Indice Vontobel della protezione climatica. Voncert. Investment Case. Vontobel Investment Banking

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice Vontobel della protezione climatica. Voncert. Investment Case. Vontobel Investment Banking"

Transcript

1 Indice Vontobel della protezione climatica Voncert Investment Case Vontobel Investment Banking

2 VONCERT nell Indice Vontobel della protezione climatica Perché investire nella protezione climatica? Il riscaldamento globale e i conseguenti cambiamenti climatici sono attualmente considerati una delle principali sfide per l umanità. La situazione è documentata in maniera impressionante nel rapporto IPCC (Comitato intergovernativo sul cambiamento climatico) pubblicato di recente, e nel rapporto Stern. I due documenti mostrano gli effetti massicci che il cambiamento climatico avrà sul nostro futuro e che colpiranno le singole imprese, l economia nel suo complesso e, di conseguenza, anche i mercati finanziari. Coloro che investono nei mercati finanziari possono prevenire questi eventi e contribuire ad una svolta positiva verso la risoluzione del problema. Cause ed effetti del cambiamento climatico Il quarto rapporto del Comitato intergovernativo sul cambiamento climatico (IPCC) non lascia più spazio ai dubbi: oggi, l uomo influenza il clima come mai era avvenuto in passato. La concentrazione di gas serra nell atmosfera è attualmente di gran lunga superiore a quella dell epoca preindustriale. Dal 1750 la concentrazione di CO 2, il principale gas serra, è passata da 280 molecole per milione di molecole d aria (ppm, parte per milione) nell epoca preindustriale alle odierne 379 (Figura 1). Un andamento analogo viene riscontrato anche per la temperatura media del pianeta, che ha fatto registrare un significativo aumento soprattutto negli ultimi cent anni (Figura 2). Concentrazione di CO 2 negli ultimi 1000 anni Figura 1 Concentrazione di CO 2 in ppm (Fonte: IPCC) Andamento delle temperature negli ultimi 1000 anni Figura 2 Andamento delle temperature negli ultimi 1000 anni (Fonte: IPCC)

3 Le cause del cambiamento climatico sono molteplici. Tuttavia, un denominatore comune sono le emissioni di gas serra provocate dall uomo che portano all aumento dei gas accumulati nell atmosfera. Questo fa sì che l effetto serra naturale, che conferisce alla terra una temperatura piacevole, si intensifichi fino a raggiungere livelli pericolosi. Le conseguenze sono il riscaldamento dell atmosfera e quindi lo scioglimento delle calotte glaciali, l innalzamento del livello del mare e la maggiore frequenza di fenomeni atmosferici estremi quali tempeste, inondazioni e siccità. Secondo le previsioni più catastrofiche, i potenziali costi economici e sociali sono enormi: perdite di raccolti, danni alle infrastrutture, spese per la tutela delle coste, penuria d acqua potabile sempre più grave o crescenti pressioni migratorie dalle zone più colpite, sono solo alcune delle possibili conseguenze del cambiamento climatico. Le cause dell aumento delle emissioni antropogene di gas serra sono: l aumentato consumo di fonti energetiche fossili (nei settori: energia, trasporti, industria ed edilizio), l agricoltura intensiva, la deforestazione e le emissioni dei rifiuti. Gli scienziati dell IPCC prevedono che la temperatura media del pianeta subirà un aumento compreso tra 1,8 e 4 gradi Celsius entro il 2100 (IPCC 2007). Anche se si adottassero immediatamente provvedimenti a favore di un minor consumo di risorse e si impiegassero tecnologie più pulite ed efficienti, non sarebbe possibile impedire l aumento della temperatura dal momento che il CO 2 rimane molto a lungo nell atmosfera. La maggior parte degli esperti parte dal presupposto che un aumento delle temperature di 2 gradi Celsius al massimo permetterebbe comunque agli ecosistemi di adattarsi in qualche modo al cambiamento climatico e continuerebbe a garantire la sicurezza alimentare a livello globale (WBGU Consiglio tedesco per il cambiamento ambientale globale 2003). Per conseguire tale obiettivo, le emissioni globali annuali dovrebbero raggiungere il loro livello massimo nel prossimo decennio e quindi diminuire ogni anno di oltre il 5% (Stern 2006). Affinché i paesi emergenti e in via di sviluppo possano adottare le misure necessarie alla loro crescita economica, i paesi industrializzati devono ridurre il proprio fattore di emissione dai 4 ai 10 punti, una sfida difficilissima per tutti gli attori (individui, imprese, Stati). Il rapporto Stern ha dimostrato che esiste la possibilità di superare tali sfide con costi economici sostenibili, ma solo se saranno immediatamente adottati provvedimenti efficaci a favore della protezione climatica. Fonti di emissioni di gas serra nel 2000 Figura 3 Fonti di emissioni di gas serra (Fonte: WRI World Research Institute 2006)

4 Opportunità per imprese e investitori Le imprese si trovano davanti a grandi sfide e possono giocare un ruolo importante nell imminente cambiamento strutturale. La riduzione delle risorse fossili e il conseguente rialzo dei prezzi delle materie prime e dell energia, uniti a provvedimenti politici quali l introduzione di tributi volti ad incentivare la riduzione delle emissioni dannose per il clima, risulteranno particolarmente pesanti per le imprese con un alto livello di emissioni di CO 2. Particolarmente colpiti saranno i settori ad alto consumo energetico quali l industria siderurgica e del cemento, la produzione di energia fossile e l industria mineraria. L elevata percentuale di emissioni di diossido di carbonio derivante dai processi produttivi dei citati settori rappresenta un grave fattore di rischio per gli stessi. Allo stesso modo sono esposte a rischi elevati le imprese che dipendono fortemente dalle condizioni climatiche, ad esempio l agricoltura o il turismo. Tuttavia, per molte imprese la protezione climatica offre anche opportunità. Si delineano prospettive positive per quelle imprese che si contraddistinguono per prodotti e processi innovativi, efficienti e con emissioni di CO 2 ridotte, oltre che per la produzione o l impiego di energie rinnovabili. Esse potranno infatti approfittare di minori costi energetici o di agevolazioni per quanto riguarda l imposizione sulle emissioni di CO 2. Di conseguenza, potranno aumentare la propria competitività e andare incontro alla crescente domanda di prodotti ecologici e a basso costo da parte di consumatori e investitori. Risulteranno vincitrici le imprese che offriranno prodotti efficienti dal punto di vista energetico o impiegheranno forme di produzione energetica rispettose del clima. Gli investimenti nelle imprese che, grazie alla riduzione di emissioni dannose per il clima, contribuiscono a diminuire i costi per l economia, la società e l ambiente, sono investimenti in imprese orientate al futuro, competitive e che con la loro attività aiutano ad arginare uno dei più gravi problemi ambientali odierni. Quindi esse sono interessanti per gli investitori per due motivi: contribuiscono alla protezione climatica e, in prospettiva futura, si trovano in una posizione migliore.

5 Quali imprese contribuiscono alla protezione climatica o mitigano le conseguenze negative del cambiamento globale? Per l indice Vontobel della protezione climatica, INrate ha individuato cinque settori che offrono soluzioni per le sfide attuali e che quindi sono interessanti per gli investitori anche dal punto di vista finanziario: Energia solare Questa categoria comprende imprese che si occupano della produzione, dello sviluppo e della progettazione di celle, moduli, impianti e centrali solari. L energia solare permette, a livello mondiale, una produzione decentralizzata di calore e corrente elettrica che si caratterizza per la quasi assenza di emissioni di CO 2. L energia solare, in quanto rinnovabile, riduce la dipendenza da fonti fossili e il relativo impiego e, di conseguenza, anche le emissioni di diossido di carbonio derivanti dalla produzione di energia. Energie rinnovabili Questa categoria comprende imprese che si occupano della produzione, dello sviluppo e della progettazione di componenti, impianti o carburanti per l utilizzo di altre energie rinnovabili. L energia idrica, eolica, maremotrice, l energia ricavata dall utilizzo di rifiuti e biomassa o dal calore geotermico vengono destinate alla produzione di elettricità e calore o vengono impiegate come carburanti. Le fonti rinnovabili consentono di produrre energia con un rilascio di CO 2 quasi nullo e, se unite in modo intelligente con l energia solare e le fonti rinnovabili tradizionali, quali l energia idrica, contribuiscono in modo significativo ad un approvvigionamento energetico rispettoso del clima. Infrastrutture rispettose del clima Per la produzione, lo scambio e l approvvigionamento di energie maggiormente rispettose del clima sono necessarie infrastrutture adeguate. Se si considerano le ingenti perdite legate alla produzione e alla distribuzione, l efficienza delle infrastrutture riveste grande importanza. Questa categoria comprende ad esempio la gestione e la manutenzione delle infrastrutture, la produzione e approvvigionamento di corrente tramite energie rinnovabili nonché la produzione e l approvvigionamento mediante l impiego di metano. Il metano, pur essendo una fonte fossile, continua ad avere un ruolo significativo nella fase di transizione verso un approvvigionamento basato su energie rinnovabili in quanto è relativamente povero di carbonio. Accanto all approvvigionamento energetico, anche l approvvigionamento idrico acquisterà sempre maggiore importanza a causa della variabilità climatica Un approvvigionamento idrico affidabile, la minimizzazione delle perdite e un trattamento dell acqua potabile di alta qualità diventeranno sempre più importanti, in particolare nelle zone aride. Altri settori fondamentali sono la regolazione e la desalinizzazione delle acque. Prodotti rispettosi del clima Accanto al maggior utilizzo di energie rinnovabili, sta assumendo un ruolo sempre più centrale anche un impiego più efficiente dell energia. Grazie alle odierne tecnologie è già possibile migliorare l efficienza in tutti i settori, nei processi industriali e commerciali, a livello domestico o nei trasporti. In questa categoria rientrano la mobilità rispettosa del clima (ad es. trasporto navale e ferroviario), l aumento dell efficienza energetica negli edifici (ad es. grazie a sistemi di costruzione a basso impatto energetico o ad un efficace isolamento termico), nonché le apparecchiature e le macchine efficienti dal punto di vista energetico (ad es. elettrodomestici a basso consumo di energia). Nuove tecnologie efficienti L efficienza energetica potrà essere aumentata anche in futuro grazie a nuove tecnologie o a meccanismi di finanziamento. Le nuove tecnologie efficienti sono applicabili a tutti i settori. Ad esempio nei trasporti tramite sistemi di alimentazione quali le celle a combustibile o veicoli a trazione ibrida, ma anche grazie a sistemi di gestione del traffico e di pagamento che contribuiscono a una mobilità rispettosa del clima. Negli edifici vi sono un numero maggiore di possibilità di ottimizzazione grazie a sistemi di ventilazione o di controllo degli impianti. A livello superiore, si possono elaborare soluzioni promettenti e a basso costo grazie allo scambio delle quote di emissioni previsto dal protocollo di Kyoto. Gli Stati devono investire nella riduzione delle emissioni o acquistare i relativi diritti al fine di raggiungere gli obiettivi di riduzione loro imposti. Anche le imprese che, ad esempio, offrono piattaforme di trading o sviluppano, finanziano o gestiscono progetti di protezione climatica sono inserite in questa categoria.

6 Le seguenti 20 imprese sono rappresentate nell indice della protezione climatica Vontobel: Energia solare Solarworld AG Sunpower Corp Renewable Energy Corp AS Q-Cells AG Il gruppo Solarworld AG opera nel campo dell energia solare con processi di creazione di valore aggiunto integrati e offre diversi prodotti: dalle materie prime, ai moduli solari, fino agli impianti ad energia solare. Sunpower Corp sviluppa, produce e distribuisce celle e moduli solari ad altissima efficienza che possono essere impiegati in impianti sui tetti, installazioni su superficie o in isola. La tecnologia di celle al silicio produce fino al 50% di energia elettrica in più per superficie rispetto alle tradizionali celle solari. REC è il maggiore produttore di silicio solare e «wafer» a livello mondiale e uno tra i più importanti per le celle e i moduli solari. Q-Cells AG sviluppa, produce e commercializza celle solari ad alto rendimento ricavate da silicio mono- e multicristallino e in tal modo rifornirsce i produttori di moduli solari. Energie rinnovabili Vestas Wind Systems A/S Vestas sviluppa, fabbrica e distribuisce turbine che utilizzano l energia eolica per la produzione di corrente elettrica. Con turbine eoliche vendute, Vestas è il maggior fornitore di impianti eolici a livello mondiale. Gamesa Corp Tecnologica SA Gamesa fabbrica turbine eoliche; inoltre sviluppa e costruisce parchi eolici. Allo stesso tempo, gestisce parchi eolici propri grazie ai quali produce corrente sfruttando l energia eolica. Grazie a tali attività, l impresa copre una gran parte della catena di valore aggiunto nel settore dell energia eolica. Nordex AG Ormat Technologies Inc Nordex sviluppa e produce impianti eolici ad alto rendimento per quasi tutte le aree geografiche. Ormat Technologies sviluppa, costruisce e gestisce centrali geotermiche, impianti per il recupero del calore perduto e centrali di biomassa. Essa fornisce inoltre generatori indipendenti alle imprese. Infrastrutture rispettose del clima Veolia Environnement Tokyo Gas Co Ltd Verbund Österreichische Elektrizitätswirtschafts AG EVN Veolia Environnement è leader mondiale nei settori dell approvvigionamento idrico, gestione dei rifiuti, servizi energetici e trasporto di persone. Considerando la crescente variabilità climatica, un approvvigionamento idrico sostenibile assumerà sempre maggior importanza. Tokyo Gas è la più grande azienda distributrice di gas del Giappone. Accanto a questa attività principale, l impresa offre diversi servizi energetici e vende elettrodomestici alimentati a gas, ad esempio piastre da cucina. Il metano produce minori emissioni di CO 2 rispetto al petrolio, e risulta pertanto essenziale nella fase di transizione. Verbund è la maggiore impresa austriaca nel settore dell elettricità e copre tutte le fasi di creazione di valore aggiunto: dalla produzione di energia elettrica (soprattutto idroelettrica), alla sua trasmissione e commercio, fino alla distribuzione. EVN è un impresa produttrice di energia e servizi che offre corrente elettrica, gas, calore, acqua e servizi connessi. Possiede e gestisce impianti di cogenerazione, centrali idroelettriche, centrali di teleriscaldamento, impianti per la produzione di energia eolica, centrali termoelettriche a biomassa, un impianto per la produzione di energia elettrica dalla biomassa e impianti fotovoltaici.

7 Prodotti rispettosi del clima Koninklijke Philips Electronics NV East Japan Railway Co Electrolux AB Acciona Sa Philips è un impresa leader per l elettronica di consumo e di comunicazione, i piccoli elettrodomestici, i dispositivi d illuminazione e le apparecchiature mediche. In particolare i dispositivi di illuminazione si contraddistinguono per l alta efficienza energetica. East Japan Railways è l impresa ferroviaria con il più elevato numero di passeggeri a livello mondiale. Gestisce oltre km di rete ferroviaria per il traffico passeggeri, tra cui la rete ad alta velocità «Shinkansen» e la rete metropolitana di Tokyo. I trasporti ferroviari sono decisamente più efficienti dal punto di vista energetico di quelli aerei e stradali. Electrolux è il maggiore produttore mondiale di elettrodomestici (frigoriferi, fornelli, lavatrici) e attrezzi da giardino. I suoi elettrodomestici si contraddistinguono per l elevata efficienza energetica e, di conseguenza, contribuiscono a ridurre l impatto ambientale legato all impiego di elettrodomestici. Acciona si occupa di lavori di sovra- e sottostruttura, di trasporti, di produzione di corrente elettrica e di immobili. In ambito edilizio costruisce, tra l altro, case ecologiche che si contraddistinguono per un basso consumo energetico e per l impiego di energie rinnovabili. Nuove tecnologie efficienti CENTROTEC Sustainable AG Ballard Power Systems Inc Railpower Technologies Corp EcoSecurities Group PLC Centrotec fabbrica prodotti che, soprattutto in campo edilizio, contribuiscono al risparmio energetico migliorando salute e comfort. I prodotti più importanti sono sistemi di scarico per impianti di riscaldamento a risparmio energetico, sistemi di ventilazione con recupero di calore, sistemi di raffreddamento e riscaldamento a ventilazione, sistemi solari, prodotti di peso ridotto e apparecchiature medicali. Ballard Power Systems sviluppa, costruisce e commercializza celle a combustibile. I campi di applicazione delle celle a combustibile sono i trasporti, i prodotti fissi e portatili e i motori per veicoli elettrici. Le celle a combustibile utilizzano i carburanti in modo decisamente più efficiente rispetto ai motori a scoppio. Railpower Technologies sviluppa, produce e vende sistemi ibridi per mezzi di trasporto (soprattutto locomotive) e per la produzione energetica. Grazie alla combinazione tra motore diesel e batterie, le locomotive ibride si contraddistinguono per emissioni di gas serra decisamente inferiori rispetto a quelle delle tradizionali locomotive diesel. EcoSecurities individua e sviluppa progetti per la riduzione di emissioni di gas serra nel quadro del protocollo di Kyoto, soprattutto per la produzione di energia mediante i gas di discarica e da rifiuti agricoli. L impresa cede agli acquirenti i crediti per le riduzioni di emissioni legati ai propri progetti.

8 VONCERT nell Indice Vontobel della protezione climatica La presenza del nostro VONCERT nell indice Vontobel della protezione climatica permette, con un unica transazione, di effettuare un investimento sostenibile a lungo termine. VONCERT partecipa integralmente all evoluzione dell indice Vontobel della protezione climatica. Il certificato in franchi svizzeri è quotato presso la SWX Swiss Exchange. L universo d investimento viene determinato da INrate e comprende imprese di cinque settori che hanno superato l esame di sostenibilità di INrate e che, contemporaneamente, forniscono un contributo essenziale alla riduzione del cambiamento climatico (cfr. pagina 6). In tal modo gli investitori hanno la possibilità di investire in imprese che contribuiscono attivamente alla lotta contro il riscaldamento globale. Un indice dinamico L indice Vontobel della protezione climatica viene costantemente calcolato, aggiornato e pubblicato dal calcolatore dell indice Dow Jones. Si tratta di un indice denominato e ponderato in euro i cui dividendi vengono conteggiati nell indice di performance. Il valore iniziale al 4 aprile 2007 sarà pari a 1000 euro. Due volte l anno, il terzo venerdì di marzo e settembre rispettivamente, l indice viene ricomposto dopo essere stato attentamente esaminato. La composizione dell universo d investimento viene determinata da INrate in base ai cinque settori d azione scelti e a rigidi criteri di sostenibilità. Partendo dall universo dell indice, la Banca Vontobel calcola la liquidità delle singole imprese negli ultimi sei mesi. I quattro titoli di ogni settore che presentano maggiore liquidità vengono selezionati per l indice. Alla data stabilita, le 20 imprese selezionate sono raggruppate nell indice con una ponderazione pari al 5 % l una. Grazie alla presenza di VONCERT nell indice Vontobel della protezione climatica e ad un prodotto trasparente, gli investitori avranno l opportunità di effettuare un investimento per il futuro, nel vero senso della parola. Informazioni sul prodotto Sottostante Indice Vontobel della protezione climatica Prezzo d emissione CHF Corso base CHF 100 Periodo di sottoscrizione dal 19 marzo al 3 aprile 2007 Fixing iniziale 4 aprile 2007 Liberazione 12 aprile 2007 Scadenza Simbolo Open End CLIMA N di valore svizzero/ ISIN / CH Emissione VONCERT con possibilità di aumento

9 Informazioni La presente pubblicazione si intende solo per fini informativi e non costituisce una raccomandazione all investimento o una consulenza agli investimenti; pertanto non sostituisce la consulenza qualificata necessaria prima di ogni decisione di acquisto, in particolare anche per quanto riguarda tutti i rischi connessi. La performance realizzata in passato non è da considerarsi quale indicazione o garanzia della performance futura. Sono determinanti unicamente le condizioni integrali contenute nei relativi prospetti, disponibili gratuitamente presso Bank Vontobel AG, Derivative Products, CH-8022 Zürich, al numero +41(0) Per il resto vi rimandiamo all opuscolo «I rischi delle operazioni con valori mobiliari», che potete richiederci direttamente. I prodotti strutturati non rientrano tra gli investimenti collettivi di capitale ai sensi della legge federale sugli investimenti collettivi di capitale (LICC) e non sono quindi soggetti alle disposizioni della LICC o al controllo della Commissione federale delle banche (CFB). Il valore intrinseco dei prodotti strutturati può dipendere sia dall andamento del sottostante sia dalla solvibilità dell emittente. L investitore è esposto al rischio di insolvenza dell emittente/garante. La presente pubblicazione e i prodotti finanziari in essa descritti non sono destinati a persone soggette a un foro competente che limiti o vieti la distribuzione dei prodotti finanziari o la diffusione della presente pubblicazione o delle informazioni in essa contenute. Non vi è alcuna garanzia delle informazioni fornite. L indice Vontobel della protezione climatica, viene calcolato dalla Dow Jones Indexes, società appartenente alla Dow Jones & Company, Inc. («Dow Jones»). «Dow Jones» and «Dow Jones Indexes» sono marchi di servizio della Dow Jones & Company, Inc. Bibliografia Stern 2006: Stern, N.: The Economics of Climate Change, Stern Review, London. IPCC 2007: Climate Change 2007: The Physical Science Basis: Summary for Policymakers, Genève. IPPC 2001: Climate Change 2001: The Scientific Basis, Cambridge. Wissenschaftlicher Beirat der Bundesregierung Globale Umweltveränderungen (WBGU) 2003: Über Kioto hinausdenken Klimaschutzstrategien für das 21. Jahrhundert, Berlin.

10 Bank Vontobel AG Financial Products Bleicherweg Zurigo Telefon +41 (0)

Futures. Vontobel Mini Futures. Vontobel Investment Banking. Minimo impiego, ottimali opportunità

Futures. Vontobel Mini Futures. Vontobel Investment Banking. Minimo impiego, ottimali opportunità Vontobel Mini Futures Futures Minimo impiego, ottimali opportunità Vontobel Investment Banking Vontobel Mini Futures Con un impiego minimo ottenere il massimo Bank Vontobel offre da subito una soluzione

Dettagli

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people Effetto serra e il Patto dei Sindaci L effetto serra Fenomeno naturale che intrappola il calore del sole nell atmosfera per via di alcuni gas. Riscalda la superficie del pianeta Terra rendendo possibile

Dettagli

Certificati strategici Vontobel. Sostenibilità. Investire in azioni a lungo termine. Vontobel Derivative Products

Certificati strategici Vontobel. Sostenibilità. Investire in azioni a lungo termine. Vontobel Derivative Products Certificati strategici Vontobel Investire in azioni a lungo termine Vontobel Derivative Products Certificati strategici Vontobel 1 Sommario Perché considerare la sostenibilità come un criterio per gli

Dettagli

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Energia deriva dalla parola greca energheia che significa attività. Nei tempi antichi il termine energia venne usato per indicare forza, vigore, potenza

Dettagli

L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI.

L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI. L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI. www.assoelettrica.it INTRODUZIONE Vieni a scoprire l energia dove nasce ogni giorno. Illumina, nel cui ambito si svolge la terza edizione

Dettagli

Normativa di riferimento

Normativa di riferimento Normativa di riferimento La normativa in materia di energie alternative da fonti rinnovabili è presente a diverse scale territoriali: da indirizzi a livello globale ed europeo sino ad una trattazione a

Dettagli

Il protocollo di Kyoto: dalla scala globale a quella locale

Il protocollo di Kyoto: dalla scala globale a quella locale Il protocollo di Kyoto: dalla scala globale a quella locale * Il cambiamento climatico: il problema a scala globale *Antonio Ballarin Denti è Ordinario di Fisica ambientale all Università Cattolica di

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo

Università degli Studi di Bergamo Università degli Studi di Bergamo PROSPETTIVE ENERGETICHE E GREEN ECONOMY NEL CONTESTO ITALIANO Antonio Perdichizzi 1 Motivi della grande attualità del problema dell ENERGIA Impatto ECONOMICO - prezzo

Dettagli

Certificati Vontobel. Dynamics. Sector Rotation su azioni. Vontobel Derivative Products

Certificati Vontobel. Dynamics. Sector Rotation su azioni. Vontobel Derivative Products Certificati Vontobel Dynamics Sector Rotation su azioni Vontobel Derivative Products Certificati strategici Vontobel 1 Sommario La Sua idea la nostra soluzione 2 La strategia di investimento dinamica

Dettagli

Energia. RSA Provincia di Milano. Energia

Energia. RSA Provincia di Milano. Energia RSA Provincia di Milano Energia Fig. 1: consumi elettrici per ciascun settore La produzione e il consumo di energia hanno impatto dal punto di vista ambientale, soprattutto per ciò che riguarda il consumo

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

IL PIANO ENERGETICO CANTONALE (PEC)

IL PIANO ENERGETICO CANTONALE (PEC) IL PIANO ENERGETICO CANTONALE (PEC) Il ruolo dei Comuni nell attuazione del PEC Pomeriggio SvizzeraEnergia sui nuovi mezzi finanziari per la politica energetica comunale 10.9.2014 Giovanni Bernasconi Sezione

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Cuba: un grande potenziale di fonti energetiche rinnovabili. Giugno 2010

Cuba: un grande potenziale di fonti energetiche rinnovabili. Giugno 2010 Cuba: un grande potenziale di fonti energetiche rinnovabili Giugno 2010 Parte I La sua geografia e lo sviluppo L'arcipelago é formato da oltre 4000 isole, isolotti e atolli. È la più grande isola dei Caraibi.

Dettagli

UN PIANO B PER L ITALIA

UN PIANO B PER L ITALIA UN PIANO B PER L ITALIA Toni Federico Bomarzo 25 Aprile 2009 www.fondazionesvilupposostenibile.org LIVELLI DI POVERTA PROIEZIONE DEI LIVELLI DI POVERTA AL 2015 POPOLAZIONE MONDIALE AI DIVERSI LIVELLI DI

Dettagli

SOSTENIAMO I PARLAMENTARI EUROPEI

SOSTENIAMO I PARLAMENTARI EUROPEI SOSTENIAMO I PARLAMENTARI EUROPEI 3 / PER UN FUTURO A BASSA EMISSIONE DI CARBONIO L Europa si è impegnata a limitare l aumento della temperatura globale a 2 C. Sotto questo livello si calcola che gli impatti

Dettagli

BOZZA BOLOGNA, 12 NOVEMBRE 2015. Comitato Paritetico Regione Emilia Romagna Confservizi Emilia Romagna

BOZZA BOLOGNA, 12 NOVEMBRE 2015. Comitato Paritetico Regione Emilia Romagna Confservizi Emilia Romagna Comitato Paritetico Regione Emilia Romagna Confservizi Emilia Romagna Contributo di CONFSERVIZI alla individuazione dei temi oggetto dell attività del Comitato Paritetico BOLOGNA, 12 NOVEMBRE 2015 BOZZA

Dettagli

PMI Day 2015 Quinta Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese 13 novembre 2015 - Centrale Turbo Gas di Gissi

PMI Day 2015 Quinta Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese 13 novembre 2015 - Centrale Turbo Gas di Gissi PMI Day 2015 Quinta Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese 13 novembre 2015 - Centrale Turbo Gas di Gissi Prospettive energetiche Oggi e Domani DA DOVE ARRIVA L ENERGIA? L energia si può ottenere

Dettagli

Comune di Arese Agenda 21 Locale. Arese, città sostenibile

Comune di Arese Agenda 21 Locale. Arese, città sostenibile Comune di Arese Agenda 21 Locale Arese, città sostenibile Conferenza del 06 maggio 2008 ASSESSORATO ALL AMBIENTE AMBIENTE DEL COMUNE DI ARESE Tematiche della conferenza: Produzione di Energia da Fonti

Dettagli

FINANZIARIA 2007. Energia. www.governo.it

FINANZIARIA 2007. Energia. www.governo.it FINANZIARIA 2007 Energia www.governo.it 1 Risparmio energetico per la bolletta e per l ambiente Agevolazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici Fondo per l incentivazione di edifici

Dettagli

9. CONSUMI ENERGETICI

9. CONSUMI ENERGETICI 271 9. CONSUMI ENERGETICI E ormai più che consolidata la consapevolezza che i consumi energetici costituiscono il fattore determinante al quale sono riconducibili sia i cambiamenti climatici, che molte

Dettagli

1. Metodologia di calcolo del bilancio di energia primaria

1. Metodologia di calcolo del bilancio di energia primaria ALLEGATO A PAES Isola d Elba 1. Metodologia di calcolo del bilancio di energia primaria Il bilancio di energia è suddiviso per categoria di impiego e per tipo di fonte energetica. COMBUSTIBILI SOLIDI Sul

Dettagli

ENERGIA RINNOVABILE: UTOPIA O REALTA?

ENERGIA RINNOVABILE: UTOPIA O REALTA? ENERGIA RINNOVABILE: UTOPIA O REALTA? Il vertice sul clima a Bruxelles in data 8 marzo 2007 ha impegnato i capi di Stato e di governo dei Ventisette dell Unione Europea. Gli obiettivi del vertice sono

Dettagli

Politica energetica e ruolo delle aziende

Politica energetica e ruolo delle aziende Politica energetica e ruolo delle aziende Giovanni Bernasconi TicinoEnergia e SPAAS Manno, 27 novembre 2013 Evoluzione consumi in Ticino 1950-2012 2 2 Bilancio energetico 2012 Struttura Consumo totale:

Dettagli

Come nasce MaranoSolar

Come nasce MaranoSolar APPROCCIO ECOSISTEMICO L approccio di MaranoSolar alle tecnologie per le fonti rinnovabili intende offrire ai nostri partner il miglior punto di equilibrio tra salvaguardia dell ambiente e sviluppo economico

Dettagli

PRESENTAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI

PRESENTAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI PRESENTAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI LA NOSTRA AZIENDA ENERALTERNATIVE E UN IMPRESA SPECIALIZZATA NELLA COMMERCIALIZZAZIONE E INSTALLAZIONE DI IMPIANTI PER L ECOLOGIA E PER L AMBIENTE PRESENTE SUL TERRITORIO

Dettagli

IL FOTOVOLTAICO E L ARCHITETTURA

IL FOTOVOLTAICO E L ARCHITETTURA IL FOTOVOLTAICO E L ARCHITETTURA Prof. Paolo ZAZZINI Ing. Nicola SIMIONATO LA QUESTIONE ENERGETICA Riduzione dei consumi energetici Adozione di strategie e tecnologie più efficienti di produzione, distribuzione

Dettagli

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio VIA SOLFERINO N 55-25121 - BRESCIA www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it Tel. 030-3757406 Fax 030-2899490 1 2 3 INDICE 1 Generalità pag. 04 2 Il comparto

Dettagli

Forme di energia alternative

Forme di energia alternative Forme di energia alternative L energia, bene primario della nostra società, è utilizzata costantemente durante tutto l arco della giornata, da quando ci svegliamo la mattina fino a quando andiamo a dormire

Dettagli

DAL RISCALDAMENTO GLOBALE ALLE FONTI RINNOVABILI.

DAL RISCALDAMENTO GLOBALE ALLE FONTI RINNOVABILI. RISCALDAMENTOGLOBALEAUMENTOEFFETTOSERRAUSOFONTIFOSSILINONRINNOABILIFONTIRINNOABILI RISCALDAMENTOGLOBALEAUMEN TOEFFETTOSERRAUSOFONTIFOSSILINONRINNOABILIFONTIRINNOABILIRISCALDAMENTOGLOBALEAUMENTOEFFETTOSERRAUSOFONTIFOS

Dettagli

Compensazione CO 2 per le imprese

Compensazione CO 2 per le imprese Compensazione CO 2 per le imprese Il cambiamento climatico è un dato di fatto! Gli ultimi anni hanno confermato il trend Aumento simultaneo della concentrazione di CO 2 nell atmosfera, della temperatura

Dettagli

Il progetto PVTRAIN: obiettivi e risultati raggiunti

Il progetto PVTRAIN: obiettivi e risultati raggiunti Il progetto PVTRAIN: obiettivi e risultati raggiunti Il PVTRAIN PhotovoltaicTrain - è un progetto pilota della durata di 3 anni (iniziato il 1 Novembre 2002 e terminato il 31 Ottobre 2005) realizzato dalla

Dettagli

LE ENERGIE RINNOVABILI

LE ENERGIE RINNOVABILI LE ENERGIE RINNOVABILI La definizione di energia rinnovabile è spesso legata al termine ecologia. Infatti vengono spesso erroneamente definite come energie che rispettano l ambiente. Ci sono diversi tipi

Dettagli

Le politiche energetiche della Regione Emilia Romagna. Alberto Rossini Coordinatore ANCI Emilia-Romagna del PAES Valmarecchia

Le politiche energetiche della Regione Emilia Romagna. Alberto Rossini Coordinatore ANCI Emilia-Romagna del PAES Valmarecchia Le politiche energetiche della Regione Emilia Romagna Alberto Rossini Coordinatore ANCI Emilia-Romagna del PAES Valmarecchia Santarcangelo di Romagna 19 Febbraio 2015 Le politiche energetiche in Europa

Dettagli

PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI

PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI Lo studio WETO-H2 ha elaborato una proiezione di riferimento del sistema energetico mondiale e due scenari di variazione,

Dettagli

N. 14: Produzioni e consumi energetici italiani (v. Q. n. 06)

N. 14: Produzioni e consumi energetici italiani (v. Q. n. 06) N. 14: Produzioni e consumi energetici italiani (v. Q. n. 06) 1. Introduzione I consumi di energia all utilizzatore (domestico, industriale, commerciale, per trasporti, agricolo, amministrativo, ecc) nelle

Dettagli

La nostra azienda. Liberenergia è un azienda che offre prodotti e soluzioni integrate per il risparmio e l efficienza energetica.

La nostra azienda. Liberenergia è un azienda che offre prodotti e soluzioni integrate per il risparmio e l efficienza energetica. La nostra azienda Liberenergia è un azienda che offre prodotti e soluzioni integrate per il risparmio e l efficienza energetica. I servizi proposti riguardano in special modo progettazione e installazione

Dettagli

CONFERENZA INTERNAZIONALE SUL TEMA DELLA SOSTENIBILITÀ Strumenti normativi e formativi al servizio della sostenibilità

CONFERENZA INTERNAZIONALE SUL TEMA DELLA SOSTENIBILITÀ Strumenti normativi e formativi al servizio della sostenibilità CONFERENZA INTERNAZIONALE SUL TEMA DELLA SOSTENIBILITÀ Strumenti normativi e formativi al servizio della sostenibilità LA GESTIONE SOSTENIBILE DELL ENERGIA ENERGIA Prof.Luigi Bruzzi Università di Bologna

Dettagli

Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali

Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali PROBLEMATICHE ENERGETICHE ECONOMICHE ED AMBIENTALI SCENARI INTERNAZIONALI

Dettagli

PIANO ISS INSEGNARE SCIENZE SPERIMENTALI 4 PRESIDIO TERRITORIALE- BR

PIANO ISS INSEGNARE SCIENZE SPERIMENTALI 4 PRESIDIO TERRITORIALE- BR PIANO ISS INSEGNARE SCIENZE SPERIMENTALI 4 PRESIDIO TERRITORIALE- BR Tema: La combustione Attività: Combustione e... dintorni Istituto Tecnico Commerciale Statale G:Calò Francavilla Fontana (BR) www.itccalo.it

Dettagli

IL PROGRAMMA ELENA. Ralf Goldmann / Angela Mancinelli Banca europea per gli investimenti (BEI) Roma, 30.04.2010

IL PROGRAMMA ELENA. Ralf Goldmann / Angela Mancinelli Banca europea per gli investimenti (BEI) Roma, 30.04.2010 IL PROGRAMMA ELENA Ralf Goldmann / Angela Mancinelli Banca europea per gli investimenti (BEI) Roma, 30.04.2010 03/05/2010 Banca europea per gli investimenti / Programma ELENA 1 Indice 1. Introduzione 2.

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

fotovoltaico ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

fotovoltaico ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI il ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI COS È L ENERGIA fotovoltaica La tecnologia fotovoltaica è un sistema che sfrutta l energia solare e la trasforma, direttamente e istantaneamente,

Dettagli

4. ENERGIA. Introduzione. Fonte e Metodo d Indagine

4. ENERGIA. Introduzione. Fonte e Metodo d Indagine 4. ENERGIA Introduzione Limitatamente al sistema energetico, il XX secolo è stato caratterizzato da una tendenza di fondo sostanzialmente costante, cioè la fortissima crescita dei consumi energetici, e

Dettagli

Progetti per l efficienza energetica e meccanismi di incentivazione

Progetti per l efficienza energetica e meccanismi di incentivazione Progetti per l efficienza energetica e meccanismi di incentivazione A. D Orazio 15 maggio 2008 IEFE - UNIVERSITÀ COMMERCIALE LUIGI BOCCONI Struttura intervento Consumi energetici e cambiamento climatico

Dettagli

I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI

I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI Ing. Manlio Palmarocchi STES SONO ANNI CHE STES, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI E DEI RISULTATI CHE ARRIVANO DALL ONU ATTRAVERSO L IPCC, UNO

Dettagli

11 / 2030-2050: gli scenari di lungo termine

11 / 2030-2050: gli scenari di lungo termine Piano energetico-ambientale provinciale 2013/2020 11 / 2030-2050: gli scenari di lungo termine Provincia autonoma di Trento 1,4% 1,4% 1,4% 0,8% 0,8% 125 Provincia autonoma di Trento Piano energetico-ambientale

Dettagli

Energia, ambiente ed efficienza

Energia, ambiente ed efficienza Energia, ambiente ed efficienza Collegio Gregorianum, Padova 21 maggio 2008 Arturo Lorenzoni Introduzione Il settore energetico ha un incidenza di primaria importanza sull economia nazionale. È il primo

Dettagli

Vontobel Investment Banking. Vontobel Voncash Ottimizzare gli investimenti nel mercato monetario con divise e oro

Vontobel Investment Banking. Vontobel Voncash Ottimizzare gli investimenti nel mercato monetario con divise e oro Vontobel Investment Banking Vontobel Voncash Ottimizzare gli investimenti nel mercato monetario con divise e oro Ottimizzare gli investimenti nel mercato monetario con divise e oro L elemento più importante

Dettagli

Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali

Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali PROBLEMATICHE ENERGETICHE ECONOMICHE ED AMBIENTALI SCENARI INTERNAZIONALI

Dettagli

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Usi finali C.3. Apparecchiature elettriche e illuminazione privata C.3

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Usi finali C.3. Apparecchiature elettriche e illuminazione privata C.3 Apparecchiature elettriche e illuminazione privata 201 Situazione attuale (2008) I dati forniti dalle aziende di distribuzione dell elettricità consentono di stimare il consumo dovuto agli apparecchi elettrici

Dettagli

Energia: Minor costi maggior efficienza I MERCATI ITALIANI DELL ENERGIA

Energia: Minor costi maggior efficienza I MERCATI ITALIANI DELL ENERGIA Energia: Minor costi maggior efficienza I MERCATI ITALIANI DELL ENERGIA Assoutility srl - Assolombarda Arch. Daniela Colalillo Comune di Settala, 08 novembre 2006 Efficienza energetica e mercato liberalizzato:

Dettagli

LE ENERGIE RINNOVABILI

LE ENERGIE RINNOVABILI LE ENERGIE RINNOVABILI INTRODUZIONE ALLE ENERGIE RINNOVABILI Che cosa sono : L energie rinnovabili sono una fonte di energie inesauribili (o quasi). Lo sfruttamento di esse, non fa si, che diminuisca la

Dettagli

Progetto Kyoto ADOZIONE E APPLICAZIONE DI MARKAL-TIMES PER LA COSTRUZIONE DI UN PIANO DI MITIGAZIONE PER LA REGIONE

Progetto Kyoto ADOZIONE E APPLICAZIONE DI MARKAL-TIMES PER LA COSTRUZIONE DI UN PIANO DI MITIGAZIONE PER LA REGIONE Progetto Kyoto ADOZIONE E APPLICAZIONE DI MARKAL-TIMES PER LA COSTRUZIONE DI UN PIANO DI MITIGAZIONE PER LA REGIONE Riassunto non tecnico U.O. FEEM 2 anno Responsabile di Linea: Prof. Marzio Galeotti,

Dettagli

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico Evoluzione Energetica La selezione naturale del risparmio energetico PER VIVERE A UN LIVELLO SUPERIORE ESPERTI DI DENTRO E DI FUORI Dalla E alla A: con Energetica Consulting il passaggio alle classi superiori

Dettagli

idrogeno Laboratorio Sensori e Semiconduttori Dr. Marco Stefancich Gruppo Sensori e Semiconduttori Dipartimento di Fisica/CNR Università di Ferrara

idrogeno Laboratorio Sensori e Semiconduttori Dr. Marco Stefancich Gruppo Sensori e Semiconduttori Dipartimento di Fisica/CNR Università di Ferrara Dipartimento di Fisica Università di Ferrara INFM/CNR UdR di Ferrara L energia solare per la produzione di idrogeno Dr. Marco Stefancich Gruppo Sensori e Semiconduttori Dipartimento di Fisica/CNR Università

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013 Gentile famiglia Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Il Comune di Brivio ha sottoscritto il Patto dei Sindaci, iniziativa Europea nata

Dettagli

Il risparmio energetico: priorità economica ed ambientale

Il risparmio energetico: priorità economica ed ambientale Il risparmio energetico: priorità economica ed ambientale Ing Alessandro Fatini del Grande 20 febbraio 2007 Il risparmio energetico è diventata un esigenza importante sia a livello ambientale (riduzione

Dettagli

1. Gli scenari determinati dalle politiche 2. Investimenti rilevanti e crescenti nelle rinnovabili 3. La situazione oggi e le debolezze dell Italia

1. Gli scenari determinati dalle politiche 2. Investimenti rilevanti e crescenti nelle rinnovabili 3. La situazione oggi e le debolezze dell Italia ! "# 1. Gli scenari determinati dalle politiche 2. Investimenti rilevanti e crescenti nelle rinnovabili 3. La situazione oggi e le debolezze dell Italia 4. Le dinamiche del cambiamento 5. Quali dimensioni

Dettagli

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia 1 Riferimenti: Legge 9/10 del 1991: Norme per l'attuazione del Piano energetico

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccanica

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccanica Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccanica Corso di Impatto ambientale Modulo Pianificazione Energetica a.a. 2012/13 Prof. Ing. Francesco

Dettagli

Quali sono i problemi delle energie rinnovabili?

Quali sono i problemi delle energie rinnovabili? Quali sono i problemi delle energie rinnovabili? 1. Continuità della produzione (sole e vento non ci sono sempre), superabile in varie maniere: Accumulo (termico, chimico, gravitazionale) Rete elettrica

Dettagli

Floored Floater con paniere di obbligazioni di riferimento Performance creates trust

Floored Floater con paniere di obbligazioni di riferimento Performance creates trust Floored Floater con paniere di obbligazioni di riferimento Performance creates trust IB Financial Products Aprile 2015 Pagina 2 Rendimento superiore rispetto ai tradizionali Floored Floater I tradizionali

Dettagli

Indice Errore. Il segnalibro non è definito.

Indice Errore. Il segnalibro non è definito. COGENERAZIONE Indice 1. Definizione e normativa di riferimento... 3 1.1. Indice di risparmio di energia (IRE):... 4 1.2. Limite termico (LT):... 4 2. Descrizione generale degli impianti di cogenerazione...

Dettagli

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica.

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. 1 Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. A2A Calore & Servizi, società del gruppo A2A attiva nella gestione del teleriscaldamento nelle città di Milano, Brescia

Dettagli

Cristiana Viti. CENTRO NAZIONALE PER LE ENERGIE RINNOVABILI di Legambiente

Cristiana Viti. CENTRO NAZIONALE PER LE ENERGIE RINNOVABILI di Legambiente Cristiana Viti CENTRO NAZIONALE PER LE ENERGIE RINNOVABILI di Legambiente ENERGIA ED AMBIENTE PROBLEMA ENERGETICO è STRETTAMENTE CORRELATO ALLA TUTELA DELL AMBIENTE perché per produrre energia consumiamo

Dettagli

Diamo Energia All innovazione

Diamo Energia All innovazione Diamo Energia All innovazione Soluzioni innovative per l efficienza energetica Nata nel 2006 come impresa specializzata nello studio, sviluppo ed installazione di impianti e sistemi ad alto contenuto innovativo

Dettagli

IL PIANO ENERGETICO CANTONALE (PEC)

IL PIANO ENERGETICO CANTONALE (PEC) IL PIANO ENERGETICO CANTONALE (PEC) Conferenza stampa Bellinzona, 10 aprile 2013 Evoluzione consumi in Ticino 1950-2011 10.4.2013 Conferenza stampa 2 Bilancio energetico 2011 -Struttura Consumo totale

Dettagli

FONTI DI ENERGIA. Fonti energetiche primarie. Fonti energetiche secondarie. sostanza o fenomeno capace di dar luogo ad una liberazione di energia

FONTI DI ENERGIA. Fonti energetiche primarie. Fonti energetiche secondarie. sostanza o fenomeno capace di dar luogo ad una liberazione di energia FONTI DI ENERGIA sostanza o fenomeno capace di dar luogo ad una liberazione di energia Fonti energetiche primarie quelle che si trovano disponibili in natura si possono classificare in: Fonti energetiche

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

v. il dimensionamento d impianto vi. l integrazione con la realtà produttiva 3. Le opportunità ambientale ed economica

v. il dimensionamento d impianto vi. l integrazione con la realtà produttiva 3. Le opportunità ambientale ed economica Workshop Rafforzare la competitività delle PMI: opportunità in Europa Investire nello sviluppo sostenibile: la cogenerazione ing. Giuseppe Starace Università del Salento LECCE (I) Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

Caratteristiche di una CasaClima

Caratteristiche di una CasaClima Caratteristiche di una CasaClima Il termine CasaClima non identifica uno stile architettonico o un sistema costruttivo ma uno standard energetico. Una CasaClima è innanzitutto un edificio in grado di assicurare

Dettagli

Piano d Azione per l Energia Sostenibile Comune di Livorno

Piano d Azione per l Energia Sostenibile Comune di Livorno Piano d Azione per l Energia Sostenibile Comune di Livorno Adesione al Patto dei Sindaci, Delibera di C.C. n. 8 del 2013 Allegato E Provincia di Livorno Struttura di Coordinamento del Patto dei Sindaci

Dettagli

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA ISTITUTO DI RICERCHE ECONOMICHE E SOCIALI Osservatorio Energia Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA PREMESSA Nel marzo 2007, l Unione europea ha varato il primo concreto

Dettagli

Il vostro partner per le soluzioni integrate nel settore dell energia

Il vostro partner per le soluzioni integrate nel settore dell energia E.ON Connecting Energies Il vostro partner per le soluzioni integrate nel settore dell energia Volete ridurre i costi energetici della vostra azienda? Avete obiettivi ambientali ambiziosi? La sicurezza

Dettagli

CLASSI PRIME TECNICO GRAFICO. a.s. 2014/ 2015

CLASSI PRIME TECNICO GRAFICO. a.s. 2014/ 2015 KIT DI RECUPERO DI GEOGRAFIA CLASSI PRIME TECNICO GRAFICO a.s. 2014/ 2015 MATERIALE DIDATTICO SOSPENSIONE DI GIUDIZIO GEOGRAFIA CLASSI PRIME Tecnico Grafico a.s. 2014 / 2015 COGNOME : NOME: CLASSE:. Il

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI

GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI Ing. Daniele TESTI Dipartimento di Ingegneria dell Energia e dei Sistemi (DESE) Università di Pisa Definizione di Green Job secondo l ILO (International Labour Organization)

Dettagli

La situazione dell efficienza energetica in Italia Andamento dell efficienza energetica del Paese Italia e per settore

La situazione dell efficienza energetica in Italia Andamento dell efficienza energetica del Paese Italia e per settore Indagine condotta e formulata da Enerdata La situazione dell efficienza energetica in Italia Andamento dell efficienza energetica del Paese Italia e per settore 1 La situazione dell efficienza energetica

Dettagli

CORSO DI TECNOLOGIA INS. MARIO DI PRINZIO INS. DI SOSTEGNO SABRINA DI CELMA

CORSO DI TECNOLOGIA INS. MARIO DI PRINZIO INS. DI SOSTEGNO SABRINA DI CELMA ISITITUTO COMPRENSIVO G. DE PETRA CASOLI (CH) DIR. SCOLASTICO : DOTT. SSA ANNA DI MARINO ANNO SCOLASTICO 2011\2012 CORSO DI TECNOLOGIA INS. MARIO DI PRINZIO INS. DI SOSTEGNO SABRINA DI CELMA CLASSI TERZE

Dettagli

Seminario tecnico GESTIONE DELL ENERGIA: SOLUZIONI AZIENDALI E TECNOLOGICHE

Seminario tecnico GESTIONE DELL ENERGIA: SOLUZIONI AZIENDALI E TECNOLOGICHE Ottimizzare la gestione dell energia: soluzioni tecnologiche per le aziende Ivano Olivetti - Ricercatore ENEA Seminario tecnico GESTIONE DELL ENERGIA: SOLUZIONI AZIENDALI E TECNOLOGICHE Vicenza 01 febbraio

Dettagli

Green Technologies in Provincia di Bolzano

Green Technologies in Provincia di Bolzano Green Technologies in Provincia di Bolzano Dott. Geol. Emanuele Sascor - Direttore dell Ufficio Piano CO2, Energia e Geologia TIS Innovation Park, 14 novembre 2012 OBIETTIVO: riduzione delle emissioni

Dettagli

Il Protocollo di Kyoto

Il Protocollo di Kyoto Il Protocollo di Kyoto Con il Protocollo di Kyoto i paesi industrializzati si impegnano a ridurre, durante il primo periodo di applicazione, 2008-2012, il totale delle emissioni di sei gas ad effetto serra,

Dettagli

KLIMAENERGY 2016 Il ruolo delle energie pulite dopo la Conferenza di Parigi COP21. Edoardo Zanchini Vicepresidente nazionale

KLIMAENERGY 2016 Il ruolo delle energie pulite dopo la Conferenza di Parigi COP21. Edoardo Zanchini Vicepresidente nazionale KLIMAENERGY 2016 Il ruolo delle energie pulite dopo la Conferenza di Parigi COP21 Edoardo Zanchini Vicepresidente nazionale Alla COP21 di Parigi è stato raggiunto uno storico accordo internazionale sul

Dettagli

LA SITUAZIONE IMPIANTISTICA IN ITALIA Introduzione

LA SITUAZIONE IMPIANTISTICA IN ITALIA Introduzione LA SITUAZIONE IMPIANTISTICA IN ITALIA Introduzione INTRODUZIONE SITUAZIONE PARCO IMMOBILIARE IN ITALIA Edifici residenziali STATISTICHE 2013 11,7 milioni di EDIFICI RESIDENZIALI 29 milioni di ABITAZIONI

Dettagli

517millioni. Tonnellate di CO2 risparmiate all anno

517millioni. Tonnellate di CO2 risparmiate all anno MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Inizia subito a risparmiare energia e CO2 Le soluzioni sono pronte! 517millioni Tonnellate di CO2 risparmiate all anno se in Europa venisse raddoppiato l utilizzo del teleriscaldamento

Dettagli

LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO

LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO Prof. Ing. Ciro Aprea Dipartimento di Ingegneria Industriale Università degli Studi di Salerno DEFINIZIONE SI POSSONO DEFINIRE

Dettagli

Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions

Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions Indice EXECUTIVE SUMMARY... 4 1. IL CONTESTO... 7 1.1 QUADRO INTERNAZIONALE DI RIFERIMENTO... 7 1.2 CONSIDERAZIONI SULLA TRANSIZIONE VERSO

Dettagli

Efficienza energetica negli edifici

Efficienza energetica negli edifici Efficienza energetica negli edifici Marco Filippi Dipartimento di Energetica, Politecnico di Torino data conferenza In Italia si contano circa 13 milioni di edifici, di cui l 85% sono a destinazione residenziale,

Dettagli

configurazione in un sistema) Grandezza fisica connessa al movimento reale o potenziale, macro o microscopico, di un sistema

configurazione in un sistema) Grandezza fisica connessa al movimento reale o potenziale, macro o microscopico, di un sistema ENERGIA Capacità di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: atto di produrre un cambiamento di configurazione in un sistema) Grandezza fisica connessa al movimento reale o potenziale, macro o microscopico,

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI

Università degli Studi di Firenze. Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI Università degli Studi di Firenze Facoltà di Architettura Dipartimento di Tecnologia e Design Pierluigi Spadolini Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI Programma

Dettagli

Il Protocollo di Kyoto e fonti di energia alternativa Storia, significati e prospettive

Il Protocollo di Kyoto e fonti di energia alternativa Storia, significati e prospettive Il Protocollo di Kyoto e fonti di energia alternativa Storia, significati e prospettive In collaborazione con Laura Palomba I CAMBIAMENTI CLIMATICI ED IL PROTOCOLLO DI KYOTO L effetto serra è un fenomeno

Dettagli

King County, Washington

King County, Washington CITTA' E CAMBIAMENTI CLIMATICI : Misure, Politiche, Strumenti King County, Washington Climate Change Plan Alessandro Penzo n mat: 272307 Inquadramento geografico Evoluzione delle politiche climatiche...

Dettagli

La parola energia deriva dal greco: EN (dentro) e ERGON (lavoro) Significa: capacità di compiere un lavoro

La parola energia deriva dal greco: EN (dentro) e ERGON (lavoro) Significa: capacità di compiere un lavoro La parola energia deriva dal greco: EN (dentro) e ERGON (lavoro) Significa: capacità di compiere un lavoro L energia si trova dappertutto intorno a noi PRIMARIE MESSE A DISPOSIZIONE DALLA NATURA SECONDARIE

Dettagli

L UNIONE EUROPEA ED IL CAMBIAMENTO CLIMATICO

L UNIONE EUROPEA ED IL CAMBIAMENTO CLIMATICO L UNIONE EUROPEA ED IL CAMBIAMENTO CLIMATICO Siena, 10 maggio 2011 Le fasi della lotta al global warming 2 La definizione degli strumenti per l applicazione del protocollo di Kyoto Il varo del sistema

Dettagli

SISTEMI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI

SISTEMI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI L E N E R G I A C H E T I R I S P E T TA L E N E R G I A C H E T I R I S P E T TA L E N E R G I A C H E T I R I S P E T TA SISTEMI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI L E N E R

Dettagli

Quadro dei consumi energetici

Quadro dei consumi energetici Quadro dei consumi energetici La situazione nazionale Il quadro dei consumi energetici nazionali degli ultimi anni delinea una sostanziale stazionarietà per quanto riguarda il settore industriale e una

Dettagli

La terra è un sistema a risorse finite

La terra è un sistema a risorse finite Energia: istruzioni per l uso Trento 13 dicembre 2005 Romano GIGLIOLI Professore ordinario di Sistemi Elettrici per l Energia UNIVERSITA DI PISA La terra è un sistema a risorse finite Per raggiungere l

Dettagli

INNANZITUTTO VI INVITO A PARTECIPARE

INNANZITUTTO VI INVITO A PARTECIPARE Il progetto FIERA-EXPO ECOAPPENNINO Stefano Semenzato Direttore progetto CISA INNANZITUTTO VI INVITO A PARTECIPARE venerdi-sabato-domenica 28-29-30 settembre 2007 Porretta Terme prima fiera-expò delle

Dettagli