La nuova struttura organizzativa dell Agenzia delle Entrate: dall 8 marzo sono state attivate le tre Direzioni Provinciali di Roma

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La nuova struttura organizzativa dell Agenzia delle Entrate: dall 8 marzo sono state attivate le tre Direzioni Provinciali di Roma"

Transcript

1 La nuova struttura organizzativa dell Agenzia delle Entrate: dall 8 marzo sono state attivate le tre Direzioni Provinciali di Roma

2 Ciascuna delle tre Direzioni Provinciali sarà articolata in un Ufficio Controlli e in più Uffici Territoriali che, per ubicazione e ambito territoriale, hanno sostituito i preesistenti Uffici Locali. La Direzione Provinciale I di Roma si articola in un unico Ufficio Controlli e in quattro Uffici Territoriali : Roma 1-Trastevere, Roma 2-Aurelio, Roma 3- Settebagni e Civitavecchia. La Direzione Provinciale II di Roma si articola in un unico Ufficio Controlli e in quattro Uffici Territoriali : Roma 5-Tuscolano, Roma 6-Eur Torrino, Roma 7-Acilia e Pomezia. La Direzione Provinciale III di Roma si articola in un unico Ufficio Controlli e in sei Uffici Territoriali : Roma 4-Collatino, Albano Laziale, Frascati, Palestrina, Tivoli e Velletri.

3 L Ufficio Controlli è suddiviso in un area accertamento, che predispone il piano dei controlli e ne cura l attuazione, e in un area legale, che si occupa delle attività legate al contenzioso. Gli Uffici Territoriali svolgono attività di: assistenza e informazione agli utenti, gestione degli atti e delle dichiarazioni, gestione dei rimborsi, controllo formale delle dichiarazioni e degli atti, accertamenti parziali su segnalazioni automatiche, controllo esterno per l emissione di ricevute e scontrini, accertamenti su imposta di registro, successioni, donazioni, tributi minori. Gli Uffici Territoriali continuano ad assicurare all utenza tutti i servizi in precedenza erogati dai soppressi Uffici Locali, quali ad esempio: rilascio codice fiscale e partita IVA, consegna documenti, registrazione di atti privati e contratti di locazione.

4 Direzione provinciale I di Roma GLI UFFICI TERRITORIALI Ufficio Territoriale di Roma 1-Trastevere via Ippolito Nievo, 36 Codice Ufficio: TJN Tel. 06/ Ufficio Territoriale di Roma 2-Aurelio largo Lorenzo Mossa, 8 Codice Ufficio: TJP Tel. 06/ Ufficio Territoriale di Roma 3-Settebagni via di Settebagni, 384 Codice Ufficio: TJQ Tel. 06/ Ufficio Territoriale di Civitavecchia via dell Acquedotto Romano, 1 Codice Ufficio: TJF Tel. 0766/59641 Direzione provinciale II di Roma Ufficio Territoriale di Roma 5-Tuscolano via di Torre Spaccata, 110 Codice Ufficio: TJS Tel. 06/ Ufficio Territoriale di Roma 6-Eur Torrino via Canton, 20 Codice Ufficio: TJT Tel. 06/ Ufficio Territoriale di Roma 7-Acilia via Giambattista Conti, 15 Codice Ufficio: TJU Tel. 06/ Ufficio Territoriale di Pomezia via Carlo Poma, 7/A Codice Ufficio: TJV Tel. 06/

5 GLI UFFICI TERRITORIALI Direzione provinciale III di Roma Ufficio Territoriale di Roma 4-Collatino via Marcello Boglione, 7 Codice Ufficio: TJR Tel. 06/ Ufficio Territoriale di Albano Laziale via Sannibale, 1 Codice Ufficio: TJD Tel. 06/ Ufficio Territoriale di Frascati via Enrico Fermi, 21 Codice Ufficio: TJH Tel. 06/ Ufficio Territoriale di Palestrina via Prenestina Antica, Codice Ufficio: TJL Tel. 06/ Ufficio Territoriale di Tivoli via Tiburtina, 149 Codice Ufficio: TJY Tel. 0774/ Ufficio Territoriale di Velletri via Filippo Turati, 3 Codice Ufficio: TJ2 Tel. 06/

6 LA DIREZIONE PROVINCIALE I DI ROMA via Ippolito Nievo,36 Direttore Provinciale Ufficio Controlli Area Legale Area Imprese Medie Dimensioni Ufficio Territoriale di Roma 1-Trastevere Ufficio Territoriale di Roma 2-Aurelio Ufficio Territoriale di Roma 3-Settebagni Area Imprese Minori e Lavoratori Autonomi Ufficio Territoriale di Civitavecchia Area Persone Fisiche ed enti non commerciali

7 LA DIREZIONE PROVINCIALE II DI ROMA via Canton,20 Direttore Provinciale Ufficio Controlli Ufficio Territoriale di Roma 5-Tuscolano Area Legale Ufficio Territoriale di Roma 6-Eur Torrino Area Imprese Medie Dimensioni Area Imprese Minori e Lavoratori Autonomi Ufficio Territoriale di Roma 7-Acilia Ufficio Territoriale di Pomezia Area Persone Fisiche ed enti non commerciali

8 LA DIREZIONE PROVINCIALE III DI ROMA via Marcello Boglione, 7 Direttore Provinciale Ufficio Controlli Ufficio Territoriale di Roma 4-Collatino Area Legale Ufficio Territoriale di Albano Laziale Ufficio Territoriale di Frascati Area Imprese Medie Dimensioni Area Imprese Minori e Lavoratori Autonomi Ufficio Territoriale di Palestrina Ufficio Territoriale di Tivoli Area Persone Fisiche ed enti non commerciali Ufficio Territoriale di Velletri

9 Atti, dichiarazioni e rimborsi In caso di versamenti relativi a contratti di locazione pluriennale registrati prima dell 8 marzo 2010, occorre indicare nel Modello F/23 il vecchio codice dell Ufficio Locale. La dichiarazione di successione deve essere presentata in uno qualsiasi degli Uffici Territoriali ricadenti nell ambito della Direzione Provinciale nella quale era fissata l ultima residenza del deceduto. È opportuno che eventuali integrazioni o modificazioni di una precedente dichiarazione di successione siano presentate presso lo stesso Ufficio al quale è stata consegnata la prima dichiarazione. Per gli atti registrati a partire dall 8 marzo 2010 occorre utilizzare i nuovi codici Ufficio. I rimborsi IVA vengono trattati esclusivamente dall Ufficio Territoriale di Roma 1- Trastevere per la Direzione Provinciale I, dall Ufficio Territoriale di Roma 6-Eur Torrino per la Direzione Provinciale II e dall Ufficio Territoriale di Roma 4-Collatino per la Direzione Provinciale III.

10 Accertamento e contenzioso Gli atti giudiziari continuano a essere registrati esclusivamente presso gli Uffici Territoriali di Roma 2-Aurelio e Civitavecchia per la Direzione Provinciale I, presso l Ufficio Territoriale di Pomezia-Sportello decentrato di Nettuno per la Direzione Provinciale II e presso gli Uffici Territoriali di Albano Laziale, Frascati, Palestrina, Tivoli, Velletri per la Direzione Provinciale III. I pagamenti dilazionati relativi ad accertamenti con adesione perfezionati e ad accertamenti definiti per acquiescenza prima dell 8 marzo 2010 devono essere effettuati con il vecchio codice dell Ufficio Locale. Dall 8 marzo 2010, i ricorsi, con l indicazione della competente Direzione provinciale di Roma, vanno proposti mediante notifica con spedizione a mezzo plico raccomandato senza busta con avviso di ricevimento o tramite consegna a mano presso qualunque Ufficio Territoriale ricadente nella competenza della Direzione provinciale.

IMPRENDITORI IMMIGRATI NELLA PROVINCIA DI ROMA

IMPRENDITORI IMMIGRATI NELLA PROVINCIA DI ROMA ASSOCIAZIONE IL FIL DI ASSOCIAZIONE IL FILO DI ARIANNA ONLUS E PER MICRO per micro ARIANNA ONLUS Miniguida per gli IMPRENDITORI IMMIGRATI NELLA PROVINCIA DI ROMA A cura dell Associazione Il Filo di Arianna

Dettagli

2. RESPONSABILE DELLA GESTIONE DOCUMENTALE

2. RESPONSABILE DELLA GESTIONE DOCUMENTALE Manuale di gestione documentale per l Area Organizzativa Omogenea Direzione provinciale I di Roma Premessa L Agenzia delle Entrate si è dotata di un Manuale per la gestione documentale (di seguito, Manuale

Dettagli

Lazio. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Lazio. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Lazio N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Avezzano - Sora - Roccasecca 7471 Avezzano 05:45 Cassino L'orario di partenza potrebbe essere 7473 Avezzano 06:45 Cassino 7489

Dettagli

Manuale di gestione documentale per l Area Organizzativa Omogenea

Manuale di gestione documentale per l Area Organizzativa Omogenea Manuale di gestione documentale per l Area Organizzativa Omogenea Premessa Direzione Provinciale III di Roma L Agenzia delle Entrate si è dotata di un Manuale per la gestione documentale (di seguito, Manuale

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. Art. 1 Finalità generali

AVVISO PUBBLICO. Art. 1 Finalità generali Allegato A AVVISO PUBBLICO Sostegno economico per le famiglie in lista di attesa presso asili nido pubblici o che sono residenti in comuni privi di asili nido pubblici, che utilizzano durante l anno educativo

Dettagli

Il ravvedimento operoso a seguito delle modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità 2015

Il ravvedimento operoso a seguito delle modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità 2015 ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 10/02/2015 All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/36832-il-ravvedimento-operoso-a-seguito-dellemodifiche-introdotte-dalla-legge-di-stabilit-2015 Autore: Chiudioni Marco

Dettagli

MODIFICHE AL RAVVEDIMENTO OPEROSO E AGLI ISTITUTI DEFLATTIVI DEL CONTENZIOSO

MODIFICHE AL RAVVEDIMENTO OPEROSO E AGLI ISTITUTI DEFLATTIVI DEL CONTENZIOSO MODIFICHE AL RAVVEDIMENTO OPEROSO E AGLI ISTITUTI DEFLATTIVI DEL CONTENZIOSO art. 13 comma 1 d.lgs. 472/97 Se la violazione è già stata constatata; Se sono iniziati accessi, verifiche, ispezioni; Se sono

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 28/2015. Il DLgs. n. 159/2015 ha riformato il sistema di riscossione delle imposte.

NOTA INFORMATIVA N. 28/2015. Il DLgs. n. 159/2015 ha riformato il sistema di riscossione delle imposte. Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale in quiescenza CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI RITA MAGGI PIAZZA CITTADELLA 6 37122 VERONA TELEFONO:

Dettagli

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA. Studio Manfredo, Cristiana, Matteo MANFRIANI Dottori Commercialisti 1

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA. Studio Manfredo, Cristiana, Matteo MANFRIANI Dottori Commercialisti 1 UNIONE GIOVANI DOTTORI COMMERCIALISTI FIRENZE - DIREZIONE REGIONALE DELLA TOSCANA E DIREZIONE PROVINCIALE DI PISTOIA DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Il reclamo e la mediazione tributaria Gli aspetti procedimentali

Dettagli

ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA FISCALE IL D.LGS. 159 DEL 24 SETTEMBRE 2015

ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA FISCALE IL D.LGS. 159 DEL 24 SETTEMBRE 2015 ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA FISCALE IL D.LGS. 159 DEL 24 SETTEMBRE 2015 Misure per la semplificazione e razionalizzazione delle norme in materia di riscossione LA NUOVA DISCIPLINA IN MATERIA DI RISCOSSIONE

Dettagli

CIRCOLARE N. 49/E. 2. Rimborsi dovuti ai sensi dell articolo 68 del d.lgs. n. 546 del 1992...4. 2.1. Tempestiva esecuzione dei rimborsi...

CIRCOLARE N. 49/E. 2. Rimborsi dovuti ai sensi dell articolo 68 del d.lgs. n. 546 del 1992...4. 2.1. Tempestiva esecuzione dei rimborsi... CIRCOLARE N. 49/E Roma, 01 ottobre 2010 Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso OGGETTO: Esecuzione dei rimborsi dovuti per effetto di sentenze nei giudizi tributari INDICE 1. Premessa...2 2. Rimborsi

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone Prot. N. 27036 Approvazione del nuovo modello di cartella di pagamento e dei fogli Avvertenze relativi ai ruoli dell Agenzia delle entrate, ai sensi dell art. 25 del decreto del Presidente della Repubblica

Dettagli

CIRCOLARE SETTIMANALE

CIRCOLARE SETTIMANALE .. CIRCOLARE SETTIMANALE settembre 2011 N 2 Tutte le informazioni sono tratte, previa critica rielaborazione, dalla normativa vigente primaria (leggi, decreti, direttive) e secondaria (circolari ministeriali

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

DAL 9 OTTOBRE AL 10 DICEMBRE 2011

DAL 9 OTTOBRE AL 10 DICEMBRE 2011 ORTE- VARIAZIONI ORARIO TRENI LINEE: -FIRENZE; -PERUGIA; -ANCONA; ANCONA; -; ORTE-- AEROPORTO; -ALBANO/VELLETRI; -CIVITAVECCHIA; -TERRACINA; -FORMIA; -NETTUNO; - Da domenica 9 ottobre 2011, in seguito

Dettagli

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA. A cura di Sebastiano Barusco

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA. A cura di Sebastiano Barusco IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA A cura di Sebastiano Barusco I SOGGETTI INTERESSATI Persone fisiche Società di persone Società di capitali IRRILEVANZA SOGGETTIVITÀ CONTRIBUENTE 2 LE CONDIZIONI TIPOLOGIA

Dettagli

OGGETTO: Imposte di successione nel Modello F24

OGGETTO: Imposte di successione nel Modello F24 Circolare per gli associati del 15/04/2016 OGGETTO: Imposte di successione nel Modello F24 Ciao, anche oggi un argomento spiacevole ma molto importante: la successione per causa morte. Con questo articolo

Dettagli

FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI

FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI Gli aggiornamenti più recenti dichiarazione di successione imposte ipotecaria e catastale aggiornamento gennaio 2015 ALIQUOTE FRANCHIGIA MODELLO 4 PRIMA CASA IMPOSTA

Dettagli

Successioni e Visure Ad uso degli Uffici Caaf50&Più e strutture convenzionate

Successioni e Visure Ad uso degli Uffici Caaf50&Più e strutture convenzionate Successioni e Visure Ad uso degli Uffici Caaf50&Più e strutture convenzionate RAVVEDIMENTO OPEROSO IN MATERIA DI IMPOSTE SULLE SUCCESSIONI Il ravvedimento operoso, come è noto, è un istituto giuridico

Dettagli

436929 30 Cinecittà/Tiburtino 7.000,00. 366936 28 Cinecittà/Tiburtino 5.808,82. 298729 27 Pomezia 7.000,00. 204762 27 Pomezia 7.

436929 30 Cinecittà/Tiburtino 7.000,00. 366936 28 Cinecittà/Tiburtino 5.808,82. 298729 27 Pomezia 7.000,00. 204762 27 Pomezia 7. 436929 30 Cinecittà/Tiburtino 7.000,00 366936 28 Cinecittà/Tiburtino 5.808,82 298729 27 Pomezia 7.000,00 204762 27 Pomezia 7.000,00 282530 27 Frascati 7.000,00 294527 26 Cinecittà/Tiburtino 7.000,00 132566

Dettagli

Dipartimento III Servizi per la formazione, il lavoro e la promozione della qualità della vita. BARCODE Punteggio CPI. 1309 13 Primavalle

Dipartimento III Servizi per la formazione, il lavoro e la promozione della qualità della vita. BARCODE Punteggio CPI. 1309 13 Primavalle 1309 13 Primavalle 1420 14 Cinecittà\Tiburtino 4197 14 Primavalle 4632 14 Cinecittà\Tiburtino 5080 14 Cinecittà\Tiburtino 5146 12 Primavalle 5924 14 Cinecittà\Tiburtino 12360 12 Albano Laziale 12657 6

Dettagli

OGGETTO: Imposte di successione nel Modello F24

OGGETTO: Imposte di successione nel Modello F24 Informativa per la clientela di studio N. 22 del 06.04.2016 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Imposte di successione nel Modello F24 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo

Dettagli

Direzione provinciale

Direzione provinciale manageriale e medico (UOC) Supporto area e gestione manageriale interna socio sanitari Prodotti ad elevata specializzazione di Colle Val d Elsa di Montepulciano manageriale e medico (UOC) Supporto area

Dettagli

RISOLUZIONE N. 16/E. Roma, 25/03/2016

RISOLUZIONE N. 16/E. Roma, 25/03/2016 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e controllo RISOLUZIONE N. 16/E Roma, 25/03/2016 OGGETTO: Istituzione dei codici tributo per il versamento, tramite modello F24, delle somme dovute in

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA MUNICIPALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA MUNICIPALE COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 0784/63823 0784/63246 P.IVA 00162960918 Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. del.2014 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA

Dettagli

Direzione provinciale

Direzione provinciale manageriale e Ricorsi Amministrativi medico (UOC) Supporto area e gestione manageriale Relazioni con il interna socio sanitari Prodotti ad elevata specializzazione Pensioni, prestazioni di fine PP.AA.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 61 del 19 luglio 2010 Emendato con deliberazione di Consiglio Comunale n.

Dettagli

I servizi minimi garantiti per legge, nei soli giorni feriali, sono individuati per linea,numero di treno e orario effettivo di partenza.

I servizi minimi garantiti per legge, nei soli giorni feriali, sono individuati per linea,numero di treno e orario effettivo di partenza. Servizi minimi garantiti del trasporto locale nelle fasce orarie di maggiore frequentazione ( dalle ore 06.00 alle ore 09.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 dei giorni feriali) I servizi minimi garantiti

Dettagli

Circolare. Ricorso con Mediazione Tributaria

Circolare. Ricorso con Mediazione Tributaria Verona, 21 marzo 2013 Circolare Ricorso con Mediazione Tributaria Circolare nr. 02/2013 Presidenza: Legnago (Verona) via Roma n. 17 Tel 0442 20539 Fax 0442 601865 1 P age Commissione di Studio dell UGDCEC

Dettagli

Direzione Regionale Lazio. Ufficio Risorse Materiali

Direzione Regionale Lazio. Ufficio Risorse Materiali Direzione Regionale Lazio Ufficio Risorse Materiali OGGETTO: Cessione a titolo gratuito di apparecchiature informatiche L Agenzia delle Entrate, Direzione Regionale del Lazio intende cedere n. 852 PC e

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

I diritti di cittadinanza europea: opportunità e strumenti di informazione Roma, 12 marzo 2014

I diritti di cittadinanza europea: opportunità e strumenti di informazione Roma, 12 marzo 2014 I diritti di cittadinanza europea: opportunità e strumenti di informazione Roma, 12 marzo 2014 Centri per l Impiego della Provincia di Roma: Il Servizio EURES Centri per l Impiego Civitavecchia Morlupo

Dettagli

2. IL PASSAGGIO DEI BENI PER SUCCESSIONE (EREDITA')

2. IL PASSAGGIO DEI BENI PER SUCCESSIONE (EREDITA') Pagina 1 di 5 2. IL PASSAGGIO DEI BENI PER SUCCESSIONE (EREDITA') Dal punto di vista giuridico, la successione e' l evento attraverso il quale uno o piu' soggetti (successori) subentrano in tutti i rapporti

Dettagli

A CHI SI RIVOLGE. Per presentare la domanda i proponenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

A CHI SI RIVOLGE. Per presentare la domanda i proponenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti: La legge che agevola l'autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati

Dettagli

Riduzione delle sanzioni: ravvedimento e istituti definitori a confronto Le novità della Legge di Stabilità 2015

Riduzione delle sanzioni: ravvedimento e istituti definitori a confronto Le novità della Legge di Stabilità 2015 Riduzione delle sanzioni: ravvedimento e istituti definitori a confronto Le novità della Legge di Stabilità 2015 dott. Fabrizio Povinelli Capo Area Imprese grandi e medie dimensioni Agenzia delle Entrate

Dettagli

Regolamento per il condono dei Tributi Locali

Regolamento per il condono dei Tributi Locali Regolamento per il condono dei Tributi Locali TARSU ICI TOSAP ( Approvato con delibera consiliare n. 57 del 21/11/2003) Sezione TARSU Articolo 1 Ambito di applicazione ed esclusioni Il presente regolamento,

Dettagli

ALL. A) Premesso che. le parti:

ALL. A) Premesso che. le parti: ALL. A) CONVENZIONE CON LA SOCIETA SERVIZI LOCALI SPA PER LA FORNITURA IN USO DAL... AL...: DI UN ARCHITETTURA INFORMATICA INTEGRATA E FORNITURA DEI SERVIZI DI SUPPORTO PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE

Dettagli

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI (Provincia di Palermo) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.)

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI (Provincia di Palermo) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI (Provincia di Palermo) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) Approvato con deliberazione consiliare n. 19 del 30/07/2014 1 INDICE Art. 1. Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 7 del 21/05/2014 SOMMARIO L IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Articolo 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO,

Dettagli

I1 Ministro dell 'Economia e delle Finanze

I1 Ministro dell 'Economia e delle Finanze 1 Ministro dell 'Economia e delle Finanze Vista la legge 26 gennaio 1961, n. 29, recante la disciplina della riscossione dei carichi in materia di tasse e di imposte indirette sugli affari; Visto il decreto

Dettagli

Lavoro Autonomo (in forma di ditta individuale), con investimenti complessivi previsti fino a 25.823

Lavoro Autonomo (in forma di ditta individuale), con investimenti complessivi previsti fino a 25.823 La legge che agevola l'autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati

Dettagli

Pensioni e l albero dei desideri LE NORME CHE PENALIZZANO LE DONNE

Pensioni e l albero dei desideri LE NORME CHE PENALIZZANO LE DONNE Pensioni e l albero dei desideri LE NORME CHE PENALIZZANO LE DONNE Presentazione La legge n. 214 del 22.12.2011, di conversione del decreto legge n. 201/2011, ha modificato profondamente il sistema pensionistico

Dettagli

PSICOTECNOLOGIE E PROCESSI FORMATIVI del Corso di Laurea a distanza in Discipline della Ricerca Psicologico Sociale

PSICOTECNOLOGIE E PROCESSI FORMATIVI del Corso di Laurea a distanza in Discipline della Ricerca Psicologico Sociale I L P R E S I D E VISTA VISTO VISTA DATO la legge 30 dicembre 2010, n.240; il Regolamento per le attribuzioni delle attività didattiche; la delibera del Consiglio di Facoltà del 19.12.2011 sull attribuzione

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) COMUNE DI GROTTE DI CASTRO (Provincia di VITERBO) IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n.

Dettagli

Tipo di azienda o settore Politiche del Lavoro e Servizi per l Impiego Tipo di impiego Responsabile

Tipo di azienda o settore Politiche del Lavoro e Servizi per l Impiego Tipo di impiego Responsabile FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ORLANDI, Lionello Telefono 06 67668313 Fax 06 6766 8412 E-mail l.orlandi@provincia.roma.it Data di nascita 30. 03.1953 ESPERIENZA LAVORATIVA

Dettagli

SOMMARIO OCCHIO ALLE SCADENZE DI APRILE 2003!

SOMMARIO OCCHIO ALLE SCADENZE DI APRILE 2003! Circolare n 6/2003 SOMMARIO A TUTTI I SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Milano, 3 Aprile 2003 OCCHIO ALLE SCADENZE DI APRILE 2003!... 2 VERSAMENTI IVA... 2 VERSAMENTO DELLE RITENUTE E DEI CONTRIBUTI INPS... 2

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 45 del 16 dicembre 2013 Tasso di interesse legale - Riduzione all 1% dal 2014 - Effetti ai fini fiscali e contributivi Pag. 1 di 5 INDICE 1 Riduzione all 1%

Dettagli

DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT DETERMINAZIONE. Estensore PAOLILLO ANDREA

DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT DETERMINAZIONE. Estensore PAOLILLO ANDREA REGIONE LAZIO Dipartimento: Direzione Regionale: DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: DETERMINAZIONE N. B04146 del 23/09/2013 Proposta n. 14495

Dettagli

VERBALE DI DETERMINAZIONE

VERBALE DI DETERMINAZIONE COMUNE DI MARNATE Provincia di Varese VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI N. 07/13/TRIB del 19/06/2013 OGGETTO: AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, IMBUSTAMENTO ED INVIO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica

COMUNICATO STAMPA. Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica COMUNICATO STAMPA Nel 2006: 2,9 miliardi di euro in prestazioni creditizie a tassi tra il 3,2 e il 4% oltre a 1,2 miliardi di euro attraverso istituto convenzionati Anche i pensionati pubblici potranno

Dettagli

IL DIRETTORE REGIONALE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente atto ISCRIVE

IL DIRETTORE REGIONALE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente atto ISCRIVE Direzione Regionale Ufficio Accertamento delle Marche e Riscossione All' Associazione Francesca Garzia Via Giovanni Bovio n. 73 60044 Fabriano Direzione Provinciale di Ancona Reg. Uff.-1Sl~~del \1 9 G

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE: N. 117261 /2009 protocollo Approvazione delle modalità di effettuazione della comunicazione di adesione ai contenuti degli inviti al contraddittorio ai fini delle imposte dirette e I.V.A. nonché delle

Dettagli

CITTA DI FIUMICINO (Provincia di Roma) COMANDO DI POLIZIA LOCALE

CITTA DI FIUMICINO (Provincia di Roma) COMANDO DI POLIZIA LOCALE CITTA DI FIUMICINO (Provincia di Roma) COMANDO DI POLIZIA LOCALE INFORMAZIONI PER GLI UTENTI INTERESSATI ALLA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI DEBITI RELATIVI A SANZIONI AMMINISTRATIVE PER VIOLAZIONI AL CODICE

Dettagli

Legge 21 novembre 2000, n. 342. Misure in materia fiscale

Legge 21 novembre 2000, n. 342. Misure in materia fiscale Legge 21 novembre 2000, n. 342 Misure in materia fiscale Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 276 del 25 novembre 2000 - Supplemento Ordinario Capo I DISPOSIZIONI IN MATERIA DI IMPOSTE SUI REDDITI Art.

Dettagli

VARIAZIONI AL PROGRAMMA GARE DELLA 2^ GIORNATA DI ANDATA - SAB/DOM 23/24 OTTOBRE 2004

VARIAZIONI AL PROGRAMMA GARE DELLA 2^ GIORNATA DI ANDATA - SAB/DOM 23/24 OTTOBRE 2004 VARIAZIONI AL PROGRAMMA GARE DELLA 2^ GIORNATA DI ANDATA - SAB/DOM 23/24 OTTOBRE 2004 ALLIEVI PROVINCIALI ROMA 5) ROMA TEAM SPORT CENTRO GIANO 105B MELLI MAURIZIO "B TORRINO (ROMA) 24/10/04 10.30 6) SALINE

Dettagli

AGE.AGEDP1RM.REGISTRO DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE.0000119.21-11-2013-R

AGE.AGEDP1RM.REGISTRO DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE.0000119.21-11-2013-R AGE.AGEDP1RM.REGISTRO DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE.0000119.21-11-2013-R Direzione Provinciale I di Roma Staff del Direttore Roma 21/11/2013 DISPOSIZIONE DI SERVIZIO N. 98/2013 ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DI

Dettagli

Periodico informativo n. 60/2010 DICHIARAZIONE ICI

Periodico informativo n. 60/2010 DICHIARAZIONE ICI Periodico informativo n. 60/2010 DICHIARAZIONE ICI Gentile cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, che è in scadenza per il 30 settembre 2010 il termine per

Dettagli

RISOLUZIONE N. 8/E. Con l interpello specificato in oggetto, concernente la rettifica di una dichiarazione di successione, è stato esposto il seguente

RISOLUZIONE N. 8/E. Con l interpello specificato in oggetto, concernente la rettifica di una dichiarazione di successione, è stato esposto il seguente RISOLUZIONE N. 8/E. Direzione Centrale Normativa Roma, 13 gennaio 2012 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 - Rettifica di valore degli immobili inseriti nella dichiarazione

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

ACEA ATO 2 S.p.A. P.le Ostiense, 2 00154 Roma. Cap Soc Euro 362.834.320 iv-cf e P.IVA 05848061007 CCIAA RM REA 930803-TRIB RM 218931/99

ACEA ATO 2 S.p.A. P.le Ostiense, 2 00154 Roma. Cap Soc Euro 362.834.320 iv-cf e P.IVA 05848061007 CCIAA RM REA 930803-TRIB RM 218931/99 ACEA ATO 2 S.p.A. P.le Ostiense, 2 00154 Roma Cap Soc Euro 362.834.320 iv-cf e P.IVA 05848061007 -TRIB RM 218931/99 OGGETTO: tariffa unica del Servizio Idrico Integrato per i servizi comunali trasferiti

Dettagli

Direzione Provinciale di Trento. Comunità di Primiero Provincia di Trento CONVENZIONE

Direzione Provinciale di Trento. Comunità di Primiero Provincia di Trento CONVENZIONE CONVENZIONE Premesso che in data 28.12.2005 è stata sottoscritta una convenzione tra il Comprensorio di Primiero- e l Agenzia delle Entrate- Direzione Provinciale di Trento per la gestione dello sportello

Dettagli

CIRCOLARE N. 38/D. Roma, 23 ottobre 2008. Alle Direzioni regionali delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

CIRCOLARE N. 38/D. Roma, 23 ottobre 2008. Alle Direzioni regionali delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI CIRCOLARE N. 38/D Roma, 23 ottobre 2008 Protocollo: 31326 Rif.: Alle Direzioni regionali delle Dogane LORO SEDI All.ti 1 Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici di Diretta Collaborazione del Direttore

Dettagli

RISOLUZIONE N. 158/E

RISOLUZIONE N. 158/E RISOLUZIONE N. 158/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 17 aprile 2008 OGGETTO: Interpello articolo 11, legge 27 luglio 2000, n.212. Cessione di partecipazioni rideterminate da parte dell

Dettagli

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI APPROVATO con delibera di C.C. n. 19 del 28 Febbraio

Dettagli

LA MANOVRA ESTIVA E LE NOVITA IN MATERIA DI ACCERTAMENTO

LA MANOVRA ESTIVA E LE NOVITA IN MATERIA DI ACCERTAMENTO ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE DI ROMA LA MANOVRA ESTIVA E LE NOVITA IN MATERIA DI ACCERTAMENTO Roma, 22 ottobre 2009 NUOVE COMPENSAZIONI

Dettagli

Le modalità di attuazione della nuova disciplina saranno stabilite da un apposito decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze.

Le modalità di attuazione della nuova disciplina saranno stabilite da un apposito decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze. Circolare n. 35 del 4 dicembre 2014 L. 30.10.2014 n. 161 (legge europea 2013- bis) - Principali novità INDICE 1 Premessa 2 2 Tassazione dei soggetti non residenti - Estensione delle disposizioni previste

Dettagli

MODELLO PER SOCIETÀ/BANCHE PER IL RILASCIO DI POLIZZA FIDEIUSSORIA O FIDEIUSSIONE BANCARIA PER IL RIMBORSO DELL IVA

MODELLO PER SOCIETÀ/BANCHE PER IL RILASCIO DI POLIZZA FIDEIUSSORIA O FIDEIUSSIONE BANCARIA PER IL RIMBORSO DELL IVA MODELLO PER SOCIETÀ/BANCHE PER IL RILASCIO DI POLIZZA FIDEIUSSORIA O FIDEIUSSIONE BANCARIA PER IL RIMBORSO DELL IVA Finalità Utilizzo Compilazione e consegna Tipo di garanzia Il presente modello deve essere

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) COMUNE DI ACQUAPENDENTE (Provincia di VITERBO) IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 18

Dettagli

PROVINCIA di COSENZA Settore Tributi NOTE INFORMATIVE CONCESSIONI COSAP MEZZI PUBBLICITARI. A chi e quando presentare ricorso.

PROVINCIA di COSENZA Settore Tributi NOTE INFORMATIVE CONCESSIONI COSAP MEZZI PUBBLICITARI. A chi e quando presentare ricorso. NOTE INFORMATIVE CONCESSIONI COSAP MEZZI PUBBLICITARI. ricorso, ai sensi degli articolo 3 del Decreto Regio n. 639/1910, al Giudice Ordinario entro 30 giorni dalla data della notifica della presente ingiunzione

Dettagli

ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Bando di gara con procedura aperta

ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Bando di gara con procedura aperta ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Bando di gara con procedura aperta SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione

Dettagli

ANALISI ELABORATA DAL SICeT di ROMA e LAZIO

ANALISI ELABORATA DAL SICeT di ROMA e LAZIO ANALISI ELABORATA DAL SICeT di ROMA e LAZIO SU UN CAMPIONE DI CONTRATTI DI LOCAZIONE STIPULATI AI SENSI DELL ART. 2 COMMA 3 DELLA LEGGE 431/98 NELL AREA METROPOLITANA DI ROMA. E stato sviluppato uno studio

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. N. 165769/2014 Approvazione del modello per intermediari/banche per la costituzione di deposito vincolato in titoli di Stato o garantiti dallo Stato per il rimborso dell IVA ai sensi dell articolo 38-bis

Dettagli

IL NUOVO RAVVEDIMENTO

IL NUOVO RAVVEDIMENTO COMMISSIONE DI STUDIO IMPOSTE DIRETTE A cura di Roberto Ferrara IL NUOVO RAVVEDIMENTO L istituto del ravvedimento cd. operoso, Disciplinato dall art. 13, D.lgs. 18 dicembre 1977, n. 472, consente all autore

Dettagli

Direzione Regionale della Calabria. La Direzione Provinciale di Reggio Calabria

Direzione Regionale della Calabria. La Direzione Provinciale di Reggio Calabria Direzione Regionale della Calabria La Direzione Provinciale di Reggio Calabria 1 Gentili contribuenti della Provincia di Reggio Calabria, come molti di voi forse sapranno, il 22 febbraio 2010 è stata attivata

Dettagli

Roma, 18 maggio 2016. A TUTTE LE ASSOCIATE - Loro Sedi SUCCESSIONE_COM_2016_083

Roma, 18 maggio 2016. A TUTTE LE ASSOCIATE - Loro Sedi SUCCESSIONE_COM_2016_083 Roma, 18 maggio 2016 A TUTTE LE ASSOCIATE - Loro Sedi SUCCESSIONE_COM_2016_083 OGGETTO: T.U. 346/1990 - D.Lgs. 241/2007, art. 17 Riferimento analitico: Dichiarazione di successione - Agenzia delle Entrate

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC (IMU, TASI, TARI)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC (IMU, TASI, TARI) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC (IMU, TASI, TARI) Delibera C.C. 29/2014 Delibera C.C. 06/2015 INDICE CAPITOLO 1 CAPITOLO 2 CAPITOLO 3 CAPITOLO 4 Disciplina generale della

Dettagli

OGGETTO: L.R. 59/1980. Contributo di gestione per gli asili nido. Spesa di euro 12.290.000,00 - Capitolo H 41514. Esercizio finanziario 2008.

OGGETTO: L.R. 59/1980. Contributo di gestione per gli asili nido. Spesa di euro 12.290.000,00 - Capitolo H 41514. Esercizio finanziario 2008. OGGETTO: L.R. 59/1980. Contributo di gestione per gli asili nido. Spesa di euro 12.290.000,00 - Capitolo H 41514. Esercizio finanziario 2008. IL DIRETTORE VISTO la L.R. n. 6/2002 Disciplina del sistema

Dettagli

ACLI SERVICE ROMA S.R.L. - SEDE PRINCIPALE

ACLI SERVICE ROMA S.R.L. - SEDE PRINCIPALE via giuseppe marcora 18/20 CAP: 00153 0658401 065840224 ACLI SERVICE S.R.L. - SEDE PRINCIPALE VIA PROSPERO ALPINO, 20 CAP: 00154 06570871 065708743 roma.alpino@acliservice.acli.it www.acliserviceroma.it

Dettagli

Ai Sigg. Clienti Loro Uffici Amministrativi. Milano, lì 09/02/2015. Circolare n. 04/2015

Ai Sigg. Clienti Loro Uffici Amministrativi. Milano, lì 09/02/2015. Circolare n. 04/2015 20121 Milano via San Primo 4, Italia t. +39 02 76.07.671 f. +39 02 76.00.64.74 Ai Sigg. Clienti Loro Uffici Amministrativi Milano, lì 09/02/2015 Circolare n. 04/2015 Giuseppe Chiaravalli RAGIONIERE COMMERCIALISTA

Dettagli

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata Roma, 06 giugno 2005 Direzione Centrale Gestione Tributi CIRCOLARE N. 30/E Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a

Dettagli

Tasso di interesse legale - Riduzione allo 0,2% dal 2016 - Effetti ai fini fiscali e contributivi

Tasso di interesse legale - Riduzione allo 0,2% dal 2016 - Effetti ai fini fiscali e contributivi Circolare 34 del 21 dicembre 2015 Tasso di interesse legale - Riduzione allo 0,2% dal 2016 - Effetti ai fini fiscali e contributivi INDICE 1 Riduzione allo 0,2% del tasso di interesse legale...2 2 Decorrenza...2

Dettagli

CIRCOLARE n. 11/2015 1

CIRCOLARE n. 11/2015 1 CIRCOLARE n. 11/2015 1 Milano, 11 novembre 2015 Oggetto: Riforma della riscossione - Novità del D.Lgs. 24.9.2015 n. 150 Premessa Con il DLgs. 24.9.2015 n. 159, pubblicato sul S.O. n. 55 alla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

il Comune di, con sede in Via - C.F., legalmente rappresentato dal dott., nella sua qualità di, giusta delibera n. del premesso:

il Comune di, con sede in Via - C.F., legalmente rappresentato dal dott., nella sua qualità di, giusta delibera n. del premesso: ICI S/L (SC) 1 CONVENZIONE TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE E IL COMUNE DI PER IL PAGAMENTO DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI, DELLE SANZIONI E DEGLI INTERESSI E LA FORNITURA DEI RELATIVI FLUSSI INFORMATIVI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI 1

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI 1 COMUNE DI TIGNALE PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI 1 1 Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 48 assunta nella seduta del 21 dicembre

Dettagli

Il contenzioso fiscale

Il contenzioso fiscale Il contenzioso fiscale 1. I servizi del Caf Nel caso di ricevimento di cartelle di pagamento che contestano il mancato pagamento, parziale o totale, di imposte o tasse, anche riferite a tributi locali,

Dettagli

Premessa... pag. 5. Parte generale

Premessa... pag. 5. Parte generale Premessa... pag. 5 Parte generale Capitolo 1 La nozione di tributo e la classificazione dei tributi 1. La definizione di tributo...» 17 2. Classificazione dei tributi...» 18 Capitolo 2 Le fonti del diritto

Dettagli

DELIBERA Articolo 1 Modifiche alla delibera n. 728/13/CONS

DELIBERA Articolo 1 Modifiche alla delibera n. 728/13/CONS DELIBERA Articolo 1 Modifiche alla delibera n. 728/13/CONS 1. All articolo 1, comma 1, la lettera d), risulta così riformulata: d. Posta non registrata : corrispondenza che non necessita della sottoscrizione

Dettagli

OGGETTO: Fatturazione elettronica: le novità

OGGETTO: Fatturazione elettronica: le novità Roma, 11 Settembre 2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Fatturazione elettronica: le novità Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che

Dettagli

ATTO DI CONVENZIONE TRA INAIL ED INARCASSA IN TEMA DI ACCERTAMENTI MEDICO-LEGALI DI INVALIDITA E DI INABILITA

ATTO DI CONVENZIONE TRA INAIL ED INARCASSA IN TEMA DI ACCERTAMENTI MEDICO-LEGALI DI INVALIDITA E DI INABILITA ATTO DI CONVENZIONE TRA INAIL ED INARCASSA IN TEMA DI ACCERTAMENTI MEDICO-LEGALI DI INVALIDITA E DI INABILITA L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, con sede in Roma,

Dettagli

SOMMARIO. Premessa...3

SOMMARIO. Premessa...3 CIRCOLARE N. 47/E Roma, 20 dicembre 2012 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Questioni interpretative in merito all applicazione dell articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, (c.d. cedolare

Dettagli

Allianz Special Capital

Allianz Special Capital Allianz Special Capital Condizioni contrattuali Tariffa AZ SC Mod. 5504 - Edizione Marzo 2008 ALLIANZ Special Capital Sommario 1 Disciplina del contratto 2 Condizioni Contrattuali NEUTROV - D05 pagina

Dettagli

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA La Microimpresa è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore

Dettagli

carta intestata assicurazione/banca SCHEMA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Fideiussione bancaria/polizza fideiussoria)

carta intestata assicurazione/banca SCHEMA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Fideiussione bancaria/polizza fideiussoria) carta intestata assicurazione/banca SCHEMA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Fideiussione bancaria/polizza fideiussoria) (indicare denominazione e indirizzo completo della filiale/agenzia emittente la garanzia) Riferimento

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa

DIREZIONE CENTRALE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Ufficio integrazione applicativa Roma, 20 maggio 2015 Prot. 58510/RU Rif.: 17631/RU /2015 46452/RU/2015 Allegati: Alle Direzioni Regionali, Interregionali ed Interprovinciale Agli Uffici delle dogane All Agenzia delle entrate Direzione

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 16698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it DL 6.7.2011 n. 98 convertito nella L. 15.7.2011

Dettagli

Dati Anagrafici Del Debitore

Dati Anagrafici Del Debitore Prot. N del Rif. N. XXXX del XXXXX N. Lotto XXX/XXXX N avviso da utilizzare per ricevere informazioni da Aequa Roma (assistenza telefonica, allo sportello o per appuntamento) AVVISO DI ACCERTAMENTO PER

Dettagli

Notizie Flash marzo 2011

Notizie Flash marzo 2011 Notizie Flash marzo 2011 Quota A - pagamento contributi 2011 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano avvia l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati

Dettagli

Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna.

Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna. Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna. Gentili imprenditori, con la presente siamo a comunicarvi che, a partire dal 19 maggio 2009, si sono riaperti gli incentivi

Dettagli

C o n v o cazi o n e assemble e

C o n v o cazi o n e assemble e C o n v o cazi o n e assemble e In tutta Italia, in tutti i luoghi di lavoro, si stanno svolgendo le assemblee di base del XVII congresso della CGIL, il più grande sindacato italiano, costituito ben 108

Dettagli

Dipartimento IV Servizi di Tutela Ambientale Servizio 4 Controlli e Sanzioni

Dipartimento IV Servizi di Tutela Ambientale Servizio 4 Controlli e Sanzioni Bando pubblico anno 2008 per la concessione di contributi ad utenti di impianti termici ad uso domestico (con potenza inferiore a 35 kw) che intendano sostituire la vecchia caldaia con altra nuova di fabbrica

Dettagli