VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 20 GENNAIO 2000

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 20 GENNAIO 2000"

Transcript

1 copia VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 20 GENNAIO 2000 N. _19 In data 20 gennaio 2000 alle ore presso la Sala Civica al piano terra della Rocca di Riva del Garda si è riunito il Consiglio comunale, in seduta pubblica. All appello iniziale, effettuato dal Segretario su invito del Presidente, risultano presenti i signori: - MALOSSINI Cesare - Sindaco - BENAMATI Tomaso - Presidente - BERTOLDI Pietro - ZUCCHELLI Paolo - CALZA Luigi - MATTEOTTI Paolo - BOMBARDELLI Ivo - VALANDRO Salvador - TRINCHIERI Cristian - VICARI Tiberio - CESCHINI Vincenzo - ANDREOZZI Maurizio - MANZONI Marco - D AGOSTINO Alfredo - LOTTI Stefano - BONORA Vigilio - GENTILINI Ivo - DAVES Mario - DELAINI Aurelio - PRATI Lorenzo - de ECCHER Cristano - RAVANELLI Giuseppe - PERONI Andrea Risultano assenti i Consiglieri signori: - FRIZZI Rocco - BALLARDINI Alberto - LORENZI Patrick - TANAS Marco - BASSETTI Enzo - ZAMBOTTI Pier Giorgio - CRETTI Gino verbale / 1

2 Partecipa il Segretario Generale del Comune, signor Alfredo Righi. Partecipano alla riunione gli Assessori Pietro Matteotti, Luigi Marino, Adalberto Mosaner, Giovanni Torboli ed Emilio Munari. Riconosciuto il numero legale degli intervenuti, essendo presenti n. 23 Consiglieri comunali, il signor Tomaso Benamati, nella sua qualità di Presidente, assume la presidenza e dichiara aperta la riunione per la trattazione dei seguenti argomenti, indicati nell ordine del giorno emanato con avviso dd , regolarmente notificato ed allegato sub lettera A), come segue: 1. COMUNICAZIONE AL CONSIGLIO COMUNALE, AI SENSI DEGLI ARTT. 48 E 49 DEL REGOLAMENTO INTERNO PER LE ADUNANZE DEL CONSIGLIO COMUNALE, DELLE RISPOSTE DATE AD INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE DI CONSIGLIERI (N E 48) (relatore il Sindaco) 2. MOZIONE N. 40 PRESENTATA IN DATA DAL CONSIGLIERE ANDREA PERONI ALL'OGGETTO "COMUNE ANTITRANSGENICO" (relatore il proponente) 3. MOZIONE N. 43 PRESENTATA IN DATA DAL CONSIGLIERE BALLARDINI ALL'OGGETTO "REALIZZAZIONE DELLA RETE CIVICA DI RIVA DEL GARDA (relatore il proponente) 4. MOZIONE N. 54 PRESENTATA IN DATA DAI CONSIGLIERI BERTOLDI E FRIZZI ALL'OGGETTO "ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI (relatore : i proponenti) 5. RETTIFICA ERRORE MATERIALE DI INVERSIONE DEI VOTI CONTRARI ED ASTENUTI SULLA DELIBERAZIONE CONSILIARE DD N. 31 (relatore il Presidente C.C.) 6. D.LGS N. 495: NORME DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO SPECIALE DELLA REGIONE TRENTINO ALTO ADIGE IN MATERIA DI TRASFERIMENTO ALLE PROVINCIE AUTONOME DI TRENTO E DI BOLZANO DEI BENI DEMANIALI E PATRIMONIALI DELLO STATO : DISPONIBILITA ALL ACQUISIZIONE AL PATRIMONIO COMUNALE DEI BENI INDIVIDUATI CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N DI DATA (relatore Ass. Torboli) 7. SERVIZIO ASILI NIDO: AUMENTO QUOTA GIORNALIERA DI FREQUENZA DA LIRE A LIRE A DECORRERE DAL MESE DI GENNAIO 2000 (relatore Assessore Marino) 8. DECLASSIFICAZIONE DI COMPLESSIVI MQ (MQ. CAT ) STACCATI RISPETTIVAMENTE DALLE ORIGINARIE PP.FF. 3994/1/2/4/5 E 4528/5 C.C. RIVA LOC. MONTE BRIONE CON TIPO FRAZIONAMENTO N. 100/99 DAL PATRIMONIO INDISPONIBILE DEL COMUNE AL PATRIMONIO DISPONIBILE (relatore Ass. Torboli) verbale / 2

3 9. COSTITUENDA S.P.A. PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PARCHEGGI: NOMINA DI DUE MEMBRI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, DI UN SINDACO EFFETTIVO E DI UN SINDACO SUPPLENTE, AI SENSI DELL ART DEL C.C. (ART. 17 DELLA BOZZA DI STATUTO) - (relatore il Sindaco) 10. MOZIONE N. 52 PRESENTATA IN DATA DAL CONSIGLIERE FRIZZI ALL'OGGETTO "ABBATTIMENTO DEL DEBITO ESTERO DEI PAESI DEL MONDO IMPOVERITO (relatore: il proponente) 11. MOZIONE N. 53 PRESENTATA IN DATA DAI CONSIGLIERI BERTOLDI E FRIZZI ALL'OGGETTO "SANITA (relatore : i proponenti) 12. MOZIONE N. 55 PRESENTATA IN DATA DAL CONSIGLIERIE FRIZZI ALL'OGGETTO "INVITO AL GOVERNO AFFINCHE SMETTA DI FARE IL BISCAZZIERE... - LOTTERIE E CONCORSI A PREMI (relatore: il proponente) Presidente Propone alla nomina di scrutatori per la riunione odierna, con immediata esecutività, i consiglieri Vigilio Bonora e Andrea Peroni. Sottoposta a votazione la proposta con voti favorevoli : n. 21 contrari : n. 0 astenuti : n. 2 (Bonora e Peroni) IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA ^^^ Esce il Consigliere de Eccher: il numero dei presenti scende a 22. ^^^ Presidente La prima mezz ora è dedicata, come di consuetudine, alle domande dei Consiglieri. Prego, Consigliere Prati. Consigliere Prati Prendo la parola per chiedere al Consiglio di osservare un minuto di silenzio in memoria di Bettino Craxi. Spero di non sconvolgere nessuno se questa richiesta viene da me, ritengo però che Craxi, tutto sommato, abbia rappresentato un periodo dell Italia, un periodo difficile dell Italia. Solo la storia potrà fare un esame critico, politico del suo operato. Sicuramente è stato un personaggio importante per l Italia e per l Europa, ritengo quindi giusto che questo Consiglio comunale gli riservi un minuto di silenzio per ricordarlo, senza volere entrare in una discussione verbale / 3

4 che forse sarebbe fuori luogo, facendo prevalere il lato umano, dopo di che ripeto sarà la storia a riesaminare o a rivisitare il fatto politico. Consigliere Delaini Il Consigliere Prati mi ha preceduto, desidero comunque fare questa puntualizzazione: io partecipo a questo minuto di silenzio, non però come Consigliere comunale, ma come Aurelio Delaini e vorrei che questo fosse fatto anche dal Sindaco, cioè dal signor Malossini Cesare, dal signor Mosaner e dalle persone che hanno fatto parte del Partito Socialista, pur nel travagliato e sofferto passaggio, dovuto ad interventi che non sono a noi imputabili, ma sappiamo a chi. Non ritengo giusto che Consiglieri che fanno parte di un indirizzo politico diverso da quello che è stato il Partito Socialista partecipino a questo minuto di silenzio, anche perché è inutile rispettare Craxi adesso: si doveva rispettarlo quando era in vita, ora è troppo tardi. Grazie. Consigliere Ravanelli Ho una richiesta dei censiti di Via Virgilio, i quali chiedono se è possibile mettere un rallentatore di velocità all altezza del capitello perché l Amministrazione comunale aveva promesso che ne posizionava due e invece ne è stato messo uno solo. Una seconda richiesta riguarda il bivio Via Ballino-Via Chiesa Vecchia, all altezza dell Albergo Alberello, al ponte, sul lato sinistro, dove ci sono delle panchine: i censiti di Varone si lamentano perché sono parecchi mesi che non vengono a pulire e quindi chiedono un intervento. ^^^ Entrano i Consiglieri Frizzi, Ballardini e Lorenzi: il numero dei presenti sale a 25. ^^^ Consigliere Ceschini Mi associo alla richiesta del Consigliere Prati e ignoro invece quella del Consigliere Delaini perché, come vecchio socialista, anch io desidero partecipare alla commemorazione per la morte di Bettino Craxi, adesso però non è il caso di criticare la giustizia, perché vi è un giudice superiore, il quale giudicherà il bene e il male che lui ha fatto. Io ho un immenso dolore per questa scomparsa e anch io chiedo che il Consiglio comunale osservi un minuto di silenzio. Detto questo, desidero fare presente che il lungolago che va da Piazza Catena fino alla Ca Rossa assomiglia molto ad un vicolo napoletano perché ci sono feci di cani, cartacce, petardi e razzi esplosi durante i bagordi dell ultimo dell anno e tutti i turisti che passano, inglesi e tedeschi, lingue che io conosco, non esprimono certo commenti molto edificati, notando il contrasto che c è tra la bellezza della piazza e il cesso che vi è dopo. Consigliere Peroni Comunico al Consiglio da oggi non mi riconosco più nel Movimento Lega Nord e passo quindi al Gruppo Misto, come Consigliere indipendente. Grazie. Consigliere Bertoldi Oggi mi è stato chiesto quanto rimarrà ancora aperta la strada che entra dove adesso c è il cantiere per la zona sportiva, verso la piscina e la scuola, ossia quel tratto di strada transennata: verbale / 4

5 siccome sono stati fatti degli scavi ed è tutta sconnessa, molti cittadini chiedono se dovrà rimanere per parecchio tempo in quello stato o se può essere asfaltata in via provvisoria. Questa sera mi hanno detto che intendevano fare pubblicare un articolo sul giornale, io però ho loro consigliato di segnalare prima il problema al Sindaco e a chi di dovere. Non so se la situazione è provvisoria per una settimana, per quindici giorni oppure per tutta la durata del cantiere: penso che questo debba essere chiarito dall Assessore. ^^^ Entrano i Consiglieri Zambotti e Cretti: il numero dei presenti sale a 27. ^^^ Consigliere Paolo Matteotti Voglio porre due interrogazioni verbali al Sindaco e agli Assessori. La prima interrogazione riguarda una situazione che si sta prolungando ormai da parecchio tempo nella zona di Viale Rovereto e zone circostanti: esiste infatti un problema, determinato probabilmente dal fatto che le biomasse prodotte dalla Cartiera nella depurazione non sono coperte e così da anni, soprattutto in questo periodo invernale, ma anche in quello estivo, si avvertono forti odori nella zona di Viale Rovereto. Sappiamo che alcuni esercizi e anche l Hotel Du Lac si sono lamentati per questo, così come i cittadini che abitano in Via Filanda e anche oltre. Questi odori si sentono costantemente di notte, quando il vento tira da nord a sud, in Viale Rovereto e di giorno, d estate, quando spinge l Ora, si sentono nelle zone circostanti. Ora, siccome noi sappiamo da che cosa sono determinati questi forti odori e sappiamo anche che la Cartiera, se sollecitata, ha sempre agito positivamente a tutti gli interventi di riqualificazione ambientale, come ad esempio nel caso del depuratore, si tratterebbe in questo caso chiedere di ultimare e completare l opera di depurazione ricoprendo i materiali che vengono stoccati e poi portati via. Il depuratore evidentemente funziona bene, è stato fatto un gran lavoro, i fanghi però rimangono scoperti e provocano queste notevoli puzze, per risolvere quindi definitivamente il problema della depurazione delle acque della Cartiera chiedo al Sindaco di farsi parte attiva nei confronti della dirigenza per eliminare questo inconveniente. Credo tra l altro che costi poco perché si tratta di ricoprire, con delle strutture anche non imponenti, questi materiali per poi portarli via. In certe situazioni, e credo lo abbiate sentito tutti, l odore è veramente forte. In secondo luogo, chiedo al Sindaco e agli Assessori, visto che sono andato in piazza del Comune due giorni fa, se è stato ripulito quanto depositato, e qui mi riallaccio a quanto detto dal Consigliere Ceschini, l ultimo giorno dell anno: la piazza, infatti, appare tuttora molto sporca e credo sarebbe sufficiente un intervento con un idrogetto, una pulitrice per ripulirla. Diciamo che ci sono ancora forti tracce delle attività notturne dell ultimo dell anno. Per quanto riguarda la questione del minuto di silenzio, preciso che personalmente non vi parteciperò. E un problema di coscienza che coinvolge qualcuno e non è certo per quanto detto dal Consigliere Delaini che mi astengo: io ho un mio giudizio personale su quel politico, ognuno avrà il suo, non intendendo pertanto partecipare al minuto di silenzio uscirò dall aula. Consigliere Daves Dopo la morte di un ex Presidente del Consiglio, per chi fa politica, e io faccio politica da oltre trent anni, è doveroso compiere una riflessione; per parte mia voglio fare una riflessione sia verbale / 5

6 di natura culturale sia di natura politica. Craxi è stato Presidente del Governo in un periodo particolarmente difficile, quali sono stati gli anni 80, anni in cui si è subito il terrorismo, in cui è stato ucciso uno dei protagonisti della nostra democrazia, Aldo Moro. La scelta riformista di Craxi e di De Mita ha permesso in quegli anni di superare una crisi istituzionale molto grave, e per citare solo alcune scelte fatte dal Governo Craxi ricordo l annosa questione dei rapporti tra Stato e Chiesa, che si sono risolti con il grosso contributo di Gennaro Acquaviva, cattolico, collaboratore di Craxi, elaboratore assieme ad una équipe di studiosi di questa bozza che ha permesso il Concordato del 18 febbraio Quella è stata una scelta molto significativa, molto alta, che il Governo Craxi è riuscito a elaborare e a portare a termine. L altra scelta internazionale del Governo Craxi è stata quella della pace, e non per nulla i palestinesi e in modo particolare Arafat hanno sottolineato l impegno della pace di questo protagonista della Repubblica Italiana. Una terza scelta è stata quella del riformismo socialdemocratico fatta da Craxi in quel periodo. E sulle scelte politiche che io do una valutazione; naturalmente, anche qui ci sono delle interpretazioni distorte e certo io non entro nel merito dell ultimo periodo, poiché bisognerebbe approfondirlo. Il nostro Governo ha offerto i funerali di Stato, che però sono stati rifiutati. Sappiamo che c è una grande sofferenza all interno di quella famiglia e io come cattolico esprimo la solidarietà alla famiglia di Craxi; come cattolico ritengo anche che le scelte fatte in quel periodo da Craxi siano state a vantaggio di tutta la comunità, nazionale ed internazionale, e qui evidenzio ancora il tema del Concordato e il tema della pace. Ritengo allora di dover partecipare a questo dolore con l atteggiamento di Cossiga, il quale ha detto: C è un giudice supremo e sarà lui a giudicare le nostre coscienze, il bene e il male che abbiamo fatto, così come ha detto anche il Consigliere Ceschini. Partecipo allora con tutto il cuore e con tutta l anima a questo minuto di silenzio, a quella che è stata la sofferenza di anni e anni di uno che ha rappresentato l Italia nel mondo. ^^^ Esce il Consigliere Ravanelli: il numero dei presenti scende a 26. ^^^ Consigliere Ballardini Porto all attenzione del Sindaco un documento, che poi consegnerò, che reca una lista delle zone della città particolarmente sporche e che quindi necessiterebbero di essere pulite. Le cito brevemente: il lungolago occidentale, dalla Centrale in giù; il sentiero del Bastione, che mi hanno riferito essere in condizioni pietose; il parcheggio sulla circonvallazione ex Casa Zaniboni, per capirci, non quello nuovo; la zona dell aiuola a fianco della palestra Damiano Chiesa, vecchio cimitero, dietro le scuole e quel corridoio tra il muro e la palestra; Rione Degasperi, un aiuola davanti al negozio del fornaio; Punta Lido, le aiuole e in particolare quella centrale, con il fortino, e poi le aiuole intorno alla Fraglia della Vela. Il problema è che, oltre ad esserci lo sporco, quindi cartacce e cose di questo tipo, ci sono anche molte cacche di cane e certo al riguardo bisognerà prossimamente intervenire facendo qualcosa; il suggerimento è quello di adottare provvedimenti tipo quelli che hanno adottato in altre città: a Bologna, ad esempio, chi va in giro con il cane e non è in grado di dimostrare di avere paletta e sacchetto per raccogliere gli verbale / 6

7 escrementi solo per questo viene multato, senza quindi che il cane abbia fatto nulla; in pratica, il padrone deve dimostrare di essere in grado di non lasciare in giro sporcizia. Circa il fatto di osservare un minuto di silenzio in memoria di Craxi personalmente non ritengo di partecipare perché ho le mie convinzioni al riguardo. Grazie. Consigliere Zambotti Siamo nelle questioni preliminari e mi dispiace confondere due temi così diversi, però così stanno le cose. Mi dicono, perché purtroppo oggi non ho avuto il tempo di andare a vedere di persona, che stanno mettendo il cancello sulla prima galleria della famigerata Ponale: chiedo se il Sindaco ne è informato. Quel cancello era già lì appoggiato e quindi chiedo se effettivamente lo stanno mettendo. In secondo luogo, voglio fare presente che avevo richiesto della documentazione che mi serviva per fare un intervento questa sera sui parcheggi: non mi è stata ancora data ed è un peccato, perché era importante che io l avessi visto che allora c era qualche Consigliere che adesso è diventato Assessore che su questa nuova società per i parcheggi la pensava diversamente. Purtroppo ripeto - la documentazione, anche se l ho chiesta in anticipo, non mi è stata data e di questo mi dispiace molto, vedrò comunque di intervenire in altro modo. Per quanto riguarda la vicenda Craxi, voglio ricordare al Consiglio che io sono stato l ultimo Segretario politico del P.S.I. a Riva del Garda e di questa cosa non mi sono mai vergognato: anzi, il mio rammarico è sempre stato quello, anche se da una posizione diversa, ma sostanzialmente come linea politica è sempre la stessa, di avere fatto troppo poco, come probabilmente tanti socialisti, per fare tornare in Italia Craxi, perché doveva morire in Italia. Riconosciamo in Craxi, almeno dal mio punto di vista, una eminente figura politica, non solo nazionale, ma internazionale, e del resto i segni che arrivano in questi giorni non solo da Arafat, ma anche da Clinton indicano che la levatura politica dell uomo ha lasciato il segno nel mondo internazionale: addirittura, possiamo forse dire che è stato più apprezzato all estero che in Italia, dove peraltro ha comunque lasciato un segno dal punto di vista politico nel riformismo. Riformismo voleva dire rompere quella logica consociativa che c era fra la D.C. e l ex Partito Comunista, che aveva ingessato per tanti anni l Italia e che l aveva bloccata in una logica che di fatto non portava ricchezza per nessuno. Craxi è riuscito a rompere questa logica e ad avviare un processo fortemente riformistico, anche se poi per diversi motivi non è andato avanti. In verità, lui aveva già intuito che qualcosa d altro doveva esserci, dall ipotesi di Repubblica presidenziale, per citare una ad altre grosse riforme, alla revisione della scala mobile, dall inizio della revisione delle pensioni alla revisione del welfare, che doveva essere sicuramente modernizzato: erano intuizioni forti, che poi sono state portate avanti, dal punto di vista politico e anche dal punto di vista caratteriale posso quindi dire che non ho visto altri uomini dello stesso spessore. Per quanto riguarda la questione tangentopoli vedremo nel tempo: sicuramente una Commissione doveva essere fatta, come mi pare sia stata fatta; è evidente che qualcuno ha fatto in modo che Craxi e il Partito Socialista fossero liquidati, così come una parte della Democrazia Cristiana, e noi sappiamo benissimo chi è stato, quindi non stiamo qui a dibattere. Sicuramente parteciperò a questo minuto di silenzio, con tutto il dolore che ho dentro per questa perdita, che a mio avviso è una perdita importante per la politica italiana. verbale / 7

8 ^^^ Entra il Consigliere Bassetti: il numero dei presenti sale a 27. ^^^ Consigliere Manzoni Noi non parteciperemo al minuto di silenzio. Personalmente non ritengo Craxi nemmeno un grande politico e quindi mi meraviglio che si faccia tanta pubblicità, mentre della morte di una persona come Nilde Jotti nessuno abbia detto niente. Consigliere Andreozzi Parteciperò al minuto di silenzio per ricordare Bettino Craxi come politico, come uomo, come statista e per quanto ha dato al nostro Paese. Avrei ugualmente partecipato ad un momento di ricordo, se qualcuno lo avesse proposto, e quindi mi dispiace che nessuno ci abbia pensato, anche per la morte di Nilde Jotti e per qualsiasi altro politico che ha dato il proprio contributo, onesto e saggio, al fine di creare quella società civile che tutti noi vogliamo sia il nostro Paese. Non aggiungo altro, anche perché quanto fatto da Craxi nel periodo di gestione come Presidente del Consiglio è noto a tutti. Dispiace vedere un uomo relativamente giovane e così capace morire distante dalla sua terra per questioni che hanno un po stravolto la politica italiana. Mi sento coinvolto in quanto in questo Comune sono stato uno degli ultimi Consiglieri socialisti, insieme all amico e compagno Cesare Malossini e ad Alberto Mosaner, nel 1990: noi, infatti, siamo stati gli ultimi Consiglieri del Partito Socialista Italiano qui a Riva del Garda. Sicuramente il Partito Socialista ha dato molto non solo in questi ultimi quindici anni, per quanto riguarda il modo nuovo di fare la politica, ma ha dato molto a partire dalle lotte contro il fascismo, attraversando la seconda guerra e facendo cinquanta-sessant anni di storia nel nostro Paese. Grazie. Consigliere Frizzi Voglio dire che noi Verdi, pur rispettando il dolore della famiglia per la perdita di Bettino Craxi, non parteciperemo al minuto di silenzio e non parteciperemo nemmeno al dibattito riguardante Bettino Craxi. Assessore Mosaner Intervengo non perché tirato in ballo dal Consigliere Delaini, ma perché, nel momento in cui vi è un espressione di richiesta da parte del Consigliere Prati in ordine al minuto di silenzio, indipendentemente dalle valutazioni che tutti possono fare, e non solo sull uomo, ma su un periodo storico, non mi posso esimere dal ricordare di essere stato un rappresentante del P.S.I., non solo comunale, ma anche provinciale e regionale, dalla fine degli anni 70 fino alla fine del Partito Socialista. Ritengo che le contraddizioni che vi sono state nella valutazione dell operato di Craxi abbiano coinvolto in realtà tutti i socialisti. Non voglio riprendere quello che oggi sia su l Adige che sull Alto Adige, per non andare a riprendere fatti e cronache nazionali, hanno riportato da una parte l ex deputato Raffaelli e Walter Micheli dall altra, quindi due persone che hanno rappresentato ai massimi livelli il Trentino e il Partito Socialista nelle istituzioni regionali e nazionali, per condividere quanto loro dicevano circa la figura: una forte innovazione per l Italia, una forte credibilità, che verso la fine degli anni 80 peraltro è scemata in una non consapevolezza del quadro politico che stava cambiando dopo la caduta del muro di Berlino, e questo per motivazioni che ognuno poi trarrà e di cui la storia sarà giudice. Non posso quindi che attenermi al minuto di silenzio nel ricordo della scomparsa di un Segretario di partito, di un verbale / 8

9 uomo di Stato, perché tale è stato come Presidente del Consiglio dei Ministri, ma anche in ricordo, quasi surrettiziamente, di un Partito Socialista che non c è più, e per me questo è stato doloroso forse più allora che oggi, quando tanti sono stati colpiti da questa vicenda e tante persone, oneste e capaci, si sono dovute tirare da parte. Lo dico con commozione, sapendo anche di parecchi vecchi socialisti che in quel partito avevano creduto e che avevano vergogna ad andare per strada perché dovevano girarsi dall altra parte. Le persone oneste ci sono, le persone capaci anche, le strade che poi ognuno ha preso sono diverse, penso però che l animo del socialismo e della socialdemocrazia, che è quella di stampo europeo, sia comunque ancora oggi uno dei grandi insegnamenti e uno dei grandi filoni politici internazionali. Presidente Visto che non vi sono altri interventi voglio dire qualche cosa a livello personale. Io partecipo al minuto di silenzio per rispetto nei confronti della famiglia, ma anche nei confronti della figura di Craxi come politico: il Consigliere Daves ha ricordato Arafat, la sua politica per la pace, il Concordato, il Consigliere Mosaner ha ricordato il socialismo riformista. La mia esperienza politica qualche volta si è scontrata, nei momenti di voto, con la politica di Craxi, credo però che questo non esuli dal rispetto nei confronti di un uomo. Consigliere Delaini Una domanda, Presidente: Lei partecipa come Benamati o come Presidente del Consiglio? Presidente Partecipo come persona. Prego, signor Sindaco. Sindaco Sono stato Segretario del Partito Socialista a Riva del Garda per undici anni, dopo di me è arrivato il Consigliere Zambotti e dopo c è stato il vuoto, perché questa è la storia. Mi associo certamente a questo minuto di raccoglimento, minuto di raccoglimento che, pur rispettando le idee di tutti i Consiglieri - ci mancherebbe altro! -, io considero come dovuto nei confronti di un capo di Governo che è morto. Mi auguro, e in questo io credo, che sulle vicende di Bettino Craxi la storia possa fare giustizia. Non vorrei oggi essere ipocrita o cadere nella demagogia cui si è assistito ieri sera, tanto che a chi guardava la televisione ad un certo punto poteva anche venire la voglia di buttare per terra il telecomando. Chiudo questo mio breve intervento dicendo che partecipo come Cesare Malossini; come Sindaco sono il Sindaco di tutti, ho però anche un idea mia e quindi nessuno può togliermi dalla testa di commemorare un capo di Governo che è morto lontano dall Italia. Presidente L art. 52 del Regolamento prevede il Consiglio come sede di celebrazione. Siccome ai Consiglieri spetta la scelta se celebrare o meno, se qualcuno non lo vuole è libero di andarsene. Apro il minuto di silenzio e vi invito ad alzarvi in piedi. verbale / 9

10 ^^^ Escono i Consiglieri Frizzi, Bertoldi e Matteotti: il numero dei presenti scende a 24. ^^^ I Consiglieri Vicari, D Agostino, Trinchieri e Manzoni non partecipano rimanendo seduti. IL CONSIGLIO COMUNALE OSSERVA UN MINUTO DI SILENZIO IN MEMORIA DI BETTINO CRAXI. ^^^ Entrano i Consiglieri de Eccher, Ravanelli, Frizzi, Bertoldi e Matteotti: il numero dei presenti sale a 29. ^^^ Presidente La parola al Sindaco per rispondere alle richieste dei Consiglieri. Sindaco Al Consigliere Ravanelli posso dire che, per quanto riguarda il rallentatore di velocità in Via Virgilio, passerò subito l osservazione all Assessore Munari, così come gli passerò quelle relative alla pulizia presso le panchine dopo l alberello e alla pulizia del percorso da Piazza Catena a Ca Rossa, sollevata dal Consigliere Ceschini. Il Consigliere Paolo Matteotti chiede un intervento presso le Cartiere del Garda affinché coprano i fanghi residui della depurazione per evitare odori particolari su Viale Rovereto: mi faccio carico di prendere contatti con le Cartiere del Garda. Per quanto riguarda la piazza, anche se non mi pare così sporca potremo effettuare un passaggio per il lavaggio: prenderò nota anche di questo e se ne farà carico l Assessore Munari. Il Consigliere Ballardini mi ha presentato una lista, che è inviata per conoscenza all Assessore Munari, in cui sono indicate alcune zone non troppo pulite. Per quanto riguarda il problema dei cani, tengo a precisare che ancora il mese scorso ho dato ordine alla Polizia Municipale di espletare servizio anche in borghese e so per certo passando al mattino e anche al pomeriggio qualche cosa è stato fatto, anche se poco, per la verità. Poi è apparso sulla stampa un articolo in cui si parlava della vita difficile dei cani, al che io ho risposto che a Riva del Garda la vita non è difficile tanto per i cani, quanto per i loro padroni, che sono dei maleducati e degli incivili perché lasciano certi residui in giro per la città che danno veramente fastidio. Quello che voglio dire è che mai questa Amministrazione e questo Consiglio comunale se la sono presa con i cani - ci mancherebbe altro! -, ma con i padroni sì, perché è necessario che dimostrino più senso civico e rispetto per la cosa pubblica. E mia intenzione incentivare maggiormente attraverso la Polizia Municipale questi momenti di controllo sulla città, in modo tale da assicurarsi che, anche se il cane non fa il proprio bisogno, il proprietario abbia tutto l occorrente per pulire. Non devono nemmeno venirci a dire che i distributori sono vuoti, perché io li ho fatti controllare più di una volta e si è visto che sono sempre attrezzati: basta inserire le 500 lire e il cassetto si apre, fornendo tutto quello che serve per pulire. Consigliere Zambotti, Lei mi ha fatto presente che stanno mettendo un cancello alla prima galleria della Ponale, ma non dovrebbe essere così verbale / 10

11 Consigliere Zambotti Ho visto che c era lì un cancello appoggiato Sindaco Quello è lì appoggiato da tempo. Consigliere Zambotti Non risulta all Amministrazione? Sindaco No. Lunedì c è stata una riunione, di cui è stato fatto anche un verbale, con i quattro Assessori provinciali, che finalmente, a seguito della nostra delibera, sono stati messi di fronte alle proprie responsabilità. Con soddisfazione posso comunicare a questo Consiglio che, per quello che mi riguarda, ho trovato determinazione negli Assessori competenti nel farsi carico per riaprire la Ponale come pista ciclopedonale. L accordo fatto è che la Provincia metterà una sbarra, con un cartello in diverse lingue - italiano, tedesco, inglese, ungherese e quello che sarà - e così noi siamo a posto, nel senso che se poi qualcuno deciderà di passare lo farà a proprio rischio e pericolo. Il discorso dei cancelli lo farò verificare ancora domani. dell ordine del giorno. Il Presidente invita il Consiglio comunale alla trattazione del punto n. 1 PUNTO N. _1: COMUNICAZIONE AL CONSIGLIO COMUNALE, AI SENSI DEGLI ARTT. 48 E 49 DEL REGOLAMENTO INTERNO PER LE ADUNANZE DEL CONSIGLIO COMUNALE, DELLE RISPOSTE DATE A INTERROGAZIONI E INTERPELLANZE DI CONSIGLIERI (N ) Sindaco Comunico che in data è pervenuta l interrogazione n. 36 a firma del consigliere Ceschini, all oggetto Pericolo di scendimento massi dalle pendici orientali del Monte Rocchetta. Alla stessa è stato risposto in data con nota I.100. Comunico che in data è pervenuta l interpellanza n. 38 a firma del consigliere Zambotti all oggetto Piazza Catena. Alla stessa è stato risposto in data con nota I.100. Chiedo all interpellante se si ritiene o meno soddisfatto della risposta. Consigliere Zambotti verbale / 11

12 Già quella piazza è costata molto, i lavori li avete fatti, però si potevano fare anche prima. Mi dite che la statua è stata sistemata in ritardo e che questo è da imputare al tempo, però sulla penale non mi avete risposto. Non vorrei che questa risposta creasse un precedente, e cioè che ogni volta che c è un ritardo nella consegna del lavoro questo dipenda dal tempo, perché su questo dobbiamo essere chiari. Io quella interpellanza l ho presentata perché so che sono in previsione altri lavori e, siccome per la statua era affisso un cartello che indicava esattamente la data di fine lavori e i lavori si sono invece conclusi molto dopo, ho chiesto se c era una penale, voi su questo non mi avete risposto e quindi io non so ancora se questa penale era prevista. In sostanza, voi mi dite solo che i lavori sono stati finiti dopo perché il tempo è stato inclemente. Per quanto riguarda l aiuola nuova, è chiaro che è stata fatta dopo perché sono stati tirati su i bolognini e sono stati tirati su i ferri. A questo punto, poteva essere progettata prima. Se devo fare un lavoro e cerco di risparmiare, lo faccio prima, non è che prima finisco un lavoro e poi lo rifaccio. In ogni caso, mi dichiaro insoddisfatto. Sindaco Comunico che in data è pervenuta l interpellanza n. 39 a firma del consigliere Zambotti all oggetto Varie questioni. Alla stessa è stato risposto in data con nota I.100. Chiedo all interpellante se si ritiene o meno soddisfatto della risposta. Consigliere Zambotti Per questa risposta sono anche un po offeso perché io vi pongo dei quesiti precisi e voi non mi rispondete, dunque che cosa dovrei fare? Smettere di presentare le interpellanze? Be, io non smetterò mai, e comunque pretendo, non in quanto Consigliere Zambotti, ma in quanto rappresentante eletto dai cittadini, di avere una risposta: sono infatti i cittadini che mi pongono delle domande e che attraverso le interpellanze aspettano una risposta. In questo modo, dunque, il torto non lo fate a me, ma ai cittadini, dai quali siete pagati per fare anche questo. Rispetto ad un problema importante quale è quello della Casa di Riposo, che come sappiamo ormai sono tutte trasformate in RSA, ho chiesto semplicemente quali sono stati gli adeguamenti strutturali. Ora, io so benissimo, e lo sapete anche voi, che un ascensore ce n è infatti uno solo perché l altro è di servizio - è completamente insufficiente per una struttura a tre piani, vi ho chiesto allora quali sono state le innovazioni strutturali, e fra queste c era anche l ascensore, che hanno inciso sul passaggio dalla normale Casa di Riposo alla RSA, che non è cosa da poco. La stessa domanda l ho posta anche per quanto riguarda l organizzazione del lavoro, perché neppure questa è cosa da poco. Voi mi rispondete: Per quanto attiene alle innovazioni strutturali e organizzative messe in opera dalla Casa di Riposo di Riva, ritenendo l argomento di particolare interesse, e ci mancherebbe anche che non fosse di particolare interesse visto che passiamo ad un livello diverso, una RSA, cosa che riguarda gli anziani di Riva e riguarda tutti noi, se avremo la fortuna di andare avanti, perché se non ci sarà la famiglia a sostenerci, e purtroppo qualche volta non basta nemmeno quella, finiremo più o meno tutti lì e dunque questo è un investimento che dobbiamo fare per noi, per i nostri cittadini e per il futuro. Oggi si parlerà degli asili nido, ma prima o poi si dovrà parlare, spero, anche della Casa di Riposo e delle condizioni in cui si trova, perché come RSA i posti disponibili incominciano a scarseggiare ecc. ecc.. Sarà un discorso da verbale / 12

13 approfondire e sicuramente da fare perché dobbiamo occuparci dei problemi degli anziani e se come comunità non riusciamo a pensare ai problemi della nostra vecchiaia siamo messi male Presidente Consigliere Zambotti, La prego di limitarsi a dichiararsi soddisfatto o non soddisfatto della risposta. Consigliere Zambotti Nella risposta si legge: ritenendo l argomento di particolare interesse, Le comunico la mia intenzione di convocare un incontro tra i Capigruppo consiliari congiuntamente alla Commissione Affari sociali (non viene messa la data, dunque chissà quando questo avverrà) e il Consiglio di Amministrazione della Casa di Riposo, qualora lo stesso si rendesse disponibile. Praticamente non mi rispondete, ma mi dite: Ma, se, forse faremo un incontro, quando io, invece, vi ho posto un quesito importante. Presenterò una nuova interpellanza e spero che mi darete una risposta, altrimenti continuerò a presentarla, anche se mi sembra assurdo che rispetto ad un problema così importante non mi diate una risposta. Evidentemente vuol dire che non avete idee, vuol dire non avete approfondito il problema oppure vuol che non vi interessa niente. In ogni caso, se questa è la risposta, mi dichiaro insoddisfatto. Ho posto anche un altra domanda precisa, solleticato e sollecitato dal Consigliere Paolo Matteotti, che più volte è intervenuto su questo tema importante della proposta di legge, passata adesso in Commissione, per quanto riguarda la reintroduzione della navigazione nel Garda trentino; in particolare, chiedevo all Amministrazione quale fosse il suo punto di vista e se per caso condividesse il punto di vista apparso sulla stampa, espresso più volte dal Capogruppo della Margherita. Anche su questo non mi date una risposta, eppure sarebbe interessante capire come la pensa l Amministrazione su un tema così importante, visto che il lago è un fatto importante per la cittadina Sindaco Legga la risposta che è stata data. Consigliere Zambotti Per quanto riguarda questo argomento, il Sindaco condivide integralmente l attuale legge provinciale in materia ed i suoi principi ispiratori: pensare ad innovazioni non sufficientemente approfondite e condivise sotto il profilo tecnico, più frutto di azioni particolari, di sinergie e singole associazioni, sembra in questo momento azzardato. Questa è una risposta, e va bene, prendo atto Sindaco Condivido totalmente la legge attuale: ci mancherebbe altro! Consigliere Zambotti La mia domanda era precisa, e cioè: che cosa pensa l Amministrazione di quello che il Capogruppo della Margherita ha più volte espresso? Questa era la domanda. Se voi continuate a verbale / 13

14 rispondere come volete alle mie domande, che cosa devo fare? Cercherò di porre delle domande ancora più precise Mi ritengo insoddisfatto. (CAMBIO LATO) Sindaco Comunico che in data è pervenuta l interpellanza n. 41 a firma del consigliere Zambotti all oggetto Questioni varie. Alla stessa è stato risposto in data con nota I.100. Chiedo all interpellante se si ritiene o meno soddisfatto della risposta. Consigliere Zambotti E la stessa musica: fate quello che volete, a me però interessa avere delle risposte precise a dei quesiti, altrimenti continuerò a rifare le stesse domande. Grazie. Sindaco Comunico che in data è pervenuta l interpellanza n. 48 a firma del consigliere Zambotti all oggetto Parcheggi. Alla stessa è stato risposto in data odierna con nota I.100. Chiedo all interpellante se si ritiene o meno soddisfatto della risposta. Consigliere Zambotti In data odierna mi è arrivata la risposta? Sindaco Non Le è arrivata, Consigliere? Consigliere Zambotti Ho quella del Guido Lorenzi: o leggo male io La domanda era inerente a quel parcheggio privato, o no? Sindaco No, non è quella di Via Monte Oro. Ho sbagliato io, Consigliere Zambotti, chiedo venia. dell ordine del giorno. Il Presidente invita il Consiglio comunale alla trattazione del punto n. 2 PUNTO N. 2: MOZIONE N. 40 PRESENTATA IN DATA DAL CONSIGLIERE ANDREA PERONI ALL OGGETTO COMUNE ANTITRANSGENICO verbale / 14

15 Il Presidente ai sensi dell art comma del Regolamento interno del Consiglio comunale, con il consenso degli interessati, dispone la trattazione congiunta delle mozioni iscritte ai punti 2 e 4 dell ordine del giorno, trattandosi di argomenti identici. PUNTO N. 4: MOZIONE N. 54 PRESENTATA IN DATA DAI CONSIGLIERI BERTOLDI E FRIZZI ALL OGGETTO ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI. Consigliere Bertoldi Prima il Consigliere Peroni illustrerà la sua mozione, poi io passerò all illustrazione della mia, dopo di che potremo passare alla votazione. Anzi, non so che cosa si voglia fare, se ci possiamo mettere d accordo in un secondo momento o se comunque è giusto che possa illustrare anche la sua. Eventualmente, poi si può decidere di ritirare una e votare l altra. Consigliere Peroni Chiedo se è possibile presentare un testo comune, dato che trattano lo stesso argomento: non so Presidente Se riuscite a mettervi d accordo, non ho nessun problema. Facciamo una sospensione di cinque minuti... Consigliere Bertoldi Prima vorrei illustrare brevemente il problema, oppure lo faccio dopo? Consigliere Bertoldi Va bene, facciamo la sospensione. (Voci in aula) Presidente E in votazione la proposta di sospensione. ^^^ Escono i Consiglieri Zucchelli, Lotti e Zambotti: il numero dei presenti scende a 26. ^^^ A seguito di votazione palesemente espressa per alzata di mano che consegue il seguente risultato: voti favorevoli n. 25, contrari n. 0 ed astenuti n. 1 (Ceschini) il Consiglio comunale APPROVA LA SOSPENSIONE DEI LAVORI. verbale / 15

16 ^^^ sono le ore : i lavori vengono sospesi ^^^ sono le ore i lavori riprendono Il Presidente dà lettura della nuova mozione modificata, nel seguente testo: IL CONSIGLIO COMUNALE Preso atto: che l introduzione in agricoltura degli Organismi Geneticamente Modificati (OGM) ha sollevato notevoli dubbi e perplessità nell opinione pubblica: per motivi etici per le conseguenze sulla salute dei cittadini per i rischi di danni irreversibili all ecosistema per l ulteriore divario che creerebbe tra i Paesi ricchi e quelli in via di sviluppo Considerato: che il nuovo modello di agricoltura proposto è in netta contrapposizione con quello oggi attuato nelle nostre zone che è fortemente legato alle tradizioni e alle caratteristiche del territorio; che l introduzione degli Ogm potrebbe avere gravi ripercussioni sul tessuto economico e sociale, sradicando i popoli dalle loro matrici culturali a favore di una completa massificazione; che con l avvento dei brevetti su tali organismi l agricoltore perderebbe la sua indipendenza, divenendo una sorta di contoterzista al soldo di pochi gruppi multinazionali; che la sperimentazione degli Ogm sta mostrando la potenziale pericolosità di tali pratiche, sia per l ambiente che per animali ed esseri umani; che l uniformizzazione genetica contrasta con il principio della biodiversità che sta alla base di ogni popolo e quindi di ogni cultura agroalimentare a carattere locale; Considerato inoltre che la presente campagna antitransgenica sta coinvolgendo un sempre maggiore numero di Enti Locali e di forze politiche; Ritenuto pertanto, alla luce di quanto sopra, di prendere posizione contraria, per quanto di competenza, all introduzione in agricoltura degli Ogm; Considerato: Che problema è di rilevanza mondiale. Che l introduzione in agricoltura degli Organismi Geneticamente Modificati (O.G.M.) ha sollevato notevoli dubbi e perplessità nell opinione pubblica per motivi etici, per le verbale / 16

17 conseguenze sulla salute dei cittadini, per i rischi di danni irreversibili all ecosistema e per l ulteriore divario che si creerebbe tra i Paesi del Nord e del Sud del Mondo. Che nessuno studio effettuato sino ad ora può garantire quale sia l impatto ambientale di un batterio o di una pianta ingegnerizzati. Che l uso di composti agrochimici ha alterato gli ecosistemi relativi alla fauna e alla flora. Che l utilizzo nell agricoltura mondiale delle varietà ibride ad alto rendimento ha causato l abbandono ed in alcuni casi la scomparsa degli ecotipi locali adattati all ambiente, legati alle tradizioni culturali e più resistenti alle fitopatie. Che tali cambiamenti comportano una ristrutturazione del settore produttivo agricolo con gravi scompensi socioeconomici, in particolare a carico dei piccoli produttori. Che tale situazione ha portato all uniformità genetica di queste colture con una pericolosa dipendenza di tutte le filiere produttive nei confronti di pochi detentori di brevetti. Che la richiesta dei consumatori viene pilotata sempre più verso prodotti in apparenza sempre più uguali, in aperto contrasto con quanto già delineato nel corso degli ultimi anni attraverso la nascita delle nicchie di mercato dei prodotti naturali e ad alta qualità. Che le imprese multinazionali hanno esteso le proprie strutture di ricerca, produzione e commercializzazione, fino a raggiungere le attuali posizioni di dominio e controllo del comparto delle biotecnologie e in quello della produzione delle sementi, come più volte sottolineato con preoccupazione dalla CEE. Che la FAO da molti anni ha constatato la tendenza al rapido aumento di Paesi che perdevano la loro autosufficienza alimentare. Che il cibo transgenico, già abbondantemente presente nei nostri piatti, può costituire una grave minaccia per la nostra salute, per gli equilibri ambientali, per la biodiversità e per la sopravvivenza dei paesi in via di sviluppo. Che la materia vivente del pianeta potrebbe essere privatizzata e controllata da pochi. Che la manipolazione genetica si sta sperimentando anche sugli animali e sugli esseri umani con risultati futuri imprevedibili. Che la clonazione animale può essere effettuata anche sugli esseri umani. Che tutta questa materia deve - e speriamo sarà - severamente normata nel rispetto delle biodiversità, della salute dell uomo, dell ambiente, dell etica e della morale. IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA Ad impedire sul territorio del Comune di Riva del Garda la sperimentazione, la coltivazione, l allevamento d organismi geneticamente modificati, sia vegetali che animali. Ad impegnarsi nella tutela del consumatore, avviando un processo di conoscenza e di identificazione degli alimenti interessati da tecnologie transgeniche individuando, allo scopo, gli strumenti necessari a far sì che sia possibile conoscere la reale provenienza dei prodotti contenenti gli OGM e provvedere all etichettatura degli stessi. A creare un tavolo d intesa con le industrie ed i commercianti del settore alimentare al fine di valorizzare le possibilità alternative che si creano sul mercato dei prodotti biologici naturali e tipici locali (da utilizzare anche nelle mense scolastiche e comprensoriali). Di stanziare i fondi necessari per l organizzare a Riva del Garda un convegno informativo per la popolazione, i commercianti, i tecnici del settore alimentare, i medici sulle problematiche etico, morali, sanitarie e ambientali relative all utilizzo degli OGM, demandando al Sindaco il compito di incaricare allo scopo quattro Consiglieri comunali verbale / 17

18 sulla base di quanto previsto con l art. 8-1 comma del Regolamento interno per le adunanze del Consiglio comunale. A dichiarare il nostro Comune Comune anti-transgenico. Presidente La parola al Consigliere Bertoldi per illustrare la mozione. Consigliere Bertoldi Per illustrare questa mozione leggerò due-tre pagine. Penso che vi ruberò cinque minuti. Le biotecnologie sono tecnologie d intervento sugli esseri viventi. Con l ingegneria genetica si sono resi possibili in laboratorio incroci impossibili in natura. Invece di costituire corredi genetici con sistemi tradizionali, si è iniziato a trasportare da un essere vivente all altro frammenti di DNA o pezzi di geni, trasferendo da una specie all altra caratteristiche diverse della specie originaria: nascono così gli alimenti transgenici, si producono così maiali giganti transgenici, ibridizzati con geni umani in grado di stimolare la produzione di somatotropine (gli ormoni della crescita), pesci con geni umani, salmoni con geni di topo, pomodori a lenta maturazione e con le caratteristiche di marcire meno rapidamente rispetto ai pomodori naturali, l ape che produce più miele e non punge, le uova supernutrienti, la soia transgenica, barbabietole da zucchero resistente ad erbicidi, mais transgenico e riso transgenico. Ma questi alimenti contengono le stesse sostanze nutritive degli alimenti originali? Possono essere dannose per l uomo? Quale ripercussione potrà avere sul nostro ecosistema la diffusione dei nuovi organismi geneticamente modificati: piante, batteri, virus e animali? A queste domande nessuno può dare ancora una risposta certa e prevedibile. Vi è la possibilità che i prodotti alimentari modificati geneticamente possano essere nocivi per l uomo, si rischia la creazione di piante resistenti a qualunque erbicida e insetti resistenti a qualunque tossina, si possono sviluppare nuove allergie, diffondersi nuovi tipi di virus e batteri, produrre sostanze tossiche o cancerogene e alterare i valori nutritivi delle sostanze. Ecco, quindi, il senso di questa nostra mozione in tema di manipolazione genetica e di brevettazione degli organismi geneticamente modificati, che non è di totale chiusura, ma alla ricerca di una corretta legislazione in materia. Nella sostanza, si riconoscono in pieno le potenzialità di queste nuove tecnologie e si ritiene che la ricerca scientifica debba proseguire, anche se con le dovute cautele e in un ambiente confinato, oltre che esclusivamente su cellule e su microrganismi. Si tratta delle applicazioni che hanno reso possibili i grandi risultati in campo farmacologico: per esempio, l insulina umana prodotta dagli escherichialcoli è frutto della manipolazione genetica su di un microrganismo, fatta però esclusivamente in un ambiente confinato. Quanto invece all introduzione nell ambiente degli organismi geneticamente modificati, essa appare discutibile e inaccettabile proprio per la non conoscenza dei possibili effetti negativi e perché si intravedono possibili danni alla salute umana, agli equilibri ambientali e alle biodiversità. Purtroppo questi elementi sono già arrivati nei nostri piatti e non ce ne rendiamo conto perché non siamo adeguatamente informati, si richiede pertanto una corretta etichettatura dei prodotti contenenti gli organi geneticamente modificati e un maggior rigore e trasparenza per la loro commercializzazione. verbale / 18

19 Dietro a tutto questo c è l azione delle grandi multinazionali che mirano al controllo della produzione alimentare globale mondiale attraverso le modifiche genetiche sui vegetali e sugli animali e i conseguenti brevetti. Con il controllo dei brevetti si garantisce il controllo del mercato, peccato che si tratti di brevettare materia vivente, sia essa vegetale, animale, cellule umane e l uomo stesso (vedi la clonazione). A proposito del brevetto sulla soia, Pat Money, direttore del Rural Advanced Foundation International, ha rilasciato una dichiarazione assai esplicita e preoccupante: Un brevetto che concede ad un unica impresa multinazionale l esclusiva per la ricerca genetica sulla soia, una delle piante agricole più importanti del mondo, è una minaccia per la sicurezza alimentare di tutto il pianeta. Inoltre, questo brevetto dimostra che ormai tutto il sistema mondiale dei brevetti è completamente sfuggito di mano alla comunità internazionale. Il brevetto sui semi di soia è tecnicamente sbagliato ed è eticamente inaccettabile. Infine, capita spesso di sentire che l ingegneria genetica può costituire un opportunità per sconfiggere la fame nel mondo: in realtà, il problema della fame trae origine da una complessa interazione tra povertà, scarsità e distribuzione di risorse, scelte politiche sbagliate e conflitti armati. La fame, quindi, è un problema prima di tutto sociale e politico; il problema agroalimentare non è estraneo a questioni di geopolitica visto che investe in larga misura i Paesi in via di sviluppo, che detengono le biodiversità originarie dalla quale i prodotti biotecnologici sono derivati e che sono stati fino ad oggi depredati delle loro ricchezze genetiche, realtà a cui non è sufficiente rispondere neppure con la presunta maggiore produttività che sarebbe raggiunta grazie alle colture biotecnologiche: oggi, infatti, i dati contraddirebbero le tesi ufficiali in quanto la produttività si ridurrebbe del 10% e lo stesso ricorso ai prodotti chimici sarebbe inevitabilmente aumentato dal 2% al 5%. Concludendo, l impiego su larga scala degli organi geneticamente modificati spinto da poche grandi multinazionali dovrebbe essere fermato. Gli obiettivi reali sono quelli di stabilire dei veri e propri monopoli sui cicli colturali e sulle principali derrate agricole, con conseguenze ambientali e sanitarie non conosciute. Vengono progressivamente imposte al mercato sementi che non si riproducono (chiamati terminator ) per costringere i coltivatori a ricomprarli ogni anno, varietà più resistenti ai pesticidi, prodotti dalle stesse multinazionali, e varietà che in apparenza invecchiano più lentamente, solo per essere più a lungo vendibili. Minore biodiversità, maggiore fragilità del sistema agroalimentare ne sono conseguenze certe, senza contare i rischi per la salute dei consumatori. Grazie. Consigliere Peroni Intervengo solo per ribadire che la mozione è stata presentata in maniera congiunta dal sottoscritto e dal Consigliere Bertoldi. Presidente E aperto il dibattito. Prego, Consigliere de Eccher. Consigliere de Eccher Comunico il voto favorevole di Alleanza Nazionale alla mozione, così come presentata, avrei avuto altrimenti una certa difficoltà perché condividevo sostanzialmente tutto della verbale / 19

20 mozione presentata dal Consigliere Peroni, e anzi vado oltre dicendo che le premesse, il taglio, l impostazione, i riferimenti, gli approfondimenti, le conclusioni erano gli stessi che avrei inserito anch io in un documento similare, non potevo però votare una mozione dove l argomento veniva ristretto nell ambito padano. In questo senso, apprezzo il fatto che il Consigliere Peroni abbia mostrato la disponibilità a togliere questo riferimento e pertanto il mio voto è effettivamente convinto, un voto che nasce da una visione che si riconosce in documenti di questo genere. Vado oltre ulteriormente dicendo che ritengo che, per storia e per riferimenti, la Lega sia in questo momento, anche se il Consigliere Peroni ne è uscito - mi hanno detto che ha comunicato questa sua decisione, il movimento più libero per affrontare tematiche di questo tipo. Senza per questo fare riferimento al Gruppo dei Verdi locali, però è chiaro che un Gruppo che a livello nazionale governa assieme a D Alema e quindi in compagnia di Agnelli, De Benedetti, Benetton ecc., che sono i rappresentanti di una certa concezione mondialista, diciamo così, della politica e dell economia, non può poi essere libero di agire su argomenti di questa portata, credo quindi che, obiettivamente, la Lega abbia più requisiti e, in effetti, il taglio di questa mozione è a mio giudizio più preciso: va a colpire là dove effettivamente sono individuabili gli esponenti che poi a vario titolo hanno promosso l attività per questi organismi geneticamente modificati. D altra parte, non dico questo senza documentazione. L inserto de La Repubblica, il Venerdì, ha portato un editoriale di tale Paolo Garimberti dove c è una difesa strenua dell organizzazione mondiale per il commercio, quella che è stata a suo tempo contestata; addirittura, si dice che questo organismo è nato, è stato programmato per favorire gli stessi strumenti che hanno reso possibile la protesta globale, cioè la modernizzazione, vale a dire Internet e dintorni e la mondializzazione. E prosegue: Il lettore avrà già capito che quelli che sono andati in piazza a Seattle non mi sono molto simpatici, se non altro perché io considero questo organismo un fattore di progresso. Questo è l apporto de La Repubblica sull argomento, tramite un editoriale di fondo. Anche a livello locale c è stata una lettera sul quotidiano l Adige di tale Giuliano Trentini, Progetto agricoltura e natura W.W.F. Trentino- Alto Adige, in cui viene attaccato in maniera polemica tale professor Salamini, ricercatore per il prestigioso Istituto Max Planck di Francoforte, che ha lavorato in collaborazione con il Comitato Tecnico dell Istituto Agrario di S. Michele e che qui conclude: Adesso mi è chiaro il perché a S. Michele la ricerca vada sempre più verso la strada delle biotecnologie: uva senza semi, trote giganti, mele super resistenti, così come illustrato a suo tempo, tutto questo con la super benedizione di un certo Dellai. Questo per dire che, nel momento in cui si va a governare con certe forze, sulle scelte importanti non c è la libertà che ci dovrebbe essere perché ripeto - questo è un argomento che va affrontato in un contesto ampio, che è quello del mondialismo. Addirittura, qui nell editoriale c è una difesa della Trilaterale - probabilmente pochi Consiglieri sanno di cosa si tratta -, che è quel gruppo che guida la politica nei Paesi sottosviluppati. Io ricordo un articolo del Corriere della Sera che lasciava allibiti e che diceva: Si sono riuniti per decidere le scelte politicoeconomiche del Sud America, come se fosse normale che questi alti esponenti della finanza decidessero in proprio l avvenire di quei Paesi. E chiaro che il discorso andrebbe approfondito, e probabilmente non è questa la sede, effettivamente però è un argomento che va oltre e chi governa a livello nazionale con i capitalisti, non quelli italiani, ma quelli che si muovono nella verbale / 20

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 214 DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 214 DEL CONSIGLIO COMUNALE copia VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 214 DEL CONSIGLIO COMUNALE PROT. N. 0009042 / AMMCCMO0400152 - seduta pubblica - MOZIONE N. 152 PRESENTATA IN DATA 11.03.2014 DALLA CONSIGLIERA BAZZANELLA + 9 CONSIGLIERI

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 13 OTTOBRE 2000

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 13 OTTOBRE 2000 copia VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 13 OTTOBRE 2000 N. 38 In data 13.10.2000 alle ore 18.00 presso la Sala Civica al piano terra della Rocca di Riva del Garda si è riunito

Dettagli

MOZIONE VOLTA A: Salvaguardare il territorio comunale dalla coltivazione di organismi geneticamente modificati

MOZIONE VOLTA A: Salvaguardare il territorio comunale dalla coltivazione di organismi geneticamente modificati pagina 1 di 5 Cavriglia,. Ottobre 2014 Al Presidente del Consiglio Comunale e Sindaco di Cavriglia Sig. Leonardo Degl Innocenti o Sanni All assessore con delega all ambiente Sig. Filippo Boni MOZIONE VOLTA

Dettagli

Deliberazione del Consiglio Provinciale

Deliberazione del Consiglio Provinciale N 19 del 12.03.2010 pagina 1 di 7 Prot. n. 80198 / 01.10.20.10 OGGETTO: Mozione presentata dal consigliere Alfio Nicotra (capogruppo Federazione della Sinistra/ Rifondazione Comunisti Italiani) contro

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 332 DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 332 DEL CONSIGLIO COMUNALE 1 copia VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 332 DEL CONSIGLIO COMUNALE PROT. N. 0007034 / REGAPAN2004 - seduta pubblica - REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO NON DI LINEA: ESAME ED APPROVAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991)

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) CAPO I DELLA COSTITUZIONE E DEL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE ART. 1 Insediamento del Consiglio - Entrata in carica

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 19 DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 19 DEL CONSIGLIO COMUNALE copia VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 19 DEL CONSIGLIO COMUNALE PROT. N. 0024267 / AMMCCMO0300009 - seduta pubblica - MOZIONE N. 9 PRESENTATA IN DATA 18.06.2010 DALLA CONSIGLIERA BAZZANELLA + 23 CONSIGLIERI,

Dettagli

ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ

ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ Secondo le Nazioni Unite, circa 25 mila persone muoiono di fame tutti i giorni, soprattutto bambini e anziani. Per ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ, è prioritario affrontare la questione della terra, del

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E C O M U N E D I C A S T E L V E R D E Provincia di Cremona ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 28 ADUNANZA DEL 21/07/2014 OGGETTO: PRESENTAZIONE DELLE LINEE PROGRAMMATICHE

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 61 DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 61 DEL CONSIGLIO COMUNALE copia VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 61 DEL CONSIGLIO COMUNALE PROT. N. 0011725 / AMMCCMO0400044 - seduta pubblica - MOZIONE N. 44 PRESENTATA IN DATA 7.02.2011 DAL CONSIGLIERE PELLEGRINI AD OGGETTO SI DEVE

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 22 APRILE 2002 (DESERTA PER SOPRAVVENUTA MANCANZA NUMERO LEGALE)

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 22 APRILE 2002 (DESERTA PER SOPRAVVENUTA MANCANZA NUMERO LEGALE) VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 22 APRILE 2002 (DESERTA PER SOPRAVVENUTA MANCANZA NUMERO LEGALE) N. 85 copia In data 22.04.2002 alle ore 18.30 presso la Sala Civica al piano

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 29 DICEMBRE 1999

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 29 DICEMBRE 1999 copia VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 29 DICEMBRE 1999 N. _18 In data 29 dicembre 1999 alle ore 18.00 presso la Sala Civica al piano terra della Rocca di Riva del Garda si

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

COSA SONO GLI O.G.M.?

COSA SONO GLI O.G.M.? COSA SONO GLI O.G.M.? Da secoli l uomo cerca di migliorare le specie animali e vegetali presenti nell ecosistema, per poterle utilizzare in maniera economicamente più vantaggiosa. Come allevatore ed agricoltore,

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 205 DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 205 DEL CONSIGLIO COMUNALE copia VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 205 DEL CONSIGLIO COMUNALE PROT. N. 0002772 / RAGSOPR - seduta pubblica - PRESTITO OBBLIGAZIONARIO CONVERTIBILE SOTTOSCRITTO CON LA PRIMIERO ENERGIA SPA: OPZIONE PER LA

Dettagli

Organismi Geneticam ente Modificati O.G.M

Organismi Geneticam ente Modificati O.G.M Organismi Geneticam ente Modificati O.G.M Uno dei problemi inerenti lo sviluppo del progresso scientifico e tecnologico, che sarà di seguito affrontato per gli importanti risvolti che presenta per lo sviluppo

Dettagli

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE.

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE. Comune di Rometta Provincia di Messina DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N.37 del 15/11/2010 OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE

Dettagli

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI.

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI. CONAPO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" Sezione Provinciale PAVIA email : conapo.pavia@conapo.it uuu SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 11 APRILE 2000

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 11 APRILE 2000 copia VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 11 APRILE 2000 N. 27 In data 11.04.2000 alle ore 18.00 presso la Sala Civica al piano terra della Rocca di Riva del Garda si è riunito

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 229 DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 229 DEL CONSIGLIO COMUNALE copia VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 229 DEL CONSIGLIO COMUNALE PROT. N. 0019499 / AMMCCMO0400147 - seduta pubblica - MOZIONE N. 147 PRESENTATA IN DATA 28.11.2013 DAL CONSIGLIERE GAIATTO AD OGGETTO URGE FAVORIRE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DELLA COMUNITA N. 38

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DELLA COMUNITA N. 38 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DELLA COMUNITA N. 38 Oggetto: Mozione ad oggetto: Costituzione di un gruppo di lavoro per la trattazione delle problematiche inerenti le politiche per la salute.

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 120 DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 120 DEL CONSIGLIO COMUNALE copia VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 120 DEL CONSIGLIO COMUNALE PROT. N. 0013963 / AMMCCMO0400091 - seduta pubblica - MOZIONE N. 91 PRESENTATA IN DATA 14.02.2012 DAL CONSIGLIERE GAIATTO AD OGGETTO BISOGNA

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 10 AGOSTO 2000

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 10 AGOSTO 2000 copia VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 10 AGOSTO 2000 N. 35 In data 10.08.2000 alle ore 18.00 presso la Sala Civica al piano terra della Rocca di Riva del Garda si è riunito

Dettagli

VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL COMUNE DI AGRIGENTO DEL 02/12/2003

VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL COMUNE DI AGRIGENTO DEL 02/12/2003 VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL COMUNE DI AGRIGENTO DEL 02/12/2003 INTERVENTO DEL PRESIDENTE Possiamo chiamare l appello e dare l avvio ai lavori della seduta. Dopo l appello siamo presenti 20, assenti

Dettagli

BIOGRAFIA: VANDANA SHIVA. FILOSOFA DELLA SCIENZA a cura di Laura Abballe matr. 161854

BIOGRAFIA: VANDANA SHIVA. FILOSOFA DELLA SCIENZA a cura di Laura Abballe matr. 161854 BIOGRAFIA: VANDANA SHIVA. FILOSOFA DELLA SCIENZA a cura di Laura Abballe matr. 161854 Vandana Shiva è nata nell India del Nord a Dehra Dun nel 1952. Dopo aver studiato nelle scuole inglesi e statunitensi,

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Città Termale C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Originale di Deliberazione del Consiglio Comunale N 79 del Registro Delibere Data 06.11.2009 OGGETTO: Parco Eolico ed energie alternative.

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

OGM: AL DI LÀ DELLE APPARENZE Intervista al Prof. Dr. Adolfo Panfili

OGM: AL DI LÀ DELLE APPARENZE Intervista al Prof. Dr. Adolfo Panfili OGM: AL DI LÀ DELLE APPARENZE Intervista al Prof. Dr. Adolfo Panfili La scelta e la qualità del cibo che consumiamo quotidianamente influenza il nostro benessere e la nostra salute. Abbiamo incontrato

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 23 DEL 13.05.2014 OGGETTO: Mozione del 02/04/2014 ai sensi dell art.58 del vigente Regolamento per il funzionamento

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. Ultimo punto: Mozione in ordine alla istituzione dei tumori

Dettagli

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo CONSIGLIO COMUNALE DEL 01 OTTOBRE 2015 APERTURA LAVORI APERTURA LAVORI QUINDI COSI PROSEGUE: Buona sera a tutti. Signor Segretario, Iniziamo facendo l appello nominale, per favore. Sono presenti n 11 Consiglieri:

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI COLLEPASSO Registrata al n. À DELIBERAZIONE N. 34 DEL 27.11.2014 IL MESS COMUNALE Provincia di Lecce dichiara aperta la seduta. Partecipa il Segretario Generale DOTT. ssa ANNA TRALDI Cognome

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI (approvato dal C.D.A. con Delibera n 139 in seduta del 25/6/1998, modificato con Delibera n 87 in

Dettagli

Organismi Geneticamente. Vademecum sugli OGM Cosa sono e quali sono le loro caratteristiche ed effetti

Organismi Geneticamente. Vademecum sugli OGM Cosa sono e quali sono le loro caratteristiche ed effetti Organismi Geneticamente Modificati Estratto da FederBio 2014 Vademecum sugli OGM Cosa sono e quali sono le loro caratteristiche ed effetti In Italia è vietata la coltivazione di OGM, anche se non ne è

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 94 DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 94 DEL CONSIGLIO COMUNALE copia VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 94 DEL CONSIGLIO COMUNALE PROT. N. 0035671 / AMMCCMO0400075 - seduta pubblica - MOZIONE N. 75 PRESENTATA IN DATA 28.09.2011 DALLA CONSIGLIERA BAZZANELLA + 11 CONSIGLIERI

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA ANZIANI

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA ANZIANI COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d Oro al Merito Civile REGOLAMENTO DELLA CONSULTA ANZIANI Approvato in data con deliberazione consiliare n. 1. E istituita la Consulta Anziani. Art. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L C O N S I G L I O C O M U N A L E N. 61 DATA 30.11.2013 OGGETTO: Conferimento di riconoscimento al Cav. Uff. Panfilo

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

CAPO PRIMO Della Corte e dei Giudici. Art. 1

CAPO PRIMO Della Corte e dei Giudici. Art. 1 REGOLAMENTO GENERALE DELLA CORTE COSTITUZIONALE 20 gennaio 1966 e successive modificazioni (Gazzetta Ufficiale 19 febbraio 1966, n. 45, edizione speciale) 1 CAPO PRIMO Della Corte e dei Giudici Art. 1

Dettagli

Biotecnologie ed OGM. Terza parte: piante geneticamente modificate: produzione, legislatura, pubblico dibattito.

Biotecnologie ed OGM. Terza parte: piante geneticamente modificate: produzione, legislatura, pubblico dibattito. Biotecnologie ed OGM Terza parte: piante geneticamente modificate: produzione, legislatura, pubblico dibattito. piante OGM nel mondo. I maggiori produttori di OGM nel mondo sono USA, Argentina, Canada

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E NUMERO 105 DATA 10.12.2013 OGGETTO: Adozione dei cani randagi accalappiati nel Comune

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 28 NOVEMBRE 2001

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 28 NOVEMBRE 2001 copia VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 28 NOVEMBRE 2001 N. 70 In data 28.11.2001 alle ore 18.30 presso la Sala Civica al piano terra della Rocca di Riva del Garda si è riunito

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

CASTELBALDO COPIA COMUNE DI DELIBERAZIONE N. 15. Adunanza Ordinaria di Prima convocazione seduta Pubblica. Prot. N. in data

CASTELBALDO COPIA COMUNE DI DELIBERAZIONE N. 15. Adunanza Ordinaria di Prima convocazione seduta Pubblica. Prot. N. in data COMUNE DI CASTELBALDO DELIBERAZIONE N. 15 COPIA Prot. N. in data VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione seduta Pubblica Oggetto: ESAME ED APPROVAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Adottato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 74 del 29 Settembre 2006 Modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 66

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008 Atti Parlamentari 1 Camera Deputati Senato Repubblica COMITATO PARLAMENTARE DI CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELL ACCORDO DI SCHENGEN, DI VIGILANZA SULL ATTIVITÀ DI EUROPOL, DI CON- TROLLO E VIGILANZA IN MATERIA

Dettagli

X LEGISLATURA ATTI 4733-4734/2014

X LEGISLATURA ATTI 4733-4734/2014 COMMISSIONE CONSILIARE VIII (AGRICOLTURA, MONTAGNA, FORESTE E PARCHI) (in sede deliberante ai sensi dell art. 122, comma 6, del Regolamento generale del Consiglio regionale) X LEGISLATURA ATTI 4733-4734/2014

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo REGIONE LOMBARDIA 38 Con la nascita del CCV-Lombardia, il volontariato PC della Regione compie un importante salto di qualità,

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 20 APRILE 2004

VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 20 APRILE 2004 copia VERBALE DI SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUNIONE DEL GIORNO 20 APRILE 2004 N. 29 In data 20.04.2004 alle ore 18.30 presso la Sala Civica al piano terra della Rocca di Riva del Garda si è riunito

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A PROVINCIA DI BERGAMO C O N S I G L I O P R O V I N C I A L E R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A CONSIGLIO PROVINCIALE RESOCONTO L'anno DUEMILAQUINDICI, il giorno 25 del mese di MAGGIO alle ore 9:00,

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

COMUNE DI POSTA FIBRENO

COMUNE DI POSTA FIBRENO COMUNE DI POSTA FIBRENO Provincia di Frosinone REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 31 marzo 2003 Modificato con deliberazione

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Presentazione di Moody s alle Commissioni Riunite Finanza ed Industria. del Senato della Repubblica Italiana e della Camera dei Deputati

Presentazione di Moody s alle Commissioni Riunite Finanza ed Industria. del Senato della Repubblica Italiana e della Camera dei Deputati Largo Richini 6 20122, Milan, Italy Fax: 39 02 58 215 350 Tel: 39 02 58 215 719 Presentazione di Moody s alle Commissioni Riunite Finanza ed Industria del Senato della Repubblica Italiana e della Camera

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO IL CONSIGLIO D ISTITUTO

REGOLAMENTO DI ISTITUTO IL CONSIGLIO D ISTITUTO REGOLAMENTO DI ISTITUTO IL CONSIGLIO D ISTITUTO VISTO l art. 10, comma 3, lettera a) del T.U. 16/4/94, n. 297; VISTI gli artt. 8 e 9 del DPR 8/3/99, n. 275; VISTO il D.I. 01/02/2001, n.44; VALUTATA l opportunità

Dettagli

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA

CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA N. d'ord. 37 reg deliberazioni Prot. n.. CONSIGLIO PROVINCIALE DI CREMONA Estratto del verbale dell'adunanza del 28/03/2007 OGGETTO ORDINE DEL GIORNO SUGLI OGM. L'anno DUEMILASETTE, questo giorno VENTOTTO

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA Martedì 7 giugno 2005, dalle ore 15 alle ore 20, si è svolto il 3 convegno alla Camera dei Deputati dell Associazione Nazionale ConVoglio Valori (per il 1

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL PERIODICO DI INFORMAZIONE

REGOLAMENTO PER IL PERIODICO DI INFORMAZIONE COMUNE DI NOVALEDO REGOLAMENTO PER IL PERIODICO DI INFORMAZIONE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale nr. 07 del 31.03.2011 Modificato con Deliberazione del Consiglio Comunale nr. 27 del 18.06.2015

Dettagli

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Marcello Pera La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Cerisdi, Palermo, 26 novembre 2001 SENATO DELLA REPUBBLICA TIPOGRAFIA DEL SENATO La giustizia come fondamento dello sviluppo e della

Dettagli

COMUNE DI S. GIUSTINA IN COLLE PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI S. GIUSTINA IN COLLE PROVINCIA DI PADOVA COPIA Deliberazione nr. 15 Prot. nr. COMUNE DI S. GIUSTINA IN COLLE PROVINCIA DI PADOVA Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza Ordinaria di 1ª convocazione - seduta Pubblica Oggetto:

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009 PROVINCIA DI PISTOIA ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE Atto N. 28 Seduta del 27 GENNAIO 2009 OGGETTO: INTERROGAZIONE ORALE DEL CONSIGLIERE CARDELLI SU SPAZI PUBBLICITARI SULLE

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI CAMERA DEI DEPUTATI 1/8 SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli