Prezzi e Promozioni in Europa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prezzi e Promozioni in Europa"

Transcript

1 Prezzi e Promozioni in Europa Il Largo Consumo è ad un punto critico Luglio 2013 Introduzione Executive summary Dagli insights all azione Promozioni in crisi I consumatori sono molto cauti visto che i prezzi Il Non-Food è in flessione nonostante l intensità delle promozioni L innovazione nelle attività promozionali Focus sulle categorie Conclusioni Fonti e metodologia Analisi per paese

2 Introduzione L analisi a livello Europeo Price and Promotions special report di IRI è uno studio dedicato a tutti gli operatori del Largo Consumo interessati ad avere una panoramica ampia su dinamiche importanti in questo particolare momento economico. IRI supporta le aziende a comprendere i cambiamenti del contesto di mercato e questo studio, in particolare, analizza il ruolo fondamentale che hanno prezzi e promozioni in nove importanti categorie merceologiche del Food e del Non-Food. Industria e distribuzione faticano a sostenere i volumi delle vendite nonostante la pressione promozionale sia in aumento in tutti i paesi. Ogni stato è caratterizzato da problematiche specifiche ma l elemento comune è il fatto che, dopo 5 anni di recessione, i consumatori sono ormai abituati a vedere i prodotti in promozione. Diminuisce quindi ovunque la fedeltà al punto vendita ed alla marca e l incremento promozionale erode i margini di Industria e Distribuzione. In tutti i paesi consumatori sono orientati alla salvaguardia dei loro budget, qualsiasi sia la scelta di acquisto e le promozioni non stanno portando i ritorni di cui l Industria beneficiava un tempo. Entrando maggiormente in dettaglio, notiamo che in Gran Bretagna la crescita delle promozioni è lenta, mentre in Germania i consumatori sono scontenti per il forte rialzo dei prezzi. La battaglia sui margini tra Industria e Distribuzione è particolarmente aspra in Francia. I consumi rimangono molto cauti nelle spese in Spagna, Grecia e anche in Italia. I volumi sono flat nei Paesi Bassi. Questo rapporto ha l obiettivo di fornire alle industrie di beni di largo consumo analisi ed insights per reagire efficacemente alla lunga crisi economica ed ai cambiamenti di abitudini di acquisto ormai consolidati nei consumatori di oggi. Tim Eales Strategic Insight Director IRI 2

3 Executive summary L analisi a livello Europeo Price and Promotions special report 2013 evidenzia come in generale i prezzi delle categorie Food e Non-Food continuino a salire nonostante il tasso di crescita venga mitigato dal fenomeno del trading down del carrello e dalle promozioni. L aumento medio dei prezzi a livello Europeo è del +1,8%, dove i costi dell alimentare (+1,9%) crescono più velocemente del Non Food (+1,1%). Le promozioni hanno iniziato a crescere già dal 2012 e giocano un ruolo cruciale per il sostegno dei volumi, anche se durante gli ultimi mesi non sono più sufficienti a mantenere i trend dei mercati in positivo. In Europa i volumi totali di prodotti commercializzati in promozione segnano un +2,7% a fronte di un calo dei volumi pari allo 0,1%. L Alimentare registra solo un + 0,1% a volume mentre il Non-Food vede una contrazione pari al -1%. Le promozioni nel nostro continente sono ad un punto cruciale sia per l industria di marca che per le private label. I consumatori, costretti ad adottare uno stile di vita più austero, tagliano gli acquisti di prodotti non considerati essenziali, come alcune referenze del Cura Casa e del Cura Persona. L industria deve essere in grado di rispondere a questi tagli. Il Cura Persona ha registrato l incremento maggiore di attività promozionale durante l ultimo anno, con una crescita del 7% ; il Cura Casa del 4,4%. La crescita media della pressione promozionale nella totalità del mercato è pari al 2,7%, con valori più alti nel Non-Food (complessivamente +4,9%). Le promozioni perdono di efficacia Sia nel Food che nel Non-Food, le promozioni non hanno più la stessa efficacia che avevano in passato e i produttori tentano di reagire ridefinendone le strategie per recuperare i margini. I distributori, dal canto loro, hanno bisogno di continuare a pianificare offerte in- store sui prodotti di marca per attrarre gli shopper. In Europa molte aziende di marca, tra cui ad esempio Heineken o Procter & Gamble, stanno cercando di ri-assestare la strategia promozionale di lungo termine, anche se questo può penalizzare le vendite nel breve periodo. Alcune categorie hanno performance positive. Il Dolciario segna la crescita a valore più importante, mentre il petcare registra la crescita maggiore nell ambito del Non- Food. Il Petfood registra l incremento più sostenuto nonostante sia l unica categoria dove la pressione promozionale è in diminuzione. In Europa le vendite dell Alimentare trainano la crescita a valore. Il Cura Casa ed il Cura Persona sono le uniche due categorie in cui si registrano flessioni sia a valore che a volume. Le promozioni sono a un punto critico La Gran Bretagna storicamente è la nazione dove il livello delle promozioni è stato sempre più elevato. Sebbene rimanga il più alto in Europa, vi sono recenti segnali di riduzione. Alcune promozioni sono ancora efficaci Le promozioni efficaci sono chiare e semplici da cogliere ed hanno un reale valore percepito per lo shopper. Tra queste si possono menzionare le frequenti offerte legate a sconti sul carburante o i buoni sconto da usare nell ultima settimana del mese, che vanno incontro alle esigenze di consumatori in serie difficoltà economiche. In generale gli shopper sono attenti, preparano sempre più frequentemente la lista della spesa a casa, confrontano i prezzi su internet. I distributori reagiscono tentando di migliorare la shopping experience e fidelizzare gli acquirenti. Il 2013 continuerà ad essere un anno impegnativo sia per l industria che per la distribuzione; le nuove opportunità di crescita devono essere ricercate nella stretta collaborazione delle due controparti. Anche un corretto utilizzo dell elasticità al prezzo, in momenti difficili, può giocare un ruolo molto importante nel sostegno dei volumi. 3

4 Executive summary Panoramica dei diversi paesi: Spagna: La spesa delle famiglie è stata ridotta significativamente a causa di una economia in forte recessione e di un tasso di disoccupazione molto elevato. I retailers proclamano il loro impegno a contenere i prezzi nel lungo periodo ma le vendite stanno cominciando comunque a flettere. La pianificazione di promozioni all interno degli ipermercati in questo momento è particolarmente strategica dal momento che serve per competere maggiormente con i supermercati che stanno guadagnando quote di mercato. I 10 top retailers valgono l 86% delle vendite. Francia: La battaglia sui margini tra distributori e produttori in Francia è molto aspra. Gli shopper in questo paese preferiscono sconti immediati piuttosto che leaflet promozionali con offerte diversificate. I consumatori francesi utilizzano le promozioni per contenere la spesa e sono meno fedeli alle diverse insegne rispetto al passato. Il budget che sono in grado di risparmiare, grazie alle offerte, viene poi dedicato all acquisto di beni di lusso. Gran Bretagna: Consci del fatto che in momenti difficili i consumatori sono molti cauti, i distributori in Gran Bretagna focalizzano la comunicazione sulla comparazione dei prezzi per rassicurare gli acquirenti sulla convenienza reale della propria offerta e fidelizzarli. Le promozioni crescono di anno in anno ma il tasso di crescita sta rallentando. Si registra un aumento di campagne legate a voucher che consentono di risparmiare/avere denaro indietro se si effettuano nuovi acquisti nei medesimi negozi e per incoraggiare la fedeltà degli shopper. Germania: I prezzi stanno salendo più rapidamente in Germania rispetto a qualsiasi altro paese in Europa, ad eccezione della Gran Bretagna. In Germania si registrano volumi in flessione in quasi tutte le categorie del Food e del Non-Food ed il livello della pressione promozionale è il più basso tra i paesi europei analizzati nel presente studio. Paesi Bassi: Dal momento che il tasso di disoccupazione è in crescita e l inflazione in rialzo, l indice di fiducia dei consumatori nei Paesi Bassi è al ribasso. Si evidenzia una maggiore propensione verso la marca commerciale e verso i prodotti di marca in offerta. Il taglio prezzo rimane la leva predominante e lo sconto sta diventando man mano più profondo. Molti produttori hanno cercato di far passare aumenti di prezzo. Grecia: Alcuni investitori stanno immettendo denaro nel mercato Greco ma per i consumatori la situazione economica rimane ancora molto difficoltosa. La Grecia si trova in una spirale deflazionistica dovuta alla necessità di tenere i prezzi molto bassi: punti vendita e produttori faticano a sostenere i volumi. Si assiste ad una battaglia sul prezzo innescata dai diversi distributori attraverso promozioni aggressive e sconti profondi. Italia: L inflazione in Italia è in calo e questo trend aiuta a risollevare leggermente il clima di fiducia, sebbene i budget delle famiglie rimangano comunque molto ristretti. Gli shopper Italiani sono estremamente attenti alle promozioni e fanno acquisti quando ritengono di trovare reale convenienza. Produttori e distributori pianificano continuamente attività promozionali basate su offerte e sconti. 4

5 Dagli insights all azione PRINCIPALI EVIDENZE ACTIONS I prezzi aumentano L incremento medio dei prezzi in Europa è del 1,8% e il comparto del Food (+1,9%) registra tassi di inflazione superiori rispetto al Non Food (+1,1%). Il Food guida la crescita delle vendite in Europa Le promozioni sono in aumento ma non riescono più a sostenere i volumi come dovrebbero I produttori devono definire strategie di prezzo ottimali per brand e categoria per mantenere i margini e le quote di mercato, utilizzando anche analisi e modelli di elasticità al prezzo. Gli shopper non pensano considerando le categorie, guardano ai loro bisogni principali. La Industry deve evolvere verso un modello shopper-centric ed ottimizzare tutte le risorse disponibili. Questo significa avere i prodotti giusti, nel posto giusto, al momento giusto. Ci sono opportunità di crescita per chi è in grado di pianificare offerte ben targettizzate ed accessibili. Ci sono infatti ancora consumatori che vivono la crisi economica come un problema altrui. Promozioni con effetto Le promozioni che rimangono efficaci sono quelle con un messaggio chiaro e semplice per il consumatore finale e che hanno un reale percepito di valore per l acquirente. La comprensione chiara di cosa influenzi realmente ogni shopping trip dei consumatori, non solo consente di guadagnare quote di mercato ma genera anche fedeltà degli acquirenti. Il Non-Food è in flessione e gli shoppers ragionano per priorità quando fanno la spesa In Europa le famiglie acquistano i prodotti essenziali come gli Alimentari e sono costretti ad eliminare dal carrello quello che non considerano indispensabile, come ad esempio alcune referenze del Cura Casa o del Cura Persona. Questi due reparti sono quelli con la pressione promozionale più alta. Retailer e manufacturer devono lavorare insieme per definire strategie di merchandising e attività tattiche volte a stimolare gli acquisti di impulso di referenze non considerate essenziali, creando occasioni di gratificazione personale (come una coccola ) a prezzi ragionevoli.. L industria di marca spesso ridefinisce le strategie promozionali al trade per aumentare il ROI. La chiarezza nella strategia promozionale è importante. Stabilire gli obiettivi e utilizzare le soluzioni analitiche appropriate per definire pricing e promozioni con l obiettivo di aumentare margini, revenue, quote e avere vantaggio competitivo. 5

6 Dagli insights all azione PRINCIPALI EVIDENZE ACTIONS La marca commerciale ha aumentato le quote di mercato in tutti i paesi ad eccezione di Francia e Gran Bretagna. La crescita più sostenuta è stata in Germania. I produttori devono valutare in ciascuna categoria i rischi determinati dalla crescita della private label, ritarare il proprio portfolio e l approccio col trade. Gli Shoppers sono dei professionisti della spesa I consumatori spendono molto tempo nella pianificazione della loro spesa. Fanno la lista e comparano i prezzi su internet per trovare le offerte più convenienti. Sono meno fedeli a brand e insegne. Retailer e manufacturer devono lavorare insieme per definire strategie di merchandising specifiche dedicate agli shopper che utilizzano internet e devono pianificare attività tattiche per stimolare gli acquisti di impulso 6

7 Promozioni in crisi Vendite a volume in promozione in Europa % figures show total market YOY changes Volume Sales on Promotion % Change YOY ,7% +1,6% +7,0% +4,0% +2,5% -0,8% +4,9% Total Europe Total Food Total Non-Food France Netherlands Italy Spain UK Germany Le categorie non-food mostrano un incremento maggiore ad eccezione di Francia e Paesi Bassi. I paesi con la crescita di pressione promozionale più alta sono Paesi Bassi, Italia e Germania. In Gran Bretagna si registra flessione. Promozioni in crisi Che le promozioni non funzionino come in passato è abbastanza evidente, per questo motivo molte aziende stanno tentando di rivedere le strategie per salvaguardare quei margini che sono stati gradualmente erosi da quando è iniziata la fase recessiva dal 2008 in avanti. In Europa la crescita dei volumi dei prodotti commercializzati in promozione è del 2,7% e, nonostante questo, i trend non sono molto positivi. Si registra una timida crescita nel Food, pari allo 0,1%, e una flessione nel Non Food, pari al 1%. Al contempo la crescita media dei prezzi è del +1,8% (1,9% nel Food e 1,1% nel Non- Food). L industria del Largo Consumo è ad un punto critico e gli operatori sono troppo spesso in disaccordo su come sostenere la crescita dei volumi nonostante si trovino ad avere a che fare con un consumatore alla continua ricerca di offerte. E necessaria una collaborazione più stretta. La battaglia sui margini è un qualcosa su cui la distribuzione fatica a cedere in quanto necessità che l industria finanzi le promozioni al trade per mantenere l affluenza di acquirenti sempre meno fedeli. Dall altra parte la situazione attuale è insostenibile per molte aziende che non possono intaccare i margini ulteriormente. Infatti alcune di esse hanno cominciato ad analizzare i piani promozionali per trovare soluzioni di miglioramento del ROI e per la riduzione delle spese di marketing. I manufacturer in molti paesi lamentano di dover offrire sconti profondi per partecipare ad offerte a tema pianificate dal Trade e guidare così la penetrazione di nuovi prodotti. Alcune aziende nei Paesi Bassi, ad esempio, hanno riscontrato che le promozioni sono state ampiamente inefficaci ma temono che se fossero le prime a non pianificarne, perderebbero quote di mercato. In questo paese si cominciano a registrare dei segnali di riduzione delle attività. Alcune organizzazioni, come ad esempio Heineken, hanno intenzione di diminuire la pressione promo. Le bevande alcoliche hanno visto un aumento del 6,7% dei volumi promozionati ma nei mesi futuri questa tendenza sarà difficile da sostenere, in particolar modo verso la festività del Natale. 7

8 Promozioni in crisi Vendite a valore in Europa % figures show total market YOY changes Value Sales % change YOY ,7% +2,1% +0,0% -0,3% +1,6% +3,1% +2,0% -1,5% Total Food Total Non-Food Total Europe France Netherlands Italy Spain UK Germany Greece La crescita a valore in Europa è trainata dalle categorie del food le vendite in generale crescono intorno al 2% ma in Grecia i valori sono tutti negativi. Le categorie non-food registrano pesanti flessioni nelle vendite a valore in Italia e in Grecia. I marchi in offerta beneficiano di picchi di vendite che sostengono i volumi nel breve periodo. Eppure questo può nuocere alla salute dell intera categoria. Gli acquirenti si aspettano differenze di prezzo tra prodotto di marca e private label e attendono al contempo la medesima qualità. Dal momento che i distributori stanno investendo molto per accrescere la quota dei loro prodotti, l esigenza che ha l industria di marca di spingere i prodotti tramite le promozioni è molto forte. In Italia la business community si è più volte interrogata sulla reale efficacia delle promozioni visto che lo scorso anno si è chiuso con i volumi in flessione e che le vendite incrementali non vengono sostenute abbastanza. Molte categorie crescono unicamente attraverso vendite non profittevoli. In Italia durante il 2012 i distributori, in collaborazione con le aziende di produzione, hanno messo a disposizione più di 11 miliardi di euro di prodotti alimentari confezionati in promozione, oltre mezzo miliardo in più rispetto al E hanno permesso al consumatore di risparmiare quasi 3,7 miliardi di euro, 230 milioni di euro in più rispetto al Mediamente ogni famiglia ha risparmiato 150 Euro sulla spesa degli Alimentari. Tuttavia, questa enorme mole di investimenti, che hanno spinto molte aziende a trasferire risorse precedentemente dedicate ad altre leve di marketing, obbliga tutti a ripensarne l utilizzo per il futuro. Sicuramente esse riducono il margine per la filiera e il saldo complessivo in termini di vendite è negativo. La Germania ha l intensità promozionale più bassa in Europa. I consumi però sono stagnanti ed i prezzi in crescita. Il Food infatti ha registrato dei rialzi pari a circa il 2,4%, i più alti tra tutti i paesi ad eccezione della Gran Bretagna. In passato, per tradizione, la Germania ha sempre avuto dei prezzi molto bassi, per questo motivo gli acquirenti notano subito i rincari e si regolano di conseguenza. I volumi del Food hanno registrato una flessione dello 0,4% e il Non-Food dello 0,5%, questo a fronte però di un incremento della pressione promozionale pari al 5%. In Gran Bretagna i volumi promozionati sono scesi dello 0,7%: si tratta della prima riduzione in assoluto in questo paese. Lo sviluppo dei punti vendita elettronici EPOS- in UK ha reso possibile pianificare un grande numero di campagne promo simultaneamente e ha fatto si che fosse possibile cambiarle velocemente. 8

9 I consumatori sono cauti visto che i prezzi aumentano Vendite a volume in Europa % figures show total market YOY changes Volume Sales % Change YOY ,1% +0,6% -0,8% -1,6% +0,8% +0,2% -0,4% +0,8% Total Food Total Non-Food -5.0 Total Europe France Netherlands Italy Spain UK Germany Greece In media le vendite a volume del food mostrano una lieve crescita a livello di totale Europa. Tuttavia gli investimenti per le offerte multy-buy erano tutti a carico dei distributori. Qualsiasi ulteriore pressione sui volumi potrebbe spingere le industrie di marca più colpite a ricorrere ancora ad attività promozionali che di certo non si possono permettere. Le riduzioni di prezzo, nel solo Alimentare confezionato, in Gran Bretagna ammontano alla sconcertante cifra di 13 miliardi di sterline. Le intense attività promozionali in Gran Bretagna stanno contrastando la crescita delle marche commerciali, per questo alcuni distributor hanno deciso di ridurle. Ciò determina una crescita dei prezzi più veloce rispetto alla media e per i distributori i margini ricavati dalla vendita delle private label sono maggiori. La marca commerciale ha incrementato la quota in tutti i paesi ad eccezione della Francia e della Gran Bretagna. La crescita maggiore si registra in Germania. In Spagna ha leggermente rallentato anche se la marca commerciale vale sempre il 43,3% del mercato. Durante il 2013 produttori e distributori dovrebbero lavorare insieme per analizzare quali siano le attività promozionali profittevoli per entrambe le contro parti, non solo nel breve periodo ma soprattutto per generare valore in nel lungo periodo. Le promozioni efficaci sono chiare e semplici da cogliere ed hanno un reale valore percepito per lo shopper. Tra queste si possono menzionare le frequenti offerte legate a sconti sul carburante e i buoni sconto da usare nell ultima settimana del mese che vanno incontro alle esigenze di consumatori in serie difficoltà economiche. I consumatori sono cauti visto che i prezzi aumentano Dal grano al mais, dallo zucchero al cacao, l aumento del costo delle materie prime e del carburante determina un rialzo della spesa settimanale dei consumatori europei. I prezzi salgono anche perchè i produttori cercano di recuperare almeno parzialmente i margini. I consumatori, dal canto loro, rimangono cauti. Devono infatti adattarsi ad una vita più austera dovuta all incertezza sul posto di lavoro (la disoccupazione è in forte aumento in molti paesi) e al tasso di inflazione che cresce più dei salari. L andamento del PIL in Europa è peggiorato tutti i trimestri dello scorso anno (la Germania è in controtendenza) il che significa che i distributori devono lavorare duramente per indurre i consumatori a fare acquisti. Gli shopper non temono di dover fare delle scelte tra ciò che è ritenuto essenziale, come 9

10 I consumatori sono cauti visto che i prezzi aumentano Andamento dei prezzi in Europa % figures show total market YOY changes Weighted average volume price % change YOY ,8% +1,5% +0,8% +1,3% +0,8% +2,9% +2,4% -2,4% Total Food Total Non-Food Non-Food +1. 0% Food +1.9% Total Europe France Netherlands Italy Spain UK Germany Greece I prezzi in Europa sono cresciuti mediamente dell 1,8% durante l ultimo anno. I prezzi del food hanno avuto un incremento superiore al non food nella maggior parte dei paesi. L inflazione maggiore si è registrata in Gran Bretagna mentre quella più bassa è da attribuirsi alla Grecia. l alimentare, e alcune referenze del Non-Food, considerate meno indispensabili. Tra queste, in particolare, vi sono prodotti del Cura Casa e del Cura Persona. La realtà è che i prezzi del grocery non stanno salendo velocemente come idealmente vorrebbero produttori e distributori. Eppure ci si aspetta che il 2013 sia un altro anno caratterizzato da una forte inflazione, il che potrebbe impattare negativamente i volumi del Largo Consumo. Produttori e distributori devono stimolare il numero di visite nei punti vendita e la propensione all acquisto degli shopper. Uno dei modi è quello di migliorare la shopping experience all interno dei negozi. L utilizzo del marketing esperienziale può sedurre i consumatori stufi di essere costretti solo a fare attenzione al proprio budget. Tra le idee sviluppate in alcuni punti vendita vi sono campagne tematiche per promuovere categorie particolari, una migliore segnaletica a scaffale, o consigli su come godersi i prodotti, ad esempio delle ricette. In Gran Bretagna, Tesco sta modernizzando i punti vendita al posto di aprirne di nuovi, mentre Casino in Francia fornisce ai clienti una app che li aiuta a tener traccia del costo della spesa che stanno facendo mentre sono all interno dei negozi. I distributori devono ripensare assortimento ed offerta di PL per invogliare le persone a trascorrere più tempo nei punti vendita ed a spendere più denaro. Gli shopper sono orientati al value for money e possono ancora essere influenzati dalle promozioni in- store. Le offerte personalizzate diverranno sempre più importanti visto che la distribuzione sta utilizzando la tecnologia mobile in maniera crescente. Le persone non cercano solo offerte sullo scaffale, trascorrono anche più tempo a casa a pianificare che cosa compreranno una volta nel punto vendita. Scrivono la lista della spesa, raccolgono leaflet, utilizzano coupon on line, visitano i siti dei distributori e comparano i prezzi su internet per trovare gli sconti migliori. In Francia molte persone leggono a casa i volantini promozionali di diverse catene prima di decidere dove andare a spendere i propri soldi. Gli shopper si comportano ormai da veri e propri professionisti della spesa e fanno switch tra diversi brand, seguendo le offerte, o cambiano prodotto e categoria con l unico criterio della convenienza. 10

11 I consumatori sono cauti visto che i prezzi aumentano Elasticità al prezzo base per categoria - Europa Hand Dish Washing Frozen Meals Tuna Jams Ice Creams Beers Wines Toothpaste Detergents Shower Gels Coffee Shampoos Chips Yoghurts Baby Milks Sparkling Waters Tea Petfood Pizza Soft Drinks Olive Oil Energy Drinks Still Waters Biscuits HouseHold Cleaners Sausages Cereals Face Care Deodorants Milk Snacks Haircare Pasta Conserved Vegetables Soups Chocolates Sun Care - Media per un rialzo dell 1%. Un esempio potrebbe essere quello di consumatori che passano dal pesce fresco a quello in scatola, come il tonno, perché più economico. Come evidenziato da una ricerca sul consumatore condotta da IRI nel 2012 in Europa, i volantini promozionali in- store giocano un ruolo molto importante nelle scelte di acquisto. In Europa il 69% degli shoppers dichiara che rappresenta la fonte principale d informazione per la spesa. In Gran Bretagna la percentuale è molto inferiore: solo il 20%. I produttori cercano di adattarsi al trend emergente legato alla ricerca di formati ridotti. L approccio agli acquisti buy-itwhen-i-need-it è una tendenza in crescente diffusione che consente di mantenere il budget di spesa preventivato. Anche se si cerca di approfittare delle offerte non si vuole acquistare prodotti che non si è in grado di consumare integralmente. Non si spreca e piuttosto si ricercano formati più piccoli. Nei Paesi Bassi si fa trading down, specialmente passando a prodotti di base e la private label cresce in molte categorie. Infine i discount stanno guadagnando quote. La ricerca di convenienza anche in questo paese è una costante. In Francia l inflazione del Food è scesa gradualmente durante il Grazie al calo dei prezzi, i volumi sono cresciuti dello 0,6% nel totale mercato. Questa situazione è antitetica rispetto a quella della Germania, dove i consumatori hanno reagito male al forte rialzo dei prezzi (+2,4%) e i volumi sono calati dello 0,4%. In tempi recessivi, quando i consumatori sono cauti, potere utilizzare modelli di elasticità al prezzo può aiutare a spingere le vendite. La categoria della birra è la più sensibile alle variazioni di prezzo, al contrario il cibo per cane risponde molto poco alle fluttuazioni. La categoria che mostra la crescita di prezzo medio più elevata è quella delle bevande alcoliche (+ 3,3%), che, avendo registrato tale rialzo, hanno subito un calo dei volumi pari allo 0,5 in Europa. L inflazione media dei prezzi del Food nel continente infatti è nettamente inferiore (+1,9%). Per quanto riguarda il Non-Food, il pet care ha registrato l incremento di prezzo medio maggiore (+2,3%), più che doppio rispetto alla media delle altre categorie (+1,1%). Tuttavia gli shopper amano molto i loro animali da compagnia e i volumi hanno tenuto, registrando una crescita dello 0,6%). Il Cura Persona è la categoria che ha sofferto di più il tasso di inflazione (in rialzo solo di uno 11

12 Il Non-Food è in flessione nonostante l intensità delle promozioni Vendite a avolume in promozione Trend per categoria in Europa Volume on promotion % change YOY Non-Alcoholic Drinks Il cura persona ha registrato l aumento dei volumi promozionati maggiore, raggiungendo un +7%. Il cura casa ha visto un incremento del +4,4% durante l ultimo anno. Chilled & Fresh Food Non-Food average 4,9% Food average 2,3% Alcoholic Drinks Pet Food & Pet-Care 0,7%) anche perché i consumatori hanno tagliato spesso la spesa dedicata a questi prodotti ritenuti, come già detto, meno essenziali. La multicanalità caratterizza i comportamenti dei consumatori in tutta Europa. In Spagna le promozioni online stanno diventando il canale privilegiato per relazionarsi con l acquirente. Lo shopper online ha un profilo differente, bisogni specifici e guadagni superiori. E inoltre più incline all acquisto di prodotti di marca, sebbene i distributori di questo paese puntino molto sulla private label. Il Non-Food è in flessione nonostante l intensità delle promozioni Molte categorie del Non-Food sono in sofferenza a causa del fatto che non vengono ritenute beni irrinunciabili quando i budget di spesa sono limitati. Da qui l altissimo livello promozionale con l obiettivo di sostenere i volumi. Il ha registrato l incremento di volumi commercializzati in promo maggiore, raggiungendo un + 7% rispetto all anno precedente. Quest ultimo è seguito dal Cura Casa che ha visto la crescita arrivare a un + 4,4%. Sebbene queste offerte abbiano avuto qualche effetto, i volumi del sono calati del 1,1% e le vendite a valore dello 0,4%. Il Cura Casa ha sofferto anche di più a livello di volumi, registrando un - 1.3%, a fronte di una crescita della pressione promozionale che va dal +5% al +13% a seconda dei paesi tra cui Germania, Francia, Paesi Bassi e Italia. Complessivamente l Europa ha visto un aumento dei volumi di prodotti Non- Food promozionati pari al 4,9%, vi sono stati dei tentativi di innovazione e nonostante questo le vendite sono calate del 1%. Le aziende come Procter & Gamble stanno cominciando a porsi il problema dell efficacia di costose promozioni che hanno eroso pesantemente i margini dopo 5 anni di crisi. I volumi in promozione delle categorie Food sono aumentati del 2,3% durante l anno e il Dolciario ha visto gli incrementi maggiori (+5.3% ). Le attività pianificate nel Dolciario cercavano di indurre gli shopper a gratificarsi concedendosi qualche peccato di gola in più. Inoltre l aumento di prezzo del cacao ha comportato un tentativo di compensazione per mitigare i prezzi. L intensa pianificazione promozionale ha permesso una lieve crescita dei volumi dell Alimentare (+0,1%), anche se in Italia si è registrata una caduta inedita dei volumi di questo reparto. Meglio per quanto concerne Paesi Bassi, Gran Bretagna, Germania e 12

13 L innovazione nelle attività promozionali Spagna. La Gran Bretagna è l unico paese analizzato in questo studio in cui le promozioni nell Alimentare sono diminuite di un -1,3%. Nel Non-Food invece la pressione è aumentata per far fronte alla crisi di molte categorie. Le vendite del Reparto Alimentare guidano la crescita in Europa, particolarmente in UK e Germania. Solo in Grecia le vendite a valore sono in calo nel Food, trainate a ribasso dal segmento dei Surgelati e del Dolciario. Sempre in questo paese ci sono però anche segnali di crescita, quali le performance di Bevande Alcoliche, Fresco e Alimentare confezionato che hanno trend leggermente positivi. L innovazione nelle attività promozionali In un contesto in cui gli shopper sono circondati dalle offerte, produttori e distributori devono adottare un approccio innovativo e creativo nella pianificazione della leva promozionale. In effetti alcune attività innovative per agganciare i consumatori si notano in Europa. Tra le idee che funzionano si possono menzionare i coupon per il carburante legati alla spesa grocery, sconti sull IVA per famiglie numerose, buoni spesa da riutilizzare se si torna nel medesimo punto vendita, insomma attività che rendono più facile alle persone controllare il proprio budget. La sensazione di fare un buon affare rende sempre più appetibile la spesa. Caratteristica di queste attività è la semplicità, la comunicazione efficacie nel punto vendita e il supporto di campagne veicolate su altri mezzi, quali ad esempio la tv. In Gran Bretagna i supermercati hanno lanciato molte iniziative legate al carburante per andare incontro alla clientela infastidita dai rincari del gasolio. In Maggio Tesco ha offerto un litro di benzina, per ogni dieci sterline spese nei punti vendita on line, a quanti raggiungevano uno scontrino di almeno 60 sterline. La catena è andata anche oltre, offrendo un litro di benzina per spese di 50 sterline che includessero dei particolari brand, tra cui prodotti Heinz, pacchi da nove rotoli di carta igienica, detersivi Robinsons Double Concentrate, caffè Nescafe Original o Gold Blend, detersivi in polvere Fairy Non- Bio Powder 72. Morrison ha attivato invece una procedura per cui viene resa una sterlina di benzina per ogni 10 spese in gift card. Anche in Italia Esselunga ha sviluppato delle promozioni legate a coupon benzina per i suoi clienti. Le promozioni round pound/euro stanno diventando sempre più popolari. Si stima che in Gran Bretagna tra i principali retailer, il 35% degli acquisti siano fatti attraverso questa promozione. Nei Paesi Bassi, i prodotti ad un Euro sono diffusi in molti distributori e il leader di mercato Albert Heijn ha persino creato la nuova linea a tema chiamata Route 99 che propone referenze a 99 centesimi. In Francia alcuni produttori, tra cui Campofrio (che commercializza carne), Danone e Bimbo stanno abbracciando questa tipologia di promozione. Qualsiasi supporto per ridurre il peso delle tasse è molto apprezzato dagli shopper è alcuni distributori si affidano a questa strategia. In Francia, Italia e Spagna Carrefour restituisce l IVA dei prodotti freschi locali ai pensionati o alle famiglie numerose. Questa iniziativa dovrebbe aiutare a risparmiare circa 230/260 Euro all anno per le famiglie numerose. Nonostante il successo di queste attività promozionali innovative, le perplessità dei produttori sono legate al fatto che nel lungo periodo potrebbe essere molto difficile fare salire nuovamente i prezzi. Se ciò dovesse accadere una soluzione potrebbe essere la commercializzazione di più formati di prodotto per salvaguardare i margini. In Germania l industria alimentare attende con ansia il lancio della carta fedeltà Payback della catena Rewe previsto per il Rewe premierà i propri consumatori con punti acquisto nei suoi negozi in partnership con Payback, una piattaforma di marketing per la fedeltà degli acquirenti che ha già circa 20 milioni di user attivi nel 50% delle famiglie tedesche. Payback ha canali offline, online e mobile per contattare i clienti in merito alle promozioni in essere. 13

14 Focus sulle categorie Vendite a valore per categoria in Europa 4.0 Value Sales % change YOY Pet Food & Pet-Care Alcoholic Drinks Non-Alcoholic Drinks Chilled & Fresh Food Food average +2,1% Non-Food average +0,1% Le vendite a valore sono cresciute dell 1,7% in Europa durante lo scorso anno. La crescita del food è stata superiore a quella del non food. Focus: la categoria del cura persona La categoria del Cura Persona è in crisi in quanto molte referenze, vissute come non essenziali, non vengono acquistate. L azienda leader Procter & Gamble, tra i cui brand vi sono Pantene, Crest e Head & Shoulders, ha già intrapreso una azione per far fronte alla situazione, diminuendo le promozioni nella categoria del 2% in un momento in cui molte aziende stanno investendo di più. In Europa la categoria del ha registrato la crescita di prezzo medio più bassa in assoluto (0,7%). Le vendite sono scese dello 0,4% e i volumi del -1,1%. Contemporaneamente il reparto del Cura Persona è quello con il più alto incremento promozionale, pari ad un + 7%, a testimonianza del fatto che le promozioni hanno perso di efficacia nel reparto. I prodotti che si vendono bene sono quelli che vanno incontro ad un reale bisogno del consumatore come collutori e dentifrici Gli shopper hanno realizzato di poter fare a meno di molti prodotti. Questo è particolarmente vero in Spagna, Paesi Bassi, Italia. Persino in Francia, Gran Bretagna e Germania referenze quali i prodotti per capelli crescono a valore solo per il rialzo dei prezzi. I volumi sono in calo su tutta la linea. La nuova strategia di P&G sarà osservata con attenzione in Gran Bretagna per vedere chi agirà prima, tra industria e distribuzione, se le vendite cominceranno a soffrire. I prezzi sono saliti in molte categorie e la cosa ha indotto i consumatori a ricercare offerte e a fare trading down, sebbene non tramite l acquisto private label. Il Personal care in Francia non ha mostrato una crescita significativa da circa dieci anni e, nonostante si sia fatta innovazione, i volumi sono in caduta, pur con prezzi che non crescono. Il Body care performa bene e l incremento dei prezzi sostiene i trend delle vendite a valore dei Doccia schiuma, Saponi liquidi e Prodotti per capelli. In Germania le vendite a valore tengono per quanto concerne l Oral care e i Solari. L Oral care cresce a volume grazie ai Collutori, mentre sui Solari sono state pianificate promozioni intense. Gli ipermercati dominano sempre più questa categoria. I prodotti di marca hanno ancora performance migliori delle marche 14

15 Focus sulle categorie Andamento dei prezzi per categoria in Europa Weighted average volume price % change YOY Alcoholic Drinks Non-Alcoholic Drinks Pet Food & Pet-Care Food average +1,9% Non-Food average +1,0% Chilled & Fresh Food Il food guida la crescita dei prezzi. commerciali e viene fatta innovazione tramite prodotti premium, per esempio nel cura capelli. Il rialzo dei prezzi ha spinto i trend a valore di alcuni segmenti in Italia anche se, complessivamente, il Cura Persona sta andando piuttosto male. Vi sono poi differenze nell andamento della categoria a seconda del canale. Le promozioni in Italia hanno spinto i volumi della categoria dei Deodoranti. Con un tasso di crescita della disoccupazione molto alto, nei Paesi Bassi le private label hanno guadagnato quote anche nel Cura Persona. Le vendite dei prodotti per uomo sono stagnanti e le promozioni sono particolarmente aggressive nell Oral care. L incremento dell IVA e lo scenario recessivo in Spagna hanno impattato molte categorie e i distributori rispondono a questi eventi con l immissione di nuove referenze a marchio commerciale nell offerta del Cura Persona. In Grecia i consumatori di Dentifrici di marca sono molto attratti dalle offerte paghi uno prendi 3. Focus: alimentari surgelati I consumatori sono alla ricerca di value for money nella categoria dei Surgelati. Si sono fatti però recentemente intimorire dallo scandalo sulla carne di cavallo che ha coinvolto all inizio del 2013 molti paesi Europei. Le vendite di Piatti pronti surgelati in Gran Bretagna e in Francia sono state colpite molto negativamente da questo evento. In generale i volumi in Europa hanno visto una flessione dello 0,7% con il picco negativo registrato in Grecia (-4,8%) probabilmente anche a causa del contesto economico. In Francia il calo è stato del 1,3% ed in Gran Bretagna del -0,8%, con una diminuzione anche della pressione promo. Se si parla di promozioni, i Surgelati sono stati caratterizzati da una scarsa crescita dei volumi venduti in offerta, seconda solo a quella del Pet Food (+1,3%) e tuttavia oltre un quarto di tutti i prodotti di questa categoria sono stati commercializzati in promozione. Il tasso più alto è quello della Gran Bretagna dove il 49,5% dei volumi dei prodotti surgelati è stato oggetto di offerte speciali. In Germania l incremento della pressione promo in molti segmenti dei Surgelati, quali Verdure, Pesce, Patate e Alimenti pronti, è superiore alla media europea (+3.3%) ma l industria è più attiva nell interazione col consumatore. Il produttore di Pizza Wagner organizza dei test di prodotto in prossimità dei display dei surgelati, mentre altre aziende 15

16 Focus sulle categorie che commercializzano pesce legano l offerta a temi quali la sostenibilità e l attenzione all ambiente. L azienda di readymeal Frosta utilizza i social media per fare passare il concetto che gli alimenti surgelati contengono vitamine. Queste iniziative hanno contribuito a far si che in Germania vi sia stata la caduta dei volumi dei Surgelati più contenuta dopo i Paesi Bassi, che è l unico paese dove si registra una crescita delle vendite anno su anno pari allo 0,2%. Nei Paesi Bassi la crescita della categoria, seppur contenuta, è stata guidata dal rincaro dei prezzi di brand quali Dr. Oetker Ristorante. La marca commerciale guida invece la crescita di Verdure surgelate e Frutta; la caduta dei valori dipende dalle Patate che hanno avuto un decremento di prezzo. Quella delle patate è una categoria chiave anche in Gran Bretagna dove i prezzi sono destinati a salire dopo un cattivo raccolto. Per quanto riguarda il resto dei segmenti, la Pizza surgelata traina la crescita in Inghilterra. Lo scandalo legato alla carne equina, di cui si è già fatta menzione, ha avuto un impatto negativo sulle vendite dei Surgelati e dei Piatti pronti contenenti carne come gli hamburger. In Francia, la Carne surgelata rimane la categoria che maggiormente contribuisce alla crescita dei Surgelati in generale; Gelati e Patate hanno anch essi buone performance. In Italia, Gelati, Pizza e Pesce surgelati registrano crescite a volume. Lo scenario distributivo, per quanto riguarda Verdure e Piatti pronti è mutato in Spagna con il nuovo Gruppo Findus (Findus+Bonduelle), anche se le vendite rimangono in calo. In Grecia tutte le principali categorie dei Surgelati hanno registrato cali in termini di volumi e di valori. I consumatori hanno trascurato completamente la categoria o hanno fatto meno acquisti. Le Verdure surgelate flettono dell 11,4% a valore e del 8,4% a volume, solo per fare un esempio. Conclusioni Le promozioni nel mondo del Largo Consumo sono ad un punto critico e nei prossimi mesi la battaglia sui margini tra industria e distribuzione potrebbe diventare molto aspra, dal momento che entrambe le controparti hanno reale bisogno di migliorare il ROI e spingere i volumi di vendita. I consumatori, indotti dal contesto economico, sono diventati dei veri professionisti e lusingarli con le promozioni è diventato più complesso. Persevereranno nel mettere in secondo piano la fedeltà al brand o alla catena per dare priorità al risparmio. Continueranno a fare la lista della spesa ed a mettere nel carrello referenze meno costose, ricercheranno risparmio ma anche valore intrinseco al prodotto. Anche il trading down rimane un fenomeno probabilmente destinato a perdurare in questo contesto. La sfida che devono affrontare produttori e distributori è quella di attrarre i consumatori e relazionarsi a loro con maggiore efficacia. Specialmente nel Non- Food c è un grande lavoro da fare per convincere le persone a spendere denaro per prodotti che in molti casi vengono ritenuti meno essenziali o acquistabili con minore frequenza. L industria deve ancora tentare di rialzare i prezzi per compensare i rincari delle materie prime. Questo significa che le promozioni di successo saranno quelle innovative, creative ed in grado di persuadere i consumatori che una determinata offerta porta loro reale valore. Semplicità e immediatezza nella comunicazione sono fondamentali. E possibile che un maggiore numero di insegne in Europa adottino la strategia di Every Day Low Price. La pressione promozionale della marca commerciale diviene anch essa un elemento cruciale. Infine la raccomandazione è sempre quella di non giungere ad una fase critica in cui la spinta promozionale arrivi ad erodere la brand loyalty. 16

17 Fonti e metodologia Questo Report contiene dati provenienti da sette paesi europei: Francia, Italia, Spagna, Gran Bretagna, Germania, Paesi Bassi e Grecia. La fonte dati sono le banche dati di IRI. Il periodo considerato è l anno terminante a marzo Le macro-categorie considerate sono: Alimentare Fresco e Freddo, Drogheria Alimentare, Bevande Alcoliche (senza il vino per Grecia e Gran Bretagna) e Bevande Analcoliche (ad inclusione di tea e caffe), Cura Casa, Cura Persona, Dolciario, Pet Food/Pet Care. A seguire viene riportato il dettaglio dei canali di vendita per ciascun paese: Paese UK SP GR GY NL IT FR Canali utilizzati Hypermarkets, supermarkets, drugstores and impulse outlets Hypermarkets and supermarkets Hypermarkets and supermarkets Hypermarkets, supermarkets and hard discounters (excl. Aldi) Hypermarkets and supermarkets Hypermarkets and supermarkets Hypermarkets and supermarkets Per avere maggiori informazioni sull andamento di prezzi e promozioni o su categorie specifiche, contatta il tuo account IRI di riferimento o scrivi a Soluzioni IRI utilizzate nell analisi InfoScan Census è l innovativo servizio di Retail Tracking, ovvero la raccolta, la lettura e l analisi dei dati di vendita provenienti dai codici a barre dei prodotti del Largo Consumo acquistati in Italia. InfoScan Census va oltre le logiche di rappresentazione campionaria tradizionali per offrire un censimento dei consumi dell intero universo distributivo moderno. E uno strumento necessario a sviluppare strategie di marketing e di vendita basate sulla reale performance dei prodotti, sulla distribuzione e sull efficacia delle attività promozionali. InfoScan Census fornisce le informazioni di mercato necessarie ad elaborare gli insights che consentono un efficace presa decisionale per la crescita del business. Analytics Advantage TM Suite fornisce soluzioni per tutti I bisogni del marketing strategico. La Suite Advantage fornisce ai clienti veloci ed approfonditi insights e analisi dinamiche per identificare le opportunità di cerscita e per misurare i risultati di business in termini di ritorno dell investimento, vendite e profitto. Fornisce al cliente una quantificazione della sensibilità delle vendite al marketing mix mettendo in luce, allo stesso tempo, il sistema di relazioni concorrenziali presenti nella categoria. IRI IRI è leader mondiale nella fornitura di informazioni sui mercati del Largo Consumo e sullo shopper, nelle analisi predittive e nella generazione di insight strumentali alla presa di decisioni. IRI è in grado di supportare la crescita dei suoi Clienti individuando l impatto che i diversi fattori competitivi e di mercato possono avere sulle performance di aziende di largo consumo e distribuzione. Copyright 2013 Information Resources, Inc. (IRI). All rights reserved. IRI, the IRI logo and the names of IRI products and services referenced herein are either trademarks or registered trademarks of IRI. All other trademarks are the property of their respective owners. 17

18 Appendice Analisi per paese

19 I trend in Spagna Crescita media dei prezzi per categoria Spagna 4.0 Weighted average volume price % change YOY Pet Food & Pet-Care Non-Alcoholic Drinks Chilled & Fresh Food Food average +1,0% Non-Food average -0,3% Alcoholic Drinks L inflazione nel grocery in Spagna è stata contenuta e attualmente le vendite a volume sono in sofferenza; i volumi nel primo quarter del 2013 sono calati dello 0,7%. La popolazione spagnola sta vivendo un periodo di reale difficoltà; vi è un livello di disoccupazione che ha raggiunto il 27% all inizio del 2013 e le tasse per far fronte al debito pubblico sono in crescita. Non è difficile immaginare che in questa situazione il potere di acquisto delle famiglie sia significativamente ridotto. L inflazione dell Alimentare in Spagna è bassa e i trend delle vendite a volume ne risentono. Nel primo trimestre di quest anno i volumi del grocery hanno registrato un -0.7%. La risposta a questa situazione data dalla distribuzione è quella di proporre prezzi bassi nel lungo periodo. Caprabo, El Corte Inglés e Carrefour hanno adottato tale approccio, mentre l azienda multinazionale Danone ha lanciato una campagna di prezzi scontati su alcune referenze che durerà tutto l anno.. Il prezzo è il primo pensiero di tutti i consumatori, sebbene non costituisca l unica motivazione di acquisto. Le promozioni spingono le vendite ma gli acquirenti si sentono truffati se un prodotto è sempre in offerta. L esigenza di pianificare attività promozionali è più forte negli ipermercati, dove il 31,2% delle vendite a valore è in promo; nei supermercati la percentuale è inferiore: 16%. I dieci principali distributori in Spagna rappresentano l 86% delle vendite ma i retailer locali stanno rubando quote agli ipermercati. Le marche commerciali sono caratterizzate da una pressione promozionale più contenuta, la loro quota a valore ha raggiunto il 43% ed è in continua crescita. Circa il 10% delle vendite di prodotti a marchio commerciale viene effettuata in condizione promozionale anche se il dato è in diminuzione. 98 categorie su 219 registrano un incremento nelle vendite di oltre il 5% e in 79 di esse le promozioni sono in crescita. Patatine e Cioccolato sono le categorie con livello promozionale più alto (40% delle vendite in condizione promozionale) e tuttavia nessuna delle due cresce. Tra tutte le categorie, l incremento più alto delle promo si registra nei Solventi per unghie, negli Snack salutistici alla frutta, nella Pasta, nel Riso e nei Piatti pronti. Mercadona, il distributore numero uno, non pianifica promozioni e vende di più grazie alla strategia di Every Day Low Pricing (EDLP) adottata. Tra le diverse tipologie promozionali, la più utilizzata è lo sconto di prezzo. El Corte Inglés ha ridotto il costo di referenze del 20% per apparire più competitivo agli 19

20 I trend in Spagna Volumi in promozione per categoria - Spagna Category label above each bar shows latest year % volume on deal. Volume on Promotion % change YOY Chilled & Fresh Food Alcoholic Drinks Non-Alcoholic Drinks Pet Food & Pet- Care I volumi in promozione sono cresciuti del 2,5% in Spagna nel corso dell ultimo anno. occhi dei consumatori in difficoltà economiche. Questa strategia ha funzionato quasi immediatamente e il distributore si è guadagnato 6000 nuovi clienti una media di 00 shopper in più al giorno. Caprabo, una catena considerata più cara dei suoi competitor, ha attivato un iniziativa di risposta. All inizio dell anno ha ridotto i prezzi di 00 referenze in modo permanente. Il taglio prezzo ha coinvolto prodotti a marchio commerciale, marche e referenze del Fresco. Il nomadismo nei punti vendita è una strategia sempre più popolare in Spagna per ricercare l affare più conveniente. 20

WHITE PAPER. Fattori critici per un successo sostenibile. Il Largo Consumo nell attuale contesto economico

WHITE PAPER. Fattori critici per un successo sostenibile. Il Largo Consumo nell attuale contesto economico Fattori critici per un successo sostenibile Giugno 2014 Lo scenario macroeconomico Gli indicatori economici recenti segnalano che l economia italiana è ancora in difficoltà. Il trend tendenziale del PIL

Dettagli

WHITE PAPER. Un canale in evoluzione. Le nuove strategie del Discount

WHITE PAPER. Un canale in evoluzione. Le nuove strategie del Discount Un canale in evoluzione Luglio 2015 L ingresso in Italia e l evoluzione negli anni In Italia, i discount sono apparsi negli anni 80 ma il primo ingresso significativo nel paese fu quello di Lidl che il

Dettagli

La marca commerciale. Un equilibrio fra qualità e valore SPECIAL REPORT

La marca commerciale. Un equilibrio fra qualità e valore SPECIAL REPORT La marca commerciale Un equilibrio fra qualità e valore NOVEMBRE 2013 Introduzione pag. 2 Executive Summary pag. 3 Dagli Insights all Azione pag. 6 I retailer riducono il gap di prezzo page. 8 Private

Dettagli

Andamento dei mercati di Largo Consumo alla luce deil attuale contesto economico

Andamento dei mercati di Largo Consumo alla luce deil attuale contesto economico 1 Largo Consumo: le aspettative e i risultati Il Largo Consumo subisce i contraccolpi di una situazione recessiva: le nostre previsioni sono orientate verso una negatività dei volumi acquistati, in media

Dettagli

SPECIAL REPORT. L export vola più dei consumi interni Uno studio IRI sul mercato della pasta nel canale moderno

SPECIAL REPORT. L export vola più dei consumi interni Uno studio IRI sul mercato della pasta nel canale moderno SPECIAL REPORT Uno studio IRI sul mercato della pasta nel canale moderno Settembre 2013 Uno sguardo all export Con la crisi economica, l aumento del 27% delle esportazioni di pasta nei primi mesi del 2013

Dettagli

Prezzi e Promozioni nei mercati occidentali

Prezzi e Promozioni nei mercati occidentali Prezzi e Promozioni nei mercati occidentali Nuove opportunità da esplorare per il rilancio del settore del Largo Consumo Luglio 2014 Executive Summary Merchandising Activity Merchandising Effectiveness

Dettagli

Le Private Label in Europa- 2012 Esiste un un limite alla crescita?

Le Private Label in Europa- 2012 Esiste un un limite alla crescita? - 2012 Esiste un un limite alla crescita? OTTOBRE 2012 02 03 05 06 07 08 09 10 12 16 Introduzione Guidare la crescita Executive Summary Tendenze in atto e trend emergenti Dagli insights all azione L impatto

Dettagli

WHITE PAPER. E necessario seguire i trend emergenti. Il reparto del Cura Persona nel canale moderno.

WHITE PAPER. E necessario seguire i trend emergenti. Il reparto del Cura Persona nel canale moderno. E necessario seguire i trend emergenti. Marzo 2015 Macroanalisi del comparto Il mercato italiano del cura persona risente di quei freni che già da tempo incidono sulla propensione al consumo di larghe

Dettagli

Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita

Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita Laura Volponi International Shopper Insights Director IRI Indice Il contesto modifica le abitudini La parola

Dettagli

ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO. GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma

ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO. GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma TEMI DELLA LEZIONE I. L EVOLUZIONE DELLA DISTRIBUZIONE A LIVELLO INTERNAZIONALE II.IL QUADRO

Dettagli

I negozi Specializzati attraggono più consumatori

I negozi Specializzati attraggono più consumatori Autori: Ambra Bellia e Marco Raimondi- SymphonyIRI 1 Introduzione e macro analisi del comparto Nonostante il contesto economico difficoltoso, secondo una indagine congiunturale proposta dal Centro Studi

Dettagli

Luciedombreneltrend di crescitadellamarca commerciale Obiettivo 22% nel 2015. Gianmaria Marzoli Retail Solutions

Luciedombreneltrend di crescitadellamarca commerciale Obiettivo 22% nel 2015. Gianmaria Marzoli Retail Solutions Luciedombreneltrend di crescitadellamarca commerciale Obiettivo 22% nel 2015 Gianmaria Marzoli Retail Solutions 16 gennaio 2014 10 anni di MARCA Per VALORE DELLE VENDITE 3,6 miliardi di 9,7 miliardi di

Dettagli

[ ] L ALLINEAMENTO DI STRATEGIE DI PREZZO E BRAND BUILDING PER LA CRESCITA DELLE AZIENDE

[ ] L ALLINEAMENTO DI STRATEGIE DI PREZZO E BRAND BUILDING PER LA CRESCITA DELLE AZIENDE WHITE PAPER [ Con la moderata ripresa economica emergono nuove necessità di bilanciamento delle leve di marketing Pierluigi Carlini ASK Vice President IRI Con la moderata ripresa economica emergono nuove

Dettagli

La passione degli italiani per gli animali da compagnia

La passione degli italiani per gli animali da compagnia Paolo Garro Business Insights Director 1 Introduzione Nelle case degli italiani gli animali da compagnia non sono una presenza rara: in circa una su tre è presente almeno un cane o un gatto, senza contare

Dettagli

Il servizio, grazie al dettaglio merceologico più raffinato degli indici di categoria, consente:

Il servizio, grazie al dettaglio merceologico più raffinato degli indici di categoria, consente: Top Trade di IRI Informazioni di mercato a supporto della crescita Introduzione In un contesto di mercato in trasformazione la capacità di leggere le potenzialità di ciascun punto di vendita all interno

Dettagli

Conclusioni della diciottesima edizione dello studio NetObserver Europa: I navigatori europei e i brand

Conclusioni della diciottesima edizione dello studio NetObserver Europa: I navigatori europei e i brand NetObserver Europa PER SAPERE TUTTO SUI NAVIGATORI Comunicato stampa Parigi, Marzo 2009 Conclusioni della diciottesima edizione dello studio NetObserver Europa: I navigatori europei e i brand A conclusione

Dettagli

Retail & Consumer Summit 2011

Retail & Consumer Summit 2011 www.pwc.com/it Retail & Consumer Summit 2011 La gestione della discontinuità e del cambiamento: sfide e opportunità 11 ottobre 2011 1 1 Discontinuità nei consumi: come sta cambiando il comportamento d

Dettagli

#volantino13 + 39 339 5288754

#volantino13 + 39 339 5288754 PROMOZIONI EFFICACI? LE NUOVE FRONTIERE DEL VOLANTINO #volantino13 + 39 339 5288754 PROMOZIONI OFFERTA DI CONVENIENZA E NUOVE TENDENZE DI CONSUMO Romolo de Camillis Promozioni Efficaci, Parma 19 Aprile

Dettagli

I consumi di Formaggi nel mondo

I consumi di Formaggi nel mondo Francesco Biella I consumi di Formaggi nel mondo Global Cheese consumption Il Mercato dei Formaggi in Italia e nei paesi esteri. Le performance nella Distribuzione Moderna Francesco Biella Client Manager

Dettagli

Marca, Mercato e Creazione di Valore

Marca, Mercato e Creazione di Valore Marca, Mercato e Creazione di Valore di Ivo Ferrario e Roberto Bucaneve* Viviamo in un mondo di loghi, ma non tutti i segni grafici che ci circondano identificano una marca nel senso pieno del termine.

Dettagli

[ ] L impatto della recessione sui prodotti Premium e Primo Prezzo STUDIO EUROPEO [WHITE PAPER]

[ ] L impatto della recessione sui prodotti Premium e Primo Prezzo STUDIO EUROPEO [WHITE PAPER] [WHITE PAPER] [ ] L impatto della recessione sui prodotti Premium e Primo Prezzo STUDIO EUROPEO Francesca Fumagalli Ceri Marketing Communication Senior Consultant IRI ITALIA: via dei Missagli 97 20142

Dettagli

Approcci di marketing per la valorizzazione della carne e dei suoi derivati

Approcci di marketing per la valorizzazione della carne e dei suoi derivati La nuova qualità nel settore delle carni Approcci di marketing per la valorizzazione della carne e dei suoi derivati Roberta Moruzzo Dipartimento di Produzioni Animali, Università di Pisa robemoru@vet.unipi.it

Dettagli

Retailers, frontiere dell innovazione e vincoli normativi nazionali *

Retailers, frontiere dell innovazione e vincoli normativi nazionali * Retailers, frontiere dell innovazione e vincoli normativi nazionali * Vincenzo Tassinari ** Abstract Un retailer moderno ed evoluto deve saper innovare ed arricchire il valore dell offerta nella propria

Dettagli

CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING

CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING Dalla fine degli anni 70 la distribuzione commerciale italiana è stata protagonista di un imponente processo di cambiamento

Dettagli

[ WHITE PAPER ] NEL PERIODO NATALIZIO 2009 Studio Europeo. IRI ITALIA Via dei Missaglia 97 20142 -Milano

[ WHITE PAPER ] NEL PERIODO NATALIZIO 2009 Studio Europeo. IRI ITALIA Via dei Missaglia 97 20142 -Milano [ WHITE PAPER ] [ THE 2009 IL CONSUMATORE ] HOLIDAY CONSUMER Studio Europeo IRI ITALIA Via dei Missaglia 97 20142 -Milano INSIGHTS Gli acquisti diventano più personali applicare innovazione nel merchandising

Dettagli

Le nuove tendenze del largo consumo. Volantino: istruzioni per l uso Università di Parma 24 Febbraio 2012

Le nuove tendenze del largo consumo. Volantino: istruzioni per l uso Università di Parma 24 Febbraio 2012 Le nuove tendenze del largo consumo Volantino: istruzioni per l uso Università di Parma 24 Febbraio 2012 La fiducia dei consumatori Più risparmio Italiani preoccupati 25% ha paura di perdere il lavoro

Dettagli

EXPERIAN FOOTFALL: ACTINg ON INSIgHT SERIES

EXPERIAN FOOTFALL: ACTINg ON INSIgHT SERIES www.footfall.com +39 06 45486 314 EXPERIAN FOOTFALL: ACTINg ON INSIgHT SERIES Sviluppare il massimo potenziale dalle visite dei vostri clienti: trasformare un immensa mole di dati in informazioni strategiche

Dettagli

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi 1 Introduzione Nel contesto attuale tutte le organizzazioni, nello svolgimento della propria attività, dovrebbero tener conto delle esigenze espresse dai differenti interlocutori sociali (stakeholder)

Dettagli

ACQUISTO D'IMPULSO ACQUISTO SUGGERITO. Glossario essenziale della GDO

ACQUISTO D'IMPULSO ACQUISTO SUGGERITO. Glossario essenziale della GDO A ACQUISTO D'IMPULSO Acquisto da parte del consumatore non programmato; effettuato in seguito alla percezione di uno stimolo, senza che abbia tenuto conto di fattori di effettivo bisogno. ACQUISTO SUGGERITO

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SINTESI PER LA STAMPA EUROPEAN OUTLOOK 2014 Motori accesi, manca lo "start" SETTEMBRE 2013 Si tratta di un rapporto riservato. Nessuna parte

Dettagli

SUI PREZZI C È UNA VALIDA PARTNERSHIP TRA GD E CONSUMATORI

SUI PREZZI C È UNA VALIDA PARTNERSHIP TRA GD E CONSUMATORI Dossier di Tiziana C. Aquilani e Lu.Ca. L ANALISI DI SUI PREZZI C È UNA VALIDA PARTNERSHIP TRA GD E CONSUMATORI 1 L ANALISI DI DEI QUATTRO PANIERI FOOD -BRAND LEADER, PRIVATE LABEL, PRIMI PREZZI E - DAL

Dettagli

Il rilancio del discount

Il rilancio del discount Il rilancio del discount Cristina Farina Parma, 7 maggio 2012 cristina.farina@nielsen.com Agenda Fotografia del canale e contesto di riferimento Andamenti del Discount Il Discount e le famiglie italiane

Dettagli

Programmazione o impulso? Come cambia il comportamento d acquisto in tempo di crisi

Programmazione o impulso? Come cambia il comportamento d acquisto in tempo di crisi Programmazione o impulso? Come cambia il comportamento d acquisto in tempo di crisi Maria Grazia Cardinali Crescere con la Fedeltà in Tempo di Crisi 25 ottobre 2013 COME CAMBIA IL COMPORTAMENTO D ACQUISTO

Dettagli

Tendenze dei canali di vendita al dettaglio

Tendenze dei canali di vendita al dettaglio ProWein 2015 Indagine sommaria / 25 Febbraio 2015 Tendenze dei canali di vendita al dettaglio È un fatto ampiamente accettato nel commercio mondiale del vino che i canali di vendita al dettaglio attraverso

Dettagli

In-Store Communication: come aumentare la visibilità sul punto vendita! www.aladino-net.com. pag.

In-Store Communication: come aumentare la visibilità sul punto vendita! www.aladino-net.com. pag. 1 Le marche cercano quotidianamente visibilità, per poter essere immediatamente riconoscibili dal proprio consumatore nel momento in cui sta per compiere l atto d acquisto. Le leve su cui agire per raggiungere

Dettagli

Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore

Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore Montelupo Fiorentino, 20 marzo 2014 Una nuova prospettiva di marketing: dai segmenti di consumo ai meeting - points

Dettagli

Aumento Iva: un analisi degli effetti

Aumento Iva: un analisi degli effetti Aumento Iva: un analisi degli effetti SINTESI DELLO STUDIO REALIZZATO DA REF RICERCHE PER CENTROMARCA A partire dall ottobre 2012 potrebbe entrare in vigore l aumento di due punti percentuali dell aliquota

Dettagli

PwC MarketVision I Soft Drink in Italia

PwC MarketVision I Soft Drink in Italia www.pwc.com/it PwC MarketVision I Soft Drink in Italia Marzo 2011 AVVISO Importanti informazioni destinate a qualsivoglia soggetto che non sia stato autorizzato da PricewaterhouseCoopers Advisory SpA ad

Dettagli

CORPORATE GIFT E REGALISTICA AZIENDALE

CORPORATE GIFT E REGALISTICA AZIENDALE Ricerca di scenario: CORPORATE GIFT E REGALISTICA AZIENDALE - focus sui regali di Natale - Il sistema delle attività promozionali Il business di riferimento è quello della regalistica aziendale, che può

Dettagli

Settore delle Industrie Alimentari e Bevande

Settore delle Industrie Alimentari e Bevande Settore delle Industrie Alimentari e Bevande Tendenze e prospettive strategiche Gennaio 2015 La rilevanza del settore agroalimentare In Italia il processo di produzione e distribuzione di prodotti agroalimentari

Dettagli

Domanda interna e strategie di filiera

Domanda interna e strategie di filiera Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Domanda interna e strategie di filiera Assemblea 2013 Scelte di mercato Contesto economico e decisioni d'impresa per il rilancio della domanda Milano,

Dettagli

EXPERIAN FOOTFALL: ACTING ON INSIGHT SERIES

EXPERIAN FOOTFALL: ACTING ON INSIGHT SERIES www.footfall.com +39 06 45486 314 EXPERIAN FOOTFALL: ACTING ON INSIGHT SERIES Sviluppare il massimo potenziale dalle visite dei vostri clienti: trasformare un immensa mole di dati in informazioni strategiche

Dettagli

La gestione operativa della promozionalità omnichannel, la soluzione Di.Tech

La gestione operativa della promozionalità omnichannel, la soluzione Di.Tech Claudio Lattanzi La gestione operativa della promozionalità omnichannel, la soluzione Di.Tech Bologna, 23 giugno 2015 Perché siamo qui oggi a parlare di couponing? Per due principali motivi! 1. Innanzi

Dettagli

BILANCI DELLE FAMIGLIE

BILANCI DELLE FAMIGLIE Il bilancio della famiglia Marzo 2010 BILANCI DELLE FAMIGLIE Marzo 2010 Introduzione Lo studio pone l accento sull analisi dei bilanci delle famiglie negli ultimi anni, che sono prese come fulcro e che

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

FORUM COLDIRETTI Cernobbio 20-21 ottobre 2006

FORUM COLDIRETTI Cernobbio 20-21 ottobre 2006 FORUM COLDIRETTI Cernobbio 20-21 ottobre 2006 Il PRODOTTO arriva al CONSUMATORE attraverso la DISTRIBUZIONE La DISTRIBUZIONE è il più potente selettore di offerte e il parametro di questa selezione è la

Dettagli

I trend del 2011 si sono accentuati nel 2012

I trend del 2011 si sono accentuati nel 2012 Quale percorso per migliorare la performance del volantino? Gianpiero Lugli Università degli Studi di Parma Dipartimento di Economia I trend del 2011 si sono accentuati nel 2012 Menopubblicitàepiùpromozione(dal26,4al27,4)

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE Introduzione Il perché della ricerca La presenza di prodotti non alimentari nelle diverse formule della distribuzione

Dettagli

Concetti di marketing turistico

Concetti di marketing turistico Concetti di marketing turistico Introduzione Un impresa, per individuare la linea d azione che ha la maggior probabilità di portare al successo il proprio prodotto, cerca di anticipare i bisogni dei consumatori,

Dettagli

I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ]

I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ] PRODUTTORE CHIAMA DISTRIBUTORE L UNIONE FA LA FORZA I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ] 1. [PRODUTTORI

Dettagli

ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014

ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014 ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014 Marco Pedroni Presidente Coop Italia Milano,5 Settembre 2013 I numeri di Coop 2012 Cooperative 109 Punti vendita 1.467 di cui Iper 103 MQ Area Vendita

Dettagli

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing L ATTIVITA COMMERCIALE DELL AZIENDA: MARKETING Attività e processi mediante i quali l azienda è presente sul mercato reale su cui colloca i propri prodotti. Solitamente il marketing segue un preciso percorso,

Dettagli

Analisi delle esperienze di pagamento del largo consumo

Analisi delle esperienze di pagamento del largo consumo Analisi delle esperienze di pagamento del largo consumo Analisi a cura di Francesca Negri, responsabile Ufficio Studi Lince La crisi economico finanziaria che si e abbattuta sul mondo intero a settembre

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 SETTEBRE 2009

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 SETTEBRE 2009 COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 SETTEBRE 2009 PRIMI NOVE MESI DEL 2009 IN LINEA CON LE GUIDANCE DI AGOSTO, NONOSTANTE IL CONTESTO NEGATIVO DI MERCATO. LA MARGINALITA

Dettagli

Analisi strategica di Esselunga s.p.a. Angela Laura Ficili, Federica Biondi, Sara Galli, Ivan Ialonardi

Analisi strategica di Esselunga s.p.a. Angela Laura Ficili, Federica Biondi, Sara Galli, Ivan Ialonardi Analisi strategica di Esselunga s.p.a. Angela Laura Ficili, Federica Biondi, Sara Galli, Ivan Ialonardi STORIA 1957: nasce a Milano, da un idea di Bernardo Caprotti e Nelson Rockfeller, il primo negozio

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

Il prezzo di alcuni generi di largo consumo a Sondrio

Il prezzo di alcuni generi di largo consumo a Sondrio Il prezzo di alcuni generi di largo consumo a Sondrio con il coordinamento scientifico di Novembre 2012 La struttura della presentazione Caratteristiche dell indagine Il paniere di prodotti rilevati Risultati:

Dettagli

La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA

La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA Panel agroalimentari Indagini monografiche Panel Agroalimentare Ismea La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA Dicembre 2007 Introduzione La presente indagine monografica è stata condotta

Dettagli

edreams ODIGEO: storia di un azienda leader mondiale nell ecommerce Dicembre 2014

edreams ODIGEO: storia di un azienda leader mondiale nell ecommerce Dicembre 2014 edreams ODIGEO: storia di un azienda leader mondiale nell ecommerce Dicembre 2014 0 Il GRUPPO ODIGEO Il Gruppo ODIGEO, creato nel luglio 2011, è formato da edreams, GO Voyages, Opodo, Travellink e Liligo.

Dettagli

La comunicazione del prezzo nelle insegne della distribuzione grocery. Orientamenti strategici, finalità e strumenti operativi.

La comunicazione del prezzo nelle insegne della distribuzione grocery. Orientamenti strategici, finalità e strumenti operativi. La comunicazione del prezzo nelle insegne della distribuzione grocery. Orientamenti strategici, finalità e strumenti operativi. di Maria Grazia Cardinali Introduzione In questi ultimi tempi il perdurare

Dettagli

PRIMO OSSERVATORIO EUROPEO SULLA INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA

PRIMO OSSERVATORIO EUROPEO SULLA INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA PRIMO OSSERVATORIO EUROPEO SULLA INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA Un confronto tra Italia e resto d Europa alla luce dei cambiamenti del modello di distribuzione giugno 2014 Contenuti della presentazione 1.

Dettagli

Marketing globale e R & S

Marketing globale e R & S EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo sedici Marketing globale e R & S 16-3 Caso di apertura Kodak entrò in Russia agli inizi degli anni Novanta - Il paese stava attraversando una turbolenta transizione

Dettagli

OPTIMAL SHELF AVAILABILITY

OPTIMAL SHELF AVAILABILITY OPTIMAL SHELF AVAILABILITY OSA Shopper Survey Milano, Novembre 2014 Optimal Shelf Availability 1 Agenda 1 Premessa, Aree d analisi, Progetto di Ricerca 2 OOS per lo Shopper: definizione dei parametri di

Dettagli

Fidelizzare il Cliente La nostra esperienza

Fidelizzare il Cliente La nostra esperienza Fidelizzare il Cliente La nostra esperienza CONVEGNO SUL MICROMARKETING UNIVERSITA DI PARMA - 21 OTTOBRE 2011 Finiper: la storia 1974 Marco Brunelli apre il primo ipermercato italiano a Montebello della

Dettagli

LA NOSTRA CATEGORIA FOOD

LA NOSTRA CATEGORIA FOOD MELTIN BOX GDOWeek THINKTANK Contest 2014 Progetto di Trade Marketing e Category Management Gruppo Foodastic Martina Ascoli, Anna Frassanito, Lara Mazzoleni, Giulia Moretto, Silvia Travaglini LA NOSTRA

Dettagli

Sassoli de Bianchi (Upa): Il 2015 è l anno della svolta nel mercato pubblicitario. Prevediamo un aumento degli investimenti dell 1,5%

Sassoli de Bianchi (Upa): Il 2015 è l anno della svolta nel mercato pubblicitario. Prevediamo un aumento degli investimenti dell 1,5% Fonte primaonline.it 11 febbraio 2015 18:29 Sassoli de Bianchi (Upa): Il 2015 è l anno della svolta nel mercato pubblicitario. Prevediamo un aumento degli investimenti dell 1,5% E l anno della svolta:

Dettagli

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini Vicenza, 5 marzo 2013 Relatore: FABIO VENTURI Consulente di direzione e formatore. Testimonianza:

Dettagli

/(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21(

/(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21( /(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21( Abbiamo visto, nel paragrafo precedente, quali sono le figure e le strutture che possono costituire i canali di vendita per l impresa produttrice di olio di oliva,

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

tra la pubblicità online e il ROI

tra la pubblicità online e il ROI Una chiara tra la pubblicità online e il ROI Analisi dell impatto della pubblicità online nel media mix delle società di telecomunicazioni Greg Forbes, Research Manager, Microsoft Advertising Una chiara

Dettagli

Gestire al meglio la On Shelf Availability

Gestire al meglio la On Shelf Availability Andrew Mitchell International Sales Director SymphonyIRI Group, Technology Services Aprile 2012 02 02 03 05 07 07 08 10 Introduzione Cosa vuol dire On-Shelf Availability Il contesto attuale Perchè è importante?

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Introduzione: La Responsabilità Sociale ed Ambientale

Introduzione: La Responsabilità Sociale ed Ambientale Introduzione: La Responsabilità Sociale ed Ambientale ECR Italia, nel 2002, ha sviluppato una prima iniziativa sul tema della Responsabilità Sociale ed Ambientale (RS&A). Obiettivo principale dell iniziativa

Dettagli

PROPERTY REPORT INVESTIMENTI IN ITALIA H2 2010

PROPERTY REPORT INVESTIMENTI IN ITALIA H2 2010 PROPERTY REPORT INVESTIMENTI IN ITALIA H2 2010 2 CRESCITA ECONOMICA ANCORA LIMITATA Dopo due anni di recessione, il 2010 ha mostrato delle variazioni positive del PIL in quasi tutti i principali paesi

Dettagli

Packaging: un mezzo di comunicazione molto potente

Packaging: un mezzo di comunicazione molto potente Packaging: un mezzo di comunicazione molto potente Studio Pro Carton Il packaging: un mezzo di comunicazione molto potente Un paragone tra 23 canali di comunicazione Summary of the PointLogic study commissioned

Dettagli

Centri Commerciali Naturali

Centri Commerciali Naturali Shopping Plus per i Centri Commerciali Naturali Le Fidelity Card per gli acquisti in città LA FIDELIZZAZIONE: COS È? La fidelizzazione consiste nell insieme di azioni mirate al mantenimento della clientela

Dettagli

Online shopping. & Conversion. Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic. tradedoubler.com

Online shopping. & Conversion. Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic. tradedoubler.com Online shopping & Conversion Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic I consumatori europei in cerca di ispirazione sui brand o sui prodotti da acquistare si rivolgono prima di tutto

Dettagli

LE SFIDE PER IL 2015

LE SFIDE PER IL 2015 MERCATO & COMPAGNIE LE SFIDE PER IL 2015 di LAURA SERVIDIO L ATTESA CRESCITA, PER IL PROSSIMO ANNO, SARÀ LENTA. MA PER IL SETTORE ASSICURATIVO NON MANCANO LE OPPORTUNITÀ. TRA QUESTE, L EVOLUZIONE DEL MODELLO

Dettagli

http://www.italgrob.it/sezione.asp?idpost=818&m=mondo Horeca&C=AttualitANDagrave;

http://www.italgrob.it/sezione.asp?idpost=818&m=mondo Horeca&C=AttualitANDagrave; Page 1 of 3 Giovedî 31 Marzo 2011 Contatti Press Pubblicità su italgrob.it su google.it Home Mondo Horeca Beverages Birra Spirits Vini & Co Locali & Professioni Food Eventi Distributori di Bevande Horeca

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Gli scenari dell industria cosmetica

Gli scenari dell industria cosmetica L industria cosmetica chiude il 2010 con dinamiche sostenute grazie alla robusta ripresa delle esportazioni, ai trend dei consumi del canale farmacia e alla crescita superiore alla media del canale erboristeria.

Dettagli

SINTESI PER LA STAMPA

SINTESI PER LA STAMPA PER LA STAMPA Introduzione Il Rapporto ASSALCO ZOOMARK 2014 sull Alimentazione e la Cura degli Animali da Compagnia è realizzato da ASSALCO l Associazione Nazionale tra le Imprese per l'alimentazione e

Dettagli

Promozioni e Consumatori tra carta e digitale

Promozioni e Consumatori tra carta e digitale Promozioni e Consumatori tra carta e digitale Cristina Ziliani Osservatorio Fedeltà Dipartimento di Economia - Università di Parma Convegno Università di Parma-Nielsen, 19 aprile 2013 L anno scorso ci

Dettagli

Le imprese in questo nuovo scenario.

Le imprese in questo nuovo scenario. Banche credito tassi - imprese: un nuovo scenario Le imprese in questo nuovo scenario. 1 Mercoledì 26 ottobre 2011, ore 16.00 Palazzo Bonin - Corso Palladio 13 Vicenza Aspetti fondamentali del nuovo scenario:

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

Appunti sulle ricerche per l analisi delle performance di mercato del prodotto e della marca

Appunti sulle ricerche per l analisi delle performance di mercato del prodotto e della marca Appunti sulle ricerche per l analisi delle performance di mercato del prodotto e della marca La valutazione delle performance competitive di un prodotto rappresenta una fase centrale del processo di decision

Dettagli

NETWORKING! ITALIA DEL GUSTO: CASE HISTORIES INTERNAZIONALI

NETWORKING! ITALIA DEL GUSTO: CASE HISTORIES INTERNAZIONALI NETWORKING! ITALIA DEL GUSTO: CASE HISTORIES INTERNAZIONALI Alberto Volpe - Direzione Italia del Gusto Bergamo, 24 th October 2013 Italia del Gusto Terzo livello 24 October Bergamo (Italy) 1 1. Cos è Italia

Dettagli

RAPPORTO ASSALCO ZOOMARK 2015 ALIMENTAZIONE E CURA DEGLI ANIMALI DA COMPAGNIA

RAPPORTO ASSALCO ZOOMARK 2015 ALIMENTAZIONE E CURA DEGLI ANIMALI DA COMPAGNIA an event by RAPPORTO ASSALCO ZOOMARK 2015 ALIMENTAZIONE E CURA DEGLI ANIMALI DA COMPAGNIA Pet: cittadini di serie A Con la collaborazione di INDICE RAPPORTO ASSALCO ZOOMARK 2015 MERCATO ITALIA Indice Infografica

Dettagli

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini lpsos Retail Solutions The Retail mix Research Specialists Newsletter Marzo 2014 Editoriale In questo secondo numero Ipsos Retail Solutions approfondisce un tema ampiamente dibattuto ma sul quale vi sono

Dettagli

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi Evento organizzato da: In collaborazione con: LE FINALITÀ CONOSCITIVE DEL CONTRIBUTO DI NOMISMA PER L OSSERVATORIO

Dettagli

L aumento della pressione promozionale è accompagnato da una dinamica negativa delle vendite a rete costante

L aumento della pressione promozionale è accompagnato da una dinamica negativa delle vendite a rete costante LA RIDUZIONE DELL EFFICACIA DEGLI INVESTIMENTI PROMOZIONALI (Drivers e possibili soluzioni) Gianpiero Lugli Università degli Studi di Parma - Facoltà di Economia L aumento della pressione promozionale

Dettagli

Andamento generale e specificità della Sicilia

Andamento generale e specificità della Sicilia ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE Andamento generale e specificità della Sicilia Mercato europeo La crisi del settore dell'auto continua senza sosta e si sta aggravando ulteriormente,

Dettagli

I rischi sono più vicini di quello che sembrano

I rischi sono più vicini di quello che sembrano Attenzione! I rischi sono più vicini di quello che sembrano 9 maggio, 2011 Dopo un eccezionale rally dell euro, in cui la moneta unica è passata dal livello di 1,25 dollari a 1,5 dollari, le preoccupazioni

Dettagli

I dati loyalty a supporto del volantino e i nuovi media di veicolazione della promozione

I dati loyalty a supporto del volantino e i nuovi media di veicolazione della promozione I dati loyalty a supporto del volantino e i nuovi media di veicolazione della promozione Cristina Ziliani Osservatorio Fedeltà Università di Parma Convegno Promozioni efficaci? Il volantino: istruzioni

Dettagli

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing ANALIZZARE LA STRUTTURA E IL FUNZIONAMENTO DEI CANALI DI MARKETING

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing ANALIZZARE LA STRUTTURA E IL FUNZIONAMENTO DEI CANALI DI MARKETING LEZIONI N. 13 e 14 La Gestione dei Canali di Marketing Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DELLA LEZIONE ANALIZZARE LA STRUTTURA E IL FUNZIONAMENTO DEI CANALI DI

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

Caratteristiche del canale, strategie dei gestori, posizionamento delle imprese di produzione e comportamento d acquisto dei clienti

Caratteristiche del canale, strategie dei gestori, posizionamento delle imprese di produzione e comportamento d acquisto dei clienti Caratteristiche del canale, strategie dei gestori, posizionamento delle imprese di produzione e comportamento d acquisto dei clienti 5 a edizione - 2015 PREMESSA Dall analisi Bar 2012 è emerso che: cresce

Dettagli

Ecommerce. di Gianluca Diegoli. 1. Alcune leggende da sfatare

Ecommerce. di Gianluca Diegoli. 1. Alcune leggende da sfatare 7 Ecommerce di Gianluca Diegoli 1. Alcune leggende da sfatare Si pensa spesso, da parte di un imprenditore, all ecommerce come a una panacea per un fatturato stagnante, o peggio come un arma magica che

Dettagli