L acqua del rubinetto è buona, ma non ci fidiamo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L acqua del rubinetto è buona, ma non ci fidiamo"

Transcript

1 Argomnti L acqua dl rubintto è buona, ma non ci fidiamo Massimo Labra Maurizio Casiraghi Ch rapporto hanno gli italiani con l acqua? Molti prfriscono qulla in bottiglia. Cosa li guida nlla sclta? Il gusto o la diffidnza vrso l acqua dl rubintto? Nll articolo gli autori conducono un analisi critica dll divrs tipologi di acqua, vidnziando quali sono i principali timori l prfrnz dgli italiani. Italiani: un popolo di bvitori 90 Gli italiani sono un popolo di bvitori di acqua minral o mglio: di acqua in bottiglia. L intrss dl mrcato è dimostrato soprattutto dalla continua immission di nuovi marchi (in total circa 270 nl 2010), ch si somma alla divrsificazion di prodotti proposti dall azind dl sttor. Si spazia dall acqu con proprità curativ (digstiv, diurtich cc.), a qull lggr o povr di alcuni lmnti, sino a qull microfiltrat. Il consumator è smpr più attnto all proprità salutistich dll acqua al bnssr: basti pnsar ai mssaggi pubblicitari ch vngono usati pr vicolar l diffrnti tipologi. Nl corso dll ultimo dcnnio la produzion nazional di acqu minrali è passata da circa 6 miliardi di litri a oltr 13 miliardi di litri, con un consumo pro capit di circa 200 litri annui. L azind ch prlvano acqua dall 189 fonti dl trritorio nazional sono 321 il giro di affari dl sttor è stato stimato in 2,5 miliardi di uro annui. Si calcola ch il costo mdio pr famiglia pr l acquisto di acqu minrali sia di circa 300 uro all anno. La sclta dlla tipologia di acqua acquistata dipnd crtamnt dall fftto dll pubblicità dlla comunicazion, anch s in mdia l acqu più vndut risultano ssr qull con i przzi più abbordabili. Gli italiani prfriscono, quindi, l acqua in bottiglia, ma non vogliono spndr molto pr acquistarla. Sbbn molti marchi abbiano provato a sviluppar un rapporto di fdltà con il clint, lgandolo a un crto gusto di acqua di packaging, spsso è il przzo a dtrminar la sclta dll acquisto dll italiano mdio. Una ricrca condotta dallo ZooPlantLab dll Univrsità di Milano-Bicocca nll ambito dl progtto Milano da Br, sviluppato in collaborazion con Lgambint Lombardia, Altroconsumo, Altraconomia con il supporto dlla Dirzion Gnral Commrcio, Fir Mrcati dlla Rgion Lombardia, ha Massimo Labra Maurizio Casiraghi Univrsità dgli Studi di Milano-Bicocca numro 2/2010 Argomnti Mrcato

2 vidnziato ch circa la mtà dlla popolazion lombarda prfrisc acqua in bottiglia a qulla dl rubintto n consuma almno mzzo litro al giorno. In bas a qust stim si potrbb ddurr ch l acqua potabil in Italia sia di pssima qualità ch pr qusta ragion gli italiani si orintano vrso il consumo dll acqu minrali. Qusto non è vro qui di sguito procdrmo con il confronto tra l diffrnti tipologi di acqua, pr dar al consumator conoscnz strumnti oggttivi scintifici pr ffttuar sclt più consapvoli sulla tipologia miglior da consumar. L acqua dl rubintto: paramtri controlli L acqua ch arriva nll nostr cas può avr origini diffrnti: può ssr prlvata da una falda più o mno profonda, oppur provnir da bacini idrici suprficiali, com fiumi laghi. Pr ssr distribuita, pr divntar quindi acqua potabil, dv prsntar alcun carattristich qualitativ stabilit dalla lgg vignt. Attualmnt è il Dcrto Lgislativo n. 31 dl 2001 a disciplinar la qualità dll acqu dstinat al consumo umano, garantndon la salubrità la pulizia. Quando si parla di acqu dstinat al consumo umano non si intnd solamnt l acqua ch bviamo ch sgorga dai nostri rubintti, ma anch qulla utilizzata pr la prparazion di cibi bvand o pr altri usi domstici. Qust acqu possono ssr distribuit tramit la rt idrica, oppur mdiant cistrn, bottigli o in contnitori diffrnti. Pr ovvi ragioni, non dvono contnr microrganismi parassiti, né altr sostanz, in quantità o concntrazioni tali da rapprsntar un potnzial pricolo pr la salut umana. Pr qusto motivo, vngono ffttuati trattamnti di purificazion di disinfzion appropriati a sconda dlla tipologia di acqua, prima ch qusta giunga, attravrso l rt idrica, nll nostr cas. L acqua dstinata al consumo umano vin, inoltr, controllata a cascata, in diffrnti punti a partir dal bacino di provninza sino alla rt local. A opra di chi dov vngono sguiti qusti controlli? L rispost a qust domand sono molto importanti pr i consumatori. La lgg vignt (Dl. n. 31 dl 2001), oltr a stabilir i valori di paramtro pr l divrs sostanz ch possono ssr solubili in acqua, dfinisc anch dov dvono ssr ffttuati i controlli. Pr smpio ni punti di prlivo dll acqu suprficiali sottrran o a livllo dgli impianti di adduzion, di accumulo di potabilizzazion. Ovviamnt anch la rt di distribuzion dv ssr controllata tutt qust vrifich sono innanzitutto di comptnza di gstori di srvizi idrici. I punti di prlivo di controlli intrni possono ssr, inoltr, concordati con l Azinda sanitaria local. Qust ultima ha il compito di sguir qull ch sono not com vrifich strn, ovvro l Asl dv garantir la qualità di corpi idrici pr l acqu suprficiali dstinat alla produzion di acqua potabil, oltr ch i punti di distribuzion. In conclusion, l acqua ch giung all nostr cas vin controllata almno da du nti: il gstor l Asl. numro 2/2010 Argomnti Mrcato 91

3 L acqua potabil è, quindi, sicura? Qusta è la domanda più frqunt ch ci vin posta dai consumatori nll ambito dll attività di divulgazion d ducazion ambintal svolt dal nostro laboratorio, lo ZooPlantLab dll Univrsità di Milano-Bicocca. La sicurzza intsa com idonità al consumo snza alcun rischio pr la salut è la prima proccupazion dl consumator. In bas all dirttiv vignti ai controlli sguiti, possiamo affrmar ch l acqua potabil è ottimamnt controllata ch un acqua considrata potabil dall Asl dagli nti di gstion è idona al consumo umano snza alcun pricolo pr la salut dll uomo pr l ambint. Va, tuttavia, ricordato ch gli nti di controllo ffttuano l vrifich sulla rt di distribuzion sino al contator dll abitazioni. La vrifica dl sistma idrico domstico (tubazioni, rubintti cc.) è di comptnza dl privato cittadino. Pr compltzza va ricordato, inoltr, ch in alcun rgioni italian vi sono dll drogh lgat ad alcuni paramtri ciò prmtt la distribuzion di acqua con valori ch, talvolta, non rintrano in qulli fissati dalla dirttiva vignt (Dl. n. 31 dl 2001). L acqua dl rubintto si può br? 92 In Italia vi è una grand abbondanza di risors idrich l fald acquifr dl nostro Pas sono spsso molto profond, prtanto è difficil ch vngano raggiunt da contaminazioni. Nl caso in cui l acqua prlvata dagli nti gstori prsnti contaminazioni chimich o battriologich, qusti dvono procdr con trattamnti appropriati d fficaci pr rndrla idona al consumo, com prvisto dalla lgg. Possiamo prtanto affrmar ch gnralmnt l acqu potabili in Italia garantiscono un livllo qualitativo ccllnt ch i divrsi acqudotti provvdono ai trattamnti più appropriati pr migliorarn la qualità rndrl idon al consumo prima di distribuirl. Nonostant qusto, gli italiani continuano a nutrir un snso di insicurzza di proccupazion vrso l acqua ch scorr dai propri rubintti. Alla bas di tal proccupazion vi sono talvolta problmi concrti, com il malfunzionamnto dlla rt di distribuzion in alcun città rgioni italian, o l sistnza di drogh ch prmttono la distribuzion dll acqua anch s vi sono valori fuori paramtro. Soprattutto pr qust ultimo asptto c è molta disinformazion spsso il cittadino non conosc s la sua ara è soggtta a spcifich drogh rstrizioni. Pr ottnr qust informazioni sarbb sufficint informarsi prsso l nt gstor dl srvizio idrico o l Asl di comptnza, in modo da ricvr rassicurazioni sull acqua dlla propria zona. Rlativamnt pochi cittadini sono, prò, consapvoli di qusto diritto. Possiamo tranquillamnt ossrvar ch, in gnr, la diffidnza vrso l acqua dl rubintto è ingiustificata. Nlla maggior part dll città lombard, pr smpio, l acqua è di lvato livllo qualitativo non solo alla font, ma anch numro 2/2010 Argomnti Mrcato

4 lungo l intra rt di distribuzion, in bas all su carattristich chimicofisich battriologich potrbb ssr classificata com acqua di sorgnt, quindi, imbottigliata com molt di qull ch troviamo ni suprmrcati. L acqua dl rubintto: gusto insicurzza In bas ai dati forniti da numrosi acqudotti italiani, rlativi ai controlli chimici microbiologici sguiti priodicamnt, si può ddurr ch l acqua potabil in Italia è spsso ccllnt, in bas agli standard qualitativi di rifrimnto. Qust informazioni sono confrmat dall Asl anch da numrosi monitoraggi ch abbiamo ffttuato in divrs città italian, com Parma, Bologna Milano. A qusto punto dobbiamo chidrci prché gli italiani non la usano o mglio la consumano spsso in quantità ccssiv, ma non la bvono. In bas ai dati raccolti da nostro gruppo di ricrca ngli ultimi du anni, si può ddurr ch l italiano mdio è spsso disinformato sull carattristich dlla propria acqua. L prson tmono principalmnt ch l acqua ch sgorga dal proprio rubintto sia troppo calcara o acida o con un ccssivo contnuto di cloro, oppur ch vi siano mtalli sostanz pricolos pr la salut. A front di qusta proccupazion gli italiani sono divntati uno di popoli ch consuma i maggiori quantitativi di acqu in bottiglia (dall stim dl 2009, il trzo Pas consumator al mondo dopo Emirati Arabi Mssico). Sclta consapvol o paura? La risposta è complicata fors ntrambi qusti fattori contribuiscono alla situazion attual. È indubbio ch in alcun ar dl nostro Pas l acqua prsnti un lvata durzza (sbbn rintri ni limiti di lgg) ch spsso il nostro gusto si diriga vrso acqu più lggr digribili. L lvata durzza vin, infatti, prcpita com fattor ngativo dal nostro gusto, sbbn non sia assolutamnt pricolosa pr la salut quando all intrno di valori stabiliti dalla lgg. Un scondo fattor ch sping gli italiani al consumo di acqu in bottiglia è l odor di cloro dll acqua, dovuto al procsso di disinfzion ffttuato dagli nti di distribuzion. Il cloro utilizzato pr la disinfzion (ipoclorito di sodio) non è assolutamnt pricoloso pr la salut dll uomo, anch prché i quantitativi usati sono molto contnuti ampiamnt sotto i limiti di lgg, ma qusto lmnto rnd l acqua mno piacvol all olfatto. Talvolta bastrbb lasciar dcantar l acqua in un contnitor ampio pr qualch minuto pr liminar l odor di cloro il problma sarbb risolto. Va, tuttavia, sottolinato ch molt prczioni ngativ lgat all acqua dl rubintto sono prconctti qusto è stato dimostrato ampiamnt dai tst di dgustazion sguiti in numros piazz italian in occasion dlla rcnt Giornata mondial dll acqua (22 Marzo) da Lgambint Lombardia, in collaborazion con lo ZooPlantLab dll Univrsità di Milano-Bicocca. Nll ambito di qusti tst vnivano offrt al consumator quattro diffrnti tipologi di numro 2/2010 Argomnti Mrcato 93

5 acqua: du drivanti da acqua bottiglia (una gassata una liscia) du acqu di font prlvata dall fontan cittadin, una dll quali addizionata con anidrid carbonica. Al trmin dl tst di dgustazion vniva richisto al consumator di riconoscr l acqua di font da qull in bottiglia. È mrso chiaramnt ch nlla maggior part di casi non vnivano distint l divrs tipologi di acqua. In bas a qusta smplic indagin possiamo, quindi, affrmar ch spsso non è il gusto a dttar la sclta dl consumator vrso una dtrminata tipologia di acqua, né tantomno l odor di cloro. Cosa sping, quindi, il consumator vrso l acqu in bottiglia? Fors il snso di sicurzza risptto all acqua distribuita dagli acqudotti. L acqua imbottigliata alla font è pulita sana quasi pr dfinizion. Qusto è smpr vro? Quali carattristich hanno l acqu in bottiglia? Sono divrs dall acqu distribuit dagli acqudotti? L acqu in bottiglia: i controlli 94 Ormai non sappiamo più com chiamarl: acqua in bottiglia, acqu minrali, acqu di sorgnt, acqu microfiltrat! Ch carattristich hanno tutt qust acqu? Quanto sono divrs da qulla ch fuorisc dal nostro rubintto? Sono più sicur? Sono più buon? Prché ci fidiamo di più? Pr rispondr a qust domand proviamo ad analizzar l dirttiv vignti in mrito all acqu in bottiglia. Tra i primi dcrti ch sono stati manati, vi è il Dcrto Lgislativo 105 dl 1992, ch stabilisc ch un acqua, pr ssr considrata minral natural, dv avr «origin da una falda o un giacimnto sottrrano o provnir da una o più sorgnti naturali o prforat». Qust acqua dv prsntar carattristich iginich particolari snza subir alcun trattamnto di disinfzion, soprattutto, dv possdr proprità bnfich favorvoli alla salut. Qust ultimo punto è molto important sottolina com inizialmnt all acqu minrali naturali vniss attribuito un valor curativo pr qusta ragion si saltavano gli fftti bnfici su particolari funzioni dll organismo, quasi com fossro un mdicinal. Quindi, scondo il Dl. n. 105 dl 1992, l acqu minrali naturali si distinguvano dall ordinari acqu potabili pr la purzza originaria consrvazion, pr il tnor in minrali, oligolmnti /o altri costitunti, ma soprattutto pr i loro fftti sulla salut. Qust carattristich dovvano ovviamnt ssr valutat sul piano gologico, idrogologico, organolttico, fisico, chimico, microbiologico, farmacologico, clinico fisiologico, almno scondo il dcrto allora vignt. Tutt qust vrifich risultavano, tuttavia, piuttosto complss soprattutto difficilmnt applicabili a tutt l acqu di sorgnt ch non prsntavano chiari fftti bnfici sulla salut dll uomo. Pr qusta ragion, nl 1999 è stato manato un scondo dcrto (Dl. n. 339), ch ha modificato alcun norm lgat all acqu minrali naturali. Pr smpio si è passati da un obbligo di numro 2/2010 Argomnti Mrcato

6 fftti sulla salut, a una dicitura più prmissiva: vntualmnt con taluni fftti sulla salut. Un scondo punto important di qusto nuovo dcrto è stata l introduzion dl conctto di acqu di sorgnt, ints com acqu dstinat al consumo umano allo stato natural, imbottigliat alla sorgnt provninti da una falda o giacimnto sottrrano. In ch cosa diffriscono l acqu di sorgnt da qull minrali naturali? Pr prima cosa l acqu di sorgnt dvono sottostar agli stssi valori limit pr sostanz disciolt carattristich microbiologich prvisti pr l acqu potabili, ovvro al Dl. n. 31 dl A ciò si aggiung ch all acqu di sorgnt non vin attribuita alcuna proprità salutistica non sono prvisti tst in mrito, nppur sotto forma di consiglio. L ida dlla lgg è, quindi, abbastanza chiara: all acqu minrali naturali vin ancora dato un valor curativo anch s non obbligatorio. S qusto non vin vrificato, s l acqua non ha alcuna azion sulla salut, ma alla sorgnt è pura non dv subir alcun trattamnto, può ssr imbottigliata com acqua di sorgnt. In qusto caso, i controlli i limiti di divrsi paramtri sono qulli dfiniti pr l acqu dstinat al consumo umano, ovvro idntici a qulli dll acqua dl nostro rubintto. Un ultimo punto da vidnziar sull carattristich dll acqu minrali è l assnza di qualsiasi trattamnto di disinfzion. Qusto richid una sri di prcauzioni l uso di impianti tcnologicamnt avanzati pr l strazion l imbottigliamnto. Tal approccio non è, invc, prvisto pr l altr tipologi di acqu ch possono subir trattamnti di dpurazion, com spsso accad pr qull distribuit dall rti idrich dll divrs città italian. Confronto tra acqu minrali naturali acqu dstinat al consumo umano Prima di addntrarci nl complsso mondo di paramtri provar ad analizzar quali dvono ssr l carattristich dll acqu minrali naturali ch diffrnz hanno risptto all acqu dstinat al consumo umano ch sgorgano dai rubintti dll nostr abitazioni, è ncssario sottolinar ancora una volta l pculiarità l diffrnz di qust du tipologi di acqua. Pr acqua potabil o dstinata al consumo umano si intnd un acqua di sapor gradvol, priva (o privata) di qualsiasi carattristica tal da rndrla pricolosa pr la salut dll uomo, sulla bas di critri stabiliti dal Dl. n. 31 dl In qusta catgoria rintra, dunqu, l acqua prodotta dagli acqudotti municipali a partir dall acqua di fiumi, laghi sorgnti sottrran, attravrso procssi di potabilizzazion, ch possono comprndr intrvnti di filtraggio dcantaggio, altrnati all uso di sostanz chimich, com l ipoclorito di sodio pr la disinfzion. Tutti qusti procssi sono rgolamntati da dcrti spcifici ch tutlano la salut di cittadini. numro 2/2010 Argomnti Mrcato 95

7 96 In bas alla Dirttiva 2009/54/C, il trmin acqu di sorgnt è risrvato all acqu dstinat al consumo umano allo stato natural imbottigliat alla sorgnt. Dal punto di vista lgislativo, qusta tipologia di acqu dvono rispttar gli stssi paramtri dl Dl. n. 31 dl 2001 prvisto pr l acqu di font. La diffrnza risptto all acqu distribuit in rt è ch qull di sorgnt non subiscono trattamnti spcifici, s non alcuni procssi minori prvisti dalla lgg (pr smpio l aggiunta di sostanz battriostatich). L acqu minrali naturali sguono una dirttiva diffrnt risptto all altr tipologi di acqua, com ribadito dalla Dirttiva 40 dl 2003 manata dalla Comunità uropa rcntmnt dal Parlamnto uropo con la Dirttiva 2009/54/C. Punto crucial pr l acqu minrali naturali è ch non dvono subir alcun trattamnto di potabilizzazion (a cczion di alcuni procdimnti minimi dscritti nll articolo 4 dlla stssa dirttiva). In altr parol, l loro proprità carattristich qualitativ non dvono ssr modificat. Bisogna, infatti, ricordar ch, sbbn non vi sia un obbligo, molt acqu minrali naturali hanno o potrbbro avr proprità curativ bnfich pr la salut. Proprio sulla bas dl valor mdicinal di qust acqu si è dciso di rgolamntar in modo diffrnt l acqu minrali sia dal punto di vista dlla composizion chimica sia pr l carattristich microbiologich. Nll Tab. 1 2 trovat i valori massimi concssi pr la maggior part di paramtri chimici microbiologici rlativi all du diffrnti tipologi di acqua. Dall tabll si può facilmnt ddurr com in alcuni casi i limiti di paramtro siano idntici pr l diffrnti tipologi di acqua, mntr in altri casi invc vi siano rstrizioni maggiori pr l una o pr l altra acqua. Nl caso di composti com vanadio, zinco, alluminio, ammonio, cloruro, solfati sodio non sono prvisti pr lgg di valori limit pr l acqu minrali qusto, com dicvamo, ha una motivazion traputica. Possono ssrci acqu più ricch di sodio, adatt a curar dtrminat patologi, acqu più povr pr prson con problmi diffrnti. Pr qusto motivo quando si acquista una bottiglia di acqua minral natural sarbb important lggr l tichtta valutar il contnuto gli fftti sulla salut. Si sottolina ch molt acqu in bottiglia, tuttavia, rintrano nlla catgoria acqu di sorgnt, in qusto caso, l carattristich chimich microbiologich da rispttar sono qull dll acqua di font distribuita dagli acqudotti (Dirttiva 2009/54/C). Un ultrior punto chiav nl confronto tra acqu minrali naturali acqua dl rubintto riguarda i controlli. Abbiamo già sottolinato com gli nti rogatori l Asl di comptnza dbbano monitorar costantmnt la qualità dll acqua distribuita. Quali sono, invc, i controlli sull acqu minrali naturali? Sbbn vi siano numros normativ in mrito, i tst analitici ch dvono ssr sguiti sull acqu minrali pr garantirn la salubrità è ancora la normativa dl 1993 (Circolar n. 19 ministro dlla Sanità dl 12 maggio 1993), ch dfinisc quando sguir l vrifich sull acqua in bottiglia. La lgg stabilisc ch il controllo complto di un acqua minral alla sorgnt vada ffttuato al- numro 2/2010 Argomnti Mrcato

8 mno ogni dodici msi da un laboratorio autorizzato, a cura dll azinda, facndo rifrimnto all analisi complta dpositata prsso il ministro dlla Salut, all atto dl riconoscimnto originario dll acqua. Sulla bas di qusto confronto si vinc com l acqu distribuit dagli acqudotti siano più controllat dll acqu minrali naturali, anch s non si sclud ch azind di imbottigliamnto sguano comunqu controlli priodici sulla propria acqua prima di imbottigliarla. Tab. 1 Paramtri chimici valori di paramtro stabiliti dall lggi vignti pr l diffrnti tipologi di acqua Composizion chimica Acqua minral Dirttiva n. 2003/40/C, Dm. 29 dicmbr 2003 Acqua potabil Dl. 31 dl 2001 Antimonio 5 µg/l 5 µg/l Arsnico total 10 µg/l 10 µg/l Bario 1 mg/l Non prvisto Boro 5 mg/l 1 mg/l Cadmio 3 µg/l 5 µg/l Cromo 50 µg/l 50 µg/l Ram 1 mg/l 1 mg/l Cianuro 10 µg/l 50 µg/l Fluoruri 5 mg/l 1,5 mg/l Frro Non prvisto 200 µg/l Piombo 10 µg/l 10 µg/l Mangans 0,50 mg/l 50 µg/l Mrcurio 1 µg/l 1 µg/l Nichl 20 µg/l 20 µg/l Nitrati 45 mg/l 50 mg/l Nitriti 20 µg/l 0,50 mg/l Slnio 10 µg/l 10 µg/l Vanadio Non prvisto 50 µg/l Zinco Non prvisto Non prvisto Alluminio Non prvisto 200 µg/l Ammonio Non prvisto 0,50 mg/l Cloruro Non prvisto 250 mg/l Solfati Non prvisto 250 mg/l Sodio Non prvisto 200 mg/l Agnti tnsioattivi Assnti Non prvisto Oli minrali-idrocarburi Assnti Non prvisto Bnzn Assnti 1,0 µg/l Idrocarburi policiclici aromatici Assnti 0,1 µg/l Antiparassitari psticidi Assnti 0,5 µg/l Composti organoalognati Assnti 30 µg/l numro 2/2010 Argomnti Mrcato 97

9 Tab. 2 Paramtri microbiologici limiti stabiliti dall lggi vignti pr l diffrnti tipologi di acqua Paramtri Microbiologici Acqua minral Dirttiva n. 2003/40/C, Dm. 29 dicmbr 2003 Acqua potabil Dl. 31 dl 2001 Eschrichia coli altri colibacilli strptococchi fcali 0 in 250 ml di acqua 0 in 100 ml di acqua Anarobi sporigni solfito-riduttori 0 in 50 ml di acqua Non ricrcati Psudomonas aruginosa 0 in 250 ml di acqua Non prvista Clostridium prfringns Non prvisto 0 in 100 solo pr acqu di origin suprficial Una sclta più consapvol 98 Dall analisi dll diffrnti tipologi di acqua, dalla valutazion dll normativ considrando i controlli ffttuati, il consumator dovrbb ddurr ch l acqua ch bviamo è di lvato livllo qualitativo, in quanto tutt l tipologi di acqua dvono prsntar una composizion di lmnti idon al consumo umano. Nl caso dll acqu minrali naturali qust carattristich dvono ssr prsnti già alla font in quanto, scondo la lgg, non dovrbbro subir alcun trattamnto. Al contrario l acqu potabili dlla rt idrica possono ssr filtrat dpurat scondo spcifich procdur. Da cosa nasc, quindi, il snso di insicurzza ni confronti dll acqua potabil? Una prima risposta a qusto qusito potrbb ssr la disinformazion. Nll acqu minrali vi è un tichtta ch informa il consumator in mrito alla composizion chimica all carattristich dll acqua, mntr solo raramnt da rlativamnt poco tmpo gli acqudotti gli nti gstori di srvizi idrici forniscono informazioni analogh pr l acqua potabil. Il consumator, inoltr, non conosc l procdur di controllo vrifica ch gli acqudotti svolgono quotidianamnt prtanto considra l acqua di font poco controllata non sicura. In molt città gli acqudotti hanno iniziato a inviar agli utnti analisi dttagliat dll acqu con l bolltt. Tuttavia, chi viv in un condominio, spsso non vd mai la bolltta dll acqua, ch vin gstita dall amministrator. Un scondo fattor ch dv ssr considrato potrbb ssr lgato al gusto a all abitudin. In molti casi i cittadini si abituano ad acqu con carattristich oligominrali, quindi, spsso molto lggr. Va, tuttavia, sottolinato ch dai nostri sondaggi i consumatori sono guidati solo parzialmnt dal fattor gusto. Un ultrior prova è ch molti sono disposti a consumar acqua dl rubintto trattata con sistmi di dpurazion domstici ch rndono, a loro avviso, l acqua più pura, quindi, salubr. Un trzo fattor ch sping il consumator vrso il snso di insicurzza ni confronti dll acqua dl proprio rubintto è la rt di distribuzion dl proprio stabil. Almno il 50% dll cittadini milansi pnsa di avr dll tubazioni in numro 2/2010 Argomnti Mrcato

10 pssim condizioni, ch rilasciano mtalli sostanz dannos. Anch in qusto caso, vi è molta disinformazion paura spsso ingiustificata. Dall nostr ricrch si vinc prtanto ch il consumator italiano mdio è disinformato diffidnt vrso l acqua di font, mntr si snt più sicuro ni confronti dll acqua in bottiglia. Di rcnt, tuttavia, prdilig sistmi di trattamnto domstici, ch prmttono di risparmiar risptto all acquisto di acqu minrali, sono più cologici non richidono trasporto di bottigli dal suprmrcato fino all abitazioni. Molti si chidono, tuttavia, s i sistmi di trattamnto domstici ch hanno acquistato sono idoni capaci di dpurar ralmnt l acqua. Sta, quindi, crscndo un snso di insicurzza anch vrso qusti sistmi? Cosa può tutlar il consumator informarlo sull acqua ch fuorisc dal suo rubintto? Un risposta dlla ricrca italiana pr i consumatori Un kit fai-da-t pr analizzar l acqua ch fuorisc dal proprio rubintto: è stata qusta la nostra risposta all paur dgli italiani. In sguito ai dati ottnuti all sclt di consumatori abbiamo pnsato ch il mzzo miglior pr far conoscr ai cittadini ch carattristich avss l acqua dl proprio rubintto foss qulla di fornir loro uno strumnto pr analizzarla di prsona. È così nato ImmdiaTst-acqua (www.immdiatst.com), il kit dll Univrsità di Milano-Bicocca ch prmtt di analizzar si tra i più importanti paramtri di qualità dll acqua potabil: durzza, ph, contnuto di solfati, cloruri, nitrati nitriti. Il kit è smplic vloc in quanto si basa su strisc indicatrici colorimtrich, capaci cioè di cambiar color in prsnza dll divrs sostanz disciolt in acqua. Il consumator, snza alcuna prparazion chimica o comptnza spcifica, può immrgr l strisc indicatrici nll acqua vrificar con una smplic schda di lttura quali sono l carattristich dll acqua ch fuorisc dal rubintto. 1 Sottoliniamo ch qusto kit non sostituisc crtamnt i minuziosi controlli sguiti dai laboratori spcializzati di acqudotti Asl, ma srv a ridurr la disinformazion dl consumator, prmttndogli di vrificar dirttamnt la qualità dlla propria rt idrica domstica. ImmdiaTst-acqua è crtamnt un sistma di analisi smplificato, privo di valor lgal, ch prò, analizzando l acqua ch fuorisc dal rubintto dlla propria abitazion, può fornir indicazioni importanti sulla qualità dll acqua ssr anch usato pr scglir in modo appropriato qual vntual sistma di trattamnto domstico adottar o mno, optando, in qust ultimo caso, di br l acqua così com è, in quanto di buona qualità. Il kit è disponibil da circa du 1 Pr avr ultriori dttagli su ImmdiaTst-acqua consultar il sito oppur scrivr a o a numro 2/2010 Argomnti Mrcato 99

11 msi sono arrivat oltr richist. Qusto dato ci dic ch gli italiani, popolo di bvitori, vogliono conoscr ch cosa bvono. L quip dll Univrsità di Milano Bicocca ha ralizzato anch una vrsion dl kit pr l attività di ducazion ambintal nll scuol associazioni (ImmdiaTst-acqua ducation) sono allo studio nuovi kit pr analizzar informar in modo fficint il consumator in mrito ad altr carattristich dll acqua potabil (www.immdiatst.com). Fig. 1 ImmdiaTst 100 numro 2/2010 Argomnti Mrcato

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali 2.2 L analisi di dati: valutazioni gnrali Di sguito (figur 7-) vngono riportat l informazioni più intrssanti rilvat analizzando globalmnt la banca dati dll tichtt raccolt. Considrando ch l tichtta nutrizional

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

Donare ai tempi della crisi

Donare ai tempi della crisi Argomnti Donar ai tmpi dlla crisi Domnico Chirico Non è smplic districarsi all intrno dll numros richist opportunità di donazion ch, soprattutto in tmpi di crisi, provngono da molti fronti. L articolo

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di Lampad di Lampad di MY HOME 97 Lampad Carattristich gnrali Scopi dll illuminazion Ngli ambinti rsidnziali gli apparcchi di illuminazion non sono imposti da lggi o norm, ma divntano comunqu prziosi ausilii.

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie Argomnti Fornitura di nrgia lttrica clausol vssatori Eliana Romano 1 La rcnt libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica pr gli utnti domstici dl luglio 2007 impon all socità fornitrici dl srvizio particolar

Dettagli

Il Rgistro E-PRTR (Europan Pollutant Rlas and Transfr Rgistr) Attuazion dl Rgolamnto (CE) n. 166/06 LA DICHIARAZIONE PRTR Dlgs 46/2014 (rcpimnto IED), con l art. 30 introduc pr la prima volta l sanzioni

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI UNIVR Facoltà di Economia Corso di Matmatica finanziaria 008/09 ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI Domini di funzioni di du variabili Esrcizio a f, = log +. L unica condizion di sistnza è data dalla disquazion

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

Alcune definizioni correnti di curricolo. Umberto Margiotta

Alcune definizioni correnti di curricolo. Umberto Margiotta Alcun dfinizioni corrnti Umbrto Margiotta Di cosa è fatto intanto un? Di una squnza apparntmnt smplic linar lmnti ch, anch s vrsamnt dfiniti d splicitati, ricorrono in ogni contsto istruzion o progtto

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

IL TESTO UNICO. Decreto Legislativo del 9 Aprile 2008 n 81. Modificato dal. Decreto Legislativo del 3 Agosto 2009 n 106. Obiettivi principali

IL TESTO UNICO. Decreto Legislativo del 9 Aprile 2008 n 81. Modificato dal. Decreto Legislativo del 3 Agosto 2009 n 106. Obiettivi principali Dcrto Lgislativo n. 81/08 Miglioramnto sut sicurzza di lavoratori Dvrto Lgislativo N 106/09 Attuazion dll articolo 1 lgg 3 agosto 2007 n 123 in matria di tutla sut sicurzzani luoghi di lavoro Dirttiva

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini Libralizzazion dl commrcio: fors ci siamo? Luca Pllgrini Pr la gran part dlla attività commrciali la libralizzazion è finalmnt arrivata. Ma rsta ancora qualch ara di protzion ingiustificata in alcuni comparti

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO EUROSCUOLA ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI BIANCHI SCUOLE PARITARIE PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO CLASSI MATERIA PROF. QUARTA TURISMO Matmatica Andra Brnsco Làvor ANNO SCOLASTICO

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo Il Codic di dontologia in tma di crditi al consumo Fabio Picciolini La rfrnza crditizia riguarda tutti i cittadini l imprs poiché, a front di ogni richista di aprtura di un rapporto crditizio, gli opratori

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

Tra. di seguito le Parti

Tra. di seguito le Parti Protocollo di intsa SERVIRE CON LODE Tra il Politcnico di Torino C.F. n. 00518460019, con sd lgal in Torino, Corso Duca dgli Abruzzi, 24, rapprsntato dal Vic Rttor pr la Didattica Prof.ssa Anita Tabacco

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM Corso di Alta Formazion/Spcialist Lad Auditor Sistmi di Gstion pr la Sicurzza (ISO 19011:2012 - ) (40 or) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Corso riconosciuto 40 or Augusto di Prima Porta (particolar

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto Gstion Imprsa social vs altr form non profit: costi gstionali amministrativi a confronto di Maurizio Stti Lo studio di un caso Tra imprsa social form giuridich concorrnti (ONLUS, associazioni di promozion

Dettagli

dossier a cura di Alessandro Massari

dossier a cura di Alessandro Massari I REFERENDUM REGIONALI ABROGATIVI, CONSULTIVI, PROPOSITIVI dossir a cura di Alssandro Massari PREMESSA... 2 1. RIMBORSI SPESE... 2 2. REFERENDUM PREVISTI NELLE DISPOSIZIONI STATUTARIE DELLE REGIONI A STATUTO

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica Drivat dll funzioni di più variabili Indic Drivat parziali Rgol di drivazion 5 3 Drivabilità continuità 7 4 Diffrnziabilità 7 5 Drivat scond torma

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA Esnt dall imposta di bollo ai snsi dll art. 16 dlla tablla allgato B) al D.P.R. 26/10/1972 N. 642 succ. modif. COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

PROFESSIONISTI DELLA SICUREZZA Da oltre 30 anni un azienda specializzata in trasporto valori, vigilanza, antitaccheggio, deposito caveau e in vari

PROFESSIONISTI DELLA SICUREZZA Da oltre 30 anni un azienda specializzata in trasporto valori, vigilanza, antitaccheggio, deposito caveau e in vari PROFESSIONISTI DELLA SICUREZZA Da oltr 30 anni un azinda spcializzata in trasporto valori, vigilanza, antitacchggio, dposito cavau in vari srvizi inrnti la sicurzza. A Z I E N D A S E R V I Z I Scurpol

Dettagli

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria Markting Multicanalità Stratgi, markting innovazion finanziaria Innovar attravrso la multicanalità: una sfida pr comptr nl mondo dl Privat Banking 4 Andra Ragaini, Banca Csar Ponti Giancarlo Cairoli, Banca

Dettagli

Pratiche commerciali scorrette: dagli utonti ai consumatori 1. Marco Pierani

Pratiche commerciali scorrette: dagli utonti ai consumatori 1. Marco Pierani Argomnti Pratich commrciali scorrtt: dagli utonti ai consumatori 1 Marco Pirani L analisi dll dcisioni in matria di pratich commrciali scorrtt dimostra com qusto strumnto di drivazion comunitaria abbia

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

Responsabilità del posteggiatore e diritti dell utente

Responsabilità del posteggiatore e diritti dell utente Rsponsabilità dl postggiator diritti dll utnt Danil Monsi Qusto articolo tratta dlla qualificazion giuridica dl contratto atipico di postggio dlla sua assimilabilità al contratto di dposito. La rsponsabilità

Dettagli

Il costo di cittadinanza

Il costo di cittadinanza Il costo di cittadinanza Brnardo Pizztti La rinnovata attnzion di opinion pubblica Parlamnto al sttor di srvizi pubblici locali non può ssr limitata ai soli asptti di organizzazion di srvizi, ma dv ssr

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014 Dlibrazion n. 246 dl 10 april Dirttor Gnral Dr. Robrto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Dirttor Amministrativo Carlo Albrto Trsalvi Dirttor Sanitario Giuspp Giorgio Inì Dirttor Social Il prsnt

Dettagli

VIRUS PATOGENI PER L UOMO: il rischio da zanzare Aedes

VIRUS PATOGENI PER L UOMO: il rischio da zanzare Aedes Tutla AmbintalE Vrd PROTEZIONE CIVILE VIRUS PATOGENI PER L UOMO: il rischio da zanzar Ads Rita Di Domnicantonio. Tutla Ambintal vrd Protzion Civil Tutla AmbintalE Vrd PROTEZIONE CIVILE Com è arrivata si

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN PIANO DI LAVORO DELLA DISCIPLINA: ESTIMO SPECIALE CLASSI: V, sz A CORSO: Costruzioni, Ambint, Trritorio AS 2015-2016 Moduli Libro Di Tsto Comptnz bas Abilità Conoscnz Disciplina Concorrnti Tmpi Critri,

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

Interventi per la difesa e la valorizzazione della fascia litoranea meridionale del Veneto Aspetti tecnici e ambientali. Aspetti tecnici e ambientali

Interventi per la difesa e la valorizzazione della fascia litoranea meridionale del Veneto Aspetti tecnici e ambientali. Aspetti tecnici e ambientali Convision Convision dll dll conoscnz conoscnz sviluppo sviluppo sistmi sistmi informativi informativi monitoraggio monitoraggio pr pr fascia fascia marino marino costira costira pianificazion pianificazion

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO Abbiamo iniziato a lggr in class Nonno Tano la casa dll strgh. Lo scopo ra ascoltar comprndr. Sguir la mastra ch dava sprssività alla lttura imparar da lla a lggr.

Dettagli

Opuscolo sui sistemi. Totogoal

Opuscolo sui sistemi. Totogoal Opuscolo sui sistmi Totogoal Più info Conoscnz calcistich pr vincr Jackpot alti Informazioni dttagliat costantmnt aggiornat sul Totogoal, sui programmi Toto sui risultati rpribili su Tltxt, a partir dalla

Dettagli

La sicurezza dei prodotti per bambini: giocattoli e vestiario 1. Fabio De Luca

La sicurezza dei prodotti per bambini: giocattoli e vestiario 1. Fabio De Luca Argomnti La sicurzza di prodotti pr bambini: giocattoli vstiario 1 Fabio D Luca L invasion di mrcati occidntali da part di prodotti dirttamnt importati dal Pas dl Dragon colpisc anch qull catgori mrcologich

Dettagli

in materia di sostanze chimiche

in materia di sostanze chimiche Argomnti REACH - Il nuovo rgolamnto uropo in matria di sostanz chimich Eva Alssi Il 2006 ha sgnato una svolta pr la lgislazion uropa in matria di sostanz chimich ch subirà, a partir dal 2007, un imponnt

Dettagli

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi.

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi. IT I Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil 1 è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado

Dettagli

Utenti e regionalizzazione dei trasporti. Marco Ponti e Antonio Laurino

Utenti e regionalizzazione dei trasporti. Marco Ponti e Antonio Laurino Utnti rgionalizzazion di trasporti Marco Ponti Antonio Laurino S si ccttua, in part, il sttor autostradal, la rgionalizzazion di trasporti pubblici locali è stata quasi insistnt, prché a tutti gli stakholdr,

Dettagli

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento COMUNE DI PALERMO Ara dll Politich di Sviluppo Fondi Strutturali Palazzo Calltti - Piazza Marìna, n.46-90133 PALERMO Tl.0917406363 Sito inlrnt h h h.comun.!alrmo it c.a.p. 90133 c.f. 80016350821 Al Sig.

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA Confrnza Episcopal Italiana (di sguito anch CEI ) con sd in Roma, Circonvallazion Aurlia

Dettagli

Elio Marchetti. Crisi del mercato assicurativo: azioni degli assicuratori e risposte del sistema sanitario

Elio Marchetti. Crisi del mercato assicurativo: azioni degli assicuratori e risposte del sistema sanitario Sanità, risk managmnt assicurazion Elio Marchtti Nl rcnt passato l compagni ch oprano nll assicurazion sanitaria si sono ridott di numro hanno ristrtto l opratività dll loro polizz, gnrando il sosptto

Dettagli

Unità didattica: Grafici deducibili

Unità didattica: Grafici deducibili Unità didattica: Grafici dducibili Dstinatari: Allivi di una quarta lico scintifico PNI tal ud è insrita nllo studio dll funzioni rali di variabil ral. Programmi ministriali dl PNI: Dal Tma n 3 funzioni

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello Assicurazioni: libralizzazion mancata Paolo Martinllo Gli intrvnti nl sttor assicurativo auto costituiscono probabilmnt il capitolo mno convincnt dll misur di libralizzazion dl Govrno Monti. Il mrcato

Dettagli

MAGAZZINO EX GUALA VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA

MAGAZZINO EX GUALA VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA CITTÀ DI ALESSANDRIA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PIAZZA DELLA LIBERTÀ n. 1 MAGAZZINO EX VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA FILE: procdura

Dettagli

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni Tassar i rdditi o i consumi? Giampaolo Arachi Massimo D Antoni Divrs ragioni sono stat avanzat a favor di uno spostamnto dll imposizion dal rddito al consumo, in particolar vrso l Iva: la possibilità di

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1 Argomnti Conciliazion dll controvrsi: il ruolo dll associazioni di consumatori 1 Pitro Pradri Il CNCU (Consiglio Nazional di Consumatori Utnti) ha approvato il documnto con il qual si chid al Ministro

Dettagli

Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto

Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto Barbara Baggi Lornzo Zucchi La conoscnza dll assicurazion pr la rsponsabilità civil dgli autovicoli prsnta luci ombr. Grazi a un inchista statistica di Altroconsumo

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli