Periodico del Liceo Classico e Musicale Chris Cappell College di Anzio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Periodico del Liceo Classico e Musicale Chris Cappell College di Anzio"

Transcript

1 Periodico del Liceo Classico e Musicale Chris Cappell College di Anzio Numero 13 - Novembre-Dicembre 2013 C arissimi lettori, è per noi veramente un grande piacere ritrovarci con voi. Sebbene come ogni anno ci sia voluto un po' di tempo per oliare e rodare nuovamente gli ingranaggi delle nostre rotative, siamo finalmente in stampa! La preparazione ci ha visti impegnati nella ricerca di uno stile quasi del tutto nuovo, che speriamo vi piaccia e renda più piacevole ed agevole la lettura. Con grande soddisfazione abbiamo visto aumentare il numero dei membri della redazione, segno questo che Agorà è sentito veramente come il nostro giornale d'istituto. Per questo dobbiamo ovviamente ringraziare anche tutti coloro che prima di adesso hanno contribuito a creare questa testata e a farla crescere con il loro lavoro e anche con le loro critiche costruttive; senza dimenticare che tanto utile è stata la voce di chi ha sostenuto in diversi modi questa iniziativa. E soprattutto il nostro "grazie" va a chi ci legge sempre con interesse e partecipazione. Come molti di voi avranno osservato la redazione si è preoccupata di indagare sui gusti e sulle esigenze degli studenti in relazione all'attività di questa rivista, facendo un sondaggio fra tutti gli allievi del nostro Istituto, con la speranza di riuscire a percepire gli aspetti più importanti segnalati e nel tempo poter soddisfare se non tutte almeno gran parte delle richieste. A voi ora l'ardua sentenza per questo nostro primo passo di quest' a.s , con la preghiera di essere indulgenti se ancora ci sono aspetti da migliorare in questo nostro appassionato lavoro. Il nuovo Comitato di Redazione e i tutor (proff. F. Tornatore e M. De Francesco) Articolo a pagina 3 Bonus maturità P. 2 Tutorato, adesso anche in rete! P. 3 Intervista ai nuovi rappresentanti P. 3 Cyberbullismo P. 5 Il grande fratello non ci dimentica P. 6 L arte ritrovata P. 7 Regali riciclati addio! P. 8 Hunger Games, la ragazza di fuoco P. 8 La scommessa in rosa P. 9 Come prendere dieci e vivere meglio P. 9 Silenzio apparente P. 10 Simone Weil, chi era costei? P. 11 Swap party: shopping a costo zero! P. 12 La storia segreta di Victoria s secret P. 13 Teneri assassini P. 13 Ninna nanna P. 14 Il fascino della metanfetamina: Breaking bad P. 14 American horror story P. 15 Thor: The dark world P. 15

2 Notizia dell'ultima ora che renderà felici molti degli studenti che quest'anno non sono riusciti ad entrare nelle facoltà universitarie a numero chiuso: per loro torna il bonus-maturità. Ebbene sì, molto di recente è stato approvato un nuovo emendamento, tale 'emendamento Galan', che permette di iscriversi ad anno accademico inoltrato in tutte le facoltà in soprannumero italiane di Architettura, Veterinaria, Medicina, Odontoiatria e Professioni Sanitarie. L'emendamento è esteso a quanti non sono riusciti nell'anno 2013 a raggiungere il punteggio necessario per entrare in graduatoria, anche per il semplice fatto di aver sottovalutato i test d'ammissione credendo di poter contare sul bonus. Condizione necessaria per essere ammessi è però riuscire a scalare le classifiche grazie al punteggio superiore ottenuto. Per chi non fosse al corrente degli avvenimenti precedenti, il diritto al bonus maturità degli studenti è stato revocato il giorno stesso in cui hanno avuto luogo i test di ammissione alle facoltà di Medicina. Inutile dire che lo stupore degli studenti che hanno appreso la notizia soltanto dopo aver terminato il test è stato enorme. Se solo provassimo ad immaginare di entrare in sede d'esame con dieci punti bonus ed uscirne inconsapevolmente con nessuno, di certo la buona disposizione nei confronti dell'apparato universitario cambierebbe. È giusto ritornare al vecchio bonus? Decidetelo voi. Bisogna tenere però conto del fatto che, nel caso in cui la risposta fosse affermativa, si starebbe implicitamente affermando che alcuni studenti più di altri meriterebbero di entrare in una determinata facoltà, prescindendo dalle loro effettive capacità. Il compito di assegnare un voto di maturità, ed indirettamente il conseguente punteggio bonus, spetta infatti ad una commissione di 'giudici' che, per quanto grande possa essere il loro sforzo di essere obbiettivi, si apprestano a giudicare un ragazzo secondo la loro opinione espressa sulla base anche di valutazioni che riguardano discipline che non saranno più oggetto di studio nel percorso universitario. In caso di risposta negativa significherebbe sostenere che ognuno, secondo le proprie attitudini, è in grado di sostenere un test di ammissione in condizioni di parità rispetto a tutti gli altri studenti. L'ingresso in università segna, infatti, per qualche studente l'inizio di un nuovo capitolo della propria vita. Se per voi fosse così, sareste d'accordo a partire svantaggiati? Una cosa è certa, questa selezione cosìrigida all'interno delle università a numero chiuso italiane sembra aver scoraggiato molti ragazzi: secondo i dati MIUR (Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca) le iscrizioni alle facoltà a numero chiuso sono calate notevolmente. Persino per quanto riguarda la facoltà di Medicina le persone che rinunciano sono a u m e n t a t e, mentre è diminuito il numero dei medici presenti sul territorio, numero che, peraltro, è destinato a scendere ulteriormente. L'emendamento Galan, da un certo punto di vista, mette dunque in dubbio la necessità di avere un numero chiuso nelle università. L'Unione degli Universitari ha così commentato: ' L emendamento della Camera dimostra che la possibilità di far entrare i nostri ragazzi c è e che non è solo una questione di numeri'. In ogni caso, stando cosìle cose, per il prossimo anno il bonus non dovrebbe essere presente, dando cosìa coloro che si sono sempre impegnati negli studi maggiori probabilità di rientrare nel novero degli iscritti. Arianna Giovannelli V E 2

3 Quest anno il nostro istituto ha avviato un progetto di tutorato in rete veramente molto interessante ed innovativo in collaborazione con il Liceo Scientifico Redi di Arezzo. L iniziativa in questione si avvale della collaborazione di tutti quegli studenti selezionati per meriti dal Consiglio di Classe che, per motivi personali, non hanno la possibilità di recarsi presso la sede centrale del nostro liceo per svolgere la normale attività di tutorato, ma anche degli studenti della scuola di Arezzo. A questo proposito è stata sviluppata una piattaforma di e-learning, la cui realizzazione è stata interamente curata dagli alunni del nostro istituto. Il portale, gestito dai docenti e dai tutores nominati dal Consiglio di Classe e raggiungibile dal link riportato alla fine dell articolo, mette a disposizione di tutti gli studenti vari strumenti. Dopo essersi registrati sul sito è possibile fare domande ai tutores la cui risposta è garantita nella fascia oraria dei giorni stabiliti dai docenti. Il sito, inoltre, include diversi strumenti che offrono la possibilità di condividere appunti, mappe concettuali ed altri tipi di materiale didattico che saranno resi pubblici previa autorizzazione dei docenti competenti ed integra anche un sistema di messaggistica istantanea; in più è prevista l implementazione di un sistema di questionari interattivi e di molte altre funzionalità ancora in fase di progettazione. Chiaramente l iniziativa oltre ad essere motivo di orgoglio per la nostra scuola si rivela realmente utile a tutti quegli studenti che, trovandosi in difficoltà, possono contare sul supporto dei propri coetanei ed eventualmente evitare di ricorrere a costose lezioni private durante l orario extrascolastico. Link del portale: Davide Stefanelli IV C Ecco per il nostro giornalino la tanto attesa (ma quando mai!) intervista dei nuovi rappresentanti di istituto. Cosa vi ha spinto a candidarvi come rappresentanti di istituto? Mattia: É un desiderio che ho sempre avuto fin da quando ero in primo, mi sento una persona pronta per una esperienza di questo calibro. Luca: Ho scelto di candidarmi perché credo molto nella vita scolastica e una cosa come il ruolo di rappresentante di istituto ti coinvolge molto. Martina: Pensavo di essere diversa dai candidati di questo e degli ultimi anni e che avrei potuto dare una scelta alternativa e più ampia. Solo se gli studenti mi avessero ritenuta adatta e, a quanto pare, è andata bene. Piergiuseppe: La necessità di rivelare e di far comprendere ai docenti facenti parte del Consiglio d'istituto i diversi disagi e difficoltà, a cui loro talvolta ahimè sono ciechi, degli studenti del nostro liceo. "Comprendere gli interessi di tutti è di un governo ordinario; il prevederli è di un grande governo." Honoré de Balzac Perché pensate di essere stati scelti? Mattia: Perché penso, e mi è stato detto molte volte, di essere una persona responsabile, intelligente e che ispira fiducia.. spero che sia vero e di renderlo la mia arma. (Continua ) 3

4 Luca: Penso di essere stato votato perché alla presentazione ho fatto capire quanto significhi per me questo ruolo. Un impegno che è ricambiato da molte soddisfazioni. Martina: Non so che dire: chi mi ha votato sa il perché. Spero che si sentano rappresentati da me e dalle mie idee. Come vi siete sentiti appena avete scoperto di essere stati eletti? Ve lo aspettavate? Mattia: Sinceramente no, mi aspettavo una doppietta dell'altra squadra, ma appena ho sentito il mio nome ho avuto una stretta al cuore e mi sono sentito felicissimo. Luca: La sensazione è stata fantastica, ovviamente. Martina: Mi sono sentita gratificata perché, nonostante pareri avversi, ce l'ho fatta. Un pochino me l'aspettavo, devo ammetterlo, ma l'agitazione c'è stata comunque. Piergiuseppe: Soddisfatto; stando alla matematica la probabilità era elevata. Contro quale altro candidato pensavate di poter perdere? Mattia: Giorgio de Luca. Luca: Sinceramente non so rispondere a questa domanda. Ho sempre avuto molta fiducia in me stesso, non ho temuto in particolar modo gli avversari. Martina: Contro Mattia. Pensavo fosse un due a due e che Luca, Piergiuseppe e Giorgio venissero sicuramente eletti. Piergiuseppe: Riferendomi alla precedente risposta, nessuno. I vostri compagni di classe hanno appoggiato la vostra candidatura? Vi hanno incoraggiato? hanno sempre detto: «Ma sì, ti ci vedo a fare una cosa del genere». Martina: Non credo interessi alla mia classe. Piergiuseppe: Sì, "Ab aeterno." Come pensate cambierà la vostra popolarità ora che siete stati eletti? Luca: Cambierà a seconda di come agirò. Se agirò bene cambierà in positivo, se agirò male Spero che cambi in positivo! Martina: Non parliamo di popolarità vi prego. Non lo so e non mi interessa. Piergiuseppe: "Per acquistare popolarità bisogna essere una mediocrità." Oscar Wilde Come è iniziato questo nuovo anno scolastico? Mattia: Cosi così, come poi ogni anno scolastico... Luca: Sta andando bene, le nuove materie sono tutte interessanti; anche se il carico di cose da studiare è veramente grande. Martina: Iniziato con qualche caduta, ma ci si riprende. Tante speranze e tanti obiettivi. Chi vivrà, vedrà! Avete qualche altro progetto? Luca: Per ora non abbiamo altri progetti oltre quelli nel nostro programma elettorale. Ovviamente nel caso ci si presentino idee interessanti e utili alla scuola durante l'anno, ci impegneremo al massimo per realizzarle. Martina: Mi piacerebbe incentivare progetti attinenti ai nostri indirizzi, come alcuni che stanno iniziando e, nel caso in cui gli studenti fossero d'accordo, cominciare una sorta di campagna informativa sui nostri diritti e doveri come cittadini. Potrebbe essere interessante e preparatorio alla giungla che c'è fuori dalla scuola. Piergiuseppe: Una cogestione culturalmente attiva. Luca: I miei compagni di classe mi hanno decisamente aiutato a credere in questa cosa. Anche coloro con i quali non ho un rapporto stretto, mi Giorgio Cerroni III C Samantha Musolino III C 4

5 Facebook, Twitter, Ask.fm: sono tanti i social network da cui ormai dipende la nostra vita e, a quanto sembra ultimamente, anche la nostra morte. O meglio la morte di tutti quei ragazzi vittime del cyber-bullismo, un fenomeno in continua crescita, considerato più dannoso del classico bullismo. Questo può infatti manifestarsi in situazioni e modalità diverse: derisione, insulti, minacce mediante messaggi molesti ripetuti sul cellulare, blog, via mail o su un social network; le continue telefonate mute e squilli a vuoto; la diffusione di immagini imbarazzanti e di informazioni personali altrui senza consenso. Per quanto virtuale, il bullismo elettronico ha conseguenze maggiormente amplificate rispetto alle altre forme di bullismo, in quanto la diffusione di informazioni in rete non può essere controllata ed arriva a coinvolgere un numero altissimo di spettatori. Ovviamente tale fenomeno sta colpendo maggiormente le nuove generazioni, le quali risultano più dipendenti da questi social network. In particolare, la creazione di ask.fm ha aumentato anche la diffusione del cyber-bullismo. Tale social network risulta, infatti, il più dannoso tra tutti : in esso alcuni utenti pongono domande sugli argomenti più disparati e gli altri aiutano a trovare una risposta. Ma si è trasformato in un campo da guerra, grazie alla possibilità di scambiare messaggi in modo anonimo, causando cosìla morte di molti adolescenti. Molto spesso questi messaggi, infatti, sono di carattere diffamatorio e sfociano in insulti e molestie di qualsiasi tipo. Il fatto che gli usatissimi Facebook e Twitter siano diventati anche un motore di disagio per i ragazzi più sensibili ce lo mostrano gli ultimi fatti di cronaca che hanno visto una serie spaventosa di suicidi giovanili. Carolina Picchio, Amanda Todd, lo scorso 10 ottobre, Andrea, il ragazzo dai pantaloni rosa, Tim Ribberink e Rehtaeh Parsons, adolescente canadese che si è impiccata nel bagno della sua casa in Nova Scotia. L'ultimo caso è quello di di Hannah Smith, una ragazza di 14 anni che si è tolta la vita impiccandosi poiché non riusciva più a reggere il peso di tutti gli insulti ricevuti su Ask.fm. Indescrivibile il dolore del padre e il suo appello a chiudere questo sito. «Quanti teenager si devono uccidere a causa degli abusi online prima che si faccia qualcosa?», si è chiesto il padre della giovane vittima, Dave Smith, che è arrivato ad accusare di omicidio colposo i creatori del sito e a chiedere l intervento del premier David Cameron. Hannah, di Lutterworth, nel Leicestershire, Inghilterra centrale, era diventata oggetto dei peggiori insulti sul social network: qualcuno era arrivato a dire «se muori nessuno se ne accorgerà». E lei lo ha preso alla lettera, impiccandosi. È stata sua sorella Jo, 16 anni, a trovarla senza vita nel letto della sua cameretta. Vicino al corpo c era una breve nota: «Mi chiedo se cosìandrà meglio». Le sue amiche appaiono sconvolte e intanto è stato creato un gruppo su Facebook per rendere omaggio ad Hannah. Sul sito c è chi si chiede, come Philip Parsons, «quando la libertà di internet è diventata un cancro che distrugge le vite?». E c è anche una petizione per spingere i social network ad adottare regole più restrittive nei confronti dei propri utenti. Ma i `cyberbulli sono arrivati anche lì: qualcuno di loro ha affermato che Hannah si è uccisa per codardia e non merita rispetto. [cfr. Ma fino a che punto si può addossare la colpa ai creatori del social-network in quanto non effettuano il controllo su ciò che si scrive in esso? Non dovrebbero essere, forse, i genitori a controllare i propri figli? Margherita Longobardi V E 5

6 Il grande fratello può nascondersi per qualche tempo, ma a ricordarci della sua presenza ci saranno sempre i suoi numerosi scandali ed in particolare lo scandalo Datagate. Sicuramente lo scandalo Datagate (emerso grazie ad Edward Snowden) è collocabile tra uno dei maggiori scandali dell Nsa (National security agency) subito dopo il disastro di Wikileaks, scandali che avremmo dovuto ricordare per anni, ma dei quali dopo poco tempo nessuno parla più. Che gli Stati Uniti spiassero tutto ciò che ha vita su questo pianeta non è una novità, ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso e che ha creato grandi tensioni tra nazioni alleate è stato lo spionaggio di numerosi capi di stato ed ambasciatori, giustificata dal governo degli U.S.A. come un azione contro il terrorismo internazionale; certamente nessuno può negare che il terrorismo sia ovunque, ma che addirittura spiare il telefono della cancelliera tedesca (Angela Merkel) sia utile alla guerra al terrorismo sembra essere assai difficile. Dopo lo scoppio di questo scandalo si è rischiato molto con i rapporti tra USA e UE (Unione Europea) e sono arrivate parole infuocate dalla cancelliera Merkel, la quale giustamente si è infuriata per l accaduto. In seguito all uscita di nuove e scottanti dichiarazioni si è scoperto il coinvolgimento di altre nazioni nello scandalo tra le quali, paradossalmente, alcune europee! Tra i coinvolti sono stati trovati anche gli 007 inglesi e si pensa anche quelli francesi che, dai fatti recentemente emersi, avrebbero spiato, come nei film di James Bond, svariati diplomatici in viaggio durante la permanenza negli hotel. Attualmente colui che ha sollevato lo scandalo è in asilo temporaneo in Russia e non è il solo a creare tutt ora polemiche e a rilasciare dichiarazioni. Alcuni degli ultimi avvenimenti ci arrivano dal giornale olandese Nrc Handelsblad secondo il quale una divisione dell Nsa (Tao) avrebbe inserito 50mila malaware nei software in tutto il mondo ed Edward Snowden avrebbe confermato tutto ciò e ha aggiunto che avviene dagli anni novanta. Questi avvenimenti possono darci un idea della brama di controllo sempre più elevata ed evidente degli Stati Uniti. Altre interviste rilasciate dal New York Times provano che esisteva un documento di cinque pagine denominato Sigint Strategy , secondo il quale nell era dell informazione si sarebbe dovuto controllare chiunque in modo capillare; infatti si pensa che scandagliassero tra i 30 e i 50 milioni di indirizzi IP al giorno, tra cui i sistemi di geo-localizzazione (GPS) con il fine ultimo di sapere sempre dove siamo, chi siamo, cosa facciamo e quando lo facciamo. Il Datagate, oltre a sollevare scalpore tra le varie nazioni, ha sollevato anche il problema di una gravissima carenza di protezione dei dati personali dei colossi digitali come Google, che promettono di colmare questa grave mancanza di sicurezza nella trasmissione delle informazioni verso i loro data-center. Le aziende informatiche hanno promesso che rimedieranno al danno migliorando la sicurezza complessiva, ma da oggi in poi chiedetevi sempre quando farete qualcosa: Chi mi sta osservando?. Marco Grazia I C 6

7 Picasso, Matisse, Beckmann e Chagall. Sono solo alcuni nomi degli artisti le cui tele, bollate dal regime come arte degenerata, sono state ritrovate nella primavera del 2011 in una cantina a Monaco di Baviera. Certo è che l arte sia una riscoperta continua, una grande somma di denaro addosso: da qui la ma questa di scoperta ha lasciato tutti piacevolmente senza parole. Circa 1500 capolavori di possibilità di riappropriazione delle tele da parte polizia ha fatto partire indagini che hanno poi portato alla perquisizione della casa del sospettato ed al ritrovamento delle opere. Ora si discute sulla destinazione ultima di questi capolavori, che potrebbero essere rivendicati dagli eredi dei loro vecchi possessori ebrei, costretti con la forza a consegnare i quadri prima di fuggire dalla Germania. Tante di queste opere però, come accertano le dogane tedesche, sono state vendute dal regime nazista a prezzi stracciati a musei comunali o statali, impedendo cosìqualsiasi artisti quali Picasso, Matisse, Beckmann, Chagall, dei discendenti dei precedenti proprietari, in Kokoschka ed altri grandi delle correnti artistiche quanto entrate a far parte del patrimonio dello del 900 sono stati ritrovati nella cantina di un stato anche se stiamo parlando del Terzo Reich. appartamento a Monaco di Baviera, nella primavera del Le autorità tedesche non hanno lasciato trapelare la notizia fino ad ora, per non rischiare di compromettere le indagini, ma adesso la storia dei quadri persi e ritrovati ha fatto il giro del mondo. La loro odissea parte nel corso del Terzo Reich, quando i nazisti bollano queste opere come arte degenerata sottraendole a collezionisti ebrei e cedendole al commerciante d arte Hilderbrant Gurlitt, per la misera somma di 20 franchi l uno. Hilderbrant ha avuto un figlio, Cornelius, il quale le ha custodite per de- tutti questi anni, possano essere di nuovo ammi- Speriamo solamente che questi capolavori, dopo cenni vivendo dei proventi delle vendite di queste tele dal valore inestimabile. Nonostante Gurtanorati dal mondo e consacrati alla fama che merilitt abbia centellinato le vendite, nel 2011 è stato trovato di ritorno da un viaggio in Svizzera con Giulia Roncari II C 7

8 Ebbene sì, ragazzi, anche quest anno con enorme gioia da parte di tutti (tranne forse dei maturandi) il natale è quasi arrivato. Questo vuol dire cogestione, vacanze, cibo, palestra per smaltire le abbuffate in famiglia ma, ovviamente, regali! Da ricevere, ma soprattutto da fare. Siamo dunque tutti pronti alle storiche corse dell ultima ora per comprare una qualche sciocchezzuola che urli: Non mi andava di presentarmi a mani vuote di fronte a questa splendida sciarpa che mi hai regalato; ma anche che non alleggerisca troppo il portafogli? E se quest anno non fosse una corsa ma una semplice ricerca tra luci, musiche natalizie e tantissima cioccolata? Da otto anni è possibile e a pochi chilometri da noi. Alla nuova fiera di Roma, infatti, dal 12 al 15 dicembre si è tenuto l appuntamento tradizionale natalizio per la valorizzazione dell artigianato e delle attività manuali: la fiera Arti & Mestieri expo, dove si possono trovare moltissime idee per regali, natalizi e non, prodotti sia artigianali che gastronomici. L ingresso era gratuito dalle 14 alle 22 il giovedì, dalle 10 alle 22 il venerdì, il sabato e la domenica. Elena Fabiano V E Per gli appassionati del genere (e non) ecco qui un resoconto della premiere del film Hunger Games, La ragazza di fuoco che si è tenuto a Roma lo scorso 14 Novembre. Dopo molte peripezie su mezzi strapieni arriviamo all Auditorium Parco della Musica di Roma. Alle dieci a lato del Red Carpet c erano tantissimi giovani, ma l auditorium si è riempito intorno alle 15:00. Nell attesa, alcune ragazze distribuivano zollette di zucchero e la maggior parte dei presenti leggeva, mangiava, sonnecchiava al sole per ingannare il tempo. Alcuni giornalisti intervistavano i ragazzi e le ragazze chiedendo loro da quanto tempo stessero aspettando. Il viavai era continuo, specialmente per coloro che cercavano il bagno! Intorno alle 15:00, poi, sono arrivati i fotografi. Emozionante è stato quando davanti alle telecamere i fans della saga hanno portato in alto la mano facendo il saluto del distretto 12, dal quale Katniss proveniva. L arrivo degli attori era atteso per le 17:45 circa. Dopo più di un ora di falsi allarmi, urla, saluti, pianti, è arrivata Jennifer Lawrence in uno splendido abito bianco. Davanti alla folla in delirio ha esclamato: «Oh my God.». Seguita da Liam Hemsworth si è concessa ai giornalisti e ai fotografi. Più complicato è stato scorgere Josh Hutcherson. Jen, Liam e Josh si sono lasciati fotografare dai fans impazziti per loro. Incitati dalla Lawrence, inoltre, i presenti hanno fatto la hola. Inaspettata è stata la presenza di Meta Golding, che interpreta Enobaria. Josh Hutcherson, invece, prima di sparire nell Auditorium hanno salutato i fan correndo davanti agli spalti. I beniamini dei giovani hanno salutato la folla e sono entrati nell auditorium pronti per assistere assieme ad alcuni ragazzi alla prima del film. All uscita molte ragazze piangevano. Una di loro perché era stata toccata dalla Lawrence, un altra perché Liam le aveva autografato la sua copia di Hunger Games- Catching Fire. Di certo nove ore di attesa sotto il sole sono state ricompensate da quei pochi minuti, dalla vista di Katniss, Peeta e Gale. Samantha Musolino III C 8

9 Si tratta della storia di un professore di Washington, David Robinson. Il docente durante il mese dedicato alla lotta contro il cancro al seno, fa una scommessa molto bizzarra con i suoi studenti promettendo di tingersi i capelli di rosa, pensando però ad una nobile causa. Infatti i giovani liceali avevano l obiettivo di raccogliere almeno 20 kg di caramelle al fine di donarli ad un festival per la raccolta fondi. Sorprendentemente i ragazzi sono riusciti a ricavare quasi 25 kg di caramelle portando il professore alla perdita della scommessa. L insegnante, dopo essersi tinto barba e capelli di rosa, ha poi spiegato l importanza di quel gesto per se stesso, testimone della morte della madre, scomparsa a causa di tale malattia. È stato, quindi, per lui il raggiungimento di un traguardo importante contribuire simbolicamente alla sconfitta di questo terribile problema che incombe sempre maggiormente su di noi. È quindi questa una tematica attuale, la quale colpisce la popolazione in misura sempre più accentuata, distruggendo cosìla vita e la speranza di molti individui. È fondamentale lo spirito di solidarietà fra gli uomini, per far sìche si possa un giorno giungere alla risoluzione definitiva di codesta avversità, come di tante altre. Lucia Giovanna Greco e Chiara Russo I C Per ottenere degli ottimi risultati nel contesto della vita scolastica non bisogna necessariamente essere dei geni. In questo articolo troverete molti suggerimenti utili da seguire per migliorare il vostro rendimento scolastico. Innanzitutto è necessario iniziare a impegnarsi sin dai primi giorni di scuola. Alcuni studenti spesso pensano di potersi permettere periodi di catalessi durante il trimestre, poiché i voti ottenuti in questo arco di tempo non fanno media con i voti decisivi del pentamestre. Non bisogna assolutamente assumere questi atteggiamenti perché studiare è utile a prescindere dalle valutazioni, sia per l acquisizione di un metodo di studio, sia per sviluppare il ragionamento logico. Bisogna studiare giorno per giorno per non rimanere mai indietro con gli argomenti ed essere sempre pronti a sostenere una domanda, un'interrogazione o un compito a sorpresa. Sembra strano, ma anche l'atteggiamento è molto importante: quando si viene interrogati inaspettatamente su un argomento non approfondito e non si ha modo di evitarlo con la giustificazione, si deve innanzitutto mantenere la calma e dimostrare con le proprie espressioni e con il modo di parlare di essere sicuri. (Continua ) 9

10 E'sempre meglio dire qualcosa di meno esatto (in casi estremi addirittura inventare) che fare scena muta. Altri suggerimenti utili possono essere: 1. Dormire bene ed arrivare a scuola riposati. Questo fattore è fondamentale, per la memoria e la concentrazione che si deve avere durante le spiegazioni. 2. Scegliere accuratamente il proprio compagno di banco, il quale non deve distrarci durante le lezioni, ma anzi può aiutarci a riprende il filo del discorso, qualora ci fossimo distratti. 3. Scoprire gli argomenti sui quali i prof. sono fissati: ogni professore ha argomenti preferiti sui quali fa spesso domande. 4. Non vergognarsi di non aver capito e chiedere subito chiarimenti al professore: oltre a chiarirvi le idee date l'impressione di essere partecipativi (ovviamente dipende dalle domande che fate). I professori apprezzano, infatti, gli alunni che interagiscono con loro. 5. Prendere sempre appunti durante le spiegazioni. Alcuni particolari importanti possono non esserci sul libro. 6. Presentarsi sempre alle interrogazioni e ai compiti in classe: le assenze strategiche infatti possono essere controproducenti in quanto potreste rischiare di ottenere una pessima considerazione da parte dei professori. 7. Da non sottovalutare è sicuramente l'educazione, che confluisce poi anche nel voto della condotta. 8. Svago e riposo! Non c'è dubbio sul fatto che per andare bene bisogna studiare tantissimo e con impegno. Ma non si può neanche passare ore ed ore sui libri a studiare senza svagarsi un po. Bisogna che ci siano anche il divertimento, l'uscita con gli amici e l'attività fisica! Maria Miteva V E Dj? Vocalist? Musica ad alto volume? Il modo di fare festa è cambiato. Nasce in Inghilterra per poi espandersi in tutto il mondo il nuovo modo di fare festa: i Silent Party. Il modo è semplice: basta noleggiare delle cuffie wireless e un dj e la festa inizia. Questo tipo di festa nasce con la voglia di divertirsi anche in posti silenziosi, non solo in discoteche. In Italia, principalmente a Milano, sono nate le Silent Disco. Le Silent Disco sono un'alternativa unica agli altoparlanti del Night club e sono un modo completamente nuovo per divertirsi. Ad ogni individuo viene consegnato un paio di cuffie senza fili, o wireless, avendo così la possibilità di scegliere tra due dj premendo solo un pulsante sulle cuffie. Pensate a folle di persone che cantano e ballano in un silenzio apparente con metà della sala che canticchia una diversa canzone. Inizialmente questo tipo di festa era nata per i festival, ma poi è stato un vero e proprio fenomeno mondiale, tanto che oggi viene richiesto anche in alcune feste private. L'idea di questi Silent Party nacque nel 1969 con un film di fantascienza finlandese chiamato Ruusujen Aika. Il concetto è stato utilizzato anche da eco-attivisti nei primi anni 90 nelle feste all'aperto per ridurre al mi- 10

11 nimo l'inquinamento acustico e il disturbo alla fauna locale. Nel maggio 2000 durante la "BBC Live Music" si è tenuto un "concerto muto" nel Chapter Arts Centre di Cardiff, dove il pubblico ha ascoltato una band, Rocket Goldstar, e diversi DJ tramite le cuffie. Secondo il parere dei medici, però, i Silent Party non sono la cosa migliore per il nostro udito. Tutto ovviamente dipende dalla quantità di Decibel, che non possono essere le stesse di una discoteca con gli altoparlanti, che si usano per le cuffie wireless. Con il passare del tempo però, potremmo avere una Ipoacusia degenerativa causata dalla troppa esposizione ai rumori forti. In sostanza, essere un assiduo frequentatore delle Silent Disco porterà al danneggiamento dell'apparato trasmissivo, composto da timpano, incudine, staffa e martello. Oltre a questo, tra le conseguenze, nei casi più gravi ci possono essere le allucinazioni neurosensoriali causate dal troppo ascolto di musiche alienanti. In qualunque momento la vostra testa potrebbe diventare una discoteca. La conclusione è questa: divertitevi quanto volete, ma non troppo, almeno non fino al punto di danneggiare il vostro udito. Silvia Della Penna III D Simone Adolphine Weil nacque a Parigi nel 1909 ed è considerata come una delle prime donne ad essere contemporaneamente filosofo, operaia, troskista ed insegnante (sua attività principale dal 1931 al 1938 alternata al lavoro in fabbrica). E ben nota la sua personalità spigolosa, a volte indisponente, ma che sugli animi delle sue alunne ha inciso in modo profondo e positivo, suscitando in queste un grande affetto. L atteggiamento della Weil nei confronti della scuola e degli studenti era senza dubbio caratterizzato da un grande entusiasmo e da una grande passione. Era pronta ad insegnare a chiunque e qualsiasi argomento delle molte discipline che conosceva, anche gratuitamente, e si recava al lavoro persino nei giorni in cui soffriva di terribili emicranie che le impedivano il regolare svolgimento dell attività quotidiana. Alcune tra le sue ex alunne ricordano la loro insegnante così: Non era una professoressa del solito stampo. Si prodigava per le allieve, mettendo a loro completa disposizione le sue conoscenze e il suo tempo. [ ] Si preoccupava anche dei nostri bisogni materiali. Ci occorreva per esempio un libro per il francese? Eccola un giorno arrivare con molta fatica, carica di una ventina di libri che si era preoccupata di ordinare e di pagare in anticipo, perché potessimo usufruire dello sconto concesso dai librai agli insegnanti. [...] Ci ha insegnato che nessuno mai deve essere etichettato, cristallizzato in un atteggiamento o in un modo di pensare. Che quello che può apparire un fallimento conta di più in realtà di uno scintillio ingannatore. La sua vita fu caratterizzata da un'intensa attività, testimoniata dalla scelta di lasciare l'insegnamento per sperimentare la condizione operaia, alternando la sua carriera lavorativa all'impegno come attivista in ambito politico e sociale, mossa da una particolare dedizione, nonostante i suoi persistenti problemi di salute. La sua complessa figura è divenuta celebre anche grazie a Albert Camus, scrittore francese, che dopo la morte di lei, a soli 34 anni a causa della tubercolosi, ne ha divulgato le opere, i cui argomenti sono vari: etica, filosofia politica, metafisica, estetica e poesia. Francesca Saveria Vicari V E 11

12 Ti giri e vedi vestiti, scarpe, borse, accessori. Tutto è disposto meticolosamente, in ordine di taglia e colore. Le scarpe sono esposte su un'ampia scrivania, ma di ogni modello vi è un solo numero disponibile. Le sciarpe ed i cappelli sono su di un appendiabiti e le magliette sono piegate, stirate ed impilate sugli scaffali. Gli accessori sono sparsi all'interno di una scatola, i cappotti e le giacche sono ordinatamente appesi alle loro stampelle. Hai appena adocchiato una camicetta che cercavi da mesi, color pesca con il colletto tondo tempestato di strass. La pieghi accuratamente, la infili nella tua borsa e ti avvii verso l'uscita. Il tuo portafoglio non è alleggerito di neanche un grammo, i tuoi risparmi non sono stati privati di un centesimo, la tua reputazione non è quella di una ladra. Nessuna commessa ti ha inseguito correndo, nessun allarme antitaccheggio ha suonato. E' un sogno? E' il tuo più grande desiderio? E' davvero possibile prendere ciò che più ti piace e portarlo a casa senza sborsare denaro? E' una nuova moda proveniente direttamente da New York: gli Swap Party sono vere e proprie feste che come biglietto d entrata hanno vestiti, accessori e scarpe. A seconda di quante ne porti, puoi prendere la stessa quantità da altri invitati che a loro volta hanno già portato qualcosa. Quelli organizzati come si deve hanno vere e proprie regole, rigide e da rispettare se non si vuole essere buttati fuori: 1. I vestiti devono essere puliti, intatti e non visibilmente usati (niente bottoni mancanti né buchi, macchie indelebili o difetti di fabbrica). 2. Tutto deve essere organizzato per taglia e per genere: Le T-shirt da una parte, le felpe da un altra. I capi invernali vanno separati da quelli estivi, le scarpe e gli accessori sono ben esposti e in vista; nessuna collana impicciata, nessun moschettone difettoso, nessun braccialetto con perline o ciondoli mancanti. 3. Vi devono essere almeno tre stanze o tre piccoli locali con la funzione di salottino di prova per poter provare ciò che abbiamo puntato e vedere se ci sta bene ed è il caso di accaparrarselo o se preferiamo lasciarlo ad altre contendenti. 4. In caso di litigio per un capo d abbigliamento ha la precedenza chi ha portato più abiti da scambiare. 5. I capi rimasti al termine della festa dovranno essere donati in beneficienza o lasciati ad un orfanotrofio. Oltre a garantire un enorme risparmio, gli Swap Party sono un modo per arricchire il proprio guardaroba, pur scartando capi che non abbiamo mai apprezzato particolarmente, che sono di una taglia in più o di una taglia in meno o con cui proprio non riusciamo a vederci. Buttarli sarebbe un peccato, donarli a donne che li apprezzerebbero più di noi è decisamente la soluzione migliore! Purtroppo le feste vere e proprie vengono organizzare soltanto negli Stati Uniti poiché in Italia la moda degli Swap Party non è ancora arrivata. Nonostante ciò, durante la cogestione vi sarà un'aula apposita, aperta mercoledìe giovedìper due ore, in cui potrete lasciare i vestiti che non indossate più e prenderne degli altri: proprio come accade in un vero Swap Party. Approfittate di quest'occasione imperdibile per accaparrarvi i vestiti che avete sempre apprezzato delle fashion victims del Chris Cappell! Allora cosa aspetti ad organizzare un piccolo Swap Party con le tue amiche più intime o con l'intera lista delle tue amicizie su Facebook? Bastano ragazze volenterose, vestiti in buone condizioni e tanta voglia di shopping low cost! Flavia Pollastrini V E 12

13 Oggi è una delle marche di intimo più famose al mondo e veste alcune delle celebrità più famose per il loro tenersi al passo con la moda come Heidi Klum, Letitia Casta e Gisele Bundchen. Diventare testimonial di Victoria s secret e sfilare sulle passerelle del marchio americano è uno degli incarichi più ambiti dalle modelle di ogni continente e girare per le strade di New York con la famosissima busta a righe rosa è un vanto per ogni donna. Ma come da cosa ha avuto inizio la catena di negozi di intimo più famosa al mondo? Buffo a dirsi, ma è nata da un vero e proprio segreto. Nel 1977 Roy Raymond si recò in un centro commerciale di San Francisco per acquistare della biancheria sexy per la moglie a sua insaputa. Timido di natura e abbastanza a disagio chiese aiuto ad una commessa che, girando per il negozio, gli propose unicamente improbabili reggiseni a fiori ed enormi mutandoni di cattivo gusto. Dopo aver studiato segretamente per 8 anni tutto ciò che riguardasse strategie di marketing riguardanti l intimo femminile, racimolando dollari tra amici e parenti, prestiti e risparmi di una vita, Raymond decise di aprire a San Francisco il suo primo store, denominandolo Victoria s secret poiché l arredamento del suo negozio ricordava lo stile vittoriano. Nel 2006 gli Store di Victoria s Secret diventarono più di 1000 soprattutto grazie al lancio di "Pink", avvenuto poi nel 2004, ossia una nuova linea dedicata alle ragazze tra i 15 e i 22 anni, la quale produce intimo ispirato alle adolescenti dei College americani, cosmetici, creme di bellezza, scarpe ed addirittura agende e diari scolastici. In Italia vi è purtroppo un solo Store nel centro di Milano e a Roma sono presenti soltanto un paio di rivenditori non ufficiali. Dal sito internazionale di Victoria s secret è comunque possibile acquistare con carta di credito o contrassegno. Che Victoria s secret abbia riscosso un successo più grande del previsto è risaputo, e che sia una delle marche di intimo più originali e di buona qualità al mondo non è affatto un segreto! Flavia Pollastrini V E Le orche suscitano comunemente simpatia e tenerezza, soprattutto nei film come ad esempio Free Willy, tuttavia dietro al loro aspetto mansueto si nasconde uno dei serial killer marini più crudeli. Le orche vivono in branchi di cui ognuno ha una diversa e letale tecnica di caccia, tramandata dagli esemplari adulti ai cuccioli e impiegata con sorprendente intelletto. Persino il grande squalo bianco preferisce mantenere le distanze. Le orche hanno compreso che se uno squalo viene girato sul dorso entra in una sorta di coma. Dunque esse colpiscono gli squali con muso e coda per capovolgerli e poi cibarsene. In cima alla catena alimentare, l orca è l unico animale capace di questo. Le orche compiendo agili tuffi emergono completamente e si spiaggiano volontariamente sulle lastre di ghiaccio o sulle spiagge afferrando qualsiasi animale nei paraggi, che colto alla sprovvista viene trascinato in acqua ed ucciso. ogni altro animale di questa taglia rimarrebbe arenato e morirebbe, ma l orca con un movimento di coda si immerge nuovamente dopo pochi secondi, rappresentando così l unico animale dotato di una simile capacità. Talvolta le orche preferiscono colpire le lastre di ghiaccio con il muso in modo da far cadere gli animali in acqua, o con una tecnica ancor più truculenta e quasi perversa, si appoggiano ad un estremità della lastra in modo che l altra si sollevi, lasciando semplicemente scivolare le impotenti prede direttamente nelle loro bocche spalancate. Alcuni studi rilevano nella loro caccia pura euforia. Molto spesso dunque le orche attaccano per il solo divertimento che ne deriva e che sta probabilmente alla base delle articolate e sanguinose tattiche utilizzate. Veronica Soro V E 13

14 Questa è la sua storia. Di come mi possiede. Di come una canzone ti entra in testa e non se ne va più. Di come uno pensa che dovrebbe essere la vita. Di come le cose catturano la tua attenzione. Di come il passato ti insegue in ogni singolo giorno del tuo futuro. Ninna nanna di Chuck Palahniuk Forse bisognerebbe fare più attenzione a ciò che si legge ai propri bambini, poiché se una semplice ninna nanna è in grado di cullare il neonato tra le braccia di Morfeo, potrebbe avere anche il potere di lasciarlo lìper sempre. E una serie di casi di morte in culla potrebbe essere vista semplicemente come una strana coincidenza? Tale dubbio pervade Carl Streator, un giornalista solitario, vedovo di quarant anni che lavora ad un reportage a proposito di tali improvvisi decessi di neonati. Ed egli scopre, suo malgrado, qualcosa di terribile: in tutti i diversi luoghi del decesso ricorre un piccolo particolare, un semplice libro per bambini, Poesie e filastrocche da tutto il mondo, immancabilmente aperto sulla stessa pagina, quella recitante una nenia africana, usata dalle madri durante periodi di siccità e carestia per dare ai propri figli una dolce morte, indolore rispetto a quella a cui sarebbero altrimenti destinati. La canzone si rivela dunque un arma letale: non è necessario leggerla ad alta voce, basta anche recitarla a mente per fare in modo che la persona alla cui essa è indirizzata muoia all istante, senza una causa apparente. Ora che Carl è a conoscenza di tutto ciò, deve essere in grado di gestire tale arma e fare in modo che questa venga definitivamente distrutta, per evitare altre vittime o peggio, che qualcuno possa disporne a proprio piacimento. E la medesima cosa vuole Helen Boyle, una singolare agente immobiliare amante di pietre preziose, che accompagnerà Carl Streator nel suo viaggio per eliminare tutte le copie in circolazione della ninna nanna, formando una coppia grottesca e apparentemente male assortita. Ninna nanna, Lullaby in lingua originale, è un romanzo che è in grado di rivelare le inquietudini quotidiane proprie di ogni individuo, in relazione con il proprio passato ed il proprio futuro, con la propria visione della vita, del potere e della società contemporanea, nei confronti della quale l autore è fortemente critico, ma con la quale condivide le problematiche. Ninna nanna è un thriller, un giallo macchiato di satira grottesca, un racconto carico di surreale, una storia d'amore. Francesca Saveria Vicari V E Breaking Bad è una delle serie tv più amate del Ambientata ad Albuquerque, la storia vede protagonista Walter White, professore di chimica e padre di famiglia. Questo attraversa un periodo di crisi e, per far fronte alle spese, Walter trova lavoro in un autolavaggio, dove viene però umiliato dal datore di lavoro che lo fa sentire una nullità, cosìcome i suoi amici e soprattutto il cognato, agente della squadra antidroga, che non perde occasione per mettere a confronto la sua vita, emozionante, con quella del protagonista, priva di soddisfazione. La noiosa esistenza del Sgr. White cambia quando gli viene diagnosticato un cancro ed egli decide di dedicare il tempo rimastogli alla ricerca di un capitale grande abbastanza da poter mantenere la sua famiglia, una volta che sarà morto. Grazie al casuale incontro con Jesse Pinkman, suo ex studente adesso spacciatore, Walter decide di utilizzare le proprie conoscenze della chimica per produrre metanfetamina pura, con il cui guadagno riuscirà a salvaguardare la sua famiglia. L acclamata serie tv era stata interrotta nel 2012, a metà della stagione conclusiva, e chi non aveva mai sentito parlare di Breaking Bad fino a qualche mese fa non ha potuto non rimanere coinvolto dall entusiasmo dei fan veterani che ad agosto, quando la serie è stata rimessa in onda, hanno finalmente potuto riprendere la visione dell amato show. Il segreto del grande successo di Breaking Bad non sta solo nella trama. Essa infatti non è la solita storiella di uno spacciatore di periferia che vende droga per racimolare un po di soldi. Si tratta dell evoluzione di un personaggio che da padre di famiglia diviene re dell impero della droga, che da protagonista diviene antagonista. La regia eccezionale, i dialoghi geniali, le inquadrature studiate al millimetro, la colonna sonora curata, la fotografia impeccabile, i messaggi lasciati dal regista, le emozioni che regala dall inizio alla fine, rendono Breaking Bad non una delle solite serie che si guardano a tempo perso, ma una di quelle che vanno viste e sentite. Veronica Soro V E 14

15 Disturbante, dissacrante, divertente sono solo alcuni degli aggettivi con cui è stata descritta la serie che già dalla prima stagione si proponeva di reinventare il genere horror in modo inaspettato e sconvolgente. Una serie caotica, senza una trama continuativa, con un totale rinnovamento all inizio di ogni serie, con troppe idee e poca narrazione per svilupparle ; eppure, se state cercando una serie che sia «uno spettacolo spiacevole, sconcertante, pasticciato, ridicolo e, occasionalmente, avvincente» come è stata definita dal Los Angeles Times, allora avete trovato quello che fa per voi. Una serie fuori dai normali schemi, la quale nonostante il suo titolo non può essere definita come horror nel comune senso del termine, che è considerata quale uno dei prodotti più originali degli ultimi anni, in grado di confonderti e mantenere sempre viva l attenzione stimolando incubi e fantasie in ogni spettatore. Il rinnovamento della serie in ogni stagione porta ad un perenne senso di incertezza da parte dello spettatore, il quale non è in grado di sapere cosa aspettarsi e che viene catapultato in una nuova dimensione dove gli attori, che aveva precedentemente imparato a conoscere, ritornano sotto gli aspetti più diversi e incomprensibili. Uno spettacolare cast composto da attori come Jessica Lange o Evan Peters, presenti entrambi in tutte e tre le stagioni, è sicuramente uno dei punti di forza di una serie che in breve tempo è stata in grado di conquistarsi un posto tra le serie più viste ed apprezzate nel mondo. Azzurra Spasiano V E Thor: the dark world è sicuramente uno dei migliori film prodotti dalla Marvel in quanto ricco di effetti speciali e sceneggiature nettamente superiori al capitolo precedente (Thor). In questo nuovo capitolo troviamo un eccellente interpretazione di tutti gli attori ma in particolare di Thom Hiddleston (Loki). I panorami creati al computer sono molto belli e la regia di Alan Taylor è grandiosa. Il film inizia con il racconto della guerra combattuta dal nonno di Thor (Bor) che sconfisse gli elfi oscuri, creature nate nelle tenebre all inizio dei tempi che volevano riportare i nove regni nell oscurità. Questo sarebbe avvenuto attraverso l Aether, un arma da loro concepita, nascosta dopo la sconfitta degli elfi da Bor e casualmente ritrovata dopo millenni dalla dottoressa Jane Foster (Natalie Portman). Attraverso questa sostanza la dottoressa Foster risveglia il comandante Malekith che era stato addormentato da secoli degli elfi oscuri rinnovando la sua voglia di condurre nelle tenebre i nove regni. A questo punto Thor (Chris Hemsworth) ed il guardiano Heimdall (Idris Elba) si rendono conto della sparizione della dottoressa e la portano con loro ad Hasgard. Quindi Odino (Anthony Hopkins) comprende che non c è nessun altra strada da prendere se non un attacco agli elfi oscuri Marco Garzia I C 15

16 COMITATO DI REDAZIONE: Elena Fabiano V E Azzurra Spasiano V E Davide Stefanelli IV C Silvia Della Penna III D IMPAGINAZIONE: Davide Stefanelli IV C TUTOR: Prof.ssa Francesca Tornatore Prof.ssa Maria De Francesco REDAZIONE: Flavia Pollastrini V E Giada Perucci V E Veronica Soro V E Francesca Saveria Vicari V E Arianna Giovannelli V E Margherita Longobardi V E Maria Miteva V E Adriano Pellegrino V B Giorgio Cerroni III C Samantha Musolino III C Chiara Proietti III C Rachele Rassaian II A Alessandro Lo Rillo I C Marco Garzia I C Martina Esposito I C Giulio Vitolo I C Mariapia Cimmino I C Chiara Russo I C Lucia Giovanna Greco I C Giulia Roncari II C 16

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Numero del Questionario Completato Attenzione! Ogni questionario completato deve riportare il numero progressivo

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook 1 Tra il dire e il fare PNL e Coaching 2 Titolo Tra il dire e il fare Editore PNL e Coaching edizioni Sito internet www.pnlecoaching.it ATTENZIONE: Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

La scatola dei pensieri sparsi

La scatola dei pensieri sparsi La scatola dei pensieri sparsi In tutte le classi prime di scuola secondaria e, dunque, non solo in quella sperimentale, e stata proposta la creazione de La scatola dei pensieri sparsi(strumento anonimo).

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo adolescenti

Livello CILS A2 Modulo adolescenti Livello CILS A2 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

Discussione e confronti

Discussione e confronti farescuola Elena Troglia Discussione e confronti I bambini imparano proponendo problemi, discutendone, cercando soluzioni argomentative. La discussione diviene un importante strumento didattico: i ragazzi

Dettagli

Vedi all interno (gli articoli sono in ordine alfabetico)

Vedi all interno (gli articoli sono in ordine alfabetico) Vedi all interno (gli articoli sono in ordine alfabetico) 1 Prossimamente nella scuola Jacopo Zannoni, (per precisione il 22 dicembre), ci sarà la festa di Natale. Il prof. Campanini ha già organizzato

Dettagli

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con LEZIONE 1 ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. (conoscersi) venti giorni fa a

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Saluti alle autorità Presidente dott. Silvagni Segretario di stato alla cultura Segretario

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Paolo Beneventi David Conati

Paolo Beneventi David Conati Paolo Beneventi David Conati L animazione teatrale costituisce un momento molto importante della formazione di tutti, non solo dei bambini ma anche degli adulti. IMPARIAMO LE REGOLE Il teatro è soprattutto

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

CANOVACCIO PER LA CONDUZIONE DELL ANIMAZIONE TEATRALE NELLE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO

CANOVACCIO PER LA CONDUZIONE DELL ANIMAZIONE TEATRALE NELLE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO CANOVACCIO PER LA CONDUZIONE DELL ANIMAZIONE TEATRALE NELLE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO Durata complessiva: max. 1h30-2h Persone necessarie: un attore, un attrice, uno/due animatore/i (nel caso di

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

COMMEDIA POLIZIESCO DI FANTASCIENZA THRILLER D AVVENTURA D AMORE. 1. Io l ho visto con mia sorella. a. Perché no?

COMMEDIA POLIZIESCO DI FANTASCIENZA THRILLER D AVVENTURA D AMORE. 1. Io l ho visto con mia sorella. a. Perché no? QUADERNO DEGLI ESERCIZI 3 Unità 1 1 Scrivete, per ogni genere, il titolo di due film che avete visto di recente o che vi sono piaciuti particolarmente. COMMEDIA POLIZIESCO DI FANTASCIENZA THRILLER D AVVENTURA

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Guida Intelligente agli Acquisti: Come Sopravvivere ai Saldi

Guida Intelligente agli Acquisti: Come Sopravvivere ai Saldi Guida Intelligente agli Acquisti: Come Sopravvivere ai Saldi Gennaio è il periodo delle grandi svendite nella maggior parte delle principali piazze d Europa. Ma è lecito considerare Gennaio il mese migliore

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1 ANNO ACCADEMICO 2013-2014 COGNOME NOME MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO TEMPO MASSIMO PER LA CONSEGNA DELLA PROVA: 90 MINUTI 1.Inserisci gli articoli determinativi corretti.

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA I GRADO "Gen E. Baldassarre" Trani A.S. 2014-2015. Il Dirigente Scolastico prof.ssa Gabriella Catacchio. Gli alunni della 2^L

SCUOLA SECONDARIA I GRADO Gen E. Baldassarre Trani A.S. 2014-2015. Il Dirigente Scolastico prof.ssa Gabriella Catacchio. Gli alunni della 2^L SCUOLA SECONDARIA I GRADO "Gen E. Baldassarre" Trani A.S. 2014-2015 Il Dirigente Scolastico prof.ssa Gabriella Catacchio Gli alunni della 2^L La docente di lettere prof.ssa Alessandra de Robertis PRESENTANO

Dettagli

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto.

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. 1) studente abita a Firenze. 3) Io conosco città italiane.

Dettagli

16 0 RMT Finale maggio 2008 ARMT.2008 1

16 0 RMT Finale maggio 2008 ARMT.2008 1 16 0 RMT Finale maggio 2008 ARMT.2008 1 1. PERLE ROSSE (Cat. 3) ARMT.2008-16 - finale Martina e Carlotta hanno trovato delle perle gialle, blu e rosse. Decidono di farsi una collana ciascuna e infilano

Dettagli

Comunicare e relazionarsi in Rete. Marco Gui Marina Micheli

Comunicare e relazionarsi in Rete. Marco Gui Marina Micheli Comunicare e relazionarsi in Rete Marco Gui Marina Micheli Prima parte L evoluzione dei media STAMPA TELEVISIONE 1456 d.c. 1940 3000 a.c. fine 1800 d.c. anni 90 SCRITTURA CINEMA INTERNET I media digitali

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA!

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! I piccoli reporter della Guglielmo Marconi intervistano la dott.ssa Laura Bottini, psicologa che collabora con il nostro istituto. A cura del gruppo 4 dei Piccoli Reporter Quando

Dettagli

QUESTIONARIO CONCORSO CORTOMETRAGGI - ZONA 4 SCUOLE SUPERIORI E CENTRI GIOVANI

QUESTIONARIO CONCORSO CORTOMETRAGGI - ZONA 4 SCUOLE SUPERIORI E CENTRI GIOVANI QUESTIONARIO CONCORSO CORTOMETRAGGI - ZONA 4 SCUOLE SUPERIORI E CENTRI GIOVANI Definizione e Forme Di Cyber-Violenza Definizione di violenza (OMS 2002) L uso intenzionale della forza fisica o del potere,

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana Novembre 2010 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE PLIDA 2 Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

Si verifica quando qualcuno compie atti di

Si verifica quando qualcuno compie atti di CYBER BULLISMO E IL TERMINE USATO PER INDICARE IL BULLISMO ONLINE Si verifica quando qualcuno compie atti di vessazione, umiliazione, molestia, diffamazione, o azioni aggressive nei confronti di un altro,

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

1. Queste mele sono. a. buonissime b. meno buonissime c. più buonissime. 2. La sua auto è mia. a. nuovissima b. più nuova della c.

1. Queste mele sono. a. buonissime b. meno buonissime c. più buonissime. 2. La sua auto è mia. a. nuovissima b. più nuova della c. QUARTA MEDIA RIPASSO DI GRAMMATICA / LESSICO E FUNZIONI SCEGLI LA FORMA CORRETTA. 1. (a) Quello uomo (b) Quell'uomo (c) quel uomo è stato un famoso atleta. 2. Il mio ufficio è vicino (a) alla stazione

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte

Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte Compiti delle vacanze estive per chi in agosto sarà al livello 3 Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte Questi compiti

Dettagli

UN MUSICAL DA FAVOLA. di e con Andrea Longhi nel ruolo di Giovannino Perdigiorno

UN MUSICAL DA FAVOLA. di e con Andrea Longhi nel ruolo di Giovannino Perdigiorno in UN MUSICAL DA FAVOLA di e con Andrea Longhi nel ruolo di Giovannino Perdigiorno Tratto da uno dei capolavori letterari più letti e famosi di Gianni Rodari FAVOLE AL TELEFONO, e dalle composizioni musicali

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

Osservatorio Blog 2014. Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX

Osservatorio Blog 2014. Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX Osservatorio Blog 2014 Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX 1 Indice 1. Introduzione e metodologia... 3 2. L attività di blogging... 4 2.1. Temi e fonti di ispirazione...

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

Alla cortese attenzione del Dirigente scolastico e dei docenti METIS OPEN SCHOOL. Diciotto idee di progetti e servizi per le scuole 2015/16

Alla cortese attenzione del Dirigente scolastico e dei docenti METIS OPEN SCHOOL. Diciotto idee di progetti e servizi per le scuole 2015/16 Alla cortese attenzione del Dirigente scolastico e dei docenti METIS OPEN SCHOOL Diciotto idee di progetti e servizi per le scuole 2015/16 Open School è un insieme di progetti rivolti a studenti, insegnanti

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

Formazione. Comunità incontro ONLUS Novembre 2003 dicembre 2004

Formazione. Comunità incontro ONLUS Novembre 2003 dicembre 2004 Formazione Mediatore culturale ISTITUTO: PERIODO E VOTO: PRINCIPALI MATERIE: COSA MI HA LASCIATO: Comunità incontro ONLUS Novembre 2003 dicembre 2004 Front office di orientamento (ascolto attivo, comprensione

Dettagli

365 GIORNI PER REALIZZARE UN SOGNO. La fatidica dichiarazione è arrivata e con lei il momento di iniziare a pianificare la vostra agenda!

365 GIORNI PER REALIZZARE UN SOGNO. La fatidica dichiarazione è arrivata e con lei il momento di iniziare a pianificare la vostra agenda! 365 GIORNI PER REALIZZARE UN SOGNO La fatidica dichiarazione è arrivata e con lei il momento di iniziare a pianificare la vostra agenda! - 12 mesi: se siete legate ad una data in particolare iniziate prenotando

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO Sommario Questo capitolo tratta di gioco d azzardo e di gioco d azzardo problematico. Le esercitazioni di questo capitolo le consentiranno

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 3

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 3 24 CHE invariabile senza preposizioni PRONOMI RELATIVI CHE = Il quale - i quali masch. La quale -le quali femm. Es. Le persone, che vedi, sono i miei amici = Le persone, le quali vedi, sono i miei amici

Dettagli