Bando. Audit energetico degli edifici di proprietà dei piccoli Comuni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bando. Audit energetico degli edifici di proprietà dei piccoli Comuni"

Transcript

1 La ESCo del Sole srl via Zuretti 47/A Milano tel fax Bando Audit energetico degli edifici di proprietà dei piccoli Comuni Relazione sui risultati conseguiti Raggruppamento di Borgosatollo Provincia di Brescia Comune di Borgosatollo giugno 2007 La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 1

2 INDICE Premessa pag Obiettivi perseguiti da progetto Bando Fondazione Cariplo pag Attività realizzate e il piano temporale del progetto pag L Audit energetica di dettaglio Fase B pag Risultati ed interventi proposti pag Processo di formazione pag Pubblicizzazione presso la popolazione pag. 12 Allegato 1: Tabella riassuntiva consumi e interventi proposti pag. 13 Allegato 2: Esempio di file di monitoraggio consumi pag. 14 La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 2

3 PREMESSA La scelta di partecipare al Bando 2006 della Fondazione Cariplo Audit energetico degli edifici di proprietà dei piccoli Comuni, da parte del Comune di Borgosatollo, in Provincia di Brescia, si inserisce nel quadro della trasformazione normativa nel settore energia (L.10/91, L.R. 39/04, Direttiva 2002/91/CE, Dlgs 192/05, Dlgs 311/06 e seguenti), in particolare nel sostegno al risparmio energetico e allo sviluppo delle fonti rinnovabili, con l obiettivo di ridurre la bolletta energetica comunale e coerentemente agli obiettivi di riduzione delle emissioni inquinanti e climalteranti. La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 3

4 1. OBIETTIVI PERSEGUITI DAL PROGETTO BANDO FONDAZIONE CARIPLO Come si evince dal progetto presentato alla Fondazione Cariplo (vedi Tab. 1), al momento della presentazione della domanda erano stati censiti e raccolti i dati di 10 utenze comunali (edifici, impianti) e su di queste, si è svolto l Audit leggero. Tab. 1 Raggruppamento di Borgosatollo (BS) Edifici di proprietà comunale e attività di diagnosi Comuni Censimento preliminare edifici, centrali, utenze comunali Audit leggero Audit di dettaglio Analisi tecnico economica Involucro / impianti Piano degli interventi Borgosatollo totale Come si può osservare dall elenco puntuale degli edifici analizzati, che ha riguardato 10 edifici, il Piano d intervento e le relative analisi di dettaglio si sono estese a 4 edifici, comprensivi di involucro ed impianti che hanno consentito l individuazione d interventi ad elevato risparmio energetico e basso costo economico. La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 4

5 2. LE ATTIVITÀ REALIZZATE E IL PIANO TEMPORALE DEL PROGETTO Nello schema sottostante vengono riportate le 3 fasi essenziali del progetto: Fase preliminare - Fase A - con l indagine conoscitiva o audit leggero, audit di dettaglio - Fase B - ed il processo di formazione del personale che ha accompagnato tutte le fasi del lavoro. FASE Prelim SINTESI DEL PROGETTO Elenco edifici e reperimento dati consumi Formazione Personale FASE A Indagine conoscitiva o audit leggero Scheda edificio Censimento Edilizio Comune Criteri selettivi Mappatura Formazione Personale FASE B Audit di dettaglio e audit impiantistico INVOLUCRO TERMICO ELETTRICO Analisi tecnico-economica economica tempi di ritorno degli interventi previsti Formazione personale Nella tabella (vedi Tab. 2) è ripreso invece il calendario delle attività previste dal progetto e l andamento effettivo del lavoro in cui si evidenzia come la Fase A (in giallo) è stata svolta precedentemente al Bando Fondazione Cariplo, e le attività della Fase B (in blu) si sono potute concentrare in meno di 3 mesi (tra gennaio e aprile 2007). Tab. 2 Fasi e attività Fasi e attività Mese 1 Mese 2 Mese 3 Mese 4 1. Diagnosi energetica Fase A Audit Leggero X X X X X X X X Fase B Audit di dettaglio X X X X X X b1 Analisi tecnico-economica X X X X b2 Piano d azione X X X X 2. Formazione Personale X X X X X X X X X X X 3. Pubblicizzazione presso popolazione X La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 5

6 Questa strutturazione maggiormente distribuita delle attività ha consentito di realizzare più incontri formativi rispetto alle previsioni; infatti oltre a momenti d insieme (incontri di raggruppamento con funzionari ed amministratori, assessori e sindaci, segnalati in blu) si è potuto svolgere incontri specifici (segnalati in fucsia) per affrontare problematiche puntuali a livello comunale (v. scheda relativa alla Formazione del Personale). Di seguito viene descritto lo svolgimento dell attività prevista in fase B ed i risultati complessivi raggiunti. 2.1 L AUDIT ENERGETICA DI DETTAGLIO - FASE B A partire dall elaborazione dei dati raccolti in fase preliminare e dall Audit energetico leggero (Fase A) esteso a 18 edifici ed utenze, è stata fornita una prima classifica energetica degli edifici analizzati, che ha ordinato in forma decrescente gli edifici a maggior consumo totale su cui selezionare gli edifici più "energivori" dal punto vista specifico. Questa prima graduatoria è stata sottoposta ad un ulteriore classifica realizzata in base a criteri selettivi (v. tabella seguente). Da questo incrocio è stato definito il gruppo rappresentativo di edifici su cui condurre l Audit di dettaglio (4). Criteri selettivi prioritari 1. Edifici a maggior consumo complessivo (tep/anno) 2. Edifici a maggior consumo specifico (kwh/m 2 anno o kwh/m 3 anno). 2. Edifici su cui si riscontrano anomalie tra i consumi e potenze presunte e quelli registrati ai contatori (termici ed elettrici) desunti dalla lettura delle bollette storiche. 3. Edifici costruiti negli anni precedenti la legislazione sul risparmio energetico e su cui non siano mai stati compiuti interventi di manutenzione straordinaria 4. Edifici su cui si stanno programmando interventi di manutenzione straordinaria, messa in sicurezza. 5. Edifici con impianti temici obsoleti, funzionanti a gasolio o a bassi rendimenti di combustione, su cui si stanno programmando interventi di riqualificazione impiantistica 6. Edifici su cui è possibile attuare soluzioni tecnologiche di facile applicazione, a maggior resa energetica, a minor costo d investimento 7. Edifici su cui è possibile una maggiore integrazione in forma passiva e attiva delle fonti energetiche rinnovabili 8. Edifici ad elevato consumo di acqua calda sanitaria in cui potrebbe essere molto elevato il potenziale di ricorso a fonti rinnovabili 9.Rappresentatività pubblica dell edificio o interesse specifico da parte dell amministrazione ad effettuare interventi dimostrativi o di eccellenza L elenco degli edifici così selezionati corredati da una descrizione che ne dettaglia le motivazioni (vedi tabulati allegati da pag. 13), è stata sottoposta all Amministrazione, che ha successivamente approvato le scelte proposte, o in alcuni casi modificato e concordato le preferenze secondo motivazioni legati alla rappresentatività dell edificio o la possibilità di prevedere interventi di manutenzione straordinaria nei prossimi anni. La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 6

7 Gli edifici selezionati ai diversi livelli d indagine energetica (audit leggero, audit di dettaglio) sono i seguenti: Comuni Audit leggero Audit di dettaglio Borgosatollo Municipio X Centro sportivo X Scuola materna Rodari X X Scuola materna Collodi X X Scuola elementare don Milani X X Scuola media X X Palazzetto dello Sport X Teatro comunale X Biblioteca X Asilo nido Il Paperotto X L Audit di dettaglio ha previsto la compilazione di una Scheda di Rilevazione che approfondisce le informazioni sul sistema involucro-impianti. Nella scheda di rilevazione sono state raccolte: - le dimensioni geometriche e le caratteristiche termofisiche (trasmittanze) di ogni singolo componente dell involucro (pareti e superfici vetrate, differenziate per i diversi orientamenti, basamento e copertura) - dati di prestazione energetica e di utilizzo (giornaliero, settimanale, stagionale) degli impianti termici e del sistema di distribuzione del calore - dotazione di dispositivi elettrici, con relative caratteristiche di assorbimento elettrico e modalità di utilizzo (giornaliero, settimanale, stagionale) - eventuale dotazione di impianti da fonti rinnovabili. I dati raccolti sono stati opportunamente inseriti in un modello di calcolo che si basa sulla procedura operativa per la certificazione energetica degli edifici emanata da SACERT (Sistema di Accreditamento degli organismi di CERTificazione degli edifici) e derivato dal Best Class del Politecnico di Milano, riconosciuto dalla Provincia di Milano. Il foglio di calcolo restituisce da un lato la simulazione del comportamento termico effettivo dell edificio (considerando la temperatura reale degli ambienti interni, i periodi in cui l edificio non è abitato e le attenuazioni dell impianto termico) e dall altro consente di assegnare le classi di merito all involucro e al sistema involucro-impianto secondo la classificazione SACERT. La metodologia di certificazione SACERT si basa sulle seguenti ipotesi di standardizzazione degli usi energetici di un edificio: mantenimento della temperatura interna per le 24 ore giornaliere a 20 C per tutto il periodo invernale; utilizzo di ACS per 365 giorni all anno. Gli indicatori di classificazione energetica comprendono sette classi: dalla classe G, che indica gli edifici meno performanti, alla classe A, che indica gli edifici a maggior efficienza. Lo studio dell analisi sullo stato di fatto del comportamento termico (ed elettrico) di ogni edificio ha portato ad individuare gli interventi da adottare per migliorare le prestazioni termiche ed elettriche del sistema edificio, sia per la sua riqualificazione impiantistica (impianto di riscaldamento, acs, raffrescamento, illuminazione, messa a norma) che strutturale (interventi su involucro, infissi, tetto, ecc.). I possibili interventi, articolati tra tecnologie migliorative passive (involucro) o attive (impianto termico o elettrico), sono stati inseriti nel modello di calcolo, evidenziando il La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 7

8 miglioramento conseguibile in termini di consumo ed indicando la nuova classificazione energetica raggiunta. La comparazione tra lo stato di fatto e la simulazione degli interventi proposti rende evidente quali siano i benefici raggiungibili in termini tecnici, economici e di diminuzione delle emissioni climalteranti. Oltre alla simulazione degli interventi proposti è stata effettuata un analisi costi-benefici, calcolando l ammontare dell investimento, i tempi di ritorno e altri parametri economici come l IRR e il VAN. Va precisato che l obiettivo della diagnosi energetica è quello di fornire indicazioni su quali possano essere gli interventi da realizzare sugli edifici sottoposti a diagnosi per ottenere risparmi energetici e fornire l ordine di grandezza economico degli eventuali interventi proposti, ma non si sostituisce ad un preventivo. Per meglio comprendere nel dettaglio la procedura e le analisi effettuate si rinvia al CD allegato contenente i report delle Audit di dettaglio effettuate. La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 8

9 2.2 RISULTATI ED INTERVENTI PROPOSTI La Relazione di Sintesi si completa con un quadro sinottico (v. allegato: Tabella riassuntiva interventi a pag. 13), che sintetizza le simulazioni effettuate nelle diagnosi di dettaglio con il confronto tra i diversi scenari nel caso in cui venissero realizzati gli interventi suggeriti. La maggior parte degli edifici presentano fabbisogni specifici dell involucro che variano tra 120 e 180 kwh/m 2 anno. Rispetto al metodo di classificazione energetica SACERT, un solo edificio si classifica in classe E, due in classe F ed uno in classe G (oltre 160 kwh/m 2 anno). Se si osserva lo scenario base del rapporto edificio-impianti e quindi il consumo specifico di energia primaria che tiene conto anche dei rendimenti impiantistici attuali, i consumi specifici variano tra 140 e 290 kwh/m 2 anno. Si è così arrivati a proporre alcuni interventi essenzialmente di tipo impiantistico e di utilizzo di fonti di energia rinnovabile, prevedendo gli investimenti necessari, il risparmio ottenibile e fornendo alcuni parametri economici di confronto (come il pay back time e il VAN) In estrema sintesi se si applicassero gli interventi proposti si potrebbero ottenere risparmi fino al 30% dei consumi attuali. E stata proposta la sostituzione di 2 generatori di calore a basso rendimento con caldaie a condensazione ottenendo dalla simulazione risparmi di combusitibile dell ordine del 30% e riduzione di emissione di CO 2 del ordine del 15-20%; trattandosi di edifici scolastici, è stata inoltre suggerita l adozione di impianti di riscaldamento a bassa temperatura. Per quanto riguarda gli impianti di illuminazione, è stata proposta la sostituzione dei corpi illuminanti con lampade ad alimentatore elettronico e l adozione di sensori di presenza e di daylighting. Nell ambito dell utilizzo di fonti di energia rinnovabile, sono stati ipotizzati quattro impianti fotovoltaici di potenza complessiva pari a 40 kw e due impianti solari termici per acqua calda sanitaria. La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 9

10 3. PROCESSO DI FORMAZIONE Il processo di formazione del personale comunale ha accompagnato tutte le fasi di diagnostica del patrimonio pubblico, portando ad un sensibile miglioramento nella gestione dei dati da raccogliere, ottenendo: a) un aggiornamento ed attendibilità dei dati e una migliore accessibilità, b) una condivisione dei risultati per la futura attuazione degli interventi di risparmio e per una miglior gestione energetica. La raccolta dati e la compilazione della Scheda anagrafica per ogni singolo edificio è avvenuta secondo i seguenti tre passi: a) una prima riunione informativa e formativa con i tecnici comunali e/o amministrativi presso ogni singolo Comune che ha permesso inoltre di compilare un questionario relativo ad ogni edificio articolato in cinque sezioni: dati generali destinazioni d uso e modalità di utilizzo degli immobili impianto di riscaldamento impianto per la produzione di acqua calda sanitaria fonti energetiche rinnovabili e apparecchiature elettriche nell occasione è stata inoltre raccolta la documentazione cartacea e/o informatica di: copia delle bollette per la fornitura di energia elettrica degli ultimi quattro anni ( ) copia delle bollette per la fornitura di gas o gasolio degli ultimi quattro anni ( ) copia della pianta dell edificio (con indicazione dell orientamento), con evidenziati i locali non riscaldati copia del libretto caldaia b) visita e rassegna fotografica dell edificio e degli impianti (per la valutazione dello stato di conservazione-manutenzione e le modalità di utilizzo) condivisa con un responsabile comunale. c) raccolta e completamento delle informazioni (con alcune verifiche puntuali) sempre assieme ai responsabile del settore tecnico. I dati raccolti sono stati opportunamente inseriti in un modello di calcolo che si basa sulla procedura operativa per la certificazione energetica degli edifici emanata da SACERT (sistema di accreditamento degli organismi di certificazione degli edifici) e derivato dal Best Class del Politecnico di Milano riconosciuto dalla Provincia di Milano. Con i tecnici è stata svolta un attività mirata a riconoscere: gli elementi discriminanti della bolletta elettrica e termica i nodi critici nell'impostazione dei "contratti di gestione calore" come inserire parametri innovativi di risparmio energetico La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 10

11 individuare, con alcuni Comuni, elementi determinanti nell'impostazione dei capitolati d'appalto per la realizzazione di lavori di riqualificazione energetica e per interventi non direttamente ad essa collegati (es: messa in sicurezza dell impianto elettrico e sistemazione dell'illuminazione ad alto rendimento; miglioramento della coibentazione del tetto, sostituzione degli infissi e adozione del doppio vetro con taglio termico ecc.). Per il monitoraggio dei consumi di ciascun edificio è stato predisposto della ESCo del Sole srl un file excel (vedi allegato pag 14-15) che riporta una scheda anagrafica dello stato dell edificio al 2006, la media dei consumi elettrici e termici dal 2002 al 2005 e i relativi consumi specifici (termici ed elettrici). La compilazione del foglio di calcolo verrà seguita in futuro dal responsabile dell Ufficio tecnico del Comune e consisterà nell imputazione dei dati ricavati dalle letture delle bollette termiche ed elettriche (vedi allegato pag 14) Questo strumento, a disposizione dell ufficio tecnico, costituirà un vero e proprio "Catasto energetico del patrimonio edilizio comunale" che permetterà di tener monitorati i consumi di ogni edificio del patrimonio pubblico. Qui di seguito riportiamo l elenco dei momenti formativi realizzati con il Comune di Borgosatollo in cui, oltre a temi legati alla gestione dei dati per le valutazione energetiche degli edifici, sono stati affrontati temi legati alla normativa nel frattempo cambiata notevolmente (Dlgs 311/06) e sui potenziali meccanismi di sostegno finanziario (DM 19/02/07 sul fotovoltaico, Legge Finanziaria). Elenco dei momenti formativi data Soggetti interessati Argomenti trattati 1 dicembre 2006 Riunione con uffici tecnici ed amministrativi del Raggruppamento 27 dicembre 2006 Comune di Borgosatollo 3 gennaio 2007 Comune di Borgosatollo 13 gennaio 2007 Comune di Borgosatollo Scopo dell audit energetica degli edifici pubblici e predisposizione dei dati preliminari necessari alla presentazione della domanda Bando Cariplo 2006 Rilievo per svolgere l audit leggero e guida alla compilazione delle schede Rilievo per svolgere l audit leggero e guida alla compilazione delle schede Rilievo per svolgere l audit leggero e guida alla compilazione delle schede 27 aprile 2007 Riunione con uffici tecnici del Raggruppamento Raccolta dati per l dettaglio e aggiornamento sui concetti di certificazione energetica alla luce della nuova normativa 27 aprile 2007 Comune di Borgosatollo Rilievo per svolgere l audit di dettaglio 30 maggio 2007 Riunione uffici tecnici ed amministrativi del Raggruppamento Incontro aperto di sintesi del lavoro compiuto nel Comune di Borgosatollo e valutazione degli interventi di risparmio energetico alla luce della nuova normativa. Presentazione della scheda di monitoraggio dei consumi degli edifici pubblici. La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 11

12 4. PUBBLICIZZAZIONE PRESSO LA POPOLAZIONE Le Amministrazioni Comunali, attraverso i propri uffici tecnici, hanno promosso gran parte della loro attività di divulgazione a livello dei comuni, collaborando con le Associazioni ambientali e dei consumatori per la divulgazione dei dati e degli obiettivi di risparmio prefissati. La attività più significative e di cui si allega la documentazione informativa, sono state: 30 maggio 2007 Riunione uffici tecnici ed amministrativi del Raggruppamento Depliant informativo sul risparmio energetico Incontro pubblico con la popolazione Incontro aperto di sintesi del lavoro compiuto nel comune di Borgosatollo e valutazione degli interventi di risparmio energetico alla luce della nuova normativa. E stato predisposto un depliant informativo sul risparmio energetico da distribuire alle famiglie del Comune E in programmazione un incontro pubblico con la popolazione per la presentazione del lavoro compiuto La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 12

13 La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 13

14 La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 14

15 La ESCo del Sole srl Relazione sui risultati conseguiti pag. 15

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Bando 2007. Audit energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi. Raggruppamento di Casorate Sempione Provincia di Varese

Bando 2007. Audit energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi. Raggruppamento di Casorate Sempione Provincia di Varese La ESCo del Sole srl Via Zuretti 47/A 2025 Milano tel. 02 67037 fax 02 6676680 www.laescodelsole.c om Bando 2007 Audit energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi Relazione sui risultati

Dettagli

BANDO FONDAZIONE CARIPLO 2007 AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DI PROPRIETÀ DEI COMUNI PICCOLI E MEDI FASE B. Raggruppamento di CASORATE SEMPIONE

BANDO FONDAZIONE CARIPLO 2007 AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DI PROPRIETÀ DEI COMUNI PICCOLI E MEDI FASE B. Raggruppamento di CASORATE SEMPIONE BANDO FONDAZIONE CARIPLO 2007 AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DI PROPRIETÀ DEI COMUNI PICCOLI E MEDI Raggruppamento di CASORATE SEMPIONE Comune di SAMARATE la ESCo del Sole srl Via Zuretti 47/A 20125 Milano

Dettagli

LE FASI DELL AUDIT ENERGETICO

LE FASI DELL AUDIT ENERGETICO LE FASI DELL AUDIT ENERGETICO 1. FASE PRELIMINARE L auditor incaricato provvederà a raccogliere una serie di informazioni preliminari riguardanti il tipo di attività dell azienda, gli edifici del sito

Dettagli

Audit energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi

Audit energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi Piano d azione: Promuovere la sostenibilità ambientale a livello locale Area AMBIENTE Bando con scadenza 29 giugno 2007: Audit energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi Il problema

Dettagli

Piano d Azione per l Energia Sostenibile Incontro formativo sugli strumenti di sostegno all attuazione del PAES

Piano d Azione per l Energia Sostenibile Incontro formativo sugli strumenti di sostegno all attuazione del PAES PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEI COMUNI PICCOLI E MEDI Fondazione Cariplo Area Ambiente bando 2012 Piano d Azione per l Energia Sostenibile Incontro formativo sugli strumenti di sostegno all

Dettagli

IL SISTEMA DELLE QUALIFICHE PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN EMILIA-ROMAGNA 1. SOGGETTI CERTIFICATORI 2.

IL SISTEMA DELLE QUALIFICHE PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN EMILIA-ROMAGNA 1. SOGGETTI CERTIFICATORI 2. LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA IN EMILIA-ROMAGNA FORMAZIONE QUALIFICA IL SISTEMA DELLE QUALIFICHE PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN EMILIA-ROMAGNA 1. SOGGETTI CERTIFICATORI 2. ISPETTORI LA

Dettagli

Misure e incentivi per l efficienza energetica

Misure e incentivi per l efficienza energetica Misure e incentivi per l efficienza energetica Docente incaricato in Economia e Gestione delle Imprese Dipartimento B.E.S.T. - Politecnico di Milano Indice 1. Finanziaria 2007. Agevolazioni per il risparmio

Dettagli

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 ALLEGATO B SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO PROGETTUALE RELATIVO ALLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE AD ACCEDERE AI

Dettagli

soggetto titolo corso data inizio data fine APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI 16.03.2010 01.06.2010

soggetto titolo corso data inizio data fine APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI 16.03.2010 01.06.2010 APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI (PARAGRAFO 4.2 DELL ALLEGATO ALLA D.G.R. N. 43-11965) SEDE CORSO : ORARIO 18,00 22,00 soggetto titolo corso data inizio data fine APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI

Dettagli

Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori

Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori Agenzia per l Energia e lo Sviluppo Sostenibile del Comune di Roma Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori Abitazioni energeticamente efficienti Buona parte delle abitazioni

Dettagli

Mini corso in fiera BESTClass 2.1 (software per la certificazione energetica)

Mini corso in fiera BESTClass 2.1 (software per la certificazione energetica) Mini corso in fiera BESTClass 2.1 (software per la certificazione energetica) Per i partecipanti in omaggio 1 SACERT SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER CERTIFICATORI COSA È SACERT R SACERT (Sistema per l'accreditamento

Dettagli

Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO

Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016 PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO IL PAES e GLI OBIETTIVI Ricognizione su tutto il territorio comunale degli

Dettagli

Certicazione Energetica degli Edifici

Certicazione Energetica degli Edifici Certicazione Energetica degli Edifici Accreditato ERMES ENERGIA - Emilia Romagna Obiettivi Fornire una panoramica della legislazione e normativa vigente sulla qualificazione e certificazione degli edifici

Dettagli

INCONTRO CON I TECNICI

INCONTRO CON I TECNICI INCONTRO CON I TECNICI Ing. GIUSEPPE DESOGUS Ing. LORENZA DI PILLA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura L AUDIT ENERGETICO INTERVENTI E TECNOLOGIE

Dettagli

AUDIT ENERGETICI. Raggruppamento BORGOSATOLLO Comune di Borgosatollo AUDIT LEGGERO FASE A. aprile 2007

AUDIT ENERGETICI. Raggruppamento BORGOSATOLLO Comune di Borgosatollo AUDIT LEGGERO FASE A. aprile 2007 AUDIT ENERGETICI Raggruppamento BORGOSATOLLO Comune di Borgosatollo la ESCo del Sole srl via Zuretti 47/A 20125 Milano tel. 02 67101317 fax 02 66716680 www.laescodelsole.com AUDIT LEGGERO FASE A aprile

Dettagli

1. AUDIT ENERGETICO DEI 250 EDIFICI PUBBLICI DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA E REALIZZAZIONE DI UNA PIATTAFORMA INFORMATICA Audit GIS

1. AUDIT ENERGETICO DEI 250 EDIFICI PUBBLICI DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA E REALIZZAZIONE DI UNA PIATTAFORMA INFORMATICA Audit GIS Titolo: Dal Censimento dei consumi energetici degli edifici pubblici all attuazione dei PAES della Provincia della Spezia Arch. Paola Giannarelli 18 marzo 2011 ISOLA DI SAN SERVOLO - VENEZIA DAL CENSIMENTO

Dettagli

AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DEI COMUNI DELL OGLIO PO

AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DEI COMUNI DELL OGLIO PO AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DEI COMUNI DELL OGLIO PO Comune di Rivarolo del Re ed Uniti (CR) RELAZIONE FINALE - Audit leggeri - Audit di dettaglio - Certificazione energetica - Installazione del sistema

Dettagli

LA DIAGNOSI ENERGETICA e le PRINCIPALI TIPOLOGIE di INTERVENTO negli EDIFICI COMITATO SCIENTIFICO. Ing. Valerio DABOVE Direttore Comitato Scientifico

LA DIAGNOSI ENERGETICA e le PRINCIPALI TIPOLOGIE di INTERVENTO negli EDIFICI COMITATO SCIENTIFICO. Ing. Valerio DABOVE Direttore Comitato Scientifico INCONTRO TAVOLA ROTONDA 14 luglio 2008 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E RISPARMIO ENERGETICO: COME ATTUARE GLI INTERVENTI NEGLI IMMOBILI LA DIAGNOSI ENERGETICA e le PRINCIPALI TIPOLOGIE di INTERVENTO negli

Dettagli

Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Cagliari Viale Regina Elena, 23 09124 CAGLIARI I CORSO 2011

Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Cagliari Viale Regina Elena, 23 09124 CAGLIARI I CORSO 2011 I CORSO 2011 FORMAZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE DEL SOGGETTO CERTIFICATORE ENERGETICO IN EDILIZIA SECONDO LINEE GUIDA NAZIONALI Soggetto organizzatore: Collegio Periti Industriali e Periti Industriali

Dettagli

Corso di aggiornamento 1

Corso di aggiornamento 1 REGIONE LOMBARDIA - Accompagnamento e formazione degli Enti Locali nella predisposizione di Piani d Azione Locali per l attuazione del Protocollo di Kyoto nell ambito dei processi di Agenda 21 Locale Certificazione

Dettagli

Contesto di riferimento. Descrizione

Contesto di riferimento. Descrizione EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI CONTENUTI: Contesto di riferimento. Descrizione delle tecnologie. Interventi sull involucro. Interventi sui dispositivi di illuminazione.

Dettagli

Stumenti per la pianificazione degli interventi di riqualificazione energetica

Stumenti per la pianificazione degli interventi di riqualificazione energetica In collaborazione con: Stumenti per la pianificazione degli interventi di riqualificazione energetica Treviglio 23/10/2013 Amedeo Servi, Ufficio Tecnico Hoval Comitato tecnico scientifico: Che cos è la

Dettagli

Verso una qualità energetica certificata: L esperienza di SACERT

Verso una qualità energetica certificata: L esperienza di SACERT Verso una qualità energetica certificata: L esperienza di SACERT Dott. Ing. Paolo Cocchi Coordinatore Regione Emilia Romagna per SACERT Ferrara, 27/09/2007 contatto: 349 / 18 68 488 PROBLEMATICHE ENERGETICHE

Dettagli

caso di studio:cooperative di abitazione Borghetto dei pescatori, Ostia

caso di studio:cooperative di abitazione Borghetto dei pescatori, Ostia CONSULTA PER IL PROGETTO SOSTENIBILE E L EFFICIENZA ENERGETICA CORSO DI FORMAZIONE PROGETTO DI QUALITA ED EFFICIENZA ENERGETICA ED AMBIENTALE Lezione del Venerdì 4 Aprile 2008 caso di studio:cooperative

Dettagli

OPEN ENERGY Comune di Merano. 20.03.2015 L Alto Adige verso Klimaland Presentazione PAES del Comune di Merano

OPEN ENERGY Comune di Merano. 20.03.2015 L Alto Adige verso Klimaland Presentazione PAES del Comune di Merano OPEN ENERGY Comune di Merano 20.03.2015 L Alto Adige verso Klimaland Presentazione PAES del Comune di Merano Indice: Progetto Open Energy Inventario delle emissioni di Merano nel 2005 e 2010 Azioni e simulazioni

Dettagli

INTERVENTO SUGLI INVOLUCRI DEGLI EDIFICI ESISTENTI

INTERVENTO SUGLI INVOLUCRI DEGLI EDIFICI ESISTENTI 1 RISPARMIO ENERGETICO NEGLI EDIFICI ESISTENTI Legge finanziaria 2007 (L.296/2006 art. 1 comma 344-348); prorogata dalla Finanziaria 2008 (ART. 1, COMMA 20 e 24, 286, L.244 del 24 dicembre 2007) DM del

Dettagli

Efficienza energetica degli immobili

Efficienza energetica degli immobili Efficienza energetica degli immobili Di cosa ci occupiamo? Horus Energia Ambiente s.r.l., specializzata nel campo dell efficienza energetica degli edifici civili ed industriali, offre ai propri clienti

Dettagli

Certificatori CENED di Edifici, 16 ore

Certificatori CENED di Edifici, 16 ore Corso di aggiornamento-perfezionamento per Certificatori CENED di Edifici, 16 ore Direttore del Corso: Attilio Carotti 1 Andrea Alessi - Quadro normativo di riferimento : ultimi aggiornamenti - Fasi operative

Dettagli

Certificazione Energetica degli Edifici. Anteprima Linee Guida Nazionali Procedure di Certificazione secondo UNI TS 10300

Certificazione Energetica degli Edifici. Anteprima Linee Guida Nazionali Procedure di Certificazione secondo UNI TS 10300 Certificazione Energetica degli Edifici Anteprima Linee Guida Nazionali Procedure di Certificazione secondo UNI TS 10300 Bozza DM sulle Linee Guida Nazionali LINEE GUIDA NAZIONALI Bozza DM sulle Linee

Dettagli

RUOLO DELL'ENERGY BUILDING MANAGER (DGR LOMBARDIA N. 5117/07 E S.M.)

RUOLO DELL'ENERGY BUILDING MANAGER (DGR LOMBARDIA N. 5117/07 E S.M.) RUOLO DELL'ENERGY BUILDING MANAGER (DGR LOMBARDIA N. 5117/07 E S.M.) IL RIFERIMENTO NORMATIVO: DGR 8/5117 del 18.07.07 e s.m. Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione, l ispezione degli

Dettagli

LA LEGGE FINANZIARIA 2008: agevolazioni tributarie alle imprese

LA LEGGE FINANZIARIA 2008: agevolazioni tributarie alle imprese LA LEGGE FINANZIARIA 2008: agevolazioni tributarie alle imprese Andrea Zattarin - IMQ Chi è IMQ L Istituto Italiano del Marchio di Qualità è un Ente senza fini di lucro IMQ è un Ente di terza parte Mission:

Dettagli

COMUNE DI TREVIGLIO PROVINCIA DI BERGAMO. A L L E G A T O E N E R G E T I C O al Regolamento Edilizio Comunale

COMUNE DI TREVIGLIO PROVINCIA DI BERGAMO. A L L E G A T O E N E R G E T I C O al Regolamento Edilizio Comunale COMUNE DI TREVIGLIO PROVINCIA DI BERGAMO A L L E G A T O E N E R G E T I C O al Regolamento Edilizio Comunale adottato con deliberazione consiglio comunale n. 92 in data 30.10.2012 approvato con deliberazione

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 140

LEGGE REGIONALE N. 140 VII LEGISLATURA ATTI: 011117 LEGGE REGIONALE N. 140 NORME PER IL RISPARMIO ENERGETICO NEGLI EDIFICI E PER LA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI INQUINANTI E CLIMALTERANTI Approvata nella seduta del 15 dicembre

Dettagli

Calendario corso: AA090.8 "Certificatore Energetico in Edilizia"

Calendario corso: AA090.8 Certificatore Energetico in Edilizia Calendario corso: AA090.8 "Certificatore Energetico in Edilizia" G L Data Argomento Descrizione Docente Codocente Luogo Aula 1 1 Lun 24/02/2014 Il certificatore. Inquadramento legislativo. Ruolo e funzione

Dettagli

La politica regionale a sostegno dei processi di riqualificazione degli edifici pubblici

La politica regionale a sostegno dei processi di riqualificazione degli edifici pubblici La politica regionale a sostegno dei processi di riqualificazione degli edifici pubblici giuliano vendrame sezione energia regione del veneto Venezia, 10 dicembre 2014 Piano Energetico Regionale Fonti

Dettagli

RUOLO DEL COMUNE NEL CAMPO DELL EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA

RUOLO DEL COMUNE NEL CAMPO DELL EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA Comune di Brusaporto Provincia di Bergamo RUOLO DEL COMUNE NEL CAMPO DELL EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA Brusaporto, Ing. Roberto Menga Assessore Urbanistica, Territorio e Protezione Civile Indice Il

Dettagli

FORUM PER LA CONCERTAZIONE DEL PAES TAVOLO TEMATICO: RISPARMIO ED EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI RESIDENZIALI. 14 marzo 2012

FORUM PER LA CONCERTAZIONE DEL PAES TAVOLO TEMATICO: RISPARMIO ED EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI RESIDENZIALI. 14 marzo 2012 FORUM PER LA CONCERTAZIONE DEL PAES TAVOLO TEMATICO: RISPARMIO ED EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI RESIDENZIALI 14 marzo 2012 I settori d azione previsti dal Patto dei Sindaci Le Linee Guida del Joint

Dettagli

SERVIZIO INTEGRATO ENERGIA 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO INTEGRATO ENERGIA 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO INTEGRATO ENERGIA 3 - Criteri di sostenibilità 1. Oggetto dell iniziativa Oggetto dell iniziativa è l affidamento del Servizio Integrato Energia, ovvero di tutte le attività di gestione, conduzione

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini: - La detrazione fiscale del 55% per rinnovabili e risparmio energetico nelle abitazioni - Il Conto Energia per il Fotovoltaico - La tariffa omnicomprensiva e i certificati

Dettagli

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Comunicato stampa COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Servono tra i 110 e i 120 milioni di euro per ridurre gli sprechi in campo energetico dei Comuni con meno

Dettagli

AUDIT ENERGETICO. I passi dell Audit

AUDIT ENERGETICO. I passi dell Audit GET Energy Srl Sede Operativa: Via G. Avolio, 14 10023 CHIERI (TO) P.IVA e C.F 10797930012 info@getenergy.it - www.getenergy.it AUDIT ENERGETICO I passi dell Audit 1 Definizione di Audit Un Audit Energetico

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Recuperare e riqualificare il patrimonio edilizio GUIDA A CURA DELLA IQT CONSULTING AZIENDA CERTIFICATA UNI EN ISO 9001:2008 PERCHÉ RIQUALIFICARE IL PROPRIO PATRIMONIO EDILIZIO

Dettagli

PIANIFICAZIONE ENERGETICA ED EFFICIENTAMENTO DELL ILLUMINAZIONE PUBBLICA

PIANIFICAZIONE ENERGETICA ED EFFICIENTAMENTO DELL ILLUMINAZIONE PUBBLICA PIANIFICAZIONE ENERGETICA ED EFFICIENTAMENTO DELL ILLUMINAZIONE PUBBLICA PIANIFICAZIONE E GESTIONE ENERGETICA CEV nell ambito del Patto dei Sindaci promuove la pianificazione energetica attraverso i PAES

Dettagli

Provincia di Modena - Servizio Globale Impianti Servizio Energia comprendente la riqualificazione degli impianti Termici e degli Immobili

Provincia di Modena - Servizio Globale Impianti Servizio Energia comprendente la riqualificazione degli impianti Termici e degli Immobili Provincia di Modena - Servizio Globale Impianti Servizio Energia comprendente la riqualificazione degli impianti Termici e degli Immobili della Provincia di Modena Ing. Annalisa Vita Funzionario presso

Dettagli

Dall edificio alla certificazione energetica. Rilievi con tecniche termografiche

Dall edificio alla certificazione energetica. Rilievi con tecniche termografiche ing. Bruno De Nisco Studio:Via Umbria,83 65122 Pescara Tel/Fax: 085.385253 Cell: 348.9372528 Dall edificio alla certificazione energetica. Rilievi con tecniche termografiche EDIFICIO ed edificazione Per

Dettagli

La certificazione energetica degli edifici : strumento innovativo di risparmio energetico.

La certificazione energetica degli edifici : strumento innovativo di risparmio energetico. La certificazione energetica degli edifici : strumento innovativo di risparmio energetico. Il CERTIFICATO ENERGETICO : la Direttiva Europea 2002/91/CE del Parlamento e del Consiglio del 16 dicembre 2002

Dettagli

La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui consumi energetici ed emissioni di CO 2

La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui consumi energetici ed emissioni di CO 2 La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui energetici ed emissioni di CO 2 Rapporto di Sostenibilità 2011 I benefici di BIOCASA su energetici e emissioni di CO 2 Il Progetto BIOCASA è la risposta di

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA EDIFICI PUBBLICI COMUNE DI CAVRIAGO. Azienda Casa Emilia-Romagna di Reggio Emilia

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA EDIFICI PUBBLICI COMUNE DI CAVRIAGO. Azienda Casa Emilia-Romagna di Reggio Emilia RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA EDIFICI PUBBLICI COMUNE DI CAVRIAGO CENTRO CULTURALE MUNICIPIO SCUOLA CINEMA PALESTRA SCUOLA ALLOGGI SOCIALI SCUOLA CASA PROTETTA Soluzione - La riqualificazione energetica

Dettagli

INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI APPROVATE CON DECRETO 6480 DEL 30.7.

INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI APPROVATE CON DECRETO 6480 DEL 30.7. INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI APPROVATE CON DECRETO 6480 DEL 30.7.2015 1. Obbligo di dotazione e allegazione dell Attestato di Prestazione

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE LA CERTIFICAZIONE DELLA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

CORSO DI FORMAZIONE LA CERTIFICAZIONE DELLA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI CORSO DI FORMAZIONE LA CERTIFICAZIONE DELLA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Durata 80 ore + 2 ore di ulteriore esercitazione (project work) Conforme al D.P.R. 16 aprile 2013 n. 75 MODULO I 6 ore LA

Dettagli

ASPESI -Milano 20.05.2008

ASPESI -Milano 20.05.2008 ASPESI -Milano 20.05.2008 LA CERTIFICAZIONE DI PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI IMMOBILI IN REGIONE LOMBARDIA n.24/2006 B.U.R.L. VIII/5773 Relatore : ing. NEVIO ROMELLI Presidente di : S.I.C.I.V. srl Società

Dettagli

Energie nuove per l Italia

Energie nuove per l Italia con le amministrazioni locali per ridurre sprechi e bollette Fare Verde è impegnata da alcuni anni nella promozione di tecnologie e soluzioni per il contenimento dei consumi energetici e la diffusione

Dettagli

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA CONTESTO PATRIMONIALE GENERALE Consistenza : 265 unità/attività (n. 200 edifici)

Dettagli

Green Communities nelle Regioni Obiettivo Convergenza

Green Communities nelle Regioni Obiettivo Convergenza Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007 2013 Green Communities nelle Regioni Obiettivo Convergenza Metodologia/procedura attività Linea 1 Premessa Le attività

Dettagli

Applicazione dell Allegato Energetico al Regolamento Edilizio. Riqualificazione energetica del parco edilizio privato

Applicazione dell Allegato Energetico al Regolamento Edilizio. Riqualificazione energetica del parco edilizio privato Scheda R Azione R.1 Fabbisogni energetici dell edilizia residenziale esistente Applicazione dell Allegato Energetico al Regolamento Edilizio. Riqualificazione energetica del parco edilizio privato Obiettivi

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI a) Premessa L incentivo fiscale per il risparmio energetico introdotto con la Finanziaria 2007 è paragonabile per grandi linee

Dettagli

Il contributo della certificazione nel settore energetico

Il contributo della certificazione nel settore energetico Il contributo della certificazione nel settore energetico Ivano Visintainer - Responsabile Funzione Impianti - IMQ Energia: istruzioni per l uso Indice La certificazione di prodotto Certificazione: evoluzione

Dettagli

AGGREGAZIO E DEI COMU I DI BRAO E CETO CERVE O CIMBERGO LOSI E IARDO O O SA PIETRO PASPARDO

AGGREGAZIO E DEI COMU I DI BRAO E CETO CERVE O CIMBERGO LOSI E IARDO O O SA PIETRO PASPARDO Comune di Braone Comune di Ceto Comune di Cerveno Comune di Cimbergo Comune di Losine Comune di Niardo Comune di Ono San Pietro Comun di Paspardo PROVI CIA DI BRESCIA AGGREGAZIO E DEI COMU I DI BRAO E

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA : APPROCCIO METODOLOGICO ED OBIETTIVI

EFFICIENZA ENERGETICA : APPROCCIO METODOLOGICO ED OBIETTIVI EFFICIENZA ENERGETICA : APPROCCIO METODOLOGICO ED OBIETTIVI Bros Consulenza s.r.l.s. P.iva: 08605710964 Sede legale: Galleria Buenos Aires 7, 20124 Milano tel.: 02.394.35.901 fax: 02.871.53.810 Sede operativa:

Dettagli

arch. Carlo Romeo 2 Workshop Progetto Europeo "Eco-Building Club

arch. Carlo Romeo 2 Workshop Progetto Europeo Eco-Building Club 2 Workshop Progetto Europeo "Eco-Building Club" Collaborazione ITC-CNR / ENEA Sviluppo di un approccio metodologico e di calcolo semplificato per la certificazione energetica degli Edifici Residenziali

Dettagli

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia. 3 luglio 2015

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia. 3 luglio 2015 Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia 3 luglio 2015 1 Disposizioni normative in fase di aggiornamento DM REQUISITI MINIMI (sostituisce il DPR 59/2009) LINEE GUIDA (sostituisce

Dettagli

Politiche locali per l efficienza negli edifici

Politiche locali per l efficienza negli edifici Politiche locali per l efficienza negli edifici LO STRUMENTO DEL REGOLAMENTO EDILIZIO Giuliano Dall O Direttore Associazione Rete Punti Energia Milano Giovedi 11 novembre 2004 Centro Congressi Palazzo

Dettagli

Direttiva certificazione energetica. Carival 22.06.2005 1

Direttiva certificazione energetica. Carival 22.06.2005 1 Carival 22.06.2005 1 Dal 4 gennaio 2003 è in vigore la Direttiva UE del 16 dicembre 2002 che rende obbligatoria la certificazione energetica degli edifici (articolo 7). La Direttiva deve essere trasformata

Dettagli

Introduzione al monitoraggio degli edifici

Introduzione al monitoraggio degli edifici Introduzione al monitoraggio degli edifici ing. Lorenzo Balsamelli Onleco s.r.l. balsamelli@onleco.com _Profilo ONLECO nasce nel 2001 per iniziativa di giovani ricercatori e dottorandi in Energetica e

Dettagli

PAES. ALL _ audit energetici. Piano d Azione per l Energia Sostenibile. comune di CADREZZATE Provincia di Varese. Gennaio 2013

PAES. ALL _ audit energetici. Piano d Azione per l Energia Sostenibile. comune di CADREZZATE Provincia di Varese. Gennaio 2013 Provincia di Varese FONDAZIONE CARIPLO promuovere la sostenibilità energetica nei comuni piccoli e medi 2010 PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile ALL _ audit energetici Gennaio 2013 Delibera di

Dettagli

L EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI

L EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA NELL EDILIZIA TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE L EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI Ing. EZIO PIREDDU Commissione Energia e Impianti Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

Dettagli

CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI DEGLI EDIFICI Convalidato da SACERT e riconosciuto dalla Regione Emilia Romagna*

CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI DEGLI EDIFICI Convalidato da SACERT e riconosciuto dalla Regione Emilia Romagna* KYOTO CLUB in collaborazione con organizzano a Roma CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI DEGLI EDIFICI Convalidato da SACERT e riconosciuto dalla Regione Emilia Romagna* Coordinatore scientifico: arch. Patricia

Dettagli

Soluzioni impiantistiche per le strutture ricettive: dall audit energetico alle scelte strategiche. Incontro ISNART Varese Aprile 2010

Soluzioni impiantistiche per le strutture ricettive: dall audit energetico alle scelte strategiche. Incontro ISNART Varese Aprile 2010 Soluzioni impiantistiche per le strutture ricettive: dall audit energetico alle scelte strategiche Incontro ISNART Varese Aprile 2010 Martedì 27.04.2010 OBIETTIVO della presentazione: Esistenza di un percorso

Dettagli

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014 Patrocinio Università degli Studi di Genova Facoltà di Architettura - Dipartimento di Scienze per l'architettura Dottorato di Ricerca in "Recupero Edilizio ed Ambientale" Provincia di Genova CONVEGNO FACILITY

Dettagli

CONCORSO BEST PRACTICE S.A.E.E. SOSTENIBILITA AMBIENTALE ED EFFICIENZA ENERGETICA

CONCORSO BEST PRACTICE S.A.E.E. SOSTENIBILITA AMBIENTALE ED EFFICIENZA ENERGETICA CONCORSO BEST PRACTICE S.A.E.E. SOSTENIBILITA AMBIENTALE ED EFFICIENZA ENERGETICA Modulo di partecipazione Il sottoscritto presenta la candidatura al Concorso Best Practice Sostenibilità Ambientale e Efficienza

Dettagli

Audit energetico degli edifici i di proprietà del Comune di Bresso

Audit energetico degli edifici i di proprietà del Comune di Bresso noscere Con Progetto Fondazione Cariplo: Audit energetico degli edifici comunali Pianific care Audit energetico degli edifici i di proprietà del Comune di Bresso municare Com Gestire Scopo del bando della

Dettagli

BANDO AMBIENTENERGIA 2015

BANDO AMBIENTENERGIA 2015 BANDO AMBIENTENERGIA 2015 Misura Formazione di Energy Manager Livello II Bando per la selezione dei Comuni interessati a beneficiare del servizio Pagina 1 di 8 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 OGGETTO... 5 SOGGETTI

Dettagli

ENERGE S.r.l via Caduti 56 24020 Cene (BG) Tel 035719287 Fax 035 719390 www.energe.it info@energe.it

ENERGE S.r.l via Caduti 56 24020 Cene (BG) Tel 035719287 Fax 035 719390 www.energe.it info@energe.it ENERGE Frutto della sinergia di professionisti, ingegneri e tecnici, costantemente impegnati nella ricerca e valutazione dell efficienza energetica degli edifici e degli impianti e nella promozione di

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE ESIGENZE FORMATIVE IN EDILIZIA SOSTENIBILE A FERRARA

QUESTIONARIO SULLE ESIGENZE FORMATIVE IN EDILIZIA SOSTENIBILE A FERRARA Ferrara, 14/04/2008 PROVINCIA DI FERRARA COMUNE DI FERRARA QUESTIONARIO SULLE ESIGENZE FORMATIVE IN EDILIZIA SOSTENIBILE A FERRARA ANALISI DEI DATI Responsabile di progetto Dott.ssa Cristina Barbieri Tecnici:

Dettagli

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia Giacomo Di Nora Divisione Energia ILSPA 02.12.15 Spazio Oberdan, Viale Vittorio Veneto, 2 - Milano Normativa regionale per l efficienza

Dettagli

Articolo tecnico. Valutazione di scenari energetici di Distretto Caso studio inerente il Parco Scientifico- Tecnologico Sophia-Antipolis

Articolo tecnico. Valutazione di scenari energetici di Distretto Caso studio inerente il Parco Scientifico- Tecnologico Sophia-Antipolis Articolo tecnico Valutazione di scenari energetici di Distretto Caso studio inerente il Parco Scientifico- Tecnologico Sophia-Antipolis Introduzione Nell ambito del progetto Smart-MED-Parks, è stato prodotto

Dettagli

SISTEMATIZZAZIONE DEGLI APPALTI PUBBLICI DI INNOVAZIONE. Equilibrio tra innovazione e obiettivi di razionalizzazione della spesa pubblica

SISTEMATIZZAZIONE DEGLI APPALTI PUBBLICI DI INNOVAZIONE. Equilibrio tra innovazione e obiettivi di razionalizzazione della spesa pubblica SISTEMATIZZAZIONE DEGLI APPALTI PUBBLICI DI INNOVAZIONE Equilibrio tra innovazione e obiettivi di razionalizzazione della spesa pubblica Torino, 20 Gennaio 2015 OPEN INCET Gruppo IREN al vertice del settore

Dettagli

CENNI ALLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO

CENNI ALLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO CENNI ALLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO Introduzione CENNI ALLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO Direttiva 2012/07/UE EFFICIENZA ENERGETICA D. Lgs 115/2008 EFFICIENZA USI FINALI ENERGIA E SSE D. Lgs 192/2005 RENDIMENTO

Dettagli

Programma per l adozione di misure per il risparmio energetico nel settore delle Case di Cura

Programma per l adozione di misure per il risparmio energetico nel settore delle Case di Cura Programma per l adozione di misure per il risparmio energetico nel settore delle Case di Cura Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all improvviso.. VI SORPRENDERETE A FARE

Dettagli

Provincia di Mantova. Provincia di Mantova

Provincia di Mantova. Provincia di Mantova LE POLITICHE DEL PROGRAMMA ENERGETICO PROVINCIALE PER IL RISPARMIO ENERGETICO IN EDILIZIA Giancarlo Leoni Dirigente Settore Pianificazione Territoriale, Pianificazione e Assetto del Territorio della Mantova,

Dettagli

Bando Fondazione Cariplo Audit Energetico degli edifici di proprietà comunale

Bando Fondazione Cariplo Audit Energetico degli edifici di proprietà comunale Il Progetto e i risultati del Bando Cariplo per l audit energetico degli edifici comunali. 21 OTTOBRE 2009 Arch. Arianna Palano Politecnico di Milano GLI EDIFICI COINVOLTI Comune di Villa di Serio (9 edifici)

Dettagli

Soluzione Energetica Domotecnica

Soluzione Energetica Domotecnica Soluzione Energetica Domotecnica QUALE SOLUZIONE PER I CONDOMINI CON IMPIANTO CENTRALIZZATO? Il risparmio energetico e il contenimento dei consumi negli impianti centralizzati sono determinati dal miglioramento

Dettagli

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia. Giacomo Di Nora Divisione Energia ILSPA

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia. Giacomo Di Nora Divisione Energia ILSPA Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia Giacomo Di Nora Divisione Energia ILSPA 30 settembre 2015 Normativa regionale per l efficienza energetica in edilizia Nuove disposizioni

Dettagli

Il Processo di Efficientamento energetico di un Edificio Condominiale in una Smart City

Il Processo di Efficientamento energetico di un Edificio Condominiale in una Smart City Il Processo di Efficientamento energetico di un Edificio Condominiale in una Smart City L esempio di Torino Relatore: Prof. Marco Filippi Candidato: Maurizio Fresia Il settore dell edilizia oggi L'80%

Dettagli

La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile

La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile giuliano vendrame sezione energia regione del veneto Padova, 17 novembre 2014 Piano Energetico Regionale Fonti Rinnovabili - Risparmio

Dettagli

Il decreto legislativo 102/2014 sull efficienza energetica: scenari ed opportunità

Il decreto legislativo 102/2014 sull efficienza energetica: scenari ed opportunità Il decreto legislativo 102/2014 sull efficienza energetica: scenari ed opportunità Fare impresa con l efficienza energetica: il decreto legislativo 102/2014. Smart Energy Expo Verona -8 ottobre 2014 Mauro

Dettagli

Strategia della Agenzia Provinciale per l Energia e l Ambiente di Catania

Strategia della Agenzia Provinciale per l Energia e l Ambiente di Catania Strategia della Agenzia Provinciale per l Energia e l Ambiente di Catania Premessa R. Lanzafame Con la recente istituzione dell Agenzia per l Energia e l Ambiente, APEA 1 S.r.l. l Amministrazione provinciale

Dettagli

LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Soggetti beneficiari Per gli interventi di cui all art. 1, commi da 2 a 5 del Decreto 19 febbraio 2007, la detrazione dall imposta

Dettagli

ALL _ Audit energetici. Piano d Azione per l Energia Sostenibile _. comune di CIVATE In raggruppamento con Valmadrera e Malgrate Provincia di Lecco

ALL _ Audit energetici. Piano d Azione per l Energia Sostenibile _. comune di CIVATE In raggruppamento con Valmadrera e Malgrate Provincia di Lecco comune di CIVATE In raggruppamento con Valmadrera e Malgrate Provincia di Lecco PROVINCIA DI LECCO Settore Ambiente FONDAZIONE CARIPLO promuovere la sostenibilità energetica nei comuni piccoli e medi 2012

Dettagli

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA Sostituisce l'attestato di certificazione energetica ai sensi della Legge 90/2013. Edificio di classe: F

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA Sostituisce l'attestato di certificazione energetica ai sensi della Legge 90/2013. Edificio di classe: F ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA Sostituisce l'attestato di certificazione energetica ai sensi della Legge 90/2013. Edifici residenziali 1. Informazioni generali Codice certificato 100228 Validità:

Dettagli

Incontro con le aziende del settore industriale e terziario

Incontro con le aziende del settore industriale e terziario Comuni di Airuno, Brivio Incontro con le aziende del settore industriale e terziario Brivio, 25 giugno 2015 Sportello Energia Dal mese di maggio 2015 è aperto lo sportello energia : lo Sportello Energia

Dettagli

Bando CARIPLO 2007 CESANO BOSCONE. Audit Energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi. Audit Energetici, relazione di sintesi:

Bando CARIPLO 2007 CESANO BOSCONE. Audit Energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi. Audit Energetici, relazione di sintesi: Bando CARIPLO 2007 Audit Energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi Audit Energetici, relazione di sintesi: CESANO BOSCONE Milano, 28/05/2008 1 1 Premessa La diagnosi energetica degli

Dettagli

Studio Associato di Consulenza Aziendale. Rosa Baranzini Brambilla. Bonus energia

Studio Associato di Consulenza Aziendale. Rosa Baranzini Brambilla. Bonus energia Bonus energia PREMESSA La Finanziaria per il 2007 ha previsto una serie di interventi piuttosto ampia a favore delle persone fisiche e giuridiche che effettuano investimenti volti a ridurre il consumo

Dettagli

Download. Informazioni F.A.Q. Link. 1 di 5 27/12/2014 21.13. Lo strumento DOCET

Download. Informazioni F.A.Q. Link. 1 di 5 27/12/2014 21.13. Lo strumento DOCET 1 di 5 27/12/2014 21.13 Sito aggiornato il 30/10/2014 IVA: 02118311006 Download Lo strumento DOCET DOCET è uno strumento di simulazione a bilanci mensili per la certificazione energetica degli edifici

Dettagli

EDIFICI PUBBLICI SOTTO AUDIT ENERGETICO Di Massimiliano Minichiello - Infoenergia

EDIFICI PUBBLICI SOTTO AUDIT ENERGETICO Di Massimiliano Minichiello - Infoenergia EDIFICI PUBBLICI SOTTO AUDIT ENERGETICO Di Massimiliano Minichiello - Infoenergia I Comuni di Cernusco Sul Naviglio (Mi), Locate di Triulzi (Mi), Settala (Mi) e Vimercate (Mi), in collaborazione con i

Dettagli

Iniziative energetiche intraprese dall Amministrazione comunale di Lodi. Simone Uggetti Assessore all Ambiente Comune di Lodi

Iniziative energetiche intraprese dall Amministrazione comunale di Lodi. Simone Uggetti Assessore all Ambiente Comune di Lodi CITTA DI LODI Iniziative energetiche intraprese dall Amministrazione comunale di Lodi I comuni, l'energia, l ambiente e la tutela del cittadino: esperienze, innovazioni e finanziamenti Simone Uggetti Assessore

Dettagli

Sostenibilità economica degli interventi di efficienza energetica nell edilizia residenziale

Sostenibilità economica degli interventi di efficienza energetica nell edilizia residenziale Seminario Internazionale - EnSURE project Sostenibilità economica degli interventi di efficienza energetica nell edilizia residenziale Luca Romé Ufficio Consulenza 1 Indice della presentazione 1. Finlombarda

Dettagli

AUDIT ENERGETICO SOSTENIBILE Tecniche e procedure per la valorizzazione ambientale del patrimonio edilizio esistente

AUDIT ENERGETICO SOSTENIBILE Tecniche e procedure per la valorizzazione ambientale del patrimonio edilizio esistente KYOTO CLUB AUDIT ENERGETICO SOSTENIBILE Tecniche e procedure per la valorizzazione ambientale del patrimonio edilizio esistente UTEE UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA La qualità energetica del patrimonio

Dettagli

Progetto di riqualificazione energetica immobili pubblici attraverso il contratto Rendimento energetico Il caso di Busseto

Progetto di riqualificazione energetica immobili pubblici attraverso il contratto Rendimento energetico Il caso di Busseto Progetto di riqualificazione energetica immobili pubblici attraverso il contratto Rendimento energetico Il caso di Busseto Chi siamo CHIOMA Greenvolts è un network di professionisti che si occupa di progettazione

Dettagli