Rodriguez e Basso, scintille Ma la minaccia è Hesjedal Il canadese supera indenne il primo tappone. Scarponi fatica, poi si riprende

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rodriguez e Basso, scintille Ma la minaccia è Hesjedal Il canadese supera indenne il primo tappone. Scarponi fatica, poi si riprende"

Transcript

1 NELLE PAGINE ICILIANE PALERMO CON BRADLEY VUOLE FARE L AMERICANO giovedì 24 maggio ,20 REDAZIONE DI MILANO VIA OLFERINO 28 TEL REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL POTE ITALIANE PED. IN A.P. D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO Anno anno 116 Numero numero 122 ITALIA GIRO D ITALIA A CORTINA LO PAGNOLO IN ROA BATTE IL VAREINO. POZZOVIVO OK, KREUZIGER K.O. Rodriguez e Basso, scintille Ma la minaccia è Hesjedal Il canadese supera indenne il primo tappone. carponi fatica, poi si riprende DAPAGINA30APAGINA37 3 Lo sprint vincente di Purito Rodriguez: Ivan Basso è secondo IPP QUANTI INCROCI DI MERCATO JUVE INTER CHEDIPETTI! i sfidano su tre obiettivi: Verratti, Destro e Giovinco. Pressing bianconero sulla punta del iena, i nerazzurri tentano lo sgambetto per il talento pescarese, poi vedono il Parma 3 Da sinistra Marco Verratti, Mattia Destro e ebastian Giovinco BINDA, BREGA, DALLA VITE DI FEO, LAUDIA ALLE PAGINE 2 3 DA DOMANI IN EDICOLA TORIA DEL GIRO PANTANI 1998 IL PARADIO JUVE ILTECNICO PIU PAGATO IN A Conte rinnova fino al 2015: 3 milioni l anno Higuain arriva a Torino se il Real acquista Osvaldo dalla Roma OLIVERO, PUGLIEE PAGINE 8 9 Galliani: «Tutti vogliono Thiago Noi resisteremo» DELLAVALLEAPAGINA5 Non perdetevi la seconda uscita della «Grande toria» a 6,99 MILAN AEDIO PER IL BRAILIANO Maxi Lopez e Aquilani non saranno riscattati «Robinho rimarrà» PERONAGGIO IL RADUNO AZZURRO Balotelli: «Al City per anni E ora ripagherò Prandelli» VERNAZZA ALLE PAGINE 6 7 L APPELLO DIEGO:«IOLIAMO I VIOLENTI» Della Valle: «Regole nuove per salvare il nostro calcio» GOZZINI A PAGINA 15 L INTERVITA IL TECNICO DEL MOMENTO:«NON O NULLA DI FIORENTINA E LAZIO» Zeman: «Resto in A col Pescara» «e poi retrocedo dovrò pagare io la società» BINDA A PAGINA > Ci mettiamo la firma IL ROMPI PALLONE di GENE GNOCCHI w Aperta la caccia a Zeman. Oltre a Lazio e Fiorentina lo cercano due milioni di tifosi della Juve con la doppietta. BAKET OGGI PEARO CANTÙ uper iena contro Varese E in semifinale BARTEZZAGHI A PAGINA 40 EUROPEI DI NUOTO L AZZURRO 17 ANNI REDEI1500 Nasce la stella Paltrinieri Vince l oro e va a Londra ARCOBELLI, POLI ALLE PAGINE Gregorio Paltrinieri è nato a Carpi INIDE

2 2 LA GAZZETTA DELLO PORT GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 PRIMO PIANO DETRO Mattia Destro, 21 anni, attaccante in comproprietà tra iena e Genoa EIDON Bianconeri scatenati Marotta vede Preziosi MATTEO BREGA Ieri nel tardo pomeriggio si è tenuto a Milano un nuovo incontro, interlocutorio, tra Marotta e Preziosi per parlare ancora di Mattia Destro. i è discusso di Immobile (a metà tra Genoa e Juve) come pedina di «scambio» per lasciare ai rossoblù un pezzo pregiato. Destro resta una prima scelta e una volontà precisa dell Inter, ma il tempo gioca a favore della Juve. i può riassumere così la situazione dell attaccante in comproprietà, ancora irrisolta, tra Genoa e iena. Tutto fermo Preziosi non può intavolare una vera trattativa fino a quando non avrà in mano l intero cartellino. Il iena valuta 6 milioni la sua metà, il Genoa arriva a 5. Inserire contropartite tecniche potrebbe aiutare. Lo step successivo è rappresentato dalla valutazione delle offerte. Inter L Inter vuole rilevare solo il 50% di Destro e già sulla valutazione di questa metà c è distanza: l Inter la posiziona tra i 7 e gli 8 milioni, Preziosi intorno ai 10. Detto questo i nerazzurri hanno già fatto pervenire l offerta all entourage del giocatore: un quinquennale a partire da 1,2 milioni l anno. 4 IL NUMERO 12 i gol segnati in campionato da Destro con il iena quest anno Juve La Juventus è in attesa, convinta che la visione tattica di Conte solletichi maggiormente il ragazzo. E intanto anche i bianconeri hanno calato l offerta: cinque anni a un milione. Le quotazioni juventine crescono, facendo crescere di livello anche l intrigo. Alternative Le opzioni principali sono Inter e Juve, ma attenzione a non perder di vista le alternative C e D. Innanzitutto quella che porta alla permanenza di Destro al Genoa, dato che Lo Monaco (lunedì svelerà il suo futuro, con De Canio vicino alla permanenza), lavorerà per trattenerlo. E poi la pista, defilata, della Roma. DUELL E DIPETTI I GIOIELLINI ITALIANI PIÙ CONTEI DEL MERCATO Inter contro Juve per le 3 stelline C è pure Giovinco Mercato al veleno: i nerazzurri sfidano anche il Milan per ilvestre e la Roma per Borini CARLO LAUDIA La Juve s infila per Mattia Destro e l Inter prova lo sgambetto ai bianconeri per Marco Verratti. Ma non basta. I nerazzurri vanno all assalto anche di eba Giovinco con il Parma, ben sapendo che i bianconeri sono in imbarazzo nel risolvere la comproprietà con gli emiliani. Tutto in poche ore. in un intreccio di incontri e soffiate che solo il calcio-mercato sa offrire. Veleni compresi. Il campionato s è chiuso con le polemiche tra i neo-campioni d Italia e i duellanti del Milan. ott acqua, però, la rivalità tra nerazzurri e bianconeri non è mai tramontata. Facile GD la battuta: dalla contesa per le tre stelle, ecco servita quella per le tre stelline. Destro, Verratti e Giovinco, appunto. Ieri ci sono state importanti accelerazioni sui due fronti. se da una parte l a.d. bianconero Beppe Marotta ha visto Enrico Preziosi per Destro, dall altra Marco Branca ha incontrato i dirigenti del Pescara per Verratti e l a.d. Pietro Leonardi del Parma per eba Giovinco. Tutto quasi in contemporanea, a dimostrazione che gli uomini-mercato di Agnelli e Moratti hanno il preciso mandato di rendere difficile la vita ai concorrenti storici. Certo, ci sono precise esigenze tecniche ad animare questa sfida. Ma non trascuriamo mai il contesto. I bianconeri sono all inizio di un ciclo importante, mentre i nerazzurri stanno avviando un autentica rifondazione. E in questa fase è fondamentale mettere delle trappole ai concorrenti più pericolosi. E per comprendere meglio questa fiammata va ricordato che Massimo Moratti ha scelto di riportare a casa Destro, un gioiello maturato nel vivaio nerazzurro. Perciò quella bianconera viene considerata un intrusione. Uno sgarbo che merita risposte adeguate... Così sugli incontri per Verratti e Giovinco gioca molto l effetto dispetto. E tanto per non farci mancare nulla, occhio pure ai duelli nerazzurri con la Roma per il parmigiano Borini e con il Milan per ilvestre del Palermo. Bollicine a 360.

3 GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 3 I VERRATTI Marco Verratti, 19 anni, centrocampista del Pescara neopromosso in A PIERANUNZI Asse Branca-Pescara ma lui vota bianconero NICOLA BINDA MATTEO DALLA VITE Un incontro nel primo pomeriggio. E un forte attacco targato Inter. Ecco il resoconto di un blitz nerazzurro sul talento più brillante del panorama italiano: parliamo di Marco Verratti, fino a ieri più vicino alla Juventus che no, oggi vicino anche all Inter. Equidistanza forse no, ma... Resti lì un anno Questa è la storia di un pensiero nato settimane fa, registrato a suo tempo e diventato concreto ieri in un vertice nella sede nerazzurra: presenti Daniele Delli Carri (d.s. pescarese) e Daniele ebastiani (presidente del club) oltre al d.t. Marco Branca e il d.s. Ausilio. Marco Verratti, con il quale la Juventus aveva un mezzo accordo anche in virtù del fatto di essere la squadra del cuore del ragazzo, è stato messo a conoscenza di un idea interista che lo ha favorevolmente impressionato: la proposta nerazzurra prevede 10 milioni al Pescara più 2 giovani (Caldirola o Benedetti e Livaja) e la promessa di restare un altro anno in Abruzzo per giocare sempre, cosa che forse a Torino non avverrebbe. IL NUMERO 4 le stagioni di Verratti al Pescara: due in Lega Pro e due in B ebastian Giovinco, 25 anni, attaccante del Parma in comproprietà con la Juventus Incontro con il Parma Ecco l ultimo sgarbo 4 4 e tu fai una cosa a me... Il Pescara - soddisfatto di questa proposta che lascerebbe il ragazzo dov è ma certamente sensibile anche alla corte della Juventus - si è preso del tempo per riflettere. Di certo non va dimenticato che il giocatore - come detto - è tifoso juventino e che comunque l ipotesi bianconera di farne il futuro-pirlo resta una delle opzioni che più lo allettano. Detto questo, l Inter c è, fors anche stimolata sia dalla qualità del giocatore ma anche dal vedere che il club bianconero è andato a sondare le strada che porta a Destro, obiettivo forte dei nerazzurri. trama lo insegue da tempo La pista-verratti avrebbe anche un preciso avallo del tecnico tramaccioni che conosce il giocatore da quando aveva 15 anni e che più volte ha tentato di prenderlo. Ora si deve muovere la Juve, rilanciare. Tutto è aperto. GIOVINCO GIULIO DI FEO L Inter e la giornata delle occasioni colte. La più gustosa nel pomeriggio, quando i nerazzurri hanno visto il Parma per parlare delle tante comproprietà che hanno in ballo ed è spuntato il nome che non ti aspetti: ebastian Giovinco. Il Parma un anno fa ne riscattò metà dalla Juve, e dopo un campionato stratosferico il suo è uno dei nodi più complessi da sciogliere. Qui casca l Inter. Gli emiliani valutano 15 milioni la loro metà del fantasista, ma potrebbero cedere di fronte a 10 in contanti e il resto in seconde metà di uomini come Mariga, Crisetig, Nwankwo e gli altri che sono tra i due club. Per i nerazzurri sarebbe un canale alternativo a quello per Lavezzi (che fa il Psg? Offre o no?), e soprattutto una via che porterebbe a un nuovo duello di mercato con la Juve visto che poi andrebbe discussa la comproprietà proprio coi bianconeri. i è parlato anche di Fabio Borini, possibile alternativa a Destro: il Parma valuta la sua metà sugli 8 milioni, l altra è della Roma. Bel duello pure qui, insomma. Derby Altro giro, altra occasione: Palermo. Il d.s. nerazzurro Branca e l uomo mercato rosanero Perinetti si sono visti per parlare di Viviano: le parti si riaggiorneranno, ma intanto l Inter ha approfittato per chiedere ilvestre. u cui c è da tempo anche il Milan, visto che in caso di offertona per Thiago ilva è IL NUMERO 17 le reti stagionali di Giovinco: 15 in A e 2 in Coppa Italia bene puntare già il mirino sul sostituto. Zamparini, che un anno fa lo prese dal Catania per circa 7 milioni, ora non ne vuole meno di 10. L Inter deve tappare il buco di Lucio, ed è pronta a muoversi. Nel ruolo ha le mani anche su Andreolli. Altri incontri Ieri a Milano è arrivato anche Reza Fazeli, agente di ahin. Il regista del Real è un vecchio pallino dell Inter, ieri è stata l occasione per un contatto e nei prossimi giorni potrebbero esserci sviluppi. Fazeli ieri ne ha parlato anche a Galliani, ma il Milan sul giocatore è più freddo.

4 4 LA GAZZETTA DELLO PORT GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012

5 IL CAO «Milan assediato per Thiago ilva, ma resisteremo» Galliani: «Il brasiliano ha tante offerte. Ibra? Mai avuto mal di pancia. Resta pure Robinho» FABIANA DELLA VALLE MILANO econdo la teoria di Oscar Wilde c è un solo modo per resistere alle tentazioni: cedervi. Adriano Galliani la prende in prestito quando si tratta dei biscotti Mc Vitie s Digestive, new entry nella grande famiglia rossonera, ma non quando si tratta di Thiago ilva. «Faremo il possibile e anche l impossibile per resistere alle tentazioni», è il ritornello che l amministratore delegato ripete più e più volte nel corso della presentazione della partnership per la prossima stagione con la United Biscuits International. Rossoneri sotto assedio Le offerte sono tante e fanno gola, ma non fanno ancora vacillare il club rossonero: per questo Galliani ha già pronta una bella fornitura di biscotti per rendere ancora più dolce la permanenza a Milanello del difensore brasiliano: «Thiago li troverà il 9 luglio nella sua stanza scherza l a.d.. In questo momento è un assedio: tutti i ricchi d Europa si sono concentrati su di lui, quelli ricchi (come il Barcellona, ndr) e quelli che hanno i Thiago ilva, 27 anni, difensore brasiliano, è al Milan dal 2009 IMAGE PORT proprietari ricchi (come il Manchester City, ndr). Alcune società hanno risorse illimitate e i dubbi te li fanno venire, ma noi non cederemo. Thiago è felice di stare al Milan e ha un contratto fino al 2016, si sta curando a Milanello e ha chiesto e ottenuto il permesso per andare all Olimpiade». Zlatan è guarito Il calciomercato è ancora lungo ma la posizione del Milan è abbastanza chiara: la società non vuole privarsi dei suoi gioielli, quindi Thiago partirà solo in caso di proposta indecente (sopra i 50 milioni). tesso discorso per Ibrahimovic, che al momento però è meno corteggiato del difensore: «Zlatan non ha mai avuto il mal di pancia, abbiamo fatto una chiacchierata di due ore dopo la gara con il Novara, ci siamo dati la mano e non vedo perché dovrebbe cambiare idea. Con Raiola parlo tutti i giorni e non mi ha mai manifestato alcun tipo di malessere del suo assistito». Ciao Maxi Lopez L idea di Galliani è quella di ripartire con una rosa più snella (25-26 giocatori più qualche innesto della Primavera) e di patire meno infortuni. In attacco non ci saranno nuovi arrivi (nonostante l addio di Inzaghi) a meno che qualcuno non venga ceduto: «Abbiamo 5 punte di livello, Ibrahimovic, Cassano, Pato, Robinho ed El haarawy, siamo a posto». Maxi Lopez non verrà riscattato («Non possiamo tenere 6 attaccanti»), idem Aquilani, anche se per il centrocampista il Milan cercherà di trovare un accordo con il Liverpool. Quindi niente Tevez («I treni passano una volta sola»), e niente Balotelli, mentre Robinho dovrebbe restare: «Per lui abbiamo tentazioni quotidiane (dal Brasile, ndr) ma più lievi». L antidoto è sempre lo stesso: resistere. e poi arriverà una proposta indecente si vedrà... 4 I NUMERI 50 milioni la valutazione del Milan per Thiago ilva. Il difensore fu acquistato dal Fluminense nel dicembre 2008 per dieci milioni 37 le partite giocate da Thiago nella stagione appena finita con la maglia del Milan Francesco Acerbi, 23 anni, ha giocato nel campionato scorso con il Chievo. Era la sua prima stagione in A IMAGE PORT GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 IL PRIMO OBIETTIVO IN DIFEA Proposta dai Chicago Fire per Pippo, che ora ci pensa MILANO LA GAZZETTA DELLO PORT tretta per Acerbi: sblocco via Genoa o Paloschi in cambio Inzaghi, idea Usa L obiettivo è ringiovanire. Così dopo gli acquisti di Montolivo e Traoré (che ieri è stato in sede con il suo agente, Fabio Parisi, e ha dichiarato: «La società crede in me, ripagherò la fiducia») il Milan punta forte su Francesco Acerbi, difensore centrale rivelazione dell ultima stagione. Galliani non ha mai nascosto il suo interesse per il giocatore e anche ieri ha confermato che è la prima scelta rossonera: Acerbi è a metà tra Chievo e Genoa e la trattativa va avanti da mesi. La soluzione più scontata sembrava essere il riscatto da parte del club rossoblù, che dovrebbe poi girarlo al Milan. Genoa e Chievo non si sono ancora accordati, anche se i rossoblù hanno diversi giocatori che piacciono a Di Carlo e che potrebbero essere utilizzati come contropartite tecniche (come Boakye, Cofie e Tachtsidis). La novità è che Acerbi potrebbe arrivare in rossonero anche direttamente via Chievo: il club di Campedelli infatti l estate scorsa ha avuto dal Milan Paloschi (prestito con diritto di riscatto della metà) e vorrebbe tenerlo anche per la prossima stagione. Perciò se il Chievo dovesse prendere tutto Acerbi le due società potrebbero trovare comunque un accordo. Intanto il Milan ha concluso l operazione El haarawy: il Faraone è diventato tutto del Milan (era in comproprietà con il Genoa), mentre Merkel è passato definitivamente in rossoblù. Inzaghi, tentazione Usa Ieri è stato anche il giorno delle visite mediche di Gabriel, portiere classe 92 del Cruzeiro che arriverà per sostituire Roma: l accordo con il club esiste già, mancano solo i dettagli. Intanto Filippo Inzaghi è tentato dall America: l attaccante ha ricevuto un offerta importante dai Chicago Fire e uperpippo ci sta pensando. 5 RECUPERO COMPLETATO L ATTACCANTE OGGI RAGGIUNGERÀ IL RITIRO DI AMBURGO Pato, c è anche l ultimo ok Ora il Brasile per i Giochi MILANO La bella notizia è arrivata nel primo pomeriggio: Alexandre Pato è finalmente guarito ed è pronto per tornare in campo. L attaccante rossonero, che in questi giorni ha continuato ad allenarsi a Milanello, ieri ha effettuato l ultima risonanza e ha avuto la risposta che sperava. ubito dopo il Milan l ha comunicato attraverso il sito ufficiale («Ulteriori valutazioni mediche e indagini strumentali hanno evidenziato l avvenuta guarigione del giocatore»), dimostrando la grande attenzione che c è intorno al brasiliano, considerato preziosissimo per il futuro rossonero. Alexandre Pato, 22 anni ANA Obiettivo Olimpiade Pato oggi partirà per la Germania, destinazione Amburgo, insieme a Thiago ilva, per raggiungere il ritiro del Brasile. Mano Menezes l ha convocato per le quattro amichevoli di preparazione all Olimpiade e Ale spera di convincere il c.t. a portarlo a Londra. In questi giorni dal Brasile era rimbalzata la notizia di un interessamento dell Internacional di Porto Alegre (prima squadra di Pato), per il brasiliano, ma al club rossonero non è arrivata alcuna offerta e comunque ieri Galliani ha ribadito che non intende privarsi del giocatore. f.d.v. la tournée negli tati Uniti Milan-Real nel tempio degli Yankees Luogo inusuale per l amichevole fra il Milan e il Real Madrid; i due club giocheranno l 8 agosto allo Yankee tadium, provvisto di un terreno speciale. Il Milan aveva giocato nel vecchio Yankee tadium all inizio degli anni 60 REUTER

6 6 LA GAZZETTA DELLO PORT GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 TRA MERCATO E NAZIONALE DAL NOTRO INVIATO EBATIANO VERNAZZA FIRENZE Le parole se le porta via il vento e il mercato finisce il 31 agosto, ragione per cui si consiglia di non dare niente per sicuro, però Mario Balotelli, in conferenza stampa a Coverciano, nel ritiro della Nazionale, sul suo futuro è stato netto: «Voglio rimanere al Manchester City e starò al City». La domanda diretta è arrivata alla fine della conferenza: Mario, andresti al Milan? «Non adesso». Che cosa significa non adesso? «Non in questi anni». Dichiarazione impegnativa, dire di no al Milan per anni. «Io sono del City», la conclusione del siparietto. Poco prima, nel sottolineare la sua fedeltà ai nuovi campioni d'inghilterra, «Balo» aveva precisato di non nascondersi dietro chissà quali strategie: «No, non è un trucchetto di Mino (sottinteso Raiola, il suo procuratore, ndr)». E a una domanda su Thiago ilva, possibile rinforzo della squadra di Mancini, aveva replicato: «e viene al City, diventiamo più forti. icuro». Morale della giornata: secchiate d'acqua fredda su milioni di milanisti che pregustavano Balotelli vestito di rossonero. Oggi come oggi non se ne parla. Più avanti chissà: del mercato non c'è certezza, sul mercato le cose cambiano dalla sera alla mattina. A seguire gli altri temi affrontati ieri da Balotelli. Io, Cassano e Di Natale «Io e Cassano siamo molto simili e ci troviamo bene assieme, dentro e fuori dal campo. Quando ho saputo che stava male, non ci credevo. Questo cosa venuta dal nulla sembrava uno scherzo. Capito che era seria, gli ho detto: "e non ce la fai, all'europeo non vado neanche io". Questa non è la Nazionale di Cassano e Balotelli, questo lo dite voi sui giornali. Noi due non siamo i più forti, ma i più chiacchierati. Ci sono tanti giocatori bravi. enza concorrenza non è bello. Di Natale mi piace tantissimo. e dovessimo giocare tutti e tre assieme, mi sposterei a sinistra. Pur di esserci giocherei ovunque. Non sarà un problema ritrovare l'intesa con Cassano: è un fenomeno, Antonio, e noi due andiamo bene». Io e Prandelli «Non ho mai temuto di perdere la Nazionale. ono sempre stato in BALOTELLI PIAZZA TUTTI «No Milan, resto al City E ora ripago Prandelli» «Io in maglia rossonera? Non adesso, non in questi anni L Europeo occasione della mia vita: non lascerò l Italia in 10» «Io e Cassano siamo simili e ci troviamo bene assieme, dentro e fuori dal campo «Non è vero che non ho la testa. Mi sono stufato di sentir dire che devo crescere contatto con Prandelli. Il c.t., come Mancini, mi ha aspettato, mi ha dato fiducia e non vedo l'ora di ricambiare. Abbiamo parlato e non c'è bisogno che il mister dica quanto sia importante l'europeo perché lo so da me. L Europeo è l occasione della mia vita. pero di trasmettere il messaggio di un Balotelli che si diverte e di una squadra vincente. Non penso proprio di lasciare in dieci i miei compagni (in risposta a una domanda sulle sue frequenti espulsioni in Premier League, ndr). Anzi, credo di dare qualcosa in più. Le responsabilità non mi pesano, sono contento di averne. La pagna è la più forte, ma noi dobbiamo guardare noi stessi, renderci conto che anche noi siamo più forti». Io e il City «Eravamo i migliori e abbiamo meritato di vincere il campionato. Alla mia stagione do un voto di sufficienza, ma come squadra siamo stati superiori. Dopo l'espulsione con l'arsenal non ho pensato che potesse essere finita. ono giovane, ci sono gli alti e i bassi. E normale». Io e la mia testa «Non sono d'accordo con chi dice che non ho la testa. Non ci faccio più caso, ma mi sono stufato di sentir dire che devo crescere. Devo migliorare un po' nella tattica. Per il resto qualunque giocatore giovane con gli anni fa progressi. Non ho punti deboli e il mio punto di forza è la famiglia». Io e i tabloid «Non mi sento un perseguitato, ma in Inghilterra certi giornali basano tutto su quello che fai fuori campo e aggiungono molto alla realtà, cercano di farti passare per una

7 GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 7 LA UA CARRIERA Europeo -15 Italia a Cracovia il 5 giugno Ma prima due amichevoli Ecco il programma degli azzurri. LE AMICHEVOLI Due test per la nazionale prima degli Europei. Martedì 29 maggio a Parma contro il Lussemburgo. Nello stesso giorno il c.t. dovrà consegnare all'uefa la lista dei 23 azzurri. Poi venerdì 1 giugno ultimo testa a Zurigo con la Russia. LA PARTENZA Martedì 5 giugno il volo per Cracovia, base dell Italia. LE GARE Domenica 10 giugno a Danzica debutto con la pagna. Il 14 Italia-Croazia a Poznan e il 18 Italia-Irlanda, sempre a Poznan. Mario Balotelli, 21 anni, a fianco (AFP) e a sinistra (GETTY), con il nuovo look. uper Mario è da due stagioni al Manchester City con Roberto Mancini e ha appena vinto la Premier league persona cattiva. Chi mi conosce e mi vuole bene sa che non sono come mi descrivono. In certi momenti i giornali sono stati pesanti. A me non importa, non mi fa male, però mia madre e mio padre leggono e io devo spiegare loro che non c'è niente di vero. I miei genitori non meritano che vengano scritte delle cavolate». IL DIFENORE INFORTUNATO Chiellini vede già la pagna «Posso farcela per l esordio» DAL NOTRO INVIATO ANDREA ELEFANTE FIRENZE Corri che ti passa, perché devono passare ancora quattro giorni prima di buttarsi alle spalle anche gli ultimissimi dubbi e a Giorgio Chiellini l attesa sembrerà più lieve, calpestando l erba finalmente con un altro passo. E successo ieri mattina per la prima volta, dopo l infortunio all adduttore del 13 maggio. «Corsa lenta e continua», ha certificato poi il professor Castellacci. Insomma, niente di che: ma intanto quei giri di campo con Montolivo e De Rossi, a Chiellini hanno dato ancora un po di spinta, aspettando due responsi. Quello dei prossimi giorni, perché la corsa in linea in realtà è indicativa solo in parte e la risposta davvero importante ci sarà al momento dei cambi di direzione; e quello di inizio settimana prossima. Io e i capelli «Balo» sfoggia una cresta chiara, da mohicano. «Ho visto la pettinatura di Cristiano Ronaldo nello spot e mi piaceva, però ho deciso di tenermi la mia, che è meglio della tua (battuta in risposta a Pierluigi Pardo di Mediaset, ndr)». Io e Materazzi Un gruppo di azzurri campioni del mondo a Germania 2006 è a Coverciano per il corso allenatori. Tra loro Marco Materazzi, che in questi giorni si è intrattenuto con «Balo». Affinità elettive. «Marco - ha raccontato Balotelli - dice che devo allenarmi e giocare con serenità. "tai tranquillo e le cose vengono da sè". Io però non sono nervoso». Giorgio Chellini, 27 anni, cammina a braccetto per il terreno di gioco con il capo dello staff medico azzurro, Enrico Castellacci GETTY IMAGE D ARCO Il D day Già, perché lunedì sarà il «D day», per Chiellini e anche Montolivo: «Risonanza magnetica per entrambi», spiega Castellacci. Non aggiunge «decisiva», ma è come se, visto che solo 24 ore dopo, martedì 29, Cesare Prandelli dovrà consegnare la lista definitiva dei 23 per l Europeo. O dentro o fuori, e Chiellini anche ieri si è chiamato dentro: «pero e credo di poterci essere già il 10 giugno, contro la pagna. ono tranquillo e fiducioso, c è tutto il tempo per tornare e stare bene». E dimenticare definitivamente i timori di quel pomeriggio, verso la fine di Juve-Atalanta: «Vedermi in lacrime poteva sembrare esagerato, ma sentivo male e avevo paura, sì: paura di perdere un appuntamento che aspettiamo da due anni. Mica solo io: qualcuno, dopo la delusione del Mondiale 2010, ci considera una Nazionale di serie B e vogliamo dimostrare il contrario». La stessa fame Possibilmente a cominciare dalla partita con la pagna, la stessa che all Europeo 2008, ricorda Chiellini, «fu il mio vero battesimo internazionale. In questi 4 anni sono invecchiato ma anche cresciuto: ora ho uno spessore diverso e arrivo forse dal migliore anno della mia carriera». Che non gli ha tolto energie: «Pensare che dopo aver vinto lo scudetto, noi della Juve possiamo avere meno fame è un ipotesi da non prendere neanche in considerazione». E quella di replicare anche in azzurro la linea a tre del blocco difensivo bianconero? «Può essere una soluzione in più, ma ci sono anche altri difensori, di altre squadre: deciderà Prandelli». u questo e sul suo ruolo: «Centrale o laterale sinistro, non dovete chiederlo a me: quando arrivi a giocarti un Europeo viene prima la squadra e poi l interesse personale». Conte ci sarà Dunque si pensa prima alla Nazionale che alla Juve, con un eccezione per Conte («ono tranquillo: in ritiro sono convinto di ritrovare ancora lui e il suo staff») e una per Verratti, che poi eccezione non è, perché in questi giorni il ragazzo è azzurro, ma per motivi di mercato anche un po bianconero: «Gli auguro di venire alla Juve, dove potrà crescere bene e diventare giocatore e uomo. Ma Pirlo lo incrocerà anche prima, e per lui sarà emozionante come lo fu per me quando incontrai per la prima volta Cannavaro». A GLI ALTRI IN DUBBIO Riccardo Montolivo 27 anni, 30 presenze e 4 gol in questa stagione. Il nuovo centrocampista del Milan è in costante recupero Daniele De Rossi Il centrocampista della Roma ha partecipato alla sua prima partitella usando un tutore all indice della mano destra, operato una settimana fa L ALLENAMENTO pavento in allenamento Ma è solo un corto circuito Prezzi accessibili per una notte all Europeo Giovinco è pronto Prova d attacco Totò-uperMario DAL NOTRO INVIATO MAIMO CECCHINI FIRENZE Azzurro calcio e non solo. C era commozione ieri quando in televisione, per il ventennale della morte di Giovani Falcone e Paolo Borsellino, il vicepresidente Albertini e il commissario tecnico Prandelli - scortati da Balzaretti, De Rossi e Chiellini - hanno speso belle parole sull evento. La partecipazione ha concluso una giornata di lavoro incentrata su tre cardini: la prova del tandem d attacco Balotelli-Di Natale, la certificazione della guarigione di Giovinco (tornato ieri a disputare la partitella) e il lento ma costante recupero di Montolivo. eba, Totò e Mario Cominciamo proprio da qui, cioè dall (ormai) ex viola che ieri ha svolto corsa a ritmi sostenuti evidenziando progressi. «Insieme a Chiellini, Riccardo lunedì sarà di nuovo sottoposto a risonanza», dice il professor Castellacci, che sul suo recupero per l esordio di è detto «realista e ottimista». Nell allenamento del pomeriggio Cesare Prandelli ha schierato due formazioni ovviamente incomplete, causa infortuni e arrivi posticipati (oggi sarà il turno di Ogbonna, mentre il resto del gruppo arriverà sabato). Da un lato, oltre al portiere delle FIRENZE È scoccata la scintilla. tavolta non si tratta d amore bensì, assai più prosaicamente, di un cortocircuito. Ieri, durante l allenamento del pomeriggio, il c.t. Prandelli ha sospeso l allenamento perché su un pullmino della Rai parcheggiato vicino al campo si è attivata la sirena dell allarme anti-incendio. Mentre il fumo si alzava in aria, un paio di tecnici sono precipitosamente scesi dal veicolo, ma nel giro di pochi minuti - spento il focolaio d incendio - la situazione è tornata alla normalità e l allenamento ha potuto riprendere senza ulteriori conseguenze. aranno 6500 le stanze d albergo disponibili in Ucraina durante l Europeo. «A prezzi abbastanza accettabili», come sostiene Elena hapovalova, direttrice dell Agenzia statale per il turismo. La risposta arriva in seguito alla polemica del presidente Uefa Michel Platini che aveva definito «folli e criminali» gli aumenti dei costi di soggiorno. In media si oscilla dai 6 agli 83 euro, ma i prezzi variano a seconda del tipo di alloggio scelto: tra i 9 e i 98 per un albergo, tra i 30 e 205 per le strutture a tre stelle, tra i 50 e i 211 per gli hotel a quattro stelle. Già esaurite le soluzioni più lussuose. ebastian Giovinco, 25 anni IMAGE giovanili azzurre, c erano chelotto, Ranocchia, Bocchetti e Balzaretti, poi Cigarini e Nocerino alle spalle di Giovinco - che spesso giostrava in posizione di trequartista - Di Natale e Balotelli. Dall altra parte, invece, Viviano chiudeva la porta dietro a Abate, Astori e Criscito, in mediana invece toccava a De Rossi (che grazie a un tutore sulla mano ha potuto partecipare alla sua prima partitella) e Verratti lanciare Borini, Diamanti e Cassano - che si scambiavano spesso di posizione - collocati alle spalle di Destro. Primo Verratti Da segnalare come Cassano invitata spesso il giovane Verratti (al primo allenamento con la palla in azzurro) a verticalizzare subito il gioco. Titoli di coda sull amichevole di domani alle 18 contro la Virtus Vecomp, squadra dilettantistica di Verona che nella stagione passata si è distinta come la più corretta della serie D.

8 8 Mazzarri Prima del rinnovo di Conte era quello del tecnico napoletano, con 2,5 milioni, l ingaggio più alto tra gli allenatori di erie A LA GAZZETTA DELLO PORT GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 MERCATO A INGAGGI AL TOP la scheda ANTONIO CONTE 42 ANNI ALLENATORE Antonio Conte è nato a Lecce il 31 luglio Ex centrocampista di Lecce e Juventus, ha lasciato il calcio giocato nel 2004 per cominciare ad allenare. Come calciatore, con la Juve, ha vinto 5 campionati, 1 Champions League, 1 Intercontinentale e 1 upercoppa Europea. Come allenatore, nel 2009 ha portato il Bari in A, nel 2011 si è ripetuto col iena e il 6 maggio 2012 ha vinto lo scudetto con la Juve. Nella foto, la firma del contratto con Agnelli nel 2011 LAPREE Allegri In terza posizione è così scivolato il tecnico del Milan: ingaggio da 2,4 milioni a stagione (contratto in scadenza nel 2014) 2 Gli anni di prolungamento dell accordo fra Conte e la Juve, rispetto alla prima scadenza prevista nel 2013 Guidolin L allenatore dell Udinese (qualificata in Champions), forte di un contratto in scadenza nel 2015, guadagna 800 mila euro a stagione Pioli Ha appena prolungato il suo accordo per restare sulla panchina del Bologna fino al 2014, per un ingaggio da circa 700 mila euro a stagione Avanti insieme fase del ritiro estivo, quello da svolgere in montagna orientativamente tra il 10 e il 22 luglio. Dopo le accuse L accordo con la Regione Piemonte per una seconda edizio- di Carobbio ne a Bardonecchia sembrava saltato per problemi economici e infatti era stato effettuato un sopralluogo a Chatillon. Ieri Allenerebbe era in programma un ulteriore spedizione in Val d Aosta, che anche in caso però è saltata facendo ipotizzare un possibile ritorno a Bardonecchia. Con la Regione Piemonte, in fondo, l accordo c è di squalifica già e non sarebbe complicato organizzare lì il ritiro. Conte-Juve: 2015 Ora nel progetto c è la Champions Il tecnico rinnova: con 3 milioni l anno è il più pagato della A. Ritiro ancora a Bardonecchia? DAL NOTRO INVIATO G.B. OLIVERO TORINO Di autografi in queste ultime settimane Antonio Conte ne ha fatti moltissimi. Alcune volte addirittura bloccando suo malgrado il traffico, perché automobilisti che lo incrociavano per strada inchiodavano all improvviso e non ripartivano se non dopo una foto, una firma, una stretta di mano. L autografo più significativo, però, è quello che lega Conte alla Juventus fino al 2015 con stipendio di 3 milioni (sarà il tecnico più pagato in serie A). Il rinnovo discusso nei giorni scorsi, ieri è stato ratificato in dieci minuti da Marotta, dall avvocato De Renzis e da Daniele Conte; l annuncio arriverà nelle prossime ore, ma mai come in questo caso conta la sostanza. La società è consapevole della centralità dell allenatore nel progetto di una Juve vincente in Italia e in Europa e ha voluto prolungare il contratto con un anno di anticipo sulla scadenza fissata il 31 maggio Riunioni operative Ieri Conte è stato intravisto in mattinata e poi è sparito come il miglior illusionista. Il tecnico è entrato nella sede di corso Galileo Ferraris poco prima delle 11, ma poi è riuscito a dribblare telecamere, giornalisti e tifosi usando una delle uscite secondarie. La sua è stata una giornata intensa: mattinata in sede, pomeriggio a Vinovo e poi un altro passaggio in corso Galileo Ferraris. Ha fatto un rapido punto sul mercato, una chiacchierata con il team manager Matteo Fabris e il direttore dell area marketing e commerciale Francesco Calvo con cui ha parlato anche della upercoppa (forse lunedì si deciderà se giocare a Pechino o a Torino) e una più lunga riunione operativa con lo staff tecnico e atletico per discutere del lavoro estivo e della preparazione alla prossima stagione. Ritiro estivo A tal proposito, la Juve ha già definito la sede (Montreal) e le amichevoli (contro Washington DC United, Paris t. Germain e Real Madrid) della tournée nord-americana ma non ci sono ancora certezze sulla prima clic ULLA ACCA DA GOLF DODO MOLINARI CUCE LE3TELLEDELLAJUVE Pensa alla Juve anche quando è impegnato sui campi da golf. E così Dodo Molinari (da oggi impegnato nel BMW Pga Championship) ha festeggiato lo scudetto modificando la sua sacca. Il numero degli scudetti? 30 e non 28. Le stelle? 3 e non 2. Verso la Champions Il lavoro estivo della Juve ricalcherà quello della scorsa stagione: ci saranno molta corsa, resistenza e forza. I giocatori partiranno da una base migliore e potranno sostenere carichi molto pesanti: d altronde i bianconeri dovranno aggiungere gli impegni europei a quelli del campionato e il dispendio di energie sarà maggiore. Conte, orgoglioso per la fiducia della società, sente la responsabilità di disputare una grande Champions: che non vuol dire vincerla, ma dimostrare che la Juve è tornata competitiva anche a livello internazionale. Voglia di mare Intanto l allenatore si sta preparando per le vacanze con la moglie Betta e la figlia Vittoria: la stagione è stata logorante. Conte ha dovuto ricostruire dalle fondamenta l idea di squadra per poi gestire le fasi di crescita e lo sprint finale con il Milan. Non sono mancati i momenti difficili e nemmeno le polemiche: dopo le dichiarazioni di Carobbio alla Procura Federale si attende la convocazione di Conte, che comunque si è sempre mostrato molto sereno esattamente come la società. Adesso Antonio ha soprattutto voglia di mare e di serenità. MAURIZIO GALDI I catastrofisti, già dal momento in cui è stato reso noto il verbale (a lungo secretato) dell ex calciatore del iena Filippo Carobbio, si fanno una sola domanda: ma la Juventus dovrà cambiare allenatore? La risposta è no! Il regolamento Qualunque squalifica prevede per i tesserati, se calciatori o tecnici, l impossibilità di accedere a spogliatoi o campi di gioco in occasione di incontri ufficiali. Questo significa che se per caso dovesse essere in qualche modo dimostrata la «conoscenza dei fatti» (presunte combine in Novare-iena e AlbinoLeffe-iena) da parte di Antonio Conte, il tecnico della Juventus potrà continuare a dirigere gli allenamenti a Vinovo, ma gli sarebbe interdetto l ingresso agli spogliatoi prima o dopo la partita e al campo in occasione di incontri ufficiali in Italia o all estero. Nessuno può, invece, negargli di accedere allo stadio sia in casa che in trasferta o di concedere interviste, ma fuori dallo stadio. I precedenti Un precedente abbastanza recente riguarda l allenatore del Cesena Fabrizio Castori, squalificato per una rissa in campo per tre anni, poi ridotti a due, che continuò ad allenare il Cesena senza mai andare in campo. Un caso diverso riguarda il calciatore Angelo Pagotto che fu squalificato per doping e cercò di allenare i portieri della anremese, ma gli fu impedito. i tratta di un caso particolare, la squalifica per doping appunto, che prevede l assoluto allontanamento dagli impianti sportivi.

9 GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 9 Higuain bianconero La chiave può essere Osvaldo Il Real pensa all azzurro e vuole offrire alla Roma Gago più 10 milioni: Gonzalo allora può partire ANDREA PUGLIEE ROMA Higuain resterà al Real Madrid o no? A sentire José Mourinho non ci dovrebbero essere dubbi, ha convinto papà Jorge (anche agente del figlio), la Juventus può guardare altrove. «Higuain resta con noi», ha detto mercoledì lo pecial One al mondo intero, facendo intendere che l attaccante argentino dovrebbe rispettare il contratto che lo lega fino al 2016 ai blancos. C è una pista, però, che può aprire scenari diversi e porta direttamente a Roma e a Pablo Daniel Osvaldo, l attaccante italoargentino che in giallorosso ha chiuso con 11 gol in 26 partite. Dopo la buona stagione a Roma, infatti, il Real sta pensando anche a Osvaldo per rimpinguare il suo parco attaccanti e in caso che l azzurro sbarcasse a Madrid, Gonzalo Higuain potrebbe anche lasciare la pagna. cenario Roma e Real Madrid hanno un appuntamento in Gonzalo Higuain, 24 anni REUTER programma per la prossima settimana per risolvere la questione Gago. Il centrocampista, infatti, è in prestito con diritto di riscatto fissato a 6 milioni di euro. La Roma e Gago si sono già venuti incontro sull entità dell ingaggio e vogliono andare avanti insieme, ma i REBU ALLENATORE Montella-Catania alla risoluzione Roma in stand-by (pug) Nessun passo avanti tra la Roma e Montella, che aspetterà fino alla fine del weekend e poi si riterrà libero di parlare con chiunque. E non è detto che non spunti anche la Lazio, che ci aveva già pensato un paio di mesi fa. L Aeroplanino, a prescindere da come finirà con la Roma, non tornerà comunque a Catania, dove andrà alla risoluzione del contratto. Ma perché la Roma nicchia? Un po aspetta la finale di Coppa del Re e la possibilità di vedere cosa succederà con Bielsa, un po Baldini non è convinto delle sue richieste. Montella («Chi viene viene», ha detto scherzando ieri sera Totti) vuole l ingaggio di Luis Enrique (ma si può chiudere a 1,2-1,3 milioni più bonus) e la scelta di quattro collaboratori. giallorossi chiedono uno sconto al Real sul prezzo del riscatto. Ecco allora che a Madrid stanno pensando a una soluzione diversa: presentarsi al tavolo di Franco Baldini con un offerta che prevede Gago e 9-10 milioni di euro in cambio di Osvaldo (su cui c è anche l interesse del Malaga). L attaccante, infatti, ha lasciato un buon ricordo in pagna dopo l esperienza all Espanyol, avvalorata da quanto fatto a Roma. Ed è considerato una buona soluzione per l attacco, dove partirebbe giocoforza dalle retrovie. Ma fare panchina al Real, ci può anche stare. La Roma, poi, di fronte a un offerta del genere potrebbe anche convincersi a lasciar partire il giocatore, per fare cassa e rinvestire quei soldi altrove in un momento economicamente non florido. In più, sul conto di Osvaldo pesa lo «screzio» con Baldini dopo il k.o. di Lecce e quel carattere focoso che non convince fino in fondo. Lasciapassare È chiaro, quindi, che se Mourinho pensa a Osvaldo, potrebbe anche cambiar idea e decidere di lasciar andar via Higuain. In tal caso, la Juventus sarebbe lì pronta per valutare la situazione e vedere se ci sono i margini per chiudere la trattativa e portare a Torino il centravanti argentino. Il Pipita, infatti, si è lamentato in più di un occasione e dal suo entourage continuano a dire che la conferma di Higuain a Madrid non è così sicura come la va dicendo Mou. Domani, poi, il d.s. bianconero Paratici sarà in pagna per la finale di Copa del Rey tra l Athletic Bilbao e il Barcellona. Chissà che non sia l occasione giusta per stringere il cerchio tra Roma, Madrid e Torino. 4 BOMBER IN BALLO GONZALO HIGUAIN E nato a Brest, in Francia, il 10 dicembre 1987, ma è di nazionalità argentina. Attaccante, è approdato al Real Madrid nel 2006 DANIEL OVALDO È nato a Buenos Aires il 12 gennaio 1986, ma è naturalizzato italiano. Attaccante, ha esordito nella Roma l 11 settembre 2011 YNC DOMANI LA MANIFETAZIONE Tifosi in piazza per Ale, Agnelli: «Ci sarò anch io» Incontro fra il presidente e i sostenitori bianconeri: «Che bello salutare Del Piero così» DAL NOTRO INVIATO TORINO Del Piero non c è più, Del Piero c è sempre. E questo non sorprende nessuno: anzi, è logico che il popolo bianconero non si sia ancora rassegnato all addio del capitano. Ieri sotto la sede c era una dozzina di tifosi che aspettavano il presidente Andrea Agnelli per chiedere spiegazioni sulla fine della storia tra la Juve e Del Piero e per avvisarlo dell intenzione di organizzare una manifestazione a favore di Ale. Il dialogo con i tifosi A metà pomeriggio Agnelli è uscito dalla sede e ha incontrato i tifosi. Il presidente ha un ascendente tale sul popolo bianconero che non ha avuto problemi nello sposare con una simpatica battuta l iniziativa evitando ogni analisi della vicenda. A chi gli faceva notare che l addio del capitano era stato triste, il presidente ha risposto che meglio di così, ossia con la coppa dello scudetto, la storia non poteva finire. A chi gli prospettava l idea di manifestare a favore di Del Piero, ha risposto che sarà «il primo a scendere per strada e a camminare al vostro fianco». Appuntamento a domattina Questa manifestazione potrebbe avvenire domani, fuori dall hotel Principi di Piemonte, dove Del Piero terrà a metà mattinata un attesa conferenza in cui presenterà sicuramente una nuova iniziativa e magari si confronterà con le curiosità di chi cerca notizie sul suo futuro (Inghilterra? America?). Un futuro che ormai è il presente, mentre i tifosi della Juve proprio non ce la fanno a staccarsi dal passato. gb.o. NUOVA KIA CEE D ENTI IL BATTITO Battito dopo battito nuova Kia cee d amplifica le tue emozioni. Con il suo design innovativo, una qualità garantita 7 anni e il massimo della sicurezza e della tecnologia, trasforma la guida in un esperienza unica. NUOVA KIA CEE D. LIVE MORE LIFE. COPRILA NELLE CONCEIONARIE KIA. FINANCE copri la nuova cee d. RECOMMEND PROVA CEE D E VINCI UEFA EURO Garanzia 7 anni/ km escluso parti e/o componenti che hanno un limite naturale legato alla loro deperibilità temporale come: batterie (2 anni), sistemi audio, navigazione e intrattenimento audio/video (3 anni) e la verniciatura (5 anni). Dettagli e condizioni su e nelle concessionarie. Consumo combinato (l x 100 km) da 3,7 a 6,1. Emissioni CO 2 (g/km) da 97 a 145. La foto è inserita a titolo di riferimento. Concorso valido dal 13 maggio al 26 maggio Eventuale estrazione finale entro il 10 giugno Montepremi totale IVA inclusa. Regolamento completo sul sito

10 10 LA GAZZETTA DELLO PORT GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 MERCATO L EVENTO ORGANIZZATO DALLA CURVA NORD Tifosi, festa a an iro insieme a Julio Cesar Domani appuntamento con la musica di Vasco e i giovani di trama Atteso anche il portierone: potrebbe annunciare che rimane GIORGIO PECCHIA entite Tronchetti «Lavezzi sbaglia se non viene da noi» La battuta del presidente della Pirelli dopo l invito: «L Inter vuole abbracciare il Pocho» MATTEO DALLA VITE MILANO Un invito: a partecipare alla festa di ristrutturazione dell Inter. Lo fa Marco Tronchetti Provera all argentino Ezequiel Lavezzi, «che se poi non vuol venire, be, libero di fare una scelta sbagliata...» conclude sorridendo. Il presidente di Pirelli (main sponsor nerazzurro) nonché consigliere d amministrazione dell Inter, viene solleticato dalla domanda di uno studente all Università apienza di Roma. E il «pass» è servito. e ci vuole... Marco Tronchetti Provera formula il «benvenuto» così: «e Lavezzi vuole venire, l Inter avrá piacere di abbracciarlo; se non vuole venire fa una scelta sbagliata, che comunque è libero di fare...». La dichiarazione ha naturalmente forza e potrebbe essere un aperitivo di ciò che potrebbe avvenire nelle prossime settimane: sulla possibilità di tesserare il Pocho, l Inter sta credendo fortemente perché l attacco formato da lui, Palacio, Milito più neijder non è solo un disegno da sognatori. La coreografia allestita dalla Curva Nord nel derby del 6 maggio AFP LA RIVOLUZIONE I INIZIA IL 15 GIUGNO an iro sceglie la via olandese. Il nuovo fondo misto (tra erba naturale e sintetico) sarà firmato dall olandese Desso, azienda che ha già realizzato 470 campi nel mondo. Da ieri è così partita la nuova era di an iro, con l ok arrivato per la proposta olandese dopo l ultimo vertice. Battuta in volata la concorrenza dell italiana Limonta. In giornata c era stato il sopralluogo decisivo, al quale ha partecipato anche l a.d. del Milan, Adriano Galliani, oltre a Pierfrancesco Barletta, per l Inter, ed Alfonso Cefaliello per i rossoneri, membri del consorzio di gestione Inter e Voce: s intromette Ferguson Peccato - per gli interisti e soprattutto i napoletani - che su Lavezzi ci sia anche il Psg, l Anzhi e (new entry) anche il Manchester United. econdo indiscrezioni provenienti dall Inghilterra e riportate da Talksport, anche il Manchester United sembra aver messo gli occhi sul giocatore partenopeo in vista della prossima stagione. I Red Devils avrebbero infatti individuato nel Pocho il partner ideale da affiancare a Wayne Rooney. Nel grappolo di indiscrezioni non risulta che ci siano già stati contatti fra il Manchester United e il Napoli, ma è chiaro che, se l intromissione dovesse essere reale, l Inter si troverebbe a combattere con un altra concorrente di spessore e forte di possibilità economiche non proprio comuni. Il Meazza «sintetico» pronto il 25 luglio Lavori affidati agli olandesi della Desso Milan dello stadio. ono risultati due i punti forti della proposta Desso. Primo: i lavori dureranno meno, consentendo all Inter di giocare a an iro già il 2 agosto in Europa League. econdo: il progetto olandese prevede una percentuale maggiore di sabbia, condizione agevolata dalla natura del terreno di an iro, già di per se sabbioso. I tempi: bisognerà aspettare solo il concerto di Madonna. Poi, il 15 giugno il cantiere sarà aperto. Durata dei lavori cinque settimane: la consegna del nuovo an iro è così prevista per il 25 luglio. arà la festa dell orgoglio nerazzurro. Anche senza triplete 2010 (scudetto, Coppa Italia e Champions) e tripletino 2011 (upercoppa italiana, Coppa del Mondo, Coppa Italia), il popolo interista si radunerà domani sera a an iro (ingresso libero e gratuito, a partire dalle ore 19, nell area antistante la Curva Nord - Parcheggio A) per l ormai tradizionale appuntamento di fine stagione organizzato dalla Curva Nord. Assenti i giocatori della prima squadra, impegnati nella tournèe in Indonesia, e Moratti, in viaggio all estero (anche se i ragazzi sperano che il presidente faccia una sorpresa), si farà festa con la Primavera. aranno tutti lì, sul palco, per celebrare la vittoria nella Next Generation a Londra, la Baby Champions che ha lanciato Andrea tramaccioni sulla panchina dell Inter. L invitato dei «grandi» è Julio Cesar che ha rinunciato alla trasferta in Oriente aprendo il dibattito: resta o no? Dovesse presentarsi sul palco (e pare proprio di sì), il portierone potrebbe dare appuntamento ai suoi tifosi per il prossimo campionato. Ovviamente (sperano) sempre in nerazzurro. tesso discorso per i dirigenti. La Curva Nord aspetta a an iro i vertici per far sentire loro il ritrovato calore e l entusiamo in una serata che promette sorprese e una cornice di pubblico importante, a dimostrazione che si è interisti sempre: nelle vittorie e nelle sconfitte. Dopo lo straordinario spettacolo di Roberto Vecchioni dell anno scorso, il tema musicale della Festa 2012 sarà il "Tributo a Vasco" con le esibizioni della corista Clara Moroni e della Cover Band Blasco Forever. E, a proposito di cantanti, potrebbero esserci altre clamorose sorprese... Ospiti ul palco ci sarà anche qualo di Radio 105 mentre Cristiano Militello si farà sentire a modo suo... Imperdibili anche i video sulle coreografie dei derby della stagione appena conclusa. A proposito, i "ragazzi del Covo" (autentici artisti dello stadio, come ben testimoniano le ultime realizzazioni, completamente autofinanziate e costate mesi di lavoro notturno) accettano consigli e suggerimenti dai tifosi più piccoli che saranno chiamati a disegnare la loro coreo ideale per la prossima stagione e, magari, la vedranno materializzarsi... Per capire come, basterà guardare una particolare mostra fotografica sull argomento: come nasce, come si realizza e come si colora lo spettacolo del tifo. Contro il massacro dei cani per Euro 2012, saranno inoltre presenti con materiale informativo alcuni rappresentanti dell'oipa (Organizzazione Internazionale Protezione Animali). Infine, come in tutte le feste popolari, la lotteria con le maglie ufficiali e tanti altri premi. Per tutta la serata sarà attivo il servizio di ristoro con panini, hamburger, hot dog, patatine e birra, bevanda ufficiale della Nord. Lucas svanisce? Mentre il sito Calcionapoli24 svela un «Resto qui» del Pocho detto ad alcune tifose, ecco che l eventuale altra forza offensiva potrebbe svanire. tiamo parlando di Lucas Moura, che l Inter nel gennaio scorso avvicinò di persona con un blitz di Marco Branca in Brasile e con un offerta di 18 milioni più bonus. «Lucas non vuole muoversi, niente Chelsea. Vi posso dire che non vuole andare via dal Brasile - ecco le frasi dell agente Wagner raccolte da FcInter- News.it -. Lucas prima del 2014 non va via, perché c è il Mondiale. ono stato a casa di Abramovich, presidente del Chelsea, insieme all agente Zahavi, che è mio socio. e avessi detto a loro che Lucas costa 40 milioni, li avrebbero pagati al momento. Ma non hanno fatto offerte perché sanno che prima del 2014 Lucas non si muove. L Inter? E stata l unica a fare un offerta, da 25 milioni. Ma Lucas non si muove». Fine della telenovela? Gli interessamenti sempre forti per Pocho, Gomez e altri, direbbero di sì, ma chissà se veramente la pista-lucas si è inaridita oppure no. Pazzini offerto alla Lazio Nel frattempo, a proposito di attaccanti (anche esterni) vanno registrate due voci: in pagna darebbero Diego Forlan vicino al Malaga (dopo le voci su an Paolo e soprattutto Atletico Mineiro); l agente di Zarate (il fratello ergio, ex giocatore dell Ancona) ha svelato quanto segue: «Non abbiamo avuto ancora contatti con la Lazio o con l Inter - dice a lalaziosiamonoi.it -. Le due società hanno provato ad accordarsi inserendo nella trattativa un giocatore che interessa alla Lazio. L'Inter ha offerto Pazzini, ma c'è un problema legato all'ingaggio dell attaccante, che è piuttosto alto. La trattativa ha subìto una frenata, tra poco dovrò parlare con le due società per capire quale potrebbe essere il futuro di Mauro». Ergo, Pazzini più sul mercato che no. 4 I NUMERI 2 le partite L Inter giocherà in Indonesia due partite amichevoli al Gelora Bung Karno tadium di Giacarta. La prima è prevista questo pomeriggio, alle 14 ora italiana, contro una squadra di All tars locali; la seconda sabato con la nazionale indonesiana. 450 euro Un biglietto per assistere ad una delle due amichevoli nerazzurre può arrivare a costare anche 450 euro, in un Paese dove lo stipendio medio di un impiegato è tra i 100 e i 150 euro. 20mila L Inter Club Indonesia conta 20 mila iscritti nelle 54 regioni della nazione: «l Inter mania» è in continua crescita. Marco Tronchetti Provera, 64 anni, presidente di Pirelli LAPREE IL CAPITANO E IL NUOVO ACQUITO Zanetti: «Caro Palacio ti taglierò tutto il codino» Oggi alle 14 la prima partita della tournée indonesiana Bedy Moratti inaugura il club «Massimo Moratti» INTER.IT L affetto intorno a Esteban Cambiasso, 31 anni INTER.IT DAL NOTRO INVIATO LUCA TAIDELLI GIACARTA (Indonesia) L Indonesia lavora, guadagna, paga e pretende. Non ci sono infatti soltanto le due amichevoli di oggi e sabato dietro al compenso da rockstar (2,5 milioni di euro). L agenda nerazzurra è piena di appuntamenti: dopo la cena di ieri sera con i soci invasati dell Inter Club Indonesia, oggi (ore 14 italiane) si gioca contro gli All tars del campionato locale. olidarietà, chef e istituzioni Domattina Cordoba e Orlandoni visiteranno un ospedale per bambini disabili, mentre Baresi, Palombo e Poli saranno a un programma tv che per l occasione verrà girato nel villaggio accoglienza costruito a tempo di record fuori dallo stadio. tramaccioni, Pazzini e Crisetig sono invece attesi per foto ed autografi al negozio Nike, mentre nel pomeriggio il cuoco nerazzurro Giulio Lombardoni accompagnerà Castellazzi e Orlandoni a giudicare i piatti sfornati dai concorrenti di Masterchef Indonesia. Palette alzate anche per Palombo e Zanetti, che daranno i voti in una puntata di Indonesian Idols. Dellafiore, Jonathan e Longo faranno un clinic tecnico sempre al villaggio, mentre alcuni compagni incontreranno sabato il Governatore di Giacarta. Gran finale domenica mattina quando la squadra sarà ricevuta presso l Ambasciata italiana. altato invece l incontro ufficiale con il presidente indonesiano, potrebbe spuntarne uno con il nostro ministro degli Esteri Giulio Terzi. Zanetti: se Palacio viene... Ecco perché la partita diventa una specie di contorno. Come ammette lo stesso tramaccioni: «Faremo del nostro meglio: lo stesso Moratti è stato il primo a volere con forza questa tournée». E mentre Javier Zanetti a Inter Channel dice «Palacio è un grande campione, se arriva gli voglio tagliare il codino così diventa pelato come Cambiasso», l a.d. Ernesto Paolillo annuncia l apertura di una scuola calcio e l accordo con vari sponsor locali. Nella sfida di oggi («Non è un test per Coutinho, ha già dimostrato il suo valore da noi e con l Espanyol. Di Palacio non parlo perché non è ufficiale, ma di certo Moratti farà un grande mercato», aggiunge trama), per la prima volta nel paese del tarocco verranno utilizzati tagliandi anti falsificazione, con il chip. ALL TAR INDONEIA (4-4-2) aca; Ridwan, esmott, Kurniawan, J.Wilson; iregan, Dutra, Meiko, Intra; Agung, Andic. All. Aji antoso. INTER (4-3-3) Castellazzi; Maicon, Cordoba, amuel, Zanetti; Jonathan, Cambiasso, Crisetig; Longo, Pazzini, Coutinho. All. tramaccioni. ARBITRO Faulur Rossi (Indonesia). TV: diretta Inter Channel dalle ore 14 italiane

11 MERCATO GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 11 «Robben fischiato? Venga all Inter» neijder chiamailcompagnoinnazionaleolandese:«fossepermesitrasferirebbeinestate» MATTEO DALLA VITE MILANO «Fosse per me, in estate si trasferirebbe all Inter». Wesley neijder chiama Arjen Robben? Troppo facile dire così, ma è chiaro che la provocazione del genietto di Utrecht potrebbe anche fare rumore nonostante l allungamento di contratto appena sottoscritto da Arjen con il Bayern Monaco fino al Risarcitoria ubito dopo l amichevole giocata all Allianz Arena (Bayern-Olanda 3-2), il numero dieci nerazzurro ha reagito duramente ai fischi piovuti sul connazionale dopo l (ennesimo) errore dal dischetto che ha compromesso la finale di Champions League contro il Chelsea. Fra l altro l amichevole era stata organizzata come risarcimento per l infortunio di Robben stesso al mondiale del Che storia... I tifosi del Bayern hanno contestato Arjen anche per il rigore sbagliato contro il Chelsea gliato contro il Borussia Dortmund) ha fatto sì che i tifosi bavaresi lo accogliessero malissimo al suo ingresso in campo per l amichevole di martedì sera: fischi, segno inequivocabile di un rapporto che si è incrinato da tempo. «La reazione dei tifosi - dice neijder a Voetbal International - è stata vergognosa, oltraggiosa. E non è tutto. E stato anche sorprendente vedere che nessuno al Bayern lo ha difeso negli ultimi giorni, quasi un modo di escluderlo». Vieni all Inter Poi è intervenuto Karl-Heinz Rummenigge dicendo che alcuni tifosi bavaresi si sono scusati, ma il dispiacere di neijder per il trattamento riservato al compagno di nazionale è stato troppo forte. «Credo che situazioni del genere - continua Wesley - possano spingerlo lontano dal suo club, questa è stata una serata molto deludente per Arjen. e fosse per me, Arjen si trasferirebbe all Inter in estate». Ripetiamo: la ricerca di un giocatore del genere c è, e il contratto fino al 2015 sarà più forte del clima tempestoso creatosi fra Robben stesso e l ambiente circostante? Arjen Robben, 28 anni, e Wesley neijder. 27, con l Olanda REUTER ACQUITI A LIBONA In arrivo Lé e Ca due Primavera dello porting L Inter avrebbe chiuso per due giovani portoghesi, segno inequivocabile che puntare sui giovani sta diventando una priorità. I ragazzi in questione sono Edgar Lé, eclettico difensore centrale o centrale di centrocampo, classe 94, e Agostinho Ca, centrocampista di mezzo, classe 93: arrivano dallo porting Lisbona, dove hanno appena vinto il campionato Primavera. Reazione vergognosa Resta il fatto che, nonostante il suddetto prolungamento del contratto, Robben resta nel mirino di tanti club e - considerando che tramaccioni cerca proprio un esterno offensivo d attacco dopo Palacio (il primo della lista è sempre Lavezzi) - potrebbe sorprendentemente diventare un pezzo di mercato proprio per il trattamento ricevuto a casa propria. Quel rigore sbagliato nella finale (dopo quello sba- TUvuoi un sostegno in più per la tua professione. DOPO LE VOCI DI ADDIO tankovic: «Macché Usa to a Milano altri 2 anni» MARIO PAGLIARA MILANO L uomo che non sogna gli tates, nella testa ha un unico chiodo fisso: iniziare la decima stagione in nerazzurro. «Io in America? Ne ho sentito parlare, ma ci tengo a smentire: non c è nulla». Così ieri Dejan tankovic sul futuro, dichiarazioni rilasciate a Blicsport. La promessa Nella nuova Inter che nascerà, il serbo vuole esserci ancora. «to recuperando dall infortunio, e già cammino senza una stampella. Il primo luglio sarò a disposizione dell Inter. Già l Inter, perché resterò a Milano: ho altri due anni di contratto». Investimenti E poi si ragiona sull Inter che verrà: «Ho parlato con tramaccioni, una grande persona, e nonostante sia molto giovane ha già un idea chiara: sa cosa vuole dalla squadra. Il presidente Moratti è disposto ad investire seriamente per rinnovare la squadra: ho sentito che si pensa all acquisto di due o tre grandi calciatori». Nazionale Ultimo capitolo: «In nazionale sarò il braccio destro di inisa, che mi ha chiamato, perché questo lo devo alla nazionale serba. e poi avrà ancora bisogno di me, lo aiuterò». NOI ti offriamo BUINE GEMMA. Business Gemma nasce per aiutare le donne che, come te, lavorano in proprio e si trovano a dover fronteggiare eventi della vita privata che potrebbero avere effetti anche sull attività economica e professionale. Vieni in Filiale e parlane con il tuo gestore. Messaggio Pubblicitario con finalità promozionale. La Polizza Business Gemma è un prodotto assicurativo emesso da Intesa anpaolo Assicura.p.A. e riservato alla clientela delle Filiali delle Banche del Gruppo Intesa anpaolo. Prima della sottoscrizione del contratto leggere attentamente il Fascicolo Informativo disponibile presso le Banche del Gruppo Intesa anpaolo e sui siti internet della compagnia

12 12 LA GAZZETTA DELLO PORT GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 L INTERVITA «Resto a Pescara e se retrocedo pago io la società» Il tecnico boemo dribbla le voci di mercato: «to bene qui... Moggi?Non rovinatemilagiornata, malajuve di Conte mipiace» ZEMANLANDIA la scheda ZDENEK ZEMAN 65 ANNI ALLENATORE Zdenek Zeman nasce a Praga il 12 maggio Il padre era primario ospedaliero mentre la madre casalinga. arà lo zio materno Cestmír Vycpálek, ex allenatore della Juve, a trasmettergli la passione per lo sport Nel 1979 inizia dalle giovanili del Palermo, poi è a Licata: vince il torneo di C2 (1985). Nel 1986 primo passaggio a Foggia, poi Parma e Messina. Nel 1989 torna a Foggia e trionfa in B nel 91 con il tridente Rambaudi-Baiano-ignori. Zeman quindi approda alla Lazio e poi alla Roma. Va al Napoli dopo 3 mesi al Fenerbahçe, poi alernitana, Avellino, Nel 2004 l ultima A col Lecce. Brescia, Lecce, tella Rossa e Foggia (in Lega Pro) le recenti panchine. Il Foggia dei miracoli Promosso in A nel 1991 Zeman portato in trionfo dai suoi giocatori dopo la vittoria del campionato di B nel 1991: il tridente Rambaudi, Baiano, ignori garantisce gol e spettacolo DAL NOTRO INVIATO NICOLA BINDA PECARA Era a giocare a golf, nel solito club di Miglianico, protetto da una rigorosa privacy. Nessun incontro segreto con la Lazio o la Fiorentina, anche se qualcuno sta lavorando per portarlo lì. Zdenek Zeman ha trascorso i due giorni di riposo dopo la promozione in A nel solito modo: «Dovevo tirare in aria due palline... Ho fatto 36 buche, quindi ci ho messo un po' più di tempo...». Ieri mattina era regolarmente al Poggio degli Ulivi alla ripresa degli allenamenti del Pescara, in un clima rilassato che lui ha voluto scuotere con una battuta, dopo un attimo di pausa a bordocampo: «Quanti giri hanno fatto?» ha chiesto e poi il solito allenamento pesante con tanto di scatti e balzi. Al termine ha fatto la conferenza stampa, svicolando sui discorsi sul futuro, ma facendo capire che difficilmente si muoverà. «Il rinnovo? Non c è fretta. Io sto bene a Pescara» ha detto per troncare ogni discorso. Dire che era allegro, è troppo. i è solo incupito quando un giornalista gli ha chiesto: «Ha visto che Moggi le ha fatto i complimenti?». E lui: «Non rovinatemi la giornata». Più tardi, in privato, spiegherà. «Voi che avete i mezzi, andate a rileggere cosa dichiarò Moggi al processo di Napoli. Oggi dice cose diverse». Ok, nessuna Canossa. Lei si sente, nel calcio di oggi, quello che Beppe Grillo è per la politica? «No». Il calcioscommesse è peggio di calciopoli? «ono due gravi danni per il calcio, per la sua credibilità. Bisogna penalizzare chi ha sbagliato, senza guardare in faccia a nessuno. pero si riesca a ripartire, dando l'esempio e facendo sul serio». I pareggi di comodo e i cali di tensione a fine stagione sono stati il punto di partenza per le scommesse irregolari. Un successo per lei, che ha sempre giocato solo per vincere e fare gol. «Nello sport va avanti solo chi è più forte, non chi è più furbo». Però ha sbagliato pronostico: lei ha sempre detto che il Milan era favorito per lo scudetto. «In pochi l'hanno azzeccato. Anche Conte lo diceva. Poi c'è stato quel gol (di Muntari, ndr) e il calo di forma del Milan, così la Juve ne ha approfittato». La sconfitta in Coppa Italia rovina la stagione della Juve? «No, lo scudetto è importante». Il suo giocatore Verratti, che è juventino, dice che la Juve merita le tre stelle. Lei invece ha detto che gli scudetti sono soltanto «Con Verratti non parlo della Juve. Per me possono avere 20, 30 o 40 scudetti, non mi interessa. Questa Juve è vincente, ha dimostrato grande continuità, impone il suo gioco, è propositiva, non specula: questo è un modo di vincere che mi piace, a me non piace vincere a tavolino». L'anno prossimo la Juve sarà una delle sue rivali. Lei dopo 7 anni come si ripresenta in erie A? «Come sempre, non mi pento di nulla». Chiederà il premio salvezza? «Non esiste un premio salvezza: dovrei pagare io se retrocedo. Meglio un premio per l'europa League o la Champions». ««««Non mi pento di nulla: cerco sempre di far migliorare i miei calciatori Non so niente di Lazio e Fiorentina Quando ero in Turchia ho rifiutato il Real Le scommesse? Bisogna punire chi ha sbagliato, senza guardare in faccia nessuno eguirò l Europeo ma è più interessante l Olimpiade. Mi piace molto Bolt Il suo Pescara, rispetto alle altre sue squadre, è parso più registrato in difesa: aveva giocatori forti o lei li ha organizzati meglio? «Per me tutto normale. La cosa strana è quando prendiamo troppi gol. e non avessimo avuto cali di tensione prendendo gol sul 4-0 o sul 5-0, e se i guardalinee fossero stati più attenti al nostro modo di difenderci sbagliando meno fuorigioco, avremmo avuto la miglior difesa». Mah, forse... Di sicuro ha tre giocatori come Verratti, Insigne e Immobile che sono il futuro... «Me lo auguro, sarei molto contento per loro, devono trovare società e allenatori che danno fiducia. Ma per come

13 GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 LA GAZZETTA DELLO PORT 13 «Non sa allenare. Quando parla è lento, impacciato: i giocatori non capiscono Zeman Le tre stagioni alla Lazio Dal secondo posto all esonero Zeman arriva alla Lazio (nella foto è con Di Matteo) nel 94: ottiene un 2 posto, un terzo e un esonero (gli subentra Zoff) funziona il calcio oggi, se non hai 30 anni è difficile giocare». La cercano Fiorentina e Lazio. «Non seguo le cose dei giornali in questo periodo». Anche Moratti la stima. Ma lei riuscirebbe ad allenare i vari Zanetti, Lucio, Cambiasso, come fossero Insigne, Immobile e Verratti? «Io non ho problemi, se i giocatori vogliono migliorare e crescere a me vanno bene a tutti. Alla Roma avevo due campioni del mondo come Aldair e Cafu che si sono messi a disposizione». Quando era alla Roma disse di no al Real Madrid. «Anche quando ero in Turchia ho rifiutato il Real: ero impegnato, non avessi avuto squadra sarebbe stato diverso...». Ha ricevuto molti complimenti per la promozione? «Più di 500 messaggi, ma non ho risposto: fatelo voi per me. Alla gente piace il mio calcio, io faccio calcio per la gente. Qualche addetto ai lavori storce il naso, mi dispiace. Io voglio allenare per migliorare i giocatori». Accadde anche con Totti, che domenica le ha fatto complimenti spassionati. «Ci vogliamo bene». Ma lei è contento di quello che ha fatto il Pescara quest'anno? A vederla impassibile in panchina, anche dopo i gol, sembra di no... «La squadra ha dato più di quello che mi aspettavo. Non eravamo favoriti, c'erano molti giovani. I numeri sono lì a spiegare cosa abbiamo fatto: 25 vittorie, tutti i gol segnati (89, ndr) e i giocatori mandati nelle varie Nazionali». I migliori però potrebbero partire... «Troveremo dei sostituti, non Il biennio alla Roma A ridosso delle prime Il presidente ensi chiama Zeman alla Roma (nella foto con Totti) nel 1997: ottiene un quarto posto e poi un quinto clic NELLA PROIMA A ARA L UNICO TECNICO TRANIERO? Da sempre Zeman è considerato unico e inimitabile. Nella prossima stagione in erie A potrebbe «vantare» un altra prerogativa: essere l unico allenatore straniero. Partito Luis Enrique, al momento non ci sono «avversari». Il mercato dei tecnici è però ancora in movimento: non sono da escludere sorprese. Con il Lecce l ultima erie A La salvezza nel 2005 Con il Lecce ritrova la erie A nel (nella foto la gara contro la Juve a Torino): il tecnico conduce la squadra alla salvezza ma non è riconfermato c'è problema». Come sostituto di Immobile l'obiettivo è Floro Flores. Lei chi vorrebbe? «Non mi interessa, non faccio i nomi. Potrei dire che mi piace Messì (lo pronuncia con l'accento sulla i, ndr) o Cristiano Ronaldo. A me interessano giocatori che si mettono a disposizione e si integrano con il resto del gruppo, poi io cerco di migliorarli». Le dispiace che questo campionato sia finito? «Abbiamo ancora una partita, che giocheremo come sempre in maniera propositiva. Comunque si, mi dispiace essere alla fine, mi sono divertito. Ma è stato anche stressante, adesso è meglio andare in vacanza». Dove? «e riesco a Praga, poi in icilia». Europeo od Olimpiade? «Guarderò l Europeo, ma mi interessa di più l Olimpiade, che è la massima competizione sportiva. Dovrò prendere un i-pad per vedere le gare mentre faccio allenamento. Tanto la squadra gioca a memoria...». L atleta che più la incuriosisce? «Bolt: spero che non sbagli più la partenza». Prandelli ha detto che avrebbe pagato il biglietto per vedere una partita del Pescara. Lei lo pagherebbe per vedere questa Nazionale? «Non lo so, ci sono anche tanti omaggi...». ««LUCIANO MOGGI EX D.G. JUVENTU Zeman? E una persona che ho sempre stimato, ma per ora ho altre strategie MAIMO MORATTI PREIDENTE INTER Complimenti mister. ei unico e inimitabile, semplicemente tu sei il calcio FRANCECO TOTTI CAPITANO DELLA ROMA

14 14 LA GAZZETTA DELLO PORT GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012

15 L ALLARME «ervono regole nuove per isolare i violenti» Diego Della Valle non si disimpegna dalla Fiorentina e accusa «ocietà ostaggio dei tifosi: o si reagisce o si è complici» ALEANDRA GOZZINI FIRENZE Appello universale, partito da Tokyo, con riferimenti a Inghilterra e Usa, e diretto al mondo del pallone italiano; Diego Della Valle rilancia dal Giappone: «ervono regole nuove che restituiscano il piacere di andare a vedere dei campioni, il sale del gioco sono il divertimento e la competizione, come si apprezzano negli stadi inglesi o nella Nba americana. Isoliamo i violenti e intervengano i presidenti di erie A, Lega e Federazione». Il richiamo di DDV, proprietario viola, arriva da lontanissimo ed esce da altri confini: non riguarda solo Firenze, è un avvertimento all ambiente, servono regole nuove per rinnovare il sistema, l allarme fatto scattare da migliaia di chilometri vuole essere un monito a stoppare il tifo becero. C è però un altro modo per allargare il discorso: la crisi del pallone non è solo sociale, è allo stesso tempo economica, e anche in questa direzione servono regole nuove; alla Gazzetta Della Valle puntualizza altri due aspetti: è in questi venti giorni di vuoto agonistico che si può iniziare a discutere il rilancio del movimento (dallo stop alla violenza al riassetto della Lega, all esigenza di un authority che regga il sistema dall esterno) senza bisogno di arrivare subito a una conclusione, ma con il via libera a un confronto che accompagni e dia spinta anche alla Nazionale impegnata all Europeo. Corso viola L altro aspetto che Della Valle sottolinea è che in nessun modo il suo intervento deve esser letto come l inizio di un disimpegno da Firenze. Diego Della Valle, 58 anni, patron della Fiorentina LAPREE «Dobbiamo proteggere i club e le persone serie dalle tensioni e dai delinquenti» Conferma diretta nel virgolettato da Tokyo: «Io mi sono messo da parte quando ho visto che qualcuno che aveva tutta la mia fiducia stava facendo qualcosa non nell interesse della Fiorentina. Ma in questi giorni mio fratello Andrea sarebbe dovuto essere qui con me a occuparsi delle nostre aziende, e invece ha preferito raggiungermi fra qualche giorno per impostare in prima persona i progetti della squadra»; Andrea Della Valle sta infatti lavorando per definire allenatore (Ranieri il preferito) e nuovo assetto societario (praticamente certo Pradé e forse uno tra Delli Carri e Minotti). Complici Parallelamente, occorrerebbe risistemare tutto l ambiente, a partire dall isolamento del tifo violento; continua Della Valle: «Quale dovrebbe essere il divertimento, in un contesto come quello attuale, per il proprietario di una società di calcio? È una domanda che faccio spesso a mio fratello, che quando pensa alla Fiorentina perde il suo pragmatismo da capitano d industria e ragiona da tifoso. È il momento di fermarsi e riscrivere le regole per evitare di ricominciare a settembre con nuove tensioni, con società e tifosi sani ostaggio di poche centinaia di delinquenti. Vedere stadi deserti, famiglie terrorizzate, o società ricattate da poche centinaia di fessi è contro l interesse di tutti e senza un intervento collettivo la situazione è destinata a peggiorare. Il punto è dividere società serie e tifosi seri, che rappresentano il 98%, da tutto il resto e proteggerli. Rivedere episodi come quelli di Genova o persone miti come Delio Rossi compiere gesti inqualificabili sotto l effetto di una pressione insopportabile non è più possibile. Il calcio deve comunicare messaggi positivi. Poi dobbiamo anche parlare di mercato, di allenatori, criticare e discutere, ci mancherebbe, ma sempre nel rispetto delle regole e del vivere insieme. Invece ho la sensazione che nessuno si sta più divertendo molto, ormai non si può più far finta di niente, altrimenti si diventa complici». HA DETTO Matteo Renzi, sindaco di Firenze: «Più volte Diego Della Valle ha espresso questa posizione. Me l ha detto anche personalmente, circa un mese fa, l ultima volta che l ho visto a Milano. E quindi capisco il suo stato d animo. Credo che i Della Valle abbiano un affetto profondo per questa città, abbiano il desiderio di investire qui. Le porte di Firenze sono aperte per i sogni più belli che insieme possiamo fare» GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 A LA GAZZETTA DELLO PORT IL PREIDENTE DELLA FIGC Abete: «Fermezza sì ma serve il dialogo» «Quelle di Diego Della Valle sono tesi pienamente condivise dalla Federazione, che naturalmente è aperta e a disposizione per approfondire ogni tipo di dibattito e per cercare le migliori soluzioni condivise». Questo il commento del presidente della Figc Giancarlo Abete, che poi ha aggiunto: «Va detto che sono stati fatti importanti passi avanti sul fronte sicurezza e lotta alla violenza, ma il fenomeno della diminuita quantità non risolve il problema della qualità dei fenomeni. ono di meno, ma spesso sono assai rilevanti. Le norme ci sono, e dicono che non ci può essere logica di scambio tra club e tifosi. Ma dialogo sì, quello è necessario: nell ultimo Consiglio federale abbiamo stabilito che entro il 31 luglio le società devono indicare chi è il responsabile dei rapporti con i tifosi. È qualcosa che sta molto a cuore anche all Osservatorio del Viminale, perché i canali di dialogo ci devono essere». Chiusura sulla diversità tra l Italia e il resto d Europa: «ono stato a Monaco per la finale di Champions e poi all Olimpico per quella di Coppa Italia: ho visto un evidente diverso approccio alla partita. Noi abbiamo una dimensione da Colosseo, sono tutte partite della vita con annesse esasperazioni. Altrove non è così, anche se in Germania c è una preoccupazione crescente per fatti accaduti a fine campionato». IL PREIDENTE DELLA LEGA Beretta: «tadi moderni e tecnologie adeguate» MILANO Convinto sostenitore delle tesi di Diego Della Valle sulla sicurezza è il presidente della Lega Calcio Maurizio Beretta: «ono stati fatti passi avanti in questo settore, lo dimostrano anche i dati dell Osservatorio. E chiaro che non bisogna comunque allentare la presa». Le parole del patron viola sono da tener in considerazione concretamente: «Il suo richiamo merita grande attenzione continua Beretta. Dobbiamo partire da quello fatto finora per incrementare gli sforzi. pero soprattutto che si riesca a togliere pressione dal mondo del calcio». L obiettivo resta il solito: individuare i nodi e trovare le contropartite per risolverli. «Bisogna isolare le minoranze violente. E per farlo è necessario il salto di qualità delle infrastrutture che devono essere più adeguate. erve una nuova generazione di stadi con le tecnologie di oggi». I lavori della Lega hanno preso una direzione precisa: «Potrebbe anche diventare un argomento da discutere nella prossima assemblea (lunedì 28, ndr). Intanto continueremo nelle attività di collaborazione con le autorità che già ci hanno consentito di gestire senza problemi la finale di Coppa Italia. La strada della collaborazione conclude Beretta sta dando i suoi risultati». Matteo Brega 15 PERIMENTAZIONE DALLA PROIMA TAGIONE NEUNA EPARAZIONE TRA CAMPO E TRIBUNE Nuovo corso nella Lega Pro Via le barriere dagli stadi L Aquila e Perugia saranno le prime, poi Catanzaro e Cremona: si punta al taglio definitivo MAURIZIO GALDI ROMA La Lega Pro con le sue 77 società diventa un vero e proprio «laboratorio per la sicurezza». L Osservatorio per la sicurezza delle manifestazioni sportive ne è convinto e per questo insieme si studiano piani per rendere sempre più agevole l arrivo dei tifosi allo stadio. Uno dei progetti che la Lega Pro vuole realizzare a tutti i costi è quello dell abbattimento delle barriere in tutti gli impianti. Il presidente Mario Macalli lo aveva annunciato a gennaio: «Togliamo le barriere in dieci stadi». Allora a presiedere l Osservatorio c era Roberto galla che accettò la sfida: «i può fare». Ora il progetto è andato avanti: la sperimentazione partirà nella prossima stagione in quattro stadi ed entro la fine dell anno il progetto potrebbe allargarsi a tutti gli impianti. i parte con L Aquila e Perugia, seguiranno a ruota Catanzaro e Cremona. Gli stadi L obiettivo della Lega Pro è anche quello di avere stadi sempre più adatti alle famiglie e che mettano al centro il tifoso. E proprio per questo Macalli ha più volte sollevato anche il problema di come la legge sugli stadi possa aiutare: «Non vogliamo stadi fatiscenti e per questo è necessario che all interno della legge ci siano anche le piccole società». Ieri il direttore generale della Lega Pro, Francesco Ghirelli, e il presidente dell Osservatorio Pasquale Ciullo ne hanno parlato nella riunione settimanale. ono Esultanza d archivio dell Arsenal: i tifosi a un passo AP molte le motivazioni che spingono la Lega Pro a lanciare questo progetto, ma è soprattutto il capoluogo abruzzese ad avere la priorità. «In particolare L Aquila ha spiegato Ghirelli è un messaggio di speranza che va oltre il calcio. In una città sconvolta dal terremoto e ancora ferma, il calcio con il presidente Gizzi dà un segnale in controtendenza, innovativo e di fiducia. tadio senza barriere e supporter trust (tifosi che acquisiscono quote nel capitale societario, come hanno da anni fatto in Germania ed Inghilterra con il beneplacito dell Uefa e dell UE): indicano un nuovo modo di concepire e fare il calcio. Il calcio può essere volano di un riscatto civile e morale». La -Card Altra importante accordo tra Lega Pro e Osservatorio è l introduzione di una tessera del tifoso di nuova generazione. Nasce la upporter Card che ha l obiettivo di migliorare i percorsi di fidelizzazione attraverso facilitazioni, sconti e un agevole rilascio della card che, non avendo a bordo alcuno strumento di pagamento, potrà essere ottenuta in tempi ristrettissimi. Taccuino BOLOGNA Contatto per la cessione Nella riunione dei soci di Bologna 2010, la controllante del club, è stato dato mandato all avvocato Catalanotti di contattare l advisor Tamburi per avviare le procedure di verifica dei conti in funzione dell eventuale cessione. I soci valutano il Bologna 36 milioni. EUROPEO UNDER 19 L Italia batte il Belgio 2-1 L Under 19 di Evani al debutto della Fase Elite dell Europeo batte 2-1 il Belgio (Improta e chiavone), giocando a lungo in 10 per l espulsione di Ely. Domani affronteranno a Misano Adriatico la pagna. RONALDINHO Il fratello prende maglie gratis (m.can.) «Il club non paga mio fratello? Allora mi prendo le maglie gratis». Lo ha detto Roberto de Assis Moreira, fratello e procuratore di Ronaldinho, che voleva portarsi via senza pagare circa 40 prodotti col marchio della società. L intervento di Michel Levy, vice presidente del club ha permesso al procuratore di portarsi via 25 maglie ufficiali, quota che spetterebbe al dirigente. econdo il procuratore, il Flamengo deve quasi due milioni di euro al fratello. Per la società invece il debito è di 870 mila euro. ROMANIA Coppa alla Dinamo di Bonetti La Dinamo Bucarest batte 1-0 il Rapid e si aggiudica la Coppa di Romania. Il gol di carlatache al 58 salva la stagione e assicura a Bonetti che centra uno degli obiettivi il rinnovo di contratto.

16 16 LA GAZZETTA DELLO PORT GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012

17 Napoli Martedì l incontro di De Laurentiis con il tecnico Progetto giovani? Mazzarri vuole i big O si ferma MIMMO MALFITANO NAPOLI E cominciato il conto alla rovescia. Cinque giorni ancora, dopodiché si avrà un indicazione più veritiera sul futuro tecnico del Napoli. De Laurentiis e Mazzarri s incontreranno martedì. Le posizioni sono abbastanza delineate: De Laurentiis è più che mai deciso ad allargare l organico a 30 giocatori, ma senza guastare i conti. Mazzarri, invece, ritiene che il Napoli debba restare ai vertici. Il tecnico preferirebbe una rosa di una ventina di giocatori, ma con i big. enza sconti, quindi tre top player: uno per ruolo. Quest anno c è stato il salvagente della Coppa Italia a confermare la crescita della squadra. E per il domani? «Ora ho bisogno di staccare la spina, poi penseremo al futuro». Walter Mazzarri ha le idee ben chiare e pretenderà dal presidente una campagna acquisti di primo piano. Per ora si parla solo della possibilità che Lavezzi vada via e del timore che anche Cavani possa muoversi. La realtà racconta di club come Inter, Manchester City, GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 Chelsea, Juve, pronti a contendersi i talenti. Ed è questo che preoccupa l allenatore. «Vorrei sempre vincere. Il futuro mi stimola». De Laurentiis vuole aprire ai giovani, Mazzarri non prescinde dai big. Diversamente potrebbe restarsene a casa, sapendo che i risultati degli ultimi anni rappresentano la garanzia migliore per convincere i grandi club che il più bravo resta lui. LA GAZZETTA DELLO PORT 17 FRANCECO VELLUZZI Udinese MAIMO MEROI UDINE Pozzo provoca «Via i gioielli? No, anzi rilancio» «Nonvedoclubchefarannospese folli. Noi andremo ancora meglio» Un obiettivo e un sogno per l Udinese: confermarsi ai livelli top delle ultime due stagioni (4 e 3 posto) e un sogno: imitare la ampdoria di Paolo Mantovani. A uscire allo scoperto è il patron Gianpaolo Pozzo al quale non sono piaciuti i numerosi rumors di mercato cominciati al termine del campionato. Del resto, non è una novità che la gioielleria Udinese sia particolarmente ricca e invitante. Top club «A dire il vero non vedo in giro tante galline dalle uova d oro dice di Pozzo al sito ufficiale della società, la crisi è sotto gli occhi di tutti e i top club che possono permettersi certe spese sono pochissimi. Certo, se vengono a bussare il Real Madrid e il Barcellona per un giocatore oggi è come vincere il primo premio alla lotteria, ma non credo proprio». Accadde lo scorso anno con anchez. Oggi in vetrina brillano i vari Benatia, Handanovic, Isla e Asamoah. Il primo è richiesto all estero, sul cileno ha messo gli occhi l Inter, sul ghanese la Juve e un paio di squadre inglesi. «Qui si stanno facendo i conti senza l oste replica Pozzo. Premesso che offerte concrete non sono mai arrivate, mi preme sottolineare che l Udinese non ha alcuna intenzione di gettare alle ortiche quanto di buono costruito, con tanta fatica, in questi due anni, anzi vogliamo consolidare questo salto di qualità». Due esempi L Udinese deve cominciare a essere considerata un punto d arrivo e non di passaggio. Questo è il messaggio di Pozzo. «Di Natale è la dimostrazione palese di come all Udinese si possa invecchiare felici, sotto ogni punto di vista, mentre girando per il mondo si corre il serio rischio di bruciarsi e di chiudere anzitempo la propria carriera». Il proprietario del club indica nella ampdoria l esempio cui ispirarsi. «La considero come la più classica dimostrazione che con la programmazione, le idee, e la serietà si possa fare di più, e meglio, che con i soldi. iamo arrivati al terzo posto, ci siamo qualificati per i preliminari di Champions League e adesso vogliamo andare avanti. Tutti insieme». Più avanti, la amp di Mantovani lo conferma, c è solo lo scudetto. Allegri e Conte insieme sull isola? Il milanista è restio. Ma Forlan, Dz i e chelotto ci saranno La Nazionale è un onore per pochi. Gli altri calciatori di A sono già in vacanza, ma giocano ugualmente. Davanti a genitori e figli, accanto a star della tv e dei reality, in contesti meno ufficiali, ma divertenti. La stagione dei grandi eventi è scattata ieri con la Partita del Cuore di Palermo e con la sfida tra vecchie glorie di Triestina e Udinese a Monfalcone, per raccogliere fondi per la la in Friuli. Il «Poma», organizzatore per il Comitato Marangone, ha portato due stelle: Pizarro fresco di Premier col City, e Felipe, difensore della Fiorentina con Udine nel cuore. Capri Un grande antipasto, in vista dei tornei estivi. Che quest anno cadono durante l Europeo. C è orpresa Van Gaal La mossa di Lotito empre più straniera la pista per la panchina L olandese è favorito su Terim e Deschamps Lazio TEFANO CIERI ROMA Il toto-allenatore diventa un intrigo internazionale. La ricerca di un nuovo tecnico spinge infatti la Lazio sempre più fuori dai confini italiani. Lo si era già capito con le prime candidature emerse per il dopo Reja. Quelle di Zola e Di Matteo, italiani sì, ma che ormai da tanti anni hanno messo le radici in Inghilterra e sono quindi quasi stranieri. Gli ultimi sviluppi, però, portano ancora più lontano verso tre tecnici che sono stranieri in tutto e per tutto, anche se (per due di loro) con un passato italiano. fermento a Capri per il «Vip Champion» che scatta il 6 giugno, fino al 10. Giuliano Annigliato (con Pino Taglialatela) ha in testa il colpaccio dello scorso anno: Allegri e Conte insieme. olo che nel 2011 i rapporti tra i due non erano così tesi. Pare che il milanista sia restio. Il campione d Italia ci sarà. I grandi nomi non mancano. A cominciare da Diego Forlan che apprezza la movida di Un trio d autore I tre nomi sono quelli di Fatih Terim, Louis Van Gaal e Didier Deschamps. Tre ipotesi molto affascinanti, tre operazioni però non semplicissime. Ma il duo Lotito-Tare sembra ormai deciso ad agire in questa direzione. Convincono poco infatti le piste nostrane, quelle che portano ai vari Gasperini, Delneri, lo stesso Zeman. E anche su Zola e Di Matteo ci sono dubbi relativi alla poca esperienza che in una piazza volubile come quella romana potrebbe pesare. I tre allenatori stranieri individuati, invece, di esperienza ne hanno da vendere e sono anche figure estremamente carismatiche, che è poi ciò che cerca il presidente Lotito. Dei tre, al momento, quello che sembra più abbordabile è Terim. L Imperatore dovrebbe liberarsi dal Galatasaray, ma questo non pare un grosso problema. Così come l ingaggio: il tecnico turco sarebbe disposto ad accontentarsi di uno stipendio ragionevole pur di tornare nuovamente sulla ribalta italiana dopo le esperienze con Fiorentina e Milan di una decina d anni fa. Con Terim, tra l altro, tanto Lotito quanto Tare hanno avuto modo di confrontarsi più volte in passato. Più complesse invece le piste che portano a Van Gaal e Deschamps. L olandese, però, è il nome che stuzzica maggiormente Lotito. Dopo l esonero di un anno fa del Bayern (con cui è ancora sotto contratto fino al 30 giugno) è alla ricerca di un avventura che lo intrighi. E misurasi con il campionato italiano sicuramente lo è. Con la Lazio ha avuto contatti preliminari incoraggianti, la trattativa potrebbe decollare. Certo, Van Gaal pretende un ingaggio adeguato alla sua fama (al Bayern prendeva 2,5 milioni l anno), ma Lotito non è spaventato. Infine c è Deschamps. Anche lui è stato avvicinato informalmente, sarebbe felice di tornare in Italia, ma vuole prima capire nel dettaglio il tipo di progetto che il club biancoceleste sarebbe in grado di fargli realizzare. Izmailov in arrivo E intanto la società lavora senza soste pure sul mercato. Ieri è stata messa a punto l operazione di riscatto della metà del cartellino di Candreva per 1,7 milioni: il giocatore resterà dunque alla Lazio in comproprietà con l Udinese. Il d.s. Tare ha inoltre bloccato il centrocampista russo dello porting Izmailov, 32 anni, in passato nazionale russo. L affare potrebbe andare in porto nelle prossime ore. E intanto il fratello-procuratore di Zarate lancia messaggi alla Lazio: «Ora che non c è Reja per Mauro si possono riaprire le porte della Lazio». Tre opzioni: Louis Van Gaal, 60 anni, AFP Fatih Terim, 58 anni, LAPREE e Didier Deschamps, 43 anni AFP casa nostra. E all Anema e Core o da Peppino Di Capri il divertimento è assicurato. Annunciati anche Dz i, Merkel, chelotto, Rolando Bianchi e Acerbi, personaggio da tener d occhio in estate. Genoa ALEIO DA RONCH GENOVA Rientra Perin per blindare il dopo Frey Ci sono anche Lamanna e Russo Preziosi prepara il nuovo progetto Al momento è l unica certezza: la porta del Genoa sarà in buone mani, chiunque sia il nuove dirigente scelto da Preziosi, qualunque sia la scelta per la panchina. Il Grifone da tempo ha fatto una scelta precisa: a preparare i suoi portieri sarà un uomo della società, Gianluca pinelli, non un collaboratore dell allenatore di turno. La continuità sta regalando ottimi risultati. ebastien Frey lo scorso anno è stato rilanciato dopo un ultima difficile parentesi a Firenze. A lungo il francese è stato il miglior portiere della erie A per i voti ricevuti e, dopo una flessione, nel finale ha garantito la salvezza. L erede designato Ora non sarà più solo: dal Padova, infatti rientrerà sicuramente Mattia Perin, eletto miglior portiere della serie cadetta, protagonista di un ottima stagione anche nell altalenante squadra veneta, dove ha mostrato la solita qualità e pure grande continuità e maturità. tarà a lui mettere alla prova Frey, insidiarne il posto e stimolarne il rendimento. Ma, come detto, il Genoa in questi anni ha esaltato altri estremi difensori, da qui è passato Frison, tuttora sono rossoblù Eugenio Lamanna, in prestito al Bari, e Danilo Russo, in comproprietà con lo pezia, formazione con la quale ha ottenuto la promozione in erie B. In orbita rossoblù poi c è ancora il brasiliano Rubinho, protagonista del ritorno in erie A e di ottime annate, anche per lui, ora svincolato, potrebbe esserci una chance di ritorno per completare il trittico di portieri del Genoa, visto che di Perin è stato uno dei primi maestri. Decisioni La porta, insomma, è al sicuro. Ora deve essere sistemato il resto. Preziosi attenderà ancora qualche giorno prima di svelare il suo progetto. Nei giorni scorsi ha parlato più volte con Pietro Lo Monaco e ean ogliano, ma esiste pure una terza ipotesi. Per la panchina salgono sempre più le quotazioni di Gigi De Canio, favorito rispetto a Del Neri e Ficcadenti. EGUI LA TUA QUADRA tutte le notizie in tempo reale su Da Capri alla ardegna: via alle vacanze dei calciatori Massimiliano Allegri in barca a Capri LORENZINI Roberto Mancini in spiaggia a Porto Cervo LAPREE a Forte dei Marmi Dopo Capri, ci si sposta a Forte dei Marmi e non solo davanti al bagno Piero dove sono di casa Moratti e Pirlo. i giocherà tra l 11 e il 25 giugno. Probabilmente con una giornata clou. C è la new entry enigallia e resiste la classica Milano Marittima, dove la famiglia Baldassari organizza il solito Vip Master: giugno per i calciatori, metà luglio per lo spettacolo. Tutto avviene con le telecamere appostate dappertutto. La serata di Calciomercato, il programma di ky port, è il collante di tutti i tornei estivi. Dalle 23 l appuntamento è fisso fino all 8 luglio. ardegna Ma il meglio lo offrirà la ardegna. Da ud a Nord. C è il debutto di Torre Chia, con i big di Udinese e Lazio dal 25 giugno. Hotel da favola, mare e piscina, musica e premi. Per chi ama la Costa meralda basta andare a Poltu Quatu a casa di Francesco Pulcini con Marianna Comotto e Diego Tavano. Anche qui è atteso Antonio Conte, ma pure Bojan e, udite, udite, Carles Puyol. Previsti pure Roberto Mancini e il presidente del Parma Ghirardi. Amico di Cesare Prandelli e di tanti azzurri che, se tutto filerà liscio, sono attesi dal 2 all 8 luglio.

18 18 LA GAZZETTA DELLO PORT GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 L EVENTO Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano parla ai giovani ANA Partita del Cuore Tutti per Falcone insieme a Miccoli Nel 20 o anniversario della strage di Capaci si mobilita Palermo. E il figlio di Borsellino va in gol FABRIZIO VITALE PALERMO La pioggia incessante su Palermo ha deciso di fermarsi poco prima delle 18. Come a voler dare una tregua alle migliaia di persone che si sono radunate attorno all Albero Falcone nell ora (le 17.58) in cui vent anni fa il magistrato palermitano perse la vita nell attentato di Capaci. Il grigiore del cielo è coinciso con quello degli animi di chi il 23 maggio del 1992 ha vissuto in presa diretta lo sgomento per la morte di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, degli Francesco Totti, 35 anni, ha giocato in porta con la Nazionale Magistrati agenti della scorta. Ma anche di chi non c era come gli studenti arrivati con le navi della legalità provenienti da Civitavecchia e Napoli per dare vita al lungo giorno della memoria. ulla banchina del porto c erano ad accoglierli molti ragazzi palermitani. Tanti gli striscioni in mezzo alle foto di Falcone e Borsellino. Una delle scritte diceva: «Benvenuti a casa nostra». ulle navi c erano anche i compagni di Melissa Bassi, la studentessa di Brindisi uccisa dall esplosione di un ordigno davanti alla scuola intitolata proprio a Francesca Morvillo Falcone. I giovani sono stati il filo conduttore delle manifestazioni nel segno del ricordo, dai luoghi simbolo della lotta alla mafia fino alla Partita del Cuore tra le Nazionali di magistrati e cantanti. Napolitano E a loro che nell aula bunker dell Ucciardone il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano rivolge un accorato appello. «Non lasciatevi intimorire, scendete in campo presto, l Italia ne ha bisogno, ve ne sarà grata», ha detto commosso e con le lacrime agli occhi. Dall aula del maxiprocesso, alla stele di Capaci, fino all albero davanti all abitazione di Falcone in via Notarbartolo, diventato uno dei simboli dell antimafia, il messaggio delle più alte cariche dello tato è forte. No al ricatto L invito a non abbassare la guardia del presidente del consiglio Mario Monti ha trovato sostegno anche nelle parole del procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso e di Maria Falcone, la sorella del magistrato ucciso. «iamo qui insieme e uniti per tenere vivo il ricordo di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli agenti della scorta ha detto il premier. La loro vita è stata un no al ricatto ed è stata un sì alla giustizia. E da loro che bisogna ripartire nella lotta senza quartiere alle mafie». Nei cortei che hanno attraversato la città i volti dei ragazzi si sono mescolati a quelli di tante famiglie che hanno deciso di sfilare insieme ai loro bambini. Loro, vent anni fa non c erano come la maggior parte del pubblico che ha riempito il Barbera per la Partita del Cuore. Al calcio è stato affidato il messaggio conclusivo della giornata tra ricordo e speranza al quale si sono uniti anche Francesco Totti, Fabrizio Miccoli (protagonista a sorpresa), Nicola Legrottaglie (anche in porta) e Gaetano D Agostino. E il primo gol della partita segnato da Manfredi Borsellino, figlio del magistrato scomparso, su azione avviata da Totti, è stata la sintesi estrema tra sport e memoria. A QUANTA EMOZIONE Daniele De Rossi Ricordo poco delle stragi, nel 1992 avevo 9 anni: soltanto dopo ho capito la grandezza di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino Claudio Baglioni Questo evento si chiama «Venti» come i vent anni dalla scomparsa dei due magistrati, ma anche nel senso di venti di ideali e valori Manfredi Borsellino ha realizzato il primo gol per i Magistrati, panò il secondo. La Nazionale Magistrati ha battuto i Cantanti 2-0 PROTAGONITA CON I MAGITRATI Totti, che parata «No: me l ha tirata addosso» Resiste un quarto d ora, poi gioca in attacco. L abbraccio degli azzurri da Coverciano GABRIELLA MANCINI Molto più di una partita di calcio. Lo stadio Barbera è pieno di giovani che non vogliono dimenticare e chiedono futuro. Tutti a cantare «Noi no» con Claudio Baglioni e la sua chitarra: «Noi noi no/noi mai più rubati/noi noi no/noi sogni di poeti...». La Partita del Cuore tra Nazionale Cantanti (con molti attori) e la Nazionale Magistrati è una serata intensa. Raoul Bova legge le parole di Giovanni Falcone, Luca Zingaretti quelle di Paolo Borsellino («Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola») e da Coverciano anche gli azzurri si uniscono in questo abbraccio collettivo. Il c.t. Cesare Prandelli e Albertini: «Anche noi siamo qui per ricordare». Balzaretti: «ono immagini forti, Palermo è una città splendida, la sento mia». De Rossi: «Ricordo poco delle stragi, nel 92 avevo 9 anni, soltanto dopo ho capito la grandezza di Falcone e Borsellino». Chiellini: «Dobbiamo difendere la libertà e lottare contro i soprusi». Ci sono anche Destro e Borini e tutti lanciano il numero dell sms di solidarietà, 45504, per aiutare i progetti legati alla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone e alla Fondazione Parco della musica Onlus. Totti portiere quadre in campo. Il capitano Piero Calabrò cede la fascia al capo della Direzione Antimafia Piero Grasso, con i magistrati gioca in porta Francesco Totti. Con i cantanti, c è Miccoli, ma gioca per dieci minuti: «Non stavo bene, ma volevo esserci. e rimango a Palermo? Al 50 per cento». Totti, calzamaglia nera e cappellino beige, entra deciso su Barbarossa, la comica palermitana Teresa Mannino gli si avvicina col microfono e gli fa i complimenti. Lui, spontaneo: «Me l ha tirata addosso!». Ma dopo un quarto d ora non resiste e va a giocare a centrocampo. Nell intervallo confida: «Ho saputo dopo che non posso fare gol, ma gioco anche nel secondo tempo... è un dovere essere qui, voglio onorare questa serata». E sono stati tanti gli artisti in campo, da Ruggeri a Greggio, da Bonolis a Masini. Un evento organizzato da Gianluca Pecchini, d.g. dei cantanti, felice per il calore del pubblico: oltre 27 mila spettatori per un incasso di oltre 103mila euro. Vincono i Magistrati 2-0 con i gol di Manfredi Borsellino e panò, vincono tutti, a cominciare dalle migliaia di giovani sugli spalti. CALCIOCOMMEE Palazzi e il boom di pentiti Già in 15 cercano sconti FRANCECO CENITI tefano Palazzi, 51 anni, è il capo della procura federale EIDON Manca una settimana all inizio del primo processo sul calcioscommesse, ma in procura federale piovono le richieste di patteggiamento. ono circa una quindicina i calciatori (nessun club) che vorrebbero uno sconto di pena per aver ammesso comportamenti fuori dalle regole. Un numero molto alto che fa ben capire come la «tolleranza zero» e il rischio di andare incontro a condanne severe, abbia consigliato i tesserati a una strategia difensiva diversa dal solito «non c entro nulla». Le richieste, comunque, non sono sinonimo di sconto: Palazzi dovrà vagliarle e darà parere positivo solo se riscontrerà una fattiva collaborazione alle indagini. In altre parole, lo status di pentito è riconosciuto se oltre ad ammissioni di fronte a contestazioni precise, il giocatore ha fornito dettagli e altri nomi sconosciuti alla Procura. Altrimenti Palazzi potrebbe respingere la richiesta di patteggiamento e portare il soggetto in questione a processo. Per pentirsi e imboccare la strada che porta a una riduzione della squalifica, c è tempo fino a un minuto prima dell inizio del patteggiamento. Quindi fino al 31 maggio. Video Aic E a proposito di pentiti. Ieri è stato reso pubblico (è visibile sul nostro sito il video di 13 preparato dall Associazione italiana calciatori per sensibilizzarli sul fenomeno delle scommesse. A rendere particolarmente crudo il video è un intervista a un giocatore, che ha voluto restare anonimo (facendosi riprendere di spalle) e che ha spiegato come è finito nella trappola del calcioscommesse. «A due giornate dalla fine del campionato racconta ricevo una telefonata da un calciatore che conoscevo perché ci avevo già giocato contro. Noi eravamo salvi e affrontavamo una squadra sotto di noi in classifica. Lui non faceva parte di questa squadra, ma mi disse che c erano dei soldi da prendere se avessimo perso la partita. Dissi subito di no. Lo dissi solo al mio procuratore, ma si decise di restare in silenzio senza denunciare». Un anno dopo altra telefonata, sempre dallo stesso calciatore: «C'era da pareggiare, la società non pagava gli stipendi. Da lì è cominciato tutto, e non sapevo più come tirarmi fuori. Poi la Procura mi ha chiamato: mi sono lasciato andare e ho raccontato tutto. e tornassi indietro non lo rifarei, sono rovinato, mi vergogno: ho tradito i miei compagni, i miei genitori e mio figlio». Tommasi oddisfatto Damiano Tommasi, presidente Aic: «Vedendo il video sono nati parecchi confronti e scambi di opinione in tanti spogliatoi. In alcuni casi ci siamo fermati a parlarne per più di un'ora, di come esporci, uscirne e soprattutto come difenderci. In altri l'emozione è stata forte, silenzio e riflessione, che è quello che volevamo». L INCHIETA DI BARI Masiello resta ai domiciliari emeraro jr: «Nulla da temere» Il gip del tribunale di Bari, Ambrogio Marrone, ha rigettato la richiesta di scarcerazione avanzata dalle difese di Andrea Masiello e dei suoi due amici, Gianni Carella e Fabio Giacobbe. Alla rimessione in libertà dei tre aveva dato parere favorevole la procura. Il giudice ha anche fissato per il 27 giugno l udienza per decidere sui patteggiamenti proposti dalle difese a cui la pubblica accusa ha dato l okay: un anno e 10 mesi per l ex capitano del Bari e un anno e 5 mesi ciascuno per Carella e Giacobbe. I tre sono agli arresti (prima in carcere, poi ai domiciliari) dal 2 aprile scorso con le stesse accuse di associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva per quattro gare del Bari dello scorso campionato. EMERARO Intanto l ex presidente del Lecce, Pierandrea emeraro, conferma in una nota ufficiale di essere indagato per frode sportiva. Per l accusa avrebbe avuto una Andrea Masiello, 26 anni parte importante nella combine di Bari-Lecce, quando furono versati 230 mila euro in diverse rate a Masiello e soci. emeraro afferma: «Apprendo ufficialmente di essere indagato per frode con riferimento alla partita Bari-Lecce. Nulla ho da rimproverarmi circa il regolare svolgimento della gara, ho dato incarico ai miei legali di tutelare la società e la mia persona. Per completezza devo evidenziare che non ricopro cariche sociali nel Lecce da circa un anno». cen

19 MONDO INGHILTERRA Coppa e fiaccola: Drogba va in Cina lo aspetta Anelka L ivoriano:«giusto lasciare il Chelsea adesso» Barton shock: punito con 12 turni, è record DAL NOTRO CORRIPONDENTE TEFANO BOLDRINI LONDRA Fiaccole e tribunali. Buoni e cattivi. Didier Drogba tedoforo di Londra 2012 a windon, la città dove allena Paolo Di Canio, che ha portato la squadra locale dalla League Two alla League One. E da ieri, per un diabolico intreccio, Di Canio non è più il maxisqualificato di sempre della Premier: Joey Barton, capitano del QPR, è stato condannato a 12 turni di stop dopo il caos scoppiato nella gara con il Manchester City, quella che ha assegnato il titolo dopo 44 anni alla squadra di Roberto Mancini. Drogba tedoforo Maglia e pantaloni bianchi, numero 84, sorriso largo. Monsieur Drogba lascia il Chelsea, ma continua la sua vita inglese. Ieri mattina il centravanti ivoriano, firma del rigore decisivo nella finale di Champions con il Bayern Monaco, ha fatto il bravo tedoforo di Londra 2012 per le strade di Didier Drogba, 34 anni, ieri con la torcia olimpica WINDON ADVERTIER windon. Drogba ha corso protetto dai volontari e dalla polizia. Con la mano destra ha tenuto la torcia, con quella sinistra ha salutato la folla. È stato il giorno dei calciatori: anche John McEachran, centrocampista del Chelsea quest anno in prestito allo wansea, ha recitato la parte del tedoforo. L addio Drogba ha salutato anche il Chelsea: «Era giusto chiudere un esperienza importante come quella vissuta al Chelsea dopo aver vinto la Champions». Le stesse parole sono ripetute dal padre Albert, 65 anni, ex funzionario di banca in pensione: «Didier mi ha chiamato al telefono lunedì e mi ha detto che la sua storia con il Chelsea era conclusa. Mi aveva invitato a Monaco, ma ho preferito vedere la partita a casa. Quando Didier ha segnato il gol del pareggio, sono rimasto calmo: sapevo che la battaglia non era finita. Quando si è incamminato per calciare il rigore, ho chiuso gli occhi e pregato. "Fallo per me, figliolo, segna". Quando ho sentito il boato ho riaperto gli occhi e ho capito che Didier aveva infilato il pallone in rete». Drogba andrà in Cina, allo hanghai henhua, dove è in arrivo l allenatore brasiliano Batista. Barton Neppure le preghiere sono servite ieri per salvare Joey Barton, il capitano del QPR: 12 giornate di squalifica dopo l espulsione contro il City. Barton ha ammesso di aver colpito Aguero, ma non Kompany. Il tribunale non gli ha creduto: colpevole su tutta la linea. Il QPR vuole cederlo, ma chi acquisterà un giocatore che guadagna 90 mila sterline la settimana e che ogni anno ne combina una? 4 NUMERI INGLEI 8 anni Tanto è durata la storia fra Drogba e il Chelsea. Ora la trattativa con lo hanghai henhua di Anelka, dove è in arrivo l allenatore brasiliano Batista 12 giornate Pesantissima la squalifica comminata a Joey Barton per la rissa all ultima giornata di Premier. Il primato precedente spettava a Paolo Di Canio (11 giornate) 90 mila le sterline che il capitano del QPR guadagna ogni settimana. Il club vuole cederlo, ma chi si accollerebbe uno stipendio simile per un giocatore così imprevedibile? GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 MANCA L ACCORDO CON I CLUB Platini all offensiva: «Bisogna migliorare l Europa League» FABIO LICARI LA GAZZETTA DELLO PORT 19 e anche Platini dice che «dobbiamo migliorare l Europa League», vuol dire che l allarme è arrivato all Uefa. Torneo minore, con finale interessante (Atletico-Athletic), «distrutto» dalla Champions. oprattutto finanziariamente: per il triennio , la Champions ha incassato quasi 4 miliardi di euro (1,3 all anno), l Euroleague neanche 800 milioni (240 all anno). Insomma, la riforma delle coppe dal sarà profonda. Ma tra Uefa e club non c è accordo. Agosto 2012 I contatti sono cominciati da tempo. A dicembre la Gazzetta aveva rivelato alcune indicazioni: Champions a 64 (con 16 gruppi) oppure con più divisioni (tipo erie A e B), da accantonare progetti di uperlega, almeno a breve, visto il memorandum appena firmato. Ma le trattative sono ferme: i «grandi» vorrebbero più club per i campionati top (almeno 5 con nuovi criteri di qualificazione) e sono insoddisfatti dai troppi risultati scontati. Platini risponde che, se riforma sarà, passerà per l accoglienza delle «piccole». Il rischio è che allargando il torneo non aumentino in proporzione le entrate, con meno soldi da distribuire. Galliani-Platini Inoltre il presidente Uefa non vorrebbe rinunciare all Euroleague (Galliani invece sì). Entro il 2013 la formula va approvata. I club temono che la nuova centralizzazione dei diritti delle nazionali sottragga investimenti alle coppe. Per il prossimo anno aumentano i premi Champions (+15%, in totale 860 milioni) e quelli di Euroleague. i discuterà anche di uniformare l inizio dei campionati: oggi la 1a va da luglio a fine agosto. Non sarà facile. Blatter-Facebook Blatter domani apre la due giorni del Congresso Fifa a Budapest. Entra una donna nell Esecutivo, Lidya Nsekera (Burundi); assicurazione Fifa anche per i convocati alle Olimpiadi; Kosovo autorizzato alle amichevoli (con protesta ufficiale della erbia) e nuove proposte di riforma: slittano i presidenti del comitato etico, dovrebbe passare la proposta di non più di due mandati presidenziali (e 72 anni massimo). Brasile 2014 lancia Facebook e Twitter in inglese.

20 20 LA GAZZETTA DELLO PORT GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE REGOLAMENTO 2015 ART. 1. IL CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE 2015 A CARATTERE INTERNAZIONALE SI SVOLGERA ATTRAVERSO VARIE TAPPE IN TUTTA ITALIA DA AGOSTO A NOVEMBRE. LE TAPPE

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

R. Giocatore Squadra P propr mvoto mgoal m.a/e fmed Crv P RUBINHO Palermo Ambrosiana F. 4 P MIRANTE Parma Ambrosiana F. 1 P BRICHETTO Palermo

R. Giocatore Squadra P propr mvoto mgoal m.a/e fmed Crv P RUBINHO Palermo Ambrosiana F. 4 P MIRANTE Parma Ambrosiana F. 1 P BRICHETTO Palermo P RUBINHO Palermo Ambrosiana F. 4 P MIRANTE Parma Ambrosiana F. 1 P BRICHETTO Palermo Ambrosiana F. 0 D BOCCHETTI Genoa Ambrosiana F. 5 D CASSANI Palermo Ambrosiana F. 5 D SANTON Inter Ambrosiana F. 5

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Obiettivo minimo GRANDI MANOVRE NON SOLO CALCIO. LA PARTITA SI GIOCA ANCHE AI VERTICI

Obiettivo minimo GRANDI MANOVRE NON SOLO CALCIO. LA PARTITA SI GIOCA ANCHE AI VERTICI GRANDI MANOVRE NON SOLO CALCIO. LA PARTITA SI GIOCA ANCHE AI VERTICI SOCIETÀ MILANO DOMENICA 19 APRILE 2015 WWW.METRONEWS.IT Inter-Milan oggi vale per restare in corsa Europa League. E Inzaghi è quello

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

47 Anno Domini Triathlon Festival

47 Anno Domini Triathlon Festival 47 Anno Domini Triathlon Festival Campionati Italiani Assoluti di Triathlon Sprint Staffetta a squadre Coppa Crono a Squadre Sabato 05 ottobre 2013 Domenica 06 ottobre 2013 Parco Le Bandie, Lovadina (TV)

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO

REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO STAGIONE 2011 2012 INTRODUZIONE Qui di seguito trovate le Regole Ufficiali della Federazione Fantacalcio. Ogni anno, se necessario, vengono modificate e aggiornate

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Alimentatore tuttofare da 10 A

Alimentatore tuttofare da 10 A IK0RKS - Francesco Silvi, v. Col di Lana, 88 00043 - Ciampino (RM) E_Mail : francescosilvi@libero.it Alimentatore tuttofare da 10 A E questa la costruzione di un alimentatore portatile che accompagna i

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 PREMESSE FONDAMENTALI

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 PREMESSE FONDAMENTALI REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 -- selezioni nazionali per il Sziget Festival 2015 di Budapest (HU) e per l Home Festival 2015 di Treviso -- La selezione denominata SZIGET

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli