EXPO, FUTURO PRESENTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EXPO, FUTURO PRESENTE"

Transcript

1 consumatori il mensile dei soci coop edizione reno n 5 giugno 2015 EXPO, FUTURO PRESENTE Alla manifestazione milanese, tanta curiosità e grande successo per le sorprese del Future food district 40 Nelle pieghe di un buon bilancio Chiusura positiva per i conti di Coop Reno sia nella gestione commerciale che in quella finanziaria. Un risultato dovuto in primo luogo alla riduzione dei costi e all'impegno del personale

2 Vivere, oggi ChiamaTutti COMUNICHI E NAVIGHI AL TOP A UN PREZZO SMART Passa a CoopVoce dal 3 giugno al 15 luglio 2015 Chiamate e SMS illimitati a 1 cent senza scatto alla risposta Web 1 Giga senza limiti Tutto a soli 5 al mese Per Sempre Scopri le offerte CoopVoce su Condizioni della promozione:l opzione Chiamatutti Smart, sottoscrivibile per chi porta il numero in CoopVoce tra il 03/06/2015 e il 15/07/2015, permette di chiamare ad 1 cent al minuto ed inviare SMS ad 1 cent verso tutti i numeri nazionali di rete mobile (sono escluse le numerazioni a sovraprezzo ed il traffico roaming). La tariffazione è al secondo e senza scatto alla risposta. E compreso inoltre 1 GB di traffico internet nazionale ogni 30 giorni, tariffato a singolo kbyte. L offerta ha un costo di 5 al mese e si rinnova automaticamente ogni 30 giorni in caso di credito sufficiente. Se il credito residuo non è sufficiente, l offerta risulterà sospesa per 7 giorni. Per riattivarla sarà necessario ricaricare entro la scadenza dei 7 giorni, altrimenti l opzione verrà disattivata. In più, i clienti che desiderano incrementare il proprio traffico dati potranno acquistare 1 GB aggiuntivo al costo di 3, chiamando il 188. Per maggiori dettagli sulle compatibilità e su tutte le offerte visita il sito

3 consumatori seguici su facebook e su SOMMARIO sommario coop reno Le pagine di 40 Nelle pieghe di un buon bilancio DI MARIO CIFIELLO 6 Expo, che successo! Migliaia di visitatori ogni giorno nel supermercato del futuro proposto da Coop all'interno della manifestazione milanese 12 La difesa del cibo buono e sano Come tutelare i prodotti made in Italy da frodi e imitazioni: ecco le ultime su una battaglia sempre d'attualità 18 La musica si fa "liquida" Scopriamo come l'ascolto in rete sta mandando in pensione dischi e Cd. Con una intervista a Samuel, cantante dei Subsonica Il nostro primo anno di governance DI ANDREA MASCHERINI "Pieve di Cento, oggi" DI DANIELA DALPOZZO Ocarine d'oriente DI GILBERTO BIANCHINI La sagra dell'albicocca DI ALESSANDRA GIOVANNINI Coop Reno, telefono Lettere a Consumatori 6 Expo, che successo! DI DARIO GUIDI 9 La vignetta DI ELLE KAPPA 12 La difesa del cibo DI CLAUDIO STRANO 18 La musica si fa "liquida" DI PIERFRANCESCO PACODA 11 L'occasione Expo DI EUGENIO DEL TOMA 23 Davvero siamo i più intelligenti? DI MARIO TOZZI 26 Naturali per abbronzarsi 28 Il fresco dell'estate DI CLAUDIO STRANO 17 Gastro-toponimi DI MASSIMO MONTANARI 32 Dal merluzzo allo stinco DI HELMUT FAILONI 34 Il fascino delle piccole isole DI GIUSEPPE ORTOLANO 36 L'eolico diventa fashion DI M. CIRRI E F. SOLIBELLO 36 Mostre, libri e dischi Intervista a Dimartino DI G. OLDRINI E P. PACODA Mensile della Cooperazione di Consumatori Bologna, Viale Aldo Moro,16 Tel Telefax Reg.Trib. Bologna 3/8/82 n Iscrizione Roc 29/8/01 n Copia singola euro 0,34 Abbonamento annuo euro 3,10 Direttore responsabile Dario Guidi Redazione Daniele Moltrasio (vicedirettore) Daniela Dalpozzo, Silvia Fabbri, Alberto Martignone, Alessandro Medici, Andrea Pertegato, Silvia Pizzorno, Marisa Pecere, Silvia Sacchetti, Claudio Strano. Progetto grafico Glifo associati/plumdesign Impaginazione e grafica Ilde Ianigro Responsabile della pubblicità Lorenza Corazzari Stampa Coptip (Modena) Coop Editrice Consumatori Bologna, Viale Aldo Moro,16 Tel Telefax C. F., P. IVA e Iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n Iscrizione all albo delle Cooperative a mutualità prevalente n. A Coop Editrice Consumatori Consiglio di amministrazione: Massimo Bongiovanni (presidente) Enrico Migliavacca (vicepresidente) Gianna Brunelli, Mauro Bruzzone, Stefano Dalla Casa, Edwin Ferrari, Alberto Martignone, Alessandro Medici, Daniele Moltrasio. Il numero di maggio è stato stampato in copie Associato USPI, Unione stampa periodica italiana Questo prodotto è stampato su carta certificata Fsc come pure tutta la catena di lavorazione

4 4 consumatori giugno 2015 L indirizzo per scrivere a questa rubrica è: redazione Consumatori, Viale aldo Moro, 16, Bologna fax , oppure, i farmaci veterinari nei coop salute Un'amica mi ha detto che nei corner Coop salute sono disponibili anche i farmaci veterinari. Essendo proprietaria di un cane, ero interessata ad avere informazioni in proposito e anche a sapere se serve una ricetta del veterinario per l'acquisto. valeria berneschi - forlì Risponde chiara faenza responsabile sostenibilità e innovazione e valori di Coop Italia: Sì, nelle parafarmacie Coop è possibile trovare farmaci veterinari che possono servire per affrontare tanti problemi dei nostri amici animali. I farmaci disponibili sono di vario tipo. Ci sono quelli senza prescrizione (otologici, ricostituenti vitaminici, antielmintici, trattamento delle pulci e repellenti generici), quelli per i quali è invece necessaria la prescrizione del veterinario (colliri, otologici, antielmintici, coadiuvanti antibatterici, trattamento pulci, trattamento della filaria, dolori muscolo scheletrici, insufficienza cardiaca, alterazioni pressorie, sedativi) e parafarmaci veterinari (igiene dell animale, prodotti per l ambiente uso veterinario, alimentazione e dietetica). Dunque davvero un offerta ampia unita ad un prezzo più conveniente rispetto a quello dello stesso prodotto venduto al di fuori della rete Coop. Per chi non abbia dimestichezza ricordiamo che le norme riguardanti le prescrizioni dei medici veterinari sono piuttosto complesse ma per fortuna sulla confezione di ogni prodotto sono chiaramente riportate le modalità con cui va utilizzato. Le prescrizioni veterinarie possono essere in copia unica o triplice e ripetibili o meno e la validità è differente in funzione del tipo di ricetta. La gestione delle ricette veterinarie è del tutto simile (anche come complessità) a quella delle ricette per i farmaci ad uso umano in termini di timbri, firme, date, lotto, ecc. Ricordiamo che vi è molta analogia tra farmaci umani e farmaci veterinari anche sul piano della gestione e della sicurezza. Infatti, anche tutti i medicinali veterinari vengono tracciati mediante numero di lotto in entrata ed uscita dalle farmacie e deve essere registrata la documentazione relativa (separatamente da quella per i farmaci ad uso umano). Anche per i farmaci veterinari vige un sistema di farmacovigilanza ovvero i veterinari e i farmacisti hanno l'obbligo di comunicare al Ministero della salute e ai Centri Regionali di Farmacovigilanza ogni sospetta reazione che crea problemi sull'animale o l'eventuale mancanza di efficacia collegata all'utilizzo di un medicinale. Il prezzo presente sulla confezione è il prezzo massimo al quale il medicinale veterinario può essere venduto al pubblico e le farmacie possono praticare sconti sui prezzi di tutti i tipi di farmaci e prodotti venduti pagati direttamente dai clienti, dandone adeguata informazione alla clientela. È vietata la pubblicità al pubblico dei medicinali veterinari che sono dispensati soltanto dietro presentazione di ricetta medico-veterinaria oppure che contengono sostanze psicotrope o stupefacenti. Per chi volesse saperne di più, sul sito del ministero è presente una banca dati relativa ai prodotti veterinari: l'avocado made in italy Facendo la spesa nel mio supermercato ho trovato un avocado indicato come di origine italiana. Davvero questi frutti si coltivano anche qui? Renata beredini - piacenza Sì, è vero perché l avocado per fruttificare ha bisogno di un clima temperato e ben si presta al clima italiano. Fino ad oggi i principali produttori sono stati alcuni paesi del Sudamerica, assieme a Stati Uniti, Sudafrica, Israele e Spagna, ma ora viene coltivato anche in Italia. Ricco di grassi (89%) e povero di carboidrati (3%), era detto il burro dei marinai perché gli equipaggi lo spalmavano sulle gallette durante le traversate. I grassi presenti sono simili a quelli

5 5 dell olio d oliva monoinsaturi (75%), saturi (15%)e omega 6 (10%). Un avocado può restare sulla pianta anche vari mesi perché le foglie della pianta producono sostanze che ne inibiscono la maturazione. Difficilmente si trovano in commercio frutti già maturi: il frutto è pronto per essere consumato quando diventa leggermente morbido alla pressione delle dita: per accelerarne la maturazione basta tenerlo a temperatura ambiente, in un sacchetto di carta. pulizie di casa Come essere sicuri della pulizia delle superfici domestiche soprattutto se in giro ci sono bambini piccoli? teresa perego - BergaMo Una sostanza come la candeggina ha come ingrediente di base l'ipoclorito di sodio: è irritante, inquinante anche se molto efficace nella pulizia. Quindi va usata con attenzione. Anche se i produttori cercano di profumarla, l'odore di cloro non è eliminabile. Altri prodotti che uccidono i microrganismi sono però più inquinanti per l'ambiente e se utilizzati senza criterio provocano la comparsa di ceppi più resistenti. Per alcuni utilizzi è valido il bicarbonato sciolto in acqua che ha potere sgrassante e smacchiante. Oppure l'aceto che è disinfettante ma può danneggiare le guarnizioni degli elettrodomestici. Usiamo con criterio le sostanze chimiche che entrano in casa per evitare problemi di inquinamento, ma soprattutto di allergie o irritazioni. carni in etichetta Forse ne avete già parlato, ma quali novità ci sono sulle etichette per le carni? marina macherelli - pescara Dal 1 aprile la nuova normativa europea rende obbligatoria l'etichetta di origine su tutta la carne fresca, refrigerata, congelata di suino, ovino, volatili, mentre era già obbligatoria per la carne di pollo. Oggi troviamo scritto il luogo dell'allevamento e della macellazione ma non quello della nascita come invece per i bovini. In alternativa se l'animale è nato nello stesso paese dove è stato allevato e macellato, possiamo trovare la parola più generale di origine seguita dal nome del paese. BENESSERE IN SLOVENIA PROGRAMMA ESTATE SOCI COOP Valido dal al Già a partire da 45 a persona a notte Sistemazione in hotel ****, camera doppia, mezza pensione a buffet, ingresso illimitato alle piscine con acqua termale ed al Centro Fitness PROGRAMMA PER LE FAMIGLIE Valido dal al Già a partire da 113,40 a persona 2 notti in camera doppia, mezza pensione a buffet, ingresso illimitato alle piscine con acqua termale ed un ingresso al Centro Saunistico 1 bambino fino a 12 anni GRATIS e il secondo fino ai 6 anni! PROGRAMMA OVER 50 Valido fino al Già a partire da 147 a persona 3 notti in camera doppia hotel ****, mezza pensione a buffet, ingresso illimitato alle piscine con acqua termale, controllo dei valori presso il Centro Medico, esercizi terapeutici di gruppo... Info: Elisabetta: Terme resort d.o.o., Slovenia 10% SCONTO PER LE PRENOTAZIONI ENTRO IL

6 6 società Migliaia di presenze ogni giorno e tantissime scolaresche per scoprire come sarà (ma è già oggi possibile a Milano) far la spesa, tra robot, schermi pieni di informazioni e prodotti di qualità. Con in più il calore di soci e dipendenti Coop DI DARIO GUIDI Expo, che successo! Coop protagonista col supermercato del futuro istruzioni per l'uso Come arrivare, cosa vedere... Alcuni consigli utili per chi visiterà l'expo Per chi viaggia con mezzi pubblici, la solzuione del treno è molto comoda perché l'ingresso ovest Triulza dell'expo si raggiunge direttamente dalla stazione ferroviaria di Rho Fiera Milano nella quale fermano anche diversi treni ad Alta velocità. La stazione ospita anche la fermata della linea 1 della metropolitana milanese che collega con il centro città. Per chi arriva in auto sono previsti diversi parcheggi. Ulteriori info sul sito Una volta dentro all'expo, utilizzare bene il proprio tempo, specie se si ha solo una giornata disposizione, non è cosa semplicissima. I padiglioni da vedere sono decine e in alcuni è facile trovare file all'ingresso. Per avere un inquadramento generale sul senso della manifestazione consigliamo di vedere il Padiglione zero (nel quale è raccontato in una dimensione mondiale il ciclo del cibo). Altra cosa da vedere, oltre al supermercato del futuro di Coop, è il padiglione Italia. Poi non c'è che l'imbarazzo della scelta tra i tanti paesi presenti. Diecimila presenze al giorno. Forse più. Dall apertura è stato un progressivo crescendo che rende ancora difficile fare calcoli e medie. Per capire il grande successo che il Supermercato del futuro, proposto da Coop all interno dell Expo di Milano, sta riscuotendo, la cosa migliore è affidarsi ai ragazzi e ragazze di una delle tantissime scolaresche in visita. Dai più piccoli, di prima elementare agli adolescenti delle superiori. Basta seguire i loro volti attenti e affascinati mentre si aggirano tra gli scaffali, felici e sorpresi di ritrovare anche in un supermercato, pieno di latte, frutta, pasta e tanto altro, schermi e strumenti propri di quel mondo digitale di cui si sentono padroni. E così, oltre alla scoperta di Yumi, il mini robot che maneggia mele e scatolette, li vedi affascinati, puntare il dito (perché questo basta fare) verso un qualsiasi prodotto e scoprire come, subito, sui grandi video che accompagnano tutta la merce esposta, compaiano le informazioni proprio su quel prodotto, sugli ingredienti che lo compongono, sui valori nutrizionali e altro ancora. Tecnicamente si chiama realtà aumentata ed è un futuro diventato presente. Perché poi, quel prodotto lo prendi, lo metti nel carrello e vai alla cassa a pagarlo. È questo che succede nel supermercato del futuro che Coop ha immaginato e che viene proposto ai visitatori di Expo. E le prime settimane di apertura della manifestazione milanese hanno continua a pagina 8 >

7 consumatori giugno indagine coop-doxa su otto paesi Il cibo tra presente e futuro Una fotografia scattata in contemporanea sulla tavola dei cittadini di otto paesi del mondo (Italia, Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Russia, Cina, India e Brasile, con interviste realizzate a persone tra i 18 ed i 54 anni) per scoprire qual è il loro rapporto col cibo oggi, ma anche come pensano che questo rapporto evolverà domani. Parliamo della complessa e articolata ricerca promossa da Coop assieme all istituto Doxa proprio in vista dell Expo milanese. Partiamo dal presente. Il cibo è un tema fondamentale, che definisce le identità e, infatti, il 45% degli intervistati di paesi così diversi, dichiara di avere un proprio riconoscibile stile alimentare che significa sostanzialmente seguire un qualche tipo di dieta (dettata da esigenze di salute ma anche da convinzioni culturali o religiose) o cercare prodotti di qualità in prevalenza legati al proprio territorio. L'India svetta su tutti e a pensare queste cose è addirittura l'84% dei cittadini. Un 21% di indiani ammette di venir condizionato dalla religione e qui la scelta vegetariana o vegana arriva al 35%. Anche il Brasile sta sopra la media con un 51% dei suoi cittadini che seguono uno specifico stile alimentare. Cinesi e i tedeschi si professano invece più reducetariani (cioè coloro che cercano di ridurre il consumo di carne), mentre il 14% dei russi si sottopone a diete salutiste e i vegetariani o vegani sono l'8% degli abitanti del Regno Unito. Se poi si guarda alla percezione che oggi si ha nei confronti del cibo questo è sì, in primo luogo nutrimento, ma è anche piacere e un modo per mantenersi in salute. Alla preparazione del cibo si dedicano in media 1,3 ore al giorno, si cucina a casa mediamente 5,4 volte la settimana e quasi cinque giorni su sette a tavola ci sono tutti i componenti della famiglia. Quanto al futuro, gli intervistati sono sì preoccupati ma non catastrofisti. Alla domanda sul futuro del pianeta l ottimismo non manca: per il 47% la situazione potrebbe migliorare (un 15% dice decisamente), mentre solo un 28% si dichiara pessimista. Tra paesi però ci sono differenze e proprio in Germani e Italia la quota dei negativi è la più alta (45% e 42% seguite col 38% dagli inglesi). Sorridono al futuro invece i paesi che hanno economie in ascesa: la Cina (84% di giudizi positivi sul futuro) e l'india (74%). Tutti però si mostrano consapevoli del cambiamento che ci aspetta quando si parla di cibo: per il 64% sarà diverso (per un 18% radicalmente), mentre per un 34% cambierà solo in parte. Ma quali sono i cambiamenti attesi? Metà del campione chiama in causa le nuove tecnologie come fattore che farà la differenza (soprattutto per russi e cinesi). Il mondo però mostra anche una buona coscienza verde: il 42% indica nei mutamenti climatici la causa primaria del cambiamento e il 34% cita l'inquinamento e la disponibilità delle risorse naturali. Il 30% infine non dimentica l'aumento della popolazione. E tutto ciò genera preoccupazione. Che la tecnologia possa non essere salvifica ma addirittura un fattore di rischio lo temono soprattutto gli italiani (il 70%) esattamente come i russi, seguono tedeschi e brasiliani. Che l'inquinamento possa avere ricadute sull'alimentazione lo denuncia il 66% degli italiani e il 68% dei russi. Gli italiani temono più degli altri la minaccia di poteri e logiche economiche (38%). Il cibo che ci si aspetta sarà dunque, nelle previsioni degli intervistati, geneticamente modificato (Ogm), prodotto in laboratorio, ci saranno pillole e carne sintetica, non mancheranno le alghe, ma sarà comunque un cibo dalle proprietà nutrizionali bilanciate. Se permangono dichiarazioni di ostilità, di fronte a tali trasformazioni si registrano anche aperture: i più inclini al cambiamento sono indiani, cinesi e brasiliani, ma anche un 70% di italiani potrebbe provare il cibo in pillole e il 44% dei nostri connazionali non si tirerebbe indietro di fronte a un insetto.

8 8 primo piano società BIglIettI d'ingresso per i soci coop continua lo sconto del 30% Ricordiamo che per i soci coop op continua ad essere possibile acquistare i biglietti d ingresso ad expo ad un prezzo scontato del 30%. l acquisto può avvenire sia direttamente alle casse dei punti vendita (solo per alcuni tipi di biglietti a data aperta), sia attraverso il sito o lo specifico sito il prezzo varia a seconda che il biglietto sia con data fissa o con data aperta. nei biglietti a data fissa (disponibili solo on line) l ingresso giornaliero per i soci costa 23,80 euro per un adulto (il prezzo intero è di 34 euro), 16,80 euro per i senior con più di 65 anni (prezzo intero 24 euro) e 11,20 euro per i bambini da 4 a 13 anni (non disponibile on line per i non soci). per i biglietti a data aperta il costo giornaliero per socio adulto è di 27,30 euro (prezzo intero 39 euro), 23,10 euro per studente (prezzo intero 33 euro), 19,60 euro per i senior (prezzo intero 28 euro) e 11,20 euro per bambini (prezzo intero 16 euro). solo attraverso internet sono acquistabili altre combinazioni come i biglietti famiglia (almeno 1 adulto più 1 un bambino) e biglietti per entrata in due giorni consecutivi (sia a data aperta che a data fissa). a causa dell elevatissimo numero di biglietti venduti si sono verificati alcuni problemi, specie relativi alle procedure internet per fissare la data dei biglietti a data aperta. pur non dipendendo questi problemi da sua responsabilità coop ha stabilito, in accordo con expo, che per i biglieti a data aperta acquistati presso i negozi coop, non sia più obbligatoria la preventiva scelta di una data di visita. il cliente potrà recarsi direttamente presso la manifestazione anche senza essersi registrato preventivamente sul sito e senza aver compiuto la conversione del biglietto. expo si è impegnata a segnalare sul proprio sito le giornate non disponibili ad ingressi senza prenotazione. per tanto è consigliabile consultare il sito di expo (www.expo2015.org). Ricordiamo infine che presso le biglietterie expo è attivo un "Resolution point" dove il biglietto, in caso di problematiche all ingresso, verrà verificato ed eventualmente sostituito. confermato che la scommessa è stata vinta, che questo è uno degli spazi più gettonati e apprezzati dai visitatori. Sicuramente uno di quelli in cui c è una declinazione concreta e comprensibile dei grandi temi della manifestazione (nutrire il pianeta, il cibo, ecc.), riferita a un gesto (il fare la spesa) che in tutte le famiglie quotidianamente si compie. Sì, siamo molto soddisfatti spiega ernesto colombo, il caponegozio, che dopo la corsa contro il tempo per riuscire a far partire e mettere a punto la macchina, ora raccoglie i frutti di un lavoro che coinvolge una squadra di circa 100 persone E sicuramente la cosa che ci dà più soddisfazione è proprio il rapporto con i ragazzi delle scuole. Che conferma due cose: da un lato il grande rapporto che Coop ha storicamente con questo mondo, grazie alle attività sull educazione alimentare che da anni propone e che coinvolgono migliaia di classi in tutta Italia. La seconda cosa è che, nel momento in cui le scuole e gli insegnanti scelgono, tra le tante cose che si possono visitare all Expo, di venire qui è evidente che stiamo parlando di un qualcosa di concreto che riguarda la vita di tutti. Nei primissimi giorni, nel grande spazio a gradoni concepito da carlo Ratti, l architetto torinese responsabile del Mit senseable city laboratory di Boston, rapiti dall osservazione di questo ampio spazio,

9 consumatori giugno LA VIGNETTA DI ELLEKAPPA molti visitatori non pensavano neppure che si potesse davvero far la spesa. Sì, all inizio c era chi si aggirava stupito tra le corsie continua Colombo pensando che fosse solo un esposizione dimostrativa. Invece ora la gente guarda, studia le tante cose che il nostro supermercato propone, ma poi compra. Abbiamo due tipi di consumi, uno legato proprio alle esigenze spicciole della visita, quindi acqua, bibite, sandwich o altri cibi di pronto uso. Ma c è una attenzione crescente verso le linee del prodotto Coop, dal vivi verde al solidal e in particolare alla linea fior fiore, quella che propone le eccellenze dell agroalimentare del nostro paese. E dato che abbiamo predisposto un servizio apposito, aumenta chi compra e poi si fa spedire i prodotti a casa sua, all estero. In piena coerenza con lo spirito dell Expo, il Supermercato Coop ha ovviamente definito un accordo con la caritas milanese per affidare a quest organizzazione che poi le distribuirà nei suoi centri, le eccedenze e i prodotti danneggiati o in scadenza. L accordo con Caritas è partito da subito spiega ancora Colombo anche se abbiamo dovuto superare alcune difficoltà organizzative legate al fatto che Caritas non era autorizzata a venire qui a ritirare i prodotti, per cui abbiamo dovuto portarli fuori noi con nostri mezzi. Comunque, in queste prime settimane, abbiamo già consegnato loro sei bancali di merce, continua a pagina 10 > ospitalità Turisti a casa dei milanesi convivialità, relazione, partecipazione, narrazione del territorio, visione sostenibile e innovativa della città, concetti che ai soci coop stanno particolarmente a cuore e che hanno spinto coop lombardia a sostenere, condividendone a pieno la filosofia e l approccio, piacere, milano (www.piaceremilano.it). si tratta di una nuova idea di accoglienza legata ad expo 2015 (ma non solo), una proposta di turismo collaborativo, un'occasione per conoscere la cucina locale direttamente alla tavola dei milanesi e un modo alternativo di scoprire la città insieme ai suoi abitanti. l'invito ai turisti viene infatti dai milanesi stessi ed è rivolto a chi, per ragioni di lavoro o di studio, o per una vacanza vorrebbe incontrare i suoi abitanti e sedersi alla loro tavola per conoscere la cucina locale. o per poi scoprire luoghi, itinerari e storie inedite della città. per partecipare a piacere, milano basta andare sul sito e iscriversi. Raccontando chi sei, da dove vieni e segnalando sul calendario le date di permanenza, così da poter essere contattato per un invito. saranno i cittadini milanesi a farsi vivi per un invito a cena o per proporre un itinerario inedito e suggestivo della città. si può anche consultare la mappa dei cittadini che aderiscono piacere, milano e invia un poke ai milanesi che ti piacerebbe incontrare. piacere, milano è un progetto interamente gratuito sostenuto da coop lombardia e promosso da Radio popolare.

10 10 primo piano società appuntamenti coop all'expo continuano all'interno dell'expo milanese anche una serie di incontri organizzati da coop. in particolare nel mese di giugno segnaliamo per il giorno di lunedì 22 l'assemblea annuale di coop italia che sarà abbinata ad un incontro pubblico in programma alle ore 15, cui parteciperanno, oltre al presidente di coop italia marco pedroni, il ministro dell'agricoltura maurizio martina e l'economista giacomo vaciago. nell'occasione sarà presentato il documento "il cibo che vogliamo" che riassume le posizioni e le iniziative di coop rispetto alle tematiche generali che sono al centro della manifestazione milanese dedicata a come sradicare la fame, garantire cibo buono e sano a tutto il pianeta, eliminando gli sprechi e combattendo l'obesità. soprattutto prodotti freschi. Dunque futuro, uso delle tecnologie, mondi digitali, attenzione allo spreco, ma anche persone, uomini, passione. Perché questa è una dimensione che nell esperienza Coop è fondamentale. Per questo ad accogliere chi entra ci sono i soci volontari di Coop Lombardia pronti a raccontarvi, con calore e simpatia quel che c è da vedere e, per chi non lo sa, a spiegare cosa è Coop, cosa significa far parte di una cooperativa. Poi ci sono i dipendenti, alcuni con anni di esperienza, altri arrivati proprio per l occasione di Expo. Devo ringraziare tutti, perché già l allestimento è stata una sfida difficile - spiega Ernesto Colombo - che abbiamo dovuto affrontare in pochissimi giorni. E dunque siamo orgogliosi di essere riusciti a farcela grazie a un grande lavoro di squadra. L altra cosa che voglio segnalare è l entusiasmo con cui tutti stanno partecipando a quest avventura. C è convinzione e c è davvero felicità per il fatto che Coop sia qui, protagonista in una vetrina mondiale. Pensi che, parlando con diverse delle persone che lavorano qui, molti hanno già maturato la convinzione che questa sarà l esperienza professionale più importante della nostra vita, proprio per la bellezza del progetto e per la possibilità di mettere Coop in contatto con milioni di persone. Se anche qui abbiamo parlato molto del supermercato del futuro, per chi andrà all Expo, è bene ricordare che nel piazzale adiacente, diversi chioschi Coop offrono anche soluzioni alimentari pronte per l uso e a buon prezzo (dai gelati alle pizze), il che, soprattutto per chi non può permettersi costosi ristoranti, è un'ottima e pratica soluzione. VACANZE IN SLOVENIA TERME DOBRNA - CENTRO TERMALE 15/05/ /07/ % DI SCONTO sui tutti i trattamenti del centro massaggi e bellezza Hiša na travniku Prezzo a persona: 1 x mezza pensione 1 x mezza pensione* HOTEL PARK *** camera doppia 74,00 37,00 VILA HIGIEA **** camera doppia 77,00 38,50 HOTEL VITA **** letto francese 82,00 41,00 HOTEL VITA **** camera doppia 86,00 43,00 Soggiorno minimo 2 notti. PREZZO REGOLARE SOCI COOP 50 % DI SCONTO GRATIS un bambino fino ai 12 anni d età in camera con due persone adulte. GRATIS un bambino fino ai 6 anni d età in camera con due persone adulte. REGALO: 1x entrata nel centro saune per 2 persone INFO: Cell Terme Dobrna, Dobrna, Slovenia Prenotazioni: e:

11 consumatori giugno Bassi presidente di ancc-coop alfabeto alimentare di Eugenio del Toma presidente onorario dell associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica nuovo presidente e un nuovo organigramma al vertice dell associazione nazionale cooperative di consumatori, l organismo nazionale di rappresentanza istituzionale di coop. È il risultato della 3ª assemblea nazionale dei delegati coop, svoltasi a firenze alla presenza di oltre 200 fra rappresentanti dei soci, quadri e dirigenti delle più importanti cooperative di consumatori italiane. alla guida di ancc-coop sarà stefano bassi (nella foto), 62 anni, fiorentino, che ha già ricoperto importanti incarichi nel movimento cooperativo (dal 2009 al 2015 è stato presidente di legacoop toscana). lo affiancheranno due vicepresidenti: enrico migliavacca, 62 anni lombardo e massimo bongiovanni, 63 anni, emiliano. inevitabile e doveroso già nelle prime parole del presidente bassi il riferimento al tema della reputazione: la reputazione è il bene più prezioso che ha la cooperazione italiana. dobbiamo chiudere ogni varco che può gettare discredito su di essa e contrastare ogni contiguità con il malaffare. la cooperazione di consumo, forte dei valori che l hanno sempre animata sarà in prima fila in questa azione, determinante per il futuro e la credibilità dell esperienza cooperativa. allo stesso tempo dovremo continuare, in tempi così difficili, a difendere il potere d acquisto dei cittadini e la loro aspirazione alla sicurezza e alla qualità alimentare. la vera sfida sarà quella di valorizzare le nostre differenti esperienze cooperative puntando a obiettivi comuni per rafforzare la capacità complessiva di coop di essere là dove sono i problemi e le difficoltà della gente comune, accanto ai nostri oltre 8 milioni di soci e contribuire così, anche alla costruzione della nuova alleanza delle cooperative italiane. L'occasione Expo per discutere di alimentazione Vorrei riferire ai miei lettori le prime impressioni di una visita professionale all Expo2015 per uno dei tanti Convegni, tra lo scientifico e il promozionale, che si terranno nei sei mesi di operatività di questa grandiosa maratona del buon mangiare, destinata a interessarsi anche dei risvolti negativi, dagli sprechi del vitto alle preoccupazioni per la sostenibilità mondiale delle future scelte alimentari. Ho già accennato, in questa rubrica, che le finalità dell appuntamento non dovranno esaurirsi nell aspetto fieristico, incentrato nella valorizzazione dei cibi nostrani (in molti casi sapientemente lavorati ma non prodotti sul suolo nazionale). L Expo sottintende anche un confronto e un dibattito culturale su problemi vitali, dal diritto naturale all acqua fino ai pericoli della globalizzazione o della deforestazione imposta dalle monocolture più redditizie. La posta in gioco non si limita a una compra-vendita di prodotti ma implica una crescita culturale, in primo luogo degli stessi consumatori orientati non più da suggestioni prevaricatrici ma dalla realtà scientifica a salvaguardare il cibo e il gusto senza preclusioni improprie e col buonsenso necessario. Di questo, come è noto si è fatto paladino, con lungimiranza, merito e tenacia, il movimento creato da Carlo Petrini e noto ovunque per la possibile antitesi al dilagante fast food. Come medico nutrizionista mi auguro che l EXPO2015 non si esaurisca nella pur legittima finalità di una grande fiera promozionale ma che responsabilizzi visitatori e produttori ai temi culturali dell informazione. Ogni visitatore, dagli studenti, ai più raffinati gourmet, dovrebbe riportarne un maggior senso critico sulle scelte alimentari più idonee (qualità, quantità, costo) per il benessere ma anche per la ricaduta che le nostre scelte, giuste o sbagliate, avranno sulla sostenibilità planetaria. In questo senso la mia relazione sul tema preventivo dello stile di vita attivo (di cui la nutrizione è un aspetto più o meno adeguato), tenuta alla presenza del Ministro dell Istruzione e del Presidente del Coni, ha rimarcato l essenzialità di facilitare ai giovani l accesso allo sport o comunque ad una attività fisica che bilanci la sedentarietà forzata che è alla base della pandemia di obesità, ancor più del contributo ipercalorico di qualche singolo alimento consumato in eccesso. Il prestigio e il consenso dei correlatori mi hanno ridato una fiducia che troppe volte era andata delusa. Infatti, la solidarietà e gli accordi operativi già in atto fra i due Enti citati, con l impegno organizzativo assunto per l occasione da una grande industria alimentare italiana, mi fanno sperare che non si tratti di promesse ma di un impegno vero e ormai irrinunciabile. Immagino che il consuntivo dell Expo 2015 sarà comunque positivo, come lasciano sperare le premesse di uno sforzo organizzativo tardivo ma che il talento italiano ha saputo recuperare e tramutare in un evento grandioso e accattivante.

12 12 primo piano consumi LA DIFESA del cibo buono e sano Sull'altro lato della vetrina di Expo, che mette in luce giustamente le eccellenze del cibo made in Italy, c'è l'illegalità che colpisce uno dei comparti produttivi principe del paese: il business delle agromafie cresce del 10% in un anno raggiungendo i 15,4 miliardi di euro. E i danni dei falsi prodotti italiani superano i 60 miliardi di euro! di Claudio Strano Fa gola l'expo a oltre 11 milioni di persone che hanno programmato di visitarla. E fa gola più in generale il cibo, che oltre ad essere al centro delle attenzioni planetarie in quanto diritto negato o per gli sprechi e gli abusi che se ne fanno, è un piatto sempre più ghiotto per la criminalità organizzata. L'allarme sulle cosiddette "agromafie" lo lancia il 3 rapporto, fresco di quest'anno, sui crimini agroalimentari nato dalla collaborazione tra Eurispes, Coldiretti e il suo Osservatorio dedicato a questi temi. Di sicuro se ne parlerà a Milano perché è un fenomeno in crescita (del 10% in un anno, per un fatturato che nel 2014 è stato di 15,4 miliardi di euro contro i precedenti 14 miliardi) e s'intreccia con la difesa del "food made in Italy", ovvero dell'autenticità e della qualità alimentare. Sul tappeto ci sono almeno due temi caldi: le misure di contrasto (da adeguare agli stratagemmi sempre "un passo avanti" del crimine) e le riforme legislative (da fare, vedi intervista qui a fianco). L'obiettivo è di tenere testa ai "corsari delle frodi", che nei mari del mercato globalizzato su cui s'innestano tra opportunità e rischi i negoziati di libero scambio Ttip con gli States, che proprio nel cibo hanno l'anello debole scorrazzano indisturbati, aiutati da Internet. La Coldiretti a commento del recente sequestro a Palermo di carne adulterata con solfiti e nitrati parla di "un incremento record del 277 del valore di cibi e bevande sequestrate perché adulterate, contraffatte o falsificate". L agroalimentare nel suo complesso è un settore emergente e particolarmente remunerativo. Non ha dubbi Gian Carlo Caselli, l'ex procuratore antimafia di Palermo e Torino che adesso si occupa proprio di agromafie. "È un settore che ha dimostrato in questi anni non solo di poter resistere alla crisi, ma di poter crescere e rafforzarsi divenendo, di conseguenza, ancor più appetibile sul piano dell'investimento". La novità sta proprio nel passaggio dal cosiddetto "italian laundering" (ovvero il riciclaggio del denaro sporco attraverso la finanza, gli incroci e gli intrecci societari, la conquista di marchi pregistiosi, il condizionamento del mercato con forme illegali) al "money dirting", nel quale non sono i capitali sporchi ad affluire nell'economia sana, ma i capitali puliti ad indirizzarsi verso l'economia sporca ora che sono crollati gli steccati della legalità che tenevano separati i due mondi. Almeno un miliardo e mezzo di euro, 120 milioni di euro al mese, 4 milioni al giorno: è l'ipotesi "sottostimata" di questo travaso di denaro fuori controllo. Dall'usura al web Dietro c'è sempre il fortissimo appeal esercitato da "made in Italy". continua a paina 14 >

13 consumatori giugno I danni dell'italian sounding (falso "made in Italy" agroalimentare) 60 miliardi di euro il fatturato dei prodotti "italian sounding" venduti all'estero 24 miliardi di euro il danno per l'industria agroalimentare italiana solo per i prodotti venduti negli Usa le aziende agricole italiane che hanno chiuso a causa di tali pratiche sleali di vendita i posti di lavoro che si creerebbero con una efficace azione di contrasto 70 le tipologie di prodotti contraffatti e falsamente evocanti marchi italiani di qualità, segnalate dai Carabinieri fonte: 3 rapporto 2015 Eurispes e Coldiretti su agromafie e crimini agroalimentari Caselli: "Leggi ad hoc per l'agroalimentare" GIAN CARLO caselli presidente della Commissione per le riforme dei reati agroalimentari Si è insediata il 5 maggio una nuova Commissione, voluta dal ministro della Giustizia Orlando, per la messa a punto di proposte di riforma dei reati in materia agroalimentare. A presiederla c'è Gian Carlo Caselli, l'ex procuratore che da anni guida l'osservatorio della Coldiretti sulle agromafie. Procuratore, i testi normativi su cui lavorerete che tipo di risposte dovranno dare? Il decreto sottolinea l esigenza, in materia alimentare, di una tutela penalistica moderna che tenga conto della consistenza di beni giuridici nuovi che richiedono l anticipazione dell incriminazione già alla soglia del rischio e, comunque, in funzione preventiva. Un altro obiettivo riguarda le persone giuridiche, per le quali si richiede un complessivo riesame delle tipologie di sanzioni applicabili in vista delle diverse offensività, nel quadro di una dimensione degli scambi allargata a un mercato globale. Le proposte di intervento serviranno anche indubbiamente a realizzare una miglior tutela del Made-In. L'"italian sounding" rientra nel perimetro delle vostre competenze? Siamo consapevoli che serviranno competenze diverse da quelle della Commissione per affrontare questo grave fenomeno. Siamo in un ambito che attualmente è deregolato e a dimensione internazionale. È molto importante intervenire efficacemente però contro le falisificazioni. Significa lottare perché non sia erosa l immagine di uno degli asset centrali del nostro Paese. Significa difendere ricchezza e occupazione, consolidando le piattaforme produttive. Significa tutelare la sicurezza dei prodotti alimentari e ambientale, e stare dalla parte dei consumatori e dei produttori onesti. L'espansione delle mafie in quali settori dell'agroalimentare si insinua maggiormente? Non vi sono zone franche rispetto a tale fenomeno. Ogni segmento produzione, trasformazione, trasporto, distribuzione, vendita e ristorazione è sempre più penetrato e condizionato dal potere criminale, esercitato spesso in forme raffinate. Il prezzo lo paghiamo tutti noi, cittadini e consumatori, perché oltre a dover vivere in un ambiente pervaso di corruzione e intimidazione rischiamo in termini di sicurezza alimentare e salute, mentre la regolarità dei mercati è stravolta con penalizzazioni pesanti per gli operatori virtuosi.

14 14 primo piano consumi autenticità alimentare e lotta alle frodi: ecco come si muove coop Sono tanti i fronti su cui Coop si muove per mettere i consumatori al riparo da frodi e sofisticazioni. Il laboratorio Coop è l'unico privato a partecipare su invito ad alcuni specifici progetti ministeriali, in primis al progetto carni per rilevare il Dna di specie diverse e mettere a punto nuove strategie per lo smascheramento delle principali frodi alimentari: dalla distinzione tra suino e cinghiale alla identificazione di carni avicole decongelate o mozzarelle non a norma. È dal 2005 che il laboratorio scientifico di Casalecchio di Reno affronta queste tematiche specifiche (ma l'attenzione alle carni in Coop risale agli anni '80) per verificare che le specie dichiarate sui packaging dei prodotti corrispondano a quelle reali. Le analisi vengono condotte con il sequenziamento e l'amplificazione del Dna tramite real-time PCR (nome dello strumento). Altre tecniche basate sul Dna vengono applicate su matrici diverse per "scovare" le sostituzioni non dichiarate: ad esempio di carne pregiata con carne meno pregiata in macinati, sughi, paste ripiene, come ha rivelato lo scandalo delle carni equine del 2013; o il latte vaccino immesso fraudolentemente nelle mozzarelle di bufala o nelle ricotte di pecora e capra. Dell'olio di oliva si occupa, invece, un altro raffinato strumento, chiamato Heracles II, un gascromatografo evoluto che abbinato a un potente software "annusa" le sostanze volatili assegnando un profilo aromatico utile alla classificazione dei prodotti. Ad oggi si è in grado di distinguere con questo strumento l'olio italiano dall'olio mediterraneo. Coop, sempre alla ricerca di relazioni scientifiche utili, porta la sua grande esperienza nell'analisi finalizzata alla lotta delle frodi alimentari all'interno di Foodintegrity, un progetto europeo di cui è "stakeholder", per l'armonizzazione e la ricerca nella lotta alle frodi alimentari nel campo dell'olio, degli alcolici e dei prodotti ittici. Dopo il primo incontro, che si è tenuto a Bilbao, è stato costituito un gruppo di lavoro che la dice lunga sulla pericolosità delle agromafie: il gruppo si occupa di seguire i costi delle materie prime per cercare di capire in anticipo, come alla borsa, dove il mercato delle frodi si stia spostando: la scarsa reperibilità di una materia prima, infatti, e quindi il suo aumento di prezzo, la espone fortemente al rischio di "azioni fraudolente". A rimorchio della crisi e di annate produttive particolarmente storte come quella del 2014, gli agrocriminali si insinuano con attività illecite che spaziano dall'usura alla falsificazione e allo sfruttamento illegale dei nostri marchi. Quanto al peso del web cui si accennava, basta riflettere sui dati 2014 forniti dal Ministero delle politiche agricole: dati che trovano riscontro nel rapporto Eurispes che colloca l'agroalimentare al secondo posto, con una quota del 12%, nelle vendite su Internet. A chi spetta il primato negativo delle contraffazioni? Ai formaggi Dop (con i "cheese kit" per rifare in tempi record i prodotti caseari italiani con polveri, termometri e colini), seguiti da creme spalmabili come la "Nugtella", dai salumi e dai "Wine kit", i preparati solubili in polvere con l'etichetta dei più noti vini italiani che in alcuni paesi del Nord, come l'irlanda, sono del tutto legali. Ebbene, per capire la remuneratività elevatissima dei traffici online bisogna pensare che contro i 110 mila controlli per oltre 60 milioni di euro di prodotti sequestrati "a terra" dai quattro organismi ministeriali (Ispettorato repressione frodi, Corpo forestale dello Stato, Nucleo anticontraffazione dei Carabinieri e Capitanerie di porto- Guardia di Finanza), si registrano "appena" 160 interventi "on air", cioè nel web, che però hanno un controvalore quasi equivalente pari a oltre 50 milioni di euro. I flussi stroncati erano prevalentemente di commercio illegale nella Ue di "finti" prodotti italiani. Dell'Italia solo il "sound" Lo chiamano "italian sounding", è un bel nome musicale per intendere una delle forme più subdole in cui si esprime l'illegalità coniugata al cibo. Parliamo di quello che l'ufficio italiano brevetti e marchi, direzione generale Lotta alla contraffazione, definisce un "utilizzo di denominazioni geografiche, immagini e marchi che evocano l'italia, per promozionare e commercializzare prodotti" che con il Balpaese non c'azzeccano proprio. Il Parmigiano che diventa Parmisan in Spagna, Parmesao in Brasile o Regianito in Argentina è forse il caso più famoso. Ma anche il "San Daniele" più il nome locale usato per il prosciutto o gli spaghetti "alla bolognese" di cui sono pieni i menu di tutto il mondo. La falsificazione e imitazione dei prodotti italiani è opera di aziende straniere, ma spesso anche italiane delocalizzate all estero. E i crimini agroalimentari di cui parliamo sono controversi, difficili da contrastare. Nemmeno oggi si possono classificare come frodi commerciali in senso stretto, osservano Caselli e il presidente di Eurispes Gian Maria Fara. Ma fanno danni ingentissimi, e in

15 consumatori giugno Olio di oliva "100% Italiano" QUELLO COOp lo è senza ECCEZIONI: parola di heracles Ii In caso di non conformità sarebbero scattati gli approfondimenti: ispezioni, tracciabilità, nuovi controlli, eventualmente il ritiro dagli scaffali. Ma non ce n'è stato bisogno. Al termine di un anno di analisi di routine effettuate dal laboratorio di Coop Italia, i risultati sull'olio extravergine di oliva Coop "100% italiano" non hanno richiesto infatti supplementi d'indagine: "italiano" di nome e di fatto, questo il verdetto senza eccezioni emesso da Heracles II, il gascromatografo acquistato a metà 2013 e utilizzato da Coop Italia come "naso elettronico" per stabilire l'autenticità di un prodotto. Circa il 4% dei 300 campioni analizzati di olio "100% italiano" non ha superato la prova con Heracles e sono in corso gli approfondimenti: in tutti i casi era olio extravergine non Coop. Da Martino Barbanera, responsabile del laboratorio analisi di Coop Italia, e Fernando Gottardi, che di Heracles II è l'esperto "addestratore" (nella foto), ci siamo fatti spiegare come si è giunti a questo importante risultato. "Dal 2013 ad oggi Heracles è stato addestrato facendogli 'annusare' oli italiani di provenienza certa. Un lavoro enorme di impostazione e validazione scientifica (senza precedenti in Italia, ndr) fatto in collaborazione con le Università di Udine, Bologna e Barcellona. Il gascromatografo Heracles II lavora restituendo l'impronta aromatica di un determinato olio standard, che assieme a un elevato numero di campioni con le stesse caratteristiche va a costruire un modello di riferimento. Con questo modello successivamente vengono confrontati i campioni 'incogniti' per stabilire quanto siano similari statisticamente". Ora che i modelli ci sono, le analisi proseguiranno con le loro gambe e saranno estese ai 5 oli regionali dop e igp a marchio Coop (Taggiasca, Toscano, Umbro dei colli Martani, Terre di Bari e Val di Mazara) mentre in parallelo spiega Sonia Scaramagli che se ne occupa "si verificano altri prodotti come il miele, ad alto rischio di frode e falsificazione". crescita. A livello mondiale, il giro d'affari dell'"italian sounding" che era stimato in 54 miliardi di euro (dati Ufficio brevetti e marchi), ora ha superato i 60 miliardi di euro (Eurispes-Coldiretti), quasi il doppio rispetto all'export agroalimentare nazionale. Se pensiamo che il nostro patrimonio enogastronomico è tra i primi fattori di richiamo per il turismo internazionale a prescindere da un evento come Expo capiamo facilmente l'impatto negativo dei "falsi" sul sistema Italia: aziende agricole hanno dovuto chiudere con tanti posti di lavoro inceneriti. Cosa abbiamo noi in più La difesa dei marchi e del prodotto italiano è dunque una priorità, assieme ad altri fattori quali la tracciabilità, l'etichettatura e i controlli igienico-sanitari che coprono da soli un terzo circa degli interventi repressivi delle autorità. Noi italiani abbiamo tutto l'interesse ad essere garantiti, perché abbiamo qualcosa come 271 prodotti dop/igp e 415 vini doc/docg, a voler sorvolare sulle quasi specialità regionali e sul fatto che, purtroppo, si aprono falle da tutte le parti: molti marchi famosi vengono venduti all'estero e a noi restano solo i "simulacri"; gli stessi ingredienti di tanto "italian food" sono di incerta o dubbia provenienza e sfuggono anch'essi al "pedigree" di ciò che mangiamo e a cui siamo estremamente sensibili. Ma se da una parte il "falso made in Italy" è un crimine sottovalutato e difficile da perseguire nonostante la protezione giuridica riservata dalla Ue ai vari marchi Dop, Igp ecc. dall'altra si può rovesciare la domanda e chiedersi: è giustificabile tanta premura? Cos'abbiamo noi, in più degli altri, per rivendicare con orgoglio l'origine dei nostri prodotti? Il caso dell'olio extravergine di oliva è emblematico, trattandosi di uno dei prodotti trasformati più frodati di sempre. In più siamo nell'"annus horribilis" dell'olio a causa del clima dello scorso anno e della mosca olearia che hanno ridotto fortemente la produzione. Le illegalità riguardano, principalmente, l'origine geografica e la commercializzazione di miscele non autorizzate e con additivi. Sulla qualità in senso stretto, beh su quella ci sarebbe quanto meno da discutere. Ogni paese o regione, infatti, ha il suo olio di punta e varie miscele di media o bassa qualità. I professori in materia giurano che ci sono oli spagnoli ma anche tunisini di eccellenza, che nulla hanno da invidiare alle bottiglie più rinomate in commercio: il clima mediterraneo in fondo è lo stesso... A deporre a favore dell'olio italiano ci sono altri fattori che danno una diversa consistenza al concetto di "qualità". Si va dalle continua a paina 17 >

16 Questa rivista è un mensile. Ma su internet abbiamo novità ogni giorno Consumatori, tutti i sapori dell informazione sul nostro sito trovi un notiziario sempre aggiornato clicca mi piace alla pagina ConsumatoriCoop seguici su Twitter.com/ConsumatoriCoop con smartphone o tablet scarica le App gratuite da App Store e Google play consumatori il mensile dei soci coop

17 consumatori giugno 2015 primo piano consumi 17 caratteristiche dei terreni alla catena della distribuzione e dei controlli, passando per l'attenzione che ci mette il produttore nell'evitare trattamenti non ammessi e limitare l'uso di pesticidi. L'Italia vanta il maggior numero di produttori biologici nella Ue con appena lo 0,6% di sforamento dei residui chimici ammessi contro l'1,4% del totale comunitario e il 5,7% dei prodotti extracomunitari (elaborazione Coldiretti su dati Efsa). A maggiore garanzia la legislazione europea è più rigida delle altre sia sul fronte degli antiparassitari, sia nella lotta ai contaminanti. Lotta che ha portato, ad esempio, al bando degli ftalati nei pvc di cui oggi non vi è traccia nei contenitori usati per il trasporto dell'olio in Italia. "Poi c'è la parte dei controlli spiega martino barbanera, responsabile del laboratorio analisi di Coop Italia e delle analisi innovative. Nelle frodi più eclatanti infatti (olio contraffatto, vino adulterato, anabolizzanti nelle carni), dove la chimica ha un ruolo molto forte e chi froda nove volte su dieci sa come eludere i limiti di legge, una cosa è certa: più la materia si fa complessa più è importante l'integrazione di vari metodi analitici anche non convenzionali. Se parliamo di distinguere con certezza una specie, allora il dna è la scelta migliore. Ma se parliamo dell'origine geografica di un prodotto, serve la sinergia tra diversi approcci analitici unita alla tracciabilità e ai controlli di filiera a fare la differenza". C'è tutto questo e molto altro nel concetto di qualità del "made in Italy" agroalimentare. "L'origine italiana riassume Barbanera non è solo un discorso di caratteristiche organolettiche dei prodotti, ma anche e soprattutto la garanzia data da un intero sistema di produzione". cibo è cultura di Massimo Montanari docente di storia medievale e di storia dell alimentazione, università di Bologna "Gastro-toponimi" Cibi e luoghi per riconoscersi Ironicamente, e affettuosamente, li chiamiamo gastro-toponimi ovvero nomi di luogo che servono a designare prodotti gastronomici. Oggi ne siamo circondati: sono i prodotti a denominazione di origine, a marchio controllato, che garantiscono la provenienza della materia prima, o la localizzazione del processo produttivo, o una qualche forma di radicamento territoriale del prodotto. Queste espressioni significano almeno due cose. Una più ovvia: il prodotto nasce in un determinato luogo. Una un po meno ovvia: il prodotto circola, viene acquistato e consumato altrove. Pensiamoci: se il formaggio parmigiano-reggiano lo mangiassero solo a Parma e a Reggio, non si chiamerebbe così; sarebbe formaggio e basta. Denominare un prodotto in base al luogo di origine ha senso, ed è utile, solo quando esso abbandona quel luogo. La frequenza dei gastro-toponimi, dunque, è direttamente proporzionale alla circolazione delle culture locali, attraverso il gioco delle merci, delle idee, delle persone che viaggiano. Non è un sintomo di localismo bensì, al contrario, di movimento. È importante notarlo perché si tratta di una caratteristica originale, e originaria, della cultura italiana. Fin dal Medioevo il nostro paese è stato particolarmente ricco di prodotti (e ricette) a denominazione di origine, a testimonianza del fatto che prodotti (e ricette) hanno contribuito a costruire una rete condivisa di saperi, pratiche, gusti: è stata questa rete a mettere insieme l Italia, ben prima dell unità politica, come spazio culturale. Così si è costruita l identità del paese, nel dialogo continuo fra locale e nazionale. Un dialogo dapprima riservato a pochi, poi, col passare dei secoli, esteso a un numero crescente di persone. Il meccanismo funziona ancora oggi, anzi si è accentuato perché il cibo è un formidabile segno di identità e, paradossalmente, proprio nell epoca della globalizzazione il desiderio di valorizzare le culture locali ha raggiunto il massimo di intensità. Ogni luogo ambisce a denominare i suoi prodotti tipici, legati alle tradizioni produttive e alimentari del territorio, per ritagliarsi uno spazio di visibilità nel mare del mercato globale. Il patrimonio che abbiamo ereditato dalla storia sembra avere invertito il suo senso: non sono più i prodotti a diventare riconoscibili attraverso il nome del luogo in cui sono nati, bensì i luoghi a diventare riconoscibili in virtù di un prodotto che è stato valorizzato, riscoperto, talvolta inventato. Chi conosceva il villaggio di Colonnata prima che il suo lardo ne varcasse impetuosamente i confini? Queste contraddizioni riscrivono in modo diverso l antica storia dei gastro-toponimi.

18 18 primo piano consumi La Musica si fa "liquida" come l'ascolto in rete MANDA in PENsione dischi e cd Quasi il 40% dei consumi musicali avviene attraverso sistemi digitali. Da Spotify a Deezer, da Playmusic a Rdio, all'annunciato Beats: scopriamo i sistemi che stanno guidando una rivoluzione che avanza a gran velocità di pierfrancesco pacoda in rete Cercate qui... I maggiori servizi di streaming musicale in Italia sono Deezer: Previste versioni gratuite e a pagamento senza pubblicità con abbonamento mensile Spotify: Sostanzialmente simile a Deezer Rdio: Due diverse opzioni di abbonamento. Una permette di ascoltare la musica solo sul pc, l altra anche sul cellulare Gogleplay: music.google.com previsto un abbonamento mensile. Un mese di prova gratis Soundcloud: com molta buona musica gratuita, specie remix e inedite di musicisti d avanguardia Tidal: solo a pagamento per chi ama l alta fedeltà C'erano una volta i dischi in vinile, poi vennero i Cd. La nostra musica, quella dei cantanti o dei gruppi preferiti abitava lì, in oggetti fisici che si correva a comprare appena usciva il nuovo album. Ora siamo nell'era del download e dello streaming. Questi due termini sono sicuramente tra le parole inglesi di uso maggiormente comune nella nostra lingua negli ultimi anni. Due espressioni che spiegano come la fruizione (ma anche la produzione) della musica sia radicalmente cambiata, rendendo i suoni un oggetto liquido che può fare a meno, per essere ascoltato di aver prima acquistato il disco o il Cd citati all'inizio. La velocità del cambiamento è stata impressionante. Pochi anni e il mondo digitale ha sfornato una nuova serie di offerte che hanno combinato l'uso di strumenti di connessione alla rete sempre più flessibili e portatili (lo smartphone su tutti) a programmi e siti con servizi specializzati, in gran parte basati sulle immense risorse di memoria della rete e del cloud. E ovviamente, specie tra i più giovani, la rivoluzione si è diffusa come la cosa più naturale. Dunque, se certo che c'è chi ancora preferisce avere in mano il Cd o chi colleziona e non rinuncia ai "vecchi" vinili (insieme queste due voci rappresentano ancora il 62% del fatturato complessivo del mercato italiano) il futuro, o meglio il presente, va in tutt'altra direzione. E se, sino a poco tempo fa il download era sinonimo della pratica di scaricare, spesso illegalmente, dalla rete i nostri brani preferiti, intasando, le memorie dei computer con materiali che spesso si accumulavano senza avere il tempo di ascoltarli, lo streaming ha del tutto rivoluzionato il nostro approccio alla musica. Che può essere, in qualsiasi momento ascoltata con una dignitosa qualità di riproduzione semplicemente collegandosi alla rete. E in molti casi anche in modalità offline. Nel rispetto della legge e con poca spesa. continua a pagina 20 >

19 consumatori giugno Oggi è la rete che detta i tempi" Samule cantante dei Subsonica: "Un albun dura sempre meno" Ora, col digitale, mercato in ripresa Rosi (Sony Music): "Dobbiamo dialogare con questi sistemi" SAMUEL Cantante del gruppo musicale Subsonica Per i Subsonica la tecnologia è stata, sin dagli esordi la maniera più efficace per declinare il proprio linguaggio artistico. Adesso, a distanza di anni dal loro primo album, la band torinese ha fatto della rete uno strumento di comunicazione efficace per la sua musica. Ma certamente non l unico. Quest'estate porteranno in tour il loro nuovo disco "In una foresta". Tra le tante date segnaliamo il 14 giugno a Napoli, il 10 luglio a Pescara, l 11 saranno ospiti di Umbria Jazz a Pescara con un progetto speciale. La nostra, dice Samuel, il cantante dei Subsonica, è la prima generazione di musicisti cresciuta nel periodo di passaggio dall amore per il supporto fisico, il cd, all avvento del digitale. Erano gli anni di Napster, il primo servizio che rendeva disponibile la musica on line e noi scegliemmo di rendere fruibile in rete liberamente il nostro primo album, perché non era, allora come adesso, con le chiusure all innovazione che si poteva affrontare questa sfida. ANDREA Rosi Presidente Sony Music Italia Andrea Rosi è il presidente di Sony Music Italia. Dottor Rosi, quanto l avvento di servizi di streaming ha influito sul mercato musicale? I primi dati sono molto positivi, e in questi tempi di crisi, è una grande soddisfazione. Dopo anni finalmente si registra nei fatturati delle case discografiche una inversione di tendenza. E la crescita è dovuta proprio alle vendite del digitale e allo streaming, che si avvia a superare i download. La tecnologia si evolve e questa volta le grandi case discografiche non hanno ripetuto l errore che fecero quando, con l arrivo delle prime forme di download, non cercarono in alcun modo di fare propri questi sistemi. Questo si tradurrà in nuove opportunità occupazionali? È già così. Sony Music quest anno ha ricominciato ad assumere. Ci sarà sempre più bisogno di persone specializzate nel web marketing. continua a pagina 21 > continua a pagina 21 >

20 20 consumatori giugno 2015 Mercato musicale in italia Quota del digitale VENDITA DISCHI IN vinile 71,8 milioni nel % nel % ascolti in streaming 3% 75,4 milioni nel % 38% nel % ascolti in download in calo del 15% sul 2013 Si tratta della trasformazione profonda avvenuta con la diffusione internazionale dei servizi che permettono di ascoltare canzoni da un repertorio praticamente infinito, senza depositarle sul computer, con diverse modalità, da quella gratuita (che comunque è sempre molto ampia) con inserimenti pubblicitari a quelle che prevedono un abbonamento. I due servizi che si contendono la parte più grande del mercato sono Spotify e Deezer, arrivano uno dalla Svezia (fu lanciato da una start up nel 2008) l altro dalla Francia e in sostanza svolgono la stessa funzione, mettendo a disposizione degli utenti (sia gratuitamente che a pagamento) un catalogo di decine di milioni di brani acquisiti attraverso accordi con le case discografiche, sia le multinazionali che le indipendenti. Non si tratta, però delle uniche possibilità di scelta per il consumatore. Per ascoltare buona musica, gratuitamente e in legalità, ci sono molti altri siti, che, spesso anche artisti di grande rilievo usano per presentare in anteprima ai propri fan nuove produzioni e remix realizzati appositamente con, nel caso dei dj, anche lunghe selezioni di brani mixati. È il caso di Soundcloud, nato a Stoccolma e sviluppato a Berlino intorno al 2007, pensato originariamente come piattaforma sulla quale i nuovi musicisti potevano caricare le proprie canzoni per farsi conoscere senza passare attraverso le case discografiche (sul modello della pionieristica azienda Myspace), ma in breve è diventato un servizio di streaming capace di entrare in competizione con gli altri servizi più grandi. Grazie al fatto di essere utilizzata da superstar internazionali come i Radiohead. Alcune realtà, molto celebri all estero, non sono ancora sbarcate in Italia, ma sicuramente la conquista del mercato del nostro paese fa parte dei lori piani. Come Pandora, che pur essendo diffusa per adesso solo in Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda è arrivata alla consistente cifra di circa 82 milioni(!) di utenti. Si tratta, in realtà, non di una semplice offerta di streaming, ma, piuttosto, di una vera radio online che ogni iscritto può modulare secondo i propri gusti, creando un palinsesto personale, e scegliendo da un catalogo vastissimo. Anche in questo caso, le versioni sono due, una gratuita, con pubblicità, e una senza annunci che costa 5 euro. Un mercato, quello dello streaming, che ha suscitato l attenzione, naturalmente, anche dei colossi del web. Come Google, che ha lanciato Playmusic, disponibile da tre anni anche in Italia. Si tratta di un negozio di musica on line (concorrente di ITunes, per intendersi), ma che prevede anche una versione Unlimited, che attraverso il pagamento di un abbonamento mensile, permette di ascoltare tutta la musica che c è nel catalogo. oltre 30 milioni di brani. O Skype, i cui creatori hanno messo on line Rdio, più di 32 milioni di brani e una doppia tariffa, se si sceglie di ascoltare la musica solo dal pc o anche dal telefono. Prevista una versione gratuita con la pubblicità. Mentre Tim, come faranno sempre di più in futuro, le grandi compagnie telefoniche, abbina alle classiche funzioni di telefonia, anche lo streaming di brani musicali, con una piccola cifra mensile, e senza che l ascolto gravi sul traffico dati del cliente. Poi ci sono le iniziative specifiche, più piccole, ma dalle grandi ambizioni, come la recente Tidal, una società svedese acquistata da un gruppo di celebrità della musica, tra cui Jay-Z (che è l azionista di maggioranza), Beyoncé, Madonna, Kanye West, Rihanna e Daft Punk, che rifiuta il modello gratuito di Deezer e Spotify (che assicura agli artisti guadagni davvero minimi, fatto che ha causato alcuni continua a pagina 23 >

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

GIUSEPPE VADALÀ: ALIMENTI E AMBIENTE, COME GARANTIRNE LA SICUREZZA

GIUSEPPE VADALÀ: ALIMENTI E AMBIENTE, COME GARANTIRNE LA SICUREZZA GIUSEPPE VADALÀ: ALIMENTI E AMBIENTE, COME GARANTIRNE LA SICUREZZA a cura di ANNA MARIA CIUFFA Giuseppe Vadalà, responsabile della Divisione Sicurezza Agroalimentare e Agroambientale del Corpo forestale

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. PRIMO TRIMESTRE 2014 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l'igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Direttore

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

CONSIGLI PER I CONSUMATORI RICONOSCERE LE CONTRAFFAZIONI

CONSIGLI PER I CONSUMATORI RICONOSCERE LE CONTRAFFAZIONI CONSIGLI PER I CONSUMATORI RICONOSCERE LE CONTRAFFAZIONI Nessun settore è al riparo dalla contraffazione e dalla pirateria. I truffatori copiano di tutto: medicinali, pezzi di ricambio, CD, DVD, generi

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G.

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. Ministero della Salute RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. ANNO 2014 2 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Società Agricola: Emon Agri

Società Agricola: Emon Agri Società Agricola: Emon Agri INTERVISTA AD UN AGRICOLTORE DELLA SOCIETA' AGRICOLA: Sul vostro logo c'è scritto che attuate una coltivazione virtuosa, ci può dire cosa si intende? Ci spiega: Per coltivazione

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

LA TUA VISITA A Expo Milano 2015: ISTRUZIONI PER L USO

LA TUA VISITA A Expo Milano 2015: ISTRUZIONI PER L USO LA TUA VISITA A Expo Milano 2015: ISTRUZIONI PER L USO I BIGLIETTI SCUOLA I biglietti scuola, nella modalità biglietto singolo, hanno un costo di 10 per ogni studente e sono riservati ai gruppi scolastici

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO

GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO Si prega di prestare particolare attenzione ai "PUNTI ESSENZIALI" Nota bene: la presente guida ha lo scopo di aiutare i richiedenti

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Guida ai prodotti DOP, IGT, etc. Proposta per la realizzazione di una App

Guida ai prodotti DOP, IGT, etc. Proposta per la realizzazione di una App Guida ai prodotti DOP, IGT, etc Proposta per la realizzazione di una App Introduzione Abbiamo iniziato a ragionare per voi così Abbiamo immaginato una App che possa essere utilizzata come guida nella scelta

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG)

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) EMAA 13/14 XII / 1 DO e IG protette da cosa? Il Regolamento

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

L INDICE LA PREMESSA. Testo: Agostino Macrì Disegni: Arianna Buzzi LA PREMESSA 1 AMBIENTE E PRODUZIONI ALIMENTARI 3 LA TRASFORMAZIONE DEGLI ALIMENTI 5

L INDICE LA PREMESSA. Testo: Agostino Macrì Disegni: Arianna Buzzi LA PREMESSA 1 AMBIENTE E PRODUZIONI ALIMENTARI 3 LA TRASFORMAZIONE DEGLI ALIMENTI 5 LA PREMESSA L INDICE LA PREMESSA 1 AMBIENTE E PRODUZIONI ALIMENTARI 3 LA TRASFORMAZIONE DEGLI ALIMENTI 5 INIZIATIVE DELL UNIONE EUROPEA 6 TUTELA DELLE PRODUZIONI ALIMENTARI TRADIZIONALI 7 SITUAZIONE ITALIANA

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

DOP E IGP: I NUMERI DELLA QUALITA. Lo strumento Dop e Igp: utilità, punti di forza e principali criticità

DOP E IGP: I NUMERI DELLA QUALITA. Lo strumento Dop e Igp: utilità, punti di forza e principali criticità DOP E IGP: I NUMERI DELLA QUALITA Bologna, 12 settembre 2008 Lo strumento Dop e Igp: utilità, punti di forza e principali criticità Denis Pantini Coordinatore di Area Agricoltura e Industria alimentare

Dettagli

Spread. C è anche quello dei prezzi. Inchiesta

Spread. C è anche quello dei prezzi. Inchiesta Spread C è anche quello dei prezzi LA NOSTRA INCHIESTA Le grandi catene internazionali, da Zara a McDonald s, praticano prezzi diversi in Europa. I consumatori italiani tra i più penalizzati. Le grandi

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi.

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi. STORIA E TRADIZIONE La Pasticceria Orlandi nasce per volontà di Romano Orlandi che dopo una lunga gavetta nelle più famose pasticcerie milanesi, nel 1952 decide di mettersi in proprio aprendo il suo negozio

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

CTP Tecnologie di Processo è un azienda certificata: CTP Tecnologie di Processo

CTP Tecnologie di Processo è un azienda certificata: CTP Tecnologie di Processo Fármacos de Importación Paralela CTP Tecnologie di Processo è un azienda certificata: CTP Tecnologie di Processo Schema Relazione Introduzione al concetto Normativa europea Conseguenze sul mercato Portata

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli