Assemble del 7 maggio 2001

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Assemble del 7 maggio 2001"

Transcript

1 relazioni e bilanci 2000

2

3 relazioni e bilanci al 31 dicembre 2000

4 Assemble del 7 maggio 2001 Snai S.p.A. Sede in Porcari (Lucca) - Via G. Puccini,2/F - Capitale sociale Euro i.v. Codice Fiscale n P. IVA Registro Imprese di Lucca n R.E.A. di Lucca n

5 Avviso di convocazione (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 del 6 aprile 2001) Gli azionisti sono convocati in assemblea presso la sede sociale in Porcari (Lucca) - via Puccini n. 2/f alle ore 10,30 di lunedì 7 maggio 2001 in prima convocazione ed, occorrendo martedì 8 maggio 2001 in seconda convocazione, stessi ora e luogo, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno 1. Bilancio al 31 dicembre Relazione degli amministratori sull'andamento della gestione. Relazione del Collegio Sindacale. Deliberazioni inerenti e conseguenti. 2. Nomina del Collegio Sindacale in adempimento all'art. 1-2 e 5 del Decreto del Ministero di Grazia e Giustizia n. 162/2000 e determinazione del relativo compenso. 3. Conferimento incarico di revisione contabile per il triennio ex art. 159 del Decreto Legislativo n.58. Hanno diritto di intervenire all'assemblea gli azionisti in possesso di "certificazione" rilasciata ai sensi dell'art. 85 del decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58, emessa da un intermediario aderente al sistema di gestione accentrata Monte Titoli S.p.A. Si rammenta ai signori azionisti - titolari di azioni Snai non ancora dematerializzate - che i diritti e le facoltà conseguenti alla titolarità delle azioni possono essere esercitate solo previa consegna dei certificati azionari ad un Intermediario per l'immissione nel sistema di gestione accentrata in regime di dematerializzazione. Con riferimento al punto 2 all'ordine del giorno si rammenta che, come previsto dall'art. 18 dello statuto nel testo modificato dall'assemblea del 18 febbraio 1999, si procederà alla elezione dei sindaci sulla base di liste che potranno essere presentate da azionisti che, da soli od insieme ad altri azionisti, rappresentino complessivamente almeno il 3%, pari a n , delle azioni con diritto di voto nell'assemblea e che dovranno documentare la propria legittimazione mediante esibizione di "certificazione" a tal fine rilasciata da un Intermediario aderente al sistema di gestione accentrata Monte Titoli S.p.A. Le liste sottoscritte dall'azionista o dagli azionisti che presentano (anche per delega ad uno di essi) dovranno essere depositate presso la sede della società, Porcari (Lucca), via Puccini n. 2/f, o presso gli uffici amministrativi in via Ippodromo n. 100 a Milano entro le ore 17 del 26 aprile 2001, corredate dalla documentazione prevista dal comma 2 del citato articolo dello statuto. La documentazione relativa agli argomenti posti all'ordine del giorno, come previsto dalla normativa vigente, sarà a disposizione degli azionisti e degli Organi sociali presso la sede legale di Porcari nei quindici giorni precedenti l'assemblea. La relazione degli amministratori prescritta dall'art. 3 del decreto del Ministero di Grazia e Giustizia n. 437/1998 verrà messa a disposizione del pubblico nel predetto termine presso la sede sociale, gli uffici di Milano - via Ippodromo n. 100 e la Borsa Italiana S.p.A. I soci hanno facoltà di ottenerne copia. Per il Consiglio di Amministrazione Il Presidente: Maurizio Ughi 3

6 INDICE Avviso di convocazione Pag. 003 Organi Sociali e Società di revisione Pag. 006 Struttura del Gruppo Snai: Rappresentazione grafica delle principali partecipazioni al 31 dicembre 2000 Pag. 007 Dati Significativi Pag. 008 RELAZIONE SULLA GESTIONE Contesto operativo e linee di sviluppo Pag. 013 Il mercato dei giochi e delle scommesse in Italia Pag. 019 Andamento della gestione telematica Pag. 020 Andamento del settore ippico in Italia Pag. 034 Andamento della gestione ippica Pag. 035 Andamento del Gruppo Pag. 040 Revisione del bilancio civilistico e consolidato Pag. 043 Anadamento delle Società Operative Pag. 044 A) Società controllate Pag. 044 B) Società collegate Pag. 051 Salute, sicurezza ed ambiente Pag. 053 Occupazione e relazioni esterne Pag. 055 Altre informazioni ai sensi dell Art C.C. e dell Art. 40 D.LGS N. 127 Pag. 055 Rapporti con imprese controllate, collegate, controllanti e sottoposte al controllo di quest ultima Pag. 056 Sintesi economica, patrimoniale e finanziaria consolidata Pag. 059 Sintesi economica, patrimoniale e finanziaria della Capogruppo Pag. 065 Partecipazioni di Amministratori, Sindaci e Direttore generale Pag. 070 Problematiche anno 2000 ed Euro Pag. 071 Fatti intervenuti dopo la chiusura dell esercizio Pag. 071 Rapporti con parti correlate ed organi amministrativi Pag. 074 Proposte del consiglio di amministarzione all assemblea Pag. 075 BILANCIO D'ESERCIZIO Contenuto e forma del Bilancio D esercizio Pag. 081 Bilancio d esercizio al 31 dicembre 2000 Stato patrimoniale Pag. 082 Conto economico Pag. 086 Nota integrativa Pag. 087 Principi e metodi contabili Pag. 088 Note allo stato patrimoniale ed il conto economico Pag. 090 Stato patrimoniale attivo Pag. 090 Stato patrimoniale passivo Pag. 102 Conto economico Pag. 105 Compensi spettanti ad amministratori e sindaci Pag. 111 Altre notizie integrative Pag

7 ALLEGATO 1: prospetto delle variazioni nei conti di patrimonio netto Pag. 113 ALLEGATO 2: classificazione delle riserve ed altri fondi Pag. 118 ALLEGATO 3: nota ai sensi dell'art. 10 della legge 19 marzo 1983 n. 72 e successive modificazioni Pag. 119 ALLEGATO 4: partecipazioni e titoli al 31 dicembre 2000 Pag. 120 ALLEGATO 5.1: elenco delle società controllate Pag. 122 ALLEGATO 5.2: elenco delle partecipazioni indirette Pag. 124 ALLEGATO 5.3: elenco delle società collegate Pag. 126 ALLEGATO 6: Informazioni sul patrimonio immobiliare del Gruppo Snai Pag. 128 BILANCI DELLE SOCIETA' CONTROLLATE E COLLEGATE Bilanci delle Società controllate collegate Pag. 129 ALLEGATO A Snai Servizio Spazio Gioco s.r.l. Pag. 130 ALLEGATO B Crai s.r.l. Pag. 135 ALLEGATO C Snai Com s.r.l. Pag. 140 ALLEGATO D Logisistem s.r.l. Pag. 145 ALLEGATO E Linkage s.r.l. Pag. 150 ALLEGATO F Società Trenno S.p.A. Pag. 155 ALLEGATO G Società Allevamento Partenopeo S.p.A. Pag. 161 ALLEGATO H Immobiliare Valcarenga s.r.l. Pag. 165 ALLEGATO I Snai Promotion s.r.l. Pag. 170 ALLEGATO J Snai Sat s.r.l. Pag. 175 ALLEGATO K Festa s.r.l. Pag. 180 ALLEGATO L Snai International LTD Pag. 185 ALLEGATO M Teseo s.r.l. Pag. 190 ALLEGATO W Sogest s.r.l. Pag. 197 ALLEGATO N prospetto riepilogativo dei dati essenziali dell'ultimo bilancio delle società collegate Pag. 198 Rapporto del collegio sindacale al bilancio chiuso al 31 dicembre 2000 Pag. 199 Relazione della società di revisione Pag. 204 BILANCIO CONSOLIDATO Contenuto e forma del bilancio consolidato Pag. 208 Bilancio consolidato al Pag. 209 Stato patrimoniale consolidato Pag. 209 Conto economico consolidato Pag. 213 Nota integrativa al bilancio Pag. 215 Area di consolidamento Pag. 215 Principi di consolidamento Pag. 215 Stato patrimoniale consolidato attivo Pag. 219 Stato patrimoniale consolidato passivo Pag. 233 Conto economico consolidato Pag. 238 Rapporto del collegio sindacale Pag. 251 Relazione dela società di revisione Pag

8 Organi Sociali e Società di revisione di Snai S.p.A. (in carico dall'assemblea del 24 giugno 1999) Consiglio di Amministrazione Presidente * Maurizio Ughi Vice Presidente * Alberto Lucchi Amministratori * Sandro Bassi ** Giancarlo Castagni * Claudio Corradini * Francesco Ginestra ** Luigi Molinaro ** Angelo Pettinari ** Carlo Scardovelli Direttore Generale Luciano Garza Collegio Sindacale Presidente Giuseppe Conselmo Sindaci Effettivi Lucio Mercanti Renato Rovida Società di Revisione KPMG S.p.A. * Componenti del Comitato Esecutivo ** Componenti del Comitato di Controllo Interno I poteri attribuiti ai componenti il Consiglio di amministrazione sono esposti al successivo paragrafo 10 della relazione sulla gestione. 6

9 Snai Sat s.r.l. 84,5% Trigem Snai Inc 50% Festa s.r.l. 90% Teseo s.r.l. 70% Twin s.p.a. 50% Snai International ltd 89% Snai Com s.r.l. 90% Linkage s.r.l. 51% Logisitem s.r.l. 53% Snai Servizi 52,11% Snai S.p.A (già Trenno S.p.A) Connext s.r.l. 25% Crai s.r.l. 90% Snai Servizi Spazio Gioco s.r.l. 90% Consorzio Snai promotion 96,56% Immobiliare Valcarenga s.r.l. 100% Sap S.p.A 100% Sociatà Trenno S.p.A Soc. Gestione Capannelle s.p.a. Alfea s.r.l. Ariston Servizi s.r.l. 96,44% 24,43% 30,70% 24,40% NOTA: in arancio sono riportate le partecipazioni entrate nel 2000 nell area di consolidamento. Gruppo Snai Principali partecipazioni al 31 dicembre

10 IV. DATI SIGNIFICATIVI (in milioni di lire) SNAI S.P.A. a) Ricavi *** b) Ammortamenti c) Utile operativo netto d) Utile (perdita) del periodo e) Variazioni Investimenti mat. ed. immat f) Investimenti finanziari g) Capitale investito netto h) Indeb. (disp.) finanz. netto i) Patrimonio netto l) Dividendi distribuito: totale Lire/per azione m) Dipendenti Utile oprat.netto/ric.vendite 18,6% 35,9% 4,8% 8,8% 73,2% 63,7% 61,0% 77,6% Investimenti/ric. vendite 35.5% 55,6% 4,2% 11,8% 2,3% 2,4% 2,5% 3,7% Utile operativo netto/capit. inv. netto 8,6% 5,5% 0,7% 1,2% 31,1% 18,6% 13,9% 26,1% Ind. (dispo) fin. netto/patrim. netto 54,4% -2,1% -25,6% 25,2% -66,1% -59,5% -54,8% -60,5% GRUPPO SNAI n) Ricavi vendite o) Ammortamenti p) Utile operativo q) Utile (perdita) del periodo r) Variazioni investimenti s) Avviamento netto attività telematica = = = = t) Capitale investito netto u) Indeb. (disp.) finanz. netto v) Patrimonio netto z) Dipendenti Utile operat.netto/ric. vendite 8,8% -1,1% 0,3% 5,9% 17,7% 16,8% 15,4% 13,3% Investimenti/ric. vendite 19,5% 32,8% 9,5% 34,2% 14,2% 9,7% 6,9% 18,1% Utile operativo netto/capit. inv. netto 9,6% -1,0% 0,2% 2,8% 10,0% 8,5% 5,3% 7,1% Ind. (dispo) fin. netto/patrim. netto 95,1% 22,8% -4,6% 24,1% -39,1% -22,1% -11,1% -23,6% *** comprensivi dei dividendi e dei proventi finanziari 8

11 Note esplicative alla tabella dati significativi Nella tabella precedente vengono riportati i valori più significativi di Snai S.p.A. e del Gruppo Snai relativi all'esercizio 2000 e ai cinque esercizi precedenti. Nei valori di cui alle lettere e), f), r) e s) vengono riportate esclusivamente le variazioni in aumento verificatesi nel periodo. Gli indici, riportati in calce alle tabelle dei valori, sono stati calcolati come segue: persnai S.p.A. Utile operativo netto su ricavi vendite: (valore del rigo c/valori del rigo a) x 100 Investimenti/ricavo vendite: (rigo e/rigo a) x 100 Utile operativo netto/capitale investito netto: (rigo c/ rigo g) x 100 Ind. (disponibilità) finanziarie nette/patrimonio netto: (rigo h/rigo i) x 100 peril Gruppo Snai Utile operativo netto su ricavi vendite: (valore del rigo p/valori del rigo n) x 100 Investimenti/ricavo vendite: (rigo r/rigo n) x 100 Utile operativo netto/capitale investito netto: (rigo p/rigo t) x 100 Ind. (disponibilità) finanziarie nette/patrimonio netto: (rigo u/rigo v) x 100 9

12 Snai S.p.A. Relazione sull andamento della gestione della Società e del Gruppo

13 Snai S.p.A. V. Relazione sull'andamento della gestione della Società e del Gruppo BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2000 Signori Azionisti, nell'esercizio 2000 è continuata la profonda trasformazione della società e del Gruppo che ha attuato un significativo piano di sviluppo tramite l'acquisizione di partecipazioni di rilievo in società già operative o di nuova costituzione. Tali operazioni, che hanno portato all'aumento del fatturato del Gruppo del 92%, consentiranno il perseguimento di nuove strategie con interessanti prospettive di sviluppo in Italia ed all'estero nel settore della fornitura di apparecchiature, arredi e servizi alla rete di gestori di scommesse, dei concessionari delle sale bingo e delle attività connesse. La ristrutturazione di alcune delle aziende del Gruppo sono state deliberate e sono in corso di realizzazione per cogliere le opportunità di crescita nel nuovo mercato cui si sta rivolgendo in particolare Crai S.r.l.; a tali iniziative si aggiungono quelle già in corso di realizzazione nel mercato delle scommesse, in particolare di quello sugli sport olimpici, delle sale bingo ed attività annesse per verificare la potenzialità delle scommesse connesse alle nuove tipologie di giochi che sono allo studio. Gli organi amministrativi della società e delle società del Gruppo hanno dedicato in modo prevalente la loro attenzione e una parte significativa delle risorse operative e finanziarie del Gruppo nello sviluppare, acquisire e predisporre la struttura organizzativa per cogliere e gestire la crescita delle attività connesse all'apertura di nuovi punti vendita delle scommesse sportive e ippiche, realizzati e resi funzionanti nei primi mesi dell'anno L'apertura dei nuovi punti di raccolta delle scommesse ha consentito anche di supportare il settore ippico, segnato ormai da alcuni anni di crisi, che richiede una profonda innovazione, già avviata con l'ampliamento della rete d'accettazione esterna agli ippodromi. L'allargamento dell'attività del Gruppo al mercato delle scommesse sportive, l'ampliamento dei servizi forniti alle catene di raccolta, le iniziative avviate sui mercati della Corea del Sud, del Regno Unito e ultimamente del Brasile, la procedura di assegnazione delle concessioni per le 800 sale bingo previste sul territorio nazionale, l'avvio della possibilità di fornire apparecchiature e servizi alle nuove sale bingo e lo sviluppo di analoghe catene di raccolta da impiantare in paesi esteri, potrà comportare a regime significativi miglioramenti dei risultati soprattutto se tale attività sarà legata anche alla gestione di servizi collaterali, comprese la progettazione, costruzione, fornitura e installazione di apparecchiature e impianti specifici da utilizzare per la raccolta e per la gestione delle scommesse e dei servizi collaterali. La ricerca di nuove iniziative per dare maggiore impulso all'attività imprenditoriale del Gruppo ha portato il Consiglio, tra l'altro, a ricercare mediante l'affidamento di incarichi ad advisor specialistici la ricerca di eventuali partners strategici: per la multimedialità e la telefonia i nuovi partners dovranno apportare le loro capacità di marketing e commerciali mentre per il settore immobiliare i partners dovranno curare la progettazione, realizzazione ed eventuale gestione delle nuove iniziative, fornendo le risorse finanziarie necessarie alla realizzazione dei progetti che in un primo momento potrebbero richiedere la necessità di attingere all'indebitamento presso istituti 11

14 il mercato delle scommesse è tra i principali Business del Gruppo

15 finanziatori per le prime fasi di attuazione. Sono stati avviati nel secondo semestre dell'esercizio 2000 gli investimenti per la trasformazione, l'implementazione e la digitalizzazione delle apparecchiature della controllata Crai al fine di predisporre la propria struttura tecnologica alla nuova attività, dopo essersi aggiudicata il bando di gara a licitazione privata che l'unire aveva indetto per il trasporto e la diffusione dei segnali. Infatti, con la fine dell'esercizio 2000, la controllata Crai S.r.l. ha rinnovato i contratti in essere per l'acquisizione, produzione, trasporto e diffusione dei segnali video e dati alla catena di raccolta delle scommesse, attività di fatto istituzionale fino al e che dal corrente esercizio si affianca alle altre attività che possono essere svolte nel settore della telefonia. Dopo aver aumentato il capitale sociale a L milioni dagli originari L milioni e ampliato l'oggetto sociale, operazioni entrambe propedeutiche alla nuova attività nella telefonia e multimedialità, la controllata Crai, acquisita, come partecipazione diretta di Snai S.p.A., ha richiesto la licenza per uso conto terzi il cui rilascio è previsto ai sensi del decreto Ministeriale in capo ai titolari di concessione Ministeriale per uso proprio, corredandola della documentazione richiesta. Il Ministero delle Comunicazioni ha rilasciato in data tale licenza che ha ottenuto il nulla-osta dell'autorità Garante della Concorrenza e del Mercato alla fine del mese di giugno. Il risultato operativo dell'esercizio 2000 registra gli effetti degli oneri sostenuti dapprima per l'allestimento dei punti vendita, per l'avvio dei servizi inerenti la gestione delle scommesse sportive ed ippiche e infine per gli oneri di promozione e pubblicità della nuova attività di raccolta delle scommesse ippiche e sportive e del concorso Tris cui si sono aggiunti in corso d'anno gli oneri per la ricerca e l'avvio dei nuovi mercati all'estero e per la predisposizione delle strutture e delle risorse per l'assistenza e consulenza all'attività del bingo che non hanno potuto beneficiare, se non in parte molto limitata, degli elementi positivi delle nuove attività intraprese dal Gruppo. La predisposizione delle risorse e delle strutture necessarie alla nuova attività del bingo, curata direttamente dalla Capogruppo Snai SpA ad esempio è stata avviata solo nel secondo semestre dell'esercizio e ha potuto consentire di fornire consulenza e assistenza ai partecipanti al bando di gara con buone prospettive di poter mantenere nel tempo i rapporti con i clienti partecipanti che risulteranno assegnatari delle nuove concessioni delle sale bingo. L'utile netto del bilancio di Snai S.p.A. risulta pari a L milioni, contro L milioni del precedente esercizio su un'entità di ricavi di L milioni in significativa crescita rispetto al precedente esercizio che aveva consuntivato L milioni. Il risultato netto consolidato chiude con un utile di L. 633 milioni, contro L milioni di perdita del precedente esercizio rispetto ad un valore della produzione complessivo di L milioni contro L milioni del precedente esercizio. Il bilancio dell'esercizio 2000 rappresenta di fatto un'ulteriore fase di transizione tra la vecchia e la nuova struttura del Gruppo, nella quale il flusso di cassa operativo sarà originato prevalentemente dalle società che operano nel settore telematico e dei servizi connessi, incrementato dalle nuove opportunità che si potranno cogliere dall'ampliamento del mercato dei giochi e delle scommesse e dalle nuove attività di fornitura di apparecchiature, software e servizi specialistici. 1.1 Contesto operativo e linee di sviluppo. L'attività telematica del Gruppo Snai consiste nella prestazione sul territorio nazionale di tutti i servizi che riguardano la gestione del sistema telematico comune di raccolta delle scommesse accettate dalle Agenzie Concessionarie per la 13

16 raccolta delle scommesse sportive (a quota fissa ed al totalizzatore) ed ippiche (riversate sul Totalizzatore nazionale ed a quota fissa). Tra questi, particolare rilievo assume la trasmissione via satellite dei segnali audio-video - dati attraverso il sistema telematico. Il sistema satellitare consente alle società di diffondere su tutto il territorio nazionale, in tempo reale, le immagini degli eventi sportivi ammessi al gioco, delle corse ippiche in svolgimento nei vari ippodromi d'italia e dall'estero, le informazioni ad esse collegate (condizioni atmosferiche, stato delle piste, cavalli partenti, ordini di arrivo, eventuali ritiri, risultati intermedi e finali, ecc.) e i dati, sempre in tempo reale, relativi al volume di scommesse raccolte sui singoli eventi, alle possibili quote di vincita per le diverse tipologie di scommessa e, a gara terminata, alle quote vincenti. La tecnologia esistente ha consentito di fornire analoghi servizi anche ai soggetti Concessionari incaricati della raccolta delle scommesse sugli sport olimpici che per la prima volta in Italia hanno iniziato ad operare il 27 giugno opportunità introdotta dalla legge finanziaria e attuata tramite il regolamento del Ministero delle Finanze n. 174 del Dal 1 gennaio 2000 sono divenute operative le nuove concessioni in esito ai bandi di gara per le scommesse ippiche e sportive emessi nel corso del Attualmente sono operative n concessioni di cui n. 855 per le scommesse ippiche e n per le scommesse sportive, che comprendono le n. 137 concessioni attribuite a marzo 2000 in esito al bando di gara bis. Tra queste Snai S.p.A. ha sottoscritto contratti con n concessionari dei punti vendita al fine di fornire la prestazione: - di servizi telematici di adduzione dei dati concernenti la raccolta delle scommesse al totalizzatore del Ministero delle Finanze; - del supporto tecnico/amministrativo/informatico all'attività di accettazione delle scommesse; - di servizi promozionali, pubblicitari e di immagine coordinata. Nell'ambito delle iniziative di promozione, pubblicità e immagine coordinata, attualmente sono in essere accordi con n. 844 punti vendita delle scommesse che hanno acquisito il diritto di utilizzare la denominazione di Punto Snai. L'attività telematica e di servizi inerenti è gestita da Snai S.p.A. che si avvale delle controllate dirette Snai Servizi Spazio Gioco S.r.l. (90% del capitale sociale di L milioni), Crai S.r.l. (90% del capitale sociale di L milioni), Snai Com S.r.l. (90% del capitale sociale di L milioni), Logisistem S.r.l. (53% del capitale sociale di L milioni), Linkage S.r.l. (51% del capitale sociale di L. 40 milioni), Snai International Ltd (89% del capitale sociale di L.st ), Teseo S.r.l. (70% del capitale sociale di L milioni), Festa S.r.l. (90% del capitale sociale di L. 100 milioni), Snai Sat S.r.l. (84,5% del capitale sociale di L. 354 milioni). Alle controllate operative citate, si deve aggiungere Snai Promotion S.r.l. che ha trasformato la ragione sociale da Consorzio in S.r.l. con effetto dal con un capitale sociale di L. 200 milioni, di cui è ora detenuto il 100% per il tramite di Snai Servizi Spazio Gioco S.r.l. e Società Trenno S.p.A. e le collegate Twin S.p.A., (50% al 15 marzo 2001 ridotto al 6,24% del capitale sociale di L milioni) e Trigem Snai Inc. (50% del capitale sociale equivalente a $ ). Il volume dei ricavi previsti per la gestione di questa attività nel 2001 è stato valutato ad oltre L. 350 miliardi, ricomprendendo anche i previsti ricavi derivanti dalla nuova attività del Bingo. Per ulteriori dettagli si rimanda al paragrafo "Fatti intervenuti dopo la chiusura dell'esercizio". 14

17 Le prospettive di ulteriore sviluppo nell'ambito del settore telematico e dei servizi connessi al mercato delle scommesse in generale, confermato dall'introduzione prima delle scommesse sportive e dalla attuale prospettiva di introduzione di nuovi giochi e scommesse (Bingo, scommesse affini alla scommessa tris, quale Tris Terno e V6, la partecipazione all'eventuale gestione automatizzta delle lotterie nazionali ad estrazione differita ed istantanea ecc.) consentiranno di ammortizzare in modo adeguato, su un arco temporale che gli amministratori, supportati anche da una perizia di esperti indipendenti avevano inizialmente e continuano a valutare in 10 anni, l'avviamento emerso nel conferimento del ramo d'azienda da Snai Servizi S.r.l. a Snai Servizi Spazio Gioco S.r.l. valutato complessivamente nella relazione di stima del perito indipendente in L milioni ed iscritto nel bilancio consolidato al 31 dicembre 2000 per un ammontare netto di L milioni. Le ulteriori prospettive di sviluppo del mercato, connesse all'incremento della raccolta delle scommesse sugli sport, e l'ampliamento delle attività del Gruppo in altri settori, quali il Bingo, la telefonia, oltre alla diffusione sui mercati esteri, consentiranno altresì di ammortizzare in modo adeguato in funzione delle prospettive di reddito future gli avviamenti riconosciuti al momento dell'acquisizione delle partecipazioni in Logisistem S.r.l., Linkage S.r.l., Teseo S.r.l. e soprattutto Crai S.r.l. così come riferito nelle relazioni di stima dei diversi periti. Il Gruppo sta infatti perseguendo l'attuazione di nuove e ulteriori strategie di sviluppo con interessanti prospettive di crescita anche in settori sinergici a quello ippico tradizionale ed a quello delle scommesse sugli sport con la fornitura di servizi telematici, amministrativi, gestionali, di promozione e marketing agli assuntori delle scommesse sia sugli sport, sia su altre ulteriori catene di raccolta di giochi e pronostici, lotterie tradizionali ed istantanee per le quali sono stati avviati programmi di realizzazione che abbracciano un arco temporale di medio-lungo periodo. Nell'ultimo trimestre dell'esercizio è stata particolarmente intensificata l'attività di preparazione, assistenza e consulenza ai soggetti interessati a partecipare al bando di gara per l'apertura di n. 800 sale bingo in Italia, di cui le prime 420 da allestire e rendere funzionanti entro il 2001 e le ulteriori n. 380 nell'arco del successivo biennio a discrezione dell'azienda Autonoma Monopoli di Stato, concessionario del gioco del Bingo. Investimenti Il piano di sviluppo è stato perseguito da Snai S.p.A. prevalentemente investendo, a livello di Gruppo L milioni nell'acquisizione di immobilizzazioni materiali ed immateriali, nell'approvvigionamento di apparecchiature tecnologiche e software per il bingo e nell'acquisizione di partecipazioni di riferimento in società già operative, nella joint venture divenuta operativa sui mercati esteri e nella sottoscrizione di partecipazioni di rilievo nel capitale sociale di società già operative chiamate a svolgere nuove attività nell'ambito del piano di riorganizzazione del Gruppo. Le società sono: CRAI S.r.l.: capitale sociale di L milioni, detenuta direttamente al 90%, è operativa nel settore della produzione, trasporto e diffusione dei segnali audio-video-dati alle agenzie di raccolta delle scommesse; l'assemblea straordinaria del 22 febbraio 2000, nell'ambito della ristrutturazione della società ha deliberato tra l'altro di modificare lo statuto sociale ampliando ed integrando l'oggetto al fine di poter svolgere l'attività di telefonia pubblica oltre alla produzione e vendita di prodotti inerenti le reti multimediali (Internet). Contestualmente ed in modo del tutto funzionale all'avvio della nuova attività, è stato anche aumentato da L

18 milioni a L milioni il capitale sociale che è stato interamente sottoscritto e versato dai soci dopo che la stessa assemblea aveva deliberato, fra l'altro, la copertura delle perdite di esercizio maturate al pari a L ; TRIGEM SNAI INC. (TSI): nel corso del mese di marzo 2000 è stata costituita tra Snai S.p.A. e la società coreana TRIGEM Inc. la joint venture paritetica TSI che sarà operante nel settore della fornitura di servizi, know how e tecnologie alla costituenda rete di punti vendita delle scommesse in Corea del Sud. Il socio Snai S.p.A. ha versato dollari USA per la sottoscrizione del 50% del capitale sociale. Il bando di gara per la concessione delle scommesse sportive è stato vinto dal Consorzio Corea Pools grazie al progetto, al know how ed alle tecnologie fornite alla joint venture Trigem Snai dal Gruppo Snai. TSI ed il nuovo concessionario hanno sottoscritto un apposito accordo commerciale per l'intera durata della concessione prevista in sei anni rinnovabile di ulteriori sei e che comporterà la fornitura di apparecchiature, di servizi e prodotti, delle tecnologie e know how specifici per la raccolta delle scommesse che Snai S.p.A. ha ceduto e messo a disposizione della collegata TSI; SNAI SAT S.r.l.: inizialmente con capitale sociale, di L. 300 milioni detenuta al 99,67% in via diretta da Snai S.p.A. e per il restante 0,33% tramite Crai S.r.l. La società detiene la concessione di alcuni ponti radio in alta Italia e integra con i suoi impianti e le sue attrezzature la rete di telecomunicazioni con prospettiva di svolgere anche nuove attività nel settore delle comunicazioni. Il corrispettivo della cessione è stato determinato, in base a perizia indipendente, in L. 324 milioni per l'acquisizione di nominali L. 299 milioni di capitale sociale. Dopo l'acquisizione avvenuta in data 22 giugno 2000 la società Snai Sat ha effettuato un aumento di capitale da L. 300 milioni a L. 354 milioni riservato al socio Crai S.r.l. per il conferimento del ramo d'azienda denominato T.I.L. - Tele Ippica Liguria e pertanto attualmente il capitale risulta così suddiviso: Snai S.p.A. 84,46%, Crai S.r.l. 15,54% SOGEST S.r.l.: capitale sociale L. 20 milioni, detenuto al 100% è stato acquistato a L. 36 milioni. La società, attualmente inattiva, è stata acquisita con l'obiettivo di partecipare alla prossima gara per la assegnazione in gestione pluriennale delle Terme di Montecatini: a tal fine l'assemblea straordinaria della società del 6 maggio 2000 ha deliberato un aumento di capitale sociale fino alla concorrenza massima di L. 40 miliardi con mandato all'organo amministrativo di collocare anche presso terzi le eventuali quote rimaste inoptate. La controllata CRAI S.r.l., dopo aver ottenuto la licenza pubblica per la fonia e i dati, avvenuta l'11 maggio 2000, ha avviato la realizzazione della prima fase di investimenti tecnologici e software che prevede complessivamente una spesa di L. 150s miliardi oltre a L. 50 miliardi di pubblicità e promozione entro il 2002: tra questi figurano gli interventi sulle reti di trasporto e diffusione dei segnali audio-video-dati di proprietà del CRAI per predisporre la società alla nuova attività multimediale. La prima fase ha interessato la realizzazione della centrale telefonica di Porcari e l'avvio della digitalizzazione degli impianti già esistenti sul territorio con un budget di spesa di L. 25 miliardi essenzialmente per l'acquisizione delle apparecchiature tecnologiche e del software per la gestione del traffico telefonico, nonché per la predisposizione del portale per le connessioni internet. Altre operazioni di ristrutturazione e rinnovo di immobili ed impianti sono state avviate nel corso dell'esercizio 2000 per essere completate nel corso del corrente e dei prossimi esercizi in funzione 16

19 della complessità degli interventi e delle interrelazioni, anche organizzative, che alcune ristrutturazioni comportano sulla funzionalità delle singole società operative. Citiamo in proposito i seguenti principali investimenti del Gruppo Snai: il rinnovo, l'ampliamento e l'implementazione, da parte delle società operative dell'attività telematica, per L milioni degli impianti tecnologici e telematici per l'adduzione delle scommesse al totalizzatore nazionale gestito da SOGEI per conto del Ministero delle Finanze al fine di collegare i nuovi punti di raccolta delle scommesse che hanno iniziato ad operare nel 2000; l'avvio della attività del Bingo, il cui bando di gara è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del ha comportato da un lato la predisposizione della struttura e delle risorse adeguate per poter assistere i candidati alla gara che volessero rivolgersi alle strutture del Gruppo Snai e contestualmente procacciare, mediante appositi contratti di approvvigionamento, le apparecchiature specifiche e il software di gestione della nuova attività del Bingo che ha comportato impegni finanziari per Snai S.p.A. che al ammontavano a L milioni circa; la progettata costruzione di un centro polifunzionale, autorizzato dal Comune di Milano, nel giugno 2000 a Snai S.p.A. per svolgervi attività nel settore della cultura e dello spettacolo attorno alla statua equestre. Ricordiamo che la valorizzazione immobiliare è stata avviata con l'acquisizione, avvenuta al , dalla controllata Società Trenno S.p.A. per L milioni dell'area e del complesso all'interno dell'ippodromo di S. Siro a Milano dove è stata collocata la statua equestre denominata "Il Cavallo di Leonardo", donata dalla Fondazione statunitense LDVH Inc. al Comune di Milano, collocata nella zona antistante la tribuna secondaria di galoppo; il rifacimento completo da parte della Società Trenno S.p.A. delle apparecchiature e dei terminali per la raccolta del gioco all'interno degli ippodromi di Milano S. Siro Trotto e Galoppo e di Montecatini Trotto per L milioni e la realizzazione dell'impianto di innaffiamento automatico delle piste dell'ippodromo di galoppo di S. Siro per L milioni, per il quale è stato richiesto il contributo del fondo speciale dell'unire per il rinnovamento degli impianti; l'acquisizione, da terzi, effettuata da Snai S.p.A., di un fabbricato parzialmente elevato su due piani in via Puccini 2/b per L milioni su cui è in atto una trasformazione ad uso uffici e laboratori per ricevere la parte degli impianti tecnologici e del personale che sarà adibito alla nuova attività della telefonia. La raccolta telefonica delle scommesse Il Call Center, già attivo come help-desk, è gestito dal 1 gennaio 2000 dalla controllata Festa S.r.l. che sta provvedendo a predisporre tecnicamente e organizzativamente le proprie strutture anche per la ricezione delle scommesse telematiche in Italia, non appena il Ministero delle Finanze avrà emesso il relativo decreto già previsto sin dall'aprile 1998 dalle vigenti leggi in materia di scommesse ippiche e sportive. Al momento sembrano risolte le problematiche burocratiche sorte negli ultimi periodi. Sono state pianificate le attività per una partenza sperimentale sulle scommesse ippiche a breve per la successiva autorizzazione anche delle scommesse sportive. La possibilità di raccogliere telefonicamente le scommesse su ogni evento sportivo e ippico amplierà notevolmente il parco utenti confermando SNAI S.p.A. quale società leader in Europa nel campo dei servizi relativi all'accettazione delle scommesse e all'avanguardia nelle tecnologie 17

20 è la principale rete di raccolta e accettazione scommesse in Italia

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO

NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO codice manifestazione: 14/011 REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO: NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO Promosso da HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione Cosmetica Soggetto Promotore HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione

Dettagli

Regolamento emittenti

Regolamento emittenti E Regolamento emittenti Adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 Allegato 5-bis Calcolo del limite al cumulo degli incarichi di amministrazione e controllo di cui Aggiornato con le modifiche apportate

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale)

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) 1. I princìpi e i contenuti del presente codice costituiscono specificazioni esemplificative

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell'art. 2 e dell'art. 6 delle disposizioni AIM Italia in tema di Parti Correlate del maggio 2012, nonché

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta Le ONLUS Secondo le previsioni dell'art. 10 del decreto 460/97 possono assumere la qualifica di Onlus le associazioni riconosciute e non, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e tutti gli altri

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott.

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott. RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013 Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO Curatore Dott.ssa Elena MOGNONI Facciamo seguito all incarico conferitoci dalla Dott.ssa Elena MOGNONI

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Premessa I Confidi - Consorzi e Cooperative di garanzia collettiva fidi - sono i soggetti che, ai sensi della legge 326/2003, svolgono esclusivamente

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli