Il Progetto ASI PRIMI. PRogetto pilota Inquinamento Marino da Idrocarburi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Progetto ASI PRIMI. PRogetto pilota Inquinamento Marino da Idrocarburi"

Transcript

1 Il Progetto ASI PRIMI PRogetto pilota Inquinamento Marino da Idrocarburi

2 Nonostante la protezione dell ambiente marino sia di interesse internazionale primario, lo scarico illegale di idrocarburi a mare continua a rappresentare una grave minaccia all ecosistema marino, specie per gli ambienti costieri dove il degrado ambientale può avere concrete conseguenze sulle attività economiche. Il sistema PRIMI Il sistema sviluppato dal Progetto PRIMI presenta alcuni elementi di forte innovazione, essendo il primo sistema operativo a: integrare le osservazioni satellitari (utilizzando sia dati SAR che ottici) di rilascio di idrocarburi in mare con la previsione della loro dispersione fornita da modelli numerici individuare la presenza di idrocarburi in mare e le loro caratteristiche (tipo di idrocarburo, volume ed età della macchia) utilizzando dati SAR di COSMO-SkyMed, ERS, ENVISAT, RADARSAT ed ALOS monitorare gli eventi di inquinamento da idrocarburi utilizzando i dati satellitari Ottici (MODIS, MERIS) e classificando le macchie di petrolio in modo automatico produrre automaticamente le previsioni per la dispersione degli idrocarburi per le 72 ore successive alla loro individuazione da satellite monitorare i Mari Italiani e, più in generale l intero Mediterraneo, con la maggiore frequenza possibile, grazie all uso combinato di più satelliti produrre automaticamente rapporti per gli utenti tramite il Portale Utente (http://vlbiop.mt.asi.it) e dare accesso a cataloghi e archivi degli eventi di inquinamento osservati anche durante la pre-operatività di PRIMI fornire mappe mensili di probabilità di dispersione di rilascio di idrocarburi lungo le rotte delle petroliere nel Mar Mediterraneo In questo ambito, il PRogetto pilota Inquinamento Marino da Idrocarburi (PRIMI), una delle iniziative dell Agenzia Spaziale Italiana (ASI) per la gestione del rischio ambientale, ha sviluppato un sistema pre-operativo di monitoraggio dell inquinamento da idrocarburi nei mari italiani. PRIMI ha sviluppato un sistema modulare per la sorveglianza continua dell inquinamento marino da idrocarburi e per la previsione del rilascio di tali inquinanti, al fine di consentire l organizzazione delle misure di contenimento del danno e le azioni di recupero. Architettura del sistema e flusso operativo L attivazione del sistema è basata sulla disponibilità dei dati: quando un dato satellitare (SAR o OTTICO) è disponibile presso il ground segment (dati EO), il sistema lo acquisisce automaticamente, lo processa per individuare l eventuale presenza di eventi di inquinamento nell immagine e genera un rapporto sia per gli utenti (trasmesso tramite ) che per il modulo Previsione. Ricevuto il rapporto, il modulo Previsione acquisisce i dati meteo-marini per l inizializzazione dei modelli numerici e produce una previsione dello spostamento degli idrocarburi inquinanti per le 72 ore successive all avvistamento satellitare, genera un rapporto di previsione e lo invia agli utenti via . I dati satellitari, i dati meteo-marini, le previsioni e i rapporti sono archiviati (modulo Archivio) e sono resi disponibili tramite il Portale Utente (User Interface I/F). Dati EO SAR (Full Resolution + Quicklook) OTTICO Dati Meteo-marini PREVISIONE ARCHIVIO + I/F Mail Server Report Utenti Portale Utenti

3 Il modulo SAR 1) Acquisizione e processamento immagini giornaliere sul Mar Mediterraneo disponibili dai ground segment (CNM, ESA) dei sensori SAR dei satelliti COSMO-SkyMed, ERS, ENVISAT Immagine SAR acquisita (COSMO-SkyMed 7 Agosto 2009 ore 04:58, Mar Tirreno) 2) Individuazione rilasci di idrocarburi nelle immagini tramite versione migliorata del SW OSAD sviluppata da UNIPO e ingegnerizzata da INNOVA S.r.l. Il modulo SAR individua strutture sulla superficie del mare come possibili macchie di idrocarburi in immagini SAR dei satelliti COSMO-SkyMed, ERS, ENVISAT, RADARSAT e ALOS mediante un metodo di classificazione statistica che assegna a ciascuna struttura una probabilità (score) di essere effettivamente un rilascio di idrocarburi e una stima della sua posizione, estensione, tempo di permanenza a mare (età), composizione e quantità di idrocarburo rilasciato. Inoltre il modulo fornisce i campi di vento superficiale e di moto ondoso (immagini di sensori in Banda C) e la posizione di imbarcazioni nella scena satellitare (ship detection). Infine le informazioni sui rilasci di idrocarburi vengono inserite in un rapporto che viene inviato agli utenti e al modulo Previsione. 4) Produzione report sui rilasci di idrocarburi individuati due ore dopo la disponibilità delle immagini dai ground segment. Invio report rilasci di idrocarburo individuati a utenti finali (per pre-allerta utenti) e a modulo Previsione per revisione spostamento del rilascio di idrocarburi. Classificazione rilasci di idrocarburi su immagine acquisita (COSMO-SkyMed 7 Agosto 2009 ore UTC 04:58, Mar Tirreno) 3) Classificazione delle macchie individuate con stima di un fattore di probabilità che si tratti effettivamente di rilasci di idrocarburi Individuazione navi da SAR (COSMO-SkyMed 15 Marzo 2008 ore UTC 10:13) Rapporto (estratto) di un evento di inquinamento (COSMO-SkyMed 7 Agosto 2009 ore 4:58, Mar Tirreno meridionale) Calcolo campo di vento e moto ondoso e ship detection da immagine SAR

4 Il modulo OTTICO Il modulo Ottico individua i possibili eventi di inquinamento da idrocarburo in immagini MODIS TERRA, MODIS AQUA e MERIS. L individuazione viene effettuata da un algoritmo di clustering che opera sulle immagini di riflettanza al top dell atmosfera da cui è stato sottratto il segnale atmosferico (riflettanze modulate dallo scattering di Rayleigh e degli aerosol) e oceanografico (riflettanze modulate da presenza di fitoplancton e materiale in sospensione in acqua), per meglio evidenziare il segnale residuo dovuto a cause non naturali, come un rilascio di idrocarburi. Le possibili macchie di idrocarburo individuate vengono poi classificate in base alle loro caratteristiche spettrali e geometriche come più o meno probabili versamenti mediante uno metodo statistico (score). Infine le informazioni sugli eventi di inquinamento vengono inserite in un rapporto che viene inviato agli utenti e al modulo previsione Immagine ottica acquisita (MERIS 6 Agosto 2008 ore UTC 09:50, Algeria) 1) Acquisizione e processamento immagini giornaliere sul Mar Mediterraneo disponibili dai ground segment (CNM, ESA, NASA) dei sensori MODIS e MERIS dei satelliti MODIS AQUA, MODIS TERRA ed ENVISAT 2) Individuazione rilasci di idrocarburi nelle immagini tramite SW sviluppato da CNR-ISAC e ingegnerizzato da FlyBy S.r.l. 4) Produzione report sui rilasci individuati due ore dopo la disponibilità delle immagini dai ground segment. Invio rapporto su gli eventi inquinanti individuati a utenti finali (per pre-allerta utenti) e a modulo Previsione per la previsione del loro spostamento Evidenziazione rilascio di idrocarburi in immagine ottica mediante rimozione segnale oceanografico ed atmosferico (MERIS 6 Agosto 2008) ore UTC 09:50, 3) Classificazione delle macchie di idrocarburo individuate con stima di un fattore di affidabilità (score) di classificazione Rapporto (estratto) classificazione di un evento di inquinamento (MERIS 6 Agosto 2008 ore UTC 09:50, Algeria) Classificazione macchia su immagine acquisita (MERIS 6 Agosto 2008 ore UTC 09:50, Algeria)

5 Il modulo PREVISIONE 1) Disponibilità giornaliera dei campi di velocità delle correnti marine e di vento resi disponibili dal Servizio Nazionale di Oceanografia Operativa (INGV, ENEA e CNR- IAMC) e dal Servizio Nazionale Meteorologico dell Aeronautica Il modulo Previsione fornisce la previsione, per le 72 ore successive all avvistamento satellitare, dello spostamento e trasformazione delle macchie di idrocarburi in modo automatico. Ogni giorno il modulo rende disponibili le previsioni oceanografiche dal Servizio Nazionale di Oceanografia Operativa del Mare Mediterraneo (MFS) e dei Mari Italiani (Mar Adriatico, Mar Tirreno, Canale di Sicilia) e i campi di vento dal Servizio Meteorologico dell Aeronautica Militare. Un modello di dispersione e trasformazione impiega i suddetti dati per effettuare le previsioni di spostamento delle macchie di inquinante rilevate da satellite, e può essere usato in maniera semi-automatica per cambiare i parametri incerti della previsione. Nel caso di grave emergenza, il modulo può richiedere le previsioni ad alta risoluzione nell area interessata dall evento, utilizzando un modello oceanografico rilocabile sulla zona inquinata. 3) Produzione della previsione del trasporto, dispersione e trasformazione della macchia di inquinante per le 72 ore successive all avvistamento da satellite Previsione della circolazione marina con modelli ad alta risoluzione del Servizio Nazionale di Oceanografia Operativa dei Mari Italiani (Mar Tirreno, Mare Adriatico, Canale di Sicilia) Il modello di trasporto e trasformazione delle macchie di inquinante è stato aggiornato per considerare le onde e le macchie con contorno estese rilevate da satellite e funziona in maniera automatica, in base al rilevamento satellitare 4) In caso di emergenza il Servizio Nazionale di Oceanografia Operativa dell INGV produce a richiesta campi di circolazione marina ad alta risoluzione nella regione interessata dall evento. Campo di correnti del Mare Mediterraneo messo a disposizione dal Servizio Nazionale di Oceanografia Operativa dell INGV 2) Ricezione dei rapporti di macchie di inquinanti individuati dai moduli SAR o Ottico e interfaccia con il modello di dispersione/trasformazione delle macchie di idrocarburo Rapporto del Modulo SAR in entrata al Modulo Previsione (ERS2, 21 Marzo 2010 ore UTC 21:32) Previsione della circolazione marina nella regione interessata da un rilascio di idrocarburi tramite modello rilocabile a 1-3 km di risoluzione. La previsione viene effettuata dopo alcune ore dalla richiesta di emergenza.

6 I dati e i rapporti utilizzati o prodotti dai moduli Ottico, SAR e Previsione vengono immagazzinati nel modulo Archivio e resi disponibili mediante l interfaccia utente PRIMI (http://vlbiop.mt.asi.it). A tal fine è stata utilizzata una tecnologia GML standard e modificata ad hoc per il sistema PRIMI. La collezione dei dati nel modulo Archivio avviene automaticamente sulla base di un monitoraggio continuo degli archivi locali dei vari moduli. Il Modulo Archivio e servizio WEB GIS L interfaccia utente utilizza un sistema web-gis per effettuare query sui dati archiviati, mediante filtri spaziali e temporali che gli consentono di selezionare gli eventi di inquinamento con le scene satellitari e previsioni associati. Campagna di validazione La campagna di validazione PRIMI, effettuata utilizzando la Nave Oceanografica del CNR Urania, ha avuto luogo nel Canale di Sicilia, una zona soggetta ad intenso traffico di petroliere. Il piano prevedeva la navigazione all interno delle zone di mare per cui erano previste acquisizioni di immagini satellitari permettendo una rapida verifica dell evento di inquinamento individuato. Nel corso della campagna sono stati individuati e verificati in situ numerosi rilasci di idrocarburi in mare risultanti presumibilmente dal lavaggio delle cisterne a bordo di navi petroliere, operazione illegale nel Mar Mediterraneo. Posizione macchia di idrocarburo in immagini da satellite (in giallo), nelle previsioni (in rosso) e sito rilevamento da nave Urania (in verde) Osservazione in sito della macchia (6 km dalla previsione) Previsione posizione macchia (15 hrs) Previsione posizione macchia (12 hrs) 1 osservazione satellitare (12 hrs) 2 osservazione satellitare Macchia di idrocarburo individuata sia con SAR ENVISAT che con MODIS TERRA (27 Agosto 2009 Stretto di Sicilia) Interfaccia utente, sviluppata da ACS s.r.l., con visualizzazione degli eventi di inquinamento nel Mediterraneo presenti nel catalogo ed un esempio di area d interesse selezionabile (rettangolo rosso) su sito Web-GIS PRIMI Campagna oceanografica (Nave CNR Urania ) 6 agosto 7 settembre I-SPHERE: Iridium lagrangian drifters 2- Rosette Water Sampler (24 bottles) & CTD 3- LIDAR 4- Radar in situ 5- ARGO lagrangian drifters 6- Drifter UNIBO 7- SATLANTIC optical profiler 8- XBT 7 8

7 Partnership PRIMI PRIMI è coordinato dalla società e-geos (consociata Telespazio/ASI) mentre il coordinamento delle attività di ricerca e sviluppo è affidato all Istituto di Scienze dell Atmosfera e del Clima del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Unità operativa di Roma). Partecipano al progetto enti pubblici e società private. La componente pubblica è composta da: Università del Piemonte Orientale, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) e gli istituti ISAC, ISMAR, IAMC e ISSIA del CNR. La componente privata è composta da: Advanced Computer Systems (ACS), Consorzio Innova S.r.l., FlyBy S.r.l. A cura di CNR-ISAC Design by:

Prima giornata di studio sulla GEOINFORMAZIONE Roma 11, aprile 2003

Prima giornata di studio sulla GEOINFORMAZIONE Roma 11, aprile 2003 GRS Charter Dottorato di Ricerca in GEOINFORMAZIONE AES Charter in collaborazione con Associazione Laureati in Ingegneria Università Tor Vergata Roma Prima giornata di studio sulla GEOINFORMAZIONE Roma

Dettagli

OCEANSAT Sistema satellitare per Il controllo delle correnti marine

OCEANSAT Sistema satellitare per Il controllo delle correnti marine OCEANSAT Sistema satellitare per Il controllo delle correnti marine BANDO PERIODICO RISERVATO ALLE P.M.I. BANDO TEMATICO N. 03 TLC e Applicazioni Integrate AREE DI INTERESSE ASI Prime Contractor: Fox Bit

Dettagli

OSSERVAZIONE DELLA TERRA

OSSERVAZIONE DELLA TERRA OSSERVAZIONE DELLA TERRA Gestione del Territorio Monitoraggio Ambientale Prevenzione Rischi Naturali Le caratteristiche di unicità della Telespazio Telespazio ha sviluppato Servizi Applicativi che rispondono

Dettagli

SISTEMA SEADARQ UNA BREVE DESCRIZIONE

SISTEMA SEADARQ UNA BREVE DESCRIZIONE SISTEMA SEADARQ UNA BREVE DESCRIZIONE SOMMARIO 1 - Introduzione... pag. 2 2 - Descrizione... pag. 3 3 - Rilevamento oil spill... pag. 8 4 - Piccole imbarcazioni... pag. 11 5 - Tratti costieri... pag. 12

Dettagli

Bollettino GNOO n.16 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 16 e Domenica 17 Aprile 2011

Bollettino GNOO n.16 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 16 e Domenica 17 Aprile 2011 Bollettino GNOO n.16 Previsione meteo, temperatura e correnti del mare per Sabato 16 e Domenica 17 Aprile 2011 Imagery 2011 TerraMetrics - Terms of Use Previsione meteo sull'italia e previsione di temperatura

Dettagli

Come funziona un Radar HF

Come funziona un Radar HF Come funziona un Radar HF Segnali Radio (onde elettromagnetiche) vengono trasmessi in direzione del mare e riflessi dalle onde marine. Lo Spettro Doppler dell eco viene analizzato per ricavare le mappe

Dettagli

Corso di Telerilevamento Lezione 3

Corso di Telerilevamento Lezione 3 Corso di Telerilevamento Lezione 3 Strumenti di ripresa Risoluzioni Satelliti per il telerilevamento Caratteri i una immagine digitale raster I valori relativi a ciascun pixel (DN = Digital Number) indicano

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE Dall ottico al radar. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo

CORSO DI FORMAZIONE Dall ottico al radar. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo Fornitura di Dati, Sistemi e Servizi per la Realizzazione del Sistema Informativo del Piano Straordinario

Dettagli

Introduzione al telerilevamento

Introduzione al telerilevamento Introduzione al telerilevamento Telerilevamento = Remote Sensing Acquisizione di informazioni su un oggetto mediante un sensore non in contatto con esso, ossia mediante misure delle variazioni dei campi

Dettagli

Il progetto di Potenziamento del Centro Nazionale Multimissione di Matera Ettore LOPINTO - ASI

Il progetto di Potenziamento del Centro Nazionale Multimissione di Matera Ettore LOPINTO - ASI Il progetto di Potenziamento del Centro Nazionale Multimissione di Matera Ettore LOPINTO - ASI ASI, Roma, 24 Gennaio 2011 1 I razionali SOMMARIO L attuale CNM Le attività previste La timeline e i dati

Dettagli

Sistema Integrato di MOnitoraggio:

Sistema Integrato di MOnitoraggio: Sistema Integrato di MOnitoraggio: applicato alla rete dei trasporto GAS SIMO Presentazione Progetto Angela Losurdo Geocart - Potenza TEAM PROPONENTE GEOCART srl Società di Servizi d Ingegneria Prime DIGIMAT

Dettagli

SOS-MT-Monitoring (SOil Slow MoTion Monitoring)

SOS-MT-Monitoring (SOil Slow MoTion Monitoring) 2 Bando Tematico riservato alle P.M.I. Osservazione della Terra SOS-MT-Monitoring (SOil Slow MoTion Monitoring) INNOVA Consorzio per l Informatica e la Telematica srl Dott. Antonio Valentino 13 luglio

Dettagli

Corso di Laurea di I livello (DM 270) in INFORMATICA (classe L-31, DM 47 - DM 1059) A.A. 2014/2015 Per gli studenti non a tempo pieno Attivato il I

Corso di Laurea di I livello (DM 270) in INFORMATICA (classe L-31, DM 47 - DM 1059) A.A. 2014/2015 Per gli studenti non a tempo pieno Attivato il I Corso di Laurea di I livello (DM 270) in INFORMATICA (classe L-31, DM 47 - DM 1059) Attivato il I anno I Anno - I Semestre S. S.D. CFU Matematica I MAT/05 9 Programmazione I e Laboratorio di Programmazione

Dettagli

Titolo: Il clima meteo-marino del bacino adriatico nel settore emiliano romagnolo

Titolo: Il clima meteo-marino del bacino adriatico nel settore emiliano romagnolo Titolo: Il clima meteo-marino del bacino adriatico nel settore emiliano romagnolo Anno di pubblicazione 2011 Rivista/Archivio Relazione di attività SGSS Autori documento Marco Deserti, Luisa Perini, Samantha

Dettagli

Il primo MODIS (Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer), integrato sul satellite. GIS Day 2006 Dal GIS al Geo-Web POLARIS, 22 Novembre 2006

Il primo MODIS (Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer), integrato sul satellite. GIS Day 2006 Dal GIS al Geo-Web POLARIS, 22 Novembre 2006 Il primo MODIS (Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer), integrato sul satellite TERRA, fu mandato in orbita il 18 dicembre 1999. Il 4 maggio 2002 fu lanciato il satellite AQUA con il secondo MODIS.

Dettagli

Rete Eni di monitoraggio della compattazione e della subsidenza

Rete Eni di monitoraggio della compattazione e della subsidenza Rete Eni di monitoraggio della compattazione e della subsidenza Ravenna, 15 marzo 2011 www.eni.it Subsidenza è un lento e progressivo abbassamento verticale del fondo di un bacino marino o di un'area continentale.

Dettagli

Il moto ondoso e l idrodinamica 3D come basi per la previsione della qualità delle acque e la gestione delle emergenze nel Mar Ligure

Il moto ondoso e l idrodinamica 3D come basi per la previsione della qualità delle acque e la gestione delle emergenze nel Mar Ligure Il moto ondoso e l idrodinamica 3D come basi per la previsione della qualità delle acque e la gestione delle emergenze nel Mar Ligure Andrea Pedroncini DHI Italia Origini e obiettivi della collaborazione

Dettagli

Comitato di pilotaggio Genova, 04 03 2011

Comitato di pilotaggio Genova, 04 03 2011 Programma di cooperazione transfrontaliera Italia /Francia Marittimo Programma cofinanziato con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2009-2013 Università degli Studi di Genova DICAT Comitato di pilotaggio

Dettagli

Haiti: l IREA-CNR ottiene una particolare misura degli spostamenti co-sismici utilizzando immagini COSMO ad alta risoluzione

Haiti: l IREA-CNR ottiene una particolare misura degli spostamenti co-sismici utilizzando immagini COSMO ad alta risoluzione Haiti: l IREA-CNR ottiene una particolare misura degli spostamenti co-sismici utilizzando immagini COSMO ad alta risoluzione A seguito del violento terremoto che ha colpito l isola di Haiti il 12 Gennaio

Dettagli

Senato - Commissione Territorio, Ambiente, Beni ambientali Audizione del Sottosegretario di Stato Giuseppe Pizza 22. febbraio 11

Senato - Commissione Territorio, Ambiente, Beni ambientali Audizione del Sottosegretario di Stato Giuseppe Pizza 22. febbraio 11 Senato - Commissione Territorio, Ambiente, Beni ambientali Audizione del Sottosegretario di Stato Giuseppe Pizza 22. febbraio 11 Oggetto: la capacità di osservazione della costellazione COSMO-SkyMed. Ringrazio

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

MISSION. Maritime Integrated Satellite System in an InterOperable service Network. Bando ASI N. 03 TLC e Applicazioni Integrate Roma, 25/07/2013

MISSION. Maritime Integrated Satellite System in an InterOperable service Network. Bando ASI N. 03 TLC e Applicazioni Integrate Roma, 25/07/2013 MISSION Maritime Integrated Satellite System in an InterOperable service Network 1 Bando ASI N. 03 TLC e Applicazioni Integrate Roma, 25/07/2013 Aziende Proponenti (1/2): ALI ALI - Aerospace Laboratory

Dettagli

Dalla meteorologia alle applicazioni ambientali, 25 anni di provata esperienza

Dalla meteorologia alle applicazioni ambientali, 25 anni di provata esperienza THALES ALENIA SPACE UNA GAMMA COMPLETA DI TECNOLOGIE PER L OSSERVAZIONE DELLA TERRA Leader mondiale nei satelliti meteorologici geostazionari, dalla provata esperienza nelle missioni di osservazione della

Dettagli

CENTRO EURO-MEDITERRANEO SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI Le principali attività di ricerca che riguardano Lecce e il territorio pugliese

CENTRO EURO-MEDITERRANEO SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI Le principali attività di ricerca che riguardano Lecce e il territorio pugliese Il CMCC in Puglia CENTRO EURO-MEDITERRANEO SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI Le principali attività di ricerca che riguardano Lecce e il territorio pugliese Il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici

Dettagli

Geo Sailing Tracks http://www.geost.it/

Geo Sailing Tracks http://www.geost.it/ Geo Sailing Tracks http://www.geost.it/ Sistema di gestione pratica, economica e sicura della flotta navale. Questa tecnologia rappresenta un sistema integrato che permette di conoscere, in ogni istante,

Dettagli

Monitoraggio continuo delle frane con tecnologia radar da satellite

Monitoraggio continuo delle frane con tecnologia radar da satellite Monitoraggio continuo delle frane con tecnologia radar da satellite Tool e applicazioni Cristoforo Abbattista Planetek Italia srl pkm026-441-1.0 GIT 2011 - Molfetta, 15 Giugno 2011 Il Gruppo Planetek Italia

Dettagli

L'alta risoluzione satellitare in supporto al Risk Management

L'alta risoluzione satellitare in supporto al Risk Management L'alta risoluzione satellitare in supporto al Risk Management Livio Rossi EURIMAGE S.p.A., Roma, Italia www.eurimage.com Introduzione Nell ambito delle attività operative per la gestione e la protezione

Dettagli

Oceanografia operativa e Tecnologie Informatiche per la sicurezza MArittima

Oceanografia operativa e Tecnologie Informatiche per la sicurezza MArittima Oceanografia operativa e Tecnologie Informatiche per la sicurezza MArittima Nadia Pinardi Gianandrea Mannarini Marina Calò Gemma Aiello Roberto Sorgente 1 Riepilogo Organizzato da Links Management and

Dettagli

Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente

Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente Presented by Paolo Bellofiore Telespazio Roma, 24 marzo 2011 CNR Piazzale A. Moro 7 Tecnologie satellitari Soluzione

Dettagli

Facoltà di Pianificazione del Territorio. Laboratori Tematici area Nuove Tecnologie e Informazione Territorio & Ambiente

Facoltà di Pianificazione del Territorio. Laboratori Tematici area Nuove Tecnologie e Informazione Territorio & Ambiente Facoltà di Pianificazione del Territorio Laboratori Tematici area Nuove Tecnologie e Informazione Territorio & Ambiente 07 ottobre 2008 LABORATORIO ELABORAZIONE DI IMMAGINI della Facoltà di Pianificazione

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI

TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE EDILIZIA TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER I

Dettagli

10 anni di vorticità nel Mediterraneo (2001-2010)

10 anni di vorticità nel Mediterraneo (2001-2010) GESTIONE INTEGRATA DELLE INFRASTRUTTURE PORTUALI AMALFI, 1 giugno 2012 Marine Strategy Framework Directive e Portualità Sostenibile Francesco Lalli 10 anni di vorticità nel Mediterraneo (2001-2010) Direttiva

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELL AMBIENTE MARINO E COSTIERO

PIANO DI TUTELA DELL AMBIENTE MARINO E COSTIERO PIANO DI TUTELA DELL AMBIENTE MARINO E COSTIERO AMBITO COSTIERO 08 Unità fisiografiche del Centa, Centa Sud e Maremola ART. 41 LEGGE REGIONALE N 20/2006 RELAZIONE SUL CLIMA ONDOSO AL LARGO (RO) 1 Indice

Dettagli

Ing. Fabio Nussio STA

Ing. Fabio Nussio STA Il progetto HEAVEN, suoi risultati e sviluppi della catena Traffico-Ambiente a Roma Ing. Fabio Nussio STA La S.T.A. S.p.A. ha partecipato in qualità di co-ordinatore e in collaborazione con il Dip. X del

Dettagli

Bando Periodico ASI riservato alle PMI Secondo Bando Tematico Osservazione della Terra. Progetto WHERE. World HEritage monitoring by Remote sensing

Bando Periodico ASI riservato alle PMI Secondo Bando Tematico Osservazione della Terra. Progetto WHERE. World HEritage monitoring by Remote sensing Bando Periodico ASI riservato alle PMI Secondo Bando Tematico Osservazione della Terra Progetto WHERE World HEritage monitoring by Remote sensing Realizzazione di un sistema per il monitoraggio Sistema

Dettagli

Premio Best Practice Patrimoni Pubblici 2010

Premio Best Practice Patrimoni Pubblici 2010 Progetto sperimentale per un servizio di monitoraggio integrato e e continuo della consistenza qualitativa della rete viaria della Benevento" Contesto patrimoniale quo ante Premio Best Practice Patrimoni

Dettagli

www.meteomed.it Meteomed HD Disponibili su App Store e Google Play Store per smartphone e tablet (in versione HD)

www.meteomed.it Meteomed HD Disponibili su App Store e Google Play Store per smartphone e tablet (in versione HD) www.meteomed.it Meteomed Meteomed HD Disponibili su App Store e Google Play Store per smartphone e tablet (in versione HD) LE TUE PREVISIONI METEO PERSONALI FREE E PREMIUM SINO A 10 GIORNI. DOVE VUOI,

Dettagli

Validazione del modello di circolazione Marina dello Stretto di Messina mediante dati acquisiti in situ

Validazione del modello di circolazione Marina dello Stretto di Messina mediante dati acquisiti in situ Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Validazione del modello di circolazione Marina dello Stretto di Messina mediante

Dettagli

Il sistema integrato Mar Ligure : l idrodinamica 3D come base per la previsione della qualità delle acque e la gestione delle emergenze

Il sistema integrato Mar Ligure : l idrodinamica 3D come base per la previsione della qualità delle acque e la gestione delle emergenze Il sistema integrato Mar Ligure : l idrodinamica 3D come base per la previsione della qualità delle acque e la gestione delle emergenze Rosella Bertolotto (ARPAL) Andrea Pedroncini (DHI Italia) Torino,

Dettagli

Sistema integrato per il. discariche con dati EO

Sistema integrato per il. discariche con dati EO Sistema integrato per il monitoraggio delle discariche con dati EO Contesto: Discariche in Italia Fonte: Corpo Forestale dello Stato Contesto: aree test Leareetest verranno sceltecon glienti che hanno

Dettagli

Analisi e validazione di una metodologia per il calcolo della batimetria costiera da immagini satellitari ad alta risoluzione

Analisi e validazione di una metodologia per il calcolo della batimetria costiera da immagini satellitari ad alta risoluzione Analisi e validazione di una metodologia per il calcolo della batimetria costiera da immagini satellitari ad alta risoluzione Linda CORUCCI (*), Andrea MASINI (**), Maurizio DEMARTE (***) (*) Dipartimento

Dettagli

SiHealth. Sensing & Intelligence for HealthCare

SiHealth. Sensing & Intelligence for HealthCare SiHealth Sensing & Intelligence for HealthCare sihealth: yes, healthy is now! SiHealth Sensing & Intelligence for HealthCare SOLUZIONI DI DIAGNOSTICA E DI TELEGESTIONE INTELLIGENTE DEI DATI CLINICI si

Dettagli

Gruppo di Telerilevamento

Gruppo di Telerilevamento Gruppo di Telerilevamento Presentazione delle attività ed aziende collaboranti Fabio Dell Acqua Cos è il telerilevamento Osservazione da lontano, senza contatto con l osservato Ovviamente, una definizione

Dettagli

Valutazione dei rischi legati all'ambiente nell'intorno della diga

Valutazione dei rischi legati all'ambiente nell'intorno della diga REPORT FINALE Valutazione dei rischi legati all'ambiente nell'intorno della diga Davide Damato Alessio Colombo Luca Lanteri Rocco Pispico Arpa Piemonte, DT Geologia e Dissesto geologia.dissesto@arpa.piemonte.it

Dettagli

CGS TFD. Raoul Grimoldi. Distribuzione Tempo/Frequenza. Antares Research Dept. CGS Compagnia Generale per lo Spazio, an OHB Technology Company

CGS TFD. Raoul Grimoldi. Distribuzione Tempo/Frequenza. Antares Research Dept. CGS Compagnia Generale per lo Spazio, an OHB Technology Company CGS TFD Distribuzione Tempo/Frequenza Raoul Grimoldi CGS Rami di attività della CGS, già Carlo Gavazzi Space S.p.A. Satelliti: sistemi chiavi-in-mano per missioni scientifiche e applicative, in particolare

Dettagli

allegato al Decreto n. 15/2006 N. assegni

allegato al Decreto n. 15/2006 N. assegni 2 3 Tematica Partecipazione al Programma Nazionale di Sviluppo, Integrazione e Circolarità del Patrimonio Informativo della Pubblica Amministrazione per assicurare l'interoperabilità e la cooperazione

Dettagli

UNA PIATTAFORMA PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE IN CLOUD Roberto Monsorno R. Monsorno

UNA PIATTAFORMA PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE IN CLOUD Roberto Monsorno R. Monsorno Institute for Applied Remote Sensing Technology for Environmental Monitoring UNA PIATTAFORMA PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE IN CLOUD Roberto Monsorno 1 Overview Introduzione EURAC Esperienza e Futuro Ground

Dettagli

Gestione Globale delle Risorse Mobili

Gestione Globale delle Risorse Mobili Gestione Globale delle Risorse Mobili Localizza e Controlla con un unica Soluzione La Tecnologia Qastrack è la soluzione Qascom per la localizzazione ed il monitoraggio remoto delle risorse mobili, siano

Dettagli

PRINCIPIO BASE DI FUNZIONAMENTO

PRINCIPIO BASE DI FUNZIONAMENTO Il sistema di supervisione permette di analizzare e controllare l insieme dei dati dell applicazione fotovoltaica utilizzando infrastrutture informatiche standard (PC con collegamento ad Internet). Complemento

Dettagli

Le prospettive di utilizzazione dei progetti spaziali europei per il territorio, i cittadini e le imprese

Le prospettive di utilizzazione dei progetti spaziali europei per il territorio, i cittadini e le imprese MARCO AIRAGHI, Deputato del Comitato per la valutazione delle scelte scientifiche e tecnologiche. Do ora la parola al direttor Giovanni Soccodato, Direttore delle strategie di Finmeccanica. GIOVANNI SOCCODATO,

Dettagli

Premessa. Presentazione

Premessa. Presentazione Premessa Nexera nasce come società del settore ICT, con una forte focalizzazione sulla ricerca tecnologica, e, sin dall inizio della sua attività, ha concentrato la propria attenzione al settore della

Dettagli

IL MONITORAGGIO SISMICO cosa è, a cosa serve

IL MONITORAGGIO SISMICO cosa è, a cosa serve Unione Comunale Valdera 20 Aprile 201 IL MONITORAGGIO SISMICO cosa è, a cosa serve Gilberto Saccorotti Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Pisa Fondazione Prato Ricerche Argomenti - I sistemi

Dettagli

1 2 3 4 5 6 7 8 9 La relazione tra le varie fasi di lotta agli incendi e le competenze di Fires. La linea tratteggiata che lega il programma fires con il monitoraggio, sta a ricordare che il monitoraggio

Dettagli

La soluzione web per Georeferenziare

La soluzione web per Georeferenziare La soluzione web per Georeferenziare contenuti e flussi di lavoro Georeferenzia qualsiasi contenuto Ideale per ogni tipo di workflow Semplifica gli iter aziendali Potenzialità ed applicazioni illimitate

Dettagli

10 anni di modellistica operativa di qualità dell'aria in Emilia-Romagna

10 anni di modellistica operativa di qualità dell'aria in Emilia-Romagna 10 anni di modellistica operativa di qualità dell'aria in Emilia-Romagna Michele Stortini, Giovanni Bonafè, Marco Deserti, Simona Maccaferri, Enrico Minguzzi, Antonella Morgillo Centro Tematico Regionale

Dettagli

LUM&N. LUx Management & maintainer

LUM&N. LUx Management & maintainer Il sistema di telecontrollo su onde radio per una smart city Illuminazione Pubblica Servizio pubblico che consiste nell illuminazione di spazi di libera circolazione. Generalmente è offerto dal Comune

Dettagli

Corso di Telerilevamento

Corso di Telerilevamento www.terrelogiche.com Corso di Telerilevamento Analisi di immagini acquisite da piattaforme satellitari ed aviotrasportate >> ROMA >> 15% di sconto per iscritti a ordini professionali, studenti, ricercatori

Dettagli

sara.martinelli@cmcc.com Sesso Femminile Data di nascita 10 agosto 1981 Nazionalità Italiana

sara.martinelli@cmcc.com Sesso Femminile Data di nascita 10 agosto 1981 Nazionalità Italiana Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Martinelli Sara sara.martinelli@cmcc.com Sesso Femminile Data di nascita 10 agosto 1981 Nazionalità Italiana POSIZIONE PER LA QUALE SI CONCORRE ESPERIENZA PROFESSIONALE

Dettagli

Acquisizioni 2005 da sensori satellitari ed aereotrasportati. Massimo Vincini CRAST - Università Cattolica del Sacro Cuore

Acquisizioni 2005 da sensori satellitari ed aereotrasportati. Massimo Vincini CRAST - Università Cattolica del Sacro Cuore Acquisizioni 2005 da sensori satellitari ed aereotrasportati Massimo Vincini CRAST - Università Cattolica del Sacro Cuore Attività generali le finalità del centro saranno perseguite mediante le seguenti

Dettagli

Rappresentazioni grafiche della Rete Sismica Permanente: Creazione di files kmz

Rappresentazioni grafiche della Rete Sismica Permanente: Creazione di files kmz Prot. int.n UFS 2005/008 Rappresentazioni grafiche della Rete Sismica Permanente: 1.Introduzione: Creazione di files kmz Graziano Larocca Come coordinatore del Gruppo RSP BB digitale satellitare, mi trovavo

Dettagli

Valutazione modellistica ricaduta al suolo delle emissioni dell impianto Rena Energia srl

Valutazione modellistica ricaduta al suolo delle emissioni dell impianto Rena Energia srl Valutazione modellistica ricaduta al suolo delle emissioni dell impianto Rena Energia srl Studio Settembre 2014 1 Pag / indice 3 / Premessa 4 / Descrizione della catena modellistica 6 / Lo scenario simulato

Dettagli

ALLEGATO TECNICO 2 ELENCO DEI PRODOTTI EROGABILI. Pagina 1 di 15

ALLEGATO TECNICO 2 ELENCO DEI PRODOTTI EROGABILI. Pagina 1 di 15 ALLEGATO TECNICO 2 ELENCO DEI PRODOTTI EROGABILI Pagina 1 di 15 Indice Matrice dei prodotti erogabili a supporto della pianificazione e monitoraggio delle discariche...3 Analisi e Monitoraggio delle aree

Dettagli

Rapporto: Elaborazione e trasmissione dati di misura in modo automatico; sviluppo dei software: Conversione SO2 GML ed SFTP-DAR. Periodo 2008 2009.

Rapporto: Elaborazione e trasmissione dati di misura in modo automatico; sviluppo dei software: Conversione SO2 GML ed SFTP-DAR. Periodo 2008 2009. Prot. Int. n UFVG2009 / 61 Rapporto: Elaborazione e trasmissione dati di misura in modo automatico; sviluppo dei software: Conversione SO2 GML ed SFTP-DAR Periodo 2008 2009. Daniele Armando Randazzo La

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale pkm027-534-1.0 Presentazione aziendale Domenico Laforenza, Daniela Drimaco Roma, 14 Aprile 2011 Introduzione Planetek Italia S.r.l. è una società leader nella consulenza multi-disciplinare per lo sviluppo

Dettagli

ALGORITMI INTELLIGENTI PER IL CALCOLO DEI PERCORSI

ALGORITMI INTELLIGENTI PER IL CALCOLO DEI PERCORSI I prodotti ExaSAT sono ingegnerizzati per soddisfare molteplici esigenze in diversi settori di mercato, dalla gestione di grandi flotte veicolari alla protezione di veicoli (auto, moto, camper, mezzi pesanti,

Dettagli

Variabilità delle comunità autotrofe planctoniche nelle aree al largo dell Adriatico meridionale

Variabilità delle comunità autotrofe planctoniche nelle aree al largo dell Adriatico meridionale Workshop finale VECTOR Sede centrale CNR, Roma, 18-19 ottobre 2010 Variabilità delle comunità autotrofe planctoniche nelle aree al largo dell Adriatico meridionale F. Cerino a,1, F. Bernardi-Aubry b, J.

Dettagli

Data Manager. Revisione 0.1.71. Data Manager Manuale d uso 2011 Fortech ver. 0.1.71 1

Data Manager. Revisione 0.1.71. Data Manager Manuale d uso 2011 Fortech ver. 0.1.71 1 Data Manager Revisione 0.1.71 Data Manager Manuale d uso 2011 Fortech ver. 0.1.71 1 Prefazione Copyright 2011 Fortech Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo manuale può essere riprodotta, salvata

Dettagli

Accesso alla banca dati dell inventario delle emissioni in atmosfera

Accesso alla banca dati dell inventario delle emissioni in atmosfera Accesso alla banca dati dell inventario delle emissioni in atmosfera Regione Liguria Dipartimento Ambiente Patrizia Costi Settore aria clima e ciclo integrato dei rifiuti INDICE Accesso alle informazioni

Dettagli

Utilizzo di Radar Costiero ad alta frequenza (HF) per la misura di correnti superficiali e moto ondoso

Utilizzo di Radar Costiero ad alta frequenza (HF) per la misura di correnti superficiali e moto ondoso Utilizzo di Radar Costiero ad alta frequenza (HF) per la misura di correnti superficiali e moto ondoso Simone Cosoli, M. Gačić, A. Mazzoldi OGS Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale,

Dettagli

L attività della Sala Operativa Regionale nella gestione delle emergenze idrogeologiche

L attività della Sala Operativa Regionale nella gestione delle emergenze idrogeologiche REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROTEZIONE CIVILE DELLA REGIONE L attività della Sala Operativa Regionale nella gestione delle emergenze idrogeologiche Palmanova, 1 ottobre 2009 dott. ing. Nadia

Dettagli

Sistema modellistico previsionale della qualità dell'aria

Sistema modellistico previsionale della qualità dell'aria Sistema modellistico previsionale della qualità dell'aria La qualità dell'aria nell'agglomerato Torinese, Situazione e Prospettive, Torino 30 novembre 2011 ARPA Piemonte, su incarico del competente Settore

Dettagli

Blu Sky. Security System

Blu Sky. Security System Blu Sky Security System blu sky Chi siamo Blu Sky sviluppa e vende sistemi esclusivi per la visione e per i processi di immagine, realizza inoltre strumenti per il real time video e lo streaming. Elemento

Dettagli

Report di sintesi sulla realizzazione di un sistema operativo per la previsione dell energia da moto ondoso

Report di sintesi sulla realizzazione di un sistema operativo per la previsione dell energia da moto ondoso Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Report di sintesi sulla realizzazione di un sistema operativo per la previsione

Dettagli

Programma del corso di Tecniche di Telerilevamento (Prof. P. Ciavola)

Programma del corso di Tecniche di Telerilevamento (Prof. P. Ciavola) Programma del corso di Tecniche di Telerilevamento (Prof. P. Ciavola) Concetti fondamentali sul Telerilevamento. Sensori e sistemi di telerilevamento: le caratteristiche dell'oggetto e dell'immagine. Le

Dettagli

Master SIT Settembre 2006. Corso Web & GIS - Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006. Chiara Renso. ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.

Master SIT Settembre 2006. Corso Web & GIS - Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006. Chiara Renso. ISTI- CNR c.renso@isti.cnr. COSTRUIRE APPLICAZIONI WEB GIS: SERVIZI E STRATEGIE Corso - Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it I servizi WebGIS...1 Download di dati...3 Visualizzazione

Dettagli

Scopri la libertà di Mobile Line. Discover Mobile Line freedom.

Scopri la libertà di Mobile Line. Discover Mobile Line freedom. Scopri la libertà di Mobile Line. Discover Mobile Line freedom. Il Sistema Geomat, è un Sistema di Monitoraggio e Georeferenziazione satellitare in grado di tracciare il percorso di qualsiasi Target -

Dettagli

LANDSCAPES IN TRANSITION

LANDSCAPES IN TRANSITION LANDSCAPES IN TRANSITION Un promemoria fotografico del futuro che verrà, ogni mese una riflessione sul pianeta che cambia. Vista dai satelliti è travolgente la bellezza della Terra. Ma i messaggi che ci

Dettagli

IL CLIMA DEL PARCO VILLE OTTOLENGHI

IL CLIMA DEL PARCO VILLE OTTOLENGHI IL CLIMA DEL PARCO VILLE OTTOLENGHI Indice 1. Introduzione... 2 2. Metodologia... 3 3. Temperatura... 3 4. Vento... 10 5. Installazione stazione portatile e campagna di misura... 11 6. Elaborazione dati

Dettagli

Gli strumenti operativi del Consorzio LAMMA a supporto della Protezione Civile & Esempio su il recente caso di Aulla 2011

Gli strumenti operativi del Consorzio LAMMA a supporto della Protezione Civile & Esempio su il recente caso di Aulla 2011 Gli strumenti operativi del Consorzio LAMMA a supporto della Protezione Civile & Esempio su il recente caso di Aulla 2011 Valerio Capecchi - Giornata di Formazione in Protezione Civile Centro Intercomunale

Dettagli

Studio di fattibilità per l'adesione del Consiglio Nazionale delle Ricerche al Distretto Aerospaziale Sardegna

Studio di fattibilità per l'adesione del Consiglio Nazionale delle Ricerche al Distretto Aerospaziale Sardegna DTA-13/2013 ISSN 2239-5172 Studio di fattibilità per l'adesione del Consiglio Nazionale delle Ricerche al Distretto Aerospaziale Sardegna Luigi MAZARI VILLANOVA 1, Luca PAPI 2 1: Dipartimento Scienze del

Dettagli

RELAZIONE AL CONTO FINANZIARIO 2011

RELAZIONE AL CONTO FINANZIARIO 2011 Missione 8 Soccorso civile Programma 8.5 Protezione civile C.d.R. 13 Protezione civile Le risorse assegnate al C.d.R 13 Protezione Civile per l anno 2011 sono state pari ad euro 3.350.113.331,56 a fronte

Dettagli

L Astrofisica su Mediterranea

L Astrofisica su Mediterranea Is tuto Nazionale di Astrofisica Consorzio Interuniversitario per la Fisica Spaziale Proge o Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea è un progetto d introduzione all Astrofisica

Dettagli

The MArine Coastal Information SysTEm (MACISTE-ICE) a way to manage and make available the Italian data

The MArine Coastal Information SysTEm (MACISTE-ICE) a way to manage and make available the Italian data VulnErabilità delle Coste e degli ecosistemi marini italiani ai cambiamenti climatici e loro ruolo nei cicli del carbonio mediterraneo V.E.C.T.O.R. II workshop annuale VECTOR Roma, 25-26 febbraio 2009

Dettagli

Open data e Interoperabilità: service to service per la creazione di valore aggiunto Una Case History in ambito di monitoraggio sismico

Open data e Interoperabilità: service to service per la creazione di valore aggiunto Una Case History in ambito di monitoraggio sismico Open data e Interoperabilità: service to service per la creazione di valore aggiunto Una Case History in ambito di monitoraggio sismico Lorenzo Amato Istituto di Metodologie per l Analisi Ambientale (IMAA)

Dettagli

Receptionist 2.0. La soluzione semplice ed affidabile per il contact center

Receptionist 2.0. La soluzione semplice ed affidabile per il contact center Receptionist 2.0 La soluzione semplice ed affidabile per il contact center Il nostro Open Source ONC crede nell opportunità dell open source e ha basato due delle sue soluzioni full IP sulla piattaforma

Dettagli

MArine Coastal Information SysTEm Un sistema gestionale a supporto dei Parchi Marini

MArine Coastal Information SysTEm Un sistema gestionale a supporto dei Parchi Marini MArine Coastal Information SysTEm Un sistema gestionale a supporto dei Parchi Marini Sara Venturini,, Giorgio Fanciulli, Sara Costa, Paolo Povero AZIONE 6 AMP PORTOFINO - DISTAV Genova, 27 Marzo 2013 Sottoprogetto

Dettagli

Analisi del sistema olivo mosca delle olive nel Bacino del Mediterraneo

Analisi del sistema olivo mosca delle olive nel Bacino del Mediterraneo Analisi del sistema olivo mosca delle olive nel Bacino del Mediterraneo L.Ponti 1,2, A.P. Gutierrez 2,3, P.M. Ruti 1 1 ENEA, CR-Casaccia, Roma 2 CASAS Center for the Analysis of Sustainable Agricultural

Dettagli

Emergency preparedness. Esperienze Eni sullo sviluppo di un sistema di supporto alla gestione di emergenze da idrocarburi a mare

Emergency preparedness. Esperienze Eni sullo sviluppo di un sistema di supporto alla gestione di emergenze da idrocarburi a mare Emergency preparedness Esperienze Eni sullo sviluppo di un sistema di supporto alla gestione di emergenze da idrocarburi a mare Eni HSE - Unità Emergenze Rilevanti Giuseppe Giordano Francesca Polla Mattiot

Dettagli

L organizzazione di metadati e dati relativi a piattaforme aeree e satellitari per il telerilevamento

L organizzazione di metadati e dati relativi a piattaforme aeree e satellitari per il telerilevamento L organizzazione di metadati e dati relativi a piattaforme aeree e satellitari per il telerilevamento Paolo PLINI, Rosamaria SALVATORI, Sabina DI FRANCO, Valentina DE SANTIS Consiglio Nazionale delle Ricerche

Dettagli

PMIS Port Management Information System

PMIS Port Management Information System PMIS Port Management Information System Architettura VTSL 2 Il sistema VTS Nella maggior parte delle installazioni il VTS è limitato ad un area portuale o ad una ben definita area di transito Il VTS italiano

Dettagli

Spettabile. Termine attività PREMESSA

Spettabile. Termine attività PREMESSA Spettabile Ogetto: Regione Lazio - Bando per l educazione permanente degli adulti. Misura 1.a di Sistema. Delibera Giunta Regionale n. 30 dell 11/01/2001 - (Pubblicato nel BUR Lazio n.5 del 20 febbraio

Dettagli

Principali pericoli per i Cetacei nel Mare Adriatico. Blue World Insititution

Principali pericoli per i Cetacei nel Mare Adriatico. Blue World Insititution Principali pericoli per i Cetacei nel Mare Adriatico Blue World Insititution Un mare allungato, semi chiuso, connesso al resto del Mediterraneo dal Canale di Otranto, largo 70 km Il ricambio dell acqua

Dettagli

SCALA ED ECOLOGIA: Scala: dal latino scala,, collegato con scandere (scandire, misurare i versi)

SCALA ED ECOLOGIA: Scala: dal latino scala,, collegato con scandere (scandire, misurare i versi) SCALA ED ECOLOGIA: Scala: dal latino scala,, collegato con scandere (scandire, misurare i versi) Lo studio della struttura spaziale (pattern) e del dominio spaziale (scala) dei fenomeni costituisce un

Dettagli

Perché la carta geografica è importante?

Perché la carta geografica è importante? Perché la carta geografica è importante? perché ci danno informazioni visuali sul TERRITORIO ATTENZIONE, però La carta rappresenta la realtà in 2 modi RIDOTTO SIMBOLICO Per la rappresentazione in modo

Dettagli

Il software per il fund raising delle organizzazioni NON PROFIT

Il software per il fund raising delle organizzazioni NON PROFIT Il software per il fund raising delle organizzazioni NON PROFIT Cosa è: NP@Help nasce dall esperienza di AeB Solutions che mette a disposizione di associazioni e organizzazioni senza scopo di lucro uno

Dettagli

CALYPSO HF RADAR MONITORING SYSTEM AND RESPONSE AGAINST MARINE OIL SPILLS IN THE MALTA CHANNEL

CALYPSO HF RADAR MONITORING SYSTEM AND RESPONSE AGAINST MARINE OIL SPILLS IN THE MALTA CHANNEL CALYPSO HF RADAR MONITORING SYSTEM AND RESPONSE AGAINST MARINE OIL SPILLS IN THE MALTA CHANNEL Preliminary analyses of current measurements in the Sicily Channel Catania, 29 OGobre 2012 Simone Cosoli,

Dettagli

Fondamenti Cartografia Automatica. Satellite: Aqua Date Acquired: 11/22/2006 Bands Used: 1,4,3 Golfo Persico durante una tempesta di sabbia

Fondamenti Cartografia Automatica. Satellite: Aqua Date Acquired: 11/22/2006 Bands Used: 1,4,3 Golfo Persico durante una tempesta di sabbia Fondamenti Cartografia Automatica Satellite: Aqua Date Acquired: 11/22/2006 Bands Used: 1,4,3 Golfo Persico durante una tempesta di sabbia Cos'è il telerilevamento: L'acquisizione e la misura di dati/informazioni

Dettagli

RENT. Insieme per un risultato unico

RENT. Insieme per un risultato unico RENT Insieme per un risultato unico Soluzione integrata per il mondo del Noleggio Marzo 2012 Scenari di Applicazione NAV RENTAL è la soluzione software per la gestione completa della aziende di noleggio

Dettagli

2. Un approccio sociologico per gli studi di impatto ambientale: la Valutazione dell Impatto Sociale

2. Un approccio sociologico per gli studi di impatto ambientale: la Valutazione dell Impatto Sociale RITORNO AL FUTURO- Borse di RICERCA LandPlanning srl ha partecipato, in qualità di impresa ospitante, nell ambito del POR PUGLIA - F.S.E. 2007/2013 - Ob. 1 Asse IV - Capitale Umano: RITORNO AL FUTURO-

Dettagli

Sistema Antincendio Regione Abruzzo. Maurizio Facca

Sistema Antincendio Regione Abruzzo. Maurizio Facca Sistema Antincendio Regione Abruzzo Maurizio Facca WEB Architettura Architettura SOA (Service Oriented Architecture) Applicazione web multi-livello. Terminali e Database disconnessi Cartografie di terze

Dettagli