Adozione di una soluzione e- learning: criteri di scelta e recenti trend

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Adozione di una soluzione e- learning: criteri di scelta e recenti trend"

Transcript

1 Adozione di una soluzione e- learning: criteri di scelta e recenti trend Garavaglia Andrea & Mauro Gaiotto LISP Laboratorio Informatico di Sperimentazione Pedagogica Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione R.Massa Adoption of e-learning solution: selection criteria and recent trends by Garavaglia, A., & Gaiotto, M. is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License. 1. Introduzione Negli ultimi anni diverse organizzazioni, di varia natura e composizione, ha fatto ricorso almeno una volta all e-learning come modalità formativa in grado di rispondere ad un bisogno o risolvere un problema. Sebbene circa il 50% del mercato mondiale sia rappresentato dalla realtà statunitense, anche in Europa si registrano diverse realtà, le cui scelte sono solo in parte legate a condizioni economiche (Temperiti, 2010). In linea generale, i motivi che hanno spinto le società a fare ricorso a tale modalità formativa sono riassumibili nei seguenti punti (Garavaglia, 2010): - necessità di formare persone dislocate in sedi remote; - razionalizzare la formazione di base estesa ad un elevato numero di dipendenti, in modo da creare economie di scala; (c) 2012 Garavaglia, A., & Gaiotto, M.,. 1

2 - permettere una maggiore personalizzazione dei percorsi formativi per i discenti e una maggiore flessibilità di fruizione nei modi e nei tempi. Il fenomeno dell e-learning appare quindi, dopo diversi anni di evoluzione, una realtà tutt altro che transitoria, che sembra avviarsi verso un ulteriore consolidamento, in grado di affrontare anche situazioni economiche meno floride come quelle che presentano i paesi europei negli ultimi anni. Con il seguente lavoro si intende comprendere quali fattori possono influenzare il mondo della formazione on line, venendo a caratterizzare e definire le nuove esigenze, risorse e possibilità che definiscono le diverse soluzioni implementabili. Nello specifico si tratta di comprendere quali siano i criteri che i diversi attori stanno attuando per selezionare e costruire una scelta inerente la soluzione e-learning da adottare, e di comprendere quali siano le possibilità implementabili in base all evoluzione tecnologica e alle nuove esigenze organizzative sia dei reparti dedicati all HR, sia di quelli che si occupano delle infrastrutture IT delle rispettive società. Per analizzare l oggetto di indagine, non potendo pretendere di coinvolgere l intero mercato mondiale che fa riferimento alla formazione in e-learning, si è deciso di mirare all ascolto di provider importanti, nonché leader del mercato rispetto ad alcune aree di servizio o geografiche. In modo particolare è stata attuata una raccolta dati che concerne: - Interviste a responsabili di vendita o marketing di importanti società leader che si sono rese disponibili 1 ; - Analisi delle soluzioni, dei prodotti e dei servizi offerti da aziende leader; - Questionari a selezione di clienti di prodotti e-learning Nella fattispecie sono state realizzate sei interviste in profondità a società leader che hanno accettato di partecipare alla ricerca, analizzato dieci siti di provider (tra cui le stesse intervistate), e raccolto i questionari anonimi di 125 aziende 2 di diverse nazionalità che hanno accolto la proposta di partecipare alla ricerca. 1 Si ringraziano in modo particolare per la gentilezza e ampia collaborazione Cornestone, Docebo, Edutech, LearnExact, e Upside 2 Le società che hanno risposto al questionario fanno parte di un campione non probabilistico costituito attraverso la seleziona da una lista di clienti di provider e la diffusione del questionario attraverso reti di professionisti interessati ai temi dell e-learning in alcune community e social network (c) 2012 Garavaglia, A., & Gaiotto, M.,. 2

3 2. Criteri di scelta di una soluzione e-learning La scelta di una soluzione e-learning è sicuramente un operazione complessa che coinvolge diversi livelli aziendali e che, soprattutto, si distingue da caso a caso. Le risposte date da diverse società, che in buona parte già utilizza soluzioni e-learning per la formazione del personale, ha evidenziato una concentrazione di item legati ad aspetti generali della qualità del fornitore e dei servizi, come la competenza del fornitore (82%) 3, il livello e la qualità dell assistenza (63%), delle buone referenze e testimonal (58%). Insieme a questi risulta essere molto importante anche il prezzo concorrenziale (66%). Ad essere quindi maggiormente decisivi sembrano essere gli aspetti meno legati alla tipologia di offerta rispetto alla percezione che la scelta fatta sia solida, sicura e ad un prezzo accessibile. Per quanto riguarda gli aspetti tecnici, è da mettere in rilievo l elevata attenzione verso la possibilità di integrazione dei servizi e prodotti acquistati all intero del proprio sistema informativo aziendale (74%): questo dato mette in rilievo una delle maggiori complessità affrontate negli ultimi anni, legata alla necessità di semplificare l accesso alle applicazioni tecnologiche e alle informazioni, data dalla necessità di utilizzare più software e sistemi per il funzionamento delle diverse aree e l espletamento delle diverse funzioni aziendali. Altre voci sembrano legate a questo aspetto, prima fra tutte la presenza di soluzioni cloud (43%), una realtà sostanzialmente nuova che pare evolvere verso un consolidamento definitivo dato che può esser sfruttato per realizzare in modo più agevole l integrazione con i diversi sistemi. Sempre legato al problema dell integrazione è importante sottolineare l utilizzo di tecnologie specifiche attraverso l uso di API (33%), mentre il problema della scalabilità (34%), cioè la possibilità di adeguare il sistema a un numero di utenti che può variare notevolmente anche in breve tempo, e la richiesta di un sistema Saas (21%) sono decisamente legate alle soluzioni cloud 4. Il Learning Management System rimane il cuore della formazione online, e nonostante siano stati registrati decisivi miglioramenti in tutti i sistemi, è ancora sottolineata la qualità dell ambiente, soprattutto in termini di navigabilità (56%). Sempre legato all ambiente si registra un interesse piuttosto marcato anche la presenza di una versione mobile della piattaforma (37%), che evidentemente sta raccogliendo sempre più interesse se non altro per la recente diffusione dei tablet e degli smartphone nel settore professionale. 3 Per un dettaglio sulle percentuali fare riferimento alla tabella 1 4 Chi ha risposto di volere fare riferimento a soluzioni Saas, ha comunque indicato il cloud tra le risposte. (c) 2012 Garavaglia, A., & Gaiotto, M.,. 3

4 Per quanto riguarda la richiesta di produzione di contenuti (34%) e la possibilità di acquistarne già pronti da un ampio catalogo (35%) sembra che ci sia pari richiesta, ma si tratta sicuramente di un dato che varia in base alle esigenze e al contesto. Item criteria % Competence 82 Integration with other informatic system 74 Low price 66 Support 63 References/testimonial 58 Quality/user friendly of LMS 56 Cloud 43 Mobile version of LMS 37 Consulting 35 Retail of Learnin Object 35 Development of Learning Objects 34 Unlimited Scalability 34 Integration with other application through API 33 Saas - Software as a Service 21 Talent Management System 21 Content Network Distribution 20 Hosting 18 Fast Time To Market 18 Table 1 - risposte alla domanda a risposta multipla "quali criteri usi nella scelta di una soluzione e-learning?" (percentuale sul totale delle compilazioni) Risulta interessante rileggere questi dati in base alle risposte fornite da alcune aziende leader, soprattutto considerando che il mercato è in realtà piuttosto differenziato per esigenze legate alla complessità e numerosità organizzativa. Alcune società basano la propria offerta in modo specifico sul servizio di consulenza, soprattutto se storicamente provengono dal settore della consulenza aziendale sui processi e sulla gestione delle risorse umane, mentre altre sembrano puntare a soluzioni tecnologicamente mirate alla formazione in e-learning. (c) 2012 Garavaglia, A., & Gaiotto, M.,. 4

5 Figura 1 - tag cloud delle risposte fornite durante le interviste ai responsabili di vendita di soluzioni e-learning di sei società leader Nel primo caso l offerta è dedicata a soluzioni che puntano ad avere un unico sistema di gestione delle risorse umane e della formazione (e-hr e e-learning integrati), mentre nel secondo vengono sviluppate soluzioni che tendono all integrazione dell ambiente LMS con i sistemi di gestione HR già presenti e utilizzati dalla società 5. Tra le prime vi sono sicuramente Saba, Cornerstone e SumTotal, i cui sistemi sono decisamente orientati al talent management, soluzione spesso raffinata di gestione dello sviluppo delle carriere che non risulta ampiamente richiesta in prima istanza: come emerge dalle interviste, essa richiede una pianificazione piuttosto complessa e articolata da parte dei clienti, i quali che sono così spinti a dovere compiere delle scelte a lungo termine a livello organizzativo (spesso difficilmente compatibili con i ritmi trimestrali del mercato o con i piani aziendali di vertice). Tra le seconde vi sono società che nascono in ambito maggiormente IT, spesso esclusivamente legate all uso di tecnologie per la formazione, come ad esempio Exact Learning Solutions, Upside Learning, Edutech e Docebo, che stanno puntano maggiormente su prodotti e servizi ad alto livello tecnologico quali lo sviluppo di learning object sofisticati per dispositivi mobile o simulazioni che presentano motori con livelli di intelligenza artificiale sempre più evoluti, oppure Learning Management System altamente personalizzati e soluzioni di hosting e cloud diversificate. Seppur orientate da filosofie diverse, le aziende intervistate non hanno presentato risposte molto divergenti: la maggior parte ha sottolineato quanto i clienti si aspettino da loro un adeguata consulenza per la corretta scelta e gestione delle soluzioni, tanto che circa nella metà dei casi 5 Un classico caso di chi utilizza sistemi molto complessi come SAP, difficilmente abbandonabili, che scelgono di rivolgersi a società leader della formazione in e-learning per implementare un sistema integrato. (c) 2012 Garavaglia, A., & Gaiotto, M.,. 5

6 i clienti si presentano con dei bisogni specifici o problemi generali, e raramente hanno un idea precisa del tipo di soluzione che adotteranno. Sempre di primaria importanza risulta il prezzo, elemento fondamentale per la scelta finale del provider a cui rivolgersi. Ad un secondo livello di importanza, in linea coi risultati del questionario riservato ai fruitori, si conferma la verifica e possesso delle competenze adeguate che il cliente si aspetta insieme ad una credibile esperienza, che vengono generalmente sondate attraverso referenze di altre società di settori affini che si sono rivolti allo stesso fornitore. In merito a questo, una strategia che alcuni fornitori dichiarano vincente riguarda la pubblicazione sui siti di diverse pagine dedicate all analisi di casi di successo dei principali clienti. Un terzo livello di importanza è legato a caratteristiche dell offerta, prevalentemente le soluzioni inerenti l integrazione dei sistemi in modo efficace e trasparente, che vengono di volta in volta sviluppate attraverso aspetti fondamentali e di base, consistenti nella possibilità di offrire un servizio di hosting o soluzioni cloud, che spesso i clienti richiedono per risolvere in outsorcing problematiche complesse di gestione della propria infrastruttura IT. Sempre a questo livello permangono le caratteristiche tecniche e la qualità dei Learning Object, anche se il discorso si divide tra chi cerca contenuti già pronti da erogare in breve tempo e chi invece richiede lo sviluppo di contenuti ad hoc. Una quota variabile di società, invece, fa riferimento a contenuti costruiti autonomamente o attraverso altre società specializzate esclusivamente in contenuti multimediali. Queste richieste, dicono alcuni intervistati, sono influenzate dalla variabilità delle disponibilità economiche. 3. Le piattaforme non sono (per ora ancora) morte Dal celebre articolo di Tim O Reilly (2005) in cui venne coniato il termine web 2.0, diverse volte si è discusso, letto e parlato del possibile abbandono della piattaforme e-learning (Downes, 2005), ma ciò non è avvenuto in nessun modo. D altronde i dati dell indagine sono piuttosto chiari in merito e non riservano alcun dubbio: tutte le società forniscono un Learning Management System (proprietario, sviluppato in proprio o acquisito esternamente) e non hanno mai smesso di farlo in questi anni. Dalle interviste emerge con chiarezza un dato piuttosto rassicurante per i fornitori diretti di Learning Management System: la piattaforma LMS è spesso il primo prodotto offerto al cliente, insieme agli altri servizi che d altronde sono indissolubilmente legati alla piattaforma stessa. Nella sostanza, qualsiasi processo o prodotto prende corpo all interno del LMS, che a sua volta viene integrato ai sistemi informativi delle (c) 2012 Garavaglia, A., & Gaiotto, M.,. 6

7 società in un numero sempre maggiore di casi. Inoltre, qualsiasi prodotto o soluzione venga scelta e adottata dal cliente, preliminarmente è necessario acquisire o consolidare un ambiente LMS. E evidente che il web 2.0 non ha saputo fornire una reale alternativa. Come mai? L analisi è in realtà piuttosto semplice, ed è legata dal fatto che quando si paventava la morte delle piattaforme in realtà si stava semplicemente sottolineando la semplicità d uso dei sistemi web 2.0 rispetto ad una serie di problematiche che presentavano eccessivamente gli LMS. Nella sostanza i Learning Management System, pur cercando di rispettare gli standard, presentavano generalmente diversi problemi tecnici (Good, 2003) che nel tempo sono generalmente diminuiti in modo piuttosto evidente (in buona parte grazie ad una maggiore standardizzazione del web legata alla progressiva adozione di protocolli e soluzioni legate al web 2.0). Le piattaforme sono quindi evolute venendo in buona parte ad assomigliare nell utilizzo a strumenti web 2.0, senza perdere la propria natura e soprattutto le indispensabili funzionalità di tracciamento dei risultati e di gestione delle attività, dei corsi e delle utenze che permettono di rispondere agli specifici bisogni che l organizzazione della formazione aziendale presenta. E invece possibile che nel tempo i processi di integrazione e interfacciamento rendano le piattaforme sempre più trasparenti ai suoi utilizzatori, venendo a costituire degli ambienti di secondo livello, maggiormente integrate agli altri sistemi già presenti nella intranet aziendale. Qui si giocherebbe, nella sostanza, la scelta di consolidare un sistema unico di e-hr, talent management ed e-learning, oppure l integrazione di diversi specifici sistemi , tendenze e conferme. L anno del cloud? Analizzando le diverse soluzioni e-learning proposte dalle società, è possibile mettere in evidenza delle tendenze innovative che stanno caratterizzando questi ultimi anni. Tra queste vi sono sostanzialmente quattro o meglio cinque tensioni verso cui i diversi fornitori stanno bilanciando le proprie soluzioni. Una tendenza sostanzialmente comune e proposta a diversi livelli è il cosiddetto cloud, adottata in diverse forme e modalità da diversi attori nel mercato dell e-learning (Ercan, 2010). L analisi delle interviste e dell offerta delle aziende evidenzia un attenzione crescente per questa soluzione che coinvolge sostanzialmente l area IT a livello infrastrutturale e l area della formazione a livello organizzativo. L utente finale, di fatto, potrebbe anche non accorgersi della (c) 2012 Garavaglia, A., & Gaiotto, M.,. 7

8 differenza, dato che il sistema può funzionare allo stesso modo: una soluzione cloud per l elearning comporta quindi il vantaggio di potere essere totalmente trasparente al discente. I vantaggi effettivi si registrano nella possibilità di liberare lo staff ICT da gravose incombenze tecniche di elevato spessore e specificità, nonché di agevolare lo staff della formazione grazie alla maggiore stabilità ed efficacia del sistema, garantito dalla gestione diretta del fornitore di servizi. I vantaggi sono pertanto legati ad aspetti organizzativi e tecnici fondamentali ed emergono soprattutto durante i processi di risoluzione delle problematiche, per questo attorno a questa soluzione si sta giocando l evoluzione dell intero settore IT a livello mondiale. Dato che molti provider sono già fornitori di soluzioni hosting, nella sostanza non è difficile riconoscere in un raffinamento delle precedenti offerte il riposizionamento della stesse in soluzioni cloud. E possibile, a questo punto, individuare altre tendenze, che risultano maggiormente utili per la lettura diversificata delle proposte: 1) La prima tendenza è una particolare articolazione del cloud computing, il cosiddetto Saas (Software as a Service). Sebbene non sempre vi sia chiarezza diffusa tra soluzioni cloud e Saas, nel campo dell e-learning i due termini sembrano potere coincidere e possono essere fonte di fraintendimenti: la differenza tra le due situazioni è generalmente molto fine e legata sia alle modalità di integrazione ai sistemi che, soprattutto, alla possibilità di costruire soluzioni on-demand software, consistente nel consentire agli utenti di acquisire in pochi minuti l intero sistema formativo on line (LMS e contenuti) senza il bisogno di una lenta contrattazione con un agente di vendita. L adozione di una soluzione così fatta prevede nella sostanza tutti i vantaggi di una soluzione cloud, ma una flessibilità nella gestione della scalabilità, della configurazione del LMS e di tutti gli aspetti molto più immediata. Sebbene quasi tutti i provider stiano offrendo soluzioni cloud, sono in pochi ad offrire soluzioni Saas, tra questi è degno di nota Docebo che sta ricostruendo l offerta del suo ambiente opensource in un sistema modulare Saas. 2) La seconda tendenza consiste nell investimento nelle soluzioni orientate al talent management come valore aggiunto agli altri servizi legati alla formazione in e- learning. Come già anticipato, questo accade soprattutto per le società che già hanno una consolidata esperienza nel settore della consulenza e del management, le quali integrano al LMS delle applicazioni e-hr creando soluzioni all-in-one. Tra queste si evidenziano Cornestone, Saba, SumTotal, Upside e Edutech che si distinguono per la (c) 2012 Garavaglia, A., & Gaiotto, M.,. 8

9 consulenza in aree geografiche e commerciali specifiche. Il successo di tale servizio è naturalmente legato all accuratezza della tracciatura dei dati e dall efficacia degli algoritmi predittivi, altrimenti si rischia di fare un grosso investimento nel cercare di integrare un sistema e-hr ed e-learning senza alcun valore aggiunto effettivo. 3) La terza tendenza riguarda il mobile learning: negli ultimi anni l utilizzo di dispositivi portatili per la formazione è rientrata nel cosiddetto m-learning o mobile learning, il cui setting è soggetto a diverse dinamicità ma sembra focalizzarsi sin dalle prime istanze sull idea di soggetto che apprende al centro del processo (Geddes 2004). Questo fenomeno si fonda in buona parte sul fatto che i device mobile, nello specifico i cellulari smartphone (e in misura sempre maggiore i tablet), sono di fatto gli strumenti più diffusi e utilizzati dalle persone, anche se poco competenti nell uso delle tecnologie digitali. L adozione di queste soluzioni sembra andare incontro alle necessità di gestione out of office e formazione sul campo. I fornitori al momento sembrano focalizzarsi sulla predisposizione dei propri ambienti in versione mobile, e in alcuni casi, come da esempio Learn Exact, alla predisposizione di learning object specifici per i mobile device. 4) La quarta tendenza viene riconosciuta nel cosiddetto social learning, e consiste nell integrare al LMS dei sistemi di comunicazione informali tipici del web 2.0, in modo da ricostruire una interazione simile a quelle dei social network ristretta all ambito aziendale. In alcuni casi si promuove l inserimento di utenti non appartenenti alla cerchia aziendale ma ai partner e clienti della società stessa, in modo da definire degli ambiti di informazione e divulgazione informale dei propri prodotti e orientamenti. Dalle interviste non è emersa una particolare attenzione verso questo tipo di prodotto, da una parte perché è evidente che si tratta di una soluzione ancora in fase sperimentale i cui benefici non sono ancora stati accertati, dall altra perché, probabilmente per lo stesso motivo, i clienti sembrano maggiormente interessati alle altre soluzioni e tendenze. E altresì da sottolineare quanto sia difficile inserire il sistema di comunicazione informale tipico del social learning in un sistema formale come quello di un organizzazione. Si potrebbe quindi ipotizzare che tale soluzione possa avere riscontro nei sistemi organizzativi maggiormente flessibili e/o destrutturati. (c) 2012 Garavaglia, A., & Gaiotto, M.,. 9

10 Se consideriamo le quattro tendenze specifiche, è possibile costruire un quadro riassuntivo dove, posizionando i provider in considerazione dei trends sui quali hanno maggiore spessore ed esperienza, si ha una fotografia dell attuale situazione delle soluzioni e-learning offerte. Figura 2 - quadrante riassuntivo delle specificità di ogni provider Come si può evincere in figura 2, i quattro trends sono presenti in modo diversificato, mentre ciò che non appare chiaro è il possibile sviluppo futuro. Da una parte è infatti possibile ipotizzare che, in base al consolidamento, le specificità considerate assunte possano essere acquisite da ogni provider. Dall altra, e questo confermerebbe quanto accaduto fino ad ora, è invece possibile ipotizzare una diversificazione delle specificità per ogni provider, con l effetto della creazione di settori specifici e nicchie di mercato dove sarà possibile riconoscere le diverse leadership. (c) 2012 Garavaglia, A., & Gaiotto, M.,. 10

11 References Armbrust, M., Fox, A., Griffith, R., Joseph, A. D., Katz, R., Konwinski, A., Lee, G., Patterson, D., Rabkin, A., Stoica, I., and Zaharia, M. (2010). A view of cloud computing. Commun. ACM, 53(4): Downes, S. (2005). E-learning 2.0. elearn Magazine, 10. Retrieved from Ercan, T. (2010). Effective use of cloud computing in educational institutions. Procedia - Social and Behavioral Sciences, 2(2), doi: /j.sbspro Garavaglia, A. (2010). Didattica on line. Dai modelli alle tecniche, Milano: Unicopli. Geddes, S.J. (2004). Mobile learning in the 21st century: benefit for learners, Knowledge Tree e-journal, 6. Retrieved from Good, R. (2003, Jul 15). How to Select an e-learning, LMS or LCMS System. Retrieved from O Reilly, T. (2005). What Is Web O Reilly Media. O Reilly. Retrieved from (c) 2012 Garavaglia, A., & Gaiotto, M.,. 11

Docebo: la tua piattaforma E-Learning Google Ready.

Docebo: la tua piattaforma E-Learning Google Ready. Docebo: la tua piattaforma E-Learning Google Ready. Potenzia la tua suite Google Apps con Piattaforma FAD e Tutorial gratuiti Docebo! Docebo aiuta le aziende nella transizione da altre suite d ufficio

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

Cloud Survey 2012: lo stato del cloud computing in Italia

Cloud Survey 2012: lo stato del cloud computing in Italia Cloud Survey 2012: lo stato del cloud computing in Italia INTRODUZIONE EXECUTIVE SUMMARY Il cloud computing nelle strategie aziendali Cresce il numero di aziende che scelgono infrastrutture cloud Perché

Dettagli

GRANDE INTERESSE DEI CIO ITALIANI VERSO IL CLOUD: TREND RILEVANTE PER IL

GRANDE INTERESSE DEI CIO ITALIANI VERSO IL CLOUD: TREND RILEVANTE PER IL GRANDE INTERESSE DEI CIO ITALIANI VERSO IL CLOUD: TREND RILEVANTE PER IL 66% Una survey del Politecnico di Milano mostra dati positivi sia per la rilevanza percepita sia per la diffusione dei progetti.

Dettagli

METHODY: l unica one stop shop solution per i vostri progetti di e- learning

METHODY: l unica one stop shop solution per i vostri progetti di e- learning METHODY: l unica one stop shop solution per i vostri progetti di e- learning 1 METHODY: the one stop shop solution for your e-learning projects La FAD (Formazione a Distanza) dopo anni di sperimentazione

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE Roma, 04/01/2016 www.gepincontact.it 1 Agenda Chi siamo Partnership Prodotti & Servizi I nostri Clienti Contatti 2 Chi Siamo GEPIN CONTACT, società specializzata nei servizi

Dettagli

MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE

MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE AS HIO N LUXURY Internet e customer engagement omnichannel stanno trasformando le strategie dei grandi brand del mercato Fashion

Dettagli

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Raffaello Balocco School of Management Politecnico di Milano 26 Giugno 2012 Il mercato del cloud mondiale: una crescita inarrestabile According to IDC Public

Dettagli

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO Report globale e suggerimenti Gennaio 2013 Autore: Filigree Consulting Promosso da: SMART Technologies Executive

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Digitalizzazione e Trasformazione delle PMI. Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 25 ottobre 2012 Bergamo

Digitalizzazione e Trasformazione delle PMI. Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 25 ottobre 2012 Bergamo Digitalizzazione e Trasformazione delle PMI Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 25 ottobre 2012 Bergamo I trend tecnologici che influenzano le nostre imprese? Collaboration Sentiment

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

PROGETTO OSSERVATORIO DI SERVIZI,

PROGETTO OSSERVATORIO DI SERVIZI, PROGETTO OSSERVATORIO DI SERVIZI, SISTEMI E MATERIALI DI E-LEARNING QUESTIONARIO DI RILEVAZIONE * * * * * QUESTIONARIO RIVOLTO AD ENTI CHE OPERANO NEL SETTORE E-LEARNING Data Intervista: Intervistato:

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community Indice 01. Presentazione generale 02. Team 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community 04. E-learning 1. Learning Object 2. Piattaforme LMS 3. Business

Dettagli

Cloud Computing....una scelta migliore. ICT Information & Communication Technology

Cloud Computing....una scelta migliore. ICT Information & Communication Technology Cloud Computing...una scelta migliore Communication Technology Che cos è il cloud computing Tutti parlano del cloud. Ma cosa si intende con questo termine? Le applicazioni aziendali stanno passando al

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE

NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE Progettazione e realizzazione di percorsi di cittadinanza attiva attraverso le nuove tecnologie. PREMESSA Abbiamo scelto per semplicità di presentare in questo

Dettagli

Collaborazione tra enti eterogenei in regime di gestione sicura dei documenti La soluzione as a service su piattaforma Cloud

Collaborazione tra enti eterogenei in regime di gestione sicura dei documenti La soluzione as a service su piattaforma Cloud Business Application Outsourcing & Private Cloud Collaborazione tra enti eterogenei in regime di gestione sicura dei documenti La soluzione as a service su piattaforma Cloud 26 Settembre 2013 Agenda Wiit,

Dettagli

Enterprise Cloud Computing Report

Enterprise Cloud Computing Report 2013 Enterprise Cloud Computing Report Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Michele Ghisetti, Elena Vaciago The Innovation Innovation Group The Group Innovatingbusiness business

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

One to one nella didattica: esiti e processi

One to one nella didattica: esiti e processi One to one nella didattica: esiti e processi Ricerca presentata dal Presidente dell Indire Giovanni Biondi in occasione del Primo Forum sulla Scuola del futuro (Firenze, 23 ottobre 2015) In questi anni

Dettagli

PROFILO D IMPRESA. Analisi, realizzazione ed assistenza di sistemi informativi

PROFILO D IMPRESA. Analisi, realizzazione ed assistenza di sistemi informativi PROFILO D IMPRESA BENVENUTI IN EBS INFORMATICA L AZIENDA 01 L AZIENDA IL FUTURO DIPENDE DAL NOSTRO PRESENTE Ebs Informatica è nata da una consolidata esperienza del suo fondatore nell ambito della consulenza

Dettagli

L e-learning come strumento aziendale

L e-learning come strumento aziendale L e-learning come strumento aziendale Presentiamoci Serena Martini Associato a Joomla! Lombardia dal 2012 facebook: https://www.facebook.com/luna76mi linkedin: https://it.linkedin.com/in/serenamartini

Dettagli

IL SERVIZIO DI RICERCA SUI DISPOSITIVI MOBILI

IL SERVIZIO DI RICERCA SUI DISPOSITIVI MOBILI IL SERVIZIO DI RICERCA SUI DISPOSITIVI MOBILI I motori di ricerca non sono più solamente lo strumento per arrivare ai siti web, ma sono anche e sempre più il principale strumento di accesso alle informazioni

Dettagli

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi Roma, 18 aprile 2013 Ora esiste il Web 2.0: le persone al centro. Interconnesse Informate Disintermediate

Dettagli

Proposta di moduli formativi per lo sviluppo della funzione formazione nelle P.A.

Proposta di moduli formativi per lo sviluppo della funzione formazione nelle P.A. sviluppiamo le competenze! Progetto Una rete per la formazione di qualità RFQ 2014 Proposta di moduli formativi per lo sviluppo della funzione formazione nelle P.A. Roma, 3 marzo 2014 1 I moduli aree di

Dettagli

L'architettura di un blended e-learning efficace (parte 2)

L'architettura di un blended e-learning efficace (parte 2) L'architettura di un blended e-learning efficace (parte 2) Nel precedente approfondimento è stata evidenziata l'importanza di definire un'architettura per un percorso di blended e-learning (bl-el): questo

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

BYOD e virtualizzazione

BYOD e virtualizzazione Sondaggio BYOD e virtualizzazione Risultati dello studio Joel Barbier Joseph Bradley James Macaulay Richard Medcalf Christopher Reberger Introduzione Al giorno d'oggi occorre prendere atto dell'esistenza

Dettagli

La trasformazione in atto nei Data center

La trasformazione in atto nei Data center La trasformazione in atto nei Data center Data Center Hands On Milano, 13 marzo 2012 Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it I nuovi dispositivi Videocamera Console & Player Tablet Smart TV Dual screen

Dettagli

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING I N F I N I T Y Z U C C H E T T I Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere MARKETING SALES SUPPORT CMS KNOWLEDGE BASE E COMMERCE B2B E COMMERCE B2C AD HOC INFINITY ACQUISIZIONE PROTOCOLLAZIONE

Dettagli

OSSERVATORIO CRM. Milano, Circolo della Stampa

OSSERVATORIO CRM. Milano, Circolo della Stampa OSSERVATORIO CRM Milano, Circolo della Stampa E la parola di pietra è caduta Sul mio petto ancora vivo. Non è nulla, ecco, ero preparata. In qualche modo la supererò. Ho molto lavoro oggi: occorre uccidere

Dettagli

I nuovi modelli di delivery dell IT: un quadro di riferimento

I nuovi modelli di delivery dell IT: un quadro di riferimento I nuovi modelli di delivery dell IT: un quadro di riferimento Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano stefano.mainetti@polimi.it Milano, 25 Ottobre 2010 Cloud Computing: il punto d arrivo Trend

Dettagli

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Luca Zanetta Uniontrasporti I venti dell'innovazione - Imprese a banda larga Varese, 9 luglio 2014 1 / 22 Sommario Cos è il cloud computing

Dettagli

Il Citizen Relationship Management ai primi passi in Italia Un confronto pubblico-privato

Il Citizen Relationship Management ai primi passi in Italia Un confronto pubblico-privato Il Citizen Relationship Management ai primi passi in Italia Un confronto pubblico-privato A cura di Thomas Schael e Gloria Sciarra (irso e Butera e Partners) Il Citizen Relationship Management (CRM) in

Dettagli

Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi

Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi Indagine ottenuta grazie alla somministrazione di questionario ad oltre 260

Dettagli

Marketing Multimedia Innovative Communication Technology

Marketing Multimedia Innovative Communication Technology Marketing Multimedia Innovative Communication Technology Chi siamo Marketing Multimedia nasce nel 1993, dall idea e dall entusiasmo di Roberto Silva Coronel. Roberto Silva Coronel, classe 1969, ha fatto

Dettagli

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Forum Banche e PA 2012 Roma, 23 24 Febbraio 2012 Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Monica Pellegrino Research Analyst, ABI Lab Roma, 23 Febbraio 2012-1- Agenda L evoluzione

Dettagli

ASSESSMENT CENTER COSA PENSANO LE AZIENDE?

ASSESSMENT CENTER COSA PENSANO LE AZIENDE? ASSESSMENT CENTER COSA PENSANO LE AZIENDE? INDICE GI GROUP 3 OD&M CONSULTING & ASSET MANAGEMENT 3 1. ASSESSMENT CENTER & COMPETENCE CENTER 4 2. LA SURVEY 9 2.1 ASSESSMENT CENTER: COSA PENSANO LE AZIENDE?

Dettagli

Cloud Computing, infrastrutture innovative per l'outsourcing di applicazioni e servizi.

Cloud Computing, infrastrutture innovative per l'outsourcing di applicazioni e servizi. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e dell'automazione Cloud Computing, infrastrutture innovative per l'outsourcing di applicazioni e servizi.

Dettagli

CBA-SD uno strumento per la valutazione economica dei benefici del Cloud Computing

CBA-SD uno strumento per la valutazione economica dei benefici del Cloud Computing CBA-SD uno strumento per la valutazione economica dei benefici del Cloud Computing Indice 1 Il Cloud Benefit Accelerator - Strecof Dynamics - CBA-SD 3 2 Aspetti matematici, economici e statistici del CBA-SD

Dettagli

KPMG e-learning Solution La nostra offerta

KPMG e-learning Solution La nostra offerta KPMG e-learning Solution La nostra offerta BUSINESS PERFORMANCE SERVICES Aprile 2011 ADVISORY Agenda 1. Introduzione Il ruolo della tecnologia nella formazione Le opportunità offerte dall e-learning 2.

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco. 19 Novembre 2001

Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco. 19 Novembre 2001 Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco 19 Novembre 2001 Valutare la trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto, misurando lo stato attuale di maturità

Dettagli

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le ACCENTURE SPA Profilo Azienda Accenture è un'azienda globale di Consulenza Direzionale, Servizi Tecnologici e Outsourcing che conta circa 323 mila professionisti in oltre 120 paesi del mondo. Quello che

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Milano, 7 Giugno 2012 Cloud Computing: una naturale evoluzione delle ICT Trend n. 1 - ICT Industrialization

Dettagli

RIORGANIZZARSI PER CRESCERE CON IL SOFTWARE GESTIONALE

RIORGANIZZARSI PER CRESCERE CON IL SOFTWARE GESTIONALE RIORGANIZZARSI PER CRESCERE CON IL SOFTWARE GESTIONALE Con Passepartout Mexal le aziende possono migliorare in modo significativo l organizzazione e l operatività. Ingest è a fianco delle aziende con servizi

Dettagli

Il caso Poste Italiane: Il cambiamento, gli attori, il servizio Roma, 9 maggio 2006

Il caso Poste Italiane: Il cambiamento, gli attori, il servizio Roma, 9 maggio 2006 Il caso Poste Italiane: Il cambiamento, gli attori, il servizio Roma, 9 maggio 2006 FORUM P.A. 2006 Page 1 Riferimenti RELATORE Marco SPALLACCINI Postecom S.p.A. BU Servizi per il Gruppo Poste Italiane

Dettagli

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.2 Gestire

Dettagli

IDEAL QUANDO LE IDEE NON BASTANO SERVONO SOLUZIONI IDEALI. www.opentur.it tecnogie per il turismo. Gli strumenti per essere competitivi

IDEAL QUANDO LE IDEE NON BASTANO SERVONO SOLUZIONI IDEALI. www.opentur.it tecnogie per il turismo. Gli strumenti per essere competitivi IDEAL QUANDO LE IDEE NON BASTANO SERVONO SOLUZIONI IDEALI Gli strumenti per essere competitivi Più di 20 anni di attività ed esperienza e più di 60 clienti Soluzioni complete e consolidate focalizzate

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI

1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI 1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI Per implementare una piattaforma di e-learning occorre considerare diversi aspetti organizzativi, gestionali e tecnici legati essenzialmente

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

What you dream, is what you get.

What you dream, is what you get. What you dream, is what you get. mission MWWG si propone come punto di riferimento nella graduale costruzione di una immagine aziendale all'avanguardia. Guidiamo il cliente passo dopo passo nella creazione

Dettagli

Modulo 5 Tecnologia ed E-Business

Modulo 5 Tecnologia ed E-Business Modulo 5 Tecnologia ed E-Business Giacomo Barbieri Partner di Barbieri & Associati Dottori Commercialisti IDSC Srl - Servizi in evoluzione per una professione che cambia giacomo.barbieri@barbierieassociati.it

Dettagli

La trasformazione Social-Digital dell impresa

La trasformazione Social-Digital dell impresa La trasformazione Social-Digital dell impresa Ferdinando Castellano - Alessandro Antonini La trasformazione social-digital dell'azienda diferdinando Castellano - Alessandro Antonini è distribuito con Licenza

Dettagli

PROVINCIA Barletta Andria Trani. Politiche del Lavoro, Formazione Professionale e Pubblica Istruzione. Progetto

PROVINCIA Barletta Andria Trani. Politiche del Lavoro, Formazione Professionale e Pubblica Istruzione. Progetto Barletta Andria Trani Progetto dei Servizi per il Lavoro della Provincia Barletta Andria Trani Premessa e contesto di riferimento Oltre il 25% della popolazione della Provincia di Barletta Andria Trani

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

Com è cambiato il mondo del lavoro con l introduzione delle tecnologie mobile?

Com è cambiato il mondo del lavoro con l introduzione delle tecnologie mobile? Com è cambiato il mondo del lavoro con l introduzione delle tecnologie mobile? Fiorella Crespi Osservatorio Smart Working School of Management del Politecnico di Milano L evoluzione dei modelli di lavoro

Dettagli

Il social Learning: il sistema di Apprendimento nella Social Organization

Il social Learning: il sistema di Apprendimento nella Social Organization Il social Learning: il sistema di Apprendimento nella Social Organization Il Social Learning L evoluzione TRAINING & DEVELOPMENT SOCIAL LEARNING PROFESSIONAL LEARNING Design - Delivery Connect - Collaborate

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI Gruppo di monitoraggio INAIL Abstract È illustrata l esperienza INAIL di monitoraggio di contratti di servizi informatici in cui è prevista l assistenza

Dettagli

GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning

GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning nelle Strutture Ospedaliere Caso Studio Le esigenze delle Strutture Ospedaliere Disporre di una soluzione tecnologica avanzata per gestire efficientemente

Dettagli

Verso una Coop 2.0. Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione.

Verso una Coop 2.0. Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione. Verso una Coop 2.0 Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione Agata Meneghelli Obiettivi ricerca Che potenzialità hanno i nuovi media digitali per

Dettagli

ebusiness e piccola e media impresa

ebusiness e piccola e media impresa ebusiness e piccola e media impresa Produttività e nuove tecnologie: un tema controverso Nell'economia italiana la tecnologia si diffonde lentamente e, se si diffonde, provoca scarse ricadute produttive.

Dettagli

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 2014 Cloud Computing 2014: mercato, adozione, scenario competitivo Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 INDICE INDICE DELLE FIGURE 2 INDICE DELLE TABELLE

Dettagli

Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter

Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter Elena Vaciago Senior Associate Consultant IDC Italia ICT4Green Conference Nhow Hotel, Milano 17 Febbraio 2009

Dettagli

Grazie a Ipanema, Coopservice assicura le prestazioni delle applicazioni SAP & HR, aumentando la produttivita del 12%

Grazie a Ipanema, Coopservice assicura le prestazioni delle applicazioni SAP & HR, aumentando la produttivita del 12% Grazie a Ipanema, Coopservice assicura le prestazioni delle applicazioni SAP & HR, aumentando la produttivita del 12% CASE STUDY TM ( Re ) discover Simplicity to Guarantee Application Performance 1 Gli

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- --------------------------------------------- www.vargroup.it Da 40 anni accompagniamo gli imprenditori. Sviluppare insieme progetti che partono dall innovazione pura per tradursi in processi più efficienti

Dettagli

MASSIMIZZARE IL RITORNO SULL'INVESTIMENTO NELL'INTEGRAZIONE GRAZIE A UN AMBIENTE APPLICATIVO IBRIDO

MASSIMIZZARE IL RITORNO SULL'INVESTIMENTO NELL'INTEGRAZIONE GRAZIE A UN AMBIENTE APPLICATIVO IBRIDO NOTA SULLA RICERCA marzo 2014 MASSIMIZZARE IL RITORNO SULL'INVESTIMENTO NELL'INTEGRAZIONE GRAZIE A UN AMBIENTE APPLICATIVO IBRIDO I PROFITTI Sebbene l'adozione di applicazioni Software as-a-service (SaaS)

Dettagli

CLOUD: QUANDO E COME CONVIENE

CLOUD: QUANDO E COME CONVIENE CLOUD: QUANDO E COME CONVIENE https://www. L'opportunità Cloud La scelta di una soluzione Cloud è logicamente simile alla decisione se terziarizzare o no alcune attività o processi. Il Cloud in più consente

Dettagli

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato IL PROGETTO E-LEARNING della Ragioneria Generale dello Stato Il Contesto Nel corso degli ultimi anni, al fine di migliorare qualitativamente i servizi resi dalla P.A. e di renderla vicina alle esigenze

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

Saetech Group è un azienda di Online Trading che opera nel settore ICT e nei settori chiave di supporto ai mercati internazionali.

Saetech Group è un azienda di Online Trading che opera nel settore ICT e nei settori chiave di supporto ai mercati internazionali. Saetech Group è un azienda di Online Trading che opera nel settore ICT e nei settori chiave di supporto ai mercati internazionali. Nasce nel Luglio del 2007 come Family Company in seguito agli investimenti

Dettagli

Semplificato! Recruiting. Forniamo applicativi web based che portano la gestione delle Risorse Umane un passo avanti.

Semplificato! Recruiting. Forniamo applicativi web based che portano la gestione delle Risorse Umane un passo avanti. Web based software for human resources Recruiting Semplificato! Forniamo applicativi web based che portano la gestione delle Risorse Umane un passo avanti. Lavora meglio e più efficacemente con i tuoi

Dettagli

E-Learning, la Formazione Aziendale diventa semplice.

E-Learning, la Formazione Aziendale diventa semplice. E-Learning, la Formazione Aziendale diventa semplice. Grandi Aziende & Formazione Primaria necessità delle Grandi Aziende è quella di agevolare lo scambio di informazioni tra le diverse unità operative,

Dettagli

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_ DIALOGO_ METODO_ SOLUZIONI_ COMPETENZE_ MISSION_ TECNOLOGIE_ ASSISTENZA_ MANAGEMENT_ SERVIZI_ GEWIN La combinazione di professionalità e know how tecnologico per la gestione aziendale_ L efficienza per

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 L Osservatorio TCI sul Turismo Scolastico Perché? L idea di costituire un Osservatorio sul Turismo

Dettagli

Open Core Engineering Libertà ed efficienza nelle vostre mani

Open Core Engineering Libertà ed efficienza nelle vostre mani Open Core Engineering Libertà ed efficienza nelle vostre mani Nuove opportunità per affrontare le attuali sfide nella progettazione di software Cicli di vita dei prodotti sempre più brevi stanno alimentando

Dettagli

PRESENTAZIONE SINTETICA PROGETTO JOOMLA! UN SITO WEB OPEN SOURCE PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

PRESENTAZIONE SINTETICA PROGETTO JOOMLA! UN SITO WEB OPEN SOURCE PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PRESENTAZIONE SINTETICA PROGETTO JOOMLA! UN SITO WEB OPEN SOURCE PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Premessa: Considerato che: 1. le attuali funzionalità e requisiti connessi alle piattaforme web della Pubblica

Dettagli

La selezione e la formazione on-line come supporto alla gestione del capitale intellettuale

La selezione e la formazione on-line come supporto alla gestione del capitale intellettuale La selezione e la formazione on-line come supporto alla gestione del capitale intellettuale di Alberto Boletti INTRODUZIONE Lo studio dell organizzazione aziendale ha sempre suscitato in me una forte curiosità,

Dettagli

Non soltanto una visione, ma un modo di progettare il futuro. Luigi d Oriano Amministratore Unico

Non soltanto una visione, ma un modo di progettare il futuro. Luigi d Oriano Amministratore Unico 1 Non soltanto una visione, ma un modo di progettare il futuro Luigi d Oriano Amministratore Unico 2 Progettiamo innovazioni Passione, esperienza, intuizione, innovazione. La presenza di lavoratori altamente

Dettagli

Il progetto di ricerca Ellade

Il progetto di ricerca Ellade Il progetto di ricerca Ellade Ellade ELectronic Live ADaptive Learning Gruppo di lavoro Università degli Studi della Calabria, Dipartimento di Matematica Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria,

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto Marco Cantamessa Emilio Paolucci Politecnico di Torino e Istituto Superiore Mario Boella Torino,

Dettagli

Sommario. ELSE D 6.2 Pagina 2 di 10

Sommario. ELSE D 6.2 Pagina 2 di 10 Sommario 1 Aggiornamento del sito web... 3 2... 4 3 Piano di trasferimento... 5 3.1 Social Network... 5 3.2 Siti accademici... 7 3.3 Formazione professionale in ambito medico sanitario... 7 3.4 Comunità

Dettagli

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani Indice Introduzione Ringraziamenti 1. Come effettuare un analisi di mercato low cost 1. Ricerca di mercato low cost 1.1. Ricerca formale 1.2. Ricerca informale 2. Segmentare un mercato in evoluzione 2.1.

Dettagli

partner tecnologico di

partner tecnologico di LAW IL GESTIONALE PER IL RECUPERO CREDITI LA SOLUZIONE CLOUD PER IL RECUPERO CREDITI partner tecnologico di TM Microsoft BizSpark LAW IL GESTIONALE PER IL RECUPERO CREDITI LawRAN è il sistema gestionale

Dettagli

Cloud Computing: alcuni punti fermi per non smarrirsi fra le nuvole

Cloud Computing: alcuni punti fermi per non smarrirsi fra le nuvole Cloud Computing: alcuni punti fermi per non smarrirsi fra le nuvole Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it L ICT come Commodity L emergere del Cloud Computing e i nuovi modelli di delivery Trend n.

Dettagli

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security managing complexity Azienda Akhela è un azienda innovativa in rapida crescita che è diventata un attore importante e riconosciuto nel mercato IT italiano e che si sta affacciando con successo nel mercato

Dettagli

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dr. Dario Maggiorini, Dr. Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli