Rotating bioreactors for sustainable hydrogen sulphide removal (LIFE + ENV/IT/075-BIOSUR ) 17 Novembre Cuoiodepur

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rotating bioreactors for sustainable hydrogen sulphide removal (LIFE + ENV/IT/075-BIOSUR ) 17 Novembre 2014 - Cuoiodepur"

Transcript

1 Rotating bioreactors for sustainable hydrogen sulphide removal (LIFE + ENV/IT/075-BIOSUR ) 17 Novembre Cuoiodepur

2 Azione B.2 B.2 Preliminary tests to compare different type of support media and cleaning strategies; Action B 2.1 Work programme for prototype preliminary testing Action B 2.2 Start up of the prototype Action B 2.3 Preliminary tests Action B 2.4 Assessment of the preliminary test Action B 2.5 Process Modelling and optimization Action B 2.6 Process definition for optimized pre industrial scale tests

3 Azione B.2 B.2 Preliminary tests to compare different type of support media and cleaning strategies; Action B 2.1 Work programme for prototype preliminary testing Action B 2.2 Start up of the prototype Action B 2.3 Preliminary tests Deliverable n 17_Work programmefor prototype preliminary testing Action B 2.4 Assessment of the preliminary test Action B 2.5 Process Modelling and optimization Periodo I: start up dell impianto Action B 2.6 Process definition for optimized Controllo pre industrial pompe scale e valvole tests Controllo sensori Inoculo

4 What: prototipo visione frontale Serbatoio soluzione di lavaggio Aria da trattare

5 What: prototipo visione posteriore Aspiratore Uscita prototipo connessa ad uno scrubber Serbatoio di ricircolo Serbatoio soda (opzionale) Autocampionatore Serbatoio nutrienti

6 Pompee valvole è stato verificato: l azionamento manuale e automatico delle valvole ed elettrovalvole; l'azionamento del ventilatore; l'azionamento della rotazione dei dischi; è stato verificato: l'azionamento e range di funzionamento della pompa di ricircolo; l'azionamento e range di funzionamento della pompa per il dosaggio dei nutrienti; l'azionamento e range di funzionamento della pompa per il dosaggio della soda; l'azionamento e range di funzionamento della pompa per il dosaggio della soluzione di lavaggio; Il funzionamento del make up (con l'acqua di pozzo); l'azionamento delle valvole testate precedentemente in assenza di acqua;

7 Sensori In questa fase si è verificata la connessione delle seguenti sonde installate sul sistema: il flussimetro posto a valle del ventilatore con funzione di misuratore di portata e regolatore sul ventilatore; il misuratore della portata del ricircolo; il misuratore della portata di make up; il misuratore di conducibilità posto all'interno della serbatoio di ricircolo; il misuratore di torbidità posto all'interno della serbatoio di ricircolo; il misuratore di livello posto all'interno della serbatoio di ricircolo; il misuratore di ph posto all'interno della serbatoio di ricircolo; il misuratore di ph posto nel primo settore del prototipo; il misuratore di temperatura posto nel primo settore; il misuratore delle perdite di carico nei vari settori; il misuratore di livello nel serbatoio dei nutrienti, soda e soluzione di lavaggio; il gascromatografo per la misura continua delle concentrazioni dell'idrogeno solforato tra ingresso e uscita;

8 Inoculo Reattore CSTR Giorno 0 Giorno 60 ph 2,69 2,89 Temperatura [ C] 13,3 12 Volume [litri] Solfuri [mg l -1 ] 1 1 Solfati [mg l -1 ] Cloruri [mg l -1 ] Alcalinità [mg l -1 CaCO3] 0 0 TSS [mg l -1 ] VSS [mg l -1 ] - TSS = VSS Configurazione iniziale: portata del flusso di ricircolo: 10 m 3 h -1 ; portata del gas: 6500 m 3 h -1 ; decremento graduale del set pointdel ph da valori pari a quella dell acqua di pozzo fino a valori prossimi a 3 in funzione della rapidità di attivazione delle reazioni biologiche (il ph nel tempo iniziale presentava un valore intorno ad 8); rotazione dischi intermittente a 10 Hz (ovvero a 0,3 r.p.m.per 5 minuti e poi 25 minuti di stop);

9 Principio di funzionamento del prototipo La biomassa è adesa su dischi rotanti riempiti di poliuretano espanso parzialmente immersi in acqua. La rotazione dei dischi e, all occorrenza, l utilizzo di sistemi di lavaggio, applica sul biofilm di sforzi di taglio in grado di rimuovere la biomassa in eccesso e controllare le perdite di carico minimizzando i costi. H 2 S O 2 H+SO 4 --

10 Principio di funzionamento del prototipo

11 Osservazioni post collaudo Si è osservato che l'aspirazione dovuta alla depressione della Torre 6 sviluppa una portata di circa 6000 metri cubi all'ora all'interno del prototipo. Portata massima metri cubi all'ora Per quanto riguarda la rotazione dell albero del bioreattoreè stata verificata la velocità massima di 2 giri al minuto. Criticità e guasti risolti: Flussimetro Perdite di soda dalla torre 6 GC Sostituzione di alcune valvole e correzione bug del pannello di controllo

12 Perditedi carico delletto vuoto Head Loss (mbar) Condizione Altezza acqua 50 cm nel prototipo Rotazione dischi 1 rpm (30 Hz) Rotazione dischi 1.7 rpm (50 Hz) spruzzatori e ricircolo in funzione 10 m 3 h -1 (portata di progetto) spruzzatori e ricircolo in funzione 18 m 3 h -1 (portata massima) 1 2 x 3 x x 3bis x x 4 x x x 4bis x x x 5 x x Condition 1 condition 2 condition 3 condition 4 condition Flow ( m 3 h -1 )

13 Perdite di carico invarie configurazioni Head loss (mbar) 0,25 0,2 0,15 0,1 0,05 0 Perdite di carico del disco che si asciuga Head loss (mbar) 1,6 1,4 1,2 1 0,8 Perdite di carico all'interno del prototipo condizione 2 0 0, ,4 t(min) 5 0, Comparto Comparto 5-6 Comparto 6-7 Comparto Flow ( m 3 h -1 ) Head loss (mbar) Variazione delle perdite di carico al variare della portata e velocità di rotazione dei dischi Portata 3 Portata 2 Portata 1 Velocità rotazionedischi (giri min -1 ) 0,

14 Azione B.2 B.2 Preliminary tests to compare different type of support media and cleaning strategies; Action B 2.1 Work programme for prototype preliminary testing Action B 2.2 Start up of the prototype Action B 2.3 Preliminary tests Action B 2.4 Assessment of the preliminary test Action B 2.5 Process Modelling and Periodo optimization II: test velocità di rotazione Periodo III: test soluzioni di lavaggio Action B 2.6 Process definition for optimized Periodo pre IV: portata industrial di ricircolo scale tests PeriodoV: test ph Deliverable n 19_Report on the start up test

15 Tests Test velocità di rotazione Il programma prevedeva di testare differenti velocità di rotazione e studiare l effetto della rotazione intermittente. Con i carichi e le portate sperimentate la rotazione intermittente è in grado di rimuovere la biomassa in eccesso, la rotazione continua o molto frequente ripulisce a fondo i biodischi. Velocità di rotazione sufficiente per la rimozione: 0,3 RPM tempo intermittente sperimentato: 1, 5, 15, 60, 90, 180, 240, 720 minuti e oltre. Test soluzioni di lavaggio Con i carichi e le portate sperimentate la sola rotazione è in grado di rimuovere la biomassa in eccesso. Le soluzioni di lavaggio verranno sperimentate successivamente. Similmente per Il dosaggio della soda nell acqua di make up.

16 Tests Test portata di ricircolo Il programma prevedeva di testare differenti portate e studiare l effetto della portata intermittente. Con i carichi e le portate sperimentate si evince che la portata intermittente non è la configurazione ideale per la corretta umidificazione del letto (questo aspetto è dipendente anche alla rotazione e portata d aria). L effetto del ricircolo sul distacco della biomassa è inferiore rispetto alla rotazione. La portata di ricircolo influenza la variazione di ph durante la procedura di make up. Test ph Il programma prevedeva di aumentare gradualmente il setpointdi ph per valutare i limiti della tecnologia per ph superiori. Con i carichi e le portate sperimentati non ci sono verificate precipitazione critiche di solfato di calcio e i rendimenti non sono variati. Risulta più difficoltoso mantenere il ph stabile.

17 Azione B.2 B.2 Preliminary tests to compare different type of support media and cleaning strategies; Action B 2.1 Work programme for prototype preliminary testing Action B 2.2 Start up of the prototype Action B 2.3 Preliminary tests Action B 2.4 Assessment of the preliminary test Action B 2.5 Process Modelling and optimization Action B 2.6 Process definition for optimized pre industrial scale tests

18 Preliminarytests l'efficienza di rimozione misurata è risultata in media superiore all'80%; la capacità di eliminazione risultano mediamente intorno a 90 g H 2 Sm -3 bed h -1 ; le perdite di carico tra ingresso e uscita sono risultate molto contenute(1-3 mbar).

19 Risultati:efficienza rimozione Rimozione specifica Tempo di contatto EBRT U.M. Kg H 2 S d -1 s Kg NaOH/Kg H 2 Sremoved Consumo soda Costi operativi /Kg H 2 S removed 8 Scrubber < Prototipo Biosur (RBBTF) <4 - <4 (stima)

20 Completedtest Concentration (g S m -3 ) Removal capacity(g S m -3 bed h -1 ) Concentrazioni in ingresso e uscita di H 2 S (10 ore) t(h) Capacità specifica di rimozione (per unità di volume di letto) T(d) IN OUT

21 7 6 Rimozione biomassa per rotazione Valore del ph nel liquido di ricircolo in funzione della rotazione dei dischi rotazione dei dischi (5 minuti) Ph Rotazione on Solidi Sospesi 5 Incremento dei solidi sospesi nel liquido di ricircolo 4 ph T(h)

22 Rimozione biomassa per rotazione Valore del ph nel liquido di ricircolo in funzione della rotazione dei dischi 8 7 Ph Rotazione on 6 5 ph T(min)

23 Azione B.2 B.2 Preliminary tests to compare different type of support media and cleaning strategies; Action B 2.1 Work programme for prototype preliminary testing Action B 2.2 Start up of the prototype Action B 2.3 Preliminary tests Action B 2.4 Assessment of the preliminary test Action B 2.5 Process Modelling and optimization Action B 2.6 Process definition for optimized pre industrial scale tests

24 Modello: Aquasim AQUASIM - Computer Program for the Identification and Simulation of Aquatic Systems Processi simulati: Idraulica del sistema Diffusione e avvezione Crescita biomassa Endogeno biomassa Equilibrio cariche nel sistema Equilibrio zolfo nel sistema Reattore liquido Reattore biofilm Reattore gassoso Link avvettivi Link diffusivi L1 B1 G1

25 Water Modello Ric Lout Serbatoio L1 L2 L3 L4 B1 B2 B3 B4 Air G1 G2 G3 G4 Gout Primo settore

26 Azione B.2 B.2 Preliminary tests to compare different type of support media and cleaning strategies; Action B 2.1 Work programme for prototype preliminary testing Action B 2.2 Start up of the prototype Action B 2.3 Preliminary tests Action B 2.4 Assessment of the preliminary test Action B 2.5 Process Modelling and optimization Action B 2.6 Process definition for optimized pre industrial scale tests

27 Action B 2.6 Apertura prototipo; Valutazione dei composti (diversi dall idrogeno solforato) rimossi; Analisi dei risultati in corso per definire la configurazione ideale di funzionamento. Ridurre le oscillazioni del setpoint ph.

BIO-DESOLF DESOLFORATORE BIOLOGICO PER BIOGAS

BIO-DESOLF DESOLFORATORE BIOLOGICO PER BIOGAS BIO-DESOLF DESOLFORATORE BIOLOGICO PER BIOGAS BIO-DESOLF DESOLFORATORE BIOLOGICO PER BIOGAS RELAZIONE TECNICA BIO-DESOLF ECOCHIMICA 1 di 14 ECOCHIMICA SYSTEM s.r.l. - 36051 CREAZZO (VI) - Via Zambon 23

Dettagli

Oggetto: IMPIANTO CONTAINERIZZATO PER IL TRATTAMENTO DEL PERCOLATO A 3 STADI CAPACITA 120m3/g

Oggetto: IMPIANTO CONTAINERIZZATO PER IL TRATTAMENTO DEL PERCOLATO A 3 STADI CAPACITA 120m3/g Oggetto: IMPIANTO CONTAINERIZZATO PER IL TRATTAMENTO DEL PERCOLATO A 3 STADI CAPACITA 120m3/g Discarica di Cupinoro La tecnologia prescelta è basata sul principio della OSMOSI INVERSA L Osmosi Inversa

Dettagli

Analisi preliminare sulla sostenibilità economica ed ambientale di una tecnologia innovativa per la rimozione dell H 2 S da effluenti gassosi

Analisi preliminare sulla sostenibilità economica ed ambientale di una tecnologia innovativa per la rimozione dell H 2 S da effluenti gassosi Analisi preliminare sulla sostenibilità economica ed ambientale di una tecnologia innovativa per la rimozione dell H 2 S da effluenti gassosi Alberto Mannucci alberto.mannucci@dicea.unifi.it, Giulio Munz,

Dettagli

Processi chimici e biologici per la rimozione dell idrogeno solforato. Dagli scrubber chimici ai bioreattori rotanti

Processi chimici e biologici per la rimozione dell idrogeno solforato. Dagli scrubber chimici ai bioreattori rotanti Processi chimici e biologici per la rimozione dell idrogeno solforato. Dagli scrubber chimici ai bioreattori rotanti Ing. Alberto Mannucci Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di

Dettagli

MANUALE D USO PER MW600 MISURATORE PORTATILE DI OSSIGENO DISCIOLTO

MANUALE D USO PER MW600 MISURATORE PORTATILE DI OSSIGENO DISCIOLTO MANUALE D USO PER MW600 MISURATORE PORTATILE DI OSSIGENO DISCIOLTO PREPARAZIONE DELLA SONDA Lo strumento è fornito di una batteria a 9V. Sfilare verso l esterno il coperchio del vano batterie posto nella

Dettagli

Oggetto: Fornitura biennale di apparecchiature per i laboratori chimici e radiochimici dei Siti di Latina, Garigliano, Trisaia e Saluggia

Oggetto: Fornitura biennale di apparecchiature per i laboratori chimici e radiochimici dei Siti di Latina, Garigliano, Trisaia e Saluggia 1 2 3 Bilancia analitica da laboratorio Portata minima 220 g ripetibilità 0,1 mg calibrazione interna automatica motorizzata. Piattello diametro 85 mm indicazione di messa in bolla automatica digitale.

Dettagli

Misurazioni e strumentazione negli impianti MBR. (Phone: +49(0)611-962-5870, Fax: +49(0) 611-962-9294, E-mail: info@microdyn-nadir.

Misurazioni e strumentazione negli impianti MBR. (Phone: +49(0)611-962-5870, Fax: +49(0) 611-962-9294, E-mail: info@microdyn-nadir. Misurazioni e strumentazione negli impianti MBR M. Milovi 1, C. Thiemig 1, W. Ruppricht 1, I.G. Zerbinati 1 1 MICRODYN-NADIR GmbH, Rheingaustraße 190-196, D-65203 Wiesbaden, Germany (Phone: +49(0)611-962-5870,

Dettagli

LIFE+ BIOSUR. Rotating bioreactors for sustainable hydrogen sulphide removal

LIFE+ BIOSUR. Rotating bioreactors for sustainable hydrogen sulphide removal LIFE+ BIOSUR Rotating bioreactors for sustainable hydrogen sulphide removal Workshop Progetto LIFE+ IPNOA: la riduzione delle emissioni di gas serra nell'agricoltura della Regione Toscana Project Manager:

Dettagli

APPLICAZIONI DEI GAS TECNICI

APPLICAZIONI DEI GAS TECNICI APPLICAZIONI DEI GAS TECNICI 1. GAS INERTI Spec.0-3302-0 ANIDRIDE CARBONICA PER LA NEUTRALIZZAZIONE DEGLI SCARICHI ALCALINI ITAC - Industria Toscana Acido Carbonico SpA Via Nazionale, 240 52020 PONTICINO

Dettagli

BROCHURE QUADRO ABE_1200 CON ANALIZZATORE FISSO ABE_1000. Istruzioni operative

BROCHURE QUADRO ABE_1200 CON ANALIZZATORE FISSO ABE_1000. Istruzioni operative BROCHURE QUADRO ABE_1200 CON ANALIZZATORE FISSO ABE_1000 Istruzioni operative A.B.ENERGY S.r.l. Versione 001 www.abenergy.it Caratteristiche principali ABE_1000 analizzatore per Metano (CH4), Anidride

Dettagli

Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA

Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA L'impianto descritto è composto da un reattore biologico a fanghi attivi accoppiato con sistema

Dettagli

MASAJA - MASAJA INOX DESCRIZIONE PER CAPITOLATO DIMENSIONI MASAJA / MASAJA INOX 29 43 55 68 88 112

MASAJA - MASAJA INOX DESCRIZIONE PER CAPITOLATO DIMENSIONI MASAJA / MASAJA INOX 29 43 55 68 88 112 MASAJA - MASAJA INOX Le caldaie a legna MASAJA e MASAJA INOX possono essere alimentate con tronchetti di lunghezza massima, a seconda dei modelli, da 500 a 1.060 mm. Corpo caldaia costituito da due elementidi

Dettagli

Analisi dell efficienza di un nuovo sistema di trattamento del biogas

Analisi dell efficienza di un nuovo sistema di trattamento del biogas Rimini, 7 Novembre 2006 Analisi dell efficienza di un nuovo sistema di trattamento del biogas Relatore: M. Gugliotta Autori: V. Gerardi - M. Gugliotta M. X Cabibbo - G. Spina - F.Vanni Chi è e di cosa

Dettagli

FUTURIA SOLAR 180/25 (M) (cod. 00918170)

FUTURIA SOLAR 180/25 (M) (cod. 00918170) FUTURIA SOLAR 180/25 (M) (cod. 00918170) Caldaia a condensazione, a camera stagna ad altissimo rendimento adatta per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria in abbinamento ad un sistema

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D INFORMAZIONI GENERALI Questo manuale e parte integrante del depuratore-disoleatore per lubrorefrigeranti e liquidi di macchine lavaggio sgrassaggio pezzi

Dettagli

air protection technology Regenerative Thermal Oxidizer for alogenated compound

air protection technology Regenerative Thermal Oxidizer for alogenated compound RTO per SOV alogenate Regenerative Thermal Oxidizer for alogenated compound Sede Legale e Unità Operativa: p.zza Vittorio Veneto 8 20013 MAGENTA (MI) ITALY tel. 02 9790466 02 9790364 fax 02 97297483 E-mail:

Dettagli

Riparazione e Manutenzione

Riparazione e Manutenzione Riparazione e Manutenzione Ampia selezione in una singola marca. Esclusivi design duraturi. Prestazioni rapide e affidabili. Descrizione Versioni Pagina Pompe prova impianti 2 9.2 Congelatubi 2 9.3 Pompe

Dettagli

MBR Membrane Bio-Reactor Compact Unit

MBR Membrane Bio-Reactor Compact Unit MBR Membrane Bio-Reactor Compact Unit environmental Innovazioni e vantaggi della tecnologia MBR MBR: una soluzione affi dabile per il trattamento ed il riuso delle acque refl ue ITALPROGETTI progetta e

Dettagli

RMG MESSTECHNIK GMBH. RMG GROUP OF COMPANIES UFFICIO ITALIA Via IV Novembre, 4 40013 Castel Maggiore (BO) Italia. Opuscolo nr. 3.

RMG MESSTECHNIK GMBH. RMG GROUP OF COMPANIES UFFICIO ITALIA Via IV Novembre, 4 40013 Castel Maggiore (BO) Italia. Opuscolo nr. 3. Contatore a turbina TRZ 03-L RMG MESSTECHNIK GMBH Opuscolo nr. 3.162-It RMG GROUP OF COMPANIES UFFICIO ITALIA Via IV Novembre, 4 40013 Castel Maggiore (BO) Italia un alimentazione di gas affidabile tutto

Dettagli

1. PREMESSE. 1.53.11.1_Piano_gestione_fase_avviamento_E.doc 1

1. PREMESSE. 1.53.11.1_Piano_gestione_fase_avviamento_E.doc 1 1. PREMESSE Il presente documento costituisce il piano con le modalità operative da seguire per la gestione della fase di avvio e collaudo delle nuove opere di progetto per evitare disservizi nel funzionamento

Dettagli

Efficienza energetica nei sistemi motorizzati Obblighi, opportunità, esempi

Efficienza energetica nei sistemi motorizzati Obblighi, opportunità, esempi Milano, 14 giugno 2011 Efficienza energetica nei sistemi motorizzati Obblighi, opportunità, esempi 29 giugno 2011 Slide 1 Agenda Riepilogo tecnologie per sistemi motorizzati Motori ad alto rendimento Inverter

Dettagli

Crio Stabilità tartarica nei vini. presentazione

Crio Stabilità tartarica nei vini. presentazione Crio Stabilità tartarica nei vini presentazione La stabilità tartarica Un notevole rischio per i produttori di vino è imbottigliare un prodotto non stabile che, per effetto di particolari condizioni ambientali

Dettagli

MANUALE D USO STAZIONE DI RECUPERO DI REFRIGERANTE

MANUALE D USO STAZIONE DI RECUPERO DI REFRIGERANTE MANUALE D USO STAZIONE DI RECUPERO DI REFRIGERANTE COD. 11131104-11131106 INDICE NORME GENERALI DI SICUREZZA 3 SPECIFICHE 4 PROCEDURA STANDARD PER IL RECUPERO DI FLUIDI/VAPORI 4 PROCEDURA DI SCARICO AUTOMATICO

Dettagli

Sistema di misura automatico per la caratterizzazione di sensori di gas a stato solido

Sistema di misura automatico per la caratterizzazione di sensori di gas a stato solido Sistema di misura automatico per la caratterizzazione di sensori di gas a stato solido Consente di caratterizzare sensori chimici a variazione di resistenza (ad ossido di metallo - MOX), a variazione di

Dettagli

Scopo della lavorazione

Scopo della lavorazione Rinverdimento 1 Scopo della lavorazione La prima importantissima operazione in conceria è quella di rinverdire le pelli in acqua, con lo scopo di pulirle e reidratarle. Un buon rinverdimento è fondamentale

Dettagli

gamma Hippo pompe autoadescanti con tenuta meccanica in polimeri termoplastici ZMA EU product Made in Italy

gamma Hippo pompe autoadescanti con tenuta meccanica in polimeri termoplastici ZMA EU product Made in Italy gamma Hippo ZMA auto serie adescanti ZMA pompe autoadescanti con tenuta meccanica in polimeri termoplastici EU product Made in Italy 2 Hippo - ZMA Gamma Hippo Pompe autoadescanti serie ZMA. Queste pompe

Dettagli

Tower Green he NEW. Basamento Condensing

Tower Green he NEW. Basamento Condensing Tower Green he NEW Basamento Condensing Tower Green he Beretta presenta la nuova linea moderna ed elegante di basamento condensing Tower Green he, sintesi dell unione tra tecnologia e solidità. La gamma

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO E IMPROVEMENT FUNZIONALE MEDIANTE L OTTIMIZZAZIONE DELLA FORNITURA DI ARIA

RISPARMIO ENERGETICO E IMPROVEMENT FUNZIONALE MEDIANTE L OTTIMIZZAZIONE DELLA FORNITURA DI ARIA RISPARMIO ENERGETICO E IMPROVEMENT FUNZIONALE MEDIANTE L OTTIMIZZAZIONE DELLA FORNITURA DI ARIA Collaborazione di Ricerca Triennale sperimentata sull impianto a scala reale per un anno STRUMENTAZIONE DI

Dettagli

CHIMICA INDUSTRIALE. IC104D/C - Impianto Liofilizzatore Computerizzato - Cod. 993720

CHIMICA INDUSTRIALE. IC104D/C - Impianto Liofilizzatore Computerizzato - Cod. 993720 CHIMICA INDUSTRIALE IC104D/C - Impianto Liofilizzatore Computerizzato - Cod. 993720 1. Generalità L impianto IC104D/C permette di eseguire un ciclo completo di liofilizzazione consentendo allo studente

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI MACCHINA PRODUTTRICE DI GHIACCIO

LIBRETTO D ISTRUZIONI MACCHINA PRODUTTRICE DI GHIACCIO LIBRETTO D ISTRUZIONI MACCHINA PRODUTTRICE DI GHIACCIO 1 Gent.li clienti, grazie per aver acquistato la macchina produttrice di ghiaccio portatile. Per un uso corretto e sicuro vi preghiamo di leggere

Dettagli

GUIDA DI INSTALLAZIONE ED UTILIZZO

GUIDA DI INSTALLAZIONE ED UTILIZZO Gentile cliente, per utilizzare al meglio il Suo nuovo Dosa Pro2 la preghiamo di leggere attentamente le istruzioni riportate in questa guida di installazione ed utilizzo. Controlli che la macchina sia

Dettagli

Impianto di essiccazione 1MWth DORSET Fanghi di depurazione

Impianto di essiccazione 1MWth DORSET Fanghi di depurazione Impianto di essiccazione 1MWth DORSET Fanghi di depurazione Dorset Green machines b.v. Wevery 26 7122 ms aalten Netherlands T: +31 (0) 543 472103 F: +31 (0) 543 475355 25-1-2011 1 E: gm@dorset.nu Essiccazione

Dettagli

CONTROLLO ELETTRONICO D ARIA CONDIZIONATA. TH540 - Pannello di Controllo

CONTROLLO ELETTRONICO D ARIA CONDIZIONATA. TH540 - Pannello di Controllo CONTROLLO ELETTRONICO D ARIA CONDIZIONATA TH540 - Pannello di Controllo MANUALE PER L OPERATORE Maggio 2005 Rev. BI Versione Software: 1.1 SOMMARIO 1) INTRODUZIONE..... 03 1.1) Introduzione...03 1.2) Pannello

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Rischi igienico-sanitari nelle piscine e in strutture simili: nuove prospettive e criticità

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Rischi igienico-sanitari nelle piscine e in strutture simili: nuove prospettive e criticità ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Rischi igienico-sanitari nelle piscine e in strutture simili: nuove prospettive e criticità Roma, 8-9 Ottobre 2015 FORO ITALICO GLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELL ACQUA IN PISCINA

Dettagli

Sistemi di essiccazione delle biomasse

Sistemi di essiccazione delle biomasse Sistemi di essiccazione delle biomasse n Essiccazione del digestato n Essiccazione di pollina n Purificazione dell aria di scarico n Essiccazione di fanghi di depurazione n Essiccazione di cippato n Separazione

Dettagli

IMPIANTI SOLARI. Manuale installazione impianti solari a Circolazione forzata

IMPIANTI SOLARI. Manuale installazione impianti solari a Circolazione forzata IMPIANTI SOLARI Manuale installazione impianti solari a Circolazione forzata 1 IMPIANTI SOLARI 1. Schema Generale combinazioni impiantistiche per Sistemi Solari Tecnosolar Pannelli Solari Energia Solare

Dettagli

PRESENTA: PULIZIA E BONIFICA, SERVIZIO PROVE DI TENUTA E GAS-FREE, SU SERBATOI SIA INTERRATI CHE FUORI TERRA

PRESENTA: PULIZIA E BONIFICA, SERVIZIO PROVE DI TENUTA E GAS-FREE, SU SERBATOI SIA INTERRATI CHE FUORI TERRA PRESENTA: PULIZIA E BONIFICA, SERVIZIO PROVE DI TENUTA E GAS-FREE, SU SERBATOI SIA INTERRATI CHE FUORI TERRA La nostra azienda è specializzata nella pulizia e bonifica di serbatoi sia interrati che fuori

Dettagli

Seminario. Il progetto LIFE+ BIOSUR:

Seminario. Il progetto LIFE+ BIOSUR: Seminario Il progetto LIFE+ BIOSUR: un processo biologico innovativo per una migliore qualità dell'ambiente Ing. Alberto Mannucci Ph.D alberto.mannucci@dicea.unifi.it Dipartimento di Ingegneria Civile

Dettagli

Siti contaminati: rischi ambientali, tecniche e costi di risanamento

Siti contaminati: rischi ambientali, tecniche e costi di risanamento Consulta provinciale dei Geologi di Parma 22 Giugno 2011 Siti contaminati: rischi ambientali, tecniche e costi di risanamento Dott. Geol. Giovanni Dondi (ECOVIVA S.a.s.).) ECOVIVA S.a.s. Via Passo della

Dettagli

Tecniche di monitoraggio chimico ed isotopico di manifestazioni di fuga da serbatoi di stoccaggio di CO2 in ambiente terrestre IGG-CNR 1

Tecniche di monitoraggio chimico ed isotopico di manifestazioni di fuga da serbatoi di stoccaggio di CO2 in ambiente terrestre IGG-CNR 1 Tecniche di monitoraggio chimico ed isotopico di manifestazioni di fuga da serbatoi di stoccaggio di CO2 in ambiente terrestre IGG-CNR 1 Meccanismi di fuga e di trasporto della CO2 iniettata IGG-CNR 2

Dettagli

Upgrading di Depuratori Acque a Fanghi Attivi Denitro-Nitro tipo MBBR/IFAS

Upgrading di Depuratori Acque a Fanghi Attivi Denitro-Nitro tipo MBBR/IFAS Upgrading di Depuratori Acque a Fanghi Attivi Denitro-Nitro tipo MBBR/IFAS (Integrated Fixed-Film Activated Sludge) MODELLO DI DIMENSIONAMENTO/VERIFICA DI PROCESSO Ing.G.Mappa Tecnologia MBBR (Moving Bed

Dettagli

MACERATORI E POMPE DI SCARICO ACQUE NERE

MACERATORI E POMPE DI SCARICO ACQUE NERE MACERATORI E POMPE DI SCARICO ACQUE NERE Pompa maceratrice per lo scarico dei servizi igienici.incorpora una lama rotante che sminuzza i rifiuti prima che vengano pompati dentro o fuori dal serbatoio di

Dettagli

pompe monoblocco con tenuta meccanica

pompe monoblocco con tenuta meccanica pompe monoblocco con tenuta meccanica centrifughe auto adescanti 1 - PRINCIPALI CARATTERISTICHE e sono, rispettivamente, una serie di pompe centrifughe e auto-adescanti, ad asse orizzontale, che offrono

Dettagli

Rumorosità di funzionamento in corrispondenza del punto di lavoro ottimale: 36db(A) Proprietà e caratteristiche: Dimensioni:

Rumorosità di funzionamento in corrispondenza del punto di lavoro ottimale: 36db(A) Proprietà e caratteristiche: Dimensioni: EC-4 L EC-4 è un sistema di pompaggio completo, pensato per l evacuazione della condensa da condizionatori e climatizzatori a parete o a soffitto. L EC-4 si compone di due pezzi, la pompa con sistema di

Dettagli

Sommario. Guida al capitolato 2 Dati tecnici 4 Descrizione e dimensioni 7 Aspirazione aria e scarico fumi 10 Accessori 13

Sommario. Guida al capitolato 2 Dati tecnici 4 Descrizione e dimensioni 7 Aspirazione aria e scarico fumi 10 Accessori 13 Murali Standard Residenziale Sommario Guida al capitolato 2 Dati tecnici 4 Descrizione e dimensioni 7 Aspirazione aria e scarico fumi 10 Accessori 13 1 Paros HM Guida al capitolato Paros HM C.S.I. caldaia

Dettagli

LA BIOFILTRAZIONE: TECNICA DI CONTROLLO DEGLI ODORI NEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE

LA BIOFILTRAZIONE: TECNICA DI CONTROLLO DEGLI ODORI NEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE LA BIOFILTRAZIONE: TECNICA DI CONTROLLO DEGLI ODORI NEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE 1. Formazione degli odori Le sostanze che causano diffusione di odori molesti, nell atmosfera circostante

Dettagli

Macchina Lavatrice per Vegetali MLV 3600 PV / MLV 3600 NT

Macchina Lavatrice per Vegetali MLV 3600 PV / MLV 3600 NT Macchina Lavatrice per Vegetali MLV 3600 PV / MLV 3600 NT La lavatrice MLV 3600 PV è adatta alle aziende di medie dimensioni dedite alla lavorazione dei vegetali e si attaglia perfettamente alle taglierine

Dettagli

Microcogeneratori Heron

Microcogeneratori Heron Microcogeneratori Heron 2015 Un'esclusiva MALUX SA per tutta la Svizzera e il Liechtenstein Heron: la cogenerazione accessibile a tutti. Heron è un microcogeneratore a basso costo adatto per le piccole

Dettagli

SISTEMA FLESSIBILE PER COLTURE CELLULARI

SISTEMA FLESSIBILE PER COLTURE CELLULARI ALLEGATO TECNICO AL DISCIPLINARE DI GARA SISTEMA FLESSIBILE PER COLTURE CELLULARI PREMESSA LE CARATTERISTICHE TECNICHE RICHIESTE NEL PRESENTE ARTICOLO SONO DA INTENDERSI ESSENZIALI, A PENA DI ESCLUSIONE.

Dettagli

ARES Condensing 32 Caldaia a basamento, a condensazione, per solo riscaldamento

ARES Condensing 32 Caldaia a basamento, a condensazione, per solo riscaldamento 66 ARES Condensing 32 Caldaia a basamento, a condensazione, per solo riscaldamento VANTAGGI E CARATTERISTICHE GENERALI PREDISPOSTA PER FUNZIONAMENTO INDIPENDENTE O IN CASCATA ARES Condensing 32 può essere

Dettagli

ATTIVITÀ 2.02 : Opere necessarie e produzione nuovi dati

ATTIVITÀ 2.02 : Opere necessarie e produzione nuovi dati ATTIVITÀ 2.02 : Opere necessarie e produzione nuovi dati 2.02.4 - Svolgimento di campagne di misura sul campo I dati raccolti all interno del Progetto Eur-eau-pa sono stati organizzati in due differenti

Dettagli

DAF - FLOTTATORI AD ARIA DISCIOLTA

DAF - FLOTTATORI AD ARIA DISCIOLTA ECOMACCHINE S.p.A. Via Vandalino 6 10095 Grugliasco (TO) Tel.: +39.0114028611 Fax: +39.0114028627 Email: ecomacchine@ecomacchine.it Web: www.ecomacchine.it DAF - FLOTTATORI AD ARIA DISCIOLTA I distributori

Dettagli

INDICE. 1 Teoria del lavaggio industriale 2 Introduzione alle macchine lavastoviglie 3 Acqua e prodotti chimici 4 Obiettivo della Microdos:

INDICE. 1 Teoria del lavaggio industriale 2 Introduzione alle macchine lavastoviglie 3 Acqua e prodotti chimici 4 Obiettivo della Microdos: TRAINING MICRODOS INDICE 1 Teoria del lavaggio industriale 2 Introduzione alle macchine lavastoviglie 3 Acqua e prodotti chimici 4 Obiettivo della Microdos: Teoria dei dosaggi Sistemi di dosaggio 5 Installazioni

Dettagli

«CARATTERISTICHE E SICUREZZA DEI SERBATOI CRIOGENICI PER GNL»

«CARATTERISTICHE E SICUREZZA DEI SERBATOI CRIOGENICI PER GNL» «CARATTERISTICHE E SICUREZZA DEI SERBATOI CRIOGENICI PER GNL» Renzo Ciucci Sales & Marketing Manager I NOSTRI PRODOTTI TEMPERATURA GAS CRIOGENICI METANO 162 a 1 bar 15 gradi OSSIGENO 183 AZOTO -196 ARGON

Dettagli

PLUG&PLAY NITROGEN GENERATOR. erreduegas.it

PLUG&PLAY NITROGEN GENERATOR. erreduegas.it erreduegas.it PLUG&PLAY NITROGEN GENERATOR NitroBOX è una soluzione compatta e semplice per la produzione «on site» di Azoto in pressione, per il taglio laser ed ogni altra applicazione dove è richiesto

Dettagli

REGOLATORI DI VELOCITA PER SISTEMI DI ASPIRAZIONE PROFESSIONALI E INDUSTRIALI

REGOLATORI DI VELOCITA PER SISTEMI DI ASPIRAZIONE PROFESSIONALI E INDUSTRIALI REGOLATORI DI VELOCITA PER SISTEMI DI ASPIRAZIONE PROFESSIONALI E INDUSTRIALI REGOLATORI DI VELOCITA DA PARETE PER SISTEMI DI ASPIRAZIONE PROFESSIONALI E INDUSTRIALI Progettati secondo i più severi standard

Dettagli

PURIFICATORE CON MEMBRANA UF

PURIFICATORE CON MEMBRANA UF PURIFICATORE CON MEMBRANA UF Scheda tecnica: Depuratore a 5 stadi Primo stadio: filtro a sedimento PP 10 5 micron Secondo stadio: filtro GAC 10 Terzo stadio: filtro CTO 10 Quarto stadio: membrane UF (ultrafiltro)

Dettagli

Istruzioni d utilizzo kit Easy pellet idro

Istruzioni d utilizzo kit Easy pellet idro LINX s.r.l Via D.E.Peruzzi 28 C/D 36027 Rosà (VI)-Italy Tel. +39 0424582075 Fax +39 0424582460 Mail : mail@linx.it Web: www.linx.it Indice: 1.0 Descizione del pannello sinottico... 2 1.1 Descrizione icone

Dettagli

Controllo completo della fertirrigazione

Controllo completo della fertirrigazione HI 1000 Unità di fertirrigazione HANNA instruments, leader mondiale nella tecnologia di controllo di ph e conducibilità, ha lavorato assieme ai più importanti coltivatori italiani ed esteri per sviluppare

Dettagli

Sommario. Guida al capitolato 2 Dati tecnici 3 Descrizione e dimensioni 6 Aspirazione aria e scarico fumi 8 Accessori 12

Sommario. Guida al capitolato 2 Dati tecnici 3 Descrizione e dimensioni 6 Aspirazione aria e scarico fumi 8 Accessori 12 Murali Standard Residenziale Sommario Guida al capitolato 2 Dati tecnici 3 Descrizione e dimensioni 6 Aspirazione aria e scarico fumi 8 Accessori 12 1 Mynute Special Guida al capitolato Mynute Special

Dettagli

alfea M Pompe di calore aria-acqua Riscaldamento e raffrescamento Potenza da 6 a 12 kw

alfea M Pompe di calore aria-acqua Riscaldamento e raffrescamento Potenza da 6 a 12 kw alfea M Riscaldamento e raffrescamento Potenza da 6 a kw CARATTERISTICHE La pompa di calore Alfea nasce dalla lunga tradizione del Gruppo Atlantic,di cui Ygnis fa parte, nello sfruttare le energie alternative

Dettagli

4029 Sintesi del dodecil fenil etere da bromododecano e fenolo

4029 Sintesi del dodecil fenil etere da bromododecano e fenolo 4029 Sintesi del dodecil fenil etere da bromododecano e fenolo OH C 12 H 25 Br (249.2) Br + NaOH (40.0) Adogen 464 C 25 H 54 ClN (404.2) C 6 H 6 O (94.1) C 18 H 30 O (262.4) O + NaBr (102.9) Classificazione

Dettagli

IMPIANTO DI COGENERAZIONE ALIMENTATO A BIOMASSE VEGETALI SOLIDE

IMPIANTO DI COGENERAZIONE ALIMENTATO A BIOMASSE VEGETALI SOLIDE IMPIANTO DI COGENERAZIONE ALIMENTATO A BIOMASSE VEGETALI SOLIDE S. Agata di Puglia (FG) PROPONENTE/PROMOTER IL PRESIDENTE VIA ZUCCHERIFICIO, 10-48213 - MEZZANO (RA) DOCUMENTAZIONE TECNICA AI FINI AUTORIZZATIVI

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

BPH-E / DPH-E CIRCOLATORI ELETTRONICI

BPH-E / DPH-E CIRCOLATORI ELETTRONICI BPH-E / DPH-E * RISCALDAMENTO, CONDIZIONAMENTO, REFRIGERAZIONE Le pompe elettroniche di circolazione possono essere utilizzate in impianti di riscaldamento, ventilazione e condizionamento per edifici ad

Dettagli

Thesi 3, acqua calda immediata ed abbondante, minimo consumo

Thesi 3, acqua calda immediata ed abbondante, minimo consumo , acqua calda immediata ed abbondante, minimo consumo, la nuova gamma di caldaie a combustione tradizionale dalle performance di altissimo livello e facilissime da installare, definisce nuovi standard

Dettagli

Schema piezometrico di un generico impianto di sollevamento.

Schema piezometrico di un generico impianto di sollevamento. La scelta della pompa da inserire in un generico impianto di sollevamento (Figura 9-) che debba sollevare un assegnata portata non è univoca se a priori non sono assegnati anche il tipo e il diametro delle

Dettagli

IPU Extended Oil Life System

IPU Extended Oil Life System IPU Extended Oil Life System Sistema a bypass di purificazione dell olio tramite evaporazione e filtrazione I nostri sistemi di monitoraggio dell olio possono aiutare ad estendere la vita dei motori e

Dettagli

BANCO PROVA AUTOMATICO PER POMPE VOLUMETRICHE ACQUA FINO A 30 KW POMPE PER IRRORAZIONE POMPE PER IDROPULITRICI

BANCO PROVA AUTOMATICO PER POMPE VOLUMETRICHE ACQUA FINO A 30 KW POMPE PER IRRORAZIONE POMPE PER IDROPULITRICI BANCO PROVA AUTOMATICO PER POMPE VOLUMETRICHE ACQUA FINO A 30 KW POMPE PER IRRORAZIONE POMPE PER IDROPULITRICI Caratteristiche generali Banco prova per pompe volumetriche acqua a pistoni Prova di pompe

Dettagli

Sistema di filtrazione abbinato ad una pompa del vuoto. Sistema semplice per la filtrazione

Sistema di filtrazione abbinato ad una pompa del vuoto. Sistema semplice per la filtrazione Filtrazione: definizioni La FILTRAZIONE è un comune metodo di separazione basato sul seguente principio: le particelle più piccole di una determinata dimensione passano attraverso i pori di un filtro,

Dettagli

EASYLEV ISTRUZIONI D USO I BETRIEBSANLEITUNGEN. Cod. 71503505/0

EASYLEV ISTRUZIONI D USO I BETRIEBSANLEITUNGEN. Cod. 71503505/0 BETRIEBSANLEITUNGEN EASYLEV ISTRUZIONI D USO Cod. 71503505/0 ATTENZIONE!!! LE SEGUENTI OPERAZIONI E QUELLE EVIDENZIATE DAL SIMBOLO A LATO SONO SEVERAMENTE VIETATE A CHI UTILIZZA LA MACCHINA 1. CARATTERISTICHE

Dettagli

ACCESSORI Generatore d Impulsi V3.2 Smart PG Bollettino Tecnico

ACCESSORI Generatore d Impulsi V3.2 Smart PG Bollettino Tecnico 03.16 Caratteristiche: 200 impulsi per rotazione del tamburo di misura Per uso con misuratori di gas modello TG05 a TG50, BG4 a BG100 Uni-direzionale Non utilizzabile in aeree ex-proof Applicazione: Componenti:

Dettagli

Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A

Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A modello AIRCENTER 12 10 bar - 400 V / 50 Hz - SIGMA CONTROL BASIC unità completa compressore - essiccatore - serbatoio completamente automatico, monostadio,

Dettagli

Introduzione - Teoria - Esercizi - Caso Studio - Conclusioni

Introduzione - Teoria - Esercizi - Caso Studio - Conclusioni 1 Sommario Introduzione Teoria Approccio (alcune osservazioni) Componenti principali Portata d aria Usi inappropriati Perdite Parametri che influenzano i consumi Esercizi Caso Studio Conclusioni 2 3 L

Dettagli

DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA UNITÀ DI TRATTAMENTO ARIA CANALIZZABILI CON RINNOVO E RECUPERO MODELLI / CARATTERISTICHE midificazione estiva con modulazione della

Dettagli

Una gamma completa. di serie fino a -15 C (modelli AG).

Una gamma completa. di serie fino a -15 C (modelli AG). Meteo Meteo è una gamma completa di caldaie specifiche per esterni. Gli elevati contenuti tecnologici ne esaltano al massimo le caratteristiche specifiche: dimensioni, pannello comandi remoto di serie,

Dettagli

LA REGOLAZIONE. Controllore. Feedback

LA REGOLAZIONE. Controllore. Feedback LA REGOLAZIONE Importantissimo nella strumentazione industriale per l'utilità del suo impiego e per lo sviluppo a cui può dar luogo, è il sistema di controllo automatico (Regolatore Controllore). Questo

Dettagli

AXESS CIRCOLATORI AUTOMATICI Riscaldamento e Condizionamento Individuale 50 Hz

AXESS CIRCOLATORI AUTOMATICI Riscaldamento e Condizionamento Individuale 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO Portata fino a : 4 m 3 /h Prevalenza fino a : 5 mc.a. Pressione d esercizio : 10 bar Temperatura d esercizio: da + 2 C a + 95 C Temperatura ambiente max + 40 C AXESS CIRCOLATORI AUTOMATICI

Dettagli

LA COMBINAZIONE DI PIU'COMBUSTIBILI

LA COMBINAZIONE DI PIU'COMBUSTIBILI LA COMBINAZIONE DI PIU'COMBUSTIBILI 23 Gruppo termico predisposto a funzionare con doppio combustibile (mais e pellet) Massima semplicità d' uso grazie all' economizzatore, un sistema di pulizia automatica

Dettagli

DEUCLIMATIZZATORE DP 24RD

DEUCLIMATIZZATORE DP 24RD DEUCLIMATIZZATORE DP 24RD 1 Indice 1. Descrizione del prodotto 3 1.1 Funzionamento con aria neutra 3 1.2 Funzionamento in integrazione 4 2. Descrizione componenti principali 5 2.1 Predisposizione e ingombri

Dettagli

Tecniche di risanamento e sistemi di trattamento anti-legionella

Tecniche di risanamento e sistemi di trattamento anti-legionella CONVEGNO Mercoledì 9 marzo 2011 TRATTAMENTI ANTILEGIONELLA I recenti sviluppi normativi, le soluzioni, le tecnologie e la manutenzione degli impianti idrico sanitari Tecniche di risanamento e sistemi di

Dettagli

FILTRO A TESSUTO. Allegato n. Azienda. Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m)

FILTRO A TESSUTO. Allegato n. Azienda. Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m) REGIONE EMILIA-ROMAGNA Allegato n. Azienda ASSESSORATO AMBIENTE E DIFESA DEL SUOLO FILTRO A TESSUTO Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m) Portata massima di

Dettagli

JETSON. Pompa JET AUTO-ADESCANTI ACCIAIO INOX AISI 304 Modelli: standard, portatile, automatica 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI

JETSON. Pompa JET AUTO-ADESCANTI ACCIAIO INOX AISI 304 Modelli: standard, portatile, automatica 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI CAMPO DI IMPIEGO Portata max: 5 m 3 /h Prevalenza max: 50 mc.a. Pressione d esercizio max: 8 bar Altezza d aspirazione max: 8 m Temperatura fluido max: +35 C Temperatura ambiente max: +40 C DN Attacchi:

Dettagli

Lista di controllo per la messa in servizio

Lista di controllo per la messa in servizio Sempre al tuo fianco Lista di controllo per la messa in servizio Thesi R Condensing 45 kw - 65 kw Tecnico abilitato Sede dell impianto Tecnico del Servizio di Assistenza Clienti Nome Nome Nome Via/n.

Dettagli

Cecilia Caretti WORKSHOP: BEST PRACTICE PER LA GESTIONE DELLE RISORSE IDRICHE E LA TUTELA DELL AMBIENTE MARINO: IL CONTRIBUTO DEI PROGETTI LIFE

Cecilia Caretti WORKSHOP: BEST PRACTICE PER LA GESTIONE DELLE RISORSE IDRICHE E LA TUTELA DELL AMBIENTE MARINO: IL CONTRIBUTO DEI PROGETTI LIFE WORKSHOP: BEST PRACTICE PER LA GESTIONE DELLE RISORSE IDRICHE E LA TUTELA DELL AMBIENTE MARINO: IL CONTRIBUTO DEI PROGETTI LIFE 20 OTTOBRE 2015 PADIGLIONE EXPO VENEZIA, SALA CONFERENZE VIA GALILEO FERRARIS,

Dettagli

A cesto trascinato - 200 c/h

A cesto trascinato - 200 c/h La gamma di lavastoviglie Electrolux è prodotta per consumatori che richiedono la massima efficienza, economia ed ergonomicità nelle operazioni di lavaggio delle stoviglie. La gamma comprende lavabicchieri,

Dettagli

ECOLOGIA - AMBIENTE. RE-BIOMAS - Impianto Pilota per la Produzione di Biogas da Biomasse

ECOLOGIA - AMBIENTE. RE-BIOMAS - Impianto Pilota per la Produzione di Biogas da Biomasse ECOLOGIA - AMBIENTE RE-BIOMAS - Impianto Pilota per la Produzione di Biogas da Biomasse Foto puramente indicativa - Impianto base (Cod. 949100) 1. Generalità L impianto Re-Biomas è stato progettato per

Dettagli

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione Andrea Mariani Pulizia delle vasche volano e di prima pioggia LE ACQUE PIOVANE: Contengono SEDIMENTI - DEPOSITI in vasca; - Riduzione

Dettagli

GreenValve: la valvola di regolazione che recupera energia

GreenValve: la valvola di regolazione che recupera energia CONVEGNO Valvole e attuatori: novità tecnologiche e casi applicativi GreenValve: la valvola di regolazione che recupera energia Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, sez.

Dettagli

LCD DISPLAY SCAMBIATORE PRIMARIO IN LEGA DI ALLUMINIO SCAMBIATORE SANITARIO A PIASTRE PRESSOSTATO DI MINIMA DETRAZIONE FISCALE MADE IN ITALY

LCD DISPLAY SCAMBIATORE PRIMARIO IN LEGA DI ALLUMINIO SCAMBIATORE SANITARIO A PIASTRE PRESSOSTATO DI MINIMA DETRAZIONE FISCALE MADE IN ITALY CALDAIE A CONDENSAZIONE 35KW EGIS PREMIUM 24 FF Caldaia murale compatta a condensazione LCD DISPLAY SCAMBIATORE PRIMARIO IN LEGA DI ALLUMINIO SCAMBIATORE SANITARIO A PIASTRE PRESSOSTATO DI MINIMA FUNZIONAMENTO

Dettagli

CTR* 96 000/112 ID CENTRALI OLEODINAMICHE CAPACITÀ SERBATOIO PORTATA POMPA. da 8 lt a 150 lt. da 1,6 lt a 41 lt

CTR* 96 000/112 ID CENTRALI OLEODINAMICHE CAPACITÀ SERBATOIO PORTATA POMPA. da 8 lt a 150 lt. da 1,6 lt a 41 lt 96 000/112 ID CTR* CENTRALI OLEODINAMICHE CAPACITÀ SERBATOIO da 8 lt a 150 lt PORTATA POMPA da 1,6 lt a 41 lt DESCRIZIONE Le centraline CTR*, sono realizzate con pompa ad ingranaggi immersa e con motore

Dettagli

Specifiche modello 37

Specifiche modello 37 Elevatori a vuoto pneumatico Specifiche modello 37 Avp12_20_51 Versione 5.1-01/06/2015 Contenuti 1. Specifiche tecniche... 1 2. Versioni... 2 3. Spazio occupato e disponibile... 3 4. Apertura porte piani

Dettagli

Gruppi frigoriferi HF/TH/ZH

Gruppi frigoriferi HF/TH/ZH Gruppi frigoriferi HF/TH/ZH HF Generatore d'acqua refrigerata monoblocco E' un dispositivo refrigeratore d'acqua con condensatore ad acqua. La macchina è monoblocco e pronta a funzionare, una volta eseguiti

Dettagli

Scalda acqua in pompa di calore HOT WATER

Scalda acqua in pompa di calore HOT WATER Scalda acqua in pompa di calore Caratteristiche Principali caratteristiche TWMI 190C TWMI 300A 1580 1920 568 101 kg 650 129 kg 2 Incentivi statali I requisiti da rispettare per usufruire di qualsiasi incentivo

Dettagli

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione «Ispezione tecnica: l analisi degli impianti aeraulici» Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione Cillichemie Italiana Dott. Marco D Ambrosio

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL DEL RCUITO USO (parte 2) FOCUS TECNICO I PROBLEMI NELL IMPIANTO trattamenti Problemi quali corrosioni ed incrostazioni nel circuito dell impianto di riscaldamento / raffrescamento

Dettagli

ANPE - 2a Conferenza Nazionale

ANPE - 2a Conferenza Nazionale 2a Conferenza Nazionale Poliuretano Espanso Rigido ISOPA Passive House Vanessa Pereira Technical Officer Bologna, 26 Maggio 2015 Passive House I vantaggi chiave Progettata come nearly zero energy building

Dettagli

Dati tecnici Pressione (bar) : max. 10 Temperatura ( C) : max. 200 Volume campione (ml) : 150 / 250 / 500 / 1000

Dati tecnici Pressione (bar) : max. 10 Temperatura ( C) : max. 200 Volume campione (ml) : 150 / 250 / 500 / 1000 NEOTECHA Dispositivo di campionamento sicuro e affidabile, in grado di soddisfare le esigenze del settore chimico e farmaceutico. Caratteristiche Estrazione di campioni rappresentativi da reattori in condizioni

Dettagli

CENTRIFUGHE: UN METODO EFFICACE PER IL RICIRCOLO DELLE ACQUE DI PROCESSO NELLA FINITURA SUPERFICIALE. Rösler Italiana srl. Maurizio Foppa Pedretti

CENTRIFUGHE: UN METODO EFFICACE PER IL RICIRCOLO DELLE ACQUE DI PROCESSO NELLA FINITURA SUPERFICIALE. Rösler Italiana srl. Maurizio Foppa Pedretti CENTRIFUGHE: UN METODO EFFICACE PER IL RICIRCOLO DELLE ACQUE DI PROCESSO NELLA FINITURA SUPERFICIALE Rösler Italiana srl Maurizio Foppa Pedretti Un po di storia : l uso delle centrifughe nella vibrofinitura

Dettagli

PROBLEMA 1. Soluzione

PROBLEMA 1. Soluzione PROBLEMA 1 Prendendo come riferimento la pressione atmosferica di 1013 mbar agente sulla superficie libera di un corso d acqua, risulta che la pressione idrostatica sott acqua raddoppia a una profondità

Dettagli