Europa: la nuova etichetta alimentare è legge

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Europa: la nuova etichetta alimentare è legge"

Transcript

1 Argomnti Europa: la nuova tichtta alimntar è lgg Emanula Bianchi Dopo quasi quattro anni di continui confronti è stato pubblicato il nuovo rgolamnto uropo dstinato a modificar l tichtt di prodotti alimntari. Buona part dll indicazioni rs obbligatori sono già prsnti sull tichtt di prodotti prconfzionati. Non mancano l novità, anch s non smpr favoriscono i consumatori. Introduzion Dopo quasi quattro anni di lavoro, durant i quali la Commission uropa ha ascoltato valutato l signz sprss dall divrs parti intrssat (autorità dgli Stati mmbri, agricoltori, produttori, distributori consumatori), è stato pubblicato sulla Gazztta Ufficial dll Union uropa dl 22 novmbr 2011 il Rgolamnto 1169/2011, rlativo alla fornitura di informazioni sugli alimnti ai consumatori. Gli obittivi principali di qusta norma, già dichiarati all inizio di lavori dall autorità urop d splicitati soprattutto ni considranda dl nuovo rgolamnto, sono: da un lato, la ncssità di armonizzar modrnizzar l norm sull tichttatura di prodotti alimntari al fin di garantir la libra circolazion dgli alimnti all intrno dll Union uropa, dall altro, qullo di informar corrttamnt il consumator prché possa compir sclt consapvoli possa utilizzar in modo sicuro gli alimnti, com ribadito anch all articolo 3 dlla norma. Molt dll prscrizioni rlativ all tichttatura di prodotti alimntari riportat nl nuovo rgolamnto prvdono, in raltà, indicazioni di fatto già obbligatori sull tichtt di prodotti prconfzionati. Non mancano l novità, anch s l istanz di consumatori non smpr sono stat tnut in considrazion dall autorità urop. 112 Emanula Bianchi Altroconsumo Associazion Indipndnt di Consumatori Consumatori, DirittiMrcato numro 1/2012 Diritti Mrcato Argomnti

2 Quali l novità? Il campo di applicazion la rsponsabilità dgli opratori L prim novità appaiono vidnti già all articolo 1 dl nuovo rgolamnto, ch dscriv il campo di applicazion dlla norma. Infatti, non sono solo i prodotti alimntari prconfzionati a ssr l oggtto di qusto nuovo rgolamnto, ma l obbligo dll informazion, anch s con modalità divrs in alcuni casi non ancora spcificat, riguardrà tutti gli alimnti dstinati al consumator final, ivi comprsi qulli prparati dalla ristorazion collttiva qulli proposti a distanza (pr smpio, acquistati onlin). La norma ha fatto luc, in uno di suoi primi articoli, anch sull rsponsabilità dgli opratori alimntari in tma di corrtta informazion al consumator. In particolar, l articolo 8 chiarisc ch è l oprator con il cui nom o con la cui ragion social è commrcializzato il prodotto a dovr garantir la prsnza la corrttzza dll informazioni riportat in tichtta: qusto significa, pr smpio, ch nl caso di prodotti commrcializzati con il marchio di una catna di distribuzion (privat labl, ndr), il rsponsabil dlla compltzza dlla vridicità dll informazioni prsnti in tichtta è proprio la catna di distribuzion non colui ch ha prodotto l alimnto. L articolo 8 affrma anch ch gli opratori ch non influiscono sull informazioni rlativ agli alimnti non dvono fornir al consumator alimnti la cui tichttatura non sia a norma di lgg, ammttndo in qusto caso la rsponsabilità di distributori anch pr prodotti di marca, nl caso in cui l informazioni fornit in tichtta non siano complt corrtt. Infin, nl caso di prodotti provninti da Pasi xtra U la nuova norma chiarisc ch la rsponsabilità dlla corrtta informazion ai consumatori ricad sull importator. L informazioni al consumator È l articolo 9 dl rgolamnto a lncar l indicazioni ch dvono ssr fornit obbligatoriamnt al consumator al momnto dll acquisto dl prodotto alimntar. La maggior part di qust indicazioni sono già prvist, in bas all norm attualmnt in vigor, sull tichtta di prodotti prconfzionati: la dnominazion dl prodotto, l lnco dgli ingrdinti la quantità di taluni ingrdinti, la quantità ntta, il trmin minimo di consrvazion o la data di scadnza, l condizioni di consrvazion /o d impigo, il nom o la ragion social l indirizzo dll oprator alimntar, l istruzioni pr l uso, il titolo alcolomtrico nl caso dll bvand con un contnuto alcolico suprior all 1,2% in volum. A qust sono stat aggiunt con il nuovo rgolamnto, anch s solo Consumatori, DirittiMrcato numro 1/2012 Diritti Mrcato Argomnti 113

3 pr alcun catgori di alimnti, l indicazioni rlativ all origin dl prodotto l informazioni nutrizionali. Sono qust ultim, dunqu, a costituir l principali novità introdott dalla norma, pr quanto riguarda l indicazioni obbligatori ch ritrovrmo d ora in avanti sull tichtt di prodotti alimntari. Alcun piccol novità ch intrssano anch l altr indicazioni già prsnti in tichtta, prò, si scovano qua là lggndo con attnzion il tsto di numrosi articoli allgati ch costituiscono il nuovo rgolamnto. Innanzitutto, l prim novità riguardano l modalità di prsntazion dll informazioni. Infatti, il rgolamnto ammtt pr l indicazioni obbligatori l utilizzo di pittogrammi o simboli in aggiunta o vntualmnt in sostituzion di parol numri, a patto ch qusta simbologia garantisca lo stsso livllo di informazion al consumator. Inoltr, al fin di garantir la lggibilità dll informazioni riportat in tichtta, la nuova norma prvd da un lato ch i carattri abbiano dimnsioni pari o supriori a 1,2 mm, dall altro ch l informazioni obbligatori siano appost in un punto vidnt dlla confzion, in modo da ssr facilmnt visibili mai nascost, oscurat, limitat o sparat da altr indicazioni scritt o grafich. Con qust prscrizioni il lgislator vuol ovviar al problma dlla scarsa lggibilità, già da tmpo vidnziata dai consumatori dtrminata dalla prsnza nlla vcchia norma di indicazioni gnrich in tma di chiarzza dll informazion fornita in tichtta. Il lgislator è anch consapvol dl fatto ch la dimnsion dl carattr non è l unico paramtro a influnzar la lggibilità; qusta è, infatti, garantita anch dallo spssor dal color di carattri, dalla spaziatura tra lttr righ, dal contrasto tra scritta sfondo. Pr qusto il rgolamnto dmanda alla Commission l manazion di norm spcifich in tma di lggibilità. Dnominazion dl prodotto 114 L norm sulla dnominazion dll alimnto hanno introdotto alcuni obblighi ch vanno nlla dirzion di una più corrtta complta informazion di consumatori. In primo luogo, pr i prodotti ch sono stati conglati prima dlla vndita sono vnduti dconglati sarà obbligatorio riportar accanto alla dnominazion dl prodotto l indicazion dconglato. Ancora, nlla dnominazion dovrà comparir l indicazion dll ingrdint sostitutivo ch ha prso il posto nll alimnto dll ingrdint ch i consumatori prsumono sia normalmnt utilizzato pr la sua prparazion: è il caso, pr smpio, di una salsa tipo maions ottnuta con protin di soia, pr la qual il consumator dovrà ssr informato ch protin di origin vgtal hanno prso il posto dll uova, comunmnt utilizzat pr la produzion di maions. Consumatori, numro 1/2012 Diritti Argomnti DirittiMrcato Mrcato

4 Infin, novità in tma di dnominazion si hanno anch pr la carn i prodotti dlla psca o i loro drivati. La prsnza di acqua aggiunta in quantità suprior al 5% dovrà ssr indicata in tichtta, così com dovrà ssr spcificato nlla dnominazion s si tratta di carn o psc ricomposto. Ingrdinti Parlando di ingrdinti, la novità più important imposta dal nuovo rgolamnto riguarda snza dubbio l obbligo, anch pr gli alimnti vnduti sfusi, di comunicar al consumator la prsnza di allrgni nl prodotto. Nll lnco dgli ingrdinti, il nom dll allrgn dv ssr riptuto pr ogni ingrdint o coadiuvant tcnologico ch lo contin; inoltr, gli allrgni dvono ssr vidnziati in modo da potrli distingur dagli altri ingrdinti dlla lista utilizzando, pr smpio, un carattr divrso pr dimnsioni, stil o color dllo sfondo. Grand passo in avanti pr quanto riguarda l informazion al consumator è l obbligo di indicazion posto dalla nuova norma pr quanto riguarda la natura dgli oli vgtali utilizzati nlla formulazion di un alimnto. È una pratica ch abbiamo più volt msso in luc condannato con l inchist di Altroconsumo, qulla di nascondr sotto l gnrich dicitur oli vgtali o grassi vgtali matri grass non crto prgiat, né da un punto di vista conomico, né da un punto di vista nutrizional. Ebbn, quando il nuovo rgolamnto ntrrà dfinitivamnt in vigor non sarà più così: l allgato VII dlla norma uropa, infatti, prvd ch l indicazioni oli vgtali o grassi vgtali siano sguit dall indicazion dll origin spcifica dlla matria grassa utilizzata nlla formulazion dl prodotto. Qust obbligo non riguardrà, invc, l matri grass di origin animal, già guardat con sosptto dai consumatori. Infin, in tma di trasparnza il nuovo rgolamnto prvd ch la prsnza di ingrdinti sotto forma di nanomatriali sia chiaramnt indicata in tichtta riportando tra parntsi, dopo l indicazion dll ingrdint intrssato, la dicitura nano. Trmin minimo di consrvazion, data di scadnza data di conglamnto La nuova norma uropa prvd, com nl caso dlla vcchia, l indicazion in tichtta dl trmin minimo di consrvazion ( da consumarsi prfribilmnt ntro... ), nl caso di prodotti particolarmnt dpribili, l indicazion dlla data di scadnza ( da consumarsi ntro... ). Il rgolamnto richid, prò, ch qust ultima sia riportata su ogni singola porzion prconfzionata affrma splicitamnt ch un alimnto è considrato a rischio, s la data di scadnza è stata suprata. La novità più important in trmini di dat da riportar in tichtta è snza dubbio l obbligo, prvisto pr l carni, l prparazioni a bas di carn i Consumatori, numro 1/2012 Diritti Argomnti DirittiMrcato Mrcato 115

5 prodotti ittici non trasformati, di indicar la data dl primo conglamnto, nl caso in cui qusti prodotti siano stati sottoposti a qusto tipo di trattamnto di consrvazion. Pas d origin o luogo di provninza L norm attualmnt in vigor impongono già ora l indicazion d origin nl caso di alcuni prodotti alimntari: carn bovina, psc, frutta vrdura, mil, olio xtra vrgin di oliva. L obbligo d indicar l origin dl prodotto val già ora anch in tutti qui casi in cui la sua omission possa indurr in rror il consumator (la mozzarlla prodotta in Grmania è un caso smplar). Con il nuovo rgolamnto il lgislator, raccoglindo l istanz di consumatori intrssati a conoscr l origin dgli alimnti ch consumano, ha stso l obbligo di fornir qusto gnr di indicazion anch all carni frsch conglat dll spci suina, ovina, caprina avicola. Inoltr, la nuova norma prvd ch la Commission valuti, nl corso di prossimi tr anni, l opportunità di stndr l indicazion obbligatoria dll origin anch ad altri tipi di carn, al latt, vntualmnt anch utilizzato com ingrdint in prodotti lattiro-casari, a prodotti non trasformati o costituiti da un solo ingrdint a ingrdinti utilizzati in quantità supriori al 50% nlla formulazion dgli alimnti. Dichiarazion nutrizional 116 Tra l novità più importanti introdott vi è snza dubbio l introduzion obbligatoria dlla dichiarazion nutrizional in tichtta, sancita dall articolo 30 dl nuovo rgolamnto. Tal dichiarazion prvd l indicazion dl valor nrgtico dll alimnto il suo contnuto in grassi, acidi grassi saturi, carboidrati, zucchri, protin sal rifriti a 100 g o 100 ml dll alimnto così com vnduto al consumator. La norma prvd, anch, ch il valor nrgtico l quantità di sostanz nutritiv possano ssr sprss com prcntuali dll assunzioni di rifrimnto dfinit all allgato 13, a patto ch in prossimità di valori così calcolati si prcisi ch si tratta di «Assunzioni di rifrimnto pr un adulto mdio (8.400 kj/2.000 kcal)». La Commission è stata incaricata di dfinir l modalità di indicazion di qusti valori nl caso di gruppi spcifici dlla popolazion (pr smpio, i bambini). L informazion nutrizional potrà ssr rifrita, oltr ch a 100 g o 100 ml di prodotto, anch alla singola porzion o unità di consumo; la porzion, prò, dv ssr quantificata in tichtta sull imballaggio dv ssr riportato il numro di porzioni o unità in sso contnut. L indicazioni nutrizionali dvono ssr riportat in tichtta, s lo spazio lo consnt, prfribilmnt sotto forma di tablla, al fin di facilitarn la lttura da part dl consumator. È Consumatori, numro 1/2012 Diritti Argomnti DirittiMrcato Mrcato

6 possibil riptr sul front dlla confzion l informazioni rlativ al valor nrgtico dll alimnto al contnuto in grassi, acidi grassi saturi, zucchri sal. Qust informazioni non dvono ncssariamnt ssr prsntat in forma tabular, bnsì sprss com prcntuali dll assunzioni di rifrimnto, o rlativ vntualmnt alla singola porzion, ma in qusto caso dv ssr indicato anch il valor nrgtico rifrito a 100 g o 100 ml di alimnto. In pratica il nuovo rgolamnto ammtt in qusto modo l informazion smplificata sul front dlla confzion ralizzata con il sistma dll Gda (Guidlin daily intak), attualmnt già prsnt sull confzioni di molti prodotti alimntari. Pr quanto riguarda altr form smplificat di prsntazion dll informazioni nutrizionali il rgolamnto, pur ammttndol, n limita in raltà l utilizzo signdo ch siano basat su dati scintifici ch mostrano l ffttiva comprnsion da part di consumatori, ch siano obittiv non discriminatori ch drivino dalla consultazion di un ampia gamma di gruppi di soggtti intrssati. Indicazioni volontari disposizioni nazionali L articolo 36 stabilisc ch vntuali informazioni volontari riportat sull tichtta di prodotti alimntari dbbano ssr basat su dati scintifici non dbbano ssr ambigu o indurr in rror il consumator. Il già citato articolo 36 prvd, anch, ch qust informazioni non occupino lo spazio dll tichtta dstinato a ospitar l indicazioni obbligatori. La Commission è stata incaricata di adottar provvdimnti sull modalità di comunicazion rlativ all vntual prsnza non intnzional di allrgni all idonità di un alimnto pr vgtariani o vgani. Il rgolamnto vita sostanzialmnt agli Stati mmbri di mantnr o adottar disposizioni nazionali rlativ all prscrizioni oggtto dlla norma. È prvista l vntual adozion da part dgli Stati mmbri di ultriori indicazioni obbligatori pr particolari catgori di alimnti solo nl caso in cui qust si rndano ncssari al fin di protggr la salut pubblica i consumatori, o di prvnir l frodi. Ogni disposizion nazional dv ssr notificata alla Commission da ssa approvata. L obittivo final è vitar di ostacolar la libra circolazion dll mrci. L occasioni mancat Non è tutto oro ciò ch luccica! La nuova norma sull informazion al consumator si prstava all introduzion di novità importanti, ma non smpr il lgislator ha avuto la lungimiranza o la volontà di farlo. Consumatori, DirittiMrcato numro 1/2012 Diritti Mrcato Argomnti 117

7 118 È il caso, pr smpio, dgli alimnti sfusi di qulli princartati (cioè gli alimnti confzionati prsso i punti vndita, vntualmnt su richista dl consumator), pr i quali ancora una volta l Europa ha dmandato agli Stati mmbri il compito di scglir l indicazioni da fornir al consumator final l modalità con cui dvono ssr vntualmnt fornit nl punto vndita. Unica cczion gli allrgni, la cui prsnza dovrà smpr indrogabilmnt ssr sgnalata al consumator. Tra l occasioni mancat, nonostant l insistnt richista di consumatori, è sicuramnt da annovrar l snzion, riconfrmata pr l bvand alcolich (>1,2% volum), dal riportar in tichtta l lnco dgli ingrdinti l informazioni nutrizionali. In tma di informazioni nutrizionali, non è stata accolta la richista, avanzata da tmpo dall organizzazioni di consumatori urop, di fornir tali indicazioni obbligatoriamnt sul front dlla confzion, ch rapprsnta la porzion di tichtta ch il consumator può ossrvar con maggior facilità al momnto dll acquisto. Anch l utilizzo di colori, auspicato dai consumatori pr una miglior comprnsion dll informazioni nutrizionali, è stato di fatto archiviato. Difficil pnsar a una sua rintroduzion in futuro dato ch, com abbiamo visto, l form altrnativ di sprssion dll informazioni nutrizionali, oltr a ssr supportat da dati scintifici, dovranno ssr condivis dalla maggior part dgli attori dlla filira. Momntanamnt in stand by anch la qustion rlativa alla quantifica- zion dll porzioni, utilizzat in tichtta pr sprimr, soprattutto sul front dlla confzion, i valori nutrizionali dll alimnto. La Commission è stata incaricata di prdisporr rgol spcifich sull argomnto, poiché il lgislator ha riconosciuto l importanza di assicurar uniformità nll sprssion dll dichiarazioni nutrizionali in tichtta: fin ultimo, qullo di consntir al consumator un confronto ral tra i divrsi prodotti in commrcio. Purtroppo, prò, la tmpistica richista dalla stsura di qust rgol non è nota nppur dfinita dal nuovo rgolamnto. Continurmo, dunqu, a trovar sul front dlla confzion informazioni nutrizionali rifrit a mzza pizza, a mzzo pacchtto di patatin o ancora a 30 g di formaggio, ch non corrispondono ai consumi rali di qusti alimnti, ma ch consntono ai produttori di dichiarar valori nutrizionali non allarmanti, soprattutto nl caso di qui nutrinti (grassi saturi, zucchri sal) ch da tmpo la comunità scintifica addita com i principali rsponsabili dll insorgnza di malatti non trasmissibili (obsità, diabt... ) nlla popolazion uropa. Occasion mancata anch pr quanto riguarda la richista, avanzata dai consumatori, di dichiarar obbligatoriamnt in tichtta, in aggiunta agli altri valori nutrizionali, anch il contnuto in acidi grassi trans. Riconosciuti nocivi pr la salut, la valutazion dll opportunità di prvdr qusta informazion in tichtta è stata rinviata al dicmbr 2014, quando la Commission dovrà prsntar una rlazion in mrito alla prsnza di qusti acidi grassi ngli alimnti nlla dita dgli uropi proporr vntualmnt una norma spcifica. Consumatori, numro 1/2012 Diritti Argomnti DirittiMrcato Mrcato

8 Tmpi di applicazion Com smpr accad nl caso di norm ch si prfiggono com obittivo principal qullo di riordinar la lgislazion in matria, invitabilmnt i tmpi prvisti pr l applicazion dl rgolamnto rlativo all informazioni sugli alimnti da comunicar ai consumatori risultano particolarmnt lunghi. Entrata in vigor a mtà dicmbr dllo scorso anno, la norma uropa si applichrà, pr la quasi totalità dll su prscrizioni, solo a partir dal 13 dicmbr 2014, mntr l tichttatura nutrizional divntrà obbligatoria non prima dl 13 dicmbr Tutto qusto fatto salvo l saurimnto dll scort di prodotti tichttati prima dll ntrata in vigor di qust disposizioni. Qusto significa ch i consumatori dovranno attndr ancora anni prima di trovar sugli scaffali di ngozi alimnti tichttati scondo l disposizioni di qusta nuova norma. Conclusioni Voluto idato dall autorità urop al fin di armonizzar modrnizzar l norm sull tichttatura di prodotti alimntari garantir una corrtta informazion al consumator, il Rgolamnto 1169/2011 ha solo parzialmnt raggiunto qusti obittivi. L organizzazioni di consumatori urop possono, snza dubbio, annovrar tra l propri vittori l introduzion obbligatoria in tichtta di alcun indicazioni, quali l informazioni nutrizionali l origin di alcun catgori di alimnti. Dstinata a una più corrtta informazion al consumator anch la dfinizion di norm rlativ alla lggibilità dll indicazioni riportat in tichtta. La vittoria di consumatori è, prò, solo parzial. Infatti, dopo msi di discussion, l informazion sui prodotti non confzionati princartati è stata dmandata agli Stati mmbri, mntr sono stati dcisamnt bocciati i cosiddtti smafori, ossia il sistma di informazion nutrizional smplificato ch, sul front dlla confzion, avrbb potuto indicar in manira rapida al consumator l carattristich nutrizionali dll alimnto, suggrndogli l opportunità di un suo vntual consumo. Inoltr, molt rstano l disposizioni pr l quali il lgislator ha dmandato alla Commission l manazion di lin di indirizzo. Qusto, in aggiunta ai tmpi lunghi di applicazion dl rgolamnto già prvisti nl tsto dlla norma, fa sì ch i consumatori uropi dbbano aspttar ancora almno cinqu anni prima di trovar sugli scaffali di punti vndita prodotti alimntari l cui tichtt siano davvro chiar complt. Consumatori, DirittiMrcato numro 1/2012 Diritti Mrcato Argomnti 119

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali 2.2 L analisi di dati: valutazioni gnrali Di sguito (figur 7-) vngono riportat l informazioni più intrssanti rilvat analizzando globalmnt la banca dati dll tichtt raccolt. Considrando ch l tichtta nutrizional

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

Modello UNICO MENSA Comuni di Val della Torre e Caselette agg-to 29.05.2015

Modello UNICO MENSA Comuni di Val della Torre e Caselette agg-to 29.05.2015 COMUNE di VAL DELLA TORRE COMUNE di CASELETTE Ufficio Srvizi Scolastici Associati pr il srvizio di rfzion scolastica la riscossion informatizzata dll rtt rfzion, trasporto scuolabus d assistnza mnsa Piazza

Dettagli

L 309/56 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 19.11.2013

L 309/56 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 19.11.2013 L 309/56 Gazztta ufficial dll Union uropa 19.11.2013 Rttifica dl rgolamnto (UE) n. 10/2011 dlla Commission, dl 14 gnnaio 2011, riguardant i matriali gli oggtti di matria plastica dstinati a vnir a contatto

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

3 Corso di Formazione per Operatori Volontari per Centri di Primo Soccorso e Centri di Recupero Animali Selvatici Feriti o in difficoltà.

3 Corso di Formazione per Operatori Volontari per Centri di Primo Soccorso e Centri di Recupero Animali Selvatici Feriti o in difficoltà. Corpo di Polizia Provincial 3 Corso di Formazion pr Opratori Volontari pr Cntri di Primo Soccorso Cntri di Rcupro Animali Slvatici Friti o in difficoltà. (Opratori da impigar prsso il Cntro di Rcupro Animali

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence Rgolamnto pr la crtificazion di Sistmi di Gstion /o Prodotto Intgrati scondo lo schma Food Expo Excllnc In vigor dal 04/03/2014 Agroqualità S.p.A. Vial Csar Pavs, 305-00144 Roma - Italia Tl. +39 06 54228675

Dettagli

Il Rgistro E-PRTR (Europan Pollutant Rlas and Transfr Rgistr) Attuazion dl Rgolamnto (CE) n. 166/06 LA DICHIARAZIONE PRTR Dlgs 46/2014 (rcpimnto IED), con l art. 30 introduc pr la prima volta l sanzioni

Dettagli

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO Abbiamo iniziato a lggr in class Nonno Tano la casa dll strgh. Lo scopo ra ascoltar comprndr. Sguir la mastra ch dava sprssività alla lttura imparar da lla a lggr.

Dettagli

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie Argomnti Fornitura di nrgia lttrica clausol vssatori Eliana Romano 1 La rcnt libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica pr gli utnti domstici dl luglio 2007 impon all socità fornitrici dl srvizio particolar

Dettagli

Opuscolo sui sistemi. Totogoal

Opuscolo sui sistemi. Totogoal Opuscolo sui sistmi Totogoal Più info Conoscnz calcistich pr vincr Jackpot alti Informazioni dttagliat costantmnt aggiornat sul Totogoal, sui programmi Toto sui risultati rpribili su Tltxt, a partir dalla

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di Lampad di Lampad di MY HOME 97 Lampad Carattristich gnrali Scopi dll illuminazion Ngli ambinti rsidnziali gli apparcchi di illuminazion non sono imposti da lggi o norm, ma divntano comunqu prziosi ausilii.

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

Comune di Ferrara OPEN GROUP TANDEM. *** X Assemblea Nazionale Coordinamento. Agende21 Locali. 19 Settembre 2009.

Comune di Ferrara OPEN GROUP TANDEM. *** X Assemblea Nazionale Coordinamento. Agende21 Locali. 19 Settembre 2009. Comun di Frrara OPEN GROUP TANDEM *** X Assmbla Nazional Coordinamnto Agnd21 Locali 18-19 19 Sttmbr 2009 Arnzano (Gnova) addbitano all Amministrazion Comunal il sovrapprzzo introdotto dalla normativa RAEE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

La soluzione oggi più avanzata per realizzare un

La soluzione oggi più avanzata per realizzare un Skycntr www.skycntr.it L IMPIANO SA IN FIBRA OICA Lo sviluppo inarrstabil dlla Fibra Ottica La soluzion oggi più avanzata pr ralizzar un impianto sat condominial è qulla ch utilizza la fibra ottica. I

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

(pubbl. in Gazz. Uff. dell Unione europea n. L 139 del 30 aprile 2004). (I) IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA,

(pubbl. in Gazz. Uff. dell Unione europea n. L 139 del 30 aprile 2004). (I) IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA, Rgolamnto (CE) n. 854/2004 dl 29 april 2004. * Rgolamnto (CE) n. 854/2004 dl Parlamnto uropo dl Consiglio dl 29 april 2004 ch stabilisc norm spcifich pr l organizzazion di controlli ufficiali sui prodotti

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

Giurisprudenza della CGE in materia di sicurezza e qualità degli alimenti

Giurisprudenza della CGE in materia di sicurezza e qualità degli alimenti Giurisprudnza dlla CGE in matria di sicurzza qualità dgli alimnti Stfania Baronclli 136 L crisi alimntari ch si sono vrificat ngli ultimi 15 anni - polli alla diossina, ESB, salmonllosi, carn agli ormoni

Dettagli

Regolamento per il controllo della pubblicità

Regolamento per il controllo della pubblicità Rgolamnto pr il controllo dlla Rgolamnto pr il controllo dlla pu bbliciià. Introduzion: Qusto Rgolamnto vin applicato pr il controllo dlla pubbliciti su: Indumnti d quipaggiamnto di ginnasti, giudici diuignti;

Dettagli

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29 - Rpubblica di Malta - Rpubblika ta' Malta - Rpublic of Malta - LEGGE pr il riconoscimnto la rgistrazion dl gnr di una prsona pr rgolar gli fftti di tal cambiamnto, nonché il riconoscimnto la tutla dll

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni 2004R0853 IT 15.07.2010 008.001 1 Trattandosi di un smplic strumnto di documntazion, sso non impgna la rsponsabilità dll istituzioni B C1 REGOLAMENTO (CE) N. 853/2004 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1 Argomnti Conciliazion dll controvrsi: il ruolo dll associazioni di consumatori 1 Pitro Pradri Il CNCU (Consiglio Nazional di Consumatori Utnti) ha approvato il documnto con il qual si chid al Ministro

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna Oggtto: Convnzion intratno pr la ralizzazion dl mastr di I livllo in Global managmnt for China (GMC) dizion anno accadmico 2015/2016 N. o.d.g.: 05.1 C.d.A. 30.10.2015 Vrbal n. 9/2015 UOR: Ara affari gnrali

Dettagli

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni 2004R0854 IT 11.03.2011 007.001 1 Trattandosi di un smplic strumnto di documntazion, sso non impgna la rsponsabilità dll istituzioni B C1 REGOLAMENTO (CE) N. 854/2004 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo Il Codic di dontologia in tma di crditi al consumo Fabio Picciolini La rfrnza crditizia riguarda tutti i cittadini l imprs poiché, a front di ogni richista di aprtura di un rapporto crditizio, gli opratori

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

dossier a cura di Alessandro Massari

dossier a cura di Alessandro Massari I REFERENDUM REGIONALI ABROGATIVI, CONSULTIVI, PROPOSITIVI dossir a cura di Alssandro Massari PREMESSA... 2 1. RIMBORSI SPESE... 2 2. REFERENDUM PREVISTI NELLE DISPOSIZIONI STATUTARIE DELLE REGIONI A STATUTO

Dettagli

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli.

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli. VERSO LA COSTRUZIONE CONDIVISA DEL PIANO DIDATTICO DI SCUOLA 21 s. Istituto Tcnico Commrcial L'obittivo dl prsnt documnto è qullo di smplificar la compilazion dl Piano Didattico di Scuola 21 ch è riportato

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A AREA PERSONALE Ufficio Prsonal tcnico amministrativo Macrata, li 30.10.2008 Prot. N. 11694 IPP/29 d Ai Magnifici Rttori dll Univrsità Ai Dirttori

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

Donare ai tempi della crisi

Donare ai tempi della crisi Argomnti Donar ai tmpi dlla crisi Domnico Chirico Non è smplic districarsi all intrno dll numros richist opportunità di donazion ch, soprattutto in tmpi di crisi, provngono da molti fronti. L articolo

Dettagli

La sicurezza dei prodotti per bambini: giocattoli e vestiario 1. Fabio De Luca

La sicurezza dei prodotti per bambini: giocattoli e vestiario 1. Fabio De Luca Argomnti La sicurzza di prodotti pr bambini: giocattoli vstiario 1 Fabio D Luca L invasion di mrcati occidntali da part di prodotti dirttamnt importati dal Pas dl Dragon colpisc anch qull catgori mrcologich

Dettagli

Detrazione fiscale e risparmio energetico

Detrazione fiscale e risparmio energetico Consumatori in cifr Dtrazion fiscal risparmio nrgtico Giampaolo Valntini I risultati L dtrazioni fiscali dl 55%, 1 in vigor dal gnnaio 2007, hanno costituito il più gnroso sistma di incntivi mai msso in

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO EUROSCUOLA ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI BIANCHI SCUOLE PARITARIE PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO CLASSI MATERIA PROF. QUARTA TURISMO Matmatica Andra Brnsco Làvor ANNO SCOLASTICO

Dettagli

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO.

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pag. 1/10 REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pr form azion/ addst ram nt o cont inui si intnd la attività di addstramnto, vrbal / o pratico,

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

(7) Il requisito del regolamento (CE) n. 852/2004 che impone agli operatori del settore alimentare che intervengono in qualsivoglia fase della

(7) Il requisito del regolamento (CE) n. 852/2004 che impone agli operatori del settore alimentare che intervengono in qualsivoglia fase della Rgolamnto (CE) N. 853/2004 dl parlamnto uropo dl consiglio dl 29 april 2004 ch stabilisc norm spcifich in matria di igin pr gli alimnti di origin animal IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE

Dettagli

Matrice storica delle emissioni del documento

Matrice storica delle emissioni del documento (Rdatto dal Consiglio Dirttivo ai snsi pr gli fftti dll articolo 23. punto 6) dllo STATUTO dll Associazion ONLUS IL BRUCO, approvato dall Assmbla di Soci firmato dal Prsidnt dlla stssa. Ragion Social Sd

Dettagli

In breve. Segnalazioni. Dall Italia. a cura di Luisa Crisigiovanni

In breve. Segnalazioni. Dall Italia. a cura di Luisa Crisigiovanni Sgnalazioni In brv a cura di Luisa Crisigiovanni Dall Italia Luisa Crisigiovanni Altroconsumo Associazion Indipndnt di Consumatori Canon Rai - Garant pr la Protzion di Dati Prsonali Il Garant pr la Protzion

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

in materia di sostanze chimiche

in materia di sostanze chimiche Argomnti REACH - Il nuovo rgolamnto uropo in matria di sostanz chimich Eva Alssi Il 2006 ha sgnato una svolta pr la lgislazion uropa in matria di sostanz chimich ch subirà, a partir dal 2007, un imponnt

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE Esrcitazioni dl corso di trasmissioni numrich - Lzion 4 6 Fbbraio 8 ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENE I du sgnali passa basso di figura sono utilizzati pr la trasmission di simboli binari quiprobabili

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione UNITÀ FUNZINI E LR RAPPRESENTAZINE Tst di autovalutazion 0 0 0 0 0 50 60 70 80 90 00 n Il mio puntggio, in cntsimi, è n Rispondi a ogni qusito sgnando una sola dll 5 altrnativ. n Confronta l tu rispost

Dettagli

Programma promozionale dell ICE per il settore agroalimentare per il periodo settembre 2003 dicembre 2004

Programma promozionale dell ICE per il settore agroalimentare per il periodo settembre 2003 dicembre 2004 CNA ALIMENTARE > PER I NOSTRI ASSOCIATI > CIRCOLARI 2003 circolar informativa n 21: Programma promozional dll ICE pr il sttor agroalimntar pr il priodo sttmbr 2003 dicmbr Cari Collghi, Vi inviamo in allgato

Dettagli

Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto

Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto Barbara Baggi Lornzo Zucchi La conoscnza dll assicurazion pr la rsponsabilità civil dgli autovicoli prsnta luci ombr. Grazi a un inchista statistica di Altroconsumo

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Rvision n 3 25/06/2012 SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Cognom Nom Unità Oprativa Valutator Data valutazion Da compilar s noassunto: Data inizio priodo di prova Data valutazion

Dettagli

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica Drivat dll funzioni di più variabili Indic Drivat parziali Rgol di drivazion 5 3 Drivabilità continuità 7 4 Diffrnziabilità 7 5 Drivat scond torma

Dettagli

METODO DEGLI ELEMENTI FINITI

METODO DEGLI ELEMENTI FINITI Dal libro di tsto Zinkiwicz Taylor, Capitolo 14 pag. 398 Il mtodo dgli lmnti finiti fornisc una soluzion approssimata dl problma lastico; tal approssimazion driva non dall avr discrtizzato il dominio in

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

MAGAZZINO EX GUALA VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA

MAGAZZINO EX GUALA VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA CITTÀ DI ALESSANDRIA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PIAZZA DELLA LIBERTÀ n. 1 MAGAZZINO EX VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA FILE: procdura

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

Esercizio 1. Cov(X,Y)=E(X,Y)- E(X)E(Y).

Esercizio 1. Cov(X,Y)=E(X,Y)- E(X)E(Y). Esrcizi di conomtria: sri 4 Esrcizio Siano, Z variabili casuali distribuit scondo la lgg multinomial di paramtri n, p, p, p p p.. Calcolar la Covarianza tra l variabili d. Soluzion Dat du variabili dinit

Dettagli

( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii

( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii SETTORE ( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii I )I I \\l( rtanit (tttà d art I Affari Gnrali Finanziari DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Sttor I Affari Gnrali Finanziari Proposta di dtrminazion dl Dirignt prot.

Dettagli

Alcune definizioni correnti di curricolo. Umberto Margiotta

Alcune definizioni correnti di curricolo. Umberto Margiotta Alcun dfinizioni corrnti Umbrto Margiotta Di cosa è fatto intanto un? Di una squnza apparntmnt smplic linar lmnti ch, anch s vrsamnt dfiniti d splicitati, ricorrono in ogni contsto istruzion o progtto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Scuola Primaria di Cepina Valdisotto PROGETTO IMPARA L ARTE E FAI DA TE

ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Scuola Primaria di Cepina Valdisotto PROGETTO IMPARA L ARTE E FAI DA TE ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Scuola Primaria di Cpina Valdisotto PROGETTO IMPARA L ARTE E FAI DA TE Classi coinvolt: prima A B Tmpi di ffttuazion: 19-20-21 novmbr 2015 Obittivi trasvrsali gnrali:

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Multiproprietà: recepite le nuove regole

Multiproprietà: recepite le nuove regole Argomnti Multiproprità: rcpit l nuov rgol Valntina Apruzzi L introduzion di principi comunitari nl nostro ordinamnto mdiant il D.Lgs. n. 79/2011 mira a colmar l lacun dlla prcdnt normativa in matria di

Dettagli

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014 Dlibrazion n. 246 dl 10 april Dirttor Gnral Dr. Robrto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Dirttor Amministrativo Carlo Albrto Trsalvi Dirttor Sanitario Giuspp Giorgio Inì Dirttor Social Il prsnt

Dettagli

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UN IVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Rgional Vill Vnt VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE PROTOCOLLO D'INTESA TRA l'ufficio Scolastico Rgional pr il Vnto l' A~sociazion pr l

Dettagli

La Borsa Merci Telematica Italiana Un nuovo strumento?

La Borsa Merci Telematica Italiana Un nuovo strumento? Argomnti La Borsa Mrci Tlmatica Italiana Un nuovo strumnto? Annibal Froldi Riccardo Cuomo In qusti ultimi anni è divnuta smpr più prssant l signza di ammodrnar i srvizi a supporto dlla commrcializzazion

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli