IMPORTANTE: una società che vuole accedere agli incentivi SMART può richiedere anche le agevolazioni START, se ne ha i requisiti.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IMPORTANTE: una società che vuole accedere agli incentivi SMART può richiedere anche le agevolazioni START, se ne ha i requisiti."

Transcript

1 Smart&Start finanzia progetti imprenditoriali innovativi, la cui validità e sostenibilità deve essere dimostrata dal piano di impresa contenuto nella domanda. SMART prevede contributi a copertura dei costi di gestione dei primi anni di attività, per le nuove imprese ubicate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia e i Comuni del Cratere Sismico Aquilano che propongono modelli di business innovativi sotto il profilo organizzativo o produttivo, oppure orientati a raggiungere nuovi mercati o a intercettare nuovi fabbisogni. START prevede contributi a sostegno delle spese di investimento iniziali, per le nuove imprese ubicate in Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e i Comuni del Cratere Sismico Aquilano che intendono operare nell economia economia digitale e/o valorizzare economicamente i risultati della ricerca, pubblica e privata. I due incentivi Smart e Start sono cumulabili, fino ad un massimo di in quattro anni, per ogni impresa beneficiaria. Per le sole imprese localizzate nei Comuni del Cratere Sismico Aquilano il contributo concesso non potrà superare i Gli incentivi sono rivolti alle società di piccola dimensione, costituite da meno di sei mesi. Per richiedere le agevolazioni non è però necessario aver già costituito la società: possono accedere a Smart&Start anche team di persone fisiche in possesso di una business idea. La costituzione della nuova società sarà richiesta solo dopo l approvazione della domanda di ammissione alle agevolazioni. Smart Le agevolazioni SMART prevedono contributi a fondo perduto per la copertura di costi di gestione aziendali, sostenuti nei 48 mesi successivi alla presentazione della domanda. Possono accedere alle agevolazioni SMART le società di piccola dimensione, costituite da non più di sei mesi e ubicate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Sardegna e Comuni del Cratere Sismico Aquilano.

2 Le società devono proporre un modello di business innovativo sotto il profilo organizzativo o produttivo, oppure orientato a raggiungere nuovi mercati o a intercettare nuovi fabbisogni, anche sociali e ambientali. Ogni società può ricevere un contributo annuo fino a euro, per un ammontare complessivo fino a euro in quattro anni. Per le domande presentate da start-up innovative il contributo complessivo può essere elevato fino a un importo massimo di euro(*). Il contributo è pari ad una percentuale, variabile tra il 15% e il 35%, dei costi annualmente sostenuti per: oneri finanziari, personale dipendente, canoni di affitto, canoni di leasing e ammortamento di impianti, attrezzature e macchinari tecnologici e tecnico-scientifici. IMPORTANTE: una società che vuole accedere agli incentivi SMART può richiedere anche le agevolazioni START, se ne ha i requisiti. (*) Tale maggiore agevolazione non è applicabile nei Comuni del Cratere Sismico Aquilano Chi SMART sostiene le società che propongono progetti d impresa che prevedono: soluzioni tecniche, organizzative o produttive, nuove rispetto al mercato di riferimento dell impresa proponente, anche relativamente alla riduzione dell impatto ambientale ampliamento del target a cui è rivolto il prodotto-servizio, rispetto al bacino attualmente raggiunto dagli altri operatori attivi nello stesso mercato o settore sviluppo e vendita di prodotti/servizi innovativi o migliorativi rispetto ai bisogni dei clienti, oppure destinati a intercettare nuove esigenze, o anche rivolti a innovative combinazioni tra prodotto-servizio e mercato modelli di business orientati all innovazione sociale, anche attraverso l offerta di prodotti e servizi che intercettano bisogni sociali o ambientali. Per accedere alle agevolazioni, le imprese, alla data della presentazione della domanda, devono: essere costituite da non più di 6 mesi essere di piccola dimensione NB

3 avere sede legale e operativa nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna (territori ammessi ex art c del TFUE), Sicilia e Comuni del Cratere Sismico Aquilano essere costituite in forma societaria, comprese le società cooperative essere costituite in maggioranza assoluta numerica e di partecipazione da persone fisiche. Per le società cooperative i soci devono essere rappresentati esclusivamente da persone fisiche. NB È di piccola dimensione l impresa che ha meno di 50 occupati e ha un fatturato annuo, oppure un totale di bilancio annuo, non superiore a 10 milioni di euro. Ai fini della verifica della dimensione aziendale si invita a prendere visione del DM 18 aprile 2005 Per richiedere le agevolazioni non è però necessario aver già costituito la società: possono accedere a Smart&Start anche team di persone fisiche in possesso di una business idea. La costituzione della nuova società sarà richiesta solo dopo l approvazione della domanda di ammissione alle agevolazioni. L elenco completo dei requisiti per l accesso è contenuto al punto 4 ed al punto 8 della Circolare esplicativa del 20 giugno 2013 e, relativamente alle domande presentate nei comuni del Cratere sismico Aquilano, all art. 5 del DM 30 ottobre >> IMPORTANTE: i soggetti che vogliono richiedere anche le agevolazioni START START presentano un unica domanda di agevolazione. Cosa SMART prevede contributi a fondo perduto per la parziale copertura dei costi di gestione sostenuti dalla società, nei 48 mesi successivi alla presentazione della domanda. Costi ammissibili Sono ammissibili alle agevolazioni Smart i seguenti costi, al netto dell IVA: interessi sui finanziamenti bancari a tassi di mercato concessi all impresa spese di affitto di impianti, attrezzature e macchinari tecnologici o tecnico-scientifici, necessari all attività d impresa

4 canoni di leasing relativi agli impianti, attrezzature e macchinari tecnologici o tecnicoscientifici, nuovi di fabbrica e necessari all attività d impresa ammortamento degli impianti, attrezzature e macchinari tecnologici o tecnico-scientifici, nuovi di fabbrica e necessari all attività d impresa costi salariali, relativi al personale dipendente nei limiti massimi stabiliti dai CCNL, in forza di rapporti di lavoro subordinato a tempo determinato o indeterminato. L elenco completo dei costi ammissibili è contenuto nel punto 10 della Circolare esplicativa del 20 giugno 2013 Agevolazioni concedibili Ogni società può ricevere un contributo annuo a fondo perduto fino a euro per un ammontare massimo di euro nell arco di 4 anni dalla data di presentazione della domanda. Il contributo copre una percentuale, variabile tra il 15% ed il 35%, dei costi ammissibili sostenuti ogni anno, con le modalità indicate nella seguente tabella: Agevolazioni concedibili Ogni società può ricevere un contributo annuo a fondo perduto fino a euro per un ammontare massimo di euro nell arco di 4 anni dalla data di presentazione della domanda. Il contributo copre una percentuale, variabile tra il 15% ed il 35%, dei costi ammissibili sostenuti ogni anno, con le modalità indicate nella seguente tabella: Contributo massimo Contributo massimo annuale Localizzazione società beneficiarie Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Cratere Sismico Aquilano Sardegna anno fino al 35% dei costi annui ammissibili fino al 25% dei costi

5 2 anno annui ammissibili 3 anno fino al 15% dei costi 4 anno fino al 25% dei costi annui ammissibili annui ammissibili Per le domande presentate da start-up innovative il contributo può essere elevato fino a un importo massimo complessivo di euro(*) Le indicazioni complete sull entità delle agevolazioni concedibili sono contenute nel punto 9 della Circolare esplicativa del 20 giugno 2013 e negli art. 6 e 9 del Decreto Ministeriale del 30 ottobre 2013 per quanto riguarda i Comuni del Cratere Sismico Aquilano (*) Tale maggiore agevolazione non è applicabile nei Comuni del Cratere Sismico Aquilano Dove

6 SMART finanzia le imprese con sede legale e operativa in tutti i comuni delle regioni Campania, Calabria, Sicilia, Puglia e Basilicata e nei territori ammessi ex art c) del TFUE della Regione Sardegna e dal 3 febbraio 2014 anche nei comuni del Cratere Sismico Aquilano. Come

7 Le domande devono essere presentate esclusivamente via web. Nella domanda che deve includere il piano d'impresa devono essere riportate le seguenti informazioni: il soggetto proponente l attività imprenditoriale l innovatività del progetto il mercato di riferimento e le strategie di ingresso gli aspetti tecnici, economici e finanziari dell iniziativa. Per accedere alle agevolazioni è necessario: registrarsi sul sito dedicato compilare on line la domanda e il piano d impresa inviare telematicamente la domanda, con i relativi allegati. Le domande dovranno essere firmate digitalmente dal legale rappresentante o, nel caso di società non ancora costituite, dalla persona fisica proponente. Ad ogni domanda inviata sarà attribuito un protocollo elettronico. Le domande presentate secondo modalità non conformi non saranno prese in considerazione. I soggetti che vogliono richiedere anche le agevolazioni START presentano un unica domanda di agevolazione. Le modalità di presentazione della domanda sono disciplinate dal punto 5 e dal punto 11 della Circolare esplicativa del 20 giugno 2013 Importante : Smart&Start non è un bando: le domande verranno esaminate secondo l ordine cronologico di invio, non è prevista una graduatoria, né una data ultima per la loro presentazione La valutazione

8 La valutazione viene effettuata secondo l ordine cronologico di invio delle domande e si conclude entro 60 giorni dalla presentazione della domanda completa. L esame delle domande prevede: la verifica dei requisiti d accesso previsti dalla normativa relativamente alle caratteristiche dei soggetti proponenti e dei piani di impresa l esame di merito basato sui seguenti criteri di valutazione: o adeguatezza e coerenza delle competenze possedute dai soci, per grado di istruzione e/o pregressa esperienza lavorativa, rispetto alla specifica attività prevista nel piano di impresa o capacità dell impresa di introdurre nuove soluzioni organizzative e produttive nel mercato di riferimento, come previsto nel piano di impresa o potenzialità del mercato di riferimento e relative strategie di marketing o sostenibilità economica e finanziaria dell iniziativa. La valutazione avverrà sulla base delle informazioni presenti nel piano d impresa e del colloquio con i proponenti che potrà avvenire, su richiesta dei proponenti, anche a distanza, mediante videochiamata Skype. L esito della valutazione è comunicato alla società all indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) indicato nella domanda di ammissione. Le modalità di istruttoria delle domande e le modalità di concessione delle agevolazioni, sono descritte al punto 6 e al punto 12 della Circolare esplicativa del 20 giugno 2013 Erogazione dei contributi I contributi sono erogati in 4 quote annuali, a titolo di rimborso dei costi effettivamente sostenuti. Le richieste di erogazione saranno presentate via web, entro 60 giorni dalla data di conclusione della relativa annualità. Invitalia erogherà i contributi entro 60 giorni dalla presentazione della richiesta di erogazione completa.

9 Le modalità di erogazione delle agevolazioni sono descritte al punto 13 della Circolare esplicativa del 20 giugno 2013 FAQ 1. CHI 1.a È sempre necessario assumere la forma societaria per accedere alle agevolazioni? Si è sempre necessario. Sono ammesse tutte le forme societarie, comprese le cooperative e le società unipersonali, costituite da non più di 6 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione. Sono escluse le Ditte Individuali. (Punto 4.1 Circolare Esplicativa n /2013) 1.b È necessario costituire la società prima della presentazione della domanda? No, è possibile farlo anche in seguito, attendendo l esito della valutazione. In tal caso la domanda di agevolazione deve essere inoltrata da uno dei futuri soci della società che verrà in seguito costituita. In caso di ammissione alle agevolazioni la società dovrà risultare formalmente costituita entro 30 giorni dalla data della relativa comunicazione. (Punto 4.2 Circolare Esplicativa n /2013) 1.c Esistono requisiti specifici per i soci della società beneficiaria (età, sesso, residenza, disoccupazione)? No, la misura non richiede alcun requisito specifico per i soci. La misura richiede, invece, che la società sia costituita in maggioranza assoluta, numerica e di partecipazione, da persone fisiche. In caso di società cooperative i soci devono essere rappresentati esclusivamente da persone fisiche. 1.d Cosa si intende per start-up innovativa? La start-up innovativa è una tipologia di impresa iscritta ad una sezione speciale del Registro delle Imprese e disciplinata dall articolo 25 e seguenti del relativo Decreto Legge (D.L. 179/2012) disponibile nella sezione Normativa di questo sito

10 1.e Una start-up innovativa, come individuata dalla legge, ha per sua natura i requisiti di accesso agli incentivi Smart&Start? No. Una start-up innovativa può richiedere gli incentivi SMART o START solo qualora possegga gli specifici requisiti per accedervi 1.f Ai fini della verifica del requisito previsto dal punto 4.5 della Circolare Esplicativa, un impresa in liquidazione è assimilabile ad un impresa che abbia cessato l attività? No, in quanto l avvio della procedura di liquidazione non comporta necessariamente la cessazione dell attività di impresa. 2. COSA 2.a Esistono dei settori economici esclusi dagli incentivi Smart? Non sono ammissibili agli incentivi Smart le domande relative a iniziative operanti nei seguenti settori: pesca e acquacoltura produzione primaria dei prodotti agricoli di cui all allegato I del TFUE trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli di cui all allegato I del TFUE(*) carboniero siderurgia(*) costruzione navale(*) produzione di fibre sintetiche(*). Non sono inoltre ammissibili le attività connesse all'esportazione verso Paesi terzi o Stati membri della Unione Europea. (*) Limitazione non applicabile nei comuni del Cratere Sismico Aquilano. 2.b Cosa si intende per introduzione di nuove soluzioni organizzative o produttive e/o l orientamento a nuovi mercati? Secondo quanto indicato dall art. 8.2 della Circolare Esplicativa si tratta di soluzioni che: prevedano l adozione di soluzioni tecniche, organizzative e/o produttive nuove rispetto al mercato di riferimento dell impresa proponente, anche in chiave di riduzione dell impatto ambientale e/o

11 siano funzionali all ampliamento del target di utenza del prodotto-servizio offerto, rispetto al bacino attualmente raggiunto dagli altri operatori attivi nel medesimo mercato di riferimento e/o nel medesimo settore e/o prevedano lo sviluppo e la vendita di prodotti-servizi innovativi o migliorativi rispetto ai bisogni dei clienti e/o destinati ad intercettare nuovi bisogni e/o rivolti a innovative combinazioni prodotto-servizio/mercato e/o propongano l adozione di modelli di business orientati all innovazione sociale, anche attraverso l offerta di prodotti-servizi volti ad intercettare bisogni sociali o ambientali. 2.c È possibile beneficiare di entrambi gli incentivi Smart e Start? Sì, è possibile per le imprese che rispettano i requisiti per accedere ad entrambe le tipologie di agevolazione. Per tali casi è previsto un format di domanda specifico. 2.d Sono ammissibili alle agevolazioni i costi relativi alle spese per il personale? Si, sono ammissibili i costi salariali relativi al personale dipendente assunto dall impresa, concernenti rapporti di lavoro subordinato, a tempo determinato o indeterminato, comprensivi di tutti gli oneri fiscali e contributivi, del TFR e dei premi di produttività. Sono esclusi invece i compensi per lavoro straordinario, gli assegni familiari, gli eventuali emolumenti per arretrati e altri elementi mobili della retribuzione. Tali costi devono essere sostenuti dall impresa a decorrere dalla data di presentazione della domanda e non oltre quattro anni dalla stessa data. 2.e Smart agevola l utilizzo di beni strumentali usati? In caso di beni strumentali usati è possibile chiedere il rimborso esclusivamente delle spese sostenute per l affitto di tali beni. I costi di ammortamento di beni di proprietà e i canoni di leasing sono agevolabili, invece, esclusivamente con riferimento a beni nuovi di fabbrica. 2.f I soci o gli g amministratori possono concedere l uso di beni alla società agevolata? Si, tuttavia le spese di affitto o il canone di leasing per la loro acquisizione non saranno agevolabili. Non saranno oggetto di contributo infatti le spese sostenute per l affitto o il canone di leasing riguardante beni di proprietà di soci, amministratori, dipendenti dell impresa proponente o loro prossimi congiunti. Per prossimi congiunti si intendono gli ascendenti e i discendenti entro il secondo grado (genitori-figli, nonni-nipoti), il coniuge, i fratelli, le sorelle, gli affini nello stesso grado (suoceri e cognati), gli zii e i nipoti (artt

12 del Codice Civile) nonché locati da società nella cui compagine siano presenti soci, amministratori, dipendenti dell impresa proponente o loro prossimi congiunti. L impresa beneficiaria ed i locatori non devono, inoltre, avere alcun tipo di partecipazione reciproca a livello societario. Per maggiori dettagli consultare il punto 10.1 della Circolare Esplicativa 2.g Cosa si intende per prodotto agricolo di cui all Allegato I del TFUE? Per prodotti agricoli di cui all Allegato I del TFUE si intendono i prodotti elencati nello specifico documento disponibile nella sezione Normativa di questo sito. Per trasformazione di prodotti agricoli, si intende qualsiasi trattamento di un prodotto agricolo dove il prodotto ottenuto rimane comunque un prodotto agricolo. 3. DOVE 3.a Quali sono i territori di applicazione di SMART? Sono agevolabili solo le società che localizzano la propria sede legale ed operativa nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, oppure nei territori ammessi ex art c) del TFUE della regione Sardegna e in quelli dei Comuni del Cratere Sismico Aquilano. 3.b I soci devono essere residenti nei territori agevolati? No, non sono richiesti requisiti di residenza in capo ai soci della società beneficiaria. 4. COME 4.a Si i tratta di una misura a bando o a sportello? E prevista una scadenza per la presentazione delle domande? Smart&Start è una misura a sportello. Non c è un termine per la presentazione delle domande, e le agevolazioni sono concesse nei limiti delle risorse finanziarie disponibili. 4.b Che cosa è necessario fare per trasmettere la domanda? L intera misura prevede procedure di accesso esclusivamente telematiche. È necessario dotarsi di una firma digitale di formato.p7m e registrarsi nell area riservata attraverso il sito Nell area riservata un interfaccia web consentirà la compilazione della domanda e il successivo invio.

13 4.c Da quando è possibile trasmettere la domanda? A partire dal 4 settembre 2013 alle ore Solo per i Comuni del Cratere Sismico Aquilano a partire dalle ore del 3 febbraio Per esigenze di natura tecnica, prima di tale data, la piattaforma non consentirà la compilazione della domanda alle imprese che volessero localizzarsi in tali territori. Gli utenti interessati a familiarizzare con il relativo format di domanda, possono scaricarlo dalla sezione Download. 4.d Quali sono i tempi di risposta dalla presentazione della domanda di agevolazione? La valutazione si conclude entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda completa. 4.e Non sono ancora in possesso delle licenze/autorizzazioni posso ugualmente presentare domanda? Sì, la domanda di agevolazione può essere presentata anche se non si è ancora in possesso dei necessari permessi ed autorizzazioni per poter operare. 4.f Quali sono i criteri di valutazione delle domande di ammissione alle agevolazioni SMART? I criteri di valutazione e la griglia dei punteggi attribuibili per ciascuno di essi sono consultabili nell Allegato 1 della Circolare Esplicativa n /2013. Attenzione per essere ammessi alle agevolazioni sarà necessario superare le soglie minime di accesso previste per ciascun criterio 4.g Relativamente alla erogazione delle agevolazioni SMART è possibile godere di un anticipo sulle spese da sostenere? No, l erogazione avviene solo a titolo di rimborso, per quote annuali, delle spese sostenute nei 48 mesi successivi alla data di presentazione della domanda 4.h Entro quanto tempo vengono erogate le agevolazioni dalla data di richiesta? Le agevolazioni vengono erogate entro 60 giorni dalla data di presentazione della richiesta completa. 4.i È necessario aver attivato la PEC in sede di invio della domanda? Sì, in quanto nella domanda deve essere indicato un indirizzo PEC, cui il Soggetto Gestore ai sensi della Circolare Esplicativa n /2013 invierà le comunicazioni. 4.l La PEC da indicare nella domanda deve rispettare particolari requisiti? La PEC prescelta deve consentire di comunicare anche con soggetti privati. Non è pertanto adatta la PEC governativa, in quanto consente la comunicazione solo tra

14 cittadino e Pubblica Amministrazione. Al seguente link è riportato l elenco dei gestori autorizzati alla fornitura del servizio PEC: 4.m Come si fa a firmare digitalmente la domanda? Per firmare digitalmente la domanda è necessario essersi preventivamente dotati della firma digitale di formato p7m. Il documento su cui è stata apposta la Firma Digitale è riconoscibile dall estensione.p7m che si sommerà all estensione del file originario firmato: ad esempio, l estensione.doc.p7m indicherà un file.doc firmato digitalmente. 4.n In caso di società non ancora costituite chi è tenuto a compilare le Dichiarazioni Sostitutive di Atto notorio? In caso di domanda presentata da un gruppo di persone fisiche che intendono costituire una società (rif. punto 4.2 della Circolare Esplicativa), le Dichiarazioni Sostitutive di Atto Notorio dovranno essere sottoscritte da parte di tutti i futuri soci. 4.o Una volta che ho compilato tutti i campi della domanda e la stessa risulta in stato chiusa, posso procedere all invio della domanda? No, per procedere alla trasmissione della domanda la stessa deve essere stata corredata di tutti gli allegati, firmata digitalmente e solo successivamente inviata telematicamente. Successivamente all invio telematico, la domanda passerà in stato acquisita e le sarà attribuito un numero di protocollo. Contatti Assistenza telefonica Per richieste di prima informazione sulle caratteristiche degli incentivi è possibile chiamare il numero azzurro (*) attivo dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00 Assistenza via mail Per inviare una richiesta di informazioni alla casella di posta elettronica ti invitiamo a compilare il Contact Form dedicato Incontri individuali Il servizio è riservato alle compagini che hanno maturato l intenzione di presentare domanda di ammissione alle agevolazioni. Gli incontri, organizzati in modalità one to

15 one, sono funzionali a stimolare nei proponenti la consapevolezza delle singole scelte, con riferimento alla sostenibilità economico-finanziaria della propria iniziativa ed alle eventuali carenze o incoerenze progettuali. Al fine di offrire assistenza adeguata alle esigenze, gli incontri saranno preceduti da colloqui telefonici mirati a verificare il grado di definizione del progetto di impresa. Il servizio è erogato, previo appuntamento, presso la sede di Invitalia di via Calabria, Roma. È possibile prenotare l'appuntamento esclusivamente tramite il numero azzurro (*). Assistenza tecnica Per le problematiche di natura tecnica inerenti la piattaforma ed il suo funzionamento è attivo il servizio di assistenza tecnica, attraverso la casella di posta elettronica (*) Addebito con ripartizione a tempo che prevede un costo al chiamante pari alla tariffa urbana a tempo per le chiamate da rete fissa. Per le chiamate da rete mobile la quota è definita dal singolo operatore.

16 Start sono agevolazioni non riservate ai comuni lucani Dove START finanzia le imprese con sede legale e operativa nei comuni delle regioni Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e dal 3 febbraio 2014 anche in quelli del Cratere Sismico Aquilano. Fonte:

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Smart & Start. Incentivi ed agevolazioni fino a 500.000 euro per i progetti innovativi al sud Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che Smart & Start

Dettagli

Gli incentivi sono cumulabili fino a un contributo massimo di Euro 500.000 in quattro anni.

Gli incentivi sono cumulabili fino a un contributo massimo di Euro 500.000 in quattro anni. Palermo, 20 novembre 2013 Oggetto: SMART & START In relazione all ampia disponibilità di fondi ancora non utilizzati e considerato il buon esito dei progetti fin ora presentati si ripropongono di seguito

Dettagli

APPROFONDIMENTO LE MISURE PREVISTE PER INCENTIVARE PROGETTI IMPRENDITORIALI INNOVATIVI

APPROFONDIMENTO LE MISURE PREVISTE PER INCENTIVARE PROGETTI IMPRENDITORIALI INNOVATIVI APPROFONDIMENTO Cessione BANCHE SMART & START: LE MISURE PREVISTE PER INCENTIVARE PROGETTI IMPRENDITORIALI INNOVATIVI A cura del centro studi economico finanziario della Financial Advisors Business www.fabfinance.eu

Dettagli

Dentro la Notizia. 4 Ottobre 2013

Dentro la Notizia. 4 Ottobre 2013 Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 126/2013 OTTOBRE/4/2013 (*) 4 Ottobre 2013 GLI INCENTIVI PER LE START-UP

Dettagli

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 APERTURA DOMANDE SMART ET START ON LINE Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 sono stati definiti gli aspetti rilevanti per l accesso alle agevolazioni ed

Dettagli

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Che cos è Smart&Start Italia? Smart&Start Italia è l incentivo che supporta le start-up innovative che operano su tutto il territorio nazionale L obiettivo

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Invitalia: mission e obiettivi Invitalia è l Agenzia del Governo che ha l obiettivo di contribuire ad accrescere la competitività

Dettagli

Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative

Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative Febbraio 2015 Invitalia: chi siamo Invitalia è l Agenzia nazionale che agisce su mandato del Governo per sostenere i settori strategici per lo sviluppo

Dettagli

Smart&Start Italia. Dal 16 febbraio 2015 è aperta la piattaforma online attraverso la quale si possono inviare i business plan smartstart.invitalia.

Smart&Start Italia. Dal 16 febbraio 2015 è aperta la piattaforma online attraverso la quale si possono inviare i business plan smartstart.invitalia. Smart&Start Italia Per favorire la diffusione di nuova imprenditorialità legata all economia digitale, per sostenere le politiche di trasferimento tecnologico e di valorizzazione dei risultati del sistema

Dettagli

BANDO SMART & START AGEVOLAZIONI A FAVORE DELLE START-UP INNOVATIVE Dr. MISE del 24/09/2014 e successive

BANDO SMART & START AGEVOLAZIONI A FAVORE DELLE START-UP INNOVATIVE Dr. MISE del 24/09/2014 e successive BANDO SMART & START AGEVOLAZIONI A FAVORE DELLE START-UP INNOVATIVE Dr. MISE del 24/09/2014 e successive SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni le start-up innovative*: a) Costituite

Dettagli

Circolare N.132 del 10 Ottobre 2014

Circolare N.132 del 10 Ottobre 2014 Circolare N.132 del 10 Ottobre 2014 Incentivi Smart & Start.Iil futuro guarda alle Start-up innovative Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il Ministero dello Sviluppo ha introdotto

Dettagli

RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE

RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE AGEVOLAZIONI ATTIVE INVITALIA Prestito d Onore Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Molise, Puglia, Campania, Sardegna, Sicilia Microimpresa Regioni: Abruzzo, Basilicata,

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE ROBERTO MY

STUDIO COMMERCIALE ROBERTO MY AGEVOLAZIONI PER LA MICROIMPRESA A CHI SI RIVOLGE Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società di persone. 1 Sono

Dettagli

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it La legge che agevola l Autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all avvio di piccole

Dettagli

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne.

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. È entrata nella sua fase operativa il provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede la

Dettagli

Alla fine del 2013, dopo 8 mesi di attesa, sono stati finalmente rifinanziati con 80 milioni di

Alla fine del 2013, dopo 8 mesi di attesa, sono stati finalmente rifinanziati con 80 milioni di Palermo, 29.01.2014 Oggetto: INVITALIA- contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per Società di persone e Ditte individuali di nuova costituzione. Alla fine del 2013, dopo 8 mesi di attesa,

Dettagli

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA La Microimpresa è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore

Dettagli

Gli strumenti per l Autoimpiego: l esperienza di Invitalia

Gli strumenti per l Autoimpiego: l esperienza di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Gli strumenti per l Autoimpiego: l esperienza di Invitalia Cassino 22/1/2009 Chi siamo Invitalia, l'agenzia nazionale per

Dettagli

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Allegato n. 1 Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Paragrafo. 1 Definizioni Nel presente Documento, l espressione: a) «Autoimpiego» indica lo

Dettagli

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II)

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) 1 Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) L'Agenzia sostiene la realizzazione e l'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati o persone in cerca di prima occupazione attraverso le seguenti

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Lavoro autonomo. Soli, ma ben accompagnati

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Lavoro autonomo. Soli, ma ben accompagnati Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Soli, ma ben accompagnati Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce

Dettagli

LOCONTE & PARTNERS. Studio Legale e Tributario. Member of. www.loconteandpartners.it START UP INNOVATIVE: ANALISI DEL BANDO SMART & START

LOCONTE & PARTNERS. Studio Legale e Tributario. Member of. www.loconteandpartners.it START UP INNOVATIVE: ANALISI DEL BANDO SMART & START LOCONTE & PARTNERS Studio Legale e Tributario Member of www.loconteandpartners.it START UP INNOVATIVE: ANALISI DEL BANDO SMART & START BENEFICIARI SPESE AMMISSIBILI BANDO SMART & START AGEVOLAZIONI PRESENTAZIONE

Dettagli

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II)

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) 1 Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) L'Agenzia sostiene la realizzazione e l'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati o persone in cerca di prima occupazione attraverso le seguenti

Dettagli

- Società in accomandita semplice; - Associazione tra professionisti; - Società a responsabilità limitata.

- Società in accomandita semplice; - Associazione tra professionisti; - Società a responsabilità limitata. M I S U R A N I D I (N U O V E I N I Z I A T I V E D' I M P R E S A) G U I D E L I N E S studio Requisiti Soggettivi Nuova impresa o impresa costituita da meno di 6 mesi ed inattiva che, alla data di presentazione

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce su mandato del Governo

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

Microimpresa Pensare in grande, da piccoli

Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Invitalia, l Agenzia nazionale per

Dettagli

INVITALIA S.P.A. FRANCHISING Misure a favore dell autoimpiego

INVITALIA S.P.A. FRANCHISING Misure a favore dell autoimpiego Agevolazioni Pagina 1 di 6 INVITALIA S.P.A. FRANCHISING Misure a favore dell autoimpiego FONTI NORMATIVE D.Lgs 21/04/2000, n.185 G.U. 06/07/ 2000, n. 156 Decreto 28/05/2001, n. 295 G.U. 19/07/2001 n. 166

Dettagli

Lavoro Autonomo (in forma di ditta individuale), con investimenti complessivi previsti fino a 25.823

Lavoro Autonomo (in forma di ditta individuale), con investimenti complessivi previsti fino a 25.823 La legge che agevola l'autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati

Dettagli

IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE

IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE Autoimpiego: le misure agevolative e i territori

Dettagli

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma, in collaborazione

Dettagli

A CHI SI RIVOLGE. Per presentare la domanda i proponenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

A CHI SI RIVOLGE. Per presentare la domanda i proponenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti: La legge che agevola l'autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati

Dettagli

SMART&START. MODALITA DI PRESENTAZIONE Procedura valutativa a sportello a partire dal 16 febbraio 2015.

SMART&START. MODALITA DI PRESENTAZIONE Procedura valutativa a sportello a partire dal 16 febbraio 2015. SMART&START MODALITA DI PRESENTAZIONE Procedura valutativa a sportello a partire dal 16 febbraio 2015. BENEFICIARI Start up innovative che presentino i seguenti requisiti di ammissibilità: essere costituite

Dettagli

Mediterraneo da scoprire

Mediterraneo da scoprire Mediterraneo da scoprire a cura della Divisione Politiche Comunitarie 19 Dicembre 2013 - n. 13/2013 Informativa su bandi e finanziamenti europei e nazionali - BANDI - Invitalia, ripartono i finanziamenti

Dettagli

Strumenti per l autoimpiego

Strumenti per l autoimpiego Strumenti per l autoimpiego A CHI SI RIVOLGE Questa agevolazione è rivolta a persone fisiche che intendono avviare un'attività di lavoro autonomo in forma di ditta individuale. Per presentare la domanda

Dettagli

Finanziamenti per la microimpresa

Finanziamenti per la microimpresa Finanziamenti per la microimpresa A CHI SI RIVOLGE Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società di persone. Sono pertanto

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE Finalità Gli obiettivi specifici

Dettagli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Le agevolazioni previste per la microimpresa sono rivolte a società di persone di nuova costituzione che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola

Dettagli

MICROIMPRESA Pensare in grande da piccoli

MICROIMPRESA Pensare in grande da piccoli MICROIMPRESA Pensare in grande da piccoli SSOMMARIIO DESTIINATARII... 2 1.1 I destinatari 2 COSA SII PUO FFARE... 3 2.1 Cosa si può fare 3 LLE AGEVOLLAZIIONII PREVIISTE... 4 3.1 Le agevolazioni previste

Dettagli

Stazione Appaltante Enti Finanziatori presenta Workshop Itineranti Si terranno nr. 5 eventi divulgativi, rivolti sia alle imprese Start Up potenzialmente interessate che a tutti gli attori economici del

Dettagli

AUTOIMPIEGO. Diventa imprenditore di te stesso.

AUTOIMPIEGO. Diventa imprenditore di te stesso. AUTOIMPIEGO. Diventa imprenditore di te stesso. ASSUMI UNO BRAVO COME TE. Invitalia offre tre differenti opportunità di autoimpiego a chi non ha un lavoro e vuole avviare un attività in proprio: il lavoro

Dettagli

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE 1. PREMESSA Manital, con la collaborazione della Compagnia di San Paolo ha istituito il Fondo Risorsa Canavese, con

Dettagli

FININDUSTRIA srl Holding di partecipazione di Confindustria Taranto

FININDUSTRIA srl Holding di partecipazione di Confindustria Taranto Speciale - NIDI Nuove Iniziative D Impresa Regione Puglia PO FESR 2007 2013 Asse VI Competitività dei sistemi produttivi e occupazione Linea di intervento 6.1.5 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia

Dettagli

BIOTECNOMED memorandum su strumenti ed incentivi per la valorizzazione della proprietà intellettuale

BIOTECNOMED memorandum su strumenti ed incentivi per la valorizzazione della proprietà intellettuale BIOTECNOMED memorandum su strumenti ed incentivi per la valorizzazione della proprietà intellettuale 1 - Premi per la brevettazione Invitalia, per conto del MiSE, sostiene la valorizzazione economica dei

Dettagli

Calabria: prestito d onore per i nuovi bacini d impresa e per le iniziative di autoimpiego promosse da donne

Calabria: prestito d onore per i nuovi bacini d impresa e per le iniziative di autoimpiego promosse da donne Calabria: prestito d onore per i nuovi bacini d impresa e per le iniziative di autoimpiego promosse da donne Descrizione In breve Incentivi a sostegno dell'avvio di nuove iniziative imprenditoriali e di

Dettagli

Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali

Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali Misura A - Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi comunitari presso

Dettagli

Mission e obiettivi Invitalia

Mission e obiettivi Invitalia Una chance per fare impresa: gli strumenti di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Massimo Calzoni Finanza e Impresa Sviluppo, Promozione e Marketing

Dettagli

I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa

I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa I finanziamenti per avviare l impresa il sistema bancario L avvio di un attività imprenditoriale richiede

Dettagli

D.L. 21 aprile 2000 n 185 INCENTIVI per L' AUTOIMPRENDITORIALITA' E L' AUTOIMPIEGO

D.L. 21 aprile 2000 n 185 INCENTIVI per L' AUTOIMPRENDITORIALITA' E L' AUTOIMPIEGO D.L. 21 aprile 2000 n 185 INCENTIVI per L' AUTOIMPRENDITORIALITA' E L' AUTOIMPIEGO MISURE IN FAVORE DEL LAVORO AUTONOMO. MISURE IN FAVORE Ing. Francesco Di Bella Via Roma c/le K1 Cefalu' Cell 347 40 15

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE 1 BANDO DI CONCORSO Art. 1- Premessa la Camera di Commercio I.A.A. di Cosenza, nell ambito delle iniziative

Dettagli

Smart&Start Italia D.M. 24 settembre 2014. Marzo 2015

Smart&Start Italia D.M. 24 settembre 2014. Marzo 2015 Smart&Start Italia D.M. 24 settembre 2014 Marzo 2015 Smart&Start Italia Per favorire la diffusione di nuova imprenditorialità legata all economia digitale, per sostenere le politiche di trasferimento tecnologico

Dettagli

Studio Centrella. Misura Start up. dal 14/5/2014

Studio Centrella. Misura Start up. dal 14/5/2014 Studio Centrella Alberto Centrella Commercialista. - Via Polcari n. 7-82100 Benevento - Tel./Fax 0824 29704 -email studio@centrella.it t it FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI Campane Misura Start

Dettagli

MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II

MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II SOGGETTI BENEFICARI Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI (Approvato dalla Giunta camerale con atto n. 38 del 24/02/2014) Art. 1 Finalità Nel quadro delle proprie iniziative

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 1 7 d i c e m b r e 2 0 1 5 P a g. 1

C i r c o l a r e d e l 1 7 d i c e m b r e 2 0 1 5 P a g. 1 C i r c o l a r e d e l 1 7 d i c e m b r e 2 0 1 5 P a g. 1 Circolare Numero 33/2015 Oggetto Sommario Contributi per la valorizzazione all estero dei marchi italiani ( Bando Marchi +2 MISE ). Con l Avviso

Dettagli

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia MicroPrestito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene alcune informazioni sul

Dettagli

Smart&Start Italia. D.M. 24 settembre 2014

Smart&Start Italia. D.M. 24 settembre 2014 Smart&Start Italia D.M. 24 settembre 2014 Febbraio 2015 Smart&Start Italia Per favorire la diffusione di nuova imprenditorialità legata all economia digitale, per sostenere le politiche di trasferimento

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile PROVINCIA DI LIVORNO AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile Premessa La Provincia promuove e finanzia interventi volti allo sviluppo di imprese giovanili

Dettagli

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Regione Puglia START UP Scheda informativa sul nuovo bando della Regione Puglia Sostegno allo start up di microimprese di nuova costituzione realizzate da soggetti svantaggiati. COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE 2015. Art.

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE 2015. Art. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE 2015 Bando aperto dal 2/3/2015 Disponibilità di bilancio: 45.000 Art. 1 Finalità La Camera

Dettagli

INVITALIA INCENTIVI ALLE IMPRESE LE MISURE DI AUTOIMPIEGO (D.LGS 185/2000 TIT.II)

INVITALIA INCENTIVI ALLE IMPRESE LE MISURE DI AUTOIMPIEGO (D.LGS 185/2000 TIT.II) INVITALIA INCENTIVI ALLE IMPRESE LE MISURE DI AUTOIMPIEGO (D.LGS 185/2000 TIT.II) LAVORO AUTONOMO Questa agevolazione è rivolta ai giovani che vogliono avviare un attività di lavoro autonomo in forma di

Dettagli

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO per il finanziamento di progetti di sviluppo di imprese sociali, associazioni e cooperative culturali e sociali, destinati a creare nuova occupazione REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE L iniziativa

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE

NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE POR FESR SARDEGNA 2007 2013 Asse VI Competitività - Linea di attività 6.2.1.b Programma di aiuti per Nuove Imprese Innovative NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE Giuseppe Serra Sardegna Ricerche Progetto cofinanziato

Dettagli

Circolare N. 90 del 17 Giugno 2015

Circolare N. 90 del 17 Giugno 2015 Circolare N. 90 del 17 Giugno 2015 Giovani agricoltori: per l avvio delle attività contributi fino a 70.000 euro per l acquisto dei terreni Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che recentemente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE 1 C O M U N E D I S C I A R A P R O V I N C I A D I P A L E R M O REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE IV SETTORE : CORPO POLIZIA MUNICIPALE ED ATTIVITÀ

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97; - L. n. 68 /1999

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA

Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA L'attività di supporto alla creazione di imprese innovative è resa possibile grazie

Dettagli

32 70022 +39 080 3105531 06194250723 C.F. SLVNCL76R18C134X

32 70022 +39 080 3105531 06194250723 C.F. SLVNCL76R18C134X Start Up Settori di intervento Sono ammissibili gli investimenti riguardanti i settori di cui all allegato A del Regolamento. Sono validi i divieti e le limitazioni derivanti dalle vigenti normative dell

Dettagli

BANDO MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO

BANDO MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO BANDO MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO Fondo Crescita: bandi per progetti di R&S nei settori ICT e Industria Sostenibile Il Ministero dello Sviluppo Economico, con decreto del 15 ottobre 2014, pubblicato nella

Dettagli

GOAL Giovani Opportunità per Attività Lavorative. Intraprendo Incentivi per la creazione di nuove imprese

GOAL Giovani Opportunità per Attività Lavorative. Intraprendo Incentivi per la creazione di nuove imprese GOAL Giovani Opportunità per Attività Lavorative Intraprendo Incentivi per la creazione di nuove imprese GOAL Giovani Opportunità per Attività Lavorative A chi è rivolto iniziative strutturate sotto forma

Dettagli

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile.

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile. QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Legge n. 949/52 Bando INAIL 2014 - Contributo in c/interessi (64% del

Dettagli

Mission e obiettivi Invitalia

Mission e obiettivi Invitalia Fare impresa con gli strumenti di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Massimo Calzoni Business Unit Finanza e Impresa Sviluppo, Promozione e Marketing

Dettagli

FORMULARIO DI PRESENTAZIONE PROGETTO

FORMULARIO DI PRESENTAZIONE PROGETTO ALLEGATO C COMUNE DI ROMA 9. DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. Autopromozione Sociale Art. 14 Legge 266/97 CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO

Dettagli

Nuovi incentivi ISI INAIL

Nuovi incentivi ISI INAIL Per una migliore qualità della vita Nuovi incentivi ISI INAIL IL BANDO ISI INAIL 2013 PER INTERVENTI DA AVVIARE NELL ANNO 2014 FINANZIATA ANCHE LA CERTIFICAZIONE BS OHSAS 18001 Il bando ISI INAIL 2013

Dettagli

20/10/2015 Esaurimento fondi

20/10/2015 Esaurimento fondi QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Bando Microcredito FSE 2015 Finanziamento Agevolato a tasso 0 max 25.000

Dettagli

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI 2 ALLEGATO A) UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA OBIETTIVO COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

3. SOGGETTI BENEFICIARI

3. SOGGETTI BENEFICIARI - Contributi per la creazione di start-up nel campo delle biotecnologie e delle scienze per la vita in provincia di Varese. Approvato con determinazione n.314 del 16/07/2014 1. PREMESSA Camera di Commercio

Dettagli

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Microcredito d Impresa della Regione Puglia - Microimprese operative - Scheda informativa sul nuovo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE AL BANDO PER IL SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI IMPRESE CREATIVE NEL DISTRETTO CULTURALE DELL OLTREPO MANTOVANO

DOMANDA DI AMMISSIONE AL BANDO PER IL SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI IMPRESE CREATIVE NEL DISTRETTO CULTURALE DELL OLTREPO MANTOVANO DOMANDA DI AMMISSIONE AL BANDO PER IL SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI IMPRESE CREATIVE NEL DISTRETTO CULTURALE DELL OLTREPO MANTOVANO Spettabile CONSORZIO OLTREPO MANTOVANO Piazza Italia 24 46020 Quingentole

Dettagli

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA Bari, 27 ottobre 2014 Lorenzo Minnielli Obiettivi Il Fondo Microcredito d Impresa della Puglia è lo strumento con cui la Regione Puglia offre alle micro imprese

Dettagli

Nuove imprese a tasso zero

Nuove imprese a tasso zero Nuove imprese a tasso zero Workshop sulle agevolazioni pubbliche per l autoimpiego rivolte a giovani under 35 e/o donne e promosse dal Ministero dello Sviluppo Economico. Ente gestore: Invitalia. Itri

Dettagli

Ecosistema delle startup innovative. Le novità, le speranze e le linee guida per il futuro

Ecosistema delle startup innovative. Le novità, le speranze e le linee guida per il futuro S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Ecosistema delle startup innovative Le novità, le speranze e le linee guida per il futuro Alessandro Galli 17 Dicembre 2014 - Sala Convegni Corso Europa,

Dettagli

Bando di idee per la creazione d Impresa

Bando di idee per la creazione d Impresa Bando di idee per la creazione d Impresa VISTA la delibera di Giunta Provinciale n. 575 del 04/01/2010 prot. 162 che ha approvato il progetto Faimpresa. PREMESSO che -il progetto Faimpresa è un'occasione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

PROGETTI PER L IMPRENDITORIALITA SELEZIONE DEI BENEFICIARI

PROGETTI PER L IMPRENDITORIALITA SELEZIONE DEI BENEFICIARI PROGETTI PER L IMPRENDITORIALITA SELEZIONE DEI BENEFICIARI POIC (FASE II) Progetti Operativi per l Imprenditorialità Comunale a) Aiuti rimborsabili per l insediamento delle imprese, lo sviluppo occupazionale,

Dettagli

COMUNE DI FLORIDIA. Provincia di Siracusa

COMUNE DI FLORIDIA. Provincia di Siracusa COMUNE DI FLORIDIA Provincia di Siracusa REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE AI GIOVANI DI AGEVOLAZIONI IN CONTO INTERESSI PER L APERTURA DI NUOVE ATTIVITA NEL TERRITORIO DI FLORIDIA DELIBERATO DAL CONSIGLIO

Dettagli

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO INCENTIVI PER I GIOVANI E LE DONNE CHE VOGLIO AVVIARE UNA MICRO O PICCOLA IMPRESA

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO INCENTIVI PER I GIOVANI E LE DONNE CHE VOGLIO AVVIARE UNA MICRO O PICCOLA IMPRESA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO INCENTIVI PER I GIOVANI E LE DONNE CHE VOGLIO AVVIARE UNA MICRO O PICCOLA IMPRESA COS E NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO A CHI È RIVOLTA GLI INCENTIVI COSA SI PUÒ FARE "Nuove imprese

Dettagli

BANDO IMPRESA GIOVANI

BANDO IMPRESA GIOVANI BANDO IMPRESA GIOVANI Art. 1 Finalità Scopo della presente iniziativa è lo sviluppo ed il sostegno all imprenditorialità mediante l erogazione di pacchetti integrati di servizi (orientamento, formazione

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese mediante la concessione di una garanzia pubblica. Riferimenti

Dettagli

IL PROGETTO D IMPRESA

IL PROGETTO D IMPRESA Allegato E IL PROGETTO D IMPRESA (Il presente formulario deve essere compilato dettagliatamente in formato elettronico e successivamente stampato) L IDEA D IMPRESA Denominazione dell impresa. Nuova attività

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari L.R.

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari L.R. FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari L.R. 34/04 PROGRAMMA DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE 2011-2015 Misura 1.3 Innovazione

Dettagli

Allegato 2 Avviso per l individuazione degli alloggi sfitti di edilizia residenziale pubblica da recuperare gestiti dalle A.R.T.E.

Allegato 2 Avviso per l individuazione degli alloggi sfitti di edilizia residenziale pubblica da recuperare gestiti dalle A.R.T.E. Allegato 2 Avviso per l individuazione degli alloggi sfitti di edilizia residenziale pubblica da recuperare gestiti dalle A.R.T.E. 1. Premesse In attuazione del Piano nazionale di edilizia abitativa di

Dettagli

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 REGIONE LIGURIA Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE ASSE 1 INNOVAZIONE E COMPETITIVITA

Dettagli

FONDARE IMPRESA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER N. 10 PROGETTI DI IMPRESA

FONDARE IMPRESA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER N. 10 PROGETTI DI IMPRESA FONDARE IMPRESA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER N. 10 PROGETTI DI IMPRESA A. Obiettivo La Fondazione Cassa di Risparmio di Fano individua come obiettivo specifico per l anno 2012 la partecipazione

Dettagli

CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO PROGETTO FINANZIAMENTI ALLE PICCOLE IMPRESE IN PERIFERIA 2012

CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO PROGETTO FINANZIAMENTI ALLE PICCOLE IMPRESE IN PERIFERIA 2012 ALLEGATO C DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. Autopromozione Sociale CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO PROGETTO FINANZIAMENTI ALLE PICCOLE

Dettagli