ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE M.O.V.M. DON GIUSEPPE MOROSINI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE M.O.V.M. DON GIUSEPPE MOROSINI"

Transcript

1 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE M.O.V.M. DON GIUSEPPE MOROSINI ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI - COSTRUZIONI AERONAUTICHE ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA Articolazione ELETTRONICA TRASPORTI E LOGISTICA Articolazione COSTRUZIONE DEL MEZZO (AERONAUTICO) Corso serale ELETTROTECNICA E AUTOMAZIONE FORMAZIONE DOCENTI PER L ORIENTAMENTO AGLI ITS ITIS MOROSINI DI FERENTINO IN RETE CON I. S. SANDRO PERTINI DI ALATRI ANNO SCOLASTICO BROCHURE DI ORIENTAMENTO AGLI ITS DEL LAZIO Materiale raccolto in collaborazione con gli ITS della Regione Lazio che hanno fornito la documentazione

2 Le Fondazioni Istituti Tecnici Superiori (I.T.S.), costituite come fondazioni di partecipazione in attuazione del DPCM 25 gennaio 2008, costituiscono la formazione terziaria non accademica del nostro Paese, realizzano percorsi di "Alta Formazione Tecnica", forniscono alle imprese, specialmente medie e piccole, e al territorio professionalità in grado di supportare i processi di innovazione tecnologica, possono concorrere a sostenere lo sviluppo territoriale e la competitività del mondo dell impresa ed promuovere nuova imprenditoria. La proposizione fu fatta di concerto tra MIUR, MISE, MLPS. Le Fondazioni ITS intervengono nelle aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico e la competitività del Paese in coerenza con le politiche europee indicate in Horizon Il sistema integrato rappresenta un avvicinamento alle altre realtà Europee che hanno sistemi terziari non universitari e completano le opportunità di crescita delle risorse umane. Nel Lazio le Fondazioni sono sette ed intervengono nelle seguenti aree tecnologiche: Nuove tecnologie per il Made in Italy alle Imprese Nuove tecnologie della vita- Sistema alimentare (2) Nuove tecnologie per il Made in Italy - Servizi Mobilità sostenibile - Mobilità delle persone e delle merci Tecnologie della informazione e della comunicazione Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali/turismo Un ringraziamento particolare al Dott. Maracchioni Giorgio che ha collaborato alla raccolta dei dati presenti in questa brochure

3 FONDAZIONE ITS PER LE NUOVE TECNOLOGIE DELLA VITA Area Tecnologica (rif. decreto 7 settembre 2011 ) 3 Nuove Tecnologie per la Vita Ambito Indirizzo / specializzazione Network e reti 3.1 Biotecnologie industriali e ambientali Il Tecnico superiore sarà in grado di operare come tecnico specializzato nelle aziende in ambito chimico, chimico-farmaceutico, nutraceutico e ambientale applicando metodi e processi tradizionali e/o innovativi allo studio, ricerca, sviluppo, identificazione, sintesi e produzione di molecole o prodotti su base biotecnologica. Partecipa alla pianificazione, realizzazione, gestione e controllo di progetti, processi, attività e impianti; alla gestione del Sistema di Qualità per l ottenimento/ mantenimento di certificazioni di qualità. 3.2 Produzione di apparecchi, dispositivi diagnostici e biomedicali. Il Tecnico superiore opera nell ambito della progettazione, sviluppo e produzione dei dispositivi medici: apparecchi e kit per la diagnosi, la terapia e la riabilitazione. Interviene nella pianificazione e organizzazione dei processi produttivi, gestisce le specifiche tecniche da soddisfare per assicurare il funzionamento del prodotto. Effettua collaudi, assistenza tecnica, monitoraggio post-vendita. Collabora all assicurazione di qualità, conformità e sicurezza di sistemi e dispositivi Tecnico superiore per la ricerca e lo sviluppo di prodotti e processi a base biotecnologica. La Fondazione Istituto Tecnico Superiore per le Nuove Tecnologie della Vita, oltre al positivo apporto dei Soci Fondatori, ha attivato una rete di relazioni e interazioni con le seguenti aziende: ADALTIS srl, Antica Pieve Bedizzole (BS), AGRI-BIO-ECO laboratori riuniti srl, BAXTER SpA, Biosint SpA, Carlucci SpA, CryoLab srl, DICOFARM SpA, ECO- SYSTEM3D, Ecosystems srl, FARMOGAL CS srl, FORFARMA Srl, IN.CHI.PLA. S.r.l., LABOMAR srl, MOMMILK Srl, PL PHARMA srl, SARANDREA MARCO & c. S.r.l., Sigma Tau SpA, VIDIA LABORATORI Dr. Iacoboni Vincenzo. Associazioni di Imprese: Confindustria, Confartigianato Imprese, CNA. Rete delle Fondazioni ITS del Lazio e Fondazione ITS per le Nuove Tecnologie della Vita di Bergamo. Istituzioni Scolastiche e Formative distribuite sul territorio regionale e nazionale. La Fondazione oltre ai percorsi formativi ha attivato misure di accompagnamento al lavoro, orientamento e sviluppo della cultura dell innovazione e d impresa. E responsabile dell attuazione del progetto Solidarietà Solidale, che ha come scopo: la riduzione del costo del principio attivo per la realizzazione di un farmaco necessario per curare malattie endemiche in Africa l incremento di occupazione in Italia mediante costituzione di start up di giovani e rilancio di aree industriali. Il tutto partendo dalla coltivazione e dallo sfruttamento totale

4 delle potenzialità della pianta da cui si estrae il principio attivo, al fine di trasformare anche i costi in risorse e Il progetto sperimentale prevede in parallelo alle attività di ricerca, l'elaborazione di business plan da parte dei corsisti ITS, che lavorano in rete tra loro, ma anche con professionisti, docenti universitari, stakeholders e imprese distribuite sul territorio nazionale. La Fondazione ha partecipato attivamente alla costituzione, ed è partner, di due Poli Tecnico Professionali: Polo per la Promozione delle Eccellenze Produttive e per la Dieta Mediterranea B.E.T.A. CALABRIA MED con valorizzazione degli alimenti funzionali ottenuti dalle produzioni agroalimentari locali Polo per l Automazione e Domotica Assistenziale - AAL Marche con risvolto di multiregionalità con il Lazio (riferimento all Ambito 3.2 Produzione di apparecchi, dispositivi diagnostici e biomedicali) che cerca di risposte a quelle categorie "deboli" di persone (anziani e disabili) che richiedono particolari attenzioni e assistenza. Saranno integrate le tecnologie che concorrono all'autonomia della persona con fattori che concorrono alla salute come l alimentazione corretta, uso di alimenti funzionali, nutraceutici probiotici, cosmeceutici per migliorare la qualità della vita. Lo scopo è quello di migliorare il benessere e lo stato di salute, l'accessibilità e la fruibilità dell'ambiente (l'abitazione o la struttura sanitaria o assistenziale), estendendo le abilità dei soggetti e consentendo anche l'assistenza e il monitoraggio a distanza del loro stato di salute ("domotica assistenziale"). Le attività poste in essere si sviluppano nelle seguenti Regioni: Lazio, Marche, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Calabria. Occupabilità Percorso formativo di prossima attivazione Recapiti della Fondazione e riferimenti Diretta nei settori: industria comparto: chimico, farmaceutico, alimentare e salute in aziende che producono molecole e prodotti ad uso farmacologico, diagnostico, cosmetico, alimentare (alimenti funzionali, nutraceutici, ecc.);comparto chimico: aziende che operano nella chimica fine producendo molecole come intermedi o prodotti finiti. Servizi aziende che agiscono per l ottenimento / mantenimento di certificazioni, controllo e assicurazione di qualità Costituzione di nuove società (spin off, start up. ) Gli studenti al termine del percorso formativo possono inserirsi nel mondo del lavoro mediante creazione di impresa basata anche su processi di trasferimento tecnologico. Saranno attivate idonee misure di accompagnamento e orientamento, e azioni di promozione territoriale per favorire il raggiungimento degli obiettivi occupazionali nelle due forme indicate Tecnico superiore per la ricerca e lo sviluppo di prodotti e processi a base biotecnolo gica Sede legale: Via Einaudi, s.n.c Pomezia (RM) c/o IPSIA E.CAVAZZA Sede aggiuntiva: Via Taranto, 59/T, Roma (RM) tel e.mail: indirizzo web:

5 Area Tecnologica (rif. decreto 7 settembre 2011 ) Ambito Tecnologie della informazione e della comunicazione Organizzazione e fruizione dell'informazione e della conoscenza Indirizzo / specializzazione Videomaker e Operatore Multimediale di Redazione Network e reti Visualdesk del Gruppo L Espresso e altre testate editoriali e società del Gruppo (La Repubblica, Repubblica.it, Radio Capital, La Effe) Occupabilità Settore comunicazione e informazione: redazioni web Percorso formativo di prossima attivazione Regia e Storytelling per il WEB e la nuova TV (salvo diversa indicazione che saranno comunicate nel sito della Fondazione) Recapiti della Fondazione e riferimenti Fondazione ITS Roberto Rossellini Via della Vasca Navale n Roma

6 Area Tecnologica (rif. decreto 7 settembre 2011 ) Ambito Nuove tecnologie per il made in Italy Agroalimentare Indirizzo / specializzazione Network e reti Occupabilità Percorso formativo di prossima attivazione (salvo diversa indicazione che saranno comunicate nel sito della Fondazione) Tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione ed il marketing delle produzioni agrarie, agroalimentari e agroindustriali Il Tecnico può operare in qualità di dipendente o come lavoratore autonomo in diversi ambiti, per conto di aziende singole ed associate, di laboratori di analisi, di consorzi per la valorizzazione e la tutela nonché di Enti di controllo e certificazione che operano nell ambito della trasformazione e conservazione delle produzioni e dei prodotti agroalimentari di qualità Tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione ed il marketing delle produzioni agrarie, agroalimentari e agroindustriali Recapiti della Fondazione e riferimenti Profilo professionale: Tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione ed il marketing delle produzioni agrarie, agroalimentari e agroindustriali Breve descrizione: Il tecnico è in grado di organizzare e gestire, nel rispetto dell ambiente, il controllo qualitative sistematico della filiera, pianificando l organizzazione e garantendone la conformità. Svolge attività di indirizzo ed organizzazione della ricerca, al fine delle garanzie di qualità delle produzioni, valicando nel processo, la funzionalità degli impianti. Gestisce i rapporti commerciali e le attività connesse al lancio dei prodotti enogastronomici. Cura la gestione e la fidelizzazione della clientela, operando nel campo della comunicazione aziendale per le sue competenze. Ha competenze in ordine alle pratiche doganali e della documentazione d accompagnamento merci. Opera con sistemi di qualità. Oltre alle aree di competenze sopra delineate il progetto didattico formativo prevede lo sviluppo e il potenziamento delle seguenti conoscenze e competenze funzionali a far si che la figura professionale in uscita possa essere in grado di : conoscere e saper analizzare il contesto aziendale e territoriale più generale nell ambito del quale opera l azienda o la struttura produttrice, nonché saper analizzare i possibili ambiti di sviluppo di mercati nei quali collocare e commercializzare i prodotti agricoli ed agroindustriali; saper valorizzare le motivazioni degli operatori dell impresa e le relazioni interpersonali come fattori per accrescere i beni relazionali e la produttività; acquisire una concezione della competizione di mercato come intreccio complesso di cooperazione e concorrenza e accompagnare l impresa da una pratica della competitività di tipo posizionale ( c è chi vince e c è chi perde come in una gara sportiva) ad una di tipo cooperativo, fondata sul mutuo vantaggio dei soggetti dello scambio di mercato e sulla considerazione di detti soggetti come team, che agisce per raggiungere obiettivi comuni in grado di avvantaggiare tutti i partecipanti dello scambio stesso;

7 conoscere le diverse forme di impresa e di organizzazione for profit o che nascono per moventi più complessi e articolati della semplice ricerca del profitto (imprese non profit, soggetti dell economia civile, organizzazioni a movente ideale); conoscere e saper sviluppare strategie di responsabilità sociale dell impresa, come fattore competitivo e strumento per modificare la concorrenza e vincere la sfida della sostenibilità economica, mediante l attenzione alle esternalità sociali e ambientali dell azione dell impresa, come libera scelta; saper costruire relazioni con gruppi di consumatori consapevoli e attivi (gruppi di acquisto e network online di cittadini-consumatori) per creare ulteriori quote di mercato, in grado di compensare gli eventuali costi aggiuntivi derivanti dalla maggiore attenzione ai portatori d interesse; acquisire la competenza partecipativa per stabilire relazioni con soggetti portatori di interessi sia interni che esterni all organizzazione (collaboratori che operano nello stesso ambito, responsabili di altre aree e vertici aziendali etc.), Enti locali, organizzazioni di salvaguardia del patrimonio alimentare del territorio, Presidi Slow- food, accademie di prodotti tipici, GAL, Distretti, Reti di Economia Solidale, aggregazioni di area e di settore etc, clienti e fornitori sia reali che virtuali, per il monitoraggio di tendenze, fabbisogni etc, funzionali alla collocazione dell offerta e la gestione di servizi commerciali di supporto; acquisire la competenza nell economia rurale e nella cultura del cibo locale come condizione per mantenere il vantaggio competitivo acquisito e per utilizzare e sintetizzare tutte le informazioni di contesto (vocazioni produttive locali- potenzialità di mercato - target clienti di riferimento- marchi e normative di tutela prodotti capacità di produzione tecniche e canali possibili di distribuzione etc), funzionali alla creazione di servizi e azioni di supporto ad aziende e loro reti e consorzi, nell ottica di favorire aggregazioni produttive ed aziendali finalizzate al raggiungimento di obiettivi comuni di qualsiasi natura (ad esempio condivisione di servizi, strategie di marketing, condivisione di costi per l implementazione di servizi aggiuntivi e a tutela delle aziende stesse etc. ); conoscere le definizioni di multifunzionalità e diversificazione in agricoltura e i percorsi imprenditoriali agricoli per la valorizzazione delle funzioni sociale, didattica, ricreativa, paesaggistica e di produzione di energie rinnovabili (biomasse di origine agricola, energia solare, energia eolica), per la valorizzazione della biodiversità, per la salvaguardia dell equilibrio idrogeologico; essere in grado di proporre e gestire servizi ( sia di ambito settoriale, di filiera che territoriale), di supporto alle aziende sia di produzione che di distribuzione, al fine di animare e aggregare intorno a strategie comuni e condivise di intervento (marketing- vendita- distribuzione e commercializzazione), aziende specie piccole o piccolissime che in situazioni abituali non potrebbero beneficiare di consulenze specialistiche dati i costi e gli ambiti ristretti di intervento; saper utilizzare e ( nel caso di piccoli campioni ), condurre ricerche di mercato ed organizzare attività di marketing mix, attraverso il processo prodotto prezzo- comunicazione; essere in grado di proporsi ed operare come animatore di reti interaziendali e ove possibile intersettoriali; reti funzionali sia allo sviluppo aziendale (specie per le microimprese), che alla collocazione su mercati di prodotti che all avvio e affermazione di marchi di qualità e processi organizzati di filiera ( produzione confezionamento- distribuzione comunicazione ) mediante sinergie interaziendali e settoriali; saper individuare la struttura del sistema distributivo nel settore agroalimentare ed identificare forme di collegamento delle imprese agricole con il mercato; definire nell ambito della legislazione del settore, forme di presentazione dei prodotti tese a migliorare la tipicità e le caratteristiche mercantili degli stessi anche mediante sinergie tra prodotti territoriali di diversa natura (Olio Vino produzioni ortofrutticole etc.); conoscere e saper applicare la normativa relativa alla commercializzazione del settore, alla qualità dei prodotti e alla protezione dei marchi;

8 adottare le più attuali tecniche di Marketing e vendita con particolare riguardo a E- business ed e- commerce; promuovere le produzioni agricole locali ricorrendo ad attente ricerche sulle tecniche necessarie alla tipicizzazione dei prodotti; pianificare, gestire e controllare le variabili organizzative ed economico finanziarie più rilevanti per l attività, essere in grado di strutturare efficacemente le attività, le risorse possedute, il tempo disponibile per il raggiungimento di un obiettivo; conoscere le tecniche di vendita e le strategie di comunicazione con i clienti in un ottica di costumer care; saper definire strategie tese ad aumentare la penetrazione nel mercato di riferimento o di nuovi mercati di sbocco; conoscere i riferimenti normativi e saper analizzare la politica agricola in Europa (PAC), affrontando le tematiche del dibattito corrente sulle varie riforme e i risvolti tecnici che queste possono avere in ambito nazionale; conoscere i principali problemi internazionali che riguardano la sicurezza alimentare e, in particolare, le cause che hanno determinato negli ultimi anni la volatilità dei prezzi delle materie prime e le situazioni di crisi alimentare in diverse aree del pianeta, nonché le misure che le istituzioni internazionali stanno adottando per farvi fronte; conoscere e saper applicare gli standard contrattuali ( joint ventures, accordi con stati stranieri ect.), sempre nell ottica della tutela dell azienda che del made in Italy.

9 Area Tecnologica (rif. decreto 7 settembre 2011 ) Ambito MOBILITA SOSTENIBILE Mobilità delle persone e delle merci Infomobilità ed Infrastrutture logistiche Indirizzo / specializzazione Tecnico superiore Conduzione del mezzo navale Tecnico superiore Gestione degli apparati di bordo Tecnico superiore Gestione dei porti e servizi turistici Network e reti L ITS Fondazione G. Caboto è costituito dai seguenti soci fondatori: I.I.S.S. G. Caboto; Provincia di Latina; d Amico Società di Navigazione; Cosorzio Industriale Sud Pontino; Pa.L.Mer Ente di ricerca; Consormare del Golfo; OESCMI - Centro di formazione. Ad oggi l ITS G. Caboto ha stabilito una rete di collaborazioni tra numerose aziende operanti nel settore marittimo, Compagnie di navigazioni, Agenzie, Associazioni di categoria, Porti turistici, Università ed Accademie estere: d Amico Shipping Italia SpA F.lli d Amico SpA -Carboflotta SpA Finaval SpA -Gruppo Amoretti SpA -RDB Armatori SpA -Premuda SpA Italia Marittima SpA -O. Novella SpA ASSONAT Associazione Nazionale Approdi e Porti turistici CIT Cork Istitute of Technology Arab Academy for Science, Technology and Maritime Transport Alessandria d Egitto Occupabilità I percorsi formativi promossi hanno come obiettivo primario quello di garantire un elevato risultato occupazionale. Il numero dei posti a concorso è determinato sulla base dell effettiva offerta di lavoro da parte delle aziende partner, che garantendo la fase di training, si impegnano anche ad accogliere gli allievi diplomati nella successiva fase lavorativa. Una specifica azione di accompagnamento al lavoro, successiva al percorso formativo, permette il raggiungimento di una percentuale di occupazione vicina al 100% Percorso formativo di prossima attivazione (salvo diversa indicazione che saranno comunicate nel sito della Fondazione) Recapiti della Fondazione e riferimenti Tecnico superiore per la mobilità delle persone e delle merci Conduzione del mezzo navale e Gestione degli apparati di bordo; Tecnico superiore per l infomobilità e le infrastrutture logistiche Gestione del porto e dei servizi turistici ITS Fondazione G. Caboto Lungomare G. Caboto, Gaeta (LT) Tel/Fax Sito web: Facebook: ITS Fondazione Caboto

10 Area Tecnologica Nuove Tecnologie per il Made in Italy (rif. decreto 7 settembre 2011 ) Ambito Servizi alle Imprese Indirizzo / specializzazione Tecnico Superiore per il Marketing e l Internazionalizzazione delle Imprese Network e reti Occupabilità Il Tecnico Superiore per il Marketing e l Internazionalizzazione opera per promuovere prodotti del Made in Italy dei quali conosce il processo di produzione e le specifiche caratteristiche tecniche, focalizzandosi su parametri di efficienza efficacia e performance. Cura la pianificazione strategica, con particolare riguardo alla gestione aziendale e all evoluzione normativa ed informatica. Predispone il piano di marketing e di comunicazione sul prodotto/servizio studiandone il posizionamento in uno specifico segmento di mercato attraverso l analisi di settore, il benchmark, la ricerca delle tendenze e delle potenzialità offerte dai nuovi media digitali. Il corso forma professionisti in grado di lavorare con aziende impegnate nella sfida dei mercati esteri. Percorso formativo di prossima attivazione (salvo diversa indicazione che saranno comunicate nel sito della Fondazione) Tecnico Superiore per il Marketing e l Internazionalizzazione delle Imprese Recapiti della Fondazione e riferimenti

11 Progetto didattico formativo Il percorso formativo prevede lo sviluppo di in aree disciplinari a loro volta articolate in Unità formative Professionalizzanti, miranti alla formazione di un tecnico superiore in grado di promuove prodotti e servizi made in Italy sui mercati internazionali. La figura professionale in uscita dovrà essere in grado di svolgere attività di indirizzo ed Organizzazione, al fine delle garanzie di qualità delle produzioni, gestendo rapporti commerciali ed attività connesse al lancio dei prodotti MADE IN ITALY. Al tecnico sarà chiesto di saper curare la gestione e la fidelizzazione della clientela, operando nel campo della comunicazione aziendale per posizionare sui mercati prodotti/servizi, con particolare attenzione ai mercati internazionali. Egli dovrà avere competenze in ordine alle pratiche normativo legali e doganali, fiscali e culturali del Paese in cui andrà ad operare. Al termine dei quattro semestri del corso lo studente sarà in grado di promuovere prodotti o servizi aziendali curandone la pianificazione strategica a livello nazionale ed internazionale. Durante il corso avrà inoltre acquisito ottima dimestichezza con gli applicativi orientati al web marketing applicando tecniche di ricerca su internet e utilizzando strumenti di e-commerce. Si tiene a sottolineare che tale elenco non è esaustivo e che esso sarà suscettibile di ampliamenti funzionali alla migliore collocazione possibile della figura in uscita nel Mercato del Lavoro, anche in funzione delle richieste delle aziende di riferimento. Il progetto didattico è costituito da un percorso di 1820 ore di formazione suddivisa in 4 semestri. Metodologia didattica, materiali di studio forniti online esaminati e discussi in gruppo. Didattica laboratoriale Formazione frontale alternata a Formazione a distanza. Condivisione e analisi di esperienze significative. Laboratori linguistici Laboratori tecnologici di ricerca Simulazione di situazioni problematiche e ricerca di soluzioni. Tirocini/stage in azienda per il 40% del monte ore complessivo, anche all estero, con il supporto e l accompagnamento di tutor specificatamente formati.

12 Area Tecnologica (rif. decreto 7 settembre 2011 ) Ambito Nuove ecnologie per il Made in Italy Sistema Agroalimentare Indirizzo specializzazione Network e reti Occupabilità FIGURA NAZIONALE RIFERIMENTO TECNICO SUPERIORE RESPONSABILE DELLE PRODUZIONI E DELLE TRASFORMAZZIONI AGRARIE AGROALIMENTARI ED AGROINDU- STRIALI (LIV. 5 EQF) INDIRIZZI Produzione e Trasformazione agraria agroalimentare ed agroindustriali Preparazione Agroalimentare Rete tra le Fondazioni I.T.S. Area Tecnologica Made in Italy Ambito Agroalimentare Rete degli Istituti Tecnici Superiori della Regione Lazio Polo Tecnico Professionale della Regione Campania Rete di Impresa Agrindustria Pontina 40% diplomati ns. percorsi Percorso formativo di prossima attivazione (salvo diversa indicazione che saranno comunicate nel sito della Fondazione) Recapiti della Fondazione e riferimenti Il Tecnico Superiore per le produzioni agrarie, agroalimentari e agroindustriali è in grado di progettare e gestire attività produttive erbacee, orticole, frutticole e alimentari operando con piena consapevolezza delle situazioni ambientali e degli orientamenti del mercato, assicurando l economicità dei processi e la qualità dei prodotti. Il Tecnico superiore formato opera nei processi di gestione e valorizzazione in particolare commerciale dei prodotti agricoli e agroalimentari Made in Italy; sarà in grado di programmare i piani di produzione di materiale vegetale florovivaistico, applicare tecniche e tecnologie di produzione innovativa a basso impatto ambientale con risparmio energetico, organizzare processi di valorizzazione commerciale della pianta florovivaistica. Potrà operare nelle aziende del settore e negli agriturismo con competenze di alto livello. Il Tecnico Superiore per le preparazioni agroalimentari è una figura che potrà svolgere attività relative alla preparazione pasti, con competenze relative all analisi del mercato e dei bisogni della committenza, alla predisposizione dei menù, alla cura ed elaborazione di prodotti cucinati e piatti allestiti. La figura formata sarà in grado di formulare proposte di prodotti/servizi, interpretando i bisogni e promuovendo la fidelizzazione del cliente Avrà acquisito competenze per predisporre menù in riferimento alle caratteristiche organolettiche e merceologiche delle materie prime ed alla tipicità del prodotto, curando l elaborazione dei piatti, con applicazione di tecniche innovative e creative ITS FONDAZIONE BIO CAMPUS

13 ITIS Don G. Morosini Via Casilina Sud, Km Ferentino (Fr) Tel Fax: mail.: pec.

Istituto Tecnico Superiore Alta Formazione per le Nome Fondazione Nuove Tecnologie per il Made in Italy nel comparto Agroalimentare Viterbo

Istituto Tecnico Superiore Alta Formazione per le Nome Fondazione Nuove Tecnologie per il Made in Italy nel comparto Agroalimentare Viterbo Informazioni Fondazione Istituto Tecnico Superiore Alta Formazione per le Nome Fondazione Nuove Tecnologie per il Made in Italy nel comparto Agroalimentare Viterbo Indirizzo Sede Via Saffi, 49 - Viterbo

Dettagli

ITS FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE. Nuovi saperi per l Agroalimentare CORSO 2012-2014. www.itsparma.it

ITS FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE. Nuovi saperi per l Agroalimentare CORSO 2012-2014. www.itsparma.it ITS CORSO 2012-2014 TECNICO RESPONSABILE DELLE PRODUZIONI E DELLE TRASFORMAZIONI AGRARIE, AGRO-ALIMENTARI E AGRO-INDUSTRIALI www.itsparma.it TECNICI DI ALTO PROFILO PER IL SETTORE AGROALIMENTARE il nuovo

Dettagli

Le attività sono finanziate dalla Regione Emilia-Romagna tramite Fondi Regionali. Operazioni approvate con Delibera della Giunta Regionale n.

Le attività sono finanziate dalla Regione Emilia-Romagna tramite Fondi Regionali. Operazioni approvate con Delibera della Giunta Regionale n. Le attività sono finanziate dalla Regione Emilia-Romagna tramite Fondi Regionali. Operazioni approvate con Delibera della Giunta Regionale n. 1496 del 15/10/2012 Rif. P.A. 2012-1706/RER - Rif. P.A. 2012-1720/RER

Dettagli

OBIETTIVI DEL MASTER

OBIETTIVI DEL MASTER L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. 2 turisti stranieri su 3 considerano la cultura e il cibo come principale motivazione di un viaggio in Italia e

Dettagli

Nuove tecnologie per il made in italy

Nuove tecnologie per il made in italy ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY LA FILIERA AGROALIMENTARE: RISORSA PER LO SVILUPPO DELLA LOMBARDIA ITS ISTITUTO TECNICO SUPERIORE CORSO PER TECNICI SUPERIORI PER

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

L Istituto Galileo GALILEI di Crema

L Istituto Galileo GALILEI di Crema L Istituto Galileo GALILEI di Crema in continuità con la sua proposta formativa propone, a partire dall a.s. 2010/11, corsi quinquennali di: - ISTITUTO TECNOLOGICO, diurni e serali (ex ITIS) - LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

Nuove tecnologie per il Made in Italy

Nuove tecnologie per il Made in Italy ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY LA FILIERA AGROALIMENTARE: RISORSA PER LO SVILUPPO DELLA LOMBARDIA ITS ISTITUTO TECNICO SUPERIORE CORSO PER TECNICI SUPERIORI PER

Dettagli

Collegare filiere formative e produttive. Verso i Cluster e i Poli Tecnico Professionali in Regione Lombardia. Valentina Aprea

Collegare filiere formative e produttive. Verso i Cluster e i Poli Tecnico Professionali in Regione Lombardia. Valentina Aprea Collegare filiere formative e produttive Verso i Cluster e i Poli Tecnico Professionali in Regione Lombardia Valentina Aprea Dal diritto allo studio al diritto all occupabilità il diritto all occupazione

Dettagli

Orientamento 2015/17

Orientamento 2015/17 Orientamento 2015/17 Gli ITS sono stati introdotti nell ordinamento nazionale dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 gennaio 2008 in attuazione della legge finanziaria 2007 allo scopo

Dettagli

P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza. Genova 19 novembre 2010

P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza. Genova 19 novembre 2010 P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza Grazia Manca U.O.Informazione Comunitaria Dipartimento della Multifunzionalità dell Azienda Agricola e delle Filiere Agroalimentari per lo

Dettagli

QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI

QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI Nel nostro Istituto sono attivi i seguenti indirizzi, articolati nelle classi e nei quadri orari di cui sotto. Meccanica, Meccatronica Elettrotecnica

Dettagli

GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE

GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE Il secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione è costituito dai percorsi quinquennali dell istruzione secondaria superiore (licei, istituti

Dettagli

Tecnico Superiore per il Marketing e l Internazionalizzazione delle Imprese

Tecnico Superiore per il Marketing e l Internazionalizzazione delle Imprese Bando di selezione allievi Corso ITS Servizi alle Imprese per il conseguimento del Diploma di: Tecnico Superiore per il Marketing e l Internazionalizzazione delle Imprese DESCRIZIONE DEL CORSO: Gli Istituti

Dettagli

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato A), costituisce il riferimento per tutti gli indirizzi

Dettagli

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato A), costituisce il riferimento per tutti gli indirizzi

Dettagli

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI MISSIONE IMPRESA capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI con le risorse del fondo per lo sviluppo dell imprenditoria giovanile in agricoltura

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - IMPIEGATO SERVIZI MARKETING E COMUNICAZIONE - DESCRIZIONE

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

Tecnico superiore. per la promozione e la gestione di servizi di. Gastronomia Mediterranea

Tecnico superiore. per la promozione e la gestione di servizi di. Gastronomia Mediterranea Tecnico superiore per la promozione e la gestione di servizi di Gastronomia Mediterranea Certificazione rilasciata Al termine del corso, gli allievi che avranno frequentato un numero di ore pari ad almeno

Dettagli

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici I nuovi Istituti Tecnici NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO 2 SETTORI, 11 INDIRIZZI SETTORE ECONOMICO SETTORE TECNOLOGICO 1. Amministrazione, Finanza e Marketing; 2. Turismo 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia

Dettagli

Glossario delle Aree di Studio (*)

Glossario delle Aree di Studio (*) Glossario delle Aree di Studio (*) Glossario Aree di studio Istituti Tecnici AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Il Diplomato in Amministrazione, Finanza e Marketing ha competenze generali nel campo dei

Dettagli

ITIS M.O.V.M. DON G.MOROSINI

ITIS M.O.V.M. DON G.MOROSINI ITIS M.O.V.M. DON G.MOROSINI ITIS M.O.V.M. DON G.MOROSINI Via Casilina - Ferentino (Fr) tel. 0775. 395345 www.itismorosini.it - frtf06000c@istruzione.it I.T.I.S. M.O.V.M. DON GIUSEPPE MOROSINI" L Istituto

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Tale processo ha determinato la richiesta di standard produttivi e qualitativi più elevati ed una più facile tracciabilità di filiera.

Tale processo ha determinato la richiesta di standard produttivi e qualitativi più elevati ed una più facile tracciabilità di filiera. 2 Nel corso degli anni, sono progressivamente cambiate, nei consumatori, le abitudini d acquisto e la natura dei consumi dei prodotti alimentari. La figura del consumatore si è evoluta in maniera evidente,

Dettagli

Campus scientifico e didattico del biomedicale Tecnologie della vita. Organi di indirizzo e gestione Piano annuale 2013-14

Campus scientifico e didattico del biomedicale Tecnologie della vita. Organi di indirizzo e gestione Piano annuale 2013-14 Campus scientifico e didattico del biomedicale Tecnologie della vita Organi di indirizzo e gestione Piano annuale 2013-14 1 Premessa Il progetto di campus biomedicale è finalizzato ad apprendere competenze

Dettagli

AREA PROFESSIONALIZZANTE RELAZIONE FINALE

AREA PROFESSIONALIZZANTE RELAZIONE FINALE AREA PROFESSIONALIZZANTE RELAZIONE FINALE 11 maggio 2015 Il progetto dell area professionalizzante della classe 5^ serale di alternanza scuola/lavoro si è sviluppato con stage gestiti in modo personalizzato

Dettagli

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali www.itinerari.conform.it Il corso Gli obiettivi Il percorso formativo Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni

Dettagli

...anch io scelgo its

...anch io scelgo its Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I percorsi 01 02 Tecnico Superiore per la produzione e la manutenzione di mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture tecnico responsabile

Dettagli

ITS. Tra il ITS. diploma e la laurea, Tra il un nuovo percorso formativo concretamente legato al mondo del lavoro ato al mondo

ITS. Tra il ITS. diploma e la laurea, Tra il un nuovo percorso formativo concretamente legato al mondo del lavoro ato al mondo ITS. Tra il diploma e la laurea, un nuovo percorso formativo concretamente legato al mondo del lavoro Novara, 27/05/2011 ITS : la risposta a tante richieste A livello nazionale industria e istituzioni

Dettagli

IL SISTEMA SCOLASTICO ATTUALE

IL SISTEMA SCOLASTICO ATTUALE IL SISTEMA SCOLASTICO ATTUALE Questa sezione illustra la suddivisione del sistema scolastico attuale, in vigore per le classi prime a partire dall anno scolastico 2010/2011 (sistema scolastico riformato).

Dettagli

SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITÀ ALBERGHIERA

SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITÀ ALBERGHIERA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Professionale Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera A. Vespucci Via Valvassori Peroni 8-20133 Milano - Tel. 02.7610162

Dettagli

BOZZA PROVVISORIA PER LA DISCUSSIONE

BOZZA PROVVISORIA PER LA DISCUSSIONE BOZZA PROVVISORIA PER LA DISCUSSIONE ISTITUTI TECNICI PROFILI DEGLI INDIRIZZI SETTORE ECONOMICO Indirizzi: 1 AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING 2 - TURISMO SETTORE TECNOLOGICO Indirizzi: 3 - MECCANICA,

Dettagli

SETTORE TECNOLOGICO. Istituto Tecnico Tecnologico V. Cerulli (via Gramsci, 68)

SETTORE TECNOLOGICO. Istituto Tecnico Tecnologico V. Cerulli (via Gramsci, 68) I nuovi Istituti tecnici sono raggruppati in 2 settori: Economico Tecnologico L I.I.S. V.Crocetti-V.Cerulli offre ai propri studenti una formazione nel SETTORE ECONOMICO E NEL SETTORE TECNOLOGICO: SETTORE

Dettagli

Literalia Formazione srl

Literalia Formazione srl Literalia Formazione srl PRINCIPALI PROGETTI FORMATIVI REALIZZATI DA LITERALIA FORMAZIONE SRL Ente di formazione Professionale accreditato presso la Regione Lazio per l Orientamento, la Formazione Superiore

Dettagli

TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE

TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE 1 COMUNICAZIONE E PARTECIPAZIONE SOCIALE L ambito Comunicazione e partecipazione sociale concorre a mettere lo studente

Dettagli

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione ARTIGIANATO

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione ARTIGIANATO SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali Articolazione ARTIGIANATO ISTRUZIONE PROFESSIONALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali

Dettagli

ITE. INCLUSION Through ENTREPRENEURSHIP

ITE. INCLUSION Through ENTREPRENEURSHIP ITE INCLUSION Through ENTREPRENEURSHIP GLI ATTORI DELLA COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE La Partnership di Sviluppo Geografica FUTURO REMOTO IT G2 CAM 017, costituita da: CONFORM Consorzio di Formazione Manageriale;

Dettagli

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. Vanta, inoltre, una varietà e una ricchezza di produzioni e tipicità enogastronomiche difficilmente riscontrabile

Dettagli

Ricerca e innovazione: le opportunità comunitarie per rilanciare la competitività del Sistema Marche

Ricerca e innovazione: le opportunità comunitarie per rilanciare la competitività del Sistema Marche Ricerca e innovazione: le opportunità comunitarie per rilanciare la competitività del Sistema Marche Regione Marche PATRIZIA SOPRANZI P.F. Innovazione Ricerca e Competitività dei Settori Produttivi Strategia

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

I Nostri Obiettivi, Il Vostro Risultato.

I Nostri Obiettivi, Il Vostro Risultato. UnicaItalia è la piattaforma multimediale dedicata alla promozione e allo sviluppo della capacità artigianale dell agroalimentare Made in Italy identificato nelle PMI della produzione e della distribuzione.

Dettagli

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti RESTARTAPP ReStartApp è il primo campus per le nuove imprese dell Appennino: un progetto dedicato ai giovani in possesso di idee d impresa o start up originali e innovative, che vedono nel territorio appenninico

Dettagli

Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva

Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva Menù partecipato Il progetto il menù l ho fatto io Un modello

Dettagli

I NUOVI ISTITUTI TECNICI

I NUOVI ISTITUTI TECNICI Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico Ettore Molinari Via Crescenzago, 110/108-20132 Milano - Italia tel.: (02) 28.20.786/ 28.20.868 - fax: (02) 28.20.903/26.11.69.47 Sito

Dettagli

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO I.P.S.S.C.T.S. CORATO

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO I.P.S.S.C.T.S. CORATO PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO I.P.S.S.C.T.S. CORATO Area: gestione dei servizi per la soddisfazione del cliente Si tratta di un percorso di sperimentazione di Alternanza Scuola Lavoro, così come previsto

Dettagli

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE E LOGISTICA, MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE E LOGISTICA, MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI CORSO 2011-2013 ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE E LOGISTICA, MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI La tecnica per crescere CON IL PATROCINIO DI PIACENZA L Istituto Tecnico Superiore

Dettagli

ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI

ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI OTTO AZIONI MISURABILI PER L UNIVERSITA, LA RICERCA E L INNOVAZIONE Premessa Nella comune convinzione che Università, Ricerca e Innovazione costituiscano una priorità per il

Dettagli

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze 110 BUSINESS & IMPRESE Maurizio Bottaro Maurizio Bottaro è family business consultant di Weissman Italia RETI D IMPRESA Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo

Dettagli

Tecnico di cucina. Standard della Figura nazionale

Tecnico di cucina. Standard della Figura nazionale Tecnico di cucina Standard della Figura nazionale Denominazione della figura TECNICO DI CUCINA Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche di riferimento: ATECO 2007/ISTAT

Dettagli

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia http://poloinnovazione.cc-ict-sud.it Luciano Mallamaci, ICT-SUD Direttore Tecnico ICT Sud Program Manager Polo

Dettagli

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione INDUSTRIA

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione INDUSTRIA SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali Articolazione INDUSTRIA 1 ISTRUZIONE PROFESSIONALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali

Dettagli

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 Piattaforma Tecnologica Nazionale Marittima PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 PROPOSTA DI Azioni Connesse sulle Tecnologie Marine {1} 4/09 L Italia e il Mare L Italia ha oltre 8.000 chilometri di coste ed una innata

Dettagli

Progetto interprovinciale delle Associazioni degli Industriali delle Province di Ancona, Fermo, Macerata, Pesaro Urbino

Progetto interprovinciale delle Associazioni degli Industriali delle Province di Ancona, Fermo, Macerata, Pesaro Urbino Progetto interprovinciale delle Associazioni degli Industriali delle Province di Ancona, Fermo, Macerata, Pesaro Urbino Presentazione del progetto per le aziende Premessa Learning by doing" è il progetto

Dettagli

ITS per la Mobilità Sostenibile G. Caboto Scuola Superiore di Tecnologia per il Mare

ITS per la Mobilità Sostenibile G. Caboto Scuola Superiore di Tecnologia per il Mare ITS per la Mobilità Sostenibile G. Caboto Scuola Superiore di Tecnologia per il Mare Informazioni Fondazione ITS per la Mobilità Sostenibile G. Caboto Nome Fondazione Scuola Superiore di Tecnologia per

Dettagli

TECNICO DI CUCINA E DELLA RISTORAZIONE

TECNICO DI CUCINA E DELLA RISTORAZIONE PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO DI CUCINA E DELLA RISTORAZIONE 105 COMUNICAZIONE E PARTECIPAZIONE SOCIALE L ambito Comunicazione e partecipazione sociale concorre a mettere

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI TIPICHE

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI TIPICHE CORSO DI SPECIALIZZAZIONE STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI TIPICHE PROGETTO. Promuovere uno sviluppo economico basato sul territorio

Dettagli

Percorsi per l arricchimento e la qualificazione dei percorsi biennali delle Fondazioni ITS

Percorsi per l arricchimento e la qualificazione dei percorsi biennali delle Fondazioni ITS Percorsi per l arricchimento e la qualificazione dei percorsi biennali delle Fondazioni ITS CULTURA E SVILUPPO DELL INNOVAZIONE Le attività sono gratuite in quanto finanziate dalla Regione Emilia-Romagna

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

OSPITALITA ITALIANA ITALIAN QUALITY EXPERIENCE Il Bel paese, la sua storia, le sue produzioni in mostra all Expo 2015

OSPITALITA ITALIANA ITALIAN QUALITY EXPERIENCE Il Bel paese, la sua storia, le sue produzioni in mostra all Expo 2015 OSPITALITA ITALIANA ITALIAN QUALITY EXPERIENCE Il Bel paese, la sua storia, le sue produzioni in mostra all Expo 2015 Agenda Italia 2015 - Master Plan del Governo per Expo Milano 2015 INIZIATIVA N. 17

Dettagli

Piani integrati per lo sviluppo locale. Progetti di marketing territoriale. Progettazione e start-up di Sistemi Turistici Locali

Piani integrati per lo sviluppo locale. Progetti di marketing territoriale. Progettazione e start-up di Sistemi Turistici Locali Piani integrati per lo sviluppo locale Progetti di marketing territoriale Progettazione e start-up di Sistemi Turistici Locali Sviluppo di prodotti turistici Strategie e piani di comunicazione Percorsi

Dettagli

Bando di selezione allievi Corso ITS

Bando di selezione allievi Corso ITS Fondazione ITS ALBATROS Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Made in Italy Sistema Alimentare Bando di selezione allievi Corso ITS Tecnico per il controllo e la valorizzazione delle produzioni

Dettagli

INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI

INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI IL PROGETTO Il progetto DONNE E SCIENZA: ricerca, innovazione e spin-off imprenditoriale è un percorso integrato

Dettagli

Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica Lanciano (Ch) - 6 Febbraio 2014

Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica Lanciano (Ch) - 6 Febbraio 2014 Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica Lanciano (Ch) - 6 Febbraio 2014 Fondazione di Partecipazione Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Made in Italy Sistema Meccanica c/o Consorzio

Dettagli

Tuttavia il settore non riesce a sfruttare appieno le caratterizzazioni potenziali e l offerta agricola regionale appare, di fatto, poco qualificata.

Tuttavia il settore non riesce a sfruttare appieno le caratterizzazioni potenziali e l offerta agricola regionale appare, di fatto, poco qualificata. Il settore agroalimentare siciliano, per numero di occupati, potenzialità di qualità, diversità, tipicità e tradizioni alimentari e salutistiche è tra quelli portanti dell economia regionale. Le caratteristiche

Dettagli

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Emilia Gangemi COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Linee di indirizzo 12 dicembre 2012 Il quadro disegnato dai dati più recenti, tra cui le indagini ISTAT, in merito al mercato del lavoro nel Lazio non

Dettagli

Anno scolastico 2013/2014. Curricolo verticale. Servizi socio sanitario/ Servizi Commerciali

Anno scolastico 2013/2014. Curricolo verticale. Servizi socio sanitario/ Servizi Commerciali Istituto Istruzione Superiore 'Mattei Fortunato' Eboli (SA) Anno scolastico 2013/2014 Curricolo verticale Servizi socio sanitario/ Servizi Commerciali Disciplina: DIRITTO ED ECONOMIA Al termine del percorso

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Supporto all avvio di progetti imprenditoriali. GAL media Valle d Aosta

Supporto all avvio di progetti imprenditoriali. GAL media Valle d Aosta Supporto all avvio di progetti imprenditoriali GAL media Valle d Aosta Questo manuale è parte del progetto LEADER Agir pour l innovation rurale Scopo del manuale Sostenere le neo imprese rurali o le imprese

Dettagli

I programmi della Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio. Monica Rivelli

I programmi della Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio. Monica Rivelli I programmi della Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Monica Rivelli La Fondazione per l educazione finanziaria e al Risparmio La costituzione della Fondazione per l Educazione Finanziaria

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale. Galileo Galilei Conegliano (TV)

Istituto Tecnico Industriale Statale. Galileo Galilei Conegliano (TV) Istituto Tecnico Industriale Statale Galileo Galilei Conegliano (TV) FINALITÀ DELL ISTITUTO L impegno dell ITIS G. Galilei è quello di educare persone umane, autonome, libere da pregiudizi, capaci di operare

Dettagli

Modello sperimentale di sistema di inclusione lavorativa dei minori inseriti nel circuito penale

Modello sperimentale di sistema di inclusione lavorativa dei minori inseriti nel circuito penale Modello sperimentale di sistema di inclusione lavorativa dei minori inseriti nel circuito penale 1 1 1. Premessa La seguente proposta di modello nasce dopo un attività di confronto tra i rappresentanti

Dettagli

Rivolto a tutti gli Istituti Tecnici del Piemonte

Rivolto a tutti gli Istituti Tecnici del Piemonte 2 a EDIZIONE Bando per la partecipazione ad un programma di internship all estero per favorire l occupabilità e la conoscenza di competenze linguistiche specifiche Rivolto a tutti gli Istituti Tecnici

Dettagli

Bologna, 26 Novembre 2009 Aula Magna Facoltà di Agraria OSSERVATORIO SULL INNOVAZIONE NELLE IMPRESE AGRICOLE 3 RAPPORTO

Bologna, 26 Novembre 2009 Aula Magna Facoltà di Agraria OSSERVATORIO SULL INNOVAZIONE NELLE IMPRESE AGRICOLE 3 RAPPORTO Bologna, 26 Novembre 2009 Aula Magna Facoltà di Agraria OSSERVATORIO SULL INNOVAZIONE NELLE IMPRESE AGRICOLE 2009 3 RAPPORTO OGGETTO E SOGGETTO DELL OSSERVATORIO OGGETTO Ciò che è nuovo per l azienda che,

Dettagli

Corso di CAPO AZIENDA

Corso di CAPO AZIENDA Progetto: MISURA 111 Azione 1 Formazione- Pacchetto Formativo Misto Ambito: Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Sede: NICOSIA Corso di formazione per CAPO AZIENDA Corso di CAPO AZIENDA

Dettagli

PARTNER PER IL FUTURO

PARTNER PER IL FUTURO CHI SIAMO Dal 1995 forniamo servizi di consulenza strategica, con l obiettivo di accompagnare le aziende nel proprio percorso di crescita, attraverso modelli di project financing. Offriamo competenza e

Dettagli

I nuovi ITS centri speciali di alta tecnologia

I nuovi ITS centri speciali di alta tecnologia Dipartimento per l istruzione n. 3 in ABRUZZO n. 1 nel MOLISE n. 3 in CAMPANIA n. 3 in PIEMONTE n. 7 in EMILIA ROMAGNA n. 3 in PUGLIA n.2 in FRIULI VENEZIA GIULIA n. 1 in SARDEGNA n. 7 nel LAZIO n. 5 in

Dettagli

Schema di riferimento aziende. Nome azienda Comparto e attività svolte Bisogni rilevati. Consulenza come agronomo e certificatore comparto biologico

Schema di riferimento aziende. Nome azienda Comparto e attività svolte Bisogni rilevati. Consulenza come agronomo e certificatore comparto biologico Analisi fabbisogni formativi AGRI.COM - Corso per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli Le attività che sono state messe in atto per l analisi dei fabbisogni formativi e sull utenza

Dettagli

Progetto F.I.S.I.Agri Formazione Integrata per la Sostenibilità e

Progetto F.I.S.I.Agri Formazione Integrata per la Sostenibilità e Progetto F.I.S.I.Agri Formazione Integrata per la Sostenibilità e l Innovazione in Agricoltura Progetto finanziato dal FSE e dalla Provincia di Pistoia 1 Bando MM 2006-2007 FSE POR OB 3 mis. D1, C3 PROGETTI

Dettagli

COMPETENZE ED AMBITI PROFESSIONALI DELLA FIGURA DEL PERITO AGRARIO

COMPETENZE ED AMBITI PROFESSIONALI DELLA FIGURA DEL PERITO AGRARIO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "A. ZANELLI" COMPETENZE ED AMBITI PROFESSIONALI DELLA FIGURA DEL PERITO AGRARIO Il perito agrario è un tecnico con competenze sulla gestione del territorio, sulla gestione

Dettagli

Declinazione dei risultati di apprendimento in conoscenze e abilità per il primo biennio

Declinazione dei risultati di apprendimento in conoscenze e abilità per il primo biennio Allegato A) Declinazione dei risultati di apprendimento in conoscenze e abilità per il primo biennio A.1 Settore economico A.2 Settore tecnologico Il presente allegato è stato redatto con riferimento alle

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

Scheda descrittiva del progetto: Giovani imprenditori per un futuro da protagonisti: saper essere e saper fare

Scheda descrittiva del progetto: Giovani imprenditori per un futuro da protagonisti: saper essere e saper fare Scheda descrittiva del progetto: Giovani imprenditori per un futuro da protagonisti: saper essere e saper fare Sezione 1 - Il Progetto Il Progetto, proposto dall Associazione per lo Sviluppo Sostenibile

Dettagli

PERCHÈ ASSUMERE UNA PERSONA DISABILE? PIANO PROVINCIALE DISABILI: SPECIALE FORMAZIONE INDICE DEI CONTENUTI

PERCHÈ ASSUMERE UNA PERSONA DISABILE? PIANO PROVINCIALE DISABILI: SPECIALE FORMAZIONE INDICE DEI CONTENUTI Settembre 2009 PERCHÈ ASSUMERE UNA PERSONA DISABILE? Newsletter n 2 PER MAGGIORI INFORMAZIONI: Per adempiere ad un obbligo di Legge Perché si ha la possibilità di: offrire ad una persona disabile l opportunità

Dettagli

Azioni e strumenti per lo sviluppo delle imprese e dei territori

Azioni e strumenti per lo sviluppo delle imprese e dei territori Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa S.p.A. Azioni e strumenti per lo sviluppo delle imprese e dei territori Roma 29 ottobre 2014 Invitalia Invitalia, Agenzia Nazionale

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE DENORA. Anno scolastico 2010/2011

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE DENORA. Anno scolastico 2010/2011 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE DENORA Anno scolastico 2010/2011 ISTITUTO SUPERIORE STATALE I.I.S.S. DENORA ALTAMURA(BA) ISTRUZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

OPERATORE ELETTRONICO

OPERATORE ELETTRONICO CONSORZIO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E PER L EDUCAZIONE PERMANENTE Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, che organizza, in diversi settori

Dettagli

TECNICO DI SALA E BAR

TECNICO DI SALA E BAR PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO DI SALA E BAR 113 COMUNICAZIONE E PARTECIPAZIONE SOCIALE L ambito Comunicazione e partecipazione sociale concorre a mettere lo studente in grado

Dettagli

SEDE ASSOCIATA DI THIENE

SEDE ASSOCIATA DI THIENE ISTITUTO PROFESSIONALE G.B. GARBIN SEDE ASSOCIATA DI THIENE Via Rasa 6 IMPARARE A FARE FARE PER IMPARARE ISTRUZIONE PROFESSIONALE corsi di 5 anni per il conseguimento di un DIPLOMA DI ISTRUZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

Nuova compagine sociale Infarma:

Nuova compagine sociale Infarma: Nuova compagine sociale Infarma: progetti scopo strategia Relatore: Dr. Danilo Del Coco Amministratore Unico Pharmaservice Srl Una breve presentazione di Pharmaservice Srl Pharmaservice, nasce a Lecce

Dettagli

MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE. Giornalismo divulgazione green economy

MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE. Giornalismo divulgazione green economy MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE Giornalismo divulgazione green economy Il Master in Comunicazione ambientale è ideato dal Centro Studi CTS e da Green Factor, società di consulenza sulle tematiche ambientali,

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE DEGLI STUDENTI DEL CORSO ITS

BANDO DI SELEZIONE DEGLI STUDENTI DEL CORSO ITS Prot. n. 140 Caltagirone, 16/06/2012 BANDO DI SELEZIONE DEGLI STUDENTI DEL CORSO ITS Tecnico Superiore per la comunicazione e la valorizzazione di luoghi e territori, con l utilizzo di nuove tecnologie

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia

La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agro-alimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano La politica

Dettagli

Smeralda Consulting & Associati srl è una società di servizi alle imprese e alla pubblica amministrazione che nasce dalla collaborazione consolidata

Smeralda Consulting & Associati srl è una società di servizi alle imprese e alla pubblica amministrazione che nasce dalla collaborazione consolidata Smeralda Consulting & Associati srl è una società di servizi alle imprese e alla pubblica amministrazione che nasce dalla collaborazione consolidata di un gruppo di professionisti. La società, sorta per

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Assemblea 17 giugno, ore 11.30 Date: 2011-06-17 1 (11) Ericsson Internal Premessa La Sezione Elettronica ed Elettrotecnica intende rappresentare un importante elemento

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA RISTORAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TERRITORIALI E DELLE PRODUZIONI TIPICHE

TECNICO SUPERIORE PER LA RISTORAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TERRITORIALI E DELLE PRODUZIONI TIPICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER LA RISTORAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TERRITORIALI E DELLE PRODUZIONI TIPICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE

Dettagli

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Il POR FESR Emilia Romagna ASSE 1 Ricerca industriale e trasferimento tecnologico 115 milioni

Dettagli

BIENNIO POST-QUALIFICA (classe quarta e quinta) DIPLOMA DI MATURITA PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI RISTORATIVI

BIENNIO POST-QUALIFICA (classe quarta e quinta) DIPLOMA DI MATURITA PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI RISTORATIVI BIENNIO POST-QUALIFICA (classe quarta e quinta) Il nuovo corso post-qualifica è finalizzato alla specializzazione nel settore e si integra con il sistema di formazione professionale regionale. La terza

Dettagli