MATERIALI ASSORBENTI: CONFRONTO TRA LE MISURE ACQUISITE CON IL TUBO DI IMPEDENZA E LE MISURE ESEGUITE CON UNA SONDA MICROFONICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MATERIALI ASSORBENTI: CONFRONTO TRA LE MISURE ACQUISITE CON IL TUBO DI IMPEDENZA E LE MISURE ESEGUITE CON UNA SONDA MICROFONICA"

Transcript

1 Associazione Italiana di Acustica 42 Convegno Nazionale Firenze, luglio 2015 MATERIALI ASSORBENTI: CONFRONTO TRA LE MISURE ACQUISITE CON IL TUBO DI IMPEDENZA E LE MISURE ESEGUITE CON UNA SONDA MICROFONICA Andrea Cerniglia (1), Carola Aratari (2), Ilaria Quarantelli 1) ACCON Italia Srl, Pavia 2) Aratari, Novate Milanese 3) Tecnasfalti, Carpiano 1. Introduzione L idea alla base del presente contributo è la ricerca di possibili correlazioni tra le misurazioni effettuate con un tubo di impedenza standard e le misurazioni effettuate per mezzo di una sonda microfonica inserita all interno del materiale assorbente; lo studio ha inoltre contemplato il confronto tra due diverse tipologie di materiale in funzione della frequenza e dello spessore dei provini; in particolare sono stati provati pannelli in fibra di poliestere con densità costante pari a 17 kg/m 3, e pannelli in fibra di poliestere con densità variabile in funzione della profondità, e densità media di circa 20 kg/m Setup per le misure di impedenza La misure di impedenza sono state effettuate per mezzo del tubo SCS902B e del relativo software. I test hanno interessato 6 provini di materiale con spessore pari a 2, 4, 6, 8, 10 ed 11 centimetri per il materiale a densità costante, e 2,4,6,8,10 e 11.5 centimetri per il materiale a densità variabile. La figura 1 mostra il tubo di impedenza ed i provini di materiale a densità variabile. Nel materiale a densità variabile, il lato a densità maggiore è stato sempre rivolto verso l altoparlante. I risultati ottenuti con il tubo di impedenza sono espressi in termini di α (coefficiente di assorbimento acustico). 1

2 Figura 1 Tubo di impedenza e provini materiale a densità variabile 1.2 Setup per le misure con sonda microfonica Per le misure all interno del materiale è stata utilizzata la sonda microfonica Brüel & Kjær 4182, collegata all alimentatore microfonico Brüel & Kjær 2804 ed al fonometro Larson & Davis 831. Anche in questo caso, per il materiale a densità variabile, il lato a densità maggiore è stato posizionato in direzione della sorgente sonora. La figura mostra gli strumenti impiegati per le misurazioni e la sonda microfonica inserita all interno del pannello assorbente. Figura 2 Strumentazione impiegata e sonda inserita nel materiale Il test con la sonda microfonica è stato eseguito irradiando il pannello con rumore bianco per mezzo di un altoparlante situato ad 1 metro di distanza, mentre le misure sono state eseguite sulla faccia irradiata ed all interno del materiale a passi di 1 centimetro dalla superficie irradiata. Il materiale è stato sagomato in un pannello quadrato di 1.5 metri di lato, e le misure sono state effettuate sia con il pannello appoggiato ad un muro, sia con il pannello in aria, ossia lontano da superfici riflettenti. Le misure all interno del materiale sono espresse in termini di Lp (livello di pressione sonora). 2

3 2. Risultati Tutti i risultati mostrati sono presentati sia in funzione della frequenza sia in funzione dello spessore del materiale. 2.1 Misure con il tubo d impedenza La figura 3 mostra α in funzione della frequenza per diversi spessori di provino a densità costante, mentre la figura 4 mostra le stesse informazioni per il provino a densità variabile. Figura 3 provino a densità costante, α vs frequenza per diversi spessori tubo Figura 4 provino a densità variabile, α vs frequenza per diversi spessori tubo Come prevedibile, le prove hanno dimostrato che l assorbimento acustico aumenta proporzionalmente con lo spessore del provino. In particolare, all aumentare dello spessore del provino, il campo di frequenze assorbite si estende verso il basso. Poiché l effetto di assorbimento acustico aumenta con la velocità delle particelle, l assorbitore ha la massima efficacia ad una distanza pari a λ / 4 dalla superficie riflettente, ossia dove è possibile trovare la massima velocità delle particelle. 3

4 Questo comportamento è evidente nei grafici dove ogni curva raggiunge il suo massimo alla frequenza la cui lunghezza d onda è pari a circa 4 volte lo spessore del provino. Il confronto tra le figure 3 e 4 mostra che il coefficiente α dei provini a densità variabile è maggiore di quello dei provini a densità costante, ed i picchi di assorbimento vengono traslati verso le basse frequenze. Il materiale a densità variabile è stato sviluppato con il metodo delle impedenze in serie [1], identificando il gradiente di densità ottimale in funzione dello spessore. Il lato a densità maggiore, più vicino alla sorgente sonora, incrementa l assorbimento alle frequenze medie, tipiche della voce umana. La figura 5 mostra α in funzione dello spessore per diverse frequenze nel caso del provino a densità costante, mentre la figura 6 mostra le stesse informazioni nel caso del provino a densità variabile. In pratica la matrice di dati risulta qui trasposta rispetto alle figure precedenti. Figura 5 provino a densità costante, α vs spessore per diverse frequenze tubo Figura 6 provino a densità variabile, α vs spessore per diverse frequenze tubo Dai grafici mostrati è possibile vedere come le frequenze più basse (ad esempio sotto i 500 Hz) non vengono dissipate nel materiale. A partire da 500 Hz, invece, il provino comincia ad assorbire energia. La frequenza di 500 Hz è meglio assorbita dal provino 4

5 con spessore 12 cm, la frequenza di 1000 Hz dal provino con spessore di 8 centimetri, mentre la frequenza di 2000 Hz ha il suo primo massimo (relativo) a 4 centimetri, quindi α continua a crescere perché il provino lavora anche sui multipli delle frequenze più basse (armoniche). La frequenza di 4000 Hz è ben assorbita anche dai provini di spessore ridotto. Ancora una volta viene rimarcato il miglior comportamento del provino a densità variabile. 2.2 Misure con sonda microfonica in campo libero contro superficie riflettente La figura 7 è relativa al pannello a densità costante e mostra, in funzione della frequenza, la differenza tra il livello di pressione Lp misurato sulla superficie rivolta verso la sorgente sonora e quello misurato all interno del materiale. La figura 8 riporta le medesime informazioni per il materiale a densità variabile. Le distanze indicate si intendono tra la faccia del materiale appoggiata contro il muro, e la posizione di inserimento della sonda microfonica. Figura 7 provino a ρ costante, Lp normalizzato per diverse dist. del muro free Figura 8 provino a ρ variabile, Lp normalizzato per diverse dist. del muro free 5

6 La curva relativa alla distanza di 4 centimetri ha il suo massimo Lp a 1000 Hz, perché qusta frequenza ha il massimo assorbimento 8 centimetri all interno del materiale (ossia misurati dalla superficie esterna). I picchi di massimo Lp traslano verso le basse frequenze al diminuire della distanza. La figura 9 è relativa al pannello a densità costante e mostra, in funzione della distanza dalla superficie contro il muro, la differenza tra il livello di pressione Lp misurato sulla superficie rivolta verso la sorgente sonora e quello misurato all interno del materiale. La figura 10 riporta le medesime informazioni per il materiale a densità variabile. Le distanze indicate si intendono tra la faccia del materiale appoggiata contro il muro, e la posizione di inserimento della sonda microfonica. Figura 9 provino a ρ costante, Lp normalizzato per diverse frequenze free Figura 10 provino a ρ variabile, Lp normalizzato per diverse frequenze free Le prove dimostrano che le frequenze basse, al di sotto di 500 Hz, non vengono affette dal campione. Oltre i 500 Hz i grafici mostrano picchi in Lp ad una distanza dal muro che cresce al diminuire della frequenza. E da notare che i picchi alle frequenze più alte sono probabilmente affette da un errore di aliasing dovuto al campionamento spaziale insufficiente: la tendenza risulta comunque evidente. Nei campioni di densità variabile, l'ampiezza delle curve rappresenta maggiore assorbimento all'interno del materiale. 6

7 Da 500 Hz in poi le curve mostrano un numero crescente di punti stazionari, ossia dove la derivata vale zero. Si è verificato che vi sono circa altri due punti stazionari per ogni raddoppio di frequenza. 2.3 Misure con sonda microfonica in campo libero con differenti configurazioni La figura 11 (densità costante) e la figura 12 (densità variabile) mostrano la differenza di livello di pressione sonora misurato all interno del pannello per due differenti configurazioni: pannello in aria e pannello contro superficie riflettente. Figura 11 provino a ρ costante, differenza di Lp contro il muro e Lp in aria free Figura 11 provino a ρ variabile, differenza di Lp contro il muro e Lp in aria free Le prove hanno evidenziato che frequenze basse sono completamente insensibili al materiale assorbente poiché la differenza nel livello Lp misurato è risultata costante; in altri termini emerge che i livelli dipendono esclusivamente dalla configurazione prescelta, e decrescono con la distanza: i provini sono quindi acusticamente trasparenti sia per l onda diretta, sia per l onda riflessa. Per lunghezze d onda più piccole, con picco di velocità a λ /4 compreso almeno una volta all interno del materiale (frequenza inferiore Hz), la differenza di Lp tra le due condizioni risulta essere considerevole. L'ampiezza dei valori massimi e minimi in queste curve sono legati al coefficiente α, e la loro occorrenza all'interno dei campioni è legata alla riflessione delle onda acu- 7

8 stica contro la parete, che causa un incremento o decremento di pressione sonora in funzione della presenza di nodi e ventri. 3. Conclusioni Le prove condotte hanno dimostrato che, quando il materiale viene posto contro una superfice riflettente, la misurazione della pressione acustica all'interno del campione è rappresentativa del comportamento dell'onda acustica. I diversi diagrammi riportati nella memoria hanno efficacemente descritto, in modo qualitativo, la relazione tra la caratterizzazione effettuata per mezzo del tubo di impedenza e tramite la misurazione "in situ". Nella configurazione con i pannelli contro superficie riflettente, le prove hanno confermato quanto atteso circa il comportamento dei picchi di assorbimento in funzione della frequenza. I risultati ottenuti hanno inoltre suggerito l opportunità di un affinamento delle misure in situ al fine di minimizzare possibili errori di aliasing, specialmente alle frequenze più elevate. Le prove effettuate hanno anche evidenziato l opportunità di incrementare sia il numero di punti di prova all interno del materiale, sia le bande di frequenza considerate. Nelle prove eseguite non si è tenuto conto dell effetto isolante dei pannelli e dell effetto bordo. Il confronto tra il comportamento del materiale a densità costante ed il materiale a densità variabile, ha mostrato che il gradiente di densità consente migliori prestazioni e maggiori valori di α. Nel materiale a densità variabile è stato inoltre rilevato che il picco di assorbimento viene traslato verso le frequenze più basse rispetto allo stesso spessore di materiale a densità costante, e che il suo valore medio aumenta. 4. Bibliografia 1 Barbati C., Lenti M.G., Ottimizzazione delle caratteristiche acustiche interne degli ambienti mediante pannelli in fibra di poliestere a gradiente di densità calibrato, II Convention Nazionale gruppo GAE AIA Firenze, Italy, 13 December (2010) 2 Cerniglia A., Aratari C., Quarantelli I., Comparison and correlation between measurements on absorbing materials taken by means of impedance tube and probe microphone, ICSV22 Florence July 2015 (Original paper) 8

Fonoassorbimento: materiali e sistemi assorbenti

Fonoassorbimento: materiali e sistemi assorbenti SISTEMI FONOASSORBENTI Fonoassorbimento: materiali e sistemi assorbenti Per assorbire l energia sonora presente in un ambiente si ricorre all utilizzo di sistemi fonoassorbenti; ovvero dei sistemi con

Dettagli

ELEMENTI DI ACUSTICA 08

ELEMENTI DI ACUSTICA 08 I.U.A.V. Scienze dell architettura a.a. 2012/2013 Fisica Tecnica e Controllo Ambientale Prof. Piercarlo Romagnoni ELEMENTI DI ACUSTICA 08 ACUSTICA ARCHITETTONICA 02 FONOISOLAMENTO ASSORBIMENTO, RIFLESSIONE,

Dettagli

Legge di massa e scostamenti per pareti reali (rappresentazione grafica qualitativa) Il coefficiente di trasmissione acustica è:

Legge di massa e scostamenti per pareti reali (rappresentazione grafica qualitativa) Il coefficiente di trasmissione acustica è: ACUSTICA Coefficiente di trasmissione e definizione di potere fonoisolante Potere fonoisolante: l attitudine a ridurre la trasmissione del suono. in cui t è il coefficiente di trasmissioneacustica della

Dettagli

"I REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI" G.MOSSA S.C.S Controlli e Sistemi

I REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI G.MOSSA S.C.S Controlli e Sistemi "I REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI" G.MOSSA S.C.S Controlli e Sistemi 1 2 Indice Indice... 1 I REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI... 4 INTRODUZIONE... 4 PROGETTO ACUSTICO DEGLI EDIFICI IN FUNZIONE DEL CONTROLLO

Dettagli

Isolamento acustico. Andrea Nicolini

Isolamento acustico. Andrea Nicolini Isolamento acustico Andrea Nicolini Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Ingegneria Industriale, sezione di Fisica Tecnica nicolini.unipg@ciriaf.it ISOLAMENTO ACUSTICO Strutture fonoisolanti

Dettagli

PROGETTAZIONE ACUSTICA DI CAMERE ANECOICHE: CONFRONTO TRA DIVERSE TECNICHE NUMERICHE Paolo Bonfiglio, Emanuele Podeschi, Francesco Pompoli

PROGETTAZIONE ACUSTICA DI CAMERE ANECOICHE: CONFRONTO TRA DIVERSE TECNICHE NUMERICHE Paolo Bonfiglio, Emanuele Podeschi, Francesco Pompoli PROGETTAZIONE ACUSTICA DI CAMERE ANECOICHE: CONFRONTO TRA DIVERSE TECNICHE NUMERICHE Paolo Bonfiglio, Emanuele Podeschi, Francesco Pompoli Dipartimento di Ingegneria, Università di Ferrara 1. Introduzione

Dettagli

ACUSTICA IN EDILIZIA L ACUSTICA NEGLI AMBIENTI INTERNI

ACUSTICA IN EDILIZIA L ACUSTICA NEGLI AMBIENTI INTERNI ACUSTICA IN EDILIZIA associato L ACUSTICA NEGLI AMBIENTI INTERNI Sala B. Fenoglio Via Vittorio Emanuele 19 12051 - Alba Relatore: Fabio Girolametti 04 Aprile 2012 ACUSTICA ARCHITETTONICA ACUSTICA DEGLI

Dettagli

Un caso di bonifica acustica in ambiente industriale Andrea Cerniglia hilbert@venus.it

Un caso di bonifica acustica in ambiente industriale Andrea Cerniglia hilbert@venus.it Un caso di bonifica acustica in ambiente industriale Andrea Cerniglia hilbert@venus.it (Estratto da Antinquinamento, anno V N. 3, settembre 1998, Tecniche Nuove) Una traccia che mostra come sia possibile

Dettagli

Simulazioni acustiche in esterno Andrea Cerniglia hilbert@venus.it

Simulazioni acustiche in esterno Andrea Cerniglia hilbert@venus.it Simulazioni acustiche in esterno Andrea Cerniglia hilbert@venus.it (Estratto da RCI, anno XXV N. 10, ottobre 1998, Tecniche Nuove) Una panoramica sulle opportunità offerte dai programmi di simulazione

Dettagli

VALUTAZIONI SPERIMENTALI E QUALITATIVE DELL ISOLAMENTO ACUSTICO DA CALPESTIO DI SOLAI IN OPERA

VALUTAZIONI SPERIMENTALI E QUALITATIVE DELL ISOLAMENTO ACUSTICO DA CALPESTIO DI SOLAI IN OPERA 2 Convention Nazionale del Gruppo di Acustica Edilizia L evoluzione e l armonizzazione delle norme italiane ed europee sulla protezione acustica degli edifici Firenze 13 dicembre 2010 VALUTAZIONI SPERIMENTALI

Dettagli

FONOISOLAMENTO. SpA. Bonifica acustica_modulo j8

FONOISOLAMENTO. SpA. Bonifica acustica_modulo j8 Coefficiente τ di trasmissione del rumore di una parete τ = W W t = Potere fonoisolante R di una parete i potenza sonora trasmessa al di là della parete potenza sonora incidente sulla parete R = livello

Dettagli

CORSO DI FISICA TECNICA 2 AA 2013/14 ACUSTICA. Lezione n 7: Caratteristiche acustiche dei materiali: Assorbimento acustico e materiali fonoassorbenti

CORSO DI FISICA TECNICA 2 AA 2013/14 ACUSTICA. Lezione n 7: Caratteristiche acustiche dei materiali: Assorbimento acustico e materiali fonoassorbenti CORSO DI FISICA TECNICA 2 AA 2013/14 ACUSTICA Lezione n 7: Caratteristiche acustiche dei materiali: Assorbimento acustico e materiali fonoassorbenti Ing. Oreste Boccia 1 Interazione del suono con la materia

Dettagli

1. Modalità di assorbimento del suono 2. Grandezze caratteristiche dei materiali fonoassorbenti 3. Materiali fibrosi 4. Materiali porosi 5.

1. Modalità di assorbimento del suono 2. Grandezze caratteristiche dei materiali fonoassorbenti 3. Materiali fibrosi 4. Materiali porosi 5. I materiali fonoassorbenti 1. Modalità di assorbimento del suono 2. Grandezze caratteristiche dei materiali fonoassorbenti 3. Materiali fibrosi 4. Materiali porosi 5. Risonatori 1 Modalità di assorbimento

Dettagli

Il coefficiente di assorbimento di un materiale si può misurare. Metodo del tubo di Kundt (determinazione del coefficiente ad incidenza normale, n ).

Il coefficiente di assorbimento di un materiale si può misurare. Metodo del tubo di Kundt (determinazione del coefficiente ad incidenza normale, n ). Acustica Isolamento acustico Assorbimento, riflessione e trasmissione del suono Assorbimento Il coefficiente di assorbimento di un materiale si può misurare utilizzando due metodi diversi: Metodo del tubo

Dettagli

Programmi per lo studio dell acustica di un ambiente

Programmi per lo studio dell acustica di un ambiente Programmi per lo studio dell acustica di un ambiente Andrea Cerniglia hilbert@venus.it (Estratto da Backstage n.15, aprile 1999, Gruppo editoriale Jackson) Spesso, al fine di studiare l acustica di un

Dettagli

APPLICAZIONI ACUSTICA

APPLICAZIONI ACUSTICA METODI E STRUMENTI PER LA DETERMINAZIONE DELLA POTENZA SONORA INTRODUZIONE Quanto rumore fa questa macchina? A questa domanda spesso in passato non si ricevevano delle risposte complete e di facile interpretazione.

Dettagli

Sound Division. Isolamento acustico, legge di massa

Sound Division. Isolamento acustico, legge di massa Isolamento acustico, legge di massa Argomenti trattati: Coefficienti di riflessione, assorbimento e trasmissione Materiali fonoassorbenti e fonoisolanti Problemi di disturbo Materiali fonoassorbenti Materiali

Dettagli

IUAV - MASTER IN PROGETTAZIONE ACUSTICA A.A.

IUAV - MASTER IN PROGETTAZIONE ACUSTICA A.A. IUAV - MASTER IN PROGETTAZIONE ACUSTICA A.A. 2004/2005 Lezione del 26 ottobre 2004 Titolo: Il fonoassorbimento principi, materiali, strutture e dispositivi. Docente: Arch. Antonio Carbonari IL FONOASSORBIMENTO

Dettagli

Propagazione dell onda sonora

Propagazione dell onda sonora Propagazione dell onda sonora Diffrazione Rifrazione Riflessione Assorbimento Trasmissione Principio di Huygens Fresnel E stato sviluppato inizialmente da Huygens: Ogni punto colpito da una perturbazione

Dettagli

CORSO DI FISICA TECNICA 2 AA 2013/14 ACUSTICA

CORSO DI FISICA TECNICA 2 AA 2013/14 ACUSTICA CORSO DI FISICA TECNICA 2 AA 2013/14 ACUSTICA Lezione n 8: Caratteristiche acustiche dei materiali: Isolamento acustico e potere fonoisolante delle pareti Comportamento dei materiali nei confronti dell

Dettagli

Michele Pascali ACUSTICA AMBIENTI INTERNI PROPAGAZIONE ED ATTENUAZIONE DEL RUMORE, ISOLAMENTO E DISINQUINAMENTO

Michele Pascali ACUSTICA AMBIENTI INTERNI PROPAGAZIONE ED ATTENUAZIONE DEL RUMORE, ISOLAMENTO E DISINQUINAMENTO Michele Pascali ACUSTICA AMBIENTI INTERNI PROPAGAZIONE ED ATTENUAZIONE DEL RUMORE, ISOLAMENTO E DISINQUINAMENTO PROPAGAZIONE IN AMBIENTI CHIUSI O CONFINATI, PER VIA AEREA E STRUTTURALE ATTRAVERSO DIVISORI

Dettagli

IL SUONO. Grandezze Fisiche. Y = Spostamento della particella. t = Tempo

IL SUONO. Grandezze Fisiche. Y = Spostamento della particella. t = Tempo IL SUONO Caratteristiche Generali Il suono é un onda elastica (ha bisogno di un mezzo per propagarsi),longitudinale (la perturbazione avviene parallelamente alla direzione di propagazione); per la sua

Dettagli

CARATTERIZZAZIONE ACUSTICA DELLA NUOVA CAMERA ANECOICA DELL UNIVERSITÀ DI FERRARA

CARATTERIZZAZIONE ACUSTICA DELLA NUOVA CAMERA ANECOICA DELL UNIVERSITÀ DI FERRARA Associazione Italiana di Acustica 35 Convegno Nazionale Milano, 11-13 giugno 2008 CARATTERIZZAZIONE ACUSTICA DELLA NUOVA CAMERA ANECOICA DELL UNIVERSITÀ DI FERRARA Nicola Prodi, Francesco Pompoli, Roberto

Dettagli

Ispesl Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome

Ispesl Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome SCHEDA 17 COPERTURE INTEGRALI E PARZIALI DI SORGENTI SONORE I modi di trasmissione di un segnale, soprattutto se generato da un macchinario di grandi dimensioni (e quindi di massa molto maggiore al cabinato

Dettagli

Correttore acustico d ambiente a superficie personalizzabile

Correttore acustico d ambiente a superficie personalizzabile Correttore acustico d ambiente a superficie personalizzabile Pannelli fonoassorbenti per la correzione acustica di locali, liberamente personalizzabili nel formato, nel colore e nell immagine riprodotta.

Dettagli

ALLEGATO 4 Rapporto di prova emesso dall università di Bologna riguardante la valutazione in opera dell isolamento acustico di una parete NYD 15

ALLEGATO 4 Rapporto di prova emesso dall università di Bologna riguardante la valutazione in opera dell isolamento acustico di una parete NYD 15 ALLEGATO 4 Rapporto di prova emesso dall università di Bologna riguardante la valutazione in opera dell isolamento acustico di una parete NYD 15 Rapporto di prova riguardante la valutazione in opera dell

Dettagli

coscienza ecologica caring for the environment

coscienza ecologica caring for the environment Nella figura vediamo l installazione in esame, in cui sono state previste 10 unità GAHP-AR in configurazione silenziata, distribuite su tre gruppi preassemblati. Le unità sono state installate sulla terrazza

Dettagli

bianchi_acusticaok.qxp 13-07-2007 16:15 Pagina V Indice

bianchi_acusticaok.qxp 13-07-2007 16:15 Pagina V Indice bianchi_acusticaok.qxp 13-07-2007 16:15 Pagina V 3 CAPITOLO 1 Storia dell acustica architettonica 3 1.1 Definizione 3 1.2 Gli inizi 4 1.3 I Greci 9 1.4 I Romani 1.4.1 La geometria, p. 10 1.4.2 L orecchio,

Dettagli

VALUTAZIONE TEORICA E SPERIMENTALE DELLE PROPRIETA DI ISOLAMENTO ACUSTICO DI PANNELLI IN SUGHERO

VALUTAZIONE TEORICA E SPERIMENTALE DELLE PROPRIETA DI ISOLAMENTO ACUSTICO DI PANNELLI IN SUGHERO Associazione Italiana di Acustica 36 Convegno Nazionale Torino, 10-12 giugno 2009 VALUTAZIONE TEORICA E SPERIMENTALE DELLE PROPRIETA DI ISOLAMENTO ACUSTICO DI PANNELLI IN SUGHERO Cinzia Buratti, Elisa

Dettagli

PRESTAZIONI DEI TETTI IN LEGNO: DAI MATERIALI AL SISTEMA POSATO IN OPERA

PRESTAZIONI DEI TETTI IN LEGNO: DAI MATERIALI AL SISTEMA POSATO IN OPERA PRESTAZIONI DEI TETTI IN LEGNO: DAI MATERIALI AL SISTEMA POSATO IN OPERA L. Parati(1), A. Carrettini(1), C. Scrosati(2), F. Scamoni(2) 1) PARATI & CO. Studio di Consulenze e Progettazioni Acustiche, Crema

Dettagli

Variazioni di Pressione: 'Sonic Boom'

Variazioni di Pressione: 'Sonic Boom' Variazioni di Pressione: 'Sonic Boom' www.lepla.eu Obiettivo Con questo esperimento ci si propone di osservare le variazioni di pressione all interno di una siringa quando il pistone viene tirato fuori

Dettagli

ACUSTICA AMBIENTALE PARTE I

ACUSTICA AMBIENTALE PARTE I ACUSTICA AMBIENTALE PARTE I PROPAGAZIONE DEL SUONO IN AMBIENTE ESTERNO 1 2 PROPAGAZIONE SFERICA Al crescere della distanza dalla sorgente, aumenta la superficie su cui la potenza sonora emessa si distribuisce

Dettagli

Modulo 1: Fondamenti di Acustica Applicata. DATA E ORARIO Argomento Descrizione Ore sede corso

Modulo 1: Fondamenti di Acustica Applicata. DATA E ORARIO Argomento Descrizione Ore sede corso Associazione CONGENIA OSFIN - Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna - Anno 2012/2013 Corso di alta formazione per "TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA" Programma e calendario del corso Modulo 1: Fondamenti

Dettagli

DLGS 192 Interventi per il controllo del surriscaldamento estivo

DLGS 192 Interventi per il controllo del surriscaldamento estivo DLGS 192 Interventi per il controllo del surriscaldamento estivo 1-Efficaci elementi di schermatura delle superfici vetrate ( esterni o interni) 2-Ottimizzare la ventilazione naturale 3-Eventuale ventilazione

Dettagli

GRANDEZZE E UNITÀ DI MISURA

GRANDEZZE E UNITÀ DI MISURA GRANDEZZE E UNITÀ DI MISURA Il suono si propaga attraverso onde elastiche longitudinali, per la cui descrizione fisica le grandezze di base sono, come per tutti i fenomeni ondulatori, frequenza, ampiezza

Dettagli

Noise Equipment for Building Acoustics Measurements

Noise Equipment for Building Acoustics Measurements Noise Equipment for Building Acoustics Measurements Loudspeaker Systems OMNI and DIR Power Amplifier AMG Tapping Machine SLIM Microphone Boom Rotation ROTOSTANDone AMG GENERATORE DI RUMORE ROSA E BIANCO

Dettagli

MISURAZIONE IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI --- Eseguito ai sensi della Legge n 447/95 in conformità con il DPCM 05/12/1997

MISURAZIONE IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI --- Eseguito ai sensi della Legge n 447/95 in conformità con il DPCM 05/12/1997 MISURAZIONE IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI --- Eseguito ai sensi della Legge n 447/95 in conformità con il DPCM 05/12/1997 IL COMMITTENTE: Benessere Acustico Sr.l. IL TECNICO: Andrea Cerniglia

Dettagli

LE FINESTRE E L ISOLAMENTO ACUSTICO

LE FINESTRE E L ISOLAMENTO ACUSTICO LE FINESTRE E L ISOLAMENTO ACUSTICO Roberto Malatesta. William Marcone Ufficio Tecnico (giugno 2008) LA PROTEZIONE DAL RUMORE DEGLI EDIFICI, LA NORMATIVA NAZIONALE La maggior sensibilità delle persone

Dettagli

L acustica architettonica Parametri di progetto e scelta dei materiali

L acustica architettonica Parametri di progetto e scelta dei materiali Che cosa è, come funziona L acustica architettonica Parametri di progetto e scelta dei materiali Parte II Leonardo Scopece, lberto Ciprian 1. Elementi pratici di progettazione Quando si parla di progettazione

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA

PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA Organizzato da Ordine degli Architetti della Provincia di Salerno in collaborazione con Sonora srl MODULO 1 - FONDAMENTI DI ACUSTICA Lezione di teoria

Dettagli

I NUOVI TRAGUARDI NELLE MISURE ACUSTICHE Andrea Cerniglia hilbert@venus.it

I NUOVI TRAGUARDI NELLE MISURE ACUSTICHE Andrea Cerniglia hilbert@venus.it I NUOVI TRAGUARDI NELLE MISURE ACUSTICHE Andrea Cerniglia hilbert@venus.it (Estratto da RCI, anno XXV N.8, agosto 1998, Tecniche Nuove) Una panoramica sulle potenzialità offerte dalla strumentazione e

Dettagli

BONIFICA ACUSTICA: SILENZIATORI. SCUOLA SUPERIORE DI INGEGNERIA The post-graduate School of Advanced Engineering Studies. SpA

BONIFICA ACUSTICA: SILENZIATORI. SCUOLA SUPERIORE DI INGEGNERIA The post-graduate School of Advanced Engineering Studies. SpA BONIFICA ACUSTICA: SILENZIATORI Silenziamento lungo i condotti o tramite silenziatori dissipativi I canali rettangolari costruiti con lamiera metallica presentano una bassa attenuazione sonora dell ordine

Dettagli

IDEAZIONE E DEFINIZIONE DI SOLUZIONI A BASE CELLULOSICA PER L ISOLAMENTO ACUSTICO ED IL FONOASSORBIMENTO NEGLI EDIFICI

IDEAZIONE E DEFINIZIONE DI SOLUZIONI A BASE CELLULOSICA PER L ISOLAMENTO ACUSTICO ED IL FONOASSORBIMENTO NEGLI EDIFICI IDEAZIONE E DEFINIZIONE DI SOLUZIONI A BASE CELLULOCA PER L ISOLAMENTO ACUSTICO ED IL FONOASSORBIMENTO NEGLI EDIFICI Simone Secchi (), Irene Vannucchi (), Eliana Farotto (), Elisa Nannipieri (), Gianfranco

Dettagli

Collettori solari. 1. Elementi di un collettore a piastra

Collettori solari. 1. Elementi di un collettore a piastra Collettori solari Nel documento Energia solare abbiamo esposto quegli aspetti della radiazione solare che riguardano l energia solare e la sua intensità. In questo documento saranno trattati gli aspetti

Dettagli

2) Parametri R w D 2m,nT,w L n,w 1) D 55 45 58 2) A, C 50 40 63 3) E 50 48 58 4) B, F, G 50 42 55

2) Parametri R w D 2m,nT,w L n,w 1) D 55 45 58 2) A, C 50 40 63 3) E 50 48 58 4) B, F, G 50 42 55 Valente Sonia Matricola 139047 Lezione del 16/01/003 10:30-1:30 ntroduciamo l argomento dell ACUSTCA EDLZA riprendendo il discorso della lezione precedente riguardante l acustica architettonica che ha

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA Laboratorio di Acustica Via Saragat, 1 44100 Ferrara Tel. 0532-974852 Fax.

Università degli Studi di Ferrara DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA Laboratorio di Acustica Via Saragat, 1 44100 Ferrara Tel. 0532-974852 Fax. Università degli Studi di Ferrara DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA Laboratorio di Acustica Via Saragat, 1 44100 Ferrara Tel. 0532-974852 Fax. 0532-974870 Misurazioni in opera del livello normalizzato di rumore

Dettagli

COMUNE DI MURAVERA Provincia di Cagliari

COMUNE DI MURAVERA Provincia di Cagliari COMUNE DI MURAVERA Provincia di Cagliari "PIA CA 13-5C EST - SERPEDDI' - REALIZZAZIONE DI UN TEATRO IN LOCALITA' SANTA LUCIA" PROGETTO ESECUTIVO Tavola : A/8 COMUNE DI MURAVERA Prot. n. del Data: Gennaio

Dettagli

Corso di Formazione per TEC ICO COMPETE TE I ACUSTICA AMBIE TALE - Anno 2011 -

Corso di Formazione per TEC ICO COMPETE TE I ACUSTICA AMBIE TALE - Anno 2011 - Corso di Formazione per TEC ICO COMPETE TE I ACUSTICA AMBIE TALE - Anno 2011 - Modulo 1 Ore 8 Elementi di fisica acustica - 25 e 26 marzo 2011 - Suono: formazione, propagazione lunghezza d onda e frequenze

Dettagli

Corso di Acustica prof. ing. Gino Iannace

Corso di Acustica prof. ing. Gino Iannace Corso di Acustica prof. ing. Gino Iannace e-mail: gino.iannace@unina2.it prof. ing. Gino IANNACE 1 Il suono è un "rumore sgradevole", "un suono fastidioso, non desiderato". Dal punto di vista fisico, il

Dettagli

sistema DAMPER isolamento acustico

sistema DAMPER isolamento acustico sistema DAMPER isolamento acustico DAMProll 3 Materassino in gomma per isolamento rumori da calpestio SILEREX 5 Premiscelato sfuso in gomma per isolamento vibrazioni, rumori impattivi e da calpestio DAMPstrip

Dettagli

ACUSTICA ARCHITETTONICA

ACUSTICA ARCHITETTONICA ACUSTICA ARCHITETTONICA Prof. Luigi Di Francesco I principi dell'acustica fisica vengono applicati in edilizia per due problemi nettamente diversi. Il primo problema dell'acustica edilizia è lo studio

Dettagli

Isolamento acustico: teoria e quadro legislativo

Isolamento acustico: teoria e quadro legislativo Isolamento acustico: teoria e quadro legislativo Dott. Edoardo Piana, Dip. Ingegneria Meccanica e Industriale Università degli Studi di Brescia, via Branze 38, 513 Brescia piana@ing.unibs.it Ing. Ugo Pannuti,

Dettagli

ACUSTICA EDILIZIA. Obiettivo dell acustica edilizia è la difesa dai rumori sia esterni che interni mediante:

ACUSTICA EDILIZIA. Obiettivo dell acustica edilizia è la difesa dai rumori sia esterni che interni mediante: ACUSTICA EDILIZIA Obiettivo dell acustica edilizia è la difesa dai rumori sia esterni che interni mediante: a) definizione dei limiti di benessere; b) individuazione e caratterizzazione delle fonti di

Dettagli

40% risparmio. VMC ABITAZIONI COLLETTIVE CASSE VENTILANTI AD ACCOPPIAMENTO DIRETTO AUTO/IGROREGOLABILI Serie CACB-N ECOWATT / CACB-N ISO ECOWATT

40% risparmio. VMC ABITAZIONI COLLETTIVE CASSE VENTILANTI AD ACCOPPIAMENTO DIRETTO AUTO/IGROREGOLABILI Serie CACB-N ECOWATT / CACB-N ISO ECOWATT Casse di ventilazione auto/igroregolabili omologate 4 C-1/2h per estrazione fumi in caso di emergenza specificatamente progettate per mantenere una pressione costante nell installazione. Si possono installare

Dettagli

Strumentazione spettrometrica per la misura delle caratteristiche di assorbimento, riflessione e trasmissione di vari materiali

Strumentazione spettrometrica per la misura delle caratteristiche di assorbimento, riflessione e trasmissione di vari materiali Strumentazione spettrometrica per la misura delle caratteristiche di assorbimento, riflessione e trasmissione di vari materiali G. Chiani, L. Mercatelli, P. Sansoni, D. Fontani, D. Jafrancesco, M. De Lucia

Dettagli

OTTIMIZZAZIONE DELLE PRESTAZIONI ACUSTICHE E TERMOFLUIDODINAMICHE DI UNA CALDAIA MURALE A GAS

OTTIMIZZAZIONE DELLE PRESTAZIONI ACUSTICHE E TERMOFLUIDODINAMICHE DI UNA CALDAIA MURALE A GAS OTTIMIZZZIONE DELLE PRESTZIONI CUSTICHE E TERMOFLUIDODINMICHE DI UN CLDI MURLE GS Franco Cotana*, Federico Rossi**, ndrea Nicolini*** Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università degli Studi di Perugia,

Dettagli

A cura di: Patrizio Fausti

A cura di: Patrizio Fausti CAPITOLO 1 PRINCIPI BASE DI ACUSTICA PRINCIPI BASE DI ACUSTICA A cura di: Patrizio Fausti Il suono e le grandezze acustiche Sorgente sonora e mezzo elastico Il suono è caratterizzato dalla propagazione

Dettagli

AIRROCK HD ALU AIRROCK HD K1

AIRROCK HD ALU AIRROCK HD K1 Controllo del comportamento termoigrometrico nelle chiusure verticali opache AIRROCK HD ALU AIRROCK HD K1 Approfondimenti tecnici prestazione termoigrometrica spunti progettuali analisi ed esempi applicativi

Dettagli

La qualità acustica degli ambienti interni Soluzioni progettuali, materiali e metodi di verifica

La qualità acustica degli ambienti interni Soluzioni progettuali, materiali e metodi di verifica La qualità acustica deg Soluzioni progettuali, materiali e metodi di verifica Simone Secchi li ambienti in nterni custica degl La qualità ac. Secchi L Dipartimento di Tecnologie dell Architettura e Design

Dettagli

PRESTAZIONI ACUSTICHE DI FALDE TETTO IN LEGNO: VALUTAZIONI IN LABORATORIO E IN OPERA

PRESTAZIONI ACUSTICHE DI FALDE TETTO IN LEGNO: VALUTAZIONI IN LABORATORIO E IN OPERA Associazione Italiana di Acustica Convegno Nazionale Milano, 11-13 giugno 08 PRESTAZIONI ACUSTICHE DI FALDE TETTO IN LEGNO: VALUTAZIONI IN LABORATORIO E IN OPERA L. Parati (1), A. Carrettini (1), C. Scrosati

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA Laboratorio di Acustica Via Saragat, 1 44100 Ferrara Tel. 0532-974852 Fax.

Università degli Studi di Ferrara DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA Laboratorio di Acustica Via Saragat, 1 44100 Ferrara Tel. 0532-974852 Fax. Università degli Studi di Ferrara DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA Laboratorio di Acustica Via Saragat, 1 44100 Ferrara Tel. 0532-974852 Fax. 0532-974870 Misurazioni in opera del livello normalizzato di rumore

Dettagli

Whisper Fonoassorbente Acustico in Polietilene Espanso

Whisper Fonoassorbente Acustico in Polietilene Espanso Whisper Fonoassorbente Acustico in Polietilene Espanso Inquinamento da Rumore E stato stimato che fra il 17 e il 22% della popolazione Europea (quasi 80 milioni di persone) soffrono livelli di rumore tali

Dettagli

TITOLO Programma di previsione MITHRA: principi di calcolo ed applicazione al caso di un tratto di tangenziale nell area Nord Est di Padova

TITOLO Programma di previsione MITHRA: principi di calcolo ed applicazione al caso di un tratto di tangenziale nell area Nord Est di Padova TITOLO Programma di previsione MITHRA: principi di calcolo ed applicazione al caso di un tratto di tangenziale nell area Nord Est di Padova Amadasi G. (1), Mossa G. (1), Riva D. (1) 1) S.C.S. controlli

Dettagli

Acustica. Misurazione del rumore ad alta frequenza emesso dalle apparecchiature informatiche e per ufficio.

Acustica. Misurazione del rumore ad alta frequenza emesso dalle apparecchiature informatiche e per ufficio. NORMATIVE RUMORE UNI EN 27574-4:1991 Acustica. Metodi statistici per la determinazione ed il controllo dei valori dichiarati di emissione acustica delle macchine e delle apparecchiature. Metodi per valori

Dettagli

I processi di tempra sono condotti sul manufatto finito per generare sforzi residui di compressione in superficie. Vengono sfruttate allo scopo

I processi di tempra sono condotti sul manufatto finito per generare sforzi residui di compressione in superficie. Vengono sfruttate allo scopo I processi di tempra sono condotti sul manufatto finito per generare sforzi residui di compressione in superficie. Vengono sfruttate allo scopo diverse metodologie. 1 La tempra termica (o fisica) si basa

Dettagli

Rumore virtuale. Andrea Cerniglia hilbert@venus.it. (Estratto da RCI, anno XXVI N. 7, luglio 1999, Tecniche Nuove)

Rumore virtuale. Andrea Cerniglia hilbert@venus.it. (Estratto da RCI, anno XXVI N. 7, luglio 1999, Tecniche Nuove) Rumore virtuale Andrea Cerniglia hilbert@venus.it (Estratto da RCI, anno XXVI N. 7, luglio 1999, Tecniche Nuove) Una semplice descrizione del processo di auralizzazione, ossia di quanto viene offerto da

Dettagli

SIMULAZIONE ED ANALISI BEM/FMBEM & FEM/FEM AML DI SISTEMI DI ALTOPARLANTI

SIMULAZIONE ED ANALISI BEM/FMBEM & FEM/FEM AML DI SISTEMI DI ALTOPARLANTI SIMULAZIONE ED ANALISI BEM/FMBEM & FEM/FEM AML DI SISTEMI DI ALTOPARLANTI modulari Giuseppe Miccoli, Tommaso Nizzoli u acustica u Il campo acustico emesso da un altoparlante a tromba utilizzato in una

Dettagli

Onde armoniche o sinusoidali

Onde armoniche o sinusoidali Onde armoniche o sinusoidali v = ν = T 1 A T ν = v y x 2π y = Asen ± ( x vt ) 2π = Asen x ± 2πνt Il suono Il suono è un onda longitudinale di compressione e rarefazione del mezzo in cui l onda si propaga.

Dettagli

Perdite stimate di energia causate da inadeguato isolamento

Perdite stimate di energia causate da inadeguato isolamento Isolamenti, termo cappotto e case di legno L isolamento dell involucro Isolare in maniera ottimale un edificio consente un risparmio dei consumi di energia dal 40 fino ed oltre il 70%. Investire nel miglioramento

Dettagli

MOVIMENTO DI GAS (ARIA)

MOVIMENTO DI GAS (ARIA) BONIFICA ACUSTICA: MOVIMENTO DI GAS (ARIA) Affrontiamo questo problema inizialmente esaminando un impianto RCV (raffreddamento, condizionamento, ventilazione) La generazione del rumore Le cause della rumorosità

Dettagli

Acustica ambientale e architettonica

Acustica ambientale e architettonica Acustica ambientale e architettonica Esercitazione Ing. Ubaldo Carlini Dati geometrici dell'ambiente Grandezza Larghezza [m] 22 Lunghezza [m] 45 Altezza [m] 10 Volume totale [m 3 ] 9900 Supeficie pavimento

Dettagli

Come vanificare l isolamento acustico

Come vanificare l isolamento acustico Come vanificare l isolamento acustico Andrea Cerniglia (a.cerniglia@euroacoustic.com) Questo articolo, dal titolo forse un poco audace, si prefigge il duplice scopo di introdurre una tecnica di avanguardia

Dettagli

Il vetro e l isolamento acustico

Il vetro e l isolamento acustico Proprietà e funzioni del vetro 31 Principi generali Intensità, pressioni e livelli sonori La "potenza" di un rumore può essere data dalla sua intensità I o dalla sua pressione P (misurate rispettivamente

Dettagli

!"#$%%&''&&( # )$%&%') #*+ RAPPORTO DI PROVA

!#$%%&''&&( # )$%&%') #*+ RAPPORTO DI PROVA RAPPORTO DI PROVA MISURAZIONE IN OPERA DELL ISOLAMENTO DAL RUMORE DI CALPESTIO DI SOLAI secondo la norma tecnica UNI EN ISO 140-7 (2000) Data di Emissione: 13 ottobre 2006 Luogo di Emissione: Committente:

Dettagli

D.P.C.M. 5 Dicembre 1997 1D 55 45 58 35 25 2 A,C 50 40 63 35 35 3 E 50 48 58 35 25 4 B,F,G 50 42 55 35 35

D.P.C.M. 5 Dicembre 1997 1D 55 45 58 35 25 2 A,C 50 40 63 35 35 3 E 50 48 58 35 25 4 B,F,G 50 42 55 35 35 D.P.C.M. 5 Dicembre 1997 Categoria Rw-Potere Isolamento Calpestio Pressione Livello fonoisolante acustico sonora continuo R w D2m,nT,w Ln,w LASmax LAeq 1D 55 45 58 35 25 2 A,C 50 40 63 35 35 3 E 50 48

Dettagli

UNI EN ISO 354 :2003 UNI EN ISO 11654 :1998

UNI EN ISO 354 :2003 UNI EN ISO 11654 :1998 COSTRUZIONI FISICA TECNICA/ACUSTICA 1/6 ECOstrong Slalom Via Ernesto Rossi, 69 20862 Arcore (MB) UNI EN ISO 354 :2003 UNI EN ISO 11654 :1998 Slalom Capo Laboratorio Laboratory Head 2/6 DATI GENERALI /

Dettagli

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa Trasmissione del suono attraverso una parete Prof. ng. Cesare offa W t W i scoltatore W r orgente W a La frazione di energia trasmessa dalla parete è data dal fattore di trasmissione t=w t /W i. Più spesso

Dettagli

INDAGINE SPERIMENTALE SUL RUMORE EMESSO DA UN DISPOSITIVO DI PULIZIA AD USO DOMESTICO MEDIANTE INTENSIMETRIA

INDAGINE SPERIMENTALE SUL RUMORE EMESSO DA UN DISPOSITIVO DI PULIZIA AD USO DOMESTICO MEDIANTE INTENSIMETRIA Associazione Italiana di Acustica 36 Convegno Nazionale Torino, 10-12 giugno 2009 INDAGINE SPERIMENTALE SUL RUMORE EMESSO DA UN DISPOSITIVO DI PULIZIA AD USO DOMESTICO MEDIANTE INTENSIMETRIA C. Buratti,

Dettagli

ASSORBIMENTO ACUSTICO

ASSORBIMENTO ACUSTICO Manuale tecnico-pratico ASSORBIMENTO ACUSTICO Metodi di miglioramento delle prestazioni acustiche degli edifici A cura di Luciano Mattevi Specialista in acustica Indice La propagazione sonora in ambienti

Dettagli

INTRODUZIONE: PERDITE IN FIBRA OTTICA

INTRODUZIONE: PERDITE IN FIBRA OTTICA INTRODUZIONE: PERDITE IN FIBRA OTTICA Il nucleo (o core ) di una fibra ottica è costituito da vetro ad elevatissima purezza, dal momento che la luce deve attraversare migliaia di metri di vetro del nucleo.

Dettagli

STIMA DI UN IMPATTO ACUSTICO

STIMA DI UN IMPATTO ACUSTICO Pisani STUDIO DI INGENERIA ACUSTICA PISANI CARATTERIZZAZIONE DELLE SORGENTI SONORE SULL INVOLUCRO DI UNO STABILIMENTO INDUSTRIALE AI FINI DELLA STIMA DI UN IMPATTO ACUSTICO LA NORMATIVA ITALIANA DI RIFERIMENTO

Dettagli

Matematica e teoria musicale 1

Matematica e teoria musicale 1 Matematica e teoria musicale 1 Stefano Isola Università di Camerino stefano.isola@unicam.it Il suono Il fine della musica è dilettare e muovere in noi diversi sentimenti, il mezzo per raggiungere tale

Dettagli

SPACE NUOVI SISTEMI RADIANTI. space

SPACE NUOVI SISTEMI RADIANTI. space SPACE NUOVI SISTEMI RADIANTI space SPACE Il sistema di riscaldamento radiante a pavimento LOEX SPACE, è studiato e progettato appositamente per l ottenimento del massimo comfort in stabilimenti produttivi,

Dettagli

SCHEDA 3 ISOLAMENTO ACUSTICO: ASPETTI FISICI

SCHEDA 3 ISOLAMENTO ACUSTICO: ASPETTI FISICI SCHED 3 ISOLMENTO CUSTICO: SPETTI FISICI Se si pone una sorgente sonora in un locale (emittente) separato da un altro (ricevente) mediante una parete divisoria, una parte dell energia sonora emessa dalla

Dettagli

L ACUSTICA. Criteri di Progettazione, Materiali Fonoisolanti e Certificazione Acustica degli Edifici. Ing. Paolo Marinoni.

L ACUSTICA. Criteri di Progettazione, Materiali Fonoisolanti e Certificazione Acustica degli Edifici. Ing. Paolo Marinoni. L ACUSTICA Criteri di Progettazione, Materiali Fonoisolanti e Certificazione Acustica degli Edifici Ing. Paolo Marinoni Celenit SpA Soluzioni ecobiocompatibili per l isolamento acustico UN PRODOTTO SOSTENIBILE

Dettagli

Tipo XSA200 e XSA300. Tipo XKA200 e XKA300. Coulisse a risparmio energetico in versione igienica

Tipo XSA200 e XSA300. Tipo XKA200 e XKA300. Coulisse a risparmio energetico in versione igienica Silenziatori con coulisse interne Tipo XSA200 e XSA Coulisse Tipo XKA200 e XKA Coulisse a risparmio energetico in versione igienica 6/10/I/2 IGIENICAMENTE TESTATO V D I 6 0 2 2 TROX Italia S.p. A. Telefono

Dettagli

Isolamento acustico: valutazione del potere fonoisolante per strutture complesse

Isolamento acustico: valutazione del potere fonoisolante per strutture complesse Isolamento acustico: valutazione del potere fonoisolante per strutture complesse Dott. Edoardo Piana, Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale Università degli Studi di Brescia, via Branze 38,

Dettagli

CIRFIBER ECO CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: CARATTERISTICHE FISICHE MECCANICHE:

CIRFIBER ECO CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: CARATTERISTICHE FISICHE MECCANICHE: CIRFIBER ECO Pannello fonoassorbente in fibra di poliestere rigenerata. CAMPO DI UTILIZZO: CIRFIBER ECO è un prodotto specifico per l isolamento acustico di pareti e soffitti. Il materiale si presenta

Dettagli

LE VERIFICHE IN LABORATORIO E IN OPERA. Centro di Informazione sul Pvc

LE VERIFICHE IN LABORATORIO E IN OPERA. Centro di Informazione sul Pvc LE VERIFICHE IN LABORATORIO E IN OPERA Centro di Informazione sul Pvc Grandezze pertinenti agli edifici e ai prodotti ed elementi edili: indici di valutazione Sono grandezze indipendenti dalla frequenza

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA. MISURAZIONE IN OPERA DELL ISOLAMENTO DAL RUMORE DI CALPESTIO DI SOLAI secondo la norma tecnica UNI EN ISO 140-7 (2000) Perugia

RAPPORTO DI PROVA. MISURAZIONE IN OPERA DELL ISOLAMENTO DAL RUMORE DI CALPESTIO DI SOLAI secondo la norma tecnica UNI EN ISO 140-7 (2000) Perugia RAPPORTO DI PROVA MISURAZIONE IN OPERA DELL ISOLAMENTO DAL RUMORE DI CALPESTIO DI SOLAI secondo la norma tecnica UNI EN ISO 140-7 (2000) Data di Emissione: 13 febbraio 2007 Luogo di Emissione: Committente:

Dettagli

ACUSTICA AMBIENTALE. Considerazioni introduttive

ACUSTICA AMBIENTALE. Considerazioni introduttive ACUSTICA AMBIENTALE 1 ACUSTICA AMBIENTALE Considerazioni introduttive Sorgente sonora può essere rappresentata da un corpo vibrante posto in un messo elastico che produce una successione di compressioni

Dettagli

La verifica in opera delle caratteristiche acustiche degli edifici

La verifica in opera delle caratteristiche acustiche degli edifici L acustica applicata all edilizia Verona 24 Novembre 2000 La verifica in opera delle caratteristiche acustiche degli edifici Francesco Ferrari e Valerio Manzoni - ARPA Lombardia - Dipartimento di Mantova

Dettagli

Misura dei requisiti passvi acustici degli edifici

Misura dei requisiti passvi acustici degli edifici Misura dei requisiti passvi acustici degli edifici I parametri acustici per la Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici. Il decreto : DPCM 05-12-1997 si prefigge di: migliorare la qualità

Dettagli

165 CAPITOLO 13: PROVE MECCANICHE IN SITO

165 CAPITOLO 13: PROVE MECCANICHE IN SITO 165 Introduzione Rispetto alle prove eseguite in laboratorio, quelle in sito presentano sia dei vantaggi che degli svantaggi. 1. Tra i vantaggi delle prove in sito di può dire che queste sono più rapide

Dettagli

EUROLINE EUROLINE. La linea per abbattere il rumore. Isolanti termoacustici per l industria. Difendersi dal rumore per difendere la propria salute

EUROLINE EUROLINE. La linea per abbattere il rumore. Isolanti termoacustici per l industria. Difendersi dal rumore per difendere la propria salute La linea per abbattere il rumore La EUROFOAM progetta, produce e commercializza prodotti e materiali fonoassorbenti e fonoimpedenti garantendo i livelli sonori imposti dalle disposizioni di legge Isolanti

Dettagli

IUAV - MASTER IN PROGETTAZIONE ACUSTICA A.A.

IUAV - MASTER IN PROGETTAZIONE ACUSTICA A.A. IUAV - MASTER IN PROGETTAZIONE ACUSTICA A.A. 004/005 Lezione del 8 ottobre 004 Titolo: Previsione di clima acustico mediante composizione di livelli sonori Docente: Arch. Antonio Carbonari. L Il livello

Dettagli

Propedeutica ai fenomeni acustici nella progettazione architettonica DUE OBBIETTIVI

Propedeutica ai fenomeni acustici nella progettazione architettonica DUE OBBIETTIVI Propedeutica ai fenomeni acustici nella progettazione architettonica PHD. Ing. Maria CAIROLI BIOBYTE s.r.l. progettazione acustica e teatrale DUE OBBIETTIVI Benessere acustico Inquinamento acustico Isolamento

Dettagli

S P E C T R A S. r. l. Via Belvedere n. 42 20043 A R C O R E Tel.: 0 3 9 6 1 3 3 2 1. Nota di applicazione

S P E C T R A S. r. l. Via Belvedere n. 42 20043 A R C O R E Tel.: 0 3 9 6 1 3 3 2 1. Nota di applicazione Nota di applicazione Premessa ARMANI Alberto 09-2009 Con l impiego dell integrazione di Schroeder, la tecnica dell eccitazione con impulsi per la determinazione del tempo di riverberazione si è dimostrata

Dettagli

Termologia. Introduzione Scale Termometriche Espansione termica Capacità termica e calori specifici Cambiamenti di fase e calori latenti

Termologia. Introduzione Scale Termometriche Espansione termica Capacità termica e calori specifici Cambiamenti di fase e calori latenti Termologia Introduzione Scale Termometriche Espansione termica Capacità termica e calori specifici Cambiamenti di fase e calori latenti Trasmissione del calore Legge di Wien Legge di Stefan-Boltzmann Gas

Dettagli

Acustica. Caratteristiche distintive del suono. Altezza. Intensità W S

Acustica. Caratteristiche distintive del suono. Altezza. Intensità W S Acustica L acustica studia le caratteristiche del suono e della sua propagazione. l suono è generato da un corpo vibrante, come una corda, una membrana elastica, le corde vocali. La sorgente del suono

Dettagli