IMMAGINI. Le immagini fotografiche rappresentano un elemento essenziale del poster.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IMMAGINI. Le immagini fotografiche rappresentano un elemento essenziale del poster."

Transcript

1 IMMAGINI Le immagini fotografiche rappresentano un elemento essenziale del poster. L immagine deve essere significativa per il tuo messaggio e ad alta definizione ( fai attenzione ai pixel!) Evita le foto in bianco e nero. SIRACUSA Carcinoma Differenziato della Tiroide (CDT) Fabio Fichera, Irene Noè, Salvo Parisi M.M.G. A.U.S.L. 18 SIRACUSA Premessa Il CDT rappresenta solo l 1% di tutte le neoplasie maligne, ma è la neoplasia di origine endocrina più frequente. E la prima neoplasia in ordine di aumento rispetto a 1 anni addietro (+ 3,8 volte). E 4 volte più frequente nelle donne. E più frequente tra i 25 e i 45 anni. La via di diffusione prevalente è quella linfatica. Il CDT rappresenta l 8-9% dei tumori tiroidei. Il Ca Midollare rappresenta il 5-1%.Il Ca anaplastico il 5%. Ha un incidenza variabile da,5 a 1 nuovi casi/anno per 1. abitanti. In Sicilia l incidenza è di 13,6 nuovi casi/anno per 1. abitanti. Incidenze molto elevate sono state rilevate anche in Islanda e nelle Hawaii. Il fattore accomunante sembra essere l ambiente vulcanico. Il vulcano sembrerebbe determinare la presenza di elevate quantità di vanadio, radon e composti solforati nelle falde acquifere con conseguente aumento dei tiocianati responsabili di interferenze nella sintesi ormonale tiroidea. Scopo del progetto Proporre l inserimento routinario, una volta l anno per tutti i pazienti, di una breve anamnesi e della palpazione della tiroide nell E.O del M.M.G. Nei casi selezionati il M.M.G. potrà prescrivere (o meglio eseguire direttamente) un esame ecografico. Ciò permetterebbe di migliorare l accuratezza diagnostica del CDT, soprattutto nelle aree geografiche come la Sicilia dove si riscontra un alta incidenza della neoplasia. ANAMNESI: Poni 3 domande: 1. Familiarità per patologie tiroidee? 2. Precedenti esposizioni a radiazioni? 3. Sintomi generali di ipo o ipertiroidismo? Materiali e metodi Conclusioni e discussione PALPAZIONE: 1. Palpa la tiroide alla ricerca di noduli. 2. Palpa il collo alla ricerca di linfonodi. ECOGRAFIA: Ricerca noduli. Se presenti, valuta gli indici predittivi di malignità (Dimensioni > 1 cm, ipoecogenicità, margini irregolari, vascolarizzazione intranodulare, microcalcifcazioni, assenza/interruzione di alone ipoecogeno periferico, linfoadenopatia l.c.). Il M.M.G. dovrebbe essere sensibilizzato alla patologia tiroidea e incoraggiato all apprendimento della semeiotica ecografica di base (o meglio della tecnica ecografica). Con un minimo impegno di tempo (prezioso per il M.M.G.!) necessario alla breve anamnesi e all esecuzione della palpazione del collo si potrebbero selezionare i pazienti da sottoporre all esame ecografico. Ciò porterebbe ad un netto incremento dell accuratezza diagnostica nella patologia neoplastica tiroidea con un analisi costo-efficacia sicuramente favorevole alla procedura.l esecuzione dell E.O.non comporterebbe nessuna ricaduta economica sul S.S.N., mentre l esecuzione degli esami ecografici nei casi selezionati (con costi assolutamente contenuti) condurrebbe a diagnosi precoci dei tumori tiroidei con evidenti risparmi sulla gestione del paziente con carcinoma avanzato.

2 TABELLE PREVALENZA DI IPERTENIONE ART. PER FASCE D ETA ETA > 7 % IPERT ART Se possibile elimina le tabelle ed utilizza un grafico che rappresenti gli stessi valori; il grafico risulterà più leggibile >7 IPERT.ART.

3 GRAFICI e DIAGRAMMI I dati e i risultati della ricerca sono più chiaramente Trim. 2 Trim. 3 Trim. Nord Oves t rappresentati dai grafici e dai 9 8 diagrammi rispetto al testo Est Ovest Nord 1 1 Trim. 2 Trim. 3 Trim. 4 Trim.

4 GRAFICI e DIAGRAMMI Devono essere semplici, corredati da titoli e legende per una facile comprensione e in numero limitato Trim. 2 Trim. 3 Trim. Nord Ovest Est (evita di inserirne più di 4). Evita le griglie e le linee di fondo Trim. 2 Trim. 3 Trim. Nord Ovest Est

5 TITOLO Riveste particolare importanza perché rappresenta il primo elemento che può catturare l attenzione e suscitare interesse nel lettore.

6 TITOLO Scegli un titolo breve e accattivante! Se puoi esplicita la conclusione del tuo lavoro. I caratteri dovrebbero essere leggibili al almeno 5 metri di distanza (Dimensioni: 72).

7 AUTORI Il nome degli autori deve essere riportato subito sotto il titolo. Devi riportare anche il recapito ( , fax, telefono o altro) di almeno un autore (corresponding author) per essere facilmente contattato dai colleghi interessati anche dopo la fine del congresso.

8 LOGO DEL CONGRESSO E buona norma (sicuramente gradita agli organizzatori) inserire il logo del congresso nel poster. Le dimensioni (sempre contenute) e la posizione sono a tua discrezione.

9 BIBLIOGRAFIA Dovresti riuscire a dedicare uno spazio anche alla bibliografia essenziale.