Eleonora Bertacchini, Alessandro Capra. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Eleonora Bertacchini, Alessandro Capra. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria"

Transcript

1 Immagini satellitari ad alta risoluzione per l aggiornamento cartografico e per il controllo della linea di costa. Applicazione alla costa del Molise e della Puglia Eleonora Bertacchini, Alessandro Capra 1

2 Obiettivi Ortorettifica di immagini satellitari ad alta risoluzione (Ikonos e QuickBird) per: Rappresentazione di ortofotocarte e aggiornamento cartografico Controllo e monitoraggio di fenomeni a grande scala: ad es. Linea di costa Grado di dettaglio e di precisione dell ordine del metro 2

3 Obiettivi Intento di individuare una metodologia standard di lavoro Economicamente sostenibile per le Amministrazioni Pubbliche e per gli Enti preposti Rapida e efficacie Che possa sfruttare le banche dati preesistenti in possesso delle Amministrazioni Che consenta di individuare fenomeni rilevabili con grado di dettaglio dell ordine di grandezza del metro 3

4 DATA set Immagini satellitari ad alta risoluzione QuickBird e Ikonos Inquadramento di prima approssimazione: WGS84 Aree di interesse: Molise Puglia Metadati: effemeridi dei satelliti e RPC (Rational Polinomial Coefficient) Bande Pancromatico 4

5 DATA set Molise: immagini Ikonos Data Acquisizione: 23 Aprile 2004 Angolo Off Nadir: 8 RS pan: 1m Puglia: immagini QuickBird (da archivio) Area Gargano (dintorni di Peschici) Data Acquisizione: 28 Luglio 2007 Angolo Off Nadir: RS pan: 0.6 m Area Salento (dintorni di Otranto) Data Acquisizione: 8 Luglio 2007 Angolo Off Nadir: 8.8 RS pan: 0.6 m 5

6 Dati accessori DATA set GCP (Ground Control Point) Tratti da cartografia Rilievo GPS (Global Positioning System) DTM (Digital Terrain Model) Cartografia tematica regionale 6

7 Struttura del lavoro Step 1: ortorettifica immagini della costa del Molise Step 2: ortorettifica immagine dell area del Gargano Step 3: ortorettifica immagine dell area del Salento Condizioni operative e dati progressivamente migliori 7

8 Molise Nell ambito degli indirizzi comunitari per la gestione integrata della fascia costiera Integrated Coastal Zone Management (ICZM) Progetto NOE Patrimonio e prevenzione dai rischi naturali Frutto di una collaborazione tra Università di Modena e Reggio Emilia ed Enea (Bologna) Controllo e degrado della costa Indicatore: linea costiera Aggiornamento cartografia alla scala 1:

9 Data set Immagini Ikonos DTM GCP UTM WGS84 passo 40 m Gauss-Boaga Roma 40 trasformazione tra datum 39 rilevati in due periodi successivi integrazione Molise rilievo con strumentazione GPS posizionamento di tipo relativo master GPS su un punto strategico riattacco ad un punto IGM inquadramento nella rete IGM95 Stazione master 9

10 Data set Molise Cartografia regionale. Scala 1: Modello e sw di elaborazione DLT (Direct Linear Trasformation) Micromap v

11 Molise - Risultati Errori nella determinazione dei parametri del modello progressivo aumento della deviazione standard con l incremento del numero di GCP Errori orientamento 4,50 4,00 3,50 3,00 2,50 2,60 3,50 2,70 4,10 4,20 3,60 3,30 3,00 2,80 σx 2,00 1,50 2,00 σy 1,00 0,50 0,00 9 punti 15 punti 20 punti 25 punti 30 punti GCP 11

12 Molise - Risultati Controllo qualitativo dell immagine ortorettificata con 30 GCP (dettaglio): sovrapposizione alle CTR (scala 1:25.000) 12

13 Molise - Risultati Controllo qualitativo dell immagine ortorettificata con 30 GCP (dettaglio): sovrapposizione al DTM Punto 220 h = 35,130 m Punto 204 h = 11,438 m

14 Molise - Risultati Controllo quantitativo delle immagini ortorettificate: l errore in planimetria diminuisce all aumentare del numero di GCP anche con numero di CP decrescente» 9 GCP e 30 CP σ x = 8,1 pixel (o metri) σ y = 3,7 pixel (o metri)» 20 GCP e 19 CP σ x = 4,5 pixel (o metri) σ y = 2,5 pixel (o metri)» 30 GCP e 9 CP σ x = 2,6 pixel (o metri) σ y = 2,2 pixel (o metri) 14

15 Molise Considerazioni: Necessità di DTM più accurato l analisi non è stata approfondita ulteriormente perchè non significativa Accuratezza di GCP individuati da cartografia troppo bassa Numero troppo elevato di GCP da rilevare con strumentazione GPS per ottenere un risultato adeguato alla scala di lavoro rapporto costi/benefici sfavorevole 15

16 Puglia Il lavoro si inserisce nell ambito del progetto del Sistema Informativo Territoriale, che ha l obiettivo di realizzare una base di conoscenza territoriale che prevede tra gli altri prodotti il database topografico (DBT) della Regione Puglia, alla scala 1:5.000, in conformità alle specifiche IntesaGIS Frutto di una collaborazione tra Università di Modena e Reggio Emilia e InnovaPuglia, ente attuatore del SIT L obiettivo è quello di valutare quale possa essere, fra le metodologie e le fonti di dati utilizzabili, la più opportuna ai fini dell aggiornamento del DBT, per stabilire, tra le altre cose anche l evoluzione della linea di costa 16

17 Puglia - Gargano Data set Immagini QuickBird UTM WGS84 Off nadir angle: CTN a scala 1:5.000 DTM GCP passo 2 m UTM WGS84 realizzato dal rilievo fotogrammetrico del dei 25 vertici disponibili della rete planoaltimetrica di appoggio per l orientamento del rilievo fotogrammetrico del 2006 (Rilevati con strumentazione GPS) 34 integrazione con punti tratti da cartografia tecnica numerica (CTN a scala 1:5.000) derivata dal volo del integrazione attraverso rilievo, con strumentazione GPS, appositamente progettato posizionamento di tipo relativo rispetto alla rete di stazioni permanenti della Regione Puglia 17

18 Data set GCP: distribuzione Puglia - Gargano Modello e sw di elaborazione Modello rigoroso di Toutin PCI Geomatica Orthoengine v

19 Data set Immagini QuickBird DTM UTM WGS84 Puglia - Salento Off nadir angle: 8.8 passo 8 m UTM WGS84 realizzato dal rilievo fotogrammetrico del 2006 CTN a scala 1:5.000 GCP 27 dei 50 vertici disponibili della rete planoaltimetrica di appoggio per l orientamento del rilievo fotogrammetrico del 2006 (Rilevati con strumentazione GPS) 24 integrazione con punti tratti da cartografia tecnica numerica (CTN a scala 1:5.000) derivata dal volo del

20 Data set GCP: distribuzione Puglia - Salento Modello e sw di elaborazione Modello rigoroso di Toutin PCI Geomatica Orthoengine v

21 Puglia Differenze tra i data set del Gargano e del Salento: angolo di off nadir delle immagini qualità e numero dei GCP Ob: realizzare un confronto tra le 2 immagini a parità di numero di punti utilizzati come GCP e CP Abbondanza di GCP: esclusione di quelli meno accurati e precisi 21

22 Puglia - Risultati Errori di orientamento interno e sull immagine ortorettificata Gargano Salento SQM orientamento (m) - GCP SQM immagine ortorettificata (m) - CP X Y X Y 30 GCP e 12 CP GCP e 17 CP GCP e 22 CP SQM orientamento (m) GCP SQM immagine ortorettificata (m) CP X Y X Y 20 GCP e 7 CP 20 GCP e 22 CP

23 Puglia - Risultati Valutazione qualitativa dell immagine ortorettificata Gargano : sovrapposizione alla CTN (scala 1:5.000) 23

24 Conclusioni Dai test e dai dati di letteratura si vede come l ortorettifica di immagini satellitari ad alta risoluzione consenta un livello di approssimazione di circa 1 m, adeguato alla scala 1:5.000 La precisione del risultato dell ortorettifica è sensibile alla Qualità del DTM Qualità e quantità dei GCP Se il DTM e la cartografia sono prodotti di alta qualità, allora si può elaborare l immagine da satellite estraendo i GCP dalla cartografia, prescindendo dal rilievo d appoggio, grazie alla elevata capacità di collimazione dei punti che si riflette sulla bontà del risultato finale allora è possibile utilizzare le immagini ortorettificate per l aggiornamento cartografico, dal momento che il processo di elaborazione presenta una buona stabilità e una buona ripetibilità 24

25 Grazie per l attenzione 25

AGGIORNAMENTO DEL DATABASE TOPOGRAFICO E DEI TEMATISMI DI BASE DEL SIT REGIONALE ATTRAVERSO IMMAGINI DA SATELLITE AD ALTA RISOLUZIONE

AGGIORNAMENTO DEL DATABASE TOPOGRAFICO E DEI TEMATISMI DI BASE DEL SIT REGIONALE ATTRAVERSO IMMAGINI DA SATELLITE AD ALTA RISOLUZIONE AGGIORNAMENTO DEL DATABASE TOPOGRAFICO E DEI TEMATISMI DI BASE DEL SIT REGIONALE ATTRAVERSO IMMAGINI DA SATELLITE AD ALTA RISOLUZIONE Eleonora BERTACCHINI (*), Antonio BELLANOVA (**), Alessandro CAPRA

Dettagli

WorldView-1 Analisi comparativa con i dati QuickBird

WorldView-1 Analisi comparativa con i dati QuickBird WorldView-1 Analisi comparativa con i dati QuickBird Di Philip Cheng e Chuck Chaapel Worldview-1, è un satellite con sensore pancromatico che produce immagini alla risoluzione di 50 centimetri. Con una

Dettagli

Ortorettificazione di immagini satellitari ad alta risoluzione con GRASS

Ortorettificazione di immagini satellitari ad alta risoluzione con GRASS Ortorettificazione di immagini satellitari ad alta risoluzione con GRASS...A work in progress... Francesco Paolo Lovergine f.lovergine@ba.issia.cnr.it CNR ISSIA Ortorettifica È noto che per utilizzare

Dettagli

ll satellite WorldView-2: Pan-sharpening e Correzione Geometrica

ll satellite WorldView-2: Pan-sharpening e Correzione Geometrica ll satellite WorldView-2: Pan-sharpening e Correzione Geometrica Philip Cheng e Chuck Chaapel Il successo dell operazione WorldView-2 della DigitalGlobe ha creato un altra pietra miliare per i satelliti

Dettagli

Estrazione di DSM da immagini del satellite Eros B acquisite in stereoscopia: studio preliminare nell area di Benevento

Estrazione di DSM da immagini del satellite Eros B acquisite in stereoscopia: studio preliminare nell area di Benevento Estrazione di DSM da immagini del satellite Eros B acquisite in stereoscopia: studio preliminare nell area di Benevento Stefano De Corso e Daniele Magrì IPT - Informatica per il Territorio, via Sallustiana,

Dettagli

IMAGE PROCESSING APPLICATO AI RISCHI NATURALI IN AREA COSTIERA

IMAGE PROCESSING APPLICATO AI RISCHI NATURALI IN AREA COSTIERA ENEA Progetto LITTORISK Termoli, 20/10/2006 IMAGE PROCESSING APPLICATO AI RISCHI NATURALI IN AREA COSTIERA ENEA - Ente per le Nuove Tecnologie, l Energia, e per l Ambiente Italia S. Cardinali, E. Valpreda,

Dettagli

Pan-sharpening, Estrazione DEM e Correzione Geometrica dei Satelliti SPOT-6 e SPOT-7

Pan-sharpening, Estrazione DEM e Correzione Geometrica dei Satelliti SPOT-6 e SPOT-7 Pan-sharpening, Estrazione DEM e Correzione Geometrica dei Satelliti SPOT-6 e SPOT-7 By Philip Cheng GeoInformatics Marzo 2015 Il successo dei satelliti SPOT-6 e SPOT-7 deriva dal fatto che fornisce un

Dettagli

UTILIZZAZIONE DI IMMAGINI SATELLITARI AD ALTA RISOLUZIONE QUALE SUPPORTO AL GOVERNO DEL TERRITORIO

UTILIZZAZIONE DI IMMAGINI SATELLITARI AD ALTA RISOLUZIONE QUALE SUPPORTO AL GOVERNO DEL TERRITORIO UTILIZZAZIONE DI IMMAGINI SATELLITARI AD ALTA RISOLUZIONE QUALE SUPPORTO AL GOVERNO DEL TERRITORIO Valerio BAIOCCHI (*), Roberto CATALANO (**), Michele PIANO (***) Riassunto Scopo del presente contributo

Dettagli

Verifiche di qualità del Data Base Topografico. Daniele Passoni

Verifiche di qualità del Data Base Topografico. Daniele Passoni Verifiche di qualità del Data Base Topografico Prof. Livio Pinto Ing. Daniele Passoni Monza, 8.3.2010 INTRODUZIONE (1/2) Un DataBase Topografico (DBT) è un archivio integrato contenente dati cartografici

Dettagli

Report tecnico-informativo sulle immagini Quick Bird acquisite dalla Provincia di Piacenza con finanziamento della Regione E_R

Report tecnico-informativo sulle immagini Quick Bird acquisite dalla Provincia di Piacenza con finanziamento della Regione E_R Amministrazione Provinciale di Piacenza Area Programmazione Territoriale Infrastrutture-Ambiente Servizio Programmazione Territoriale Urbanistica Miglioramento Carta Geografica Unica Report tecnico-informativo

Dettagli

Correzione di immagini da camera Vexcel UltraCam utilizzando Geomatica OrthoEngine

Correzione di immagini da camera Vexcel UltraCam utilizzando Geomatica OrthoEngine Correzione di immagini da camera Vexcel UltraCam utilizzando Geomatica OrthoEngine di Philip Cheng Per molti anni la camera a pellicola aerotrasportata è stata la miglior scelta per l acquisizione di foto

Dettagli

TELERILEVAMENTO DA SATELLITE AD ALTA RISOLUZIONE PER IL MONITORAGGIO DEL TERRITORIO DA PARTE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

TELERILEVAMENTO DA SATELLITE AD ALTA RISOLUZIONE PER IL MONITORAGGIO DEL TERRITORIO DA PARTE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE TELERILEVAMENTO DA SATELLITE AD ALTA RISOLUZIONE PER IL MONITORAGGIO DEL TERRITORIO DA PARTE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Francesco IMMORDINO (*), Vincent OTTAVIANI (**), Gianluca MASSEI (**), Silvia

Dettagli

MODELLI PER LA GENERAZIONE DI ORTOFOTO DIGITALI A MEDIA SCALA DA SENSORE DIGITALE LEICA ADS40

MODELLI PER LA GENERAZIONE DI ORTOFOTO DIGITALI A MEDIA SCALA DA SENSORE DIGITALE LEICA ADS40 MODELLI PER LA GENERAZIONE DI ORTOFOTO DIGITALI A MEDIA SCALA DA SENSORE DIGITALE LEICA ADS40 Eva Savina MALINVERNI (*), Stefano BELLESI (**) (*) Università Politecnica Marche - Facoltà di Ingegneria DARDUS,

Dettagli

Estrazione di DSM dell immediato post sisma dell Aquila da stereo coppie EROS-B Across track

Estrazione di DSM dell immediato post sisma dell Aquila da stereo coppie EROS-B Across track Estrazione di DSM dell immediato post sisma dell Aquila da stereo coppie EROS-B Across track Valerio Baiocchi, Donatella Dominici, Francesca Giannone LE ORBITE Orbita polare eliosincrona Il satellite ritorna

Dettagli

Cartografia di base per i territori

Cartografia di base per i territori Cartografia di base per i territori L INFORMAZIONE GEOGRAFICA I dati dell informazione geografica L Amministrazione Regionale, nell ambito delle attività di competenza del Servizio sistema informativo

Dettagli

21 ottobre 2009 ortofoto digitali app tematiche v1_0.doc

21 ottobre 2009 ortofoto digitali app tematiche v1_0.doc Regole tecniche per la formazione la documentazione e lo scambio di ortofoto digitali alla scala nominale 1:10000. Allegato 2 Ortofoto digitali per applicazioni di tipo tematico alla scala nominale 1:10000

Dettagli

Modifiche ed integrazioni al disciplinare tecnico

Modifiche ed integrazioni al disciplinare tecnico REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA DIREZIONE GENERALE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TERRITORIALE E DELLA VIGILANZA EDILIZIA SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

Fornitura di foto aeree e ortofoto, DEM e DSM dei centri urbani e aree abitate della Sardegna, alla scala 1:2.000 e 1:1.000

Fornitura di foto aeree e ortofoto, DEM e DSM dei centri urbani e aree abitate della Sardegna, alla scala 1:2.000 e 1:1.000 Fornitura di foto aeree e ortofoto, DEM e DSM dei centri urbani e aree abitate della Sardegna, alla scala 1:2.000 e 1:1.000 DISCIPLINARE TECNICO ORTOFOTO E MODELLI DEL TERRENO Art 1.Oggetto della fornitura

Dettagli

Realizzazione e controllo di qualità in corso d'opera del Database Topografico della Provincia di Milano. Ing. Daniele Passoni

Realizzazione e controllo di qualità in corso d'opera del Database Topografico della Provincia di Milano. Ing. Daniele Passoni Realizzazione e controllo di qualità in corso d'opera del Database Topografico della Provincia di Milano Prof.Livio Pinto Ing. Daniele Passoni Milano, 28.1.2010 INTRODUZIONE (1/2) Un DataBase Topografico

Dettagli

Implementazione ed ottimizzazione di algoritmi di processamento radargrammetrico ed interferometrico per la produzione di DEM da immagini COSMO SkyMed

Implementazione ed ottimizzazione di algoritmi di processamento radargrammetrico ed interferometrico per la produzione di DEM da immagini COSMO SkyMed Implementazione ed ottimizzazione di algoritmi di processamento radargrammetrico ed interferometrico per la produzione di DEM da immagini COSMO SkyMed AGENZIA SPAZIALE ITALIANA BANDO PERIODICO RISERVATO

Dettagli

Domenico Longhi. Le Iniziative delle Regioni per l Informazione Territoriale

Domenico Longhi. Le Iniziative delle Regioni per l Informazione Territoriale Le Iniziative delle Regioni per l Informazione Territoriale Dalla Rappresentazione del Territorio alla Infrastruttura di Dati Geografici nelle Regioni Italiane Fase 1 La rappresentazione del territorio

Dettagli

CARTOGRAFIA NUMERICA

CARTOGRAFIA NUMERICA CARTOGRAFIA NUMERICA Sommario contenuti: 1. CARTOGRAFIA TRADIZIONALE E CARTOGRAFIA NUMERICA 2. FORMATI DELLA CARTOGRAFIA NUMERICA 3. ESEMPI DI CARTE NUMERICHE 4. MODELLI DIGITALI DEL TERRENO 5. RILEVAMENTI

Dettagli

Monitoraggio a scala regionale: l impiego dei GIS e dei DGPS

Monitoraggio a scala regionale: l impiego dei GIS e dei DGPS Monitoraggio a scala regionale: l impiego dei GIS e dei DGPS Augusto Screpanti ACS - ENEA augusto.screpanti@enea.it Rilevare e Rappresentare Rilevare il territorio attività di campagna come Rilievi geologici

Dettagli

PROGETTO FORMAZIONE OPERATORI GEOMATICI

PROGETTO FORMAZIONE OPERATORI GEOMATICI La Topografia è sempre stata una materia di primaria importanza per i Geometri. Adesso che la materia si evolve verso la Geomatica, le esigenze formative si fanno ancora più evidenti e pressanti, infatti

Dettagli

SINTESI DI PROGETTO PREMESSA : Created with novapdf Printer (www.novapdf.com). Please register to remove this message.

SINTESI DI PROGETTO PREMESSA : Created with novapdf Printer (www.novapdf.com). Please register to remove this message. REALIZZAZIONE DI UNA RETE GPS PER LA FORMAZIONE DI UN DATUM GEODETICO LOCALE E TRASFORMAZIONI DI COORDINATE PER APPLICAZIONI CARTOGRAFICHE E TOPOGRAFICHE SINTESI DI PROGETTO PREMESSA : Il progetto nasce

Dettagli

1. PREMESSA... 3 2. MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL RILIEVO... 4. 2.1 Area industriale AFP (Area A)... 5. 2.2 Area Lama Castello (Aree B)...

1. PREMESSA... 3 2. MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL RILIEVO... 4. 2.1 Area industriale AFP (Area A)... 5. 2.2 Area Lama Castello (Aree B)... SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL RILIEVO... 4 2.1 Area industriale AFP (Area A)... 5 2.2 Area Lama Castello (Aree B)... 6 2.3 L area destinata ad insediamento residenziale C3 (Area

Dettagli

3 La cartografia ufficiale italiana

3 La cartografia ufficiale italiana Topografia, Cartografia e GIS Prof. Carlo Bisci Modulo Topografia e Cartografia (6 CFU) 3 La cartografia ufficiale italiana Per fare cartografia è necessario fissare: il sistema di riferimento (datum):

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DECRETO 10 novembre 2011 Regole tecniche per la formazione, la documentazione e lo scambio di ortofoto digitali alla scala nominale 1:10000. (Gazzetta Ufficiale n.

Dettagli

Vittorio Casella. Laboratorio di Geomatica - DICAR Università di Pavia email: vittorio.casella@unipv.it

Vittorio Casella. Laboratorio di Geomatica - DICAR Università di Pavia email: vittorio.casella@unipv.it Vittorio Casella Laboratorio di Geomatica - DICAR Università di Pavia email: vittorio.casella@unipv.it L'impiego dei droni per lo svolgimento delle attività professionali. Qualità e affidabilità delle

Dettagli

Conversione coordinate Sistema Informativo Territoriale Regionale e Infrastruttura di Dati Territoriale (SITR-IDT)

Conversione coordinate Sistema Informativo Territoriale Regionale e Infrastruttura di Dati Territoriale (SITR-IDT) Conversione coordinate Sistema Informativo Territoriale Regionale e Infrastruttura di Dati Territoriale (SITR-IDT) Indice 1. Le trasformazioni di coordinate... 3 1.1 Coordinate massime e minime ammesse

Dettagli

1. PREMESSA 3. 2. DOTAZIONE TECNICA 4. Strumenti satellitare GPS TRIMBLE 5700-5800 a doppia frequenza 4. Stazione totale elettronica TRIMBLE 5600 4

1. PREMESSA 3. 2. DOTAZIONE TECNICA 4. Strumenti satellitare GPS TRIMBLE 5700-5800 a doppia frequenza 4. Stazione totale elettronica TRIMBLE 5600 4 SOMMARIO 1. PREMESSA 3 2. DOTAZIONE TECNICA 4. Strumenti satellitare GPS TRIMBLE 5700-5800 a doppia frequenza 4. Stazione totale elettronica TRIMBLE 5600 4 3. INTRODUZIONE METODOLOGICA 5 4. ANALISI METODOLOGICA

Dettagli

SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE

SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE ASSESSORATO ENTI LOCALI FINANZE ED URBANISTICA Direzione generale della pianificazione territoriale urbanistica e della vigilanza edilizia S E T T O R E SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE

Dettagli

Specifiche Tecniche aerofotogrammetriche per la realizzazione del Data base topografico alle scale 1:5.000 e 1:10.000

Specifiche Tecniche aerofotogrammetriche per la realizzazione del Data base topografico alle scale 1:5.000 e 1:10.000 Specifiche Tecniche aerofotogrammetriche per la realizzazione del Data base topografico alle scale 1:5.000 e 1:10.000 Versione 3.0 Dicembre 2007 1 ASPETTI GENERALI 1.1 PREMESSA Le presenti specifiche tecniche

Dettagli

METODOLOGIE AUTOMATICHE NELL ELABORAZIONE DI IMMAGINI SATELLITARI STEREOSCOPICHE AD ALTA RISOLUZIONE PER APPLICAZIONI INGEGNERISTICHE

METODOLOGIE AUTOMATICHE NELL ELABORAZIONE DI IMMAGINI SATELLITARI STEREOSCOPICHE AD ALTA RISOLUZIONE PER APPLICAZIONI INGEGNERISTICHE METODOLOGIE AUTOMATICHE NELL ELABORAZIONE DI IMMAGINI SATELLITARI STEREOSCOPICHE AD ALTA RISOLUZIONE PER APPLICAZIONI INGEGNERISTICHE R. Brigante Università di Perugia Dipartimento di Ingegneria Civile

Dettagli

ORTOIMMAGINI E MODELLI ALTIMETRICI A GRANDE SCALA

ORTOIMMAGINI E MODELLI ALTIMETRICI A GRANDE SCALA ORTOIMMAGINI E MODELLI ALTIMETRICI A GRANDE SCALA LINEE GUIDA Mariia Anttoniia BROVELLII Allbertto CIINA Mattttiia CRESPII Andrea LIINGUA Ambrogiio MANZIINO Luiigii GARRETTII CISIS Centro Interregionale

Dettagli

RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO

RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO Corsi di Laurea in: - Gestione tecnica del territorio agroforestale e Sviluppo rurale - Scienze forestali e ambientali - Costruzioni rurali e Topografia RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO 5. Fotogrammetria

Dettagli

LE FOTOGRAFIE AEREE. Sistema Informativo Territoriale: repertorio cartografico e banche dati territoriali

LE FOTOGRAFIE AEREE. Sistema Informativo Territoriale: repertorio cartografico e banche dati territoriali 8 10 12 14 16 18 20 22 24 26 LE FOTOGRAFIE AEREE La Regione Lombardia ha realizzato nel corso degli anni una serie di riprese aeree del proprio territorio utilizzate per la produzione e l aggiornamento

Dettagli

Dati utili. Corso di TOPOGRAFIA

Dati utili. Corso di TOPOGRAFIA Dati utili Corso di Laurea in Ingegneria Civile, dell Ambiente e del Territorio Facoltà di Ingegneria Corso di TOPOGRAFIA Docente: E-mail: Andrea PIEMONTE andrea.piemonte @ dic.unipi.it Sito WEB: http:

Dettagli

Come si orienta un blocco fotogrammetrico

Come si orienta un blocco fotogrammetrico Come si orienta un blocco fotogrammetrico Marica Franzini DICAR Università degli Studi di Pavia Marica Franzini DRONITALY 25-26 settembre 2015 Milano - Pag. 1 a 45 La misura fotogrammetrica La misura fotogrammetrica

Dettagli

Come si assegnano le coordinate?

Come si assegnano le coordinate? Come si assegnano le coordinate? Ma come vengono assegnate le coordinate ad una mappa?. Mappa di nuova produzione definisco all inizio il sistema di coordinate. Mappa già esistente ma non riferita ad sistema

Dettagli

Carabinieri per la Tutela dell Ambiente Nucleo Operativo Ecologico di Trento

Carabinieri per la Tutela dell Ambiente Nucleo Operativo Ecologico di Trento Carabinieri per la Tutela dell Ambiente Nucleo Operativo Ecologico di Trento DALL EMERGENZA DELLE BONIFICHE AD UNA GESTIONE CONSAPEVOLE DEL TERRITORIO Trento 3 4 luglio 2008 a cura di: Carlo Bellini Maresciallo

Dettagli

Utilizzare i Dati Telerilevati per un Monitoraggio efficiente dei Raccolti

Utilizzare i Dati Telerilevati per un Monitoraggio efficiente dei Raccolti Utilizzare i Dati Telerilevati per un Monitoraggio efficiente dei Raccolti Ottieni di più dalle immagini Case study - Introduzione di dati telerilevati per ridurre i costi e e aumentare l efficienza nella

Dettagli

Elementi di cartografia: La lettura del territorio. Robbio, 9 Febbraio 2013 Tiziano Cattaneo Legambiente Lombardia

Elementi di cartografia: La lettura del territorio. Robbio, 9 Febbraio 2013 Tiziano Cattaneo Legambiente Lombardia Elementi di cartografia: La lettura del territorio Robbio, 9 Febbraio 2013 Tiziano Cattaneo Legambiente Lombardia Cenni storici Tavoletta di Nippur, 1500 A.C. Cenni storici Carta di Anassimandro, 550 A.C.

Dettagli

INDICE. Appalto per l esecuzione di interventi di potenziamento dei servizi geomatici e telematici del Centro Cartografico Regionale di Lamezia Terme

INDICE. Appalto per l esecuzione di interventi di potenziamento dei servizi geomatici e telematici del Centro Cartografico Regionale di Lamezia Terme Regione Calabria APPALTO PER L ESECUZIONE DI INTERVENTI DI POTENZIAMENTO DEI SERVIZI GEOMATICI E TELEMATICI DEL CENTRO CARTOGRAFICO REGIONALE DI LAMEZIA TERME 1. Rete di raffittimento geodetico regionale

Dettagli

www.epsilon-italia.ititalia.it

www.epsilon-italia.ititalia.it Provincia di Cosenza Settore Programmazione e Gestione Territoriale SIPITEC2 - Sistema Informativo Territoriale per la Gestione del P.T.C.P. www.epsilon-italia.ititalia.it MACRO ARGOMENTI Che cos è un

Dettagli

TESI IN GEOMORFOLOGIA

TESI IN GEOMORFOLOGIA FACOLTÀ DI SCIENZE MM.FF.NN. DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA E GEOAMBIENTALI Corso di Laurea Magistrale in Scienze Geologiche A.A. 2010-2011 TESI IN GEOMORFOLOGIA ANALISI MULTITEMPORALE DELLA FRANOSITA,

Dettagli

RELAZIONE TOPOGRAFICA

RELAZIONE TOPOGRAFICA RELAZIONE TOPOGRAFICA La presente relazione riguarda il rilievo topografico eseguito con tecnica laser scanner della zona di Cava Rave della Foce situata nel Comune di Frontone (PU) svoltosi nei mesi di

Dettagli

Francesco Guerra * Indagini fotogrammetriche sui marginamenti dell Arsenale. Strumenti e modalità operative. Rilievo

Francesco Guerra * Indagini fotogrammetriche sui marginamenti dell Arsenale. Strumenti e modalità operative. Rilievo 31 Francesco Guerra * Indagini fotogrammetriche sui marginamenti dell Arsenale. Strumenti e modalità operative Il rilievo geometrico completo dei marginamenti dell Arsenale, commissionato a CIRCE nel 2001,

Dettagli

OSSERVAZIONE DELLA TERRA

OSSERVAZIONE DELLA TERRA OSSERVAZIONE DELLA TERRA Gestione del Territorio Monitoraggio Ambientale Prevenzione Rischi Naturali Le caratteristiche di unicità della Telespazio Telespazio ha sviluppato Servizi Applicativi che rispondono

Dettagli

dalla mappa al satellite

dalla mappa al satellite Di dalla mappa al satellite Ridotto Teatro Cagnoni Di il responsabile S.I.T. di il responsabile S.I.T. di Di sistemi informativi territoriali, varie definizioni e acronimi: S.I.T. - G.I.S. - Geographical

Dettagli

Gli standard regionali per l aggiornamento dei DBT e il collaudo delle attività di rilevo sul territorio

Gli standard regionali per l aggiornamento dei DBT e il collaudo delle attività di rilevo sul territorio I vantaggi del Data Base Topografico (DBT) per migliorare i rapporti tra cittadini, imprese, professionisti ed enti locali: Il Progetto Pilota nel Comune di Castelvisconti Gli standard regionali per l

Dettagli

- - - Versione del 15 gennaio 2008. Gruppo di lavoro:

- - - Versione del 15 gennaio 2008. Gruppo di lavoro: Regione del Veneto Università IUAV di Venezia I - - - U - - - A - - - V Progetto DTM Delta Po DTM Digitalia e DTM Laser-Scanner : ANALISII COMPARATA PER LA RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO CON ELEMENTII

Dettagli

COMPETENZE DISCIPLINARI DI BASE:

COMPETENZE DISCIPLINARI DI BASE: ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA - IVREA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015 2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI TOPOGRAFIA DOCENTE: GARAVANI MARINA CLASSE IV A CAT Il docente di Topografia concorre

Dettagli

Presentazione e curriculum professionale.

Presentazione e curriculum professionale. Presentazione e curriculum professionale. Paolo Gatti è un libero professionista che dal 1997 opera al servizio di Enti, public utilities e società private fornendo consulenza e servizi per l informatizzazione

Dettagli

Genova 22/24 settembre 2015

Genova 22/24 settembre 2015 Genova 22/24 settembre 2015 ELABORAZIONI DELLA C.T.R.: DTM E CARTE DERIVATE Rappresentazione della morfologia del territorio in Regione Liguria QUALCHE DEFINIZIONE DTM (Digital Terrain Model) o DEM (Digital

Dettagli

Relatore: Prof. Pier Luigi PAOLILLO. Co-relatore: Prof. Franco GUZZETTI

Relatore: Prof. Pier Luigi PAOLILLO. Co-relatore: Prof. Franco GUZZETTI L integrazione del Database Topografico di Regione Lombardia con i dati provenienti dagli archivi catastali: la determinazione delle aree di pertinenza Relatore: Prof. Pier Luigi PAOLILLO Co-relatore:

Dettagli

LA CARTOGRAFIA ITALIANA

LA CARTOGRAFIA ITALIANA LA CARTOGRAFIA ITALIANA ENTI CARTOGRAFICI ITALIANI che producono cartografia di base: I.G.M. - Istituto Geografico Militare Sede a Firenze Carta Topografica d Italia: VECCHIA PRODUZIONE 1:100.000 Fogli

Dettagli

Governo del Territorio:

Governo del Territorio: Governo del Territorio: PRS e DPEFR le risoluzione linee delle di azione criticità della nuova legge regionale per il Lo governo sviluppo del della territorio nuova attraverso legge il regionale coinvolgimento

Dettagli

Attività di telerilevamento e GIS svolte dal laboratorio LaMMA della Regione Toscana L. BOTTAI, F. MASELLI

Attività di telerilevamento e GIS svolte dal laboratorio LaMMA della Regione Toscana L. BOTTAI, F. MASELLI Attività di telerilevamento e GIS svolte dal laboratorio LaMMA della Regione Toscana L. BOTTAI, F. MASELLI In questo articolo vengono descritte alcune applicazioni operative basate sull elaborazione di

Dettagli

Domenico Longhi. Dalla Informazione Geografica alla Infrastruttura Geografica. Le attività delle Regioni

Domenico Longhi. Dalla Informazione Geografica alla Infrastruttura Geografica. Le attività delle Regioni Dalla Informazione Geografica alla Infrastruttura Geografica Le attività delle Regioni Il nuovo contesto EUROPA INSPIRE INfrastructure for SPatial InfoRmation in Europe Lo sviluppo dei sistemi informativi

Dettagli

Nota tecnica su metodologia specifica per la redazione delle mappe di pericolosità e di rischio da alluvione marina

Nota tecnica su metodologia specifica per la redazione delle mappe di pericolosità e di rischio da alluvione marina Nota tecnica su metodologia specifica per la redazione delle mappe di pericolosità e di rischio da alluvione marina A cura di: Geol. Parlani S., Ing. Piermattei L., Geol. Scalella G. PREMESSA Fino ad oggi

Dettagli

Sistemi Informativi Geografici

Sistemi Informativi Geografici Sistemi Informativi Geografici Introduzione ai dati geografici Alberto Belussi Anno accademico 2007-08 08 Sistemi Informativi Territoriali (SIT) o Geografici I Sistemi Informativi Territoriali (SIT) gestiscono

Dettagli

Aggiornamento speditivo della cartografia tecnica a media scala con l impiego di aereofoto e di immagini satellitari ad alta risoluzione.

Aggiornamento speditivo della cartografia tecnica a media scala con l impiego di aereofoto e di immagini satellitari ad alta risoluzione. Amministrazione Provinciale di Piacenza Dipartimento Politiche di Gestione del territorio e Tutela dell ambiente. UOA Monitoraggio delle risorse territoriali e ambientali. Loc. Gariga, 29027 Podenzano

Dettagli

Indice. Introduzione. Pag.1

Indice. Introduzione. Pag.1 AZIONE 2.D SITI PILOTA "SE DEGLACIALIZZATI" ETTORI METODII PER LA SORVEGLIIANZA DEII SETTORII A FORTE IINSTABIILIITÀ IIN AMBIIENT TE GLACIIALE CASII DII STUDIIO IIN PIIEMONTE E SCHEDE TECNICHE DI VALUTAZIONE

Dettagli

SOFTWARE TOPOGRAFICO MERIDIANA. Il software topografico da ufficio professionale

SOFTWARE TOPOGRAFICO MERIDIANA. Il software topografico da ufficio professionale MERIDIANA SOFTWARE TOPOGRAFICO Il software topografico da ufficio professionale Catasto Curve di livello Integrazione GPS e Stazione Totale Compensazione rigorosa Progettazione stradale CAD avanzato Post-processing

Dettagli

Aggiornamento speditivo dello stato di attuazione delle aree di espansione produttiva in provincia di Piacenza per mezzo di immagini Ikonos-PAN.

Aggiornamento speditivo dello stato di attuazione delle aree di espansione produttiva in provincia di Piacenza per mezzo di immagini Ikonos-PAN. Amministrazione Provinciale di Piacenza Area Programmazione territoriale Infrastrutture Ambiente Ufficio Staff Supporto alla Pianificazione e alla Progettazione Via Garibaldi 50, 29100 PIACENZA, tel. 0523/7951

Dettagli

Trasformazioni di sistemi di riferimento

Trasformazioni di sistemi di riferimento Trasformazioni di sistemi di riferimento Trasformazioni di sistemi di riferimento Paolo Zatelli Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento Paolo Zatelli Università di Trento 1

Dettagli

ELENCO TESI. 1a) 1992 Rilevamenti con sistemi satellitari: il problema del sistema di riferimento. (laureando: Gianluca Paggi)

ELENCO TESI. 1a) 1992 Rilevamenti con sistemi satellitari: il problema del sistema di riferimento. (laureando: Gianluca Paggi) ELENCO TESI 1a) 1992 Rilevamenti con sistemi satellitari: il problema del sistema di riferimento. (laureando: Gianluca Paggi) 1) 1993 Metodi fotogrammetrici terrestri di indagine geometrica nell'ingegneria

Dettagli

Telerilevamento. da immagini satellitari

Telerilevamento. da immagini satellitari Università Iuav di Venezia Facoltà di Pianificazione del Territorio Master di I livello in SIT&TLR Telerilevamento da immagini satellitari Relazione sulle attività effettuate durante il corso a.a. 2007/2008

Dettagli

WEBGIS e tecniche innovative di telerilevamento per la salvaguardia da rischi territoriali e ambientali

WEBGIS e tecniche innovative di telerilevamento per la salvaguardia da rischi territoriali e ambientali Progetto PRIN 2008 (Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca) Responsabile scientifico: Prof. Raffaele Santamaria Atti del Convegno WEBGIS e tecniche innovative di telerilevamento per

Dettagli

I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA

I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA OGGETTO : cenni sul seminario GPS del 24/09/2010 1) GNSS E PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO: IL sistema GPS (ovvero Global Positioning System) è un sistema di posizionamento globale

Dettagli

Specifiche Tecniche per l aggiornamento di cartografie numeriche ed il loro adeguamento al Data base topografico

Specifiche Tecniche per l aggiornamento di cartografie numeriche ed il loro adeguamento al Data base topografico Specifiche Tecniche per l aggiornamento di cartografie numeriche ed il loro adeguamento al Data base topografico Versione 2.0 Dicembre 2007 1 PREMESSA Le presenti specifiche tecniche hanno lo scopo di

Dettagli

Monitoraggio ed analisi delle dinamiche dei litorali costieri mediante dati telerilevati ad alta ed altissima risoluzione spaziale

Monitoraggio ed analisi delle dinamiche dei litorali costieri mediante dati telerilevati ad alta ed altissima risoluzione spaziale Monitoraggio ed analisi delle dinamiche dei litorali costieri mediante dati telerilevati ad alta ed altissima risoluzione spaziale Ing. Nicomino Fiscante Pisa, 13 febbraio 2015 SIGIEC Sistema di Gestione

Dettagli

Progetto di aggiornamento delle informazioni di uso del suolo del Sistema Informativo Agricolo Nazionale

Progetto di aggiornamento delle informazioni di uso del suolo del Sistema Informativo Agricolo Nazionale Progetto di aggiornamento delle informazioni di uso del suolo del Sistema Informativo Agricolo Nazionale 1 Refresh eleggibilità Introduzione Il Progetto Refresh eleggibilità Definizione di appezzamento

Dettagli

LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DI EMERGENZA FASE: SMASSAMENTO CUMULI RILIEVO TOPOGRAFICO LST (LASER SCANNER TERRESTRE) COMUNE DI ADELFIA (BA)

LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DI EMERGENZA FASE: SMASSAMENTO CUMULI RILIEVO TOPOGRAFICO LST (LASER SCANNER TERRESTRE) COMUNE DI ADELFIA (BA) Via G. De Marinis, 13 70131 (ITALY) e mail: info@geotek rilievi.com web: www.geotek rilievi.com COMUNE DI ADELFIA (BA) LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DI EMERGENZA DELLO STABILIMENTO EX SAPA FASE: SMASSAMENTO

Dettagli

COLLABORAZIONE TRA AGEA E REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA DEFINIZIONE, REALIZZAZIONE E VALIDAZIONE DI ORTOFOTO MULTIFUNZIONE

COLLABORAZIONE TRA AGEA E REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA DEFINIZIONE, REALIZZAZIONE E VALIDAZIONE DI ORTOFOTO MULTIFUNZIONE COLLABORAZIONE TRA AGEA E REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA DEFINIZIONE, REALIZZAZIONE E VALIDAZIONE DI ORTOFOTO MULTIFUNZIONE Giulio MONALDI (*), Fabio VOLPE (**), Livio ROSSI (**), Pietro PIRREDDA (**),

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER L'USO DEL DATABASE TOPOGRAFICO DI REGIONE LOMBARDIA ATTRAVERSO IL GIS OPEN SOURCE gvsig

MANUALE OPERATIVO PER L'USO DEL DATABASE TOPOGRAFICO DI REGIONE LOMBARDIA ATTRAVERSO IL GIS OPEN SOURCE gvsig Politecnico di Milano Dipartimento di Architettura e Pianificazione Laboratorio Analisi Dati e Cartografia Dipartimento BEST Building Environment Science & Technology MANUALE OPERATIVO PER L'USO DEL DATABASE

Dettagli

Programma del corso di Tecniche di Telerilevamento (Prof. P. Ciavola)

Programma del corso di Tecniche di Telerilevamento (Prof. P. Ciavola) Programma del corso di Tecniche di Telerilevamento (Prof. P. Ciavola) Concetti fondamentali sul Telerilevamento. Sensori e sistemi di telerilevamento: le caratteristiche dell'oggetto e dell'immagine. Le

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ADEGUAMENTO DEI PIANI URBANISTICI COMUNALI AL PPR E AL PAI

LINEE GUIDA PER L ADEGUAMENTO DEI PIANI URBANISTICI COMUNALI AL PPR E AL PAI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA DIREZIONE GENERALE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TERRITORIALE E DELLA VIGILANZA EDILIZIA UFFICIO DEL PIANO MINISTERO

Dettagli

La condivisione delle basi dei dati catastali tra Agenzia delle Entrate e Regione Lombardia

La condivisione delle basi dei dati catastali tra Agenzia delle Entrate e Regione Lombardia Workshop Programma strategico per lo sviluppo del Sistema Informativo Territoriale Integrato 2013-2018 La condivisione delle basi dei dati catastali tra Agenzia delle Entrate e Regione Lombardia Milano,

Dettagli

Valutazioni metriche di piattaforme UAV per rilievi e modellazioni 3D

Valutazioni metriche di piattaforme UAV per rilievi e modellazioni 3D Valutazioni metriche di piattaforme UAV per rilievi e modellazioni 3D M. Lo Brutto, A. Garraffa Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) Università di Palermo

Dettagli

La rappresentazione convenzionale in architettura necessita di una proiezione ortogonale

La rappresentazione convenzionale in architettura necessita di una proiezione ortogonale L immagine fotografica è una proiezione centrale La rappresentazione convenzionale in architettura necessita di una proiezione ortogonale Nei casi in cui l'oggetto del rilievo si possa considerare definito

Dettagli

GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS

GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS GPS GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS GPS Global Positioning System è costituito da una costellazione di satelliti NAVSTAR

Dettagli

RILIEVO FOTOGRAMMETRICO 3D CON IMMAGINI DIGITALI ACQUISITE CON DRONE E GOPRO

RILIEVO FOTOGRAMMETRICO 3D CON IMMAGINI DIGITALI ACQUISITE CON DRONE E GOPRO RILIEVO FOTOGRAMMETRICO 3D CON IMMAGINI DIGITALI ACQUISITE CON DRONE E GOPRO PRINCIPI TEORICI La fotogrammetria è una tecnica di rilievo che permette di ottenere dati metrici di un qualsiasi oggetto (forma

Dettagli

Scansione georiferita da Piacenza a Modena spea

Scansione georiferita da Piacenza a Modena spea Scansione georiferita da Piacenza a Modena spea autostrade ingegneria europea Rilievi Laser Scansione georiferita da Piacenza a Modena SPEA HA VERIFICATO, IN VIA SPERIMENTALE, IL SISTEMA LYNX MOBILE MAPPER

Dettagli

Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale

Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale Primo Corso Regionale in Lombardia su Servizi GPS di Posizionamento per il Territorio e il Catasto Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale Giovedì 16 Febbraio 2006 prof.. Giorgio Vassena Schema

Dettagli

PROGETTO FORMAZIONE OPERATORI GEOMATICI

PROGETTO FORMAZIONE OPERATORI GEOMATICI La topografia è una materia di primaria importanza per noi geometri e troppo spesso è sottovalutata e poco approfindita da tutti noi che preferiamo dedicarci ad altri ambiti professionali, convinti che

Dettagli

Il ruolo del rilevamento a distanza nell interpretazione dell evoluzione geomorfologica di un area costiera

Il ruolo del rilevamento a distanza nell interpretazione dell evoluzione geomorfologica di un area costiera Il ruolo del rilevamento a distanza nell interpretazione dell evoluzione geomorfologica di un area costiera Vantaggi delle foto verticali La scala è uniforme in tutta la foto Si possono determinare angoli

Dettagli

Metodi di Posizionamento

Metodi di Posizionamento Metodi di Posizionamento Modi di posizionamento Determinazione di una posizione mediante GPS dipende: Accuratezza del dato ricercato Tipo di ricettore GPS Modi: Posizionamento assoluto Posizionamento relativo

Dettagli

Bologna, aprile 2010. Rudj Maria Todaro

Bologna, aprile 2010. Rudj Maria Todaro Bologna, aprile 2010 RAMSES Il rilievo altimetrico della pavimentazione di Venezia Rudj Maria Todaro 1. Obbiettivi i di progetto 2. Il lavoro svolto 3. Risultati Conseguiti Ramses - Obbiettivi di progetto

Dettagli

COORDINATE E DATUM. Nella geodesia moderna è molto spesso necessario saper eseguire TRASFORMAZIONI:

COORDINATE E DATUM. Nella geodesia moderna è molto spesso necessario saper eseguire TRASFORMAZIONI: COORDINATE E DATUM Viene detta GEOREFERENZIAZIONE la determinazione della posizione di un punto appartenente alla superficie terrestre (o situato in prossimità di essa) La posizione viene espressa mediante

Dettagli

Funzionalità e servizi integrativi: il software Ferens e il geoide regionale

Funzionalità e servizi integrativi: il software Ferens e il geoide regionale DIREZIONE AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE Servizio Informatico/Informativo: geografico ambientale e territoriale Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria DICA - Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

GNSS DAL GPS AL PER LA

GNSS DAL GPS AL PER LA Alberto Cina DAL GPS AL GNSS (Global Navigation Satellite System) PER LA GEOMATICAA I siti internet citati sono stati visitati nel febbraio 2014 In copertina: misure GNSS su ghiacciaio, in Valle d Aosta

Dettagli

Allegato 3 al Capitolato Tecnico

Allegato 3 al Capitolato Tecnico Allegato 3 al Capitolato Tecnico Specifica tecnica per la produzione di ortofoto in scala 1:5000, mediante riprese aerofotogrammetriche a colori e NIR con risoluzione pixel 20 cm e loro orientamento Bozza

Dettagli

I servizi di posizionamento di precisione a supporto della gestione del territorio: la rete RESNAP-GPS e sue possibili applicazioni

I servizi di posizionamento di precisione a supporto della gestione del territorio: la rete RESNAP-GPS e sue possibili applicazioni I servizi di posizionamento di precisione a supporto della gestione del territorio: la rete RESNAP-GPS e sue possibili applicazioni M. Crespi, V. Baiocchi, A. Mazzoni, G. Reina Area di Geodesia e Geomatica

Dettagli

L aggiornamento della Carta dell Uso del Suolo della Regione Sardegna

L aggiornamento della Carta dell Uso del Suolo della Regione Sardegna L aggiornamento della Carta dell Uso del Suolo della Regione Sardegna Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale e della Vigilanza

Dettagli

- Livello elettronico di precisione - Stazione informatizzata robotizzata di altissima precisione

- Livello elettronico di precisione - Stazione informatizzata robotizzata di altissima precisione PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DEL MONITORAGGIO TOPOGRAFICO E GEOTECNICO DEL COSTRUENDO NUOVO CENTRO CONGRESSI ITALIA LA NUVOLA DI FUKSAS NEL QUARTIERE EUR DI ROMA II parte Ing. RICCI Paolo * Geom. BRILLANTE

Dettagli

Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna

Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna 1 Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna L informazione territoriale regionale, i servizi, le attività e i progetti in corso o conclusi nel 2008. 2 Introduzione La Regione Autonoma

Dettagli

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Forestello Luca - Niccoli Tommaso - Sistema Informativo Ambientale AT01 http://webgis.arpa.piemonte.it e-mail:

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus. Versione 1 Febbraio 2007

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus. Versione 1 Febbraio 2007 EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus Versione 1 Febbraio 2007 Versione 1 Febbraio 2007 ECDL GIS Programma di certificazione 1. A chi si rivolge La certificazione ECDL

Dettagli