUTO CONTO CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PROTOCOLLO D INTESA TRA CONFERENZA DEI RETTORI DELLE UNIVERSITÀ ITALIANE E CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI

Dettagli

ALLEGATO n. 1 Alla lettera di invito prot. n. 777/ATM 245 SIC del 03.03.2010

ALLEGATO n. 1 Alla lettera di invito prot. n. 777/ATM 245 SIC del 03.03.2010 Via Giuseppe Caraci, 36 Palazzina D 5 piano tel. 06.41.58.45.05 fax 06.41.73.30.90 Sito web : www.alboautotrasporto.it - e-mail : segreteria@alboautotrasporto.it ALLEGATO n. 1 Alla lettera di invito prot.

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

27/28 MAGGIO 2015 PIEMONTE TORINO INCONTRA CENTRO CONGRESSI ENERGY WORKSHOP. Tecnologie impiantistiche per l efficienza energetica

27/28 MAGGIO 2015 PIEMONTE TORINO INCONTRA CENTRO CONGRESSI ENERGY WORKSHOP. Tecnologie impiantistiche per l efficienza energetica MAGGIO TORINO INCONTRA CENTRO CONGRESSI ENERGY Tecnologie impiantistiche per l efficienza energetica WORKSHOP Con il Patrocinio di Media Partner WORKSHOP ENERGY Tecnologie impiantistiche per l efficienza

Dettagli

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le finalità, l organizzazione e il funzionamento del Corso di studio in Giurisprudenza

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MDT. Master in Diritto tributario dell impresa. XII Edizione

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MDT. Master in Diritto tributario dell impresa. XII Edizione Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MDT Master in Diritto tributario dell impresa XII Edizione 2013-2014 MDT Master in Diritto tributario dell impresa Il diritto tributario è un tema spesso

Dettagli

ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO

ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO ALTA FORMAZIONE IN APPRENDISTATO Progetto di Master Universitario PROCESSI PRODUTTIVI CHIMICO BIOLOGICI Bozza Master di I/II livello Seconda Edizione BDM collabora con l Università di Torino nella realizzazione

Dettagli

1. Un Percorso per l Inserimento Lavorativo per i laureandi

1. Un Percorso per l Inserimento Lavorativo per i laureandi 1. Un Percorso per l Inserimento Lavorativo per i laureandi Il Programma PIL dell Università di Ferrara è stato attivato inizialmente (a.a. 2001-02): - come un Corso formativo universitario parallelo allo

Dettagli