Clausole di riservatezza. Marchi di fabbrica. Pubblicato da

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Clausole di riservatezza. Marchi di fabbrica. Pubblicato da"

Transcript

1

2 Clausole di riservatezza Confidenziale Le informazioni contenute in questo manuale sono aggiornate al 1 luglio È vietata la riproduzione per l uso in cataloghi, pagine web, volantini, ecc. Marchi di fabbrica HDV e il logo HDV sono marchi di fabbrica di Sony Corporation e Victor Company of Japan, Limited. Pubblicato da Sony Corporation Kitashinagawa, Shinagawa-ku, Tokyo, Giappone

3 Indice La televisione del futuro: HDTV 4 Storia della TV in alta definizione 6 Lo standard HDV 8 I principali vantaggi dello standard HDV 9 Specifiche dello standard HDV 10 Compressione HDV 12 Registrazione HDV 13 Uso delle immagini HDV registrate 14 Logo e marchio di fabbrica 15 Domande e risposte 16 Glossario 18 3

4 La televisione del futuro: HDTV Volete immagini cristalline e reali che vi facciano sentire dentro la storia, da gustare comodamente nel salotto di casa? Il sogno diventa realtà grazie alla tecnologia HDTV (High-definition Television), la TV in alta definizione. HDTV è un nuovo standard di trasmissione che segna una completa rottura con i formati esistenti: NTSC, PAL e SECAM. L avvento dell HDTV è la più grande rivoluzione nella storia della televisione dal 1954, quando negli Stati Uniti furono realizzate le prime trasmissioni a colori. L enorme pregio della TV in alta definizione è che le immagini non perdono intensità neppure su schermi più grandi di 40 pollici. E per un coinvolgimento emotivo davvero totale, le immagini in alta definizione si possono visualizzare anche su widescreen 16:9. I vantaggi della tecnologia HDTV HDV TECHNOLOGY HANDBOOK Immagini più nitide con l alta definizione Con 1080 linee di scansione effettive, ovvero più del doppio rispetto ai formati tradizionali (480 linee per l NTSC e 576 linee per PAL e SECAM), le immagini sono chiare e bellissime. La loro limpidezza rende ancora più incisivo il soggetto trattato. * Per lo standard HDTV 1080i, attualmente il più utilizzato. Schermo widescreen per entrare dentro le immagini Lo schermo widescreen offre immagini ancora più evocative e realistiche perché utilizza un rapporto di formato basato sul campo visivo umano. Le dimensioni più ampie degli schermi 16:9 riproducono da vicino il campo visivo umano, facendovi realmente sentire dentro le immagini. 4

5 HDTV e SDTV a confronto La differenza tra la qualità delle immagini della TV in alta definizione e quelle della definizione standard tradizionale (SDTV) è evidente. L HDTV prevede due varianti: 1080 o 720 linee di scansione effettive, con un rapporto di formato di 16:9. Con la SDTV, il rapporto di formato è 4:3; il formato NTSC adottato in Nord America e Giappone ha 480 linee di scansione, a fronte delle 576 dei formati PAL e SECAM impiegati in Europa e altrove. Se paragonata alla definizione SDTV del formato NTSC, è chiaro che la risoluzione verticale dell HDTV è due volte più nitida. HDTV SDTV 1080i 720p NTSC PAL/SECAM Linee di scansione totali Linee di scansione effettive Pixel effettivi 1920/ Scansione Interlacciata Progressiva Interlacciata Rapporto di formato 16 : 9 4 : 3 Linee di scansione totali: Linee di scansione effettive: Pixel effettivi: Scansione: Rapporto di formato: tutte le linee di scansione che costituiscono il segnale video. numero effettivo delle linee di scansione che formano l immagine. numero effettivo di pixel orizzontali che formano l immagine. metodo di scansione (progressiva o interlacciata) utilizzato per produrre l immagine. rapporto tra larghezza e altezza dell immagine. Qualità delle immagini HDTV e SDTV Con le 480 linee di scansione effettive della definizione standard nel formato NTSC, ingrandendo lo schermo, la grana dell immagine diventa più evidente. La tecnologia HDTV, invece, con 1080 o 720 linee di scansione effettive, consente di visualizzare immagini ad alta risoluzione nitide e cristalline. Qualità delle immagini HDTV e SDTV La natura offre spettacoli di straordinaria bellezza. Un televisore con tecnologia HDTV e formato widescreen può trasportarvi nel centro della scena. Il rapporto di 4:3 degli apparecchi SDTV taglia inevitabilmente i margini dell immagine, mentre con uno schermo HDTV 16:9 vi godrete l interno panorama. 5

6 Storia della TV in alta definizione La storia della TV in alta definizione comincia negli anni 60 presso i laboratori di ricerca NHK STRL (Science and Technical Research Laboratories) in Giappone. Dapprima lo studio analizzò gli angoli di visualizzazione e i rapporti di formato che esaltano il realismo, quindi furono definite le dimensioni dello schermo, il numero di linee di scansione e la distanza standard tra spettatori e apparecchio per ottimizzare la resa delle immagini. Il risultato fu, nel 1984, il sistema MUSE, un metodo di televisione analogica in alta definizione. I laboratori NHK STRL coniarono inoltre il termine Hi-Vision come nome comune per l HDTV. HDV TECHNOLOGY HANDBOOK Verso la creazione di uno standard professionale unico per l HDTV I sistemi tradizionali di trasmissione televisiva includono il formato NTSC adottato in Nord America e Giappone, il formato SECAM in uso in Francia, Europa dell Est e Russia e il formato PAL impiegato nel resto dell Europa e in Cina. La differenza risiede nel numero di linee di scansione che definisce la risoluzione delle immagini. I contenuti televisivi, di conseguenza, venivano realizzati in conformità allo standard vigente nell area di trasmissione. L esportazione dei prodotti televisivi richiedeva quindi la conversione delle linee di scansione nel formato del sistema destinatario. Per evitare il ripetersi di una situazione analoga con la TV in alta definizione, il Giappone suggerì al CCIR [Comité Consultatif lnternational Radiophonique, l attuale ITU-R (International Telecommunications Union Radiocommunication Sector)] di stabilire uno standard professionale comune per la produzione di contenuti HDTV, in modo da facilitare la distribuzione internazionale. Nel 1990 fu definita una prima versione di questo standard, senza però giungere a un accordo su questioni fondamentali come il numero di linee di scansione. Dopo tre edizioni, il numero di linee di scansione fu finalmente unificato nella quarta revisione approvata nel Attualmente i principali formati di trasmissione per l HDTV sono ISDB, DVB e ATSC, che verranno descritti in seguito nel documento. Tutti hanno adottato il numero di linee di scansione definito nello standard comune. Pertanto, possiamo affermare che l approvazione di uno standard professionale univoco ha posto le basi per lo sviluppo della televisione in alta definizione. Sviluppo e convergenza di trasmissioni digitali e HDTV La digitalizzazione delle trasmissioni TV partì da un concetto nato nel 1982 sempre nei laboratori NHK STRL in Giappone. Si trattava dell ISDB (Integrated Services Digital Broadcasting), una soluzione che combina immagini in movimento, audio, testo e immagini statiche in un segnale digitale. Sul finire degli anni 80, le tecnologie fondamentali per la digitalizzazione delle trasmissioni, come la compressione dei dati e la correzione degli errori, erano pronte. L evoluzione del digitale, oggi, ha portato alla nascita di nuovi servizi: la TV satellitare, il digitale terrestre e le trasmissioni via cavo. Anche la tecnologia HDTV è digitale. Attualmente tra i maggiori sistemi di trasmissione HDTV digitali vi sono il formato ISDB sviluppato in Giappone, il formato DVB (Digital Video Broadcasting) sviluppato in Europa e il formato ATSC (Advanced Television Systems Committee) sviluppato negli Stati Uniti. Il digitale terrestre, con l adozione di questi formati, è entrato in uso in 12 paesi incluso il Giappone, e la televisione digitale in alta definizione è ormai un fenomeno globale. 6

7 L HDTV nella produzione cinematografica Le case cinematografiche di Hollywood e del resto del mondo hanno investito le proprie risorse nella produzione di film con l ausilio di videoregistratori digitali in alta definizione. Nel 1999 è stato introdotto il sistema HD 1080/24p, un formato di registrazione cinematografico che impiega un videoregistratore digitale professionale in grado di riprendere 24 immagini al secondo. Per la realizzazione di Guerre stellari Episodio 2 è stata impiegata questa tecnologia. L industria cinematografica si è progressivamente spostata dai metodi tradizionali basati su pellicola alla registrazione digitale che offre ottime risoluzioni e grande flessibilità in fase di editing, essendo altamente compatibile con gli strumenti della computer graphics. Storia della TV in alta definizione 1964 I laboratori NHK STRL (Science and Technical Research Laboratories) in Giappone cominciano le ricerche sulla televisione in alta definizione I laboratori NHK STRL elaborano la trasmissione ISDB (Integrated Services Digital Broadcasting) I laboratori NHK STRL fondano il sistema di televisione analogica in alta definizione MUSE (Multiple Sub-Nyquist-Sampling Encoding) I laboratori NHK STRL propongono il termine Hi-Vision come denominazione comune per l HDTV La FCC (Federal Communications Commission) statunitense incoraggia le applicazioni pubbliche delle trasmissioni televisive terrestri in alta definizione L ITU-R (International Telecommunications Union Radiocommunication Sector) approva uno standard professionale comune per le trasmissioni HDTV Fondazione del progetto DVB (Digital Video Broadcasting) L istituto ETSI (European Telecommunications Standards Institute) approva il DVB-S, uno standard per le trasmissioni digitali satellitari L ETSI approva il DVB-C, uno standard per la televisione digitale via cavo BskyB lancia le trasmissioni satellitari con il sistema DVB nel Regno Unito Canal+ avvia le trasmissioni satellitari con il sistema DVB in Francia L ETSI approva il DVB-T, uno standard per le trasmissioni digitali terrestri La FCC approva l ATSC (Advanced Television Systems Committee), uno standard per le trasmissioni digitali terrestri Il TTC (Telecommunications Technology Council) in Giappone approva l ISDB-S, uno standard per le trasmissioni digitali satellitari Inizio delle trasmissioni digitali terrestri con il sistema DVB nel Regno Unito Inizio delle trasmissioni digitali terrestri con il sistema ATSC negli Stati Uniti Inizio delle trasmissioni terrestri con il sistema DVB in Svezia Approvazione della quarta edizione dello standard professionale per le trasmissioni HDTV, che unifica il numero di linee di scansione L ITU-R raccomanda l ISDB-T come standard per le trasmissioni digitali terrestri Inizio delle trasmissioni digitali satellitari con il sistema ISDB-S in Giappone Inizio delle trasmissioni digitali terrestri con il sistema DVB in Spagna Inizio delle trasmissioni digitali terrestri con il sistema DVB in Australia Inizio delle trasmissioni digitali terrestri con il sistema DVB a Singapore Inizio delle trasmissioni digitali terrestri con il sistema ATSC in Corea del Sud Inizio delle trasmissioni digitali terrestri con il sistema ISDB-T in Giappone Inizio delle trasmissioni digitali terrestri con il sistema ATSC in Canada. 7

8 Lo standard HDV Dopo l avvio delle trasmissioni in alta definizione (HD, High Definition) in vari paesi, la popolarità dei dispositivi HD è cresciuta: si pensi, ad esempio, ai televisori dotati di tecnologia HDTV e ai Blu-ray Disc, in grado di registrare immagini in alta definizione. I dispositivi home video hanno adottato in maniera ormai preponderante l alta definizione. La fase successiva, a questo punto, sarà la creazione di contenuti personali con la tecnologia HD, cioè la realizzazione di video in alta definizione da parte degli utenti. Lo standard HDV è stato creato per rendere possibile tutto questo. HDV TECHNOLOGY HANDBOOK 8

9 I principali vantaggi dello standard HDV Il 30 settembre 2003, lo standard HDV è stato adottato di comune accordo da quattro aziende: Canon Inc., Sharp Corporation, Sony Corporation e Victor Company of Japan, Limited. L idea alla base dello standard HDV è di sviluppare una videocamera in grado di registrare con facilità filmati HD qualitativamente impeccabili. Lo standard HDV permette di registrare anche sui comuni nastri DV. In questo modo sfruttando cioè i meccanismi delle videocamere DV si riducono i costi di sviluppo, massimizzando l efficienza. Vantaggio N. 1: registrazione di immagini in alta definizione su nastri DV Per la registrazione in alta definizione possono essere utilizzati gli stessi nastri della registrazione DV: la durata di registrazione è equivalente. Anche i meccanismi principali di funzionamento rimangono gli stessi dello standard DV. Vantaggio N. 2: formato di compressione MPEG-2 Il formato di compressione MPEG-2, lo stesso utilizzato per le trasmissioni digitali e i DVD, viene impiegato anche per l HDV. La compressione è ottimale e mantiene inalterata l alta qualità delle immagini HD. Quindi, con la stessa frequenza di bit dello standard DV, si possono registrare e riprodurre immagini HD ad alta risoluzione. Per la compressione MPEG-2 delle grandi quantità di dati legate alle immagini HD, superiori a quelle del formato SD, occorre un circuito di elaborazione del segnale particolarmente complesso. Oggi però, grazie alle conquiste tecnologiche nel campo dei semiconduttori e dell elaborazione dei segnali, è possibile utilizzare questo formato come standard anche per i dispositivi personali. Vantaggio N. 3: potenti funzionalità di correzione degli errori Con il formato MPEG-2, che utilizza la compressione interframe, se mancano dei dati le conseguenze sono molto più gravi rispetto allo standard DV, che invece si basa sulla compressione intraframe. Per questa ragione, la codifica di correzione è notevolmente accresciuta con lo standard HDV. Inoltre, passando dal metodo di correzione DV, che interviene su una traccia alla volta, a una correzione che opera su più tracce, la percentuale di successo è molto più elevata e si ottimizza la tolleranza alle perdite di dati causate dal dropout. Vantaggio N. 4: audio di qualità CD Il formato di compressione audio è MPEG-1 Audio Layer II, che consente di ottenere la stessa qualità del suono di un CD. Vantaggio N. 5: due sistemi di registrazione Lo standard HDV ha due tipi di registrazione: la specifica 720p (progressiva) e la specifica 1080i (interlacciata). 9

10 Specifiche dello standard HDV Lo standard HDV prevede due sistemi di registrazione in alta definizione. Il primo è la specifica 720p, con 720 linee di scansione effettive (scansione progressiva) e 1280 pixel orizzontali. L altro è la specifica 1080i, con 1080 linee di scansione effettive e 1440 pixel orizzontali. In questo modo si definiscono quindi i parametri per la registrazione e la riproduzione ad alta risoluzione. HDV (specifica 1080i) HDV (specifica 720p) DV Supporto Segnale video 1080/50i e 1080/60i Nastro DV 720/25p, 720/50p, 576/50i (PAL) 720/30p e 720/60p e 480/60i (NTSC) Numero di pixel 1440 x x x 576 (PAL) e 720 x 480 (NTSC) HDV TECHNOLOGY HANDBOOK Rapporto di formato 16:9 4:3 (16:9) Compressione (video) MPEG-2 Video (profilo e livello: DV Frequenza di campionamento per la luminanza 55,6875 MHz 74,25 MHz 13,5 MHz Formato di campionamento 4:2:0 4:2:0 (PAL) / 4:1:1 (NTSC) Quantizzazione 8 bit Frequenza bit dopo la compressione (video) 25 Mbps 19 Mbps 25 Mbps Compressione (audio) MPEG-1 Audio Layer II - Frequenza di campionamento 48 khz 48 khz / 44,1 khz (2 canali) 32 khz (4 canali) Quantizzazione 16 bit 16 bit (2 canali) 12 bit non lineare (4 canali) Frequenza bit dopo la compressione (audio) 384 kbps 1,5 Mbps Audio Stereo (2 canali) Stereo (2 canali) / Stereo x 2 (4 canali) Formato dei dati Sistema MPEG-2 - Tipo di stream PES (Packetized Elementary Stream) TS (Transport Stream) - Interfaccia stream IEEE 1394 (MPEG-2-TS) IEEE 1394 (DV) Rapporto di formato: Frequenza di campionamento: Formato di campionamento: Quantizzazione: Frequenza dei bit: Formato dei dati: Tipo di stream: Interfaccia di stream: rapporto tra larghezza e altezza dell immagine. descrive il numero di volte in cui un segnale audio in ingresso è misurato o campionato in un secondo durante la conversione dei segnali analogici in dati digitali. il rapporto di frequenza associato ai tre segnali di differenza colore: Y (luminanza), R-Y (segnale del rosso meno luminanza) e B-Y (segnale del blu meno luminanza) durante la conversione del video analogico in dati digitali. quantità di valori che un segnale può assumere, legata al numero di bit utilizzati per rappresentare ciascun campione del segnale (16 bit viene espresso come 216 = valori). quantità di dati utilizzata in un secondo (1 Mbps significa 1 megabit di dati utilizzato in un secondo). lo standard utilizzato per la registrazione di audio e video in formato digitale. il sistema utilizzato per combinare i dati audio e video in un unico set di dati nell ambito del sistema MPEG-2. standard per la trasmissione dei dati. 10

11 Notazione del formato delle immagini La trascrizione del formato delle immagini è del tipo 1080/60i. Il significato è il seguente. La frequenza di fotogrammi/campi indica essenzialmente quante immagini vengono prodotte in un secondo. Se la frequenza è 60, significa che in un secondo vengono prodotte 60 immagini. Scansione progressiva e interlacciata Le immagini televisive sono prodotte dal movimento di punti luminosi, che creano delle immagini fantasma (afterimages). I punti luminosi si muovono da sinistra a destra dello schermo e, ripetendo questo movimento riga per riga, lo completano interamente. Una volta raggiunto l angolo destro dell ultima riga in basso, l immagine è terminata. Questo processo è chiamato scansione e le righe disegnate dal movimento dei punti luminosi da sinistra verso destra sono dette linee di scansione. Scansione progressiva La scansione progressiva è un metodo di scansione che procede, nell ordine, dalla prima all ultima riga: una scansione produce un immagine. Viene definita anche scansione non interlacciata. Se, ad esempio, ci sono 480 linee di scansione, la scansione parte dalla prima e termina alla 480 riga. Il vantaggio di questo metodo è l eliminazione degli sfarfallii. Scansione interlacciata La scansione interlacciata è un metodo di visualizzazione che produce due immagini con una sola scansione, procedendo a righe alternate. Se, ad esempio, ci sono 480 linee di scansione, per la prima immagine vengono scansite solo le righe dispari (1, 3, 5, ) e per la seconda immagine solo le righe pari (2, 4, 6, ). La scansione interlacciata offre il vantaggio di un movimento molto più fluido; per contro, la risoluzione delle singole immagini è ridotta. La scansione interlacciata viene usata principalmente per le trasmissioni televisive. In origine si impiegava il metodo progressivo, ma la larghezza di banda del segnale era troppo ampia e si è sviluppato quindi il formato interlacciato che, riducendo questo valore, lasciava spazio a più emittenti. Come già detto, se la continuità delle immagini è alta, la scansione interlacciata può garantire un movimento più fluido; la gamma di frequenze è limitata e la perdita di risoluzione è quasi impercettibile, il che ne giustifica l adozione. Le frecce indicano il movimento del fascio luminoso lungo le linee di scansione Fotogrammi e campi Con il metodo interlacciato, la scansione viene eseguita a linee alternate e per formare un immagine basta la metà delle linee. Un immagine equivale a un campo. Una volta completate due immagini utilizzando tutte le linee di scansione, viene realizzato un fotogramma (frame). In altre parole, un fotogramma è costituito da due immagini o campi. Con la scansione progressiva, invece, poiché tutte le linee di scansione concorrono a formare un immagine, un immagine equivale a un fotogramma. L unità di riferimento della scansione progressiva è la frequenza dei fotogrammi, ossia il numero di immagini prodotte in un secondo; per la scansione interlacciata è la frequenza dei campi. 11

12 Compressione HDV Il formato adottato per la registrazione su nastri DV nell ambito dello standard HDV è MPEG-2. Il formato MPEG-2 è un metodo di compressione standard utilizzato per i supporti video come i DVD, e le trasmissioni digitali satellitari e terrestri. La codifica MPEG-2 tiene traccia delle differenze tra i diversi fotogrammi e permette di avere un alta risoluzione anche a basse frequenze dei bit; pertanto anche i segnali video HD, che contengono una quantità di dati superiore di 4 volte e mezzo* ai segnali video standard, possono essere registrati su nastri DV. La durata di registrazione, inoltre, è esattamente la stessa del formato DV. *) Mettendo a confronto segnali video NTSC standard con segnali HD 1080/60i. HDV TECHNOLOGY HANDBOOK Compressione dei dati Come illustrato nella figura seguente, se si osserva un immagine, si nota che essa presenta porzioni relativamente semplici come il cielo (A) e porzioni complicate come l automobile (B). Quando si convertono informazioni analogiche in dati digitali, se le informazioni sono semplici, è possibile ridurre la mole di dati durante la conversione. In altre parole, la quantità di dati che corrisponde alle porzioni semplici, come quella contrassegnata con la lettera A nella figura seguente, può essere ridotta. Con il formato DV, nelle parti di fotogramma occupate ad esempio da un cielo blu, le aree di difficile discernimento per l occhio umano vengono omesse e la quantità di dati ridotta, per comprimere in maniera efficiente i singoli fotogrammi. Si parla in questo caso di compressione intraframe, o codifica intra-fotogramma. Il formato MPEG-2, invece, utilizza un altro tipo di compressione, che rileva le aree dell immagine che si ripetono immutate nella sequenza di fotogrammi ed elimina i dati ridondanti, utilizzando cioè solo i dati del fotogramma iniziale per l intera sequenza. Questa tecnica viene definita compressione interframe, o codifica inter-fotogramma. Nell esempio in figura, poiché lo sfondo A non subisce alcuna variazione, gli stessi dati per quest area possono essere utilizzati per l intera sequenza di fotogrammi. L automobile B, invece, cambia notevolmente muovendosi da un fotogramma all altro, e non è possibile utilizzare gli stessi dati per la sequenza. In conclusione dunque, il formato MPEG-2 esegue una compressione dei dati più efficiente rispetto al formato DV. 12

13 Registrazione HDV Per la registrazione con lo standard HDV vengono utilizzati nastri DV. I nastri DV sono già ampiamente diffusi e rappresentano pertanto un supporto economico e facilmente reperibile. Metodo di registrazione HDV Con lo standard HDV, la velocità del nastro e le dimensioni della traccia sono le stesse del formato DV ed è possibile pertanto adottare i principali meccanismi del DV, come il tamburo di lettura dati e il comparto che ospita la cassetta, senza modifiche di sorta. Anche l area ITI e l area dei sottocodici sono equivalenti allo standard DV, per cui la durata di registrazione per i segnali audio e video HD è la stessa dello standard DV. Area ITI: Area dei sottocodici: la regione registrabile del nastro, che include la struttura e la larghezza della traccia. la regione ove vengono registrati su nastro i flag di indicizzazione e i codici orari (time code). Potenti funzionalità di correzione degli errori Con il formato MPEG-2, che utilizza la compressione interframe, se mancano dei dati le conseguenze sono molto più gravi rispetto allo standard DV, che invece si basa sulla compressione intraframe. Per questa ragione, la codifica di correzione è notevolmente accresciuta con lo standard HDV. Inoltre, passando dal metodo di correzione DV, che interviene su una traccia alla volta, a una correzione che opera su più tracce, la percentuale di successo è molto più elevata e si ottimizza la tolleranza alle perdite di dati causate dal dropout. 13

14 Uso delle immagini HDV registrate Le immagini in alta definizione registrate con una videocamera HDV possono essere riprodotte nei modi seguenti. * I metodi variano a seconda del paese o della regione. HDV TECHNOLOGY HANDBOOK 14

15 Logo e marchio di fabbrica Chiediamo la vostra collaborazione per un corretto impiego del logo HDV e per il mantenimento di un immagine grafica omogenea dello standard HDV, in conformità alle linee guida che disciplinano l uso del logo HDV. (Esempi di utilizzo) (Seguono alcuni stralci delle linee guida) 1-1 Definizione del logo HDV Il logo HDV è la trasposizione grafica dello standard omonimo (standard HDV) che consente la registrazione e la riproduzione di immagini in alta definizione su nastro DV. Questo standard è di proprietà di Sony Corporation e Victor Company of Japan, Limited. 1-2 Utenti autorizzati Sono autorizzati all uso del logo HDV: Sony Corporation Victor Company of Japan, Limited Tutti coloro che hanno ottenuto un regolare permesso in tal senso da Sony Corporation in virtù di un contratto di licenza. 1-3 Applicabilità sui prodotti Il logo HDV può essere utilizzato per prodotti con unità nastro basate sullo standard HDV, packaging commerciale (inclusi i materiali di confezionamento), manuali utente, informazioni e pubblicità (cataloghi, poster e pubblicazioni varie; spot televisivi, Internet e altri mezzi di comunicazione visiva), materiale promozionale (espositori, pubblicità all interno dei punti vendita, ecc.) e manifestazioni. 1-4 Aree di applicazione Il logo HDV può essere utilizzato in tutto il mondo, tranne nelle regioni in cui la legge vigente non ne consenta l uso come marchio di fabbrica. 2-7 Tutela della proprietà del marchio Qualora si utilizzi il logo HDV su materiale stampato o siti web, è obbligatorio includere, almeno in un punto, una nota esplicativa in cui venga dichiarato che HDV è un marchio di fabbrica. A ulteriore conferma di questo fatto, si raccomanda di aggiungere il simbolo TM (trademark) nell angolo a destra del logo HDV. Es. HDV e il logo HDV sono marchi di fabbrica di Sony Corporation e Victor Company of Japan, Limited. 15

16 Domande e risposte HDV TECHNOLOGY HANDBOOK Formati Quanti sono i formati HDV? Il formato HDV comprende due standard di trasmissione: 720p e 1080i. La specifica 720p utilizza la scansione progressiva con 720 linee di scansione verticali (linee di scansione effettive). La specifica 1080i utilizza la scansione interlacciata con 1080 linee. Quali aziende supportano lo standard HDV? Lo standard HDV è stato istituito da quattro società: Canon Inc., Sharp Corporation, Sony Corporation e Victor Company of Japan, Limited. Molte aziende, tra cui gran parte dei produttori di software non lineari, hanno abbracciato lo standard HDV. Per un elenco aggiornato delle aziende che supportano questo formato, si veda Perché così tante aziende supportano lo standard HDV? Perché è basato sullo standard DV, diffuso a livello mondiale, e gli stessi meccanismi dello standard DV funzionano anche per l HDV. Inoltre, dato che utilizza la codifica video digitale MPEG-2 per la compressione delle immagini, è possibile collegare i dispositivi HDV a televisori e personal computer. Quali tipi di supporti vengono utilizzati con lo standard HDV? Per la registrazione in HDV si usano i tradizionali nastri DV. Qual è la durata di registrazione per l HDV? La stessa del formato DV. Inoltre, con la specifica HDV 1080i, non c è modalità di riproduzione long-playing. Com è possibile che le grandi quantità di dati video in alta definizione dell HDV vengano registrate su nastro DV con una durata pari allo standard DV? I tempi sono gli stessi perché la registrazione viene effettuata con la compressione MPEG-2. La codifica MPEG-2 mantiene l alta risoluzione anche a basse frequenze dei bit, perché è in grado di leggere le informazioni sulle differenze tra un fotogramma e l altro. Che differenza c è tra HDV e DV? Quale dei due garantisce una migliore qualità delle immagini? Gli standard HDV e DV si basano su metodi diversi per la compressione delle immagini e la registrazione su nastro. L HDV è stato sviluppato per registrare e riprodurre video ad alta risoluzione, e vanta pertanto una migliore risoluzione dal punto di vista del numero di pixel. Qual è il metodo di compressione video dello standard HDV? Lo standard HDV utilizza la compressione MPEG-2 e la frequenza dei bit dopo la compressione per la specifica 1080i è 25 Mbps. Non è forse vero che ci sono problemi di deterioramento della qualità delle immagini (alterazione, deformazione ed errori) con la codifica MPEG-2? Il bitrate di 25 Mbps ottenuto dopo la compressione garantisce un ottima qualità delle immagini per la registrazione e la riproduzione in questo formato. Qual è il metodo di compressione audio dello standard HDV? Il formato di compressione dell audio è MPEG-1 Audio Layer II. Questo formato è in grado di comprimere e registrare un segnale con frequenza di campionamento di 48 khz e quantizzazione di 16 bit, a una frequenza bit di 384 Kbps. Quale standard ha una migliore qualità audio, HDV o DV? Se confrontiamo i 2 canali e i 16 bit dell audio DV con le registrazioni in HDV, il DV offre la migliore qualità del suono nelle parti dove non viene eseguita la compressione. Tuttavia, poiché l HDV utilizza una frequenza bit molto alta (384 Kbps) per la compressione audio, la qualità del suono è praticamente analoga a quella dell audio non compresso. La qualità audio HDV è paragonabile a un CD musicale? Poiché l audio HDV è compresso, in teoria la qualità del suono è inferiore a quella di un CD. Tuttavia, come spiegato sopra, dato che la frequenza bit rimane molto alta dopo la compressione, la qualità del suono è pressoché analoga a quella di un CD. In futuro, lo standard DV è destinato a scomparire per lasciar posto all HDV? Vista l ampia diffusione delle trasmissioni in alta definizione e della tecnologia HDTV, si prevede che l HDV diventerà presto la norma. Per il momento, però, data l economicità e l alto numero di televisori a risoluzione standard, il formato DV resta il più usato. Con l immissione sul mercato di nuovi modelli di videocamere HDV e il conseguente abbassamento dei prezzi, in futuro l HDV sostituirà il DV come standard principale. Qual è la differenza tra 1080i e 720p? La specifica 720p utilizza la scansione progressiva con 720 linee di scansione verticali (linee di scansione effettive), mentre la specifica 1080i impiega la scansione interlacciata con 1080 linee. Perché esistono due specifiche (1080i e 720p) per lo standard HDV? Per consentire lo sviluppo di prodotti conformi alle differenti infrastrutture HD presenti nel mondo. Quale specifica offre la migliore qualità delle immagini, HDV 1080i o HDV 720p? La qualità delle immagini dipende dalle caratteristiche tecniche del prodotto. Queste ultime vanno scelte in base alle esigenze dell utente. In che cosa differisce il metodo di correzione degli errori nelle specifiche 1080i e 720p? La differenza principale sta nella quantità di codifica di correzione degli errori, e nel meccanismo per la correzione degli errori su più tracce. 16

17 È possibile registrare in HDV e DV sullo stesso nastro DV? Lo standard lo consente, ma dipende se i prodotti commercializzati in futuro permetteranno o meno la registrazione mista sullo stesso nastro. Una videocamera HDV può registrare anche in DV? Dipende dalle caratteristiche tecniche del prodotto. Riproduzione ed editing Se riproduco un nastro DV che contiene registrazioni HDV su una normale videocamera DV e non su un apparecchio HDV e la collego a un televisore, mantengo sempre l alta definizione? Le registrazioni su nastro in alta definizione vanno riprodotte solo su videocamere HDV. Gli apparecchi DV tradizionali non sono in grado di riprodurre audio e video HDV; alcuni modelli rilevano la presenza di un nastro HDV e avvisano l utente di non effettuare registrazioni su quel supporto. I nastri registrati con la specifica 1080i possono essere riprodotti su videocamere 720p e viceversa? No, non sempre. La compatibilità dipende dalle caratteristiche tecniche dei prodotti. Dopo aver trasferito i dati HDV sul mio computer e aver eseguito l editing, possono scrivere nuovamente i dati su un nastro DV utilizzando lo standard HDV o DV? È possibile in entrambi i casi se il software HDV lo permette. Quali sono i requisiti minimi di sistema per il PC per consentire l upload e l editing dei dati HDV? Pentium 4 a 3,06 GHz o superiore Almeno 256 MB di RAM (raccomandato almeno 1 GB) Disco rigido UltraATA100 Terminale i.link standard Monitor XGA o superiore Almeno 32 MB di memoria video Sistema operativo Windows XP SP2 o superiore * Le specifiche sono fornite a titolo puramente indicativo. Verificare anche i requisiti richiesti dall applicazione software. Che dimensioni ha un file HDV una volta archiviato sul computer? Se i dati vengono trasferiti in formato MPEG-2 senza conversione, le dimensioni del file saranno approssimativamente quelle di un file DV della stessa durata. Dieci minuti di video corrispondono a circa 2 GB. Se riproduco un nastro HDV su una videocamera HDV e la collego a un televisore non in alta definizione, la qualità delle immagini sarà migliore o peggiore rispetto alla riproduzione di un nastro DV? Dipende dalle caratteristiche tecniche dei prodotti. Se collego una videocamera HDV alla televisione per la riproduzione video, quale terminale devo usare per avere la migliore qualità delle immagini? Il collegamento raccomandato è i.link (IEEE 1394). È possibile archiviare i dati di un nastro DV registrato in HDV sull hard disk del mio computer? Quale sarà il formato del file? È possibile se sul computer è installato un software HDV. Il formato del file dipenderà dal software. Posso trasferire i dati HDV sul mio computer e modificarli con l editing? È possibile eseguire l editing di audio e video, proprio come per i dati DV? È possibile se il computer è dotato di un software HDV. Il tipo di editing dipenderà dal software. Posso trasferire i dati HDV sul mio computer e poi salvarli su un DVD? Se l applicazione software HDV permette di convertire i dati nel formato SD, è possibile salvarli su un DVD video. Oppure si possono salvare su un DVD di dati, con il criterio di un normale backup. In questo caso, tuttavia, il disco non sarà compatibile per la riproduzione su un lettore DVD. 17

18 Glossario HDV TECHNOLOGY HANDBOOK 720p 720 è il numero delle linee di scansione, p indica il metodo di scansione progressiva. 1080i 1080 è il numero delle linee di scansione, i indica il metodo di scansione interlacciata. Rapporto di formato Il rapporto di formato è il rapporto tra larghezza e altezza dello schermo. I televisori tradizionali hanno un rapporto di 4:3, mentre la televisione in alta definizione di 16:9. ATSC È l acronimo di Advanced Television Systems Committee, un comitato composto da aziende private che definisce le politiche per la TV digitale negli Stati Uniti. Per estensione, ATSC indica anche il formato delle trasmissioni televisive digitali creato dal comitato omonimo. Esistono standard per le trasmissioni terrestri e la TV via cavo. Lo standard video è MPEG-2, lo standard audio è Dolby AC-3. Blu-ray Disc È un disco ottico messo a punto da Sony, Panasonic e Philips. Su un disco delle dimensioni di un normale DVD è possibile archiviare 27 GB di dati, sei volte un normale DVD. Con questa tecnologia di registrazione si conserva immutata la qualità dei contenuti HDTV. Terminali Component Questi terminali trasmettono i tre segnali di differenza colore: Y (luminanza), R-Y (segnale del rosso meno luminanza) e B-Y (segnale del blu meno luminanza) attraverso cavi separati. Poiché vengono usati tre cavi, anche i terminali sono divisi in tre. Televisione digitale via cavo Trasmissione mediante segnali digitalizzati via cavo. ISDB e DVB sono standard della TV digitale via cavo. Trasmissioni digitali satellitari Trasmissione di segnali digitali da satelliti artificiali in orbita attorno alla Terra. ISDB e DVB sono standard delle trasmissioni digitali satellitari. Terminale D È un terminale in grado di trasmettere i tre segnali di differenza colore che formano il segnale video: Y (segnale di luminanza), R-Y (segnale del rosso meno luminanza) e B-Y (segnale del blu meno luminanza), in un unico cavo. Si chiama così perché ha una forma che ricorda la lettera D. Ne esistono di diversi tipi: terminale D1 per 480i, terminale D2 per 480p e 480i, terminale D3 per 1080i, 480p e 480i, e terminale D4 per 720p, 1080i, 480p e 480i. Per la trasmissione del segnale video HDTV, entrambi i dispositivi collegati devono essere dotati di terminali D3 o D4. DVB È l acronimo di Digital Video Broadcasting e rappresenta il formato per le trasmissioni televisive digitali sviluppato congiuntamente dai produttori europei nell ambito del progetto DVB. Definisce standard per la TV terrestre, satellitare e altre forme di trasmissione: tra i principali, DVB-T per il digitale terrestre, DVB-S per il digitale satellitare e DVB- C per le trasmissioni digitali via cavo. Lo standard per la codifica video è MPEG-2, mentre quelli per la codifica audio sono MPEG-2 Layer I e II. Il DVB non è riservato solo alla televisione in alta definizione, ma fornisce anche numerosi altri servizi che, grazie alla riduzione della mole di dati permessa dalla digitalizzazione, consentono di creare più canali. Standard DV È lo standard dei videoregistratori, in grado di registrare immagini e suoni in formato digitale su speciali nastri compatti. Il formato DV offre il vantaggio di una buona qualità di registrazione, oltre alla grande compatibilità con i computer. Campo Nel sistema interlacciato, campo è sinonimo di immagine. Con il metodo della scansione interlacciata, ogni immagine corrisponde a un campo e ci vogliono due campi per fare un fotogramma. Frequenza campi Indica il numero di campi prodotti in un secondo. Fotogramma Un fotogramma (o frame) è un immagine unitaria che comprende tutte le linee di scansione. Con il metodo della scansione progressiva, dove una scansione produce un immagine, ogni fotogramma equivale a un immagine. Con la scansione interlacciata, invece, ogni fotogramma equivale a due immagini, poiché due immagini vengono prodotte con una sola scansione. Frequenza fotogrammi La frequenza dei fotogrammi è il numero di fotogrammi prodotti in un secondo. HDTV È l acronimo di High-definition Television, televisione in alta definizione, una nuova tecnologia televisiva che offre immagini più realistiche rispetto ai tradizionali apparecchi TV. Con le dimensioni degli schermi è aumentata anche la risoluzione, ed è stato adottato un rapporto di formato di 16:9. L HDTV è lo standard di trasmissione del futuro e segna una netta rottura con i formati esistenti: NTSC, PAL e SECAM. Standard professionale per i contenuti HDTV È lo standard utilizzato dai professionisti del settore televisivo e cinematografico per facilitare lo scambio internazionale dei contenuti HDTV. Definisce norme relative al segnale video HDTV, incluso il numero di linee di scansione. Tutti i formati di trasmissione HDTV si adeguano a questi requisiti per facilitare il passaggio dei contenuti video da una regione all altra, anche quando il formato di trasmissione differisce. Standard HDV È uno standard di videoregistrazione e permette di registrare e riprodurre video e audio HD (rapporto di formato 16:9) utilizzando i diffusissimi nastri DV. Il sistema di compressione impiegato è MPEG-2 e la durata di registrazione è pertanto la stessa dello standard DV, nonostante la più alta risoluzione. Lo standard HDV prevede la specifica 1080i con 1080 linee di scansione effettive (metodo interlacciato) e la specifica 720p con 720 linee (metodo progressivo). Hi-Vision È il nome comune della TV in alta definizione (HDTV) scelto dai laboratori di ricerca giapponesi NHK. L HDTV digitale è chiamata anche Digital Hi-Vision in Giappone. 18

19 i.link È uno standard per la connessione dei computer a dispositivi periferici. i.link è la denominazione con cui Sony ha ribattezzato la specifica IEEE Consente di collegare tra loro fino a 63 dispositivi e raggiunge una velocità di trasmissione massima di 400 Mbps. L alimentazione passa attraverso lo stesso cavo di collegamento e la connettività è di tipo hot plug (i dispositivi si possono collegare e scollegare a caldo, cioè senza spegnerli/riaccenderli). Si utilizza per collegare le videocamere DV. Nello standard DV, i.link è detto terminale DV. Scansione interlacciata L interlacciamento è un metodo di visualizzazione che produce due immagini in un unico passaggio, con una scansione a linee alterne. Se, ad esempio, ci sono 480 linee di scansione, per la prima immagine vengono scansite solo le righe dispari (1, 3, 5, ) e per la seconda immagine solo le righe pari (2, 4, 6, ). La scansione interlacciata offre il vantaggio di un movimento molto più fluido; per contro, la risoluzione delle singole immagini è ridotta. La scansione interlacciata viene usata principalmente per le trasmissioni televisive. Come già detto, se la continuità delle immagini è alta, la scansione interlacciata può garantire un movimento più fluido; la gamma di frequenze è limitata e la perdita di risoluzione è quasi impercettibile, il che ne giustifica l adozione. ISDB È l acronimo di Integrated Services Digital Broadcasting, un sistema di trasmissione HDTV basato su un formato digitale messo a punto dai laboratori di ricerca NHK STRL (Science & Technical Research Laboratories) in Giappone. Definisce standard per le trasmissioni satellitari e terrestri, tra cui i principali sono ISDB-T per il digitale terrestre, ISDB-S per il digitale satellitare e ISDB-C per la TV digitale via cavo. La codifica video è MPEG-2 per tutti questi standard; la codifica audio è MPEG-2 AAC (Advanced Audio Codec). Il sistema consente l uso di ricevitori comuni indipendentemente dal formato di trasmissione poiché viene offerto insieme a servizi quali EPG e la trasmissione di dati. MPEG-2 È l acronimo di Moving Picture Expert Group, il nome dell organizzazione che ha sviluppato lo standard per la registrazione di audio e video come dati digitali. Per estensione, indica anche lo standard per la digitalizzazione di audio e video creato dall omonima organizzazione. MPEG-2 è uno degli standard messi a punto da questo organismo e viene utilizzato in numerosi campi, tra cui i DVD e le trasmissioni digitali. MUSE È l acronimo di Multiple Sub-Nyquist-Sampling Encoding, un sistema di trasmissione HDTV basato su un formato analogico sviluppato dai laboratori di ricerca NHK STRL (Science & Technical Research Laboratories) in Giappone. Questo formato è il precursore dell odierna tecnologia HDTV. NTSC È il formato per le trasmissioni SDTV stabilito dal National Television Systems Committee negli Stati Uniti. Fa uso della scansione interlacciata con 525 linee di scansione e una frequenza fotogrammi di 30 Hz. Numero di linee di scansione effettive È il numero delle linee di scansione che, di fatto, producono l immagine sullo schermo. PAL È l acronimo di Phase Alternation by Line, un formato per le trasmissioni SDTV sviluppato nell ex Germania Occidentale. Fa uso della scansione interlacciata con 625 linee di scansione e una frequenza di fase di 25 Hz. Scansione progressiva La scansione progressiva è un metodo di visualizzazione dove le linee vengono scansite, nell ordine, dalla prima all ultima: una scansione produce un immagine. Prende anche il nome di scansione non interlacciata. Se, ad esempio, ci sono 480 linee di scansione, la scansione parte dalla prima e termina alla 480a. Il vantaggio di questo metodo è l eliminazione degli sfarfallii dalle immagini. Pin RCA È il connettore utilizzato per audio/video composito e i terminali Component. È stato messo a punto da RCA negli Stati Uniti. Risoluzione La risoluzione è l indice della qualità di un immagine. Più alta è la risoluzione, più le immagini sono nitide e dettagliate. Scansione Con il termine scansione si indica il movimento dei punti luminosi che producono le immagini televisive. Le immagini TV sono prodotte dal movimento di punti luminosi, che creano delle immagini fantasma (afterimages). I punti luminosi si muovono da sinistra a destra dello schermo a partire dall alto e, ripetendo questo movimento riga per riga, lo completano interamente. Una volta raggiunto l angolo destro dell ultima riga in basso, l immagine è terminata. Linee di scansione Sono le linee create dai punti luminosi che si muovono da sinistra a destra sullo schermo televisivo. Maggiore è il numero di linee di scansione, più nitida è l immagine. SDTV È l acronimo di Standard-definition Television, ovvero la qualità delle immagini televisive che rappresentava la norma prima dell introduzione della tecnologia HDTV. Il rapporto di formato di questo standard di trasmissione è 4:3. SECAM È il formato per le trasmissioni SDTV sviluppato in Francia. L acronimo sta per SEquentiel Couleur Avec Mémoire. Utilizza la scansione interlacciata con 625 linee di scansione e una frequenza fotogrammi di 25 Hz. Terminale S È un terminale in grado di separare il segnale video in segnali cromatici e di luminanza prima di trasmetterli. Trasmissioni digitali terrestri Trasmissione televisiva di segnali digitali da appositi ripetitori impiantati nel terreno. Tra gli standard del digitale terrestre vi sono ISDB, DVB e ATSC. 19

20 2004 Sony Corporation Stampato in Italia

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Caratteristiche. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4" e software di editing Vegas. www.pro.sony.

Caratteristiche. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4 e software di editing Vegas. www.pro.sony. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4" e software di editing Vegas Pro* Operazioni versatili per registrazioni Full HD 3D e 2D professionali HXR-NX3D1E è un camcorder professionale

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Sommario DECODER CUBOVISION 1 TELECOMANDO 3 COLLEGAMENTO ALLA TV 4 COLLEGAMENTO A INTERNET 6 COLLEGAMENTO ANTENNA 8 COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 9 COLLEGAMENTO AUDIO

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

Manuale d Uso. Ref: 04061

Manuale d Uso. Ref: 04061 Manuale d Uso Ref: 04061 1 Grazie per aver acquistato il lettore digitale ENERGY SISTEM INNGENIO 2000. Questo manuale fornisce istruzioni operative dettagliate e spiegazioni delle funzioni per godere al

Dettagli

Gli aggiornamenti della Guida di SKY... 6

Gli aggiornamenti della Guida di SKY... 6 G U I D A A L L U S O S O M M A R I O Benvenuti in MySKY... 4 Vista frontale e vista in prospettiva del Decoder MySKY... 4 A cosa serve questo manuale... 5 Cosa è la TV digitale satellitare... 5 Il Decoder

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

AVer MediaCenter 3D. Manuale utente

AVer MediaCenter 3D. Manuale utente AVer MediaCenter 3D Manuale utente ESONERO DELLA RESPONSABILITA Tutte le schermate in questa documentazione sono solo immagini di esempio. Le immagini possono variare a seconda del prodotto e la versione

Dettagli

ADOBE PREMIERE ELEMENTS. Guida ed esercitazioni

ADOBE PREMIERE ELEMENTS. Guida ed esercitazioni ADOBE PREMIERE ELEMENTS Guida ed esercitazioni Novità Novità di Adobe Premiere Elements 13 Adobe Premiere Elements 13 offre nuove funzioni e miglioramenti che facilitano la creazione di filmati d impatto.

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Sistemi digitali per l ufficio sempre più efficienti e facili da usare Ottenere massima efficienza ed elevata professionalità, pur mantenendo

Dettagli

TELECOMUNICAZIONI (TLC) Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Trasduttore. Attuatore CENNI DI TEORIA (MATEMATICA) DELL INFORMAZIONE

TELECOMUNICAZIONI (TLC) Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Trasduttore. Attuatore CENNI DI TEORIA (MATEMATICA) DELL INFORMAZIONE TELECOMUNICAZIONI (TLC) Tele (lontano) Comunicare (inviare informazioni) Comunicare a distanza Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Segnale non elettrico Segnale elettrico TRASMESSO s x (t) Sorgente

Dettagli

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning.

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. Per collegare un iphone con connettore Lightning ad SPH-DA100 AppRadio e

Dettagli

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS www.gmshopping.it TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS MANUALE UTENTE Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore (L. 633 del 22/04/1941

Dettagli

P R O C E D U R E Sommario Creazione di un nuovo account MediaJet... 2

P R O C E D U R E Sommario Creazione di un nuovo account MediaJet... 2 P R O C E D U R E Sommario Creazione di un nuovo account MediaJet... 2 Informazioni sul copyright e sui marchi.... 7 Creazione di un nuovo account MediaJet Lo Spazio di archiviazione online personale è

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Manuale del Binocolo con registrazione digitale DEV-30/50/50V

Manuale del Binocolo con registrazione digitale DEV-30/50/50V Fare clic Manuale del Binocolo con registrazione digitale DEV-30/50/50V 2013 Sony Corporation 4-464-705-82(1) Da leggere subito Uso di questo prodotto Non tenere il prodotto dai punti indicati di seguito.

Dettagli

La tua vita nei filmati

La tua vita nei filmati Pinnacle Studio Versione 15 Include Studio, Studio Ultimate e Studio Ultimate Collection La tua vita nei filmati Documentazione a cura di Nick Sullivan Copyright 1996-2011 Avid Technologyv, Inc. Tutti

Dettagli

Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia

Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia Informazioni generali Questo manuale fornisce informazioni e istruzioni per l ascolto e la creazione

Dettagli

12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni)

12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni) 12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni) Ogni file è caratterizzato da un proprio nome e da una estensione, in genere tre lettere precedute da un punto; ad esempio:.est Vi sono tuttavia anche

Dettagli

AVer MediaCenter 3D. Manuale utente

AVer MediaCenter 3D. Manuale utente AVer MediaCenter 3D Manuale utente ESONERO DELLA RESPONSABILITA Tutte le schermate in questa documentazione sono solo immagini di esempio. Le immagini possono variare a seconda del prodotto e la versione

Dettagli

CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA

CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA La più potente analisi retrospettiva dei dati relativi a un evento cardiaco. Prestazioni migliorate. Livello di assistenza più elevato. 1

Dettagli

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n Comunicazioni elettriche A - Prof. Giulio Colavolpe Compito n. 3 3.1 Lo schema di Fig. 1 è un modulatore FM (a banda larga). L oscillatore che genera la portante per il modulatore FM e per la conversione

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Micro HI-FI Component System

Micro HI-FI Component System 3-097-194-91(1) Micro HI-FI Component System Istruzioni per l uso CMT-DH3 2008 Sony Corporation Si dichiara che l apparecchio è stato fabbricato in conformità all art.2, Comma 1 del D.M. 28.08.1995 n.548.

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Manuale del Binocolo con registrazione digitale DEV-3/5/5K

Manuale del Binocolo con registrazione digitale DEV-3/5/5K Fare clic Manuale del Binocolo con registrazione digitale DEV-3/5/5K 2011 Sony Corporation 4-410-129-92(1) Da leggere subito Uso di questo prodotto Non mantenere questo prodotto afferrandolo per le parti

Dettagli

Utilizzare Swisscom TV

Utilizzare Swisscom TV Swisscom (Svizzera) SA Contact Center CH-3050 Bern www.swisscom.ch 125474 12/2010 Utilizzare Swisscom TV Panoramica delle funzioni più importanti Indice Funzioni importanti quadro generale 3 Funzione PiP

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

FD Trinitron Colour Television

FD Trinitron Colour Television R 4-093-786-21 (1) FD Trinitron Colour Television Manuale d Istruzioni IT KV-29CL10E 2003 by Sony Corporation DICHIARAZIONE DI CONFORMITA IN BASE ALL ARTICOLO 2 PARAGRAFO B DEL D.M. 26.03.1992 Si dichiara

Dettagli

Nella prima lezione... Che cos è il Digitale. Prima parte: Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale

Nella prima lezione... Che cos è il Digitale. Prima parte: Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale !"$#%!" #% Nella prima lezione... Definizione di Informatica Cosa è una soluzione algoritmica Esempi di algoritmi cicalese@dia.unisa.it 2 Prima parte: Società dell informazione Ma cosa vuol dire società

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intelligente per controllare i punti vendita: sorveglianza IP Guida descrittiva dei vantaggi dei sistemi di gestione e di sorveglianza IP per i responsabili dei punti vendita

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

TECNOLOGIA LCD e CRT:

TECNOLOGIA LCD e CRT: TECNOLOGIA LCD e CRT: Domande più Frequenti FAQ_Screen Technology_ita.doc Page 1 / 6 MARPOSS, il logo Marposs ed i nomi dei prodotti Marposs indicati o rappresentati in questa pubblicazione sono marchi

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16 Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 1 alla base 16 Dato un numero N rappresentato in base dieci, la sua rappresentazione in base sedici sarà del tipo: c m c m-1... c 1 c (le c i sono cifre

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 2011 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, archiviata

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

ipod shuffle Manuale Utente

ipod shuffle Manuale Utente ipod shuffle Manuale Utente 1 Indice Capitolo 1 3 Informazioni su ipod shuffle Capitolo 2 5 Nozioni di base di ipod shuffle 5 Panoramica su ipod shuffle 6 Utilizzare i controlli di ipod shuffle 7 Collegare

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

etrex 10 manuale di avvio rapido

etrex 10 manuale di avvio rapido etrex 10 manuale di avvio rapido Operazioni preliminari Panoramica del dispositivo attenzione Per avvisi sul prodotto e altre informazioni importanti, consultare la guida Informazioni importanti sulla

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

ALTOPARLANTE SUPER BASS PORTATILE BLUETOOTH

ALTOPARLANTE SUPER BASS PORTATILE BLUETOOTH ALTOPARLANTE SUPER BASS PORTATILE BLUETOOTH Manuale DA-10287 Grazie per aver acquistato l'altoparlante portatile Super Bass Bluetooth DIGITUS DA-10287! Questo manuale d'istruzioni vi aiuterà ad iniziare

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

ipod nano Guida alle funzionalità

ipod nano Guida alle funzionalità ipod nano Guida alle funzionalità 1 Indice Capitolo 1 4 Nozioni di base di ipod nano 5 Panoramica su ipod nano 5 Utilizzare i controlli di ipod nano 7 Disabilitare i controlli di ipod nano 8 Utilizzare

Dettagli

Garmin Dash Cam 10/20 Manuale Utente

Garmin Dash Cam 10/20 Manuale Utente Garmin Dash Cam 10/20 Manuale Utente Dicembre 2013 190-01711-31_0A Stampato a Taiwan Tutti i diritti riservati. Ai sensi delle norme sul copyright, non è consentito copiare integralmente o parzialmente

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

SCEGLIERE UNO SCANNER

SCEGLIERE UNO SCANNER Tecnologie informatiche SCEGLIERE UNO SCANNER Con l utilizzo di uno scanner si può digitalizzare un documento in formato cartaceo, rendendolo così disponibile in formato elettronico. In questo approfondimento

Dettagli

Claudio Benetti USARE PREMIERE PRO. Manuale d uso

Claudio Benetti USARE PREMIERE PRO. Manuale d uso Claudio Benetti USARE PREMIERE PRO Manuale d uso Questo manuale è distribuito per uso strettamente personale. Nessuna parte di esso può essere copiata o distribuita in qualsiasi forma, compresa quella

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Note esplicative Rassegne stampa cartacee/elettroniche

Note esplicative Rassegne stampa cartacee/elettroniche A f f i n c h é l a t t o c r e a t i v o o t t e n g a i l g i u s t o r i c o n o s c i m e n t o ProLitteris Società svizzera per i diritti degli autori d arte letteraria e visuale, cooperativa Note

Dettagli

Linee guida per l azione Scuol@ 2.0

Linee guida per l azione Scuol@ 2.0 Linee guida per l azione Scuol@ 2.0 1. Introduzione al Piano Nazionale Scuola Digitale Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) comprende una pluralità di azioni coordinate, finalizzate a creare ambienti

Dettagli

5.2. Pipetta. 2: Lo strumento di luce/ombra

5.2. Pipetta. 2: Lo strumento di luce/ombra 2: Lo strumento di luce/ombra Scostamento Luce a «0%» e Ombra a «100%» Con lo strumento di luce/ombra possono essere fissati il punto più chiaro, il punto medio e quello più scuro dell immagine. Sotto

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

I dati audio. Campionamento Quantizzazione e Codifica Formati e standard Supporti

I dati audio. Campionamento Quantizzazione e Codifica Formati e standard Supporti I dati audio Campionamento Quantizzazione e Codifica Formati e standard Supporti Campionamento Moltiplicare il segnale per l impulso di campionamento t f max f t f c 2f c f t f max f c 2f c f f c -f max

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

ITALIAN RC388 P/NO: MFL56842624

ITALIAN RC388 P/NO: MFL56842624 ITALIAN RC388 P/NO: MFL56842624 ATTENZIONE RISCHIO DI SCOSSE ELETTRICHE NON APRIRE. ATTENZIONE: PER RIDURRE IL RISCHIO DI SCOSSE ELETTRICHE NON RIMUOVERE IL COPERCHIO (O LA PARTE POSTERIORE) ALL INTERNO

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL CONSERVAZI ONE ED ACCESSI BI LI TÀ I N NTERNETDICOLLEZI ONIAUDI OVI SI VE I PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL 1. IL RUOLO DELLE BIBLIOTECHE AUDIOVISIVE Il fine principale è la conservazione

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio 2 Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Il vostro sistema per la comunicazione al pubblico di facile

Dettagli