elementi di diritto e tecnica delle ASSiCurAzioNi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "elementi di diritto e tecnica delle ASSiCurAzioNi"

Transcript

1 Libro Secondo Elementi di diritto e tecnica delle assicurazioni

2

3 Questionario n. 1 Diritto e tecnica delle assicurazioni 1) Il contratto di assicurazione si definisce aleatorio in quanto: A) La prestazione dell assicuratore è subordinata al verificarsi di un evento futuro e incerto. B) La prestazione dell assicuratore è subordinata al verificarsi di un evento futuro e certo. C) Gli effetti del contratto sono subordinati al verificarsi di un evento futuro e incerto. 2) La forma prevista dal Codice Civile per il contratto di assicurazione è: A) Scritta, ma solo a fini probatori. B) Scritta, a fini sostanziali. C) Libera. 3) Se un contratto di assicurazione è stipulato in nome altrui da un soggetto privo del potere di rappresentanza, l interessato può ratificare il contratto: A) Prima della scadenza. B) Anche dopo la scadenza o il verificarsi del sinistro. C) Prima del verificarsi del sinistro. 4) La proposta di assicurazione, nell assicurazione danni, è assoggettata a un termine di irrevocabilità? A) Sì, non può essere revocata per trenta giorni, così da consentire all assicuratore di verificare il rischio e decorre dal giorno della consegna o spedizione della proposta. B) Sì, non può essere revocata per quindici giorni e decorre dal giorno della consegna o spedizione della proposta. C) No, può essere revocata per quindici giorni, così da consentire all assicuratore di verificare il rischio.

4 24 Libro Secondo - Elementi di diritto e tecnica delle assicurazioni 5) In caso di cessazione del rischio successivamente alla conclusione del contratto: A) Il contratto è nullo. B) Il contratto è annullabile. C) Il contratto si scioglie. 6) L assicuratore è obbligato per i sinistri cagionati da dolo? A) Sì, se il dolo è di terzi. B) Sì, se il dolo è delle persone delle quali l assicurato deve rispondere. C) No. 7) Che cosa si intende per aggravamento del rischio? A) Un eccesso di sinistri durante il periodo di assicurazione. B) L aumento imprevisto o imprevedibile del rischio riferito al momento della conclusione del contratto. C) L aumento della probabilità e dell entità del sinistro durante il periodo di assicurazione. 8) In caso di sottoassicurazione, l indennizzo di un eventuale danno sarà: A) Pari al danno stesso. B) Proporzionalmente superiore al danno. C) Proporzionalmente inferiore al danno. 9) Avviene un sinistro dopo 20 giorni dalla scadenza della polizza rinnovata tacitamente, ma il premio non è stato ancora pagato, succede che: A) Il danno non viene risarcito. B) Il danno viene risarcito. C) Il danno viene risarcito se viene provata la buona fede. 10) Quali obblighi incombono sull assicurato in caso di sinistro nel caso dell assicurazione plurima nei rami danni? A) Comunicare a tutti gli assicuratori il sinistro. B) Comunicare a tutti gli assicuratori il sinistro indicando a ciascuno il nome di tutti gli altri. C) Comunicare alla Compagnia Delegataria il sinistro.

5 Questionario n. 1 - Diritto e tecnica delle assicurazioni 25 11) Se il medesimo rischio è assicurato da più assicuratori in coassicurazione diretta, qualora uno di questi fosse insolvente, la sua quota graverà: A) Sull assicurato. B) Sugli altri assicuratori. C) Sul responsabile del sinistro. 12) Il Codice Civile prevede l obbligo da parte dell assicurato di fare il possibile per evitare o ridurre un danno? A) No. B) Sì. C) No, soltanto l obbligo di denuncia del sinistro. 13) Il Codice Civile prevede l obbligo da parte dell assicurato della conservazione delle tracce del sinistro fino alla liquidazione dello stesso? A) Sì, all art B) No. C) Sì, ma le tracce del sinistro vanno conservate fino alla perizia del danno. 14) La quantificazione della franchigia assoluta: A) Dipende dall entità del sinistro. B) Dipende dal danno risarcibile. C) Non dipende dall entità del danno. 15) Che cosa si intende con il termine scoperto? A) Parte del danno risarcibile espressa in percentuale che rimane a carico dell assicurato. B) Parte del danno totale espressa in percentuale che rimane a carico dell assicurato. C) Parte del danno risarcibile espressa in importo che rimane a carico dell assicurato. 16) I termini per la disdetta di un contratto assicurativo sono: A) 3 mesi. B) 30 giorni C) Secondo le pattuizioni contrattuali.

6 Risposte commentate al questionario n. 1 1) Risposta esatta: A La risposta C) definisce invece la condizione sospensiva che può essere in genere apposta ad un contratto. 2) Risposta esatta: A Il contratto di assicurazione in genere non richiede una particolare forma per la sua regolare conclusione. La forma scritta è prevista dall art del Codice Civile soltanto a fini probatori. Da ciò deriva l obbligo per l assicuratore di rilasciare la polizza che diviene, infatti, il documento che dimostra l esistenza del contratto. 3) Risposta esatta: B Tale disciplina è prevista dall art del Codice Civile. 4) Risposta esatta: B La proposta di assicurazione è irrevocabile per il termine di 15 giorni a far data dal giorno della consegna o spedizione della stessa. 5) Risposta esatta: C In questo caso il contratto si scioglie e l assicuratore ha diritto a esigere il pagamento del premio in corso. 6) Risposta esatta: B Ai sensi dell art del Codice Civile l assicuratore è obbligato per il sinistro cagionato da dolo o da colpa grave delle persone del fatto delle quali l assicurato deve rispondere. 7) Risposta esatta: B L aggravamento del rischio non va confuso con un eccessivo verificarsi di sinistri o con un semplice aumento delle probabilità di verificazione del sinistro durante il periodo di assicurazione, ma va inteso come un aumento imprevisto e imprevedibile del rischio e quindi delle probabilità e dell entità del danno. Per valutare l aumento del rischio occorre fare riferimento al momento della conclusione del contratto e alla descrizione del rischio che era stata fornita all assicuratore.

7 Risposte commentate al questionario n ) Risposta esatta: C Si applicherà la regola proporzionale. 9) Risposta esatta: A In caso di polizza rinnovata tacitamente, l efficacia della copertura è estesa ai 15 giorni successivi alla scadenza. 10) Risposta esatta: B Ciò è previsto dall art del Codice Civile. Non basterà comunicare il sinistro a tutti gli assicuratori, ma occorrerà anche indicare a ciascuno di essi il nome di tutti gli altri per evitare di ricevere più risarcimenti per il medesimo danno. La risposta C) è errata perché la Compagnia Delegataria è una figura che può comparire nel caso della coassicurazione diretta. 11) Risposta esatta: A L art del Codice Civile prevede in caso di coassicurazione diretta che ciascun assicuratore sia tenuto al pagamento dell indennità assicurata soltanto in proporzione della rispettiva quota; pertanto, qualora uno dei due fosse insolvente, il mancato pagamento della sa quota graverebbe sull assicurato (e non sugli altri coassicuratori). 12) Risposta esatta: B L art del Codice Civile disciplina l obbligo di salvataggio e cioè l obbligo dell assicurato di fare il possibile per evitare o ridurre un danno. 13) Risposta esatta: B L obbligo descritto nella domanda non è previsto dal Codice Civile, ma solitamente dalle condizioni generali delle polizze rami danni. 14) Risposta esatta: C L importo della franchigia assoluta è indipendente dall entità del sinistro o del danno risarcibile. 15) Risposta esatta: A Lo scoperto è calcolato in percentuale sul danno risarcibile e non su quello totale. 16) Risposta esatta: C I termini di disdetta sono liberamente pattuiti dalle parti.

8 Libro Nono Redazione della perizia

9

10 La perizia I brevi cenni che seguiranno non intendono trattare esaurientemente, in questa sede, la complessità della materia che riveste un importanza fondamentale per l esercizio della professione. Ci limiteremo a dare delle indicazioni di massima sulle metodologie dell accertamento e sui criteri da adottare per la quantificazione dei danni riportati dai veicoli soggetti alla normativa in materia di R.C. auto, nozioni ritenute indispensabili per lo svolgimento delle esercitazioni contenute nel presente testo. Ci occuperemo, pertanto, della tipologia delle perizie inerenti le varie specificità degli incarichi che possono essere conferiti dalle Compagnie di Assicurazione. Occorre, però, preliminarmente richiamare i seguenti concetti. La stima dei danni subiti da un autoveicolo a seguito di incidente stradale può essere eseguita con metodo sintetico o sommario e sistema analitico. La scelta dipende dall entità del danno. Si adotta la stima sintetica quando trattasi di riparazioni di modesta entità mentre per danni di entità rilevante è necessario procedere alla stima analitica. La stima analitica consiste nell analisi dettagliata dei vari costi che concorrono all operazione di ripristino del veicolo danneggiato nello stato funzionale in cui si trovava al momento del sinistro, cioè prima del danno: il costo dei ricambi da sostituire, il costo della mano d opera risultante dalle ore lavorative necessarie alla riparazione, costi dei materiali d uso e consumo, il costo dell IVA. Va inoltre indicato il fermo tecnico e l eventuale svalutazione o rivalutazione commerciale o tecnica riportata dal mezzo. Per la localizzazione dei danni il veicolo va orientato nel senso di marcia e suddiviso in sezione anteriore, sezione laterale e sezione posteriore. 1. Accertamento e stima Nell espletamento dell incarico conferito da una Compagnia assicuratrice occorre preliminarmente, per quanto possibile, acquisire dalla mandante la denuncia di sinistro dalla quale poter rilevare in primo luogo le modalità e la dinamica dell accaduto, i veicoli coinvolti (tar-

11 202 Libro Nono - Redazione della perizia ga, marca e modello, indicazione del punto d urto iniziale e ubicazione dei danni, grafico dell incidente). Le suddette informazioni, che non sempre, però, troviamo esaurientemente indicate nelle denunce di sinistro (sicuramente saranno indicate la data del sinistro, le targhe dei veicoli e le rispettive Società assicuratrici nonché la descrizione della dinamica) sono indispensabili al perito per poter esprimere il giudizio di coerenza con la dinamica denunciata. Può accadere che nell incarico conferito sia sommariamente descritta la dinamica del sinistro. Nei casi in cui non si abbia a disposizione la denuncia di sinistro o la descrizione della dinamica non è possibile per il perito esprimere giudizio sulla coerenza e compatibilità dei danni riscontrati; egli, pertanto, si limiterà ad eseguire la stima dei danni e ad aggiungere una nota in proposito in calce all elaborato peritale. Nel caso in cui sia stato possibile acquisire informazioni dal danneggiato o dal riparatore sulle modalità del sinistro è bene farne menzione nell elaborato, riportando le notizie delle quali si è venuti a conoscenza. A) Identificazione del veicolo Ricevuto l incarico bisogna quindi procedere all ispezione del veicolo da periziare e alla identificazione dello stesso. L identificazione del veicolo si effettua accertando: marca tipo e modello e versione, motorizzazione, la presenza di eventuali accessori non di serie e di allestimenti o dotazioni aggiunti; la data di prima immatricolazione, il colore ed il tipo di smalto; il codice di omologazione; lo stato d uso generale del veicolo; per i veicoli industriali la portata utile di carico. Inoltre, va verificata la corrispondenza del numero di targa e di telaio impresso sul veicolo con quelli riportati sulla carta di circolazione e va eseguita la lettura del contachilometri. è necessario accertare la proprietà del veicolo, rilevandola dal Certificato di Proprietà. Tale informazione è indispensabile per l identificazione dell avente diritto al risarcimento e vanno pertanto accertate le generalità complete del proprietario (cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio ed eventuale numero telefonico). Va anche accertato l eventuale locatario e l esistenza e la durata di ipoteche. Il perito dovrà prendere nota dei dati di cui sopra che andranno poi riportati nell elaborato peritale.

12 La perizia 203 B) Accertamento e rilevazione dei danni Dopo avere proceduto all identificazione il passo successivo è la rilevazione dei danni riportati dal veicolo. Il perito dovrà quindi individuare il punto d urto iniziale e la ubicazione delle deformazioni e delle avarie prendendone nota e classificandone l entità (particolare da sostituire, grado di difficoltà delle parti da riparare), avendo cura anche di rilevare eventuali danni alle parti interne o risentimenti nei lamierati limitrofi. In presenza di danni di rilevante entità o non accertabili dall esame esterno sarà necessario procedere ad una nuova ispezione dopo il disabbigliamento e denudamento del veicolo. Va eseguito anche un accurato rilevamento fotografico per documentare il danno a corredo della relazione. C) Quantificazione dei danni. I Prontuari La quantificazione dei danni, salvo casi particolari dei quali avremo modo di occuparci più avanti, va eseguita analiticamente. Si procede pertanto ad una stima particolareggiata conteggiando il singolo costo dei ricambi da sostituire, il costo della mano d opera risultante dalle ore previste per le singole operazioni da eseguire su ogni particolare, dal costo dei materiali di uso e consumo e il costo dell IVA. Completata la fase dell accertamento e rilevazione si passa quindi alla quantificazione dei danni che avviene con l ausilio dei Prontuari dei Tempi e dei Listini Prezzi delle Parti di Ricambio delle case costruttrici. Da diversi anni, nel campo dell autoriparazione e del settore assicurativo, viene adottato il Prontuario dei Tempi di Sostituzione e Riparazione di carrozzeria e di meccanica, a suo tempo pubblicato dall ANIA e adesso dall Ed. Ass. srl. Questo strumento è il risultato delle esperienze sulle tecniche riparative eseguite presso il Centro Studi Auto Riparazioni dell ANIA (CESTAR) in collaborazione con le Organizzazioni Artigiane ed oggi proseguito a cura della Ed. Ass. Al giorno d oggi, con l avvento della tecnologia, sono utilizzati prevalentemente software applicativi del Prontuario dei Tempi e dei Listini dei Prezzi dei ricambi, realizzati da softwarehouse su licenza della Ed. Ass. è evidente, però, che, nonostante l utilizzo di questo strumento costituisca un ausilio per il perito al fine della quantificazione dei danni, l interpretazione e la corretta applicazione dei tempi di lavorazione in esso riportati sono comunque demandati all esperienza e alla professionalità del perito stesso.

13 204 Libro Nono - Redazione della perizia Gli interventi indicati nel Prontuario in ore e centesimi di ore vengono suddivisi in: SR (stacco e riattacco dei particolari che interferiscono con la riparazione); LA (lattoneria, operazioni di risagomatura o sostituzione dei lamierati o particolari in materiale plastico); VE (verniciatura); SF (sfumatura, operazioni di verniciatura a ciclo parziale). I tempi di intervento, definiti assegnati, sono indicati per ogni singolo lamierato e distinti per grado di difficoltà con i seguenti criteri: SR (Stacco e Riattacco): L (lieve difficoltà): operazioni di stacco e riattacco di un limitato numero di particolari di carrozzeria, di parte elettrica e/o meccanica, di selleria che interferiscono con l intervento riparativo; M (Media difficoltà): operazioni di stacco e riattacco di alcuni particolari di carrozzeria, di parte elettrica e/o meccanica, di selleria che interferiscono con l intervento riparativo; G (Grave difficoltà): operazioni di stacco e riattacco della maggior parte dei particolari di carrozzeria, di parte elettrica e/o meccanica, di selleria che interferiscono con l intervento riparativo. Nei tempi assegnati non sono compresi quelli relativi ad eventuali accessori o particolari allestimenti (fanaleria su paraurti, alzacristallo elettrico, chiusura centralizzata, retrovisore esterno elettrico ecc.) che andranno aggiunti nel conteggio delle ore; LA (Lattoneria): L (lieve difficoltà): operazioni di risagomatura di un lamierato lievemente deformato ed in zona accessibile e non sagomato; M (Media difficoltà): operazioni di risagomatura di un lamierato non eccessivamente deformato ma in prossimità di zone scatolate e/o sagomate con eventuale impiego di attrezzi specifici; G (Grave difficoltà): operazioni di risagomatura di un lamierato gravemente deformato anche in prossimità di zone scatolate, ma tecnicamente riparabile con eventuale impiego di attrezzi specifici; per le parti mobili (cofani, porte, ecc.) la riparazione è considerata al banco; VE (Verniciatura): L (lieve difficoltà): operazioni di verniciatura a ciclo completo della superficie stuccata e preparata per l applicazione del fondo fino al 10% del particolare e la verniciatura a ciclo parziale della superficie rimanente;

14 La perizia 205 M (Media difficoltà): operazioni di verniciatura a ciclo completo della superficie stuccata e preparata per l applicazione del fondo fino al 40% del particolare e la verniciatura a ciclo parziale della superficie rimanente; G (Grave difficoltà): operazioni di verniciatura a ciclo completo della superficie stuccata e preparata per l applicazione del fondo oltre il 40% del particolare e la verniciatura a ciclo parziale della superficie rimanente; SF (Sfumatura): Operazioni di verniciatura a ciclo parziale di un lamierato con smalto in buono stato. Va eseguita quando si rende tecnicamente necessaria per uniformare la tinta tra il lamierato trattato e quelli contigui. Nel Prontuario i tempi assegnati sono riportati nella colonna VE (L) della tabella. Il Prontuario riporta anche i tempi assegnati per la sostituzione dei singoli particolari danneggiati e quelli assegnati per la sostituzione di due o più particolari contigui, distinti sempre in SR, LA e VE. Alla somma dei tempi assegnati delle operazioni della fase di verniciatura, risultanti dalla stima, vanno poi aggiunti i seguenti tempi supplementari: vernici doppio strato (pasta base + trasparente): 15%; ciclo di finitura (pulizia e lucidatura del veicolo a seguito del ciclo di verniciatura): 10% con un massimo di 3 ore da calcolare sul tempo assegnato di verniciatura ed in caso di smalti doppio strato compreso il supplemento del 15%. Questo supplemento non va applicato in caso di interventi esclusivi limitati su singoli particolari quali paraurti, spoiler, calotte di retrovisori esterni ecc.). Al complessivo dei tempi di verniciatura va infine aggiunto il tempo fisso per la preparazione, correzione, prova, spostamento veicolo, preparazione e pulizia degli attrezzi determinato in: smalto doppio strato: ore 1,6; smalto monostrato: ore 1,2. I costi dei materiali di consumo, prodotti per l esecuzione dei lavori di LA e VE convenzionalmente riferiti alle ore complessive di verniciatura, come le tariffe orarie di mano d opera sono ormai determinati dagli orientamenti del libero mercato. D) Redazione della relazione di perizia La redazione della perizia va eseguita su un modulo prestampato, pressoché unificato, adottato da tutte le Compagnie assicuratrici.

15 206 Libro Nono - Redazione della perizia Riportiamo di seguito degli esempi di redazione di perizia su tale modulo.

GUIDA ALL APPLICAZIONE DEI TEMPI

GUIDA ALL APPLICAZIONE DEI TEMPI GUIDA ALL APPLICAZIONE DEI TEMPI TEMPI DI RIPARAZIONE E SOSTITUZIONE Abbiamo ritenuto opportuno suddividere i tempi di riparazione e sostituzione, espressi in ore e centesimi di ora, in tre gruppi di lavorazioni

Dettagli

LA - Operazioni di risagomatura o di sostituzione di lamierati ed elementi in materiale plastico ( m.c. ).

LA - Operazioni di risagomatura o di sostituzione di lamierati ed elementi in materiale plastico ( m.c. ). Tempario pag. 1 GUIDA ALLA APPLICAZIONE DEI TEMPI IN VIGORE DAL 1 FEBBRAIO 2002 I tempi di riparazione e/o sostituzione sono indicati in ore e centesimi di ora; i tempi sono riferiti a valori medi di interventi

Dettagli

GUIDA ALLA APPLICAZIONE DEI TEMPI

GUIDA ALLA APPLICAZIONE DEI TEMPI GUIDA ALLA APPLICAZIONE DEI TEMPI I I tempi di riparazione e/o sostituzione sono indicati in ore e centesimi di ora; i tempi sono riferiti a valori medi di interventi effettuati da officine di carrozzeria

Dettagli

Revisione 26/01/2006 PROGETTO CARROZZERIA TRASPARENTE CARTA DEI SERVIZI

Revisione 26/01/2006 PROGETTO CARROZZERIA TRASPARENTE CARTA DEI SERVIZI Revisione 26/01/2006 PROGETTO CARROZZERIA TRASPARENTE CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI FORNITI DALLE CARROZZERIE I servizi, di seguito elencati, sono erogati dalle carrozzerie alla propria clientela

Dettagli

Caricamenti Carta verde Certificato di assicurazione Condizioni generali di assicurazione Constatazione amichevole di incidente Contraente

Caricamenti Carta verde Certificato di assicurazione Condizioni generali di assicurazione Constatazione amichevole di incidente Contraente Glossario A Agente di Assicurazione - Soggetto che, mettendo a disposizione del pubblico la propria competenza tecnica, svolge stabilmente in forma professionale ed autonoma l incarico di provvedere a

Dettagli

LA GESTIONE DEL SINISTRO PER LE CARROZZERIE BOZZA DI MODULISTICA

LA GESTIONE DEL SINISTRO PER LE CARROZZERIE BOZZA DI MODULISTICA LA GESTIONE DEL SINISTRO PER LE CARROZZERIE BOZZA DI MODULISTICA Modello rich lesta risarcimento danni Modello in carico alla riparazione Modello verbale per la valutazione del costo di riparazione Modello

Dettagli

MANUALE UTENTE INFOCAR REPAIR PREVENTIVO CARROZZERIA

MANUALE UTENTE INFOCAR REPAIR PREVENTIVO CARROZZERIA PREVENTIVO CARROZZERIA Copyright 2014, Editoriale Domus S.p.A. Tutti i diritti riservati. Finito di stampare: Marzo 2014 Sommario PREVENTIVO CARROZZERIA... 3 SELEZIONE RICAMBI... 8 TEMPI DI LAVORAZIONE...

Dettagli

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293)

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Misure per favorire l iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza Capo III DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RC AUTO 1

Dettagli

CAPITOLATO RESPONSABILITA CIVILE CIRCOLAZIONE DEI VEICOLO A MOTORE E RISCHI DIVERSI (INCENDIO/FURTO) ASSICURAZIONE CONDUCENTE.

CAPITOLATO RESPONSABILITA CIVILE CIRCOLAZIONE DEI VEICOLO A MOTORE E RISCHI DIVERSI (INCENDIO/FURTO) ASSICURAZIONE CONDUCENTE. CAPITOLATO RESPONSABILITA CIVILE CIRCOLAZIONE DEI VEICOLO A MOTORE E RISCHI DIVERSI (INCENDIO/FURTO) ASSICURAZIONE CONDUCENTE. CONTRAENTE CITTA DI MONTALTO UFFUGO (CS) DEFINIZIONI. Nel testo che segue,

Dettagli

Capitolato speciale di appalto polizza di assicurazione. Lotto 4. Allegato alle Norme per la partecipazione alla gara

Capitolato speciale di appalto polizza di assicurazione. Lotto 4. Allegato alle Norme per la partecipazione alla gara Capitolato speciale di appalto polizza di assicurazione Lotto 4 Allegato alle Norme per la partecipazione alla gara PROCEDURA APERTA, IN QUATTRO LOTTI, PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ASSICURATIVI DI TRENTINO

Dettagli

POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO LIBRO MATRICOLA

POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO LIBRO MATRICOLA Contraente / Ente POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO LIBRO MATRICOLA Partita I.V.A. COMUNE DI GUALTIERI 00440630358 sede legale c.a.p. Località Piazza Bentivoglio 26 42044 GUALTIERI

Dettagli

GARANZIE : AGENZIA DI: RIVA DEL GARDA 620. Auto - Furto Massimale: 17.000,00 Franchigia : 400,00 Imposte : 297,36 Premio netto annuo : 2.

GARANZIE : AGENZIA DI: RIVA DEL GARDA 620. Auto - Furto Massimale: 17.000,00 Franchigia : 400,00 Imposte : 297,36 Premio netto annuo : 2. INSER S.P.A. 001.0006400751 AGENZIA DI: RIVA DEL GARDA 620 CONTRATTO DI ASSICURAZIONE: VITTORIA - A.R.D. Chilometrica n 620.018.0000106700 DECORRENZA CONTRATTO: 20/06/2013 SCADENZA 1 RATA: ore 24:00 del

Dettagli

KASKO Danni accidentali ai veicoli

KASKO Danni accidentali ai veicoli COMUNE di RAGUSA Capitolato Polizza di Assicurazione KASKO Danni accidentali ai veicoli Lotto 3 1 DEFINIZIONI Nel testo che segue si intendono: ASSICURAZIONE: Il contratto di assicurazione; ASSICURATO:

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI MESSINA Policlinico "Gaetano Martino"

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI MESSINA Policlinico Gaetano Martino AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI MESSINA Policlinico "Gaetano Martino" Capitolato Polizza di Assicurazione Danni accidentali ai veicoli (Kasko) LOTTO n 2 1 DEFINIZIONI Nel testo che segue si intendono:

Dettagli

KASKO Danni accidentali ai veicoli

KASKO Danni accidentali ai veicoli COMUNE di PEDARA Capitolato Polizza di Assicurazione KASKO Danni accidentali ai veicoli LOTTO 5 1 DEFINIZIONI Nel testo che segue si intendono: ASSICURAZIONE: Il contratto di assicurazione; ASSICURATO:

Dettagli

Assicurazione Auto. Diritti del consumatore. Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione

Assicurazione Auto. Diritti del consumatore. Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione Assicurazione Auto Diritti del consumatore Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione GLOSSARIETTO ANIA: è l'associazione che rappresenta le imprese di assicurazione operanti in Italia.

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI

CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI 1. OGGETTO DELL ASSICURAZIONE La Società si obbliga, fino alla concorrenza degli importi indicati nell allegata scheda e nei limiti ed alle condizioni

Dettagli

IL RUOLO DEL PERITO ASSICURATIVO

IL RUOLO DEL PERITO ASSICURATIVO Palermo 28 ottobre 2010 IL RUOLO DEL PERITO ASSICURATIVO Dott. Ing. Egeria Mercadante 1 Cos è la perizia contrattuale? Non è un arbitrato rituale E una forma peculiare di arbitrato libero Caratteristiche

Dettagli

Capitolato Speciale LOTTO 5 POLIZZA DI ASSICURAZIONE KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE COMUNE DI ACQUI TERME

Capitolato Speciale LOTTO 5 POLIZZA DI ASSICURAZIONE KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE COMUNE DI ACQUI TERME Capitolato Speciale LOTTO 5 POLIZZA DI ASSICURAZIONE KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE La presente polizza è stipulata tra COMUNE DI ACQUI TERME e Decorrenza ore 24.00 del 31/3/2008 Scadenza ore 24.00 del 31/3/2011

Dettagli

COMUNE DI GARLENDA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

COMUNE DI GARLENDA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI COMUNE DI GARLENDA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. del 1 Sommario

Dettagli

CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Settore di Sicurezza Urbana Nucleo Infortunistica Stradale

CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Settore di Sicurezza Urbana Nucleo Infortunistica Stradale CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Settore di Sicurezza Urbana Nucleo Infortunistica Stradale Novità sul fronte assicurativo per i sinistri stradali. Dal 1 giugno 2004 con la compilazione del modulo CID è possibile

Dettagli

GARANZIE RELATIVE AL PARCO AUTOMEZZI COSMO S.p.A. CAPITOLATO 2

GARANZIE RELATIVE AL PARCO AUTOMEZZI COSMO S.p.A. CAPITOLATO 2 GARANZIE RELATIVE AL PARCO AUTOMEZZI COSMO S.p.A. CAPITOLATO 2 Capitolato di assicurazione C.V.T. per la copertura dei rischi Incendio; Furto; Eventi Naturali; Eventi Sociopolitici; Ricorso Terzi; Cristalli;

Dettagli

LOTTO N.08 CAPITOLATO SPECIALE PER POLIZZA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO E AUTO RISCHI DIVERSI VEICOLI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI ROTTOFRENO (PC)

LOTTO N.08 CAPITOLATO SPECIALE PER POLIZZA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO E AUTO RISCHI DIVERSI VEICOLI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI ROTTOFRENO (PC) LOTTO N.08 CAPITOLATO SPECIALE PER POLIZZA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO E AUTO RISCHI DIVERSI VEICOLI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI ROTTOFRENO (PC) CONTRAENTE COMUNE DI ROTTOFRENO (PC) EFFETTO: 31.12.2009 SCADENZA

Dettagli

Secondo il Codice delle Assicurazioni chi è abilitato ad emettere la carta verde?

Secondo il Codice delle Assicurazioni chi è abilitato ad emettere la carta verde? Allo scopo di dare maggiori elementi per la preparazione di futuri esami, qui di seguito riportiamo le domande della prova scritta dell'esame Agenti e Broker (RUI sezione A e B) ISVAP svoltosi a l 11 luglio

Dettagli

GUIDEpratiche LE PAROLE DELL ASSICURAZIONE COME ORIENTARSI NEL MONDO DELLE POLIZZE AUTO L INFORMAZIONE SEMPRE A PORTATA DI MANO

GUIDEpratiche LE PAROLE DELL ASSICURAZIONE COME ORIENTARSI NEL MONDO DELLE POLIZZE AUTO L INFORMAZIONE SEMPRE A PORTATA DI MANO GUIDEpratiche L INFORMAZIONE SEMPRE A PORTATA DI MANO LE PAROLE DELL ASSICURAZIONE COME ORIENTARSI NEL MONDO DELLE POLIZZE AUTO UN UTILE GLOSSARIO PER LA POLIZZA AUTO COME ORIENTARSI NEL MONDO DELLE ASSICURAZIONI

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA AD ACQUIRENTE AUTOVETTURE VOLKSWAGEN

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA AD ACQUIRENTE AUTOVETTURE VOLKSWAGEN CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA AD ACQUIRENTE AUTOVETTURE VOLKSWAGEN Art. 1 - DEPOSITO CAUZIONALE. Alla sottoscrizione della proposta d acquisto di una autovettura contrassegnata dal marchio Volkswagen

Dettagli

Sezione Prima L IMPRESA NEL SETTORE DELLE ASSICURAZIONI

Sezione Prima L IMPRESA NEL SETTORE DELLE ASSICURAZIONI INDICE GENERALE L AUTORE... PRESENTAZIONE Ermanno Cappa... PREFAZIONE... ABBREVIAZIONI E ACRONIMI... XVII XIX XXI XXIII Parte Prima LA DISCIPLINA DELL ATTIVITÀ ASSICURATIVA Sezione Prima L IMPRESA NEL

Dettagli

CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it

CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it BREVE GUIDA ALLE TARIFFE DELL ASSICURAZIONE R.C.AUTO A cura dell ANIA - Il premio di assicurazione - Inversione del ciclo produttivo - Le

Dettagli

POLIZZA AUTO. Nota informativa

POLIZZA AUTO. Nota informativa POLIZZA AUTO Nota informativa La presente nota informativa è stata predisposta dall impresa Credemassicurazioni S.p.A. in conformità alle indicazioni contenute nel D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209, nelle

Dettagli

Inoltre, la informiamo che un perito effettuerà ulteriori controlli di meccanica entrando nel merito della funzionalità del motore segnalando:

Inoltre, la informiamo che un perito effettuerà ulteriori controlli di meccanica entrando nel merito della funzionalità del motore segnalando: STATO D USO Indipendentemente dal danno rilevato è necessario effettuare sempre e tempestivamente la denuncia compilando l apposito modulo di Denuncia Danni presente nell Area Utilizzatori del sito www.aldautomotive.it

Dettagli

INDICE SOMMARIO GLI ARTT. 1904-1918 DEL CODICE CIVILE E LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI.

INDICE SOMMARIO GLI ARTT. 1904-1918 DEL CODICE CIVILE E LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI. INDICE SOMMARIO GLI ARTT. 1904-1918 DEL CODICE CIVILE E LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI. 1. Le assicurazioni contro i danni. L interpretazione degli articoli 1904-1918 del Codice civile mediante il criterio

Dettagli

ALLEGATO AFC alla Polizza N Convenzione tariffaria Auto Intelligente AGENZIA COD.AGENZIA SUB/BROKER POLIZZA N. CONDIZIONI AUTO INTELLIGENTE

ALLEGATO AFC alla Polizza N Convenzione tariffaria Auto Intelligente AGENZIA COD.AGENZIA SUB/BROKER POLIZZA N. CONDIZIONI AUTO INTELLIGENTE c:\form \LOGO\ c:\form\logo\bmilanop2.bmp 15 30 c:\form\logo\firma_milano.png c:\form\logo\m INESCOMPESTMPA.J PG c:\form\logo\testologomilano_bn_150.bmp 70 1 10 c:\form\logo\lmilano.wmf 52 Milano Assicurazioni

Dettagli

Perito assicurativo infortunistica stradale presso STUDIO PERITALE MAURI PIERGIOVANNI mauri.perizie@alice.it

Perito assicurativo infortunistica stradale presso STUDIO PERITALE MAURI PIERGIOVANNI mauri.perizie@alice.it Mauri Piergiovanni Perito assicurativo infortunistica stradale presso STUDIO PERITALE MAURI PIERGIOVANNI mauri.perizie@alice.it Riepilogo Mauri Piergiovanni rilascia perizie, stime, valutazioni veicoli

Dettagli

MODALITÀ DA RISPETTARE PER LA FORMULAZIONE DEL PREVENTIVO ED EVENTUALE STIPULA DELLA POLIZZA R.C.A. VEICOLI STORICI

MODALITÀ DA RISPETTARE PER LA FORMULAZIONE DEL PREVENTIVO ED EVENTUALE STIPULA DELLA POLIZZA R.C.A. VEICOLI STORICI PolizzadiAssicurazione OLDTIMER RSA SunInsuranceOfficeLtd RappresentanzaGeneraleeDirezioneperl Italia CorsoFrancescoFerrucci89/D10138Torino Tel.0114340389 Fax.0114305704 MODALITÀDARISPETTAREPERLAFORMULAZIONEDELPREVENTIVOED

Dettagli

D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254

D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254 397 D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254 Art. 1 2. D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254. Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell articolo

Dettagli

Guida ai danni di fine contratto.

Guida ai danni di fine contratto. Guida ai danni di fine contratto. 1 Guida per il Cliente (1/2) Gentile Cliente, con la presente guida Leasys desidera comunicarle i criteri e la valutazione dei danni di fine contratto effettuata da parte

Dettagli

5 Condizioni Generali di Assicurazione Natanti

5 Condizioni Generali di Assicurazione Natanti 5 Condizioni Generali di Assicurazione Natanti CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE NATANTI Sommario Definizioni 1.10 Oggetto dell assicurazione 1.20 Esclusione e rivalsa 1.30 Dichiarazioni e comunicazioni

Dettagli

POLIZZA KASKO - INCENDIO E FURTO DEFINIZIONI. - la persona fisica o giuridica nel cui interesse é stipulato il contratto

POLIZZA KASKO - INCENDIO E FURTO DEFINIZIONI. - la persona fisica o giuridica nel cui interesse é stipulato il contratto POLIZZA KASKO - INCENDIO E FURTO Nel testo che segue si intendono: DEFINIZIONI per ASSICURATO - la persona fisica o giuridica nel cui interesse é stipulato il contratto per CONTRAENTE - l'azienda Provinciale

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E NATANTI

CAPITOLATO SPECIALE PER LA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E NATANTI CAPITOLATO SPECIALE PER LA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E NATANTI CONTRAENTE: COMUNE DI BIBBIENA ASSICURAZIONE NELLA FORMA LIBRO MATRICOLA 1 SEZ. 1

Dettagli

Consiglio Regionale della Basilicata LOTTO n. 1 CAPITOLATO KASKO VEICOLI PRIVATI UTILIZZATI PER SERVIZIO

Consiglio Regionale della Basilicata LOTTO n. 1 CAPITOLATO KASKO VEICOLI PRIVATI UTILIZZATI PER SERVIZIO DEFINIZIONI Consiglio Regionale della Basilicata LOTTO n. 1 CAPITOLATO KASKO VEICOLI PRIVATI UTILIZZATI PER SERVIZIO Nel testo delle presenti Condizioni di Assicurazione si definiscono con: Assicurazione

Dettagli

RHIAG S.p.A. Manuale d uso Arianna Carrozzeria

RHIAG S.p.A. Manuale d uso Arianna Carrozzeria RHIAG S.p.A. Manuale d uso Arianna Carrozzeria Il preventivatore di carrozzeria si trova all interno di Arianna, l iter per arrivare ad inserire articoli e informazioni utile al preventivo è sempre lo

Dettagli

C O M U N E D I C A N N A R A Provincia di Perugia

C O M U N E D I C A N N A R A Provincia di Perugia Cottimo fiduciario per l affidamento dei servizi assicurativi del Comune di Cannara per l anno 2014 LOTTO C CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE KASKO - DIPENDENTI IN MISSIONE CON MEZZI PROPRI C O M U N E D I C

Dettagli

POLIZZA DI ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI. Condizioni di Assicurazione

POLIZZA DI ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI. Condizioni di Assicurazione POLIZZA DI ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI Condizioni di Assicurazione Art. 1 - OGGETTO DELL ASSICURAZIONE La Società si obbliga, fino alla concorrenza degli importi indicati in polizza e nei limiti

Dettagli

Legge 12 dicembre 2002, n. 273. "Misure per favorire l'iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza"

Legge 12 dicembre 2002, n. 273. Misure per favorire l'iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza Legge 12 dicembre 2002, n. 273 "Misure per favorire l'iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 293 del 14 dicembre 2002 - Supplemento Ordinario n. 230

Dettagli

ALLEGATO ASC alla Polizza N Convenzione tariffaria Auto Intelligente AGENZIA COD.AGENZIA SUB/BROKER POLIZZA N.

ALLEGATO ASC alla Polizza N Convenzione tariffaria Auto Intelligente AGENZIA COD.AGENZIA SUB/BROKER POLIZZA N. c:\form\logo\ c:\form\logo\bmilanop2.bmp 15 30 c:\form\logo\firma_milano.png c :\FORM \LOGO\MINESCOMPESTMPA.JPG c :\FORM \LOGO\TESTOLOGOMILANO_BN_150.BMP 70 1 10 c:\form\logo\lmilano.wmf 52 Milano Assicurazioni

Dettagli

SINDACATI BANCARI POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE

SINDACATI BANCARI POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE SINDACATI BANCARI POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE COMPAGNIA ASSICURATRICE: MILANO DIVISIONE SASA Numero di polizza Sostituisce la polizza Broker/Agenzia Codice ==== RELA BROKER s.r.l. CONTRAENTE RELA

Dettagli

Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti

Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti Nei giorni scorsi il governo ha approvato in consiglio dei ministri il testo del decreto legge relativo alle liberalizzazioni

Dettagli

Questionario a risposta multipla assegnato alla prova scritta dell Esame CONSAP Perito Assicurativo 8 Luglio 2014

Questionario a risposta multipla assegnato alla prova scritta dell Esame CONSAP Perito Assicurativo 8 Luglio 2014 Questionario a risposta multipla assegnato alla prova scritta dell Esame CONSAP Perito Assicurativo 8 Luglio 2014 1) Qual è il numero minimo di valvole per cilindro che deve avere un motore a scoppio a

Dettagli

ESTRATTO DELLE CONDIZIONI POLIZZA CONVENZIONE

ESTRATTO DELLE CONDIZIONI POLIZZA CONVENZIONE Milano Assicurazioni S.p.A. Divisione SASA Agenzia Generale 0600 PEGASO 2003 Via Archiano, 11-00199 ROMA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI POLIZZA CONVENZIONE Auto Rischi Diversi CONTRAENTE CHEVROLET ITALIA S.P.A.

Dettagli

COMUNE DI MAGIONE. PROVINCIA DI PERUGIA - C.F./P.I. 00349480541 - Tel. 075/8477011 - Fax 8477041

COMUNE DI MAGIONE. PROVINCIA DI PERUGIA - C.F./P.I. 00349480541 - Tel. 075/8477011 - Fax 8477041 COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA - C.F./P.I. 00349480541 - Tel. 075/8477011 - Fax 8477041 CAPITOLATO TECNICO RISCHI DIVERSI VEICOLI DEI DIPENDENTI IN MISSIONE PER L ENTE POLIZZA DI ASSICURAZIONE

Dettagli

POLIZZA DI ASSICURAZIONE IN CONVENZIONE

POLIZZA DI ASSICURAZIONE IN CONVENZIONE POLIZZA DI ASSICURAZIONE IN CONVENZIONE POLIZZA KASKO, FURTO, INCENDIO E RISCHI DIVERSI DEI VEICOLI DEI DIPENDENTI E DEGLI AMMINISTRATORI UTILIZZATI PER RAGIONI DI SERVIZIO stipulata tra (il Contraente)

Dettagli

INDICE. Prefazione alla decima edizione... Abbreviazioni... INTRODUZIONE CAPITOLO I

INDICE. Prefazione alla decima edizione... Abbreviazioni... INTRODUZIONE CAPITOLO I INDICE Prefazione alla decima edizione.......................... Abbreviazioni.................................... V VII INTRODUZIONE CAPITOLO I A. L ASSICURAZIONE COME OPERAZIONE ECONOMICA...............

Dettagli

LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO

LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO TRASPARENZA E QUALITÀ LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO Edizione 2002 La guida pratica alle procedure di risarcimento per l utente r.c. auto Documento realizzato da: Associazione Indipendente

Dettagli

Linee guida per la valutazione dei danni alla fine di un contratto di Locazione Finanziaria. Technical Dept. Ed. Ottobre 2009 Form Stato D'Uso

Linee guida per la valutazione dei danni alla fine di un contratto di Locazione Finanziaria. Technical Dept. Ed. Ottobre 2009 Form Stato D'Uso Linee guida per la valutazione dei danni alla fine di un contratto di Locazione Finanziaria INDICE PRINCIPI GENERALI CONDIZIONI CARROZZERIA / VETRI / FANALERIA VERIFICA STATO INTERNO VETTURA CONTROLLO

Dettagli

COPERTURA ASSICURATIVA DELLA RESPONSABILITA' CIVILE OBBLIGATORIA

COPERTURA ASSICURATIVA DELLA RESPONSABILITA' CIVILE OBBLIGATORIA DEFINIZIONI COPERTURA ASSICURATIVA DELLA RESPONSABILITA' CIVILE OBBLIGATORIA Nel testo che segue, si intende per: Amministrazione: Il Comune di.., Contraente della polizza; Assicurato: il soggetto, persona

Dettagli

PROVVEDIMENTO n.2264 del 1 Aprile (G.U.- 27 del 6 aprile 2004) Prova di idoneità per l iscrizione nel Ruolo nazionale dei periti assicurativi

PROVVEDIMENTO n.2264 del 1 Aprile (G.U.- 27 del 6 aprile 2004) Prova di idoneità per l iscrizione nel Ruolo nazionale dei periti assicurativi PROVVEDIMENTO n.2264 del 1 Aprile (G.U.- 27 del 6 aprile 2004) Prova di idoneità per l iscrizione nel Ruolo nazionale dei periti assicurativi L ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E DI

Dettagli

Il Perito assicurativo

Il Perito assicurativo Il Perito assicurativo Professionista che accerta e stima i danni derivanti da furti, incidenti e incendi. Il Profilo professionale Il ruolo nazionale dei periti assicurativi istituito dalla Legge 166/92

Dettagli

Manuale stato d uso Valutazione dei danni per la Riconsegna del veicolo a Fine Noleggio

Manuale stato d uso Valutazione dei danni per la Riconsegna del veicolo a Fine Noleggio Manuale stato d uso Valutazione dei danni per la Riconsegna del veicolo a Fine Noleggio Gentile Cliente, Lei ha noleggiato un veicolo di proprietà di Volkswagen Leasing GmbH: Volkswagen Leasing e i Concessionari

Dettagli

CONTRAENTE: COMUNE DI ARZACHENA via Firenze 2-07021 Arzachena DURATA: TRE ANNI DECORRENZA: ORE 24:00 DEL 31 DICEMBRE 2015

CONTRAENTE: COMUNE DI ARZACHENA via Firenze 2-07021 Arzachena DURATA: TRE ANNI DECORRENZA: ORE 24:00 DEL 31 DICEMBRE 2015 COMUNE DI ARZACHENA Provincia di Olbia - Tempio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO POLIZZA TRIENNALE RC AUTO PER I VEICOLI COMUNALI 2016-2018 LIBRO MATRICOLA CONTRAENTE: COMUNE DI ARZACHENA via Firenze 2-07021

Dettagli

STUDIO PERITALE MAURI PIERGIOVANNI

STUDIO PERITALE MAURI PIERGIOVANNI Mauri Piergiovanni http://www.studioperitalemauri.com/ Perito assicurativo infortunistica stradale. Perizie stime valutazioni veicoli. Consulenza assicurativa. Perito terzo. Ruolo nazionale periti assicurativi

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Assicurazione R.C.A. C.V.T. INFORTUNI CONDUCENTE dei mezzi dell Autoparco dell Ente Regione Siciliana ENTE PARCO DEI NEBRODI C.da Pietragrossa/S.S. 113 98072 CARONIA (ME) CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

Dettagli

POLIZZA TIPO-CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO LOTTO N. 1

POLIZZA TIPO-CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO LOTTO N. 1 POLIZZA TIPO-CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO LOTTO N. 1 KASKO, FURTO INCENDIO E RISCHI DIVERSI DEI VEICOLI DEI DIPENDENTI UTILIZZATI PER RAGIONI DI SERVIZIO Base di gara: Euro 0,05.- al km percorso; Euro

Dettagli

RC AUTO senza segreti

RC AUTO senza segreti RC AUTO senza segreti Sei informato di quello che prevede la tua polizza auto? Sei sicuro che l assicurazione della tua auto sia adeguata alle tue esigenze?! Ogni automobilista ha diritto di scegliere

Dettagli

PROGETTO PMI. Studio di Consulenza Assicurativa. Dedicato alle Piccole Medie Imprese. consulenza assicurativa

PROGETTO PMI. Studio di Consulenza Assicurativa. Dedicato alle Piccole Medie Imprese. consulenza assicurativa PROGETTO PMI Studio di Consulenza Assicurativa Dedicato alle Piccole Medie Imprese SOCIETÀ POINT SPA Prospetto Polizze Assicurative in Essere Compagnia N. Polizza Rischio Scadenza Premio Lordo ALLIANZ

Dettagli

ING CAR LEASE ITALIA SPA ESERCIZIO / 26049 ISPETT./LIQUID. 000 / RIP. Disco Ruota Ant. - Dx S 0,20 S S S 102,00 102,00

ING CAR LEASE ITALIA SPA ESERCIZIO / 26049 ISPETT./LIQUID. 000 / RIP. Disco Ruota Ant. - Dx S 0,20 S S S 102,00 102,00 LUNGO BISAGNO DALMAZIA, 72 64 GENOVA (GE) Tel 8944 Fax 27922 Partita Iva 255596 323 Perizia n RELAZIONE PERIZIA PER TIPO SINISTRO 76676 456 TUV FURTO COD PERITO RAMO EO NUMERO SINISTRO 2649 ISPETTLIQUID

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO. RELAZIONE TECNICA-ILLUSTRATIVA (Art. 279 co. 1 lett. a) del D.P.R. 5/10/2010 n. 207)

PROVINCIA DI TORINO. RELAZIONE TECNICA-ILLUSTRATIVA (Art. 279 co. 1 lett. a) del D.P.R. 5/10/2010 n. 207) PROVINCIA DI TORINO All. 1 alla D.G.P. n. 32560/2011 PROGETTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEI SINISTRI DI IMPORTO INFERIORE O UGUALE ALLA FRANCHIGIA CONTRATTUALE DI 25.000,00, PREVISTA NELLA

Dettagli

del contratto assicurativo

del contratto assicurativo Le basi giuridiche del contratto assicurativo Il contratto di assicurazione in generale Le vicende del contratto di assicurazione. 1 Esercitazione Obiettivo: conoscere i termini del contratto Attività:

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del decreto

Dettagli

NOTA INFORMATIVA contratto di assicurazione Novit Auto GARANZIE ACCESSORIE modello 1060 ed. del 1 dicembre 2010

NOTA INFORMATIVA contratto di assicurazione Novit Auto GARANZIE ACCESSORIE modello 1060 ed. del 1 dicembre 2010 NOTA INFORMATIVA contratto di assicurazione Novit Auto GARANZIE ACCESSORIE modello 1060 ed. del 1 dicembre 2010 La presente nota informativa è redatta secondo lo schema predisposto dall Isvap, ma il suo

Dettagli

Cos è il franchising. La proposta di franchising On Delivery

Cos è il franchising. La proposta di franchising On Delivery Cos è il franchising Il franchising è un sistema di collaborazione commerciale tra due imprese indipendenti: da una parte c è il produttore o un offerente di servizi, detto affiliante o Franchisor, e dall

Dettagli

Attività liberali. Partner. Rc Professionista

Attività liberali. Partner. Rc Professionista LINEA LAVORO Attività liberali Partner Rc Professionista Grazie per aver scelto un prodotto Fondiaria-Sai Divisione Sai. Partner RC Professionista è la polizza di Responsabilità Civile di ultima generazione,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI APPROVATO

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI APPROVATO REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 13 DELL 08.04.2008 ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina la gestione e l uso

Dettagli

CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE

CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE - CAPITOLATO TECNICO DI POLIZZA - CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE Pag. 1 di 10 DEFINIZIONI Contraente L azienda A.O.R.N. DEI COLLI MONALDI-COTUGNO-C.T.O. Impresa La Compagnia Assicuratrice.

Dettagli

COMUNE DI ALA DEI SARDI

COMUNE DI ALA DEI SARDI PROT. N. 2375 DEL 06.06.2013 COMUNE DI ALA DEI SARDI Provincia di Olbia Tempio AREA AMMINISTRATIVA BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 2 TITOLARITA PER IL SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE INFORTUNI SINDACO E CONSIGLIO

CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE INFORTUNI SINDACO E CONSIGLIO CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE INFORTUNI SINDACO E CONSIGLIO ENTE CONTRAENTE: COMUNE DI B I B B I E N A Decorrenza: dalle ore 24 del 30 Giugno 2010 Scadenza: alle ore 24 del 30 Giugno 2012 1 DEFINIZIONI

Dettagli

Manuale Gcar New. Vian Software Division Via Montegrappa, 110 Salzano (VE) ITALY

Manuale Gcar New. Vian Software Division Via Montegrappa, 110 Salzano (VE) ITALY Indice: Pag. CAPITOLO.1 GESTIONE DELLE ATTIVITA'...2 1.1 TIPI DI SCHEDE...2 1.2 CREAZIONE SCHEDA...2 1.2.1 Creazione di un nuovo Cliente...3 1.2.1.1 Dati Anagrafici... 4 1.2.1.1.1 Immissione Partita Iva

Dettagli

PRODOTTI e SERVIZI ASSICURATIVI

PRODOTTI e SERVIZI ASSICURATIVI Allegato 3 Convenzione Nazionale CISL - UGF PRODOTTI e SERVIZI ASSICURATIVI Condizioni riservate alle Strutture Sindacali (Nazionali, Regionali, Territoriali e di Categoria) e alle Società ed Enti di loro

Dettagli

Comune di Trapani. Pagina 1 di 9

Comune di Trapani. Pagina 1 di 9 Comune di Trapani Assicurazione della responsabilità civile auto, dell incendio, degli eventi atmosferici e socio-politici, degli infortuni dei conducenti, della tutela legale Capitolato contenente le

Dettagli

Testo Aiba - Accordo Broker/Impresa - (Ediz. luglio 2009)

Testo Aiba - Accordo Broker/Impresa - (Ediz. luglio 2009) Testo Aiba - Accordo Broker/Impresa - (Ediz. luglio 2009) ACCORDO DI LIBERA COLLABORAZIONE NEI RAMI.. Vogliate prendere cortese nota che fra la nostra società in seguito definita l Impresa e la Vostra

Dettagli

ASSICURAZIONE RC PROFESSIONALE OBBLIGATORIA

ASSICURAZIONE RC PROFESSIONALE OBBLIGATORIA ASSICURAZIONE RC PROFESSIONALE OBBLIGATORIA 11 UN OBBLIGO O UN OPPORTUNITA? LINEE GUIDA PER UNA SCELTA CONSAPEVOLE Vicenza, 13 giugno 2012 AGENDA DELL INCONTRO 22 NOVITA LEGISLATIVE IL NUOVO OBBLIGO DI

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO DANNI

CAPITOLATO TECNICO DANNI CAPITOLATO TECNICO DANNI 1 00156 ROMA INDICE 1. GUIDA PER IL CLIENTE 2. METODO DI ANALISI DELLO STATO D USO DEL VEICOLO 3. RESTITUZIONE DEL VEICOLO - PORTE - RUOTE - LATO (destro e sinistro) - PARTE ANTERIORE

Dettagli

In caso di Incidente da circolazione

In caso di Incidente da circolazione 1. Il Risarcimento Diretto Dal 1 febbraio 2007 è in vigore, a seguito delle modifiche introdotte dal Codice delle Assicurazioni Private, la procedura di Risarcimento Diretto, applicabile a molte tipologie

Dettagli

CONVENZIONE ASSICURATIVA Fondiaria SAI - Divisione SAI

CONVENZIONE ASSICURATIVA Fondiaria SAI - Divisione SAI CONVENZIONE ASSICURATIVA Fondiaria SAI - Divisione SAI CONTRAENTE: CLUB VALDARNO AUTO E MOTO D EPOCA SEDE LEGALE: Piazza delle Scuole, 145 LEVANELLA MONTEVARCHI (AR) SOCIETÀ: FONDIARIA SAI S.p.A. ASSICURATI:

Dettagli

C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari

C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 159

Dettagli

per le organizzazioni di volontariato

per le organizzazioni di volontariato Le per le organizzazioni di volontariato A cura del Dott. Emidio Valeri Broker assicurativo e Consulente del C.S.V. di Teramo Prima Edizione maggio 2004 Seconda Edizione maggio 2013 Terza Edizione giugno

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SETTORE AVVOCATURA SERVIZIO APPALTI CONTRATTI E ASSICURAZIONI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER LA R.C.A. E INFORTUNIO DEL CONDUCENTE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEFINIZIONI Nel testo che segue si intendono:

Dettagli

CODICE DELLE ASSICURAZIONI: decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209;

CODICE DELLE ASSICURAZIONI: decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209; Istruzioni per la compilazione dei registri assicurativi, dei moduli di vigilanza allegati al bilancio di esercizio e dei prospetti di vigilanza da allegare alla relazione semestrale nonchè per la trasmissione

Dettagli

Bando di gara per l affidamento dell assicurazione R.C.T. Cantiere di Servizio n 024/PA CUP G96I14000020002 CIG:5903211D0

Bando di gara per l affidamento dell assicurazione R.C.T. Cantiere di Servizio n 024/PA CUP G96I14000020002 CIG:5903211D0 REGIONE SICILIANA REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MARINEO Bando di gara per l affidamento dell assicurazione R.C.T. Cantiere di Servizio n 024/PA CUP G96I14000020002 CIG:5903211D0 DISCIPLINARE DI GARA Art.

Dettagli

La Nota Informativa non sostituisce quanto regolamentato dalle Condizioni di Assicurazione

La Nota Informativa non sostituisce quanto regolamentato dalle Condizioni di Assicurazione Pag. 1 di 5 NOTA INFORMATIVA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DEL RAMO CREDITO (predisposta in conformità dell art. 185 del D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209 - Codice delle assicurazioni private) Avvertenza La

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 27 DEL 14 OTTOBRE 2008 CONCERNENTE LA TENUTA DEI REGISTRI ASSICURATIVI DI CUI ALL ARTICOLO 101 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE. L ISVAP

Dettagli

Agente intermediario che agisce in nome o per conto di una o più imprese di assicurazione

Agente intermediario che agisce in nome o per conto di una o più imprese di assicurazione GLOSSARIO DEI TERMINI ASSICURATIVI Agente intermediario che agisce in nome o per conto di una o più imprese di assicurazione Aspettativa periodo di tempo che intercorre tra la data di stipulazione della

Dettagli

Prima della sottoscrizione del contratto leggere attentamente la Nota Informativa

Prima della sottoscrizione del contratto leggere attentamente la Nota Informativa FASCICOLO INFORMATIVO POSTUMA DECENNALE RISARCITORIA In riferimento all art.1669 Codice Civile Polizza tutti i rischi della costruzione di opere civili Il Fascicolo Informativo, contenente : a) Nota Informativa,

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO VAN SHARING. Van Shering Imola Servizio di Van Sharing Città di Imola in Convenzione col Comune di Imola e gestita da:

REGOLAMENTO SERVIZIO VAN SHARING. Van Shering Imola Servizio di Van Sharing Città di Imola in Convenzione col Comune di Imola e gestita da: Pagina 1 di 6 Van Shering Imola Servizio di Van Sharing Città di Imola in Convenzione col Comune di Imola e gestita da: AREA BLU S.P.A REGOLAMENTO Indice 1. Tariffe pag. 1 2. Modalità di prenotazione pagg.

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 60 del 14.03.2013 Sommario TITOLO I - OGGETTO... 3 Art.

Dettagli

Federcarrozzieri. Federazione Italiana Carrozzieri Indipendenti

Federcarrozzieri. Federazione Italiana Carrozzieri Indipendenti Federazione Italiana Carrozzieri Indipendenti Disegno di legge n. 2085, recante «Legge annuale per il mercato e la concorrenza», relativa alle tematiche concernenti il meccanismo per il risarcimento dei

Dettagli