Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (L.r.15/2015) già Provincia Regionale di Caltanissetta

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (L.r.15/2015) già Provincia Regionale di Caltanissetta"

Transcript

1 N. P. 100 del Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (L.r.15/2015) già Provincia Regionale di Caltanissetta V SETTORE Territorio e Ambiente Determinazione Dirigenziale n. 875 del 23 Nov Oggetto: Autorizzazione Unica Ambientale ai sensi del D.P.R. n. 59/ Ditta individuale Domicoli Giuseppe Venerino per l attività di autolavaggio avente ubicazione c/o l impianto di distribuzione carburanti ENI PV 9533 sito in Via Niscemi, Fg. 191 Part. 1181, sub 3-4-8, a Gela. Titolare: Domicoli Giuseppe Venerino, nato a Gela il ed ivi residente in Via Australia n.1. IL DIRIGENTE Visto lo Statuto della Regione Siciliana; Vista la Legge Regionale n.2 del ; Visto il DPR n. 59 del 13 Marzo 2013; Visto il D.Lgs. 152/2006 e ss. mm. e ii.; Vista la Legge 7 Agosto 1990 n. 241; Vista la Legge Regionale n.27 del 15 Maggio 1986 Visto il DPR n. 227 del ; Vista la Legge 26 Ottobre 1995, n. 447; Visto il D. P. C.M. 1 Marzo 1991 e il D. P. C.M. 14 novembre 1997; Vista la Delibera del Comitato Interministeriale per la Tutela delle Acque dall Inquinamento del ; Vista l istanza di Autorizzazione Unica Ambientale, con relativi allegati, per il rilascio di autorizzazione allo scarico delle acque reflue di cui al Capo II del Titolo IV della Sezione II della Parte III del D.Lgs. 152/06 e di comunicazione o nulla osta relativi all impatto acustico di cui all art. 8, comma 4 o 6, della L. 447/95, presentata dal Sig. Domicoli Giuseppe Venerino, che si compone di quanto contenuto nel messaggio di posta certificata trasmesso a mezzo pec dal SUAP di Gela con nota prot. n del ed acquisita al prot. generale dell Ente con n del ; Visto il parere favorevole con condizioni rilasciato da Caltaqua Acque di Caltanissetta SpA, prot. n. 9081/U del , sull immissione in pubblica fognatura delle acque reflue provenienti dall attività di autolavaggio della Ditta Domicoli Giuseppe Venerino, trasmesso a mezzo servizio postale dal SUAP del Comune di Gela con nota prot. n del ed acquisito al protocollo generale dell Ente con n del ; Vista la richiesta di integrazioni avanzata da questo Ente con nota n del inviata a mezzo pec al SUAP di Gela; Visto il parere favorevole sul rilascio dell'autorizzazione allo scarico espresso dal Comune di Gela Settore Ambiente e Decoro Urbano con nota n del , trasmessa dal SUAP del

2 Comune di Gela con pec n del ed assunta al prot. generale dell Ente con n del ; Vista la relazione fonometrica di impatto acustico ambientale redatta, ai sensi del DPCM , della Legge n. 447/95 e successivi decreti attuativi, da tecnico competente in materia acustica, trasmessa tramite pec prot. n del ed acquisita al prot. generale dell Ente con n del ; Visto il parere favorevole sull impatto acustico ambientale espresso dal Comune di Gela Settore Ambiente e Decoro Urbano con nota n del , trasmessa dal SUAP del Comune di Gela con pec prot. SUAP n del ed assunta al prot. generale dell Ente con n del ; Vista la documentazione integrativa dell istanza di rilascio dell autorizzazione, che si compone di quanto contenuto nel messaggio di posta certificata trasmesso tramite SUAP del Comune di Gela a mezzo pec del ed assunto al protocollo generale dell Ente con n del ; Vista la dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà, trasmessa dal SUAP di Gela con nota prot. n del ed acquisita al prot. generale dell Ente con n del , sottoscritta dal Sig. Domicoli Giuseppe Venerino e relativa alla validità del contratto di locazione dei locali ubicati all interno dell impianto di distribuzione carburanti ENI SpA PV 9533 ed adibiti ad autolavaggio; Visto l articolo 13 del Regolamento Tecnico del Servizio Idrico Integrato della Provincia di Caltanissetta approvato in data con delibera assembleare dell ATO CL6 - Consorzio Ambito Territoriale Ottimale; Visto l atto di delega all Ente Gestore Caltaqua Acque di Caltanissetta SpA, prot. n del , delle funzioni di cui all art. 13, punto 1, commi b e c del Regolamento Tecnico del Servizio Idrico Integrato della Provincia di Caltanissetta; Esaminati gli atti d'ufficio, DETERMINA ART.1 Adottare l Autorizzazione Unica Ambientale a favore della Ditta Domicoli Giuseppe Venerino per l attività di autolavaggio avente ubicazione c/o l impianto di distribuzione carburanti ENI PV 9533 sito in Via Niscemi, Fg. 191 Part. 1181, sub 3-4-8, a Gela., il cui titolare è il Sig. Domicoli Giuseppe Venerino, nato a Gela il ed ivi residente in Via Australia n.1. La presente Autorizzazione Unica Ambientale ricomprende i seguenti titoli abilitativi: Autorizzazione allo scarico di acque reflue industriali in pubblica fognatura, con le prescrizioni contenute nell Allegato A, ai sensi dell art. 124 del D.Lgs. 152/06. Presa d atto della comunicazione relativa alla valutazione dell impatto acustico ambientale, redatta ai sensi della Legge n. 447/95, secondo il contenuto dell Allegato B. ART.2 Subordinare la validità della presente Autorizzazione Unica Ambientale al rispetto incondizionato di tutte le prescrizioni tecniche, strutturali e gestionali, elencate negli Allegati A e B alla presente determinazione, pena l irrogazione delle sanzioni previste dalla normativa vigente. ART.3 Stabilire che la presente Autorizzazione Unica Ambientale ha durata pari a quindici anni, come previsto dal comma 6 dell art. 3 del DPR 59/2013, a decorrere dalla data di rilascio del titolo abilitativo da parte del SUAP del Comune di Gela. Ai fini del rinnovo dell'aua il titolare della stessa, almeno sei mesi prima della scadenza, dovrà inviare all'autorità competente, tramite il SUAP, un'istanza corredata dalla documentazione aggiornata, come previsto dall'art. 5 del DPR 59/2013. ART.4 Dare atto che con la presente Autorizzazione Unica Ambientale sono fatti salvi i diritti di terzi e le norme, i regolamenti comunali e le autorizzazioni in materia urbanistica, prevenzione

3 incendi, sicurezza e tutte le altre disposizioni di pertinenza, anche non espressamente indicate nel presente atto e previste dalla normativa vigente, così come gli specifici e motivati interventi più restrittivi o integrativi in campo ambientale che dovessero intervenire. ART.5 Trasmettere in modalità telematica il presente provvedimento allo Sportello Unico per le Attività Produttive territorialmente competente per i provvedimenti consequenziali. Il rilascio del titolo abilitativo da parte del SUAP di Gela, come previsto dal DPR 59/2013, potrà avvenire solo dopo che lo stesso SUAP avrà verificato che la Ditta Domicoli Giuseppe Venerino abbia provveduto alla regolarizzazione della documentazione con la normativa sul bollo. Il SUAP provvederà a trasmettere copia del provvedimento conclusivo all Autorità Competente ed agli altri soggetti coinvolti e titolari di competenze di controllo. ART. 6 Dare atto che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso al TAR e ricorso straordinario al Presidente della Regione, rispettivamente entro 60 giorni ed entro 120 giorni dalla notifica. ART. 7 Dare atto che: a) il Responsabile del presente procedimento è il Dott. Ing. Giuseppe Iacono; b) il presente provvedimento verrà pubblicato nel sito istituzionale dell Ente- Albo Pretorio on line; c) non sussiste conflitto di interesse in capo a questa dirigenza ed all altro sottoscrittore del presente provvedimento; d) la presente Determinazione non comporta impegno di spesa. Il Funzionario P.O. Il Dirigente (Dott. Ing. Giuseppe Iacono) (Dott.ssa Salvatrice Giannone) F.to Iacono F.to Giannone

4 ALLEGATO A Ai sensi dell art. 124 del D.Lgs. 152/2006 è concessa l autorizzazione allo scarico in pubblica fognatura delle acque reflue di tipo industriale provenienti dall attività di autolavaggio della Ditta Domicoli Giuseppe Venerino, avente ubicazione c/o l impianto di distribuzione carburanti ENI PV 9533 sito in Via Niscemi, Fg. 191 Part. 1181, sub 3-4-8, a Gela., il cui titolare è il Sig. Domicoli Giuseppe Venerino, nato a Gela il ed ivi residente in Via Australia n.1, nel rispetto di quanto di seguito riportato: A) La presente autorizzazione è concessa nel rispetto dei seguenti limiti e prescrizioni: 1) I reflui, prima dell immissione nella pubblica fognatura, dovranno rispettare i limiti di scarico in pubblica fognatura di cui alla Tab. 3 all Allegato 5 alla Parte III del D.Lgs. 152/06; 2) entro 15 giorni dal rilascio dell autorizzazione allo scarico da parte del SUAP di Gela la ditta dovrà fare effettuare a tecnico abilitato il prelievo del refluo industriale in uscita dal sistema di trattamento, con impianto in funzione a pieno regime; il rapporto di analisi e campionamento deve essere sottoscritto da professionista abilitato avente specifiche competenze in materia, e trasmesso al Comune di Gela, alla Struttura Territoriale di Caltanissetta di Arpa Sicilia, a Caltaqua Acque di Caltanissetta; 3) a partire dall anno successivo a quello del rilascio dell autorizzazione allo scarico e per tutti gli anni di durata del suddetto titolo abilitativo la ditta dovrà produrre la certificazione sulla qualità del refluo che viene immesso nel sistema fognario, con firma di tecnico abilitato avente specifiche competenze in materia. Tale adempimento dovrà essere effettuato entro il mese successivo a quello di rilascio e relativa notifica del titolo abilitativo da parte del SUAP di Gela. Della data di effettuazione delle operazioni di prelievo dei campioni di refluo in uscita dall impianto di trattamento, la ditta dovrà dare preventiva comunicazione, almeno 15 giorni prima, al Comune di Gela, alla Struttura Territoriale di Caltanissetta di Arpa Sicilia, a Caltaqua Acque di Caltanissetta. A queste ultime autorità dovranno essere altresì trasmesse le certificazioni sopra indicate, redatte con le medesime modalità di cui al precedente punto 2). Tutte le comunicazioni vanno inoltrate con raccomandata A/R o con posta elettronica certificata; 4) le quantità di refluo immesse in fognatura non dovranno eccedere quelle compatibili con le capacità delle vasche di decantazione, nonché con le potenzialità dell impianto di trattamento installato; 5) l impianto di trattamento dovrà essere mantenuto in perfetta efficienza, effettuando tramite ditta autorizzata lo svuotamento periodico del comparto accumulo fanghi e la pulizia delle bocchette di scarico. I fanghi e gli altri rifiuti prodotti dall impianto dovranno essere smaltiti a norma di legge; 6) non raggiungere i limiti di accettabilità imposti mediante diluizione con acque che non richiedono trattamento; 7) utilizzare detergenti biodegradabili; 8) non effettuare deceratura di autovetture nuove; 9) non scaricare nei pozzetti liquido freni, olio motore e sgrassanti per la manutenzione dell autoveicolo; 10) rendere sempre accessibile il pozzetto di campionamento indicato nell elaborato Planimetria stato attuale all Autorità competente per il controllo (comma 3 dell art. 101 del D.lgs. 152/06); 11) richiedere nuova autorizzazione allo scarico per ogni diversa destinazione dell insediamento, in caso di ampliamento e/o ristrutturazione e/o trasferimento dello stesso o di qualunque modifica che possa determinare una variazione della qualità del refluo immesso in fognatura;

5 12) notificare al Comune di Gela, a Caltaqua Acque di Caltanissetta SpA ed al Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta già Provincia Regionale di Caltanissetta, ogni eventuale trasferimento della gestione e/o della proprietà dell insediamento; B) Tutta la documentazione relativa alla pratica è presente nel fascicolo informatico AUA 174 Domicoli Giuseppe. La ditta è onerata di tenere a disposizione degli organi di controllo la seguente documentazione, trasmessa dal SUAP competente con pec prot. n del , acquisita al prot. generale dell Ente con n del , e con pec del acquisita al prot. generale dell Ente con n del , che identifica l impianto ai fini dell adozione della presenta autorizzazione: Relazione tecnica con allegato rapporto di prova n. 8141/17 del Planimetria stato attuale (Tav. 2) Inquadramento territoriale (Tav.1) Particolari costruttivi (Tav.3) C) E fatto salvo l obbligo di adeguamento degli impianti con l eventuale evolversi della normativa di settore. D) Il Comune di Gela effettuerà la verifica del rispetto di quanto previsto dalle norme vigenti e dalla presente Determinazione. E) Caltaqua Acque di Caltanissetta SpA effettuerà la verifica del rispetto di quanto previsto dalla presente Determinazione per gli aspetti attinenti il Regolamento del Servizio Idrico Integrato. F) Tutte le comunicazioni dirette a questo Ente vanno inoltrate con plico raccomandato o con posta elettronica certificata.

6 ALLEGATO B Presa d atto della relazione fonometrica di impatto acustico ambientale redatta, ai sensi del DPCM , della Legge n. 447/95 e successivi decreti attuativi, da tecnico competente in materia acustica, trasmessa dal SUAP tramite pec prot. n del ed acquisita al prot. generale dell Ente con n del ; Considerato che le misure fonometriche sono state effettuate nelle ore diurne, l attività di autolavaggio potrà essere svolta solo in ore diurne, come specificato nel DPCM 1 marzo La ditta è onerata di tenere a disposizione degli organi di controllo la suddetta documentazione che è stata esaminata dal Comune di Gela per l espressione del parere ai fini dell adozione del presente provvedimento.

7

8 CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE Visto l attestato del responsabile della tenuta dell Albo Pretorio on-line, si certifica che una copia del presente atto è pubblicata all Albo Pretorio per giorni 15 dal al La stessa ha valore di pubblicità notizia. Caltanissetta, Il Segretario Generale