COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA. Città Turistica e d Arte REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE AD USO ABITATIVO DI ALLOGGI COMUNALI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA. Città Turistica e d Arte REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE AD USO ABITATIVO DI ALLOGGI COMUNALI"

Transcript

1 COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA Città Turistica e d Arte REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE AD USO ABITATIVO DI ALLOGGI COMUNALI Approvato con delibera C.S. n. 110 del 28/4/2004 1

2 Art.1 Premessa Il presente regolamento disciplina le concessioni ad uso abitativo degli immobili di proprietà del Comune di Peschiera del Garda. Gli immobili dati in concessione appartengono al patrimonio indisponibile dell Ente Comune in quanto destinati alla soddisfazione dell interesse pubblico di offrire una opportunità abitativa a famiglie o persone in particolari situazioni economiche o sociali. Art.2 Criteri di assegnazione La Giunta comunale determina ogni due anni con proprio provvedimento i criteri ed i punteggi di priorità per la formulazione della graduatoria di assegnazione degli alloggi sulla base dei principi di imparzialità e di trasparenza e tenuto conto dei bisogni e delle situazioni di intervento. Art.3. Esclusività dell assegnazione dell alloggio L assegnazione dell alloggio rileva esclusivamente per il titolare della concessione e per le persone conviventi al momento della presentazione della domanda. Il Concessionario non può assolutamente e per nessuna ragione, a pena di revoca immediata e di diritto dell atto di concessione, estendere il diritto di abitazione di cui è beneficiario a persona diversa da quelle elencate tra quelle conviventi al momento della presentazione della domanda. Nel caso in cui il Concessionario avesse intenzione di estendere il diritto di alloggio a persone diverse da quelle conviventi al momento della presentazione della domanda, dovrà inderogabilmente presentare un istanza scritta al Comune nella quale dovrà chiedere l'autorizzazione ad estendere i benefici del diritto a nuove persone e specificare le generalità della o delle persone, la loro occupazione o il loro stato di disoccupazione, ed il loro reddito. L istanza deve essere integrata da una dichiarazione con la quale il titolare si obbliga ad attendere diligentemente la pronuncia del Comune circa la possibilità di estende i benefici del diritto. Sull istanza il Comune dovrà pronunciarsi, previa istruttoria, entro 60 giorni dalla data della sua presentazione con provvedimento espresso. Art.4 Durata della concessione Il rapporto contrattuale, fatto salvo quanto disposto dal punto 4 del presente atto in tema di modifica delle condizioni, ha una durata di due anni senza obbligo di disdetta da parte del Comune. Il contratto di concessione può essere rinnovato ad esclusiva discrezione dell Amministrazione comunale. Entro tre mesi prima della scadenza del secondo anno il Comune, in contraddittorio con il titolare del alloggio, dovrà verificare nuovamente la sussistenza delle condizioni economiche del titolare ivi comprese quelle degli altri membri del nucleo famigliare ovvero dei conviventi. A tal fine il Concessionario sarà obbligato a presentare ai competenti uffici comunali la documentazione economica relativa. Il Concessionario, potrà ottenere il rinnovo del contratto, se la situazione economica al momento del rinnovo del rapporto sia conforme ai criteri ed ai punteggi determinati dalla Giunta Municipale. Se le condizioni sono venute meno, il Concessionario e le persone con lui conviventi saranno tenute a rilasciare l immobile entro e non oltre la data di scadenza del biennio e senza alcun obbligo di disdetta da parte del Comune. L intervenuta modifica delle condizioni economiche nel corso del biennio del Concessionario, ovvero delle persone conviventi, costituisce causa di revoca della concessione, quando non sia conforme ai criteri ed ai punteggi determinati dalla Giunta Municipale. In questi casi l'amministrazione Comunale, entro e non oltre 30 giorni dal ricevimento della comunicazione di cui al punto 4 del presente atto, con provvedimento espresso provvederà alla revoca della concessione ed alla sostituzione con altro assegnatario avente diritto all alloggio. 2

3 Art.5 Ospitalità di terze persone presso l alloggio Il Concessionario può dare ospitalità solo occasionale e non permanente a terzi. Per occasionale si intende l ospitalità inferiore a giorni 30 annui. Qualora il concessionario intenda dare ospitalità per più di trenta giorni annui, deve ottenere la preventiva autorizzazione del Comune pena la revoca della concessione. La richiesta dovrà essere presentata presso l ufficio servizi sociali con indicazione delle generalità delle persone, del periodo di ospitalità previsto e delle motivazioni. Nel caso in cui l autorizzazione all ospitalità di terze persone venisse negata dal Comune, il Concessionario sarà obbligato ad attenersi a tale decisione negando l ospitalità. Le persone ospitate dal Concessionario non possono vantare diritti di alcun genere ivi compreso quello di residenza, domicilio o dimora in quanto la loro permanenza presso l alloggio è limitata nel tempo.in ogni caso l alloggio per le persone ospitate non costituisce e non può costituire dimora abituale secondo l art. 43 del codice civile. Art.6 Modifica delle condizioni di assegnazione Nel caso in cui anche una sola delle condizioni in forza delle quali l alloggio è stato assegnato dovesse nel tempo modificarsi in senso migliorativo per il Concessionario, questi è obbligato a comunicarlo tempestivamente al Comune e comunque mai in un termine superiore a 20 giorni dalla data di mutamento della condizione stessa. Nel caso in cui il Concessionario non provveda alla comunicazione tempestiva ovvero entro e non oltre i 20 giorni dell avvenuta modifica, ovvero rilasci dichiarazioni incomplete o false, il Comune avrà titolo per revocare la concessione e ottenere il rilascio dell immobile entro e non oltre 60 giorni dalla data in cui accerti l avvenuta modifica. Il Comune avrà inoltre titolo per ottenere il risarcimento del danno. La modifica delle condizioni rileva non solo per il Concessionario, ma anche per ciascuna delle persone con lui conviventi, compresi i famigliari, tale per cui la comunicazione dovrà essere realizzata anche qualora il mutamento delle condizioni interessi una delle persone conviventi/famigliari con il titolare dell'alloggio, con la conseguenza che in caso di omissione si provvederà secondo quanto previsto dal presente articolo. Art.7 Decesso del titolare dell alloggio In caso di decesso del Concessionario, subentreranno nel contratto esclusivamente le persone dichiarate conviventi e presenti al momento della presentazione della domanda o se successivamente autorizzati dal Comune. Nessun diritto può vantare l'eventuale persona ospitata dal Concessionario nel caso in cui il decesso avvenga durante il periodo di permanenza temporanea. Nessun diritto può vantare colui o coloro che erano in attesa della risposta del Comune per essere autorizzati a condividere l alloggio secondo quanto disposto all'art. 3. Costoro devono attendere l esito della domanda ed adeguarsi alla decisione presa. Art.8 Divieto di subconcessione o comodato Il Concessionario non potrà, senza il consenso espresso del Comune, subconcedere o dare in comodato, in tutto o in parte l unità immobiliare, pena la risoluzione di diritto del contratto. Art.9 Canone di concessione Il canone, al netto delle spese condominiali ed accessorie, viene stabilito nella delibera di assegnazione e sarà aggiornato, annualmente, in misura del 75% degli indici ISTAT delle variazioni dei prezzi al consumo automaticamente alla scadenza contrattuale annuale ed il relativo canone aggiornato decorrerà dal mese immediatamente successivo senza alcun obbligo di richiesta da parte del Comune. Detto canone sarà pagato in rate mensili anticipate entro il giorno 5 di ogni mese presso la Tesoreria comunale CARIVERONA BANCA SPA ag. di Peschiera del Garda. 3

4 Art.10 Mancato pagamento del canone La mancanza anche parziale del pagamento del canone come pure l inosservanza di qualsiasi obbligo legale o contrattuale, produrranno ipso jure la risoluzione del contratto per fatto o colpa del Concessionario ed il conseguente risarcimento danni, oltre al pagamento di quanto dovuto, ai sensi dell art Codice Civile. Art.11 Rilascio dei locali Il Concessionario riconosce che i locali affidati sono consegnati in buono stato (vuoti, puliti e tinteggiati) a norma dell art Codice Civile e dovranno essere riconsegnati nel medesimo stato in cui li ha ricevuti entro il termine della concessione (per scadenza, decadenza, revoca, risoluzione). Potrà essere stabilita ad assoluta e piena discrezione del Comune una data di consegna dell'immobile diversa rispetto alla data di scadenza, decadenza, revoca o risoluzione della concessione per lo stretto tempo necessario allo sgombero dei locali. Al momento della consegna delle chiavi verrà effettuato un controllo da parte dell ufficio tecnico comunale per verificare lo stato dell'alloggio ed eventuali indennizzi o risarcimenti a carico del Concessionario. La verifica del rispetto degli obblighi di conservazione e restituzione dell'immobile sarà fatta tenendo conto del deperimento connesso al normale e diligente uso e manutenzione dei beni. Qualora le chiavi non fossero per qualsiasi motivo riconsegnate al termine della concessione, il Concessionario autorizza fin d'ora espressamente il Comune, senza alcuna riserva o eccezione, al cambio della relativa serratura senza obbligo di avviso o di comunicazione e con spese a carico del Concessionario. Qualora al termine della concessione (per scadenza, decadenza, revoca, risoluzione), il Concessionario non riconsegnasse nei termini stabiliti dal presente articolo l'alloggio, lo stesso dovrà pagare al Comune una penale pari ad euro 100,00 per ogni giorno di ritardo nella restituzione, fatto salvo il risarcimento per eventuali danni. Il Concessionario non potrà apportare all'alloggio modifica qualsiasi, né eseguire lavori di abbellimento od adattamento senza il preventivo permesso scritto da parte del Comune. Tutte le spese indistintamente saranno a carico del Concessionario che dovrà impegnarsi per eventuali lavori di riduzione in pristino se richiesti dal Comune. Il Concessionario non potrà collocare nelle pareti esterne della casa o dei locali concessi qualsiasi iscrizione od altro, senza permesso scritto del locatore. Art.12 Riparazioni Le riparazioni saranno a carico del Concessionario ai sensi degli artt del Codice Civile. Qualora il Concessionario non provveda ad eseguirle, il Comune vi provvederà direttamente addebitandone il costo al Concessionario che dovrà rimborsarlo entro e non oltre 30 giorni dall avvenuta riparazione. Il mancato rimborso produrrà ipso jure la risoluzione del contratto per fatto o colpa del Concessionario ed il risarcimento dei danni, oltre il pagamento di quanto dovuto, ai sensi dell art del Codice Civile. Art.13 Opere di restauro o abbellimento dell alloggio Il Comune potrà effettuare qualunque opera di restauro interna, od esterna, o di abbellimento della casa senza che il Concessionario possa fare opposizione né chiedere compensi od indennizzi di sorta, valendosi degli artt Cod. Civ. anche se eccedesse in durata il tempo consentito dalle leggi e dalla consuetudine. La durata dovrà comunque essere concordata tra le parti. Art.14 Spese condominiali Le spese condominiali ed accessorie sono a totale carico del Concessionario. 4

5 Art.15 Ispezioni dei locali Il Comune potrà in qualunque momento ispezionare o far ispezionare i locali concessi previa comunicazione scritta ed alla presenza del Concessionario che non potrà in alcun modo impedire o vietare l ispezione programmata. Art.16 Responsabilità del Concessionario Il Concessionario è direttamente responsabile verso il Comune ed i terzi di tutti, nessuno escluso, i danni causati per sua colpa per qualsiasi fatto o evento diretto od indiretto inerente e conseguente l utilizzo dei locali concessi. E responsabile per eventuali spandimenti di acqua, fughe di gas, incendi, ed altre cause non escluse le spese per i restauri. Il concessionario è inoltre responsabile per il mancato adempimento od osservanza di una o più norme del presente regolamento e delle clausole previste nel contratto di concessione. Qualsiasi inadempienza del Concessionario di uno o più obblighi previsti nel presente contratto può comportare l esclusione da successive concessioni. L inadempienza degli obblighi previsti nell art. 1, 3, 4, 6, del presente contratto comportano, oltre a quanto previsto nei predetti articoli, l automatica esclusione da successive concessioni. Art.17 Revoca Il Comune si riserva la più ampia facoltà di revoca della concessione per motivi di interesse pubblico adeguatamente motivati, tra i quali in particolare: - utilizzo da parte del concessionario del bene in modo diverso da quello di assegnazione - cause di forza maggiore - diversa destinazione pubblica sul bene stabilita dal Comune - comportamento del concessionario contrario alla legge - subconcessione o comodato a terzi - ospitalità permanente a terzi ai sensi art.5. - ulteriori casi previsti nel contratto di concessione. Art.18 Obblighi del Comune Il Comune si obbliga a garantire la concessione per tutta la durata del presente contratto, con il libero uso dei locali indicati e la conseguente osservanza del contratto stesso. Art.19 Modifiche della concessione Le modifiche e varianti ai patti del contratto di concessione dovranno sempre risultare da atto scritto. Art.20 Domicilio del Concessionario Per ogni effetto del presente contratto il Concessionario elegge domicilio nei locali concessi e/o presso la Sede Municipale e si riconosce per ogni controversia la competenza del Foro di Verona. Art.21 Norme generali e di rinvio Per quant altro non previsto nei precedenti articoli, si intendono applicabili il provvedimento amministrativo di assegnazione nonché la delibera disciplinante le modalità di assegnazione degli alloggi del Comune e, in quanto compatibili con la natura pubblica del servizio, le norme del Codice Civile. 5

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

TRA. - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede

TRA. - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede CONTRATTO DI LOCAZIONE L anno duemila e questo dì del mese di in Firenze CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA FATTA IN TRE ORIGINALI TRA - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE Art. 1 Con la presente scrittura privata da valersi ad ogni effetto di legge tra le parti, la ditta individuale xxxx di xxxxx Claudia,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. (stipulato ai sensi dell art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431)

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. (stipulato ai sensi dell art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (stipulato ai sensi dell art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) TRA: la Signora ROSSI MARIA nata a ROMA (RM) il 03/08/1966 domiciliata in ROMA (RM), VIA DELLE

Dettagli

L anno duemila e questo dì del TRA. Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede

L anno duemila e questo dì del TRA. Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede CONTRATTO DI LOCAZIONE L anno duemila e questo dì del mese di in Firenze CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA FATTA IN TRE ORIGINALI TRA - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. ai sensi degli artt. 27 e seguenti della legge n 392/78

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. ai sensi degli artt. 27 e seguenti della legge n 392/78 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE ai sensi degli artt. 27 e seguenti della legge n 392/78 Il giorno / /200 con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge IL LOCATORE: nato/a

Dettagli

Contratto di locazione ad uso non abitativo. L anno duemilasette il giorno 03 del mese di maggio a Borgio Verezzi presso

Contratto di locazione ad uso non abitativo. L anno duemilasette il giorno 03 del mese di maggio a Borgio Verezzi presso Contratto di locazione ad uso non abitativo L anno duemilasette il giorno 03 del mese di maggio a Borgio Verezzi presso la Sede Comunale tra Per un parte il sig. Terragno Roberto nato il 19.11.1958 a Finale

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO

DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO per la concessione di spazi dei locali destinati alla somministrazione di alimenti e bevande posti all interno del Nuovo Palazzo

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI IN REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N REP. N. L anno duemila, il giorno del mese di, in Novate Milanese presso e

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE USO NON ABITATIVO. Con la presente scrittura privata redatta in 3 (tre) originali, uno per ciascuna. tra

CONTRATTO DI LOCAZIONE USO NON ABITATIVO. Con la presente scrittura privata redatta in 3 (tre) originali, uno per ciascuna. tra CONTRATTO DI LOCAZIONE USO NON ABITATIVO Con la presente scrittura privata redatta in 3 (tre) originali, uno per ciascuna delle parti contraenti, ed uno per l Ufficio del Registro, tra il Comune di Verbania

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO. La Sig.ra FAVERIO dott.ssa ALICE, che interviene al presente atto in qualità

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO. La Sig.ra FAVERIO dott.ssa ALICE, che interviene al presente atto in qualità CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO La Sig.ra FAVERIO dott.ssa ALICE, che interviene al presente atto in qualità di Responsabile dell Area amministrativa finanziaria del COMUNE DI FINO MORNASCO, C.F./P.IVA

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE Premessa Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via pervenuto al Comune di Palermo giusta confisca ex L. 575/65 e succ. mod. ed integr. in pregiudizio

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE. Con la presente scrittura privata, redatta in triplice copia, tra il CO-

CONTRATTO DI LOCAZIONE. Con la presente scrittura privata, redatta in triplice copia, tra il CO- ALLEGATO ALLA D.G. N. 97/2002. COMUNE CASTEL MAGGIORE (Prov.Bologna) REP. CONTRATTO DI LOCAZIONE Con la presente scrittura privata, redatta in triplice copia, tra il CO- MUNE DI CASTEL MAGGIORE, in persona

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE Con la presente scrittura privata: il locatore Comune di Cairate con sede in Cairate (Va), Piazza Libertà n 7,codice fiscale 00309270122, nella persona di., nato a il

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CON PROMESSA DI FUTURA COMPRAVENDITA

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CON PROMESSA DI FUTURA COMPRAVENDITA CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CON PROMESSA DI FUTURA COMPRAVENDITA I sottoscritti: - Arch. Giorgio Nena nato a Carbonera il 21/12/1952, domiciliato per la carica ove appresso che interviene

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE

CONTRATTO DI LOCAZIONE CONTRATTO DI LOCAZIONE PER USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE Con la presente scrittura privata la Fondazione IRCCS Ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena, con sede in Milano (CAP 20122),

Dettagli

Contratto di locazione commerciale per attività industriale

Contratto di locazione commerciale per attività industriale Contratto di locazione commerciale per attività industriale Addì ***, in *** sono presenti: - ***, con sede legale in ***, P. IVA ***, nel presente atto rappresentata da ***, C.F. ***, residente in ***,

Dettagli

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI SCHEMA CONTRATTO DI CONCESSIONE ALLEGATO - C COMUNE DI LUCOLI (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI PROPRIETÀ COMUNALE PER L'INSTALLAZIONE DI STRUTTURE MOBILI

Dettagli

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI SERVIZIO RELATIVA ALL AREA DI PARCHEGGIO PUBBLICO DI PIAZZA SASSI. Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente

Dettagli

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 COMUNE DI AVIO Provincia di Trento Rep. n. - Atti Privati soggetti a registrazione schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 omissis Tutto ciò premesso

Dettagli

Contratto di locazione per finalità turistica. Il/La sig./soc. <...> (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di

Contratto di locazione per finalità turistica. Il/La sig./soc. <...> (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di Contratto di locazione per finalità turistica Il/La sig./soc. (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone giuridiche, indicare:

Dettagli

COMUNE DI SAN BONIFACIO Provincia di Verona

COMUNE DI SAN BONIFACIO Provincia di Verona DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 107 DEL 15/12/2008 OGGETTO: APPROVAZIONE SCHEMA CONTRATTO DI LOCAZIONE CON ATER VERONA DI PARTE DELL IMMOBILE SITO IN SAN BONIFACIO CORSO ITALIA 12. LA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL UNITA IMMOBILIARE DI

CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL UNITA IMMOBILIARE DI ALLEGATO A Schema contratto di locazione Rep. n. COMUNE DI SARONNO PROVINCIA DI VARESE CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL UNITA IMMOBILIARE DI PROPRIETA COMUNALE SITA IN VIA VERDI N. 7 TRA Il Comune di Saronno

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER FINALITA' TURISTICA. TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato locatore,

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER FINALITA' TURISTICA. TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato locatore, CONTRATTO DI LOCAZIONE PER FINALITA' TURISTICA TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato locatore, assistito (2) dell'associazione territoriale della , di , in

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE DI LOCALI DA UTILIZZARE COME ESERCIZIO DIREZIONALE - COMMERCIALE

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE DI LOCALI DA UTILIZZARE COME ESERCIZIO DIREZIONALE - COMMERCIALE SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE DI LOCALI DA UTILIZZARE COME ESERCIZIO DIREZIONALE - COMMERCIALE Con il presente contratto il geom. Claudio Sturaro Responsabile del Settore Servizi Tecnici SUAP (Sportello

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. Con la presente scrittura privata il sig./la ditta... nato a... il... residente a/con sede a..., cod.

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. Con la presente scrittura privata il sig./la ditta... nato a... il... residente a/con sede a..., cod. CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE Con la presente scrittura privata il sig./la ditta nato a il residente a/con sede a, cod. fisc. concede in locazione per uso al sig./o ditta nato a il residente

Dettagli

6 Repertorio Servizio Sport e Impianti Sportivi n. del CONVENZIONE L anno 2009, il giorno del mese di con la presente scrittura privata, da valere occorrendo quale pubblico strumento, il Comune di Palermo

Dettagli

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO. Provincia Monza e Brianza CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL UNITA IMMOBILIARE DI

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO. Provincia Monza e Brianza CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL UNITA IMMOBILIARE DI ALLEGATO B Schema contratto di locazione Rep. n. COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia Monza e Brianza CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL UNITA IMMOBILIARE DI PROPRIETA COMUNALE SITA IN PIAZZA DIAZ DENOMINATA

Dettagli

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO TIPO di AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO D AFFITTO D AZIENDA Tra i signori: A..., di seguito concedente, nato a..., il..., codice fiscale..., partita IVA..., residente in..., via..., nella sua qualità

Dettagli

Comune di Montesano - prov. di Lecce SCHEMA CONTRATTO DI LOCAZIONE

Comune di Montesano - prov. di Lecce SCHEMA CONTRATTO DI LOCAZIONE Allegato B REPUBBLICA ITALIANA Comune di Montesano - prov. di Lecce SCHEMA CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE COMUNALE EX SCUOLA MATERNA via San Donato. In Montesano, addì -- del mese di ------ dell anno

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE. 1) Contraenti: Il Sig. nato a ( ) il e residente a. in via n., C.F. (Locatore); CONCEDE IN LOCAZIONE

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE. 1) Contraenti: Il Sig. nato a ( ) il e residente a. in via n., C.F. (Locatore); CONCEDE IN LOCAZIONE CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE (art. 27 della legge n.392 del 27 luglio 1978) 1) Contraenti: Il Sig. nato a ( ) il e residente a in via n., C.F. (Locatore); CONCEDE IN LOCAZIONE al Sig. nato a il e

Dettagli

CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE

CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE Tra le sottoscritte parti: CASALE SPORTIVA SRL, con sede in Mirandola (MO), Via Giovanni Pico, 51, p. iva

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE PRESENTI PRESSO LA FONDAZIONE CASOLO. allegato GC 144/10

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE PRESENTI PRESSO LA FONDAZIONE CASOLO. allegato GC 144/10 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PRESENTI PRESSO LA FONDAZIONE CASOLO allegato GC 144/10 2 ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE Possono essere concesse in uso le sale ubicate nell immobile comunale

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO. - Pila S.p.a. (di seguito, per brevità, anche solo PILA ), con sede legale in Frazione Pila n.

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO. - Pila S.p.a. (di seguito, per brevità, anche solo PILA ), con sede legale in Frazione Pila n. CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO Tra: - Pila S.p.a. (di seguito, per brevità, anche solo PILA ), con sede legale in Frazione Pila n. 16 11020 Gressan (AO), codice fiscale, partita I.V.A. e numero

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA. Provincia di Bologna CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETA. L anno, il giorno del mese di

COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA. Provincia di Bologna CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETA. L anno, il giorno del mese di COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA Provincia di Bologna Rep. n CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN VIA EMILIA N.369 DESTINATO AD ATTIVITA TERZIARIE SPECIALIZZATE L anno, il giorno

Dettagli

Contratto di locazione a uso professionale. nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Contratto di locazione a uso professionale. nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone Contratto di locazione a uso professionale Il sig. (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone giuridiche, indicare: ragione

Dettagli

Condizioni generali di Noleggio

Condizioni generali di Noleggio Condizioni generali di Noleggio 1. Oggetto del contratto Il Contratto ha per oggetto la fornitura del servizio di noleggio di articoli di puericultura e relativi accessori (di seguito Bene o Beni ) tra

Dettagli

A CC. 23/2015 CONTRATTO DI COMODATO GRATUITO DEL LOCALE SITO IN PERETO IN VIA DELLA CATENA REPUBBLICA ITALIANA TRA

A CC. 23/2015 CONTRATTO DI COMODATO GRATUITO DEL LOCALE SITO IN PERETO IN VIA DELLA CATENA REPUBBLICA ITALIANA TRA Allegato A CC. 23/2015 CONTRATTO DI COMODATO GRATUITO DEL LOCALE SITO IN PERETO IN VIA DELLA CATENA REPUBBLICA ITALIANA TRA Comune di Pereto, (AQ), rappresentato dal Responsabile dell Ufficio Tecnico,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO DA ABITAZIONE. L'anno 20..., il giorno... del mese di..., in..., nella sede dell'agenzia di

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO DA ABITAZIONE. L'anno 20..., il giorno... del mese di..., in..., nella sede dell'agenzia di CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO DA ABITAZIONE L'anno 20..., il giorno... del mese di..., in..., nella sede dell'agenzia di... alla presenza dell'agente Immobiliare Sig...., tra i Signori:..., nato

Dettagli

CONTRATTO DI GESTIONE TEMPORANEA STAGIONALE. Oggi, in Recoaro Terme, fra le parti:

CONTRATTO DI GESTIONE TEMPORANEA STAGIONALE. Oggi, in Recoaro Terme, fra le parti: CONTRATTO DI GESTIONE TEMPORANEA STAGIONALE DELL ATTIVITA DEL BAR FONTI Oggi, in Recoaro Terme, fra le parti: Terme di Recoaro S.p.A., in persona del legale rappresentante pro-tempore Sig. Arrigo Abalti,

Dettagli

ACCORDO DI OSPITALITA' TEMPORANEA

ACCORDO DI OSPITALITA' TEMPORANEA ACCORDO DI OSPITALITA' TEMPORANEA PREMESSO - che la FONDAZIONE CARGNEL ONLUS, conduce in locazione l unità immobiliare sita in Milano via Scalarini n.4 Piano primo -Appartamento n. 1 di proprietà della

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (STIPULATO AI SENSI DELL'ART.2, COMMA 1, L.9 DICEMBRE 1998, N.431) TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (STIPULATO AI SENSI DELL'ART.2, COMMA 1, L.9 DICEMBRE 1998, N.431) TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (STIPULATO AI SENSI DELL'ART.2, COMMA 1, L.9 DICEMBRE 1998, N.431) TRA: IL SIG. ROSSI MARIO NATO A ROMA (RM) IL 11/01/2011 DOMICILIATO IN ROMA (RM), VIA PO 1, CODICE

Dettagli

(stipulato ai sensi dell'art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) TRA:

(stipulato ai sensi dell'art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (stipulato ai sensi dell'art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) TRA: la società CENTRO REGIONALE S.ALESSIO MARGHERITA DI SAVOIA PER I CIECHI con sede in ROMA

Dettagli

ALLEGATO C CONTRATTO DI LOCAZIONE

ALLEGATO C CONTRATTO DI LOCAZIONE ALLEGATO C CONTRATTO DI LOCAZIONE Oggi in Modena, con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge tra nato a in via codice fiscale in qualità di in seguito, per brevità, LOCATORE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED ASSEGNAZIONE POSTI AUTO ED AUTORIMESSE DI PERTINENZA DI ALLOGGI POPOLARI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED ASSEGNAZIONE POSTI AUTO ED AUTORIMESSE DI PERTINENZA DI ALLOGGI POPOLARI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED ASSEGNAZIONE POSTI AUTO ED AUTORIMESSE DI PERTINENZA DI ALLOGGI POPOLARI Regolamento adottato in Consiglio Comunale n. 82 del 22/11/2007 1 Art. 1 GENERALITA Gli immobili

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA

COMUNE DI SENIGALLIA COMUNE DI SENIGALLIA PROVINCIA DI ANCONA --ooo-- LOCAZIONE LOCALE AL AD USO COMMERCIALE. DITTA:.. --ooo-- L'anno duemilaquattordici, addì del mese di in Senigallia nella Residenza Municipale Con la presente

Dettagli

ATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI CUI ALLA DETERMINAZIONE N. DEL. L anno duemiladodici e questo dì del mese di TRA

ATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI CUI ALLA DETERMINAZIONE N. DEL. L anno duemiladodici e questo dì del mese di TRA ATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI CUI ALLA DETERMINAZIONE N. DEL L anno duemiladodici e questo dì del mese di in Firenze per il presente atto TRA - il Comune di Firenze, codice fiscale n. 01307110484,

Dettagli

Contratto di locazione di beni immobili a destinazione commerciale / artigianale Con la presente scrittura privata, l anno duemila il mese di il

Contratto di locazione di beni immobili a destinazione commerciale / artigianale Con la presente scrittura privata, l anno duemila il mese di il Contratto di locazione di beni immobili a destinazione commerciale / artigianale Con la presente scrittura privata, l anno duemila il mese di il giorno, tra (A) l ente Comune di (di seguito Locatore) con

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'AUTORIZZAZIONE ALL'AMPLIAMENTO DEL NUCLEO FAMILIARE DELL'ASSEGNATARIO E PER L'OSPITALITA' TEMPORANEA - ALLOGGI DI E.R.P.

REGOLAMENTO PER L'AUTORIZZAZIONE ALL'AMPLIAMENTO DEL NUCLEO FAMILIARE DELL'ASSEGNATARIO E PER L'OSPITALITA' TEMPORANEA - ALLOGGI DI E.R.P. REGOLAMENTO PER L'AUTORIZZAZIONE ALL'AMPLIAMENTO DEL NUCLEO FAMILIARE DELL'ASSEGNATARIO E PER L'OSPITALITA' TEMPORANEA - ALLOGGI DI E.R.P.- Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Giunta Comunale

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE AD USO

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE AD USO CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE AD USO L anno 2012 il giorno 29 del mese di novembre tra le parti: la Dott.ssa Daniela Rivieccio nata a XXXXXXXXXXXXXXXXXXX e residente a XXXXXXXXXXXXXXXXXXX, cod, fisc.

Dettagli

COMUNE DI CATTOLICA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA DELLA PROVINCIA DI RIMINI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI IMMOBILI AD USO

COMUNE DI CATTOLICA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA DELLA PROVINCIA DI RIMINI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI IMMOBILI AD USO COMUNE DI CATTOLICA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA DELLA PROVINCIA DI RIMINI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI IMMOBILI AD USO ABITATIVO NON COMPRESI NELL E.R.P. Il giorno. del mese di dell anno 2013 TRA Il

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Campo di applicazione Qualsiasi contratto stipulato tra Nossa Elettronica s.a.s (d ora in poi Nossa) per la fornitura dei propri Prodotti/Servizi (d ora in poi Prodotto)

Dettagli

COMUNE DI MONTEVEGLIO. Provincia di Bologna CONTRATTO DI AFFITTO AD USO COMMERCIALE ************** L anno duemilanove il giorno.

COMUNE DI MONTEVEGLIO. Provincia di Bologna CONTRATTO DI AFFITTO AD USO COMMERCIALE ************** L anno duemilanove il giorno. COMUNE DI MONTEVEGLIO Provincia di Bologna CONTRATTO DI AFFITTO AD USO COMMERCIALE Rep. n. ************** L anno duemilanove il giorno. del mese di. con la presente scrittura privata da valere ad ogni

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 118 del 19/05/2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE IN USO DELL ALLOGGIO E DEL GARAGE SITI IN VIA CORRIDONI

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI ALLOGGIO

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI ALLOGGIO CONTRATTO DI LOCAZIONE DI ALLOGGIO Programma ERP area in via Fosse, con realizzazione di n 10 alloggi, per l eliminazione di baracche, containers e prefabbricati leggeri di cui alla delibera di G.R. n

Dettagli

CONTRATTO DI COMODATO D USO DELL ALLOGGIO SITUATO PRESSO IL POLO SCOLASTICO DI VIA DOSSOLO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E VIGILANZA

CONTRATTO DI COMODATO D USO DELL ALLOGGIO SITUATO PRESSO IL POLO SCOLASTICO DI VIA DOSSOLO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E VIGILANZA CONTRATTO DI COMODATO D USO DELL ALLOGGIO SITUATO PRESSO IL POLO SCOLASTICO DI VIA DOSSOLO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E VIGILANZA REP. N. L anno duemiladieci, addì del mese di, in Gavardo

Dettagli

ALLEGATO 1 : CONTRATTO DI LOCAZIONE CON OPZIONE DI ACQUISTO

ALLEGATO 1 : CONTRATTO DI LOCAZIONE CON OPZIONE DI ACQUISTO ALLEGATO 1 : CONTRATTO DI LOCAZIONE CON OPZIONE DI ACQUISTO Sono presenti: 1. Immobiliare 2000 srl, con sede in S. Maria C.V. (Ce) alla Via Santella Parco La Perla c.f./p.iva 02606080618, rappresentata

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE COMMERCIALE DESTINATO ALLA VENDITA DI PRODOTTI FARMACEUTICI

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE COMMERCIALE DESTINATO ALLA VENDITA DI PRODOTTI FARMACEUTICI Allegato E (schema contratto di locazione) CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE COMMERCIALE DESTINATO ALLA VENDITA DI PRODOTTI FARMACEUTICI TRA - Il Comune di Bernareggio (codice fiscale 87001490157), con

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE A TERZI DI TERRENI DI USO CIVICO

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE A TERZI DI TERRENI DI USO CIVICO COMUNE DI VIGOLO VATTARO (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE A TERZI DI TERRENI DI USO CIVICO Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 35 del 29.12.1999 Modificato con delibera

Dettagli

(art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) L anno duemilaquattordici, il giorno del mese di

(art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) L anno duemilaquattordici, il giorno del mese di Rep. n. del COMUNE DI ROSTA PROVINCIA DI TORINO CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) L anno duemilaquattordici, il giorno del mese di, nella Residenza Comunale,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE. L anno duemilaotto il giorno del mese di ( / /2008), in. tra

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE. L anno duemilaotto il giorno del mese di ( / /2008), in. tra CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE L anno duemilaotto il giorno del mese di ( / /2008), in Castelsardo: tra La Società GE.CAS. Gestioni Castelsardo S.p.a., con sede legale in Castelsardo, località Porto

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dipartimento dell organizzazione Giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione Generale delle risorse materiali, dei beni e dei servizi Schema di contratto di locazione dell

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE CIVICHE COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE CIVICHE COMUNALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE CIVICHE COMUNALI 2 ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE Possono essere concesse in uso le sale civiche site nel Capoluogo e nelle frazioni alle condizioni

Dettagli

COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona

COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona SETTORE TECNICO SERVIZIO LAVORI PUBBLICI E PATRIMONIO Concessione di area pubblica parco 1 Maggio e per la gestione del chiosco-bar destinato all esercizio

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO D ARGILE

COMUNE DI CASTELLO D ARGILE COMUNE DI CASTELLO D ARGILE 1 Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE BACHECHE COMUNALI. Approvato con delibera consiliare n. 54 del 28 settembre 2009 ARTICOLO 1 FINALITA 1.1 Il presente

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO. - Pila S.p.a. (di seguito, per brevità, anche solo PILA ), con sede legale in Frazione Pila n.

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO. - Pila S.p.a. (di seguito, per brevità, anche solo PILA ), con sede legale in Frazione Pila n. CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO Tra: - Pila S.p.a. (di seguito, per brevità, anche solo PILA ), con sede legale in Frazione Pila n. 16 11020 Gressan (AO), codice fiscale, partita I.V.A. e numero

Dettagli

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011 Filiale Emilia Romagna ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO Rep. n /Atti Privati del 2011 L anno 2011 addì del mese di, presso la sede dell Agenzia del Demanio Filiale Emilia Romagna

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI PROTETTI PER ANZIANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI PROTETTI PER ANZIANI CITTÀ DI ALZANO LOMBARDO PROVINCIA DI BERGAMO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI PROTETTI PER ANZIANI Articolo 1: Oggetto Il presente regolamento disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DELLE MANSIONI DI CUSTODIA PRESSO STABILI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DELLE MANSIONI DI CUSTODIA PRESSO STABILI COMUNALI COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DELLE MANSIONI DI CUSTODIA PRESSO STABILI COMUNALI (Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA RESIDENZA SITA IN CORTE MADDALENE N. 5.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA RESIDENZA SITA IN CORTE MADDALENE N. 5. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA RESIDENZA SITA IN CORTE MADDALENE N. 5. ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina la concessione in uso della sala

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER. IMMOBILE AD USO COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978)

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER. IMMOBILE AD USO COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILE AD USO COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) L anno duemiladodici (2012), il giorno ( ) del mese di.., in Santa Fiora (GR), tra: Maurizio ONOFRI,

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI SPAZI ALLE ASSOCIAZIONI PER SEDI O PER LO SVOLGIMENTO DELLA PROPRIA ATTIVITA Approvato con Deliberazione

Dettagli

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Ambito di applicazione

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Ambito di applicazione Allegato n. 1 REGOLAMENTO PER L AMPLIAMENTO DEL NUCLEO FAMILIARE E PER L OSPITALITA TEMPORANEA IN ALLOGGI DI E.R.P, DI CUI AGLI ARTT. 25, c. 6 d) E 27 DELLA L.R. N. 24/2001. TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Comune di Calvenzano P.zza Vitt. Emanuele II, 6 Tel. 0363/860711 Fax. 0363/860799 REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione

Dettagli

a) strumenti musicali e loro accessori destinati alla didattica ordinaria e alle produzioni;

a) strumenti musicali e loro accessori destinati alla didattica ordinaria e alle produzioni; REGOLAMENTO INTERNO PER LA GESTIONE DEGLI STRUMENTI E DELLE APPARECCHIATURE MUSICALI DI PROPRIETA DEL CONSERVATORIO DI MUSICA G. PIERLUIGI DA PALESTRINA DI CAGLIARI, (art. 14, comma 4 del D.P.R. 28 febbraio

Dettagli

DITTA SINET ITALIA S.R.L.

DITTA SINET ITALIA S.R.L. COMUNE DI SPINEA (Provincia di Venezia) CONVENZIONE CON LA DITTA SINET ITALIA S.R.L. DI PORTOGRUARO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PER LA TRACCIABILITA E RINTRACCIABILITA DELLE INFORMAZIONI MARKETING

Dettagli

COMUNE DI VALPELLINE

COMUNE DI VALPELLINE COMUNE DI VALPELLINE c/o Municipio: Loc. Les Prailles, 7 11010 Valpelline (AO) - Tel. 0165/73227 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFITTO LOCALI DEL BAR RISTORANTE DI PROPRIETÀ COMUNALE, SITO IN FRAZ. LES PRAILLES

Dettagli

REGOLAMENTO Per la concessione in locazione delle Botteghe Artigiane

REGOLAMENTO Per la concessione in locazione delle Botteghe Artigiane C O M U N E D I S I N N A I Provincia di Cagliari Parco delle Rimembranze C.A.P. 09048 Tel. 070/76901 Fax 070 781412 www.comune.sinnai.ca.it Allegato alla deliberazione C.C. n 24 del 14 Giugno 2007 REGOLAMENTO

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE (USO COMMERCIALE)E RELATIVA PERTINENZA TRA

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE (USO COMMERCIALE)E RELATIVA PERTINENZA TRA CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE (USO COMMERCIALE)E RELATIVA PERTINENZA TRA L ASP(Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) RETE - Reggio Emilia Terza Età con

Dettagli

PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA E L OSPITALITÀ TEMPORANEA

PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA E L OSPITALITÀ TEMPORANEA COMUNE DI DOLO PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA E L OSPITALITÀ TEMPORANEA Approvato con delibera C.C. n. 77 del 22.11.2012 Modificato con

Dettagli

COMUNE DI SERRA PEDACE (Provincia di Cosenza)

COMUNE DI SERRA PEDACE (Provincia di Cosenza) COMUNE DI SERRA PEDACE (Provincia di Cosenza) Arrea Tecnica Via Roma, 126 87050 Serra Pedace ( CS) REGOLAMENTO Per la locazione e la concessione in uso degli immobili comunali.- (Approvato con deliberazione

Dettagli

Comune di Villa di Tirano

Comune di Villa di Tirano Comune di Villa di Tirano! "" #$% &' ( CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO 1. OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

ALLEGATO B) ALLA DELIBERAZIONE N. 38 DEL 22.3.2013 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, AGRICOLTURA E ARTIGIANATO DI REGGIO EMILIA

ALLEGATO B) ALLA DELIBERAZIONE N. 38 DEL 22.3.2013 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, AGRICOLTURA E ARTIGIANATO DI REGGIO EMILIA ALLEGATO B) ALLA DELIBERAZIONE N. 38 DEL 22.3.2013 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, AGRICOLTURA E TRA ARTIGIANATO DI REGGIO EMILIA P.zza della Vittoria, 3 Reggio Emilia ********** CONTRATTO DI LOCAZIONE

Dettagli

COMUNE DI SPINEA UFFICIO SERVIZI SOCIALI E POLITICHE PER LA CASA

COMUNE DI SPINEA UFFICIO SERVIZI SOCIALI E POLITICHE PER LA CASA COMUNE DI SPINEA UFFICIO SERVIZI SOCIALI E POLITICHE PER LA CASA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA DI ALLOGGI IN CONVENZIONE CON IL COMUNE DI VENEZIA E ALTRI ALLOGGI PER INTERVENTI DI ASSISTENZA

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

CAPITOLATO RELATIVO AL LEASING

CAPITOLATO RELATIVO AL LEASING Capitolato per l affidamento, previa acquisizione del progetto definitivo in sede di offerta, dell appalto misto di lavori e servizi, per la progettazione esecutiva, la realizzazione e la locazione finanziaria

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE STIPULATO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL CODICE CIVILE (USO FORESTERIA) Con la presente scrittura privata tra

CONTRATTO DI LOCAZIONE STIPULATO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL CODICE CIVILE (USO FORESTERIA) Con la presente scrittura privata tra BOZZA n.5 CONTRATTO DI LOCAZIONE STIPULATO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL CODICE CIVILE (USO FORESTERIA) Con la presente scrittura privata tra la Parrocchia sita in, via n., C.F. (della Parrocchia), legalmente

Dettagli

CONTRATTO TRANSITORIO DI LOCAZIONE

CONTRATTO TRANSITORIO DI LOCAZIONE CONTRATTO TRANSITORIO DI LOCAZIONE TRA Il Comune di SALE MARASINO C.F. 80015470174 rappresentato da.., nato a..il. di seguito più brevemente denominata LOCATORE E POSTE ITALIANE S.p.A. con sede legale

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AI SENSI DELLA L.392/1978. COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI con sede legale in Gemona del Friuli, piazza

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AI SENSI DELLA L.392/1978. COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI con sede legale in Gemona del Friuli, piazza ALLEGATO A COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE INDICE CRONOLOGICO SCRITTURE PRIVATE N. CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AI SENSI DELLA L.392/1978 TRA: COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI con sede

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE (art. 27 della legge n.392 del 27 luglio 1978) Il sig., nato a il ed ivi residente in Via n. (c.f. ) e la sig.ra, nata a il ed ivi residente in n. (c.f. ), in prosieguo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI COMUNALI PER LO SVOLGIMENTO E L ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA SPORTIVE, RICREATIVE E CULTURALI

REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI COMUNALI PER LO SVOLGIMENTO E L ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA SPORTIVE, RICREATIVE E CULTURALI COMUNE DI ROCCAVIONE Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI COMUNALI PER LO SVOLGIMENTO E L ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA SPORTIVE, RICREATIVE E CULTURALI VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI LOCALI E SALE COMUNALI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 110 del 23/12/2003. Modificato con Deliberazione

Dettagli

BOZZA DI CONTRATTO DI AFFIDAMENTO IN GESTIONE

BOZZA DI CONTRATTO DI AFFIDAMENTO IN GESTIONE BOZZA DI CONTRATTO DI AFFIDAMENTO IN GESTIONE CA FOSCARI FORMAZIONE E RICERCA S.r.l., con sede legale in Venezia, Dorsoduro 3246, C.F. e Partita IVA 03387580271, rappresentata dal Prof. Maurizio Scarpari

Dettagli

COMUNE DI VOGHIERA (PROVINCIA DI FERRARA) L'anno duemiladodici, addì ( ) del mese di, presso la

COMUNE DI VOGHIERA (PROVINCIA DI FERRARA) L'anno duemiladodici, addì ( ) del mese di, presso la COMUNE DI VOGHIERA (PROVINCIA DI FERRARA) SVOLGIMENTO DEI COMPITI E FUNZIONI DI RESPONSABILE ESTERNO DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) PER L ANNO 2012 Rep. N. /2012 L'anno duemiladodici,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE RELATIVO AD ALCUNI LOCALI SITI. FONDAZIONE CITTÀ DI CREMONA con sede in CREMONA (CR),

CONTRATTO DI LOCAZIONE RELATIVO AD ALCUNI LOCALI SITI. FONDAZIONE CITTÀ DI CREMONA con sede in CREMONA (CR), CONTRATTO DI LOCAZIONE RELATIVO AD ALCUNI LOCALI SITI IN VIA XI FEBBRAIO N. 56 A CREMONA. FONDAZIONE CITTÀ DI CREMONA con sede in CREMONA (CR), PIAZZA GIOVANNI XXIII 1, codice fiscale 01312440199, qui

Dettagli