N. 17 _ N. 00 _

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N. 17 _ 18.10.2013 N. 00 _ 12.10.2013"

Transcript

1 N. 00 _

2 Normativa 3 Accise su carburante per produzione di energia: per ora continuano ad applicarsi quelle vigenti 3 Credito d imposta per giovani artisti e compositori emergenti: modificate le agevolazioni 3 Credito d'imposta per il cinema esteso ai produttori indipendenti di opere audiovisive 3 Oli lubrificanti e accisa su alcool: confermate le disposizioni 4 Codice doganale dell'unione europea: rifusione Prassi 4 Le ultime novità di interesse per i prodotti soggetti ad accise 4 Imposta sulle Transazioni Finanziarie: l istanza per l esenzione per il market making 5 Cartelle Equitalia: negli uffici postali sono sempre aggiornate 5 Agevolazioni alle imprese delle ZFU 5 Iva: trattato EUROGENDFOR 5 Ammessi 90 studi di settore al regime premiale 5 Nuovo modello multifunzionale per accedere a Entratel 6 Versamento dell imposta sulle transazioni finanziarie: codici tributo 6 Cambio valute settembre Versamento del contributo a favore dell Ente Bilaterale EN.BI.VI.SI. : causale 6 Fabbricati sconosciuti al Catasto 6 Soppressione delle causali contributo IADP - DOM4 - DCON - ACON 6 Contributi a favore dell Ente Bilaterale Nazionale Imprese e Lavoratori - E.B.I.L. 6 Imposta sostitutiva delle imposte ipotecaria e catastale per i contratti di leasing immobiliare: codici tributo 7 Valore di case, negozi e uffici del primo semestre Termine per versamento e obblighi strumentali relativi all imposta sulle transazioni finanziarie 7 Novità dal sito dell entrate Dottrina 8 Il concordato in bianco: le recenti modifiche alla disciplina 9 Le massime dei commercialisti 2

3 NORMATIVA Accise su carburante per produzione di energia: per ora continuano ad applicarsi quelle vigenti Prorogato al 31/12/13 il termine entro il quale il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero dell'economia dovranno rideterminare le aliquote delle accise per il carburante utilizzato per produzione combinata di energia elettrica e calore, di cui all'art.3-bis, co.1, D.L. n.16/12. Fino al nuovo termine continueranno ad applicarsi le aliquote in vigore, individuate dall'autorità per l'energia elettrica con Delibera n.16 dell'11/03/98, ridotte del 12%. Credito d imposta per giovani artisti e compositori emergenti: modificate le agevolazioni Può essere fruito anche dalle imprese organizzatrici e produttrici di spettacoli di musica dal vivo esistenti almeno dall 1/01/12, il credito imposta del 30% dei costi sostenuti, previsto in origine dal D.L. n.91/13 solo per le imprese produttrici di fonogrammi e di videogrammi musicali. I costi rilevanti, fino all'importo massimo di euro nei 3 anni d'imposta, riguardano le seguenti attività: sviluppo; produzione; digitalizzazione; promozione, di registrazioni fonografiche o videografiche musicali. Il credito di imposta è riconosciuto esclusivamente per opere prime o seconde di nuovi talenti definiti come artisti, gruppi di artisti, compositori o artisti-interpreti. Con la legge di conversione sono state espressamente escluse le demo autoprodotte. È stato, inoltre, specificato che nel caso di gruppi di artisti, il gruppo può usufruire del credito d'imposta solo se nella stessa annualità più di 1/2 dei componenti non ne abbia già usufruito. Le disposizioni applicative saranno dettate con decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo. Credito d'imposta per il cinema esteso ai produttori indipendenti di opere audiovisive Dall 1/01/14 è reso permanente il credito d'imposta di cui all art.1, commi da 325 a 328 e da 330 a 337, della Legge n.244/07, per la produzione e distribuzione di opere cinematografiche di nazionalità italiana. Dalla stessa data l agevolazione è estesa ai produttori indipendenti di opere audiovisive. Le disposizioni applicative saranno dettate con decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo. Oli lubrificanti e accisa su alcool: confermate le disposizioni Dall 1/01/14, l'aliquota dell'imposta di consumo sugli oli lubrificanti di cui all'allegato I al d.lgs. n.504/95 è fissata in euro 787,81 per chilogrammi. Sono state fissate, inoltre, le aliquote di accisa relative ai seguenti prodotti alcoolici: 1) per il 2014 Birra: euro 2,39 per ettolitro e per grado-plato; Prodotti alcolici intermedi: euro 69,78 per ettolitro; Alcole etilico: euro 814,81 per ettolitro anidro; Presidente del Consiglio dei Ministri, decreto 23/07/13 (G.U. n.231 del 2/10/13) Legge 7 ottobre 2013, n.112 di conversione del D.L. n.91/13 - Art.7 (G.U. n.236 del 8/10/13) Legge 7 ottobre 2013, n.112 di conversione del D.L. 91/13 - Art. 8 (G.U. n.236 del 8/10/13) Legge 7 ottobre 2013, n.112 di conversione del D.L. n.91/13 Art.14 (G.U. n.236 del 8/10/13) 3

4 2) a decorrere dall'anno 2015 Birra: euro 2,48 per ettolitro e per grado-plato; Prodotti alcolici intermedi: euro 72,28 per ettolitro; Alcole etilico: euro 844,01 per ettolitro anidro. È previsto, infine, un incremento del prelievo fiscale sui prodotti da fumo, il quale, dall 1/01/14, sarà aumentato in misura tale da assicurare maggiori entrate pari a euro annui. Le disposizioni attuative saranno dettate con provvedimento del Direttore dell Entrate. Codice doganale dell'unione europea: rifusione Effettuata la rifusione del codice doganale comunitario (Codice doganale aggiornato), in seguito alle numerose modifiche apportate al regolamento (CE) n.450/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23/4/08. Regolamento (UE) n.952 del 9/10/13 (G.U.U.E. L 269/1 del 10/10/13) PRASSI Le ultime novità di interesse per i prodotti soggetti ad accise Evidenziate le recenti novità legislative rilevanti per i prodotti disciplinati dal d.lgs. n.504/95. dogane e dei monopoli, nota n dell 1/10/13 Aliquote di accisa su birra, prodotti alcolici intermedi e alcole etilico (art.25, co.1, D.L. n.104/13) - dal 10/10/13, le aliquote di accisa sono state incrementate nella seguente misura: Birra, da euro 2,35 ad euro 2,66 per ettolitro e per grado-plato; Prodotti alcolici intermedi, da euro 68,51 ad euro 77,53 per ettolitro; Alcole etilico, da euro 800,01 ad euro 905,51 per ettolitro anidro. Gasolio per il riscaldamento delle coltivazioni sotto serra (art.6, co. 1 D.L. n.69/13) - dall 1/08/13 e fino al 31/12/15, è stata prevista l applicazione di un aliquota ridotta di accisa sul gasolio utilizzato per il riscaldamento delle coltivazioni sotto serra. Destinatari dell agevolazione sono i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali. Fissata per il 2013, l accisa al livello di imposizione pari a euro 25 per litri. L attribuzione del beneficio è condizionata all obbligo di rispettare la progressiva riduzione del consumo di gasolio per finalità ambientali, da assumere in sede di richiesta dell assegnazione prodotto. Le modalità applicative dell agevolazione saranno dettate da un decreto del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze. Imposta sulle Transazioni Finanziarie: l istanza per l esenzione per il market making Definite le modalità di presentazione delle istanze previste dall'art.16, co.3, lett.a) e b), seconda parte, del Decreto del Ministro dell'economia e delle Finanze del 21/02/13. Consob, delibera n del 2/10/13 Il decreto suddetto, attuativo dei commi da 491 a 499 della legge n.228/12, prevede alcuni casi in cui, al ricorrere dei requisiti, è possibile chiedere l esenzione dall Imposta: soggetto che svolge attività di supporto alla liquidità (market making) (art. 16, co.3, lett.a) seconda parte); soggetto che svolge attività di supporto alla liquidità in base ad un accordo con l'emittente (liquidity provider) (art.16, co.3, lett. b), seconda parte); Per la richiesta di esenzione deve essere presentata istanza alla Consob utilizzando l apposito modulo allegato alla Delibera. Il modulo deve essere inviato attraverso PEC all'indirizzo ovvero tramite lettera raccomandata indirizzata alla Consob - Divisione Mercati - Ufficio Post-Trading - Via G. B. Martini ROMA. Il modulo e i relativi allegati dovranno altresì essere anticipati via . Entro 30 giorni dal ricevimento dell'istanza, sarà fornita risposta in cui è indicato se il richiedente possiede i requisiti necessari per avvalersi dell'esenzione. 4

5 Cartelle Equitalia: negli uffici postali sono sempre aggiornate Un nuovo servizio (per ora accessibile solo a Roma e provincia, ma entro l anno sarà esteso in tutta Italia) consente ai contribuenti il pagamento delle cartelle Equitalia con l importo aggiornato del debito direttamente negli uffici postali, senza la necessità di ulteriori verifiche o adempimenti. I terminali delle Poste possono ora calcolare eventuali variazioni del debito (es. sgravio), oppure aggiornare l importo originario con gli interessi e gli altri aggravi previsti dalla legge dopo 60 giorni dalla notifica della cartella. Equitalia, stampa del 14/10/13 Le cartelle di Equitalia possono essere pagate anche tramite gli altri canali già attivi: sito internet (funzione Estratto conto o Pagare online ); sportelli di Equitalia; ricevitorie Sisal e Lottomatica; tabaccai convenzionati con banca ITB; sportelli bancari. Agevolazioni alle imprese delle ZFU Forniti chiarimenti su tipologia, condizioni, limiti, durata e modalità di fruizione delle agevolazioni fiscali e contributive, concesse sotto forma di esenzioni, in favore di imprese di micro e piccola dimensione localizzate nelle Zone Franche Urbane dell Obiettivo Convergenza, nonché nel territorio dei comuni della provincia di Carbonia-Iglesias, previste dal decreto 10/04/13 del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze. Iva: trattato EUROGENDFOR Con la legge n.84/10, è stato ratificato il Trattato istitutivo della Forza di gendarmeria europea (EUROGENDFOR), in vigore dall 1/06/12. Gli artt.19 e 20 del Trattato consentono l applicazione del regime di non imponibilità, analogamente a quanto previsto dall art.72 del D.P.R. n 633/1972: - agli acquisti di consistente importo di beni e servizi effettuati da parte di EUROGENDFOR per uso ufficiale; - agli acquisti di consistente importo effettuati dal personale in forza al QG Permanente, alle condizioni indicate nell art. 20 del Trattato. In entrambi i casi, il limite per definire consistente l importo ai fini dell applicabilità dell art. 20 del Trattato può essere mutuato dall art.72, co.2, del D.P.R. n.633/1972, ed individuato in euro 300. Ammessi 90 studi di settore al regime premiale Il numero degli studi di settore ammessi al regime premiale passa dai 55 per il periodo d imposta 2011 ai 90 del Essi beneficeranno, pertanto, dell esclusione da accertamenti analitico - presuntivi basati sulle presunzioni semplici, della riduzione di 1 anno dei termini di decadenza per l'attività di accertamento e della determinazione sintetica del reddito complessivo al rispetto delle condizioni previste. Nuovo modello multifunzionale per accedere a Entratel Disponibile un nuovo modello multifunzione, che assorbe i 5 precedentemente in uso e si compila direttamente al pc, sia per le nuove richieste di abilitazione sia per eventuali variazioni su utenze già attive. Ministero dello Sviluppo Economico, circolare n del 30/09/13 (G.U. n.237 del 9/10/13) risoluzione n.63 del 9/10/13 stampa del 3/10/13 stampa dell 1/10/13 5

6 Versamento dell imposta sulle transazioni finanziarie: codici tributo Istituiti i seguenti codici tributo per il versamento, tramite modello F24, dell imposta sulle transazioni finanziarie, introdotta dall art. 1, commi 491, 492 e 495: 4058 denominato Imposta sulle transazioni di azioni e di altri strumenti partecipativi art.1, co. 491, l. n.228/2012 ; 4059 denominato Imposta sulle transazioni relative a derivati su equity art.1, co.492, l. n.228/2012 ; 4060 denominato Imposta sulle negoziazioni ad alta frequenza relative ad azioni e strumenti partecipativi art.1, co. 495, l. n.228/2012. Istituiti anche i codici tributo per il versamento, tramite modello F24, delle sanzioni e degli interessi dovuti in caso di ravvedimento di cui all art.13 d.lgs. n.472/1997. Cambio valute settembre 2013 Accertate per il mese di Settembre 2013, agli effetti delle norme dei Titoli I e II del Tuir che vi fanno riferimento, le medie dei cambi delle valute estere calcolati a titolo indicativo dalla Banca d Italia sulla base di quotazioni di mercato e, per alcune valute, rilevati contro Euro nell ambito del SEBC. Versamento del contributo a favore dell Ente Bilaterale EN.BI.VI.SI.: causale Istituita la causale contributo MI53 denominata Ente Bilaterale Contrattuale per la Vigilanza e la Sicurezza - EN.BI.VI.SI, per il versamento mediante modello F24 dei contributi a favore dell Ente Bilaterale Contrattuale per la Vigilanza e la Sicurezza EN.BI.VI.SI. Fabbricati sconosciuti al Catasto Chiusa l operazione case fantasma con l attribuzione a più di immobili di una rendita presunta complessiva di 288 milioni di euro. L attività di controllo sui fabbricati sconosciuti al Catasto è stata realizzata grazie all incrocio delle mappe catastali con le immagini aeree rese disponibili dall Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura), per avvistare i fabbricati presenti sul territorio ma non nelle banche dati catastali. Soppressione delle causali contributo IADP - DOM4 - DCON - ACON A decorrere dal 17/10/13 sono soppresse le seguenti causali contributo: IADP denominata Incremento addizionale passeggeri ; DOM4 denominata Associazioni dei datori di lavoro domestico ; DCON denominata Prima rata condono Dm ex lege 448/98 ; ACON denominata Prima rata condono lavoratori agricoli ex lege 448/98. Contributi a favore dell Ente Bilaterale Nazionale Imprese e Lavoratori - E.B.I.L. Istituita la causale contributo EBIL denominata Ente Bilaterale Nazionale Imprese e Lavoratori - EBIL per il versamento dei contributi a favore dell Ente Bilaterale Nazionale Imprese e Lavoratori, mediante modello F24. Imposta sostitutiva delle imposte ipotecaria e catastale per i contratti di leasing immobiliare: codici tributo Istituiti i seguenti codici tributo per il versamento, tramite il modello F24 Versamenti con elementi identificativi, dell imposta sostitutiva delle imposte ipotecaria e catastale per i contratti di leasing immobiliare e delle relative sanzioni ed interessi, dovuti a seguito degli avvisi di liquidazione inviati ai sensi dell art. 13, d.lgs. n. 347/1990: risoluzione n.62 del 4/10/13 provvedimento del direttore della direzione centrale normativa del 10/10/13 risoluzione n.66 dell 11/10/13 stampa del 4/10/13 risoluzione n.65 dell 11/10/13 risoluzione n.64 del 14/10/13 risoluzione n. 67 del 14/10/13 6

7 A130 denominato Imposta sostitutiva delle imposte ipotecaria e catastale per i contratti di leasing immobiliare di cui all art.1, co.16, l. n.220/2010 AVVISO DI LIQUIDAZIONE ; A131 denominato Sanzione amministrativa su imposta sostitutiva delle imposte ipotecaria e catastale per i contratti di leasing immobiliare di cui all art.1, c. 16, l. n. 220/2010 AVVISO DI LIQUIDAZIONE ; A132 denominato Interessi su imposta sostitutiva delle imposte ipotecaria e catastale per i contratti di leasing immobiliare di cui all art. 1, c. 16, l. n. 220/2010 AVVISO DI LIQUIDAZIONE ; A100 denominato Spese di notifica per atti impositivi. Valore di case, negozi e uffici del primo semestre 2013 Consultabili, sia utilizzando la tradizionale ricerca testuale, sia mediante il sistema di ricerca su mappa GEOPOI, i dati relativi alle quotazioni immobiliari del 1 semestre 2013, che forniscono un indicazione dei prezzi al metro quadro su tutto il territorio nazionale, in base: al semestre; alla Provincia; al Comune; alla zona OMI; alla destinazione d uso. Termine per versamento e obblighi strumentali relativi all imposta sulle transazioni finanziarie Entro il 16 ottobre deve essere: versata l imposta sulle operazioni su strumenti finanziari derivati e sugli ordini ad alta frequenza di strumenti finanziari derivati e valori mobiliari, effettuati nel mese di settembre 2013; garantito l adempimento degli obblighi strumentali secondo le modalità fissate con il provvedimento del Direttore dell Entrate del 18/7/13. Novità dal sito dell entrate Disponibili gli aggiornamenti: tabelle dei codici tributo e altri codici per il modello F24 e archivi del software di controllo; studi di settore in corso di lavorazione; procedura di controllo dei modelli F24 (versione software: 3.1.6); elenco degli osservatori regionali (studi di settore); procedura di controllo Iva crediti trimestrali (Tr); software per le comunicazioni da parte di Enti associativi (modello Eas) (versione 2.0.0); software di compilazione Agevolazioni Riqualificazione energetica (versione ); elenco dei codici ufficio per la registrazione contratti di locazione; software per la visualizzazione delle forniture relative ai versamenti mediante F24 (versione 2.1.7); software di compilazione relativo al credito d'imposta per gli investimenti in Sicilia; elenco dei provvedimenti di idoneità delle apparecchiature per l attività di spettacolo e di intrattenimento; del 15/10/13 stampa del 15/10/13 sul sito internet dall 1 al 15/10/13 7

8 elenco dei soggetti che hanno richiesto la disapplicazione della regola "black list" (Imposta sulle transazioni finanziarie); elenchi dei soggetti che hanno chiesto di accedere al beneficio del 5 per mille dopo i termini per l iscrizione (aggiornati al 30/09/13); controlli relativi alla trasmissione telematica (versione 2.0.0) (modello 730/2013 Situazioni Particolari); elenco delle banche convenzionate per il modello F24 online; studi in corso di lavorazione (cluster di settembre). Disponibili le Guide: "Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali"; Nautica & FISCO. Disponibili i modelli: modello polivalente, le istruzioni e le specifiche tecniche (spesometro); modulo di controllo per i saldi relativo al SID (Sistema di Interscambio Flussi Dati), l infrastruttura trasmissiva dedicata allo scambio automatizzato di flussi dati con amministrazioni, società, enti e ditte individuali. Disponibili, infine: tabelle di decodifica dei codici errore per la comunicazione integrativa dei rapporti finanziari. DOTTRINA Il concordato in bianco: le recenti modifiche alla disciplina Illustrate le modifiche introdotte dal D.L. n.69/13 alla disciplina del concordato preventivo c.d. in bianco, prevista dall art.161, co.6, della legge fallimentare, istituto che consente al debitore di presentare una domanda incompleta al primo manifestarsi della crisi e di depositare successivamente, entro un termine fissato dal giudice, il piano di concordato o, in alternativa, una domanda di omologazione di un accordo di ristrutturazione dei debiti. Il debitore, nel termine assegnato dal giudice, può valutare e porre in essere il rimedio migliore per superare la crisi, conservando egli la gestione ordinaria dell impresa, al riparo dalle azioni esecutive individuali dei creditori; ciò comporta però la sua soggezione al controllo del Tribunale. Assonime, circolare n.31 del 10/10/13 Con il D.L. 69/13 sono state introdotte alcune misure che rafforzano le garanzie per i creditori. Rafforzamento degli obblighi informativi del debitore è stata prevista l estensione della documentazione da depositare unitamente alla domanda. Il debitore deve, infatti, depositare i bilanci degli ultimi 3 esercizi e l elenco nominativo dei creditori con l indicazione dei rispettivi crediti. È stato, inoltre, previsto il rafforzamento degli obblighi informativi periodici, imposti dal Tribunale con il decreto che concede il termine per il perfezionamento della domanda, cui è tenuto il debitore sino alla scadenza del termine fissato dal giudice, a pena di inammissibilità della domanda. Tali obblighi devono avere ad oggetto oltre alla gestione finanziaria dell impresa (con periodicità mensile deve essere depositata una situazione finanziaria dell impresa), anche l attività compiuta ai fini della predisposizione della proposta e del piano. Facoltà per il Tribunale di anticipare la nomina del commissario giudiziale - prima delle modifiche, il commissario giudiziale poteva essere nominato soltanto con il decreto con il quale il Tribunale, valutata l ammissibilità della domanda completa della proposta del piano, dichiarava aperto il concordato preventivo. In base al nuovo disposto dell art. 161, co.6 L.F. il Tribunale può nominare tale organo già con il decreto con cui concede il termine entro il quale deve essere perfezionata la domanda di concordato in bianco. 8

9 Interruzione della procedura il Tribunale può: dichiarare l inammissibilità della domanda incompleta ed eventualmente il fallimento qualora il debitore non adempia agli obblighi informativi previsti dall art.161, co. 8 L.F.; interrompere la procedura dichiarando la domanda improcedibile qualora il commissario giudiziale segnali eventuali condotte fraudolente del debitore; abbreviare il termine concesso per il deposito della documentazione, verosimilmente sino a renderne immediata la scadenza, qualora valuti che l attività compiuta dal debitore sia manifestamente inidonea alla predisposizione della proposta e del piano. Le massime dei commercialisti Pubblicate le massime del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili; riguardano soprattutto gli aspetti disciplinari e deontologici della professione. Tra gli altri chiarimenti è stato affermato che: la qualità di socio accomandatario di una società è incompatibile con la professione di dottore commercialista; la condotta di un amministratore di società che non eserciti i poteri attribuitigli dalla sua carica per impedire una illegittima distrazione di somme è disciplinarmente rilevante per violazione delle norme deontologiche; l allegazione di circostanze relative allo stato di salute o alla situazione familiare non è di per sé tale da escludere la sussistenza dell obbligo di versamento contributivo per chiunque sia iscritto all Albo; l allegazione di circostanze relative alla mancata apertura della partita Iva e alla mancata attivazione di uno studio professionale non è di per sé tale da escludere la sussistenza dell obbligo di versamento contributivo per chiunque sia iscritto all Albo; presupposto della Tassa di concessione governativa è l adozione di atti e di provvedimenti (finalizzati all accertamento delle condizioni per l iscrizione all Albo) che riguardano l esercizio di attività professionali, arti o mestieri. Deve ritenersi che ogni qualvolta si realizzi il presupposto del tributo e cioè l adozione da parte delle amministrazioni competenti di provvedimenti autorizzativi ciò comporta la corresponsione della tassa di concessione governativa, trattandosi di autonomo atto amministrativo che necessita di specifica attività istruttoria. CNDCEC, massime 2012, pubblicate sul sito il 9/10/13 9

IN EVIDENZA PER GLI STUDI PROFESSIONALI Intermediari - Presentazione delle domande di abilitazione ai servizi telematici Entratel tramite PEC...

IN EVIDENZA PER GLI STUDI PROFESSIONALI Intermediari - Presentazione delle domande di abilitazione ai servizi telematici Entratel tramite PEC... Quindicinale di informazione per gli studi professionali Anno 2013 - Direttore Responsabile: Marco Scarzella - Reg. presso il Tribunale di Torino n. 5252 del 2.4.99 Editrice: Eutekne s.p.a. Via San Pio

Dettagli

DECRETO SVILUPPO 2011

DECRETO SVILUPPO 2011 CIRCOLARE INFORMATIVA N. 3 AGOSTO 2011 DECRETO SVILUPPO 2011 E stata pubblicata sulla gazzetta ufficiale 12.07.2011, n. 160, la Legge 12.07.2011 n. 106 di conversione del D.L. 70/2011 c.d. Decreto Sviluppo.

Dettagli

Presentazione domande 2015 per il 5 per mille CIRCOLARI EUTEKNE PER LA CLIENTELA NUMERO 21-15 APRILE 20151

Presentazione domande 2015 per il 5 per mille CIRCOLARI EUTEKNE PER LA CLIENTELA NUMERO 21-15 APRILE 20151 Presentazione domande 2015 per il 5 per mille 1 1 PREMESSA Per effetto dell art. 1 co. 154 della L. 23.12.2014 n. 190 (legge di stabilità 2015), la facoltà di destinazione del 5 per mille dell IRPEF si

Dettagli

Presentazione domande 2014 per il 5 per mille

Presentazione domande 2014 per il 5 per mille STUDIO INTERPROFESSIONALE 20121 Milano, Via Pozzone 1 21047 Saronno (VA), Vicolo del Caldo 30 * 6902 Lugano Paradiso - CH, V. San Salvatore 10 P.O. Box 461 Tel. 02.967.043.82 - Fax 02.967.026.50 www.interprofessionale.net

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 15 del 19 aprile 2013 Destinazione del cinque per mille dell IRPEF - Proroga per il 2013 - Presentazione delle domande INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti destinatari...

Dettagli

STUDIO MARCOZZI DOTTORI COMMERCIALISTI

STUDIO MARCOZZI DOTTORI COMMERCIALISTI STUDIO MARCOZZI DOTTORI COMMERCIALISTI 20121 MILANO - VIA FOSCOLO, 4 TEL. 02-874163 FAX 02-72023745 email: studio.marcozzi@tin.it Luigi Marcozzi, Revisore Contabile Attilio Marcozzi, Revisore Contabile

Dettagli

Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013

Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013 Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013 Benefici fiscali sul gasolio per autotrazione per il quarto trimestre 2012. Appuntamento al 31 Gennaio 2013 Benefici fiscali sul gasolio per autotrazione per il quarto

Dettagli

STUDIO BRAMBILLA COMMERCIALISTI ASSOCIATI. FOCUS 3 aprile 2016 IN BREVE

STUDIO BRAMBILLA COMMERCIALISTI ASSOCIATI. FOCUS 3 aprile 2016 IN BREVE STUDIO BRAMBILLA COMMERCIALISTI ASSOCIATI FOCUS 3 aprile IN BREVE Prorogata a settembre la comunicazione black list 2015 Il nuovo modello Iva TR da utilizzare a decorrere dal prossimo mese di aprile Nuovi

Dettagli

INDICE. 5 Condizioni per il perfezionamento dei pagamenti dei debiti... 8

INDICE. 5 Condizioni per il perfezionamento dei pagamenti dei debiti... 8 D O T T. C A R L O O R S E N I G A Commercialista - Revisore Contabile 20123 - MILANO Via Vincenzo Monti, 32 Tel. +39.02.36.55.04.76 Fax +39.02.89.07.49.33 Circolare n. 1 del 18 febbraio 2014 Compensazione

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Ministro dell economia e delle finanze. di concerto con

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Ministro dell economia e delle finanze. di concerto con DECRETO 18 aprile 2016, n.4293 Ripartizione delle risorse del fondo per gli investimenti nel settore lattiero caseario ai sensi dell articolo 1, commi 214-217, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge

Dettagli

4, 1 13 2015, 273 COMMERCIO ELETTRONICO

4, 1 13 2015, 273 COMMERCIO ELETTRONICO Circolare recante le modalità di presentazione delle domande per l attribuzione del credito d imposta per la realizzazione e l ampliamento di infrastrutture informatiche di cui all articolo 4, comma 1

Dettagli

LA "NUOVA" RATEAZIONE DEI RUOLI: CHI, COME, QUANDO

LA NUOVA RATEAZIONE DEI RUOLI: CHI, COME, QUANDO LA "NUOVA" RATEAZIONE DEI RUOLI: CHI, COME, QUANDO 25 Marzo 2015 Riscossione di Saverio Cinieri - Dottore Commercialista e Pubblicista È possibile pagare a rate le cartelle dell Agente della riscossione

Dettagli

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI (Provincia di Palermo) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.)

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI (Provincia di Palermo) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI (Provincia di Palermo) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) Approvato con deliberazione consiliare n. 19 del 30/07/2014 1 INDICE Art. 1. Oggetto

Dettagli

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI APPROVATO con delibera di C.C. n. 19 del 28 Febbraio

Dettagli

COMUNE DI GONZAGA. Provincia di Mantova REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

COMUNE DI GONZAGA. Provincia di Mantova REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI COMUNE DI GONZAGA Provincia di Mantova REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI Testo coordinato con delibere del Consiglio Comunale: n. 26 del 26/04/2007 n.5 del 12/02/2008 n.

Dettagli

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 Le modifiche introdotte dal DL Sviluppo bis in materia concorsuale riguardano:

Dettagli

Benefici gasolio ad uso autotrazione quarto trimestre 2013: presentazione della dichiarazione entro il 31.01.2014

Benefici gasolio ad uso autotrazione quarto trimestre 2013: presentazione della dichiarazione entro il 31.01.2014 CIRCOLARE A.F. N. 6 del 15 Gennaio 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Benefici gasolio ad uso autotrazione quarto trimestre 2013: presentazione della dichiarazione entro il 31.01.2014 (Nota Agenzia delle

Dettagli

COMUNE DI RIESI. (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI. Articoli del Regolamento

COMUNE DI RIESI. (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI. Articoli del Regolamento COMUNE DI RIESI (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI Articoli del Regolamento Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art.

Dettagli

Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali

Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali Comune di UTA Provincia di Cagliari Allegato A alla delibera C.C. n.31 del 04/10/2012 Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali Approvato con delibera di Consiglio

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio Settembre 2014 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Modello F24: dal 1 ottobre in vigore nuove regole (DL n. 66 del 24.04.2014, convertito con legge n. 89 del 23.06.2014) Gentile

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 3 dell 11 gennaio 2012 Regime dei nuovi contribuenti minimi - Agevolazioni per i soggetti esclusi dal nuovo regime INDICE 1 Premessa... 2 2 Regime dei nuovi

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Come noto, a decorrere dall 1.1.2011, è stato introdotto, ad opera dell art. 31, comma

Dettagli

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari I dossier fiscali Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari - Guida operativa - Gennaio 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. Compensazione con debiti derivanti

Dettagli

OGGETTO: Ritenuta del 10 per cento a titolo di acconto dell imposta sul reddito - articolo 25 decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78

OGGETTO: Ritenuta del 10 per cento a titolo di acconto dell imposta sul reddito - articolo 25 decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 CIRCOLARE n. 40/E Direzione Centrale Normativa Alle Direzioni regionali e provincial Roma, 28 luglio 2010 OGGETTO: Ritenuta del 10 per cento a titolo di acconto dell imposta sul reddito - articolo 25 decreto-legge

Dettagli

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 13 maggio 2011. Oggetto: IRPEF Risposte a quesiti. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 13 maggio 2011. Oggetto: IRPEF Risposte a quesiti. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 20/E Roma, 13 maggio 2011 Direzione Centrale Normativa Oggetto: IRPEF Risposte a quesiti Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa - Ufficio Redditi Fondiari e di Lavoro Via Cristoforo

Dettagli

Circolare N.146 del 7 novembre 2011

Circolare N.146 del 7 novembre 2011 Circolare N.146 del 7 novembre 2011 Detrazione del 36% sugli interventi di recupero edilizio. I documenti da conservare per i controlli e le verifiche Detrazione del 36% sugli interventi di recupero edilizio:

Dettagli

MISURE ECONOMICO FINANZIARIE

MISURE ECONOMICO FINANZIARIE Valentina Piuma mercoledì, 18 settembre 2013 G i o r n a ta d e l D e c r e to del fare MISURE ECONOMICO FINANZIARIE Art. 1 Rafforzamento del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese La norma è

Dettagli

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette PIAZZA DELLA VITTORIA, 8/20 16121 GENOVA TEL: 010 553241 FAX: 010 5532460 E-MAIL: studio.genova@stsnet.it C. F. E P. IVA: 03022160109 Ai Signori Clienti Loro Sedi Genova, 2 settembre 2011 CIRCOLARE N.

Dettagli

INDICE. Capo I Definizione agevolata dei rapporti tributari locali non definiti

INDICE. Capo I Definizione agevolata dei rapporti tributari locali non definiti COMUNE DI POLLA Provincia di Salerno REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI LOCALI (I.C.I T.A.R.S.U) INDICE Ambito di applicazione Art. 1 Ambito di applicazione pag. 3 Capo I Definizione

Dettagli

REGOLAMENTO. TARSU e ICI

REGOLAMENTO. TARSU e ICI COMUNE DI TORELLA DEI LOMBARDI PROVINCIA DI AVELLINO REGOLAMENTO per la definizione agevolata dei tributi locali TARSU e ICI 1 REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE ENTRATE LOCALI Articolo 1 Oggetto

Dettagli

Circolare nr. 36 del 24 settembre 2014

Circolare nr. 36 del 24 settembre 2014 Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA

CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA INDICE 1. PREMESSA 2. DECORRENZA 3. AMBITO OGGETTIVO 4. AMBITO SOGGETTIVO 5. FINALITÀ 6. NOVITÀ IN MATERIA

Dettagli

Regolamento per il condono dei Tributi Locali

Regolamento per il condono dei Tributi Locali Regolamento per il condono dei Tributi Locali TARSU ICI TOSAP ( Approvato con delibera consiliare n. 57 del 21/11/2003) Sezione TARSU Articolo 1 Ambito di applicazione ed esclusioni Il presente regolamento,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI Il presente Regolamento definisce i criteri, le modalità e le procedure cui i soggetti abilitati ad operare con MCC S.p.A. (di seguito MCC) devono attenersi per la concessione delle agevolazioni previste

Dettagli

Casi & Questioni La risposta ai quesiti più frequenti

Casi & Questioni La risposta ai quesiti più frequenti Casi & Questioni La risposta ai quesiti più frequenti N. 147 17.10.2014 F24: le nuove regole di invio dal 01.10.2014 Casi dubbi e possibili soluzioni Categoria: Versamenti Sottocategoria: Modello F24 F24

Dettagli

Roma, 23 gennaio 2009

Roma, 23 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 15/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 gennaio 2009 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Imposta di bollo sulle comunicazioni riguardanti

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI VENEZIA ROVIGO DELTA LAGUNARE BANDO BENI STRUMENTALI 2015

CAMERA DI COMMERCIO DI VENEZIA ROVIGO DELTA LAGUNARE BANDO BENI STRUMENTALI 2015 CAMERA DI COMMERCIO DI VENEZIA ROVIGO DELTA LAGUNARE BANDO BENI STRUMENTALI 2015 BUDGET Le risorse finanziarie ammontano complessivamente ad euro 500.000. BENEFICIARI Possono presentare domanda per l accesso

Dettagli

Aggiornato alla legge di conversione n. 98/2013

Aggiornato alla legge di conversione n. 98/2013 Le Guide professionalità quotidiana DECRETO DEL FARE Aggiornato alla legge di conversione n. 98/2013 Tavole sinottiche Finanziamenti agevolati Responsabilità solidale negli appalti Assistenza fiscale Riscossione

Dettagli

Dilazione straordinaria delle somme iscritte a ruolo - Provvedimento attuativo - Riepilogo generale della disciplina

Dilazione straordinaria delle somme iscritte a ruolo - Provvedimento attuativo - Riepilogo generale della disciplina Circolare n. 40 del 19 dicembre 2013 Dilazione straordinaria delle somme iscritte a ruolo - Provvedimento attuativo - Riepilogo generale della disciplina INDICE 1 Premessa... 2 2 Dilazione ordinaria...

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI 1. Le norme del presente regolamento costituiscono la disciplina generale dell accertamento e della riscossione di tutte le entrate comunali non aventi

Dettagli

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA Bari, 27 ottobre 2014 Lorenzo Minnielli Obiettivi Il Fondo Microcredito d Impresa della Puglia è lo strumento con cui la Regione Puglia offre alle micro imprese

Dettagli

CIRCOLARE N. 19/E. OGGETTO: Aumento dell aliquota dell imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui al decreto legge 12 luglio 2004, n. 168.

CIRCOLARE N. 19/E. OGGETTO: Aumento dell aliquota dell imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui al decreto legge 12 luglio 2004, n. 168. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 19/E Roma, 09 maggio 2005 OGGETTO: Aumento dell aliquota dell imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui al decreto legge 12 luglio 2004, n. 168.

Dettagli

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari I dossier fiscali Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari - Guida operativa - Febbraio 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. Compensazione con debiti derivanti

Dettagli

Novità in materia di rateazione del pagamento delle somme iscritte a ruolo

Novità in materia di rateazione del pagamento delle somme iscritte a ruolo CIRCOLARE A.F. N. 82 del 17 Maggio 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Novità in materia di rateazione del pagamento delle somme iscritte a ruolo Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che,

Dettagli

REGIONE SICILIANA Assessorato dell Agricoltura e delle Foreste

REGIONE SICILIANA Assessorato dell Agricoltura e delle Foreste Allegato B al D.D.G. n /2009 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA Assessorato dell Agricoltura e delle Foreste Modalità e procedure per il concorso regionale nel pagamento degli interessi sul prestiti

Dettagli

LE NOVITÀ DEL PERIODO (FISCO, BILANCIO E SOCIETÀ) DAL 20 AL 26 GIUGNO 2009. Sintesi della legislazione, della prassi e della giurisprudenza

LE NOVITÀ DEL PERIODO (FISCO, BILANCIO E SOCIETÀ) DAL 20 AL 26 GIUGNO 2009. Sintesi della legislazione, della prassi e della giurisprudenza LE NOVITÀ DEL PERIODO (FISCO, BILANCIO E SOCIETÀ) DAL 20 AL 26 GIUGNO 2009 Sintesi della legislazione, della prassi e della giurisprudenza LEGISLAZIONE Onlus E stato predisposto il modello che gli Enti

Dettagli

RISOLUZIONE N. 74/E ESPOSIZIONE DEL QUESITO

RISOLUZIONE N. 74/E ESPOSIZIONE DEL QUESITO RISOLUZIONE N. 74/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 agosto 2015 OGGETTO: Interpello art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 - Condominio minimo - Detrazione spese per interventi edilizi - art. 16-bis

Dettagli

CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI

CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI Anno IV, n. 1 GENNAIO 2014 I N D I C E LEGGE DI STABILITà n. 147/2013... 3 Canoni di locazione Immobili abitativi... 3 Aumento detrazione Irpef lavoro dipendente...

Dettagli

AVVISO. REGIONE CAMPANIA ART. 6 LEGGE REGIONALE n. 12/2007 INCENTIVI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE

AVVISO. REGIONE CAMPANIA ART. 6 LEGGE REGIONALE n. 12/2007 INCENTIVI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE Decreto Dirigenziale n. 181 del 14 aprile 2008 Area Generale di Coordinamento: Sviluppo Economico n. 12 - L.R. n. 12 del 28.11.2007 - Art. 6 - Incentivi per il Consolidamento delle Passivita' a Breve -

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Modena, 07 aprile 2015 Fiscale Spazio aziende è destinato alle impresa dello Studio e contiene, con un linguaggio semplice e sintetico, un riepilogo delle ultime novità fiscali, alcuni commenti relativi

Dettagli

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Microcredito d Impresa della Regione Puglia - Microimprese operative - Scheda informativa sul nuovo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 22 del 27 luglio 2011 DL 13.5.2011 n. 70 convertito

Dettagli

DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000

DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000 DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000 Abstract - Così come stabilito dall art. 11, 2 comma del DL n. 66/2014, con decorrenza 1 ottobre 2014, i versamenti di cui

Dettagli

Locazioni tra novità e semplificazioni

Locazioni tra novità e semplificazioni Numero 20/2014 Pagina 1 di 9 Locazioni tra novità e semplificazioni Numero : 20/2014 Gruppo : IMMOBILI Oggetto : LE NOVITÀ SUI CONTRATTI DI LOCAZIONE DI IMMOBILI Norme e prassi : PROVVEDIMENTI DELL'AGENZIA

Dettagli

PR. SCADENZA ADEMPIMENTO NOTE COMMISSIONE PROCEDURE ADEMPIMENTI FISCALI INIZIALI DEL CURATORE

PR. SCADENZA ADEMPIMENTO NOTE COMMISSIONE PROCEDURE ADEMPIMENTI FISCALI INIZIALI DEL CURATORE ADEMPIMENTI FISCALI INIZIALI DEL CURATORE 1 Entro 30 gg. dalla Comunicare all Agenzia delle Entrate la dichiarazione di fallimento sentenza di con modello di variazione dati (art. 35 Dpr 633/72). fallimento

Dettagli

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013 La fiscalità dei contratti di locazione Milano, 29 gennaio 2013 1 Fiscalità connessa ai contratti di locazione Imposte dirette Per il locatore non imprenditore, ai fini della determinazione del reddito

Dettagli

COMUNE DI CREMA AREA RISORSE UMANE E STRUMENTALI POLIZIA LOCALE - TRIBUTI E COMMERCIO SERVIZIO TRIBUTI, COMMERCIO, CATASTO

COMUNE DI CREMA AREA RISORSE UMANE E STRUMENTALI POLIZIA LOCALE - TRIBUTI E COMMERCIO SERVIZIO TRIBUTI, COMMERCIO, CATASTO Allegato A) delibera di CC n. 2013/00044 del 20/06/2013 COMUNE DI CREMA AREA RISORSE UMANE E STRUMENTALI POLIZIA LOCALE - TRIBUTI E COMMERCIO SERVIZIO TRIBUTI, COMMERCIO, CATASTO REGOLAMENTO PER L AGEVOLAZIONE

Dettagli

l estensione all imprenditoria giovanile del Fondo di garanzia già costituito a favore dell imprenditoria

l estensione all imprenditoria giovanile del Fondo di garanzia già costituito a favore dell imprenditoria interventi inseriti nell Accordo di Programma Quadro Potenziamento delle infrastrutture dei Patti Territoriali - Delibera CIPE n. 20/2004 (acc. n. 101249 e acc. n. 101250). La presente deliberazione sarà

Dettagli

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: Nuove regole di utilizzo dell F24 dal 01.10.2014 Pagare le imposte sarà più complicato a partire dal 1 ottobre 2014. Le novità interessano una platea ampia di contribuenti. Dovranno attivarsi

Dettagli

Milano, 27 aprile 2012. Informazioni tributarie 4.4/04/2012. A cura dello Studio F. Ghiglione e A. Ghio DECRETO FISCALE

Milano, 27 aprile 2012. Informazioni tributarie 4.4/04/2012. A cura dello Studio F. Ghiglione e A. Ghio DECRETO FISCALE Milano, 27 aprile 2012 Informazioni tributarie 4.4/04/2012 A cura dello Studio F. Ghiglione e A. Ghio DECRETO FISCALE 1. APPALTO E SUBAPPALTO RESPONSABILITA SOLIDALE DI APPALTATORE, SUBAPPALTATORE E COMMITTENTE.

Dettagli

Locazione e affitto di beni immobili INDICE

Locazione e affitto di beni immobili INDICE Circolare per la Clientela - 29.1.2014, n. 4 Locazione e affitto di beni immobili -Nuovo modello di registrazione- Pagamento dei tributi con il modello "F24 ELIDE" INDICE 1 Premessa 2 Nuovo modello di

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DELL AQUILA E L ISTITUTO DI CREDITO...

CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DELL AQUILA E L ISTITUTO DI CREDITO... SCHEMA DI CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DELL AQUILA E GLI ISTITUTI DI CREDITO CHE VI ADERIRANNO PER L ATTIVAZIONE DEL FONDO A FAVORE DEI LAVORATORI COINVOLTI IN PROCESSI DI CRISI AZIENDALE CONVENZIONE TRA

Dettagli

INTERVENTI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE TERMINE Legge Finanziaria 2006, art. 6, comma 4 lettera b) Direttive di attuazione

INTERVENTI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE TERMINE Legge Finanziaria 2006, art. 6, comma 4 lettera b) Direttive di attuazione Allegato alla Delib. G.R. n. 9/13 del 8.3.2006 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA INTERVENTI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE TERMINE Legge Finanziaria 2006, art. 6, comma 4 lettera b) Direttive

Dettagli

CIRCOLARE N. 38 2013/2014 DEL 4 APRILE 2014

CIRCOLARE N. 38 2013/2014 DEL 4 APRILE 2014 CIRCOLARE N. 38 2013/2014 DEL 4 APRILE 2014 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare C.O.N.I. del 2 aprile

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 14 del 25 Ottobre 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Ddl stabilità per il 2014: le prime anticipazioni della stampa Premessa Recentemente il Consiglio dei Ministri ha

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011. Art. 1 - Oggetto e finalità

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011. Art. 1 - Oggetto e finalità BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011 Art. 1 - Oggetto e finalità La Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Circolare n. 33 del 25 ottobre 2010

Circolare n. 33 del 25 ottobre 2010 5 Novembre 2010, ore 11:18 Circolare n. 33 e 34 di Assonime Fallimento e ristrutturazione delle imprese in difficoltà, le indicazioni di Assonime Assonime fornisce nelle Circolare n. 33 e 34 dello scorso

Dettagli

Detrazione del 36% sugli interventi di recupero edilizio

Detrazione del 36% sugli interventi di recupero edilizio COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno 10/12/C - 50019 Osmannoro - Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri@libero.it

Dettagli

Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna.

Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna. Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna.it Certificato

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Roma, 24 gennaio 2014 Gent.li CLIENTI Loro Sedi Via mail Oggetto: Circolare n. 2/2014 principali novità fiscali 2014 1 Gentili Clienti, La legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 1473), in vigore dall

Dettagli

ASPETTI GENERALI SULLA COMPOSIZIONE PRI- VATISTICA DELL INSOLVENZA

ASPETTI GENERALI SULLA COMPOSIZIONE PRI- VATISTICA DELL INSOLVENZA SOMMARIO CAPITOLO 1 ASPETTI GENERALI SULLA COMPOSIZIONE PRI- VATISTICA DELL INSOLVENZA 1. Le ragioni della gestione privatistica dell insolvenza... 1 1.1. I rischi della negoziazione privata dell insolvenza

Dettagli

definizione immediata di adempimenti derivanti dalla normativa europea convertito in legge, con modificazioni, dall articolo 1, della legge 11 agosto

definizione immediata di adempimenti derivanti dalla normativa europea convertito in legge, con modificazioni, dall articolo 1, della legge 11 agosto Prot.uscita Mipaaf N.272 del 13/01/2015 Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali di concerto con Il Ministro dello sviluppo economico e Il Ministro dell'economia e delle finanze VISTO

Dettagli

IL FONDO ROTATIVO PER KYOTO

IL FONDO ROTATIVO PER KYOTO IL FONDO ROTATIVO PER KYOTO Misure per l efficientamtento energetico degli edifici scolastici Carlo Scognamillo, Roma 27 maggio 2015 Cenni storici Il protocollo di Kyoto, adottato l 11 dicembre 1997 in

Dettagli

CIRCOLARE N.9/E. Roma, 3 marzo 2011

CIRCOLARE N.9/E. Roma, 3 marzo 2011 CIRCOLARE N.9/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 3 marzo 2011 OGGETTO: Articolo 2, comma 1, decreto-legge 29 dicembre 2010, n. 225, convertito con modificazioni dalla legge 26 febbraio

Dettagli

Le novità normative introdotte restringono notevolmente la platea dei soggetti che potranno continuare ad applicare l attuale regime dei minimi.

Le novità normative introdotte restringono notevolmente la platea dei soggetti che potranno continuare ad applicare l attuale regime dei minimi. IL REGIME DEI MINIMI CAMBIA VOLTO (DAL 2012) La c.d. Manovra correttiva ha modificato il regime dei minimi che dal 2012 risulterà applicabile, al sussistere di specifiche condizioni, esclusivamente dalle

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

RISOLUZIONE N. 46/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - ART. 51, comma 4, lett. b), Tuir - Prestiti concessi al personale dipendente

RISOLUZIONE N. 46/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - ART. 51, comma 4, lett. b), Tuir - Prestiti concessi al personale dipendente RISOLUZIONE N. 46/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 maggio 2010 Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica - ART. 51, comma 4, lett. b), Tuir - Prestiti concessi al personale dipendente Con

Dettagli

N. 33 FISCAL NEWS. 20.01.2012 Il regime degli ex minimi. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale

N. 33 FISCAL NEWS. 20.01.2012 Il regime degli ex minimi. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 33 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 20.01.2012 Il regime degli ex minimi Categoria Sottocategoria Regimi

Dettagli

DA ENTRATEL A I SERVIZI TELEMATICI INTEGRATI. QUALI OPPORTUNITA PER L UTENZA PROFESSIONALE.

DA ENTRATEL A I SERVIZI TELEMATICI INTEGRATI. QUALI OPPORTUNITA PER L UTENZA PROFESSIONALE. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il fisco telematico e i servizi agli operatori professionali DA ENTRATEL A I SERVIZI TELEMATICI INTEGRATI. QUALI OPPORTUNITA PER L UTENZA PROFESSIONALE. Dott.

Dettagli

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA La Microimpresa è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore

Dettagli

STUDIO CATELLANI COMMERCIALISTI -REVISORI CONTABILI

STUDIO CATELLANI COMMERCIALISTI -REVISORI CONTABILI Circolare 3/2014 STUDIO CATELLANI Spett.li clienti in indirizzo Reggio Emilia, li 27/02/2014 Locazione e affitto di beni immobili - Nuovo modello di registrazione - Pagamento dei tributi con il modello

Dettagli

Circolare N. 62 del 27 Aprile 2016

Circolare N. 62 del 27 Aprile 2016 Circolare N. 62 del 27 Aprile 2016 Bonus acquisto strumenti musicali: al via le dichiarazioni del venditore Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con provvedimento n. 36294 del 8

Dettagli

PER LA CONCESSIONE DEGLI INCENTIVI

PER LA CONCESSIONE DEGLI INCENTIVI MCC REGIONE PUGLIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEGLI INCENTIVI AREA SERVIZI PER LO SVILUPPO Il presente Regolamento definisce i criteri, le modalità e le procedure cui i soggetti abilitati ad operare

Dettagli

il Comune di, con sede in Via - C.F., legalmente rappresentato dal dott., nella sua qualità di, giusta delibera n. del premesso:

il Comune di, con sede in Via - C.F., legalmente rappresentato dal dott., nella sua qualità di, giusta delibera n. del premesso: ICI S/L (SC) 1 CONVENZIONE TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE E IL COMUNE DI PER IL PAGAMENTO DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI, DELLE SANZIONI E DEGLI INTERESSI E LA FORNITURA DEI RELATIVI FLUSSI INFORMATIVI

Dettagli

OGGETTO: NOVITA DEL MESE DI NOVEMBRE 2013. Principali scadenze mese di novembre 2013

OGGETTO: NOVITA DEL MESE DI NOVEMBRE 2013. Principali scadenze mese di novembre 2013 > Circ. n. 9-M/2013 PC/pf Del 04 2013 OGGETTO: NOVITA DEL MESE DI NOVEMBRE 2013 Spett.le Ditta/Società In evidenza SOMMARIO Principali scadenze mese di 2013 Modello di comunicazione polivalente delle operazioni

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Circolare nr.03/2015 Ai sig.ri Clienti E loro sedi ULTIME NOVITÀ FISCALI Diritto CCIAA 2015 Decreto Ministero Sviluppo economico 8.1.2015 Tremonti-quater Circolare Agenzia Entrate 19.2.2015, n. 5/E È stato

Dettagli

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 16 DEL 18.05.2011

Dettagli

LA MANOVRA ESTIVA 2008

LA MANOVRA ESTIVA 2008 Seminario LA MANOVRA ESTIVA 2008 Arezzo 8 ottobre 2008 Lucca 9 ottobre 2008 Firenze 14 ottobre 2008 D.L. n. 112/2008 Il nuovo regime fiscale dei fondi di investimento immobiliari Dott. Fabio Giommoni Fondi

Dettagli

CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO

CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO PER LA REGOLARIZZAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI (TARSU) PER GLI ANNI ARRETRATI NON PRESCRITTI Approvato con deliberazione consiliare n. 22 del

Dettagli

Circolare per la Clientela - 27.3.2014, n. 8 Destinazione del cinque per mille dell'irpef -Proroga per il 2014- Presentazione delle domande

Circolare per la Clientela - 27.3.2014, n. 8 Destinazione del cinque per mille dell'irpef -Proroga per il 2014- Presentazione delle domande Circolare per la Clientela - 27.3.2014, n. 8 Destinazione del cinque per mille dell'irpef -Proroga per il 2014- Presentazione delle domande INDICE 1 Premessa 2 Soggetti destinatari 3 Individuazione degli

Dettagli

COMUNE DI LAURIA (PZ)

COMUNE DI LAURIA (PZ) COMUNE DI LAURIA (PZ) Guida ICI per il contribuente CHI DEVE PAGARE L ICI Ai sensi del D.lgs n.504/92, devono pagare l ICI i proprietari (o titolari di altro diritto come, usufrutto, uso o abitazione,

Dettagli

RISOLUZIONE N.55/E QUESITO

RISOLUZIONE N.55/E QUESITO RISOLUZIONE N.55/E Roma, 7 giugno 2012 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Agevolazione del 36% - Incompletezza dei dati del bonifico

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Direzione Interregionale per l Emilia Romagna e le Marche. Relatore: Ing. G. Velleca

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Direzione Interregionale per l Emilia Romagna e le Marche. Relatore: Ing. G. Velleca Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Direzione Interregionale per l Emilia Romagna e le Marche Relatore: Ing. G. Velleca 1 L Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, tra gli altri compiti istituzionali, è competente

Dettagli

CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI

CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI Allegato alla Delib.G.R. n. 50/27 del 10.11.2009 CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI L.R.10 gennaio 2001 n.. 2 Titolo T II DIRETTIVE DI

Dettagli

RISOLUZIONE N.100/E QUESITO

RISOLUZIONE N.100/E QUESITO RISOLUZIONE N.100/E Roma, 19 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Articolo 1, commi 280-283, della legge 27 dicembre 2006,

Dettagli

Accertamenti e Controlli 2011

Accertamenti e Controlli 2011 Accertamenti e Controlli 2011 Manovra estiva 2010 D.L. n. 78/2010 Manovre estive 2011 D.L. n. 70/2011 D.L. n. 98/2011 D.L. n. 138/2011 28 SETTEMBRE 2011 Avv. Giampaolo Foresi ACCERTAMENTO SINTETICO (Art.

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 18/02/2013

Direzione Centrale Entrate. Roma, 18/02/2013 Direzione Centrale Entrate Roma, 18/02/2013 Circolare n. 28 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XIII CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO Guida bibliografica... 3 1. Origini dell istituto.... 5 2. Il concordato preventivo

Dettagli

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 PARTE I PESCA E ACQUACOLTURA Legge Finanziaria per il 2008 (L. 24 dicembre 2007 n. 244, pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 285 della G.U. 28 dicembre 2007,

Dettagli