INTERNAZIONALIZZAZIONE PMI CCIAA-RM

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INTERNAZIONALIZZAZIONE PMI CCIAA-RM"

Transcript

1 LHYRA srl ROMA INTERNAZIONALIZZAZIONE PMI CCIAA-RM La Camera di Commercio di Roma, per promuovere i percorsi di internazionalizzazione a favore delle PMI della provincia di Roma, ha lanciato un bando a sportello, con l intento di favorire lo sviluppo di relazioni e di scambi con l estero ed offrire alle imprese del territorio servizi specialistici di assistenza e di supporto, attraverso l erogazione di un contributo, sotto forma di Voucher, per l acquisto di servizi di assistenza diretta, la partecipazione a fiere e missioni imprenditoriali all estero in forma coordinata e la partecipazione ad incoming di operatori esteri a Roma. L elenco di questi eventi di incoming e di Fiere è stato già definito ed è presente sul sito: Tutta la procedura di adesione e di richiesta del voucher può essere eseguita on line sul sito e finalizzata con l invio del modulo che si ottiene a fine procedura, entro 7 giorni dalla conclusione della registrazione. I voucher, che andranno necessariamente spesi con la Società che è stata scelta dalla CCIAA di Roma come Operatore Intermedio (Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A.) sono per 4 tipologie di spesa: 1) Misura A Servizi di assistenza diretta e supporto per l internazionalizzazione 2) Misura B Partecipazione a missioni economiche all estero in forma coordinata 3) Misura C partecipazione a fiere internazionali all estero in forma coordinata 4) Misura D Partecipazione ad incoming di operatori esteri e buyer a Roma Il valore massimo dei voucher, tra tutte le categorie, di cui ogni impresa potrà beneficiare è fissato in Per ogni Misura, fermo restando il limite totale, i valori sono: Misura A: Val. Unitario: max: 4 voucher Misura B: Val. Unitario: max: 4 voucher Misura C: Val. Unitario: max: 5 voucher Misura D: Val. Unitario: max: 4 voucher La procedura è semplice ed immediata e dopo essersi registrati sul portale è molto semplice (a meno della richiesta dei contributi sulla MISURA A, poco accessibili) ed un quadro iniziale di tutte le iniziative in calendario (incoming, outcoming, fiere, incontri con buyer ecc. permette immediatamente di prenotare il proprio voucher che, mediamente, arriva a coprire fino a oltre il 90% delle spese. A seguire il bando completo, il sito è molto ben fatto e sufficientemente esplicativo e, in aggiunta, noi siamo al vostro servizio per supporto e chiarimenti al: LHYRA srl è una società della RETE DI IMPRESE ICT

2 BANDO PER FAVORIRE I PERCORSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI ROMA. Art. 1 Finalità La Camera di Commercio di Roma, nell'ambito delle proprie funzioni di promozione dei percorsi e dei processi di internazionalizzazione a favore delle micro, piccole e medie imprese della provincia di Roma, indice il presente Bando, nella forma di bando sempre aperto, con l intento di favorire lo sviluppo di relazioni e di scambi con l estero ed offrire alle imprese del territorio servizi specialistici di assistenza e di supporto, attraverso l erogazione di un contributo, sotto forma di Voucher, per l acquisto di servizi di assistenza diretta, la partecipazione a fiere e missioni imprenditoriali all estero in forma coordinata e la partecipazione ad incoming di operatori esteri a Roma. Il bando, per l esercizio 2013, prevede che la Camera eroghi contributi a titolo di interventi di sostegno a fondo perduto, sotto forma di Voucher, nella misura annuale di complessivi ,00, dal 1 aprile 2013 al 31 marzo 2014, a favore di: I. micro, piccole e medie imprese della provincia di Roma che partecipano a manifestazioni fieristiche in forma coordinata di rilevanza internazionale che si svolgono al di fuori del territorio italiano; II. micro, piccole e medie imprese della provincia di Roma che intendono usufruire di servizi di consulenza e supporto all internazionalizzazione di assistenza diretta alla singola impresa; III. micro, piccole e medie imprese della provincia di Roma che partecipano a missioni commerciali all estero in forma coordinata; IV. micro, piccole e medie imprese della provincia di Roma che partecipano ad incoming di operatori/buyer selezionati da Paesi Esteri. Per raggiungere tali finalità, la Camera si avvale dell Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A., quale soggetto attuatore del presente Bando. Art. 2 Imprese beneficiarie Sono ammesse a contributo le imprese che abbiano i seguenti requisiti al momento della domanda e al momento dell erogazione del contributo: a) essere una micro, piccola o media impresa ai sensi della normativa comunitaria; b) non rientrare tra le imprese attive nei settori esclusi dall art. 1 del Regolamento CE n. 1998/2006; c) avere sede legale e/o unità locale produttiva iscritta presso il Registro delle imprese della Camera di Commercio di Roma; d) essere attive e in regola con il pagamento del diritto annuale; e) avere assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative sulle salute e sicurezza sul lavoro di cui alla D. L.vo n. 81 del 2008 e successive modificazioni e integrazioni;

3 f) non essere impresa in difficoltà, sulla base della definizione di cui al punto 2.1 degli Orientamenti comunitari sugli aiuti di stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese in difficoltà; g) non essere sottoposti a procedura concorsuale e non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente; h) non aver ricevuto, per la medesima iniziativa, altri contributi pubblici per le spese oggetto del finanziamento; i) non trovarsi nella situazione di aver ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato aiuti sui quali pende un ordine di recupero, a seguito di una precedente decisione della Commissione Europea che dichiara l'aiuto illegale e incompatibile con il mercato comune; j) aver dimostrato sufficiente serietà commerciale in precedenti occasioni di ricezione di contributi; k) non trovarsi in situazione di morosità per qualsiasi tipo di pagamento, di ogni natura o genere, dovuto e non versato alla Camera; I soggetti non in possesso dei requisiti di cui sopra saranno esclusi dal contributo. Al momento di presentazione della domanda, le imprese richiedenti dovranno sottoscrivere, sotto la propria responsabilità, una dichiarazione attestante il possesso della totalità dei requisiti di cui alle lettere a) k) sopra indicati. Tutti i requisiti devono essere posseduti al momento della presentazione della domanda e sino al pagamento del contributo alla conclusione temporale dell attività per la quale si è richiesto, pena la decadenza dallo stesso. Art. 3 Presentazione della domanda e assegnazione dei voucher La domanda di richiesta Voucher è contestuale alla richiesta di partecipazione all attività prescelta prevista nel Programma promozionale dell Agenzia per l internazionalizzazione S.c.p.A. Per ogni attività in calendario verrà prevista: 1. data e orario di apertura delle iscrizioni; 2. numero massimo di partecipazioni; 3. data e orario di chiusura delle iscrizioni. Qualora l attività prevista a calendario registri un numero superiore di iscrizioni, verrà redatta una graduatoria di arrivo delle domande (farà fede la data e orario di ricezione della posta elettronica certificata contenente la richiesta di voucher e di partecipazione). È in fase di definizione una Procedura telematica per la richiesta di Voucher, la cui attivazione verrà comunicata alle imprese sul sito istituzionale della Camera ( sul sito dell Unione regionale delle Camere di commercio del Lazio ( e sul sito dell Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. ( Dalla pubblicazione del presente bando e fino alla comunicazione di cui al comma precedente, le imprese che intendano presentare domanda di Voucher dovranno essere in possesso di: un indirizzo di posta elettronica certificata valido e funzionante; il contratto di servizio; il codice e la denominazione della fiera, incoming o missione commerciale all estero per la cui partecipazione richiede il contributo della Camera; una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti di cui all articolo 2; una dichiarazione attestante che, nel rispetto della normativa comunitaria sugli aiuti di Stato, il contributo richiesto mantiene l impresa nell ambito del regime de minimis; 2

4 per le sole imprese del settore agricolo, la dichiarazione che la partecipazione alla fiera o alla missione commerciale all estero e i relativi costi riguardano le sole attività di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli; una dichiarazione di consenso relativa alla privacy; uno specifico atto di delega all Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A di riscuotere per suo conto il contributo della Camera al netto delle ritenute di legge, e di dedurne l ammontare dalla fattura del servizio prestato all impresa; l impegno a rimborsare alla Camera il contributo ricevuto, maggiorato degli interessi nella misura legale maturati dalla data in cui il suo ammontare è stato dedotto dall ammontare della fattura dell Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A, se, anche indipendentemente dalla sua volontà, l impresa non avrà partecipato alla manifestazione fieristica o alla missione commerciale all estero; la copia di un documento di identità in corso di validità del Legale Rappresentante dell impresa, la firma digitale del medesimo ovvero la Carta nazionale dei Servizi (allorquando sarà definita la Procedura telematica di cui sopra); il timbro della società; (finché non sarà attiva la procedura telematica di pagamento con carta di credito) la copia del bonifico effettuato dall impresa pari all importo indicato nel contratto di servizio per la specifica iniziativa. Tutta la modulistica sarà disponibile sui siti sopraindicati. Con la Procedura telematica la compilazione avverrà esclusivamente via web. La modulistica, opportunamente compilata, timbrata e firmata dal Legale Rappresentante dell impresa o da soggetto all uopo delegato (in tal caso dovrà essere allegato l atto di delega), dovrà essere inviata a partire da e nei tempi previsti dal Programma promozionale dell Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. tramite posta certificata all indirizzo della stessa. Non sono ammesse domande inviate o ricevute con modalità diverse dal presente articolo. A seguito dell invio della documentazione, l Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. invierà allo stesso indirizzo attraverso il quale l impresa ha inviato la domanda una - di avvenuta prenotazione del voucher, nel caso in cui l impresa rientri nel numero massimo previsto di partecipanti; - ovvero di in attesa di conferma del voucher, nel caso in cui l impresa non rientri nel numero massimo previsto di partecipanti. In entrambi i casi, l impresa, entro 7 giorni dalla presentazione della domanda deve produrre tramite raccomandata a/r ovvero a mano gli originali di tutta la documentazione inviata tramite posta certificata all indirizzo: Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. Via de Burrò, Roma. L assegnazione avverrà solo ed esclusivamente al raggiungimento del numero minimo di imprese aderenti (5 imprese per le missioni e 3 imprese per le fiere), o in modo automatico per gli incoming e i servizi di assistenza diretta (previa verifica di copertura delle risorse disponibili). Nel caso in cui sia raggiunto per una iniziativa il numero minimo di imprese partecipanti, e una o più di queste rinunci o non sia in possesso di tutti i requisiti indicati nell articolo 2 del presente bando, i Voucher già assegnati saranno ritenuti comunque validi ed erogabili. I Voucher prenotati per iniziative che non abbiano raggiunto il numero minimo di partecipanti saranno considerati decaduti. In tal caso l Agenzia provvederà a restituire entro 60 giorni quanto versato dall impresa e ad emettere fattura e nota di credito all impresa. Nel medesimo termine, e secondo le stesse modalità, l Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. provvederà a restituire quanto versato dall impresa in attesa di conferma, cui non sia stato 3

5 possibile confermare la partecipazione all'iniziativa per raggiungimento del numero massimo di partecipanti. L assegnazione dei Voucher, previa verifica dei requisiti dell articolo 2 del presente bando, sarà comunicata tramite all indirizzo di posta elettronica certificata indicato dall impresa in fase di domanda e sarà accompagnata dalla relativa fattura nei termini e secondo le modalità come successivamente indicate. Art. 4 Accertamento dei requisiti di ammissione al contributo È compito dell Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A: a) stabilire i termini e i numeri minimi e massimi di imprese partecipanti entro cui, per ciascun servizio, manifestazione fieristica e missione commerciale all estero, le imprese richiedenti il contributo siano tenute a presentare la relativa domanda di Voucher e rendere noti detti termini alle imprese attraverso il proprio sito internet; b) verificare la completezza della documentazione presentata dalle imprese richiedenti e la sua conformità alle disposizioni dell articolo 2; c) trasmettere alla Camera copia della documentazione di cui alla precedente lettera b) non oltre il giorno stesso in cui è emessa la fattura che addebita all impresa il servizio. È compito della Camera: a) accertare il possesso dei requisiti di cui alle lettere da a) a k) dell articolo 2, contenute nella domanda di contributo prodotta dall impresa; b) comunicare entro 30 giorni, salvo obblighi di legge, all Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. l esito dell accertamento effettuato sull impresa richiedente, nonché l ammontare lordo e netto del contributo a ciascuna spettante. Art. 5 Ammontare del voucher e spese ammissibili L ammontare del contributo è erogato sotto forma di voucher nei limiti sotto indicati delle spese addebitate dall Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. all impresa che ha partecipato alla fiera o alla missione commerciale all estero o ha acquistato un servizio di assistenza diretta. Tutte le attività devono essere presenti nel Programma Promozionale dell Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A., periodicamente aggiornato e scaricabile dal sito istituzionale della Camera, dell Unione regionale delle Camere di commercio del Lazio e dell Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A., fatti salvi gli eventuali servizi di assistenza diretta resi dall Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. alla singola impresa richiedente. L intervento prevede le seguenti tipologie di Voucher: Misura A - Servizi di assistenza diretta e supporto per l internazionalizzazione Detta misura finanzia, a fronte di una spesa minima a carico dell impresa beneficiaria, l acquisto di servizi di supporto per l internazionalizzazione acquistati dall Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A.. Ogni impresa potrà richiedere al massimo n. 4 Voucher all interno Misura A nell anno di attuazione del bando (dal 1 aprile al 31 marzo dell anno successivo). IMPORTO VOUCHER INVESTIMENTO MINIMO 4.500, ,00 4

6 Misura B - Partecipazione a missioni economiche all estero in forma coordinata Detta misura finanzia, a fronte di una spesa minima a carico dell impresa beneficiaria, i costi di partecipazione a missioni imprenditoriali all estero finalizzate a favorire i rapporti economici e commerciali tramite incontri d affari con imprese estere. Le missioni sono organizzate dall Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. Per l assegnazione dei Voucher, ogni missione deve prevedere la prenotazione di Voucher da parte di un minimo di 5 imprese beneficiarie. Ogni impresa potrà richiedere al massimo n. 4 Voucher all interno della Misura B nell anno di attuazione del bando (dal 1 aprile al 31 marzo dell anno successivo). AREA GEOGRAFICA Paesi BRIC (Brasile, Cina, India, Russia), EAU, Qatar, Turchia, Sud Africa, Giappone, Stati Uniti d America, Canada, Corea del Sud, Australia, Paesi CSI Europa (escluso Turchia e Paesi della Comunità degli Stati Indipendenti) Asia (escluso Giappone, Corea Sud, Cina, India e Paesi C.S.I., EAU e Qatar), America Latina, Mediterraneo, Africa (escluso Sud Africa) IMPORTO VOUCHER INVESTIMENTO MINIMO 4.000, , , , , ,00 Misura C - partecipazione a fiere internazionali all estero in forma coordinata Detta misura finanzia, a fronte di una spesa minima a carico dell impresa beneficiaria, i costi di partecipazione a fiere internazionali all estero. La partecipazione deve avvenire in forma aggregata/coordinata. Per l assegnazione dei Voucher, ogni fiera deve prevedere la partecipazione diretta di un minimo di n. 3 imprese beneficiarie. Ciascuna impresa dovrà essere presente in persona del legale rappresentante ovvero persona da quest ultima delegata. Ogni impresa potrà richiedere al massimo n. 5 Voucher all interno della Misura B nell anno di attuazione del bando (dal 1 aprile al 31 marzo dell anno successivo). AREA GEOGRAFICA Europa (esclusi Turchia e Paesi C.S.I.) Africa (escluso Sud Africa), Turchia Asia, America, Oceania, Sud Africa e Paesi C.S.I. IMPORTO VOUCHER INVESTIMENTO MINIMO 7.000, , , , , ,00 5

7 Misura D Partecipazione ad incoming di operatori esteri e buyer a Roma Detta misura è stata concepita per venire incontro all esigenza più volte manifestata di incentivare le iniziative volte ad attrarre buyer stranieri in Italia. Questa formula è utile soprattutto per le micro e piccole imprese che presentano maggiori difficoltà di spostamento, mentre più agevolmente possono organizzare incontri con potenziali clienti in Italia, anche prevedendo visite presso l azienda. In più di un occasione invero si è avuto modo di constatare che la visione diretta del processo produttivo e della realtà aziendale è capace di fornire un immagine migliore e maggiormente realistica della produttività aziendale di quanto non possa fare lo stand fieristico. Attraverso questa misura, verrà finanziata, a fronte di una spesa minima a carico dell impresa beneficiaria, la partecipazione di un incoming organizzato dall Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A.. Ogni impresa potrà richiedere un massimo di n. 4 Voucher nella Misura D nell anno di attuazione del bando (dal 1 aprile al 31 marzo dell anno successivo): IMPORTO VOUCHER INVESTIMENTO MINIMO 5.000, ,00 Saranno ammesse a contributo le seguenti tipologie di spesa: Misura A - Servizi di assistenza diretta e supporto per l internazionalizzazione Ricerca di fornitori, partner, agenti e distributori esteri; Analisi di settore, ricerche di mercato e altri studi direttamente riconducibili alle attività aziendali in corso o in preparazione e relativo consolidamento di rapporti; Supporto legale, fiscale, contrattuale per l estero; Assistenza tecnica alle imprese per tematiche legate all internazionalizzazione (ad esempio: servizi di testing, certificazione merceologiche); Informazione/formazione strettamente riconducibile ai temi dell internazionalizzazione purché abbinata ad almeno una tra le altre attività. Misura B - Partecipazione a missioni economiche all estero in forma coordinata Ricerca di partner, fornitori agenti o distributori esteri ai fini della definizione di incontri d affari; Assistenza agli incontri all estero da parte di personale qualificato, interpretariato e traduzione; Affitto di sale per gli incontri, transfer in loco e altre spese direttamente legate alla missione. Misure C - Partecipazione a fiere internazionali all estero in forma coordinata Affitto spazi espositivi (compresi eventuali costi di iscrizione, oneri e diritti fissi obbligatori in base al regolamento della manifestazione); Servizi di traduzione ed interpretariato dettagliati in fattura; Allestimento stand; Pulizia stand e allacciamenti (energia elettrica, acqua, internet, ecc.); Trasporto a destinazione di materiali e prodotti (solo campionario); 6

8 Spese per altri servizi erogati dal soggetto attuatore connessi alla partecipazione alla fiera quali l assistenza di personale in loco, l organizzazione di incontri con operatori esteri, convegni o altri eventi collaterali, iniziative di comunicazione e promozione; La tipologia delle spese sostenute dovrà essere chiaramente desumibile in fase di controllo dalla documentazione (fatture, contratti ecc.) conservata dall impresa e dal soggetto attuatore per le attività svolte. Misure D - Partecipazione ad incoming di operatori esteri e buyer a Roma Ricerca di partner esteri ai fini della definizione di incontri d affari; Assistenza agli incontri a Roma da parte di personale qualificato, interpretariato e traduzione; Volo e soggiorno delle imprese estere partecipanti; Affitto di sale per gli incontri, transfer in loco e altre spese direttamente legate all incoming. Tutte le spese sono da considerarsi IVA esclusa. Il Voucher dovrà essere dedotto dal pagamento della fattura per il suo valore al netto della ritenuta d acconto del 4%. Art. 6 Spese escluse Il contributo è sempre erogato solo sull imponibile della fattura emessa da parte dell Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A.. Come diretta conseguenza non è pertanto possibile ottenere il contributo sull Iva versata. I contributi non possono essere utilizzati per la copertura dei costi di viaggio, vitto e soggiorno delle imprese della Provincia di Roma e le eventuali quote associative a consorzi e/o associazioni, né di altre somme eventualmente dovute all Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. per fini diversi da quelli specificati. Art. 7 Entità massima del contributo per la singola impresa L ammontare del contributo massimo spettante ad ogni singola impresa della Provincia di Roma per la partecipazione ad attività nell anno di attuazione del bando (dal 1 aprile al 31 marzo dell anno successivo) è determinato in ,00. Art. 8 Dotazione finanziaria Le risorse complessivamente stanziate ammontano a ,00 la cui suddivisione verrà stabilita all interno del Programma promozionale dell Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A., salvo successivo reintegro da parte della Giunta nel periodo di attuazione del bando. Art. 9 Liquidazione del contributo Contestualmente alla richiesta di Voucher, l impresa deve sottoscrivere una delega di riscossione all Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A., la quale provvederà a incassare il contributo dalla Camera per conto dell impresa beneficiaria. L Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. sconterà direttamente in fattura il Voucher ottenuto dall impresa partecipante. 7

9 Trimestralmente, l Agenzia invierà la documentazione alla Camera per i servizi conclusi, e, comunque, solamente a seguito della rendicontazione da parte delle imprese partecipanti, di cui al successivo articolo 12. La Camera trasferirà all Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. entro 60 giorni dalla richiesta di riscossione quanto dovuto. Art. 10 Decadenza e sanzioni L impresa decadrà dal diritto all utilizzo del Voucher concesso qualora: - i requisiti soggettivi previsti all articolo 2 risultino insussistenti al momento della domanda o vengano meno in un momento antecedente al pagamento del contributo; - risultino false le dichiarazioni rese e sottoscritte; - l impresa non abbia partecipato in forma diretta o indiretta alla fiera o alla missione commerciale all estero o all incoming indicati nella domanda presentata all Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A., attraverso il proprio Legale Rappresentante ovvero persona da quest ultimo all uopo delegata; - la realizzazione delle attività non sia conforme all intervento ammesso al contributo; - non siano rispettati i termini e le modalità di rendicontazione; - venga segnalata dal soggetto attuatore un inadempienza dei termini previsti per la sottoscrizione del contratto di servizio e relativo invio in forma cartacea. Quando tali presupposti si verifichino anche indipendentemente dalla volontà dell impresa, il contributo dovrà essere rimborsato alla Camera immediatamente, e, comunque, non oltre 15 giorni dalla comunicazione inviata dall Agenzia all impresa di decadenza dal beneficio, maggiorato degli interessi nella misura legale maturati dalla data in cui il suo ammontare è stato dedotto dall ammontare della fattura dell Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A.. Fintantoché il rimborso non è eseguito, fermo restando l obbligo di restituzione del contributo, l impresa è esclusa da qualsiasi attività svolta dall Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A.. Il mancato rispetto della restituzione del contributo entro 15 giorni darà il diritto all Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. di esperire ogni attività utile e/o necessaria per il recupero del contributo senza necessità di messa in mora dell impresa. Art. 11 Rinuncia Qualora l impresa intenda rinunciare alla iniziativa e al contributo del Voucher, dovrà inviare comunicazione di rinuncia all Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. per mezzo di raccomandata a/r ovvero posta elettronica certificata dell Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. entro il termine di 7 giorni dalla richiesta e comunque entro il termine di adesione indicato nel contratto di servizio. In tal caso, l Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. procederà alla restituzione di quanto versato dall impresa entro 60 giorni dalla comunicazione, senza che la stessa possa vantare alcun altro diritto o pretesa. Qualora l iniziativa abbia registrato un numero di imprese superiore a quello previsto, verrà data possibilità di partecipare all impresa più alta in graduatoria, se esistente. Art. 12 Rendicontazione e pagamento dei voucher A conclusione dell attività oggetto del Voucher (completamento dei servizi di consulenza, completamento della missione, completamento dell incoming o conclusione della fiera), l impresa è tenuta entro 30 giorni a compilare la Scheda di Valutazione dell iniziativa ed inviarla per posta certificata o inserendola nella Procedura Telematica. 8

10 La compilazione della Scheda di Valutazione dell iniziativa è requisito essenziale ai fini dell ottenimento del contributo. Art. 13 Regime di aiuto Le agevolazioni di cui al presente bando sono concesse sulla base del Regolamento CE n. 1998/2006 della Commissione Europea del 15 dicembre 2006, relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del Trattato agli aiuti di importanza minore (de minimis), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea L 379 del 28/12/2006, consultabile sul sito Tale regime consente all impresa di ottenere aiuti a qualsiasi titolo complessivamente non superiori a ,00 nell arco di tre esercizi finanziari (art. 2.2). Se l impresa richiedente ha ottenuto aiuti riconducibili alla categoria de minimis d importo complessivamente inferiore a ,00, tale limite, per effetto della concessione del contributo richiesto, non potrà essere superato durante il periodo che copre l esercizio finanziario interessato e i due esercizi precedenti. L aiuto si considera erogato nel momento in cui sorge per il beneficiario il diritto a ricevere l aiuto stesso. Tali massimali si applicano a prescindere dalla forma dell aiuto de minimis o dall obiettivo perseguito ed a prescindere dal fatto che l aiuto concesso dallo Stato membro sia finanziato interamente o parzialmente con risorse di origine comunitaria. Le imprese dovranno dichiarare di non superare, con il valore del Voucher richiesto, il massimale de minimis di loro competenza. Dovranno inoltre dichiarare che il Voucher richiesto, sommato all ammontare di contributi ricevuti in regime di de minimis e agli eventuali contributi ricevuti sulla base del regime di aiuti temporanei di importo limitato di cui al D.P.C.M. del 3 giugno 2009 (ed eventuali successive modificazioni) ricevuti negli ultimi tre esercizi finanziari non superano il massimale ivi previsto di ,00. I contributi di cui al presente bando non sono cumulabili con aiuti statali relativamente agli stessi costi ammissibili se un tale cumulo dà luogo a un intensità d aiuto superiore a quella fissata, per le specifiche circostanze di ogni caso, in un regolamento d esenzione per categoria o in una decisione della Commissione. La misura in questione non comporta l erogazione di aiuti condizionati all impiego preferenziale di prodotti o servizi interni rispetto ai prodotti d importazione. Art. 14 Controlli La Camera può disporre in qualsiasi momento ispezioni e controlli presso la sede del beneficiario e dell Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A., svolti direttamente o con l ausilio di soggetti terzi incaricati, finalizzati a verificare: - l effettiva fruizione dei servizi oggetto di Voucher; - il rispetto degli obblighi previsti dal presente bando; - la veridicità delle dichiarazioni e delle informazioni prodotte dal soggetto beneficiario; - la sussistenza e la regolarità dei documenti richiesti dal bando (fatture, contratti, dichiarazioni). Art. 15 Informazioni Le imprese beneficiarie si impegnano a tenere a disposizione, per un periodo non inferiore a 5 anni dalla data della comunicazione di assegnazione, tutta la documentazione contabile, tecnica e amministrativa, in originale, relativa ai servizi fruiti tramite il Voucher assegnato. 9

COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA Rodengo Saiano, 25/04/2012 Buongiorno, Le segnalo il bando regionale per l internazionalizzazione delle Pmi lombarde. BANDO LOMBARDIA BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO

BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO 1. FINALITA La Camera di Commercio di Catanzaro - per il tramite della sua Azienda Speciale

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

Bando per il sostegno alla brevettazione europea ed internazionale da parte di PMI della provincia di Mantova

Bando per il sostegno alla brevettazione europea ed internazionale da parte di PMI della provincia di Mantova Provincia di Mantova Bando per il sostegno alla brevettazione europea ed internazionale da parte di PMI della provincia di Mantova ART.1 FINALITA La Provincia di Mantova e la Camera di Commercio di Mantova

Dettagli

AVVISO PUBBLICO per la presentazione di manifestazioni di interesse per la partecipazione degli operatori turistici

AVVISO PUBBLICO per la presentazione di manifestazioni di interesse per la partecipazione degli operatori turistici ALLEGATO A AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO A R E A P R O M O Z I O N E E C O M M E R C I A L I Z Z A Z I O N E Calendario delle iniziative e delle manifestazioni di promozione turistica in Italia ed all

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI (Approvato dalla Giunta camerale con atto n. 38 del 24/02/2014) Art. 1 Finalità Nel quadro delle proprie iniziative

Dettagli

Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. Manuale di Registrazione per la Piattaforma Informatica www.investinroma.it

Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. Manuale di Registrazione per la Piattaforma Informatica www.investinroma.it Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. Manuale di Registrazione per la Piattaforma Informatica www.investinroma.it Perchè la Piattaforma L'iscrizione alla Piattaforma dell'agenzia è gratuita. Ti

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA di PARMA ANNUALITA 2015

LINEE GUIDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA di PARMA ANNUALITA 2015 LINEE GUIDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA di PARMA ANNUALITA 2015 ART. 1 - FINALITA E DESTINATARI La Camera di commercio di

Dettagli

CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI

CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI Allegato alla Delib.G.R. n. 50/27 del 10.11.2009 CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI L.R.10 gennaio 2001 n.. 2 Titolo T II DIRETTIVE DI

Dettagli

Ai fini dell ammissibilità al contributo, le spese rendicontate dovranno: a) essere pagate a mezzo di bonifico bancario;

Ai fini dell ammissibilità al contributo, le spese rendicontate dovranno: a) essere pagate a mezzo di bonifico bancario; BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PREVENZIONE ANTISISMICA, LA SICUREZZA E LA TUTELA DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO. Periodo di apertura per la presentazione delle domande telematiche:

Dettagli

REGOLAMENTO CONTRIBUTI A FAVORE DELLE IMPRESE UMBRE PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE IN ITALIA E ALL'ESTERO

REGOLAMENTO CONTRIBUTI A FAVORE DELLE IMPRESE UMBRE PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE IN ITALIA E ALL'ESTERO REGOLAMENTO CONTRIBUTI A FAVORE DELLE IMPRESE UMBRE PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE IN ITALIA E ALL'ESTERO ANNO 2015 1 Articolo 1 - Finalità Il Centro Estero Umbria, al fine di agevolare l internazionalizzazione

Dettagli

ENERGIE ALTERNATIVE PER UN TURISMO ED UNA AGRICOLTURA DI QUALITA

ENERGIE ALTERNATIVE PER UN TURISMO ED UNA AGRICOLTURA DI QUALITA ENERGIE ALTERNATIVE PER UN TURISMO ED UNA AGRICOLTURA DI QUALITA Erogazione di contributi in conto capitale alle P.M.I. del settore turistico e del settore agricolo localizzati nel territorio provinciale

Dettagli

3. SOGGETTI BENEFICIARI

3. SOGGETTI BENEFICIARI - Contributi per la creazione di start-up nel campo delle biotecnologie e delle scienze per la vita in provincia di Varese. Approvato con determinazione n.314 del 16/07/2014 1. PREMESSA Camera di Commercio

Dettagli

Allegato alla Delibera di Giunta camerale n. 25 del 17 febbraio 2014

Allegato alla Delibera di Giunta camerale n. 25 del 17 febbraio 2014 Allegato alla Delibera di Giunta camerale n. 25 del 17 febbraio 2014 Bando per il sostegno ai processi di brevettazione delle imprese della provincia di Piacenza Premessa La Camera di commercio di Piacenza

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE 1 BANDO DI CONCORSO Art. 1- Premessa la Camera di Commercio I.A.A. di Cosenza, nell ambito delle iniziative

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI CUNEO

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI CUNEO PAG. 1 1404 Allegato alla determinazione dirigenziale n. 131/PM del 18/02/2014 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI CUNEO BANDO PER LA CORRESPONSIONE DI CONTRIBUTI PER L'INNOVAZIONE

Dettagli

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ).

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ). Sostegno dei processi di internazionalizzazione delle Piccole e medie imprese del Lazio in forma aggregata Bando: L.R. n. 5 del 2008 Disciplina degli interventi regionali a sostegno Dell internazionalizzazione

Dettagli

Obiettivi del bando. Beneficiari

Obiettivi del bando. Beneficiari Scadenza: 02.05.2011 Regione Emilia Romagna: modalità e criteri per la concessione di contributi finalizzati a favorire la rimozione dell amianto dagli edifici, la coibentazione degli edifici e l installazione

Dettagli

COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE

COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE Direzione Sviluppo Economico e Valorizzazione Asset Patrimoniali e Territoriali Servizio SUAP e Polizia Amministrativa INTERVENTI PER ATTIVITA COMMERCIALI

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BARI

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BARI CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BARI Bando per la concessione di voucher per l'internazionalizzazione a beneficio di MPMI (micro, piccole e medie imprese) del territorio di

Dettagli

Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative.

Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative. Allegato A Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative. 1. Soggetti beneficiari Sono beneficiarie di contributi di

Dettagli

Consorzio UNI.T.I. Modalita attuative FONDO START UP

Consorzio UNI.T.I. Modalita attuative FONDO START UP Consorzio UNI.T.I. Modalita attuative FONDO START UP luglio 2013 1 1. PREMESSA Il Consorzio UNI.T.I. ha come obiettivo la realizzazione di un programma dell Università degli Studi di Genova per il supporto

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 16 suppl. del 02-02-2012

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 16 suppl. del 02-02-2012 6 REGOLAMENTO REGIONALE 31 gennaio 2012, n. 2 Regolamento per la concessione di aiuti di importanza minore (de minimis) alle PMI e abrogazione dei Regolamenti Regionali n. 24 del 21 novembre 2008 e n.

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011. Art. 1 - Oggetto e finalità

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011. Art. 1 - Oggetto e finalità BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011 Art. 1 - Oggetto e finalità La Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

http://www.indexexhibition.com Euro 6.250,00* *L IMPORTO soggetto ad IVA verrà definito successivamente in conformità alla normativa vigente

http://www.indexexhibition.com Euro 6.250,00* *L IMPORTO soggetto ad IVA verrà definito successivamente in conformità alla normativa vigente ASSIST, società di Confindustria Bergamo con la Camera di Commercio di Bergamo, costituita per offrire assistenza alle PMI nel processo di internazionalizzazione organizza la partecipazione delle Imprese

Dettagli

Voucher CooperAttive!

Voucher CooperAttive! bando Voucher CooperAttive! per l acquisto di servizi di assistenza destinati allo sviluppo delle società cooperative Sviluppo Aziendale Check-up Economico Finanziario Riorganizzazione Responsabilita Sociale

Dettagli

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE A MOSTRE E FIERE ANNO 2015

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE A MOSTRE E FIERE ANNO 2015 BANDO PER LA PARTECIPAZIONE A MOSTRE E FIERE ANNO 2015 TITOLO I CARATTERISTICHE DEL CONTRIBUTO Art. 1 Finalità La Camera di Commercio di Livorno, nel quadro delle proprie iniziative istituzionali per promuovere

Dettagli

4, 1 13 2015, 273 COMMERCIO ELETTRONICO

4, 1 13 2015, 273 COMMERCIO ELETTRONICO Circolare recante le modalità di presentazione delle domande per l attribuzione del credito d imposta per la realizzazione e l ampliamento di infrastrutture informatiche di cui all articolo 4, comma 1

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico VISTO il decreto legge 22 giugno 2012 n. 83, convertito nella Legge 7 agosto 2012, n. 134 concernente Misure urgenti per la crescita del Paese ; VISTO l Allegato 1 al DL 83/2012 che abroga la Legge 1083/54

Dettagli

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO AVVISO 3/12bis Modalità per la richiesta dei voucher formativi per i lavoratori delle imprese aderenti a For.Te. 1.

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto l'articolo 23 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE OPERANTI IN PROVINCIA DI TERAMO PER LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA AZIENDALE ANNO 2014

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE OPERANTI IN PROVINCIA DI TERAMO PER LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA AZIENDALE ANNO 2014 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE OPERANTI IN PROVINCIA DI TERAMO PER LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA AZIENDALE ANNO 2014 (Approvato dalla Giunta camerale con Delibera n. 19 del 30/01/2014

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI ALLEGATO 1 - DOMANDA (I dati riportati nella domanda devono corrispondere a quelli inseriti nel form on line per l assegnazione del numero di protocollo) PROT. N.. DEL.. (Inserire numero e data del protocollo

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLO SVILUPPO DEL TRAFFICO DI MERCI PER VIA FLUVIALE

BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLO SVILUPPO DEL TRAFFICO DI MERCI PER VIA FLUVIALE BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLO SVILUPPO DEL TRAFFICO DI MERCI PER VIA FLUVIALE Art. 1 Finalità e risorse Nell ambito degli obiettivi di realizzazione di progetti innovativi infrastrutturali

Dettagli

MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione BANDO "DAI DISTRETTI PRODUTTIVI AI DISTRETTI TECNOLOGICI -2" Distretto 9.2 - Elettronica e Meccanica di Precisione MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

Dettagli

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE ALLA FIERA ARTÒ TORINO (4-7 Novembre 2011) Articolo 2 Soggetti beneficiari e requisiti di ammissione -

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE ALLA FIERA ARTÒ TORINO (4-7 Novembre 2011) Articolo 2 Soggetti beneficiari e requisiti di ammissione - BANDO PER LA PARTECIPAZIONE ALLA FIERA ARTÒ TORINO (4-7 Novembre 2011) DI Articolo 1 Premessa - Nel quadro delle proprie iniziative istituzionali per promuovere lo sviluppo delle imprese e del territorio,

Dettagli

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti Avviso pubblico Finanziamenti a favore delle imprese commerciali, artigianali ed agricole con sede nel Comune di Vignola (Determinazione dirigenziale n. 174 del 18.4.2011) 1. Premessa Il Comune di Vignola,

Dettagli

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it 5. PROCEDURE Le gestione del bando, che comprende le attività di ricezione e istruttoria delle domande, concessione e revoca delle agevolazioni, controllo degli interventi realizzati, è affidata alla Direzione

Dettagli

Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012. Misure di sostegno dei piccoli comuni. L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31.

Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012. Misure di sostegno dei piccoli comuni. L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31. Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012 Misure di sostegno dei piccoli comuni L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31. Delibera della G.R. n. 48/38 del 01.12.2011 Misure attuative BANDO Assegnazione

Dettagli

Contributi CCIAA di Prato per realizzazione check up energetici. Prato, 21 gennaio 2014 20/01/2014 1

Contributi CCIAA di Prato per realizzazione check up energetici. Prato, 21 gennaio 2014 20/01/2014 1 Contributi CCIAA di Prato per realizzazione check up energetici Prato, 21 gennaio 2014 20/01/2014 1 Bando per la concessione di contributi alle imprese per la realizzazione di check up energetici anno

Dettagli

Circolare N. 13 del 27 Gennaio 2016

Circolare N. 13 del 27 Gennaio 2016 Circolare N. 13 del 27 Gennaio 2016 Bando disegni+3: via alle domande dal 12.03.2016 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che in data 03.12.2015 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Dettagli

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma, in collaborazione

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE AGRICOLE PER LA SENSIBILIZZAZIONE ALLE FORME DI SICUREZZA IN AZIENDA

BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE AGRICOLE PER LA SENSIBILIZZAZIONE ALLE FORME DI SICUREZZA IN AZIENDA BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE AGRICOLE PER LA SENSIBILIZZAZIONE ALLE FORME DI SICUREZZA IN AZIENDA Art. 1 Finalità e risorse Nell ambito delle proprie iniziative promozionali, la Camera

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

1. PREMESSA. La somma stanziata per l erogazione dei contributi ammonta a 150.000,00 euro ed è così ripartita:

1. PREMESSA. La somma stanziata per l erogazione dei contributi ammonta a 150.000,00 euro ed è così ripartita: Contributi alle MPMI della provincia di Varese per l banda larga (allegato alla determinazione n. 304 del 9 luglio 2014) 1. PREMESSA Nell ambito dell Accordo di Programma tra il Ministero dello Sviluppo

Dettagli

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI 2 ALLEGATO A) UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA OBIETTIVO COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO

Dettagli

Regolamento per l'erogazione Errore. Il segnalibro non è definito. di contributi a titolo di prestito d'onore Errore. Il segnalibro non è definito.

Regolamento per l'erogazione Errore. Il segnalibro non è definito. di contributi a titolo di prestito d'onore Errore. Il segnalibro non è definito. Regolamento per l'erogazione Errore. Il segnalibro non è definito. di contributi a titolo di prestito d'onore Errore. Il segnalibro non è definito. APPROVATO CON DELIBERAZIONE COMUNALE N 46 DEL 11-05-2009

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL Indice ART. 1 (FINALITÀ).......... 2 ART. 2 (INTERVENTI AMMISSIBILI)...... 2 ART. 3 (DESTINATARI)........ 2 ART. 4 (MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE)...... 2 ART. 5 (COSTI AMMISSIBILI).........

Dettagli

Fiscal News N. 221. La circolare di aggiornamento professionale. 23.05.2012 Marchi comunitari e internazionali: agevolazioni per la registrazione

Fiscal News N. 221. La circolare di aggiornamento professionale. 23.05.2012 Marchi comunitari e internazionali: agevolazioni per la registrazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 221 23.05.2012 Marchi comunitari e internazionali: agevolazioni per la registrazione A cura di Carlo De Luca Categoria: Agevolazioni Sottocategoria:

Dettagli

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale MODULISTICA DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI E DELL INNOVAZIONE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI COSENZA- EDIZIONE 2015 ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI COSENZA Il/la sottoscritto/a

Dettagli

Bandi di finanziamento

Bandi di finanziamento Bandi di finanziamento per neo -imprese e aspiranti imprenditori 1Mantova 16 ottobre 2015 DUE INTERVENTI DISTINTI 1) BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE (1508 Bando Neo-Imprese) DOTAZIONE FINANZIARIA:

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI CROTONE VIA A. DE CURTIS, 2 88900 CROTONE Il/la sottoscritto/a (cognome) (nome) codice Fiscale in qualità di titolare/legale rappresentante della ditta/società con sede in via/piazza

Dettagli

BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL SISMA. Disposizioni generali

BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL SISMA. Disposizioni generali BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL SISMA Disposizioni generali Art. 1 Finalità e destinatari A seguito degli eccezionali eventi sismici che hanno colpito, nel mese di maggio 2012, alcune

Dettagli

Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali

Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali Comune di UTA Provincia di Cagliari Allegato A alla delibera C.C. n.31 del 04/10/2012 Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali Approvato con delibera di Consiglio

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico. Il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con

Il Ministro dello Sviluppo Economico. Il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze Visto il decreto-legge 23 dicembre 2013, n. 145, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 febbraio 2014,

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il Reg. (CE) 1698/2005 del Consiglio del 20 settembre 2005 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR); VISTI gli Orientamenti comunitari

Dettagli

Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA

Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA L'attività di supporto alla creazione di imprese innovative è resa possibile grazie

Dettagli

4, 1 13 2015, 272 RETI D IMPRESA

4, 1 13 2015, 272 RETI D IMPRESA Circolare recante le modalità di presentazione delle domande per l attribuzione del credito d imposta per incentivare la creazione di nuove reti di imprese ovvero lo svolgimento di nuove attività da parte

Dettagli

Articolo 1 Finalità generali

Articolo 1 Finalità generali Allegato A Deliberazione della G.R. n. 104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie, private e degli

Dettagli

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali

Bando per la selezione e il finanziamento di programmi di stage ed esperienze formative in alternanza in contesti lavorativi internazionali INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE IN MATERIA DI ALTERNANZA, COMPETENZE E ORIENTAMENTO Bando per la selezione

Dettagli

Premessa. Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale

Premessa. Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale Bando per la concessione di contributi alle imprese per interventi relativi alla progettazione in materia di efficienza energetica con elevati standard di qualità (es. CasaClima, Leed e simili) superiori

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE SITE NEI CENTRI URBANI PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA.

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE SITE NEI CENTRI URBANI PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE SITE NEI CENTRI URBANI PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA. Art. 1 - DESCRIZIONE E FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CORRETTA GESTIONE DEI PROGETTI PRIVATI

LINEE GUIDA PER LA CORRETTA GESTIONE DEI PROGETTI PRIVATI LINEE GUIDA PER LA CORRETTA GESTIONE DEI PROGETTI PRIVATI MISURA 4.2 AZIONE 4.2.1 POR MOLISE 2000-2006 AIUTI DE MINIMIS ALLE IMPRESE ARTIGIANE S.F.I.D.E. Sviluppo, formazione, ideazione di progetti per

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L'ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MODENA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L'ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L'ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MODENA ART. 1 - FINALITA' DELL INTERVENTO E REQUISITI DI ACCESSO DEI CONFIDI AI

Dettagli

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Nell ambito del Fondo per il sostegno all accesso al credito delle imprese del Lazio (art. 20 LR 9/2005)

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET PAG. 1 1 trimestre 2012 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET Il presente bando è adottato con determinazione del Segretario Generale n. 355 del

Dettagli

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA La Microimpresa è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

INTERVENTI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE TERMINE Legge Finanziaria 2006, art. 6, comma 4 lettera b) Direttive di attuazione

INTERVENTI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE TERMINE Legge Finanziaria 2006, art. 6, comma 4 lettera b) Direttive di attuazione Allegato alla Delib. G.R. n. 9/13 del 8.3.2006 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA INTERVENTI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE TERMINE Legge Finanziaria 2006, art. 6, comma 4 lettera b) Direttive

Dettagli

Delibera di G.C. N. 15 del 7 febbraio 2014

Delibera di G.C. N. 15 del 7 febbraio 2014 Avviso pubblico e Regolamento per la concessione di contributi a parziale concorso delle spese di organizzazione di viaggi in provincia di Napoli in periodi di bassa e media stagione Annualità 2014 Delibera

Dettagli

Contributi a favore dei Consorzi per l internazionalizzazione: rendicontazione anno 2013

Contributi a favore dei Consorzi per l internazionalizzazione: rendicontazione anno 2013 Contributi a favore dei Consorzi per l internazionalizzazione: rendicontazione anno 2013 Contributi a favore dei Consorzi per l internazionalizzazione per lo svolgimento di attività promozionali anno 2014

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI ARTICOLO 1 - Finalità La Camera di Commercio di Trapani, nell ambito del progetto

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI VENEZIA ROVIGO DELTA LAGUNARE BANDO BENI STRUMENTALI 2015

CAMERA DI COMMERCIO DI VENEZIA ROVIGO DELTA LAGUNARE BANDO BENI STRUMENTALI 2015 CAMERA DI COMMERCIO DI VENEZIA ROVIGO DELTA LAGUNARE BANDO BENI STRUMENTALI 2015 BUDGET Le risorse finanziarie ammontano complessivamente ad euro 500.000. BENEFICIARI Possono presentare domanda per l accesso

Dettagli

FONDO GORIZIA CONFIDI GORIZIA ACCORDO PRESTITO PARTECIPATIVO CAPITALIZZAZIONE AZIENDALE

FONDO GORIZIA CONFIDI GORIZIA ACCORDO PRESTITO PARTECIPATIVO CAPITALIZZAZIONE AZIENDALE FONDO GORIZIA CONFIDI GORIZIA ACCORDO per la gestione del PRESTITO PARTECIPATIVO CAPITALIZZAZIONE AZIENDALE Visto il regolamento (CE) n. 1998/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006 relativo; all applicazione

Dettagli

BANDO CONTRIBUTI PER L ATTIVAZIONE DI UN SERVIZIO DI CONNETTIVITÀ A BANDA LARGA.

BANDO CONTRIBUTI PER L ATTIVAZIONE DI UN SERVIZIO DI CONNETTIVITÀ A BANDA LARGA. BANDO CONTRIBUTI PER L ATTIVAZIONE DI UN SERVIZIO DI CONNETTIVITÀ A BANDA LARGA. Art. 1 Finalità Nell ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, la

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

Indirizzo della sede / unità locale operativa Via c.a.p. Città Prov.

Indirizzo della sede / unità locale operativa Via c.a.p. Città Prov. Marca da bollo Euro 14,62 Spett.le CAMERA DI COMMERCIO DI ORISTANO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E REGOLAZIONE DEL MERCATO BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI ORISTANO

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L INFORMATIZZAZIONE DELLE PMI anno 2013

BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L INFORMATIZZAZIONE DELLE PMI anno 2013 Art. 1 Finalità e risorse BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L INFORMATIZZAZIONE DELLE PMI anno 2013 Nell ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale,

Dettagli

COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A TITOLO DI PRESTITO D ONORE

COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A TITOLO DI PRESTITO D ONORE COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A TITOLO DI PRESTITO D ONORE Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 40 del /29.11.2013 INDICE GENERALE

Dettagli

CONTRIBUTI AD AGGREGAZIONI DI IMPRESE PER PROGETTI D INTERNAZIONALIZZAZIONE IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015

CONTRIBUTI AD AGGREGAZIONI DI IMPRESE PER PROGETTI D INTERNAZIONALIZZAZIONE IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015 CONTRIBUTI AD AGGREGAZIONI DI IMPRESE PER PROGETTI D INTERNAZIONALIZZAZIONE IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015 Domanda di agevolazione Allegato A All Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio Servizio

Dettagli

CRITERI E MODALITÀ DI EROGAZIONE E REINTEGRO DEL FONDO ROTATIVO PER LE AGENZIE FORMATIVE DI CUI ALL ART. 60 DELLA L. R. 6 AGOSTO 2009 N.

CRITERI E MODALITÀ DI EROGAZIONE E REINTEGRO DEL FONDO ROTATIVO PER LE AGENZIE FORMATIVE DI CUI ALL ART. 60 DELLA L. R. 6 AGOSTO 2009 N. Allegato CRITERI E MODALITÀ DI EROGAZIONE E REINTEGRO DEL FONDO ROTATIVO PER LE AGENZIE FORMATIVE DI CUI ALL ART. 60 DELLA L. R. 6 AGOSTO 2009 N. 22 1. Obiettivi del Programma e linee di intervento previste

Dettagli

SPEAKER: Merlo Alessandro INTERVENTO: Requisiti di internazionalizzazione dei fornitori della Grande Distribuzione

SPEAKER: Merlo Alessandro INTERVENTO: Requisiti di internazionalizzazione dei fornitori della Grande Distribuzione SPEAKER: Merlo Alessandro INTERVENTO: Requisiti di internazionalizzazione dei fornitori della Grande Distribuzione 3 I due temi di oggi Internazionalizzazione e promozione all estero delle micro, piccole

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER A FAVORE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER A FAVORE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO pri BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER A FAVORE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO 2013 1. Oggetto della procedura di assegnazione di finanziamenti

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER

Dettagli

Accordo di Programma MISE-Unioncamere 2012 BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI/VOUCHER FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE

Accordo di Programma MISE-Unioncamere 2012 BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI/VOUCHER FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE Accordo di Programma MISE-Unioncamere 2012 BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI/VOUCHER FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE (approvato con deliberazione n. 18 del 10 aprile 2014) 1. PREMESSA

Dettagli

COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI

COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI LR 37/98 ART. 19 INIZIATIVE PER LO SVILUPPO E L OCCUPAZIONE ANNUALITA 2006 OGGETTO CONCESSIONE CONTRIBUTI, NELLA FORMA DEL DE MINIMIS, PER LA COSTITUZIONE DI NUOVE IMPRESE.

Dettagli

FAVORE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO 2015 ed in relazione al corso della durata di ore DICHIARA

FAVORE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO 2015 ed in relazione al corso della durata di ore DICHIARA All.2) AUTOCERTIFICAZIONE Il sottoscritto nato/a a il in qualità di legale rappresentante dell impresa, iscritta alla Camera di Commercio di Bergamo con il n. REA, a seguito dell ammissione da parte del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI VOLTI ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI VOLTI ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI VOLTI ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE (Deliberazione della Giunta della Camera di Commercio di Roma n. 59 del 21/04/2008)

Dettagli

AVVISO PUBBLICO per la presentazione di manifestazioni di interesse per la partecipazione degli operatori turistici Anno 2015

AVVISO PUBBLICO per la presentazione di manifestazioni di interesse per la partecipazione degli operatori turistici Anno 2015 ALLEGATO A AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO A R E A P R O M O Z I O N E E C O M M E R C I A L I Z Z A Z I O N E Calendario delle iniziative e delle manifestazioni di promozione turistica in Italia ed all

Dettagli

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda 5. PROCEDURE 5.1 Presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno essere predisposte e presentate esclusivamente utilizzando gli appositi servizi on-line ad accesso riservato, integrati nel

Dettagli

Articolo 1 Definizioni

Articolo 1 Definizioni Selezione per il finanziamento di Progetti per la realizzazione di iniziative di informazione territoriale delle Associazioni dei consumatori iscritte al CNCU (PDT2) Visti: la legge 14 novembre 1995, n.

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CAGLIARI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CAGLIARI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CAGLIARI Largo C. Felice, 72 09124 Cagliari tel. 070/605121 - sito web: http//www.ca.camcom.it INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83, convertito nella legge 7 agosto 2012, n. 134, concernente Misure urgenti per la crescita del Paese ; VISTO in particolare l articolo 42,

Dettagli

Pagina 1. Circolare n. 3/2010

Pagina 1. Circolare n. 3/2010 Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST in base alla Convenzione stipulata il 16.10.1998 tra il Ministero del Commercio con l Estero (ora Ministero dello Sviluppo Economico) e la SIMEST DELIBERA

Dettagli

REGOLAMENTO-TIPO DELLA COMUNITÀ SOLARE DI MEDICINA

REGOLAMENTO-TIPO DELLA COMUNITÀ SOLARE DI MEDICINA Allegato C) REGOLAMENTO-TIPO DELLA COMUNITÀ SOLARE DI MEDICINA Art. 1 Scopo ed oggetto del Regolamento Il presente regolamento ha lo scopo di disciplinare talune norme di funzionamento e di organizzare

Dettagli

Dispositivo. Azioni di sistema per il sostegno del sistema delle cooperative sociali di tipo B

Dispositivo. Azioni di sistema per il sostegno del sistema delle cooperative sociali di tipo B Provincia di Como Assessorato Politiche Attive del Lavoro Servizio provinciale collocamento mirato disabili rende note le indicazioni per la presentazione di Progetti previsti dal Piano provinciale per

Dettagli

Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013

Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 Scheda sintetica del bando relativo a: Concessione di contributi per la rimozione dell amianto dagli edifici, la coibentazione degli edifici e l installazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Art. 1 Finalità e risorse La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura

Dettagli