VISITA PRELIMINARE TIR DELLA SPERANZA 2015 DAL 25 FEBBRAIO AL 5 MARZO 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VISITA PRELIMINARE TIR DELLA SPERANZA 2015 DAL 25 FEBBRAIO AL 5 MARZO 2015"

Transcript

1 Piazza Repubblica, SORESINA (CR) Tel Fax C.F Sito internet VISITA PRELIMINARE TIR DELLA SPERANZA 2015 DAL 25 FEBBRAIO AL 5 MARZO 2015 Durante la visita abbiamo usato dei termini che vado a specificare: GRUPPO composto da Aldo, Claudio, Julia, Svetelana, studenti Catia e Natallia, autista Ivan. PORTE APERTE: durante la nostra visita-attività abbiamo chiesto di far partecipare gli abitanti del villaggio, famigliari degli ospiti, giornali, tv e radio. ROULETTE: struttura dei giochi tra animatori e bambini così pensata, 8/10 bambini con alcuni animatori italiani e bielorussi in una stanza che giocano, dopo dieci minuti di attività, gli animatori o gli ospiti cambiano stanza così i bambini non si stancano (queste attività si possono fare anche in strutture con stanze piccole) CHI L'HA VISTO: progetto che indica la ricerca dei bambini di ieri, della struttura, che sono stati accolti dalle famiglie italiane. (secondo noi questo può essere l'inizio per creare un gruppo (comitati?) di persone pronte a collaborare per un unico obiettivo. Si è pensato di non chiamare i partecipanti al tir come appartenenti ai vari comitati, ma come volontari della Fondazione che partecipano al progetto tir della speranza. Una volta stabilito il giro, contatteremo i comitati interessati per chiedere la loro presenza al tir. DOMANDE RIVOLTE AI DIRETTORI PER AVERE INFORMAZIONI UTILI: Quanti sono gli ospiti; in che condizioni si trovano; spazi e tempi a disposizione; scambi interculturali di conoscenza, oggi le nostre proposte, entro fine Marzo le loro, sempre passando da ufficio di Minsk-Terni (anche le studenti sono state invitate a fare le loro), in Aprile discussione sulle varie proposte e quindi per Maggio avere già le idee chiare sulle attività e itinerario del tir. RELAZIONE: Il 25 arrivo di Aldo, quindi il 26 arrivo degli altri partecipanti giunti dall'italia. GIOVEDÌ 26 alle ore arrivo Minsk, troviamo il Direttore di Navinki per la consegna del monitor, facciamo un paio d'ore di dogana, alle ore partenza per MOLCHAD. Descrizione struttura: Scuola internato di tipo sanatotio per frofilassi della tubercolosi Eventuale visita: sabato 26 settembre, tutto il giorno Arrivo in istituto alle ore dove troviamo la Direttrice LILIA che ci aspetta per una cena di benvenuto. Durante la cena mettiamo le basi per organizzare la giornata di porte aperte dell'istituto che viene proposta per sabato 26 Settembre 2015 (tutto il giorno). Grande disponibilità della Direttrice, anche grazie al lavoro fatto da Beppino, per affiancarci sullo

2 svolgimento della manifestazione. Nelle prossime settimane andranno a sviluppare le loro proposte, quindi a Maggio, approfittando della presenza in Italia della maestra SVETLANA che accompagna i bambini, si darà forma alle proposte definitive per il programma. Loro stanno facendo un lavoro certosino di ricerca dei bambini che, negli anni scorsi sono stati ospitati in Italia e Beppino stà cercando le famiglie italiane che li hanno ospitati, mettendo assieme i risultati di questa ricerca, si cercherà di contattare e coinvolgere le famiglie perchè possano partecipare al tir. Si pensa di tagliare il nastro del primo gruppo comitato in Bielorussia. VENERDI' 27 FEBBRAIO Descrizione struttura: BARANOVICHI centro sociale Tappa tir personalizzati, base per 5/6 destinazioni, confermano la loro disponibilità a fare da base. Richieste aiuti: carrozzine e deambulatori perchè ne hanno bisogno per il centro d'affitto. La richiesta è di 8/10 carrozzine e di 8/10 deambulatori, costo in Bielo di circa 100 euro all'uno, però giudicati troppo pesanti e larghi. Come forma di relazione propongono il monitoraggio: scheda del bisogno di tali aiuti compilata dall'impiegato, foto, relazione dell'utente su che benefici ha avuto nell'utilizzo. Si sono già mossi per trovare sponsor. VENERDI' 27 FEBBRAIO Descrizione struttura: ANTOPOL scuola internato ausiliare (per bambini con difficoltà nell apprendimento con percorsi standard). Ospiti 103 tra i 6 e 17 anni di cui 25 orfani e 27 invalidi più o meno tutti auto sufficienti, non dovrebbe essere chiuso, al massimo cambio d'uso. Progetto Irlandese di 5 anni con acquisto di sementi e su come seminare. Progetto Polacco di euro ,00 per attrezzature agricole e su come coltivare la terra. Sviluppo base tecnica della scuola e acquisto di una serra. Richieste aiuti: serra, macchine da cucire e attrezzature da falegnameria (trapani e utensileria varia) lavori soffitti e corridoi. Cucina a disposizione per cena con la loro partecipazione. Eventuale visita: venerdì 25 settembre, pomeriggio Proposte: E' stato proposto il nuovo programma del tir che è stato condiviso e ci hanno fatto delle proposte, gli abbiamo chiesto che vengano inviate in ufficio a Minsk-Terni. Qui operano i comitati di LUCIGNANO e SORESINA. Proposto il progetto chi l'ha visto. Descrizione struttura: RECIZA Casa internato per bambini con disturbi psico-fisici. Richiesta di aiuti. Richiesta di visita giunta da famiglie. Hanno 63 ospiti da 4 a 31 anni, presenza di un gruppo tra le 18 e 31 unità che soggiornano in questa struttura. 47 orfani di cui 7 biologici. Struttura che può ospitare fino a 120 bambini, oggi in ristrutturazione quindi metà è chiusa. Programma Repubblicano di ristrutturazione del sistema di protezione sociale. I fondi stanziati devono essere usati solo per la voce dichiarata. La ristrutturazione si stà effettuando in regola con gli standard Europei. Richieste aiuti: pannolini per adulti, biancheria intima e per la casa, calzini, attrezzature sportive e vestiario invernale usato in buono stato. Autoclave fornito ma non pagato per un impegno di spesa di rubli (centoquarantamilioni) al cambio attuale circa euro 8.500,00 (ottomilacinquecento). Proposte:Dopo visione il gruppo ha pensato di poter inserire tale istituto nel tir 2016, questo per dimostrare ai volontari che la Fondazione dà una mano non solo ai disperati ma anche a chi si impegna per migliorare, cercando fondi, sponsor, partecipando a programmi di diversi livelli regionali e repubblicani.

3 Descrizione struttura: KAMENKA scuola internato ausiliare Tappa del tir 2014 con alcune criticità. Ospiti 104 tra i 7 e 18 anni, di cui 34 femmine e 70 maschi. 24 orfani sociali e biologici, 19 invalidi tutti autosufficienti. Eventuale visita: lunedì 28 settembre, pomeriggio Criticità nel 2014: problemi nei giochi per mancanza di informazioni sullo stato di salute degli ospiti con rischio di incidenti tra gli stessi. Criticità riscontrate dallo stesso direttore e dal personale. Sugggerimenti: evitare grossi gruppi, organizzando gruppi proposti da loro sia come numero che tipologia di componenti, variando le attività ogni 10/15 minuti. 5 gruppi proposti con diverse attività organizzate dagli studenti, dagli italiani e da loro, la partecipazione agli studi si fa a rotazione (a Roulette). Organizzare un attività parallela per i diversamente abili che non possono partecipare ai giochi. Durante lo spettacolo possono stare tutti assieme. Programmare la partecipazione delle interpreti. Richieste aiuti: attrezzature sportive, pallamano, ping-pong, tute sportive. Palloni si possono portare con il tir. Descrizione struttura: OSSIPOVICHI Ospiti con disturbi apparato locomotoreospiti 76 di cui 50 maschi e 26 femmine età compresa tra i 4 e 18 anni. 10 bambini sono in età prescolare. 15 su carrozzina e 8 con assistenza. 24 orfani biologici e sociali. Tutti riconosciuti invalidi dall'infanzia Eventuale visita: lunedì 28 settembre, mattino Richieste aiuti: Segnalano caso di bambina sorda con glaucoma, difficoltà motoria agli arti superiori e formazioni morfologiche celebrali di etiologia sconosciuta. Proposte: 2014 spettacolo clown. Visto la difficoltà di partecipazione ai giochi di movimento, si pensa a giochi di partecipazione passiva senza movimento. I gruppi di bambini stanno fermi mentre gli animatori si spostano. Sala feste e palestra. Giro istituto per vedere i lavori fatti nelle vacanze lavoro. ROGHACHEV Incontro con LARISSA del Dipartimento Istruzione Confermata l'accoglienza del materiale sanitario, conferma assoluta di collaborazione sia come sua figura che come disponibilità per il magazzino. Abbiamo discusso le criticità fateci notare: problemi dei destinatari (persone maggiorenni, direttori di istituto, troppi pacchi per persona - massimo tre per passaporto). Alla data di partenza dei pacchi il destinatario non deve aver compiuto i 18 anni. Si ritiene più opportuno, visti i tempi della dogana, di anticipare la data di partenza dall'italia, dei tir, verso la metà di Ottobre. Elabora le informazioni: terminare il programma parlando con TOSI entro fine Maggio. Verificare i punti di scarico che vengono decisi da noi, ottimizzare il contenuto dei pacchi. Richieste aiuti della suola che fa da magazzino (vedi lettera allegata che accenna a finanziare l'acquisto del colore). Richiesta di istallazione di 2 serre già inviata alla Fondazione e in attesa di risposta. Descrizione struttura: GORODETS scuola internato ausiliare

4 Eventuale visita: martedì 29 settembre, mattino Pernottamento. Vista la mancanza della Direttrice, causa ricovero in ospedale, il gruppo ha deciso di far pervenire il programma (come Kamenka circa) scritto non appena rientrato in Italia e la conferma del ritorno della direttrice. DOMENICA 1 MARZO Descrizione struttura: MOGHILEV scuola internato di tipo sanatorio, bambini con scogliosi. Ospiti 150/160 ogni anno a rotazione studiano dai 3 ai 12 mesi. Giornalmente sono presenti circa 130 bambini di età compresa tra i 9 e 16 anni. Eventuale visita: mercoledì 30 settembre, mattino Richieste aiuti: compressore studio dentistico e pistola aria-acqua. Docce da rifare e ampliare sui piani (esistenti attualmente nel sotterraneo in uno stato pietoso). Già iniziata ma non terminata per mancanza di finanziamenti. Utile valutazione dei responsabili Vacanze Lavoro, è stata inoltrata richiesta. Proposte: Visita tir programmata per il con le varie attività proposte in formato roulette. Prestare un'attenzione particolare nei giochi cercando attività che non gravitino sulla colonna, da evitare salti, spinte, stiramenti. Proposta visita al museo. DOMENICA 1 MARZO Descrizione struttura: DRIBIN Scuola pubblica. Direttrice cambiata che però ci conosce come Fondazione. Studenti 502 di cui 187 alle elementari. Eventuale visita: mercoledì 30 settembre, pomeriggio Proposte: Proposta presentazione con scambio culturale da ambo le parti con riferimento ai particolari locali. Organizzazione dei giochi. Proposta una tavola rotonda con rinfresco organizzato dai genitori individuati dalla Direttrice per coinvolgerli a formare un gruppo di lavoro (comitato). Abbiamo spiegato che per cercare un gruppo di lavoro (comitato) non serve la prassi burocratica ma basta coinvolgere le maestre delle elementari, che preparano le schede dei bambini ospitati in Italia, e i genitori cercando inizialmente quelli più collaborativi. Consigliato di coinvolgere ALESSIA, responsabile del progetto scuole, con i ragazzi delle classi interessati. Disponibilità per cucina e pasti. ALBERGO DI DRIBIN MASSIMO 44 POSTI. DOMENICA 1 MARZO Descrizione struttura: BABINICHI Eventuale visita: Considerata le specifiche della struttura, il gruppo ritiene non sia possibile inserirlo come tappa tir di Settembre-Ottobre. Proposte: Riteniamo utile la possibilità di valutare le richieste che il Direttore ci fa per il tir dei personalizzati. Richieste aiuti: pannolini da adulti, materassi antidecubito, cancelleria. Per la struttura: affettatrice per il pane euro 400,00 (quattrocento) pressa-stiratrice euro 8.500,00 (ottomilacinquecento) lavatrice-asciugatrice industriale euro 4.200,00 (quattromiladuecento) lavatrice industriale euro 4.000,00 (quattromila) VITEBSK ALBERGO IL GRUPPO LO RITIENE IDONEO PER LA TAPPA DEL TIR LUNEDI' 2 MARZO

5 Descrizione struttura: LIOZNO Centro diurno per bambini diversamente abili e priut. Ospiti da 0 a 18 anni, divisi in due gruppi. Il primo gruppo: 10 bambini con disabilità psicologica non autonomi che frequentano tutto il giorno. Il secondo gruppo: 35 bambini con disturbi del parlare di età tra i 3 e 6 anni frequentano due o tre volte la settimana. Eventuale visita: giovedì 01 ottobre, mattino Proposte: Considerando la struttura vengono fatte le seguenti proposte: giro e presentazione della struttura, giochi e pranzo. Giochi con clown divisi in due gruppi coinvolgendo anche i bambini del priut. La presentazione deve essere indirizzata ai genitori, presentazione istituto, vacanze lavoro, serre, contributo per acquisto pulmino. Richieste aiuti: cancelleria, giochi di sviluppo per attività motoria (lego grandi, pongo, ecc.) Pannolini per 5/8 anni. Igiene della persona e per la pulizia della casa. MARTEDI' 3 MARZO Descrizione struttura: MOLODECHNO Istituto ipovedenti Ospiti 107, maschi 80 e 27 femmine. 30 orfani, 38 da famiglie incomplete e sette da famiglie numerose. 35 bambini studiano nella scuola elementare, 7 sono riconosciuti invalidi. Eventuale visita: domenica 27 settembre, pomeriggio Proposte: Non hanno espresso grosse criticità nella visita del 2014 ed hanno sottolineato l'impiego dei clown che si augurano siano presenti anche quest'anno. Consideriamo opportuno applicare il sistema roulette, porte aperte si. Direttrice pronta a collaborare sulle nostre proposte, in seguito ci farà pervenire le sue. Rinuncia alla presentazione fotografica dell'istituto perchè giudicata di cattivo gusto. Richieste aiuti: cancelleria (album di grande formato, carta colorata, pongo colorato, pennarelli a rilievo, puntazzi), tv di grande formato (attendiamo preventivo e caratteristiche), videoproiettore. MARTEDI' 3 MARZO Descrizione struttura: IVIE Centro diurno per bambini diversamente abili. Presta assistenza a 561 bambini provenienti da tutto il territorio. Prima istituto, da circa 4 anni tre strutture divise: scuola elementare e materna, centro diurno e centro sociale con priut. Ogni giorno sono presenti circa 30 bambini. Eventuale visita: domenica 27 settembre, mattino. Saranno presenti bambini tra i 4 e i 12 anni, bambini del priut e della scuola elementare. Proposte: presentazione per i bambini sani e i loro genitori, spettacolo clown. Dopo, in contemporanea, volontari giro della struttura per visionare i lavori fatti dalle vacanze lavoro, mentre i clown e volontari animatori faranno giocare i bambini, sistema roulette. La direttrice del centro diurno si impegna a contattare gli altri due direttori per disponibilità cucina e collaborazione attiva. E' stato segnalato il guasto degli ebollitori, gli abbiamo lasciato il recapito telefonico di elettricista del progetto vacanze lavoro. La visita sarebbe positiva per far vedere ai volontari che la Fondazione non abbandona gli istituti. Non hanno sponsor (città troppo piccola) disponibile a contattare i giornali. Richieste aiuti: pannolini da 2 a 18 anni, cancelleria, intervento per ristrutturare due stanze e l'ingresso del centro.

6 Le nostre compagne di viaggio, Catia e Natallia ci lasciano, con un po' di emozione, per tornare a Brest, con l'arrivederci ad Aprile quando saranno in Italia. MARTEDI' 3 MARZO MINSK Incontro con responsabile pulman. Abbiamo fatto gli accordi preliminari, appena confermiamo il tragitto glielo inviamo e lui ci farà avere il preventivo. Informazioni sul tragitto Bielorussia-Italia in pulman: 2 giorni di viaggio andata e due al ritorno con obbligo di pernottamento, costo del pulman euro 5.000,00 (cinquemila) a cui vanno aggiunti costo pernottamento e pasti. MERCOLEDI' 4 MARZO Questa mattina, il nostro zio Aldo, ci ha abbandonati per tornare in Italia. Descrizione struttura: NAVINKI Casa internato pediatrico per bambini invalidi con difficoltà nello sviluppo psicofisico. 120 bambini ospitati, 34 sopra i 18 anni di cui 28 con cure palliative. Bambini sotto i 18 anni di cui 21 in cura palliativa. CURA PALLIATIVA: in questo caso il termine non significa che il paziente sia in stato terminale ma è una possibilità di somministrare cure più adeguate al singolo caso. Consegna monitor e verifica sacche alimentazione Consegnato il monitor che serve per il monitoraggio dei parametri vitali richiesto per assistenza ai bambini portatori di trachestomia, è stata espressa molta gratitudine da parte dei medici e una palpante emozione da parte del gruppo per un altro obiettivo raggiunto. Verifica sacche nutrizionali: ricevute in Dicembre 480 sacche da 500ml, considerato il consumo costante di 4 bambini e quello occasionale di altri 2, la quantità copre il fabbisogno fino a Settembre, la scadenza del prodotto è di un anno. Considerata opportuna la fornitura di due volte all'anno, una a Dicembre l'altra è ipotizzabile a Giugno. Per ottimizzare il lavoro con il fornitore abbiamo richiesto un resoconto dettagliato sull'uso e benefici del prodotto, salvaguardando la privacy del bambino. Richieste aiuti: pannolini, attrezzature parco giochi, letti per bambini. Vacanze lavoro: sistemare le stanze, ristrutturazione della cucina e mensa (solo piastrelle e cappa, non attrezzature). MERCOLEDI' 4 MARZO MINSK Dipartimento Attività Umanitarie (SVETLANA BERTASH) Confermata l'impossibilità assoluta di trarre profitto di qualsiasi tipo con materiale arrivato sul territorio Bielorusso sotto forma di Aiuti Umanitari (non possiamo vendere ne fare offerta libera). Ha dato informazioni su merce a scopo sanitario: attrezzature meccaniche (che non contengono parti elettriche complicate) possono avere più di 5 anni purchè in regalo e in regola con la documentazione. I pezzi di ricambio per le carrozzine non necessitano di speciali permessi. Suggerimenti per i visti gratuiti tramite i responsabili dei comitati esecutivi regionali, merita di essere approfondito. Durante il cordiale colloquio la Signora SVETELANA ha nominato le borse di studio per gli studenti. GIOVEDI' 5 MARZO PARTENZA MINSK PER RITORNO IN ITALIA con un po' di tristezza ma pronti a dare corpo a questo progetto.

7 CONCLUSIONI Alla partenza eravamo tutti un po' timorosi per questo compito che la Fondazione ci ha affidato ma allo stesso tempo con una grande carica per svolgerlo al meglio. Soprattutto era la prima volta che si andava in ricognizione per preparare il tir, al completamento del gruppo siamo partiti integrandoci i compiti dove non c'erano più studenti, interpreti, italiani e autista ma un gruppo di persone che portavano le loro proposte, le loro esperienze mettendole a disposizione di tutti. Ci sono stati dei confronti bei tosti ma alla fine siamo stati tutti d'accordo che nella ricognizione del tir 2015 è nato un bel gruppo che condivide gli obbiettivi della Fondazione. Consapevoli che siamo solo all'inizio e quindi abbiamo molto da lavorare.

I campi si avvalgono della professionalità degli animatori dell Ecomuseo impegnati da diversi anni in Valgerola nella gestione di scuole e gruppi.

I campi si avvalgono della professionalità degli animatori dell Ecomuseo impegnati da diversi anni in Valgerola nella gestione di scuole e gruppi. I campi estivi dell Ecomuseo sono dedicati a bambini e ragazzi dai 7 ai 13 anni. I campi si avvalgono della professionalità degli animatori dell Ecomuseo impegnati da diversi anni in Valgerola nella gestione

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana. Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane. Guidonia (Roma)

Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana. Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane. Guidonia (Roma) Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane Guidonia (Roma) GEMELLAGGIO LICEO MAJORANA (GUIDONIA) - MARCQ INSTITUTION (LILLE) RELAZIONE VIAGGIO D ISTRUZIONE

Dettagli

INDICE. IL CENTRO DIURNO GARIBALDI nel dettaglio

INDICE. IL CENTRO DIURNO GARIBALDI nel dettaglio INDICE IL CENTRO DIURNO GARIBALDI nel dettaglio 1. Dove siamo pag. 3 2. Chi siamo pag. 3 3. Orari e giorni di apertura del centro pag. 5 4. Pernottamento pag. 6 5.Trasporto con mezzo e accompagnatore pag.

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE Ente: COOPERATIVA SOCIALE VILLA MARIA Indirizzo: PIAZZA S. MARTINO - LENZIMA DI ISERA 2 - ISERA Recapito telefonico: 0464 387801 Indirizzo e-.mail: segreteria@coopvillamaria.org

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE Lo stage in cooperativa. Un esperienza di lavoro per crescere assieme. FUTURA SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE ONLUS Sede Legale e operativa: Via Pescopagano,

Dettagli

Servizio di Assistenza. Domiciliare. Una mano tesa alla famiglia

Servizio di Assistenza. Domiciliare. Una mano tesa alla famiglia Servizio di Assistenza Domiciliare Una mano tesa alla famiglia Carta del Servizio 1 SOMMARIO Perché una Carta del Servizio?... 3 Presentazione del servizio... 3 Organizzazione del servizio... 4 Tariffe...

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

"Con...Tatto" PROGETTO DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA RESIDENZIALITA' PROTETTA per disabili gravi e/o gravissimi e loro famiglie

Con...Tatto PROGETTO DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA RESIDENZIALITA' PROTETTA per disabili gravi e/o gravissimi e loro famiglie "Con...Tatto" PROGETTO DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA RESIDENZIALITA' PROTETTA per disabili gravi e/o gravissimi e loro famiglie 1 "Con...Tatto" PROGETTO DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA RESIDENZIALITA' PROTETTA per disabili

Dettagli

CLUB HOUSE. REGOLAMENTO (Disposizioni applicative Art. 27 del Regolamento in vigore dall 11 maggio 2015) NORME GENERALI

CLUB HOUSE. REGOLAMENTO (Disposizioni applicative Art. 27 del Regolamento in vigore dall 11 maggio 2015) NORME GENERALI CLUB HOUSE REGOLAMENTO (Disposizioni applicative Art. 27 del Regolamento in vigore dall 11 maggio 2015) NORME GENERALI E obbligatoria la frequentazione in abiti consoni al decoro dell ambiente. I soci

Dettagli

PROGETTO SACRAVITA MISERICORDIA DI FIRENZE BIELORUSSIA

PROGETTO SACRAVITA MISERICORDIA DI FIRENZE BIELORUSSIA PROGETTO SACRAVITA MISERICORDIA DI FIRENZE BIELORUSSIA Per restituire dignità, tetto e futuro agli ultimi del mondo. Sotto questa dizione si collocano tutta una serie di progetti, realizzati all estero

Dettagli

Piano Diritto allo Studio 2013/2014

Piano Diritto allo Studio 2013/2014 Piano Diritto allo Studio 2013/2014 (Legge Regionale n. 31/80) Scuola di ieri Scuola di oggi.. L'istruzione è l'arma più potente che si può usare per cambiare il mondo (Nelson Mandela) Introduzione Il

Dettagli

PROGETTO GESTIONALE TRIENNIO 2011-2013 OPERA PIA CEPPI DI BAIROLS

PROGETTO GESTIONALE TRIENNIO 2011-2013 OPERA PIA CEPPI DI BAIROLS 1 PROGETTO GESTIONALE TRIENNIO 2011-2013 2 S O M M A R I O 1. Introduzione 2. Destinatari 3. Presa in carico 4. Metodo 5. Rilevazione dei bisogni 6. Verifica e valutazione 7. Continuità progettuale 8.

Dettagli

PROFESSIONE OSS REALIZZATA DA: DESANTIS GIADA ABATE MARTINA BUZI VALENTINA

PROFESSIONE OSS REALIZZATA DA: DESANTIS GIADA ABATE MARTINA BUZI VALENTINA PROFESSIONE OSS REALIZZATA DA: DESANTIS GIADA ABATE MARTINA BUZI VALENTINA GLI ANZIANI STRUTTURE SPECIFICHE: Centri Diurni Case di Risposo Centri Sociali Case Albergo INTERVISTE ALLE STRUTTURE 1) Quanti

Dettagli

PROPOSTA per la REALIZZAZIONE di un SERVIZIO DI ACCOGLIENZA per FAMIGLIE di MINORI con CARDIOPATIE CONGENITE

PROPOSTA per la REALIZZAZIONE di un SERVIZIO DI ACCOGLIENZA per FAMIGLIE di MINORI con CARDIOPATIE CONGENITE PROGETTO : LA CASA DEI CUORI PROPOSTA per la REALIZZAZIONE di un SERVIZIO DI ACCOGLIENZA per FAMIGLIE di MINORI con CARDIOPATIE CONGENITE Richiesta al Comune di Bologna dell assegnazione di immobile di

Dettagli

5 - IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

5 - IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 1 5 - IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PRESENTAZIONE E OBIETTIVI Il Servizio di Assistenza Domiciliare (S.A.D.) è un servizio di aiuto a carattere professionale realizzato presso il domicilio delle

Dettagli

Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO CARTA DEI SERVIZI. Il sostegno ai minori in difficoltà

Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO CARTA DEI SERVIZI. Il sostegno ai minori in difficoltà Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO CARTA DEI SERVIZI Il sostegno ai minori in difficoltà Edizione maggio 2002 1 LA MISSION ED I VALORI LA MISSION Ciascuna persona è titolare di diritti, ad ognuno deve essere

Dettagli

Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO. del. Centro Diurno di Riabilitazione Per Giovani Cerebrolesi Franco Primi

Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO. del. Centro Diurno di Riabilitazione Per Giovani Cerebrolesi Franco Primi Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO CARTA DEI SERVIZI del Centro Diurno di Riabilitazione Per Giovani Cerebrolesi Franco Primi Edizione - aprile 2002 1 LA FONDAZIONE OPERA SANTA RITA (Onlus) L attuale Fondazione

Dettagli

CENTRO DIURNO INTEGRATO

CENTRO DIURNO INTEGRATO FONDAZIONE O.N.L.U.S. SANTA MARIA DELLA NEVE 25055 Pisogne (Bs) CENTRO DIURNO INTEGRATO CARTA DEI SERVIZI PRESENTAZIONE La struttura residenziale, che sorge su una superficie di circa mq. 10.500, è dotata

Dettagli

Casa di accoglienza femminile Sagrini CARTA DEI SERVIZI

Casa di accoglienza femminile Sagrini CARTA DEI SERVIZI Casa di accoglienza femminile Sagrini FINALITA E CARATTERISTICHE DEI SERVIZI: - Garanzia di soluzione anche temporanee a bisogni di alloggio, vitto e tutela; - Contenimento dei tempi di accoglienza. NORME

Dettagli

MODULO PER RILEVAZIONE PRESENZE

MODULO PER RILEVAZIONE PRESENZE lunedì 15 settembre 2014 martedì 16 settembre 2014 mercoledì 17 settembre 2014 giovedì 18 settembre 2014 venerdì 19 settembre 2014 lunedì 22 settembre 2014 martedì 23 settembre 2014 mercoledì 24 settembre

Dettagli

CITTADINANZA Onlus Via Briolini 48/E 47921 Rimini (RN) tel/fax 0541 412091

CITTADINANZA Onlus Via Briolini 48/E 47921 Rimini (RN) tel/fax 0541 412091 Da Luglio 2013 Cittadinanza Onlus sostiene la Casa di Paolo (Paolo s Home) a Kibera, un luogo nato per la riabilitazione di bambini con medio-gravi disabilità psichiatriche. Questo vuole essere un racconto

Dettagli

Area Persone con disabilità

Area Persone con disabilità Area Persone con disabilità Componente dell U. d. P. referente e responsabile d Area Nome e cognome Enrichetta La Ragione - Buono Rita - Samuele Guardascione Angela Ferrara Indirizzo e sede Via Vigna,

Dettagli

TITOLO PROGETTO ABBRACCI

TITOLO PROGETTO ABBRACCI CASA FAMIGLIA S. OMOBONO Fondazione ONLUS Sede legale: Via Ippocastani, 14 26100 CREMONA. Tel. 0372 25500; Fax 0372 568390; e-mail: casa famiglia@fastpiu.it CASA FAMIGLIA S. OMOBONO Fondazione ONLUS Via

Dettagli

Scuola Primaria Trento TROVA

Scuola Primaria Trento TROVA Scuola Primaria Trento TROVA Carissimi genitori e bambini, sono lieto di farvi giungere il mio più cordiale saluto e, al tempo stesso, presentarvi il Collegio Arcivescovile. È una scuola di lunga tradizione

Dettagli

La scuola one time e i work shop

La scuola one time e i work shop 2 La scuola media del Collegio Rotondi si riconosce per un percorso culturale proiettato in una dimensione internazionale della form. La ricerca di nuove strade e nuove modalità del fare scuola coinvolge

Dettagli

COMUNE DI CHIARAVALLE Provincia di Ancona

COMUNE DI CHIARAVALLE Provincia di Ancona COMUNE DI CHIARAVALLE Provincia di Ancona Centro socio-educativo riabilitativo diurno per disabili Arcobaleno PREFAZIONE La Carta dei Servizi del Centro socio-educativo riabilitativo diurno per disabili

Dettagli

DIRETTRICE: D.ssa Cristina Lopes

DIRETTRICE: D.ssa Cristina Lopes SCHEDA TECNICA COMUNITÀ TERAPEUTICA QUINTA DAS LAPAS DIRETTRICE: D.ssa Cristina Lopes INDICE Risorse e Servizi...3 Attività/Laboratori/Gruppi di Programma...4 Tecnica...5 Controllo del consumo degli utenti...6

Dettagli

CENTRO SOCIO-EDUCATIVO DIURNO LA ROSA BLU

CENTRO SOCIO-EDUCATIVO DIURNO LA ROSA BLU (Estratto dalla CARTA DEI SERVIZI RESIDENZIALI approvata dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 69 del 29/09/2010, esecutiva ai sensi di legge) CENTRO SOCIO-EDUCATIVO DIURNO LA ROSA BLU FINALITA ED

Dettagli

REGOLAMENTO PER MINI ALLOGGI PROTETTI

REGOLAMENTO PER MINI ALLOGGI PROTETTI FONDAZIONE CONTE C.BUSI ONLUS Via Formis, 4 26041 Casalmaggiore (CR) REGOLAMENTO PER MINI ALLOGGI PROTETTI Art. 1 Definizione e finalità I mini alloggi protetti, definiti come insieme di alloggi aventi

Dettagli

Comune di Modena. Assessorato alle Politiche Sociali, per la Casa e per l Integrazione. Carta dei Servizi. Assistenza Domiciliare Sociale Integrata

Comune di Modena. Assessorato alle Politiche Sociali, per la Casa e per l Integrazione. Carta dei Servizi. Assistenza Domiciliare Sociale Integrata Comune di Modena Assessorato alle Politiche Sociali, per la Casa e per l Integrazione Carta dei Servizi Assistenza Domiciliare Sociale Integrata Principi Generali Finalità del servizio Il Servizio di

Dettagli

THE NATIONS TOTAL ENGLISH PROGRAMME Learning by Doing

THE NATIONS TOTAL ENGLISH PROGRAMME Learning by Doing THE NATIONS TOTAL ENGLISH PROGRAMME Learning by Doing The Nation English Total Programme si svolge a Cork, in Irlanda; è un programma full-immersion specifico per professionisti, mirato ad ottimizzare

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI: COMUNE DI LOIANO INFORMAZIONI UTILI SUI SERVIZI SOCIALI AGLI ANZIANI

CARTA DEI SERVIZI: COMUNE DI LOIANO INFORMAZIONI UTILI SUI SERVIZI SOCIALI AGLI ANZIANI ORARI DI RICEVIMENTO DEL PUBBLICO - lo Sportello Sociale, quale punto di accesso unitario ai servizi sociali e socio-assistenziali del comune, dell'ausl e di altri soggetti pubblici e privati, offrendo

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 C O M U N E DI C A I V A N O Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 GUIDA AI SERVIZI 2011 Comune di Caivano - Guida ai Servizi

Dettagli

CONVITTO PER SORDI DI ROMA

CONVITTO PER SORDI DI ROMA CONVITTO PER SORDI DI ROMA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 00166 ROMA - Vico lo del Casale Lumbroso, 129 06/66180021 fax 06/66180297 RMVC060009@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ARNALDO FUSINATO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ARNALDO FUSINATO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ARNALDO FUSINATO A. MANZONI V. DA FELTRE SCUOLA SECONDARIA I G. SAN VITO DI L. SCUOLA SECONDARIA I G. A. FUSINATO DON GNOCCHI IL NOSTRO ISTITUTO 5 PLESSI 3 SCUOLE PRIMARIE

Dettagli

PROGETTO GESTIONALE DEL SERVIZIO N 1

PROGETTO GESTIONALE DEL SERVIZIO N 1 CASA DELL'ANZIANO G. VADA VIA G. MARCONI 22 VERZUOLO tel. 0175 85444 fax 0175 750958 e-mail CASA.RIPOSO@COMUNE.VERZUOLO.CN.IT PROGETTO GESTIONALE DEL SERVIZIO N 1 Periodo di riferimento Anno 2011 2013

Dettagli

LA CASA DI BABBO NATALE PROGRAMMA

LA CASA DI BABBO NATALE PROGRAMMA LA PROGRAMMA VENERDI 6 NOVEMBRE SABATO 7 NOVEMBRE DOMENICA 8 NOVEMBRE VENERDI 13 NOVEMBRE SABATO 14 NOVEMBRE DOMENICA 15 NOVEMBRE VENERDI 20 NOVEMBRE SABATO 21 NOVEMBRE DOMENICA 22 NOVEMBRE LUNEDI 23 NOVEMBRE

Dettagli

COMUNE DI STABIO MUNICIPIO

COMUNE DI STABIO MUNICIPIO COMUNE DI STABIO MUNICIPIO Stabio, 13 luglio 2011 Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o MESSAGGIO MUNICIPALE no. 14/2011 Chiedente lo stanziamento di un credito di 111'000 Chf (Iva compresa) per l eliminazione

Dettagli

PATTO DI CORRESPONSABILITA E REGOLAMENTO SCUOLA DELL INFANZIA

PATTO DI CORRESPONSABILITA E REGOLAMENTO SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola Infanzia- Scuola Primaria Scuola secondaria di 1 grado Tel/Fax 0832/361100 e-mail leic89900c@istruzione.it e-mail certificata: leic89900c@pec.istruzione.it c.f. 80019410754

Dettagli

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2 Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 1 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE. Notizie Operative ed Informazioni Pratiche

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE. Notizie Operative ed Informazioni Pratiche CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE Notizie Operative ed Informazioni Pratiche 15/04/2014 ESTRATTO notizie operative ed informazioni pratiche numeri utili Relativi al servizio di Assistenza

Dettagli

1) Ente proponente il progetto: UNA MANO PER TE SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE ONLUS REGIONE PUGLIA

1) Ente proponente il progetto: UNA MANO PER TE SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE ONLUS REGIONE PUGLIA Estratto scheda Progetto ENTE 1) Ente proponente il progetto: UNA MANO PER TE SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE ONLUS 2) Codice di accreditamento: NZ04068 3) Albo e classe di iscrizione: REGIONE PUGLIA 4 CARATTERISTICHE

Dettagli

LA QUOTA NON COMPRENDE: Tasse ed oneri aeroportuali Euro 79.00, assicurazione annullamentyo viaggio facoltativa

LA QUOTA NON COMPRENDE: Tasse ed oneri aeroportuali Euro 79.00, assicurazione annullamentyo viaggio facoltativa PARTENZE Suppl. ROSSOKIDS* doppia Notte extra/ QUOTE SPECIALI uso dal al solo hotel singola al 3 letto 4 letto giorno 2-12 anni 2-12 anni 07/06/15 14/06/15 948 131 74 184 184-30 14/06/15 21/06/15 1.050

Dettagli

Gruppi Appartamento - Progetto C.A.S.A. (Convivenza Adulta per lo Sviluppo delle Autonomie)

Gruppi Appartamento - Progetto C.A.S.A. (Convivenza Adulta per lo Sviluppo delle Autonomie) CARTA DEL SERVIZIO Gruppi Appartamento - Progetto C.A.S.A. (Convivenza Adulta per lo Sviluppo delle Autonomie) Indirizzo: Via Gramsci 12, Avigliana (Torino) Periodo di attivazione: tutti i giorni dell

Dettagli

FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE CORSO 2 ANNO FORMATIVO

FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE CORSO 2 ANNO FORMATIVO ORARIO DAL 11 AL 16 MAGGIO 2015 Lunedì 11 Martedì 12 Mercoledì 13 Giovedì 14 Venerdì 15 Sabato 16 ORARIO DAL 18 AL 23 MAGGIO 2015 Lunedì 18 Martedì 19 Mercoledì 20 Giovedì 21 Venerdì 22 Sabato 23 ORARIO

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Montebelluna 1

Istituto Comprensivo Statale Montebelluna 1 Istituto Comprensivo Statale Montebelluna 1 MONTEBELLUNA- TV SINTESI DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015-2016 scuola Primaria G. Marconi Via XXX Aprile, 28 31044 Montebelluna G. Pascoli Via Contea, 74 31044

Dettagli

IL SERVIZIO DOMICILIARE

IL SERVIZIO DOMICILIARE CASA ALBERGO PER ANZIANI Sistema qualità certificato COMUNE DI LENDINARA IL SERVIZIO DOMICILIARE Questo opuscolo riporta brevemente le principali informazioni per aiutarvi a capire meglio il servizio domiciliare,

Dettagli

Corso di O.S.S. Operatore Socio sanitario. web: scuolasi.it INFO 800 03 51 41. Premessa:

Corso di O.S.S. Operatore Socio sanitario. web: scuolasi.it INFO 800 03 51 41. Premessa: Corso di O.S.S. Operatore Socio sanitario Premessa: Il corso di OSS - Operatore Socio sanitario -, riguarda tutti coloro che vogliono sviluppare abilità finalizzate all'assistenza socio sanitaria di persone

Dettagli

Ospedale privato Villa Igea

Ospedale privato Villa Igea Residenza psichiatrica il Borgo Ospedale privato Villa Igea Mission Il nostro impegno è quello di fornire, nel rispetto della persona, servizi e prestazioni sanitarie appropriate, efficaci e sicure, attraverso

Dettagli

CENTRO GIOVANILE VALDOCCO

CENTRO GIOVANILE VALDOCCO O ratorio di Don Bosco Primo CENTRO GIOVANILE VALDOCCO Via Salerno, 12-10152 Torino Tel. 011.52.24.279 e-mail: valdocco@libero.it www.oratoriovaldocco.it L educazione è cosa di cuore. Don Bosco Orario

Dettagli

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 1000 ore. Operatore Socio Sanitario 1000 ore

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.) 1000 ore. Operatore Socio Sanitario 1000 ore Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 1000 ore Titolo Destinatari Obiettivi e Finalità Operatore Socio Sanitario 1000 ore Il corso è rivolto a tutti gli interessati all ottenimento della qualifica

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CENTRO POLARIS PROGETTO RSA APERTA- CENTRO SEMIRESIDENZIALE

CARTA DEI SERVIZI CENTRO POLARIS PROGETTO RSA APERTA- CENTRO SEMIRESIDENZIALE CARTA DEI SERVIZI CENTRO POLARIS PROGETTO RSA APERTA- CENTRO SEMIRESIDENZIALE Prodotto da Smart Decò Srl FONDAZIONE FERRARIO VANZAGO Via Garibaldi, 1 - Vanzago Tel. centralino 029393011 Centro Polaris

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: Pronto! Io ci sono ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: A01 OBIETTIVI DEL PROGETTO Con il Progetto la P.A Ente Corpo Volontari Protezione Civile

Dettagli

PER BAMBINI SENZA CONFINI DIOMIRA CAMP 2014 PALESTINA-AREZZO

PER BAMBINI SENZA CONFINI DIOMIRA CAMP 2014 PALESTINA-AREZZO PER BAMBINI SENZA CONFINI DIOMIRA CAMP 2014 PALESTINA-AREZZO 15-22 Giugno 2014 Parrocchia SS. Pietro e Paolo Località CAMPOLUCI - AREZZO (Italy) Cari amici, anche quest anno, con molta gioia vi aspettiamo

Dettagli

Oggetto: Verbale Collegio docenti unitario Istituto comprensivo A.Pacinotti.

Oggetto: Verbale Collegio docenti unitario Istituto comprensivo A.Pacinotti. Oggetto: Verbale Collegio docenti unitario Istituto comprensivo A.Pacinotti. San Cesario, 23 aprile 2015 Il giorno 23 aprile 2015 alle ore 16,30 si riunisce il Collegio unitario dell Istituto comprensivo

Dettagli

Programma 2014 SCUOLA TENNIS TCB

Programma 2014 SCUOLA TENNIS TCB Programma 2014 SCUOLA TENNIS TCB Maestri: Bernasconi Marco 079 337 30 56 Balconi Marco 076 537 19 38 Zotti Fabio 076 679 78 02 Mark Mudro 079 209 16 12 www.tcbellinzona.ch Via Brunari, 6500 Bellinzona

Dettagli

da lunedì 9 giugno a venerdì 4 luglio

da lunedì 9 giugno a venerdì 4 luglio COMUNITÀ PASTORALE SAN FRANCESCO D ASSISI PARROCCHIA SACRA FAMIGLIA - ORATORIO P.G. FRASSATI Via Frassati 2-20900 Monza (Mi) Tel. e Fax. 039.831361 Web-site: www.sanfrancescomonza.it e-mail: oratoriofrassati@sacrafamigliamonza.it

Dettagli

GIOCO CAMP 2011 LIGNANO SABBIADORO

GIOCO CAMP 2011 LIGNANO SABBIADORO PROGRAMMA DELLE ATTIVITA GIOCO CAMP 2011 LIGNANO SABBIADORO Le attività di gioco sport previste sono: GIOCO PALLAVOLO, GIOCO PALLACANESTRO, GIOCO PALLAMANO, GIOCO RUGBY TAG, GIOCO PALLA TAMBURELLO, GIOCO

Dettagli

NOTE ORGANIZZATIVE E TECNICHE

NOTE ORGANIZZATIVE E TECNICHE CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA Ufficio Nazionale per la pastorale della famiglia NOTE ORGANIZZATIVE E TECNICHE L UFFICIO NAZIONALE PER LA PASTORALE DELLA FAMIGLIA DELLA CEI, in collaborazione con MARCELLETTI

Dettagli

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 400 ore. Operatore Socio Sanitario 400 ore

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.) 400 ore. Operatore Socio Sanitario 400 ore Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 400 ore Titolo Destinatari Obiettivi e Finalità Operatore Socio Sanitario 400 ore Il corso è rivolto a tutti gli interessati all ottenimento della qualifica

Dettagli

SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA

SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA Certificazioni di invalidità civile e handicap La certificazione di invalidità civile e la certificazione di handicap non sono la stessa cosa e danno diritto a benefici

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: Andausu ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: A08 OBIETTIVI DEL PROGETTO Rispetto a: 1- Criticità Presenze turistiche: Garantire un numero maggiore

Dettagli

rassegna stampa A cura di Ida Palisi Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio.stampa@gescosociale.it

rassegna stampa A cura di Ida Palisi Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio.stampa@gescosociale.it A cura di Ida Palisi Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio.stampa@gescosociale.it INAUGURAZIONE Martedì 10 maggio 2011 Napoli, Via De Blasiis, 7 Comunicato stampa Apre a Napoli Farepiù, agenzia

Dettagli

Il pomeriggio alla scuola materna

Il pomeriggio alla scuola materna Il pomeriggio alla scuola materna Nel pomeriggio la scuola materna offre una vasta e completa gamma pedagogica di corsi ludici, creativi, di promozione linguistica e sportivi. I contenuti del pomeriggio

Dettagli

SCUOLE PARROCCHIALI SAN BIAGIO SCUOLA DELL INFANZIA MARIA BAMBINA

SCUOLE PARROCCHIALI SAN BIAGIO SCUOLA DELL INFANZIA MARIA BAMBINA SCUOLE PARROCCHIALI SAN BIAGIO SCUOLA DELL INFANZIA MARIA BAMBINA 1 COME INSEGNAMO La nostra scuola vive e opera come comunità educante, nella quale cooperano bambini insegnanti, genitori. Si dà molta

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE. SULLE ATTIVITA' 2012 dell' Associazione IL LABORATORIO

RELAZIONE ANNUALE. SULLE ATTIVITA' 2012 dell' Associazione IL LABORATORIO RELAZIONE ANNUALE SULLE ATTIVITA' 2012 dell' Associazione IL LABORATORIO Nell'arco dell'anno 2012 hanno frequentato il nostro servizio 29 persone, di cui 13 donne e 16 uomini. La frequenza giornaliera

Dettagli

LEGA NAVALE ITALIANA DELEGAZIONE DI MEINA

LEGA NAVALE ITALIANA DELEGAZIONE DI MEINA Campus vela Meina 2015 Il della Lega Navale Italiana organizza corsi di vela riservati ai ragazzi/e nati negli anni dal 2001 al 2008 (CAMPUS VELA) e a ragazzi/e nati negli anni 1999-2000 (TOUR DEL LAGO).

Dettagli

Azienda Speciale Servizi alla Persona

Azienda Speciale Servizi alla Persona Azienda Speciale Servizi alla Persona ANZIANI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI (S.A.D.) Cosa offre il servizio SAD L'assistenza domiciliare è un tipo di servizio erogato direttamente

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI FIRENZUOLA

SCUOLA DELL INFANZIA DI FIRENZUOLA SCUOLA DELL INFANZIA DI FIRENZUOLA La scuola materna si Firenzuola accoglie i bambini provenienti da Firenzuola, Cornacchiaia, Castro, Coniale S.Pellegrino,, ecc. I bambini delle frazioni usufruiscono

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 ATTIVITA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE 1) CALENDARIO SCOLASTICO Definito per le parti di propria competenza, dal Ministro dell Istruzione, dalla

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ISTITUTO GONZAGA MILANO

ISTITUTO GONZAGA MILANO SCUOLA PRIMARIA PARITARIA Decreto Ministeriale 10 DESTINATARI: famiglie alunni classi prime OGGETTO: informazioni avvio anno scolastico ANNO SCOLASTICO 2011-2012 Milano, 08 luglio 2011 Gentili Signori,

Dettagli

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Maria Bona Venturi CENTRO C.A.S.A. AIDS Dipartimento delle Cure Primarie Azienda USL di Bologna 1 Il Centro C.A.S.A. (Centro

Dettagli

Area Affari Generali

Area Affari Generali UNIONE DI COMUNI TERRE DI FRONTIERA Provincia di Como Area Affari Generali E-STATE INSIEME 2009 CENTRI ESTIVI PER RAGAZZI DA 6 A 14 ANNI Si avvicina la fine delle scuole e finalmente l inizio del lungo

Dettagli

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Medicina Fisica e Riabilitativa De g e n z a Dott. Claudio Tedeschi - Direttore Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Segreteria Maria Rosaria Amelio - Maria Flavia Malavenda Federica

Dettagli

5 Edizione LAND ROVER ROVER GOLF CHALLENGE. Milano, 5 settembre 2013

5 Edizione LAND ROVER ROVER GOLF CHALLENGE. Milano, 5 settembre 2013 5 Edizione LAND ROVER ROVER GOLF CHALLENGE Milano, 5 settembre 2013 Gent.ma Giocatrice, Gent.mo Giocatore, LAND ROVER ITALIA e I GRANDI VIAGGI vogliono ancora una volta ringraziarla per aver partecipato

Dettagli

ALLEGATO 1 TARIFFE DEI SERVIZI PUBBLICI DIVERSI A DOMANDA INDIVIDUALE IN VIGORE DAL 01/01/2010.

ALLEGATO 1 TARIFFE DEI SERVIZI PUBBLICI DIVERSI A DOMANDA INDIVIDUALE IN VIGORE DAL 01/01/2010. ALLEGATO 1 alla deliberazione di Giunta Comunale n. 184 del 10/12/2009 TARIFFE DEI SERVIZI PUBBLICI DIVERSI A DOMANDA INDIVIDUALE IN VIGORE DAL 01/01/2010. CENTRO DIURNO Come stabilito all art. 14 del

Dettagli

COMUNE di FORMIA REGOLAMENTO CENTRO DIURNO SOCIO-EDUCATIVO-RIABILITATIVO PER PERSONE DIVERSAMENTE ABILI. Art. 1) Definizione

COMUNE di FORMIA REGOLAMENTO CENTRO DIURNO SOCIO-EDUCATIVO-RIABILITATIVO PER PERSONE DIVERSAMENTE ABILI. Art. 1) Definizione COMUNE di FORMIA Provincia di Latina REGOLAMENTO CENTRO DIURNO SOCIO-EDUCATIVO-RIABILITATIVO PER PERSONE DIVERSAMENTE ABILI Art. 1) Definizione Il Centro Diurno Socio-educativo-riabilitativo (di seguito

Dettagli

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DI ISTITUTO

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DI ISTITUTO ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DI ISTITUTO Art.17 Visite e viaggi di istruzione Le visite d istruzione e le uscite didattiche costituiscono una parte integrante della programmazione didattico - educativa in

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI BAGNOLO IN PIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 10 del 22.03.2006 Pubblicato

Dettagli

COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 151 del 13.07.1988 Esaminato dal Co.Re.Co. in

Dettagli

Istituti Paritari Dante Alighieri Scuola Primaria e Secondaria di I e II grado

Istituti Paritari Dante Alighieri Scuola Primaria e Secondaria di I e II grado Istituti Paritari Dante Alighieri Scuola Primaria e Secondaria di I e II grado Sede legale: Via N. Tommaseo n. 10, 31029 Vittorio Veneto (TV) Tel. 0438 551641 Fax. 0438 551642 E-mail: segreteria@ildante.com

Dettagli

GLI ADULTI GLI ADULTI. Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento

GLI ADULTI GLI ADULTI. Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento Carta BISOGNI BISOGNI GLI ADULTI GLI ADULTI Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento in una struttura residenziale. Domiciliarità

Dettagli

SPORT HOLIDAY 2015 IN MONTAGNA LIZZANO IN BELVEDERE (BO) Dall 1 all 11 Luglio 2015

SPORT HOLIDAY 2015 IN MONTAGNA LIZZANO IN BELVEDERE (BO) Dall 1 all 11 Luglio 2015 SPORT HOLIDAY 2015 IN MONTAGNA LIZZANO IN BELVEDERE (BO) Dall 1 all 11 Luglio 2015 SPORT HOLIDAY IN MONTAGNA è una vera e propria vacanza multi-sportiva nata dalla voglia degli organizzatori di avvicinare

Dettagli

CENTRO DIURNO PER PERSONE CON DISABILITA (C.D.D.)

CENTRO DIURNO PER PERSONE CON DISABILITA (C.D.D.) CENTRO DIURNO PER PERSONE CON DISABILITA (C.D.D.) CENNI STORICI Il CSE (Centro Socio Educativo) di Piario, ora CDD (Centro Diurno per persone con Disabilità) è stato aperto nel 1982 su iniziativa degli

Dettagli

COMUNE DI SASSARI. Settore Attività Educative, Giovanili e Sportive. Servizio Attività Educative per la Prima Infanzia

COMUNE DI SASSARI. Settore Attività Educative, Giovanili e Sportive. Servizio Attività Educative per la Prima Infanzia COMUNE DI SASSARI Settore Attività Educative, Giovanili e Sportive Servizio Attività Educative per la Prima Infanzia 0-3 Anno Educativo 2015/2016 CARI BABBO E MAMMA, CONOSCIAMO INSIEME I SERVIZI 0-3 DEL

Dettagli

Un anno per il Sociale in Provincia di Bergamo 2011

Un anno per il Sociale in Provincia di Bergamo 2011 Scheda progetto Un anno per il Sociale in Provincia di Bergamo 2011 Il progetto si sviluppa in quattordici comuni facenti riferimento a diversi distretti socio sanitari. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione

Dettagli

Protocollo per l assistenza privata

Protocollo per l assistenza privata AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA San Valentino Città di Levico Terme R.S.A.- Casa Soggiorno Centro Diurno Protocollo per l assistenza privata Approvato con decreto del Commissario Straordinario

Dettagli

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO SETTEMBRE 2006 CUSTOMER SATISFACTION

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO SETTEMBRE 2006 CUSTOMER SATISFACTION FONDAZIONE CASA DI RIPOSO OSPEDALE DEI POVERI DI PANDINO ONLUS Via della Vignola, 3 26025 PANDINO Tel. 0373-970022 Fax 0373-90996 QUESTIONARIO DI GRADIMENTO SETTEMBRE 2006 CUSTOMER SATISFACTION Questionari

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI CASALGRANDE PROVINCIA DI REGGIO EMILIA CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 50 del 28/06/2012 Premessa La Carta dei Servizi

Dettagli

PROGETTO OLTRE LE FRONTIERE Soggiorno operativo di un educatore italiano presso l Internato di Ulukovie (Bielorussia)

PROGETTO OLTRE LE FRONTIERE Soggiorno operativo di un educatore italiano presso l Internato di Ulukovie (Bielorussia) PROGETTO OLTRE LE FRONTIERE Soggiorno operativo di un educatore italiano presso l Internato di Ulukovie (Bielorussia) BENEFICIARI E PARTI COINVOLTE Internato di Ulukovie, l Educatore Giordano Mariani,

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

TOUR ANDALUSIA DAL 4 ALL 11 DICEMBRE 2015

TOUR ANDALUSIA DAL 4 ALL 11 DICEMBRE 2015 TOUR ANDALUSIA DAL 4 ALL 11 DICEMBRE 2015 L Andalusia è la Regione più calda della Spagna e lì nascono tutte le tradizioni più sentite dagli spagnoli, come il flamenco, la corrida e le tapas. In Andalusia

Dettagli

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët Progetto cofinanziato da 1 UNIONE EUROPEA Comune di SCANDICCI Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi SCANDICCI IN TASCA Guida ai servizi per i cittadini SCANDICCI IN YOUR POCKET Guide

Dettagli

REGOLAMENTO SCUOLA DELL INFANZIA Anno scolastico 2010/11

REGOLAMENTO SCUOLA DELL INFANZIA Anno scolastico 2010/11 Fondazione Scuola dell infanzia Alessandra Benvenuti Via San Colombano, 4-24123 Bergamo P.I. 02428020164 C.F. 80024430169 Tel.035234286 - Fax 0355095765 info@scuolamaternabenvenuti.it www.scuolamaternabenvenuti.it

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE 1 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE VIA DON BOSCO,57-57124 - LIVORNO TEL.0586444269 Email fmacolline@gmail.com 2 L anno scolastico 2014/2015 prevede un percorso formativo che vuole aiutare

Dettagli

ALLEGATO 2 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

ALLEGATO 2 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO 2 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEFINIZIONE DELLE AREE INTERESSATE DAL GLOBAL SERVICE pag.01 EDIFICIO E3 Ardiss, Sede operativa di Trieste 246 CAMERE STANDARD DA: mq 9,5 mq 2337 totali 123

Dettagli

Atto di indirizzo e coordinamento recante requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi minimi per i centri residenziali di cure palliative

Atto di indirizzo e coordinamento recante requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi minimi per i centri residenziali di cure palliative Testo aggiornato al 13 gennaio 2006 Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 20 gennaio 2000 Gazzetta Ufficiale 21 marzo 2000, n. 67 Atto di indirizzo e coordinamento recante requisiti strutturali,

Dettagli