Crittografia e sicurezza delle reti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Crittografia e sicurezza delle reti"

Transcript

1 Crittografia e sicurezza delle reti IPSEC Scambio di chiavi (Diffie Hellman) SSL/TLS SET

2 Architettura di sicurezza Applicaz. (SHTTP) SSL/TLS TCP IPSEC IP applicazioni sicure (ad es. PGP, SHTTP, SFTP, ecc.) oppure si introducono protocolli sicuri a livelli più bassi (SSL, IPSEC)

3 Protezione a livello di link? Proteggere ogni hop Vantaggi si codifica tutto il traffico - inclusi header IP Svantaggi: richiede cooperazione fra i router grande sovraccarico (codifica/decodifica ad ogni hop) fornisce attaccante informazioni su codifiche di pacchetti simili (stesso pacchetto, header diverso)

4 IPSEC vs SSL SSL sopra TCP: IDEA: si vuole fornire sicurezza senza modificare il sistema operativo (TCP non partecipa alla crittografia) si richiede una modifca (minima) delle applicazioni SSL fornisce codifica sicura, autenticazione, generazione di chiavi ecc. IPSEC sopra IP: IDEA: sicurezza nel sistema operativo: fornisce sicurezza automaticamente a tutte le applicazioni IPSEC fornisce codifica sicura, autenticazione i pacchetti corretti vengono passati a TCP

5 IPSEC vs SSL Nessuna soluzione è perfetta SSL sopra TCP: TCP non partecipa alla crittografia. Supponi attaccante duplica un pacchetto e inserisce dati maliziosi nella copia. TCP accetta pacchetto con dati errati (se passa checksum TCP) che è rifiutato da SSL. Però TCP rifiuta pacchetto con i dati originali e NON li passa a SSL Soluzione: SSL chiude connessione

6 IPSEC vs SSL Nessuna soluzione è perfetta IPSEC sotto TCP: IPSEC effettua autenticazione utenti con comuni impementazioni API IP dice a TCP ( e all applicazione) indirizzo IP del mittente MA NON la sua identità (cosa necessaria in molte applicazioni) non partecipa alla crittografia. Soluzione: modifiche alle applicazioni sono comunque utili

7 Scambio pubblico di chiavi In IPSEC e SSL (e altri protocolli) è definita la possibilità di definire una chiave segreta su un canale non sicuro Metodo di Diffie Hellman Alice e Bob non condividono informazioni segrete e vogliono eseguire un protocollo per stabilire una chiave da condividere Trudy ascolta ma non riesce ad ottenere informazioni sulla chiave (a meno che abbia tempo e risorse di calcolo illimitate)

8 Logaritmo Discreto Sia G un gruppo e g un generatore di G. Sia y=g x e x il più piccolo intero che soddisfa l equazione. x è il logaritmo discreto di y in base g. Es.: y=g x mod p, p primo nel gruppo moltiplicativo di Z p

9 Logaritmo Discreto Sia G un gruppo e g un generatore di G. Si consideri l equazione y=g x il più piccolo intero x che soddisfa l equazione è il logaritmo discreto di y in base g (log discreto è l inverso di esponenziazione) Il logaritmo discreto è considerato un problema computazionalmente difficile x g x è facile (computazionalmente veloce). g x x si crede sia difficile (non possibile in tempo polinomiale, potrebbe essere un esempio di one way function.

10 Scambio di chiavi di Diffie-Hellman Parametri pubblici: un primo p, e un elemento g (possibilmente un generatore del gruppo moltiplicativo Z p * ) Alice sceglie a caso a in Bob. [1..p-2] e manda g a mod p a Bob sceglie a caso b in [1..p-2] e manda g b mod p a Alice. Alice e Bob calcolano g ab mod p : (Bob conosce b e g a, calcola (g a ) b = g ab. Alice conosce a e g b, calcola (g b ) a = g ab.

11 DH - Requisiti di Sicurezza Requisito di sicurezza: la chiave segreta è una funzione one way dell informazione pubblica e della informazione trasmessa. Meccanismo costruttivo : la chiave segreta deve utilizzare sia informazioni pubbliche che segrete in modo opportuno. DH è almeno tanto difficile quanto il DL in Z p. L equivalenza formale non è nota anche se ci sono indicazioni parziali. Veloce anche con p di bit O(log 3 p). Per avere chiave DES uso primi 56 bit della chiave Dopo 25 anni di attacchi è ancora considerato sicuro.

12 DH - Requisiti di Sicurezza Attacco Man-in-the-middle: Trudy si intromette tra A e B e effettua uno scambio di DH con Alice e Bob Alice Trudy Bob Alice definisce una chiave con Trudy (pensando di farlo con Bob) Bob definisce una chiave con Trudy (pensando di farlo con Alice) Trudy ha due chiavi per colloquiare con A e B!! L attacco è letale Lo scambio di chiavi di DH Key è effettivo solo in presenza di un attaccante passivo.

13 DH - Requisiti di Sicurezza Soluzione: autentica dei messaggi es. firma/autentica messaggio scambio; codifica segreta dello scambio serve che A e B condividano una chiave segreta oppure si utilizza chiave pubblica Chiavi Diffie Hellman pubbliche: stesso g e p per tutti gli utenti; ogni utente sceglie a una volta per tutte e lo usa sempre serve un meccanismo analogo a autorita certificazione delle informazioni pubbliche

14 Station To Station Protocol Si autenticano i messaggi di DH con chiave pubblica (si assume che siano note con certezza); A e B si mettono d accordo su primo p e generatore g di Z p * (informazioni pubbliche) Alice sceglie a e manda g a mod p a Bob. Bob sceglie a caso b; applica DH e calcola chiave k usando g a e b; firma (g a,g b ), codifica la firma con k e invia il tutto a Alice insieme a g b Alice calcola k; decodifica con k e verifica la firma di Bob; firma (g a,g b ) e codifica la firma con k Sono possibili altri metodi per autenticare

15 IPSEC - IP Security Lo studio di applicazioni sicure soddisfa l utente (es. S/MIME, PGP, Kerberos, SSL/HTTPS) E opportuno disporre di un meccanismo per garantire la sicurezza a tutte le applicazioni: si trattano problemi di sicurezza che coinvolgono diversi livelli protocollari IPSEC non è un singolo protocollo ma un insieme di protocolli & include lo schema di interazione per stabilire collegamento sicuro

16 IPSec Fornisce autenticazione riservatezza gestione delle chiavi Meccanismo generale: applicabile in LANs, WAN sia pubbliche che private, Internet La specifica completa è molto complessa (vedi RFC 2401/2402/2406/ ) Obbligatorio in IPv6, opzionale in IPv4

17 IPSec

18 Benefici di IPSec Un firewall fornisce sicurezza a tutto il traffico che attraversa il perimetro della rete Sotto lo strato di trasporto - quindi è trasparente alle applicazioni Può essere reso trasparente agli utenti finali Fornisce sicurezza a singoli utenti o a tutta la LAN Permette di realizzare VPN

19 IPSec - Servizi Servizi Controllo degli Accessi Integrità delle Connessioni Autenticazione dell origine del dato Rifiuto di pacchetti replicati Riservatezza crittografica dei messaggi Limitata segretezza del flusso di traffico 2 modalità trasporto: il pacchetto aggiunge IPSEC dati a pacchetto da spedire (header rimane immutato) tunnel: pacchetto viene incapsulato e trasportato in un altro pacchetto (con nuov header e dati IPSEC)

20 Schema IPSec

21 Security Associations Una relazione one-way tra mittente e ricevente che fornisce sicurezza del flusso di dati: parametri principali Security Parameters Index (SPI) IP Indirizzo di Destinazione Identificatore del Protocollo di Sicurezza altri parametri: n. di seq.- finestra anti-replay, info. sugli algoritmi usati, tempo di vita ecc. Si mantiene un database delle Security Associations

22 Authentication Header (AH) Fornisce supporto per l integrità dei dati e l autenticazione dei pacchetti IP end system/router can authenticate user/app utilizzano numeri di sequenza per prevenire attacchi che usano spoofing di indirizzi Utilizza un MAC (message Authentication Code) HMAC-MD5-96 o HMAC-SHA-1-96 Gli utenti devono condividere una chiave segreta

23 Authentication Header

24 Autenticazione end-to-end vs. Autenticazione end-to-intermediate

25 Modalità di Trasporto (autenticazione AH) Perchè non si autentica tutto l header?

26 Modalità di Tunnel (autenticazione AH)

27 Encapsulating Security Payload (ESP) Fornisce riservatezza dei messaggi & limitata segretezza del flusso di traffico Può fornire gli stessi servizi di autenticazione di AH (opzionale; discutibile perché c è AH: motivi storici leggera differenza) Ampia scelta di codici (chiave segreta) e modalità di funzionamento DES, Triple-DES, RC5, IDEA, CAST ecc. CBC più usato

28 Encapsulating Security Payload

29 ESP - Modalità Trasporto vs Modalità Tunnel Modalità trasporto si usa per crittografare e (opzionalm.) per autenticare i pacchetti IP i dati sono protetti ma header è in chiaro utile in connessioni host to host Modalità tunnel codifica tutto il pacchetto si aggiunge un nuovo header adatto per Virtual Private Networks (sicurezza da gateway a gateway)

30 ESP - Codifica e autenticazione Modalità Trasporto

31 ESP - Codifica e autenticazione Modalità Tunnel

32 Utilizzo di più Security Associations Una SA può realizzare o AH o ESP Per implementarle entrambe si usano più SA

33 Utilizzo di più SA -1

34 Utilizzo di più SA -2

35 Utilizzo di più SA -3

36 Utilizzo di più SA -4

37 Gestione delle chiavi IPSEC permette di generare e distribuire le chiavi Si usano due coppie di chiavi una per ciascuna direzione per AH & ESP Gestione delle chiavi manuale - amministratore di sistema automatica - gestione di chiavi su richiesta usa ISAKMP/IKE

38 ISAKMP/IKE Molti protoccoli sono stati proposti per la gestione delle chiavi: (Photuris, Skip, Oakley, Skeme) basati su metodo di scambio delle chiavi proposto da Diffie- Hellman Tra le varie proposte IETF ha scelto come standard IKE (Internet Key Exchange Prot.) IKE comprende tre pezzi: IKE, ISAKMP (Internet Security Association and Key Management Protocol) e DOI (Domain of interpretation) La differenza fra ISAKMP e IKE è poco chiara La scelta di ISAKMP/IKE è discutibile: complicata, oscura

39 ISAKMP/IKE ISAKMP/IKE fornisce metodi di autenticazione: Firma, chiave pubblica, chiave segreta Definisce procedure e formati dei pacchetti per stabilire, negoziare, modificare, e cancellare SA Aggiunge altre caratteristiche migliorative: cookies, definizione di gruppi (per codifica), nonces, scambio di chiavi con autenticazione E indipendente dai protocolli di scambio delle chiavi, di codifica e di autenticazione DOI (Domain of Interpretation) definisce un particolare uso di ISAKMP

40 ISAKMP/IKE ISAKMP/IKE fase 1: autentica e definizione chiave sessione Autentica fra Alice ebob (semplificata): A a B: codifiche che supporto B a A: codifiche scelte da me A a B: g a mod p, B a A: g b mod p A e B calcolano K= g ab mod p A a B: K(Alice, prova che sono Alice) B a A: K(Bob, prova che sono Bob) prova : certificato chaive pubblica, chiave segreta predefinita)

41 ISAKMP/IKE Autentica: Chiave pubblica (KPA e KPB chiavi pubbliche) A a B: codifiche che supporto B a A: codifiche scelte da me A a B: g a mod p, KPB(nonce_A), KPB(Alice) B a A: g b mod p, KPA(nonce_B),KPA(Bob) A e B calcolano K= f(g ab mod p, nonce_a,nonce_b) (la chiave K dipende da DH e dai nonce) A a B: K( prova che sono Alice) B a A: K( prova che sono Bob) A e B conoscono la chiave perché codificano i nonce Nonce: con gli stessi parametri di DH si definiscono chiavi diverse Con chiave segreta preliminare: analogo

42 ISAKMP/IKE

43 Sicurezza nel Web Secure Socket Layer (SSL) e Transport Layer Security (TLS) SSL proposto da Netscape TLS working group nato in IETF La prima versione di TLS può essere considerata come SSLv3.1 Secure Electronic Transaction (SET)

44 SSL - Architettura

45 SSL - Servizi Riservatezza: il protocollo di handshake definisce una chiave segreta con cui codificare i dati del pacchetti SSL Integrità dei Messaggi: il protocollo di handshake definisce una chiave segreta usata per l autentica dei messaggi (MAC)

46 SSL - Record Protocol Perché prima si comprime e poi si codifica?

47 Calcolo MAC Hash(MAC_secret_key pad2 hash(mac_secret_key pad1 seqnum SSLcompressed.type SSLcompressed.length SSLcompressed.fragment)) pad1=0x36 ripetuto 48 volte (MD5); 40 voltesha-1 pad2=0x5c ripetuto SSLcompressed.type = il protocollo di alto livello usato per processare il frammento Simile a HMAC (SSL usa concatenazione invece di EXOR)

48 Metodi di codifica Frammenti 2 14 = bytes Non esiste metodo di compressione specificato in SSLv3: Compressione deve essere senza perdita e non deve incrementare la lungh. più di 1024 default: nessuna compressione Metodi di codifica IDEA (128) RC2-40, DES-40, DES (56), 3DES (168), Stream Cipher: RC4-40, RC4-128 Smart card: Fortezza

49 SSL - Formato record

50 SSL - Payload

51 Protocolli Change Cipher Spec e Alert Protocollo Change Cipher Spec un messaggio di un byte (1); aggiorna lo stato Protocollo Alert comunica situazioni di allarme; 2 byte Livello allarme 1=warning, 2=fatal Tipo allarme Unexpected message Bad-record_mac Decompression failure Handshake failure Illegal_parameter

52 Protocollo di Handshake La parte più complessa di SSL. Permette a client e server di Autenticarsi reciprocamente Negoziare metodi di codifica, alg. MAC e chiavi crittografiche Usato prima di scambiare dati. Ogni Messaggio ha tre campi Tipo (8) Lunghezza (24) Contenuto (>= 1 byte) parametri associati (diversi a seconda del tipo di messaggio)

53 Protocollo di Handshake Fasi 1. Hello: determina funzionalità sicurezza 2. Server invia il certificato, richiede certificato e propone scambio chiave di sessione 3. Client invia il certificato e continua scambio di chiavi 4. Cambia il pacchetto di cifratura e finisce il protocollo di handshake NB: alcune richieste sono opzionali

54 Handshake Prot. -Tipi di Messaggi Message type 1. Hello-request null Parametri 2. Client-hello version,nonce(32b),sessionid, cipher suite, metodo compress. 3. Server_hello <come sopra> 4. Certificate catena di certificati X.509v3 5. Server_key_exchange parametri, firma 6. Certificate_request tipo, autorità 7. Server_done null 8. Certificate_verify firma 9. Client_key_exchange parametri, firma 10.Finished valore hash

55 Handshake Protocol - Fasi

56 Handshake Protocol - Fase 1 Si attivano le funzionalità Client_hello Ë Versione = + alta vers. SSL utilizzabile dal client 32 bit time stamp + 28 bytes casuali (si usa un generatore pseudo casuale sicuro) sessionid: 0Ë stabilisce nuova connessione, non zero aggiorna parametri sessione esistente Metodi di codifica: sequenza di algoritmi in ordine decrescente di preferenza Metodi di compressione: lista di metodi proposti Server_hello Á torna indietro conferma tutto quanto sopra richiesto

57 Handshake Protocol - Fase 1 Metodi per lo scambio di chiavi (varianti introdotte per tenere conto di restrizioni nelle regole di esportazione USA) 1. RSA : si codifica la chiave con la chiave pubblica del destinatario 2. Diffie-Hellman (diverse versioni) 3. Fortezza Metodi per la codifica crittografica 1. Algoritmo di cifratura 2. Algoritmo MAC 3. Tipo di cifratura (blocco o stream) 4. Dimensione Hash (byte): 0, 16 - MD5, 20 - SHA-1 5. Key material sequenza di byte usati per generare ke chiavi di scrittura 6. dimensioni del vettore inizializzazine per CBC

58 Handshake Protocol - Fase 2 Autenticazione Server e scambio di chiavi Server invia 1. Certificato: catena certificati X.509 (non sempre richiesto con Diffie-Hellman) 2. Server_key_exchange (non usato con DH fisso) Hash(Client_hello.random ServerHello.random ServerP arms) 3. Certificate_request: richiesta di certif. (e autorità) 4. Server_hello_done: Ho finito e aspetto le risposte

59 Handshake Protocol - Fase 3 Autentica Client e scambio di chiavi Client verifica il certificato del server e i parametri del server Client invia 1. Certificato: (se richiesto) 2. Messaggio per lo scambio di chiavi (Client_key_exchange) 3. Informazioni per verificare il suo certificato (Certificate_verify message)

60 Handshake Protocol Phase 4 Fine: si passa alla fase successi cipher_spec 1. Client invia 1. messaggio Change_cipher_spec 2. Finished message under new algorithms, keys (new cipher_spec) 2. Server sends back 1. messaggio Change_cipher_spec 2. Finished message under new algorithms, keys (new cipher_spec)

61 Transport Layer Security -TLS Simile a SSLv3 Standard definito in RFC Differenze: version number message authentication code pseudorandom function alert codes cipher suites client certificate types certificate_verify and finished message cryptographic computations padding

62 SSL - Generazione chiavi In fase iniziale si determina Master Key si genera pre-master PMK, 48 byte RSA (chiave generata dal client e inviata crittata al server) Dif.-Hell. master key: concatenazione di 3 hash (Cl_N e S_N sono i nonce scambiati in handshake) MD5(PreMasterKey,SHA( A,PMK,Cl_N,S_N)) MD5(PreMasterKey,SHA( BB ),PMK, Cl_N,S_N)) MD5(PreMasterKey,SHA( CCC ),PMK, Cl_N,S_N)) denota concatenazione

63 SSL - Generazione chiavi Le chiavi di sessione sono generate a partire dalla Master Key - MK- con un metodo simile concatenazione di hash fino a quando si generano byte a sufficienza MD5(MasterKey,SHA( A,MK,Cl_N,S_N)) MD5(MasterKey,SHA( BB ),MK, Cl_N,S_N)) MD5(MasterKey,SHA( CCC ),MK, Cl_N,S_N))... MD5(MasetrKey, C) = impronta calcolata con MD5 e chiave MasterKey di C Confronta con i metodi di generazione dei numeri casuali

64 TLS Generazione di chiavi Si parte da un seme S e da un valore segreto K iniziali (HMAC(K,C) denota HMAC con chiave K di C) K(S,MK) = HMAC(K,A(1) S) A(0) = S A(i) = HMAC(K,A(i-1)) quindi K(S,MK) = HMAC(K,A(2) S) HMAC(K,A(3) S)... HMAC(K,HMAC(K,S) S) HMAC(K,HMAC (K, HMAC(K,S) ) S) HMAC(K,HMAC (K, HMAC(K, HMAC(K,S) ) ) S)...

65 Pagamenti con SSL Si usa SSL per trasferire il numero di carta di credito (decisione del negoziante) semplice non richiede software specialistico non richiede modifiche del sistema di pagamento delle carte di credito il metodo più usato oggi

66 Pagamenti con SSL -2 Problemi negozianti fraudolenti hanno informazioni su clienti clienti possono rifiutare i pagamenti (in assenza di firma) percentuale molto alta (20%- 60%!) di dispute pertanto il sistema è molto costoso per il negoziante

67 Pagamenti con SSL - 3 Esperienza mostra che la gran parte delle contestazioni è dovuta a pochi cattivi commercianti Quindi si fa pagare caro le dispute (per espellere i cattivi commercianti) Però Si penalizzano i commercianti onesti I commercianti possono scomparire Non si elimina il problema delle frodi dei clienti

68 Secure Electronic Transactions -SET SET non è parte del programma I lucidi sono inseriti per completezza

69 Secure Electronic Transactions -SET Protezione transazioni carte di credito in Internet. Società coinvolte: MasterCard, Visa, IBM, Microsoft, Netscape, RSA, Terisa and Verisign Non è un sistema di pagamento. Include diversi protocolli e formati Fornisce un canale di comnicazione sicuro in una transazione Fornisce autentica con uso dei certificati X.509v3 Garanatisce la privatezza

70 SET Aspetti essenziali di SET: Riservatezza informazioni Integrità dei dati Autenticazione possessore carta di credito Autenticazione negoziante Molto complesso: non è chiaro suo effettivo utilizzo pratico

71 SET - Scenario

72 SET - Transazione 1. Il cliente apre un conto 2. Il cliente riceve un certificato 3. Negoziante ha il proprio certificato 4. Il cliente fa un ordine 5. Il negoziante viene verificato 6. Il cliente invia l ordine di pagamento 7. Il negoziante richiede l autorizzazione al pagamento 8. Il negoziante conferma l ordine al cliente 9. Il negoziante fornisce quanto richiesto e chiede il pagamento

73 Istruzioni di acquisto e di pagamento OI: informazioni sull acquisto privato da non comunicare alla banca firmato dal negoziante PI: istruzioni di pagamento prezzo, conto corrente, info su carta di credito da non rivelare al negoziante Come far firmare al cliente l ordine e le istruzioni di pagamento?

74 Firma duale Firma duale: Cliente firma hash(ordine acquisto ordine di pagamento) fornisce al negoziante info. per negoz.: firma duale, ordine, informazioni per verificare la firma duale, il suo certificato (per verifica della firma) info. per banca: istruzioni di pagamento, informazioni per verificare correttezza ordine di pagamento (codificate con chiave di sessione scelta da cliente)

75 Firma Duale: Sig_C(H(H(PI) H(OI))

76 Esecuzione pagamento Acquirente invia ordine acquisto Per banca: chiave di sessione codificata con ch.pubb. banca codifica co ch. sessione di PI, firma duale hash(oi) per negoz.: OI,firma duale, certificato cliente hash(pi) [usato per verificare firma duale]

77 Esecuzione pagamento Negoziante verifica l ordine del cliente negoziante verifica firma duale calcola hash OI, usa hash di PI per verificare firma (verifica certificato cl)

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

INTRODUZIONE AL PROGETTO

INTRODUZIONE AL PROGETTO SETEFI INTRODUZIONE AL PROGETTO Il nostro obiettivo è quello di illustrare la struttura e le caratteristiche di fondo che stanno alla base delle transazioni online operate tramite Setefi, società del gruppo

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DOCUMENTO ELETTRONICO, FIRMA DIGITALE E SICUREZZA IN RETE.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DOCUMENTO ELETTRONICO, FIRMA DIGITALE E SICUREZZA IN RETE. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DOCUMENTO ELETTRONICO, FIRMA DIGITALE E SICUREZZA IN RETE. INTRODUZIONE ALL ARGOMENTO. A cura di: Eleonora Brioni, Direzione Informatica e Telecomunicazioni ATI NETWORK.

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Accordo su chiavi. (key agreement) Alfredo De Santis. Marzo 2015. Dipartimento di Informatica Università di Salerno

Accordo su chiavi. (key agreement) Alfredo De Santis. Marzo 2015. Dipartimento di Informatica Università di Salerno Accordo su chiavi (key agreement) Alfredo De Santis Dipartimento di Informatica Università di Salerno ads@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/ads Marzo 2015 Accordo su una chiave Alice Bob??

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+...

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+... Setup delle ConnessioniTCP Una connessione TCP viene instaurata con le seguenti fasi, che formano il Three-Way Handshake (perchè formato da almeno 3 pacchetti trasmessi): 1) il server si predispone ad

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice Pagina 1 di 14 Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice servizi del livello trasporto multiplexing/demultiplexing trasporto senza connesione: UDP principi del trasferimento dati affidabile trasporto

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Protocollo SSH (Secure Shell)

Protocollo SSH (Secure Shell) Università degli Studi Roma Tre Dipartimento di Informatica ed Automazione Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Tesina per il corso di Elementi di Crittografia Protocollo SSH

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali Payment Card Industry Data Security Standard STANDARD DI SICUREZZA SUI DATI PREVISTI DAI CIRCUITI INTERNAZIONALI (Payment Card Industry

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

LA CRITTOGRAFIA Le applicazioni della crittografia e della firma digitale a cura di Sommaruga Andrea Guido

LA CRITTOGRAFIA Le applicazioni della crittografia e della firma digitale a cura di Sommaruga Andrea Guido INDICE LA FIRMA DIGITALE O ELETTRONICA...2 LA LEGISLAZIONE IN MATERIA...5 NOTA SUI FORMATI DI FILE...6 COME FUNZIONA IL MECCANISMO DELLE FIRME ELETTRONICHE...7 FIRMA DI PIÙ PERSONE... 7 DOCUMENTO SEGRETO...

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA Facoltà di scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in INFORMATICA Tesi di laurea in RETI DI CALCOLATORI Autenticazione Centralizzata con il sistema CAS, integrando

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

QUIPAGO - MODALITÀ PAYMENT

QUIPAGO - MODALITÀ PAYMENT E-Commerce Qui Pago è l offerta di Key Client per il Commercio Elettronico: un Pos virtuale altamente affidabile ed efficiente che prevede diverse modalità d utilizzo: Payment (integrazione col sito del

Dettagli

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Pagina 1 di 48 INDICE 1 MODIFICHE DOCUMENTO...4 2 RIFERIMENTI...4 3 TERMINI E DEFINIZIONI...4

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Test del funzionamento di un Rendez-vous Server mediante l implementazione InfraHIP

Test del funzionamento di un Rendez-vous Server mediante l implementazione InfraHIP Facoltá di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica Elaborato finale in Protocolli per Reti Mobili Test del funzionamento di un Rendez-vous Server mediante l implementazione InfraHIP Anno Accademico

Dettagli

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute DNS: Domain Name System I name DNS Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP ( bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Altri cifrari a blocchi

Altri cifrari a blocchi Altri cifrari a blocchi Barbara Masucci Dipartimento di Informatica ed Applicazioni Università di Salerno masucci@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/masucci RC2 [1989] IDEA (International

Dettagli

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 Introduzione SmartCard: Carta intelligente Evoluzione della carta magnetica Simile a piccolo computer : contiene memoria (a contatti elettrici)

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Contenuti. Dov e` il nemico?

Contenuti. Dov e` il nemico? Contenuti SICUREZZA INFORATICA Sicurezza Problemi Requisiti Attacchi Crittografia Crittografia simmetrica e asimmetrica Criptoanalisi Autenticazione Firma Digitale etodi per la Firma Digitale Certificati

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Voice Over IP NAT Traversal

Voice Over IP NAT Traversal Voice Over IP Traversal Giorgio Zoppi zoppi@cli.di.unipi.it Tecnologie di Convergenza su IP a.a.2005/2006 VoIP Traversal 1 57 Tecnologie di Convergenza su IP Che cosa è il (Network Address Translation?

Dettagli

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp.

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. Symbolic Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. La nostra mission è di rendere disponibili soluzioni avanzate per la sicurezza

Dettagli

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Rev 1.0 Indice: 1. Il progetto Eduroam 2. Parametri Generali 3. Protocolli supportati

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE IT Security Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Standard IT Security. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo di apprendimento,

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Cosa è lo spoofing. Cosa è lo spoofing. Argomenti. Spoofing conosciuti. Introduzione. Corso di Sistemi di Elaborazione: Sicurezza su Reti

Cosa è lo spoofing. Cosa è lo spoofing. Argomenti. Spoofing conosciuti. Introduzione. Corso di Sistemi di Elaborazione: Sicurezza su Reti Introduzione Corso di Sistemi di Elaborazione: Sicurezza su Reti A.A. 2001/2002 Prof. A. De Santis A cura di: Angelo Celentano matr. 53/11544 Raffaele Pisapia matr. 53/10991 Mariangela Verrecchia matr.

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Sicurezza del DNS. DNSSEC & Anycast. Claudio Telmon ctelmon@clusit.it

Sicurezza del DNS. DNSSEC & Anycast. Claudio Telmon ctelmon@clusit.it Sicurezza del DNS DNSSEC & Anycast Claudio Telmon ctelmon@clusit.it Perché il DNS Fino a metà degli anni '80, la traduzione da nomi a indirizzi IP era fatta con un grande file hosts Fino ad allora non

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione DNS A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica SMTP, POP3, IMAP DNS Applicazioni P2P

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Cisco SPA 122 ATA con router

Cisco SPA 122 ATA con router Data Sheet Cisco SPA 122 ATA con router Servizio VoIP (Voice over IP) conveniente e ricco di funzionalità Caratteristiche Qualità vocale e funzionalità telefoniche e fax associate al servizio VoIP (Voice

Dettagli

DNS cache poisoning e Bind

DNS cache poisoning e Bind ICT Security n. 19, Gennaio 2004 p. 1 di 5 DNS cache poisoning e Bind Il Domain Name System è fondamentale per l'accesso a internet in quanto risolve i nomi degli host nei corrispondenti numeri IP. Se

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler 2 Le aziende attuali stanno adottando rapidamente la virtualizzazione desktop quale mezzo per ridurre i costi operativi,

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

ZEROTRUTH MULTICP GESTIONE CAPTIVE PORTAL REMOTI (Jonatha Ferrarini - Nello Dalla Costa)

ZEROTRUTH MULTICP GESTIONE CAPTIVE PORTAL REMOTI (Jonatha Ferrarini - Nello Dalla Costa) ZEROTRUTH MULTICP GESTIONE CAPTIVE PORTAL REMOTI (Jonatha Ferrarini - Nello Dalla Costa) INTRODUZIONE Zerotruth è stato sviluppato per avere un'interfaccia amichevole per il Captive Portal di Zeroshell,

Dettagli

LA SICUREZZA NEI SISTEMI INFORMATIVI. Antonio Leonforte

LA SICUREZZA NEI SISTEMI INFORMATIVI. Antonio Leonforte LA SICUREZZA NEI SISTEMI INFORMATIVI Antonio Leonforte Rendere un sistema informativo sicuro non significa solo attuare un insieme di contromisure specifiche (di carattere tecnologico ed organizzativo)

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Utilizzo del server SMTP in modalità sicura

Utilizzo del server SMTP in modalità sicura Utilizzo del server SMTP in modalità sicura In questa guida forniremo alcune indicazioni sull'ottimizzazione del server SMTP di IceWarp e sul suo impiego in modalità sicura, in modo da ridurre al minimo

Dettagli

Portfolio Prodotti MarketingDept. Gennaio 2015

Portfolio Prodotti MarketingDept. Gennaio 2015 Portfolio Prodotti Gennaio 2015 L azienda Symbolic Fondata nel 1994, Symbolic è presente da vent'anni sul mercato italiano come Distributore a Valore Aggiunto (VAD) di soluzioni di Data & Network Security.

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Inter Process Communication. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese

Inter Process Communication. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Inter Process Communication Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Introduzione Più processi o thread Concorrono alla relaizzazione di una funzione applicativa Devono poter realizzare Sincronizzazione

Dettagli

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Trapa L., IBN Editore, a cui si può fare riferimento per maggiori approfondimenti. Altri argomenti correlati

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Livello applicazione: Protocollo DNS

Livello applicazione: Protocollo DNS Livello applicazione: Protocollo DNS Gaia Maselli Queste slide sono un adattamento delle slide fornite dal libro di testo e pertanto protette da copyright. All material copyright 1996-2007 J.F Kurose and

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Marco Giorgi. Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012

Marco Giorgi. Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012 Marco Giorgi Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012 Post mortem (Dopo lo spegnimento del sistema) Si smonta il dispositivo e lo si collega ad un PC dedicato all'acquisizione Live forensics (Direttamente

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Sicurezza delle reti Spoofing: cos'è e come avviene IP Spoofing Spoofing non Cieco

Sicurezza delle reti Spoofing: cos'è e come avviene IP Spoofing Spoofing non Cieco SPOOFING Sicurezza delle reti Non bisogna essere sorpresi dal fatto che le reti di computer siano l'obbiettivo preferito, sia oggi sia in futuro, da parte di aggressori. Visto che un attacco su larga scala

Dettagli

TorrentLocker Enti Italiani sotto riscatto

TorrentLocker Enti Italiani sotto riscatto Digital Forensics Bureau www.difob.it TorrentLocker Enti Italiani sotto riscatto Paolo DAL CHECCO, Giuseppe DEZZANI Studio DIgital Forensics Bureau di Torino 20 ottobre 2014 Da mercoledì 15 ottobre stiamo

Dettagli

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione SEGNALAZIONE Segnalazione e sistemi di segnalazione Segnalazione Messaggi tra elementi di una rete a commutazione di circuito (apparecchi di utente e centrali o fra le varie centrali) che permettono la

Dettagli