E' arduo sopravvivere Imprese strette tra usura e mafia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "E' arduo sopravvivere Imprese strette tra usura e mafia"

Transcript

1 PORTUALITÀ La Maersk Line sceglie il porto di Genova. Tolta Gioia Tauro dalla rotta per l'asia» pag 4 Todd Pigeon ASSICURAZIONI La Rcauto continua a crescere. Secondo le compagnie gli aumenti dipendono in primo luogo dalle tante truffe TARIFFE L'Antitrust ha aperto una indagine sui rincari dei biglietti dei traghetti per la Sardegna» pag 8» pag 6 Prezzo Euro 3, Anno LIV 23 Maggio 2011 Numero SETTIMANALE INDIPENDENTE D INFORMAZIONE Direttore F. Paolo Li Donni Poste Italiane Spa - Spedizione in Abbonamento Postale post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1, AUT. CNS/CBPA/CENTRO1 valida da E' arduo sopravvivere Imprese strette tra usura e mafia La logistica e il trasporto merci sempre più utilizzati per ripulire i soldi illeciti Le conseguenze della crisi stanno colpendo famiglie e imprese a vantaggio della malavita Per alcuni il fenomeno delle infiltrazioni mafiose nel settore trasporti ed in particolare in quello dell autotrasporto non è così evidente e va quindi verificato. Per altri invece il fenomeno ha superato ogni limite e sta pericolosamente pregiudicando il nostro tessuto imprenditoriale. Il presidente della Fai Conftrasporto in una recente intervista al suo blog Stradafacendo ha confermato di aver appreso dalla stampa del fenomeno e ha chiarito la sua posizione affermando che avrebbe verificato se la mafia è davvero salita sui Tir. Nell attesa che l indagine promossa dalla Fai Conftrasporto possa fornire risposte precise, permettendogli così di allontanare...» pagina 2» pag 4 E Editoriale iniziato il conto alla rovescia. Il Countdown da piazza della Croce Rossa scandisce i giorni, le ore e i minuti che ci separano da questi benedetti Costi minimi di sicurezza sanciti dall accordo bipartito autotrasportogoverno del 17 giugno scorso. Sei mesi di trattative, altri cinque per Il topolino di Bartolomeo di F. PAOLO LI DONNI tentare di raggiungere un intesa tra committenti e autotrasportatori attraverso accordi volontari di settore fino, estrema ratio, al fatidico responso dell Osservatorio su questi benedetti costi minimi. Gli accordi di settore sono al palo e nei due soli casi concretamente trattati, chimica e contenitori, non si» pagina 10 Mercato petrolifero Andamento del Brent date e Wti valori $/Barile (Dal 14/4/11 al 18/5/11) Brent date Wti 113,0 98,4 La benzina ha mostrato un calo del 2,5% ( tonnellate) rispetto a febbraio 2010 mentre il gasolio autotrazione un incremento del 4,6% ( tonnellate) GRECIA ITALIA GERMANIA UNGHERIA REP. CECA OLANDA FRANCIA SLOVACCHIA AUSTRIA SPAGNA LETTONIA ESTONIA ROMANIA LITUANIA POLONIA SLOVENIA BULGARIA Elaborazioni del Corriere dei Trasporti su dati dell Unione Petrolifera Italiana Costo alla pompa del gasolio per autotrazione al 1 aprile 2011 (Valori in euro) 1,502 1,429 1,425 1,417 1,386 1,367 1,361 1,347 1,346 1,292 1,276 1,276 1,265 1,262 1,241 1,238 1,184 Composizione prezzo alla pompa del gasolio per autotrazione in Italia Prezzo Italia 1,448 /litro COMPONENTE FISCALE 47% 0,670 /litro PREZZO INDUSTRIALE 53% 0,778 /litro Su questo segmento pari al 43% agisce l effetto cambio /$ Solo su questa voce pari al 10% l operatore può agire per moicare il preo alla pompa ilevaione meia mensile Aprile 2011 Gasolio Accisa 0,429 IVA 0,241 Materia prima 0,628 Margine lordo 0,150 Cambi doganali Tassi di cambio periodici validi nel mese di Maggio 2011 CORONA Ceca CZK 24,17400 CORONA Danese DKK 7,45760 CORONA Norvegese NOK 7,78950 CORONA Svedese SEK 8,90110 DOLLARO Australiano AUD 1,36110 DOLLARO Canadese CAD 1,38080 DOLLARO Neozelandese NZD 1,82060 DOLLARO USA USD 1,45150 FIORINO Ungherese HUF 264,05000 FRANCO Svizzero CHF 1,29440 LIRA Sterlina GPB 0,88670 YEN Giappone JPY 120,13000 ZLOTY Polacco PLN 3,97230 Fonte: Agenzia delle Dogane Andamento Dry Baltic Index , , Mag Mag 2011 Sailing List PARTENZE MERCI DAI PORTI ITALIANI NAPOLI 18 ANCONA 14 RAVENNA 20 CAGLIARI 14 SALERNO 20 CIVITAVECCHIA 14 SAVONA 21 GENOVA 14 TRIESTE 21 GIOIA TAURO 15 VENEZIA 21 LA SPEZIA 15 PARTENZE CROCIERE LIVORNO 16 dal 24/05 al 06/06 22 MARINA DI CARRARA 18 AUTOSTRADE DEL MARE 23

2 2 Corriere dei Trasporti n Maggio 2011 FOCUS Credito, usura e malavita La criminalità organizzata ormai si è estesa in tutto il paese Un aspetto che sta passando nell'italia "uffi ciale" sotto silenzio di F. PAOLO LI DONNI Per alcuni il fenomeno delle infiltrazioni mafiose nel settore trasporti ed in particolare in quello dell autotrasporto non è così evidente e va quindi verificato. Per altri invece il fenomeno ha superato ogni limite e sta pericolosamente pregiudicando il nostro tessuto imprenditoriale. Il presidente della Fai Conftrasporto in una recente intervista al suo blog Stradafacendo ha confermato di aver appreso dalla stampa del fenomeno e ha chiarito la sua posizione affermando che avrebbe verificato se la mafia è davvero salita sui Tir. Nell attesa che l indagine promossa dalla Fai Conftrasporto possa fornire risposte precise, permettendogli così di allontanare le mele marce, qualcun altro ha voluto passare direttamente alle risposte. Se alla Fai le idee sono ancora confuse sull argomento, in Confindustria il convincimento che il fenomeno malavitoso nel comparto sia in forte espansione è un dato acquisito. La denuncia non meno di due settimane fa è arrivata dal profondo Nord, dove Andrea Gottardi, presidente della sezione autotrasporto in Confindustria Trento, non ha usato mezze misure La ndrangheta è arrivata in Trentino, infiltrazioni criminali nel settore del trasporto merci. L escalation delle notizie di fenomeni simili accertati in questi ultimi mesi deve comunque far riflettere sul fatto che il settore del trasporto su gomma, già considerato a rischio in passato, oggi, con le attuali condizioni economiche, sta diventando uno Oltre due milioni di famiglie a rischio di cadere nelle grinfie dell usura Beppe Pisanu I debiti per le piccole imprese hanno toccato il tetto dei 55 milioni di euro Paolo Uggè dei luoghi prediletti per il riciclaggio dei proventi illeciti del crimine organizzato. Solo il mese scorso la notizia del commissariamento della Tnt Lombardia per infiltrazioni malavitose ha indotto i vertici della multinazionale olandese ad azzerare i vertici aziendali italiani. In meno di due settimane il presidente di Tnt Italia, Rosario Ambrosino, è stato estromesso e adesso anche nella Fedit, l associazione che raccoglie i maggiori corrieri espressi italiani, si sta ragionando sull opportunità di lasciare la presidenza allo stesso Ambrosino. In un recente sondaggio del Sole24Ore Nord Est molti imprenditori hanno risposto che il fenomeno delle infiltrazioni non solo è presente al Nord ma che è particolarmente presente nell immobiliare, nel commercio e nel settore dei trasporti. Le aziende di trasporto e di logistica oltre ad essere utilizzate come vere e proprie lavanderie per ripulire il denaro risultano ambite anche per la gestione dei traffici di armi e droga. Se al Nord le notizie sono allarmanti, al Sud la situazione è disarmante. Nonostante l'impegno dello Stato le statistiche economiche mandano segni allarmanti per il Mezzogiorno. Il 53% dei referenti del sistema Confindustria del Sud reputa la propria area territoriale molto insicura e il 42% attribuisce questa insicurezza alla criminalità organizzata e all'illegalità diffusa. Il presidente dell'antimafia Beppe Pisanu ha recentemente illustrato la sua relazione lanciando l'allarme: La crisi generale, che colpisce con particolare durezza le regioni e le categorie I debiti delle famiglie italiane nei primi quattro mesi di quest anno sono cresciuti del 187% rispetto allo stesso periodo del Contemporaneamente, l usura è aumentata del 126%. Nel Sud, secondo il presidente dell Antimafia Beppe Pisanu, circa un terzo delle imprese subisce una qualche influenza delle mafie, con la punta del 53% in Calabria sociali più deboli, sembra preannunziare un'ulteriore, grande sconfitta del Mezzogiorno. Alle parole di Pisanu fanno da contraltare quelle dell Associazione Contribuenti per cui Nel 2011 sta dilagando l'usura in tutta Italia, ed in particolare nel Mezzogiorno, a seguito della grave situazione di difficoltà economica in cui versano le famiglie e le piccole imprese. Il sovra indebitamento delle famiglie in Italia, nei primi 4 mesi del 2011, è cresciuto del 187,2%, rispetto allo stesso periodo del 2010 e l usura è aumentata del 126,8%. In Italia - ha proseguito il presidente dell Associazione che con Lo Sportello Antiusura monitora costantemente il fenomeno del sovra indebitamento delle famiglie e delle piccole imprese - nel 2011 sono a rischio d usura famiglie e piccoli imprenditori. Vittorio Carlomagno, presidente dell Associazione

3 Corriere dei Trasporti n Maggio scrivi a: 3 Contribuenti Italiani ha concluso affermando che il debito medio delle famiglie italiane ha raggiunto la cifra di euro, mentre quello dei piccoli imprenditori ha raggiunto il tetto dei euro. Una situazione che vede l impresa schiacciata tra la difficoltà di essere finanziata dal sistema bancario e contemporaneamente dall aumento della pressione fiscale e dei recuperi portati avanti dall Agenzia delle Entrate. Ammonta a euro il prestito medio che un'impresa in Italia riesce a ottenere allo sportello bancario, mentre il debito medio sofferto da un imprenditore nei confronti della banca è pari a euro. E' quanto emerge dal Rapporto economico 2011 di Unioncamere. Milano è al top della classifica per valore di prestito più alto: 457 mila euro; Roma al sesto posto con oltre 287 mila euro. Ultima Enna con 40 mila. Le imprese con le sofferenze bancarie più elevate Rosario Ambrosino sono ad Ancona e provincia: euro; seguite da Vicenza e Arezzo Milano è al quinto posto con euro, Roma poco sotto, euro, al nono posto, comunque sopra alla media. In forte frenata nel 2010, la quota di imprese che chiedono prestiti, segnale - dice il rapporto - di un possibile congelamento degli investimenti ma anche di irrigidimenti del rapporto debitorio banche-imprese. La gran parte degli imprenditori lamenta maggior difficoltà di accesso al credito rispetto al passato. Tra le criticità indicate dal Rapporto Unioncamere, le garanzie reali (per il 58,5%), limitazioni al credito concesso (49% delle aziende manifatturiere). Meno problematico il quadro delle richieste di rientro che coinvolge comunque il 10-15% delle aziende. In aumento per le aziende più grandi, il ricorso all'autofinanziamento. In questa situazione il Nord e il Sud, per una volta, tendono ad assomigliarsi pericolosamente e le parole del presidente Pisanu sono inequivocabili. Circa un terzo delle imprese meridionali subisce una qualche influenza delle mafie, con dati che oscillano tra il 53% della Calabria e il 18% della Puglia. Non possiamo non rilevare - dice Pisanu - come a fronte di un'iniziativa forte sul terreno della repressione (il Programma Operativo Nazionale Sicurezza per lo sviluppo- Obiettivo convergenza ) della criminalità organizzata non sia ancora partita un'azione egualmente forte per distruggere il suo brodo di coltura, cioè il sottosviluppo. Ciò che più sgomenta è l'enorme impronta che le attività mafiose, la dilagante corruzione, il deterioramento dell'etica Andrea Gottardi pubblica e della stessa morale privata continuano a scavare nella società civile e nelle istituzioni del Mezzogiorno. Secondo il presidente dell'antimafia non si sono mai visti tanti interessi criminali scaricarsi pesantemente, senza neanche il velo della mediazione, sugli enti locali, sulle istituzioni regionali e sulla rappresentanza parlamentare. Il presidente Pisanu ha concluso ricordando che se il Sud è il principale campo di battaglia, non dobbiamo dimenticare neppure per un istante che il Centro-Nord è l'area privilegiata di espansione delle mafie italiane e straniere.

4 4 Corriere dei Trasporti n Maggio GIORNI TRASPORTO MERCI AUTOSTRADE DEL MARE Confermato Affinita Tommaso Affinita è stato confermato nella carica di amministratore delegato di Ram- Rete autostrade del mare. La conferma è venuta su indicazione del ministero dell Economia, azionista unico della società, d intesa con il ministero dei Trasporti. UNIONE EUROPEA Indagine sulle tariffe La commissione ha aperto un inchiesta sulle tariffe del trasporto container degli armatori. Nel mirino i principali operatori del settore. A Bruxelles si ritiene che possano aver violato le normative sulla concorrenza, concordando i livelli tariffari da applicare ai clienti. SPEDIZIONIERI DOGANALI De Mari presidente Tommaso Affinita Giovanni De Mari è stato confermato presidente dell associazione degli spedizionieri doganali. La decisione è stata presa dal nuovo consiglio nazionale. De Mari ha sottolineato l importante ruolo della categoria per facilitare i traffici con l estero nei confronti sia dei clienti sia della pubblica amministrazione. Giovanni De Mari Maersk Line ha scelto la Liguria Gioia Tauro tolta dalla rotta per l Asia e Genova base di nuovi servizi di MICHELE MARCON rimanere competitivi in un mercato veloce come quello del container business, ha detto Pigeon. In tale logica può essere letta la scelta, da tempo già annunciata, di togliere lo scalo di Gioia Tauro, a favore del porto del capoluogo ligure, dalla rotta del servizio Ae11 dedicato all Asia. Così Pigeon ha ulteriormente spiegato questa decisione: Posso dire che noi mandiamo le navi dove la clientela ne ha maggiormente bisogno e oggi la richiesta era di puntare maggiormente sul porto genovese anche perché in questo modo abbiamo ridotto di un giorno i tempi di percorrenza per le merci dirette al nord. Nelle strategie mediterranee della compagnia rientra anche la decisione di porre i traffici intra-europei sotto un nuovo brand: Seago Line che inizierà le attività tra due mesi. E stato puntualizzato, però, che i nuovi servizi su Genova rimarranno per adesso sotto l egida della compagnia madre. Le navi devono andare dove lo richiedono i clienti La Maersk Line, compagnia leader mondiale nel settore delle portacontainer, nel quale ha una capacità di trasporto che va oltre i 2,3 milioni di teu e che copre il 15% dell attuale mercato, ha tenuto a Genova una conferenza stampa dove ha illustrato i programmi per quanto riguarda l area mediterranea. In primo luogo, Todd Pigeon, amministratore delegato di Maersk Italia, e Roberto Giovannetti, direttore customer service dell compagnia, hanno sottolineato l apertura di due nuovi servizi, l Ae15 dall estremo oriente e il Medgulf per gli Stati Uniti, che raddoppiano gli scali settimanali nel porto di Genova. Migliorare la customer experience è uno dei nostri principali obiettivi. E la via migliore per Nelle foto: in alto, da sinistra, Todd Pigeon, amministratore delegato di Maersk Italia, e Roberto Giovannetti, direttore customer service, durante la conferenza stampa tenuta a Genova. Sotto, a sinistra, una portacontainer Maersk e, a destra, veduta del porto di Gioia Tauro Fincantieri, un piano lacrime e sangue Due questioni sono state al centro degli argomenti affrontati nella conferenza stampa (oltre al tema del miglioramento dei sistemi del customer service ): il cargo ferroviario italiano e la scelta della Maersk di puntare sulle navi giganti. Sul primo punto, Pigeon non si è sbilanciato, ma ha sottolineato che quando guardo al nord Italia, penso che i trasporti su ferro siano una necessità. Se la Liguria vuole restare sul mercato portuale deve guardare non solo alle banchine e ai terminal, ma anche ai trasporti terrestri su rotaia e su strada, mentre Giovannetti ha affrontato il tema delle emissioni nocive, la loro riduzione è uno dei nostri obiettivi e vorremmo che Un obiettivo centrale è la riduzione delle emissioni Il piano industriale di Fincantieri, avvolto per mesi dalla nebbia, ha cominciato a delinearsi, ma con molti distinguo. In parole povere, si dovrebbero salvare i cantieri di Monfalcone e di Marghera, che continueranno a occuparsi della realizzazione delle grandi navi da crociera; Muggiano, dove vengono smistate le commesse militari, assorbirà pare parte del lavoro del cantiere di Riva Trigoso dove cesseranno le costruzioni e resterà la meccanica; Ancona resta nei programmi dell azienda per il settore lusso, ma attualmente non ha commesse, nella stessa situazione è Palermo, che oggi ha poco lavoro sul suo versante, quello delle riparazioni. Le due situazioni che appaiono nere sono quella di Sestri Ponente, che ha il futuro legato al ribaltamento a mare per il quale devono arrivare i 70 milioni promessi dal governo (e individuati nei fondi sottratti alle Autorità portuali per non averli utilizzati entro un determinato periodo di tempo dalla loro assegnazione) per dare il via ai lavori e, comunque, per tre anni nel cantiere non si lavorerà, con gli operai spostati in altre zone produttive e in parte sostenuti con gli ammortizzatori sociali; l altra, drammatica, è Castellammare di Stabia: nel programma Fincantieri è previsto un suo drastico ridimensionamento, dovrebbe essere impegnato nella costruzione di traghetti, mentre buona parte della sua area territoriale verrà destinato alla nautica e al rimessaggio dei grandi yacht. Ma questi impieghi alternativi sono tutti da inventare e dovranno essere sostenuti dagli enti locali. In generale, il piano dovrebbe portare, nelle sue varie articolazioni, da 2000 a esuberi. Le reazioni ai programmi dell amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono sono state molto dure da parte del sindacato. Il ministro dello sviluppo economico Paolo Romani ha convocato le parti per venerdì 3 giugno, è ha affermato come sia fondamentale che, fino a quando non saranno attuati concreti e condivisi progetti di riconversione industriale, i piani di chiusura degli stabilimenti non diventino operativi. Invece, Castellammare è stato chiuso ed è esplosa la protesta degli operai, in primo luogo, nella stessa città campana e a Genova. In Campania è stato occupato e devastato il comune, è stata bloccata la statale 145 Sorrentina. Nel capoluogo ligure ci sono stati scontri con la polizia, lancio di fumogeni, pietre, bottiglie, davanti alla prefettura. Una situazione drammatica, com è quella dei 640 dipendenti del cantiere di Castellammare e degli oltre operai impegnati nell indotto che genera. Nessuno si fida del ministro Romani. E stato chiesto l intervento della presidenza del consiglio. Un operaio ha detto sul piano industriale è un attacco al Mezzogiorno, dove già si fa tanta fatica ad andare avanti. Un idea questa che se prende corpo può divenire molto pericolosa per l intero paese. questo principio venisse esteso anche ai trasporti intermodali. Sul progetto della compagnia di dotarsi di venti navi da 18 mila teu, rischiando di creare un fenomeno di sovracapacità, è stato risposto che tali navi vengono costruite per raggiungere economie di scala, la massima efficienza e la riduzione delle emissioni a protezione dell ambiente. Noi ci aspettiamo che in futuro i nostri clienti ci chiederanno un trasporto con una riduzione di Co2 sempre minore e quindi le Trile-E sono un investimento in questo senso: garantire sostenibilità ambientale ai clienti a un prezzo minore.

5 Corriere dei Trasporti n Maggio scrivi a: 5 AUTOMOTIVE Gefco cresce in Italia Il gruppo francese Gefco, leader nel settore della logistica industriale, ha potenziato la sua presenza in Italia acquistando il 70% delle azioni della Mercurio spa. L acquisto è stato approvato dall Autorità garante della concorrenza. In particolare, l azienda francese si rafforza nel settore automotive. FERROVIE IN EUROPA Creare un unica rete L associazione dei porti marittimi europei Espo e quella degli inland terminal Efip hanno presentato un documento congiunto sulle criticità della rete ferroviaria europea. In primo piano la richiesta che si realizzi un network senza quelle barriere di tipo legale, tecnico e politico che oggi limitano notevolmente il ricorso al trasporto ferroviario merci. Sono stati richiesti anche più investimenti infrastrutturali orientati alla domanda e regimi tariffari più trasparenti. Quanto sono state brave le Ferrovie di VALERIO DI VELO Le Ferrovie dello Stato hanno chiuso il bilancio Un bilancio che è stato costruito secondo i principi contabili Ias- Ifrs. Fatto che rappresenta la condizione indispensabile per poter emettere titoli obbligazionari senza le garanzie dello Stato. La presentazione ha avuto toni trionfalistici basati sui numeri: i profitti salgono a 129 milioni di euro (più 139% rispetto all anno precedente), il margine operativo lordo sale da 1,4 a poco più di 1,6 milioni in virtù dei ricavi che superano, per la prima volta nella storia del gruppo, gli otto miliardi (grazie agli incrementi generati dal traffico) e scendono i costi operativi di 128 milioni (anche per il taglio del personale: unità in meno nell anno), l utile prima delle imposte, tasse e interessi sale del 16,8%, migliorando in assoluto di 73 milioni rispetto al Per quest ultima voce, in confronto all avvio del piano industriale, varato nel 2006, risulta un miglioramento di 2,2 miliardi di euro. Quindi, l amministratore delegato, l ingegner Moretti, ha portato l azienda in positivo per il terzo anno consecutivo. Migliorano anche Trenitalia, con un utile netto di 73 milioni e una crescita di 56 milioni rispetto all anno precedente, e Rete ferroviaria italiana-rfi con un utile di 92 milioni (più 83 milioni sul 2009). Importanti anche le azioni d internazionalizzazione con l acquisto in Germania nel settore del trasporto regionale di Arriva Deutschland (ribattezzata recentemente Netinera) e la join venture in Francia Mauro Moretti con Veolia. Tali risultati - affermano le Fs - sono stati ottenuti proseguendo nell azione di sviluppo sia dei nuovi business sia di quelli tradizionali, anche attraverso investimenti mirati che sono stati realizzati mantenendo grande attenzione alla posizione finanziaria netta della società, rimasta sostanzialmente invariata nel 2010 rispetto all anno precedente. E questo è vero fino a un certo punto perché è salito l indebitamento della società a 10 miliardi di euro (anche perché è stato eliminato correttamente il fondo di ristrutturazione, che funzionava come una specie di ombra cinese dietro la quale nascondere il debito reale). Questo è un problema che le ferrovie dovranno risolvere con la stesura del nuovo piano industriale che dovrebbe essere varato a metà di giugno, insieme a un altro: la concorrenza che si aprirà sull alta velocità con il debutto nei primi mesi del 2012 di Ntv, la società presieduta da Luca Cordero di Montezemolo. Come ormai accade da tempo ben poche parole spese per il trasporto ferroviario merci. Si sottolinea in una nota semplicemente che Trenitalia ha migliorato i suoi risultati pur in presenza di perduranti difficoltà del panorama nazionale e internazionale del trasporto merci. Affermazione molto generica, che andrebbe approfondita nella sua realtà e nelle sue motivazioni, almeno per quanto riguarda l Italia (perché all estero la situazione è ben diversa, ad esempio in Germania il cargo su rotaia cresce). Anche per questo settore, sul quale, stando così le cose sul piano politico, con una sottovalutazione pesante del ruolo che la ferrovia dovrebbe svolgere in un sistema logistico nazionale efficiente e integrato, nessuno spende più di poche o tante parole, sarà interessante capire e conoscere quali saranno le intenzioni dell ingegner Moretti grazie al nuovo piano industriale. Necessariamente su questo tema dovrà essere finalmente chiaro. L'Associazione, fondata in Roma nel 1997 e con sede legale in Via Emilio dé Cavalieri Roma, ha carattere nazionale, non ha scopo di lucro e si propone di: Tutelare e rafforzare la posizione professionale degli Associati valorizzando nelle sedi più appropriate la loro funzione, promuovendo ed incoraggiando ogni iniziativa idonea al loro miglioramento impostando, coordinando e, all'occorrenza, assumendo in proprio ogni azione diretta alla salvaguardia degli interessi comuni; Rappresentare, in via generale, gli associati davanti alle Autorità Statali ed Amministrative, agli Organismi, Associazioni, Enti e Società nazionali ed esteri per i problemi che investono il trasporto in genere nonché di favorire in questa sede, con interventi, proposte e raccomandazioni, risoluzioni e orientamenti ispirati agli interessi morali e materiali degli Associati correlandoli a quelli più generali della funzionalità degli assetti e dei servizi; Elaborare nuove forme di collaborazione con Organismi nazionali ed esteri che si preggono scopi ed attività afni per iniziative aventi obiettivi comuni, nonché con le Autorità per facilitarne l'assolvimento dei compiti di istituto; Associazione Italiana Periti Trasporti Promuovere lo sviluppo dei rapporti con il mondo imprenditoriale; Promuovere studi diretti all'aggiornamento della tecniche professionali; Reperire e mettere a disposizione degli associati dei professionisti abilitati a fornire consulenze tecniche, legali e tributarie, dietro compenso da parte di chi ne vorrà fruire; Svolgere ogni altro compito deliberato dall'assemblea ed atto a facilitare il conseguimento degli scopi societari. A.I. Per.T. ASSOCIAZIONE ITALIANA PERITI TRASPORTI Via Emilio dé Cavalieri Roma

6 6 Corriere dei Trasporti n Maggio GIORNI TRASPORTO PERSONE SAVONA Nuovo terminal crociere A fianco del Palacrociere, inaugurato nel 2008, nascerà un secondo terminal dedicato ai crocieristi. L ha deciso l Autorità portuale considerando il forte aumento del traffico passeggeri, arrivato nel 2010 a oltre 780 mila unità. Rino Canavese POTENZA Tpl a metano L azienda Cotrab, che gestisce il trasporto pubblico locale, ha messo in servizio cinque nuovi autobus a metano, acquistati con fondi messi a disposizione dal comune e dalla Regione. E previsto, nell intento di rinnovare il parco mezzi, anche l acquisto di altri 12 bus dello stesso tipo. BUDAPEST L autobus del futuro La città è diventata la palestra per tecnologie da applicare all autobus. Infatti, sulle sue strade sta circolando un autobus sperimentale, snodato, lungo quasi 19 metri, della tedesca Man Truk, dotato di ogni soluzione per ottimizzare le condizioni di viaggio. Traghetti, l'antitrust indaga Il recente aumento dei biglietti potrebbe essere frutto di un "cartello" di PAOLO GIORDANO I prezzi per la Sardegna cresciuti del 90/110% Quando sul Corriere dei Trasporti abbiamo presentato l accordo tra la Snav e la Gnv, che permetteva alle due società di commercializzare attraverso le rispettive strutture e i rispettivi sistemi di vendita i servizi gestiti da entrambe le società, avevamo sollevato qualche interrogativo a proposito della concorrenza. Interrogativo fondato sull importante quota di mercato che le due compagnie rappresentano nel settore dei traghetti. Del resto, già si erano levate proteste per l aumento dei biglietti, in primo luogo, per il collegamento con la Sardegna. Proteste che si sono moltiplicate. E così è intervenuta l Autorità garante della concorrenza che ha ritenuto il comportamento delle società Moby, Gnv, Snav, Sardinia Ferries e delle loro controllate suscettibili di configurare un intesa restrittiva della concorrenza nei mercati dei servizi dei trasporti marittimi per passeggeri, in violazione dell articolo 101 del Trattato di funzionamento dell Unione europea. La decisione dell Autorità di occuparsi della questione traghetti è venuta a seguito delle numerose segnalazioni giunte per i rilevanti e contestuali aumenti dei prezzi che sarebbero stati introdotti dagli operatori privati che offrono il servizio da e per la Sardegna. Segnalazioni di privati cittadini, delle organizzazioni di tutela dei consumatori, delle Regioni Sardegna e Liguria, della provincia di Roma. La prima indagine e le prime elaborazioni svolte dall Autorità Porto Torres garante hanno confermato un generale incremento dei prezzi così come denunciato. Rispetto al 2010, tutti gli operatori interessati hanno praticato aumenti sensibili dei prezzi - dell ordine del 90/110% in media rispetto all anno precedente - sulle rotte oggetto delle denunce Poiché è stato osservato un parallelismo negli aumenti dei prezzi da parte di tutti gli operatori privati, si ritiene plausibile che tali operatori abbiano posto in essere Genova Olbia Quote di mercato delle frequenze (Giugno-luglio 2010) Moby SNAV GNV gli incrementi tariffari in previsione della stagione estiva, cioè nel momento nel quale si realizzano i massimi ricavi. Da queste osservazioni è scaturita la decisione di avviare un istruttoria. Quanto sta accadendo nel settore dei traghetti con la Sardegna, con molta probabilità, dipende anche dalla lunga crisi che ha colpito la Tirrenia, l unica compagnia pubblica impegnata in questi servizi, che ha sempre svolto una funzione calmieratrice Livorno Sardinia Ferries Tirrenia Civitavecchia-Olbia/ Golfo Aranci 35-40% 25-30% 15-20% 15-20% Genova-Porto Torres 35-40% 40-45% 20-25% Genova-Olbia 45-50% % % Livorno-Olbia/ Golfo Aranci 55-60% 40-45% Quote di mercato dei passeggeri (Giugno-luglio 2010) Moby SNAV GNV Sardinia Ferries Tirrenia Civitavecchia-Olbia/ Golfo Aranci 35-40% 15-20% 10-15% 30-35% Genova-Porto Torres 35-40% 30-35% 30-35% Genova-Olbia 50-55% 40-45% 5-10% Livorno-Olbia/ Golfo Aranci 60-65% 35-40% Cfr. Elaborazioni AGCM su dati trasmessi dalle parti in risposta a richieste di informazioni del mercato, anche perché, ad esempio nel 2010, ha rappresentato una quota significativa dei passaggi per la l isola calcolabile intorno al 30/35% sulle partenze da Genova e da Civitavecchia. Oggi, le rocambolesche vicende che sta attraversando l hanno di fatto posta fuori gioco. Ed è l unica a non aver praticato aumenti (si è limitata a cancellare le promozioni). Con una possibile aggravante per il futuro sul problema concorrenza. Infatti, la Civitavecchia Confronto prezzi medi (Dati in valori e in percentuale) 80/ / Differenza 140/160 Sardinia Ferries 250/270 Gnv 130/150 % 50/60 % storia della sua privatizzazione con molte probabilità finirà con il passaggio alla Compagnia italiana di navigazione-cin, la società formata dai principali operatori con la Sardegna più la Grimaldi Lines. Il mercato si restringe ancor più in poche mani. Sul provvedimento dell antitrust si sono pronunciati subito anche gli armatori. Per la Moby è intervenuto Vincenzo Onorato che ha detto: E un indagine legittima e servirà a chiarire che se 110/130 90/ /220 Moby 120/110 Snav 90/110 % 90/100 % un cartello esiste è quello delle compagnie petrolifere. L anno scorso abbiamo perso molto perché il rincaro del carburante è giunto quando avevamo già venduto i biglietti. Per questo abbiamo alzato le tariffe. Sulla stessa linea l amministratore delegato della Sardinia Ferries Euan Lonmon, non è esatto dire che le tariffe sono aumentate. E che non ci sono più le condizioni economiche che in passato consentivano di proporre tariffe promozionali per

7 Corriere dei Trasporti n Maggio scrivi a: 7 AUSTRALIA Si finanzia il tram Il gruppo francese Keolis, attraverso il consorzio Goldlinq, ha ricevuto l incarico di realizzare il progetto di una linea tranviaria nella città di Gold Coast, a sud di Brisbane, nel Queensland, per un valore di 730 milioni di euro. Il progetto, che collega la città al mare, prevede una linea di 13 chilometri, da realizzare entro il BRESCIA Studenti in bicicletta La giunta comunale di Brescia ha varato 80 milioni di euro destinati a tutte le scuole che s impegnano in progetti, in collaborazione con la polizia municipale, per aiutare e sviluppare l andata a scuola in bicicletta o a piedi. L assessore alla Mobilità Fabio Rolfi ha sottolineato che si tratta di un segnale chiaro di quanto l amministrazione tenga alla promozione di una nuova cultura della mobilità e al coinvolgimento propedeutico delle nuove generazioni. aumentare il numero dei passeggeri. Sul problema dell aumento del costo del carburante, le organizzazioni dei consumatori ribattono che la sua entità non giustifica sicuramente rincari sui biglietti così rilevanti. Dalla Regione Liguria un altra nota che pone in discussione il comportamento delle compagnie: Al contrario degli anni scorsi in cui si verificava una corsa al low cost per cercare di mantenere i prezzi più bassi, quest anno non c è stata nessuna concorrenza e i prezzi sono fortemente aumentati. La notizia della decisione dell Autorità garante è stata accolta con soddisfazione sia dal presidente della Regione La Regione Sardegna entra sul mercato con tre navi Sardegna Ugo Cappellacci sia dal presidente della provincia di Roma Nicola Zingaretti, il quale aveva denunciato che gli aumenti dei biglietti danneggiano Civitavecchia e il suo porto. La Regione Sardegna, inoltre, sta varando un programma per effettuare con la propria controllata Saremar, e tre navi, prossimamente, collegamenti tra il nord dell isola e il continente a prezzi molto vantaggiosi. Sul presunto cartello le indagini dell antitrust saranno lunghe, nel frattempo si auspica che la corsa dei prezzi dei biglietti si arresti e rientrino in gioco le famose offerte. Un ultima notazione. Molti sono stati gli attori di questa vicenda, dai semplici cittadini alle organizzazioni dei consumatori, agli enti locali, agli armatori. Assente il governo e in particolare il ministero dei Trasporti. Contemporaneamente in Grecia, il ministro delle Attività marittime Yiannis Diamantidis ha deciso di togliere le tasse sui biglietti dei traghetti, che incidevano per il 30% del costo, e ha trovato un accordo con gli armatori per mantenere stabili i prezzi. Tutto per favorire il turismo. La Grecia è allo stremo in termini economici, ma, a quanto pare, ha una politica, almeno per il turismo. Il tram a Bergamo compie due anni La linea T1 del tram che collega, lungo la valle Seriana, Bergamo con Albino ha compiuto due anni. E stato un successo, a conferma non solo della validità di questo mezzo nell ambito del trasporto pubblico locale, molto sottovalutato nel nostro paese che ha mirato più a distruggerlo che a usarlo, ma anche delle capacità e dell efficienza dell amministrazione bergamasca recentemente premiata a livello internazionale nel congresso dell associazione mondiale del trasporto pubblico, tenuto a Dubai. Questo tram, dicevamo, è stato un successo. Lo confermano i numeri: il primo anno di vita si è concluso con 2,3 milioni di passeggeri (circa 10 mila nei giorni feriali e di scuola), il secondo ha toccato, dall esordio, quota 5,6 milioni, con un incremento rispetto ai primi dodici mesi di 1,3 milioni di utenti. Il tram trasporta oggi in media 12 mila passeggeri nei giorni feriali e di scuola, 7 mila in quelli nei quali le scuole sono chiuse e 4 mila nei giorni festivi, con punte massime nei mesi invernali. Le corse sono circa 142 al giorno (71 per direzione). In media, passa un tram ogni 15 minuti nelle ore di calma e ogni 10 minuti nelle ore calde. Anche il servizio è buono: il 99% delle corse opera all interno dei cinque minuti di ritardo. Ne ha beneficiato l ambiente: l aumento nell uso del tram ha sottratto, secondo un indagine, circa 2,3 milioni di chilometri all anno dalla circolazione stradale. Ciò significa che il 12% di coloro che attualmente utilizzano la tranvia prima usavano la macchina per i loro spostamenti. E l aria ne ha guadagnato con in meno circa 100 chilogrammi di polveri sottili. Da sottolineare che l amministrazione bergamasca non si fermerà alla Linea T1. Infatti, ha un progetto molto più ampio che prevede la Linea T2, Bergamo-Villa d Almè in Val Brembana, la Linea T3 che collegherà la città all ospedale Giovanni XXIII e, inoltre, il collegamento con l aeroporto Orio al Serio. Infine, è previsto un sistema tram-train sulla rete ferroviaria locale. Bergamo, tra le poche in Italia, punta sul tram. Tpl: arrivano i fondi promessi dallo Stato L articolo 40 del decreto legislativo sul fisco regionale assegna alle Regioni i famosi 425 milioni di euro che erano stati pattuiti sin dall accordo del 16 dicembre Di tale cifra 400 milioni vanno al Tpl e 25 per i servizi regionali del trasporto ferroviario gestiti da Trenitalia. E prevista, così com era stato concordato in dicembre, l esclusione di questi importi dalle regole del patto di stabilità. Finalmente è giunto quell atto concreto così invocato e atteso dalle amministrazioni regionali. Marcello Panettoni, presidente di Asstra, l associazione che riunisce oltre duecento aziende pubbliche del trasporto locale, ha così commentato: Con questa decisione sono state reintegrate in parte le risorse sottratte al funzionamento di bus, tram e metro del paese. Servirà per ridare fiato ai trasporti pubblici locali, la cui sopravvivenza è in bilico da quasi un anno a causa dei tagli programmati dal governo con la manovra finanziaria del 2010 e poi da diverse Regioni nei propri bilanci. Il governo ha tenuto fede al patto sottoscritto lo scorso dicembre. Adesso è essenziale che le molte Regioni che hanno già operato nei nostri confronti pesantissime sforbiciate facciano marcia indietro e restituiscano al nostro settore le somme vitali. Altrimenti si rischia la farsa. Trasporti locali a rischio in Campania La Sita, società del gruppo Ferrovie dello Stato, che svolge servizi di trasporto pubblico su strada in Campania, ha annunciato che non è in grado di sopperire finanziariamente alla mancata erogazione dei fondi di sua spettanza da parte della Regione. Ciò significa, in primo luogo, che non è in grado di pagare gli stipendi ai suoi dipendenti (540 unità, il 70% delle quali di Salerno). E una storia che si ripete. Infatti, lo stesso avvenne due mesi fa e la società fece fronte agli impegni indebitandosi ulteriormente. Esperienza non ripetibile. Sta crescendo la preoccupazione dei lavoratori. Vito Luciano, segretario provinciale di Salerno della Filt-Cgil, ha sottolineato che ci si trova di fronte a una situazione a dir poco critica. L emergenza ormai non coinvolge più soltanto le autolinee private, ma anche un colosso come la Sita. I dipendenti sono allarmati: il mancato versamento degli stipendi, oltre a comportare oggettive, pesanti difficoltà ai nuclei familiari, non è sicuramente un indicatore positivo per il futuro. Emilia Romagna: trasporti col Bancomat In Emilia Romagna si sta lavorando nel tentativo di rendere sempre più agevole e veloce il pagamento dei biglietti del trasporto locale. A breve scadenza, la tessera Mi muovo, valida per tutti i servizi Tpl regionali, potrà essere ricaricata agli sportelli bancomat, ai chioschi multimediali Unicredit e, dall autunno prossimo, anche presso altri operatori bancari e alle poste. La ricarica attraverso il bancomat è già stata sperimentata dall Azienda trasporti di Ravenna con un operatore bancario locale e ha riscosso un notevole successo tra gli utenti. Il sistema sarà gradualmente esteso a tutte le aree urbane regionali. Inoltre, i clienti Unicredit avranno a disposizione anche la possibilità di ricaricare la tessera all interno del proprio servizio di on line banking.

8 8 Corriere dei Trasporti n Maggio GIORNI ECONOMIA&MERCATI GIAPPONE Il colosso elettrico Tepco chiude il 2010 con perdite record La nipponica Tepco, nota per la sua centrale nucleare di Fukushima, ha annunciato perdite per 15 miliardi di dollari nel 2010 e non ha rilasciato previsioni per il Il presidente Shimizu si è dimesso. GRECIA Bundesbank non vuole alleggerimenti sugli impegni della Grecia Il dibattito sul riscadenzamento del debito greco è in atto ma i nemici della soluzione sono tanti. Tra questi ultimi il principale è la Bundesbank preoccupata soprattutto dalla grande esposizione delle banche tedesche con titoli pubblici di Atene. ASSICURAZIONI S&P s allenta un po la presa su FonSai e Milano Assicurazioni Il via libera di Consob all aumento di capitale senza obbligo di Opa per Premafin da parte di Unicredit ha convinto S&P s a eliminare il creditwatch negativo sulle controllate FonSai e Milano Assicurazioni. Jonella Ligresti e Salvatore Ligresti Rcauto senza freni, in sei mesi +20% Le cause sono truffe e massimali ma c è in agguato il federalismo fiscale di ALESSANDRO LI DONNI Automobilista 40 anni in prima classe da 5 anni e senza sinistri a carico Esempio di polizza auto per una macchina 1,9 diesel di 5 anni in provincia di Terni Assicurazioni con servizio on-line Assicurazioni in agenzia LINEAR 408,65 Toro 480,81 QUIXA 305,13 Reale Mutua 590,00 DIALOGO 634,78 L assicurazione obbligatoria per le auto continua ad aumentare in maniera esponenziale. In soli sei mesi in media la crescita è stata del 20% secondo uno studio di supermoney. eu e la corsa rischia ancora di non fermarsi. Le compagnie assicurative hanno immediatamente risposto sottolineando come gran parte della crescita sia dovuta all aumento di legge per i massimali assicurativi e alla spina nel fianco delle frodi in particolare in alcune regioni italiane. Ma questo non basta a giustificare un 20% medio in più in soli sei mesi. Il governo ha da poco varato un decreto legge che prevede la costituzione di un organismo ad hoc per il contrasto delle frodi assicurative, un fenomeno che incide sui continui rincari delle polizze secondo le A Napoli assicurare una Punto costa circa 835 euro Esempio di polizza auto per una macchina 1,0 benzina a Roma Assicurazioni on-line QUIXA 464,50 DIALOGO 485,75 LINEAR 569,03 Automobilista patente da 20 anni con Fiat Punto immatricolata nel 2011 in classe 1 secondo Supermoney.eu Costo medio annuo a Milano 250,00 Costo medio annuo a Roma 332,00 Costo medio annuo a Napoli 835,00 materia di assicurazioni e truffe. Intanto non rimane che pagare. Secondo l indagine condotta da supermoney.eu, infatti, prendendo come modello un guidatore in prima classe con patente da 20 anni e con una Fiat Punto nuova, in media a Milano pagherà circa 250 euro l anno, a Roma 332 e a Napoli 835. Da novembre, mese in cui è stato fatto un rilevamento simile, ad oggi i prezzi sono cresciuti del 20% a Roma, del 19% a Milano e del 16% a Napoli. In quest ultima, considerata la capitale dell incidente-fantasma, l automobilista medio paga pesantemente il record negativo della Campania anche se percentualmente la crescita è quella più ridotta negli ultimi sei mesi. Ma rimane sempre la domanda che ci siamo posti all inizio, basta questo per giustificare tali aumenti? La risposta è negativa ed allora cosa c è in più? Le compagnie assicurative hanno scaricato direttamente sul prezzo finale anche le nuove regole di Solvency2 che prevedono paletti molti rigidi sulla patrimonializzazione delle imprese del settore. Così come le banche con Basilea3 ora le assicurazioni hanno regole certe per i loro bilanci e fanno pagare tale costo al cliente finale. Ma un altra bomba a orologeria rischia di esplodere nel breve periodo: il federalismo fiscale. Secondo le norme approvate, infatti, nel quadro dell autonomia impositiva degli enti locali per le province è prevista la facoltà di andare a incidere sul prezzo dell Rcauto e secondo i primi calcoli delle associazioni dei consumatori riunite in Casper, comitato contro le speculazione e per il risparmio, le eventuali nuove tasse potrebbero incidere per circa 25 euro l anno sul premio assicurativo. compagnie. Gli ultimi dati disponibili dell Ania rivelano che in Campania e Puglia, ad esempio, i cosiddetti incidenti-fantasma raggiungono circa il 10% della totalità dei sinistri denunciati. Ma a parte la giusta denuncia l Ania non riesce a fare altro ed ha bocciato il provvedimento dell esecutivo che ha recepito le osservazioni delle compagnie allungando i tempi di approvazione del provvedimento che andava nella giusta direzione. Dall altra parte della barricata ci sono i clienti delle assicurazioni, privati e imprese, che si trovano a dover mettere mano al portafoglio ogni volta che arriva il rinnovo dell Rcauto. E proprio i clienti hanno trovato la sponda inaspettata degli agenti assicurativi ed hanno raccolto 500 mila firme per chiedere che il parlamento intervenga una volta per tutte in Le anomalie sotto la lente del fisco L Agenzia delle Entrate vuole tempi certi per controlli e riscossioni di LUCA TOMMASI L ultima circolare dell Agenzia delle Entrate delinea il nuovo modello di controllo fiscale valido per il 2011 e contiene alcune novità rilevanti. Il primo punto cardine riguarda l attenzione alla recidività degli evasori con l occhio vigile che andrà a concentrarsi proprio dove è più necessario sulle imprese e sui grandi contribuenti con una verifica a monte delle operazioni potenzialmente a rischio. E sui big si sofferma la circolare che fa rientrare in questa categoria le imprese che hanno realizzato nel 2009 un volume d affari di almeno 100 milioni di euro. Via libera al nuovo modello di controllo per le medie imprese che verrà diviso in tre fasi distinte: mappatura, censimento dei rischi e selezione dei contribuenti. Per i lavoratori autonomi le attenzioni verranno concentrate su eventuali anomalie con gli studi di settore, sulla presentazione di perdite consecutive e verranno aumentati i controlli su arti e professioni. Vengono aumentati i controlli sugli enti non commerciali che eventualmente svolgano attività produttive non marginali con il conseguente recupero delle agevolazioni fruite indebitamente. Particolare attenzione verrà posta anche sugli agriturismi che in realtà mascherano attività di ristorazione e alberghiere. Anche per le persone fisiche vale la regola dei controlli mirati per far emergere l evasione pesante quindi verrà posta attenzione su quelle dichiarazioni che si discostano di molto con le spese sostenute. Novità rilevanti anche per le frodi sull Iva e sui finti trasferimenti all estero delle residenze fiscali. Per quanto riguarda le riscossioni curate da Equitalia, attenzione perché dal prossimo luglio gli avvisi di accertamento saranno esecutivi. Ma non c è solo questa novità. Viene tutelato in maniera più decisa l interesse erariale nei casi di fallimento e sono state inasprite le pene per il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte tramite alienazioni simulate o, in sede di transazione fiscale, sottovalutando le reali risorse aziendali.

9 Corriere dei Trasporti n Maggio scrivi a: 9 CINA Gli imprenditori sono meno fiduciosi sull economia e sugli affari L economia mondiale è pigra in questa prima parte del 2011 e la Cina non fa eccezione. Secondo l indagine mensile di Market News il clima degli affari a maggio è peggiorato sia per il rallentamento degli ordini che per la situazione finanziaria praticamente stabile. MODA Prada a vele spiegate verso l Ipo da due miliardi di dollari a Hong Kong Fa passi avanti la marcia di Prada verso la Borsa di Hong Kong che ha dato l autorizzazione all Ipo da 2 miliardi di dollari. Ora i vertici di Prada inizieranno la presentazione agli investitori il 6 giugno. Prada è la prima azienda italiana a quotarsi a Hong Kong. I bookmakers inglesi hanno ufficialmente aperto le scommesse per il successore di Dominique Strauss-Kahn al Fondo Monetario. Gli europei non fanno mistero di volere un loro candidato alla guida dell istituto ma i concorrenti sono numerosi e i paesi emergenti vorrebbero cogliere l occasione per piazzare un loro uomo in un posto chiave per l economia mondiale. Angela Merkel, dal canto suo, ha dichiarato senza mezzi termini che il successore deve essere un europeo. Dello stesso parere il presidente della commissione Ue, Josè Barroso. Per ora niente nomi ma si fa avanti la candidatura della francese Christine Lagarde (nella foto), attuale ministro delle finanze. E proprio Lagarde è data nelle sale scommesse inglesi a 2,35 mentre al secondo posto, anche se distaccato, c è il ministro delle finanze di Singapore, Tharman Shanmugaratnam a 4,50. Altri candidati possibili e quotati sono Kemal Dervis, turco, dato a 7 e Shri Sridhar, presidente della Bank of India dato a 9 come il suo omologo israeliano Stanley Fischer Generali punta molto sulla Russia di FRANCO GIORNI Giovanni Perissinotto, l uomo forte in Generali continua a muoversi in silenzio ma con passo deciso verso l idea di una compagnia assicurativa globale con interessi in tutto il mondo ed in particolare nell Europa dell est e in Asia. Per raggiungere tali obiettivi Perissinotto è pronto anche a rinunciare allo stand alone nei vari paesi senza ripetere gli errori compiuti con la Ppf di Petr Kellner. Anche per Ppf, Generali ha intenzione di accelerare anticipando l acquisto del rimanente 49% ancora in mano all uomo d affari ceco che negli accordi era una eventualità prevista nel Ma ora gli occhi degli analisti sono tutti puntati sul ricchissimo mercato russo e sulle trattative con la banca moscovita Vtb, di cui Generali ha rilevato l 1% per 220 milioni di euro in occasione della privatizzazione dello scorso febbraio. Sull argomento l ad del Leone triestino è stato molto deciso, stiamo discutendo e siamo abbastanza avanti sull esplorazione e sulla creazione di una joint venture sul mercato russo, non solo per la bancassicurazione ma per una partnership assicurativa. L ad è stato altrettanto deciso nel fermare le indiscrezioni che vorrebbero, sulla falsariga di quello che è avvenuto con Kellner, un possibile ingresso di Vtb in Generali siamo lusingati dell interesse ma a noi non interessano incroci. E da Mosca sono convinti che la partnership si farà e la conferma arriva direttamente dal presidente Andrej Kostine, l alleanza potrebbe tradursi anche nella creazione di una società comune. Intanto Perissinotto, pronto a cercare partner in India, non si dimentica del fronte interno e della complessa partita dell aumento di capitale di Intesa-SanPaolo. L ad della compagnia assicurativa ha annunciato che aderirà per una parte all aumento di capitale, così post capitalizzazione il gruppo non sarà più all attuale 4,794% dell istituto guidato da Corrado Passera. La questione delle partecipazioni italiane di Generali è sempre spinosa, basti ricordare che recentemente lo scontro tra Diego Della Valle e Cesare Geronzi con le dimissioni di quest ultimo. Perissinotto è però un uomo di Generali e potrà gestire al meglio l alleggerimento del portafoglio no-core in Italia. Le amministrazioni provinciali stringono la cinghia Entrate totali delle province nel 2009: milioni (-8,3% annuo) Entrate correnti Entrate in conto capitale Entrate da prestiti -2% -26,1% -22,7% Entrate totali riscosse 2009: milioni (-7,8% annuo) Entrate correnti Entrate in conto capitale Entrate da prestiti 0% -33,6% -7,4% Spese totali impegnate nel 2009: milioni (-9,2% annuo) Spese correnti Spese in conto capitale Spese per rimborso prestiti -0,1% -28,4% +0,1% Spese totali pagate: milioni (-5,3% annuo) Spese correnti Spese in conto capitale Spese per rimborso prestiti -4,6% -7,9% -0,5% Il 2009, secondo l Istat è stato un anno di lacrime e sangue per le amministrazioni provinciali che hanno registrato un calo delle entrate accertate e di quelle effettivamente riscosse. Di conseguenza le spese si sono ridotte del 9% per quanto riguarda gli impegni mentre quelle effettivamente pagate scendono del 5,3%. Nonostante ciò il saldo tra entrate riscosse e spese pagate rimane in rosso di circa 400 milioni di euro Fonte: Istat Per il gruppo Mariella Burani arrivano 15 milioni di euro da Banca Carige garantiti dallo Stato Banca Carige ha deciso di correre in soccorso di Mariella Burani Fashion Group attualmente in amministrazione straordinaria con un finanziamento da 15 milioni di euro. L operazione rientra nel programma approvato lo scorso 28 gennaio dal ministero per lo Sviluppo economico e presentato dai commissari straordinari del gruppo emiliano e servirà per rilanciare il marchio e per la valorizzazione dell intero gruppo. Con questo finanziamento l obiettivo dei commissari è quello di mantenere in attività i complessi produttivi per dar seguito al pagamento dei creditori. Da parte sua la Carige ha dato il via libera dopo la concessione della garanzia statale come previsto dalla legge vigente in materia. Esordio con il botto a New York per Linkedin che raccoglie in un giorno 325 milioni di dollari Torna ad essere di moda la net-economy. Dopo anni di crisi e prudenza negli investimenti con Linkedin sembra essere tornato l interesse per il settore. Il principale social network dedicato ai professionisti ha raccolto nel giorno della sua Ipo alla Borsa di New York circa 325 milioni di dollari vendendo 7,84 milioni di azioni al prezzo di 45 dollari l una, ai massimi della forchetta dell offerta presentata. Con quest operazione la capitalizzazione di Linkedin ha raggiunto i 4,25 miliardi di dollari, ben sotto i 13,8 stimati per il più popolare face book che potrebbe a breve decidere di intraprendere la stessa strada. Le librerie Barnes & Noble pronte a passare alla Liberty Media di John Malone In tempi di rivoluzione del settore editoriale cadono anche le ultime difese della catena di librerie Barnes & Noble. Ad accelerare la crisi è stata soprattutto Amazon e il suo Kindle per gli e-book ed ora la catena libraria ha deciso di cedere Bialetti vende lo stabilimento e Bormioli va all estero Due pezzi della storia industriale italiana cambiano di mano. In un caso c è un cambio di strategia della proprietà italiana che delocalizza e cede i propri stabilimenti produttivi, nell altro c è la cessione totale dell attività e del marchio. Si tratta della Bialetti e di Bormioli Rocco. L azienda lombarda specializzata in pentolame e articoli per il caffè ha sottoscritto un accordo per la vendita dei propri impianti storici di Coccaglio dedicati a stampaggio, coniatura e verniciatura a spruzzo di pentolame agli indiani della Ttk Prestige Limited per 4 milioni di euro. Contemporaneamente tutte le linee di pentolame e affini verranno trasferite nello stabilimento Bialetti in Turchia come previsto dal piano industriale approvato dal consiglio di amministrazione. La Bialetti ha deciso di puntare molto sulle produzioni legate al caffè e la manodopera riassorbita verrà proprio dedicata al nuovo business ritenuto fondamentale per lo sviluppo del gruppo. L altro marchio storico è la Bormioli Rocco attualmente controllato dal Banco Popolare tramite le controllate EfiBanca al 14,3% e Partecipazioni Italiane Spa all 81,1%. Il gruppo bancario veneto ha ceduto la partecipazione in Bormioli al fondo di private equity Vision Capital. Nell accordo sono state inserite altre partecipazioni minori in portafoglio ad Efibanca per 10,5 milioni di euro. La Bormioli è un gruppo industriale operante nel settore del vetro nel business casalingo e nel packaging industriale in particolar per i settori farmaceutico, cosmesi e alimentare e nella produzione di contenitori in plastica. I siti produttivi sono distribuiti tra Italia, Francia e Spagna. Il fatturato del 2010 si è attestato intorno ai 540 milioni di euro. alle molte avances di possibili compratori. I pretendenti sono numerosi ma l offerta della Liberty Media del miliardario John Malone ha sbaragliato la concorrenza con i suoi 17 dollari per azione. Malone ha offerto un premio del 20% sul corso medio del titolo a Wall Street e molto probabilmente il consiglio di amministrazione e gli azionisti non potranno dire di no all offerta. Ance e Abi sottoscrivono un accordo per aiutare le imprese di costruzione soprattutto nel project financing Il settore delle costruzione è sempre stato un indicatore della reale situazione economica di un paese e per questo motivo è costantemente monitorato. Anche le banche ritengono il comparto di grande rilievo e in un momento così delicato l Abi e l Ance hanno sottoscritto un protocollo d intesa con l obiettivo di favorire lo sviluppo dei rapporti tra i due comparti. E prevista la costituzione di un gruppo di lavoro misto che avrà il compito di valutare le dinamiche del rapporto bancaimpresa di costruzione per ricercare le soluzioni più adatte alle criticità legate ai problemi di liquidità delle imprese. Saranno inoltre sviluppate delle linee guida per l istruttoria di finanziamenti per le imprese. Nella nota comune di Abi e Ance si legge che l obiettivo è anche quello di ricercare soluzioni per ottenere procedure più rapide ed economiche per lo smobilizzo dei crediti che le imprese vantano con la pubblica amministrazione e di migliorare la diffusione del project financing e di altre forme di realizzazione di interventi pubblici infrastrutturali con il concorso degli investitori privati.

10 10 Corriere dei Trasporti n Maggio 2011 PUNTI DI VISTA Siamo a un matrimonio? gni tanto Frà Diavolo viene catturato da un senso Odi frustrazione professionale. Viene assalito improvvisamente dall idea che doversi occupare di trasporto merci e di logistica sia una delle colpe che è costretto a espiare per il fatto di essere nato diavolo. Pensa che gli piacerebbe, ad esempio, scrivere di cinema, di letteratura, di cronaca (che ormai è soltanto rosa o nera, per effetto della stranezza dei tempi moderni). Quanto gli piacerebbe, medita, poter scrivere su un fi lmetto carino come Benvenuti al sud, con tanti spunti ironici, fantasiosi e insieme profondi, di costume, di convivenza civile. Invece deve battere i terribili tasti del suo strumento di ferro per descrivere le lacrime degli autotrasportatori, i successi dell ingegner Moretti, sempre più innamorato della sua alta velocità (attento al Montezemolo), i casini combinati dai sistemi intelligenti, tipo il PrestiSistri. Poi si ravvede. Anche la logistica ha tanti aspetti leggeri, di pura astrazione e fantasia. Anche con la logistica si può volare. E uno dei maggiori successi raggiunti nel settore dal sottosegretario Giachino, detto Mino. Il suo Piano nazionale della logistica, lo abbiamo detto tante volte e vale la pena ripeterlo, è un inno alla creatività, tutto parole, idee, niente fatti e niente soldi. Un modello per i tanti che non riescono più a sbarcare il lunario. Per questo, Nereo Marcucci ha sbagliato quando in una delle recenti, ennesime riunioni della mitica consulta, la fucina della logistica di un qualche futuro delle prossime ere, si è lamentato perché il suo intervento era disturbato dagli scatti dei fotografi che immortalavano il divino Mino, una specie di novella Wanda Osiris della logistica. Che stiamo a un matrimonio?, ha detto. Proprio così. Un matrimonio tra la pedante noiosità della logistica e la frivolezza della politica. Tutto sommato è l unico modo per raggiungere la Germania, vero incubo del sottosegretario. Con la fantasia. Editoriale segue dalla prima è raggiunto alcun risultato tangibile entro il 12 maggio scorso per cui la palla è passata all Osservatorio che entro il 12 giugno dovrà necessariamente fissare i costi minimi altrimenti verranno presi per buoni quelli stilati mensilmente dal ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. Il sottosegretario Giachino ha ribadito come questa dei costi sia la ciliegina sulla torta, l ultimo fondamentale tassello di una riforma che con la legge 127 garantirà il settore dell autotrasporto dai suoi atavici problemi. Alla domanda se il fatto che la committenza si sia sfilata rappresenti un limite, Giachino ama rispondere che il filo della trattativa è sottile ma che non si è mai spezzato, merito evidente del governo che ha comunque varato una legge dello Stato a cui tutti dovranno attenersi. Vero! Peccato che di leggi in questo settore ne abbiamo viste molte e puntualmente le parti in causa si sono attrezzate di uffici legali, formulette in giuridichese ovvero tutto l armamentario necessario a stravolgere il principio di legge attraverso l uso del contenzioso e delle pratiche elusive. La novità del tavolo era rappresentata dalla volontà politica di ricercare un accordo, una condivisione profonda ma alla fine l elefante ha partorito il topolino.... i TRASPORTI alzano la VOCE Campagna abbonamenti 2011 Al prezzo di 150,00 euro il Corriere dei Trasporti vi regala Per informazioni contattare l ufficio abbonamenti al numero oppure scrivere a: Direttore Responsabile F. Paolo Li Donni Direttore Diritto e Trasporti Luca Florenzano Direzione e redazione Roma Piazza San Silvestro, 13 Tel Fax Iscritto al Tribunale di Genova N 437 del 2 Dicembre 1958 Iscrizione ROC N 3486 Codice ISSN Centro Stampa Galeati Industrie Grafiche Srl - Via Selice, 187/ Imola (BO) Distributore nazionale Poste Italiane S.p.A. Sito web: Per la pubblicità Editoriale Trasporti S.r.l. Responsabile commerciale Eleonora Canessa Tel cell Ufficio abbonamenti Responsabile Patrizia Durante Tel Fax Annuale Italia 150,00 Estero 260,00 Bonifico bancario intestato a: Editoriale Trasporti Srl Banca Monte dei Paschi di Siena Sede di Orvieto (TR) IBAN IT 40 T Conto corrente postale intestato a: Editoriale Trasporti Srl C/C Postale n EDITORIALE TRASPORTI S.r.l. dal 1958 Editoriale Trasporti S.r.l. Presidente Paolo Silvestri Amministratore delegato Laura Di Perna Responsabile uff. stampa e relazioni esterne Marco De Amicis Sede legale Genova Corso Andrea Podestà, 8/1

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. NELLA SUA ADUNANZA dell 11 maggio 2011; SENTITO il Relatore Professore Carla Bedogni Rabitti;

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. NELLA SUA ADUNANZA dell 11 maggio 2011; SENTITO il Relatore Professore Carla Bedogni Rabitti; L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA dell 11 maggio 2011; SENTITO il Relatore Professore Carla Bedogni Rabitti; VISTO l articolo 101 del Trattato sul Funzionamento dell

Dettagli

IV Commissione consiliare (Trasporti)

IV Commissione consiliare (Trasporti) IV Commissione consiliare (Trasporti) Lavori settima dal 7 all 11 gennaio 2008 In commissione Trasporti l audizione dei rappresentanti dell autotrasporto. I problemi dell autotrasporto sardo sono stati

Dettagli

Trasporto merci. Luglio 2014

Trasporto merci. Luglio 2014 INDAGINE CONGIUNTURALE SUL SETTORE DEI TRASPORTI n. 38 SINTESI Luglio 2014 Trasporto merci Dopo aver chiuso il 2012 con una dinamica settoriale complessivamente negativa, il 2013 mette in evidenza per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri Lo afferma il Presidente dell UNRAE, Salvatore Pistola IL PROGRESSO DEL MERCATO DELL AUTO PRINCIPALE

Dettagli

Il traffico crocieristico in Italia nel 2012

Il traffico crocieristico in Italia nel 2012 1 Il traffico crocieristico in Italia nel 2012 IL TRAFFICO CROCIERISTICO IN ITALIA NEL 2012 Risposte Turismo realizza per il terzo anno uno speciale dedicato al turismo crocieristico, dedicato in particolare

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

Confetra: nel 2013 il traffico merci italiano in tenue ripresa di Raoul de Forcade

Confetra: nel 2013 il traffico merci italiano in tenue ripresa di Raoul de Forcade Il Sole 24 Ore Confetra: nel 2013 il traffico merci italiano in tenue ripresa di Raoul de Forcade Dopo un quadriennio lacrime e sangue, nel 2013 il traffico merci italiano ha cominciato a dare segni di

Dettagli

La crisi del settore bancario in Europa

La crisi del settore bancario in Europa La crisi del settore bancario in Europa 26 ottobre 2011 Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, già ad agosto aveva dichiarato che occorrevano circa 200 miliardi di Euro per ricapitalizzare

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report IL SENTIMENT DELLE IMPRESE ASSOCIATE RIFERITO ALLE DINAMICHE DEL CREDITO NEL TERRITORIO PROVINCIALE ANCE SALERNO: RISCHIO USURA SEMPRE ELEVATO Sebbene il trend risulti in diminuzione

Dettagli

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi Nel 200 si prevede che la ricchezza finanziaria delle famiglie in Europa centro-orientale raggiungerà i 1 miliardi di euro, sostenuta da una forte crescita economica e da migliorate condizioni del mercato

Dettagli

OSSERVAZIONI REVISIONE DELLA DIRETTIVA 2003/96/CE (C.D. ENERGY TAXATION)

OSSERVAZIONI REVISIONE DELLA DIRETTIVA 2003/96/CE (C.D. ENERGY TAXATION) OSSERVAZIONI REVISIONE DELLA DIRETTIVA 2003/96/CE (C.D. ENERGY TAXATION) GIUGNO 2011 PREMESSA La proposta di Direttiva si pone il fine di introdurre sul piano della normativa fiscale nuove misure che rispondono

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 2011. a cura del Centro Studi Confetra. Anno XV - febbraio 2012

Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 2011. a cura del Centro Studi Confetra. Anno XV - febbraio 2012 Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 211 a cura del Centro Studi Confetra Anno XV - febbraio 212 Nota congiunturale sul trasporto merci Anno XVII - marzo 214

Dettagli

IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA.

IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA. IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA. I rincari del carburante non rappresentano più una sorpresa per gli automobilisti italiani. I prezzi della

Dettagli

Schede Paese. La Slovacchia di fronte alla crisi

Schede Paese. La Slovacchia di fronte alla crisi Osservatorio Economie reali e politiche per le imprese nei Paesi dell Europa centrale e sud-orientale Schede Paese La Slovacchia di fronte alla crisi 2 aggiornamento: Ottobre 2009 Contenuto La Slovacchia

Dettagli

CONFIDI, UN SISTEMA DA 21 MILIARDI DI GARANZIE PER LA PRIMA VOLTA IN CONTRAZIONE

CONFIDI, UN SISTEMA DA 21 MILIARDI DI GARANZIE PER LA PRIMA VOLTA IN CONTRAZIONE COMUNICATO STAMPA Il Sistema Confidi al centro dello studio curato da Fondazione Rosselli, Gruppo Impresa, Unicredit in collaborazione con l Università degli Studi di Torino CONFIDI, UN SISTEMA DA 21 MILIARDI

Dettagli

La certificazione AEO, un biglietto da visita per gli operatori doganali

La certificazione AEO, un biglietto da visita per gli operatori doganali La certificazione AEO, un biglietto da visita per gli operatori doganali Roma 19 marzo2009 Dott. Giovanni MOSCA - Ufficio tecnologie e supporto dell attività di verifica Passi necessari per divenire un

Dettagli

Taranto confermata sede dell' Autorità portuale

Taranto confermata sede dell' Autorità portuale Taranto confermata sede dell' Autorità portuale Con sfida in tre mosse il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio vuole far recuperare alla portualità italiana il tempo perso, per cogliere l opportunità

Dettagli

Caro vita, al Sud come al Nord Sintesi analisi dei prezzi per capoluogo di provincia Iper Ugl

Caro vita, al Sud come al Nord Sintesi analisi dei prezzi per capoluogo di provincia Iper Ugl Caro vita, al Sud come al Nord Sintesi analisi dei prezzi per capoluogo di provincia Iper Ugl L indagine vuole dimostrare come sia ormai superato l assunto in base al quale al nord la vita costi di più

Dettagli

Operazioni di compravendita di divisa estera a termine e accessorio servizio di negoziazione a pronti di divisa (c.d.

Operazioni di compravendita di divisa estera a termine e accessorio servizio di negoziazione a pronti di divisa (c.d. FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Operazioni di compravendita di divisa estera a termine e accessorio servizio di negoziazione a pronti di

Dettagli

Nota di sintesi per la stampa Dati maggio 2010

Nota di sintesi per la stampa Dati maggio 2010 Nota di sintesi per la stampa Dati maggio 2010 OSSERVATORIO FENEAL-UIL/CRESME Antonio Correale, Segretario Generale FeNEAL UIL: La crisi non è affatto finita nell edilizia. Per il 2010 previsioni nere:

Dettagli

PORTO della SPEZIA TRAFFICO MERCANTILE 2011

PORTO della SPEZIA TRAFFICO MERCANTILE 2011 TRAFFICO MERCANTILE 2011 Fabrizio Bugliani Resp. Ufficio MKT & Rapporti con l Estero GENNAIO 2012 1 Traffico 2011 Traffico contenitori Il porto della Spezia ha movimentato nel corso del 2011 1.307.274

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

Giappone non si è scelto la liberalizzazione, ma la privatizzazione, realizzata segmentando in tre grandi pezzi la vecchia rete ferroviaria, con l

Giappone non si è scelto la liberalizzazione, ma la privatizzazione, realizzata segmentando in tre grandi pezzi la vecchia rete ferroviaria, con l Ing. Mauro Moretti Partecipare ai convegni è sempre un occasione importante di apprendimento. In realtà bisognerebbe sempre fondare le proposte sugli studi, perché le decisioni dovrebbero essere prese

Dettagli

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO ARRIVI STRANIERI 1999 PER PROVENIENZA U.S.A. 1% S DK 1% 2% CZ 2% CH 2% ALTRI 10% GB 8% E 1% B 3% NL 6% F 2% A 7% D 55% STATI 1999 arrivi e presenze in provincia

Dettagli

Seminario MARE, PORTO, CITTA : Un paradigma economico di sviluppo. Porto di Napoli: quali scenari per il futuro

Seminario MARE, PORTO, CITTA : Un paradigma economico di sviluppo. Porto di Napoli: quali scenari per il futuro Seminario MARE, PORTO, CITTA : Un paradigma economico di sviluppo Porto di Napoli: quali scenari per il futuro Napoli, 2 Marzo 2016 Arianna Buonfanti Researcher Maritime Economy Observatory SRM Il Mediterraneo

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

I rischi sono più vicini di quello che sembrano

I rischi sono più vicini di quello che sembrano Attenzione! I rischi sono più vicini di quello che sembrano 9 maggio, 2011 Dopo un eccezionale rally dell euro, in cui la moneta unica è passata dal livello di 1,25 dollari a 1,5 dollari, le preoccupazioni

Dettagli

La strada migliore per portare la merce in Sardegna

La strada migliore per portare la merce in Sardegna La strada migliore per portare la merce in Sardegna 1 Obiettivo Ottimizzare la tempistica e ridurre le tratte terrestri nel trasporto su gomma dei traffici merci Penisola - Sardegna 2 Introduzione Attualmente

Dettagli

Lo sviluppo economico del Meridione e i sistemi di sostegno alle imprese

Lo sviluppo economico del Meridione e i sistemi di sostegno alle imprese VINCENZO MAGGIONI Lo sviluppo economico del Meridione e i sistemi di sostegno alle imprese Parlare del Mezzogiorno è al tempo stesso cosa molto facile e molto difficile: facile, perché tutti sono pieni

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SULLA STRATEGIA ENERGETICA NAZIONALE

INDAGINE CONOSCITIVA SULLA STRATEGIA ENERGETICA NAZIONALE INDAGINE CONOSCITIVA SULLA STRATEGIA ENERGETICA NAZIONALE AUDIZIONE UNIONE PETROLIFERA Ing. Alessandro Gilotti Presidente Camera Commissione Attività Produttive Roma, 5 marzo 2014 Temi chiave 1) LA RAFFINAZIONE

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati Produzione rifiuti: valori nazionali Nel 2009 cala la produzione dei rifiuti urbani in tutte le macroaree geografiche italiane: -1,6% al Centro, -1,4% al Nord e -0,4%

Dettagli

GLI INVESTIMENTI DELLE ORGANIZZAZIONI MAFIOSE NELL ECONOMIA LEGALE. Reggio Calabria, 5 aprile 2013

GLI INVESTIMENTI DELLE ORGANIZZAZIONI MAFIOSE NELL ECONOMIA LEGALE. Reggio Calabria, 5 aprile 2013 GLI INVESTIMENTI DELLE ORGANIZZAZIONI MAFIOSE NELL ECONOMIA LEGALE Reggio Calabria, 5 aprile 2013 Introduzione L obiettivo della lezione odierna è individuare: i motivi per cui le mafie investono nell

Dettagli

A. Consistenze e caratteristiche generali della rete

A. Consistenze e caratteristiche generali della rete REPORT SULLA DISTRIBUZIONE DEI CARBURANTI IN ITALIA SETTEMBRE 2013 1 A. Consistenze e caratteristiche generali della rete Tav.1 Evoluzione della rete di distribuzione carburanti 2000 2005 2010 2011 Autostradali

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

LA REGIONALIZZAZIONE DEL PATTO DI STABILITA INTERNO

LA REGIONALIZZAZIONE DEL PATTO DI STABILITA INTERNO Direzione Affari Economici e Centro Studi LA REGIONALIZZAZIONE DEL PATTO DI STABILITA INTERNO UNO STRUMENTO PER LIBERARE I PAGAMENTI ALLE IMPRESE E FAVORIRE LE SPESE IN CONTO CAPITALE MAGGIO 2012 INDICE

Dettagli

SINTESI PER LA STAMPA

SINTESI PER LA STAMPA SINTESI PER LA STAMPA Troppo spesso quando policy makers e opinione pubblica si occupano dei Trasporti le attenzioni vengono rivolte principalmente agli effetti negativi che questi generano: consumi energetici,

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 Considerato che: Il 7 agosto u.s. si è tenuto un incontro tra il Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, affiancato

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 1 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 2 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA 3 IMPORT EXPORT NAZIONALE ATTRAVERSO I PORTI QUANTITÀ Milioni di tonnellate IMPORT 199,8

Dettagli

SVILUPPO DELL INTERMODALITA

SVILUPPO DELL INTERMODALITA SVILUPPO DELL INTERMODALITA Autostrade del mare 2.0 e combinato marittimo ANDREA APPETECCHIA Roma, 21 luglio 20151 I PUNTI DEL RAGIONAMENTO Commercio estero nazionale: orientamenti e modalità di trasporto

Dettagli

Energia e trasporti: il ruolo del metano

Energia e trasporti: il ruolo del metano Metano e trasporti per il governo della mobilità Energia e trasporti: il ruolo del metano di Edgardo Curcio Presidente AIEE Parma, 16 marzo 2010 Centro Congressi Paganini Indice della presentazione 1.

Dettagli

L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015

L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015 COMUNICATO STAMPA L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015 Le azioni mantengono la fiducia degli investitori

Dettagli

Le relazioni marittime tra l Italia e il Mediterraneo: un focus sulla Turchia

Le relazioni marittime tra l Italia e il Mediterraneo: un focus sulla Turchia LO SVILUPPO DEI NUOVI MERCATI PER IL CLUSTER MARITTIMO: LE POTENZIALITÀ DEL BACINO DEL MEDITERRANEO E FOCUS SU TURCHIA Le relazioni marittime tra l Italia e il Mediterraneo: un focus sulla Turchia Alessandro

Dettagli

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING Relatore : Marino Baratti Credemfactor spa Pag. 1/8 Il rapporto tra PMI e Sistema creditizio L applicazione della nuova

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Ecco di seguito lo studio Confesercenti:

COMUNICATO STAMPA. Ecco di seguito lo studio Confesercenti: Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA ACCISE E CONSUMI SUI CARBURANTI. ULTERIORI AUMENTI SAREBBERO FORTEMENTE NEGATIVI PER L ECONOMIA ED IL GETTITO FISCALE STUDIO CONFESERCENTI: AD UN AUMENTO DEL 54% DEL PRELIEVO

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

IL VALORE DELLE 2 RUOTE

IL VALORE DELLE 2 RUOTE Lo scenario dell industria, del mercato e della mobilità EXECUTIVE SUMMARY Aprile 2014 Partner Il futuro oggi Scenario dell industria, del mercato e della mobilità EXECUTIVE SUMMARY 1. Lo scenario internazionale

Dettagli

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012 Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario Roma 22 giugno 2012 Arrivi e spesa per viaggi internazionali nel mondo (milioni di viaggiatori

Dettagli

UNIONE EUROPEA Inizio anno con il segno positivo: a gennaio il mercato auto cresce del 6,2%.

UNIONE EUROPEA Inizio anno con il segno positivo: a gennaio il mercato auto cresce del 6,2%. UNIONE EUROPEA Inizio anno con il segno positivo: a gennaio il mercato auto cresce del 6,2%. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA 1 a gennaio 2015 registrano 1.028.760 nuove immatricolazioni

Dettagli

Una Piattaforma Logistica per Il Nord-Ovest

Una Piattaforma Logistica per Il Nord-Ovest Comitato Regionale Giovani Imprenditori Confindustria Liguria Comitato Regionale Giovani Imprenditori Confindustria Lombardia Federazione Regionale Gruppi Giovani Imprenditori Confindustria Piemonte Una

Dettagli

Trasporto pubblico locale: efficienza e qualità in Lombardia

Trasporto pubblico locale: efficienza e qualità in Lombardia MCE 2010 Trasporto pubblico locale: efficienza e qualità in Lombardia 9 febbraio 2010 Giuliano Asperti, Vice Presidente di Assolombarda Saluto di apertura Premessa Nella giornata di apertura della Mobility

Dettagli

Nuove rotte per la crescita del Mezzogiorno:

Nuove rotte per la crescita del Mezzogiorno: Nuove rotte per la crescita del Mezzogiorno: Presentazione del 2 Rapporto Annuale Italian Maritime Economy Napoli, 5 giugno 2015 Sala delle Assemblee del Banco di Napoli SINTESI DELLA RICERCA UN MEDITERRANEO

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

Giuseppe Capuano. Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato

Giuseppe Capuano. Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato Giuseppe Capuano Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato Bari, 13 febbraio 2014 1 Struttura delle imprese industriali e dei servizi (anno 2011) Dimensioni

Dettagli

Seminario ABN AMRO Markets Investire facilmente sui tassi di interesse e di cambio.

Seminario ABN AMRO Markets Investire facilmente sui tassi di interesse e di cambio. Seminario ABN AMRO Markets Investire facilmente sui tassi di interesse e di cambio. Rimini, ITForum, 15-16.05.2008 ABN AMRO Markets. Il nostro impegno è rivolto a massimizzare i vantaggi derivanti dall

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

GRUPPO BANCA CARIGE. Sede di Genova. Un porto sicuro nella vostra città.

GRUPPO BANCA CARIGE. Sede di Genova. Un porto sicuro nella vostra città. GRUPPO BANCA CARIGE Sede di Milano Sede di Ancona Sede di Genova Sede di Palermo Sede di Roma Un porto sicuro nella vostra città. Un idea di banca che è entrata a far parte della Storia. Dal 1483. Il moderno

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli

Zsigmond Járai Ministro delle Finanze dell Ungheria, Budapest

Zsigmond Járai Ministro delle Finanze dell Ungheria, Budapest 16 Jarai 24-05-2000 9:46 Pagina 135 135 Zsigmond Járai Ministro delle Finanze dell Ungheria, Budapest L integrazione con l Unione Europea, la rapida crescita economica, un migliore equilibrio finanziario

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa Confartigianato Imprese Mantova CONVEGNO RILANCIO DELL EDILIZIA COME USCIRE DAL TUNNEL Proposte per cittadini e imprese Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa A cura di Licia

Dettagli

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali Il capitale territoriale: una leva per lo sviluppo? Bologna, 17 aprile 2012 Il ruolo delle infrastrutture nei processi di

Dettagli

Tavolo regionale per la mobilità delle merci

Tavolo regionale per la mobilità delle merci Tavolo regionale per la mobilità delle merci Scenari e prospettive di contesto Milano 04 Marzo 2011 Oliviero Baccelli CERTeT Università Bocconi Indice dei temi trattati Gli scenari socio-economici di riferimento

Dettagli

Emergenza credito anche per le libere professioni

Emergenza credito anche per le libere professioni Lunedì 18 marzo 2013 Emergenza credito anche per le libere professioni È allarmante il quadro economico delle professioni che è emerso nel corso del consiglio di amministrazione di Fidiprof Nord e di Fidiprof

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

TUTTI I DECRETI DI RENZI

TUTTI I DECRETI DI RENZI 067 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTI I DECRETI DI RENZI SULLE BANCHE POPOLARI E IL CONFLITTO DI INTERESSI 17 dicembre 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Il Governo

Dettagli

Relazione Annuale. Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013. anno 2012 centodiciannovesimo esercizio.

Relazione Annuale. Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013. anno 2012 centodiciannovesimo esercizio. anno centodiciannovesimo esercizio Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013 esercizio CXIX 16. Il sistema finanziario Gli andamenti nell anno Nel il sistema finanziario

Dettagli

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 315 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI Editoriale de Il Giornale, 4 febbraio 2013 4 febbraio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 Dopo l impegno

Dettagli

Il Diporto Nautico in Italia

Il Diporto Nautico in Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione

Dettagli

17 ottobre 2012 LA SICILIA Pagina 1 di 1

17 ottobre 2012 LA SICILIA Pagina 1 di 1 17 ottobre 2012 LA SICILIA Pagina 1 di 1 17 ottobre 2012 GIORNALE DI SICILIA Pagina 1 di 1 17 ottobre 2012 MF SICILIA Pagina 1 di 1 17 ottobre 2012 QUOTIDIANO DI SICILIA Pagina 1 di 1 17 ottobre 2012 IL

Dettagli

17 ottobre 2012 LA SICILIA Pagina 1 di 1

17 ottobre 2012 LA SICILIA Pagina 1 di 1 17 ottobre 2012 LA SICILIA Pagina 1 di 1 17 ottobre 2012 GIORNALE DI SICILIA Pagina 1 di 1 17 ottobre 2012 MF SICILIA Pagina 1 di 1 17 ottobre 2012 IL MODERATORE Pagina 1 di 1 Ance Sicilia: Dopo le Regionali

Dettagli

Marzo 2012. Ufficio Studi L INFLAZIONE ATTESA: TRA CRISI E FOCOLAI DI CRESCITA

Marzo 2012. Ufficio Studi L INFLAZIONE ATTESA: TRA CRISI E FOCOLAI DI CRESCITA Marzo 2012 Ufficio Studi L INFLAZIONE ATTESA: TRA CRISI E FOCOLAI DI CRESCITA L INFLAZIONE ATTESA: TRA CRISI E FOCOLAI DI CRESCITA Gabriele OLINI Ufficio Studi CISL Negli ultimi mesi abbiamo avuto una

Dettagli

Intervista a Stefano Bonora, Direttore di BUSITALIA S.p.a. e ATAF S.p.a.

Intervista a Stefano Bonora, Direttore di BUSITALIA S.p.a. e ATAF S.p.a. Roma, 25.02.1015 Intervista a Stefano Bonora, Direttore di BUSITALIA S.p.a. e ATAF S.p.a. Ingegnere può tracciarci un quadro generale dell attività di BUSITALIA e della sua evoluzione nel corso degli ultimi

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

Trasporti al passo, economia ferma

Trasporti al passo, economia ferma Infrastrutture Trasporti Logistica e Mobilità Trasporti al passo, economia ferma Accessibilità, trasporti e mobilità al tempo della crisi Analisi a cura di Confcommercio-Imprese per l Italia Roma, 15 maggio

Dettagli

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 RELAZIONE E ANALISI 1 Progetto e redazione della pubblicazione a cura dell Ufficio Studi e Programmazione per lo

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report IL RECENTE STUDIO DELLA SVIMEZ CONFERMA NOTEVOLI DIFFERENZE TERRITORIALI ED EVIDENZIA SVANTAGGI COMPETITIVI ANCE SALERNO: CREDITO, CONFIDI A DUE VELOCITA Nel 2013 su oltre 22 miliardi

Dettagli

CARGO DI TRENITALIA DOCUMENTO DI INDIRIZZO DEL CONSIGLIO FEDERATIVO DI ORSA FERROVIE

CARGO DI TRENITALIA DOCUMENTO DI INDIRIZZO DEL CONSIGLIO FEDERATIVO DI ORSA FERROVIE CARGO DI TRENITALIA DOCUMENTO DI INDIRIZZO DEL CONSIGLIO FEDERATIVO DI ORSA FERROVIE Il Consiglio Federativo di OR.S.A. Ferrovie, riunito in data 9 luglio 2015 per analizzare la situazione economico/produttiva

Dettagli

GLI SCENARI: DOVE STANNO ANDANDO LE SCELTE DELL EUROPA

GLI SCENARI: DOVE STANNO ANDANDO LE SCELTE DELL EUROPA GLI SCENARI: DOVE STANNO ANDANDO LE SCELTE DELL EUROPA Riccardo Roscelli INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE Il Corridoio dei due mari ed il Mediterraneo 30/10/2013 Gli scenari: dove stanno andando le

Dettagli

NEWS FLASH TRASPORTI N 2 LUGLIO 2012 A cura delle Politiche di Programmazione Economiche e Finanziarie

NEWS FLASH TRASPORTI N 2 LUGLIO 2012 A cura delle Politiche di Programmazione Economiche e Finanziarie N 2 LUGLIO 2012 A cura delle Politiche di Programmazione Economiche e Finanziarie g.serafini@uil.it NEWS FLASH TRASPORTI NEWS FLASH TRASPORTI A cura del Servizio Politiche di Programmazione Economiche

Dettagli

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci confetra - nota congiunturale sul trasporto merci a cura del Centro Studi Confetra Periodo di osservazione gennaio-dicembre 2003 Anno VII - n 1 febbraio 2004 La nota congiunturale Confetra sul trasporto

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Vittorio Verdone Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori

Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Vittorio Verdone Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Focus su sinistri, frodi e contenzioso r.c. auto I prezzi delle polizze r.c.a. e la normativa mancata La raccolta totale premi 2013 per canale distributivo Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

Intervento di Anna Maria Artoni Spunti di discussione

Intervento di Anna Maria Artoni Spunti di discussione Lo sviluppo asiatico e il business logistico Roma, 24 gennaio 2007 Intervento di Anna Maria Artoni Spunti di discussione Il Mediterraneo torna al centro del mondo Nel mercato globale - e nella Grande Europa

Dettagli

La fattura va in Rete:

La fattura va in Rete: VIA LOMBARDIA 30-00187 ROMA - TEL. 06.4203591 - FAX 06.484704 UFFICIO STUDI ROMA Aderente a UNI Global Union La fattura va in Rete: aste on-line per la cessione pro soluto dei crediti commerciali PERCORSI

Dettagli

OSSERVATORIO SUICIDI PER CRISI ECONOMICA Dati: 2012, 2013, 2014, 1 Semestre 2015 A cura di LINK LAB

OSSERVATORIO SUICIDI PER CRISI ECONOMICA Dati: 2012, 2013, 2014, 1 Semestre 2015 A cura di LINK LAB Sezione SUICIDI PER CRISI ECONOMICA OSSERVATORIO SUICIDI PER CRISI ECONOMICA Dati: 2012, 201, 2014, 1 Semestre 2015 A cura di LINK LAB (Laboratorio di Ricerca Socio Economica dell'università degli Studi

Dettagli

Fattori critici di successo delle PMI italiane e rafforzamento del capitale proprio

Fattori critici di successo delle PMI italiane e rafforzamento del capitale proprio In collaborazione con Fattori critici di successo delle PMI italiane e rafforzamento del capitale proprio Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi Corporate finance advisory and strategy consulting. 1. Il

Dettagli

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 Un ulteriore consolidamento del fatturato estero del settore caratterizza questi primi 8 mesi del 2015: tra gennaio e agosto sono stati esportati prodotti per 4,2

Dettagli

GENNAIO 2013 COMPARTO AEREO:

GENNAIO 2013 COMPARTO AEREO: GENNAIO 2013 COMPARTO AEREO: L aeroporto Cristoforo Colombo di Genova è tra i dieci aeroporti strategici a livello nazionale. È quanto emerge dall atto di indirizzo del Piano per lo sviluppo aeroportuale

Dettagli

Volume mondiale Esportazioni

Volume mondiale Esportazioni Italia - l auto in cifre Italia La mobilità globale delle merci e il ruolo della strada Dati, proiezioni e considerazioni sul Commercio Estero Mondiale, e sulle valutazioni tradizionali delle varie modalità

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte Lezione 06 La crisi dello SME-Sistema Monetario Europeo (capitolo 2) La crisi messicana (capitolo 2) La crisi dello SME - 1 La caduta degli accordi di Bretton

Dettagli

RASSEGNA STAMPA REGIONALE

RASSEGNA STAMPA REGIONALE Il volto economico delle mafie. Focus sul nord est 15 aprile 2015, ore 9.00-16.00, Vicenza RASSEGNA STAMPA REGIONALE La Prima Pagina 13 aprile 2015 Vicenza, il volto economico delle mafie Focus sul Nord

Dettagli

Il Debito pubblico Italiano ammonta ad oggi a 2248 Mld di Euro

Il Debito pubblico Italiano ammonta ad oggi a 2248 Mld di Euro Il Debito pubblico Italiano ammonta ad oggi a 2248 Mld di Euro Il Debito pubblico Italiano ammonta ad oggi a 2248 Mld di Euro di Loretta Napoleoni Tratto dal: Fatto Quotidiano Fonte e link: http://movimentobaseitalia.altervista.org/debito-pubblico-chilo-ha-fatto-se-lo-pagasse/

Dettagli