Società Cooperativa per

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Società Cooperativa per"

Transcript

1 FOGLIO INFORMATIVO RIGUARDANTE L EMISSIONE DI ATTI O GARANZIE FIDEIUSSORIE IIIUUINFORMAZIONI SULLA BAN INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO UNIONCOOPFIDI S.C.P.A Via Lima 7, Roma (RM) Sede amministrativa: via Trani 126, 76121, Barletta (BT) Tel Fax Codice Fiscale ed iscrizione nel Registro delle Imprese di Roma al numero Iscrizione Banca d Italia Sezione Elenco Confidi n DEFINIZIONE DI FIDEIUSSIONE Il codice civile individua il fideiussore in colui che, obbligandosi personalmente con il creditore, garantisce l adempimento dell obbligazione altrui. La fideiussione è garanzia personale sia perché il fideiussore garantisce l adempimento dell obbligazione altrui con tutto il suo patrimonio sia perché il creditore può soddisfarsi sul patrimonio di una persona diversa dal debitore garantito. Le fideiussioni rilasciate dalla Unioncoopfidi S.C.P.A. rientrano nelle due principali tipologie previste dal codice civile: Ø Fideiussioni a prima richiesta: in questa ipotesi, il Beneficiario, nell ipotesi di adempimento del Contraente, può prescindere da quest ultimo e chiedere, direttamente, il pagamento alla Unioncoopfidi S.C.P.A.; Ø Fideiussioni con preventiva escussione del Contraente: in tal il Beneficiario, nell ipotesi di adempimento del Contraente, deve, preventivamente, esperire tutte le azioni nei confronti di quest ultimo per soddisfare le proprie ragioni di credito e solo dopo l infruttuoso risultato di quanto esperito può inoltrare richiesta di pagamento alla Società Unioncoopfidi S.C.P.A. CLAUSOLE SOSPENSIVE L atto fideiussorio può prevedere precisi adempimenti a carico del Contraente o del Beneficiario che, in tal caso, sottopongono l atto fideiussorio a condizioni sospensive che, sebbene, non inficiano la completezza e regolarità dell atto fideiussorio, o l obbligatorietà del pagamento non esplica gli effetti giuridici connessi alle motivazioni in base alle quali, l atto fideiussorio è stato emesso. PRINCIPALI RISCHI Il principale rischio per il Contraente o per l eventuale coobbligato è rappresentato dal fatto di dover restituire alla Unioncoopfidi S.C.P.A. quanto da quest ultima versato al Beneficiario per inadempimento del Contraente stesso. CONDIZIONI ECONOMICHE TIPOLOGIA DELL ATTO Fideiussione provvisoria per la partecipazione a gare di Appalto - Enti Pubblici Fideiussione definitiva - Appalti Enti Pubblici Fideiussione per l anticipazione - Appalti Enti Pubblici Fideiussione per il saldo - Appalti Enti Pubblici Fideiussione Appalti tra privati Fideiussione a tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti L. 210 Fideiussione a garanzia dei contratti di locazione Fideiussione a garanzia di obbligazioni tra privati Fideiussione per rateizzazione oneri di concessione ed urbanizzazione Fideiussione per altri impegni IMPORTO MAX PREVISTO 2,5 % del capitale garantito 2,0 % del capitale garantito 3,5 % del capitale garantito 3,5 % del capitale garantito 2,5 % del capitale garantito 3,5 % del capitale garantito Emissione di appendici 300,00 Spese amministrative per autentica firma 70,00 RECLAMI

2 Per eventuali contestazioni relative all interpretazione ed applicazione del contratto di fideiussione, il Cliente può presentare reclamo a mezzo raccomandata a.r. indirizzata alla Unioncoopfidi S.C.P.A. Via Lima 7, Roma (RM) oppure alla sede amministrativa in via Trani 126, 76121, Barletta (BT) o a mezzo all indirizzo che provvederà a rispondere entro 30 giorni dal ricevimento del reclamo. Se il Cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro 30 giorni, prima di ricorrere all autorità giudiziaria, può rivolgersi all Arbitro Bancario Finanziario (ABF), organo competente per le controversie relative ad operazioni o comportamenti successivi al 1 gennaio 2007, a condizione che l importo richiesto non sia superiore a euro e sempre che non siano trascorsi più di 12 mesi dalla presentazione del reclamo. Per sapere come rivolgersi all Arbitro si può consultare il sito chiedere presso le Filiali della Banca d Italia oppure alla Unioncoopfidi S.C.P.A. Le decisioni dell ABF non sono vincolanti per le parti che hanno sempre la facoltà di ricorrere all autorità giudiziaria. Il Cliente, inoltre, qualunque sia il valore della controversia, prima di ricorrere all autorità giudiziaria, può, singolarmente o in forma congiunta con la Unioncoopfidi S.C.P.A., attivare, presso il Conciliatore Bancario Finanziario Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie ADR ( una procedura di conciliazione al fine di trovare un accordo per la soluzione delle controversie relative al rapporto. Resta impregiudicata la facoltà di ricorrere all autorità giudiziaria nel caso in cui la conciliazione non dovesse concludersi con raggiungimento di un accordo. LEGENDA DEI TERMINI PRINCIPALI Contraente o Cliente Coobbligato Beneficiario Importo garantito Il Soggetto nell interesse del quale la Unioncoopfidi S.C.P.A. emette la fideiussione per garantire l adempimento di una obbligazione e che si impegna nei confronti di quest ultima nel caso in cui la fideiussione venga escussa dal Beneficiario con pagamento nei confronti di quest ultimo da parte della Unioncoopfidi S.C.P.A. Il Soggetto che presta garanzie nell interesse del Contraente a favore della Unioncoopfidi S.C.P.A. a seguito emissione dell atto di fideiussione. Il Soggetto al quale la Unioncoopfidi S.C.P.A. presta la garanzia e che riceve il pagamento da parte di quest ultima in caso di escussione. La somma garantita dalla Unioncoopfidi S.C.P.A. nei confronti del Beneficiario. CONDIZIONI GENERALI DEI PRINCIPALI ATTI DI FIDEIUSSIONE FIDEIUSSIONE PER LA CAUZIONE PROVVISORIA CONDIZIONI CHE REGOLANO IL RAPPORTO TRA LA SOCIETA E LA STAZIONE APPALTANTE Art. 1 - Oggetto della garanzia. Il Garante si impegna nei confronti della Stazione Appaltante, nei limiti della somma garantita, al pagamento delle somme dovute dal Contraente per il mancato adempimento degli obblighi ed oneri inerenti alla partecipazione alla gara di cui alla Scheda Tecnica. Inoltre il Garante si impegna nei confronti del Contraente a rilasciare la garanzia fideiussoria per la cauzione definitiva prevista dall art. 30, comma 2, della Legge. Art. 2 - Durata della garanzia. L efficacia della garanzia, come riportato nella Scheda Tecnica: a) decorre dalla data di presentazione dell offerta; b) ha validità di almeno 180 giorni a partire dalla data su indicata; c) cessa automaticamente qualora il Contraente non risulti aggiudicatario o secondo in graduatoria della gara, estinguendosi comunque ad ogni effetto trascorsi 30 giorni dall aggiudicazione della gara ad altra Impresa; d) cessa automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto d appalto da parte del Contraente aggiudicatario della gara. La liberazione anticipata della garanzia rispetto alle scadenze di cui ai precedenti punti b), c), d) può aver luogo solo con la consegna dell originale della Scheda Tecnica o con comunicazione scritta della Stazione Appaltante al Garante. Art. 3 Somma garantita. La somma garantita dalla presente fideiussione è pari al 2% dell importo dei lavori da eseguire, così come previsto dall art. 30, comma 1, della Legge, ed il relativo valore è riportato nella Scheda Tecnica.Qualora ricorrano le condizioni di cui all art. 8, comma 11-quater, della Legge, la somma garantita indicata al primo comma è ridotta del 50%. Art. 4 Escussione della garanzia. Il Garante pagherà l importo dovuto dal Contraente entro il termine di 15 giorni dal ricevimento della semplice richiesta scritta della Stazione Appaltante inviata per conoscenza anche al contraente, presentata in conformità dl successivo art. 6 e contenente gli elementi in suo possesso per l escussione della garanzia. Il Garante non godrà del beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui all art C.C.. Restano salve le azioni di legge nel caso che le somme pagate dal Garante risultassero parzialmente o totalmente non dovute. Art. 5 - Surrogazione. Il Garante, nei limiti delle somme pagate, è surrogato alla Stazione Appaltante in tutti i diritti, ragioni ed azioni verso il Contraente, i suoi successori ed aventi causa a qualsiasi titolo. La Stazione Appaltante faciliterà le azioni di recupero fornendo alla Società tutti gli elementi in suo possesso. Art. 6 - Forma delle comunicazioni - Tutte le comunicazioni o notifiche al Garante, dipendenti dalla presente garanzia, per essere valide dovranno essere fatte

3 esclusivamente con lettera raccomandata alla sede del Garante. Art. 7 Premio Il premio dovuto dal Contraente all atto della stipulazione della presente garanzia è riportato nella Scheda Tecnica. Il mancato pagamento del premio non può essere opposto alla Stazione Appaltante. Le somme pagate a titolo di premio rimangono comunque acquisite dal Garante, indipendentemente dal fatto che la garanzia cessi prima della data prevista all art. 2. Art. 8 - Foro competente - In caso di controversia fra il Garante e la Stazione Appaltante, il foro competente è quello determinato ai sensi dell art. 25 cod. Proc. Civ. Art. 9 Rinvio alle norme di legge - Per tutto quanto non diversamente regolato, valgono le norme di legge. CONDIZIONI CHE REGOLANO IL RAPPORTO TRA LA SOCIETA E IL CONTRAENTE Art Calcolo del premio. - Il Contraente, all atto della stipula della presente fideiussione, è tenuto al pagamento in via anticipata ed in unica soluzione del premio, che è integralmente e definitivamente acquisito alla Società, a prescindere dalla effettiva durata della garanzia. Art Rivalsa/Surrogazione. - Il Contraente si impegna a versare alla Società, tutte le somme che questa sia chiamata a corrispondere in forza del presente contratto per capitali, interessi e spese, con espressa rinuncia ad ogni e qualsiasi eccezione, comprese quelle previste dall art c.c.. La Società è surrogata, nei limiti delle somme pagate al Beneficiario della cauzione in tutti i diritti, ragioni ed azioni verso il Contraente, i suoi successori e aventi causa a qualsiasi titolo. Il Contraente si obbliga a prestare garanzie ipotecarie a favore della Società fidejubente su beni, anche di terzi, dal valore, per lo meno equivalente alla presente garanzia, che non spiega alcun effetto giuridico fino all avverarsi di tale condizione; inoltre essendo, quest ultima, adempimento essenziale nell interesse della Unioncoopfidi S.C.P.A., il mancato avveramento della stessa produrrà ipso iure l inadempienza del contraente e relativi effetti sul vincolo sinallagmatico. Art Rivalsa delle spese di recupero. - Gli oneri di qualsiasi natura che la Società dovrà sostenere per il recupero delle somme versate o comunque derivanti dalla presente fideiussione sono a carico del Art Controgaranzia. Il Garante, anche prima di aver pagato, potrà, a suo insindacabile e non opponibile giudizio, agire nei confronti del Contraente, anche a mezzo di semplice richiesta, al fine di ottenere idonea controgaranzia mediante pegno in contanti o titoli liquidi o prontamente liquidabili per il totale importo garantito o al fine di addivenire alla liberazione degli impegni assunti, oltre che nei casi previsti dall art C.C., nei seguenti casi: -protesto a carico del Contraente o altre manifestazioni di insolvenza; -liquidazione o trasformazione del Contraente; -cessione da parte del Contraente dell azienda o di un ramo d azienda; -inadempienza del Contraente in ordine al pagamento di premi, anche di proroga, relativi alla presente fideiussione o ad altre fideiussioni stipulate con la Società; -inadempienza del Contraente in ordine al rimborso di qualsiasi altro credito vantato dalla Società nei suoi confronti. Le somme versate restano acquisite alla Società a garanzia del regresso, fintanto che la Società stessa non venga liberata dagli obblighi della garanzia. Al verificarsi della liberazione dagli obblighi della garanzia, la Società restituirà le somme incamerate. La Società è autorizzata ad utilizzare dette somme per effettuare il pagamento dell eventuale indennizzo richiesto, senza che nessuna eccezione possa essere sollevata dal Il Contraente, autorizza sin d ora, il Garante ad emettere tratta a vista per il pagamento dei premi, anche di proroga, relativi alla presente fideiussione, nonché nei casi in cui il Contraente, a seguito richiesta della società Garante, non fornisca idonea controgaranzia o non sollevi il Garante stesso dagli impegni assunti ed, infine, nel caso in cui il Garante si trovi ad esercitare azione di rivalsa per le somme da quest ultimo versate a favore del Beneficiario. La firma del presente atto di fideiussione, da parte del Contraente, equivale ad accettazione formale dell eventuale tratta che il Garante emetterà nei casi di cui sopra. Art Imposte e tasse. - Le imposte, le tasse, i contributi e tutti gli altri oneri stabiliti per legge, presenti e futuri, relativi al premio, agli accessori, alla fideiussione ed agli atti da essa dipendenti, sono a carico del Contraente, anche se il pagamento ne sia stato anticipato dalla Società. Art Forma delle comunicazioni alla Società - Foro Competente. - Tutte le comunicazioni o notifiche alla Società, dipendenti dalla presente fideiussione, per essere valide dovranno essere fatte esclusivamente con lettera raccomandata alla sede del Garante. In caso di controversia tra la Società e il Contraente, il Foro competente, a scelta della parte attrice, è quello del luogo dove ha sede la Società Garante. FIDEIUSSIONE PER LA CAUZIONE DEFINITIVA CONDIZIONI CHE REGOLANO IL RAPPORTO TRA LA SOCIETA E LA STAZIONE APPALTANTE Art. 1 - Oggetto della garanzia. Il Garante si impegna nei confronti della Stazione Appaltante, nei limiti della somma garantita, al risarcimento dei danni da questa subiti in conseguenza dell inadempimento da parte del Contraente delle obbligazioni previste nel contratto ed al pagamento delle somme di cui all art. 101, commi 2 e 3 del Regolamento e cioè: e) le maggiori somme pagate dalla Stazione Appaltante rispetto alle risultanze della liquidazione finale; f) il rimborso delle eventuali maggiori somme pagate dalla Stazione Appaltante per il completamento dei lavori nel caso di risoluzione del contratto disposta in danno del Contraente; g) il rimborso delle eventuali somme pagate dalla Stazione Appaltante per quanto dovuto dal Contraente per inadempienza e inosservanza di norme e prescrizioni dei contratti collettivi di lavoro, delle leggi e dei regolamenti sulla tutela, protezione, assicurazione, assistenza e sicurezza fisica dei lavoratori comunque presenti in cantiere. Art. 2 - Durata della garanzia. L efficacia della garanzia, come riportato nella Scheda Tecnica: a) decorre dalla data di stipula del contratto di appalto; b) cessa il giorno di emissione del certificato di collaudo provvisorio o del certificato di regolare esecuzione o comunque non oltre 12 mesi dalla data di ultimazione dei lavori risultante dal relativo certificato, allorché è automaticamente svincolata, estinguendosi ad ogni effetto. La liberazione anticipata della garanzia rispetto alle scadenze di cui al precedente punti b) può aver luogo solo con la consegna dell originale della Scheda Tecnica e con comunicazione scritta della Stazione Appaltante al Garante. La garanzia è progressivamente svincolata in conformità a quanto disposto dall art. 30 comma 2 della legge 11 febbraio 1994 n Art. 3 Somma garantita. La somma garantita dalla presente fideiussione, così come previsto dall art. 30, comma 2, della Legge, è riportata nella Scheda Tecnica ed è pari al 10% dell importo dei lavori da eseguire nel caso di aggiudicazione con ribassi d asta minori od uguali al 20%; pari 10% dell importo dei lavori da eseguire aumentato di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il 20%, nel caso di aggiudicazione con ribassi d asta superiori al 20%. Qualora ricorrano le condizioni di cui all art. 8, comma 11-quater, della Legge, la somma garantita indicata alle lettere a) e b) del primo comma è ridotta del 50%. Art. 4 Escussione della garanzia. Il Garante pagherà l importo dovuto dal Contraente entro il termine di 15 giorni dal ricevimento della semplice richiesta scritta della Stazione Appaltante, presentata in conformità del successivo art. 7 e contenente gli elementi in suo possesso per l escussione della garanzia, inviata per conoscenza anche al Il Garante non godrà del beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui all art c.c. Restano salve le azioni di legge nel caso che le somme pagate dal Garante risultassero parzialmente o totalmente non dovute. Art. 5 - Surrogazione. Il Garante, nei limiti delle somme pagate, è surrogato alla Stazione Appaltante in tutti i diritti, ragioni ed azioni verso il Contraente, i suoi successori ed aventi causa a qualsiasi titolo. La Stazione Appaltante faciliterà le azioni di recupero fornendo alla Società tutti gli elementi in suo possesso. Art. 6 - Forma delle comunicazioni - Tutte le comunicazioni o notifiche al Garante, dipendenti dalla presente garanzia, per essere valide, dovranno essere fatte esclusivamente con lettera raccomandata indirizzata alla sede del Garante. Art. 7 Premio Il premio dovuto dal Contraente all atto della stipulazione della garanzia e quello dovuto per eventuali proroghe concordate, nonché il premio dovuto

4 per eventuali aggiornamenti per reintegro della somma garantita, sono riportati nelle rispettive Schede Tecniche. Il mancato pagamento del premio non può essere opposto alla Stazione Appaltante. Le somme pagate a titolo di premio rimangono comunque acquisite dal Garante, indipendentemente dal fatto che la garanzia cessi prima della data prevista all art. 2. Art. 8 - Foro competente - In caso di controversia fra il Garante e la Stazione Appaltante, il foro competente è quello determinato ai sensi dell art. 25 cod. Proc. Civ. Art. 9 Rinvio alle norme di legge - Per tutto quanto non diversamente regolato, valgono le norme di legge. CONDIZIONI CHE REGOLANO IL RAPPORTO TRA LA SOCIETA E IL CONTRAENTE Art Calcolo del premio. - Il Contraente, all atto della stipula della presente fideiussione, è tenuto al pagamento in via anticipata ed in unica soluzione del premio, che è integralmente e definitivamente acquisito alla Società, a prescindere dalla effettiva durata della garanzia. Art Rivalsa/Surrogazione. - Il Contraente si impegna a versare alla Società, tutte le somme che questa sia chiamata a corrispondere in forza del presente contratto per capitali, interessi e spese, con espressa rinuncia ad ogni e qualsiasi eccezione, comprese quelle previste dall art c.c.. La Società è surrogata, nei limiti delle somme pagate al Beneficiario della cauzione in tutti i diritti, ragioni ed azioni verso il Contraente, i suoi successori e aventi causa a qualsiasi titolo. Il Contraente si obbliga a prestare garanzie ipotecarie a favore della Società fidejubente su beni, anche di terzi, dal valore, per lo meno equivalente alla presente garanzia, che non spiega alcun effetto giuridico fino all avverarsi di tale condizione; inoltre essendo, quest ultima, adempimento essenziale nell interesse della Unioncoopfidi S.C.P.A., il mancato avveramento della stessa produrrà ipso iure l inadempienza del contraente e relativi effetti sul vincolo sinallagmatico. Art Rivalsa delle spese di recupero. - Gli oneri di qualsiasi natura che la Società dovrà sostenere per il recupero delle somme versate o comunque derivanti dalla presente fideiussione sono a carico del Art Controgaranzia. Il Garante, anche prima di aver pagato, potrà, a suo insindacabile e non opponibile giudizio, agire nei confronti del Contraente, anche a mezzo di semplice richiesta, al fine di ottenere idonea controgaranzia mediante pegno in contanti o titoli liquidi o prontamente liquidabili per il totale importo garantito o al fine di addivenire alla liberazione degli impegni assunti, oltre che nei casi previsti dall art C.C., nei seguenti casi: -protesto a carico del Contraente o altre manifestazioni di insolvenza; -liquidazione o trasformazione del Contraente; -cessione da parte del Contraente dell azienda o di un ramo d azienda; -inadempienza del Contraente in ordine al pagamento di premi, anche di proroga, relativi alla presente fideiussione o ad altre fideiussioni stipulate con la Società; -inadempienza del Contraente in ordine al rimborso di qualsiasi altro credito vantato dalla Società nei suoi confronti. Le somme versate restano acquisite alla Società a garanzia del regresso, fintanto che la Società stessa non venga liberata dagli obblighi della garanzia. Al verificarsi della liberazione dagli obblighi della garanzia, la Società restituirà le somme incamerate. La Società è autorizzata ad utilizzare dette somme per effettuare il pagamento dell eventuale indennizzo richiesto, senza che nessuna eccezione possa essere sollevata dal Il Contraente, autorizza sin d ora, il Garante ad emettere tratta a vista per il pagamento dei premi, anche di proroga, relativi alla presente fideiussione, nonché nei casi in cui il Contraente, a seguito richiesta della società Garante, non fornisca idonea controgaranzia o non sollevi il Garante stesso dagli impegni assunti ed, infine, nel caso in cui il Garante si trovi ad esercitare azione di rivalsa per le somme da quest ultimo versate a favore del Beneficiario. La firma del presente atto di fideiussione, da parte del Contraente, equivale ad accettazione formale dell eventuale tratta che il Garante emetterà nei casi di cui sopra. Art Imposte e tasse. - Le imposte, le tasse, i contributi e tutti gli altri oneri stabiliti per legge, presenti e futuri, relativi al premio, agli accessori, alla fideiussione ed agli atti da essa dipendenti, sono a carico del Contraente, anche se il pagamento ne sia stato anticipato dalla Società. Art Forma delle comunicazioni alla Società - Foro Competente. - Tutte le comunicazioni o notifiche alla Società, dipendenti dalla presente fideiussione, per essere valide dovranno essere fatte esclusivamente con lettera raccomandata alla sede del Garante. In caso di controversia tra la Società e il Contraente, il Foro competente, a scelta della parte attrice, è quello del luogo dove ha sede la Società Garante. FIDEIUSSIONE A TUTELA DEI DIRITTI PATRIMONIALI DEGLI ACQUIRENTI - L. 210 CONDIZIONI CHE REGOLANO L ATTO FIDEIUSSORIO Art. 1 Decorrenza della garanzia - La presente fideiussione si riferisce esclusivamente alle inadempienze verificatesi dopo il perfezionamento ed entro il periodo di durata della stessa. La fideiussione decorre dalle 24 ore del giorno di inizio indicato nella fideiussione, se in quel momento il corrispettivo e gli accessori sono stati pagati; in caso diverso decorre dalle 24 ore del giorno in cui viene effettuato il pagamento, ferme restando le ulteriori scadenze stabilite nel contratto. Per il pagamento delle rate successive alla prima è concesso il termine di 15 giorni, trascorso il quale la fideiussione resta sospesa e rientra in vigore soltanto dalle 24 ore del giorno del pagamento del corrispettivo e delle spese, ferme restando le scadenze contrattuali stabilite. Per gli effetti del mancato pagamento della rata scaduta trascorso il termine di cui sopra, la Società ne potrà dare avviso, con lettera raccomandata al Beneficiario, il quale potrà provvedere direttamente al pagamento con le conseguenze dal comma precedente. Trascorsi 15 giorni da tale avviso senza che la rata di corrispettivo sia stata pagata, la Società ha facoltà di risolvere il contratto mediante lettera raccomandata al Contraente, dandone avviso al Beneficiario, fermo il diritto ai premi scaduti e di esigerne giudizialmente l esecuzione. Art. 2 - Perdite escluse - La presente fideiussione è sottoposta alla condizione risolutiva espressa dalla veridicità delle dichiarazioni delle Parti; inoltre non spiega alcun effetto giuridico se non è firmata da tutte le Parti e se non è regolarmente quietanzata. La garanzia non comprende le perdite che abbiano avuto inizio prima della data di effetto della polizza o che abbiano avuto compimento dopo che tale effetto sia cessato, che siano la continuazione di attività dolosa anteriore alla data di effetto della polizza e che siano posti in essere per occultare o riparare fatti dolosi commessi prima che la polizza abbia avuto effetto. Art. 3 - Efficacia della garanzia - La garanzia prestata con il presente contratto, rimarrà operante fino al momento della liberazione del Contraente nei modi indicati all art. 5. Non spiega alcun effetto giuridico se non è firmata da tutte le parti e si intende espressamente risolta, se non è regolarmente quietanzata a seguito del pagamento del corrispettivo. Il Beneficiario, pena la decadenza della presente fidejussione, dovrà tempestivamente avvisare la Società mediante raccomandata di ogni inadempienza, di cui venga a conoscenza entro 3 giorni dalla conoscenza del fatto stesso, termine posto come essenziale. Art. 4 - Calcolo del corrispettivo e supplementi di corrispettivo - Il corrispettivo per il periodo di durata previsto in contratto è dovuto in via anticipata ed in unica soluzione; in caso di minor durata esso rimane integralmente acquisito alla Società. In caso di maggior durata e, comunque, fino a quando il Contraente non presenti documenti di cui al successivo art. 5, esso è tenuto al pagamento di supplementi di corrispettivo. Tali supplementi sono dovuti in via anticipata nella misura indicata nella voce: calcolo del corrispettivo. Il corrispettivo relativo al presente contratto è, comunque, incamerato dalla Società e non potrà in alcun caso esserne richiesta la restituzione, indipendentemente dalle determinazioni del beneficiario. Art. 5 - Liberazione del Contraente dall obbligo di pagamento dei supplementi di corrispettivo - Il contraente, per essere liberato dall obbligo di pagamento dei supplementi di corrispettivo, deve consegnare alla Società l originale del contratto restituitogli dall Ente garantito, oppure una dichiarazione rilasciata sempre dall Ente garantito che liberi la Società da ogni responsabilità in ordine alla garanzia prestata, fermo restando che, ai fini dell art. 2, detta dichiarazione non avrà in alcun caso effetto retroattivo. Art. 6 - Pagamento del risarcimento - Il pagamento delle somme dovute in base alla presente fidejussione verrà eseguito dalla Società, a semplice richiesta, del Beneficiario entro 15 giorni dalla ricezione della denuncia di inadempimento avanzata dall Ente medesimo, rimanendo inteso che, ai sensi dell art.1944 c.c., la Società non godrà del beneficio della preventiva escussione del La Società rinuncia ad avvalersi delle eccezioni di cui agli artt e 1957 c.c.. Il Beneficiario farà quanto è possibile per ridurre i danni e non potrà addivenire a transazioni con Il Contraente o con chi per esso, senza il consenso scritto della Società, altrimenti perderà il diritto al risarcimento e sarà tenuto a rimborsare alla Società quanto avesse incassato a tale titolo. Art. 7 Rivalsa/Surrogazione - Il Contraente si impegna a versare alla Società, tutte le somme che questa sia chiamata a corrispondere in forza del presente contratto per capitali, interessi e spese, con espressa rinuncia ad ogni e qualsiasi eccezione, comprese quelle previste dall art c.c.. La Società è surrogata, nei limiti delle somme pagate al Beneficiario della cauzione in tutti i diritti, ragioni ed azioni verso il Contraente, i suoi successori e aventi causa a qualsiasi titolo. Il Contraente si obbliga a prestare garanzie ipotecarie a favore della Società fidejubente su beni, anche di terzi, dal valore, per lo meno equivalente alla presente garanzia, che non spiega alcun effetto giuridico fino all avverarsi di tale condizione; inoltre essendo, quest ultima, adempimento essenziale nell interesse della Unioncoopfidi S.C.P.A., il mancato avveramento della stessa produrrà ipso iure l inadempienza del contraente e relativi effetti sul vincolo sinallagmatico.

5 Art. 8 - Rivalsa delle spese di recupero - Gli oneri di qualsiasi natura che la Società dovrà sostenere per il recupero delle somme versate o comunque derivanti dal presente contratto sono a carico del Art. 9 Controgaranzia - Il Garante, anche prima di aver pagato, potrà, a suo insindacabile e non opponibile giudizio, agire nei confronti del Contraente, anche a mezzo di semplice richiesta, al fine di ottenere idonea controgaranzia mediante pegno in contanti o titoli liquidi o prontamente liquidabili, per il totale importo garantito o al fine di addivenire alla liberazione degli impegni assunti, oltre che nei casi previsti dall art C.C., nei seguenti casi: protesto a carico del Contraente o altre manifestazioni di insolvenza, liquidazione o trasformazione del Contraente, cessione da parte del Contraente dell azienda o di un ramo d azienda. inadempienza del Contraente in ordine al pagamento di premi, anche di proroga, relativi alla presente fideiussione o ad altre fideiussioni stipulate con la Società, inadempienza del Contraente in ordine al rimborso di qualsiasi altro credito vantato dalla Società nei suoi confronti. Le somme versate restano acquisite alla Società a garanzia del regresso, fintanto che la Società stessa non venga liberata dagli obblighi della garanzia. Al verificarsi della liberazione dagli obblighi della garanzia, la Società restituirà le somme incamerate. La Società è autorizzata ad utilizzare dette somme per effettuare il pagamento dell eventuale indennizzo richiesto, senza che nessuna eccezione possa essere sollevata dal Il Contraente, autorizza sin d ora, il Garante ad emettere tratta a vista per i premi, anche di proroga, relativi alla presente fideiussione, nonché nei casi in cui il Contraente, a seguito richiesta della società Garante, non fornisca idonea controgaranzia o non sollevi il Garante stesso dagli impegni assunti ed, infine, nel caso in cui il Garante si trovi ad esercitare azione di rivalsa per le somme da quest ultimo versate a favore del Beneficiario. La firma del presente atto di fideiussione, da parte del Contraente, equivale ad accettazione formale dell eventuale tratta che il Garante emetterà nei casi di cui sopra. Art Imposte e tasse - Le imposte, le tasse, i contributi e tutti gli altri oneri stabiliti per legge, presenti e futuri, relativi al corrispettivo, agli accessori, al contratto ed agli atti da esso dipendenti, sono a carico del Contraente, anche se il pagamento ne sia stato anticipato dalla Società. Art. 11 Cessione del contratto - Ai sensi dell Art.1406 e seguenti del Codice Civile, il presente contratto di fideiussione e tutte le obbligazioni da esso scaturenti, può essere ceduto ovvero può essere oggetto di cessione in favore di altro soggetto autorizzato all esercizio dell attività di cui art. 106 del Testo Unico Bancario (D.Lgs. n. 385/1993). Le Parti, consapevoli dei propri diritti, con la sottoscrizione del presente contratto di fideiussione, rilasciano piena e completa autorizzazione alla cessione, ovvero rilasciano pieno consenso alla cessione del contratto, manlevando la società Unioncoopfidi S.C.P.A. da ogni responsabilità in merito. Art. 12 Reclami Nel caso in cui sorga una controversia tra il Cliente e la Società relativa all'interpretazione ed applicazione del presente contratto il Cliente, preventivamente, può presentare un reclamo alla Società a mezzo lettera raccomandata a.r., telefax o posta elettronica. Art. 13 Clausola Arbitrale - Le questioni relative all accertamento della validità, efficacia, interpretazione e risoluzione dell obbligazione fideiussoria, non risolte bonariamente dalle Parti, saranno deferite, con esplicita rinuncia alla competenza dell Autorità Giudiziaria Ordinaria, ad un Collegio Arbitrale. I due membri designati dalle Parti ai sensi dell art. 810 c.p.c., prima della nomina del Terzo Arbitro e della costituzione del Collegio, assisteranno le Parti nel tentativo di bonario componimento della controversia. Ove ciò risulti infruttuoso gli Arbitri nomineranno il Terzo di comune accordo, deferendo, in caso di disaccordo, tale nomina al Presidente del Tribunale di Roma. Il Collegio avrà sede in Roma e deciderà secondo diritto ed in base alle condizioni dell atto di fideiussione, applicando ove possibile le norme del codice di procedura civile. Sono espressamente escluse dalla competenza arbitrale le pronunzie di condanna. La parte che attiverà il procedimento dovrà anticipare agli arbitri i compensi determinati in base alla vigente tariffa forense salva la definitiva ripartizione delle spese in base al lodo arbitrale. Art Forme delle comunicazioni alla Società- Foro competente - Tutte le comunicazioni e notifiche alla Società, dipendenti dal presente contratto, per essere valide, dovranno essere fatte esclusivamente con lettera raccomandata alla sede della società. Per quanto attiene ai rapporti della Società con il Contraente ed il Beneficiario, il Foro competente in via esclusiva è quello dove ha sede la Società Garante. FIDEIUSSIONE A GARANZIA DI OBBLIGAZIONI CONTRATTUALI CONDIZIONI CHE REGOLANO L ATTO DI FIDEIUSSIONE Art. 1 Decorrenza della garanzia - La presente fideiussione si riferisce esclusivamente alle inadempienze verificatesi dopo il perfezionamento ed entro il periodo di durata della stessa. La fideiussione decorre dalle 24 ore del giorno di inizio indicato nella fideiussione, se in quel momento il corrispettivo e gli accessori sono stati pagati; in caso diverso decorre dalle 24 ore del giorno in cui viene effettuato il pagamento, ferme restando le ulteriori scadenze stabilite nel contratto. Per il pagamento delle rate successive alla prima è concesso il termine di 15 giorni, trascorso il quale la fideiussione resta sospesa e rientra in vigore soltanto dalle 24 ore del giorno del pagamento del corrispettivo e delle spese, ferme restando le scadenze contrattuali stabilite. Per gli effetti del mancato pagamento della rata scaduta trascorso il termine di cui sopra, la Società ne potrà dare avviso, con lettera raccomandata al Beneficiario, il quale potrà provvedere direttamente al pagamento con le conseguenze dal comma precedente. Trascorsi 15 giorni da tale avviso senza che la rata di corrispettivo sia stata pagata, la Società ha facoltà di risolvere il contratto mediante lettera raccomandata al Contraente, dandone avviso al Beneficiario, fermo il diritto ai premi scaduti e di esigerne giudizialmente l esecuzione. Art. 2 - Perdite escluse - La presente fideiussione è sottoposta alla condizione risolutiva espressa dalla veridicità delle dichiarazioni delle Parti; inoltre non spiega alcun effetto giuridico se non è firmata da tutte le Parti e se non è regolarmente quietanzata. La garanzia non comprende le perdite che abbiano avuto inizio prima della data di effetto della fideiussione o che abbiano avuto compimento dopo che tale effetto sia cessato, che siano la continuazione di attività dolosa anteriore alla data di effetto della fideiussione e che siano posti in essere per occultare o riparare fatti dolosi commessi prima che la fideiussione abbia avuto effetto. Art. 3 - Efficacia della garanzia - La garanzia prestata con il presente contratto, rimarrà operante fino al momento della liberazione del Contraente nei modi indicati all art. 5. Non spiega alcun effetto giuridico se non è firmata da tutte le parti e si intende espressamente risolta, se non è regolarmente quietanzata a seguito del pagamento del corrispettivo. Il Beneficiario, pena la decadenza della presente fidejussione, dovrà tempestivamente avvisare la Società mediante raccomandata di ogni inadempienza, di cui venga a conoscenza entro 3 giorni dalla conoscenza del fatto stesso, termine posto come essenziale. Art. 4 - Calcolo del corrispettivo e supplementi di corrispettivo - Il corrispettivo per il periodo di durata previsto in contratto è dovuto in via anticipata ed in unica soluzione; in caso di minor durata esso rimane integralmente acquisito alla Società. In caso di maggior durata e, comunque, fino a quando il Contraente non presenti documenti di cui al successivo art. 5, esso è tenuto al pagamento di supplementi di corrispettivo. Tali supplementi sono dovuti in via anticipata nella misura indicata nella voce: calcolo del corrispettivo. Il corrispettivo relativo al presente contratto è, comunque, incamerato dalla Società e non potrà in alcun caso esserne richiesta la restituzione, indipendentemente dalle determinazioni del beneficiario. Art. 5 - Liberazione del Contraente dall obbligo di pagamento dei supplementi di corrispettivo - Il contraente, per essere liberato dall obbligo di pagamento dei supplementi di corrispettivo, deve consegnare alla Società l originale del contratto restituitogli dall Ente garantito, oppure una dichiarazione rilasciata sempre dall Ente garantito che liberi la Società da ogni responsabilità in ordine alla garanzia prestata, fermo restando che, ai fini dell art. 2, detta dichiarazione non avrà in alcun caso effetto retroattivo. Art. 6 - Pagamento del risarcimento Il pagamento delle eventuali perdite subite dal Beneficiario a causa del presente atto di fidejussione sarà effettuato dalla Società entro 30 giorni dalla richiesta scritta e documentata del Beneficiario, comprovante la effettiva e definitiva inadempienza del Contraente, sempre fatti salvi gli obblighi di legge. Il pagamento avverrà dopo averne dato avviso, per l assenso, al Contraente mediante lettera raccomandata. Qualora il Contraente sia sottoposto a procedura fallimentare la società garante pagherà le perdite subite dal Beneficiario entro 30 giorni dall approvazione dello stato passivo. Sono comunque escluse somme per interessi legali e rivalutazione. Il Beneficiario farà quanto è possibile per ridurre i danni e non potrà addivenire a transazioni con il Contraente o con chi per esso, senza il consenso scritto della Società, altrimenti perderà il diritto al risarcimento e sarà tenuto a rimborsare alla Società quanto avesse incassato a tale titolo. Art. 7 Rivalsa/Surrogazione - Il Contraente si impegna a versare alla Società, tutte le somme che questa sia chiamata a corrispondere in forza del presente contratto per capitali, interessi e spese, con espressa rinuncia ad ogni e qualsiasi eccezione, comprese quelle previste dall art c.c.. La Società è surrogata, nei limiti delle somme pagate al Beneficiario della cauzione in tutti i diritti, ragioni ed azioni verso il Contraente, i suoi successori e aventi causa a qualsiasi titolo. Il Contraente si obbliga a prestare garanzie ipotecarie a favore della Società fidejubente su beni, anche di terzi, dal valore, per lo meno equivalente alla presente garanzia, che non spiega alcun effetto giuridico fino all avverarsi di tale condizione; inoltre essendo, quest ultima, adempimento essenziale nell interesse della Unioncoopfidi S.C.P.A., il mancato avveramento della stessa produrrà ipso iure l inadempienza del contraente e relativi effetti sul vincolo sinallagmatico. Art. 8 - Rivalsa delle spese di recupero - Gli oneri di qualsiasi natura che la Società dovrà sostenere per il recupero delle somme versate o comunque derivanti dal presente contratto sono a carico del Art. 9 Controgaranzia - Il Garante, anche prima di aver pagato, potrà, a suo insindacabile e non opponibile giudizio, agire nei confronti del Contraente, anche a mezzo di semplice richiesta, al fine di ottenere idonea controgaranzia mediante pegno in contanti o titoli liquidi o prontamente liquidabili, per il totale importo garantito o al fine di addivenire alla liberazione degli impegni assunti, oltre che nei casi previsti dall art C.C., nei seguenti casi: protesto a carico del Contraente o altre manifestazioni di insolvenza, liquidazione o trasformazione del Contraente, cessione da parte del Contraente dell azienda o di un ramo d azienda. inadempienza del Contraente in ordine al pagamento di premi, anche di proroga, relativi alla presente fideiussione o ad altre fideiussioni stipulate con la Società, inadempienza del Contraente in ordine al rimborso di qualsiasi altro credito vantato dalla Società nei suoi confronti. Le somme versate restano acquisite alla Società a garanzia del regresso, fintanto che la Società stessa non venga liberata dagli obblighi della garanzia. Al verificarsi della liberazione dagli obblighi della garanzia, la Società restituirà le somme incamerate. La Società è autorizzata ad utilizzare dette somme per effettuare il pagamento dell eventuale indennizzo richiesto, senza che nessuna eccezione possa essere sollevata dal Il Contraente, autorizza sin d ora, il Garante ad emettere tratta a vista per i premi, anche di proroga, relativi alla presente fideiussione, nonché nei casi in cui il Contraente, a seguito richiesta della società Garante, non fornisca idonea controgaranzia o non sollevi il Garante stesso dagli impegni assunti ed, infine, nel caso in cui il Garante si trovi ad esercitare azione di rivalsa per le somme da quest ultimo versate a favore del Beneficiario. La firma del presente atto di fideiussione, da parte del Contraente, equivale ad accettazione formale dell eventuale tratta che il Garante emetterà nei casi di cui sopra. Art Imposte e tasse - Le imposte, le tasse, i contributi e tutti gli altri oneri stabiliti per legge, presenti e futuri, relativi al corrispettivo, agli accessori, al contratto ed agli atti da esso dipendenti, sono

6 a carico del Contraente, anche se il pagamento ne sia stato anticipato dalla Società. Art. 11 Cessione del contratto - Ai sensi dell Art.1406 e seguenti del Codice Civile, il presente contratto di fideiussione e tutte le obbligazioni da esso scaturenti, può essere ceduto ovvero può essere oggetto di cessione in favore di altro soggetto autorizzato all esercizio dell attività di cui art. 106 del Testo Unico Bancario (D.Lgs. n. 385/1993). Le Parti, consapevoli dei propri diritti, con la sottoscrizione del presente contratto di fideiussione, rilasciano piena e completa autorizzazione alla cessione, ovvero rilasciano pieno consenso alla cessione del contratto, manlevando la società So.fi.m. S.p.A. da ogni responsabilità in merito. Art. 12 Reclami Nel caso in cui sorga una controversia tra il Cliente e la Società relativa all'interpretazione ed applicazione del presente contratto il Cliente, preventivamente, può presentare un reclamo alla Società a mezzo lettera raccomandata a.r., telefax o posta elettronica. Art. 13 Clausola Arbitrale - Le questioni relative all accertamento della validità, efficacia, interpretazione e risoluzione dell obbligazione fideiussoria, non risolte bonariamente dalle Parti, saranno deferite, con esplicita rinuncia alla competenza dell Autorità Giudiziaria Ordinaria, ad un Collegio Arbitrale. I due membri designati dalle Parti ai sensi dell art. 810 c.p.c., prima della nomina del Terzo Arbitro e della costituzione del Collegio, assisteranno le Parti nel tentativo di bonario componimento della controversia. Ove ciò risulti infruttuoso gli Arbitri nomineranno il Terzo di comune accordo, deferendo, in caso di disaccordo, tale nomina al Presidente del Tribunale di Roma. Il Collegio avrà sede in Roma e deciderà secondo diritto ed in base alle condizioni dell atto di fideiussione, applicando ove possibile le norme del codice di procedura civile. Sono espressamente escluse dalla competenza arbitrale le pronunzie di condanna. La parte che attiverà il procedimento dovrà anticipare agli arbitri i compensi determinati in base alla vigente tariffa forense salva la definitiva ripartizione delle spese in base al lodo arbitrale. Art Forme delle comunicazioni alla Società- Foro competente - Tutte le comunicazioni e notifiche alla Società, dipendenti dal presente contratto, per essere valide, dovranno essere fatte esclusivamente con lettera raccomandata alla sede della società. Per quanto attiene ai rapporti della Società con il Contraente ed il Beneficiario, il Foro competente in via esclusiva è quello dove ha sede la Società Garante.

FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA

FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA Data: 31.05.2015 FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA FINWORLD s.p.a. GARANZIE PROVVISORIE PER LA

Dettagli

Condizioni generali di Assicurazione

Condizioni generali di Assicurazione Schema di Polizza Fidejussoria a garanzia degli obblighi derivanti dalla gestione operativa dell impianto di discarica controllata per rifiuti non pericolosi ubicato in contrada Autigno Comune di Brindisi

Dettagli

POLIZZA FIDEIUSSORIA

POLIZZA FIDEIUSSORIA POLIZZA FIDEIUSSORIA a garanzia degli obblighi ed oneri di cui alle Concessioni Edilizie rilasciate ai sensi di legge Fascicolo Informativo (Ed. 08/2013) Il presente Fascicolo Informativo contenente a)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA

FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA Data: 31.05.2015 GARANZIE PER BUONA ESECUZIONE, CONTRIBUTI STATALI,

Dettagli

del 27/02/2007 n. 184

del 27/02/2007 n. 184 D E T E RMINAZI ONE DEL DIRIGENTE del 27/02/2007 n. 184 I X S E T T O R E T u t e l a d e l l A m b i e n t e Oggetto: Approvazione schemi per la stipulazione delle garanzie finanziarie relative alle attività

Dettagli

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N.

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Modello 2 FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Oggetto: Fidejussione a prima richiesta a favore di Finpiemonte S.p.A a garanzia della quota di contributo a fondo perduto a titolo di

Dettagli

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO ALL. B AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO ASSICURATIVO RELATIVO ALLA POLIZZA TRIENNALE INFORTUNI PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA. CIG:

Dettagli

Tua Assicurazioni S.p.A.

Tua Assicurazioni S.p.A. Fascicolo Informativo Copertina Tua Assicurazioni S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni Contratto di garanzia fidejussoria per l'ingresso in Italia Il presente Fascicolo Informativo, contenente a. Nota

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FIDEIUSSIONE LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO

FOGLIO INFORMATIVO FIDEIUSSIONE LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO UNIFIDI Emilia Romagna soc. coop a r.l. Via Brugnoli, 6 40122 Bologna Tel. 051 6496800 Fax 051 0822010 www.unifidi.eu info@unfidi.eu Iscritta nell Elenco speciale degli Intermediari finanziari vigilati

Dettagli

carta intestata assicurazione/banca SCHEMA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Fideiussione bancaria/polizza fideiussoria)

carta intestata assicurazione/banca SCHEMA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Fideiussione bancaria/polizza fideiussoria) carta intestata assicurazione/banca SCHEMA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Fideiussione bancaria/polizza fideiussoria) (indicare denominazione e indirizzo completo della filiale/agenzia emittente la garanzia) Riferimento

Dettagli

1. Identità e contatti del finanziatore. 2. Caratteristiche principali del prodotto di credito

1. Identità e contatti del finanziatore. 2. Caratteristiche principali del prodotto di credito 1. Identità e contatti del finanziatore Finanziatore Igea Banca S.p.A.. Indirizzo Sede legale: Via Paisiello, 38 00198 Roma (CT) Telefono 095 7724145 Email segreteria@igeabanca.it Fax 095 7724145 Sito

Dettagli

MODELLO PER SOCIETÀ/BANCHE PER IL RILASCIO DI POLIZZA FIDEIUSSORIA O FIDEIUSSIONE BANCARIA PER IL RIMBORSO DELL IVA

MODELLO PER SOCIETÀ/BANCHE PER IL RILASCIO DI POLIZZA FIDEIUSSORIA O FIDEIUSSIONE BANCARIA PER IL RIMBORSO DELL IVA MODELLO PER SOCIETÀ/BANCHE PER IL RILASCIO DI POLIZZA FIDEIUSSORIA O FIDEIUSSIONE BANCARIA PER IL RIMBORSO DELL IVA Finalità Utilizzo Compilazione e consegna Tipo di garanzia Il presente modello deve essere

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811 Fax: 0535/83112

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A. Sede Legale: Via Lucrezia Romana n. 41/47-00178

Dettagli

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione Contratto fidejussorio per l'anticipazione della prima quota delle agevolazioni di cui al decreto della Regione Siciliana - Assessorato

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A. Sede Legale: Via Lucrezia Romana n. 41/47-00178

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI COPERTURA ASSICURATIVA POLIZZA FIDEJUSSORIA

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI COPERTURA ASSICURATIVA POLIZZA FIDEJUSSORIA Scheda Tecnica relativa alla garanzia fidejussoria (ALLEGATO A ) AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI COPERTURA ASSICURATIVA POLIZZA FIDEJUSSORIA Oggetto Contraente Copertura rischi assicurativi derivanti dalla

Dettagli

MODALITA RICHIESTA ANTICIPO

MODALITA RICHIESTA ANTICIPO REGIONE TOSCANA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR) 2007-2013 Reg. CE n. 1698/2005 MODALITA RICHIESTA ANTICIPO Soggetti privati Versione 01 Portoferraio, aprile 2012 (file disponibile all indirizzo http://www.galetruria.it/psrasse4/default.aspx

Dettagli

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione)

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione) Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione) G GARANZIE RICEVUTE FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA FOGLIO INFORMATIVO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO POLIZZA FIDEJUSSORIA COMUNE DI TRAPANI

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO POLIZZA FIDEJUSSORIA COMUNE DI TRAPANI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO POLIZZA FIDEJUSSORIA COMUNE DI TRAPANI FIDEJUSSIONE A GARANZIA DEGLI OBBLIGHI DERI- VANTI DA GESTIONE POST CHIUSURA VASCHE DI DISCARICA LOTTO 1 1 Schema di condizioni contrattuali

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati TASSO FISSO

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811

Dettagli

Spett.le PREMESSO. che in data è stata presentata al Comune di, tramite il sistema MUDE, una domanda di contributo a cui è stato attribuito il n.

Spett.le PREMESSO. che in data è stata presentata al Comune di, tramite il sistema MUDE, una domanda di contributo a cui è stato attribuito il n. SCHEMA DI POLIZZA FIDEIUSSORIA DA UTLIZZARE NELLE IPOTESI DI RICHIESTA DI EROGAZIONE DELL ANTICIPO DEL 20% DELL IMPORTO AMMESSO A CONTRIBUTO IN MERITO AGLI INTERVENTI RELATIVI AGLI EDIFICI ED ALLE UNITA

Dettagli

SCHEMA DI FIDEJUSSIONE

SCHEMA DI FIDEJUSSIONE Allegato n. 11 SCHEMA DI FIDEJUSSIONE Contratto fidejussorio per l'anticipazione della prima quota delle agevolazioni tra l impresa beneficiaria delle agevolazioni ed il Gestore Concessionario (punto 6.2

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A. Sede Legale: Via Lucrezia Romana n. 41/47-00178

Dettagli

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

Servizio Mutui Chirografari

Servizio Mutui Chirografari INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica IGEA BANCA S.P.A. Sede legale e Direzione Generale Via Paisiello, 38 00198 Roma Capitale sociale 16.025.184,00 Codice fiscale e n iscrizione al

Dettagli

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione (punto 7.1 della circolare)

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione (punto 7.1 della circolare) Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione (punto 7.1 della circolare) Allegato n. 22 Contratto fidejussorio per l'anticipazione della prima quota delle agevolazioni di cui al

Dettagli

Garanzia tipo 1 (Sviluppo Rurale)

Garanzia tipo 1 (Sviluppo Rurale) ALLEGATO 1 (Carta intestata della Banca/Assicurazione) Garanzia tipo 1 (Sviluppo Rurale) POLIZZA FIDEJUSSORIA/FIDEJUSSIONE BANCARIA PER L ANTICIPO DELL AIUTO PREVISTO DAL REG. CE N. 1698/2005, PER IL SOSTEGNO

Dettagli

SCONTO DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE

SCONTO DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE 1 FOGLIO INFORMATIVO SCONTO DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SPINAZZOLA SOCIETA COOPERATIVA Sede legale: Corso Umberto I 65-76014 SPINAZZOLA (BT) Tel.

Dettagli

FIDEIUSSIONE A PRIMA RICHIESTA N.

FIDEIUSSIONE A PRIMA RICHIESTA N. Fac simile Spettabile Luogo, data FIDEIUSSIONE A PRIMA RICHIESTA N. _ Oggetto: Fidejussione a prima richiesta a favore di Regione Piemonte a garanzia dell erogazione della quota di finanziamento erogato

Dettagli

PARTECIPAZIONE ALL EXPO 2015 E A EVENTI COLLATERALI

PARTECIPAZIONE ALL EXPO 2015 E A EVENTI COLLATERALI Servizio Erogazione aiuti e Controlli Allegato alla Determinazione n. 1710 del 25/03/2015 PARTECIPAZIONE ALL EXPO 2015 E A EVENTI COLLATERALI L.R. 9 marzo 2015 (Legge finanziaria), n. 5, art. 17, comma

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CREDITI DI FIRMA (Finanziamento per l emissione di crediti di firma con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO CREDITI DI FIRMA (Finanziamento per l emissione di crediti di firma con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO CREDITI DI FIRMA (Finanziamento per l emissione di crediti di firma con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni

Dettagli

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione Allegato 3 fidejussione bancaria o polizza assicurativa REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO ATTIVITA PRODUTTIVE Finanziamento agevolato nell ambito dell Asse VII, Linea di Intervento 7.1.1.3 del P.O.R. F.E.S.R.

Dettagli

FINANZIAMENTO CAMBIARIO NON CONSUMATORI OLTRE 18 MESI MEDIANTE UTILIZZO DI CAMBIALE

FINANZIAMENTO CAMBIARIO NON CONSUMATORI OLTRE 18 MESI MEDIANTE UTILIZZO DI CAMBIALE 1 FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CAMBIARIO NON CONSUMATORI OLTRE 18 MESI MEDIANTE UTILIZZO DI CAMBIALE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SPINAZZOLA SOCIETA COOPERATIVA Sede legale:

Dettagli

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER SCONTO O ANTICIPAZIONE EFFETTI/FATTURE 1

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER SCONTO O ANTICIPAZIONE EFFETTI/FATTURE 1 FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER SCONTO O ANTICIPAZIONE EFFETTI/FATTURE Data aggiornamento: 08/02/2011 } {_Documento} INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo

Dettagli

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI Via Caldera, 21 20153 Mil ano DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS. 385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO) E

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA FOGLIO INFORMATIVO relativo al servizio di PEGNO SU TITOLI E VALORI INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC IMPRESA

FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC IMPRESA FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC IMPRESA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Buonabitacolo Soc. Coop. Sede legale in Buonabitacolo,via S.Francesco Tel.: 0975-91541/2 Fax:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA CREDITO ORDINARIA IN CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA CREDITO ORDINARIA IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO APERTURA CREDITO ORDINARIA IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Ostuni Società Cooperativa Largo Mons. Italo Pignatelli n.2 72017 Ostuni Tel.: 0831-301241

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

ALLE BANCHE CONCESSIONARIE ALLA CONFINDUSTRIA ALL ABI ALL A.N.I.A.

ALLE BANCHE CONCESSIONARIE ALLA CONFINDUSTRIA ALL ABI ALL A.N.I.A. Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE ECONOMICA DIREZIONE GENERALE PER L INCENTIVAZIONE DELLE ATTIVITA IMPRENDITORIALI Prot. 43138 del 21 dicembre 2012 ALLA AGENZIA

Dettagli

Foglio Informativo n. 1/2015 del 1 gennaio 2015. Garanzie prestate nell interesse della clientela

Foglio Informativo n. 1/2015 del 1 gennaio 2015. Garanzie prestate nell interesse della clientela del 1 gennaio 2015 Garanzie prestate nell interesse della clientela Informazioni sulla Banca HSBC Bank plc Società di diritto estero, capogruppo del gruppo bancario estero HSBC Bank plc Sede legale: 8

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia

FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia INFORMAZIONI SUL CONFIDI CONFIDI IMPRESE TOSCANE Società Cooperativa di garanzia collettiva dei fidi

Dettagli

ALLEGATO _B Dgr n. 2721 del 29/12/2014 pag. 1/5

ALLEGATO _B Dgr n. 2721 del 29/12/2014 pag. 1/5 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO _B Dgr n. 2721 del 29/12/2014 pag. 1/5 SCHEMA DI GARANZIA FINANZIARIA (per impianti soggetti agli artt. 29-sexies, 29-octies, 29-nonies, 208, 214 e 216 del D. Lgs.

Dettagli

Foglio informativo n. 020/016. Servizi bancari. Crediti di firma.

Foglio informativo n. 020/016. Servizi bancari. Crediti di firma. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 020/016. Servizi bancari. Crediti di firma. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

PREMESSO CHE: (*) modificata con DGRT 535/2013 e con DGRT 751/2013

PREMESSO CHE: (*) modificata con DGRT 535/2013 e con DGRT 751/2013 La garanzia finanziaria può essere prestata mediante: reale e valida cauzione, fideiussione bancaria o polizza assicurativa ai sensi della Deliberazione Giunta Regionale Toscana n 743 del 06/08/2012 e

Dettagli

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N.

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Fac simile FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Oggetto: Fidejussione a prima richiesta a favore di Finpiemonte S.p.A a garanzia della quota di contributo a fondo perduto a titolo di

Dettagli

ALLEGATO D SCHEMA DI GARANZIA FIDEIUSSORIA

ALLEGATO D SCHEMA DI GARANZIA FIDEIUSSORIA ALLEGATO D SCHEMA DI GARANZIA FIDEIUSSORIA 1 SCHEMA DI GARANZIA FIDEJUSSORIA PER L EROGAZIONE DELLE SOMME A TITOLO DI ANTICIPAZIONE, A VALERE SUL 1 BANDO DELL ASSE 4 DEL PROGRAMMA OPERATIVO COMPETITIVITA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati TASSO VARIABILE

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati TASSO VARIABILE FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati TASSO VARIABILE INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811

Dettagli

CONTRATTO DI SCONTO DI CREDITI IVA

CONTRATTO DI SCONTO DI CREDITI IVA CONTRATTO DI SCONTO DI CREDITI IVA Tra - la società/ditta individuale (di seguito, per brevità: il Cedente), con sede in, P.IVA ; rappresentata ai fini del presente atto dal sig., C.F. e - la società Alma

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

Foglio informativo n. 020/009. Servizi bancari. Crediti di firma.

Foglio informativo n. 020/009. Servizi bancari. Crediti di firma. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 020/009. Servizi bancari. Crediti di firma. Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Via Roma, 3 51100 Pistoia. Tel.:

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE Premessa Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via pervenuto al Comune di Palermo giusta confisca ex L. 575/65 e succ. mod. ed integr. in pregiudizio

Dettagli

Foglio informativo redatto ai sensi della disciplina in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari ANTICIPO SU FATTURE

Foglio informativo redatto ai sensi della disciplina in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari ANTICIPO SU FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA Foglio informativo redatto ai sensi della disciplina in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari ANTICIPO SU FATTURE Banca di Credito Cooperativo Pordenonese

Dettagli

CONTRATTO DI CESSIONE CREDITI. Tra. Crescent Italia S.r.l. in persona del legale rappresentante pro-tempore Sig

CONTRATTO DI CESSIONE CREDITI. Tra. Crescent Italia S.r.l. in persona del legale rappresentante pro-tempore Sig CONTRATTO DI CESSIONE CREDITI Tra Crescent Italia S.r.l. in persona del legale rappresentante pro-tempore Sig, con sede in Arezzo Piazzetta Sopra i Ponti 2, partita IVA di seguito anche Parte cessionaria

Dettagli

CAPITOLATO RELATIVO AL LEASING

CAPITOLATO RELATIVO AL LEASING Capitolato per l affidamento, previa acquisizione del progetto definitivo in sede di offerta, dell appalto misto di lavori e servizi, per la progettazione esecutiva, la realizzazione e la locazione finanziaria

Dettagli

Foglio informativo APERTURA DI CREDITO IPOTECARIA 1 giugno 2011

Foglio informativo APERTURA DI CREDITO IPOTECARIA 1 giugno 2011 Foglio informativo APERTURA DI CREDITO IPOTECARIA 1 giugno 2011 (D.Lgs. 385/1993 e successive modifiche Deliberazione CICR del 04.03.03) INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. ai sensi dell art. 116 D. lgs. 385/1993 (TUB)

FOGLIO INFORMATIVO. ai sensi dell art. 116 D. lgs. 385/1993 (TUB) FOGLIO INFORMATIVO ai sensi dell art. 116 D. lgs. 385/1993 (TUB) SEZIONE I INFORMAZIONI SUL CONFIDI Fidindustria Puglia Consorzio Fidi Sede legale: via Amendola 172/5 70126 Bari Tel.: 080 9643694-080 9643694

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

(MUCH03a) Banca di Credito Cooperativo di San Marco dei Cavoti e del Sannio Calvi Società Cooperativa

(MUCH03a) Banca di Credito Cooperativo di San Marco dei Cavoti e del Sannio Calvi Società Cooperativa (MUCH03a) INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO Banca di Credito Cooperativo di San Marco dei Cavoti e del Sannio Calvi Società Cooperativa Piazza Risorgimento, 16-82029 San Marco dei Cavoti (BN) Tel.:

Dettagli

Comune di Villa di Tirano

Comune di Villa di Tirano Comune di Villa di Tirano! "" #$% &' ( CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO 1. OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio

Dettagli

L.R. 52/2009 Prestito sociale d onore - Aggiornamento al 12 gennaio 2015 1

L.R. 52/2009 Prestito sociale d onore - Aggiornamento al 12 gennaio 2015 1 PRESTITO SOCIALE D ONORE Legge Regione Valle d Aosta 23 dicembre 2009, n. 52 Interventi regionali per l'accesso al credito sociale INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO Finanziaria Regionale Valle d Aosta -

Dettagli

SCHEMA DI POLIZZA FIDEJUSSORIA

SCHEMA DI POLIZZA FIDEJUSSORIA PO FESR Campania 2007/2013 Obiettivo Operativo 2.4 Credito e Finanza Innovativa Migliorare la capacità di accesso al credito e alla finanza per l impresa per gli operatori economici presenti sul territorio

Dettagli

BANCA POPOLARE DELLE PROVINCE CALABRE SOCIETÀ COOPERATIVA PER AZIONI

BANCA POPOLARE DELLE PROVINCE CALABRE SOCIETÀ COOPERATIVA PER AZIONI PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE OFFERTA PRESSO LO SPORTELLO Relativa a conto corrente, depositi, finanziamenti,credito al consumo (fino a Euro 30.987,42) e altri servizi regolati dalle disposizioni della

Dettagli

Foglio Informativo AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE

Foglio Informativo AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Indirizzo telematico: info@bancadelsud.com Codice ABI: 03353

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI Attenzione! le condizioni riportate nel SECCI potranno comunque essere modificate, a seguito della valutazione del merito creditizio e della consultazione delle banche dati effettuabile solo dopo la sottoscrizione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 51/001 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER I SOCI

FOGLIO INFORMATIVO N. 51/001 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER I SOCI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA FOGLIO INFORMATIVO relativo al servizio di EFFETTI CAMBIARI A GARANZIA INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI

Dettagli

CHE COS E L ANTICIPO SU CREDITI E FATTURE

CHE COS E L ANTICIPO SU CREDITI E FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cagliari s.c. Viale Armando Diaz, 107/109-09125 CAGLIARI - (CA) Telefono: 070342941 - Fax: 07034294220-221 E-mail: direzione@bcccagliari.bcc.it

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Personale CONTANTE

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Personale CONTANTE Modulo n MEUCF092 Agg n 002 Data aggiornamento 27102011 MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Personale CONTANTE Prodotto offerto da UniCredit SpA tramite i siti Internet degli Intermediari convenzionati

Dettagli

CONTRATTO DI CONCESSIONE GARANZIA E RILASCIO ATTIVITA CONNESSE E STRUMENTALI. Tra

CONTRATTO DI CONCESSIONE GARANZIA E RILASCIO ATTIVITA CONNESSE E STRUMENTALI. Tra CONTRATTO DI CONCESSIONE GARANZIA E RILASCIO ATTIVITA CONNESSE E STRUMENTALI Tra CREDITAGRI ITALIA S.C.P.A. con sede in Roma, via XXIV Maggio, 43, Codice Fiscale ed iscrizione presso il Registro delle

Dettagli

Foglio Informativo Per finanziamenti a medio lungo termine con garanzia al 100%, ai sensi della L. 108/96 con fondo Antiusura Ministeriale o Regionale

Foglio Informativo Per finanziamenti a medio lungo termine con garanzia al 100%, ai sensi della L. 108/96 con fondo Antiusura Ministeriale o Regionale Foglio informativo n 1/E Aggiornamento n 005 data ultima aggiornamento 14.11.2014 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. Informazioni

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI. Rate da pagare:

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI. Rate da pagare: ATTENZIONE! LE CONDIZIONI RIPORTATE NEL SECCI POTRAN COMUNQUE ESSERE MODIFICATE, A SEGUITO DELLA VALUTAZIONE DEL MERITO CREDITIZIO E DELLA CONSULTAZIONE DELLE BANCHE DATI EFFET- TUABILE SOLO DOPO LA SOTTOSCRIZIONE

Dettagli

CREDITI DOCUMENTARI E LETTERE DI STAND-BY

CREDITI DOCUMENTARI E LETTERE DI STAND-BY 1 FOGLIO INFORMATIVO CREDITI DOCUMENTARI E LETTERE DI STAND-BY INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SPINAZZOLA SOCIETA COOPERATIVA Sede legale: Corso Umberto I 65 76014 SPINAZZOLA (BT)

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA FOGLIO INFORMATIVO relativo a CREDITI DI FIRMA INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA SOC. COOPERATIVA

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI. Rate da pagare:

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI. Rate da pagare: Attenzione! le condizioni riportate nel SECCI potranno comunque essere modificate, a seguito della valutazione del merito creditizio e della consultazione delle banche dati effettuabile solo dopo la sottoscrizione

Dettagli

PORTAFOGLIO CARTACEO

PORTAFOGLIO CARTACEO FOGLIO INFORMATIVO relativo a: INFORMAZIONI SULLA BANCA PORTAFOGLIO CARTACEO BANCA DELL'ALTA MURGIA CREDITO COOPERATIVO Soc. Coop. Piazza Zanardelli, 16-70022 - Altamura (BA) n. telefono e fax: tel. 080-9949011

Dettagli

COMUNE DI MARANO LAGUNARE PROVINCIA DI UDINE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

COMUNE DI MARANO LAGUNARE PROVINCIA DI UDINE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO Il servizio oggetto del presente disciplinare concerne lo svolgimento dell'attività di brokeraggio per

Dettagli

COMUNE DI ALTOPASCIO

COMUNE DI ALTOPASCIO COMUNE DI ALTOPASCIO PROVINCIA DI LUCCA C.A.P. 55011 tel. 0583 / 216455 c.f. 00197110463 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per affidamento incarico del servizio di brokeraggio assicurativo 1 INDICE ART.1 Oggetto

Dettagli

L ULSS N. 13 DI MIRANO

L ULSS N. 13 DI MIRANO PROCEDURA APERTA PER LA CONTRAZIONE DI UN MUTUO DECENNALE NON IPOTECARIO PER L ULSS N. 13 DI MIRANO CAPITOLATO SPECIALE (cod. doc. CS121104) SOMMARIO Art. 1 Oggetto e caratteristiche Art. 2 Erogazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo allo SCONTO DI PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo allo SCONTO DI PORTAFOGLIO FOGLIO INFORMATIVO relativo allo SCONTO DI PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca del Veneziano Banca di Credito Cooperativo del Veneziano Soc. Coop. Sede Legale: Via Villa, 147 30010 Bojon di Campolongo

Dettagli

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003)

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) PRESTITO MICROCREDITO CONVENZIONE ABI - CEI INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI BRESCIA,

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali SCHEMA Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali CORPO FORESTALE DELLO STATO Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Pistoia Rep. n ATTO DI CONCESSIONE tra il Mi.P.A.A.F - C.F.S. -

Dettagli

Servizi incasso crediti commerciali Portafoglio elettronico Portafoglio cartaceo

Servizi incasso crediti commerciali Portafoglio elettronico Portafoglio cartaceo Servizi incasso crediti commerciali Portafoglio elettronico Portafoglio cartaceo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Reale S.p.A. Corso Vittorio Emanuele II, 101 10128 Torino Numero Verde: 803.808 Indirizzo

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N

FOGLIO INFORMATIVO N FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC ATENEUM INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Buonabitacolo Soc. Coop. Sede legale in Buonabitacolo,via S.Francesco Tel.: 0975-91541/2 Fax:

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 12 giugno 2000, n. 20-192

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 12 giugno 2000, n. 20-192 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 12 giugno 2000, n. 20-192 Criteri e modalita di presentazione e di utilizzo delle garanzie finanziarie previste per le operazioni di smaltimento e recupero dei rifiuti

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann, 15 (cap. 26900) P.IVA 11125130150, nella persona del Segretario Generale f.f.,

Dettagli

SCHEMA DI GARANZIA FIDEIUSSORIA A FAVORE FINLOMBARDA PREMESSO

SCHEMA DI GARANZIA FIDEIUSSORIA A FAVORE FINLOMBARDA PREMESSO SCHEMA DI GARANZIA FIDEIUSSORIA A FAVORE FINLOMBARDA PREMESSO 1 Che con deliberazione della Giunta Regionale n. VIII del 18/07/2007 è stato istituito il Fondo di Rotazione per l Internazionalizzazione

Dettagli

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE. INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA Via G.Garibaldi, 46 - C.P. 47-31010 Orsago TV- Tel. 0438/9931

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al PRESTITO AGRARIO DI CONDUZIONE MEDIANTE UTILIZZO DI CAMBIALE AGRARIA

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al PRESTITO AGRARIO DI CONDUZIONE MEDIANTE UTILIZZO DI CAMBIALE AGRARIA FOGLIO INFORMATIVO relativo al PRESTITO AGRARIO DI CONDUZIONE MEDIANTE UTILIZZO DI CAMBIALE AGRARIA Data ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2015 INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Pescia - Credito Cooperativo

Dettagli

DEPOSITO A RISPARMIO. Al deposito a risparmio è collegato un libretto di risparmio, che può essere nominativo o al portatore.

DEPOSITO A RISPARMIO. Al deposito a risparmio è collegato un libretto di risparmio, che può essere nominativo o al portatore. DEPOSITO A RISPARMIO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO GIUSEPPE TONIOLO Via Sebastiano Silvestri n.113 - cap 00045 - Genzano di Roma (RM) Capitale e riserve al 31/12/2013-34.368.294

Dettagli

Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio

Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Pagina 1 di 7 Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Informazioni sulla banca Banca di Credito Cooperativo di

Dettagli

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per:

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per: Settore Amministrativo U.O. Provveditorato Economato Capitolato speciale di appalto per: affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo in favore di ARPA Lombardia, per la durata di 36 (trentasei)

Dettagli

Foglio informativo n. 3

Foglio informativo n. 3 Foglio informativo n. 3 Operazioni e servizi offerti ai soci/clienti CONVENZIONE ANTIUSURA (L.108/96) Garanzia su linee di credito a medio e lungo termine iscritto nell elenco speciale degli intermediari

Dettagli

ALLEGATO 5 Schema di Contratto

ALLEGATO 5 Schema di Contratto ALLEGATO 5 Schema di Contratto Allegato 5: Schema di contratto Pag. 1 SCHEMA DI CONTRATTO GARA A PROCEDURA APERTA, INDETTA AI SENSI DEL D. LGS. N. 163/06, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE

Dettagli

Spett.le COOPERATIVA ARTIGIANA DI GARANZIA DELLA PROVINCIA DI TRENTO Società cooperativa CONFIDI Via San Daniele Comboni, 7/9 38122 TRENTO

Spett.le COOPERATIVA ARTIGIANA DI GARANZIA DELLA PROVINCIA DI TRENTO Società cooperativa CONFIDI Via San Daniele Comboni, 7/9 38122 TRENTO Spett.le COOPERATIVA ARTIGIANA DI GARANZIA DELLA PROVINCIA DI TRENTO Società cooperativa CONFIDI Via San Daniele Comboni, 7/9 38122 TRENTO Il/la sottoscritto/a nato/a a residente a il via titolare/socio/legale

Dettagli