Dal sito di YAHOO.Finanza, 1 gennaio 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dal sito di YAHOO.Finanza, 1 gennaio 2012"

Transcript

1 Dal sito di YAHOO.Finanza, 1 gennaio 2012 Confesercenti: Crisi economica provocherà flessione consumi del 6-7% (LaPresse.it) Roma, 1 gennaio Anche i commercianti dai saldi invernali si aspettano "una leggera flessione, coerentemente alla situazione economica e socio-politica dell'italia". Dopo Codacons, anche il presidente di Fismo-Confesercenti, Roberto Manzoni, prevede un calo alla vigilia dei saldi che partiranno domani in Sicilia e in Basilicata, e che si completeranno tra il 5 e il 7 nelle rimanenti Regioni. "Per sapere come saranno basta guardare alla famiglia media - spiega Manzoni - che ha visto aumentare le spese fisse per la gestione familiare del 6-7%, perdendo contemporaneamente un altro 6-7% in potere d'acquisto. I saldi sono lo specchio dell'economia del Paese, e per questo ci aspettiamo una flessione: una flessione non drammatica, ma in linea con la situazione dell'italia. Qualcuno comprerà ciò di cui ha bisogno, ma altri saranno frenati dal timore per il futuro". Sui consumi, aggiunge Manzoni, ha pesato "anche la delusione suscitata dalla stesura finale della manovra, che tutti speravano più equa. Finché non saranno chiare le politiche per il rilancio economico del Paese, dubito che si riuscirà a far recuperare fiducia ai consumatori. Le liberalizzazioni degli orari, poi, non faranno altro che scremare quello che di buono ancora c'è sul mercato". Fiat: Landini, dal 9 gennaio 4 ore di sciopero territoriale (AGI) Roma, 1 gennaio Le quattro ore di sciopero territoriale deciso dalla Fiom il 16 dicembre contro la Fiat partiranno dal 9 gennaio con Assemblee e modalità diverse a seconda delle varie Regioni. Lo annuncia il leader del sindacato Maurizio Landini. "Ci sarà - spiega - una campagna straordinaria di Assemblee in tutti i luoghi di lavoro, anche in preparazione della manifestazione nazionale a Roma dell'11 febbraio". Landini ricorda che lo stop è stato indetto "per protestare contro la scelta della Fiat di uscire dal contratto e anche contro la decisione di Federmeccanica di considerare la Fiom non più firmataria del Contratto Nazionale". Coldiretti: Italiani hanno speso 2,4 miliardi per cenone Capodanno (LaPresse.it) Roma, 1 gennaio Sulle tavole del Capodanno sono stati spesi dagli italiani 2,4 miliardi di euro nelle case o nei ristoranti, negli agriturismi e nei locali appositamente allestiti per le feste, con un calo del 12% rispetto allo scorso anno secondo l'swg. E' la Coldiretti a tracciare un bilancio alimentare della notte più lunga dell'anno durante la quale gli italiani non si sono risparmiati nel consumo di spumanti e panettoni, ma anche nei piatti della tradizione come i circa 5 milioni di chili tra cotechini e zamponi che sono stati serviti in tavola insieme ad oltre dieci milioni di chili di lenticchie. Con il Capodanno - sottolinea la Coldiretti - si stima che siano state stappate almeno 80 milioni di bottiglie di spumante e aperti 100 milioni di panettoni. Segno che nonostante la crisi gli italiani non rinunciano a festeggiare ma stanno più attenti ai menù con una netta preferenza dei prodotti della tradizione nazionale rispetto alle mode di importazione: cotechini e zamponi hanno battuto salmone, ostriche e caviale e lo spumante italiano - conclude la Coldiretti - vince nettamente con il 98% dei brindisi nazionali.

2 Dal sito di YAHOO.Finanza, 2 gennaio 2012 Inps: dal 7 marzo pensioni oltre euro non più in contanti (Asca) Roma, 2 gennaio L'Inps informa che sono state inviate circa 450 mila comunicazioni ai pensionati che percepiscono pensioni mensili di importo complessivamente superiore a mille euro, pagate in contanti, per invitarli a comunicare all'istituto entro il mese di febbraio 2012 modalità alternative di riscossione. Come è noto, la legge n. 214 del 22 dicembre 2011 ha stabilito che le Pubbliche Amministrazioni devono utilizzare strumenti di pagamento elettronici, disponibili presso il sistema bancario o postale, per la corresponsione di stipendi, pensioni e compensi di importo superiore a mille euro (limite che potrà essere modificato in futuro con Decreto del Ministero dell'economia e delle Finanze). L'adeguamento alle nuove modalità di pagamento dovrà avvenire entro il 6 marzo L'Istituto quindi non potrà effettuare pagamenti in contanti di importo superiore a mille euro a partire dal 7 marzo I pensionati che stanno ricevendo la lettera dell'istituto potranno comunicare entro il mese di febbraio 2012 le nuove modalità di riscossione, scegliendo tra l'accredito in conto corrente, su libretto postale o su carta ricaricabile. La richiesta di variazione della modalità di pagamento potrà essere inoltrata attraverso il sito istituzionale da parte dei soggetti in possesso di Pin, oppure direttamente ad una Struttura Territoriale dell'istituto. In alternativa, la richiesta potrà essere fatta presso gli uffici bancari o postali, secondo le consuete modalità. Pensioni: Spi Cgil, incomprensibile stop contanti, Inps apra tavolo (Adnkronos) Roma, 2 gennaio "E' del tutto incomprensibile l'imposizione del Governo di bloccare l'erogazione in contanti delle pensioni sopra i euro. In questo modo, infatti, i pensionati saranno obbligati per Decreto ad aprire un conto corrente bancario o postale". Così in una nota Carla Cantone, segretario generale dello Spi Cgil, commenta lo stop del pagamento in contanti delle pensioni sopra i euro. "Non intendiamo assolutamente rassegnarci - continua Cantone - ad accettare questa norma ed è per questo che chiediamo all'inps di essere meno passiva rispetto alle decisioni del Governo e di aprire con urgenza un tavolo di confronto con le Organizzazioni Sindacali". Poste: offerte per accredito a costo zero delle pensioni (Asca) Roma, m2 gennaio Poste Italiane offre ai pensionati una gamma di soluzioni semplici, sicure e a costo zero per l'accredito della pensione in linea con le norme introdotte dalla Legge 22 dicembre 2011 n. 214 che impone limiti all'uso del contante, obbliga all'utilizzo di strumenti di pagamento elettronici e dal 7 marzo prossimo non consente agli Istituti finanziari di effettuare pagamenti di pensione in contanti di importo superiore ai mille euro. Per agevolare i pensionati Poste Italiane propone tre opzioni: il Conto BancoPosta Più, il Libretto postale ordinario nominativo e la InpsCard: la pensione sarà accreditata il primo giorno lavorativo del mese di competenza ed il pensionato potrà prelevare gratuitamente presso tutti i 14 mila uffici postali o presso gli sportelli postali automatici Postamat.

3 Per il 2012 il Conto BancoPosta Più sarà offerto gratuitamente, senza alcuna spesa di tenuta conto, a tutti i pensionati Inps e Inpdap di età superiore ai 65 anni che accrediteranno la propria pensione sul conto entro il 31 marzo 2012 e manterranno attivo il servizio fino al 31 dicembre La promozione è valida sia per i già clienti di Conto BancoPosta Più che per i nuovi sottoscrittori. Inoltre Conto BancoPosta Più offre prelievi gratuiti in numero illimitato sia negli uffici postali sia presso gli sportelli automatici Postamat, l'estratto conto mensile gratuito e alti rendimenti sulla liquidità. Il Libretto di risparmio nominativo ordinario è emesso dalla Cassa Depositi e Prestiti garantiti dallo Stato Italiano e offre alti rendimenti in confronto ad analoghe forme di risparmio. Non comporta alcuna spesa di apertura o di gestione e può essere intestato anche ad altre persone e può essere associato gratuitamente alla Carta Libretto postale, che permette di eseguire operazioni di prelievo e di versamento in tutti gli uffici postali e i Postamat. La terza soluzione proposta da Poste Italiane è la InpsCard, la carta di prelievo rivolta ai pensionati Inps che ritirano la pensione allo sportello degli uffici postali. La sua principale funzione è quella di ricevere l'accredito della pensione direttamente sulla carta. L'attivazione della InpsCard è gratuita e non ci sono spese per i prelievi di contante dai Postamat. La InpsCard opera sul circuito nazionale Postamat e sul circuito internazionale Cirrus/Maestro e consente di effettuare acquisti presso gli esercizi commerciali convenzionati, senza alcun costo aggiuntivo. Inoltre i pensionati con accredito della pensione su Conto Corrente, Libretto di Risparmio (se in possesso di Carta Libretto Postale) e su Carta INPS, usufruiscono di un plafond assicurativo gratuito di 700 euro annui a copertura dei rischi per eventuale furto, rapina o scippo di contante. Pensioni: Mastrapasqua, ora riforma lavoro e ammortizzatori sociali (Asca) Roma, 2 gennaio Fatta la riforma del sistema previdenziale, ora tocca al mercato del lavoro e agli ammortizzatori sociali. Lo afferma il Presidente dell'inps, Antonio Mastrapasqua, in un'intervista al Corriere della Sera. ''Come ha detto lo stesso Ministro Elsa Fornero - spiega Mastrapasqua -, alla riforma delle pensioni non può che seguire a stretto giro di posta la riforma del mercato del lavoro e degli ammortizzatori sociali. Mi pare che il Governo sia già al lavoro su questi temi. In un sistema che prevede da un lato l'allungamento dell'età pensionabile e dall'altro il metodo di calcolo contributivo - prosegue il presidente dell'inps - bisogna far sì che i Lavoratori abbiano carriere contributive piene, soprattutto per i giovani''. Immigrati: tassa permessi di soggiorno, arriva stangata (AGI), 2 gennaio Da un minimo di 80 a un massimo di 200 euro per richiedere o rinnovare il permesso di soggiorno. E' una vera e propria stangata (annunciata, ma non per questo meno amara) quella che incombe sugli immigrati. Che a partire dal prossimo 30 gennaio dovranno fare i conti con la nuova tassa prevista dal Decreto del Ministero dell'economia pubblicato sull'ultima Gazzetta Ufficiale del Premessa doverosa: la crisi che agita il sonno degli italiani, e le contromisure varate dal Governo, non c'entrano: il balzello, previsto in uno dei tanti 'pacchetti sicurezza' del Governo Berlusconi, non era ancora entrato in vigore. A sbloccarlo ha pensato il Decreto firmato lo scorso 6 ottobre dagli allora Ministri Tremonti e Maroni. Giochi: tassa su vincite, da ieri jackpot e vitalizi più leggeri (Asca) Roma, 2 gennaio Le vincite superiori a 500 euro saranno tassate del 6%. Da ieri è entrata in vigore, dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dello scorso 31 dicembre, una delle disposizioni necessarie per portare nelle casse dello Stato un miliardo di euro l'anno, a partire dal 2012, come previsto dalla Manovra bis approvata questa estate. Il Governo, riporta AgiproNews, ha chiesto maggiori entrate per 1,5 miliardi l'anno (uno dai giochi e mezzo dai tabacchi), dando facoltà ai Monopoli di ''variare l'assegnazione della percentuale della posta di gioco a

4 montepremi ovvero a vincite in denaro, la misura del prelievo erariale unico, nonchè la percentuale del compenso per le attività di gestione ovvero per quella dei punti vendita''. Se il prelievo fosse stato applicato alla più alta vincita di sempre in Italia, i 178 milioni al Superenalotto nell'ottobre del 2010, la trattenuta sarebbe stata pari a 10,6 milioni di euro. Applicata al jackpot in gioco in questi giorni, oltre 48 milioni di euro, si aggirerebbe sui 2,9 milioni. La tassazione del 6% alleggerisce anche i vitalizi. Win for Life oggi assegna al vincitore di prima categoria un premio da 6 mila euro al mese per 20 anni, che scenderà a euro (-360 euro). Per la versione 'Gold', saranno invece trattenuti 600 euro. Analogo discorso per i vitalizi assegnati con i gratta e vinci: 360 euro in meno al mese con 'Turista per Sempre' (e meno 12 mila euro per il bonus da 200 mila euro), e meno 600 euro al mese con ''Vivere alla Grande'' (e meno 30 mila euro per il bonus da 500 mila euro). Sul jackpot massimo delle Videolotteries, di 500 mila euro, il prelievo sulla vincita arriverà fino a 30 mila euro. Dalla tassazione sulle vincite restano fuori la Lotteria Italia, le scommesse, poker e casinò online, il bingo e le slot machines. Le giocate sullo sport hanno già un prelievo aggiuntivo - pagato però dai concessionari - introdotto dalla Legge di Stabilità 2011, definito anche 'tassa sul macinato': se la percentuale delle vincite scende sotto l'80% i concessionari devono versare il 20% della differenza. Ad esempio con un pay out al 75%, si versa all'erario un prelievo aggiuntivo dell'1%. Nessuna tassa per le vincite delle slot machines, visto che la vincita massima, 100 euro, è ben al di sotto della soglia su cui si applicherà la nuova tassazione. Consumi: Adoc, liberalizzazione orari negozi bene per concorrenza (Asca), 2 gennaio L'Adoc è favorevole al decreto sulla liberalizzazione delle aperture dei negozi, che da oggi è in vigore a Roma. L'abolizione delle norme che prevedevano orari massimi di apertura giornaliera degli esercizi commerciali, nonchè della chiusura nei giorni festivi, offrirà un opportunità di acquisto, di scelta e di comparazione anche in orari diversi da quelli in cui la maggior parte dei consumatori lavora. ''Questa situazione del tutto nuova per l'italia - dichiara Carlo Pileri, Presidente dell'adoc - darà l'opportunità al commercio di rinnovarsi e di lavorare sulla vera concorrenza per conquistare la clientela''. Adoc si augura che la concorrenza porti ad una forte riduzione dei prezzi, unica soluzione per risollevare l'economia del Paese. Il primo giorno dei saldi, partiti in Sicilia e in Basilicata il 2 Gennaio, non segna una inversione di tendenza rispetto alla previsione. Difatti, il primo giorno di saldi, tradizionalmente noto per l'assalto alle vendite scontate, ha registrato un calo dell'8% degli acquisti rispetto al Del resto la legge sui saldi è stata ampiamente violata, prima di Natale e prima di Capodanno dagli stessi negozianti, ed uno su due ha effettuato vendite promozionali con sconti fino al 50%. '' Una maggiore flessibilità sulla normativa dei saldi - conclude Pileri - potrebbe essere un altro passo in avanti per sganciarci da una Italia legata a tradizioni commerciali obsolete che non promuovono lo sviluppo economico e non tengono conto delle nuove esigenze dei consumatori''. Natale: Confcommercio, per consumi calo da 'pre - recessione' (AGI) Roma, 2 gennaio I consumi di Natale "sono risultati in linea con la recessione alle porte". Lo rileva un "primo monitoraggio" svolto dalle Federazioni aderenti a Confcommercio. - Ristorazione: (FIPE, Federazione Italiana Pubblici Esercizi). Rispetto allo scorso anno per il pranzo natalizio al ristorante si è registrato un calo della clientela italiana e straniera pari al 5%.

5 Quanto al cenone di Capodanno, tre quarti degli italiani hanno passato il 31 dicembre tra le mura domestiche proseguendo poi la festa in un locale (1,5%) o scegliendo la "piazza" (3%). Il 14% degli italiani (l'1% in meno rispetto all'anno scorso) ha trascorso il Capodanno in un locale pubblico (ristorante, pub, discoteca). Accise benzina: quali le ricadute sui consumatori (Trend.online) 2 gennaio, di Pierpaolo Molinengo Con l inizio dell anno e l aumento delle accise anche a livello regionale i prezzi della benzina hanno decisamente spiccato il volo, raggiungendo quota 1,74 Euro al litro, con punte di oltre 1,80 Euro al litro al Centro e al Sud. Le ricadute per gli automobilisti saranno drammatiche: solo in termini diretti, secondo le previsioni dell O.N.F., gli automobilisti spenderanno per i propri pieni di benzina +192 Euro nel Un aumento incredibile, cui vanno aggiunte le ricadute indirette (dovute all aumento dei costi di trasporto dei beni di largo consumo). Queste ultime, lo ricordiamo, non sono pagate solo dagli automobilisti, ma indistintamente da tutti i cittadini, dal momento che incidono sulla determinazione dei prezzi dei beni. Ad incidere in maniera indiretta sulla crescita dei prezzi, inoltre, contribuisce anche l aumento delle tariffe autostradali. Secondo le stime dell O.N.F., solo per questi fattori (ricadute indirette carburanti e tariffe autostradali), si avrà un rincaro nel settore alimentare di +161 Euro annui. Per questo si rende sempre più urgente intervenire sul fronte dei carburanti, prima di tutto con l annullamento del nuovo aumento dell IVA prospettato da settembre, che avrà effetti disastrosi sul potere di acquisto delle famiglie" dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef. Inoltre bisogna agire in maniera determinata sul versante delle liberalizzazioni anche in questo settore, aprendo la vendita alla grande distribuzione con importanti effetti in direzione di un calmieramento dei prezzi. Infine, è necessario disporre un serio piano di controlli e verifiche sul meccanismo della doppia velocità, per contrastare in maniera determinata le intollerabili speculazioni che spesso si verificano in questo settore. Benzina: CASPER, Passera ci convochi o sciopero acquisti (AGI) Roma, 2 gennaio La situazione dei prezzi dei carburanti in Italia è "drammatica", e "senza interventi tesi a calmierare i listini ogni automobilista nel 2012 si troverà a spendere 202 euro in più solo per i rifornimenti di benzina e gasolio". Lo afferma il CASPER, il Comitato contro le Speculazioni e per il Risparmio (Adoc, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori) confermando lo sciopero della benzina del 5 e 6 gennaio, revocabile "solo se il Ministro Passera convocherà tavolo. Ici, l'esenzione della Chiesa costa solo 100 milioni allo Stato (Milano Finanza), 2 gennaio Tanto rumore per nulla. O, meglio, per poco. Per mesi la polemica sull esenzione dal pagamento dell Ici da parte della Chiesa cattolica ha tenuto banco. Soprattutto nelle ultime settimane, dopo che il Governo presieduto da Mario Monti è stato costretto ad aumentare il prelievo sulle case, tassando di nuovo anche le prime abitazioni. Insomma, esentare dal balzello chiese e monasteri, soprattutto quando questi accanto alle attività religiose organizzano anche attività ricettive, a molti era sembrato un privilegio eccessivo. Anche perché, è uno degli argomenti principe degli oppositori del regime di favore, la Chiesa ha un enorme patrimonio immobiliare e dunque, tassandolo come ogni altra abitazione, si potrebbe recuperare una montagna di denaro da destinare al risanamento dei conti. Le stime si erano sprecate.

6 Qualcuno aveva parlato addirittura della possibilità per lo Stato di rimpinguare le casse pubbliche di oltre 2 miliardi di euro. Qualcun altro, più prudente, aveva ridotto la stima a 1 solo Miliardo. Ma la valutazione più attendibile è sempre apparsa quella dell ANCI, l Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, ossia di coloro che dovrebbero incassare le somme. L ANCI aveva indicato in circa 450 milioni l ammontare massimo ottenibile applicando l Ici anche agli immobili della Chiesa. Eppure anche questa cifra potrebbe essere decisamente sovrastimata. UK, Cameron: nel 2012 difficile pagare le bollette e trovare lavoro (Finanza.com), 2 gennaio Gran Bretagna di nuovo in forze nel 2012, ma sarà un anno difficile per l'economia domestica e per il lavoro degli inglesi, con l'occupazione, soprattutto giovanile, giovanile ai minimi. Lo riconosce David Cameron nel suo discorso di inizio anno, ammettendo che il suo Governo ha solo potuto dare una parziale protezione dalla crisi dell'eurozona, e condividendo le preoccupazioni delle famiglie britanniche. "Il problema principale è come trovare un lavoro, e come pagare le bollette. Stiamo prendendo provvedimenti su entrambi i fronti", ha detto il Premier del Regno Unito nel suo discorso. Una fonte di ottimismo viene dai giochi olimpici di quest'anno e dai festeggiamenti per il 60o anniversario dell'ascesa al trono di Elisabetta II, un'occasione per spingere l'economia e l'occupazione. Germania: 160 euro in più in busta paga nel 2012 (AGI) Berlino, 2 gennaio Busta paga più pesante per i tedeschi nel 2012, che si ritroveranno in tasca 160 euro in più all'anno. A tanto ammonta il calcolo fatto dalla 'Sueddeutsche Zeitung' sulla base delle facilitazioni entrate in vigore con l'anno nuovo, in particolare la riduzione dal 19,9 al 19,6% dei contributi pensionistici da ripartire a metà tra datori di lavoro ed occupati. Grazie a questa misura ogni Lavoratore si ritroverà in tasca al netto 60 euro in più, mentre gli altri 100 euro aggiuntivi derivano dall'aumento delle detrazioni fiscali per vari tipi di Previdenza Individuale. Ad approfittare di questa piccola manna saranno le persone con un reddito annuo lordo compreso fra 24mila e 66mila euro, mentre per chi guadagna di più il beneficio non supererà i 65 euro all'anno. Occupazione record in Germania, mai così alta da riunificazione (Wall Street Italia) Roma, 2 gennaio Germania alle prese con la crisi dei debiti sovrani europei? Sicuramente, visto che la Cancelliera tedesca Angela Merkel non ha mancato di avvertire il suo popolo sulle dure sfide che si presenteranno nel C'è però un dato tedesco che segna una performance difficile da giustificare in un contesto di crisi talmente elevata nell'eurozona. Si tratta del dati relativo all'occupazione che porta un preciso messaggio: quello secondo cui, come afferma un articolo della BBC, "il mercato del lavoro (tedesco) è una fase di boom". I numeri non lasciano adito a dubbi: nel 2011, 41,04 milioni di persone sono risultate avere un impiego. Si tratta del record dal 1990, ovvero dalla riunificazione della Germania. I dati sono forniti dall'ufficio Statistico Federale del Paese. E quanto è positivo è che gli esperti ritengono che l'occupazione salirà anche nel A Berlino la crisi è lontana. Per ora (Milano Finanza), 3 gennaio Nel discorso di fine anno Angela Merkel ha avvertito i suoi connazionali: «Il 2012 sarà senza dubbio più difficile del 2011». Di certo, finora il tedesco medio si è accorto della grave crisi economica che attraversa Eurolandia solo leggendo i giornali. Perché la Germania per il momento non solo ne è stata risparmiata, ma ha addirittura vissuto un anno d oro.

7 Il 2011 si è infatti chiuso con un record nel numero degli occupati, saliti per la prima volta sopra quota 41 milioni (livello mai superato dai tempi della riunificazione Ovest-Est) e in crescita dell 1,3% rispetto al Sempre nel corso del 2011 il numero di disoccupati è diminuito di 446 mila unità (-15,1%), attestandosi a 2,5 milioni di persone, mentre il tasso di disoccupazione è sceso dal 6,8% al 5,7%. Caso Monti, Merkel fu solo un alibi (Milano Finanza), 2 gennaio L articolata inchiesta del Wall Street Journal sul «caso Monti», che ha individuato in Angela Merkel la presunta mandante della sostituzione di Silvio Berlusconi alla guida del Governo italiano, pur nella sua dettagliatissima analisi manca di qualche elemento che i giornali italiani, come MF-Milano Finanza, hanno rivelato negli ultimi mesi. Si tratta di notizie e argomentazioni che coinvolgono, da agosto 2011, protagonisti assoluti della crisi: il Capo dello Stato Giorgio Napolitano, il Presidente della Bce Mario Draghi (allora Governatore della Banca d Italia), la stessa Cancelliera Tedesca, nonché alcuni dei principali banchieri italiani. E tutta la ricostruzione parte dal costante monitoraggio della situazione finanziaria internazionale effettuato da Via Nazionale, passa per le mosse segrete della diplomazia tedesca e si conclude nel Parlamento italiano ai primi di novembre con l avvento dell esecutivo guidato da Mario Monti. Le prime avvisaglie della crisi che si stava consumando tra Berlino e Roma arrivano a fine luglio, come rivelato da un articolo di MF-Milano Finanza il 3 agosto scorso. In quei giorni anche in Banca d Italia cominciava a farsi strada il dubbio che dietro la politica rigorista portata avanti dalla Germania dopo il virtuale fallimento della Grecia potesse esserci in fondo la malcelata volontà di avvantaggiare le imprese tedesche a danno di quelle italiane. E molti banchieri italiani si erano ormai persuasi che Berlino stesse fronteggiando in tutti i modi le aziende italiane che ancora davano battaglia nel mondo globale dell export. E quale sarebbe stata l arma in più tedesca? Far scendere il corso dei Btp a favore dei Bund, dando fuoco alla miccia della speculazione. La conferma alle notizie pubblicate a cavallo tra giugno e luglio a proposito del golpe che alcuni tra i più grandi Hedge Fund stavano preparando a danno dell Italia arrivò dagli echi di un discorso top secret di Mario Draghi. Crisi: Angeletti, aumento disoccupati è benzina su fuoco (AGI) Roma, 2 gennaio "C'è il rischio di andare verso un fase di recessione e quindi una fase perdita di posti di lavoro: l'aumento della disoccupazione non è un antidoto alla pace sociale, anzi è la benzina sul fuoco ed è questo il problema sui cui concentrarsi". A dirlo è il leader della Uil, Luigi Angeletti, in un'intervista a Sky Tg24. Per fare una politica che crei posti di lavoro, aggiunge Angeletti, "bisogna ridurre le tasse sul lavoro, ridurre l'evasione fiscale, ridurre i costi della politica e liberalizzare. Abbiamo una serie di norme che sono criminogene cioè inducono e favoriscono la corruzione". Lavoro: Ministero Sviluppo Economico,a rischio posti (AGI) Roma, 2 gennaio Il Ministero dello Sviluppo Economico "è impegnato a coordinare tavoli di crisi che riguardano circa 30mila posti di lavoro che, solo in caso di una mancata soluzione positiva delle vertenze in atto, potrebbero diventare a rischio". Lo precisa lo stesso MSE in una nota spiegando che "300mila" è un numero che "si riferisce al complesso di tutta l'occupazione diretta e indiretta (incluso ad esempio l'indotto) delle imprese a vario titolo coinvolte". Fabbisogno statale 2011 in significativo miglioramento (Tendenza & Mercati), 2 gennaio Il fabbisogno del 2011 ammonta, in base ai dati provvisori al , a circa 61,5 miliardi, 5,5 miliardi in meno rispetto all'anno precedente che aveva chiuso con un fabbisogno annuo di circa 67 miliardi.

8 Il miglioramento arriva quasi a 8 miliardi se si confronta il dato annuo 2010 e 2011 in modo omogeneo escludendo l'erogazione per il sostegno finanziario alla Grecia, che nel 2011 è stata molto più rilevante (circa 6 miliardi contro i 4 miliardi circa del 2010). Rispetto alle ultime stime DEF che si basavano per il 2011 su un fabbisogno di 64,8 miliardi, il dato effettivamente registrato sul fabbisogno 2011 è migliorativo di oltre 3 miliardi. Sul risultato ottenuto incide sia l'andamento più favorevole degli incassi fiscali sia l'andamento riflessivo di alcuni comparti di spesa. Per quanto riguarda il dato mensile, relativo al dicembre 2011, si segnala un avanzo del settore statale provvisoriamente determinato in oltre 8 miliardi, inferiore di circa 2 miliardi rispetto a quello realizzato nel dicembre 2010 che fu di oltre 10 miliardi. In termini omogenei, tenuto conto dell'erogazione a favore della Grecia e della riduzione della percentuale di acconto IRPEF, l'avanzo del mese si attesterebbe a oltre 12 miliardi. In particolare, dal lato degli incassi nel mese di dicembre è da segnalare il buon andamento delle entrate fiscali nonostante il differimento al 2012 del versamento di 17 punti percentuali dell'acconto Irpef (circa 3 miliardi), disposto in attuazione dell'articolo 55 del D. L. 78/2010, come modificato dalla legge di stabilità per il 2012, per alleggerire il carico fiscale di fine anno dei contribuenti persone fisiche. Dal lato dei pagamenti, rispetto all'analogo mese di dicembre 2010, il saldo del mese sconta, oltre alla citata erogazione a favore della Grecia, una dinamica in linea con le previsioni. In particolare si segnalano il contenuto aumento alla spesa per interessi, i trasferimenti alle regioni che hanno rispettato i piani di rientro della spesa sanitaria e l'accelerazione dei rimborsi fiscali. Monte Paschi: proposta di nomina nel CdA del 12 gennaio 2012 (Tendenza & Mercati), 2 gennaio Il 12 gennaio prossimo il CdA di Banca Monte dei Paschi di Siena esaminerà la proposta di nomina di Fabrizio Viola a Direttore Generale del gruppo. Viola, nato a Roma nel 1958, si è laureato in Economia Aziendale all Università Bocconi di Milano. È stato Direttore Generale di Banca Popolare di Milano, dal settembre 2004 allo stesso mese del 2008 prima di essere nominato Amministratore Delegato della Banca Popolare dell Emilia Romagna, incarico ricoperto fino ad oggi. Dal 2005, inoltre, è Consigliere d Amministrazione e membro del Comitato Esecutivo dell Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane e di ASAM, Associazione per gli Studi Aziendali e Manageriali. Viola ha in seguito assunto la carica di Presidente di AICIB, Associazione Italiana Corporate & Investment Banking. Nel 2006 è diventato membro del Consiglio di Amministrazione di Fiera Milano SpA. Nella prima parte della sua carriera ha lavorato in importanti società del settore della consulenza e della finanza per poi entrare nel settore dell Asset Management, assumendo la responsabilità della gestione di alcuni Fondi comuni di investimento di dimensione internazionale. Tra le esperienze professionali più rilevanti, l ingresso, nel 1987, nel Gruppo IMI, nell ambito del quale è stato Direttore e responsabile del portafoglio azionario italiano delle gestioni patrimoniali private e istituzionali presso SIGE. Nel 1990 entra nel Gruppo Fondiaria e, nel 1995, entra nel Gruppo BPM, come Vice Direttore Generale e Direttore Investimenti in Ges.Fi.Mi SpA, responsabile dell attività di Asset Management del Gruppo Banca Popolare di Milano. Dopo un esperienza di circa tre anni come Vice Direttore Generale di Banca Popolare di Vicenza, rientra nell ottobre 2001 nel Gruppo BPM con il ruolo di Condirettore Generale e membro del Consiglio di Amministrazione di Bipiemme Gestioni SGR. Nel 2002 assume la carica di Direttore Generale della medesima società. Nella stessa seduta del 12 gennaio, il CdA esaminerà anche la proposta relativa all uscita dal Gruppo Montepaschi dell attuale Direttore Generale Antonio Vigni che, con grande senso di attaccamento all Azienda ha manifestato la propria disponibilità a risolvere in maniera

9 consensuale il proprio rapporto di lavoro rimanendo a disposizione comunque per eventuali incarichi. Antonio Vigni ha guidato la Banca dal 2006 ad oggi, gestendo con grande capacità tutti i passaggi e le profonde trasformazioni organizzative che hanno portato il Monte dei Paschi di Siena a diventare la terza Banca del Paese. L esperienza professionale di Vigni, maturata interamente all interno del Gruppo Montepaschi, dove è entrato appena conseguito il diploma di scuola superiore fino a diventare uno dei manager più apprezzati del mondo bancario, sarà comunque un valore da cui attingere nel prossimo futuro. MPS, Piazzi è il candidato più accreditato per il dopo Mussari (Milano Finanza), 2 gennaio Alessandro Piazzi, attualmente Amministratore Delegato di Estra Energie e componente della Deputazione Generale della Fondazione Mps, sarebbe il candidato più accreditato a prendere il posto di Giuseppe Mussari alla Presidenza di Banca Mps. Piazzi, che viene dal mondo accademico e si è fatto esperienza come Manager guidando la multiutility nata dalle aziende del gas di Prato, Siena e Arezzo, viene indicato in ambienti finanziari della città del Palio come il candidato sul quale punterebbe il Sindaco Franco Ceccuzzi per la Presidenza di Rocca Salimbeni. Tra i nomi che sono circolati nelle ultime ore per il ruolo di Presidente della Banca c'è anche quello dell'attuale numero uno della CDP, Franco Bassanini, considerato molto legato a Ceccuzzi e a Siena, nel cui collegio elettorale in passato è stato eletto senatore. Sciolto il nodo della guida operativa della Banca, che il 12 gennaio sarà ufficialmente affidata all'ex A. D. della BPER, Fabrizio Viola, prima nel ruolo di D. G. e successivamente in quello di Amministratore Delegato, starebbe dunque andando a maturazione anche il dossier sulla futura Presidenza della Banca. Nei giorni scorsi Mussari aveva manifestato la propria indisponibilità a ricandidarsi per un terzo mandato e i vertici delle Istituzioni politiche locali, che esprimono la maggioranza della Deputazione Generale della Fondazione Mps, starebbero già al lavoro per trovare un nuovo Presidente a Rocca Salimbeni. La decisione finale, come sottolineato recentemente dal Sindaco Ceccuzzi, spetterà comunque ai soci della Banca, a cominciare dalla stessa Fondazione Mps. Tuttavia dopo l'accordo per la ristrutturazione del debito, che ha messo in sicurezza l'ente almeno fino al marzo prossimo, ad avere in mano il pallino delle strategie sembra essere proprio Ceccuzzi. Non per nulla il primo cittadino di Siena ha più volte auspicato che gli attuali Vertici dell'ente, a partire dal Presidente Gabriello Mancini, agiscano con senso di responsabilità mettendo a disposizione il proprio mandato prima della sua naturale scadenza, in modo che si possa arrivare a un avvicendamento in tempi rapidi. FonSai: in rialzo a Piazza Affari su voci di fusione con Unipol (Finanza.com), 2 gennaio Bene FondiariaSai a Piazza Affari in scia alle voci di una possibile fusione a tre con Premafin e Unipol. Il titolo del Gruppo Ligresti avanza del 4,68% a 0,649 euro. Confermato inoltre l'interesse, spuntato nei giorni scorsi, del Fondo Clessidra pronto ad investire 200 milioni di euro. In ipotesi ci sarebbe anche un maxi-aumento di capitale da oltre un miliardo di euro. BPER arretra con dimissioni Viola. Equita mantiene view positiva (Trend.online), 2 gennaio di Alberto Susic Il 2012 è partito con il piede sbagliato per Banca Popolare dell Emilia Romagna che dopo un apertura in frazionale rialzo a 5,55 euro, è sceso a toccare un minimo a 5,33 euro, con un ribasso di oltre tre punti e mezzo percentuali.

10 Da questo livello si è avuto un recupero che tuttavia non ha permesso al titolo di azzerare le perdite, visto che negli ultimi minuti viene scambiato a 5,435 euro, con un ribasso dell 1,72% e poco meno di 300mila azioni passate di mano fino ad ora. Banca Popolare dell Emilia Romagna è penalizzato dalle dimissioni dell A. D. Fabrizio Viola, che sarà nominato prima Direttore Generale poi Amministratore Delegato di Banca Monte Paschi. La notizia è negativa per la Banca emiliana, visto che esce dal Gruppo un Manager con un track record comprovato. In seguito alle dimissioni di Viola, gli analisti di Equita SIM hanno deciso di azzerare il peso del titolo in portafoglio, pur mantenendo una visione positiva sullo stesso. La raccomandazione viene infatti ribadita a buy, con un target price a 7,8 euro. La SIM milanese spiega che l azzeramento del peso in portafoglio ha carattere tattico ed è legato all incertezza che si viene a creare in seguito alle inattese dimissioni. Non cambia comunque la view positiva di fondo basata su solidi fondamentali del Gruppo che garantiscono una visibilità degli utili superiore alla media. Equita SIM ha fatto sapere di essere pronta ad inserire nuovamente in portafoglio Banca Popolare dell Emilia Romagna, non appena si chiariranno i tempi legati al rinnovo del Vertice. Consob, sanzioni per 7,8 milioni nel 2011 e spese tagliate per il 2012 (Milano Finanza), 2 gennaio La Consob ha proseguito l'attività di monitoraggio degli abusi via Internet in materia di sollecitazione all'investimento e di prestazione dei servizi di investimento e di gestione collettiva: sono stati 155 i siti web oggetto di analisi, in aumento rispetto ai 96 nel Sono stati poi conclusi 226 procedimenti sanzionatori, dei quali 195 sono sfociati nell'adozione di provvedimenti per un importo complessivo delle sanzioni pecuniarie applicate pari a circa 7,8 milioni di euro (296 procedimenti sanzionatori conclusi e 241 provvedimenti sanzionatori assunti, per complessivi 14,6 milioni di euro di sanzioni pecuniarie nel 2010). Per quanto riguarda i processi di listing sono stati approvati i prospetti per la quotazione di 5 nuove società (Philogen, Rhiag-Inter Auto Parts Italia, Moncler, Ferragamo e Sem-Sorgenti Emiliane Modena) contro le 3 del Ma solo Ferragamo, complici le turbolenze dei mercati, è effettivamente sbarcata a Piazza Affari. Seppur in aumento rispetto all'anno precedente (nel 2011 sono state 14 le OpA e 10 le OpS, rispetto ai 10 documenti d'offerta pubblicati nel 2010), la maggioranza delle Offerte Pubbliche di Acquisto si sono concluse con il delisting delle società acquisite, come Bulgari e Coin. In crescita anche gli annunci di patti parasociali: 214 annunci di Accordi, contro i 201 del 2010, relativi a 86 società. Nel dettaglio, in 129 casi si è trattato di variazioni di Patti già esistenti, in 53 casi si è trattato di scioglimento o venir meno degli scopi previsti nel Patto stesso mentre i restanti 32 hanno riguardato la pubblicazione degli estratti di nuovi Patti parasociali. La Consob ha preparato infine un Piano di risparmio per l'anno appena cominciato. Grazie all'adozione di significative misure di riduzione e di razionalizzazione dei costi di gestione, la spesa effettiva programmata dalla Consob per il 2012 è di 122,89 milioni di euro, con una riduzione di 9,76 milioni rispetto al dato di spesa In termini percentuali il contenimento ammonta a circa l'8%. Conseguentemente è stato possibile applicare un'analoga riduzione delle entrate contributive dovute dai soggetti vigilati: il gettito previsto dal regime contributivo per il 2012 scende pertanto a 105,90 milioni di euro rispetto ai 113,61 del Il minor onere a carico del mercato sarà di 7,71 milioni (-7% circa, rispetto all'anno precedente). Per effetto della progressiva riduzione del trasferimento a carico dello Stato, ormai quasi azzerato, da anni l'onere del finanziamento dell'autorità ricade pressoché integralmente sul mercato.

11 Scandalo di insider trading alla Banca Centrale Svizzera (Wall Street Italia) Berna, 2 gennaio Uno scandalo ha travolto la Svizzera dopo che son iniziate a circolare voci circa transazioni sospette da parte di un familiare molto vicino al Presidente della Banca Nazionale Elvetica. Le indiscrezioni sono finite sulle prime pagine dei giornali nazionali, come Les Temps, e tutti hanno incominciato a domandarsi perchè mai la moglie del numero uno della SNB avrebbe scambiato una quantità seppur non ingente di franchi prima di una massiccia svalutazione della stessa divisa. Per il momento si tratta di rumor, ma le informazioni circa le transazioni illegali dell'entourage del Presidente della Banca Nazionale Svizzera, Philipp Hildebrand, sono già arrivate al Consiglio Federale. Ciò ha spinto il Governo a fare esaminare i conti bancari di Hildebrand, che per il momento sembrano a posto. Kashya, moglie di Philipp Hildebrand, non poteva scegliere un timing migliore per l'operazione nel mercato valutario: la donna ha venduto franchi svizzeri pochi giorni prima che la SNB iniziasse a svalutare la moneta. Le voci sostengono che la transazione sia stata effettuata dopo un colloquio tra moglie e marito. Sembra che Kashya Hildebrand abbia comprato circa $500 mila quando ha scommesso al ribasso sul franco. L'operazione è stata limitata e ha portato nelle tasche della famiglia Hildebbrand solo $ 50 mila in meno di un mese. Considerando che si tratta di una somma contenuta, non si è verificato ancora nulla di nefasto. Dal sito di YAHOO.Finanza, 3 gennaio 2012 Italia chiede a UE di evitare nuovi vincoli su debito (Reuters), 3 gennaio L'Italia chiede all'europa di evitare di rendere ancora più stringenti i vincoli sulla riduzione del debito pubblico rispetto a quando già previsto nella riforma del Patto di Stabilità denominata 'Six Pack'. Lo dice il Ministro per le Politiche Comunitarie Enzo Moavero Milanesi al Corriere della Sera, in edicola stamane, spiegando il contenuto di una lettera inviata dal Governo italiano al Presidente UE Herman Van Rompuy in merito alle conclusioni del Vertice europeo del 9 dicembre scorso. "Per noi è importante che nell'accordo [che codificherà le conclusioni del summit del 9 dicembre] non ci sia niente che squilibri e complichi il quadro complessivo rispetto al Six Pack", dice Moavero. "Va benissimo riprendere e codificare quelle norme in maniera più formale e solenne, ma non ci sembra necessario fare di più". La riforma del Patto di Stabilità europeo denominata Six Pack, entrata in vigore a inizio dicembre, stabilisce per i Paesi della zona euro il vincolo di una riduzione del debito pubblico in eccesso rispetto alla soglia del 60% del Pil di un ventesimo ogni anno, ma prevede che vengano considerati fattori attenuanti, come lo stock di risparmio privato di un paese. Nelle conclusioni del Vertice europeo del 9 dicembre, i leader europei hanno ribadito l'obbligo di riduzione del debito di un ventesimo, omettendo, però, di nominare i fattori attenuanti. Eliminare dalla nuova normativa le attenuanti rischia di rendere il vincolo sul debito una camicia di forza per l'italia, che l'anno prossimo si troverà ad affrontare anche una recessione. Nulla da dire sui maxi-compensi (Italia Oggi.online), 3 gennaio di Alessandra Nucci È stato un flop per i sindacati il say-on-pay, la clausola della legge di riforma di Wall Street, fortemente voluta proprio dai rappresentanti dei Lavoratori, che dà ai Dipendenti di un'azienda il diritto di esprimere il proprio parere sui mega-compensi accordati agli Amministratori Delegati. Solo 36 imprese sulle che hanno messo ai voti le remunerazioni dei loro massimi Dirigenti hanno registrato un pollice verso. Nelle altre, invece, i compensi milionari hanno avuto il via libera delle maestranze.

12 Il risultato è stato rivelato dalla rivista Forbes, che lo ha definito il «piccolo lurido segreto» che smentisce il risentimento popolare che, si presumeva, covasse sotto la cenere in proporzioni massicce. Sul meccanismo say-on-pay, che si può tradurre grosso modo «dì la tua sui mega-compensi», avevano puntato molto i Sindacati. Ora essi temono che questa possibilità possa essere abrogata dai Repubblicani, che hanno la maggioranza alla Camera. Così sul sito web della Federazione Sindacale Americana Afl-Cio compare un meccanismo che permette di fare i paragoni più estremi fra le paghe dei vertici di aziende famose, come la Boeing o la Lockheed, e le paghe di figure come l'infermiera o il pompiere. Una scelta che pure resta significativa, anche se è tirata per i capelli, dato che in America le paghe possono variare moltissimo da un luogo a un altro e da un'azienda a un'altra. Così non interessa tanto sapere che Ray Irani, A. D. della Occidental Petroleum, l'anno scorso ha guadagnato un totale di 58,56 milioni di euro, ma solo che ha intascato volte la paga di un insegnante e volte di più di un'infermiera. Né interessa tanto sapere che W. James McNerney, Amministratore Delegato della Boeing, ha guadagnato 15,21 milioni di euro, quanto il fatto che ciò corrisponde a 533 volte lo stipendio di un Lavoratore dell'edilizia. A ogni raffronto compare una domanda: «Ray Irani ha contribuito volte alla nostra comunità rispetto a un insegnante?». Ancora: «James McNerney contribuisce 533 volte alla nostra comunità rispetto a un Lavoratore dell'edilizia?». E così via. Fra le poche aziende i cui A. D. sono stati bocciati nel referendum say-on-pay, le più note sono Hewlett- Packard, sommersa dai problemi, Freeport-McMoran Copper & Gold, una grossa impresa mineraria, il Fondo Comune Janus Capital (NYSE: JNS - notizie) e Cincinnati Bell, una società di servizi. Mps svolta con Fabrizio Viola (Italia Oggi.online), 3 gennaio di Simonetta Scarane La notizia dell'arrivo a Siena di Fabrizio Viola alla Direzione Generale del Gruppo bancario di Rocca Salimbeni ha fatto bene al titolo Mps che ieri in Borsa ha registrato l'aumento del 3,06%. Non altrettanto è andata per Banca Popolare dell'emilia Romagna (BPER) rimasta senza il suo Amministratore Delegato. Il mercato ha reagito male all'addio del Manager bocconiano a BPER della quale Viola era Amministratore Delegato dal Popolare Emilia ieri è rimasta ancora in territorio negativo registrando la perdita dello 0,99%. Se il mercato borsistico ha premiato, ieri, la scelta di Viola (romano di nascita, milanese da sempre, classe 1958, bocconiano, già Direttore Generale di Banca Popolare di Milano) al Gruppo Montepaschi, presieduto da Giuseppe Mussari dato in uscita (anche Presidente ABI, Associazione Bancaria Italiana), non altrettanto sembrano fare i Sindacati interni al Gruppo bancario. Il Coordinamento RSA Banca Monte dei Paschi Siena SpA ha fatto sapere che non avrebbe voluto il cambio della guardia sulla poltrona della Direzione Generale. Non una posizione contraria a Viola, piuttosto una difesa del Direttore Generale, il senese Antonio Vigni, una carriera all'interno del Gruppo, che si è dichiarato disponibile a risolvere in maniera consensuale il proprio rapporto di lavoro rimanendo a disposizione comunque per eventuali incarichi. Antonio Vigni ha guidato la Banca dal 2006 ad oggi, gestendo le trasformazioni organizzative che hanno portato Monte dei Paschi di Siena a diventare la terza Banca del Paese. I Sindacati chiedono che i vertici della Banca, il Presidente Giuseppe Mussari e il Presidente della Fondazione Gabriello Mancini, si assumano le responsabilità della scelta di un segnale così forte di discontinuità. In sostanza, per i Sindacati interni dovrebbero dimettersi. Il 12 gennaio il CdA di Mps esaminerà la proposta di nomina a Direttore Generale del Gruppo di Fabrizio Viola, che è destinato a diventare anche Amministratore Delegato dell'istituto senese,

13 carica che al momento non esiste nell'organigramma della Banca che ha deciso comunque all'inizio dell'anno di imprimere un'accelerata al cambiamento rispetto al passato. E il segnale della discontinuità è arrivato con Viola che si troverà a dover gestire per prima cosa, in corsa, la necessità del rafforzamento patrimoniale chiesto dalla Banca d'italia. Quando verrà nominato Direttore Generale ufficialmente, giovedì della prossima settimana, il 12 gennaio, Viola dovrà affrontare il suo primo banco di prova in corsa: la messa a punto del piano che dovrà spiegare come rafforzare la patrimonializzazione della Banca. Avrà una settimana di tempo per rispettare l'appuntamento del 20 gennaio (a meno di proroghe) fissato da Banca di Italia alle Banche per illustrare i Piani di rafforzamento dei centri patrimoniali. «La nomina di un nuovo Management potrebbe essere un catalizzatore per Mps dato che Fabrizio Viola è conosciuto e apprezzato dal mercato», si legge in una nota di Mediobanca che si aspetta che il nuovo Manager prosegua con le misure di controllo sui costi già avviate dall'attuale squadra alla guida dell'istituto. Banca Akros non esclude l'annuncio di potenziali svalutazioni a partire dal goodwill relativo all'acquisizione di Antonveneta. «Nel lungo termine però consideriamo Viola la persona giusta per rispondere al fabbisogno di capitale per 3,3 miliardi identificato dall'eba, vista la sua storia di successo come A. D. della Popolare Emilia», continua lo studio. «La Fondazione Mps ha inaspettatamente nominato un outsider come Direttore Generale per cercare di risolvere il problema di sottopatrimonializzazione senza lanciare un aumento di capitale, che la Fondazione stessa non potrebbe permettersi», ha concluso Banca Akros. Quanto a Pop. Emilia, Akros si aspetta che «la prima conseguenza della partenza dell'a. D. sarà un ritardo nella presentazione del nuovo Piano Industriale, che era attesa nelle prossime settimane». Anzianità online dal 1 maggio (Italia Oggi.online), 3 gennaio di Carla De Lellis Più tempo per la presentazione obbligatoria per via telematica della domanda di pensione. Fino al 30 aprile, infatti, sarà ancora possibile utilizzare il canale tradizionale. Lo rende noto l'inps nella circolare n. 174/2011. Con circolare n. 131/2011, l'inps aveva attiva dal 30 settembre 2011 la modalità di presentazione telematica in via esclusiva, delle domande inerenti le prestazioni previdenziali e assistenziali di ricostituzioni, di pensioni di anzianità e vecchiaia, di assegni sociali, di pensioni/assegni d'invalidità e inabilità, di pensioni ai superstiti e di reversibilità. Dal 1 gennaio 2012, si aggiungono anche le domande di pensioni ai superstiti e indirette, di pensioni di invalidità specifica carico del soppresso Fondo autoferrotranvieri, le pensioni di inidoneità al servizio ferroviario in genere a carico del fondo Ferrovie dello Stato. Tuttavia, precisa l'inps, al fine di garantire la più ampia informazione delle novità sulla presentazione mediante modalità telematica, è previsto un periodo transitorio fino al 30 aprile, durante il quale sarà ancora possibile inviare le domande con le tradizionali modalità. Con circolare n. 171/2011, inoltre, l'inps comunica che dal 1 gennaio anche le richieste di congedo straordinario per l'assistenza al familiare disabile in situazione di gravità devono essere inoltrate attraverso i canali Web, Patronato e Contact-Center. In tal caso, il periodo transitorio durerà fino al 29 febbraio; alla scadenza, i tre canali citati diventeranno esclusivi. Con circolare n. 172/2011, ancora, l'inps comunica che dal 1 gennaio le domande di trattamento di disoccupazione in favore dei Lavoratori rimpatriati e di trattamento di disoccupazione ai Lavoratori frontalieri italiani in Svizzera deve avvenire attraverso i canali Web, Patronato e Contact-Center. Il periodo transitorio durerà fino al 31 marzo; alla scadenza, i tre canali citati diventeranno esclusivi.

14 Infine, con circolare n. 173/2011, l'inps comunica che dal 1 gennaio le domande di disoccupazione e assegno per il nucleo familiare ai Lavoratori agricoli dipendenti devono avvenire attraverso i canali telematici (Web, Patronato e Contact-Center). Il periodo transitorio durerà fino al 31 marzo; alla scadenza (dal 1 aprile), i tre canali citati diventeranno esclusivi. Inps: contro code a sportello servizio pagamenti online (Agi) Roma, 3 gennaio L'Inps aggiunge un altro servizio telematico "per rendere sempre più semplici e con facili modalità di utilizzo i pagamenti online, per semplificare in questo modo il rapporto con i cittadini e nello stesso tempo evitare code agli sportelli". E' quanto si legge in una nota dell'istituto. Da oggi è attivo sul sito "Il Portale dei pagamenti" che offre ai cittadini e agli utenti "un punto unico dove si possono trovare tutti i servizi abilitati per eseguire il pagamento dei bollettini online, stampare i bollettini MAV, acquistare i buoni lavoro o voucher online, visualizzare i pagamenti effettuati e avere notizie e aggiornamenti sulle nuove modalità di pagamento". Germania: disoccupazione scende più del previsto, tasso 6,8% (Agi) Berlino, 3 gennaio La disoccupazione in Germania è calata più del previsto in dicembre di unità rispetto al mese precedente a 2,888 milioni. Il tasso della disoccupazione scende così al 6,8% dal 6,9% di novembre, come ha sancito oggi l'ufficio Federale del Lavoro. Spagna: nuovo record di disoccupati, sono 4,42 milioni (Agi) Madrid, 3 gennaio Sale ancora il numero dei disoccupati in Spagna, che era già a livelli record. Alla fine del 2011 erano , il 7,86% in più del Solo nell'ultimo mese dell'anno le persone senza lavoro sono aumentate di unità secondo i dati ufficiali pubblicati oggi. Terza manovra per la Spagna (Italia Oggi.online), 3 gennaio A Madrid non dormono certo sonni tranquilli. Tanto meno il nuovo Governo di centro-destra, nominato dopo la vittoria elettorale di Mariano Rajoy. Di fronte a un deficit pubblico che si è portato sopra l'8% del Pil rispetto al 6% previsto, bisogna trovare urgentemente nuove entrate per riequilibrare i conti. Queste misure andranno ad aggiungersi a quelle già approvate e che consistevano in un taglio dapprima di 15 e poi di 9 miliardi di euro. La coperta è sempre più corta, dunque, e l'esecutivo non vuole assolutamente finire sotto pressione da parte dei mercati finanziari. Mancano all'appello 35 miliardi per il 2012 per centrare il traguardo di un passivo pari al 4,4% del Prodotto interno lordo. Il Ministro dell'economia, Luis de Guindos, ha dichiarato che è necessario fare sacrifici nei prossimi mesi. Occorre senso di responsabilità, ha aggiunto, per evitare di finire in una situazione praticamente ingovernabile. Il Ministro ha escluso un incremento dell'iva. In realtà su questo provvedimento, che resta all'ordine del giorno, il Governo è diviso, visto che andrebbe a colpire gli spagnoli in una fase di bassi consumi. E gli indicatori rilevano che il Paese si trova in piena recessione. Una situazione che rischia di produrre un pericoloso avvitamento: lo Stato può continuare a tagliare ma, senza la crescita dell'economia, neppure le entrate sono in grado di irrobustirsi.

15 Turchia, inflazione ai massimi da novembre 2008 (Finanza.com), 3 gennaio Accelera l'inflazione in Turchia, fino a raggiungere il doppio del target ufficiale del 5,5% annuo e superando le attese degli analisti di Bloomberg che si aspettavano un 10,1%. Il tasso è invece salito al 10,5% annuo in dicembre, dal precedente 9,5%, il maggiore da novembre 2008, aumentando dello 0,6% mensile. Crisi: UE avverte Ungheria, aiuti legati a indipendenza Banca Centrale (Asca-AFP) Bruxelles, 3 gennaio L'Ungheria deve salvaguardare chiaramente l'indipendenza della sua Banca Centrale prima che i negoziati per il pacchetto di aiuti finanziari possano riprendere. Lo ha fatto intendere oggi la Commissione UE, dopo che a dicembre lo stesso Esecutivo UE e il Fondo Monetario Internazionale avevano interrotto i colloqui preliminari sugli aiuti in segno di protesta per una controversa riforma istituzionale, poi approvata dal Parlamento ungherese la scorsa settimana, che rischia, secondo UE, FMI e BCE, di estendere l'influenza del potere esecutivo sulla politica monetaria. Budapest sta cercando di ottenere una linea di credito da 15/20 miliardi di euro, ma al riguardo le preoccupazioni UE, ha detto il portavoce della Commissione Olivier Bailly, sono ''molto forti'', aggiungendo che, ''visto il clima di incertezza sulle normative che riguardano la Banca Centrale, che è molto importante per assicurare la stabilità finanziaria del Paese, l'fmi e la Commissione non hanno ancora deciso di tornare a Budapest''. Un funzionario UE ha invece detto esplicitamente che la delegazione incaricata di avviare colloqui ufficiali ''non tornerà a Budapest senza avere certezze'' sull'indipendenza della Banca Centrale. Il portavoce della Commissione Bailly ha poi fatto sapere di aver ricevuto la traduzione della discussa legge e che gli uffici tecnici la stanno studiando per verificare se questa sia compatibile con le normative UE. L'indipendenza della Banca Centrale è una condizione chiave per poter entrare nell'eurozona, di cui l'ungheria ancora non fa parte. Grecia: Governo, senza intesa su nuovi aiuti lasceremo euro (Agi) Atene, 3 gennaio Il portavoce del Governo greco, Pantelis Kapsis lancia l'allarme a fa sapere che senza un'intesa sul nuovo programma di aiuti da 130 miliardi di euro, Atene sarà costretta a lasciare l'euro. "L'Accordo sugli aiuti - dice in tv - va raggiunto, altrimenti saremmo fuori dal mercato e fuori dall'euro". La Grecia sta negoziando il nuovo piano di aiuti con UE, FMI e con i creditori privati. La scadenza è marzo, quando scatteranno una serie di rimborsi sul debito, che se dovessero saltare porterebbero il Paese in default. Finora sia Atene sia Bruxelles hanno sempre escluso una fuoriuscita dall'euro. National Bank of Greece riacquista il proprio debito per 2,5 Miliardi di euro (Finanza.com), 3 gennaio National Bank of Greece vuole riacquistare il proprio debito per 2,5 Miliardi di euro. Lo riporta l'agenzia internazionale Bloomberg, specificando che l'offerta ammonterebbe al 70% del valore nominale dei titoli acquistati. Lo scopo è di generare capitale Core Tier 1 e di rafforzare il valore del Gruppo. BCE: Peter Praet nuovo capo economista al posto di Jurgen Stark (Asca-AFP) Francoforte, 3 gennaio Il belga Peter Praet è il nuovo capo economista della BCE. Prende il posto del tedesco Jurgen Stark, dimessosi dall'incarico alla fine dello scorso anno. Praet, che compirà 63 alla fine mese, è stato membro del Comitato Esecutivo della BCE dal giugno scorso e, come si legge in un comunicato della Banca Centrale, ''sarà responsabile per l'economia, risorse umane, bilancio e organizzazione''.

16 La nomina di Praet, il primo capo economista non tedesco, è giunta a sorpresa, anche perchè in lizza per il posto c'erano anche il francese Benoit Coeure e il tedesco Joerg Asmussen, che sarà comunque responsabile per le relazioni internazionali ed europee, nel senso che sarà il rappresentante della BCE negli incontri internazionali e alle riunioni dell'eurogruppo e dell'ecofin. Asmussen sarà inoltre responsabile dei servizi legali e sovrintenderà alla costruzione della nuova sede della BCE e della rappresentanza permanente della Banca Centrale a Washington. Coeure sarà responsabile dei sistemi informativi e operazioni di mercato. Fondiaria, Gruppo sale su attese decisioni a breve (Reuters), 3 gennaio h. 10,20 Gruppo Fondiaria Sai in netto rialzo in Borsa sulle attese per una decisione a breve sulla ristrutturazione. "Mi sembra che ci siano diverse opzioni, si sta tentando di fare ordine. Ci sono dubbi anche sull'ipotesi di fusione con Unipol", dice un trader. "L'anno era finito molto male, i titoli risalgono sulle attese per una soluzione". I giornali scrivono che l'obiettivo è arrivare a un Progetto quadro entro metà gennaio. Secondo un quotidiano l'ipotesi più probabile è quella di un aumento di capitale da 400 milioni per Premafin, da sottoscrivere anche da parte delle Banche che convertirebbero così parte dei loro crediti. Alle 10 Premafin è in asta di volatilità dopo aver segnato prezzo in apertura, in rialzo del 25% a 25 cent. Fondiaria Sai sale del 5,8%, con scambi per 2,7 milioni di pezzi da 5,4 milioni della media giornaliera. Unipol sale dell'1,8% a 0,2619 con scambi per quasi pezzi da una media di 2,7 milioni. Unipol e Fondiaria-Sai verso le nozze dell'anno? (Bluerating.it), 3 gennaio I riflettori a Milano continuano ad essere puntati su Fondiaria-Sai: in attesa di capire quanti e quali nuovi investitori parteciperanno all'aumento di capitale da massimi 750 milioni di euro sulla stampa circola con insistenza il nome di Unipol quale nuovo partner industriale. La Compagnia bolognese (che come nel caso della società dei Ligresti vede in Mediobanca uno dei principali creditori) potrebbe cementare un'alleanza con un'operazione carta contro carta. I rumors favoriscono anche oggi i due titoli, con Unipol in crescita dell'1% a metà pomeriggio e Fondiaria-Sai in rialzo di oltre il 6%. Bpm: lussemburghese Time&Life all'8% (Finanza.com), 3 gennaio Time&Life è il nuovo secondo azionista della Popolare di Milano. A rivelarlo è Il Sole 24 Ore. Stando a quanto riportato dal quotidiano nazionale, la società lussemburghese guidata dal finanziere Raffaele Mincione, avrebbe investito circa 60 milioni di euro raggiungendo così una partecipazione nell'istituto milanese parti all'8,6%. Mincione sarebbe così il secondo azionista di Bpm subito dopo Invest Industrial di Andrea Bonomi, Presidente del Consiglio di Gestione di Piazza Meda. Ora l'attesa è tutta per la nomina del nuovo Consigliere Delegato di Bpm, la cui nomina dovrebbe arrivare al rientro dalla pausa natalizia: tra i papabili è spuntato il nome di Giuseppe Castagna, Direttore Generale del Banco di Napoli, anche se la soluzione interna con la nomina di Claudio De Conto, membro del CdG della Banca, non è mai tramontata. Bpm, Altroconsumo annuncia iniziative giudiziarie su convertendo (Reuters), 3 gennaio In seguito alle numerose richieste di risparmiatori l'associazione dei consumatori Altroconsumo annuncia iniziative giudiziarie nei confronti di Pop. Milano per i danni subiti dalla conversione del bond convertendo avvenuta lo scorso 29 dicembre, in anticipo rispetto ai termini originari.

17 Lo dice in una nota l'associazione sottolineando che "sono ad oggi più di 200 i risparmiatori che si sono rivolti ad Altroconsumo per avere un aiuto per i danni subiti", e ricordando che secondo alcuni esperti la conversione del prestito comporta una perdita stimata tra il 50% e il 70%. Secondo gli analisti di Altroconsumo il convertendo - i cui i termini sono stati modificati dall'assemblea dei bondholder il 22 dicembre tra le forti proteste dei piccoli risparmiatori - "è in realtà uno strumento finanziario che non assicura alcun risultato utile all'investitore". Inoltre "non poteva in alcun caso essere competitivo nemmeno con l'acquisto diretto di titoli azionari Bpm sia in presenza di un trend rialzista sia nel caso in cui, come poi è effettivamente avvenuto, il titolo sottostante riducesse il proprio valore di mercato". La modifica del regolamento del convertendo ha riguardato oltre l'anticipo della scadenza (dalla precedente data del 1 giugno 2013) anche la riduzione dello strike price a 2,71 da 6 euro. Altroconsumo, che già ha presentato un esposto alla Consob perché riaccenda i riflettori sulla vicenda, annuncia quindi che "intende agire a tutela dei risparmiatori danneggiati, intraprendendo le iniziative giudiziarie più opportune qualora Bpm non adotti immediatamente tutte le misure idonee ad eliminare le violazioni accertate e a risarcire i consumatori dei danni subiti". Unicredit: Servizi in unica società per taglio costi del 16% al 2015 (LaPresse.it) Milano, 3 gennaio Nasce Unicredit Business Integrated Solutions, detenuta al 100% da Unicredit, dall integrazione e consolidamento di 13 Società del Gruppo. La Società è dedicata all erogazione dei servizi di Information e Communication Tecnology (ICT), Back Office e Middle Office, Real Estate, Security e Procurement. Lo comunica Piazza Cordusio in una nota. La nuova Società conta circa persone e coordinerà le attività in 11 Paesi: Austria, Germania, Italia, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Ungheria, New York e Singapore. Tra i primi obiettivi di UniCredit Business Integrated Solutions vi è la riduzione dei costi diretti del 16% entro il UniCredit, nasce la società di servizi (Italia Oggi.online), 3 gennaio Nasce la società globale di servizi di Piazza Cordusio, UniCredit Business Integrated Solutions, detenuta al 100% dalla Banca, frutto dell'integrazione e consolidamento di 13 Società del Gruppo. La società, dedicata all'erogazione dei servizi di ICT, Back Office e Middle Office, Real Estate, Security e Procurement, è tra le prime aziende di servizi a livello europeo e ha l'obiettivo di consolidare e riorganizzare le attività operative necessarie al funzionamento del business del Gruppo, ottimizzandone i costi e facendo leva su una maggiore flessibilità di erogazione e su un ulteriore miglioramento dei tempi di risposta. Tra i primi obiettivi vi è la riduzione dei costi diretti del 16% entro il «L'avvio di una macchina operativa globale, multifunzione e realmente tagliata sulle mutate esigenze del business», ha dichiarato Paolo Fiorentino, Responsabile Operativo di UniCredit e Presidente di UniCredit Business Integrated Solutions, «è un importante traguardo raggiunto nell'ambito del Piano Strategico che ci permette di fissare obiettivi sfidanti in linea con le aspettative del Gruppo». La società sarà inoltre responsabile per tutto il Gruppo delle strategie di innovazione per individuare, con le Divisioni Commerciali della Banca, soluzioni all'avanguardia, in grado di migliorare ed estendere i servizi ai clienti. «Abbiamo adottato un modello di business nuovo e unico nel panorama bancario europeo», ha aggiunto Paolo Cederle, A. D. di UniCredit Business Integrated Solutions, «tagliato sulle necessità di ogni tipologia di cliente piuttosto che sui diversi servizi erogati. La nostra rete potrà dunque contare su Business Lines dedicate per ogni specifica necessità di servizio». La nuova realtà conta su circa 13 mila persone e coordinerà le attività in 11 Paesi: Austria, Germania, Italia, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Ungheria, New York e Singapore.

18 Unicredit, aumento a maxi-sconto (Milano Finanza), 3 gennaio L ultima parola sui dettagli dell aumento di capitale da 7,5 miliardi di Unicredit spetterà al Consiglio di Amministrazione della Banca, che si riunirà domani per dare il via libera all operazione di rafforzamento patrimoniale, che dovrebbe partire lunedì 9 gennaio (l ok della Consob al prospetto è atteso per il fine settimana) per concludersi venerdì 27. Nel corso della riunione tenutasi nella tarda serata tra Marina Natale, CFO di Piazza Cordusio, e le Banche del Consorzio di garanzia guidato da Mediobanca e BofA-Merrill Lynch, sarebbe stata definita la proposta da portare sul tavolo del CdA. Proposta che, secondo indiscrezioni, comporterebbe l emissione dei nuovi titoli con uno sconto compreso tra il 35%-40% sul TERP (il prezzo teorico prima dello stacco del diritto d opzione), anche se il CdA potrebbe decidere di alzare lo sconto oltre il 40%. Intanto tra gli azionisti sono cominciati i movimenti. Il Fondo americano Blackrock ha tagliato dal 4% all 1,7% la propria partecipazione in Unicredit con un operazione effettuata il 27 dicembre scorso contemporaneamente all accorpamento delle azioni (ieri il titolo ha chiuso in calo del 2,47% a 6,33 euro). Tra le Fondazioni le adesioni all aumento stanno arrivando, ma alcune hanno scelto un esposizione parziale. Piazza Affari sale ancora nonostante Unicredit (Trend.online), 3 gennaio di Giancarlo Marcotti Avremmo potuto titolare Buona anche la seconda, una seduta che ha confermato ciò che di bello si era già visto nel primo giorno di contrattazione di questo neonato I maggiori rialzi sono stati messi a segno da quei mercati che ieri non avevano partecipato alla gran ballo d inizio anno in quanto chiusi per festività, ma per il resto l indice Dax (+1,50%) di Francoforte si è confermato il più tonico ed il Cac (+0,72%) di Parigi quello più appesantito. L indice tedesco ha beneficiato in particolare dell ottima intonazione del settore auto con Daimler e Bmw in vetta alla classifica dei guadagni giornalieri, mentre, il listino francese ha ritrovato il segno più solo nell ultima ora e mezza di contrattazione appesantito dal settore bancario. Piazza Affari ha terminato la seduta molto vicina ai massimi di giornata,( +1,24%), nonostante il titolo più importante del settore bancario, Unicredit (-2,47%) sia risultato il peggiore del listino principale, l aumento di capitale continua a tener lontano gli investitori dall Istituto di Piazza Cordusio. In vetta ai rialzi Stmicroelectronics (+5,15%) dopo l accordo firmato con Enel Green Power (+1,66%) e Sharp per la costruzione di pannelli fotovoltaici. A seguire troviamo Tod s (+5,05%) che beneficia della buona giornata del settore del lusso, fra i migliori di giornata con il comparto automobilistico che ha premiato Fiat (+3,67%) e Fiat Ind. (+3,53%) nonostante i dati sulle immatricolazioni a dicembre siano stati tutt altro che brillanti. Il comparto bancario ha messo in evidenza soprattutto le Popolari, guida i rialzi Banca MPS (+3,95%) sull onda della notizia dei cambi al vertice, ma ottimi rialzi sono stati messi a segno anche da UBI Banca (+2,55%), BPER (+2,26%) e (Banco Popolare (+2,08%). Occorre poi sottolineare i guadagni di Prysmian (+3,32%), Buzzi Unicem (+3,29%) e Tenaris (+2,62%) arrivato a quota 15,3 euro capitalizzando appieno il nuovo rincaro dei prezzi petroliferi. Torna sopra il livello dei 3 euro Finmeccanica (+2,03%) e salgono ancora sia Pirelli (+1,95%) che Generali (+1,82%) forse influenzata dalla notizia che circola sul possibile matrimonio fra Fondiaria Sai e Unipol. Citigroup colloca nuovo bond per 2,5 miliardi di dollari (Bluerating,it), 3 gennaio 12 Citigroup ha lanciato oggi un bond da 2,5 Miliardi di dollari a cinque anni, la maggiore emissione dell'istituto sin dal Il rendimento dovrebbe essere risultato attorno ai 360 punti base sopra il tasso dei T-bond di pari durata secondo fonti di mercato, meno dei 375 punti base di spread che si prevedevano a inizio seduta.

19 Saldi: Adiconsum, stagione inefficace. Liberalizzare commercio (Asca) Roma, 3 gennaio ''La stagione dei saldi è anacronistica e inefficace. E' tempo di liberalizzare il commercio''. Lo afferma, in una nota, Pietro Giordano, segretario generale di Adiconsum, in occasione dell'inizio delle vendite promozionali in molte città italiane. Una norma, spiega, ''violata sempre di più dagli stessi commercianti, che ormai operano - giustamente secondo Adiconsum - secondo leggi di mercato e non secondo leggi pensate e scritte nel dopoguerra. Che senso ha - prosegue Giordano - continuare con saldi che ormai sono sovrastati ed annullati dai presaldi che i consumatori ricevono da più di un mese sui loro telefonini tramite sms o tramite , con sconti fino al 60%? Che senso hanno i saldi quando le nostre città sono ormai piene di negozi che fanno promozioni e liquidazioni e con una presenza massiccia di outlet con grandi griffe con sconti anche del 30-40%?''. Il commercio elettronico ''riesce a far risparmiare significativamente i consumatori, non solo quando acquistano servizi quali viaggi e vacanze, ma anche quando acquistano abbigliamento, arredamento per la casa, ecc. Pensare che - soprattutto in un periodo di crisi - i saldi coprano il flop delle vendite registratosi in dicembre è illusorio oltre che anacronistico. E' tempo, continua Giordano, di cancellare la legge sui Saldi e dare piena realizzazione ad una completa liberalizzazione del commercio, solo così i consumatori potranno godere di un abbattimento dei prezzi, con un sempre migliore rapporto qualità-prezzo dei prodotti acquistati''. Manovra Monti: le nuove norme Irpef e relative addizionali (Tendenza & Mercati), 3 gennaio Dopo l approvazione della manovra Monti, si tratta ora di capire come le nuove tasse si ripercuoteranno sugli Enti Locali, dall addizionale IRPEF all IMU, dalle addizionali comunali ai costi dei servizi ai cittadini. Ma le certezze sono poche, poiché ogni singolo Ente Locale può intervenire sul prelievo a sua discrezione. La manovra aumenta l addizionale regionale IRPEF di base dallo 0,9% all 1,23%. L aumento scatterà questo mese, o comunque dopo il conguaglio. Questa nuova aliquota si applica anche alle regioni a Statuto Speciale e alle Province Autonome di Trento e Bolzano e in maniera retroattiva, a partire dall anno di imposta Su questa base entrano poi in gioco gli enti locali, che da quest anno potranno aumentare gradualmente il prelievo fino a un massimo dello 0.5% in più. La tassa potrebbe perciò giungere all 1,73%. E nelle Regioni alle prese con il Piano di rientro della sanità (Calabria, Molise e Campania), si potrebbe aggiungere un ulteriore 0.3%, portando il prelievo totale al 2,03%. Prendendo ad esempio due cittadini con lo stesso reddito di euro, un residente in Lombardia e uno in Campania, per il primo l aumento delle tasse potrebbe essere di 427 euro, per il secondo di ben 609 euro. Alle addizionali regionali si aggiungeranno poi i possibili aumenti delle addizionali comunali, che dallo 0,5% attuale potrebbero crescere fino a un massimo dello 0,8% a cui si sommeranno gli interventi sulle aliquote IMU. Naturalmente, non sono da escludere aumenti dei costi dei servizi pubblici locali come asili nido, mense scolastiche e trasporti. Equitalia dice addio all'aggio del 9% (Milano Finanza), 3 gennaio L ultimo in ordine di tempo a dare fuoco alle polveri è stato Beppe Grillo. Il comico-blogger genovese si è scagliato a peso morto contro Equitalia, la società pubblica di riscossione. Se «è diventata un bersaglio, bisognerebbe capirne le ragioni oltre che condannare le violenze», ha detto Grillo, aggiungendo che «un avviso di pagamento di Equitalia è diventato il terrore di ogni italiano». Quanto la società partecipata dall Agenzia delle Entrate e dall Inps sia ormai nel mirino, più che le parole di Grillo lo dimostrano gli attentati che hanno coinvolto non solo le sedi periferiche del Gruppo, ma anche quella centrale con la lettera bomba inviata al Direttore Generale Marco Cuccagna.

20 Che la situazione, a torto o a ragione, stesse sfuggendo di mano, ha dovuto prenderne atto lo stesso Governo che ha provato a correre ai ripari lanciando qualche segnale di pace nei confronti dei contribuenti. Innanzitutto rivoluzionando il sistema di remunerazione di Equitalia, uno degli aspetti maggiormente criticati. Oggi, infatti, l attività di riscossione è remunerata con un aggio pari al 9% delle somme iscritte a ruolo riscosse e dei relativi interessi di mora. Il balzello, insomma, si paga sul totale della cartella. Se il contribuente riconosce i suoi torti e paga entro 60 giorni, deve a Equitalia solo il 4,65% mentre l altra metà dell aggio viene pagata dall Ente creditore. Se invece ritarda il pagamento oltre i due mesi, allora deve versare tutto il 9%. Nel Decreto salva-italia approvato poco prima di Natale è stata inserita una norma che annulla questo sistema sostituendolo con un altro, più equo, che dovrebbe pesare meno sui contribuenti. L'evasione fiscale italiana segnalata dai contribuenti (Yahoo.Finance), 3 gennaio A tenere il polso della crescente evasione fiscale all italiana, ci pensano i cittadini stessi, laddove chi dovrebbe controllare non controlla. Attraverso le segnalazioni spontanee, come riportate dal sito Evasori.info, emerge una contabilità mostruosa che vede l apice di un fenomeno che non conosce crisi: al 3 gennaio sono segnalazioni per euro. Una somma quasi raddoppiata in sei mesi: il 24 giugno scorso erano , per ,32 euro. Nella grande corsa alla denuncia, nessun settore resta fuori dalle segnalazioni: spiccano le attività commerciali, bar ( segnalati), ristoranti (37.083), servizi alla persona (26.836) e alimentari e tabacchi (26.241). Seguono tutti gli altri, medici e dentisti (12.405), costruttori (6.803), grossisti (5.936), i liberi professionisti (4.796), anche quelli che operano nel settore dello sport e del divertimento. Come a dire: non manca proprio nessuno, in una panoramica che non promette nulla di buono e che però va approfondita nel dettaglio. Le categorie lavorative che evadono più somme, stando alle segnalazioni di Evasori.info, risultano nell'ordine: medici e dentisti per 4,4 milioni di euro; costruttori di edifici per 3,8 milioni; immobiliaristi per 2,8 milioni; ristoratori per 2,6 milioni; studi legali, avvocati e notai per 2,4 milioni; baristi per 1,9 milioni; servizi per la persona per 1,8 milioni; idraulici, elettricisti per 1,4 milioni; rivenditori auto e moto, con la stessa cifra; grossisti per 1,3 milioni; commercianti a quota 1,2 milioni; sport e intrattenimento e servizi finanziari per la cifra di 1 milione. Il sommerso per abitante tocca vette stellari al Nord, Treviso, Como e Mantova, ma anche a Taranto, Roma, Grosseto, Savona, Lucca, Rimini, Cremona. Il mito dell evasione più concentrata al Sud, insomma, potrebbe subire qualche colpo ed essere messo in discussione. I maggiori evasori si distribuiscono con uniformità, ma anche con coerenza. Sono i gestori di servizi finanziari in Provincia di Como, i costruttori edili in Provincia di Treviso, gli immobiliaristi della Provincia di Roma, medici e dentisti in Provincia di Milano e Roma, legali e notai di Capitale e Provincia, ristoratori della Provincia di Firenze, medici e dentisti di Napoli e Provincia, immobiliaristi delle Province meneghine. Guardando ai grafici delle zone dove l evasione è frequente, ma meno ossessiva, spicca anche la diversificazione dei motivi: nel piemontese, a fronte di segnalazioni, il movente maggiore sembra

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

Pensioni, dal primo luglio serve il conto corrente

Pensioni, dal primo luglio serve il conto corrente Periodico informativo n. 87/2012 Pensioni, dal primo luglio serve il conto corrente Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che dal 1 luglio

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE 1. MONETA ELETTRONICA PER LE PENSIONI 2. LIBRETTI DI DEPOSITO AL PORTATORE BANCARI O POSTALI 3. I.S.E.E. 4. DETRAZIONI RISTRUTTURAZIONI ED INTERVENTI PER RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 315 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI Editoriale de Il Giornale, 4 febbraio 2013 4 febbraio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 Dopo l impegno

Dettagli

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA 593 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO 18 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nell ultima riunione Ecofin del

Dettagli

i dossier MONTE PASCHI STORY I personaggi www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta Il Pci/Pds/Ds/Pd ci deve spiegare

i dossier MONTE PASCHI STORY I personaggi www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta Il Pci/Pds/Ds/Pd ci deve spiegare 298 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MONTE PASCHI STORY I personaggi Il Pci/Pds/Ds/Pd ci deve spiegare 24 gennaio 2013 a cura di Renato Brunetta I sindaci di Siena dal 1983 ad oggi

Dettagli

i dossier L EMPLOYMENT OUTLOOK 2013 DELL OCSE E IL RAPPORTO INPS SULLE PENSIONI www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier L EMPLOYMENT OUTLOOK 2013 DELL OCSE E IL RAPPORTO INPS SULLE PENSIONI www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com L EMPLOYMENT OUTLOOK 2013 DELL OCSE E IL RAPPORTO INPS SULLE PENSIONI 16 luglio 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 In data 16 luglio

Dettagli

Roma, 7 febbraio 2012. OGGETTO: Nuove modalità di pagamento delle pensioni superiori a 1.000 euro. Messaggio INPS n.24711/2011. Comunicazione INPDAP.

Roma, 7 febbraio 2012. OGGETTO: Nuove modalità di pagamento delle pensioni superiori a 1.000 euro. Messaggio INPS n.24711/2011. Comunicazione INPDAP. Roma, 7 febbraio 2012 Circ. n. 4/2012 Uff.Prev. ADR OGGETTO: Nuove modalità di pagamento delle pensioni superiori a 1.000 euro. Messaggio INPS n.24711/2011. Comunicazione INPDAP. Uffici Regionali e Provinciali

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI

CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI 308 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI 28 gennaio 2013 a cura di Renato Brunetta CRONOLOGIA MPS 2 1990. Mps acquisita il controllo del Mediocredito Toscano

Dettagli

Roma, 29 gennaio 2015

Roma, 29 gennaio 2015 DIREZIONE GENERALE CIRCOLARE n. 2500 Roma, 29 gennaio 2015 ALLE ASSOCIAZIONI E AI SINDACATI TERRITORIALI ALLE UNIONI REGIONALI AI COMPONENTI DELLA GIUNTA ESECUTIVA AI COMPONENTI DEL CONSIGLIO NAZIONALE

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

COME CAMBIA IL SISTEMA PREVIDENZIALE DALLA LEGGE DI STABILITA AL DECRETO MONTI. ALCUNE RIFLESSIONI

COME CAMBIA IL SISTEMA PREVIDENZIALE DALLA LEGGE DI STABILITA AL DECRETO MONTI. ALCUNE RIFLESSIONI COME CAMBIA IL SISTEMA PREVIDENZIALE DALLA LEGGE DI STABILITA AL DECRETO MONTI. ALCUNE RIFLESSIONI Gli ultimi eventi ai quali si sta assistendo, soprattutto a seguito della crisi economica e finanziaria

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

I PRINCIPALI INTERVENTI IN MATERIA FISCALE INTRODOTTI DALLA MANOVRA ECONOMICA APPROVATA IN VIA DEFINITIVA DAL PARLAMENTO IL 15 LUGLIO 2011

I PRINCIPALI INTERVENTI IN MATERIA FISCALE INTRODOTTI DALLA MANOVRA ECONOMICA APPROVATA IN VIA DEFINITIVA DAL PARLAMENTO IL 15 LUGLIO 2011 I PRINCIPALI INTERVENTI IN MATERIA FISCALE INTRODOTTI DALLA MANOVRA ECONOMICA APPROVATA IN VIA DEFINITIVA DAL PARLAMENTO IL 15 LUGLIO 2011 Servizio Politiche Fiscali UIL Il 15 luglio 2011 il Parlamento

Dettagli

Sono obbligatoriamente assicurate all AVS e dunque hanno diritto alle relative prestazioni:

Sono obbligatoriamente assicurate all AVS e dunque hanno diritto alle relative prestazioni: IL SISTEMA PREVIDENZIALE SVIZZERO A SEGUITO DELL ENTRATA IN VIGORE DEI PATTI BILATERALI Come funziona a grandi linee il sistema previdenziale svizzero? Il sistema pensionistico svizzero può sembrare effettivamente

Dettagli

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ PENSIONI LE NOVITA Non è una novità, ma l obiettivo del governo è incassare più soldi con tutti i mezzi possibili.

Dettagli

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Debiti sovrani PRIMA, Crescita o Recessione DOPO. L' incertezza Continua? 1) In scia ai timori di una ricaduta dell'economia globale sta proseguendo la "fuga dal rischio"

Dettagli

Ci sono dati significativi del sistema previdenziale pubblico italiano che è bene conoscere e valutare nella loro crudezza. Tanti governi (Berlusconi

Ci sono dati significativi del sistema previdenziale pubblico italiano che è bene conoscere e valutare nella loro crudezza. Tanti governi (Berlusconi Ci sono dati significativi del sistema previdenziale pubblico italiano che è bene conoscere e valutare nella loro crudezza. Tanti governi (Berlusconi e Monti) si sono esercitati nel demolire via via la

Dettagli

Fondo pensione per i dipendenti di Regioni, Autonomie locali e Sanità

Fondo pensione per i dipendenti di Regioni, Autonomie locali e Sanità Fondo pensione per i dipendenti di Regioni, Autonomie locali e Sanità Perché un fondo pensione e come funziona I lavoratori che sono andati in pensione in questi ultimi anni hanno visto via via ridursi

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 68 13.04.2015 TFR in busta paga: il focus dei CdL Dal 3 aprile 2015 i lavoratori dipendenti possono chiedere la Qu.I.R. Categoria:

Dettagli

DECRETO LEGGE 65 DEL 21 MAGGIO 2015 Analisi e commento a cura del Sevizio Politiche Previdenziali UIL

DECRETO LEGGE 65 DEL 21 MAGGIO 2015 Analisi e commento a cura del Sevizio Politiche Previdenziali UIL DECRETO LEGGE 65 DEL 21 MAGGIO 2015 Analisi e commento a cura del Sevizio Politiche Previdenziali UIL Il 21 maggio 2015 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge 65 emanato dal Governo

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

LE NOVITA DELLA LEGGE DI STABILITA 2015, IN MATERIA DI LAVORO

LE NOVITA DELLA LEGGE DI STABILITA 2015, IN MATERIA DI LAVORO LE NOVITA DELLA LEGGE DI STABILITA 2015, IN MATERIA DI LAVORO La legge n. 190/2014, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014, entrata in vigore il 1 gennaio 2015, contiene alcune

Dettagli

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012 Corriere della Sera Uff.Stampa Fismic La Stampa Agi Asca Gr1/TM News Prima Pagina Cassa a Pomigliano, colpa del mercato Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop Fismic,

Dettagli

BILANCI DELLE FAMIGLIE

BILANCI DELLE FAMIGLIE Il bilancio della famiglia Marzo 2010 BILANCI DELLE FAMIGLIE Marzo 2010 Introduzione Lo studio pone l accento sull analisi dei bilanci delle famiglie negli ultimi anni, che sono prese come fulcro e che

Dettagli

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO Federazione Italiana Sindacale Lavoratori Assicurazioni e Credito Comprensorio di Alessandria Via Cavour, 27-15121 Alessandria - Tel. 0131 308254 e-mail: fisacal@libero.it - Sito Internet www.fisacalessandria.it

Dettagli

Pensioni delle donne: un analisi di genere

Pensioni delle donne: un analisi di genere Argomento A cura dello Spi-Cgil dell Emilia-Romagna n. 1 gennaio 2015 Pensioni delle donne: un analisi di genere Questo numero è a cura di Roberto Battaglia e Gabriella Dionigi con la collaborazione di

Dettagli

IL TFR COS È, COME SI UTILIZZA, E ALTRO. Manualetto a uso di lavoratrici e lavoratori Aprilia. A cura dei delegati FIOM CGIL Aprilia.

IL TFR COS È, COME SI UTILIZZA, E ALTRO. Manualetto a uso di lavoratrici e lavoratori Aprilia. A cura dei delegati FIOM CGIL Aprilia. IL TFR COS È, COME SI UTILIZZA, E ALTRO Manualetto a uso di lavoratrici e lavoratori Aprilia A cura dei delegati FIOM CGIL Aprilia Agosto 2010 1 Sommario 1. Un po di storia... 3 2. La normativa attuale

Dettagli

RELAZIONE DEL TESORIERE SUL BILANCIO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL TESORIERE SUL BILANCIO CONSUNTIVO 2014 RELAZIONE DEL TESORIERE SUL BILANCIO CONSUNTIVO 2014 Il bilancio consuntivo 2014 è stato redatto in conformità ai criteri di competenza finanziaria adottati nella redazione dei bilanci consuntivi da noi

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

by Salvatore Martorelli per Previdenza Flash Riscattare la laurea: conviene o non conviene? Salvatore Martorelli

by Salvatore Martorelli per Previdenza Flash Riscattare la laurea: conviene o non conviene? Salvatore Martorelli 1 Riscattare la laurea: conviene o non conviene Riscattare la laurea: conviene o non conviene? Salvatore Martorelli 2 Riscattare la laurea: conviene o non conviene RISCATTARE LA LAUREA:CONVIENE O NON CONVIENE?

Dettagli

La riforma delle pensioni: il «superbonus» e il punto sulla situazione

La riforma delle pensioni: il «superbonus» e il punto sulla situazione 21 Agevolazioni Contributive Politiche del lavoro La riforma delle pensioni: il «superbonus» e il punto sulla situazione Con il decreto del 6 ottobre 2004 il Ministro del Lavoro ha reso note le disposizioni

Dettagli

Lavoratori salvaguardati: una vera emergenza sociale

Lavoratori salvaguardati: una vera emergenza sociale Lavoratori salvaguardati: una vera emergenza sociale Rita Cavaterra Responsabile Politiche previdenziali Area Welfare Roma, 17 luglio 2013 La questione dei lavoratori salvaguardati e da salvaguardare rappresenta

Dettagli

Pensioni INPS. Prime tabelle

Pensioni INPS. Prime tabelle Pensioni INPS 2012 Prime tabelle Gli importi delle pensioni INPS dal 1 gennaio 2012 e limiti di reddito per alcune prestazioni sociali La perequazione automatica in base all aumento del costo della vita,

Dettagli

Da Il Sole 24 Ore del 20 aprile 2014

Da Il Sole 24 Ore del 20 aprile 2014 Da Il Sole 24 Ore del 20 aprile 2014 Tutti i prelievi nascosti per imprese e famiglie Il bonus Irap «bilanciato» dalla rata unica sulla plusvalenza degli asset aziendali - Più tasse anche sul risparmio

Dettagli

Pensioni? Prof. Alberto Brambilla Presidente Comitato Tecnico Scientifico Itinerari Previdenziali Aldai Milano Dicembre 2014

Pensioni? Prof. Alberto Brambilla Presidente Comitato Tecnico Scientifico Itinerari Previdenziali Aldai Milano Dicembre 2014 Pensioni? Prof. Alberto Brambilla Presidente Comitato Tecnico Scientifico Itinerari Previdenziali Aldai Milano Dicembre 2014 Pensioni? Il bollettino di guerra dopo la legge di stabilità 2014 Le nuove indicizzazioni

Dettagli

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Secondo le stime più attendibili, di 350 mila lavoratori che si trovano a dover

Dettagli

Conto d esercizio 2010. Assicurazione vita collettiva.

Conto d esercizio 2010. Assicurazione vita collettiva. Conto d esercizio 2010. Assicurazione vita collettiva. 2010 Semplice. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia.ch Trasparenti per convinzione, vincenti per lungimiranza. sul modello dell assicurazione

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE Il Fondo Pensione aperto Zurich Contribution è stato, come noto, istituito dal Consiglio di Amministrazione di Minerva Vita S.p.A. (oggi Zurich

Dettagli

NOTA DAL CSC. In Italia più occupati anziani e meno giovani

NOTA DAL CSC. In Italia più occupati anziani e meno giovani 02-01-2015 Numero 15-1 NOTA DAL CSC In Italia più occupati anziani e meno giovani Durante la crisi i 55-64enni con lavoro sono aumentati di 1,1 milioni, contro il calo di 1,6 milioni tra i 25-34enni. Il

Dettagli

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO Federazione Italiana Sindacale Lavoratori Assicurazioni e Credito Comprensorio di Alessandria Via Cavour, 27-15121 Alessandria - Tel. 0131 308254 e-mail: fisacal@libero.it - Sito Internet www.fisacalessandria.it

Dettagli

Leggi gli articoli stampa

Leggi gli articoli stampa Leggi gli articoli stampa IL SOLE 24 ORE giovedì 15 marzo 2012 I sindacati contro sindaco e Profumo Prendiamo atto che il nuovo che avanza è rappresentato da ex amministratori delegati, super milionari

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 1. EVOLUZIONE DELLA CRISI ECONOMICA INTERNAZIONALE Nel secondo trimestre del 2012 le incertezze sull evoluzione della crisi greca e le difficoltà del

Dettagli

Servizi online > Elenco di tutti i servizi > Ricorsi 22 aprile 2011 amministrativi (2)

Servizi online > Elenco di tutti i servizi > Ricorsi 22 aprile 2011 amministrativi (2) Sindacato Autonomo Bancari di Mantova e Provincia via Imre Nagy n. 58 - Località Borgochiesanuova 46100 Mantova Telefono 0376 324660-366221 - 3652474 - fax 0376 365287 E-mail sab.mn@fabi.it Dal 1 ottobre,

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Rassegna Stampa. Venerdì 17 Gennaio 2014

Rassegna Stampa. Venerdì 17 Gennaio 2014 Rassegna Stampa 17 Gennaio 2014 Sommario Testata Data Pag. Titolo p. 1. Previdenza Sole 24 Ore (Il) 21 Previdenza - Contribuzione sugli arretrati «da sentenza» (Venanzi Fabio) Sole 24 Ore (Il) 20 Pensioni

Dettagli

Preventivo 2016. In milliardi

Preventivo 2016. In milliardi Panoramica Preventivo 2016 In milliardi Deficit Uscite Per il 2016 è atteso un deficit del bilancio ordinario di 0,4 miliardi. Le direttive del freno all indebitamento potranno pertanto essere rispettate

Dettagli

BASTA CON LA CARTA ENTI PREVIDENZIALI SOLO ON LINE. febbraio 2011 INAS CISL - NUMERO VERDE 800 249 307 - WWW.INAS.IT

BASTA CON LA CARTA ENTI PREVIDENZIALI SOLO ON LINE. febbraio 2011 INAS CISL - NUMERO VERDE 800 249 307 - WWW.INAS.IT Anno 63 n. XX lunedì 7 marzo 2011 IISN 0010-6348 Sped.in abb. postale 45% Roma art.2 comma 20b legge 662/96 febbraio 2011 BASTA CON LA CARTA ENTI PREVIDENZIALI SOLO ON LINE INAS CISL - NUMERO VERDE 800

Dettagli

RIFORMA DELLE PENSIONI

RIFORMA DELLE PENSIONI RIFORMA DELLE PENSIONI I punti principali La proposta di legge delega di riforma del sistema previdenziale approvata dal Governo si propone di raggiungere due obiettivi, largamente condivisi a livello

Dettagli

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO GERMANIA IL MERCATO TURISTICO Superficie: 357.021 kmq Popolazione: 83.251. Densità: 230 ab/kmq Lingua: Tedesco Religione: Protestanti, Cattolici Capitale: Berlino Forma istituzionale: Repubblica Federale

Dettagli

Numeri della crisi Salari, inflazione e produttività: in 15 anni 6.738 euro lasciati al fisco

Numeri della crisi Salari, inflazione e produttività: in 15 anni 6.738 euro lasciati al fisco Numeri della crisi Salari, inflazione e produttività: in 15 anni 6.738 euro lasciati al fisco Nei passati 15 anni i lavoratori dipendenti hanno lasciato al fisco 6.738 euro cumulati di potere d acquisto

Dettagli

L Irpef. L imposta sul reddito delle persone fisiche Le addizionali locali Il pagamento delle pensioni STAMPA

L Irpef. L imposta sul reddito delle persone fisiche Le addizionali locali Il pagamento delle pensioni STAMPA L Irpef L imposta sul reddito delle persone fisiche Le addizionali locali Il pagamento delle pensioni STAMPA L imposta sul reddito delle persone fisiche 360 Dopo la legge 289/2002 e la legge 311/2004,

Dettagli

Comunicato stampa. Roma, 29 maggio 2012. Ufficio stampa tel. 0659055085

Comunicato stampa. Roma, 29 maggio 2012. Ufficio stampa tel. 0659055085 Ufficio Stampa Comunicato stampa Roma, 29 maggio 2012 Il Rapporto annuale dell Inps viene presentato, nella Sala della Lupa della Camera dei Deputati, per la quarta volta. Questa edizione restituisce l

Dettagli

TFR IN AZIENDA O NEL FONDO PENSIONE: COSA MI CONVIENE?

TFR IN AZIENDA O NEL FONDO PENSIONE: COSA MI CONVIENE? TFR IN AZIENDA O NEL FONDO PENSIONE: COSA MI CONVIENE? QUESITI E SOLUZIONI SULLA PREVIDENZA INTEGRATIVA. SPECIALE LAVORATORI DIPENDENTI LA PREVIDENZA? È CAMBIATA Le modifiche introdotte dalla Riforma Dini

Dettagli

ll boom del risparmio gestito: distribuzione e nuove regole S. Ambrosetti

ll boom del risparmio gestito: distribuzione e nuove regole S. Ambrosetti Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Legge di Stabilità. agevolazioni commisurate al valore ISEE e semplificazioni per i dati del conto corrente

Legge di Stabilità. agevolazioni commisurate al valore ISEE e semplificazioni per i dati del conto corrente MAP Legge di Stabilità: nuove agevolazioni commisurate al valore ISEE e semplificazioni per i dati del conto corrente A cura di Cecilia Rabagliati Dottore Commercialista e Revisore contabile in Cuneo La

Dettagli

NOVITA PREVIDENZIALI 2011

NOVITA PREVIDENZIALI 2011 Il sistema pensionistico attuale e le novità del 2011 Roberto Perazzoli 1 CALCOLO PENSIONE - DEFINIZIONI SISTEMA RETRIBUTIVO: è applicato a coloro che alla data del 31.12.1995 avevano un anzianità contributiva

Dettagli

Svizzera Votazione popolare dell 8 marzo: bocciati gli assegni esentasse per i figli e la tassa sull energia

Svizzera Votazione popolare dell 8 marzo: bocciati gli assegni esentasse per i figli e la tassa sull energia N E W S D A L M O N D O 18 M A R Z O 2 0 1 5 Svizzera Votazione popolare dell 8 marzo: bocciati gli assegni esentasse per i figli e la tassa sull energia Svizzera Votazione popolare dell 8 marzo: bocciati

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 1. QUADRO MACROECONOMICO INTERNAZIONALE Negli ultimi mesi del 2011 si è verificato un peggioramento delle prospettive di crescita nelle principali economie

Dettagli

Il futuro non si taglia Il 20 giugno Giornata di mobilitazione nazionale dei Sindacati dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil

Il futuro non si taglia Il 20 giugno Giornata di mobilitazione nazionale dei Sindacati dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Il futuro non si taglia Il 20 giugno Giornata di mobilitazione nazionale dei Sindacati dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Una mobilitazione generale per chiedere al governo di intervenire su

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

730 precompilato. Dichiarazioni d'intento

730 precompilato. Dichiarazioni d'intento CIRCOLARE INFORMATIVA Novità fiscali Scadenze Adempimenti Novità fiscali 730 precompilato Se nel 730 precompilato il Fisco riporta un dato inesatto il contribuente deve correggerlo. Se non lo fa è passibile

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

8 febbraio 2013 Roberto Russo

8 febbraio 2013 Roberto Russo Facciiamo chiiarezza sull Monte deii Paschii! 8 febbraio 2013 Roberto Russo www.assitecasim.it Il Monte dei Paschi di Siena negli ultimi venti giorni è stato al centro di una campagna mediatica senza precedenti

Dettagli

UNA BOLLA SPECULATIVA SUI TITOLI DI STATO?

UNA BOLLA SPECULATIVA SUI TITOLI DI STATO? 478 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com UNA BOLLA SPECULATIVA SUI TITOLI DI STATO? 24 giugno 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Una bolla pronta a scoppiare? Le parole di un esperto

Dettagli

La spesa per la sicurezza sociale

La spesa per la sicurezza sociale I SISTEMI DI SICUREZZA SOCIALE I sistemi di sicurezza sociale, hanno lo scopo di garantire alle persone condizioni di vita adeguate e di fronteggiare gravi situazioni di bisogno. Le forme di tutela sono:

Dettagli

NURSIND SEGRETERIA NAZIONALE. Oggetto: Servizio previdenziale: pensionamento dei pubblici dipendenti nel 2014.

NURSIND SEGRETERIA NAZIONALE. Oggetto: Servizio previdenziale: pensionamento dei pubblici dipendenti nel 2014. Prot. SN-06 del 04/02/2014 Alla Cortese attenzione del Segretari provinciali Oggetto: Servizio previdenziale: pensionamento dei pubblici dipendenti nel 2014. La riforma Fornero (legge n. 204 del 22.12.2011)

Dettagli

Documentazione I PIIGS Chi controlla Eurolandia? Strumenti e prospettive dopo il caso Grecia

Documentazione I PIIGS Chi controlla Eurolandia? Strumenti e prospettive dopo il caso Grecia Documentazione I PIIGS Chi controlla Eurolandia? Strumenti e prospettive dopo il caso Grecia SCENARI E POLITICHE DI STABILITÀ E CONVERGENZA La tabella 2.1 mostra come l anno da poco concluso sia stato

Dettagli

di prossima pubblicazione:

di prossima pubblicazione: di prossima pubblicazione: 1 (la sintesi) Fare cessare l artificiale scarsità di moneta in Italia L economia italiana sta asfissiando a causa della scarsità di moneta. Gli altri problemi di sprechi e inefficienze

Dettagli

A.C. 2576. Ratifica dell'accordo tra Italia e Giappone sulla previdenza sociale

A.C. 2576. Ratifica dell'accordo tra Italia e Giappone sulla previdenza sociale A.C. 2576 Ratifica dell'accordo tra Italia e Giappone sulla previdenza sociale N. 166 11 dicembre 2014 Camera dei deputati XVII LEGISLATURA Verifica delle quantificazioni A.C. 2576 Ratifica dell'accordo

Dettagli

Nuove decorrenze dei trattamenti pensionistici previsti dal 2011

Nuove decorrenze dei trattamenti pensionistici previsti dal 2011 Dossier Rassegna.it Pensioni, cosa cambia La nostra guida Decorrenze di anzianità e vecchiaia, finestre, pensioni anticipate, aumento dell'età pensionabile per le donne del pubblico impiego, ricongiunzioni.

Dettagli

Andamento affari e occupazione nel settore bancario

Andamento affari e occupazione nel settore bancario Andamento affari e occupazione nel settore bancario Franco Citterio Direttore ABT Vezia, 15 febbraio 2007 Swiss Market Index (Fonte: UBS) 15.02.2007 2 Massa patrimoniale gestita dalle banche in Svizzera

Dettagli

L'esercizio commerciale 2012: L'essen ziale in breve

L'esercizio commerciale 2012: L'essen ziale in breve News sulla previdenza 1/2013 Swisscanto Fondazione collettiva L'esercizio commerciale 2012: L'essen ziale in breve 2012: Affrontare le sfide con successo 2 Cifre indicative 2012 3 Investimenti del patrimonio

Dettagli

Sintesi del Rapporto annuale 2013

Sintesi del Rapporto annuale 2013 Ufficio Stampa Comunicato stampa Roma, 8 luglio 2014 Sintesi del Rapporto annuale 2013 L Inps al servizio del Paese L Inps esercita da sempre un ruolo di riferimento e di guida nell ambito della sicurezza

Dettagli

In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza

In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza Cambia ancora la legge di Stabilità. A un passo dal traguardo, durante l esame in aula alla Camera, il

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

Stop al pagamento in contanti delle pensioni eccedenti i 1.000 Euro

Stop al pagamento in contanti delle pensioni eccedenti i 1.000 Euro CIRCOLARE A.F. N.99 del 29 Giugno 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Stop al pagamento in contanti delle pensioni eccedenti i 1.000 Euro Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1

Dettagli

Legge di stabilità 2015. Dipartimento Formazione Cisl ER Versione 1.0

Legge di stabilità 2015. Dipartimento Formazione Cisl ER Versione 1.0 Legge di stabilità 2015 Dipartimento Formazione Cisl ER Versione 1.0 1 Indice L Europa e la legge di stabilità Il DEF La direzione complessiva della manovra Cosa non c è I principali provvedimenti Primo

Dettagli

Global economy. La percezione dei social sui temi economici e finanziari

Global economy. La percezione dei social sui temi economici e finanziari Global economy La percezione dei social sui temi economici e finanziari Salone del Risparmio 2014 Organizzazione dell analisi Canale: Twitter Periodo di analisi: 15 gennaio 2014 20 marzo 2014 Lingue: italiano;

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Ecco di seguito lo studio Confesercenti:

COMUNICATO STAMPA. Ecco di seguito lo studio Confesercenti: Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA ACCISE E CONSUMI SUI CARBURANTI. ULTERIORI AUMENTI SAREBBERO FORTEMENTE NEGATIVI PER L ECONOMIA ED IL GETTITO FISCALE STUDIO CONFESERCENTI: AD UN AUMENTO DEL 54% DEL PRELIEVO

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 74 15.04.2013 Voucher: i chiarimenti dell INPS Per instaurare un rapporto occasionale accessorio è necessario effettuare la

Dettagli

Aiuti di Stato - Commissione Ue, ok finanziamenti a Poste Italiane

Aiuti di Stato - Commissione Ue, ok finanziamenti a Poste Italiane Aiuti di Stato - Commissione Ue, ok finanziamenti a Poste Italiane Marta Bonucci 04 Dicembre 2015 Notizie La Commissione europea approva le compensazioni riconosciute a Poste Italiane per l'adempimento

Dettagli

Fondo Pensione Gruppo Intesa Sanpaolo

Fondo Pensione Gruppo Intesa Sanpaolo Call center: 02.30329329 dalle 8.30 alle 17.00 dal lunedì al venerdì (tenere a portata di mano il codice iscritto) http://www.fondopensionegruppointesasanpaolo.it Newsletter n. 1 2015 IN QUESTO NUMERO

Dettagli

26/8/2014 www.uffstampa.provincia.tn.it/csw/c_stampa.nsf/comunicatiperstampa/74a75c0d6e3f2040c1257d3c0024d6a9?opendocument

26/8/2014 www.uffstampa.provincia.tn.it/csw/c_stampa.nsf/comunicatiperstampa/74a75c0d6e3f2040c1257d3c0024d6a9?opendocument 26/8/2014 www.uffstampa.provincia.tn.it/csw/c_stampa.nsf/comunicatiperstampa/74a75c0d6e3f2040c1257d3c0024d6a9?opendocument Approvati i criteri per i beneficiari e la durata REDDITO DI ATTIVAZIONE: 28 MILIONI

Dettagli

La legge Finanziaria per il 2002: alcune prime valutazioni Agostino Megale Antonio Ruda

La legge Finanziaria per il 2002: alcune prime valutazioni Agostino Megale Antonio Ruda La legge Finanziaria per il 2002: alcune prime valutazioni Agostino Megale Antonio Ruda 1. Il quadro macroeconomico alla base della Finanziaria 2002: da rivedere le stime sulla crescita 2. Mancanza di

Dettagli

La quotazione del petrolio ha superato i 66 dollari al barile, il doppio rispetto al record negativo registrato poco meno di sei mesi fa. Qualche giustificazione si può anche trovare: il dollaro è debole

Dettagli

La Previdenza Complementare

La Previdenza Complementare La Previdenza Complementare Il sistema previdenziale italiano pagina 1 Indice Il sistema previdenziale italiano La previdenza complementare L adesione a previdenza complementare Le prestazioni della previdenza

Dettagli

federalismo regionale provinciale - costi dei fabbisogni standard sanitari A cura dell Ufficio fisco e politiche di bilancio Spi Cgil nazionale

federalismo regionale provinciale - costi dei fabbisogni standard sanitari A cura dell Ufficio fisco e politiche di bilancio Spi Cgil nazionale federalismo regionale provinciale - costi dei fabbisogni standard sanitari A cura dell Ufficio fisco e politiche di bilancio Spi Cgil nazionale Art. 1 Oggetto del Provvedimento Oggetto del Dlgs approvato

Dettagli

NOVITA FISCALI 2010 AMMORTIZZATORI SOCIALI

NOVITA FISCALI 2010 AMMORTIZZATORI SOCIALI NOVITA FISCALI 2010 AMMORTIZZATORI SOCIALI: il 2010 dovrebbe essere l anno della riforma degli ammortizzatori sociali, che ora lasciano senza rete di protezione 1,2 milioni di lavoratori dipendenti. Il

Dettagli

Nella capitalizzazione previdenziale bisogna trovare un investimento che oltre a dare la rendita difenda il capitale dalla svalutazione

Nella capitalizzazione previdenziale bisogna trovare un investimento che oltre a dare la rendita difenda il capitale dalla svalutazione LE PENSIONI COMPLEMENTARI a cura di Marco Perelli Ercolini Nella capitalizzazione previdenziale bisogna trovare un investimento che oltre a dare la rendita difenda il capitale dalla svalutazione La riforma

Dettagli

Camera dei Deputati. XI Commissione Lavoro pubblico e privato. Audizione D.L. n. 65/2015

Camera dei Deputati. XI Commissione Lavoro pubblico e privato. Audizione D.L. n. 65/2015 Camera dei Deputati XI Commissione Lavoro pubblico e privato Audizione D.L. n. 65/2015 Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR 8 giugno 2015 Premessa Il

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

TUTTI I DECRETI DI RENZI

TUTTI I DECRETI DI RENZI 067 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTI I DECRETI DI RENZI SULLE BANCHE POPOLARI E IL CONFLITTO DI INTERESSI 17 dicembre 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Il Governo

Dettagli

Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese. 23 domande 23 risposte

Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese. 23 domande 23 risposte Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese 23 domande 23 risposte Oggi un progetto per il futuro Avvertenza: Il presente opuscolo ha carattere divulgativo e non

Dettagli

22 febbraio 2016. a cura del Settore Ricerca e Informativa Finanziaria

22 febbraio 2016. a cura del Settore Ricerca e Informativa Finanziaria 22 febbraio 2016 a cura del Settore Ricerca e Informativa Finanziaria Nella settimana appena passata i maggiori indici azionari hanno vissuto una fase di recupero, con performance settimanali decisamente

Dettagli

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro)

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro) TASSE RECORD: PER LE MICRO-IMPRESE PRESSIONE FISCALE FINO AL 63% Per le aziende con meno di 10 addetti, nel le tasse sono aumentate: colpito il 95% del totale delle imprese ===============================================================

Dettagli