London 2012: s a c ce n d e il business

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "London 2012: s a c ce n d e il business"

Transcript

1 28/12 new ANNO XVII 28 luglio - 3 agosto 2012 Sistemi economici e sociali della Puglia e 1,00 - Settimanale di informazione economica - - Spedizione in abb. postale 45% Art 2 c. 20/B L. 662/96 - Filiale di Bari FIERA DI PARMA: LA CINA SCOPRE IL GUSTO DEL VINO ITALIANO - A PAG. 7 CONTAGIO E DINTORNI La crisi? C è di che aver paura nwaldemaro MORGESE Ora forse siamo sul serio in difficoltà: lo spirito pubblico del nostro Paese lo avverte con maggiore chiarezza. Non è senza significato che una testata come la Repubblica, nel numero del 20 luglio 2012, faccia la scelta di inserire in prima pagina il reportage di Concita De Gregorio Così Rajoy ci ha cancellato, titolo che in quarta diventa: Spagna, pochi soldi e sacrifici la classe media in agonia Così ci state soffocando. Il problema è che i macronumeri della Spagna non sono granché differenti dai nostri, almeno quelli principali e quindi vi è possibilità di contagio. Il pericolo del contagio fa paura, talchè lungimirante è stato Dionisio Ciccarese a scrivere (intervistando Vito Covelli) e a pubblicare Più forti della paura (Sedit 2012), un volume che di paure ne cataloga ben 296 tipologie. Come negli ultimi decenni del secolo scorso sono fiorite le pubblicazioni sul Crisis Management, in presenza dell'attacco del finanzca - pitalismo all'economia reale, così oggi, a fronte del generalizzato puntamento di questo attacco, cominciano ad emergere le analisi sulla paura e a diffondersi anche siti web che la scelgono come proprio mantra: movie player.it mette in evidenza la frase Be(a)d Time: ti sei mai chiesto cosa succede mentre dormi?. Il calembour è «bed» (letto) che diventa «bad» (cattivo). La questione è che in generale i numeri micromacro dell'italia sono molto preoccupanti e pertanto dovrebbero essere di ausilio per comportamenti coraggiosamente innovativi, piuttosto che soltanto - nel peggiore dei casi - di insofferenza o - nel migliore - di protesta generazionale (i giovani squadernano nelle loro sacrosante manifestazioni Save people not banks ): opportunamente Dionisio Ciccarese ha dedicato una sezione del suo libro a «percezione e coscienza» delle paure, scegliendo una frase del politico e filosofo irlandese del XVIII secolo Edmund Burke per chiarirne il significato: «Una vigile e provvida paura è la madre della sicurezza». segue a pag. COSA SUCCEDERÀ IN GB CON E DOPO I XXX GIOCHI OLIMPICI ANCHE SUL WEB Il Gargano si conferma leader delle vacanze W:49.603mm H:29.525mm 7282_ECO_P01_A9_52856,ph01 Levantaci alle pag. 2 e 3 London 2012: s a c ce n d e il business BUONE VACANZE La Gazzetta dell Economia torna in edicola l 8 settembre E tempo di vacanze. La Gazzetta dell Economia tornerà in edicola l 8 settembre con un numero in gran parte dedicato alla 76esima edizione della Fiera del Levante. Buone vacanze. QUESTIONE DI SEMPRE Ilva Taranto città divisa tra ambiente e sviluppo Millarte a pag. 5 L ANALISI Spending review tra conti e strategia nfabrizio BALDASSARRE Il tema della programmazione e gestione degli approvvigionamenti di beni e servizi costituisce a mio avviso uno dei temi di maggior interesse nell'attuale processo di modernizzazione della pubblica amministrazione. A livello nazionale la questione, com'è noto all'opinione pubblica grazie al criticatissimo processo in atto di spending review, è nell'agenda del Governo, essendo legato a pressanti esigenze di contenimento e razionalizzazione della spesa pubblica. In tal senso va interpretata l'estensione dell'obbligo di ricorrere alle convenzioni Consip (la cen - trale d'acquisto del MEF) per l'acquisto di beni e servizi alle amministrazioni locali. Tale tendenza si inserisce nei più generali obiettivi di risparmio contenuti nelle leggi finanziarie degli ultimi anni che impongono alle amministrazioni locali il rispetto del patto di stabilità interno. L'innovazione nel processo di approvvigionamento coinvolge diversi ambiti all'interno delle amministrazioni. Da una parte richiede sensibili interventi di natura organizzativa e regolamentare e d'altra parte prefigura azioni specifiche della politica di sviluppo dell'e-government (e dell'e-procurement in particolare) che consentono di utilizzare le opportunità dell'informatica anche grazie agli incentivi delle innovazioni normative. A livello di singola amministrazione, gli approvvigionamenti possono condizionare in modo significativo le prestazioni e la capacità di offrire servizi adeguati. Il tema, pertanto, interessa sia i responsabili della funzione acquisti sia i dirigenti di linea, i quali, all'interno di un processo di progressiva responsabilizzazione, sono sempre più chiamati a rispondere dell'efficienza, dell'efficacia e della qualità dei servizi erogati, ad utilizzare al meglio risorse scarse, a far valere una logica di cliente interno verso i loro colleghi titolari della funzione acquisti. segue a pag.

2 TURISMO 2 Dal 30 luglio a Capojale e Cagnano la seconda edizione di Ecodream Seconda edizione di "Ecodream Capojale", il campo di volontariato internazionale di tipo ambientale in programma a Capojale e Cagnano Varano dal 30 luglio al 20 agosto. Organizzato dall'associazione "Isola Capojale", in collaborazione con il Parco Nazionale del Gargano, l'asssoc iazione "Lunaria" e l'associazione "Mediterranea", il campo accoglierà 15 volontari provenienti da Austria, Bielorussia, Cina, Francia, Inghilterra, Russia, Spagna, Serbia, Turchia e Ucraina e sarà finalizzato a sviluppare dinamiche di scambio interculturale e di volontariato, oltre che di tutela e di promozione dei territori marini di Capojale e Isola Varano. 28 luglio 2012 ESTATE 2012 ntripadvisor E HOTEL.COM: CONFERME E NOVITÀ Gargano da record Vieste è la spiaggia regina anche nella Rete nla perla del Promontorio ha avuto un incremento di ricerche del 224% nma in Puglia gettonate anche località della Bat e del Tarantino nmassimo LEVANTACI E il Gargano la meta più cliccata dagli italiani secondo hotels.com e TripAdvisor, due delle piattaforme online più frequentate dagli internauti che giudicano, scelgono e infine telefonano sulla base di ciò che vedono attraverso il monitor del loro computer. E Vieste, la capitale del Gargano, è la città che meglio si presta a questo gioco di preferenze: per il suo mare, certo, ma anche il centro storico, il castello, le qualità enogastronomiche e un offerta turistico-ricettiva quantitativamente elevata (oltre il 50% dei posti letto dei centri vacanze garganici è concentrato qui) e che si situa in uno standard qualitat ivo medio. Insomma ci sono tutte le condizioni perchè una vacanza da queste parti non costi un occhio della testa: come sono lontani i tempi in cui la bottiglia di minerale costava 3mila lire. Vieste, in particolare, secondo hotels.com ha registrato un incremento delle ricerche del 224% rispetto allo stesso period o (giugno) dello scorso anno balzando al primo posto tra le mete turistiche nazio - nali più cliccate. TripAdvisor, il sito di recensioni di viaggio più grande del mondo, ha invece svelato la top 3 delle province pugliesi che hanno ottenuto il più grande aumento d interesse presso i viaggiatori e al primo posto spicca ancora la Capitanata con la più alta crescita di traffico Internet, seguita da Barletta-Andria- Trani e da Taranto. Foggia - spiega TripAdvisor - attrae i pellegrini ogni anno grazie alle sue attrazioni religiose, come il santuario di San Michele Arcangelo e San Giovanni Rotondo. Seguono tra le preferenze il duono di Lucera e quello di Troia. La provincia di Barletta-Andria-Trani si mette in evidenzia invece per la combinazione tra le aree prevalentemente sabbiose di Margherita di Savoia e Barletta e le zone rocciose di Trani e Bisceglie. E poi naturalmente c è il sito Unesco di Castel del Monte, la cattedrale di Trani e il castello svevo di Barletta. La provincia di Taranto spicca invece per i suoi eventi della settimana santa a Taranto, Lizzano, Pulsano e il carnevale di Massafra. Interessanti anche il porto e il castello aragonese di Taranto, il museo nazionale archeologico e il duomo di Manduria. LA CURIOSITÀ /PER OVVIARE ALLE VIABILITÀ PROBLEMATICA E c è chi arriva in elicottero La viabilità sul Gargano costituisce da sempre un problema per le migliaia di turisti che percorrono ogni anno le sue curve a gomito e suoi tornanti per giungere a destinazione nelle varie località turistiche. Ma da qualche anno sta prendendo quota, è il caso di dirlo, un turismo più emancipato che atterra nei centri vacanze direttamente in elicottero. E accaduto qualche settimana fa al Resort Gattarella di Vieste (foto a destra) che ha ospitato per tutta la durata del soggiorno un elicottero (foto accanto) con a bordo due turisti provenienti da Montecarlo. Hanno chiesto di atterrare direttamente nel resort - conferma Gino Notarangelo, amministratore unico del Gattarella - ma noi non abbiamo ancora un eliporto. Così abbiamo pensato di farli atterrare direttamente su uno dei campi da tennis, togliendo ovviamente la rete di recinzione. L at - terraggio è stato perfetto, la recinzione intorno al campo non è stata più montata: non si sa mai. L I N I Z I AT I VA /TERRITORIO ED ECONOMIA PENALIZZATI SENZA I VOLI Petizione per riaprire il G. Lisa Per tornare a far volare l aeroporto Gino Lisa (richiesto a gran voce dai turisti che bocciano il collegamento in navetta con Bari Palese, troppe tre ore di bus ), l associazione Mondo Gino Lisa ha lanciato una petizione che punta a raccogliere le firme dei passeggeri dello scalo foggiano, ma anche dei rappresentanti istituzionali dauni. Nei precedenti tre anni in cui l aeroporto ha potuto fare affidamento sui voli di linea della Darwin Airline - dice Andrea Casto, presidente di Mondo Gino Lisa - i foggiani hanno dato dimostrazione dell'esistenza di una forte domanda di volo, con riempimenti e numeri che mai si erano avuti in passato, nonostante la forte limitazione imposta dalla lunghezza della pista e dagli aeromobili che possono atterrare. Gli passeggeri/anno circa raggiunti a Foggia con un solo aereo da 50 posti e sole tre destinazioni di Darwin Airline, sarebbero stati sicuramente con un aereo da 150 posti, come quelli usati a Bari e Brindisi e con le stesse tariffe medie. La petizione, rigorosamente online sul sito dell associazione, nella prima settimana ha raccolto circa cinquecento firme sull obiettivo finale di 5mila. Gli operatori turistici, le agenzie di viaggio e gli stessi cittadini chiedono fortemente che l'infrastruttura di viale degli Aviatori ritorni a funzionare, per soddisfare l'esigenza di trasporto, motore che può far muovere e sollevare l'economia locale. ndida

3 28 luglio 2012 Metrò del mare del Gargano la gara è andata deserta E andata deserta la gara per il metrò del mare del Gargano che dal primo agosto avrebbe dovuto collegare le principali località della costa con capolinea Manfredonia. La gara per l appalto del servizio è finita male, nonostante lo stanziamento di circa 600mila euro da parte della Regione avesse indotto molti a ritenere che il progetto fosse appetibile. Se ne riparlerà il prossimo anno. 3 TURISMO PUGLIAPROMOZIONE nproposte DI ITINERARI Formula Opendays formula vincente? viaggio enogastronomico tra il Gargano e la Daunia, fra la costa e l entroterra dei E un monti dauni, che coinvolge undici comuni (Lucera, San Severo, Stornara, Bovino, Cagnano Varano, Carpino, Cerignola, Foggia, San Marco La Catola, San Paolo Civitate e Torremaggiore), otto masserie didattiche, sei cantine. Tutto questo è Opendays, l iniziativa di Pugliapromozione che coinvolge i turisti alla scoperta dei luoghi più suggestivi della Capitanata coinvolgendoli in un itinerario affascinante e misterioso insieme. Per le visite individuali a cantine e masserie, nonché per i tour organizzati in bus è necessaria la prenotazione entro le ore 16 del mercoledì. A disposizione un numero verde dedicato ( dalle 15 alle 20) e il servizio di info e prenotazioni all indirizzo oltre che gli Uffici di informazione e accoglienza turistica di Pugliapromozione - potenziati grazie ad una convenzione con l Unpli, con circa 50 ragazzi arruolati sul territorio regionale nell affascinante mestiere dell accoglienza, professionale ed in lingua. Un punto informazione fisso sarà disponibile dal 1 agosto anche negli aeroporti di Brindisi e Bari. Nuovi infopoint a Peschici (piazza Pertini, apertura 17-24) e Vieste (piazza Kennedy, apertura dalle 17 alle 23). Rinforzato, inoltre, l orario di apertura dell ufficio Iat a Manfredonia (piazza della Libertà), aperto fino alle 21). Per la prima volta, attraverso una convenzione stipulata con l Ente nazionale per la protezione e l assistenza dei sordi, il viaggiatore potrà chiedere l assistenza, nell ambito dei tour e delle visite guidate cui è interessato, di un interprete LIS, la lingua dei segni. La Puglia delle vacanze e della buona accoglienza parla finalmente una sola lingua, con iniziative di qualità che corrono sullo stesso filo conduttore in tutta la regione, in modalità integrata - afferma il direttore di Pugliapromozione, Giancarlo Piccirillo - un brand unico, dalla Magna Grecia alla Puglia imperiale, dal Gargano al Salento, dalla Terra di Bari alle Murge, alle Gravine, alla Valle D Itria. Le tematiche individuate rispondono all esigenza di integrare l offerta balneare allargando l orizzonte degli attrattori turistici. La cultura enogastronomica, nello specifico, e le attività economiche che si riferiscono al segmento, dunque legate all agroalimentare, hanno rivelato, negli ultimi anni, un tasso di crescita di gran lunga superiore alle previsioni. Le Strade del Vino e dell Olio, ad esempio - San Severo e Carpino ne sono testimonianza - fotografano in maniera netta ed evidente, una situazione di crescente importanza strategica del comparto agro-alimentare nel turismo. (ma.le.) (Nella foto Giancarlo Piccirillo, direttore di Pugliapromozione) EVENTI /LA FIERA DEL GUSTO NELLA MARINA PICCOLA DI RODI I vacanzieri presi per la... gola La fiera del Gusto mette in vetrina i prodotti caratteristici della cucina foggiana, come le ciangularie (dolci tradizionali dalle cartellate e alla pasta di mandorle), ma anche i formaggi, le conserve e la pasta fatta in casa. Gli stand allestiti all interno della Marina piccola di Rodi Garganico hanno costituito un attrazione per i turisti che, ritornando dalla spiaggia, si sono imbattuti nelle variopinte bancarelle allestire dalla Solution Group e dal Comune di Rodi, taglio del nastro affidato all assessore regionale al Bilancio, Michele Pelillo. E una formula che i turisti dimostrano di gradire - commenta Daniele Circiello, amministratore della Solution group che ha ideato l evento - quest anno hanno partecipato 65 aziende, molte quelle foggiane, ma abbiamo avuto presenze anche dal Molise e dall Abruzzo a conferma che il format rappresenta motivo d attra - zione anche da fuori provincia.

4 4 28 luglio 2012

5 28 luglio 2012 Produzione, ambiente e salute: tutto il mondo guarda la sfida Non c'è più alcuno spazio per i compromessi. Taranto può continuare ad accettare la convivenza difficile con l'acciaieria ma solo a una condizione: il rispetto della compatibilità con l'ambiente e la salute. Va scritta una pagina nuova nelle relazioni industriali ma anche nell'economia di Taranto e di tutta la Puglia, ben consci del fatto che gli occhi dell'opinione pubblica italiana ed internazionale sono puntati sullo Jonio. (A. Mill.) 5 T E S TAT I N A IL FATTO ntra L ACCORDO COL GOVERNO E LE DECISIONI DELLA MAGISTRATURA Taranto col fiato sospeso con l llva in gioco il futuro nantonella MILLARTE Ha il ticchettio di una bomba ad orologeria. L'Ilva di Taranto, il più grande stabilimento siderurgico d'europa e anche la fonte del 90% della diossina d'italia, potrebbe avere le ore contate. Ci lavorano 12mila dipendenti, rappresenta il 70% dell'economia di Taranto e di tutta la sua provincia, ma la salute - calpestata per decenni proprio e soprattutto quando lo stabilimento si chiamava Italsider ed era di proprietà statale - pare avere finalmente una voce che si riesce ad udire. Intanto, mentre scriviamo le migliaia di operai dell'ilva che temono lo spettro della chiusura dello stabilimento, guardano con timore agli sviluppi di una situazione cittadina nella quale la coscienza ambientalista sta galoppando in avanti mentre le morti per tumore non diminuiscono. Ore di sciopero negli ultimi giorni hanno messo in ginocchio l'economia dell'area ionica, colpevole finora di non aver saputo trovare un modo per invertire la marcia rispetto alla dipendenza dall'acciaio che - come è già successo a Genova e Napoli dove le acciaierie hanno chiuso - evidentemente non poteva durare ancora a lungo. Taranto appare come spaccata a metà, da un lato della barricata chi non vuole più morire di lavoro, dall'altro chi rischia di perdere il lavoro e senza concrete speranze di trovarne un altro. Gli accordi fra i ministeri dello Sviluppo Economico, della Coesione Territoriale, dell'ambiente, il Comune e la Provincia di Taranto, Regione Puglia e la stessa Ilva rappresentano una pietra miliare nel futuro dell'industria in terra ionica. Ma cosa avverrà? Impazza in città e soprattutto nei social network l'ipotesi di sequestro dell'ilva. L ipotesi sembrerebbe reale: c è il rischio di chiusura degli impianti del centro siderurgico derivante dal procedimento aperto dalla magistratura in cui si contesta anche il reato di disastro ambientale. Crediamo che in una società moderna e ancora di più in un territorio messo a dura prova dall'insediamento dell'industria pesante, si dovrebbe cercare di conciliare le ragioni della salute a quelle del lavoro, dell'occupazione, dello sviluppo sostenibile e dei lavoratori, ha dichiarato Massimo Serio, coordinatore della segretaria provinciale del Partito Democratico di Taranto. Alle spalle di tutta la vicenda, però, c'è quasi mezzo secolo di inquinamento di Stato e cioè consentito senza troppi scrupoli quando l'acciaieria era ancora in mano pubblica e di cui oggi, tutti, paghiamo le conseguenze. nla palazzina di una parte degli uffici dell acciaieria piùà grande d Europa, alle porte di Taranto LA SCHEDA /ESCLUSA LA CHIUSURA DELLA SOLA AREA A CALDO Interessati circa 20mila lavoratori Mentre sale la tensione tra i lavoratori dell'ilva e il resto della città, cerchiamo di fare chiarezza su alcuni dati di fondamentale importanza. Le voci legate all'azione giudiziaria sullo stabilimento riguardano un indotto che arriva, insieme ai dipendenti, a circa 20mila persone. L'Ilva di Taranto è una fabbrica con produzione a ciclo integrale, per cui se qualcuno, per poter risolvere i problemi, pensa di chiudere l'area a caldo è sicuramente fuori pista. Senza questa sezione, lo stabilimento intero, tecnicamente non ha motivo di esistere. (A.Mill.) LA POLEMICA /IL DIRETTORE DELL ARPA CRITICO CON PEACELINK Piombo nelle urine: no allarme "Il piombo è un metallo presente nelle urine di tutti gli abitanti del pianeta e va segnalato che i valori limite della Società italiana per i valori di riferimento (Sivr) non sono predittivi di eventi sanitari, ma sono definiti su criteri puramente statistici, riferiti a concentrazioni misurate in campioni di popolazione ed hanno pertanto carattere esclusivamente descrittivo". In una nota il direttore regionale dell'arpa Puglia, Giorgio Assennato, ha ridimensionato l allarma lanciato da Alessandro Marescotti, presidente di Peacelink Taranto. "Il piombo urinario - ha aggiunto Assennato - è un indicatore grossolano di esposizione che non è utilizzato ai fini della valutazione del livello al quale non si manifesta alcun effetto avverso (noto come Noael). Per tale obiettivo, si utilizza la misura del piombo nel sangue". Il direttore dell Arpa ha anche spiegato che "lo studio fu effettuato per verificare la presenza di arsenico nelle urine, dati i risultati allarmanti riscontrati a Gela: eccessi non riscontrati a Taranto, ma questo non fa notizia. nuna manifestazione di protesta dei dipendenti dell Ilva

6 6 28 luglio 2012

7 28 luglio 2012 Quest'anno si brinda in anticipo: vendemmia i primi di agosto Puglia, è tutto pronto: ai primi di agosto inizia la vendemmia, ma il vino finirà in bottiglia col tappo di sugheroo a vite? Dal sondaggio di Merrill Research sulla chiusure alternative del vino negli USA, primo mercato per i vini italiani e che rappresenta il 12% del consumo mondiale, la risposta è chiara: per il 97% degli intervistati il tipo di tappo non è una delle tre ragioni principali per l acquisto ma contano varietà, prezzo e zona geografica. (a.m.) 7 ITINER ARI MERCATO DEL VINO / DALLA FIERA DI PARMA LE STRATEGIE PER CONQUISTARE ANCORA PIÙ IL PAESE ASIATICO I cinesi ci "bevono" nantonella MILLARTE Paese delle Lanterne Rosse la nuova frontiera anti crisi per i vini E il italiani e la Puglia, che insieme a Veneto e Sicilia, è la maggiore produttrice del Belpaese guarda con molto interesse all Asia. Ma la lingua è difficilissima, la cultura radicalmente diversa, il gigante cinese in continuo cambiamento. E, allora, come accedere col piede giusto scalcando indenni la grande muraglia cinese? Le risposte sono arrivate dalle Fiera di Parma che hanno ospitato il China Business Incubator, il primo appuntamento lanciato per conto del Consorzio Italia del Gusto da GEA, società di consulenza strategica indipendente che da 46 anni accompagna le imprese italiane nella loro crescita. La risposta unanime degli addetti ai lavori del campo enologico - ma la regola, è stato più volte evidenziato nel corso dei lavori, vale anche per tutti gli altri prodotto del settore food è organizzare in modo altamente professionale le tre fasi cruciali: educational/degustazioni/vendita. L export del settore wine&food made in Italy verso la Cina è cresciuto nell ultimo anno del 36%, con un fatturato complessivo di oltre 248 milioni di euro. In particolare, il mercato delle bollicine sembra essere molto attrattivo per i buyers del Paese del Dragone, se consideriamo che lo scorso anno le vendite hanno registrato un incremento del 236%. Naturalmente ai prodotti italiani vanno applicate etichette esplicative in lingua cinese, ma facendo attenzione a non coprire troppo l etichetta originale. Per i cinesi di fascia alta, vino italiano significa lusso, tradizione, storia e l etichetta racconta l impegno antico delle famiglie italiane produttrici di vino, ha detto Manuel Arce di CWS, società specializzata da anni nella commercializzazione di vino e liquori in Cina. La sfida per la Puglia dei vini di qualità è far comprendere a questa fascia benestante dei cinesi che le nostre bottiglie vantano il top della qualità a prezzi ragionevoli, investendo ancor più in marketing e comunicazione multilingue. DIFFERENZE /CALA IL VINO SFUSO MENTRE QUELLO IMBOTTIGLIATO È IN CRESCITA Nell'export vince solo la qualità Continua a perdere inesorabilmente spazio il vino italiano sfuso sui mercati esteri, sale invece più lentamente, ma sale, la vendita di vini in bottiglia. Oramai non ci sono più dubbi: per effetto della crisi e del cambiamento di abitudini alimentari, anche oltre confine si beve meno ma meglio. I dati di luglio 2011, pubblicati da ISMEA sul commercio internazionale dei vini italiani, evidenziano un - 8,1% generale rispetto allo stesso periodo del 2011 ed un +3% per l imbottigliato. Ma quale impatto porterà sulla nostra economia tutto ciò? Il calo è sulla fascia di prodotto meno interessante per le nostre imprese e che sono da sempre terreno fertile per altri tipi di produttori come quelli spagnoli e del Sud America commenta Adriano Orsi, presidente del Settore Vitivinicolo di Fedagri C o n f c o o p e r a- tive -. La contrazione è relativa infatti solo ai vini sfusi (- 23% in volume) e riguarda in prevalenza i vini comuni e varietali (rispettivamente -28,3% e -27,1% in volume). La selezione che il consumatore sta effettuando, con un portafoglio sempre più esiguo da spendere, mette in posizione di vantaggio l Italia. Di questo i produttori pugliesi alla vigilia della vendemmia - che inizierà con anticipo, nei primi giorni di agosto dovranno tenere conto. Conti alla mano, infatti, l Italia può ancora vantare un incremento delle vendite dei vini imbottigliati (+3% in volume e +6% in valore), a conferma che gli obiettivi di qualificazione dei nostri vini trovano un reale riscontro di mercato nelle strategie di vendita all estero. Vediamo, nello specifico, cosa sta succedendo nei principali Paesi clienti dell Italia. Di fronte a un calo delle esportazioni in volume in Paesi come la Russia (-52%), la Repubblica Ceca (- 59%) e la Francia (-39%), un segno positivo è quello relativo alle vendite di vino in Norvegia (+26,4%), Cina (+24,1%), Canada (+20,1%), Svezia (+13,8%), Regno Unito (+19) e Giappone (+10,1%). Sul colosso cinese, in definitiva, conviene mantenere alta l a t t e n- zione malgrado le difficoltà e le incognite della zona asiatica. (a.m.) COMMISSIONE UE Anche l'uva di Puglia ottiene il marchio Igp La Commissione europea ha dato il via libera al riconoscimento di altre due denominazione di origine protette italiane: il formaggio "squacquerone di Romagna" (Dop) e "uva di Puglia" (Igp). Lo squacquerone è un formaggio a pasta molle ottenuto esclusivamente da latte vaccino intero. L'uva di Puglia Igp invece viene prodotta solo in territori al di sotto dei 330 metri sul livello del mare, in parte dei comuni in provincia di Bari, Brindisi, Foggia, Taranto e Barletta-Andria-Trani e nell'intera provincia di Lecce. I suoi grappoli non sono inferiori ai 300 grammi e il suo colore è giallo paglierino per le varietà Italia, Regina e Vittoria, nero vellutato intenso per le varietà Michele Palieri e di un rosato doré per la varietà Red Globe.

8 8 28 luglio 2012

9 28 luglio 2012 segue dalla prima La crisi? C è di che aver paura 9 Cosa altro era l'accorato appello e profonda convinzione di Enrico Berlinguer sulla necessità di imboccare nel nostro Paese una fase sistemica di austerità, se non il tentativo lucido di cambiare l'economia e la società italiana in una direzione di moralizzazione, lotta agli sprechi, miglioramento dei decorsi di efficienza ed efficacia, maggiore equità? Tutte condizioni ineludibili per un nuovo modello di sviluppo (quello che noi oggi decliniamo, con occhio un po' orbo, con la parola crescita ). Una prospettiva diametralmente opposta alla rinunzia/rassegnazione che riecheggia in Tu come eri, la canzone dei primi anni Ottanta di Lucio Dalla e Roberto Costa: «Vieni che ci chiudiamo in casa/fuori c'è troppa confusione/non è tanto per paura/ma perché non ne vale la pena». Insomma, serve oggi il coraggio di cambiare incrostazioni consolidate e ormai insopportabili, non certo la regressione del tirare i remi in barca, cioè del bloccarsi, per paura, sotto la pressione degli irresponsabili e ramificati corporativismi, dovunque annidati (anche nelle plaghe nobili della nostra società). Alla paura serve rispondere proattivamente, con la domanda che idealmente rivolge Brando De Sica al nonno Vittorio: «con quale forza si può tornare pionieri e indipendenti?» (Francesco Rigatelli, Brando De Sica. A nonno Vittorio chiederei come si scaccia la paura?, su «La Stampa» del 21 luglio 2012, p. 31). Con due consapevolezze di fondo. Prima consapevolezza. I nostri numeri micromacro sono da tempo insostenibili (l'ultima denuncia è dell'associazione Artigiani e Piccole Imprese Mestre CGIA: il carico della burocrazia sulle PMI a maggio 2012 è risultato in Italia di 26,5 miliardi di euro), talché è appropriata l'osservazione ironica di Guido Rossi secondo cui di contagio forse discettiamo impropriamente, «quasi che non fossimo mai stati malati» (cfr. L'etica che ci può (davvero) salvare, su «Il Sole 24 Ore» del 22 luglio 2012, pp. 1 e 14). Ho già segnalato in altro articolo l'interessante disamina di Lucrezia Reichlin, che colloca alla metà degli anni '90 l'inizio del nostro declino economico, in controtendenza rispetto ad altri Paesi come ad esempio la Germania. Il nostro debito pubblico sul PIL ha superato il 120% avvicinandosi ai miliardi di euro (e in 12 mesi la quota di debito detenuta da stranieri è scesa dal 50% al 32%: il che segnala percezione di inaffidabilità), la nostra pressione fiscale è quasi al 55% se la consideriamo al netto della presumibile aliquota di economia sommersa, i cosiddetti soggetti inattivi NEET (cioè Not in Education, Employment or Training) sono giunti (dati Istat per il 2010) al record del 37,8%, il sommerso (cioè l'evasione fiscale) si colloca ormai attorno al 18% del PIL (un dato sul serio abnorme), il nostro sistema di Welfare è familistico quindi arretrato; ricordiamo come Alberto Alesina e Andrea Ichino concludono il loro insuperato libro L'Italia fatta in casa (Mondadori 2009): «Siamo alle solite: se non ci fossimo noi mamme? Con un solo reddito in casa si fa sempre fatica ad arrivare alla fine del mese, ma mai nessuno che conti quel che facciamo noi per la famiglia!» (p. 138). Seconda consapevolezza. Ormai l'unione monetaria europea ci costringe ineluttabilmente a proseguire nella unificazione bancaria, fiscale e politica, perché alcun problema può più essere risolto da una singola Nazione, a motivo delle ripercussioni a catena che ogni decisione del singolo provoca su tutti: chi scrive non si sente in modo particolare un germanofilo, ma riflette sul fatto che se ad un soggetto si chiedesse di erogare una dazione solidale, potrebbe questi non porsi il problema dell'affidabilità del donatario (non fosse altro che per essere certo che la dazione vada a buon fine)? Insomma, è sul serio finita l'epoca delle Nazioni indipendenti (e non parliamo neppure delle Regioni speciali quali la Sicilia!), cerchiamo di trarne lucidamente (e coraggiosamente) tutte le implicazioni obiettive. Waldemaro Morgese Spending review tra conti e strategia segue dalla prima L'incremento delle funzioni svolte dalla PA locale nel rispetto del principio di sussidiarietà ed il processo di progressiva responsabilizzazione finanziaria delle amministrazioni regionali e locali sono tutti elementi portatori di ulteriori esigenze di innovazione ma anche di nuove complessità che il sistema dovrà affrontare. Tutto ciò si riflette, ovviamente, anche sulla funzione acquisti e pone importanti quesiti in merito alla qualificazione professionale - cioè alla competenza - di chi si occupa di acquisti nella PA. In uno studio pubblicato nel 2009 sulla prestigiosa American Economic Review, tre economisti italiani quantificano gli sprechi che avvengono nell'acquisizione di beni e servizi per la Pubblica Amministrazione italiana. Come avviene di frequente anche in altri Paesi, lo stesso bene o servizio nello stesso momento viene acquistato da più amministrazioni, ma a prezzi ampiamente diversi. Se soltanto - argomentano questi studiosi - portassimo i peggiori a comprare ad un prezzo inferiore e ragionevolmente disponibile sul mercato, il risparmio che se ne otterrebbe per il cittadino ammonterebbe al 21% della spesa attuale, ovvero l'1,6% del PIL. Tale cifra potrebbe essere utilizzata per aumentare spese sociali ritenute utili o per diminuire la tassazione, ossia riducendo il vincolo allo sviluppo che ci pone la stabilizzazione del debito pubblico. Oltre a questo importante risultato i tre ricercatori riescono a differenziare quanta parte di questi sprechi è dovuta a mera incompetenza e quanta a sospetta corruzione. Il risultato è quanto mai inatteso, visto che, argomentano i tre studiosi, l'83% è dovuto ad incompetenza. E' un risultato che deve far ben sperare e mobilitare l'azione delle forze politiche dal momento che, mentre la corruzione è qualcosa di lento e difficile da sradicare e richiede sforzi e riforme da cui aspettarsi ritorni solo nel medio-lungo periodo, l'incompetenza può essere affrontata radicalmente con un progetto mirato alla professionalizzazione del public procurer, in tempi ragionevolmente brevi e con la speranza di ottenere risultati più rapidamente (grazie anche al contributo di associazioni professionali come ADACI). Diverse esperienze internazionali (UK, Canada, Giappone, Australia, Finlandia, ecc.) segnalano con forza che progetti di ampio respiro stanno dando i risultati voluti. Un recente studio del Formez constata come l'organizzazione della funzione acquisti nella PA sia ancora legata, in molti casi, ad un'impostazione tradizionale che vede una prevalenza del know how amministrativo piuttosto che di quello gestionale. Le competenze che consentirebbero una gestione efficace dei processi di approvvigionamento costituiscono un know how ancora molto giovane e poco diffuso, per lo più limitato a poche grandi amministrazioni che hanno sviluppato esperienze innovative. Un altro aspetto è la solo parziale integrazione tra struttura centrale acquisti e strutture di line. Spesso le conoscenze sui mercati e sui prodotti specifici, tipiche delle strutture di line, non sono sufficientemente valorizzate: ad esempio i dirigenti o gli esperti dei singoli settori, che molte volte sono i fruitori degli acquisti, non sempre sono adeguatamente coinvolti nella selezione di fornitori e offerte. Quando gli acquisti sono maggiormente decentrati, molto raramente vi è un ruolo di supporto da parte della funzione centrale acquisti verso le diverse strutture, mirato a rendere disponibile un know how trasversale sul processo. Ulteriore limite è rappresentato dalla tendenza all'utilizzo di procedure garantiste e tradizionali. La prevalenza dell'approccio burocratico amministrativo produce una tendenza ad utilizzare procedure di gara al ribasso, anche quando sarebbe necessaria una valutazione qualitativa combinata a quella del prezzo. Un aspetto cruciale sul quale la spending review sta esercitando pressione è la debolezza degli attuali processi di programmazione e controllo dei fabbisogni. La programmazione degli approvvigionamenti è normalmente svolta su base incrementale rispetto ai periodi precedenti, senza meccanismi accurati di budgeting e stima dei fabbisogni. Inoltre, quasi mai si ha un quadro complessivo dei costi sostenuti per gli acquisti, poiché di solito c'è sempre una quota di acquisti gestita dalle singole strutture organizzative, normalmente non monitorata. In generale, comunque, non esiste quasi mai un reporting articolato e affidabile sugli approvvigionamenti consumati dalle singole strutture organizzative, o per le singole attività. Infine, a mio avviso, esiste una limitata responsabilizzazione dei dirigenti di line sul consumo/erogazion delle forniture di beni e servizi. I modelli manageriali attualmente adottati dalle amministrazioni (leve e responsabilità dei dirigenti) e i sistemi di programmazione e controllo soltanto parzialmente sviluppati determinano spesso l'assenza di incentivi al risparmio per i dirigenti di line, dato che il consumo/risparmio realizzato dalle singole unità organizzative non è di solito noto o esplicitato, e comunque non si traduce in un beneficio o premio per le strutture più virtuose (ad esempio maggiore disponibilità di risorse per altri fattori produttivi). Il Public Procurement in un'ottica moderna e ben più ampia rispetto a quella degli appalti pubblici in sé e per sé, deve abbracciare quindi tutta la filiera cha va dalla rilevazione dei fabbisogni all'analisi della domanda fino alla stipula e al successivo monitoraggio del contratto, passando per la migliore procedura possibile di approvvigionamento. Esso va concepito come uno strumento le cui potenzialità, se sfruttate appieno, contribuiscono solidamente a raggiungere la funzione obiettivo di ogni pubblica amministrazione: da una parte offrire alla comunità beni e servizi di interesse collettivo nel modo più efficiente possibile; dall'altra stimolare la vivacità del tessuto imprenditoriale e favorire l'esplorazione di nuove realtà innovative per affrontare le crescenti sfide dello sviluppo. E' auspicabile che l'orizzonte delle attività del procurer pubblico non venga più circoscritto entro i confini di un raffinato strumento per l'acquisizione di beni e servizi con il miglior rapporto qualità - prezzo conseguibile, ma inizi ad essere consapevolmente esteso fino a comprendere ciò che può, a ragione, definirsi uno strumento flessibile di politica economica. Fabrizio Baldassarre

10 T E S TAT I N A 10 Da Ibrahimovic e Thiago Silva ai campi nostrani oggi si stringe la cinghia a tutti i livelli Addio alla Serie A: la crisi economica coinvolge anche il dorato mondo del pallone, alle prese con fughe eccellenti. Ibrahimovic ethiago Silva salutano il Milan per giungere alla corte degli sceicchi proprietari del Paris Saint Germain. Le società italiane, sempre più indebitate, applicano drastiche riduzioni d'ingaggio ai loro campioni. In Puglia si registra il fallimento di Foggia e Taranto: i 2 club non possono iscriversi al prossimo campionato. 28 luglio 2012 SERIE A IN CRISI ningaggi STELLARI E CONTI DA RISANARE: LACRIME ANCHE SUI CAMPI In Italia c'è l'esodo dei campioni ora comandano russi e sceicchi ngiorgio PUZZOVIO Il periodo delle vacche grasse è finito, si torna alla realtà. Il calcio italiano è in fase di brusco ridimensionamento: i campioni più affermati cercano lauti ingaggi all'estero, le squadre della Serie A non riscuotono più il fascino di un tempo. Dopo anni di dominio sul mercato internazionale, i Paperoni del nostro calcio si scoprono poveri: la crisi economica che affligge il Paese ha portato ripercussioni anche nel mondo del pallone. Il trasferimento di Thiago Silva e Ibrahimovic dal Milan al Paris Saint Germain ha destato scalpore. La squadra rossonera ha ceduto i 2 gioielli di famiglia per la cifra record di 65 milioni di euro. "Grazie alla cessione di Thiago ed Ibra - ha precisato il presidente del Milan, Silvio Berlusconi - risparmieremo 150 milioni di euro". Il calcolo dell'ex presidente del Consiglio mette in evidenza il risparmio sugli ingaggi pluriennali dei 2 top player: Thiago Silva, difensore brasiliano di 27 anni, percepiva uno stipendio annuo di 6,5 milioni di euro. Il trentunenne attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic, poteva contare su 12 milioni di euro all'anno. Le cifre astronomiche, però, non sono più alla portata dei club italiani che navigano a vista fra debiti spaventosi e guadagni sempre più risicati. L'Inter, reduce da 2 campionati interlocutori, ha avviato una politica di riduzione d'ingaggi molto drastica: l'anno scorso è partito il centravanti Samuel Eto'o, quest'estate la dirigenza nerazzurra cerca di vendere, come "saldo di fine stagione", i brasiliani Maicon e Julio Cesar: i 2 eroi del "triplete" conquistato qualche stagione addietro sono adesso un peso per la società a causa dei loro stipendi che superano i 5 milioni di euro. Si cercano sistemazioni adeguate al blasone dei campioni, ma non è facile trovare società disposte a versare simili ingaggi pluriennali per giocatori ormai sul viale del tramonto sportivo. Le ricchezze sono altrove, solo le spese pazze degli sceicchi riattivano il mercato del pallone: il Paris Saint Germain, club parigino dal passato sportivo poco brillante, è stato acquistato dal potente uomo d'affari del Quatar, Nasser Al-Khelaifi. I colpi di mercato realizzati con Thiago e Ibra sono gli ultimi di una lunga serie iniziata con l'approdo in Francia dell'allenatore italiano Carlo Ancelotti. Il direttore sportivo della squadra transalpina Leonardo (vecchia conoscenza del calcio milanese) è venuto a far spesa in Italia: oltre ai 2 milanisti, infatti, ha acquistato anche l'argentino Ezequiel Lavezzi dal Napoli per 30 milioni di euro. L'anno scorso aveva strappato al Palermo il ventenne Javier Pastore con una maxi offerta di 42 milioni di euro. In Inghilterra, lo sceicco Mansur Bin Zayd Al-Nahyan sfida il fair play finanziario, evocato dall'uefa, con sontuose campagne acquisti condotte a suon di milioni per rinforzare il suo Manchester City. La nuova geografia del capitalismo regala esperienze insolite ai grandi fuoriclasse del calcio continentale: in Russia si offrono ingaggi stellari, lo sanno bene il terzino Domenico Criscito e l'allenatore toscano Luciano Spalletti. I 2 italiani militano nello Zenit di San Pietroburgo. Sono lontani, dunque, i tempi della grandeur nostrana: nell'estate del 1984 giunsero in Italia i fuoriclasse Maradona, Rummenigge, Socrates e Junior. Platini e Falcao giocavano in serie A già da alcuni anni. L'Italia era il paese dei sogni per i calciatori di tutto il mondo. Ventotto anni dopo, l'eldorado del Dio Pallone ha trovato nuove collocazioni, lontane anni luce dalla crisi. nla spettacolare presentazione di Zlatan Ibrahimovic al Paris Saint-Germain davanti alla Torre Eiffel CALCIO PUGLIESE /PIENA CRISI, ALCUNE SOCIETÀ DICHIARANO FALLIMENTO Foggia e Taranto sull'orlo del baratro Il ritorno di Pasquale Casillo alla guida della società sembrava l'inizio di una nuova favola. Due anni dopo, la storia del Foggia (nella foto lo Sporting Foggia del 1923) si è trasformata in un incubo: il club, fallito a causa dei debiti, non potrà iscriversi al prossimo campionato di Lega Pro. I conti della società rossonera sono stati bocciati dalla Covisoc, organo preposto al controllo finanziario dei club italiani: il Foggia registra debiti per euro. Il grave problema finanziario non ha permesso di ottenere la fideiussione bancaria per il pagamento di alcuni lavori di ristrutturazione dello stadio Zaccheria. Il mancato intervento strutturale ha impedito di ottenere la licenza di agibilità del campo sportivo per posti. Se Foggia piange, Taranto non ride: anche la società jonica è alle prese con le drammatiche vicissitudini causate dal fallimento finanziario. Il direttore generale del club, Mike Hulls, ha comunicato la rinuncia all'iscrizione al prossimo torneo di Lega Pro. Negli ultimi mesi, i vertici dirigenziali avevano cercato, invano, nuovi sponsor e partner finanziari per riattivare le anemiche casse societarie. (g.p.)

11 28 luglio 2012 Ricavi da 3,5 miliardi in quattro anni Jacques Rogge, presidente del Comitato Olimpico Internazionale, ha calcolato in 3,5 miliardi i ricavi garantiti nell arco di quattro anni dalla vendita dell evento a network ed editori. E il 15% di questa cifra - un altro segno dei tempi - sarebbe generato questa volta dai new media come Internet e le apparecchiature mobili. A farla da padrone tablet e smartphone. 11 LONDRA 2012 E l ora dei Giochi Partono ufficialmente oggi e si concluderanno il 12 agosto i Giochi Olimpici. Londra diventa così la prima città ad aver ospitato per tre volte questa manifestazione, dopo quelle del 1908 e del Quali benefici otterrà? Quale sarà l'impatto dei social network? Quali ricavi otterranno gli sponsor? In che modo la Rai subirà la concorrenza (per la prima volta) di Sky? Nel dossier le risposte a queste domande. Dodici miliardi di euro e un punto di Pil. I XXX Giochi Olimpici, al via ufficialmente oggi dopo le prime gare dei giorni scorsi e la bella cerimonia di apertura di ieri sera, regaleranno all'inghilterra un significativo giro di affari secondo le stime di Bank of England. Più 22mila posti di lavoro, temporanei in buona parte ma benedetti in un'epoca di crisi e disoccupazione. Quando nel 2005 Londra ha conquistato il diritto ad ospitare i Giochi il governo ha disegnato un business plan finanziario pubblico-privato molto chiaro. Primo punto: la sobrietà. Nessun gigantismo come a Pechino (dove per l edizione 2008 sono stati spesi 35 miliardi di euro) e l obbligo di costruire opere in grado di regalarsi una seconda vita una volta spenta la fiamma del braciere olimpico. Londra 2012 è costata così solo 11,3 miliardi di sterline cioè 14 miliardi di euro. Lo Stato ci ha messo 9,3 miliardi per la costruzione degli impianti, del villaggio e la gestione della logistica attorno all avvenimento - il preventivo iniziale era a dir la verità di 2,37 miliardi - mentre altri 2 miliardi sono stati gettati sul tavolo dal London Organizing Committee (Loc), società privata finanziata dalla vendita dei biglietti, dagli accordi di partnership strategica e dal merchandising. Secondo l Uk trade investment l eredità olimpica è una dote di un miliardo di sterline in più l anno per il prodotto interno lordo inglese.

12 LONDRA Su twitter protesta a piedi scalzi lanciata dall'americano McNelson Protesta a piedi scalzi: è partita dagli Stati Uniti la protesta contro le norme capestro imposte dagli organizzatori delle Olimpiadi di Londra per proteggere gli sponsor ufficiali dei Giochi. Adam McNelson, due volte medaglia d'argento nel peso, ha lanciato l'iniziativa su Twitter invitando le star dello sport a stelle e strisce a farsi fotografare senza scarpe e affiggere poi le immagini sul sito di microblogging con il tag #solesforsouls. (f.t.) 28 luglio 2012 WEB nil COMITATO OLIMPICO HA LANCIATO UN'APP GRATUITA Nell'era dei new media i Giochi sono... social nfabio TRAVERSA Le Olimpiadi 2012 saranno ricordate non solo per le grandi emozioni e le medaglie, per le vittorie e le sconfitte, ma anche per il grande impatto mediatico dei social network. Il Comitato Olimpico ha lanciato un'app per smartphone e tablet, del tutto gratis. Così anche chi non ha la televisione o vive in Paesi non coperti da accordi tv, come Asia e Africa, potrà seguire le gare anche in diretta. Intanto anche gli atleti sono "incoraggiati" a usare la rete, a partecipare ai social media e a twittare le proprie esperienze, così si legge nelle linee guida del Comitato Olimpico. Ma ci sono limitazioni, in parte per i diritti acquisiti da molte emittenti per la trasmissioni delle gare, ma anche per evitare scommesse clandestine. Quindi, chi è a Londra potrà pubblicare "solo foto personali": è vietato pubblicare scatti delle strutture olimpiche o nel villaggio olimpico. Si potranno poi pubblicare solo tweet in prima persona, come se fosse un diario, ma senza parlare di altri atleti. Sono poi vietati l'uso dei cerchi olimpici, la promozione dei marchi o di qualsiasi altra cosa. Se si viola una di queste regole le Olimpiadi, per gli atleti, sono finite. Molti atleti hanno così rinunciato a pubblicare foto o aggiornamenti su Twitter o Facebook, riferendo del rischio di squalifica In particolare gli azzurri hanno scelto il silenzio e hanno salutato amici, fan e follower prima di partire per la capitale britannica: Inizia il silenzio olimpico, Non potrò più scrivere, almeno questo è quello che mi hanno detto..., ha scritto la tennista Flavia Pennetta. Ci sentiamo al rientro, ha pubblicato il nuotatore Filippo Magnini. Sulla scia di Pennetta e Magnini anche i messaggi di tanti atleti azzurri pronti per la sfida a cinque cerchi: Ragazzi è iniziato il silenzio olimpico... Si spegne twitter e fb... Mi dispiace non rendervi partecipi delle nostre imprese... A presto, firmato Marco Orsi. Da stasera inizia il silenzio Olimpico...ci sentiamo a Olimpiadi finite. Mi raccomando ragazzi. Fate un gran tifo... gli ha fatto eco Michele Santucci. Anche il nuotatore Luca Dotto si è congedato: Inizia il silenzio olimpico!! Statemi bene gente ;) sappiate che pur di dare il massimo mi faró esplodere i polmoni!! ;). Erika Fasana e Gianluca Maglia, infine, hanno ribadito le ferree regole del Comitato olimpico italiano: Ragazzi, inizia il silenzio olimpico. Per un mese non potrò pubblicare foto o divulgare notizie scrive la ginnasta comasca. inizia il silenzio olimpico, ció vuol dire che non potrò utilizzare nessun tipo di social network fino alla fine di Londra , ha chiuso il nuotatore catanese. IL SONDAGGIO Per gli inglesi il Paese non è pronto La preparazione delle Olimpiadi è stata un "macello". Ne è convinta il 45% della popolazione britannica interpellata dalla società demoscopia ComRes. A pesare sul giudizio il fiasco della società privata G4S - e la reazione del governo - incaricata della sicurezza dei giochi. L'incidente, dicono i intervistati, ha creato l'impressione che la Gran Bretagna non sia pronta all'inizio della kermesse. Come se non bastasse un ulteriore 15% ha dei dubbi anche sull'organizzazione dei giochi stessi. La scorsa settimana gli autisti del team australiano e americano si sono persi e sono finiti nel traffico impazzito di Londra, nonostante le corsie riservate dovrebbero garantire agli atleti un tragitto agevolato da Heathrow al villaggio olimpico. Così, invece di 45 minuti, gli sportivi ci hanno impiegato quasi 4 ore per arrivare a destinazione. Duecento tassisti, con le classiche vetture nere, hanno invece paralizzato il traffico in centro in segno di protesta contro la decisione di vietare loro l'accesso alle corsie preferenziali riservate ad atleti, funzionari e sponsor. Da oggi andrà meglio (?). (f.t.) SPONSOR /GIGANTE DELLE BOLLICINE DI ATLANTA È IL PARTNER UFFICIALE DELL'EVENTO Tra Coca Cola e Pepsi la lotta si fa... olimpica Coca e Pepsi non vanno a braccetto all'olympic Park come sulla strada: timoroso di 'imboscate pubblicitarie' come quelle che turbarono le Olimpiadi di Atlanta, il capo del comitato organizzatore Sebastian Coe ha detto alla Bbc che magliette con il logo dell'arcirivale del gigante delle bollicine di Atlanta non saranno ammesse perché "la Coca è il nostro partner ufficiale". "Probabilmente" si potrà chiudere un occhio - ha aggiunto Lord Coe - se qualcuno cercherà di passare con scarpe Nike ai piedi (non è uno dei marchi "accreditati", a differenza di Adidas). Coe è stato peraltro smentito di lì a poco dal Locog (London Organising Committee): i fan potranno entrare vestiti come gli pare. (f.t.)

13 28 luglio 2012 Multa per gli sportivi americani che non indossano la divisa ufficiale Ogni atleta ha accordi personali di sponsorizzazione con diverse aziende. Quelli statunitensi, ad esempio, sono obbligati a indossare la divisa ufficiale della squadra olimpica, firmata Nike, quando salgono sul podio, anche se hanno gareggiato con indumenti e scarpe di un marchio rivale che li sponsorizza. Il Comitato olimpico statunitense (Usoc) ha recentemente aumentato la multa per gli sportivi che non indossano la divisa ufficiale e questi si sono infastiditi. (f.t.) 13 LONDRA 2012 Procter & Gamble: Vendite per 500 milioni Gli sponsor avallano il giudizio di valore, dichiarando enormi ritorni di investimento: Procter & Gamble, per esempio, prevede di generare vendite pari a 500 milioni di dollari grazie alle Olimpiadi 2012 (Vancouver 2010 le aveva portato 100 milioni). General Electric, che ha speso 200 milioni di dollari per sponsorizzazioni sulle edizioni di Londra e Vancouver, dichiara di avere già recuperato l investimento. (f.t.) AMBIENTE nottomila TONNELLATE DI RIFIUTI, RIUSO AL 70% Ecco l ecosostenibilità Londra 2012 all insegna del riciclo Le prime Olimpiadi eco-sostenibili. E' così che i Giochi di Londra 2012 intendono presentarsi, a cominciare dall'ambizioso obiettivo di essere a 'rifiuti zero', cioé di eliminare la discarica. Ma non finisce qui. Anche nei trasporti e nel cibo ci si è posti degli standard 'verdi' elevati. Eliminare le discariche è un progetto pilota che riguarda in realtà tutta la Gran Bretagna. Gli organizzatori prevedono una produzione di tonnellate di spazzatura, con un riuso, riciclo o compostaggio previsto pari ad almeno il 70%. Nel piano anti-discariche, messo a punto dalla Commissione organizzatrice dei Giochi olimpici e delle Paralimpiadi di Londra 2012, tutti gli acquisti all'interno del parco olimpico e tutti gli imballaggi saranno riciclabili al 100%. Gli spettatori potranno portare con loro piccole quantità di cibo, con restrizioni per i liquidi, ma l'acqua sarà gratis. Poi a rimettere le cose in linea dovrà pensarci la raccolta differenziata, ben definita fin dai cestini (ciascuno di forma e misura diversa), uguali nei colori alle confezioni da buttare. Tra le altre cose gli imballaggi, come per esempio tazze da caffé, coltelli e forchette saranno compostabili. E tutte le bottiglie di plastica raccolte saranno riciclate entro sei settimane. 14 milioni di pasti previsti: saranno serviti menù britannici, mediterranei, caraibici, asiatici, senza glutine, vegetariani e non, halal e kosher. Inoltre l'intera manifestazione misurerà la sua 'impronta di carbonio'. Una mano le daranno anche le misure dei trasporti per pedoni e ciclisti, che include l'utilizzo dei mezzi pubblici. ( f. t. ) M E R C AT O /SECONDO LA SOCIETÀ DI CONSULENZA BRAND FINANCE Il brand olimpico vale 47,6 mld di dollari Il brand olimpico, secondo la società di consulenza Brand Finance, vale oggi 47,6 miliardi di dollari, posizionandosi dopo Apple, che di miliardi di dollari ne vale 70,6, nel ranking dei 500 brand globali più ricchi. Dallo studio si apprende che, rispetto a Pechino 2012, quantificato in 25,4 miliardi di dollari, il valore per l edizione di Londra 2012 è quasi raddoppiato ed è superiore a quello suoi principali sponsor, fra cui Samsung, General Electric e Coca-Cola. SHAUN MCCARTHY I criteri ecologici? Un successo Nell'ultimo rapporto Shaun McCarthy (nella foto), presidente della Commissione per Londra 2012 sostenibile, ha definito la strategia complessiva per le Olimpiadi e Paralimpiadi verdi "un successo". Per le gare olimpiche Londra ha cercato di usare strutture già esistenti, da Wimbledon a Earls Court. Lo stadio olimpico, il centro acquatico e il velodromo sono nuovi ma costruiti con criteri ecologici (e i materiali per il 60% sono stati trasportati su ferrovia e fiume), insieme con le strutture temporanee ospitate in luoghi simbolo come Greenwich Park, Hyde Park e Horse Guards Parade. Superstar anche la riduzione dei consumi. Per esempio il biglietto d'ingresso sarà personalizzato: informazioni sulla gara acquistata e sulla sede dell'evento, con incluso l'accesso ai mezzi pubblici londinesi e la possibilità di viaggiare in bici o a piedi. Poi spazio alle nuove tecnologie, per gli spettatori è prevista una applicazione per smartphone. Con il 'London active travel programme' gli organizzatori hanno intenzione di far arrivare a piedi e in bicicletta circa i spettatori: per far fronte ad un aumento di almeno un milione di viaggiatori ogni giorno saranno messi a disposizione dei visitatori guide, parcheggi custoditi e manutenzione gratuita per le biciclette, oltre alla possibilità che ogni spettatore avrà di compensare le emissioni di carbonio prodotte con il proprio viaggio. ( f. t. )

14 14 28 luglio 2012 LONDRA 2012 Copertura di 420 ore su Eurosport HD Eurosport HD ha previsto un palinsesto dedicato ai Giochi Olimpici 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per una copertura complessiva di 420 ore, di cui 250 in diretta. Per offrire la migliore programmazione dell'evento olimpico i palinsesti saranno composti sulla base della combinazione di appuntamenti fissi e di finestre multidisciplinari che permetteranno al canale di adattare la propria programmazione in base allo svolgimento delle competizioni e di seguire in diretta i momenti salienti di tutte le gare principali. TV npossibilità DI SCELTA TRA TUTTE LE DISCIPLINE IN ONDA IN CONTEMPORANEA Con Sky i Giochi diventano 3D E Rai 2 diventa canale olimpico: 12 ore al giorno L'Olimpiade di Londra sarà la prima (estiva) in cui la Rai dovrà misurarsi con un rivale, Sky, che ha i primi diritti mentre la tv pubblica dovrà "accontentarsi" di un massimo di duecento ore. Il direttore di Rai Sport, Eugenio De Paoli, è sicuro che siano più che sufficienti per garantire comunque un ottimo prodotto, la copertura totale delle gare azzurre e, quindi, la possibilità di tenere testa ad un competitor, la tv satellitare di Ruper Murdoch appunto, che annuncia 2000 ore fra dirette e sintesi e uno stuolo di "talent" (opinionisti) ad altissimo livello. Per chi paga (solo) il canone la tv olimpica sarà ancora Rai2, per una decina di ore al giorno di trasmissioni da Londra. "I giochi olimpici - ha detto l'ex presidente della Rai Paolo Garimberti - sono il più grande evento mediatico del mondo da quando esiste la tv. E sarebbe doveroso che potessero essere trasmesse ovunque in chiaro anche per il messaggio di pace che portano con sè". A Sky la pensano diversamente. (f.t.) nla conferenza di presentazione di Sky con il fuoriclasse del nuoto italiano Massimiliano Rosolino Sky Sport HD, televisione ufficiale delle Olimpiadi, garantirà una copertura mai vista prima: 12 canali dedicati in HD a cui si somma, per la prima volta in Italia e nel mondo, un canale 3D completamente dedicato ai Giochi. Saranno oltre le ore di gare live, con tutte le 959 medaglie in palio e il 100% delle competizioni degli azzurri raccontate negli studi Sky a pochissimi metri dal field of play. E per non perdere nemmeno uno sport, un podio o un italiano in gara, basta premere il tasto verde del telecomando e accedere all interattività di Sky: grazie alle 12 finestre del mosaico olimpico si potranno vedere tutte le discipline in onda in contemporanea e scegliere quella da vivere live, per essere davvero registi delle proprie emozioni e costruire il proprio palinsesto olimpico "fai da te". La suddivisione tematica dei canali sarà chiara e fruibile: su Sky Olimpiadi 1 HD troveranno spazio la cerimonia di chiusura (in onda anche su Sky Uno HD) e tutto il meglio della giornata di gare, come quelle degli azzurri sui quali si concentrano le speranze di chi, per loro, sogna il podio. Su Sky Olimpiadi 2 HD, invece, oltre al nuoto, sarà possibile seguire anche le gare di atletica, mentre la scherma sarà su Sky Olimpiadi 3 HD. Per il volley ci sarà Sky Olimpiadi 4 HD, per pallanuoto e basket, rispettivamente, Sky Olimpiadi 5 HD e Sky Olimpiadi 6 HD. Il calcio a cinque cerchi sarà su Sky Olimpiadi 7 HD, il ciclismo su Sky Olimpiadi 8 HD, la boxe su Sky Olimpiadi 9 HD e il tennis e gli altri sport su Sky Olimpiadi 10 HD. Tutti gli altri sport di Londra 2012 saranno live su Sky Olimpiadi 11 HD e Sky Olimpiadi 12 HD. Sky 3D per l'occasione si trasforma in Sky Olimpiadi 3D (canale 209): Un'opera magnifica grazie a un piano di produzione che coinvolgerà oltre 140 persone costantemente dedicate al progetto. London 2012 sarà anche la prima Olimpiade da vivere in mobilità su tablet, pc e smartphone grazie a Sky Go: non c'è niente di meglio che vedere trionfare gli azzurri o assistere alle gare di Bolt o Phelps sotto l'ombrellone o in montagna. Agli oltre 60 atleti della Nazionale del commento di Sky, vincitori di oltre 600 medaglie in competizioni ufficiali nelle quali hanno indossato la maglia azzurra, si è unito all'ultimo il fuoriclasse del nuoto italiano Massimiliano Rosolino. ( f. t.) Duecento le ore che la Rai dedicherà interamente ai Giochi Olimpici di Londra 2012 per trasmettere quel sogno a milioni di italiani. Milioni di italiani che potranno seguire il meglio delle emozioni dei Giochi su Rai2, che per l occasione si trasformerà in canale olimpico. 12 ore al giorno di dirette, 10 notiziari olimpici di riepilogo collocati in diverse fasce orarie e la rubrica Buonanotte Londra, condotta da Jacopo Volpi per approfondire i principali temi di giornata con ospiti e opinionisti. Una finestra sempre aperta, quella di Rai2, sulle gare più importanti che vedranno impegnati gli atleti azzurri e non solo nelle varie discipline. Radio1 sarà la radio olimpica. Anche per questo lo spazio quotidiano dedicato alle dirette si chiama "Radio Olimpia 2012". Non sfuggirà ai più attenti e a coloro che hanno più memoria che questo era anche il titolo del programma radiofonico dedicato ai Giochi olimpici nel Così Radio1 ha voluto raccogliere la sfida di raccontare i Giochi di Londra pur sapendo di non poter contare sulle stesse risorse di uomini e di mezzi che in passato hanno rappresentato un punto di riferimento per gli ascoltatori. Un ritorno ai fasti del passato sia pure nelle ristrettezze obbligate del presente per essere ancora una volta servizio pubblico, servizio per i cittadini. Radio Olimpia 2012 coprirà l'evento in tre ampie fasce orarie, dal lunedì al venerdì dalle alle 12.00, dalle alle e dalle alle Ma il palinsesto di Radio1 è elastico, pronto ad aprire finestre per raccontare le imprese degli atleti italiani in qualunque momento della giornata. Sabato e domenica il filo diretto sarà ancora più ampio. Alla fascia mattutina di due ore si aggiungeranno l'intero pomeriggio e l'intera serata, raccolte nei contenitori classici di Sabato Sport e Domenica Sport che inizieranno alle e si concluderanno alle senza trascurare gli altri eventi sportivi, dal calcio alla Formula 1 e al MotoGp. Ogni lunedì andrà regolarmente in onda il settimanale di approfondimento in diretta aperto agli ascoltatori, Radio Anch'io Sport, che all occorrenza si trasformerà in un altro spazio di racconto delle gare in programma nella giornata. Inoltre, ogni mattina e per tutta la durata dei Giochi, appuntamento con lo speciale Londra 2012 : in 20 minuti i reportage degli inviati su personaggi, storie e medaglie delle Olimpiadi. ( f. t.)

15 28 luglio 2012 Fine Tuning 15 a cura di Fabio Poli MILANO E LA SUA METRO /LE CURIOSE REGOLE (NON SCRITTE) DI UNA CITTÀ CHE VIAGGIA DI FRETTA Vivere sulla corsia sinistra della scala mobile AMilano, come in molte altre frenetiche capitali dell iperattivismo mondiale, vigono alcune regole non scritte; regole che stabiliscono i tempi da rispettare, le convenzioni da non disattendere. Prassi conosciute da tutti ma mai codificate, che scandiscono la vita ed i comportamenti del singolo nelle sue quotidiane relazioni silenziose. I luoghi dove queste relazioni si esplicano rappresentano appieno il contemporaneo modo di vivere, quella frenesia consumistica che siamo soliti chiamare fretta ma che in realtà, troppo spesso, si rivela una inutile accelerazione di tempi morti. Come se esistessero tempi vivi! Esistono tre grandi categorie di soggetti che affollano tutte le moderne città industrializzate e tutti, guarda caso, trovano il loro archetipo in una metropolitana. Anzi, sulle scale di una metropolitana. Mi spiego: avete presente la metro di Milano? Ottimista e di sinistra. Sempre puntuale, sempre di fretta, sempre affollata di una fiumana di gente che migra quotidianamente seguendo le stesse rotte imbecilli [in senso letterale!]. Con una cadenza costante si ripete lo stesso estenuante e sudato rito: il treno rallenta, si ferma, apre le porte e sgorgano centinaia di stereotipi ambulanti che si affrettano verso le scale che li porteranno a riveder le stelle. Facce e vestiti diversi; un unico elemento comune: la fretta. Eppure, proprio questa fretta, nei diversi gradi in cui è declinata, li caratterizza. Mentre si avvicinano alle scale, ecco che già puoi distinguerli con chiarezza. Gli "scalanormali". Ci sono gli scalanormali ; conservatori un po retrò, serafici, tranquilli [di solito] con le loro vecchie borse di pelle, rigorosamente senza smart-phone ma con un vecchio star-tac [ che, finchè funziona me lo tengo! ]. Questi frequentano immancabilmente le scale tradizionali ; anche con il caldo più acuto o con il pericolo di ghiaccio, li vedete trascinarsi lenti e contenti sui gradini vecchio stile. Con loro, alcune volte, trovate anche degli intrusi, come in ogni cluster che si rispetti. Un paio di salutisti incalliti, due donne attente alla rotondità dei loro glutei e qualche recente infartuato. Tutti costretti, dal medico o dalla loro mentalità, a frequentare le scale d una volta, senza distinzioni di lato. Gli "scalamobilisti di destra". La seconda categoria è, invece, quella più frequentata e diffusa. Sono gli scalamobilisti di destra. Persone mediamente rappresentative di tutte le fasce sociali. Si accalcano ordinati sulle pedane d accesso delle scale mobili, per salire in superficie sfruttando il servizio messo a disposizione della collettività: la scala elettrica, appunto. Tra loro: giovani con cuffie, cappellini e zainetti sempre troppo pesanti; uomini e donne di mezza età e altrettanta fretta; turisti; forestieri in visite di lavoro e, persino, anziani. Questi li trovate immancabilmente sulla parte destra delle scale mobili, accalcati sulla ringhiera mobile di destra, con la mano destra appoggiata sul rullo nero [lurido e microbico] che gli scorre a destra. Gli "scalamobilisti di sinistra". Sull altra carreggiata della scala mobile, quella sinistra, si verifica uno strano e tacito fenomeno. Lasciata libera dalle due categorie precedenti, la carreggiata sinistra viene impegnata solo dalla categoria degli scalamobilisti di sinistra. Sparvieri dei sotterranei che sfrecciano trafelati verso appuntamenti troppo lontani, come luogo, ma troppo vicini, come tempo. Questi li riconoscete subito: chiedono strada con le loro valigette monocromatiche e scarsamente fantasiose, sfruttando le scale elettriche per sommare la velocità dei loro piedi a quella dei gradini. Concorrono al record dei 100 gradini in salita, sbuffando mentre guardando convulsamente l orologio. Tra loro, alle volte, capitano sventurati ignari delle regole. Persone che sarebbero scalanormali o scalamobilisti di destra che, non conoscendo le regole, finiscono nella corsia di sinistra. A quel punto sono costretti a correre, accelerare per non essere travolti e spostati, tra le ingiurie. Questi li riconoscete subito, dallo sguardo che sembra dire scusate, non lo sapevo. Distinguersi, in queste categorie precotte non è impossibile. È molto difficile. Esser qualcuno senza necessariamente essere diverso o più veloce è possibile. Basta smarcarsi dai diversamente furbi e comprendere che, spesso, le convenzioni sono semplicemente degli errori che nessuno ha avuto il coraggio di rimettere in discussione. E allora? Allora: viva le scale mobili e le corsie di destra. Azioni a cura di Innovia Advisors L'OPPOR TUNITÀ /I FONDI PER LE ASSUZIONI DESTINATI DALLA REGIONE PUGLIA ALLE IMPRESE Lavoratori svantaggiati: ecco 10 milioni La Regione Puglia con Deliberazione della Giunta Regionale n del 29 giugno 2012, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 104 del 17 luglio 2012, ha destinato euro ,00 a tutte le imprese che intendono assumere i lavoratori svantaggiati nelle Regioni del Mezzogiorno. I beneficiari dell intervento sono tutti i datori di lavoro, che nel periodo compreso tra il 14 maggio 2011 e il 14 maggio 2013 incrementano il lavoro con assunzioni a tempo indeterminato full time o part time di lavoratori svantaggiati e lavoratori molto svantaggiati ( d e f. Art. 2 punti del Regolamento CE 800/2008 della Commissione del 6/08/2008). Per lavoratori svantaggiati si intende: chi non ha un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi ovvero persone che al momento dell assunzione non risultano intestatarie di rapporti di lavoro di alcun genere da almeno 6 mesi; chi non possiede un diploma di scuola media superiore o professionale; chi ha superato i 50 anni di età; chi vive solo con una o più persone a carico; lavoratori di sesso femminile assunti per essere occupati nel settore dell industria con l esclusione di quello delle costruzioni e nel settore servizi; immigrati extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno e neocomunitari; Per lavoratori molto svantaggiati si intende: chi non ha un impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi intendendosi per tali persone inoccupate o disoccupate ovvero le persone che al momento dell assunzione non risultino intestatarie di rapporti di lavoro di alcun genere da almeno 24 mesi. Sono escluse le imprese: operanti nel settore siderurgia, costruzione navale, fibre sintetiche e industria carboniera; che si trovano in condizioni di difficoltà finanziarie ai sensi dell art.1 comma 7 del Reg. CE 800/2008; che abbiano in corso o abbiano attivato nei sei mesi precedenti concorsuali o abbiano fatto ricorso alla CIGS o alla mobilità, anche in deroga nello stesso periodo; che non siano in regola con i versamenti contributivi di legge o che non applichino le condizioni previste dal CCNL; che non siano in regola con le norme in materia di sicurezza e di collocamento obbligatorio dei disabili. I requisiti indicati devono essere posseduti dall impresa al momento della presentazione della richiesta di accesso al beneficio e devono essere esistenti alla data di assunzione. Gli aiuti previsti dall Avviso saranno concessi attraverso il meccanismo del credito di imposta. Il credito d imposta è concesso per ciascun lavoratore svantaggiato assunto nel periodo di riferimento nella misura del 50% del costo salariale lordo effettivamente sostenuto nei 12 mesi successivi all a s- sunzione. Nel caso di assunzione di lavoratori molto svantaggiati il credito d imposta è concesso nella misura del 50% del costo salariale effettivamente sostenuto nei 24 mesi successivi all assunzione. Per le assunzioni a tempo indeterminativo con contratto di lavoro a tempo parziale il credito di imposta spetta in misura proporzionale alle ore prestate rispetto a quelle del Contratto nazionale di riferimento. Possono presentare le istanze di fruizione dell agevolazioni fiscale, i datori di lavoro che presso la sede legale o operativa operante nella Regione Puglia abbiano assunto a tempo indeterminato lavoratori s v a n- taggiati o molto svantaggiati nel periodo compreso tra il 14 maggio 2011 e il 1 giungo Inoltre La Regione Puglia si riversa di assegnare eventuali risorse residue per le assunzioni a tempo indeteminato di lavoratori svantaggiati o molto svantaggiati avvenute a partire dal 2 giugno 2012 e fino al 13 maggio Con atto del Dirigente di Servizio, entro 30 giorni dal 23 settembre 2012, la Regione formula la graduatoria definitiva sulla base del criterio cronologico di arrivo delle istanze e comunica l accoglimento delle istanza ai soggetti beneficiari nei limiti dello stanziamento dei fondi disponibili. Le istanza devono essere presentate attraverso la piattaforma on line a partire dal 23 luglio 2012 fino al 23 settembre 2012.

16 16 di Vito RAIMONDO diciamolatutta 28 luglio 2012 MAGRA FIGURA nabbonati INSODDISFATTI E RIMBORSATI A Silvio non credono più neanche i suoi cari ultrà La Santanchè dimentica le escort! ndaniela Santanchè Che sfacciata Daniela Garnero che usa il cognome del marito (Santanchè) noto chirurgo plastico che fa tanto chic! In Tv ha criticato il Monti che era volato in Usa alla Conferenza internazionale del Sun Valley Inn (presenti i più grandi imprenditori della comunicazione e dell innova - zione tecnologica dell universo) snobbando i pressanti problemi italiani. Povera donna: non immagina nemmeno di cosa si è parlato nella località montana in dell Idaho. Non si può nemmeno infierire. Ma che almeno stia zitta poiché le cose di cui ha discusso Monti lassù non gli passano nemmeno nell anticamera della testa. Comunque, ha ragione la Garnero. Il suo capoccia, Berlusconi, faceva cose più off: andava a escort ad Arcore, in Costa Smeralda e, perché no?, in Russia, nella confortevole (!) dacia del compagno di merenda Putin che lo contraccambiava con vistosi regali: ultimo un pregevole maxi-letto che campeggia nel casermone di via Grazioli, a Roma, per ospitare le emule di Patrizia D Ad - dario, nostra conturbante conterranea. Finalmente c è qualcuno che chiede chiaramente e pubblicamente con un intervista al Cor- riere della Sera - che le Regioni a statuto speciale (Trentino-Alto Adige, Sicilia, Sardegna, Valle d Aosta, Friuli-Venezia Giulia) vanno ripensate (?). Non ne parla un politico preso dalla smania della captatio benevolentiae nei confronti della casta Si tratta di un uomo d impresa: il vicepresidente di Confindustria, Ivan Lobello, siciliano puro e simbolo dell antiracket e anticorruzione. Che non è una dote da poco da quelle parti del Mediterraneo. La sua Sicilia è sull orlo del dèfault: 5 mld. di buco nel bilancio regionale, con tanto di certificazione della Corte dei Conti. Lo Bello ha tuonato e gli echi hanno scosso l Italia: Rischiamo di Class action contro il Milan Ma che figura Cavaliere! A Milano, sotto lo slogan Milan is all in e sulle facce di Thiago Silva e Ibrahimovic sono stati affissi giganteschi manifesti. I tifosi sono corsi a sottoscrivere gli abbonamenti a favore del team caro a Berlusconi. Qualche giorno dopo, però, i primi due fuoriclasse hanno salutato tutti e se ne sono andati al P.S.G. Un offerta come quella è irrinunciabile ha detto il Cav. Ah, sì? - hanno replicato i tifosi, tramite il Codacons - allora Appello liberatorio di un siciliano puro Via le Regioni a statuto speciale" nivan Lo Bello diventare la Grecia del Paese. E l epilogo di una stagione dell assi - stenzialismo. Quindi l appello accorato al Premier Monti: il bilancio della Regione non è trasparente, con dubbie poste e residui attivi inesigibili. Insomma, si è di fronte ad un vero e proprio falso in bilancio! L Udc partito residuale dei vecchi potentati democristiani (sino a Cuffaro in galera!) chiede un Commissario (un tecnico come a Roma e come piace a Casini?). La gente con la testa sulla testa, invece, pensa che bisognerebbe cambiare in fretta la Costituzione, poiché non è che in Val d Aosta (popolazione che a malapena raggiunge la sommatoria di Molfetta e Trani!) o in Trentino le porcate politico- amministrative non ci siano. Scusate la battuta. A questo punto, dobbiamo (come cittadini) davvero pretendere che si faccia, una nuova unità d Italia, dopo quella di 150 anni fa. Tutte le regioni debbono essere messe sullo stesso piano, ancorché sapientemente federali. Basta con le nicchie e con le Padanie del cavolo! A Nord e a Sud. Il Consiglio comunale di Valenzano? Come un condominio Consiglio comunale come un condominio dell Istituto case popolari a Valenzano (Ba). Tre famiglie occupano mezzo consesso municipale: i Carella hanno piazzato un consigliere e due assessori; i D Orazio uno e uno (padre e figlio). Idem i Colonna che, più illuminati degli altri condomini, hanno rispettato l aurea quota rosa: Rossella nella Giunta, il padre Domenico in aula ad approvare le delibere della prima. In barba al politicamente corretto conflitto d interessi!". Fossi nei panni del Prefetto, manderei qualche funzionario a Valenzano. Per chiarimenti. noi restituiamo gli abbonamenti e voi ci ridate i soldi. Ci avete ingannato. Ed è partita la class action. Subito, il signorsì del padrone del Milan, Galliani, è corso ai ripari: "Tifosi, siamo disposti a restituirvi il costo dell abbonamento. Una pubblicitaria pro domo Berlusconi, in coincidenza con l annuncio della sua ridiscesa in campo, ipotizzano i maligni! Ma che si pretendeva da un politico che, per anni, ha preso in giro milioni di italiani con la promessa della rivoluzione liberale e della riduzione delle tasse? Quello che si è verificato all ombra della Madonnina: Milan is all in ovvero gabbare i tifosi creduloni, come i votanti altrettanto incantati dal moderno (vecchio) pifferaio. Non vi offendo, perché non vi ho insultato, ma vi ho descritto Indro Montanelli ANTONELLA MILLARTE Premiata (di nuovo) la penna pugliese del vino nantonella Millarte Venerdì 17 agosto, il centro storico di Guagnano sarà il palcoscenico del Premio Terre del Negroamaro , evento di spicco nell ambito del progetto di sviluppo locale. E nell'ambito di questo evento sarà premiata, una collaboratrice storica de "La Gazzetta dell'economia", Antonella Millarte. A partire dalle 21, degustazioni enogastronomiche, esibizioni musicali e mostre d arte accompagneranno il visitatore in un suggestivo percorso disegnato lungo i vicoli del centro storico. Il cuore della manifestazione sarà piazza Maria SS. del Rosario: la Chiesa Madre farà da sfondo al palco centrale. Il presentatore ufficiale dell evento sarà affiancato da Gianni Ippoliti e dalla modella e attrice Elisa Genovese. A seguire, l esibizione del raffinato cantautore italiano Seba, che precederà il concerto di Marina Rei. Il Premio Terre del Negroamaro verrà consegnato ai Sud Sound System, un gruppo di musica dancehall reggae originario del Salento. Il Premio alla Comunicazione spetterà invece ad Antonella Millarte, giornalista che, con le sue doti comunicative, pone in risalto le tipicità enogastronomiche del territorio. La Millarte, più che una giornalista è un segugio che cerca, scopre, codifica e divulga gli sterminati giacimenti del gusto della Puglia, della Basilicata e della Calabria; figlia del Mezzogiorno, dopo 20 anni dedicati ai sapori della sua terra, ha ottenuto quest anno il prestigioso riconoscimento di essere tra i 200 migliori wine journalist del mondo.

17 28 luglio News da Territorio e Imprese Centrali cooperative per produrre energia positiva PUGLIA Te n - E c o p o r t per gestione porti: Politecnico alla guida del progetto B A S I L I C ATA Consiglio regionale: approvato il Piano Salute Chi abbia in mente di avviare una cooperativa o voglia sviluppare la propria impresa oggi ha a disposizione una rete di quattordici sportelli di consulenza (cinque a Bari, uno per la Bat e uno per Brindisi, tre a Lecce, due a Foggia e altrettanti a Taranto). Il progetto, promosso con lo slogan Produciamo energia positiva, è il frutto di una collaborazione tra la Regione e le centrali cooperative pugliesi Confcooperative, Legacoop, Agci (associazione generale cooperative italiane) e Unci (unione nazionale cooperative italiane). Grazie al progetto, sarà possibile quindi richiedere una consulenza su start up d'impresa, marketing e comunicazione, pianificazione economico-finanziaria, progettazione tecnica, innovazione tecnologica, analisi dei fabbisogni formativi e valorizzazione del potenziale dei cooperatori, responsabilità sociale dell'impresa, aggregazioni e reti. Saranno inoltre disponibili informazioni su normative, agevolazioni e finanziamenti. La centrale metterà i cooperatori e gli aspiranti cooperatori in collegamento con partner istituzionali e territoriali: enti pubblici e locali, distretti industriali, centri di ricerca, università e loro spin off, istituti di credito. FAS S.p.a. di Corato punta su risorse umane e investimenti La FAS S.p.A., azienda di Corato produttrice di pannolini per bambini e assorbenti per signora, investe le proprie energie nello sviluppo delle risorse umane e nelle apparecchiature tecnologiche: l azienda infatti ha appena promosso corsi di formazione per i dipendenti e ha acquistato un nuovo impianto per la produzione, al fine di garantire, attraverso l utilizzo di altissime tecnologie che riducono il consumo di energia elettrica e migliorano la sicurezza, un articolo migliore da un punto di vista qualitativo e un notevole incremento di produttività. Censimento Istat agricoltura: disponibili i risultati definitivi Ancora più articolata la fotografia dell agricoltura italiana che emerge dai dati definitivi del 6 Censimento Generale dell Agricoltura. Rispetto ai dati preliminari, vengono chiaramente a galla le trasformazioni che hanno interessato il comparto nell ultimo decennio: in particolare i risultati mostrano un agricoltura caratterizzata da aziende agricole diminuite di numero, ma di dimensione maggiore, con importanti segnali di rinnovamento verso forme flessibili di gestione fondiaria, verso modalità di conduzione da parte di società di capitali e verso una accresciuta utilizzazione di manodopera salariata. Un apposito progetto, denominato, Te n - E c o p o r t, approvato e finanziato dal Comitato di Sorveglianza del Programma Sud-Est Europa (SEE) definirà protocolli e regole comuni per la gestione ambientale dei porti della macro regione Adriatico-Ionica, estesa al Mar Nero. Il progetto mira complessivamente al coordinamento della rete portuale dell area e punta ad una riduzione di tutte le emissioni nei porti: polveri sottili, concentrazioni di zolfo e dei consumi, dovuti soprattutto ai motori accesi delle navi. Il progetto vedrà la partecipazione di sedici partner provenienti da sette paesi: Italia, Albania, Montenegro, Croazia, Grecia, Romania e Bulgaria. A capo del progetto ci sarà il Politecnico di Bari che ha individuato un apposito gruppo di lavoro, coordinato dal professor Leonardo Damiani, ordinario di Costruzioni marittime alla Facoltà di Ingegneria. Fra le attività previste, figurano la creazione di impianti pilota per il monitoraggio ambientale, fra cui uno nel porto di Bari e il Politecnico curerà l attuazione del progetto nei due anni previsti ( ). Corsi di laurea della LUISS: seconda prova di ammissione Sono aperte le iscrizioni al test per la seconda prova di ammissione ai Corsi di Laurea Triennale e Magistrale della LUISS, la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma, per i Dipartimenti di Economia, Scienze Politiche e Giurisprudenza. Per la prova di ammissione di maggio, la Puglia si è confermata terza in tutta Italia per provenienza geografica del numero di domande di iscrizione (9% del totale nazionale) e seconda tra le regioni del Sud (23,7%), con Bari stabile al quarto posto tra le province espressione del maggior numero di domande di ammissione (56% per Economia, 32% per Giurisprudenza e 12% per Scienze Politiche). Come ogni anno, vi è però una seconda possibilità: gli studenti pugliesi sono invitati ad iscriversi all ultimo test di ammissione all a.a. 2012/2013, quello del prossimo settembre. Sarà possibile iscriversi al test per i Corsi di Laurea Triennale in Economia e Scienze Politiche e di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Giurisprudenza fino al 31 agosto L iscrizione alla prova sarà possibile esclusivamente attraverso il sito internet compilando l apposita domanda online. Il Consiglio regionale della Basilicata ha approvato il Piano regionale della salute e dei servizi alla persona , che interviene principalmente su quattro aree tematiche, producendo riforme strutturali del sistema che corrispondono alle azioni già avviate con le Leggi regionali n. 12/2008 e n.17/2011. Si tratta delle macrostrutture aziendali, dell organizzazione territoriale distrettuale e di ambito, della rete ospedaliera e la connessione ospedale territorio attraverso le reti assistenziali e dell integrazione socio sanitaria, la residenzialità protetta e la rete dei servizi sociali. Depurazione Potenza: la gestione passa all Aato Lunedì scorso, 23 luglio, Regione Basilicata, Consorzio Industriale di Potenza, Autorità d ambito territoriale della Basilicata e Acquedotto Lucano Spa, hanno sottoscritto il verbale che trasferisce la gestione del depuratore di Potenza all Aato Basilicata, in qualità di soggetto titolato alla pianificazione organizzazione e controllo del Servizio Idrico Integrato, e da questo al gestore Acquedotto Lucano. Le parti interessate hanno così finalmente ricomposto e risolto una complessa vicenda che si trascinava ormai da cinque anni. Nuove forme di turismo culturale nell evento conclusivo di Thalia Si è concluso ieri, venerdì 27 luglio, a Vaglio Basilicata, il progetto Premio Thalia, promosso da alcuni anni dal Centro Studi omonimo e nato per l impegno di operatori turistici, associazioni di categoria, giornalisti e che si inserisce nella più ampia iniziativa di promuovere il turismo e motivare i media a produrre una comunicazione di qualità per l area turistica e di incentivare la conoscenza del territorio, rendendo partecipi gli attori locali del turismo, attraverso la cooperazione con l Apt Basilicata, i Comuni e i soggetti del turismo. Mobilità transnazionale: un bando per imprenditori L assessore regionale alla Formazione Vincenzo Viti e l assessore alle Attività Produttive Marcello Pittella hanno incontrato a Potenza aspiranti imprenditori e neoimprenditori per presentare l Avviso Pubblico Mobilità transnazionale per i lucani portatori di idee imprenditoriali : si tratta di un azione sperimentale su cui la Regione punta per stimolare il tessuto produttivo e favorire la crescita delle capacità imprenditoriali attraverso un esperienza transnazionale (Info su:

18 18 Una settimana medievale col matrimonio di Re Manfredi Settimana medievale a Trani dal 31 luglio sino al 5 agosto per ricordare la Notte dei Templari, il Matrimonio di Re Manfredi con la principessa Elena Comneno e Vivere il Borgo. E' un'iniziativa di Trani Tradizioni e in particolare di Giuseppe Forni e Carmela Cassese che non si sono risparmiati per dare ai curiosi viaggiatori spettacoli eccezionali per tornare indietro nel tempo, in pieno Medio Evo con centinaia di comparse in costume d'epoca. 28 luglio 2012 ITINER ARI Tra n i invasa dai Te m p l a r i nvittorio STAGNANI Innanzi tutto, in sintesi, chi erano i Templari. Erano nel Medio Evo monaci guerrieri che assicuravano ai devoti un tranquillo, o quasi, pellegrinaggio al Santo Sepolcro a Gerusalemme. La "leggenda" dei Cavalieri Templari è legata a Hugues de Payns che e ad altri otto cavalieri (Bysol de Saint Omer, Andrè de Montbard zio di San Bernardo da Chiaravalle, Archambaud de Saint Aignan, Gondemar, Rossal, Jacques de Montignac, Philippe de Bordeaux, Nivar de Montdidier) partirono dalla Francia per andare in Terra Santa con lo scopo dichiarato di difendere i pellegrini dagli attacchi dei musulmani. Ma questi Cavalieri avevano anche un altro scopo: trovare antiche reliquie dai poteri immensi:l'arca dell'alleanza e il Santo Graal. All'inizio furono chiamati i "Poveri Cavalieri di Cristo". I monaci tradizionali avevano tre voti: obbedienza, povertà e castità. I Cavalieri Templari, oltre a questi ne avevano un quarto, cioè lo stare in armi, quindi il combattimento armato. Erano forti, ricchi e assai rispettati, ma anche invidiati e, accusati, di magia nera e sodomia furono catturati e arsi vivi su un isola della Senna a Parigi. Il che avvenne il 13 ottobre dei 1307 non solo nella capitale francese ma in tutti i territori dove vivevano i Templari. Alla Settimana Medievale si noteranno figure e personaggi nuovi per gli ormai fedeli osservatori di questo evento, unitamente alle figure degli angioini i quali, saranno vestiti con abiti dell'epoca frutto di ricerche storiche. Tra le nuove figure, che appariranno nella rievocazione, spiccherà quella della strega sulla quale gli organizzatori Giuseppe Forni e Carmela Cassese hanno incentrato l'evento. Non mancherà il combattimento all'arma bianca che scaturirà tra templari ed angioini quando questi ultimi tenteranno di catturare i pii cavalieri di Cristo. Come prologo per La Notte dei Templari un focoso protagonista che ormai da due edizioni ha assunto un ruolo che tanto affascina chi assiste alle rievocazioni... il fuoco! IL PROGRAMMA / ADDOBBI, MUSICA E CENTINIA DI COMPARSE: SPETTACOLO DA NON PERDERE Grande corteo tra briganti e cavalieri Altro momento di grande interesse per come è organizzato, è la rievocazione del matrimonio di Re Manfredi con la principessa d'epiro Elena Comneno degli Agnoli. Il castello svevo di Trani sarà addobbato a festa e le contadine di ritorno dai campi commentano la notizia dell' imminente arrivo della promessa sposa di Re Manfredi. Ripetuti squilli di tromba avvertiranno dell'apertura delle porte del castello dal quale usciranno due cortei. Il primo capeggiato da Manfredi, con al seguito la sua corte e cavalieri, il secondo con innanzi Elena Comneno seguita dai notabili che dall'epiro l'hanno accompagnata in terra di Trani nonché i due armatori tranesi Cola Palagano e Federico Sifola che, s'offrirono di andarla a prendere in Epiro. I due cortei, dopo essersi snodati su diversi percorsi per le vie cittadine, dopo la rappresentazione dell'incontro tra i due reali, si congiungeranno per rientrare al castello. Ancora un evento rilevante di tutta la rievocazione è la nomina a cavalieri dei due armatori tranesi Frederico Sifola e Cola Palagano sempre nell'ambito della cerimonia nuziale. Ci sarà la veglia e, finalmente l'investitura. Poi sarà celebrato il rito del matrimonio tra i reali ultimato il quale, in corteo si rientrerà al castello all'interno del quale i partecipanti si ricomporranno per ripartire in un festoso corteo trionfale che si snoderà per le vie cittadine fino a ritornare nel maniero. A differenza delle passate edizioni, al corteo trionfale sarà assegnato il compito di "riassumere" tutta La Settimana Medievale e, pertanto, vi parteciperanno oltre ai cavalieri, dame, sbandieratori anche templari, angioini, pellegrine, strega, e tutti i personaggi della Notte dei Templari. Il borgo sarà ravvivato da musici, giocolieri, saltimbanchi, balli di dame, di popolane ed odalische. Le locande offriranno ai curiosi viaggiatori menù medioevali. Potreste persino essere attaccati dai briganti ma, niente paura, perché a vostra invocazione d'aiuto apparirà un valoroso cavaliere che correrà in vostro soccorso contro il brigante. LA VISITA La città mostra i suoi gioielli Da vedere a Trani: La Cattedrale Romanica, Il Monastero di Colonna, Il castello svevo, Il Fortino, Torre Barbinelli, Porta Antica e baluardo difensivo, Casa de Agnete, Palazzo Caccetta, Palazzo Antonacci Telesio,Villa Comunale. L'ospitalità a Trani è garantita da ottimi alberghi, B&B, aziende agrituristiche, ristoranti e trattoria dove impera la classica cucina pugliese ma anche nazionale. Quella pugliese è pure a base di pesce essendo Trani porto peschereccio.

19 28 luglio 2012 SANITÀ La Francia cura tre volte meglio degli USA e spende otto volte di meno Efficienza dell'assistenza sanitaria Europa-Usa: 2 a 1. Esempi: in Usa, fumatori e, quindi, malattie polmonari, in percento, meno che in Francia la quale cura con più efficacia (mortalità 3 volte sotto) e spende 8 volte meno; Gran Bretagna più efficacia in cura diabete con spesa 50% inferiore. Gli Usa primeggiano, nel mondo, per la lotta al tumore mammario. Cittadini informati, screening disponibile, trattamenti avanzati (Studio Novartis, McKinsey). 19 I NUMERI ndai DATI DEL CENSIS UNA SITUAZIONE PER MOLTI VERSI INSOSPETTABILE Malati di cancro beffati Costi da capogiro: lo Stato copre solo il 6% dell assistenza nnicola SIMONETTI Stato assistenziale? No, almeno per i malati di cancro, per i quali (quasi un milione negli ultimi 5 anni) lo Stato copre solo il 6 per cento dei costi lasciando il restante 94% sulle spalle dell'interessato e/o della famiglia o della carità altrui o condannando all'abbandono. I costi sociali per medicinali, visite specialistiche, trasporti, badanti e dintorni, pagati in proprio, mancato reddito per riduzione/cessazione di attività lavorativa (per il malato e/o per il familiare che se ne prende cura), cui il paziente con cancro deve far fronte, per ogni anno di malattia, sono almeno euro (media) per un totale di 36,4 miliardi euro. I sussidi, irrisoriamente, non superano 1,1 miliardi euro (3%). Di rilievo il contributo economico e di rinunce chiesto ai familiari (caregiver) che - non potendo permettersi la delega ad altri - a lungo andare ci rimettono anche in salute psichica e fisica aggravando ulteriormente il capitolo spesa non coperta dallo Stato. E V O LU Z I O N E /IN TRENTA ANNI MIGLIORATA LA TERAPIA (DA 28 PILLOLE A 3) Aids da virus killer a malattia cronica Aids, 30 anni dopo: da virus killer a malattia cronica grazie, dal 1996, a farmaci sempre mirati (si è passati da 28 compresse al dì ad 1-3) con costi di euro al mese per singolo paziente. Si confrontano, tra loro, i farmaci alla ricerca di superiorità dei regimi terapeutici. Chiusi gli studi di confronto inibitore dell'integrasi dolutegravir ed Atripla.Soppressione virologica ed interruzioni per evento avverso dimostrano non-inferiorità dei due. \Dolutegravir, se approvato dagli Enti Regolatori, è importante, addizionale opzione di trattamento di prima linea con buoni risvolti economici. LA PROTESTA /IL GRUPPO DELLE DONNE INGLESI ENDAGERET BODIES Sbarazziamoci delle diete I dati sono del Rapporto Censis- Favo che fa rilevare anche che la perdita di reddito subita dal paziente, a causa della malattia, supera il 29% mentre quelle del caregiver sono del 17,7%. Se c'è un caregiver convivente il costo sociale è di circa 45mila euro che, invece, cala a per caregiver non convivente. Urgente il ripensamento dei percorsi assistenziali, miglioramento dei servizi sociali per servizi adeguati alle necessità del singolo paziente, una maggiore attenzione alla vita di ogni giorno del malato perché la malattia non diventi fonte di discriminazione, di povertà assoluta, di disperazione. Un contributo potrebbe venire anche dal settore terapia in ospedale che, per i malati di cancro, assorbe 1,53 miliardi di euro. L'invocata green oncology può ridurre, ad esempio, i ricoveri che richiedono solo somministrazione di farmaci via endovena che, con formulazioni via orale, diventerebbero domiciliari. Determinante, soprattutto, è la personalizzazione della cura: per ogni malato farmaco giusto, al momento giusto. Ditching diet (sbarazzarsi della dieta). È la protesta delle donne inglesi, lanciata dal gruppo Endageret bodies (corpi in pericolo ) contro il disegno globale di destabilizzare appetito, abitudini, desiderata di donne e ragazze per lucrarne. Modelli di vita violentati da inutili sacrifici (una inglese su 3 è a dieta continua, ma solo 3 su 100 riescono nell'intento), fior di quattrini sperperati : 60 mld di dollari in Usa, 1 mln sterline in G.B., 2 ml di euro in Italia. Evidenziati anche danni psichici e fisici: disperazione indotta, ansia, depressione, dipendenza da scelte altrui, intossicazioni. Le inglesi manifestano contro l' industria che inganna: 95% delle diete non ottengono i risultati promessi. La direttrice di Weght Watcher però risponde: da noi mai fatte promesse che le nostre diete funzionino nel 100% dei casi. Il Parlamento (Camera dei Comuni), comunque, approva un'inchiesta per accertare se, l'industria delle diete commette frode ai danni dei consumatori. Altra denuncia viene dall' Economist e riguarda l' inganno delle taglie : la 42 di oggi è la 46 di ieri. Il business sfrutta la magrezza, nuovo valore da vendere. Se la taglia nuova fa sentire più magra la donna, la vendita è assicurata. C'è l'inflazione al ribasso delle taglie. Un paio di pantaloni 48 (14 inglese) è cresciuto di ben 10 cm di vita ed 8 di fianchi. Una large di oggi veste una XL (52) di pochi anni fa. Lo sfruttamento della debolezza psicologica dell'acquirente per vendere e guadagnarci fa rischiare che il soggetto sia indotto a credere alla taglia che mente invece che alla bilancia che denuncia il vero e trascuri le corrette regole di vita con danni a salute e Servizio Sanitario.

20 20 28 luglio 2012

21 28 luglio LE SCADENZE FISCALI Lunedì 30 luglio. Registrazione e pagamento dell imposta di registro (2%) per i contratti di locazione con decorrenza 1 luglio. Martedì 31 luglio. Invio per via telematica dei modelli 770/2012 semplificato e ordinario. Termine per il ravvedimento operoso dei versamenti tardivi o omessi relativi alle ritenute operate nel 2011, con il pagamento della sanzione ridotta per le violazioni commesse (3% fino al 31 gennaio 2011 e 3,75% fino al 31 dicembre 2011) oltre agli interessi legali (1,5% fino al 31 dicembre 2011 e 2,5% dal 1 gennaio 2012). Invio, da parte dei soggetti mensili e trimestrali, degli elenchi delle operazioni effettuate in giugno o nel periodo aprile-giugno con operatori economici aventi sede nei Paesi della black list. Rilevazione sulla scheda carburante da parte degli esercenti attività d impresa. Annotazione, in luogo delle singole fatture, di un documento riepilogativo delle fatture relative all acquisto in giugno di beni e servizi di importo inferiore a 300 euro. FISCALMENTE AGENZIA DELLE ENTRATE nle INDICAZIONI DI BEFERA PER RICONQUISTARE LA FIDUCIA Rapporto Fisco-contribuente: un vademecum "anti-disguidi" nemilia CIMINIELLO E CHIARA DAMMACCO Con il precipitare degli eventi e la grave crisi economica e strutturale del n ostro sistema finanziario si rischia di mandare all aria anche i nuovi sacrifici fiscali recentemente imposti. Per questo è necessario che il contribuente riacquisti la fiducia nel Fisco e nelle istituzioni, affinché l evasione fiscale non venga considerata come una estrema autodifesa. A tal pro - posito ci piace rammentare le considerazioni dettate agli uffici periferici del numero 1 del direttore dell Agenzia delle Entrate Attilio Befera: Il direttore ha, infatti, ammesso che il rispetto e la fiducia (nel Fisco n.d.r.) non si possono strappare con la forza. Si può solo cercare di meritarli faticosamente, giorno per giorno, c on la correttezza, l'equilibrio, la trasparenza e la ragionevolezza dei comportamenti. Dando all'autorità impersonale dello Stato la dimensione dell'autorevolezza, che dipende essenzialmente dalla persona di coloro che quell'autorità rappre - sentano nei riguardi dei contribuenti. Questo vuol dire che l'obiettivo di acquisire gettito per l'erario non può e non deve mai tradursi in comportamenti che abbiano fondato motivo di essere percepiti come frutto di arroganza o come manifestazione di atteggiamenti di sopruso. Questo significa pure che non debbono essere chiesti o imposti adempimenti inutili, ripetitivi e defatiganti. Quindi se uno sgravio o un rimborso sulla cui spettanza non vi siano dubbi devono essere eseguiti senza in dugi o ritardi. Inoltre, in sede di accertamento con adesione, le proposte dell'ufficio non devono essere prospettate come un minaccioso ultimatum, ma sempre nell'ottica della corretta e civile dialettica tra le parti. E ancora: se un accertamento non ha solido fondamento, non va fatto! E se da una verifica non emergono fatti o elementi concreti da contestare, non è corretto cercare a ogni costo pseudoinfrazioni formali da sanzionare solo per evitare che la verifica stessa sembri essersi chiusa negativamente. Se il contribuente ha dato prova sostanziale di buona fede e di lealtà nel suo rapporto con il Fisco, ripagarlo con la moneta dell'accanimento formalistico significa venire meno a un obbligo morale di reciprocità, ed essere perciò unfair, cioè scorretti nei suoi confronti. Comportamenti in qualche modo vessatori, o come tali obiettivamente percepibili, sono destinati per le ragioni di fondo prima descritte ad essere controproducenti, perché penalizzano in definitiva i contribuenti onesti e tendono perciò a incentivare l'evasione, cioè il comportamento opposto a quello che vorremmo e dobbiamo contrastare. Anche qui le ragioni dell'etica e quelle della convenienza convergono. Non dimentichiamo infatti che, in un sistema tributario basato sull'autotassazione, la missione istituzionale dell'amministrazione finanziaria è quella di perseguire il massimo livello di adesione spontanea agli obblighi tributari. A questo fine dev essere indirizzata anche l'attività di controllo, che assolve la sua funzione di dissuasione solo se si basa su comportamenti in grado di ispirare fiducia e di suscitare credibilità. Non vanno affatto in questa direzione modi di agire dettati da una comprensione profondamente distorta della spinta a raggiungere l'obiettivo. Nei sistemi di incentivazione da concordare con le Organizzazioni sindacali e, a monte, nella ridefini - zione dei sistemi di pianificazione e controllo, l'agenzia intende dare segnali concreti che scoraggino queste pratiche deteriori e motivino comportamenti virtuosi nel senso appena indicato. Muovendo da questa finalità, si apporteranno a quei sistemi le revisioni necessarie e si adotteranno le opportune iniziative di formazione, che avranno come punto di riferimento non solo e non tanto l'illustrazione delle norme giuridiche dello Statuto del Contribuente ma, soprattutto, l'acquisizione della consapevolezza di quale sia la logica e lo spirito che vi sono sottesi.

22 22 28 luglio 2012

23 28 luglio 2012 COLLEGAMENTI AEREI - ORARI IN VIGORE DAL 24/03/2012 AL 27/10/ Partenze da BARI Compagnia Part. Arr. Frequenza Note BARCELLONA AirEuropa 15:00 17:15 Ma da 31/07/12 a 31/07/12 AirEuropa 15:00 17:15 Ma da 21/08/12 a 21/08/12 AirEuropa 15:00 17:15 Ma da 11/09/12 a 11/09/12 AirEuropa 15:35 17:50 Ma da 28/08/12 a 04/09/12 AirEuropa 15:35 17:50 Ma da 07/08/12 a 14/08/12 BERLINO Airberlin 13:15 15:30 G da 03/05/12 a 25/10/12 Airberlin 18:25 20:40 Ma da 27/03/12 a 20/10/12 Airberlin 20:05 22:20 S da 07/04/12 a 27/10/12 BOLOGNA Ryanair 08:10 09:30 LMaMeGVSD da 25/03/12 a 27/10/12 Ryanair 09:30 10:50 Ma da 03/07/12 a 31/07/12 Alitalia 14:30 15:45 LMeG da 30/07/12 a 13/08/12 Alitalia 14:30 15:45 LMeG da 16/08/12 a 13/09/12 Alitalia 14:30 15:45 LMaGV da 14/09/12 a 28/09/12 Alitalia 15:15 16:30 VSD da 27/07/12 a 09/09/12 Alitalia 15:15 16:30 SD da 15/09/12 a 23/09/12 Alitalia 15:15 16:30 LMeGVSD da 29/09/12 a 27/10/12 Ryanair 15:35 16:55 V da 06/07/12 a 31/08/12 Ryanair 22:15 23:35 Me da 28/03/12 a 24/10/12 Ryanair 22:20 23:40 D da 25/03/12 a 21/10/12 Ryanair 22:45 00:05 L da 26/03/12 a 22/10/12 BRUSSELS CHARLEROI Ryanair 09:50 12:15 Me da 04/07/12 a 29/08/12 Ryanair 10:10 12:35 S da 31/03/12 a 27/10/12 Ryanair 10:25 12:50 MaG da 27/03/12 a 25/10/12 Ryanair 11:55 14:20 D da 01/04/12 a 21/10/12 BUCAREST W!ZZ 21:15 22:55 MaS da 31/05/12 a 27/10/12 W!ZZ 21:15 22:55 G da 20/06/12 a 11/09/12 BUDAPEST W!ZZ 21:40 23:10 MaGS da 12/06/12 a 15/09/12 W!ZZ 22:25 23:55 MaGS da 18/09/12 a 27/10/12 CAGLIARI Ryanair 10:05 11:35 LMeVD da 25/03/12 a 26/10/12 Ryanair 12:05 13:35 L da 06/08/12 a 28/08/12 Ryanair 22:05 23:35 S da 31/03/12 a 27/10/12 CATANIA Blu-Express 18:50 20:00 LMeV da 20/07/12 a 31/08/12 Blu-Express 21:30 22:40 LMeV da 03/09/12 a 21/09/12 Blu-Express 21:30 22:40 LMeVD da 23/09/12 a 26/10/12 Blu-Express 22:30 23:45 D da 09/09/12 a 16/09/12 COLONIA Germanwings 08:05 10:15 G da 12/07/12 a 23/08/12 Germanwings 14:40 16:50 Ma da 17/07/12 a 21/08/12 Germanwings 16:45 18:55 S da 30/06/12 a 27/10/12 DUSSELDORF Airberlin 12:25 14:45 Ma da 03/04/12 a 27/10/12 Airberlin 15:40 18:05 S da 31/03/12 a 27/10/12 Lufthansa 17:50 20:10 S da 05/05/12 a 27/10/12 DUSSELDORF WEEZE Ryanair 07:00 09:30 Ma da 27/03/12 a 23/10/12 Ryanair 10:25 12:55 S da 31/03/12 a 27/10/12 Ryanair 19:30 22:00 G da 05/07/12 a 30/08/12 FRANCOFORTE HAHN Ryanair 16:10 18:20 Ma da 04/09/12 a 23/10/12 Ryanair 18:10 20:20 GS da 29/03/12 a 28/07/12 Ryanair 18:10 20:20 GMaS da 31/07/12 a 01/09/12 Ryanair 18:10 20:20 GS da 06/09/12 a 27/10/12 GENOVA Ryanair 06:30 07:55 Me da 28/03/12 a 24/10/12 Ryanair 16:15 17:40 LG da 26/03/12 a 26/10/12 Ryanair 16:20 17:45 v da 13/07/12 a 24/10/12 Ryanair 16:20 17:45 S da 31/03/12 a 27/10/12 IBIZA Volotea 23:05 01:20 V da 29/06/12 a 07/09/12 Volotea 23:55 02:10 L da 02/07/12 a 03/09/12 KARLSRUHE - BADEN Ryanair 10:15 12:15 Me da 28/03/12 a 24/10/12 Ryanair 14:50 16:50 D da 01/04/12 a 21/10/12 KOS Ryanair 18:30 21:15 V da 30/03/12 a 26/10/12 Ryanair 19:50 22:35 G da 05/07/12 a 27/09/12 LONDRA GATWICK Easyjet 10:45 12:45 Ma da 31/07/12 a 23/10/12 Easyjet 19:45 21:45 S da 16/06/12 a 27/10/12 Easyjet 19:55 21:55 G da 02/08/12 a 25/10/12 BritishAirways 20:25 23:15 Me da 01/08/12 a 24/10/12 BritishAirways 20:30 23:20 S da 04/08/12 a 27/10/12 BritishAirways 22:05 23:55 L da 06/08/12 a 22/10/12 BritishAirways 22:05 23:55 LMeS da 18/06/12 a 30/07/12 LONDRA STANSTED Ryanair 10:40 12:35 D da 01/07/12 a 29/07/12 Ryanair 20:50 22:45 LMaGVS da 02/07/12 a 01/09/12 Ryanair 20:50 22:45 LMaGS da 03/09/12 a 27/10/12 Ryanair 21:00 22:55 Me da 04/07/12 a 29/08/12 LUSSEMBURGO Luxair 12:45 14:55 G da 12/07/12 a 13/09/12 MAASTRICHT Ryanair 14:25 16:45 MeD da 28/03/12 a 24/10/12 MADRID Ryanair 13:50 16:35 L da 26/03/12 a 22/10/12 Ryanair 20:35 23:20 S da 31/03/12 a 27/10/12 Ryanair 20:35 23:20 G da 02/08/12 a 30/08/12 MALTA Ryanair 21:20 22:40 G da 29/03/12 a 25/10/12 Ryanair 22:25 23:45 MaS da 27/03/12 a 27/10/12 MILANO LINATE Alitalia 06:45 08:15 LMaMeGV da 01/06/12 a 13/08/12 Alitalia 06:45 08:15 LMaMeGV da 20/08/12 a 26/10/12 MeridianaFly 09:05 10:35 S da 08/09/12 a 27/10/12 Alitalia 09:10 10:40 MeGV da 01/08/12 a 03/08/12 Alitalia 09:10 10:40 MeGV da 29/08/12 a 31/08/12 Alitalia 09:10 10:40 LMaGV da 20/08/12 a 28/08/12 Alitalia 09:20 10:50 SD da 09/06/12 a 30/09/12 MeridianaFly 09:20 11:00 LMaMeGV da 03/09/12 a 26/10/12 MeridianaFly 10:00 11:30 D da 09/09/12 a 30/09/12 Alitalia 12:40 14:10 SD da 02/06/12 a 30/09/12 Alitalia 12:45 14:15 LMaMeGV da 05/07/12 a 31/07/12 Alitalia 12:45 14:15 LMaMeGV da 03/09/12 a 28/09/12 Alitalia 12:50 14:20 LMaMeGV da 01/08/12 a 31/08/12 Alitalia 15:30 17:00 LMaMeGVSD da 16/08/12 a 14/09/12 Alitalia 15:30 17:00 LMaMeGVD da 16/09/12 a 30/09/12 Alitalia 15:30 17:00 LMaMeGVSD da 01/07/12 a 14/08/12 Alitalia 17:20 18:50 LMaMeGVSD da 09/06/12 a 27/10/12 MeridianaFly 20:20 22:00 LMaMeGVD da 03/09/12 a 26/10/12 Alitalia 20:30 22:00 LMaMeGVD da 03/05/12 a 12/08/12 Alitalia 20:30 22:00 LMaMeGVD da 19/08/12 a 31/08/12 Alitalia 20:55 22:25 LMaMeGVD da 02/09/12 a 26/10/12 MILANO MALPENSA Alitalia 09:00 10:35 LMaMaGVSD da 10/09/12 a 16/09/12 Alitalia 09:35 11:10 LMaMaGVSD da 17/09/12 a 06/10/12 Easyjet 09:45 11:20 GD da 01/07/12 a 02/09/12 Easyjet 09:45 11:20 LMaMeGVSD da 03/09/12 a 27/10/12 Easyjet 11:50 13:25 L da 02/07/12 a 07/08/12 Easyjet 12:15 13:50 V da 06/07/12 a 31/08/12 Easyjet 13:40 15:15 Ma da 03/07/12 a 28/08/12 Alitalia 13:45 15:20 S da 14/07/12 a 08/09/12 Easyjet 15:45 17:20 Me da 04/07/12 a 29/08/12 Easyjet 15:50 17:25 S da 08/09/12 a 27/10/12 Easyjet 16:40 18:15 S da 30/06/12 a 01/09/12 Alitalia 19:25 21:00 S da 15/09/12 a 29/09/12 Alitalia 20:55 22:30 LMaMeGVD da 10/09/12 a 26/10/12 Easyjet 20:55 22:30 LMaMeGVD da 01/07/12 a 07/09/12 Easyjet 20:55 22:30 LMaMeGV da 10/09/12 a 26/10/12 Easyjet 21:20 22:55 D da 09/09/12 a 21/10/12 Alitalia 21:40 23:15 LMaMeGVD da 25/07/12 a 03/08/12 Alitalia 22:00 23:35 D da 05/08/12 a 02/09/12 MILANO - BERGAMO Ryanair 06:15 07:45 LMeVD da 25/03/12 a 26/10/12 Ryanair 06:30 08:05 MaGS da 27/03/12 a 27/10/12 Ryanair 08:30 10:00 S da 01/09/12 a 27/10/12 Ryanair 12:45 14:15 MaG da 04/09/12 a 25/10/12 Ryanair 13:35 15:05 D da 25/03/12 a 21/10/12 Ryanair 13:55 15:25 S da 31/03/12 a 27/10/12 Ryanair 14:00 15:30 Me da 28/03/12 a 24/10/12 Ryanair 14:15 15:45 MaGV da 27/03/12 a 26/10/12 Ryanair 15:00 16:30 L da 26/03/12 a 22/10/12 Ryanair 16:55 18:25 G da 06/09/12 a 23/10/12 Ryanair 17:45 19:15 Ma da 04/09/12 a 25/10/12 Ryanair 18:05 19:35 D da 02/09/12 a 21/10/12 Ryanair 22:10 23:40 LMaMeGVS da 26/03/12 a 27/10/12 Ryanair 22:25 23:55 D da 25/03/12 a 21/10/12 MONACO Lufthansa 11:55 13:40 LMaMeGVSD da 25/03/12 a 27/10/12 Airberlin 14:25 16:10 L da 26/03/12 a 22/10/12 Airberlin 14:25 16:10 V da 04/05/12 a 26/10/12 Airberlin 14:30 16:30 D da 01/04/12 a 21/10/12 OLBIA MeridianaFly 12:10 13:20 LMaMeGVSD da 27/07/12 a 02/09/12 PALERMO Blu-Express 14:30 15:35 D da 23/09/12 a 21/10/12 Blu-Express 19:25 20:30 D da 09/09/12 a 16/09/12 Blu-Express 19:50 21:00 MaG da 31/07/12 a 30/08/12 Blu-Express 20:00 21:00 MaG da 04/09/12 a 11/09/12 Blu-Express 20:00 21:00 MaG da 19/09/12 a 25/10/12 Blu-Express 21:00 22:10 D da 22/07/12 a 02/09/12 PALMA DI MAIORCA Volotea 18:05 20:15 V da 29/06/12 a 07/09/12 Volotea 18:55 21:05 L da 02/07/12 a 03/09/12 PARIGI BEAUVAIS Ryanair 10:00 12:30 GD da 25/03/12 a 25/10/12 Ryanair 10:10 12:40 LMeV da 26/03/12 a 26/10/12 PISA Ryanair 08:20 09:45 LMaMeGVSD da 25/03/12 a 27/10/12 PRAGA W!ZZ 07:50 09:45 MaS da 14/06/12 a 27/10/12 W!ZZ 07:50 09:45 G da 20/06/12 a 11/09/12 RIGA airbaltic 14:05 18:00 S da 05/05/12 a 27/10/12 ROMA CIAMPINO Ryanair 08:30 09:30 L da 26/03/12 a 22/10/12 Ryanair 08:35 09:35 MaMeVS da 27/03/12 a 27/10/12 Ryanair 08:40 09:40 G da 29/03/12 a 25/10/12 Ryanair 13:25 14:25 D da 25/03/12 a 21/10/12 Ryanair 18:45 19:45 MeGV da 29/03/12 a 26/10/12 Ryanair 19:40 20:40 D da 25/03/12 a 21/10/12 Ryanair 20:35 21:35 LMaS da 26/03/12 a 27/10/12 ROMA FIUMICINO Alitalia 06:45 07:50 LMaMeGVSD da 16/08/12 a 27/10/12 Alitalia 06:45 07:50 LMaMeGVSD da 05/07/12 a 14/08/12 Alitalia 07:00 08:05 Me da 15/08/12 a 15/08/12 Alitalia 07:25 08:50 LMaMeGVS da 17/08/12 a 27/10/12 Alitalia 07:25 08:50 LMaMeGVS da 01/08/12 a 14/08/12 Alitalia 07:25 08:50 LMaMeGVS da 09/06/12 a 31/07/12 Alitalia 07:45 08:50 D da 03/06/12 a 30/09/12 Alitalia 08:35 09:40 LMaMeGVS da 02/07/12 a 14/08/12 Alitalia 08:35 09:40 LMaMeGVS da 16/08/12 a 29/09/12 Alitalia 11:15 12:20 LMaMeGVSD da 01/07/12 a 30/09/12 Alitalia 12:20 13:25 LMaMeGVD da 01/06/12 a 14/08/12 Alitalia 12:20 13:25 LMaMeGVD da 19/08/12 a 02/09/12 Alitalia 12:20 13:25 LMaMeGVD da 13/09/12 a 30/09/12 Alitalia 15:10 16:20 LMaMeGVSD da 30/06/12 a 12/08/12 Alitalia 15:10 16:20 LMaMeGVSD da 18/08/12 a 30/09/12 Alitalia 18:00 19:05 LMaMeGVD da 05/07/12 a 05/08/12 Alitalia 18:00 19:05 GVD da 16/08/12 a 19/08/12 Alitalia 18:00 19:05 LMaMeGVD da 26/08/12 a 26/10/12 Alitalia 19:20 20:25 LMaMeGVS da 01/08/12 a 31/08/12 Alitalia 19:25 20:30 LMaMeGVSD da 05/08/12 a 27/10/12 Alitalia 19:25 20:30 D da 22/07/12 a 29/07/12 Alitalia 19:25 20:30 LMaMeGVS da 23/07/12 a 31/07/12 SIVIGLIA Ryanair 09:50 13:00 G da 02/08/12 a 30/08/12 Ryanair 16:40 19:50 MaS da 27/03/12 a 27/10/12 STOCCARDA Germanwings 08:35 10:25 D da 15/07/12 a 21/10/12 Germanwings 12:15 14:05 Me da 06/06/12 a 24/10/12 Germanwings 12:45 14:35 L da 28/05/12 a 22/10/12 Germanwings 12:55 14:45 V da 01/06/12 a 26/10/12 TIMISOARA Carpatair 11:15 13:45 LMaGVS da 16/07/12 a 15/09/12 Carpatair 11:15 13:45 MaS da 18/09/12 a 27/10/12 TIRANA Belleair 09:50 10:40 LMa da 18/06/12 a 24/10/12 Belleair 17:30 18:20 MeGVSD da 18/07/12 a 27/10/12 TORINO Alitalia 14:55 16:35 LMaMeGVSD da 10/07/12 a 27/10/12 Ryanair 19:55 21:40 Me da 18/04/12 a 24/10/12 Ryanair 19:55 21:40 LV da 13/07/12 a 26/10/12 Ryanair 19:55 21:40 D da 15/07/12 a 21/10/12 Ryanair 20:00 21:45 S da 14/07/12 a 27/10/12 Ryanair 20:00 21:45 MaG da 17/04/12 a 25/10/12 TRIESTE Ryanair 16:25 17:45 G da 29/03/12 a 25/10/12 Ryanair 16:35 17:55 MaD da 27/03/12 a 23/10/12 VALENCIA Ryanair 10:00 12:35 S da 31/03/12 a 27/10/12 Ryanair 14:40 17:15 L da 26/03/12 a 22/10/12 Ryanair 19:55 22:30 Me da 04/04/12 a 24/10/12 VENEZIA Volotea 08:40 10:00 L da 10/09/12 a 22/10/12 Alitalia 08:50 10:05 LMaMeGVSD da 01/06/12 a 30/09/12 Alitalia 16:55 18:10 LMaMeGVSD da 01/09/12 a 27/10/12 Alitalia 17:00 18:15 LMaMeGVSD da 05/07/12 a 31/07/12 Volotea 20:45 22:05 V da 14/09/12 a 28/09/12 Volotea 21:20 22:40 Me da 12/09/12 a 26/09/12 Volotea 22:30 23:50 D da 16/09/12 a 30/09/12 VENEZIA-TREVISO Ryanair 06:30 07:50 LGS da 26/03/12 a 27/10/12 Ryanair 12:35 13:55 Ma da 27/03/12 a 23/10/12 Ryanair 15:00 16:20 V da 30/03/12 a 26/10/12 Ryanair 17:20 18:40 Me da 28/03/12 a 24/10/12 Ryanair 20:00 21:20 D da 01/04/12 a 21/10/12 VERONA Ryanair 06:30 07:50 VD da 25/03/12 a 26/10/12 air italy 14:50 16:10 LMaMeGv da 03/09/12 a 26/10/12 air italy 17:35 18:55 S da 08/09/12 a 27/10/12 Ryanair 20:30 21:50 L da 26/03/11 a 22/10/12 Ryanair 20:50 22:10 Me da 28/03/12 a 24/10/12 ZURIGO Helvetic 08:45 10:35 LMaMeGVSD da 25/03/12 a 27/10/12 Arrivi a BARI Compagnia Part. Arr. Frequenza Note BARCELLONA AirEuropa 12:00 14:10 Ma da 31/07/12 a 31/07/12 AirEuropa 12:00 14:10 Ma da 11/09/12 a 11/09/12 AirEuropa 12:00 14:10 Ma da 21/08/12 a 21/08/12 AirEuropa 12:30 14:40 Ma da 28/08/12 a 04/09/12 AirEuropa 12:30 14:40 Ma da 07/08/12 a 14/08/12 BERLINO Airberlin 09:25 11:40 Ma da 27/03/12 a 30/10/12 Airberlin 10:15 12:30 G da 03/05/12 a 25/10/12 Airberlin 17:10 19:25 S da 07/04/12 a 27/10/12 BOLOGNA Ryanair 06:25 07:45 LMaMeGVSD da 25/03/12 a 27/10/12 Ryanair 07:45 09:05 Ma da 03/07/12 a 31/07/12 Alitalia 09:05 10:20 S da 29/09/12 a 27/10/12 Alitalia 12:30 13:45 LGVD da 30/09/12 a 26/10/12 Alitalia 12:30 13:45 LMeG da 30/07/12 a 13/08/12 Alitalia 12:30 13:45 LMeG da 16/08/12 a 03/09/12 Alitalia 12:30 13:45 LGV da 14/09/12 a 28/09/12 Alitalia 12:30 13:45 LG da 06/09/12 a 13/09/12 Alitalia 13:20 14:45 SD da 15/09/12 a 23/09/12 Alitalia 13:20 14:45 VSD da 21/07/12 a 09/09/12 Ryanair 13:50 15:10 V da 06/07/12 a 31/08/12 Ryanair 20:30 21:50 Me da 28/03/12 a 24/10/12 Ryanair 20:35 21:55 D da 25/03/12 a 21/10/12 Ryanair 21:00 22:20 L da 26/03/12 a 22/10/12 BRUSSELS CHARLEROI Ryanair 07:10 09:25 Me da 04/07/12 a 29/08/12 Ryanair 07:30 09:45 S da 31/03/12 a 27/10/12 Ryanair 09:15 11:30 D da 01/04/12 a 21/10/12 Ryanair 13:15 15:30 MaG da 27/03/12 a 25/10/12 BUCAREST W!ZZ 19:10 20:45 MaS da 31/05/12 a 27/10/12 W!ZZ 19:10 20:45 G da 21/06/12 a 06/09/12 BUDAPEST W!ZZ 19:40 21:10 MaGS da 12/06/12 a 15/09/12 W!ZZ 20:25 21:55 MaGS da 18/09/12 a 27/10/12 CAGLIARI Ryanair 10:25 11:40 L da 06/08/12 a 27/08/12 Ryanair 12:00 13:15 LMeVD da 25/03/12 a 26/10/12 Ryanair 20:25 21:40 S da 31/03/12 a 27/10/12 CATANIA Blu-Express 17:15 18:20 LMeV da 20/07/12 a 31/08/12 Blu-Express 18:10 19:00 D da 09/09/12 a 16/09/12 Blu-Express 20:00 21:05 LMeVD da 23/09/12 a 26/10/12 Blu-Express 20:00 21:05 LMeV da 03/09/12 a 21/09/12 COLONIA Germanwings 05:25 07:30 G da 12/07/12 a 23/08/12 Germanwings 12:00 14:05 Ma da 17/07/12 a 23/10/12 Germanwings 14:05 16:10 S da 30/06/12 a 27/10/12 DUSSELDORF Airberlin 12:50 15:00 S da 31/03/12 a 27/10/12 Lufthansa 15:00 17:15 S da 05/05/12 a 27/10/12 Airberlin 15:30 17:40 Ma da 03/04/12 a 27/10/12 DUSSELDORF WEEZE Ryanair 09:55 12:10 Ma da 27/03/12 a 23/10/12 Ryanair 13:20 15:35 S da 31/03/12 a 27/10/12 Ryanair 16:50 19:05 G da 05/07/12 a 30/08/12 FRANCOFORTE HAHN Ryanair 13:40 15:45 Ma da 04/09/12 a 23/10/12 Ryanair 15:40 17:45 GS da 29/03/12 a 28/07/12 Ryanair 15:40 17:45 MaGS da 31/07/12 a 01/09/12 Ryanair 15:40 17:45 GS da 06/09/12 a 27/10/12 GENOVA Ryanair 08:20 09:45 Me da 28/03/12 a 24/10/12 Ryanair 18:05 19:30 LG da 26/03/12 a 26/10/12 Ryanair 18:10 19:35 V da 13/07/12 a 24/10/12 Ryanair 18:10 19:35 S da 31/03/12 a 27/10/12 IBIZA Volotea 16:25 18:30 L da 02/07/12 a 03/09/12 Volotea 16:25 18:30 V da 27/07/12 a 07/09/12 KARLSRUHE - BADEN Ryanair 08:00 09:50 Me da 28/03/12 a 24/10/12 Ryanair 12:35 14:25 D da 01/04/12 a 21/10/12 KOS Ryanair 21:40 22:35 V da 30/03/12 a 26/10/12 Ryanair 23:00 23:55 G da 05/07/12 a 27/09/12 LONDRA GATWICK Easyjet 06:20 10:10 Ma da 31/07/12 a 23/10/12 Easyjet 15:20 19:10 S da 16/06/12 a 27/10/12 Easyjet 15:30 19:20 G da 02/08/12 a 25/10/12 BritishAirways 16:55 19:40 Me da 01/08/12 a 24/10/12 BritishAirways 17:00 19:45 S da 04/08/12 a 27/10/12 BritishAirways 17:35 21:20 LMeS da 26/03/12 a 27/10/12 BritishAirways 18:00 20:45 L da 06/08/12 a 22/10/12 LONDRA STANSTED Ryanair 06:30 10:15 D da 01/07/12 a 29/07/12 Ryanair 16:40 20:25 LMaGVS da 02/07/12 a 01/09/12 Ryanair 16:40 20:25 LMaGS da 03/09/12 a 27/10/12 Ryanair 16:50 20:35 Me da 04/07/12 a 29/08/12 LUSSEMBURGO Luxair 07:25 09:50 D da 08/07/12 a 16/09/12 Luxair 10:05 12:10 G da 12/07/12 a 13/09/12 MAASTRICHT Ryanair 17:10 19:30 MeD da 28/03/12 a 24/10/12 MADRID Ryanair 10:35 13:25 L da 26/03/12 a 22/10/12 Ryanair 17:10 20:00 S da 31/03/12 a 27/10/12 Ryanair 17:10 20:00 G da 02/08/12 a 30/08/12 MALTA Ryanair 19:35 20:55 G da 29/03/12 a 25/10/12 Ryanair 20:40 22:00 MaS da 27/03/12 a 27/10/12 MILANO LINATE MeridianaFly 06:50 08:20 LMaMeGVS da 03/09/12 a 27/10/12 Alitalia 06:55 08:20 LMaMeGV da 20/08/12 a 26/10/12 Alitalia 06:55 08:20 LMaMeGV da 20/06/12 a 03/08/12 MeridianaFly 07:45 09:15 D da 09/09/12 a 30/09/12 Alitalia 10:00 11:25 SD da 02/06/12 a 26/08/12 Alitalia 10:30 11:55 LMaMeGV da 19/06/12 a 24/08/12 Alitalia 10:30 11:55 LMaMeGVSD da 27/08/12 a 30/09/12 Alitalia 12:55 14:20 LMaMeGVSD da 03/07/12 a 31/07/12 Alitalia 13:00 14:25 LMaMeGV da 27/08/12 a 28/09/12 Alitalia 13:05 14:30 SD da 01/09/12 a 09/09/12 Alitalia 13:05 14:30 D da 16/09/12 a 30/09/12 Alitalia 13:05 14:30 LMaMeGVSD da 01/08/12 a 14/08/12 Alitalia 13:05 14:30 LMaMeGVSD da 16/08/12 a 26/08/12 Alitalia 14:55 16:20 LMaMeGVSD da 01/06/12 a 27/10/12 MeridianaFly 17:40 19:10 LMaMeGVD da 03/09/12 a 26/10/12 Alitalia 18:15 19:40 LMaMeGVD da 19/08/12 a 30/09/12 Alitalia 18:20 19:45 LMaMeGVD da 01/06/12 a 12/08/12 Alitalia 19:15 20:40 S da 14/04/12 a 27/10/12 Alitalia 21:45 23:10 LMaMeGVD da 01/06/12 a 12/08/12 Alitalia 21:45 23:10 LMaMeGVD da 17/08/12 a 26/10/12 MILANO MALPENSA Alitalia 07:00 08:30 LMaMeGVSD da 10/09/12 a 16/09/12 Alitalia 07:30 09:00 LMaMeGVSD da 17/09/12 a 06/10/12 Easyjet 07:35 09:10 LMaMeGVSD da 03/09/12 a 27/10/12 Easyjet 07:35 09:10 GD da 01/07/12 a 02/09/12 Easyjet 09:40 11:15 L da 01/07/12 a 27/08/12 Easyjet 10:05 11:40 V da 06/07/12 a 31/08/12 Easyjet 11:30 13:05 Ma da 03/07/12 a 28/08/12 Alitalia 11:40 13:10 S da 14/07/12 a 08/09/12 Easyjet 13:35 15:10 Me da 04/07/12 a 29/08/12 Easyjet 13:40 15:15 S da 08/09/12 a 27/10/12 Easyjet 14:30 16:05 S da 30/06/12 a 01/09/12 Alitalia 17:20 18:50 S da 15/09/12 a 29/09/12 Easyjet 18:45 20:20 LMaMeGVD da 01/07/12 a 07/09/12 Easyjet 18:45 20:20 LMaMeGV da 10/09/12 a 26/10/12 Alitalia 18:55 20:25 LMaMeGVD da 10/09/12 a 26/10/12 Easyjet 19:10 20:45 D da 09/09/12 a 21/10/12 Alitalia 19:40 21:10 LMaMeGVD da 25/07/12 a 09/09/12 MILANO - BERGAMO Ryanair 06:35 08:05 S da 01/09/12 a 27/10/12 Ryanair 08:10 09:40 LMeVD da 25/03/12 a 26/10/12 Ryanair 08:30 10:00 MaGS da 27/03/12 a 27/10/12 Ryanair 11:40 13:10 D da 25/03/12 a 21/10/12 Ryanair 12:00 13:30 S da 31/03/12 a 27/10/12 Ryanair 12:05 13:35 Me da 28/03/12 a 24/10/12 Ryanair 12:20 13:50 MaGV da 27/03/12 a 26/10/12 Ryanair 13:05 14:35 L da 26/03/12 a 22/10/12 Ryanair 15:00 16:30 Ma da 04/09/12 a 25/10/12 Ryanair 15:50 17:20 G da 06/09/12 a 25/10/12 Ryanair 16:10 17:40 D da 02/09/12 a 21/10/12 Ryanair 20:15 21:45 LMaMeGVS da 26/03/12 a 27/10/12 Ryanair 20:30 22:35 D da 25/03/12 a 21/10/12 MONACO Lufthansa 09:15 10:55 LMaMeGVSD da 25/03/12 a 27/10/12 Airberlin 11:55 13:40 L da 26/03/12 a 22/10/12 Airberlin 12:05 13:45 VD da 04/05/12 a 26/10/12 OLBIA MeridianaFly 10:15 11:25 LMaMeGVSD da 27/07/12 a 02/09/12 PALERMO Blu-Express 13:00 14:05 D da 23/09/12 a 21/10/12 Blu-Express 18:10 19:20 MaG da 31/07/12 a 30/08/12 Blu-Express 18:30 19:30 MaG da 04/09/12 a 11/09/12 Blu-Express 18:30 19:30 MaG da 18/09/12 a 25/10/12 Blu-Express 19:20 20:30 D da 22/07/12 a 02/09/12 Blu-Express 21:00 22:05 D da 09/09/12 a 16/09/12 PALMA DI MAIORCA Volotea 21:30 23:30 L da 02/07/12 a 03/09/12 Volotea 22:00 23:35 V da 27/07/12 a 07/09/12 PARIGI BEAUVAIS Ryanair 12:55 15:15 GD da 25/03/12 a 25/10/12 Ryanair 13:15 15:35 LMeV da 26/03/12 a 26/10/12 PISA Ryanair 06:35 07:55 LMaMeGVSD da 25/03/12 a 27/10/12 PRAGA W!ZZ 05:30 07:20 MaS da 14/06/12 a 27/10/12 W!ZZ 05:30 07:20 G da 20/06/12 a 11/09/12 RIGA airbaltic 11:30 13:25 S da 05/05/12 a 27/10/12 ROMA CIAMPINO Ryanair 06:55 08:05 L da 26/03/12 a 22/10/12 Ryanair 07:00 08:10 MaMeVS da 27/03/12 a 27/10/12 Ryanair 07:05 08:15 G da 29/03/12 a 25/10/12 Ryanair 11:50 13:00 D da 25/03/12 a 21/10/12 Ryanair 17:10 18:20 MeGV da 29/03/12 a 26/10/12 Ryanair 18:05 19:15 D da 25/03/12 a 21/10/12 Ryanair 19:00 20:10 LMaS da 26/03/12 a 27/10/12 ROMA FIUMICINO Alitalia 08:30 09:40 LMaMeGVSD da 02/07/12 a 29/07/12 Alitalia 08:45 09:55 LMaMeGVSD da 30/07/12 a 31/08/12 Alitalia 10:00 11:05 LMaMeGVD da 01/07/12 a 12/08/12 Alitalia 10:00 11:05 LMaD da 14/08/12 a 21/08/12 Alitalia 10:00 11:05 LMaMeGVD da 22/08/12 a 30/09/12 Alitalia 13:10 14:15 LMaMeGVS da 18/08/12 a 30/09/12 Alitalia 13:10 14:15 LMaMeGVSD da 05/07/12 a 12/08/12 Alitalia 16:10 17:15 LMaMeGVD da 02/07/12 a 05/08/12 Alitalia 16:10 17:15 MeGVD da 16/08/12 a 19/08/12 Alitalia 16:10 17:15 LMaMeGVD da 28/08/12 a 22/10/12 Alitalia 17:25 18:30 LMaMeGVS da 23/07/12 a 04/08/12 Alitalia 17:25 18:30 LMaMeGVSD da 05/08/12 a 27/10/12 Alitalia 20:15 21:20 LMaMeGVD da 02/07/12 a 13/08/12 Alitalia 20:15 21:20 LMaMeGVD da 15/08/12 a 26/10/12 Alitalia 20:55 22:00 LMaMeGVD da 06/07/12 a 13/08/12 Alitalia 20:55 22:00 LMaMeGVD da 17/08/12 a 29/08/12 Alitalia 20:55 22:00 LVD da 31/08/12 a 03/09/12 Alitalia 21:30 22:35 LMaMeGVSD da 30/06/12 a 13/08/12 Alitalia 21:30 22:35 LMaMeGVSD da 15/08/12 a 27/10/12 SIVIGLIA Ryanair 06:30 09:25 G da 02/08/12 a 30/08/12 Ryanair 20:20 23:15 MaS da 27/03/12 a 27/10/12 STOCCARDA Germanwings 06:15 08:00 D da 15/07/12 a 21/10/12 Germanwings 09:55 11:40 Me da 06/06/12 a 24/10/12 Germanwings 10:25 12:10 L da 28/05/12 a 22/10/12 Germanwings 10:35 12:20 V da 01/06/12 a 26/10/12 TIMISOARA Carpatair 09:50 10:20 LMaGVS da 16/07/12 a 15/09/12 Carpatair 09:50 10:20 MaS da 18/09/12 a 27/10/12 TIRANA Belleair 08:30 09:20 LMa da 18/06/12 a 24/10/12 Belleair 16:10 17:00 MeGVSD da 18/07/12 a 25/10/12 TORINO Alitalia 12:40 14:10 LMaMeGVSD da 10/07/12 a 25/10/12 Alitalia 12:40 14:10 LMeGVSD da 05/09/12 a 03/10/12 Ryanair 22:05 23:40 LMeVD da 11/07/12 a 26/10/12 Ryanair 22:10 23:45 MaGS da 10/07/12 a 25/10/12 TRIESTE Ryanair 18:10 19:25 G da 29/03/12 a 25/10/12 Ryanair 18:20 19:35 MaD da 27/03/12 a 23/10/12 VALENCIA Ryanair 13:05 15:25 S da 31/03/12 a 27/10/12 Ryanair 17:10 19:30 Me da 04/04/12 a 24/10/12 Ryanair 17:45 20:05 L da 26/03/12 a 22/10/12 VENEZIA Alitalia 06:50 08:05 LMaMeGVSD da 07/05/12 a 27/10/12 Volotea 07:00 08:15 L da 10/09/12 a 22/10/12 Alitalia 15:00 16:15 LMaMeGVSD da 17/05/12 a 27/10/12 Volotea 19:05 20:20 V da 14/09/12 a 28/09/12 Volotea 19:40 20:55 Me da 12/09/12 a 26/09/12 Volotea 20:50 22:05 D da 16/09/12 a 30/09/12 VENEZIA - TREVISO Ryanair 08:15 09:35 LGS da 26/03/12 a 27/10/12 Ryanair 14:20 15:40 Ma da 27/03/12 a 23/10/12 Ryanair 16:45 18:05 V da 30/03/12 a 26/10/12 Ryanair 19:05 20:25 Me da 28/03/12 a 24/10/12 Ryanair 21:45 23:05 D da 01/04/12 a 21/10/12 VERONA Ryanair 08:15 09:35 VD da 25/03/12 a 26/10/12 Air Italy 12:40 14:00 LMaMeGV da 03/09/12 a 26/10/12 Air Italy 15:35 16:55 S da 08/09/12 a 27/10/12 Ryanair 22:15 23:35 L da 26/03/12 a 22/10/12 Ryanair 22:35 23:55 Me da 28/03/12 a 24/10/12 ZURIGO Helvetic 18:10 20:00 LMaMeGVSD da 25/03/12 a 27/10/12

24 28 luglio Direttore responsabile Dionisio Ciccarese Direttore editoriale Vito Raimondo Redazione Via delle Orchidee, Z.I. Modugno - Bari Tel Fax Responsabile trattamento dati personali Dionisio Ciccarese Amministrazione e stampa P.Q.S. Periodici e Quotidiani del Sud Via delle Orchidee, Z.I. Modugno - Bari Tel Fax Reg. Trib. Bari n del 19/04/1996 Copyright P.Q.S. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo settimanale può essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge. Certificato ADS n del 21/12/2010 Unione Stampa periodica Italiana Pubblicità Area4 S.r.l. Via delle Margherite, 20/ Modugno - Bari Tel Fax Abbonamenti Tariffa per l Italia 48,00 Tariffa per l Europa 144,00 (48 numeri) da versare su ccp n intestato a. P.Q.S. - Periodici e Quotidiani del Sud - Via delle Orchidee, Z.I. Modugno-Bari Numero arretrato 2,77

Piano nazionale del Turismo

Piano nazionale del Turismo Piano nazionale del Turismo 5 azioni per raddoppiare il PIL del turismo C o n f e r e n z a s t a m p a 22 settembre 2010 Emma Marcegaglia, Presidente di Confindustria Daniel John Winteler, Presidente

Dettagli

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO GERMANIA IL MERCATO TURISTICO Superficie: 357.021 kmq Popolazione: 83.251. Densità: 230 ab/kmq Lingua: Tedesco Religione: Protestanti, Cattolici Capitale: Berlino Forma istituzionale: Repubblica Federale

Dettagli

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012 Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario Roma 22 giugno 2012 Arrivi e spesa per viaggi internazionali nel mondo (milioni di viaggiatori

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA.

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. Segnali positivi, ma ancora insufficienti a recuperare i valori pre-crisi. Il Mezzogiorno non può attendere il 2025.

Dettagli

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Brasile IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Tra i BRIC (Brasile Russia India Cina paesi caratterizzati da una notevole crescita del PIL), il Brasile rappresenta il paese che indubbiamente sta dando segnali

Dettagli

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO ARRIVI STRANIERI 1999 PER PROVENIENZA U.S.A. 1% S DK 1% 2% CZ 2% CH 2% ALTRI 10% GB 8% E 1% B 3% NL 6% F 2% A 7% D 55% STATI 1999 arrivi e presenze in provincia

Dettagli

BROCHURE INFORMATIVA DEDICATA AGLI OPERATORI DEL SETTORE TURISTICO

BROCHURE INFORMATIVA DEDICATA AGLI OPERATORI DEL SETTORE TURISTICO BROCHURE INFORMATIVA DEDICATA AGLI OPERATORI DEL SETTORE TURISTICO TABLE OF CONTENTS web & social marketing turistico il club italyzone presenza in scheda pro video & web tv audio & mobile banners geografici

Dettagli

L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013

L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013 L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013 Misurare in tempo reale la competitività della destinazione Puglia e monitorare le variazioni quali/quantitative dei flussi turistici

Dettagli

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

SARA CRISI PER SPORT E SPETTACOLO?

SARA CRISI PER SPORT E SPETTACOLO? SARA CRISI PER SPORT E SPETTACOLO? Giovanni Palazzi Presidente e Ad di StageUp Giornata degli Studi e delle Ricerche Parma, 28 marzo 2009 Chi è StageUp Descrizione StageUp opera nel mercato del leisure

Dettagli

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica Potenza, 10 febbraio 2015 Agli organi di informazione Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica L andamento turistico dell anno appena trascorso, benchè fortemente segnato dalla gravità

Dettagli

Estate 2016: cresce la capacità di spesa prevista, ma meno Italiani (ed Europei) andranno in vacanza

Estate 2016: cresce la capacità di spesa prevista, ma meno Italiani (ed Europei) andranno in vacanza 18 Maggio 2016 Press release Estate 2016: cresce la capacità di spesa prevista, ma meno Italiani (ed Europei) andranno in vacanza 16 edizione del barometro Vacanze Europ Assistance - Ipsos Cresce considerevolmente

Dettagli

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO Destinazione Italia I viaggi organizzati verso il nostro Paese mostrano segnali positivi di ripresa. Premiata la qualità e la varietà dell offerta. Meglio se certificate testo e foto di Aura Marcelli Cresce

Dettagli

Il turismo in Puglia nel 2011

Il turismo in Puglia nel 2011 Il turismo in Puglia nel 2011 Key words Internazionalizzazione Consolidamento Innovazione A cura di: Osservatorio del Turismo della Regione Puglia PUGLIA 2011: INTERNAZIONALIZZAZIONE E CONSOLIDAMENTO La

Dettagli

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Salvio Capasso Responsabile Ufficio Economia delle Imprese e Mediterraneo - SRM Paestum, 30 Ottobre 2014 Agenda Il turista

Dettagli

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI Economie divergenti

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

LA GUIDA DEI VINI ITALIANI DI QUALITA A COLORI IN INGLESE E ONLINE UNO STRUMENTO INEDITO. Gian Piero Staffa

LA GUIDA DEI VINI ITALIANI DI QUALITA A COLORI IN INGLESE E ONLINE UNO STRUMENTO INEDITO. Gian Piero Staffa UNO STRUMENTO INEDITO I vini italiani di qualita presentati a piu di 20.000 Importatori, Riviste specializzate, Wine Brokers e Masters of Wine di 140 paesi del mondo con una immagine senza precedenti ed

Dettagli

DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE

DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Temi in preparazione alla maturità DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE

Dettagli

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1 NAFTA: Con 17,4 milioni di autoveicoli, la produzione del 2014 rappresenta il terzo miglior risultato dell industria autoveicolistica dell area. Il Messico diventa il settimo maggior produttore del mondo,

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

Relazione. Autorità, signore, signori, amici artigiani, Vi ringrazio di. essere qui stasera, malgrado il caldo di questa serata di luglio.

Relazione. Autorità, signore, signori, amici artigiani, Vi ringrazio di. essere qui stasera, malgrado il caldo di questa serata di luglio. Relazione Autorità, signore, signori, amici artigiani, Vi ringrazio di essere qui stasera, malgrado il caldo di questa serata di luglio. L assemblea odierna non è solo un momento di verifica e di approvazione

Dettagli

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco della vita svolgono un ruolo capitale nello sviluppo

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo

Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo Mentre i cugini iberici conquistano la vetta del Travel & Tourism Competitiveness Index, l Italia si accontenta di un ottava posizione, dopo Francia, Germania

Dettagli

La DSC per fare impresa Roma, 21 Ottobre 2011

La DSC per fare impresa Roma, 21 Ottobre 2011 La DSC per fare impresa Roma, 21 Ottobre 2011 V Rapporto Classe Dirigente Le risorse dei territori italiani, le sfide del Mondo Nuovo Giorgio Neglia Direttore ricerca AMC Roma 21 ottobre 2011 Il Rapporto

Dettagli

POLITICHE DELLO SPORT E DIVARIO NELLA WELLNESS

POLITICHE DELLO SPORT E DIVARIO NELLA WELLNESS Capitolo III POLITICHE DELLO SPORT E DIVARIO NELLA WELLNESS PREMESSA Questo capitolo affronta il tema delle politiche pubbliche per la wellness e lo sport che mette in evidenza ancora un annoso e ancora

Dettagli

ITALIA TEAM. Cinque grandi Partner per accompagnare la Squadra Olimpica italiana

ITALIA TEAM. Cinque grandi Partner per accompagnare la Squadra Olimpica italiana ITALIA TEAM. Cinque grandi Partner per accompagnare la Squadra Olimpica italiana A cinque mesi dallo startup ufficiale di Italia Team, Octagon e Assist danno il benvenuto a cinque aziende leader e presentano

Dettagli

Riviera dei Sogni Travels Il tour operator sulla Liguria e non solo...

Riviera dei Sogni Travels Il tour operator sulla Liguria e non solo... Riviera dei Sogni Travels Il tour operator sulla Liguria e non solo... Gruppi Individuali DMC & business travel Promozione turistica L azienda: Il tour operator per la Liguria con una marcia in più Specialisti

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE PUGLIA INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE La Puglia sui mercati dell intermediazione internazionale Agosto 2012 A cura di Storia del documento Copyright:

Dettagli

Zadir. Sezione Export Servizi per le Aziende. Paese di riferimento: Cina

Zadir. Sezione Export Servizi per le Aziende. Paese di riferimento: Cina Zadir Sezione Export Servizi per le Aziende Paese di riferimento: Cina La Zadir srl è una società di import-export che opera da molti anni in diversi paesi esteri con propri partner e collaboratori. La

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio turistico della provincia di Pavia INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Settembre 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE

PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE Il volume, edito dalla FIGC con la collaborazione di AREL e PwC, rappresenta la fotografia più aggiornata sullo stato del

Dettagli

del mercato sportivo In crescita costante, anche in tempi di crisi, la voglia di sport e fitness fa muovere i turisti in tutto il mondo

del mercato sportivo In crescita costante, anche in tempi di crisi, la voglia di sport e fitness fa muovere i turisti in tutto il mondo Il Boom del mercato sportivo In crescita costante, anche in tempi di crisi, la voglia di sport e fitness fa muovere i turisti in tutto il mondo Barbara Ainis Il mercato è ancora pigro, ma i turisti non

Dettagli

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI CHI SIAMO Il Gruppo Bravofly è leader in Europa nel settore dei viaggi, del turismo e del tempo libero. Il primo sito, Volagratis.it, nasce nel maggio del 2004 dall

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

COMPANY PROFILE SETTORE: INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA

COMPANY PROFILE SETTORE: INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA COMPANY PROFILE SETTORE: INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA Premesse: SA Soluzioni Aziendali srl nasce dalla ventennale esperienza dei Soci fondatori nel management di impresa e nella consulenza aziendale.

Dettagli

LA MIA IDEA GIUSTA Executive Summary

LA MIA IDEA GIUSTA Executive Summary LA MIA IDEA GIUSTA Executive Summary - Tutti i campi sotto riportati sono obbligatori - INFORMAZIONI GENERALI: (Titolo del Progetto, dati del Capo Progetto; segnalare se impresa già esistente oppure ancora

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano,

MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano, MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano, 1 novembre 2013 [pag. 2] Perché partecipare ai Workshop Meeting Italy [pag. 3] I buyer che partecipano ai Workshop Meeting Italy [pag.

Dettagli

Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici:

Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici: Barometro Ipsos / Europ Assistance Intenzioni e preoccupazioni degli europei per le vacanze estive Sintesi Ipsos per il Gruppo Europ Assistance Giugno 2015 Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici: Fabienne

Dettagli

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA E x e c u t i v e s u m m a r y L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA La fotografia La rilevanza del comparto. L industria dell olio di oliva in senso stretto contribuisce per il 3,5% al fatturato complessivo

Dettagli

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese.

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese. I COMUNI RISPARMIANO, MA LE AMMINISTRAZIONI CENTRALI SPENDONO. TAGLIARE ANCORA VUOL DIRE TOGLIERE 6 MILIARDI DI EURO ALLE IMPRESE E MOLTI SERVIZI AI CITTADINI. I Comuni sono oggetto di una ingiusta campagna

Dettagli

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Progetto promosso da: Con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 OSSERVATORIO SANA 2015 a cura di OBIETTIVI

Dettagli

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane RISORSE NATURALI E CULTURALI COME ATTRATTORI QSN 2007-2013 Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane Roma, 28 settembre 2005 INDAGINI DOXA PER IL MINISTERO ATTIVITA PRODUTTIVE - PON ATAS

Dettagli

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition Summary in Italian Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Riassunto in italiano L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso Elaborazioni dai dati ufficiali 2009-2010 Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso - Osservatorio Turistico Provinciale - I flussi turistici nei primi mesi del 2010 ARRIVI Valori Assoluti

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori SpA, riunitosi oggi, ha approvato i risultati consolidati relativi ai primi tre mesi dell anno.

Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori SpA, riunitosi oggi, ha approvato i risultati consolidati relativi ai primi tre mesi dell anno. Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione consolidato al 31 marzo. Ricavi a 18,79 milioni di euro L Ebitda migliora di 1,02 milioni, a -0,91 milioni di euro Milano 14

Dettagli

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale Import/export La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale di Alfonso Ghini (*) Un analisi della situazione di importazione ed esportazione dei paesi più importanti, mette in

Dettagli

Presidente Studio Ghiretti & Associati Srl

Presidente Studio Ghiretti & Associati Srl Sport ed Economia: analisi della situazione e dati Treviso, 22 giugno 2013 Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Srl 1 Premessa Il fenomeno sportivo nelle sue diverse sfaccettature ha

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Sempre più aziende italiane ritornano nel Bel Paese. Cina la più colpita dal back-reshoring

Sempre più aziende italiane ritornano nel Bel Paese. Cina la più colpita dal back-reshoring 1 / 5 a S 399932 E Classifica: 468 h Crea sito cooperator-veritatis Rassegna Stampa Giornaliera Cerca Home di esempio. Pubblicato il 27 luglio 2015 da Gianni-Taeshin Da Valle Precedente Successivo Sempre

Dettagli

Osservatorio Blog 2014. Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX

Osservatorio Blog 2014. Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX Osservatorio Blog 2014 Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX 1 Indice 1. Introduzione e metodologia... 3 2. L attività di blogging... 4 2.1. Temi e fonti di ispirazione...

Dettagli

Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze. Maggio 2014

Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze. Maggio 2014 Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze Maggio 2014 1 Sommario 1. IL CONSUMO DI VINO 3 2. TENDENZE DEL COMMERCIO MONDIALE DI VINO NEL 2013 6 3. PRINCIPALI ESPORTATORI NEL 2013 8 4. PRINCIPALI IMPORTATORI

Dettagli

Le strade del Made in Italy: quale futuro? IX FORUM DEL COMITATO LEONARDO Campidoglio, 20 ottobre 2010

Le strade del Made in Italy: quale futuro? IX FORUM DEL COMITATO LEONARDO Campidoglio, 20 ottobre 2010 Le strade del Made in Italy: quale futuro? IX FORUM DEL COMITATO LEONARDO Campidoglio, 20 ottobre 2010 FOCUS SETTORE AGROALIMENTARE a cura di Giandomenico Auricchio Presidente Federalimentare IL SETTORE

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI L ESTATE 2013 DEI TEDESCHI Panorama Turismo Mare Italia è il centro ricerca specializzato sul turismo balneare di JFC INDICE

Dettagli

ANTONIO PANELLA RUOLO DELLA COOPERAZIONE COME ELEMENTO QUALIFICANTE DEL PROCESSO DI SVILUPPO DEL SISTEMA AGROALIMENTARE

ANTONIO PANELLA RUOLO DELLA COOPERAZIONE COME ELEMENTO QUALIFICANTE DEL PROCESSO DI SVILUPPO DEL SISTEMA AGROALIMENTARE ANTONIO PANELLA RUOLO DELLA COOPERAZIONE COME ELEMENTO QUALIFICANTE DEL PROCESSO DI SVILUPPO DEL SISTEMA AGROALIMENTARE Il sistema agroalimentare italiano è inserito in un contesto di mercato altamente

Dettagli

IMPRENDITORIALITÀ & INNOVAZIONE DI MARKETING: IL CASO D ARAPRÌ

IMPRENDITORIALITÀ & INNOVAZIONE DI MARKETING: IL CASO D ARAPRÌ IMPRENDITORIALITÀ & INNOVAZIONE DI MARKETING: IL CASO D ARAPRÌ San Severo, 30 Settembre 2006 Convegno Vino & Marketing: proposte per un distretto spumantistico della Capitanata D Araprì case history 1

Dettagli

7 passi per realizzare in modo efficace il tuo sito Internet dedicato alla vendita diretta

7 passi per realizzare in modo efficace il tuo sito Internet dedicato alla vendita diretta 7 passi per realizzare in modo efficace il tuo sito Internet dedicato alla vendita diretta 7 domande strategiche 1. Mi serve realmente un sito internet? 2. Che tipo di sito voglio realizzare? 3. Ho il

Dettagli

L alternativa del Commercio Equo e Solidale

L alternativa del Commercio Equo e Solidale L alternativa del Commercio Equo e Solidale Non si vede bene che col cuore. l essenziale è invisibile agli occhi. (Antoine de Saint-Exupery) Il Commercio Equo e Solidale e' un approccio alternativo al

Dettagli

La nuova politica di gestione dei rifiuti: riutilizzo, riciclaggio, green economy. Rosanna Laraia

La nuova politica di gestione dei rifiuti: riutilizzo, riciclaggio, green economy. Rosanna Laraia La nuova politica di gestione dei rifiuti: riutilizzo, riciclaggio, green economy Rosanna Laraia 1. Introduzione Tutti gli atti strategici e regolamentari dell Unione Europea, a partire dal VI Programma

Dettagli

Il Gruppo Bravofly Rumbo. Aprile 2013

Il Gruppo Bravofly Rumbo. Aprile 2013 Il Gruppo Bravofly Rumbo Aprile 2013 Chi siamo Il Gruppo Bravofly Rumbo è uno dei principali operatori online nel settore del turismo e del tempo libero in Europa. In costante crescita dal 2004, anno della

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

Tabella 1.1 Evoluzione arrivi e presenze degli stranieri in Puglia. Anni 2009-2010-2011. Arrivi Presenze Arrivi Presenze 2009 417.063 1.626.

Tabella 1.1 Evoluzione arrivi e presenze degli stranieri in Puglia. Anni 2009-2010-2011. Arrivi Presenze Arrivi Presenze 2009 417.063 1.626. Il turismo internazionale in Puglia Nel 2011 la Puglia ha registrato più di 540mila arrivi dall estero e 2,1milioni di presenze. Dal 2009 al 2011 l incoming dall estero è cresciuto di 2,8 punti percentuali

Dettagli

2015 L ITALIA IN 10 SELFIE

2015 L ITALIA IN 10 SELFIE DOSSIER EXPO 2015 2015 L ITALIA IN 10 SELFIE CAMBIARE LO SGUARDO PER SFIDARE LA CRISI 2015 L ITALIA IN 10 SELFIE CAMBIARE LO SGUARDO PER SFIDARE LA CRISI 1 L ITALIA È UNO DEI SOLI CINQUE PAESI AL MONDO

Dettagli

COME FARE SISTEMA. Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati

COME FARE SISTEMA. Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati COME FARE SISTEMA Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati IL TURISMO ALCUNI DATI I viaggi contribuiscono per il 10% al prodotto interno

Dettagli

a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto )

a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto ) I Numeri della Giustizia a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto ) Fonti: Le analisi di Confindustria, Confartigianato, Banca d Italia e Banca Mondiale Vediamolo nei numeri, questo

Dettagli

Sistema paese e sicurezza economica. Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma

Sistema paese e sicurezza economica. Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma Sistema paese e sicurezza economica Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma I nostri temi Invece di un sistema-paese, un paese diviso e gravato da varie forme di insicurezza economica In che senso

Dettagli

Ambrosetti Club Economic Indicator. Il Paese si è rimesso in moto o in motorino?

Ambrosetti Club Economic Indicator. Il Paese si è rimesso in moto o in motorino? Ambrosetti Club Economic Indicator Il Paese si è rimesso in moto o in motorino? 3 settembre 2015 I primi sei mesi del 2015 si chiudono con un Prodotto Interno Lordo che torna finalmente col segno più (+0,3%),

Dettagli

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile 7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile PRIMA PARTE: STRUTTURA DEL MODELLO DI AFFITTO CASA IN RENDITA 1. Devi sfruttare l evoluzione del mercato turistico, perché è più ricco e meno problematico

Dettagli

SINTESI PER LA STAMPA

SINTESI PER LA STAMPA SINTESI PER LA STAMPA Troppo spesso quando policy makers e opinione pubblica si occupano dei Trasporti le attenzioni vengono rivolte principalmente agli effetti negativi che questi generano: consumi energetici,

Dettagli

presenta: By: Centro Informazioni

presenta: By: Centro Informazioni presenta: By: Centro Informazioni Sito Internet: http://www.centroinformazioni.net Portale: http://www.serviziebay.com Blog: http://www.guadagnare-da-casa.blogspot.com/ Email: supporto@centroinformazioni.net

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

CONFIDI, UN SISTEMA DA 21 MILIARDI DI GARANZIE PER LA PRIMA VOLTA IN CONTRAZIONE

CONFIDI, UN SISTEMA DA 21 MILIARDI DI GARANZIE PER LA PRIMA VOLTA IN CONTRAZIONE COMUNICATO STAMPA Il Sistema Confidi al centro dello studio curato da Fondazione Rosselli, Gruppo Impresa, Unicredit in collaborazione con l Università degli Studi di Torino CONFIDI, UN SISTEMA DA 21 MILIARDI

Dettagli

BAROMETRO IPSOS - EUROP ASSISTANCE 2011

BAROMETRO IPSOS - EUROP ASSISTANCE 2011 BAROMETRO IPSOS - EUROP ASSISTANCE 2011 Gli europei e le vacanze estive: abitudini e tendenze Sintesi della ricerca Anche quest anno l Istituto di Ricerca IPSOS ha realizzato per conto di Europ Assistance

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione di questa attività deve essere considerata anche l

Dettagli

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING Mi Piace! Tutti i segreti del web marketing che le aziende devono conoscere per non perdere terreno nel complesso mondo di internet 2.0 Dario Dossena Che cosa c è dietro un mi piace? Qualsiasi cosa sia,

Dettagli

Bravofly Rumbo Group: informazioni generali

Bravofly Rumbo Group: informazioni generali Bravofly Rumbo Group: informazioni generali CHI SIAMO Il Gruppo Bravofly Rumbo è uno dei principali operatori online nel settore del turismo e del tempo libero in Europa. In costante crescita dal 2004,

Dettagli

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte.

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte. Introduzione Il manuale La scuola inclusiva nell Italia che cambia. si propone di accompagnare e sostenere l insegnante in ogni fase dell inserimento scolastico di un allievo non madrelingua nella scuola

Dettagli

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. Vanta, inoltre, una varietà e una ricchezza di produzioni e tipicità enogastronomiche difficilmente riscontrabile

Dettagli

Rimettere le scarpe ai sogni

Rimettere le scarpe ai sogni www.pwc.com Rimettere le scarpe ai sogni 25 ottobre 2013 Erika Andreetta Retail & Consumer Goods Consulting Leader PwC Agenda Il contesto economico Gli scenari evolutivi del mondo Consumer & Retail: Global

Dettagli

La Provincia di Foggia presente all'expo 2015

La Provincia di Foggia presente all'expo 2015 La Provincia di Foggia presente all'expo 2015 La Provincia di Foggia sarà presente all EXPO 2015 attraverso un'attività di coordinamento delle aziende e delle organizzazioni produttive del Territorio.

Dettagli

LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE

LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE 6 novembre 2015 LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare Nomisma Responsabile Wine Monitor Outline Evoluzione dei

Dettagli

FEDERALIMENTARE: MENTRE I CONCORRENTI VANNO IN TUTTO IL MONDO, NOI RISCHIAMO DI ESSERE SEMPRE E SOLO IN VENDITA

FEDERALIMENTARE: MENTRE I CONCORRENTI VANNO IN TUTTO IL MONDO, NOI RISCHIAMO DI ESSERE SEMPRE E SOLO IN VENDITA FEDERALIMENTARE: MENTRE I CONCORRENTI VANNO IN TUTTO IL MONDO, NOI RISCHIAMO DI ESSERE SEMPRE E SOLO IN VENDITA Il segnale di allarme arriva in occasione della presentazione di uno studio Federalimentare-Ismea

Dettagli

L infrastruttura a supporto del cicloturismo

L infrastruttura a supporto del cicloturismo L infrastruttura a supporto del cicloturismo fare sistema tra rete ferroviaria e piste ciclabili La crisi del turismo in Italia 1 Il cicloturismo Cicloturisti e altri 2 Le strutture Le strutture La rete

Dettagli

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export Roberto Monducci Istituto nazionale di statistica Direttore del Dipartimento per i conti nazionali e le statistiche

Dettagli

Aziende italiane: emissioni di CO 2 in forte calo nel 2013

Aziende italiane: emissioni di CO 2 in forte calo nel 2013 AZIENDE ED EMISSIONI DI C0 2 EcoWay - primo operatore italiano attivo nella gestione e nel trading dei certificati di CO 2 - presenta il Report emissioni 2013 1 di gas serra delle aziende italiane sottoposte

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45. 1/6 MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 16.45. PRESIDENTE. Vi ringrazio della vostra presenza, voi sapete naturalmente, anche per l impegno

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli