elementi di diritto e tecnica delle ASSiCurAzioNi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "elementi di diritto e tecnica delle ASSiCurAzioNi"

Transcript

1 Libro Secondo Elementi di diritto e tecnica delle assicurazioni

2

3 Questionario n. 1 Diritto e tecnica delle assicurazioni 1) Il contratto di assicurazione si definisce aleatorio in quanto: A) La prestazione dell assicuratore è subordinata al verificarsi di un evento futuro e incerto. B) La prestazione dell assicuratore è subordinata al verificarsi di un evento futuro e certo. C) Gli effetti del contratto sono subordinati al verificarsi di un evento futuro e incerto. 2) La forma prevista dal Codice Civile per il contratto di assicurazione è: A) Scritta, ma solo a fini probatori. B) Scritta, a fini sostanziali. C) Libera. 3) Se un contratto di assicurazione è stipulato in nome altrui da un soggetto privo del potere di rappresentanza, l interessato può ratificare il contratto: A) Prima della scadenza. B) Anche dopo la scadenza o il verificarsi del sinistro. C) Prima del verificarsi del sinistro. 4) La proposta di assicurazione, nell assicurazione danni, è assoggettata a un termine di irrevocabilità? A) Sì, non può essere revocata per trenta giorni, così da consentire all assicuratore di verificare il rischio e decorre dal giorno della consegna o spedizione della proposta. B) Sì, non può essere revocata per quindici giorni e decorre dal giorno della consegna o spedizione della proposta. C) No, può essere revocata per quindici giorni, così da consentire all assicuratore di verificare il rischio.

4 24 Libro Secondo - Elementi di diritto e tecnica delle assicurazioni 5) In caso di cessazione del rischio successivamente alla conclusione del contratto: A) Il contratto è nullo. B) Il contratto è annullabile. C) Il contratto si scioglie. 6) L assicuratore è obbligato per i sinistri cagionati da dolo? A) Sì, se il dolo è di terzi. B) Sì, se il dolo è delle persone delle quali l assicurato deve rispondere. C) No. 7) Che cosa si intende per aggravamento del rischio? A) Un eccesso di sinistri durante il periodo di assicurazione. B) L aumento imprevisto o imprevedibile del rischio riferito al momento della conclusione del contratto. C) L aumento della probabilità e dell entità del sinistro durante il periodo di assicurazione. 8) In caso di sottoassicurazione, l indennizzo di un eventuale danno sarà: A) Pari al danno stesso. B) Proporzionalmente superiore al danno. C) Proporzionalmente inferiore al danno. 9) Avviene un sinistro dopo 20 giorni dalla scadenza della polizza rinnovata tacitamente, ma il premio non è stato ancora pagato, succede che: A) Il danno non viene risarcito. B) Il danno viene risarcito. C) Il danno viene risarcito se viene provata la buona fede. 10) Quali obblighi incombono sull assicurato in caso di sinistro nel caso dell assicurazione plurima nei rami danni? A) Comunicare a tutti gli assicuratori il sinistro. B) Comunicare a tutti gli assicuratori il sinistro indicando a ciascuno il nome di tutti gli altri. C) Comunicare alla Compagnia Delegataria il sinistro.

5 Questionario n. 1 - Diritto e tecnica delle assicurazioni 25 11) Se il medesimo rischio è assicurato da più assicuratori in coassicurazione diretta, qualora uno di questi fosse insolvente, la sua quota graverà: A) Sull assicurato. B) Sugli altri assicuratori. C) Sul responsabile del sinistro. 12) Il Codice Civile prevede l obbligo da parte dell assicurato di fare il possibile per evitare o ridurre un danno? A) No. B) Sì. C) No, soltanto l obbligo di denuncia del sinistro. 13) Il Codice Civile prevede l obbligo da parte dell assicurato della conservazione delle tracce del sinistro fino alla liquidazione dello stesso? A) Sì, all art B) No. C) Sì, ma le tracce del sinistro vanno conservate fino alla perizia del danno. 14) La quantificazione della franchigia assoluta: A) Dipende dall entità del sinistro. B) Dipende dal danno risarcibile. C) Non dipende dall entità del danno. 15) Che cosa si intende con il termine scoperto? A) Parte del danno risarcibile espressa in percentuale che rimane a carico dell assicurato. B) Parte del danno totale espressa in percentuale che rimane a carico dell assicurato. C) Parte del danno risarcibile espressa in importo che rimane a carico dell assicurato. 16) I termini per la disdetta di un contratto assicurativo sono: A) 3 mesi. B) 30 giorni C) Secondo le pattuizioni contrattuali.

6 Risposte commentate al questionario n. 1 1) Risposta esatta: A La risposta C) definisce invece la condizione sospensiva che può essere in genere apposta ad un contratto. 2) Risposta esatta: A Il contratto di assicurazione in genere non richiede una particolare forma per la sua regolare conclusione. La forma scritta è prevista dall art del Codice Civile soltanto a fini probatori. Da ciò deriva l obbligo per l assicuratore di rilasciare la polizza che diviene, infatti, il documento che dimostra l esistenza del contratto. 3) Risposta esatta: B Tale disciplina è prevista dall art del Codice Civile. 4) Risposta esatta: B La proposta di assicurazione è irrevocabile per il termine di 15 giorni a far data dal giorno della consegna o spedizione della stessa. 5) Risposta esatta: C In questo caso il contratto si scioglie e l assicuratore ha diritto a esigere il pagamento del premio in corso. 6) Risposta esatta: B Ai sensi dell art del Codice Civile l assicuratore è obbligato per il sinistro cagionato da dolo o da colpa grave delle persone del fatto delle quali l assicurato deve rispondere. 7) Risposta esatta: B L aggravamento del rischio non va confuso con un eccessivo verificarsi di sinistri o con un semplice aumento delle probabilità di verificazione del sinistro durante il periodo di assicurazione, ma va inteso come un aumento imprevisto e imprevedibile del rischio e quindi delle probabilità e dell entità del danno. Per valutare l aumento del rischio occorre fare riferimento al momento della conclusione del contratto e alla descrizione del rischio che era stata fornita all assicuratore.

7 Risposte commentate al questionario n ) Risposta esatta: C Si applicherà la regola proporzionale. 9) Risposta esatta: A In caso di polizza rinnovata tacitamente, l efficacia della copertura è estesa ai 15 giorni successivi alla scadenza. 10) Risposta esatta: B Ciò è previsto dall art del Codice Civile. Non basterà comunicare il sinistro a tutti gli assicuratori, ma occorrerà anche indicare a ciascuno di essi il nome di tutti gli altri per evitare di ricevere più risarcimenti per il medesimo danno. La risposta C) è errata perché la Compagnia Delegataria è una figura che può comparire nel caso della coassicurazione diretta. 11) Risposta esatta: A L art del Codice Civile prevede in caso di coassicurazione diretta che ciascun assicuratore sia tenuto al pagamento dell indennità assicurata soltanto in proporzione della rispettiva quota; pertanto, qualora uno dei due fosse insolvente, il mancato pagamento della sa quota graverebbe sull assicurato (e non sugli altri coassicuratori). 12) Risposta esatta: B L art del Codice Civile disciplina l obbligo di salvataggio e cioè l obbligo dell assicurato di fare il possibile per evitare o ridurre un danno. 13) Risposta esatta: B L obbligo descritto nella domanda non è previsto dal Codice Civile, ma solitamente dalle condizioni generali delle polizze rami danni. 14) Risposta esatta: C L importo della franchigia assoluta è indipendente dall entità del sinistro o del danno risarcibile. 15) Risposta esatta: A Lo scoperto è calcolato in percentuale sul danno risarcibile e non su quello totale. 16) Risposta esatta: C I termini di disdetta sono liberamente pattuiti dalle parti.

8 Libro Nono Redazione della perizia

9

10 La perizia I brevi cenni che seguiranno non intendono trattare esaurientemente, in questa sede, la complessità della materia che riveste un importanza fondamentale per l esercizio della professione. Ci limiteremo a dare delle indicazioni di massima sulle metodologie dell accertamento e sui criteri da adottare per la quantificazione dei danni riportati dai veicoli soggetti alla normativa in materia di R.C. auto, nozioni ritenute indispensabili per lo svolgimento delle esercitazioni contenute nel presente testo. Ci occuperemo, pertanto, della tipologia delle perizie inerenti le varie specificità degli incarichi che possono essere conferiti dalle Compagnie di Assicurazione. Occorre, però, preliminarmente richiamare i seguenti concetti. La stima dei danni subiti da un autoveicolo a seguito di incidente stradale può essere eseguita con metodo sintetico o sommario e sistema analitico. La scelta dipende dall entità del danno. Si adotta la stima sintetica quando trattasi di riparazioni di modesta entità mentre per danni di entità rilevante è necessario procedere alla stima analitica. La stima analitica consiste nell analisi dettagliata dei vari costi che concorrono all operazione di ripristino del veicolo danneggiato nello stato funzionale in cui si trovava al momento del sinistro, cioè prima del danno: il costo dei ricambi da sostituire, il costo della mano d opera risultante dalle ore lavorative necessarie alla riparazione, costi dei materiali d uso e consumo, il costo dell IVA. Va inoltre indicato il fermo tecnico e l eventuale svalutazione o rivalutazione commerciale o tecnica riportata dal mezzo. Per la localizzazione dei danni il veicolo va orientato nel senso di marcia e suddiviso in sezione anteriore, sezione laterale e sezione posteriore. 1. Accertamento e stima Nell espletamento dell incarico conferito da una Compagnia assicuratrice occorre preliminarmente, per quanto possibile, acquisire dalla mandante la denuncia di sinistro dalla quale poter rilevare in primo luogo le modalità e la dinamica dell accaduto, i veicoli coinvolti (tar-

11 202 Libro Nono - Redazione della perizia ga, marca e modello, indicazione del punto d urto iniziale e ubicazione dei danni, grafico dell incidente). Le suddette informazioni, che non sempre, però, troviamo esaurientemente indicate nelle denunce di sinistro (sicuramente saranno indicate la data del sinistro, le targhe dei veicoli e le rispettive Società assicuratrici nonché la descrizione della dinamica) sono indispensabili al perito per poter esprimere il giudizio di coerenza con la dinamica denunciata. Può accadere che nell incarico conferito sia sommariamente descritta la dinamica del sinistro. Nei casi in cui non si abbia a disposizione la denuncia di sinistro o la descrizione della dinamica non è possibile per il perito esprimere giudizio sulla coerenza e compatibilità dei danni riscontrati; egli, pertanto, si limiterà ad eseguire la stima dei danni e ad aggiungere una nota in proposito in calce all elaborato peritale. Nel caso in cui sia stato possibile acquisire informazioni dal danneggiato o dal riparatore sulle modalità del sinistro è bene farne menzione nell elaborato, riportando le notizie delle quali si è venuti a conoscenza. A) Identificazione del veicolo Ricevuto l incarico bisogna quindi procedere all ispezione del veicolo da periziare e alla identificazione dello stesso. L identificazione del veicolo si effettua accertando: marca tipo e modello e versione, motorizzazione, la presenza di eventuali accessori non di serie e di allestimenti o dotazioni aggiunti; la data di prima immatricolazione, il colore ed il tipo di smalto; il codice di omologazione; lo stato d uso generale del veicolo; per i veicoli industriali la portata utile di carico. Inoltre, va verificata la corrispondenza del numero di targa e di telaio impresso sul veicolo con quelli riportati sulla carta di circolazione e va eseguita la lettura del contachilometri. è necessario accertare la proprietà del veicolo, rilevandola dal Certificato di Proprietà. Tale informazione è indispensabile per l identificazione dell avente diritto al risarcimento e vanno pertanto accertate le generalità complete del proprietario (cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio ed eventuale numero telefonico). Va anche accertato l eventuale locatario e l esistenza e la durata di ipoteche. Il perito dovrà prendere nota dei dati di cui sopra che andranno poi riportati nell elaborato peritale.

12 La perizia 203 B) Accertamento e rilevazione dei danni Dopo avere proceduto all identificazione il passo successivo è la rilevazione dei danni riportati dal veicolo. Il perito dovrà quindi individuare il punto d urto iniziale e la ubicazione delle deformazioni e delle avarie prendendone nota e classificandone l entità (particolare da sostituire, grado di difficoltà delle parti da riparare), avendo cura anche di rilevare eventuali danni alle parti interne o risentimenti nei lamierati limitrofi. In presenza di danni di rilevante entità o non accertabili dall esame esterno sarà necessario procedere ad una nuova ispezione dopo il disabbigliamento e denudamento del veicolo. Va eseguito anche un accurato rilevamento fotografico per documentare il danno a corredo della relazione. C) Quantificazione dei danni. I Prontuari La quantificazione dei danni, salvo casi particolari dei quali avremo modo di occuparci più avanti, va eseguita analiticamente. Si procede pertanto ad una stima particolareggiata conteggiando il singolo costo dei ricambi da sostituire, il costo della mano d opera risultante dalle ore previste per le singole operazioni da eseguire su ogni particolare, dal costo dei materiali di uso e consumo e il costo dell IVA. Completata la fase dell accertamento e rilevazione si passa quindi alla quantificazione dei danni che avviene con l ausilio dei Prontuari dei Tempi e dei Listini Prezzi delle Parti di Ricambio delle case costruttrici. Da diversi anni, nel campo dell autoriparazione e del settore assicurativo, viene adottato il Prontuario dei Tempi di Sostituzione e Riparazione di carrozzeria e di meccanica, a suo tempo pubblicato dall ANIA e adesso dall Ed. Ass. srl. Questo strumento è il risultato delle esperienze sulle tecniche riparative eseguite presso il Centro Studi Auto Riparazioni dell ANIA (CESTAR) in collaborazione con le Organizzazioni Artigiane ed oggi proseguito a cura della Ed. Ass. Al giorno d oggi, con l avvento della tecnologia, sono utilizzati prevalentemente software applicativi del Prontuario dei Tempi e dei Listini dei Prezzi dei ricambi, realizzati da softwarehouse su licenza della Ed. Ass. è evidente, però, che, nonostante l utilizzo di questo strumento costituisca un ausilio per il perito al fine della quantificazione dei danni, l interpretazione e la corretta applicazione dei tempi di lavorazione in esso riportati sono comunque demandati all esperienza e alla professionalità del perito stesso.

13 204 Libro Nono - Redazione della perizia Gli interventi indicati nel Prontuario in ore e centesimi di ore vengono suddivisi in: SR (stacco e riattacco dei particolari che interferiscono con la riparazione); LA (lattoneria, operazioni di risagomatura o sostituzione dei lamierati o particolari in materiale plastico); VE (verniciatura); SF (sfumatura, operazioni di verniciatura a ciclo parziale). I tempi di intervento, definiti assegnati, sono indicati per ogni singolo lamierato e distinti per grado di difficoltà con i seguenti criteri: SR (Stacco e Riattacco): L (lieve difficoltà): operazioni di stacco e riattacco di un limitato numero di particolari di carrozzeria, di parte elettrica e/o meccanica, di selleria che interferiscono con l intervento riparativo; M (Media difficoltà): operazioni di stacco e riattacco di alcuni particolari di carrozzeria, di parte elettrica e/o meccanica, di selleria che interferiscono con l intervento riparativo; G (Grave difficoltà): operazioni di stacco e riattacco della maggior parte dei particolari di carrozzeria, di parte elettrica e/o meccanica, di selleria che interferiscono con l intervento riparativo. Nei tempi assegnati non sono compresi quelli relativi ad eventuali accessori o particolari allestimenti (fanaleria su paraurti, alzacristallo elettrico, chiusura centralizzata, retrovisore esterno elettrico ecc.) che andranno aggiunti nel conteggio delle ore; LA (Lattoneria): L (lieve difficoltà): operazioni di risagomatura di un lamierato lievemente deformato ed in zona accessibile e non sagomato; M (Media difficoltà): operazioni di risagomatura di un lamierato non eccessivamente deformato ma in prossimità di zone scatolate e/o sagomate con eventuale impiego di attrezzi specifici; G (Grave difficoltà): operazioni di risagomatura di un lamierato gravemente deformato anche in prossimità di zone scatolate, ma tecnicamente riparabile con eventuale impiego di attrezzi specifici; per le parti mobili (cofani, porte, ecc.) la riparazione è considerata al banco; VE (Verniciatura): L (lieve difficoltà): operazioni di verniciatura a ciclo completo della superficie stuccata e preparata per l applicazione del fondo fino al 10% del particolare e la verniciatura a ciclo parziale della superficie rimanente;

14 La perizia 205 M (Media difficoltà): operazioni di verniciatura a ciclo completo della superficie stuccata e preparata per l applicazione del fondo fino al 40% del particolare e la verniciatura a ciclo parziale della superficie rimanente; G (Grave difficoltà): operazioni di verniciatura a ciclo completo della superficie stuccata e preparata per l applicazione del fondo oltre il 40% del particolare e la verniciatura a ciclo parziale della superficie rimanente; SF (Sfumatura): Operazioni di verniciatura a ciclo parziale di un lamierato con smalto in buono stato. Va eseguita quando si rende tecnicamente necessaria per uniformare la tinta tra il lamierato trattato e quelli contigui. Nel Prontuario i tempi assegnati sono riportati nella colonna VE (L) della tabella. Il Prontuario riporta anche i tempi assegnati per la sostituzione dei singoli particolari danneggiati e quelli assegnati per la sostituzione di due o più particolari contigui, distinti sempre in SR, LA e VE. Alla somma dei tempi assegnati delle operazioni della fase di verniciatura, risultanti dalla stima, vanno poi aggiunti i seguenti tempi supplementari: vernici doppio strato (pasta base + trasparente): 15%; ciclo di finitura (pulizia e lucidatura del veicolo a seguito del ciclo di verniciatura): 10% con un massimo di 3 ore da calcolare sul tempo assegnato di verniciatura ed in caso di smalti doppio strato compreso il supplemento del 15%. Questo supplemento non va applicato in caso di interventi esclusivi limitati su singoli particolari quali paraurti, spoiler, calotte di retrovisori esterni ecc.). Al complessivo dei tempi di verniciatura va infine aggiunto il tempo fisso per la preparazione, correzione, prova, spostamento veicolo, preparazione e pulizia degli attrezzi determinato in: smalto doppio strato: ore 1,6; smalto monostrato: ore 1,2. I costi dei materiali di consumo, prodotti per l esecuzione dei lavori di LA e VE convenzionalmente riferiti alle ore complessive di verniciatura, come le tariffe orarie di mano d opera sono ormai determinati dagli orientamenti del libero mercato. D) Redazione della relazione di perizia La redazione della perizia va eseguita su un modulo prestampato, pressoché unificato, adottato da tutte le Compagnie assicuratrici.

15 206 Libro Nono - Redazione della perizia Riportiamo di seguito degli esempi di redazione di perizia su tale modulo.

GUIDA ALL APPLICAZIONE DEI TEMPI

GUIDA ALL APPLICAZIONE DEI TEMPI GUIDA ALL APPLICAZIONE DEI TEMPI TEMPI DI RIPARAZIONE E SOSTITUZIONE Abbiamo ritenuto opportuno suddividere i tempi di riparazione e sostituzione, espressi in ore e centesimi di ora, in tre gruppi di lavorazioni

Dettagli

GUIDA ALLA APPLICAZIONE DEI TEMPI

GUIDA ALLA APPLICAZIONE DEI TEMPI GUIDA ALLA APPLICAZIONE DEI TEMPI I I tempi di riparazione e/o sostituzione sono indicati in ore e centesimi di ora; i tempi sono riferiti a valori medi di interventi effettuati da officine di carrozzeria

Dettagli

LA - Operazioni di risagomatura o di sostituzione di lamierati ed elementi in materiale plastico ( m.c. ).

LA - Operazioni di risagomatura o di sostituzione di lamierati ed elementi in materiale plastico ( m.c. ). Tempario pag. 1 GUIDA ALLA APPLICAZIONE DEI TEMPI IN VIGORE DAL 1 FEBBRAIO 2002 I tempi di riparazione e/o sostituzione sono indicati in ore e centesimi di ora; i tempi sono riferiti a valori medi di interventi

Dettagli

Revisione 26/01/2006 PROGETTO CARROZZERIA TRASPARENTE CARTA DEI SERVIZI

Revisione 26/01/2006 PROGETTO CARROZZERIA TRASPARENTE CARTA DEI SERVIZI Revisione 26/01/2006 PROGETTO CARROZZERIA TRASPARENTE CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI FORNITI DALLE CARROZZERIE I servizi, di seguito elencati, sono erogati dalle carrozzerie alla propria clientela

Dettagli

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293)

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Misure per favorire l iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza Capo III DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RC AUTO 1

Dettagli

MANUALE UTENTE INFOCAR REPAIR PREVENTIVO CARROZZERIA

MANUALE UTENTE INFOCAR REPAIR PREVENTIVO CARROZZERIA PREVENTIVO CARROZZERIA Copyright 2014, Editoriale Domus S.p.A. Tutti i diritti riservati. Finito di stampare: Marzo 2014 Sommario PREVENTIVO CARROZZERIA... 3 SELEZIONE RICAMBI... 8 TEMPI DI LAVORAZIONE...

Dettagli

LA GESTIONE DEL SINISTRO PER LE CARROZZERIE BOZZA DI MODULISTICA

LA GESTIONE DEL SINISTRO PER LE CARROZZERIE BOZZA DI MODULISTICA LA GESTIONE DEL SINISTRO PER LE CARROZZERIE BOZZA DI MODULISTICA Modello rich lesta risarcimento danni Modello in carico alla riparazione Modello verbale per la valutazione del costo di riparazione Modello

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del decreto

Dettagli

COMUNE DI GARLENDA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

COMUNE DI GARLENDA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI COMUNE DI GARLENDA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. del 1 Sommario

Dettagli

ALLEGATO AFC alla Polizza N Convenzione tariffaria Auto Intelligente AGENZIA COD.AGENZIA SUB/BROKER POLIZZA N. CONDIZIONI AUTO INTELLIGENTE

ALLEGATO AFC alla Polizza N Convenzione tariffaria Auto Intelligente AGENZIA COD.AGENZIA SUB/BROKER POLIZZA N. CONDIZIONI AUTO INTELLIGENTE c:\form \LOGO\ c:\form\logo\bmilanop2.bmp 15 30 c:\form\logo\firma_milano.png c:\form\logo\m INESCOMPESTMPA.J PG c:\form\logo\testologomilano_bn_150.bmp 70 1 10 c:\form\logo\lmilano.wmf 52 Milano Assicurazioni

Dettagli

Si osservano in materia le condizioni generali di vendita stabilite direttamente dalle case produttrici.

Si osservano in materia le condizioni generali di vendita stabilite direttamente dalle case produttrici. B) MEZZI DI TRASPORTO AUTO E MOTOVEICOLI NUOVI 626. Condizioni di vendita. Si osservano in materia le condizioni generali di vendita stabilite direttamente dalle case produttrici. AUTO E MOTOVEICOLI USATI

Dettagli

POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO LIBRO MATRICOLA

POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO LIBRO MATRICOLA Contraente / Ente POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO LIBRO MATRICOLA Partita I.V.A. COMUNE DI GUALTIERI 00440630358 sede legale c.a.p. Località Piazza Bentivoglio 26 42044 GUALTIERI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE INFORTUNI SINDACO E CONSIGLIO

CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE INFORTUNI SINDACO E CONSIGLIO CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE INFORTUNI SINDACO E CONSIGLIO ENTE CONTRAENTE: COMUNE DI B I B B I E N A Decorrenza: dalle ore 24 del 30 Giugno 2010 Scadenza: alle ore 24 del 30 Giugno 2012 1 DEFINIZIONI

Dettagli

periodo di 12 mesi i difetti di conformità, pertanto e nostro obbligo ripristinare con la riparazione i difetti

periodo di 12 mesi i difetti di conformità, pertanto e nostro obbligo ripristinare con la riparazione i difetti INFORMAZIONI CIRCA L APPLICAZIONE DELLA GARANZIA DI CONFORMITA VEICOLO USATO La nostra azienda applica su ogni veicolo usato venduto la Garanzia di conformità prevista dal codice al consumo, la garanzia

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA SETTORE CARROZZERIE

PROTOCOLLO D INTESA SETTORE CARROZZERIE PROTOCOLLO D INTESA SETTORE CARROZZERIE Le associazioni di categoria CNA VALLE D AOSTA, CONFARTIGIANATO VALLE D AOSTA, ASSOCIAZIONE ARTIGIANI VALLE D AOSTA e le seguenti associazioni dei consumatori della

Dettagli

STUDIO PERITALE MAURI PIERGIOVANNI

STUDIO PERITALE MAURI PIERGIOVANNI Mauri Piergiovanni http://www.studioperitalemauri.com/ Perito assicurativo infortunistica stradale. Perizie stime valutazioni veicoli. Consulenza assicurativa. Perito terzo. Ruolo nazionale periti assicurativi

Dettagli

Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti

Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti Decreto-legge sulle liberalizzazioni: le novità in materia di circolazione e trasporti Nei giorni scorsi il governo ha approvato in consiglio dei ministri il testo del decreto legge relativo alle liberalizzazioni

Dettagli

Eurocontratto di NOLEGGIO AUTO

Eurocontratto di NOLEGGIO AUTO Eurocontratto di NOLEGGIO AUTO 1 Pistoia, Contratto N La Società/Impresa di autonoleggio (Locatrice) concede in noleggio al/alla Sig/Società che sottoscrive il presente contratto, in nome proprio/in qualità

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del decreto

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE

CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE Clausola tipo 1 Definizioni L Assistenza telefonica e/o online ha ad oggetto un servizio di call center di helpline via telefonica e/o telematica (via email o web

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI APPROVATO

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI APPROVATO REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 13 DELL 08.04.2008 ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina la gestione e l uso

Dettagli

Caricamenti Carta verde Certificato di assicurazione Condizioni generali di assicurazione Constatazione amichevole di incidente Contraente

Caricamenti Carta verde Certificato di assicurazione Condizioni generali di assicurazione Constatazione amichevole di incidente Contraente Glossario A Agente di Assicurazione - Soggetto che, mettendo a disposizione del pubblico la propria competenza tecnica, svolge stabilmente in forma professionale ed autonoma l incarico di provvedere a

Dettagli

Bando di gara per l affidamento dell assicurazione R.C.T. Cantiere di Servizio n 024/PA CUP G96I14000020002 CIG:5903211D0

Bando di gara per l affidamento dell assicurazione R.C.T. Cantiere di Servizio n 024/PA CUP G96I14000020002 CIG:5903211D0 REGIONE SICILIANA REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MARINEO Bando di gara per l affidamento dell assicurazione R.C.T. Cantiere di Servizio n 024/PA CUP G96I14000020002 CIG:5903211D0 DISCIPLINARE DI GARA Art.

Dettagli

STRALCIO DEI PRINCIPALI ARTICOLI DEL CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE INERENTI L RC AUTO APPENDICE NORMATIVA

STRALCIO DEI PRINCIPALI ARTICOLI DEL CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE INERENTI L RC AUTO APPENDICE NORMATIVA ART. 129 - SOGGETTI ESCLUSI DALL ASSICURAZIONE 1 Non e considerato terzo e non ha diritto ai benefici derivanti dal contratto di assicurazione obbligatoria il solo conducente del veicolo responsabile del

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SETTORE AVVOCATURA SERVIZIO APPALTI CONTRATTI E ASSICURAZIONI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER LA R.C.A. E INFORTUNIO DEL CONDUCENTE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEFINIZIONI Nel testo che segue si intendono:

Dettagli

CIRCOLARE N. 303 del 2 Giugno 1997

CIRCOLARE N. 303 del 2 Giugno 1997 CIRCOLARE N. 303 del 2 Giugno 1997 OGGETTO: art. 123 del decreto legislativo n. 175 del 17 marzo 1995: obblighi di informativa nei contratti di assicurazione diretta diversa dalla assicurazione sulla vita.

Dettagli

COMUNE DI GESSATE Provincia di Milano DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

COMUNE DI GESSATE Provincia di Milano DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Allegato B alla delib. GC n. 20 del 19/02/2014 COMUNE DI GESSATE Provincia di Milano DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con

Dettagli

ALLEGATO ASC alla Polizza N Convenzione tariffaria Auto Intelligente AGENZIA COD.AGENZIA SUB/BROKER POLIZZA N.

ALLEGATO ASC alla Polizza N Convenzione tariffaria Auto Intelligente AGENZIA COD.AGENZIA SUB/BROKER POLIZZA N. c:\form\logo\ c:\form\logo\bmilanop2.bmp 15 30 c:\form\logo\firma_milano.png c :\FORM \LOGO\MINESCOMPESTMPA.JPG c :\FORM \LOGO\TESTOLOGOMILANO_BN_150.BMP 70 1 10 c:\form\logo\lmilano.wmf 52 Milano Assicurazioni

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 4 DEL 9 AGOSTO 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE GLI OBBLIGHI INFORMATIVI A CARICO DELLE IMPRESE IN OCCASIONE DI CIASCUNA SCADENZA ANNUALE DEI CONTRATTI R.C.AUTO DI CUI AL TITOLO XIV (VIGILANZA

Dettagli

Regolamento n. 13 del 6 febbraio 2008 concernente la disciplina: del certificato di assicurazione e contrassegno e del modulo di denuncia di sinistro

Regolamento n. 13 del 6 febbraio 2008 concernente la disciplina: del certificato di assicurazione e contrassegno e del modulo di denuncia di sinistro Regolamento n. 13 del 6 febbraio 2008 concernente la disciplina: del certificato di assicurazione e contrassegno e del modulo di denuncia di sinistro 1 Consolidamento della disciplina Per la maggior parte

Dettagli

C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari

C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 159

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E NATANTI

CAPITOLATO SPECIALE PER LA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E NATANTI CAPITOLATO SPECIALE PER LA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E NATANTI CONTRAENTE: COMUNE DI BIBBIENA ASSICURAZIONE NELLA FORMA LIBRO MATRICOLA 1 SEZ. 1

Dettagli

DISCIPLINARE PER L'USO DELL'AUTOMEZZO PERSONALE O DELL AUTO DI SERVIZIO PER RAGIONI DI LAVORO

DISCIPLINARE PER L'USO DELL'AUTOMEZZO PERSONALE O DELL AUTO DI SERVIZIO PER RAGIONI DI LAVORO MAGNIFICA COMUNITA DEGLI ALTIPIANI CIMBRI e-mail: segreteria@comunita.altipianicimbri.tn.it pec: comunita@pec.comunita.altipianicimbri.tn.it Fraz. Gionghi n. 107-38046 LAVARONE - C.F. 96085530226 P.IVA

Dettagli

Modulo di Denuncia RCT - Responsabilità civile verso terzi

Modulo di Denuncia RCT - Responsabilità civile verso terzi LA INVITIAMO A RISPONDERE A TUTTE LE DOMANDE E A RESTITUIRE IL MODULO ALL'INDIRIZZO INDICATO. COMPILI IN STAMPATELLO E CON INCHIOSTRO NERO. LA COMPILAZIONE ERRATA O PARZIALE DEL MODULO POTREBBE RITARDARE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA ASSOCIAZIONI SPORTELLI CONSUMATORI IN RETE e GRUPPO TUO TORINO

PROTOCOLLO D INTESA TRA ASSOCIAZIONI SPORTELLI CONSUMATORI IN RETE e GRUPPO TUO TORINO PROTOCOLLO D INTESA TRA ASSOCIAZIONI SPORTELLI CONSUMATORI IN RETE e GRUPPO TUO TORINO Il gruppo TUO e ASSOUTENTI e RETE CONSUMATORI ITALIA condividendo la volontà di fornire garanzie reciproche di correttezza

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU ASSICURAZIONE GLOBALE CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ASSICURATIVO GLOBALE

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU ASSICURAZIONE GLOBALE CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ASSICURATIVO GLOBALE PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE ORGANI ISTITUZIONALI E AA.GG. Servizio Provveditorato ASSICURAZIONE GLOBALE CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ASSICURATIVO GLOBALE ART. 1. OGGETTO 1.A.

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 4 DEL 9 AGOSTO 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE GLI OBBLIGHI INFORMATIVI A CARICO DELLE IMPRESE IN OCCASIONE DI CIASCUNA SCADENZA ANNUALE DEI CONTRATTI R.C.AUTO DI CUI AL TITOLO XIV (VIGILANZA

Dettagli

Il Perito assicurativo

Il Perito assicurativo Il Perito assicurativo Professionista che accerta e stima i danni derivanti da furti, incidenti e incendi. Il Profilo professionale Il ruolo nazionale dei periti assicurativi istituito dalla Legge 166/92

Dettagli

Lotto 1. Copertura assicurativa della responsabilità civile auto e garanzie auto rischi diversi. Autobus. Scheda di offerta tecnica

Lotto 1. Copertura assicurativa della responsabilità civile auto e garanzie auto rischi diversi. Autobus. Scheda di offerta tecnica Spett.le ATAP S.p.A. Lotto 1 Copertura assicurativa della responsabilità civile auto e garanzie auto rischi diversi Autobus Scheda di offerta tecnica Il concorrente dovrà indicare le eventuali varianti

Dettagli

C O M U N E D I CARAGLIO Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

C O M U N E D I CARAGLIO Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI C O M U N E D I CARAGLIO Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 33

Dettagli

www.formazione.artigiani.tn.it

www.formazione.artigiani.tn.it Le proposte di formazione tecnico/normativa per i settori Autoriparazione e Carrozzeria illustrate nelle schede seguenti, sono alcune delle iniziative organizzate dal Sistema Artigianato Trentino. Gli

Dettagli

CONVENZIONE ASSICURATIVA Fondiaria SAI - Divisione SAI

CONVENZIONE ASSICURATIVA Fondiaria SAI - Divisione SAI CONVENZIONE ASSICURATIVA Fondiaria SAI - Divisione SAI CONTRAENTE: CLUB VALDARNO AUTO E MOTO D EPOCA SEDE LEGALE: Piazza delle Scuole, 145 LEVANELLA MONTEVARCHI (AR) SOCIETÀ: FONDIARIA SAI S.p.A. ASSICURATI:

Dettagli

DECRETO LIBERALIZZAZIONI (D.L. 1/2012) E L RCA

DECRETO LIBERALIZZAZIONI (D.L. 1/2012) E L RCA IL DECRETO LIBERALIZZAZIONI (D.L. 1/2012) E L RCA IL DECRETO LIBERALIZZAZIONI E L RCA Il c.d. decreto liberalizzazioni (D.L. 1/2012) interessa anche l RCA e, per essa, tutti gli operatori del settore,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI STUDIO, RICERCA, CONSULENZA E DI COLLABORAZIONE ESTERNA

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI STUDIO, RICERCA, CONSULENZA E DI COLLABORAZIONE ESTERNA REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI STUDIO, RICERCA, CONSULENZA E DI COLLABORAZIONE ESTERNA Art.1 Oggetto Il presente regolamento è emanato in attuazione dell art. 3-bis, comma 5, D. Lgs. 13/08/2011,

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 60 del 14.03.2013 Sommario TITOLO I - OGGETTO... 3 Art.

Dettagli

ART. 1. (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto)

ART. 1. (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto) SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONE R.C. AUTO ART. 1 (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto) 1. Al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, e successive

Dettagli

COMUNE DI ALTOPASCIO

COMUNE DI ALTOPASCIO COMUNE DI ALTOPASCIO PROVINCIA DI LUCCA C.A.P. 55011 tel. 0583 / 216455 c.f. 00197110463 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per affidamento incarico del servizio di brokeraggio assicurativo 1 INDICE ART.1 Oggetto

Dettagli

Assicurazione Auto. Diritti del consumatore. Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione

Assicurazione Auto. Diritti del consumatore. Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione Assicurazione Auto Diritti del consumatore Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione GLOSSARIETTO ANIA: è l'associazione che rappresenta le imprese di assicurazione operanti in Italia.

Dettagli

CONVENZIONE ASSICURATIVA Fondiaria SAI

CONVENZIONE ASSICURATIVA Fondiaria SAI CONVENZIONE ASSICURATIVA Fondiaria SAI DEFINIZIONI - CONTRAENTE : CRAL ASL 14 - SEDE LEGALE : CHIOGGIA Strada Madonna Marina, 500-30015 - SOCIETA : FONDIARIA SAI S.p.a. - ASSICURATI : DIPENDENTI ASL 14,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA ASSOCIAZIONI SPORTELLI CONSUMATORI IN RETE e GRUPPO RETE TUTELA DELL'ASSOCIAZIONE FRA CARROZZIERI GENOVA

PROTOCOLLO D INTESA TRA ASSOCIAZIONI SPORTELLI CONSUMATORI IN RETE e GRUPPO RETE TUTELA DELL'ASSOCIAZIONE FRA CARROZZIERI GENOVA PROTOCOLLO D INTESA TRA ASSOCIAZIONI SPORTELLI CONSUMATORI IN RETE e GRUPPO RETE TUTELA DELL'ASSOCIAZIONE FRA CARROZZIERI GENOVA Il gruppo Rete Tutela dell'associazione fra Carrozzieri della Provincia

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA E DELLE SUE PARTI a corredo del progetto esecutivo, è redatto in conformità all'art. 38 del D.P.R.207/2010.

PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA E DELLE SUE PARTI a corredo del progetto esecutivo, è redatto in conformità all'art. 38 del D.P.R.207/2010. PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA E DELLE SUE PARTI a corredo del progetto esecutivo, è redatto in conformità all'art. 38 del D.P.R.207/2010. 1. GENERALITÀ 1.1 FINALITA DEL PIANO Il presente documento dovrà

Dettagli

Libretto di Garanzia e Manutenzione AUTOMOBILI

Libretto di Garanzia e Manutenzione AUTOMOBILI Libretto di Garanzia e Manutenzione AUTOMOBILI TUTELA DEI DATI PERSONALI INFORMATIVA AI SENSI DELL Art. 13 D.Lgs. 196/03 I dati personali acquisiti verranno trattati da Suzuki Italia S.p.A. in forma scritta

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione generale per la motorizzazione

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione generale per la motorizzazione MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione generale per la motorizzazione Prot. n. 4114/M368 Roma, 4 agosto 2005 OGGETTO: Procedure per l inquadramento

Dettagli

La Nota Informativa non sostituisce quanto regolamentato dalle Condizioni di Assicurazione

La Nota Informativa non sostituisce quanto regolamentato dalle Condizioni di Assicurazione Pag. 1 di 5 NOTA INFORMATIVA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DEL RAMO CREDITO (predisposta in conformità dell art. 185 del D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209 - Codice delle assicurazioni private) Avvertenza La

Dettagli

COMUNE DI ACCETTURA Provincia di Matera

COMUNE DI ACCETTURA Provincia di Matera COMUNE DI ACCETTURA Provincia di Matera REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI (Approvato con delibera di C.C. n.34 del 37/11/2009 ) ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente Regolamento

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio)

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio) Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di consulenza ed assistenza

Dettagli

La Responsabilità Civile, Penale e Amministrativa

La Responsabilità Civile, Penale e Amministrativa La Responsabilità Civile, Penale e Amministrativa a cura dell Avv. Elio Garibaldi 1 RECENTI ORIENTAMENTI DOTTRINALI E GIURISPRUDENZIALI IN ARGOMENTO DI RESPONSABILITA SANITARIA Responsabilità contrattuale

Dettagli

Condizioni di assicurazione

Condizioni di assicurazione Mod. 5251 RCA - Ed. 08/14 Autovetture Condizioni di assicurazione 1 di 96 2 di 96 1.1 DECORRENZA DELLA GARANZIA E PAGAMENTO DEL PREMIO L assicurazione ha effetto dal giorno e dall ora indicati in polizza

Dettagli

COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO UTILIZZO PARCO AUTO COMUNALE. (Regolamento approvato con deliberazione C.C. n. 32 del 6.08.

COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO UTILIZZO PARCO AUTO COMUNALE. (Regolamento approvato con deliberazione C.C. n. 32 del 6.08. COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO UTILIZZO PARCO AUTO COMUNALE (Regolamento approvato con deliberazione C.C. n. 32 del 6.08.2010) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina la

Dettagli

ARTICOLO 1 Premesse Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto.

ARTICOLO 1 Premesse Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto. SCRITTURA PRIVATA TRA la Diocesi/Parrocchia di..., con sede in..., Via/Piazza,..., codice fiscale/partita iva..., in persona del legale rappresentante pro-tempore, di seguito denominato anche Committente

Dettagli

In caso di Incidente da circolazione

In caso di Incidente da circolazione 1. Il Risarcimento Diretto Dal 1 febbraio 2007 è in vigore, a seguito delle modifiche introdotte dal Codice delle Assicurazioni Private, la procedura di Risarcimento Diretto, applicabile a molte tipologie

Dettagli

1) SULL OPERATIVITA IN PRIMO O SECONDO RISCHIO DELLE DUE

1) SULL OPERATIVITA IN PRIMO O SECONDO RISCHIO DELLE DUE A.- POLIZZA R.C. PROFESSIONALE 1) SULL OPERATIVITA IN PRIMO O SECONDO RISCHIO DELLE DUE POLIZZE. La polizza Assicuratrice Milanese spa regolamenta il profilo in esame all art. 16 n. 2 delle condizioni

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO DELL AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO Il servizio ha per

Dettagli

REVISIONE AUTO. Che cos è. Il Codice della Strada (art. 80) prevede che i veicoli a motore (ed i loro rimorchi)

REVISIONE AUTO. Che cos è. Il Codice della Strada (art. 80) prevede che i veicoli a motore (ed i loro rimorchi) REVISIONE AUTO Che cos è Il Codice della Strada (art. 80) prevede che i veicoli a motore (ed i loro rimorchi) durante la circolazione siano tenuti in condizioni di massima efficienza, in modo da garantire

Dettagli

D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254

D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254 397 D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254 Art. 1 2. D.P.R. 18 luglio 2006, n. 254. Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell articolo

Dettagli

RHIAG S.p.A. Manuale d uso Arianna Carrozzeria

RHIAG S.p.A. Manuale d uso Arianna Carrozzeria RHIAG S.p.A. Manuale d uso Arianna Carrozzeria Il preventivatore di carrozzeria si trova all interno di Arianna, l iter per arrivare ad inserire articoli e informazioni utile al preventivo è sempre lo

Dettagli

CIG Comitato Italiano Gas

CIG Comitato Italiano Gas Contratta dallo Spett.le CIG Comitato Italiano Gas codice fiscale n. 80067510158 20122 MILANO Via Larga 2 decorrenza h 0:00 01/01/2014 scadenza h 24:00 31/12/2016 frazionamento annuale scadenza 1 rata

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Nelle presenti condizioni generali: si intende come Venditrice o Società la Berner Spa, con sede in Verona, via dell Elettronica 15, Partita IVA 02093400238, C.F. e numero

Dettagli

1 - OGGETTO DELL ASSICURAZIONE

1 - OGGETTO DELL ASSICURAZIONE OGGETTO E DELIMITAZIONE DELL' ASSICURAZIONE PROFESSIONAL Amministratore di stabili condominiali SCHEDA DI COPERTURA 005 Le condizioni che seguono integrano le Condizioni di Assicurazione previste dal mod.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 107/E. Roma, 3 agosto 2004

RISOLUZIONE N. 107/E. Roma, 3 agosto 2004 RISOLUZIONE N. 107/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 3 agosto 2004 Oggetto: Trattamento ai fini Iva delle prestazioni di concessione in uso di vagoni ferroviari per l esecuzione di trasporti

Dettagli

Dati al 31 dicembre 2014

Dati al 31 dicembre 2014 Anno XI I n 25 - Maggio 2015 Executive Summary Con la presente rilevazione si forniscono i risultati dei principali indicatori tecnici del ramo R.C. Auto (e della relativa gestione della convenzione per

Dettagli

ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS

ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS Il presente Fascicolo Informativo contenente la Nota Informativa,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Campo di applicazione Qualsiasi contratto stipulato tra Nossa Elettronica s.a.s (d ora in poi Nossa) per la fornitura dei propri Prodotti/Servizi (d ora in poi Prodotto)

Dettagli

CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it

CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it BREVE GUIDA ALLE TARIFFE DELL ASSICURAZIONE R.C.AUTO A cura dell ANIA - Il premio di assicurazione - Inversione del ciclo produttivo - Le

Dettagli

VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO

VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO CONTRATTO TIPO di VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO 1 CONTRATTO DI VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO La Società...., con sede legale in, partita IVA. ed iscritta nel Registro delle Imprese

Dettagli

Inoltre, la informiamo che un perito effettuerà ulteriori controlli di meccanica entrando nel merito della funzionalità del motore segnalando:

Inoltre, la informiamo che un perito effettuerà ulteriori controlli di meccanica entrando nel merito della funzionalità del motore segnalando: STATO D USO Indipendentemente dal danno rilevato è necessario effettuare sempre e tempestivamente la denuncia compilando l apposito modulo di Denuncia Danni presente nell Area Utilizzatori del sito www.aldautomotive.it

Dettagli

C O N V E N Z I O N E

C O N V E N Z I O N E C O N V E N Z I O N E Il Comune di PONTECAGNANO FAIANO (SA), Capofila dell Ambito Territoriale S4, sito in via M.A. Alfani, Legalmente Rappresentato dalla dott.ssa Giovanna Martucciello, nata a Pontecagnano

Dettagli

Condizioni generali di Assicurazione

Condizioni generali di Assicurazione Schema di Polizza Fidejussoria a garanzia degli obblighi derivanti dalla gestione operativa dell impianto di discarica controllata per rifiuti non pericolosi ubicato in contrada Autigno Comune di Brindisi

Dettagli

3. Attività svolta dal Medico (indicare l attività realmente svolta dal Medico indipendentemente dalla specializzazione conseguita)

3. Attività svolta dal Medico (indicare l attività realmente svolta dal Medico indipendentemente dalla specializzazione conseguita) Questionario Responsabilità civile professionale MEDICI (Ed. 08/2006) Istruzioni per il richiedente A. Si prega di rispondere a tutte le domande. Le informazioni richieste sono necessarie allo scopo di

Dettagli

Polizza di Assicurazione per la RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMPONENTI DI ORGANISMO DI VIGILANZA EX D.LGS. 231/2001 N. BLUE020003.

Polizza di Assicurazione per la RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMPONENTI DI ORGANISMO DI VIGILANZA EX D.LGS. 231/2001 N. BLUE020003. Polizza di Assicurazione per la RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMPONENTI DI ORGANISMO DI VIGILANZA EX D.LGS. 231/2001 N. BLUE020003 AON / mod. 91/1 Guida Operativa Sommario Informazioni sulla Polizza... 3

Dettagli

RISOLUZIONE N. 251/E

RISOLUZIONE N. 251/E RISOLUZIONE N. 251/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 14 settembre 2007 Oggetto: Interpello - Alfa S.p.a. - Disciplina applicabile, ai fini IRES e IRAP, agli indennizzi assicurativi spettanti

Dettagli

Progetto Auditing Sinistri. Progetto Auditing Sinistri. CLC Service srl, Via Quintino Sella 20100 - Corsico - Milano

Progetto Auditing Sinistri. Progetto Auditing Sinistri. CLC Service srl, Via Quintino Sella 20100 - Corsico - Milano Progetto Auditing Sinistri Progetto Auditing Sinistri 2012 1 CLC Service srl, Via Quintino Sella 20100 - Corsico - Milano Progetto Auditing Sinistri Sommario: Premessa Risorse Obiettivi Attività Metodologia

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 73 di Reg. Data 10/8/2015 OGGETTO: Gestione sinistri stradali. Integrazione deliberazione Giunta Comunale n. 64 del 25.6.2015.

Dettagli

GARANZIE RELATIVE AL PARCO AUTOMEZZI COSMO S.p.A. CAPITOLATO 2

GARANZIE RELATIVE AL PARCO AUTOMEZZI COSMO S.p.A. CAPITOLATO 2 GARANZIE RELATIVE AL PARCO AUTOMEZZI COSMO S.p.A. CAPITOLATO 2 Capitolato di assicurazione C.V.T. per la copertura dei rischi Incendio; Furto; Eventi Naturali; Eventi Sociopolitici; Ricorso Terzi; Cristalli;

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO Reg. Inc. n. Pordenone, lì CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO INFORMATICO ALL ATTIVITÀ DI ESTRAPOLAZIONE, ELABORAZIONE E MONITORAGGIO STATISTICO

Dettagli

Conferimento mandato di brokeraggio e ricevuta di consegna di documentazione precontrattuale e informative

Conferimento mandato di brokeraggio e ricevuta di consegna di documentazione precontrattuale e informative Conferimento mandato di brokeraggio e ricevuta di consegna di documentazione precontrattuale e informative Il Sottoscritto: Spettabile Limestreet srl Via G. Savonarola, snc - 20149 Milano Fax num. 02 4210

Dettagli

POLIZZA NAUTICA. per l assicurazione di unità da diporto

POLIZZA NAUTICA. per l assicurazione di unità da diporto POLIZZA NAUTICA per l assicurazione di unità da diporto Condizioni di Assicurazione Sommario 1 Definizioni 2 Condizioni Generali di Assicurazione valide per tutte le garanzie 3 Garanzie: Responsabilità

Dettagli

Assicurazione professionale

Assicurazione professionale Assicurazione professionale dei medici-chirurghi e odontoiatri Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Caratteristiche per una copertura assicurativa ideale massima Nell analisi delle

Dettagli

IL CONTRATTO DI AGENZIA IN GERMANIA

IL CONTRATTO DI AGENZIA IN GERMANIA IL CONTRATTO DI AGENZIA IN GERMANIA TRADUZIONE DEI 84. ss. DEL CODICE DI COMMERCIO TEDESCO (HGB) COME MODIFICATI DALLA L. 23 ottobre 1989 84. (Definizione dell agente di commercio) 1. È agente di commercio

Dettagli

GUIDEpratiche LE PAROLE DELL ASSICURAZIONE COME ORIENTARSI NEL MONDO DELLE POLIZZE AUTO L INFORMAZIONE SEMPRE A PORTATA DI MANO

GUIDEpratiche LE PAROLE DELL ASSICURAZIONE COME ORIENTARSI NEL MONDO DELLE POLIZZE AUTO L INFORMAZIONE SEMPRE A PORTATA DI MANO GUIDEpratiche L INFORMAZIONE SEMPRE A PORTATA DI MANO LE PAROLE DELL ASSICURAZIONE COME ORIENTARSI NEL MONDO DELLE POLIZZE AUTO UN UTILE GLOSSARIO PER LA POLIZZA AUTO COME ORIENTARSI NEL MONDO DELLE ASSICURAZIONI

Dettagli

Roma, 30 novembre 2007 CIRCOLARE N. 64/E

Roma, 30 novembre 2007 CIRCOLARE N. 64/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 30 novembre 2007 CIRCOLARE N. 64/E Oggetto: Decreto legge 3 ottobre 2006, n. 262, convertito con modificazioni dalla legge 24 novembre 2006, n. 286 - art. 1, commi

Dettagli

RESPONSABILITÀ CIVILE COLPA GRAVE PSICHIATRI CONVENZIONE SOCIETA ITALIANA. Polizza di Assicurazione per la. Guida Operativa DI PSICHIATRIA

RESPONSABILITÀ CIVILE COLPA GRAVE PSICHIATRI CONVENZIONE SOCIETA ITALIANA. Polizza di Assicurazione per la. Guida Operativa DI PSICHIATRIA Polizza di Assicurazione per la RESPONSABILITÀ CIVILE COLPA GRAVE PSICHIATRI CONVENZIONE SOCIETA ITALIANA DI PSICHIATRIA AON / mod. 168/1 Guida Operativa Sommario Informazioni sulla Polizza... 3 Informazioni

Dettagli

Con l acquisto si avrà diritto a ricevere gratuitamente la newsletter Aggiornamenti ed Adempimenti

Con l acquisto si avrà diritto a ricevere gratuitamente la newsletter Aggiornamenti ed Adempimenti Spett.le OGGETTO: Offerta per elaborazione buste paga ed adempimenti mensili Come da Vs. gentile richiesta, siamo lieti di presentare l offerta per l espletamento delle attività in oggetto. Al fine di

Dettagli

U.N.P.I.S.I. Libero Professionista. Responsabilità Civile Professionale. Manuale Operativo

U.N.P.I.S.I. Libero Professionista. Responsabilità Civile Professionale. Manuale Operativo U.N.P.I.S.I. Libero Professionista Responsabilità Civile Professionale Manuale Operativo Marzo 2015 Introduzione Il manuale è costituito di due parti principali: Risposte ai quesiti più frequenti in relazione

Dettagli

OGGETTO: Procedure di riconoscimento delle officine installatrici di limitatori di velocità.

OGGETTO: Procedure di riconoscimento delle officine installatrici di limitatori di velocità. DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione generale per la Motorizzazione Prot. n. 2580M368 Allegati n. 4 Roma, 23.05.2005 OGGETTO: Procedure di riconoscimento delle officine installatrici di limitatori

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE COMUNE DI FINO MORNASCO Provincia di Como Via Garibaldi n 78 Cap. 22073 codice fiscale/partita IVA 00308110139 tel. 031/ 883811 fax 031/ 8838241 e-mail: info@comune.finomornasco.co.it pec: comune.finomornasco.co@halleycert.it

Dettagli

CAPITOLATO RESPONSABILITA CIVILE CIRCOLAZIONE DEI VEICOLO A MOTORE E RISCHI DIVERSI (INCENDIO/FURTO) ASSICURAZIONE CONDUCENTE.

CAPITOLATO RESPONSABILITA CIVILE CIRCOLAZIONE DEI VEICOLO A MOTORE E RISCHI DIVERSI (INCENDIO/FURTO) ASSICURAZIONE CONDUCENTE. CAPITOLATO RESPONSABILITA CIVILE CIRCOLAZIONE DEI VEICOLO A MOTORE E RISCHI DIVERSI (INCENDIO/FURTO) ASSICURAZIONE CONDUCENTE. CONTRAENTE CITTA DI MONTALTO UFFUGO (CS) DEFINIZIONI. Nel testo che segue,

Dettagli

INDICE. Che cos è l indennizzo diretto? Il modulo blu di constatazione amichevole: ecco cosa scrivere! La richiesta di risarcimento

INDICE. Che cos è l indennizzo diretto? Il modulo blu di constatazione amichevole: ecco cosa scrivere! La richiesta di risarcimento INDICE 03 04 05 06 07 08 Che cos è l indennizzo diretto? Il modulo blu di constatazione amichevole: ecco cosa scrivere! La richiesta di risarcimento Come e quando disdire la polizza rca Esempio di disdetta

Dettagli

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI 2 ALLEGATO A) UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA OBIETTIVO COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO

Dettagli