IL TURISMO: LE CARTE VINCENTI DEL TERRITORIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL TURISMO: LE CARTE VINCENTI DEL TERRITORIO"

Transcript

1 FOCUS ON IL TURISMO: LE CARTE VINCENTI DEL TERRITORIO a cura dell Ufficio Comunicazione Nel precedente numero è stato dedicato largo spazio alla crisi economico-finanziaria. Certamente uscire dalla crisi è complesso e sono tante le leve da azionare. Per superare la sfavorevole congiuntura il sistema economico e produttivo locale deve puntare sull internazionalizzazione, sulla differenziazione delle tipologie di prodotto, sulla qualità, sulla promozione dei territori e dei prodotti tipici, sulle produzioni ecologicamente compatibili e sostenibili. Sicuramente uno strumento da prediligere nel breve periodo è il turismo da sempre funzionale allo sviluppo e al mantenimento di tutte le altre attività produttive ed economiche del territorio. Nelle pagine che seguono si riportano alcune delle attività dedicate a questo settore che vedono la partecipazione attiva della Camera di Commercio di Ancona. IL SISTEMA TURISTICO DELLA MARCA ANCONETANA 8 Quieconomia Presentazione del Sistema Turistico della Marca Anconetana alla Rotonda di Senigallia. È stato presentato il piano operativo del Sistema Turistico della Marca Anconetana nel quale rientrano 54 importanti soggetti, tra enti pubblici e privati della Provincia di Ancona. All incontro di presentazione aperto a pubblico, istituzioni, operatori turistici ed economici del territorio ha preso avvio con i saluti del Sindaco di Senigallia, Luana Angeloni, a cui sono seguiti gli interventi del Presidente della Provincia di Ancona, Patrizia Casagrande, del Presidente della Camera di Commercio Giampaolo Giampaoli, il Direttore del Sistema Turistico, Smeralda Tornese. Le conclusioni sono state affidate a Gian Mario Spacca, Presidente della Regione Marche.

2 Giampaolo Giampaoli Presidente della Camera di Commercio Siamo in un momento di crisi e dobbiamo lavorare tutti insieme. Crediamo che il turismo rappresenti nella nostra regione un motore propulsore capace di dare una spinta e nuova energia alla nostra economia. Attraverso questo progetto ci dotiamo di uno strumento funzionale per vincere questa sfida, concentrando l attenzione sul nostro territorio con un sistema capace di far vivere turisticamente la costa così come l entroterra. Come Camera di Commercio crediamo molto in questo progetto a cui abbiamo aderito da subito. Cercheremo di portare il nostro contributo lavorando in modo sinergico al gruppo, consapevoli di doverci tutti rimboccare le maniche, per una crescita comune. Gian Mario Spacca Presidente della Regione Marche Il Sistema Turistico della Marca Anconetana è un occasione importante che rappresenta un evoluzione della strategia turistica. Al momento siamo la Regione con il più alto tasso di industrializzazione, non possiamo continuare ad insistere su questo percorso ma individuare nuove strade di sviluppo. Sicuramente il turismo è e sarà la prossima via obbligata che come Regione dobbiamo percorrere con forza. Il progetto del Sistema Turistico propone sei percorsi che si fondano su elementi che ritengo essenziali: la semplificazione, l efficienza e l integrazione. La definizione della progettualità individua un modo di partecipare all offerta turistica in sei aree tematiche, in cui comuni, territori e comunità possono integrarsi dando più spinta al loro prodotto turistico. L altro elemento importante è l unità, come risposta più alta a questo momento di crisi, reagendo in modo corale riusciremo a trovare soluzioni più opportune e efficaci. Ritengo ci siano molti motivi per compiacersi dell iniziativa in un momento di passaggio come questo ha voluto concludere il presidente Spacca - Con il Sistema Turistico della Marca Anconetana le Marche hanno individuato sicuramente un modo ottimale per porsi in questa fase di cambiamento con uno strumento importante e significativo. Patrizia Casagrande Presidente della Provincia di Ancona Il progetto del Sistema Turistico della Marca Anconetana nasce dal valore dello stare insieme, identificare prospettive e obiettivi comuni. Nasce da un lavoro corale, al quale come Presidente della provincia di Ancona ho voluto credere molto. Chi compone questo organismo è la rappresentanza delle persone che lavorano in questo territorio, senza duplicazioni e spese aggiuntive. Questo progetto non solo si propone di rafforzare e comunicare il senso di appartenenza ad un intero territorio ma vuole individuare strategie di destagionalizzazione capaci di valorizzare i singoli Comuni, ognuno con le proprie iniziative. Luana Angeloni Sindaco di Senigallia Sono orgogliosa di utilizzare una location così significativa come questa per presentare il nuovo Sistema Turistico della Marca Anconetana. La Rotonda a Mare appartiene alla storia turistica della Marche e di Senigallia qualificando l offerta della nostra riviera Adriatica. Per Statuto Senigallia sarà sede del nuovo Sistema Turistico ed è per noi una grande scommessa. Una scommessa che nasce dalla volontà forte delle istituzioni e delle numerose imprese che vivono di turismo di creare un grande network Smeralda Tornese Direttore del Sistema Turistico Oggi presentiamo una nuova visione di sviluppo per la nostra Regione. I territori sono chiamati ad essere sempre più competitivi e con la creazione del Sistema Turistico cercheremo di rispondere al meglio a questa esigenza. Sono fiera di questo progetto e dall inizio ho sempre considerato la Marca Anconetana come un essere vivente, non composta da semplici enti ma da singoli individui ognuno portatore di una ricca esperienza.con il piano di comunicazione e di promozione vogliamo rafforzare il senso di identità locale proponendo sei diverse modalità di vivere e presentare le Marche: mare; natura; spiritualità, enogastronomia, storia e business. Il sistema nasce da una condivisione di obiettivi, finalizzata a creare un sistema istituzionalizzato capace di creare uno sviluppo del territorio su dimensioni di medio e lungo termine. Il progetto della Marca Anconetana è anche un innovazione di processo che andrà ad utilizzare strumenti come il sito internet coordinato in un attenta comunicazione per promuovere e presentare nel modo migliore questo territorio. Il Sistema Turistico della Marca Anconetana è uno strumento che la Provincia di Ancona mette a disposizione del territorio (amministratori e operatori attraverso le associazioni di categoria) per stimolare, promuovere e sostenere la cultura dell accoglienza in modo efficace, in attuazione alla legge regionale del 2006 che demanda alle Province la competenza in materia. L intento del Sistema Turistico della Marca Anconetana è quello di realizzare una proposta moderna e competitiva di offerta turistico-culturale integrata del ter- Quieconomia 9

3 ritorio, ragionando in termini di prodotto turistico e non più in termini di singole aree di eccellenza. In questo modo il territorio pensa allo sviluppo turistico nel suo insieme e supera il limite di controproducenti campanilismi. In un ottica pratica, significa che gli attori locali si percepiscono come parte di un sistema unitario, vi si riconoscono come parte attiva, operando dunque nell interesse del turista, del territorio e di loro stessi. Questa rete forma un sostrato turistico solido, ricco e ben integrato attraverso un intimo e partecipato rapporto di valorizzazione del territorio e una diffusa coscienza delle eccellenze, che si ripercuote anche sull immagine esterna. Il mercato cioè riconosce pienamente il Sistema come destinazione turistica appetibile e ben organizzata, a portata di mano. Le azioni principali in questa fase si concentrano su identità, accoglienza, eventi, sostegno alla commercializzazione. Creata l appartenenza al territorio, gli obiettivi sono quelli di rendere il territorio ospitale ovvero diffondere la cultura dell accoglienza a ogni livello materiale e immateriale (strutture ricettive, informazioni, accessibilità, servizi), di creare prodotti turistici d eccellenza del territorio che promuovano l integrazione, di puntare su eventi e progetti leader già esistenti che facciano da volano al resto delle iniziative. L obiettivo del Sistema Turistico è quello di integrare le diverse aree del territorio con prodotti turistici di forte appeal sul nuovo mercato, notoriamente alla ricerca di emozioni, di genuinità, di autenticità. Qualità ben presenti nella Marca Anconetana che si estende dalla costa adriatica ai rilievi appenninici e rappresenta un contesto omogeneo, comprendente ambiti territoriali caratterizzati da una variegata offerta di beni culturali (teatri, musei, pinacoteche), attrazioni e risorse turistiche (parchi, castelli, rocche, centri storici), prodotti tipici dell agricoltura e dell artigianato locale (in particolare vino, olio, carni, formaggi), offerta turistica e culturale. Soggetti promotori Soggetti promotori del Sistema sono la Provincia di Ancona, la Camera di Commercio di Ancona, l Associazione Riviera del Conero, la Comunità Montana Esino Frasassi, il Consorzio Frasassi. Partner: Confcommercio di Ancona e Confesercenti di Ancona. I Comuni di: Agugliano, Ancona, Arcevia, Barbara, Belvedere Ostrense, Camerano, Camerata Picena, Castelbellino, Castel Colonna, Castelfidardo, Castelleone di Suasa, Cerreto d Esi, Chiaravalle, Corinaldo, Fabriano, Falconara marittima, Filottrano, Genga, Jesi, Loreto, Maiolati Spontini, Mergo, Monsano, Montecarotto, Montemarciano, Monterado, Monte Roberto, Monte san Vito, Morro d Alba, Numana, Offagna, Osimo, Ostra, Ostra Vetere, Polverigi, Ripe, Rosora, San Marcello, San paolo di Jesi, Santa Maria Nuova, Sassoferrato, Senigallia, Serra de Conti, Serra San Quirico, Sirolo, Staffolo. Il Sistema ha sede legale presso la Provincia di Ancona, Via Ruggeri n. 5, Ancona e sede operativa a Senigallia. Obiettivi e strategie Il Sistema Turistico della Marca Anconetana intende perseguire la realizzazione di progetti di sviluppo per sostenere attività e processi di aggregazione e di integrazione tra le imprese turistiche, attuare interventi di riqualificazione dell offerta turistica, sostenere l innovazione tecnologica dei centri di informazione e accoglienza turistica, sostenere la riqualificazione delle imprese turistiche, promuovere il marketing telematico e la relativa commercializzazione dei prodotti turistici. L attenzione è rivolta alle esigenze del turista, dell ospite e cittadino temporaneo della nostra Marca Anconetana e alla vitalità delle imprese interessate. Tre gli assi di intervento e pianificazione su cui il Sistema Turistico della Marca Anconetana concentrerà le proprie riflessioni e azio- 10 Quieconomia

4 ni: identità, accoglienza, eventi, e sostegno alla commercializzazione. L identità del Sistema Turistico della Marca Anconetana deve essere creata e percepita sia dall interno, ovvero da imprese e soggetti che abitano il territorio, sia dall esterno (i mercati turistici internazionali a cui comunicare efficacemente l esistenza della Marca Anconetana come destinazione), in sinergia con le politiche regionali. Per quanto riguarda l accoglienza, l impegno del Sistema Turistico della Marca Anconetana è in prima battuta nel ricostruire passo passo la cultura dell accoglienza a ogni livello, quello materiale e quello immateriale, rendere il territorio ospitale e accessibile. Si intende dunque monitorare e razionalizzare l offerta ricettiva, andando a costruire e in alcuni casi de-costruirne l organizzazione, così come sviluppare e organizzare razionalmente il sistema di informazione turistica, sostenendo professionalità e competenze, infine promuovere l integrazione interna creando e puntando su prodotti d eccellenza del territorio. Punto focale dell azione del Sistema Turistico sono dunque i prodotti turistici tematici e integrati, in sostituzione delle aree. Non più finanziamenti a pioggia indiscriminatamente, ma individuazione di eventi da sostenere e promuovere. Da una parte i progetti leader, ovvero gli eventi di maggior richiamo e appeal su tutto il territorio del Sistema, che servono anche da volano per le atre manifestazioni e attraggono interesse e flussi turistici da fuori, mantenendo alta la qualità dell offerta e il rispetto del territorio stesso, dall altra le iniziative collaterali maggiormente segmentate per le esigenze di target specifici. In questo senso sono previsti tavoli di lavoro per la definizione coordinata del calendario degli eventi e dei grandi eventi su base pluriennale. In questo senso si lavorerà sul cofinanziamento di progetti e su azioni di comarketing per esempio tra turismo e produzioni tipiche di qualità, per benefici reciproci. Nell ottica della commercializzazione, i prodotti turistici già individuati sono sei: mare; natura; spiritualità e benessere; enogastronomia; storia e arte; business. Nel caso del prodotto Mare si intende valorizzare l unicum di potenzialità attrattive da Senigallia a Numana. Così come il prodotto Natura considera l unicum omogeneo sotto il punto di viste delle tematiche ambientali e naturalistiche dal Parco del Conero al Parco Gola Rossa di Frasassi. Il territorio presenta condizioni ideali di progettualità comune anche per quanto riguarda prodotti di Spiritualità e Benessere che coinvolgano il territorio da Loreto a Corinaldo, passando per le numerose abbazie. Il prodotto Enogastronomia è legato alla valorizzazione delle tipicità, quello Storia e arte mette insieme le risorse culturali del territorio. Infine il prodotto Business è legato al turismo congressuale e ad attività commerciali (es. shopping tour). WELCOME TO ANCONA Welcome to Ancona è un progetto di promozione del territorio e di accoglienza turistica nato nel 2005 in occasione dell approdo delle Crociere Costa ad Ancona, che si è sviluppato con successo negli ultimi anni. L iniziativa vede la collaborazione di diversi soggetti istituzionali e privati a livello provinciale e regionale coordinati dalla Camera di Commercio di Ancona. Costa Crociere ha confermato per il 2009 un incremento rispetto all anno precedente nel numero di scali ad Ancona, che passeranno da 16 a 29. L approdo al porto dorico sarà Quieconomia 11

5 ogni domenica dal 10 maggio al 22 novembre con crociere di 7 giorni con soste a cantorini, Mikonos, Atene, Corfù, Dubrovnik (Croazia) e Venezia. Con le crociere si è passati da croceristi nel 2005 ai previsti nel Secondo i primi risultati di uno studio svolto dalla MIP, School of Management del Politecnico di Milano, si stima che nel 2008 Costa Crociere abbia generato nelle Marche un impatto economico di almeno 2,5 milioni di euro, derivante dall indotto creato dalla presenza delle sue navi nel porto di Ancona, dall indotto generato sugli aeroporti dagli spostamenti degli Ospiti delle sue navi, da trasporti, tasse, imposte e spese generali e dalla costruzione di nuove navi. La novità 2009 dell approdo domenicale ha portato all ideazione di una nuova iniziativa pensata per agganciare il cospicuo numero di turisti provenienti da tutta Italia (ma specialmente dal Centro Sud) che scelgono di imbarcarsi ad Ancona. Il progetto si incentra sulla volontà di attrarre chi si imbarca ad Ancona già dal sabato prima della partenza domenicale, offrendo a chi tra di loro prenota con maggiore sollecitudine la crociera, la possibilità di pernottare gratuitamente presso le strutture alberghiere del territorio provinciale e di ricevere la prima colazione. Grazie alla collaborazione delle diverse agenzie turistiche italiane che lavorano con Costa e soprattutto grazie alla disponibilità delle Associazioni di Categoria provinciali e delle Associazioni di Albergatori e Ristoratori, saranno quasi 1200 i turisti in più che vivranno il territorio, per di più in un giorno strategico come il sabato: giorno di apertura di negozi e di sicura maggiore vitalità rispetto alla domenica estiva. Per gli sbarchi realizzati fino al 5 luglio la metà dei croceristi è risultata di nazionalità italiana, seguita dai francesi e tedeschi (7%), rilevante la presenza di spagnoli e americani (entrambi a quota 5%), mentre per quanto riguarda il mercato extra-ue si nota il buon risultato della svizzera che si attesta ad una percentuale del 4%. Tra le altre nazionalità si evidenzia la presenza di turisti cinesi, inglesi portoghesi e messicani. I croceristi che decidono di visitare il territorio possono partecipare alle escursioni dirette ad Urbino, Grotte di Frasassi, Riviera del Conero, Loreto, Numana e Marcelli. Le mete più gettonate, dopo i primi tre sbarchi, sono state la Riviera del Conero (scelta dal 62% degli escursionisti), le Grotte di Frasassi (27%) e Urbino (11%). Ma molti croceristi decidono anche di visitare per proprio conto la città di Ancona seguendo il percorso culturale cittadino che tocca importanti realtà museali, come la Pinacoteca comunale, il Museo della Città, il Museo Omero e quello Diocesano. Per il 2009 sottolinea Giampaolo Giampaoli, presidente della Camera di Commercio di Ancona abbiamo confermato il concorso VINCI UNA VACANZA NELLE MARCHE, che mette in palio weekend gratuiti nel nostro territorio nei mesi successivi alla vacanza. L iniziativa ha avuto un ottimo riscontro come dimostra l elevato numero di croceristi che sono tornati nel nostro territorio. Anche quest anno vengono messi in palio ben 20 weekend per ognuno dei 29 approdi. La vacanza è offerta a 2 persone, che si trattengono per almeno 2 notti; si tratta dunque di 2320 presenze a registro d albergo. La realizzazione del concorso è possibile grazie alla collaborazione dell Associazione Albergatori, Associazione Ristoratori, Confcommercio e Assindustria che hanno manifestato la volontà di mettere a disposizione le proprie strutture per ospitare i vincitori. Si tratta di un segnale importante che consente di allargare la rete dei soggetti che contribuiscono alla riuscita del progetto e di differenziare ulteriormente l offerta. Lo sforzo compiuto da tutti acquista particolare valore in considerazione anche della difficile situazione economico-finanziaria che il territorio, e il Paese, stanno attraversando. 12 Quieconomia

6 OSPITALITÀ ITALIANA Offerta di alto livello e promozione del Sistema Italia: ecco gli ingredienti per il miglioramento della competitività del turismo italiano. La certificazione Ospitalità Italiana, istituita dall Isnart in collaborazione con Camere di Commercio, Province, Regioni e associazioni di categoria, mira a premiare le imprese che pongono la qualità al primo posto e che si mettono in discussione sottoponendosi a valutazioni condotte da personale qualificato: rappresentanti della Camera di Commercio della città di appartenenza, delle associazioni di categoria, dei consumatori e da esperti dell Isnart. Le categorie previste dai disciplinari sono alberghi e residenze turistico alberghiere, campeggi, agriturismo, bed&breakfast, stabilimenti balneari e agriturismi. Chi ottiene il marchio garantisce agli ospiti elevati standard di accoglienza e servizio e un giusto rapporto qualità prezzo. Il marchio diventa quindi un elemento distintivo da usare a fini promozionali e informativi, rappresentando una garanzia sia per gli operatori che per i turisti. E in più l insieme delle imprese riunite sotto il comune logo Ospitalità Italiana vuole identificare una strategia unitaria, da nord a sud, per l individuazione delle imprese che fanno della qualità il loro punto di forza. Il progetto, nato nel 1997 solo per il settore alberghiero ma estesosi in pochi anni a varie tipologie, coinvolgerà entro la fine del 2009 più di 5000 strutture, 90 Camere di Commercio e più di 10 Unioncamere Regionali. L adesione all iniziativa permette alle imprese di entrare a far parte di un circuito consolidato da 12 anni di esperienza in grado di incrementarne la promozione, usufruendo dei vantaggi propri di un Club della Qualità e ed una maggiore visibilità al territorio su cui esse operano. Numerose,infatti, sono le azioni promozionali che Is.na.r.t. mette in atto per le strutture che si fregiano del marchio Ospitalità Italiana; dalla Guida all Ospitalità Italiana di Qualità, che viene pubblicata annualmente e distribuita presso fiere di settore e canali camerali, al portale Internet dal volume Alberghi e Ristoranti edito dalla De Agostini al Premio Ospitalità Italiana (concorso che, nell edizione del 2008, ha visto trasmettere da Rai 1 la serata della proclamazione del vincitore assoluto). Ad Ancona il progetto Ospitalità Italiana è attivo già dal 2006 ed ha visto negli anni la partecipazione di circa 80 strutture tra hotel e bed & breakfast. Ad oggi sono ben 32 le strutture detentrici del marchio di qualità ma il numero è destinato a crescere vertiginosamente anche grazie all innovativo progetto Ospitalità Italiana Regione Marche. Questo progetto, destinato alle strutture alberghiere della regione, vedrà, infatti, il coinvolgimento di più di 60 imprese nella provincia di Ancona che verranno valutate sia negli aspetti relativi alla qualità del servizio sia negli aspetti relativi alla qualità ambientale rispetto ai criteri della certificabilità del marchio Ecolabel europeo. Ed è proprio nella modalità di valutazione dell approccio ambientale la novità poiché condizione necessaria per l ottenimento del marchio Ospitalità Italiana sarà proprio il soddisfacimento di una percentuale minima dei criteri di eco-compatibilità previsti dal disciplinare. Obiettivo dell iniziativa è andare incontro al moderno mondo delle vacanze, che guarda sempre più al rispetto dell ambiente e sensibilizzare gli operatori al tema della sostenibilità ambientale. Quieconomia 13

Assemblea Territoriale d Ambito dell Ambito Territoriale Ottimale ATO 2 - Ancona

Assemblea Territoriale d Ambito dell Ambito Territoriale Ottimale ATO 2 - Ancona Convenzione per l esercizio unitario delle funzioni amministrative in materia di organizzazione dei servizi di gestione integrata dei rifiuti urbani da parte dell Assemblea Territoriale d Ambito (ATA)

Dettagli

OSSERVATORIO REGIONALE SUL TURISMO REGIONE MARCHE

OSSERVATORIO REGIONALE SUL TURISMO REGIONE MARCHE Università Politecnica delle Marche Facoltà di Economia G. Fuà REPORT OSSERVATORIO REGIONALE SUL TURISMO REGIONE MARCHE PROVINCIA DI ANCONA Prof. Gian Luca Gregori Dott.ssa Cristina Bolzicco Anno 2008

Dettagli

AGROALIMENTARE E OSPITALITA. Percorsi di Qualità in Provincia di Oristano. Il Marchio di Qualità Ospitalità Italiana"

AGROALIMENTARE E OSPITALITA. Percorsi di Qualità in Provincia di Oristano. Il Marchio di Qualità Ospitalità Italiana AGROALIMENTARE E OSPITALITA. Percorsi di Qualità in Provincia di Oristano Il Marchio di Qualità Ospitalità Italiana" e Le Strade dei Tesori e del Gusto MARCHIO DI QUALITA OSPITALITA ITALIANA PER LE IMPRESE

Dettagli

Assemblea Territoriale d Ambito ATO 2 - Ancona

Assemblea Territoriale d Ambito ATO 2 - Ancona Assemblea Territoriale d Ambito ATO 2 - Ancona COPIA DI DELIBERAZIONE DELL ASSEMBLEA n. 13 del 28.07.2014 Oggetto: Avviso pubblico per la selezione del direttore: modifiche Allegato D al Regolamento di

Dettagli

sprintonline.com - Premi a Pesaro e Urbino per il concorso nazionale

sprintonline.com - Premi a Pesaro e Urbino per il concorso nazionale Pagina 1 di 5 Menu Home Archivio News Inserimento News News Sondaggi TOP NEWS - Quello che hanno lasciato Zanardi ed il dott. Costa a Senigallia e Corinaldo - La diagnosi dell'attacco degli hackers al

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO FOTOGRAFICO A PREMI INTITOLATO RIFLETTI SULL ACQUA

REGOLAMENTO CONCORSO FOTOGRAFICO A PREMI INTITOLATO RIFLETTI SULL ACQUA REGOLAMENTO CONCORSO FOTOGRAFICO A PREMI INTITOLATO RIFLETTI SULL ACQUA Multiservizi S.p.A. bandisce il Concorso fotografico Rifletti sull Acqua aperto a tutti i fotografi professionisti e amatoriali.

Dettagli

ACQUA PER TUTTI, TUTTI PER L ACQUA

ACQUA PER TUTTI, TUTTI PER L ACQUA L Autorità di Ambito Territoriale Ottimale n. 2 Marche Centro Ancona bandisce un concorso a premi destinato a: tutte le classi delle scuole per l infanzia ed alle classi I^ e II^ delle scuole primarie,

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 Sommario Presentazione generale...3 1. LA QUALITA e IL MARCHIO OSPITALITA ITALIANA...4 1.1 Elementi base della qualità totale nelle

Dettagli

Piano d ambito per i comuni dell ATO 2 Marche Centro, Ancona. Fase 2 Analisi della domanda attuale e futura dei servizi idrici

Piano d ambito per i comuni dell ATO 2 Marche Centro, Ancona. Fase 2 Analisi della domanda attuale e futura dei servizi idrici 7 DOMANDA IDRICA FUTURA 7.1 Dotazione da adottare a base di Piano Come detto prima in altra parte dello studio, non esistono strumenti programmatori ufficiali della regione Marche che fissino valori puntuali

Dettagli

REGIONE MARCHE. ANAGRAFE REGIONALE DEGLI STUDENTI Istituti Statali di Istruzione Secondaria di Secondo Grado Report A.S. 2010/2011 PROVINCIA DI ANCONA

REGIONE MARCHE. ANAGRAFE REGIONALE DEGLI STUDENTI Istituti Statali di Istruzione Secondaria di Secondo Grado Report A.S. 2010/2011 PROVINCIA DI ANCONA REGIONE MARCHE ANAGRAFE REGIONALE DEGLI STUDENTI Istituti Statali di Istruzione Secondaria di Secondo Grado Report A.S. 2010/2011 PROVINCIA DI ANCONA 1 Sezione 1. Dati dimensionali degli Istituti Scolastici

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA DELL'AREA METROPOLITANA MEDIO-ADRIATICA. per la costruzione di una strategia territoriale integrata

PROTOCOLLO D'INTESA DELL'AREA METROPOLITANA MEDIO-ADRIATICA. per la costruzione di una strategia territoriale integrata allegato alla Delibera n. del PROTOCOLLO D'INTESA DELL'AREA METROPOLITANA MEDIOADRIATICA per la costruzione di una strategia territoriale integrata latitudine 43 35'0''N Indice Premesse... 5 Art.1 Recepimento

Dettagli

2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 1. INDICE 2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 3. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 4. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 5. MISSION pag. 4 6. APPROCCIO pag. 4 7. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

Progetto Spoleto, Città dei Tempi

Progetto Spoleto, Città dei Tempi Progetto Spoleto, Città dei Tempi Programma amministrativo di Lista Due Mondi Punto 4 Premessa Cosa e' il Turismo? Un fenomeno economico Coinvolge tante aziende Operano in tanti settori. settore commerciale,

Dettagli

1. IL SISTEMA DELL OSPITALITA NELLA PROVINCIA DI RIMINI

1. IL SISTEMA DELL OSPITALITA NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1. IL SISTEMA DELL OSPITALITA NELLA PROVINCIA DI RIMINI E costituito da un offerta di 2.699 strutture 1 con caratteristiche di impresa e di oltre 13.000 abitazioni private ad uso turistico 2, ormai un

Dettagli

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 0. INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 3. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 4. MISSION pag. 4 5. APPROCCIO pag. 4 6. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Progetto LA SOSTENIBILITÀ COME PERCORSO DI QUALITÀ PER LE AZIENDE TURISTICHE DEL PARCO DEL TICINO www.networksvilupposostenibile.it

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER PER L ACQUISTO DI SERVIZI SOCIO- EDUCATIVI PER I MINORI. Macrointervento OASIS

AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER PER L ACQUISTO DI SERVIZI SOCIO- EDUCATIVI PER I MINORI. Macrointervento OASIS PROVINCIA DI ANCONA Allegato n. 2 alla Determinazione Dirigenziale n. 1187 del 10/10/2011 AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER PER L ACQUISTO DI SERVIZI SOCIO- EDUCATIVI PER I MINORI (DGR Marche

Dettagli

I SERVIZI NELLA PROVINCIA DI ANCONA

I SERVIZI NELLA PROVINCIA DI ANCONA LA DIFFUSIONE DEI SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI E SOCIO-SANITARI NEL TERRITO- RIO DELLA PROVINCIA DI ANCONA I SERVIZI NELLA PROVINCIA DI ANCONA L'analisi che segue utilizza i dati rilevati nell'ambito del

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

3. Inquinamento acustico

3. Inquinamento acustico 3. Inquinamento 3.1. Introduzione I livelli attuali di rumore nelle città sono ormai tali da generare stress, disagi fisici e psichici accertabili. L'esposizione all'inquinamento non provoca solo insofferenza,

Dettagli

Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI. Comune Capofila: COMUNE DI AGUGLIANO

Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI. Comune Capofila: COMUNE DI AGUGLIANO ALLEGATO B ESTRATTO DEL PROGETTO ESECUTIVO Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI Comune Capofila: COMUNE DI AGUGLIANO 1. DATI PROGETTO Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI Comune capofila: (AGUGLIANO

Dettagli

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica Potenza, 10 febbraio 2015 Agli organi di informazione Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica L andamento turistico dell anno appena trascorso, benchè fortemente segnato dalla gravità

Dettagli

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013 CARTELLA STAMPA di CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE Turismo integrato, motore di Expo 2015 Milano, 10 Dicembre 2013 INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE

Dettagli

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita In costante sviluppo, sempre pronta a cogliere le migliori opportunità offerte dal mercato, Holidaytravelpass si è presto consolidata anche come tour operator initalia

Dettagli

SCHEDA PROGETTO STRATEGICO

SCHEDA PROGETTO STRATEGICO Comuni di Faenza, Brisighella, RioloTerme, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Solarolo, Conferenza Economica SCHEDA PROGETTO STRATEGICO Tavolo tematico di riferimento: PROMOZIONE DEL TERRITORIO, CULTURA,

Dettagli

Viveresenigallia.it 01/07/2014 Barbara: arriva lo Scec

Viveresenigallia.it 01/07/2014 Barbara: arriva lo Scec Viveresenigallia.it 01/07/2014 Barbara: arriva lo Scec Sperimentare forme di economia alternativa e contribuire al rafforzamento del tessuto sociale locale, ma soprattutto creare Comunità, una comunità

Dettagli

Fondazione Meta Relazione al 30 settembre 2011

Fondazione Meta Relazione al 30 settembre 2011 Fondazione Meta Relazione al 30 settembre 2011 Il presente documento ha lo scopo di illustrare l andamento della gestione della Fondazione nel primo periodo di effettiva attività di Meta, fino alla data

Dettagli

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Salvio Capasso Responsabile Ufficio Economia delle Imprese e Mediterraneo - SRM Paestum, 30 Ottobre 2014 Agenda Il turista

Dettagli

Circuito turistico integrato

Circuito turistico integrato ospiti di valore Circuito turistico integrato Terre di Siena Ospiti di Valore Codice di comportamento Art. 1 - Valori delle Terre di Siena Lo sviluppo economico delle Terre di Siena dipende dalla capacità

Dettagli

Qualità delle strutture ricettive come chiave della qualità del territorio

Qualità delle strutture ricettive come chiave della qualità del territorio Sviluppo del turismo per tutti Strategie di promozione e buone prassi nell offerta Intervento ISNART Qualità delle strutture ricettive come chiave della qualità del territorio Isnart S.c.p.A Chi è: Istituto

Dettagli

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE DELLA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio LA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE La Fondazione

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. CICLO DEI RIFIUTI, BONIFICHE AMBIENTALI E RISCHIO INDUSTRIALE N. 125/CRB DEL 02/10/2014 Oggetto: DGR 782 del 30/06/2014. DGR 1026 del 15/09/2014. Premiazione Concorso

Dettagli

*la voce Altri Complementari comprende: Villaggi Turistici, Ostelli, Case per Ferie, Case per Vacanza, Affittacamere

*la voce Altri Complementari comprende: Villaggi Turistici, Ostelli, Case per Ferie, Case per Vacanza, Affittacamere 1. IL SISTEMA DELL OSPITALITÀ NELLA PROVINCIA DI RIMINI Complessivamente è costituito da un offerta di 2.565 strutture 1 con caratteristiche di impresa e di oltre 13.000 abitazioni private ad uso turistico

Dettagli

Allegato 3. La riforma normativa: un ipotesi di nuova legge quadro del settore

Allegato 3. La riforma normativa: un ipotesi di nuova legge quadro del settore Allegato 3 La riforma normativa: un ipotesi di nuova legge quadro del settore Premessa Il modello di governance che viene proposto risponde ad alcuni requisiti fondamentali riconducibili al principio di

Dettagli

ADESIONE ALLA CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE

ADESIONE ALLA CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE ADESIONE ALLA CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE Verbale Forum 18 settembre 2012 a cura di Michele Merola (Ambiente Italia per Federparchi) Carta Europea per il Turismo Sostenibile

Dettagli

Costruendo valore per il turismo in Lombardia

Costruendo valore per il turismo in Lombardia Costruendo valore per il turismo in Lombardia Chi siamo Explora S.C.p.A. ha il compito di promuovere la Lombardia e Milano sul mercato turistico nazionale ed internazionale. La società opera esattamente

Dettagli

7 GLI INTERVENTI PER IL SERVIZIO DI FOGNATURA E DEPURAZIONE

7 GLI INTERVENTI PER IL SERVIZIO DI FOGNATURA E DEPURAZIONE 7 GLI INTERVENTI PER IL SERVIZIO DI FOGNATURA E DEPURAZIONE 7.1 Gli interventi per criticità Di seguito vengono riportati gli interventi previsti in funzione delle criticità che vanno a risolvere. Tabella

Dettagli

IL Gruppo di Azione Locale COLLI ESINI - S. VICINO

IL Gruppo di Azione Locale COLLI ESINI - S. VICINO IL Gruppo di Azione Locale COLLI ESINI - S. VICINO Il GAL Colli Esini S. Vicino nasce nel 1991, per partecipare alla 1 Iniziativa Comunitaria LEADER (1991-1993). La sua costituzione è promossa da: Comuni

Dettagli

Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero

Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero Programma di Attività 2011-2015 2015 ROBERTO N. RAJATA 12 maggio 2011 Introduzione Il turismo nella Regione Lazio è profondamente mutato nel corso degli

Dettagli

DIRITTO DEL TURISMO LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA

DIRITTO DEL TURISMO LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA 1 LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA 2 I PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI L.R. n. 28/78 Interventi della Regione per la promozione del turismo pugliese L.R. n. 12/89 Incentivazione regionale

Dettagli

Promuovere il territorio per promuovere il turismo

Promuovere il territorio per promuovere il turismo Promuovere il territorio per promuovere il turismo Da territorio a destinazione turistica Dare risposte alla domanda di sviluppo di un territorio A livello nazionale A livello locale Per uno sviluppo a

Dettagli

3.4.1 - DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA

3.4.1 - DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA 3.4 - PROGRAMMA N. 08 ATTIVITÀ PRODUTTIVE, TURISMO, ATTIVITÀ GIOVANILI E POLITICHE MONTANE AMMINISTRATORE COMPETENTE: GIORGIO BONASSOLI RESPONSABILE: MARIAGRAZIA FRESCURA 3.4.1 - DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA

Dettagli

ll marchio di qualità Ospitalità Italiana- Regione Marche

ll marchio di qualità Ospitalità Italiana- Regione Marche ll marchio di qualità Ospitalità Italiana- Regione Marche Ancona, 14 dicembre 2009 Diritti riservati - IS.NA.R.T Il progetto Il progetto Marchio Ospitalità Italiana viene promosso dall Istituto Nazionale

Dettagli

gusta l arancione e gusta il blu all Expo 2015 gusta l arancione e gusta il blu Bandiere Arancioni Blu gusta l arancione e gusta il blu

gusta l arancione e gusta il blu all Expo 2015 gusta l arancione e gusta il blu Bandiere Arancioni Blu gusta l arancione e gusta il blu gusta l arancione e gusta il blu all Expo 2015 Promuovere le Marche puntando sulle eccellenze. E' quanto si propone il progetto gusta l arancione e gusta il blu. L'iniziativa, nata in collaborazione con

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE SVILUPPO DEL TURISMO, POLITICHE CULTURALI

DIREZIONE REGIONALE SVILUPPO DEL TURISMO, POLITICHE CULTURALI DIREZIONE REGIONALE SVILUPPO DEL TURISMO, POLITICHE CULTURALI Principi Guida per la promozione di Progetti di Sviluppo per Destinazione e Prodotti Turistici Regionali e la costituzione e il riconoscimento

Dettagli

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Applicazione del Modello di Gestione sostenibile della Destinazione turistica Area di verifica AUTOVALUTAZIONE Elenco Domande per area tematica NECSTOUR

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 Focus Provincia di Savona Maggio 2012 A cura di I flussi turistici nelle strutture ricettive Le principali dinamiche e tendenze manifestate

Dettagli

CHI SIAMO PROFESSIONISTI DEL TURISMO E MARKETING PROMOZIONALE

CHI SIAMO PROFESSIONISTI DEL TURISMO E MARKETING PROMOZIONALE love your holidays Le Vacanze sono momenti importanti della nostra vita, ricordi, emozioni, esperienze amicizie.. Scegli chi può far vivere le tue emozioni CHI SIAMO PROFESSIONISTI DEL TURISMO E MARKETING

Dettagli

Booking Piemonte. Informazioni generali BOOKING PIEMONTE: PROFILO ISTITUZIONALE

Booking Piemonte. Informazioni generali BOOKING PIEMONTE: PROFILO ISTITUZIONALE Booking Piemonte Informazioni generali BOOKING PIEMONTE: PROFILO ISTITUZIONALE Posizionamento Una progressiva e costante crescita del turismo incoming è quella registrata dal Piemonte negli ultimi 15 anni,

Dettagli

PROVINCIA DI ANCONA DECRETO DELLA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA. n. 33 del 10/02/2015

PROVINCIA DI ANCONA DECRETO DELLA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA. n. 33 del 10/02/2015 COPIA PROVINCIA DI ANCONA DECRETO DELLA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA n. 33 del 10/02/2015 Oggetto: Piano regionale di Edilizia Residenziale 2014/2016. L.R. 16.12.2005, n. 36. Linea di intervento B1 Concessione

Dettagli

PROGETTO TUSCIA WELCOME

PROGETTO TUSCIA WELCOME PROGETTO TUSCIA WELCOME Valorizzazione e promozione del turismo integrato e sostenibile nella Tuscia Viterbese (Allegato alla determinazione del Segretario Generale n. 96 del 24/03/2014) Art. 1 Progetto

Dettagli

2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del settore turistico

2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del settore turistico ELENCO PROGETTI 1 Progetto A.I.1 Progetti finalizzati alla concertazione del piano di sviluppo turistico provinciale 2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del

Dettagli

COME FARE SISTEMA. Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati

COME FARE SISTEMA. Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati COME FARE SISTEMA Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati IL TURISMO ALCUNI DATI I viaggi contribuiscono per il 10% al prodotto interno

Dettagli

Supporto al. esperienza

Supporto al. esperienza Supporto al Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza esperienza nella ZONA TERRITORIALE 7 Regione Marche Azienda Sanitaria Unica Regionale Zona Territoriale n. 7 Ancona Agugliano, Ancona, Camerano,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA Puglia Promozione con sede legale in Piazza Moro 33/A 70121 Bari, C.F. 93402500727 e Consorzio Teatro Pubblico Pugliese (di seguito denominato TPP) con sede legale in via Imbriani,

Dettagli

Scheda tecnica. Ceipiemonte: assemblea soci approva bilancio 2014

Scheda tecnica. Ceipiemonte: assemblea soci approva bilancio 2014 Ufficio stampa: Francesca Corsini tel. + 39 011 6700665 Scheda tecnica Ceipiemonte: assemblea soci approva bilancio 2014 Numeri in sintesi Circa 14,8 milioni il volume di attività sviluppato Oltre 3.000

Dettagli

I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO

I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO I Progetti interregionali dell Assessorato al Turismo Nell ottica di valorizzazione e di una maggiore fruibilità di siti e beni a carattere storicoartistico,

Dettagli

Progetto pilota per la valorizzazione del Centro Storico e dell Oltretorrente di Parma

Progetto pilota per la valorizzazione del Centro Storico e dell Oltretorrente di Parma LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Dalla crisi un nuovo modello di sviluppo Progetto pilota per la valorizzazione del Centro Storico e dell

Dettagli

Departure: Sicilia Uneso

Departure: Sicilia Uneso Departure: Sicilia Uneso Azione di co-marketingcon i vettori aerei per la promozione del SUD EST di Sicilia il Distretto Turistico Tematico del SUD EST - Accessibilità fisica al territorio - Accessibilità

Dettagli

MODULI ACQUISTABILI SINGOLARMENTE

MODULI ACQUISTABILI SINGOLARMENTE 735 736 738Università degli Studi di Torino MASTER IN ECONOMIA, MANAGEMENT, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL TURISMO MASTER MINT www.mastermint.unito.it MODULI ACQUISTABILI SINGOLARMENTE Comportamento del

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Il Ministro per il Turismo ACCORDO QUADRO TRA il Ministro per il Turismo, On. Michela Vittoria Brambilla E il Presidente dell Associazione Nazionale Comuni Italiani,

Dettagli

Una laurea: Bah!!! 2/2. Passa un anno e trovi posto nel 53% dei casi. Ti laurei. Se te ne vai all estero, nel 45,4% dei casi non rientrerai

Una laurea: Bah!!! 2/2. Passa un anno e trovi posto nel 53% dei casi. Ti laurei. Se te ne vai all estero, nel 45,4% dei casi non rientrerai Una laurea: Bah!!! Ti laurei Passa un anno e trovi posto nel 53% dei casi Se te ne vai all estero, nel 45,4% dei casi non rientrerai Fonte: Rapporto Almalaurea sull occupazione Una laurea: Bah!!! 1/2 Ma,

Dettagli

INFORMASALUTE ANCONA. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari

INFORMASALUTE ANCONA. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA ISTITUTO NAZIONALE SALUTE, MIGRAZIONI E POVERTÀ MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELL INTERNO Fondo Europeo per l'integrazione dei cittadini di Paesi terzi INFORMASALUTE

Dettagli

Il sistema turistico dell Emilia-Romagna: evoluzione, margini di sviluppo, obiettivi strategici della Regione

Il sistema turistico dell Emilia-Romagna: evoluzione, margini di sviluppo, obiettivi strategici della Regione Supplemento 1.2007 7 Il sistema turistico dell Emilia-Romagna: evoluzione, margini di sviluppo, obiettivi strategici della Regione Venerio Brenaggi* Sommario 1. Il sistema turistico regionale nella l.r.

Dettagli

PROGETTO DELLA RETE RICETTIVA RURALE DI QUALITÀ A FINI TURISTICI IN PUGLIA. Report

PROGETTO DELLA RETE RICETTIVA RURALE DI QUALITÀ A FINI TURISTICI IN PUGLIA. Report PROGETTO DELLA RETE RICETTIVA RURALE DI QUALITÀ A FINI TURISTICI IN PUGLIA Report Agenda I presupposti del progetto Approccio metodologico Analisi di benchmarking di casi di studio di interesse Censimento

Dettagli

La domanda tiene, ma la crisi emerge

La domanda tiene, ma la crisi emerge La domanda tiene, ma la crisi emerge Sintesi del II Rapporto sulla Competitività e attrattività del sistema turistico Gardesano Roberta Apa Luciano Pilotti, Alessandra Tedeschi-Toschi Università di Milano

Dettagli

Progetto TUR2 ANALISI DELLO STATO DI GESTIONE DEI SERVIZI DI INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA TURISTICA NELL AREA LEADER REPORT

Progetto TUR2 ANALISI DELLO STATO DI GESTIONE DEI SERVIZI DI INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA TURISTICA NELL AREA LEADER REPORT Progetto TUR2 Promozione del Territorio, del Turismo e delle tipicità dei Colli Esini nell'era WEB 2.0 ANALISI DELLO STATO DI GESTIONE DEI SERVIZI DI INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA TURISTICA NELL AREA LEADER

Dettagli

CHI SIAMO GPS NETWORK UNIT LA STORIA

CHI SIAMO GPS NETWORK UNIT LA STORIA CHI SIAMO LA STORIA GPS, nasce nel 1969, proponendosi come primo circuito di comunicazione esterna nei luoghi di vacanza estiva degli italiani: gli stabilimenti balneari. Nel 1989, per il trentennale viene

Dettagli

Osservatorio Turistico

Osservatorio Turistico Osservatorio Turistico Turismo: congiuntura, profilo della domanda, identikit e bisogni delle imprese savonesi Savona, 4 febbraio 2005 ISNART S.c.p.A. Chi è Cosa fa Mercato Istituto Nazionale Ricerche

Dettagli

Valorizzazione delle aree naturali protette come chiave di sviluppo turistico dei territori. www.isnart.it 1

Valorizzazione delle aree naturali protette come chiave di sviluppo turistico dei territori. www.isnart.it 1 Valorizzazione delle aree naturali protette come chiave di sviluppo turistico dei territori www.isnart.it 1 Le aree protette in Italia 23 parchi nazionali (oltre 500 comuni) 152 parchi regionali (quasi

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE. -------------------------------------------------------------------------------- comunicato del 12 novembre 2010

PROVINCIA DI UDINE. -------------------------------------------------------------------------------- comunicato del 12 novembre 2010 PROVINCIA DI UDINE NOTIZIE PER LA STAMPA -------------------------------------------------------------------------------- comunicato del 12 novembre 2010 WWW.MONTAGNA SENZA CONFINI.IT : NUOVO SPECCHIO

Dettagli

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Competenze Materie Competenze associate C1 C2 SENSIBILIZZAZIONE DEI GRUPPI DI INTERESSE ORGANIZZAZIONE DI CONGRESSI, SEMINARI, MEETING, CONVENTION,

Dettagli

Centri Territoriali Integrati

Centri Territoriali Integrati Centri Territoriali Integrati afferenti agli Istituti Comprensivi della Provincia di Ancona Sguardo di sintesi - Anno scolastico 2008/2009 a cura di Raffaela Maggi - Ufficio Studi, USP Ancona 1 1. Centro

Dettagli

IL CLUB DI PRODOTTO PER CONQUISTARE IL MERCATO CICLOTURISTICO

IL CLUB DI PRODOTTO PER CONQUISTARE IL MERCATO CICLOTURISTICO IL CLUB DI PRODOTTO PER CONQUISTARE IL MERCATO CICLOTURISTICO Cagliari Oristano Olbia agosto 2014 BUONGIORNO Mi presento Consulenza turistiche Formazione Ricerca Progetti Studi di mercato www.teamwork-rimini.com

Dettagli

Promozione e commercializzazione

Promozione e commercializzazione Relazione per il Gruppo di lavoro: Promozione e commercializzazione Brand, strumenti, compiti del pubblico e del privato Redatto da: Elisa Capozzi 1 anni 80: Disney cerca un luogo per un parco tematico

Dettagli

noi Un patto con i cittadini con voi per il lavoro, l ambiente e il futuro Un patto con i cittadini per

noi Un patto con i cittadini con voi per il lavoro, l ambiente e il futuro Un patto con i cittadini per noi con voi Febbraio 2012 vicino al territorio, vicino ai cittadini Un patto con i cittadini per il lavoro, l ambiente e il futuro Un patto con i cittadini per salvare l ambiente e il nostro territorio.

Dettagli

PROFILE. La Kick Off Group ha il suo core business in tre grandi aree di specializzazione:

PROFILE. La Kick Off Group ha il suo core business in tre grandi aree di specializzazione: PROFILE La Kick Off Group ha il suo core business in tre grandi aree di specializzazione: La Kick Off Group nasce con la prospettiva di offrire al mercato il proprio know how, basandosi sull esperienza

Dettagli

II Sessione Prodotti turistici del Piemonte e scenari di sviluppo. Piani, azioni e strumenti per lo sviluppo dell offerta turistica piemontese

II Sessione Prodotti turistici del Piemonte e scenari di sviluppo. Piani, azioni e strumenti per lo sviluppo dell offerta turistica piemontese II Sessione Prodotti turistici del Piemonte e scenari di sviluppo Piani, azioni e strumenti per lo sviluppo dell offerta turistica piemontese Paola Casagrande Responsabile Settore Offerta Turistica Regione

Dettagli

Progetto CameraCantina

Progetto CameraCantina Progetto CameraCantina Marketing Comunicazione COMMERCIALIZZAZIONE 1 PROGETTO 9 CANALI COMMERCIALI info@cameracantina.it www.cameracantina.it CAMERACANTINA IL PROGETTO PROMOSSO DA Apice srl, che opera

Dettagli

PROPOSTA di SCHEDA PROGETTUALE: PROMOZIONE TERRITORIALE IMMOBILIARE 2011

PROPOSTA di SCHEDA PROGETTUALE: PROMOZIONE TERRITORIALE IMMOBILIARE 2011 PROPOSTA di SCHEDA PROGETTUALE: PROMOZIONE TERRITORIALE IMMOBILIARE 2011 PROMOZIONE SUI MERCATI INTERNAZIONALI DEL PROGETTO DI TRASFORMAZIONE URBANA DENOMINATO VARIANTE 200. RICERCA E COINVOLGIMENTO DI

Dettagli

Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008

Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008 Allegato 9 Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008 Osservatorio Turistico della Regione Puglia 1 Osservatorio Turistico Regione Puglia L osservatorio turistico della

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE per la realizzazione del Sistema Turistico Locale Riviera dei Fiori

ACCORDO DI COLLABORAZIONE per la realizzazione del Sistema Turistico Locale Riviera dei Fiori ACCORDO DI COLLABORAZIONE per la realizzazione del Sistema Turistico Locale Riviera dei Fiori PREMESSO: - che la Legge 135/01 all art. 5 istituisce i Sistemi Turistici Locali definendoli contesti turistici

Dettagli

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio Indice 1. Il Bando Regionale sui PdV 2. Il territorio 3. Il partenariato 4. Le risorse dei PdV

Dettagli

IL PATTO PER EXPO 2015 GLI IMPEGNI PREVISTI NEL PATTO. inoltre:

IL PATTO PER EXPO 2015 GLI IMPEGNI PREVISTI NEL PATTO. inoltre: IL PATTO PER EXPO 2015 GLI IMPEGNI PREVISTI NEL PATTO Con l adesione al Patto mi impegno a: - Promuovere la cultura autodisciplinare e dell etica di mercato monitorando e garantendo la qualità dei servizi;

Dettagli

PROGRAMMA 2013 PREMESSA

PROGRAMMA 2013 PREMESSA PROGRAMMA 2013 PREMESSA Il Piano di Marketing del territorio allargato nasce dalla volontà delle due Camere di Commercio di Forlì- Cesena e Ravenna di realizzare un progetto comune di sviluppo delle eccellenze

Dettagli

PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani.

PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani. ALLEGATO A REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani. 1 PREMESSA Molti avvenimenti in questi

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Osservatorio turistico della regione Sardegna LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2012 A cura di La performance di vendita delle imprese del ricettivo Periodo di riferimento:

Dettagli

Turismo di Comunità in Val di Rabbi

Turismo di Comunità in Val di Rabbi Turismo di Comunità in Val di Rabbi Sintesi del progetto Il Turismo di Comunità : definizione Il turismo responsabile di comunità è una nuova forma di accoglienza turistica, recentemente sviluppatasi in

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

Sviluppo del Mezzogiorno: il Turismo, una chiave per la competitività Intervista al Direttore Generale di Unioncamere-Isnart, Giovanni Antonio Cocco

Sviluppo del Mezzogiorno: il Turismo, una chiave per la competitività Intervista al Direttore Generale di Unioncamere-Isnart, Giovanni Antonio Cocco Attività produttive e politiche di sviluppo a cura dell Associazione Studi e Ricerche per il Mezzogiorno Sviluppo del Mezzogiorno: il Turismo, una chiave per la competitività Intervista al Direttore Generale

Dettagli

Progetto Turismo di Prossimità per i Comuni d Italia

Progetto Turismo di Prossimità per i Comuni d Italia Informazioni e comunicazione promozionale di strada attraverso la formula dell interscambio utilizzando vele pubblicitarie (roll-up) nei centri città e comuni a intenso traffico pedonale. Un particolare

Dettagli

Mappe Cessato Catasto Filottrano (Aggiornamenti anni 50-60). Fogli da 1 a 7.

Mappe Cessato Catasto Filottrano (Aggiornamenti anni 50-60). Fogli da 1 a 7. INVENTARIO MAPPE CESSATO CATASTO (per Cassettiere) a cura di Giovanna Caporaloni, Daniela Donninelli e Valentina Ruani. Dove non segnalato gli aggiornamenti si intendono relativi agli anni 20-40. La dimensione

Dettagli

local marketing progetti di rete

local marketing progetti di rete local marketing progetti di rete local marketing e progetti di rete I territori sono da sempre al centro del nostro interesse. Da sempre CoopCulture è impegnata nella scoperta del territorio e della sua

Dettagli

DI CONSUMO DEL TURISTA IN PUGLIA.

DI CONSUMO DEL TURISTA IN PUGLIA. FOODING ACTION 5.5.1 Development of a CRM (Customer relationship management P5 Chamber of commerce of Bari: ESPERIENZA DI CONSUMO DEL TURISTA IN PUGLIA. La Camera di Commercio di Bari, nell ambito del

Dettagli

Portale d Informazione Turistica geo-localizzata (web e mobile) per le Imprese del Turismo in Italia

Portale d Informazione Turistica geo-localizzata (web e mobile) per le Imprese del Turismo in Italia Portale d Informazione Turistica geo-localizzata (web e mobile) per le Imprese del Turismo in Italia Che cos è? ITALIAN TOURISM EXPO é un portale che offre un prezioso servizio d informazione turistica

Dettagli

CONVENZIONE. MULTISERVIZI S.p.A. PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

CONVENZIONE. MULTISERVIZI S.p.A. PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Autorità di Ambito Territoriale Ottimale n. 2 Marche Centro Ancona CONVENZIONE TRA L AUTORITA DI AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N. 2 MARCHE CENTRO ANCONA E MULTISERVIZI S.p.A. PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO

Dettagli

Turismo 2013 La Spezia e tendenze

Turismo 2013 La Spezia e tendenze Turismo 2013 La Spezia e tendenze La presente nota riporta dati e brevi riflessioni sul turismo oggi nella nostra provincia. Dopo un 2012 segnato dalle ricadute negative del periodo post alluvioni, il

Dettagli

www.expoveneto.it EXPO 2015

www.expoveneto.it EXPO 2015 www.expoveneto.it La piattaforma web ufficiale della Regione Veneto per l EXPO 2015 L Esposizione Universale sarà un occasione straordinaria di supporto alla crescita e al rilancio economico, confermando

Dettagli

Riviera dei Sogni Travels Il tour operator sulla Liguria e non solo...

Riviera dei Sogni Travels Il tour operator sulla Liguria e non solo... Riviera dei Sogni Travels Il tour operator sulla Liguria e non solo... Gruppi Individuali DMC & business travel Promozione turistica L azienda: Il tour operator per la Liguria con una marcia in più Specialisti

Dettagli

Terre di Siena Ospiti di valore Un patto tra residenti e ospiti. Fiorenza Guerranti Direttore APT Siena

Terre di Siena Ospiti di valore Un patto tra residenti e ospiti. Fiorenza Guerranti Direttore APT Siena Terre di Siena Ospiti di valore Un patto tra residenti e ospiti Fiorenza Guerranti Direttore APT Siena - SEMINARIO 13 SETTEMBRE 2007 - SEMINARIO 13 SETTEMBRE 2007 Per la promozione turistica di una destinazione

Dettagli