NUOVE NORME INTRODOTTE DAL NUOVO PIANO ITTICO IN VIGORE DAL 26 FEBBRAIO 2012

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NUOVE NORME INTRODOTTE DAL NUOVO PIANO ITTICO IN VIGORE DAL 26 FEBBRAIO 2012"

Transcript

1 PROVINCIA DI BRESCIA Settore Caccia e Pesca NUOVE NORME INTRODOTTE DAL NUOVO PIANO ITTICO IN VIGORE DAL 26 FEBBRAIO 2012 per quanto non espressamente qui contenuto, valgono le disposizioni contenute nell opuscolo Pescare in Provincia di Brescia

2 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE PROVINCIALI Ai sensi dell articolo 137 della Legge Regionale 31/2008, ai fini della pesca, le acque provinciali sono classificate: Acque di tipo A Acque di tipo B Acque di tipo C Lago di Garda Lago d Iseo Lago d Idro Valle Camonica: Fiume Oglio in Valle Camonica, con tutti i suoi affluenti e tutti i laghi alpini (ad eccezione del Lago Moro) Affluenti del Lago d Iseo Valle Trompia: Fiume Mella e suoi affluenti sino a Sarezzo (confluenza T. Redocla compreso) Valle Sabbia: Fiume Caffaro ed affluenti; Fiume Chiese fino a Vobarno e i suoi affluenti sino a Gavardo Affluenti del Lago di Garda a monte di Salò (ad eccezione del Lago di Valvestino) Tutte le acque non classificate di tipo A o di tipo B 2

3 LAGO DI GARDA Zone di tutela Nelle zone sotto indicate è vietata la pesca dall 1 febbraio al 30 aprile: N. COMUNE Moniga del Garda Manerba del Garda 1 Padenghe sul Garda dalla riva sino ad una profondità dell acqua di 20 m Sirmione dalla riva sino ad una profondità 2 dell acqua di 20 m Nelle zone di lago di seguito riportate, durante il periodo di tutela del luccio stabilito per il lago di Garda, per una fascia compresa fra la riva ed una profondità dell acqua di 20 m, è vietata la messa in posa delle reti antana e antanello: 1. Dal porto vecchio in Comune di Toscolano Maderno fino al porto di Fasano in Comune di Gardone Riviera; 2. Dal porto di Barbarano in Comune di Salo fino all Hotel Casimiro in Comune di Portese (Golfo di Salo ) 3. Dall Isola Borghese fino all Isola dei Conigli in Comune di Manerba (Golfo del Torchio); 4. Dal porto di Dusano in Comune di Manerba fino al porticciolo Rabitti in località Lido di Lonato; 5. Dalla località Zattera in Comune di Desenzano (Rivoltella) fino al porto Castello in Comune di Sirmione; 6. Dall Hotel Boiola fino a Punta Gro (confine con la Provincia di Verona) in Comune di Sirmione. E istituito il divieto assoluto di pesca all anguilla sino al 21/06/

4 LAGO DI ISEO Sono istituite sul Lago d Iseo le seguenti zone di tutela: COMUNE E CONFINI PERIODO LIMITAZIONE Monteisola Pesca unicamente Dal porto di Peschiera Maraglio fino al porto di Carzano da terra con una Marone sola canna con o Dall albergo La Galleria fino all inizio della prima galleria della / senza mulinello e strada vecchia a Vello denominata Culumbirì con un massimo di 3 Pisogne: dal confine con la Provincia di Bergamo fino alla località ami Govine davanti al Cavallo di Troia Iseo Zona denominata Lamette dal confine con la Riserva naturale alla punta est dell Ospedale civile Marone Lungolago compreso tra la Villa Cristina e l imbocco della prima galleria a monte del paese Marone In frazione di Vello, lungolago compreso tra la località Calchera e l inizio della galleria Colombaro Pisogne Dalla Valle di Govine fino al confine con il Comune di Costa Volpino (BG) Tutto l anno Pesca unicamente da terra con una sola canna con e senza mulinello e con un massimo di 3 ami E istituito il divieto assoluto di pesca all alborella sino al 15/07/

5 LAGO D IDRO Orari di pesca Nel lago d Idro, tenuto conto dei periodi di divieto di cattura delle specie ittiche, l attività di pesca dilettantistica può essere svolta in tutto l arco dell anno, fatta eccezione per la zona a nord del lago, entro i confini del comune di Bagolino, secondo le modalità sotto indicate. La pesca è sempre vietata da un ora dopo il tramonto ad un ora prima dell alba, con la sola eccezione della pesca notturna consentita con le limitazioni sotto riportate. Nella porzione di lago ricadente nei confini amministrativi del comune di Bagolino, la pesca ad ogni specie ittica è vietata da un ora dopo il tramonto della prima domenica di ottobre ad un ora prima dell alba dell ultima domenica di febbraio Mezzi di pesca Ad eccezione delle zone nelle quali sono previste limitazioni ai mezzi di pesca, gli attrezzi di pesca dilettantistica consentiti sono: - canna lenza con o senza mulinello con un massimo di 5 ami o altre esche singole artificiali o naturali nella misura di 3 canne-lenza per pescatore; - tirlindana e timoniera con un massimo di 10 ami o esche singole naturali o artificiali. Nel lago d Idro è vietato pescare con il bilancino e con la lanzettiera. Pesca notturna E consentita la pesca notturna all anguilla, al siluro ed alla carpa attraverso la tecnica nota come carpfishing Quantità di cattura della fauna ittica Ai sensi dell art. 3 c. 3 del R.R. 9/2003, per ogni giornata di pesca il pescatore dilettante non può catturare e detenere più di: a) 6 capi complessivi di salmonidi (trote di tutte le specie, salmerini) ad eccezione del coregone, il cui limite di cattura è fissato in 10 capi, con il limite tassativo di 1 capo di trota marmorata, 2 capi di temolo; b) 2 capi di luccio; 5

6 c) 5 kg complessibi di pesce comprese le specie di cui alle lettere precedenti. Il limite di peso può essere superato in caso di cattura di un ultimo esemplare di grosse dimensioni. Limitazioni ai mezzi di pesca Nella porzione di lago ricadente nei confini amministrativi del Comune di Bagolino la pesca è consentita per i soli strumenti della pesca dilettantistica. È consentita la pesca dalla barca esclusivamente al di fuori della zona antistante la foce del Fiume Chiese ed a una distanza da riva di almeno 30 m. In quest area la pesca dalla barca ha inizio l ultima domenica di marzo. Nei tratti sotto riportati è vietato collocare attrezzi di pesca professionale per una distanza di 30 m dal battente dell onda dall 1 aprile al 15 giugno: Idro Tutto il promontorio del Rio Vantone e precisamente dal confine nord al confine sud dei camping Idro Dalla località Busetta fino al Porto Parole Idro Dall imbocco della galleria in località Tre capitelli sino alla foce del Torrente Neco nella fraz. Crone Anfo Dal porto di Anfo sino al molo del circolo velico LAGO D IDRO - PERIODI DI DIVIETO E MISURE MINIME SPECIE ITTICA MISURE MINIME PERIODO DI DIVIETO Alborella (Alburnus alburnus alborella) 1-5/ 30-6 Barbo comune (Barbus plebejus) / Carpa (Cyprinus carpio) / Cavedano (Leuciscus cephalus) / Coregone lavarello (Coregonus lavaretus) / Luccio (Esox lucius) / Persico reale (Perca fluviatilis) / Persico trota (Micropterus salmoides) / Prima domenica di Salmerino alpino (Salvelinus alpinus) ottobre / ultima domenica di febbraio Tinca (Tinca tinca) / Trota fario maromrata e lacustre (Salmo trutta trutta) 40 Anguilla (Anguilla anguilla) 35 Prima domenica di ottobre / ultima domenica di febbraio 6

7 Pesca dilettantistica nelle acque di tipo C è vietata la pesca con piombo terminale (camolera) sul tratto di F. Chiese immissario del Lago d Idro. 7

8 Acque di tipo B e di tipo C Periodi di divieto e misure minime di cattura della fauna ittica SPECIE Misure minime PERIODO DI DIVIETO Trota marmorata e ibridi 40 prima domenica di ottobre ultima domenica di febbraio Trota fario 22 prima domenica di ottobre ultima domenica di febbraio Trota iridea 18 - Coregoni / 15-1 Salmerino alpino 22 prima domenica di ottobre ultima domenica di febbraio Temolo 35 15/12 30/4 Persico reale / 20-5 Luccio / 30-4 Tinca / 20-6 Barbo comune / 20-6 Anguilla 40 - Vairone /31-5 Cavedano /31-5 Carpa /30-6 Scardola - 1-5/31-5 Persico trota /31-5 8

9 Pesca dilettantistica da natante È consentita la pesca da natante ancorato o in movimento nei soli laghi di Garda, Iseo, Idro e Moro. In tutte le altre acque provinciali l uso del natante per le attività di pesca è consentito solo se quest ultimo poggia con una estremità alla riva. 9

10 Pesca a mosca Elenco dei tratti di acque in cui si svolge in via esclusiva la pesca a mosca: N. CORPO IDRICO LOCALIZZAZIONE 1 Fiume Oglio Vezza d Oglio 2 Fiume Chiese Sabbio Chiese 10

11 Pesca prendi e rilascia Elenco delle zone prendi e rilascia istituite in territorio provinciale: N. CORPO IDRICO LOCALIZZAZIONE FRUIZIONE 1 Fiume Oglio Sonico - Malonno Tutte le esche 2 Fiume Oglio Darfo B.T. Solo esche artificiali 3 Fiume Oglio Paratico Tutte le esche 4 Fiume Chiese Bedizzole Parco Airone Tutte le esche 5 Fiume Chiese Calcinato Solo esche artificiali 6 Fiume Chiese Calvisano Tutte le esche 11

12 PESCA SUBACQUEA La pesca subacquea può essere esercitata solo ed esclusivamente nel lago di Iseo e di Garda (con le prescrizioni previste dall art. 8 comma 3 del Regolamento interprovinciale della pesca nel lago di Garda approvato con deliberazione del Consiglio provinciale n. 22) limitatamente ai seguenti tratti: LAGO D'ISEO 1. Dall inizio della Galleria Colomber in Vello fino alla località Cavallo, all inizio dell abitato di Govine in comune di Pisogne. LAGO DI GARDA 2. Da Limone a Gargnano: dal confine con la Provincia di Trento fino al porto di Gargnano per 60 m dalla riva; 3. Toscolano: dal porto nuovo (scalo traghetti) al porto di Gargnano; 4. Da S. Felice a Desenzano: dal porto di Portese fino al ponte Feltrinelli in Desenzano per 1 km dalla riva; 5. Da Desenzano a Sirmione: da Villa Miramare in Desenzano fino alle Grotte di Catullo per 1,5 km dalla riva con una fascia di rispetto di 100 m dalla riva e con divieto di esercizio dal 20 maggio al 20 giugno nel tratto da Villa Miramare fino al Porto Sirmione 2; 6. Sirmione: dalle Grotte di Catullo fino alla località Lugana al confine con la Provincia di Verona per 1,5 km dalla riva con fascia di rispetto di 200 m dalla riva e con divieto di esercizio dal 20 maggio al 20 giugno da Porto Galeazzi fino alla località Punta Grò. 12

13 Elenco dei campi fissi istituiti dalla Provincia di Brescia N. CORPO IDRICO COMUNI 1 Fiume Oglio Edolo 2 Fiume Oglio Malonno 3 Fiume Oglio Ceto 4 Fiume Oglio Breno Malegno 5 Fiume Oglio Esine 6 Fiume Oglio Darfo Boario Terme 7 Fiume Oglio Palazzolo 8 Fiume Oglio Rudiano 9 Torrente Frigidolfo Fiume Oglio Ponte di Legno 10 Torrente Allione Paisco Loveno Forni di Loveno 11 Torrente Valle delle Valli Prestine 12 Torrente Grigna Berzo Inferiore 13 Torrente Dezzo Angolo Terme 14 Torrente Caffaro Bagolino 15 Fiume Mella Collio 16 Fiume Mella Bovegno 17 Fiume Mella Pezzaze 18 Fiume Mella Tavernole Marcheno 19 Fiume Mella Tavernole Marcheno 20 Fiume Mella Gardone Valtrompia 21 Fiume Chiese Sabbio Chiese 22 Fiume Chiese Vobarno 23 Fiume Chiese Gavardo Villanuova 24 Fiume Chiese Gavardo 25 Naviglio Grande Bresciano Vari 26 Roggia Castrina Chiari 27 Fiume Mella Castel Mella Capriano del Colle 28 Fiume Chiese Montichiari 29 Roggia Manerbia Dello 30 T. Vrenda di Sabbio Sabbio Chiese 31 Fiume Mella Offlaga 32 Fiume Mella Manerbio 33 Fiume Chiese Calvisano (parte nord e sud) 13

14 Limitazioni di cattura particolari E istituito il divieto assoluto di cattura delle seguenti specie: lasca (Chondrostoma genei); barbo canino (Barbus meridionalis); scazzone (Cottus gobio); spinarello (Gasterosteus aculeatus); cobite (Cobitis taenia); cobite mascherato (Sabanejeweia larvata); ghiozzo padano (Padogobius martensii); panzarolo (Orsinigobius punctatissimus); alborella (Alburnus alburnus alborella); savetta (Condrostoma soetta); pigo (Rutilus pigus); triotto (Rutilus erythrophthalmus); lampreda padana (Lethenteron zanandreai).. Si ricorda che è inoltre vietata la cattura di individui della specie Storione cobice (Acipenser naccarii). E limitata ad un kg la cattura delle seguenti specie: vairone gobione sanguinerola 14

15 Elenco delle zone di salvaguardia ittica istituiti dalla Provincia di Brescia: N. CORPO IDRICO COMUNE 1 Fiume Oglio Temù 2 Fiume Oglio Temù 3 Fiume Oglio Vezza d'oglio 4 Fiume Oglio Incudine 5 Fiume Oglio Sonico 6 Fiume Oglio Cedegolo 7 Fiume Oglio Ceto - Cerveno 8 Fiume Oglio Esine 9 Fiume Oglio Darfo Boario Terme - Esine 10 Valle di Grom Monno - Incudine 11 Torrente Davenino Incudine 12 Torrente Ogliolo Edolo 13 Torrente Remulo Sonico 14 Torrente Ogliolo Malonno 15 Torrente Allione Paisco Loveno 16 Torrente Cobello Niardo 17 Sorgente 3 Gaver Breno 18 Sorgente 4 Gaver Breno 19 Torrente Degna Prestine 20 Torrente Re Darfo Boario Terme 21 Torrente Bondo Tremosine 22 Torrente Sace Bagolino 23 Torrente Melga Bagolino 24 Torrente Bavorgo Collio 25 Torrente Toscolano Valvestino 26 Torrente Re Pertica Alta 27 Fiume Mella Tavernole 28 Torrente Biogno Marcheno 29 Naviglio di S. Zeno S. Zeno 30 Roggia Gambara Gottolengo 31 Torrente Vrenda Casto - Lodrino 32 Torrente Nozza Casto 33 Torrente Toscolano Toscolano 34 Torrente Trinolo Sabbio C. - Provaglio V.S 35 Torrente Agna Vobarno 36 Canale centrale NK Capriolo 37 Seriola Molini Monticelli Brusati 38 Canale Seriola Villanuova sul Clisi 15

REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NELLE ACQUE DEL LAGO DI ISEO.

REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NELLE ACQUE DEL LAGO DI ISEO. REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NELLE ACQUE DEL LAGO DI ISEO. Art. 1 FINALITÀ E AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente Regolamento approvato dalle Province di Bergamo

Dettagli

Caccia e Pesca PESCARE IN PROVINCIA DI BRESCIA

Caccia e Pesca PESCARE IN PROVINCIA DI BRESCIA Caccia e Pesca PESCARE IN PROVINCIA DI BRESCIA 2014 A cura di: Ufficio Pesca Provincia di Brescia Via Milano, 13-25126 BRESCIA Disegni: Enrichetta Descloux, (p. 11 e 29: Alberto Gadola) Cartografia: Graia

Dettagli

ORGANICO SOSTEGNO 2013-14 SCUOLA DI I GRADO

ORGANICO SOSTEGNO 2013-14 SCUOLA DI I GRADO Allegato 3 circ. n.10938 del 19/07/2013 ORGANICO SOSTEGNO 2013-14 SCUOLA DI I GRADO ORGANICO DI DIRITTO CATTEDRE PSICOFISICI ORGANICO DI FATTO CATTEDRE SENSORIALI UDITO CATTEDRE SENSORIALI VISTA Codici

Dettagli

Il monitoraggio di ARPA sulle acque superficiali e sotterranee. Sergio Resola Dirigente UO Monitoraggi Ambientali ARPA Dipartimento di Brescia

Il monitoraggio di ARPA sulle acque superficiali e sotterranee. Sergio Resola Dirigente UO Monitoraggi Ambientali ARPA Dipartimento di Brescia Il monitoraggio di ARPA sulle acque superficiali e sotterranee Sergio Resola Dirigente UO Monitoraggi Ambientali ARPA Dipartimento di Brescia Bovezzo, 16 dicembre 2013 ATTIVITA DI ARPA NEL MONITORAGGIO

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2013

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2013 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 REGIONE AGRARIA 1 REGIONE AGRARIA 2 Comuni di: BERZO DEMO, CEDEGOLO, CEVO, CORTENO GOLGI, EDOLO, INCUDINE, MALONNO, MONNO, PAISCO LOVENO, PONTE DI LEGNO, SAVIORE

Dettagli

Report del mercato del lavoro in Provincia di Brescia Suddivisione per Comuni I Trimestre 2014

Report del mercato del lavoro in Provincia di Brescia Suddivisione per Comuni I Trimestre 2014 AREA SVILUPPO ECONOMICO Settore Lavoro e Formazione Professionale Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Brescia Report del mercato del lavoro in Provincia di Brescia Suddivisione per Comuni

Dettagli

Referente per l'istruttoria della pratica: MARIA GRAZIA SIGALINI Tel. 030/3462438

Referente per l'istruttoria della pratica: MARIA GRAZIA SIGALINI Tel. 030/3462438 Regione Lombardia - Giunta PRESIDENZA COORDINAMENTO SIREG E STER SEDE TERRITORIALE DI BRESCIA Via Dalmazia, 92/94 25125 Brescia www.regione.lombardia.it bresciaregione@pec.regione.lombardia.it Tel 030

Dettagli

CODICI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO A.S. 2016/17

CODICI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO A.S. 2016/17 CODICI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO A.S. 2016/17 Num Codice Comune Scuola CodPresid 1 BSMM802012 Vezza d'oglio Scuola Secondaria I di Vezza D'Oglio BSIC802001 2 BSMM802023 Ponte di Legno Scuola Secondaria

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SEMINE DI MATERIALE ITTICO NELLE ACQUE ITALO-SVIZZERE

REGOLAMENTO DELLE SEMINE DI MATERIALE ITTICO NELLE ACQUE ITALO-SVIZZERE REGOLAMENTO DELLE SEMINE DI MATERIALE ITTICO NELLE ACQUE ITALO-SVIZZERE in vigore dal 01 gennaio 2016 REGOLAMENTO DELLE SEMINE DI MATERIALE ITTICO NELLE ACQUE ITALO-SVIZZERE Ai sensi dell art. 16 della

Dettagli

MERCATI SETTIMANALI IN PROVINCIA DI BRESCIA WEEKLY MARKETS IN THE PROVINCE OF BRESCIA

MERCATI SETTIMANALI IN PROVINCIA DI BRESCIA WEEKLY MARKETS IN THE PROVINCE OF BRESCIA MERCATI SETTIMANALI IN PROVINCIA DI BRESCIA WEEKLY MARKETS IN THE PROVINCE OF BRESCIA LUOGO/ PLACE DATA/DATE NOTE/NOTES BRESCIA E HINTERLAND BRESCIA Piazza Loggia BORGOSATOLLO BOTTICINO CASTELMELLA CASTENEDOLO

Dettagli

Assessorato al Lavoro. I SERVIZI PER LA DISABILITA http://sintesi.provincia.brescia.it. Centri per l'impiego Ufficio Collocamento Mirato

Assessorato al Lavoro. I SERVIZI PER LA DISABILITA http://sintesi.provincia.brescia.it. Centri per l'impiego Ufficio Collocamento Mirato Assessorato al Lavoro I SERVIZI PER LA DISABILITA http://sintesi.provincia.brescia.it Centri per l'impiego Ufficio Collocamento Mirato 1 IL LAVORO DELLE PERSONE DISABILI SERVIZI DEI CENTRI PER L IMPIEGO

Dettagli

I LAGHI LAGOAGO MAGGIOREAGGIORE. Bacino imbrifero e sotto bacini del Lago Maggiore

I LAGHI LAGOAGO MAGGIOREAGGIORE. Bacino imbrifero e sotto bacini del Lago Maggiore I LAGHI Carta delle vocazioni ittiche - Risultati LAGOAGO MAGGIOREAGGIORE Latitudine ( N): 45 47 Longitudine ( E): 08 40 Altitudine (m s.l.m.) 193,8 Altitudine max bacino imbrifero (m s.l.m.) 4.633 Superficie

Dettagli

VADEMECUM DEL PESCATORE

VADEMECUM DEL PESCATORE VADEMECUM DEL PESCATORE Per ottenere per la volta la licenza di pesca dilettantistica (Licenza di pesca di tipo B), ovvero per rinnovare la propria licenza di pesca scaduta (vale 365 giorni la data di

Dettagli

Commissione italo svizzera per la pesca

Commissione italo svizzera per la pesca Commissione italo svizzera per la pesca REGOLAMENTO DELLE SEMINE DI MATERIALE ITTICO NELLE ACQUE ITALO-SVIZZERE Approvato nella seduta di Commissione del 12 giugno 2009 IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2010 REGOLAMENTO

Dettagli

Art. 1 PRINCIPI GENERALI

Art. 1 PRINCIPI GENERALI ENTE PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI Regolamentazione dell'attività di pesca Premessa: Tra le finalità dell'ente Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi (di seguito denominato Parco) vi sono degli importanti

Dettagli

Perchè l'energia non sia un buco nell'acqua. Idroelettrico: criticità legate alla fauna ittica

Perchè l'energia non sia un buco nell'acqua. Idroelettrico: criticità legate alla fauna ittica Idroelettrico: criticità legate alla fauna ittica Sommario - esigenze della fauna ittica reofila - il valore di un patrimonio straordinario - esigenze dei produttori di energia - le azioni attuali per

Dettagli

ALBORELLA ANGUILLA. Appendice La fauna ittica BARBO. 1 Rapporto sullo Stato dell Ambiente nel Comune di Padova - 2002 151

ALBORELLA ANGUILLA. Appendice La fauna ittica BARBO. 1 Rapporto sullo Stato dell Ambiente nel Comune di Padova - 2002 151 1 Rapporto sullo Stato dell Ambiente nel Comune di Padova - 2002 151 Appendice La fauna ittica ALBORELLA NOME LATINO: Alburnus alburnus alborella (De Filippi 1844) FAMIGLIA: Cyprinidae ORDINE: Cypriniformes

Dettagli

SEDE ASSEMBLEA SCUOLE AGGREGATE SEDE ASSEMBLEA SCUOLE AGGREGATE SEDE ASSEMBLEA SCUOLE AGGREGATE ITC ABBA BALLINI. 0re 18.00 20.00

SEDE ASSEMBLEA SCUOLE AGGREGATE SEDE ASSEMBLEA SCUOLE AGGREGATE SEDE ASSEMBLEA SCUOLE AGGREGATE ITC ABBA BALLINI. 0re 18.00 20.00 Foglio1 ITC ABBA BALLINI I.C. RONCADELLE 26/01/09 SMS FOSCOLO-VIRGILIO-PREALPINO - VIII CIRCOLO BRESCIA IC BOVEZZO IC NAVE SMS TRIDENTINA-KENNEDY-ROMANINO - V CIRCOLO BS SMS GUSSAGO - D.D. GUSSAGO - I.C.

Dettagli

PESCA PROFESSIONALE E DILETTANTISTICA

PESCA PROFESSIONALE E DILETTANTISTICA PESCA PROFESSIONALE E DILETTANTISTICA Corso di formazione e qualificazione per il riconoscimento della qualifica di Agente Giurato volontario in materia di pesca. Bergamo, 17 febbraio 2012 Pesca professionale

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 2 dicembre 1999 - n.5 e successive modifiche ed integrazioni

REGOLAMENTO REGIONALE 2 dicembre 1999 - n.5 e successive modifiche ed integrazioni REGOLAMENTO REGIONALE 2 dicembre 1999 - n.5 e successive modifiche ed integrazioni REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NELLE ACQUE DEL LAGO DI GARDA. Articolo 1

Dettagli

Architetto Fausto Bianchi. Studio Tecnico Arch. Fausto Bianchi via Sala 38-25048 Edolo (BS) tel. 0364 73207 - fax. 0364 71156

Architetto Fausto Bianchi. Studio Tecnico Arch. Fausto Bianchi via Sala 38-25048 Edolo (BS) tel. 0364 73207 - fax. 0364 71156 Regione Lombardia P G T2014 Comune di Temù Provincia di Brescia Comune di TEMU' Piano di Governo del Territorio Documento di Piano Adozione: Delibera del Consiglio Comunale n. 38 del 27/12/2013 Approvazione:

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NEL LAGO DI CAMPOTOSTO

DISCIPLINARE PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NEL LAGO DI CAMPOTOSTO DISCIPLINARE PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NEL LAGO DI CAMPOTOSTO (Delibera Commissariale n. 20 del 4 settembre 2008) CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

Lago Maggiore Sasso Galletto

Lago Maggiore Sasso Galletto Lago Maggiore Sasso Galletto Dal Comune di Laveno località Sasso Galletto al confine Italo-Svizzero di Zenna. Lago Subalpino. bilancino maglia min. 6-8 mm lato massimo 1,5 m. è proibito durante il divieto

Dettagli

PROVINCIA DI VARESE SETTORE POLITICHE PER L AGRICOLTURA E GESTIONE FAUNISTICA PIAZZA LIBERTA 01 21100 VARESE

PROVINCIA DI VARESE SETTORE POLITICHE PER L AGRICOLTURA E GESTIONE FAUNISTICA PIAZZA LIBERTA 01 21100 VARESE Cari amici pescatori, la gestione delle specie ittiche di pregio che popolano le acque interne della provincia di Varese è un obiettivo che sta a cuore a tutti noi che, come operatori del settore, ci poniamo

Dettagli

CALENDARIO DI PESCA. Servizio CACCIA E PESCA

CALENDARIO DI PESCA. Servizio CACCIA E PESCA CALENDARIO DI PESCA 2013 Servizio CACCIA E PESCA Servizio CACCIA E PESCA Via F.lli Calvi, 10-24122 BERGAMO Tel. 035-387.458 - Fax 035-387.582 E-mail: segreteria.cacciapesca@provincia.bergamo.it www.provincia.bergamo.it

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SEMINE

REGOLAMENTO DELLE SEMINE REGOLAMENTO DELLE SEMINE DI MATERIALE ITTICO NELLE ACQUE ITALO-SVIZZERE Approvato a Pallanza nella seduta di Commissione del 5 giugno 1996 IN VIGORE DAL 1 SETTEMBRE 1996 REGOLAMENTO DELLE SEMINE DI MATERIALE

Dettagli

Aggiornamento CT0402ur13 VOCE T 4.2 LRG/XIII,1 ASSETTO ED UTILIZZAZIONE DEL TERRITORIO. CACCIA E PESCA R.R. 22 maggio 2003, n.

Aggiornamento CT0402ur13 VOCE T 4.2 LRG/XIII,1 ASSETTO ED UTILIZZAZIONE DEL TERRITORIO. CACCIA E PESCA R.R. 22 maggio 2003, n. CACCIA E R.R. 22 maggio 2003, n. 9 REGOLAMENTO REGIONALE 22 maggio 2003, n. 9 «Attuazione della L.R. 30 luglio 2001 n. 12 Norme per l incremento e la tutela del patrimonio ittico e l esercizio della pesca

Dettagli

IMPORTANTE. Le lunghezze minime totali dei pesci sono misurate dall apice del muso all estremità della pinna caudale.

IMPORTANTE. Le lunghezze minime totali dei pesci sono misurate dall apice del muso all estremità della pinna caudale. NORME PER L ESERCIZIO DELLA PESCA IN ACQUE LIBERE ORARI, PERIODI DI PESCA, MISURE E LIMITI DI CATTURA IMPORTANTE - Per le acque gestite da associazioni piscatorie valgono i divieti stabiliti dai relativi

Dettagli

Altre acque. Allegato B)

Altre acque. Allegato B) Allegato B) Altre acque Prescrizioni in ordine all esercizio della pesca nei tratti no-kill alle specie ittiche predatrici istituiti lungo i fiumi Tartaro, Tione, fosso Tartarello, fossa Leona e fossa

Dettagli

1) specie ittiche destinate al ripopolamento delle acque interne, da individuarsi fra tutte quelle autoctone presenti in Emilia-Romagna;

1) specie ittiche destinate al ripopolamento delle acque interne, da individuarsi fra tutte quelle autoctone presenti in Emilia-Romagna; Delibera di Giunta - N.ro 1993/5463 - protocollato il 9/11/1993 Oggetto: L.R. N. 11 DEL 22/02/93, ART. 13. DEFINIZIONE DELLE SPECIE ITTICHE APPARTENENTI ALLA FAUNA LOCALE DI CUI E' CONSENTITO IL RIPOPOLAMENTO,

Dettagli

L.R. 02 Maggio 1995, n. 16

L.R. 02 Maggio 1995, n. 16 L.R. 02 Maggio 1995, n. 16 (Pubblicata nel BOLLETTINO UFFICIALE della REGIONE LAZIO n 13 del 12 Maggio 1995) Norme per la tutela del patrimonio ittico e per la disciplina dell'esercizio della pesca nelle

Dettagli

API. VIA F. LIPPI, 30 25134 BRESCIA TEL. 030/23076 FAX 030/2304108 e-mail: info@api.bs.it ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE ADERENTE ALLA CONFAPI

API. VIA F. LIPPI, 30 25134 BRESCIA TEL. 030/23076 FAX 030/2304108 e-mail: info@api.bs.it ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE ADERENTE ALLA CONFAPI ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE ADERENTE ALLA CONFAPI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE UBICATE NELLE AREE DEPRESSE (FESR - Docup Obiettivo 2 Regione Lombardia 2000-2006) AVVIO BANDI DI PRESENTAZIONE DELLE

Dettagli

Pescare in provincia di. Brescia a cura della Struttura Agricoltura, Foreste Caccia e Pesca dell Ufficio Territoriale Regionale di Brescia

Pescare in provincia di. Brescia a cura della Struttura Agricoltura, Foreste Caccia e Pesca dell Ufficio Territoriale Regionale di Brescia Pescare in provincia di Brescia 2016 a cura della Struttura Agricoltura, Foreste Caccia e Pesca dell Ufficio Territoriale Regionale di Brescia aggiornamento giugno 2016 Premessa pag. 03 Licenza di pesca

Dettagli

mammiferi uccelli rettili anfibi pesci insetti molluschi altri invertebrati

mammiferi uccelli rettili anfibi pesci insetti molluschi altri invertebrati 1 2 3 4 1.800.000 4.500 mammiferi 8.700 uccelli 6.300 rettili 3.000 anfibi 23.000 pesci 900.000 insetti 50.000 molluschi 185.000 altri invertebrati 370.000 piante 250.000 funghi protisti e procarioti 110.000.000

Dettagli

0.923.221. Regolamento d applicazione

0.923.221. Regolamento d applicazione Traduzione 1 Regolamento d applicazione dell Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica francese concernente l esercizio della pesca e la protezione dell ambiente acquatico

Dettagli

Direzione Regionale della Lombardia

Direzione Regionale della Lombardia Prot. 2010/57163 Direzione Regionale della Lombardia Attivazione della Direzione Provinciale di Competenza territoriale per la registrazione degli atti notarili e degli atti emessi dagli Ufficiali roganti

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA DISCIPLINA DELLA PESCA NELLA RISERVA NATURALE DEI LAGHI LUNGO E DI RIPASOTTILE

REGOLAMENTO SULLA DISCIPLINA DELLA PESCA NELLA RISERVA NATURALE DEI LAGHI LUNGO E DI RIPASOTTILE REGOLAMENTO SULLA DISCIPLINA DELLA PESCA NELLA RISERVA NATURALE DEI LAGHI LUNGO E DI RIPASOTTILE Premessa 1. La presente normativa, ispirandosi al principio dell uso sostenibile delle risorse naturali

Dettagli

Regolamentazione e controllo della pesca nelle acque in concessione FIPSAS della provincia di Brescia.

Regolamentazione e controllo della pesca nelle acque in concessione FIPSAS della provincia di Brescia. Regolamentazione e controllo della pesca nelle acque in concessione FIPSAS della provincia di Brescia. MODALITA DI ACCESSO Nei tratti in concessione la pesca è consentita solo ai tesserati FIPSAS, in regola

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 22 maggio 2003, 9

REGOLAMENTO REGIONALE 22 maggio 2003, 9 REGOLAMENTO REGIONALE 22 maggio 2003, 9 Attuazione della l.r. 30 luglio 2001, n. 12 Norme per l'incremento e la tutela del patrimonio ittico e l'esercizio della pesca nelle acque della Regione Lombardia

Dettagli

Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca

Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca (OLFP) Modifica dell 8 novembre 2000 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 24 novembre 1993 1 concernente la legge federale sulla

Dettagli

! "# $!! "! % & ' '! "! %

! # $!! ! % & ' '! ! % !"#$!!"!%&' '! "!% DISPOSIZIONI GENERALI valide su tutte le acque provinciali (compreso il fiume Adda) 1. MEZZI DI PESCA 1) Bilancia o bilancella o quadrato. L uso della bilancia di cui all art. 8, comma

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO INTERPROVINCIALE DI RACCORDO DELLE AZIONI DI CONTROLLO SELETTIVO DEL CORMORANO NEL TERRITORIO LOMBARDO 2011-2015

DOCUMENTO TECNICO INTERPROVINCIALE DI RACCORDO DELLE AZIONI DI CONTROLLO SELETTIVO DEL CORMORANO NEL TERRITORIO LOMBARDO 2011-2015 DOCUMENTO TECNICO INTERPROVINCIALE DI RACCORDO DELLE AZIONI DI CONTROLLO SELETTIVO DEL CORMORANO NEL TERRITORIO LOMBARDO 2011-2015 OTTOBRE 2011 Sommario 1 Premessa...3 2 I popolamenti ittici delle acque

Dettagli

Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone, Piazza Kennedy 10, 40032 Camugnano (BO), Italia

Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone, Piazza Kennedy 10, 40032 Camugnano (BO), Italia Studi Trent. Sci. Nat., 87 (2010): 197-201 Museo Tridentino di Scienze Naturali, Trento 2010 ISSN 2035-7699 197 Nota breve - Short note Rilevamento e valutazione della fauna ittica dei laghi del Parco

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Rivolto a soggetti svantaggiati non percettori di indennità o sussidi derivanti dallo stato di disoccupazione o inoccupazione

AVVISO PUBBLICO Rivolto a soggetti svantaggiati non percettori di indennità o sussidi derivanti dallo stato di disoccupazione o inoccupazione AVVISO PUBBLICO Rivolto a soggetti svantaggiati non percettori di indennità o sussidi derivanti dallo stato di disoccupazione o inoccupazione 1. PREMESSA Il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale,

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI valide su tutte le acque provinciali

DISPOSIZIONI GENERALI valide su tutte le acque provinciali DISPOSIZIONI GENERALI valide su tutte le acque provinciali 1. MEZZI DI PESCA 1) Bilancia o bilancella o quadrato. L uso della bilancia di cui all art. 8, comma 1, lettera c del Regolamento Regionale 22

Dettagli

SPECIFICA SEDE SEDE PD - EX SEDE VIVI ANGOLO BIBLIOTECA COMUNALE EDIFICIO COMUNALE EX BIBLIOTECA SALA CONSILIARE MUNICIPIO

SPECIFICA SEDE SEDE PD - EX SEDE VIVI ANGOLO BIBLIOTECA COMUNALE EDIFICIO COMUNALE EX BIBLIOTECA SALA CONSILIARE MUNICIPIO NOME ADRO ERBUSCO ANGOLO TERME ARTOGNE BAGNOLO MELLA BAGOLINO BEDIZZOLE BERZO DEMO BORGO SAN GIACOMO SAN PAOLO BORGOSATOLLO BOTTICINO 1 (MATTINA) BOTTICINO 2 (SERA) BOVEGNO COLLIO IRMA MARMENTINO BOVEZZO

Dettagli

Stato dei fiumi e fauna ittica della provincia di Alessandria. Alessandro Candiotto. torrente Lemme Voltaggio

Stato dei fiumi e fauna ittica della provincia di Alessandria. Alessandro Candiotto. torrente Lemme Voltaggio Stato dei fiumi e fauna ittica della provincia di Alessandria Alessandro Candiotto torrente Lemme Voltaggio L Assemblea generale delle Nazioni Unite ha dichiarato il 2010 "Anno Internazionale della Biodiversità"

Dettagli

Corso per Guardie Giurate Volontarie sulla Pesca

Corso per Guardie Giurate Volontarie sulla Pesca SERVIZIO FAUNISTICO Dott. Marco Aldrigo Corso per Guardie Giurate Volontarie sulla Pesca SPECIE ITTICHE AUTOCTONE. o quasi Bergamo, venerdì 3 febbraio 2012 ELENCO SISTEMATICO DELLE SPECIE TRATTATE Famiglia

Dettagli

6. Gli imprenditori extracomunitari nei comuni della provincia

6. Gli imprenditori extracomunitari nei comuni della provincia 6. Gli imprenditori extracomunitari nei comuni della provincia In questo paragrafo si esaminano i dati relativi agli imprenditori extracomunitari nei comuni della provincia disaggregati per paese di origine.

Dettagli

cliccare poi sulla sezione come accedere ; per accedere al portale utilizzare il browser Chrome (utilizzando Explorer non è visibile).

cliccare poi sulla sezione come accedere ; per accedere al portale utilizzare il browser Chrome (utilizzando Explorer non è visibile). La licenza di pesca dilettantistica di tipo B ha durata annuale ed autorizza i cittadini italiani e stranieri alla pesca dilettantistica con gli attrezzi consentiti dalla normativa regionale e alla pesca

Dettagli

Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca

Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca (OLFP) Modifica del 22.3.2017 Questo testo è una versione provvisoria. Fa stato unicamente la versione pubblicata nella Raccolta ufficiale. Il Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO INTERPROVINCIALE PER LA PESCA SUL FIUME ADDA

REGOLAMENTO INTERPROVINCIALE PER LA PESCA SUL FIUME ADDA REGOLAMENTO INTERPROVINCIALE PER LA PESCA SUL FIUME ADDA ART. 1 TRATTO DEL FIUME ADDA OGGETTO DELL ACCORDO E CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE 1. Il presente regolamento è relativo al tratto di Fiume Adda compreso

Dettagli

CENSIMENTO DELLA FAUNA ITTICA NEI LAGHI ALPINI NEL TERRITORIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CENSIMENTO DELLA FAUNA ITTICA NEI LAGHI ALPINI NEL TERRITORIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CENSIMENTO DELLA FAUNA ITTICA NEI LAGHI ALPINI NEL TERRITORIO DELLA REGIONE LOMBARDIA STATO DI AVANZAMENTO SETTEMBRE 2014 1 Il progetto di Censimento della fauna ittica nei laghi alpini nel territorio

Dettagli

ALLEGATO A. Attrezzi consentiti o vietati per la pesca modalità d uso. A) Attrezzi consentiti

ALLEGATO A. Attrezzi consentiti o vietati per la pesca modalità d uso. A) Attrezzi consentiti ALLEGATO A Attrezzi consentiti o vietati per la pesca modalità d uso A) Attrezzi consentiti 1. Nelle acque classificate come salmonicole è consentito soltanto l uso di una sola canna per ogni singolo pescatore,

Dettagli

IL LAGO D ENDINE CARTA ITTICA PROVINCIALE DI BERGAMO - 169 -

IL LAGO D ENDINE CARTA ITTICA PROVINCIALE DI BERGAMO - 169 - IL LAGO D ENDINE CARTA ITTICA PROVINCIALE DI BERGAMO - 169 - Il Lago d Endine si trova nell alta Val Cavallina, dove si è formato nell era quaternaria in seguito ai fenomeni di escavazione dovuti al movimento

Dettagli

Ufficio per l Educazione, la Scuola e l Università

Ufficio per l Educazione, la Scuola e l Università Brescia 10.11.2014 Prot. n. 716/14 Carissimi insegnanti di religione, anche se in ritardo, veniamo a presentare la modalità con cui l Ufficio ha deciso di riorganizzare i cosiddetti laboratori di macrozona.

Dettagli

ASSOCIAZIONE TITOLARI DI SINDACATO REGIONALE ORDINE DEI FARMACISTI FARMACIA BRESCIA TITOLARI DI FARMACIA BRESCIA

ASSOCIAZIONE TITOLARI DI SINDACATO REGIONALE ORDINE DEI FARMACISTI FARMACIA BRESCIA TITOLARI DI FARMACIA BRESCIA gruppo "B" 1 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Articolo 2 : Autorizzazione di pesca (vale per tutte le acque di questa tessera)

Articolo 2 : Autorizzazione di pesca (vale per tutte le acque di questa tessera) Allegato A) Prescrizioni in ordine all esercizio della pesca nel tratto no-kill (trota marmorata, temolo e luccio) di fiume Adige compreso tra la diga del Pestrino (Sorio I) e la diga di San Giovanni Lupatoto

Dettagli

ALLEGATO. TABELLA A (Art. 7) Attrezzi consentiti o vietati per la pesca modalità d uso. A) Attrezzi consentiti

ALLEGATO. TABELLA A (Art. 7) Attrezzi consentiti o vietati per la pesca modalità d uso. A) Attrezzi consentiti ALLEGATO TABELLA A (Art. 7) Attrezzi consentiti o vietati per la pesca modalità d uso A) Attrezzi consentiti 1. Nelle acque classificate come salmonicole è consentito soltanto l uso di una sola canna per

Dettagli

1. Quante specie o sottospecie di pesci vivono allo stato libero in Alto Adige?

1. Quante specie o sottospecie di pesci vivono allo stato libero in Alto Adige? Lista dei quiz per l esame di pesca: Si premette che la prova scritta dell esame di pesca comprende anche il riconoscimento di specie ittiche da materiale fotografico e l indicazione per esse del relativo

Dettagli

CARTA ITTICA ALLEGATO B. della provincia di lodi. Schede delle Specie Ittiche Censite. Provincia di Lodi

CARTA ITTICA ALLEGATO B. della provincia di lodi. Schede delle Specie Ittiche Censite. Provincia di Lodi Provincia di Lodi CARTA ITTICA della provincia di lodi ALLEGATO B Schede delle Specie Ittiche Censite A cura di: Simone Rossi, Andrea Modesti, Sara Filippini 2009 Provincia di Lodi Coordinamento: Settore

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESERCIZIO DELLA PESCA NELLE ACQUE DELLA RISERVA NATURALE REGIONALE DEI LAGHI LUNGO E RIPASOTTILE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESERCIZIO DELLA PESCA NELLE ACQUE DELLA RISERVA NATURALE REGIONALE DEI LAGHI LUNGO E RIPASOTTILE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESERCIZIO DELLA PESCA NELLE ACQUE DELLA RISERVA NATURALE REGIONALE DEI LAGHI LUNGO E RIPASOTTILE Art. 1 Obiettivi 1. Il presente Regolamento, in conformità con le leggi

Dettagli

Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca

Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca Ordinanza concernente la legge federale sulla pesca (OLFP) Modifica del 30 agosto 2006 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 24 novembre 1993 1 concernente la legge federale sulla pesca

Dettagli

PRIMARIE PD 2013 RISULTATI (da verificare)

PRIMARIE PD 2013 RISULTATI (da verificare) 47607 47505 6860 14,44% 33512 70,54% 7133 15,02% 47 55 TOTALE 13849 13826 2141 15,49% 9176 66,37% 2509 18,15% 17 6 BORGOSATOLLO 2013 378 378 47 12,43% 270 71,43% 61 16,14% 0 0 BRESCIA CENTRO 1 (DIAZ-STAZIONE)

Dettagli

ART. 2 Reti ed attrezzi consentiti per la pesca professionale e modalità per il loro uso

ART. 2 Reti ed attrezzi consentiti per la pesca professionale e modalità per il loro uso MODALITA DI ESERCIZIO DELLA PESCA PROFESSIONALE E DILETTANTISTICA IN PROVINCIA DI MANTOVA- CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE E DEFINIZIONE DEGLI ATTREZZI DA PESCA ART.1 Classificazione delle acque 1) Ai fini

Dettagli

INOCCUPATI DISOCCUPATI ISCRITTI IN LISTA MOBILITÀ

INOCCUPATI DISOCCUPATI ISCRITTI IN LISTA MOBILITÀ TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO O STAGE Possono svolgere un tirocinio non solo giovani studenti, ma anche: INOCCUPATI DISOCCUPATI ISCRITTI IN LISTA MOBILITÀ Le imprese, gli studi professionali, gli

Dettagli

Pubblicazione: BURL n. del. Architetto Fausto Bianchi

Pubblicazione: BURL n. del. Architetto Fausto Bianchi Regione Lombardia P G T2010 Comune di Berzo Demo Provincia di Brescia Comune di BERZO DEMO Piano di Governo del Territorio Documento di Piano Adozione: Delibera del Consiglio Comunale n. del Approvazione:

Dettagli

NORME PER L ESERCIZIO DELLA PESCA DILETTANTISTICA NELLE ACQUE DEL LAGO DI PUSIANO (CO) ANNO 2013

NORME PER L ESERCIZIO DELLA PESCA DILETTANTISTICA NELLE ACQUE DEL LAGO DI PUSIANO (CO) ANNO 2013 NORME PER L ESERCIZIO DELLA PESCA DILETTANTISTICA NELLE ACQUE DEL LAGO DI PUSIANO (CO) ANNO 2013 L esercizio della pesca nel Lago di Pusiano avviene nel rispetto di quanto previsto dal presente regolamento,

Dettagli

Pubblicazione: BURL n. del. Architetto Fausto Bianchi

Pubblicazione: BURL n. del. Architetto Fausto Bianchi Regione Lombardia P G T2011 Comune di Cevo Provincia di Brescia Comune di CEVO Piano di Governo del Territorio Documento di Piano Adozione: Delibera del Consiglio Comunale n. del Approvazione: Delibera

Dettagli

LAGO DI GHIRLAHIRLA. Tempo teorico di ricambio (anni) 0,1. Torrente Margorabbia Lago maggiore Fiume Ticino Fiume Po

LAGO DI GHIRLAHIRLA. Tempo teorico di ricambio (anni) 0,1. Torrente Margorabbia Lago maggiore Fiume Ticino Fiume Po LAGO DI GHIRLAHIRLA Latitudine ( N): 45 55 Longitudine ( E): 08 49 Altitudine (m s.l.m.) 442 Altitudine max bacino imbrifero (m s.l.m.) 1129 Superficie lago (km2) 0,28 Superficie bacino imbrifero naturale

Dettagli

SERVIZI PER LA RICERCA DEL LAVORO

SERVIZI PER LA RICERCA DEL LAVORO SERVIZI PER LA RICERCA DEL LAVORO ACLI SPORTELLO INFORMA LAVORO COSA FA Colloquio, compilazione di un questionario informativo, consegna di materiale informativo, aiuto a compilare curriculum vitae e lettera

Dettagli

PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE. Allegato III alla Relazione: STATO DI FATTO DELLE RETI TECNOLOGICHE.

PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE. Allegato III alla Relazione: STATO DI FATTO DELLE RETI TECNOLOGICHE. PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE VARIANTE DI ADEGUAMENTO ALLA L.R. N.12 DELL' 11 MARZO 2005 Delibera C.P di adozione Delibera C.P di approvazione BOZZA DI PIANO Allegato III alla Relazione:

Dettagli

INFORMAZIONI PATRIMONIALI E FINANZIARIE

INFORMAZIONI PATRIMONIALI E FINANZIARIE Denominazione: GAL GARDAVALSABBIA SOCIETA' CONSORTILE A RESPONSABILITA' LIMITATA Forma giuridica: SOCIETA' CONSORTILE A RESPONSABILITA' LIMITATA Partita IVA: 02356600987 INFORMAZIONI PATRIMONIALI E FINANZIARIE

Dettagli

Provincia di Como Servizio Pesca

Provincia di Como Servizio Pesca Provincia di Como Servizio Pesca I REGOLAMENTI DI PESCA DILETTANTISTICA ANNO 2015 AVVERTENZA Le principali novità rispetto al regolamento 2014 sono evidenziate in giallo. Le norme generali elencate al

Dettagli

Direzioni Gestionali Distrettuali DGD 1 DGD 2 DGD 3 DGD 4 DGD 5 DGD 6

Direzioni Gestionali Distrettuali DGD 1 DGD 2 DGD 3 DGD 4 DGD 5 DGD 6 Direzioni Gestionali Distrettuali DGD 1 DGD 2 DGD 3 DGD 4 DGD 5 DGD 6 5 11 4 12 6 7 2 1 3 10 8 9 98 sedi e recapiti DGD 1 > PAG. 102 Distretto n. 1 - BRESCIA Brescia, Collebeato DGD 2 > PAG. 105 Distretto

Dettagli

Riprende a crescere il pescato professionale nel Lario dopo il calo del 2008. I numeri del pesce catturato tra il 96 e il 2010

Riprende a crescere il pescato professionale nel Lario dopo il calo del 2008. I numeri del pesce catturato tra il 96 e il 2010 Il primo giornale online della provincia di Lecco Merateonline > Cronaca > Lecchese Scritto Giovedì 05 maggio 2011 alle 16:09 Riprende a crescere il pescato professionale nel Lario dopo il calo del 2008.

Dettagli

PROVINCIA DI COMO Settore Agricoltura e Pesca

PROVINCIA DI COMO Settore Agricoltura e Pesca PROVINCIA DI COMO Settore Agricoltura e Pesca Via BORGOVICO 171-22100 COMO agricoltura@pec.provincia.como.it BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DI ALCUNE ACQUE DELLA PROVINCIA DI COMO, LIMITATAMENTE

Dettagli

RACCOLTA DATI RELATIVI ALLE ACQUE CONVENZIONATE F.I.P.S.A.S.

RACCOLTA DATI RELATIVI ALLE ACQUE CONVENZIONATE F.I.P.S.A.S. RACCOLTA DATI RELATIVI ALLE ACQUE CONVENZIONATE F.I.P.S.A.S. Compilare una scheda per ogni corpo idrico (inviare la scheda solo tramite @mail all indirizzo: sfai@fipsas.it) Nome Impianto/Acqua convenzionata:

Dettagli

QUIZ UTILI ALLA PREPARAZIONE DEGLI ESAMI PER GUARDIA ITTICA PROVINCIALE ( a cura di Pietro Lupia )

QUIZ UTILI ALLA PREPARAZIONE DEGLI ESAMI PER GUARDIA ITTICA PROVINCIALE ( a cura di Pietro Lupia ) QUIZ UTILI ALLA PREPARAZIONE DEGLI ESAMI PER GUARDIA ITTICA PROVINCIALE ( a cura di Pietro Lupia ) NOTA: i quiz che seguono non hanno altra velleità se non quella di essere di ausilio ai candidati che

Dettagli

PRESCRIZIONI DI CARATTERE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE DI GARE E MANIFESTAZIONI DI PESCA SPORTIVA PER L ANNO 2015

PRESCRIZIONI DI CARATTERE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE DI GARE E MANIFESTAZIONI DI PESCA SPORTIVA PER L ANNO 2015 PRESCRIZIONI DI CARATTERE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE DI GARE E MANIFESTAZIONI DI PESCA SPORTIVA PER L ANNO 2015 Nelle acque della provincia di Bergamo, per lo svolgimento di gare e manifestazioni di

Dettagli

LAGO DI VARESEARESE. Bacino imbrifero del Lago di Varese

LAGO DI VARESEARESE. Bacino imbrifero del Lago di Varese LAGO DI VARESEARESE Latitudine ( N): 45 48 Longitudine ( E): 08 45 Altitudine (m s.l.m.) 238 Altitudine max bacino imbrifero (m s.l.m.) 1226 Superficie lago (km 2 ) 14,8 Superficie bacino imbrifero naturale

Dettagli

REGIONE EMILIA ROMAGNA MEMORANDUM PER I PESCATORI

REGIONE EMILIA ROMAGNA MEMORANDUM PER I PESCATORI REGIONE EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI RAVENNA MEMORANDUM PER I PESCATORI Tutti i cittadini italiani e stranieri in possesso della licenza, hanno uguale diritto ad esercitare la pesca nelle acque interne

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO. Lavori di realizzazione di parte del collettore intercomunale della Valle Camonica e del depuratore di Esine (BS).

PROGETTO ESECUTIVO. Lavori di realizzazione di parte del collettore intercomunale della Valle Camonica e del depuratore di Esine (BS). Comunità Montana di Valle Camonica Valle Camonica Servizi S.p.A. PROGETTO ESECUTIVO Lavori di realizzazione di parte del collettore intercomunale della Valle Camonica e del depuratore di Esine (BS). Primo

Dettagli

MAGNIFICA COMUNITA DI FIEMME C A V A L E S E

MAGNIFICA COMUNITA DI FIEMME C A V A L E S E MAGNIFICA COMUNITA DI FIEMME C A V A L E S E REGOLAMENTO UNICO DI PESCA PER L ANNO 2015 VALEVOLE PER TUTTE LE ASSOCIAZIONI PESCATORI DEL NESSO COMUNITARIO 1. APERTURA STAGIONE DI PESCA 1. L apertura della

Dettagli

Pescare in Provincia di Treviso

Pescare in Provincia di Treviso Pescare in Provincia di Treviso VADEMECUM PER IL PESCATORE 2010 Le novità introdotte dalla LR n 4/2009 modifica della LR n 19/1998 Norme per la tutela delle risorse idrobiologiche e della fauna ittica

Dettagli

Proposte di gestione per il fiume Adige

Proposte di gestione per il fiume Adige Allegato parte integrante Piano Adige 2012 Associazione pescatori dilettanti della Vallagarina Provincia Autonoma di Trento Servizio Foreste e Fauna Associazione pescatori dilettanti trentini Proposte

Dettagli

07/11/ ,00-16,00

07/11/ ,00-16,00 COMUNE SEDE AMBULATORIO INDIRIZZO AMBULATORIO DATA ORARIO LONATO PRESIDIO ASL VIA C.BATTISTI 37 05/11/2012 09,00-12,30 LONATO PRESIDIO ASL VIA C.BATTISTI 37 09/11/2012 09,00-12,00 LONATO PRESIDIO ASL VIA

Dettagli

Dichiarazione di Sintesi (Art. 17 D.Lgs. n. 152/2006)

Dichiarazione di Sintesi (Art. 17 D.Lgs. n. 152/2006) Amministrazione Provinciale di Venezia Valutazione Ambientale Strategica della Carta Ittica della provincia di Venezia 204-209 Dichiarazione di Sintesi (Art. 7 D.Lgs. n. 52/2006) Esecutore: Aquaprogram

Dettagli

variabilità fra gli organismi viventi di ogni

variabilità fra gli organismi viventi di ogni Un approccio di gestione sostenibile per il mantenimento degli stock ittici autoctoni Fabio Borghesan Ittiologo, consulente Veneto Agricoltura Giornate Formative: SALVAGUARDIADELLE RISORSE ITTICHE: ASPETTI

Dettagli

INFORMASALUTE. I Servizi Sanitari di BRESCIA. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i Cittadini stranieri

INFORMASALUTE. I Servizi Sanitari di BRESCIA. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i Cittadini stranieri Progetto co-finanziato dall Unione Europea Istituto Nazionale Salute, Migrazioni e Povertà Ministero della Salute Dipartimento della Prevenzione e Comunicazione Ministero dell Interno Dipartimento per

Dettagli

REGOLAMENTOSULADISCIPLINADELAPESCANELARISERVANATURALE DEI LAGHI LUNGOE DI RIPASOTILE. Premesa

REGOLAMENTOSULADISCIPLINADELAPESCANELARISERVANATURALE DEI LAGHI LUNGOE DI RIPASOTILE. Premesa 1 REGOLAMENTOSULADISCIPLINADELAPESCANELARISERVANATURALE DEI LAGHI LUNGOE DI RIPASOTILE Premesa 1. La presente normativa, ispirandosi al principio dell uso sostenibile delle risorse naturali viventi, nel

Dettagli

Concessione dei Campi per le Gare di pesca nelle acque in disponibilità pubblica per l anno 2016. Elenco campi gara oggetto di bando.

Concessione dei Campi per le Gare di pesca nelle acque in disponibilità pubblica per l anno 2016. Elenco campi gara oggetto di bando. ALLEGATO A Settore Ambiente, Ecologia, Caccia e Pesca Servizio Faunistico Piazza L. Lombarda, 4 23900 Lecco, Italia Telefono 0341.295253 Fax 0341.295333 E-mail marco.aldrigo@provincia.lecco.it Pec: provincia.lecco@lc.legalmail.camcom.it

Dettagli

SPIAGGE in provincia di Brescia BEACHES in the province of Brescia

SPIAGGE in provincia di Brescia BEACHES in the province of Brescia SPIAGGE in provincia di Brescia BEACHES in the province of Brescia LAGO DI GARDA DESENZANO DEL GARDA DESENZANINO Lungolago C. Battisti (di fronte hotel Villa Rosa) Noleggio lettini e pedalò; servizi igienici;

Dettagli

SALA DISCIPLINA - PIAZZA VITTORIO EMANUELE - BEDIZZOLE CENTRO CIVICO - PIAZZA ALDO MORO - BERLINGO SALA ASSEMBLEE - VIA SAN ZENONE - BERZO DEMO

SALA DISCIPLINA - PIAZZA VITTORIO EMANUELE - BEDIZZOLE CENTRO CIVICO - PIAZZA ALDO MORO - BERLINGO SALA ASSEMBLEE - VIA SAN ZENONE - BERZO DEMO comune sede seggio ADRO SEDE PD - VIA ROMA - ADRO AGNOSINE - BIONE SALA EX MUNICIPIO - VIA MARCONI - AGNOSINE IDRO-TREVISO SALA CONSILARE MUNICIPIO - VIA SCUOLE, 39 - IDRO ANFO-BAGOLINO-CAPOVALLE+VALVESTINO+MAGASA

Dettagli

FIPSAS Sez. Provinciale di Treviso, Piazza San Antonio 6, Biancade TV Tel 0422 848082 www.fipsas-tv.i REGOLAMENTO DI PESCA ALLEGATO ALLA CONVENZIONE

FIPSAS Sez. Provinciale di Treviso, Piazza San Antonio 6, Biancade TV Tel 0422 848082 www.fipsas-tv.i REGOLAMENTO DI PESCA ALLEGATO ALLA CONVENZIONE FIPSAS Sez. Provinciale di Treviso, Piazza San Antonio 6, Biancade TV Tel 0422 848082 www.fipsas-tv.i REGOLAMENTO DI PESCA ALLEGATO ALLA CONVENZIONE ENTE PARCO SILE FIPSAS PER LA GESTIONE DELLA PESCA SPORTIVA

Dettagli

Monitoraggio della fauna ittica nei laghi della Regione Piemonte: risultati e classificazione dello stato ecologico

Monitoraggio della fauna ittica nei laghi della Regione Piemonte: risultati e classificazione dello stato ecologico Monitoraggio della fauna ittica nei laghi della Regione Piemonte: risultati e classificazione dello stato ecologico Pietro Volta CNR Istituto per lo Studio degli Ecosistemi Accordo di Collaborazione Istituzionale

Dettagli

RACCOLTA DATI RELATIVI ALLE ACQUE CONVENZIONATE F.I.P.S.A.S.

RACCOLTA DATI RELATIVI ALLE ACQUE CONVENZIONATE F.I.P.S.A.S. RACCOLTA DATI RELATIVI ALLE ACQUE CONVENZIONATE F.I.P.S.A.S. Compilare una scheda per ogni corpo idrico (inviare la scheda solo tramite @mail all indirizzo: sfai@fipsas.it) Nome Impianto/Acqua convenzionata:

Dettagli

futuro giardino botanico/forestale

futuro giardino botanico/forestale GLI OBIETTIVI : Si tratta di immaginare il futuro, ma con il respiro e l ambizione necessaria perché un manufatto di tale mole ed importanza - storica, architettonica, ambientale- non venga svilito, bensì

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XI Brescia Prot. n. MIUR AOO USPBS R.U. 3341 del 27 febbraio 2012 Ai dirigenti scolastici

Dettagli

RELAZIONE TECNICA, QUADRO ECONOMICO ED ELENCO STRADE OGGETTO DELL APPALTO

RELAZIONE TECNICA, QUADRO ECONOMICO ED ELENCO STRADE OGGETTO DELL APPALTO PROVINCIA DI BRESCIA AREA TECNICA SETTORE MANUTENZIONE E VIABILITA RELAZIONE TECNICA, QUADRO ECONOMICO ED ELENCO STRADE OGGETTO DELL APPALTO INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA DELLA SEGNALETICA STRADALE

Dettagli