Nuovo Abitare. gennaio - giugno 2001 anno 3 numeri 1-2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nuovo Abitare. gennaio - giugno 2001 anno 3 numeri 1-2"

Transcript

1 Nuovo Abitare gennaio - giugno 2001 anno 3 numeri 1-2

2 2 NUOVO ABITARE Nuovo Abitare periodico trimestrale d informazione e cultura promosso dai C.S.M. Frediani e Poggiali di Livorno anno 3 numero 1. Registrazione n. 665 del presso il Tribunale di Livorno Direttore scientifico: Mario Serrano Direttore responsabile: Marco Ceccarini Coordinatore redazione: Leonardo Tomei Grafica e Impaginazione: Leonardo Tomei Gruppo redazione: Benedetta Aprea Giacomo Barbaro Federico Beconi Alessandro Bocchero Luca Boccolini Gino Boscolo Giorgio Brandolini Giovanni Ceccherelli Miranda Cecconi Franco Granelli Scilla Grillo Franca Izzo Mario Masullo Mauro Meini Giuseppe Montalbano Paolo Pini Sergio Soldaini Mirco Turini Monica Zanelli Sede: c/o C.S.M. Frediani via Del Mare, 84 Livorno tel. 0586/ fax. 0586/ Stampa: in proprio Giugno 2001 In questo Numero: A pagina 3 Intervista Agire Verde - di M. Turini, A. Bocchero, L. Tomei A pagina 4 Aforismi&Barzellette A pagina 5 Intervento Radio Soccorso A pagina 6 L angolo dei Poeti A pagina 7 Intervista a Pillone responsabile Verde Urbano - di F. Izzo e F. Beconi A pagina 8 Globalizzazione e diritto di cittadinanza - di A. Bocchero La Vita - Poesia di F. Pannocchia A pagina 9 Intervista Presidente della COSIL - La Redazione A pagina 12 Intervista Claudio Lolli - di E. Deregibus (da Internet) A pagina 13 Strambata per... - a cura della Polisportiva Mediterraneo A pagina 14 Intervista assessore Franchini - La Redazione A pagina 16 I Mondiali antirazzisti - dalla U.I.S.P. nazionale A pagina 18 I Fogli di Informazione - da Paolo Tranchina A pagina 20 Intervista all Osservatorio delle Politiche Sociali - a cura della Redazione A pagina 21 I Poeti ci salutano A pagina 22 Intervista al Dottor Mirabelli - La Redazione A pagina 24 I Conferenza aziendale per la tutela della salute mentale - di F. Izzo A pagina 25 Quali reti per l inclusione - di A. Bocchero A pagina 26 Intervista all Assessore Benetti - di F. Izzo Progetto Lavoro - di F. Beconi A pagina 28 La befana vien dal mare A pagina 29 Incontro nazionale delle riviste - di F. Izzo e L. Boccolini Calendario delle conferenze aziendali regionali A pagina 31 L equitazione - di L. Boccolini

3 NUOVO ABITARE Agire Verde Intervista al Presidente G. Volpi 3 associazioni sono costanti. Abbiamo chiesto che ogni iniziativa promossa da altre associazioni ci fosse segnalata in modo da poter contribuire alla sua L associazione Mediterraneo ha organizzato un corso di equitazione al maneggio Società Livornese Equitazione di Giuliano Calzecchi. Il corso è di 10 lezioni ad un costo di Io ho aderito a questa iniziativa partecipando il giovedì e il venerdì dalle ore alle ore Ho già fatto cinque lezioni. Giuliano, l istruttore, mi ha insegnato il passo e ho iniziato il trotto. pubblicizzazione. Un impegno non da poco in quanto è necessario che la segnalazione dell evento avvenga con molto tempo di anticipo. La nostra pubblicazione a cadenza bimestrale. A cavallo con l associazione Mediterraneo La mia cavallina si ciama Stella ed è bianca maculata di grigioe quando la monto mi sento molto rilassato, è motlo buona e non ne ho paura. Ogni volta le porto le carote che lei gradisce moltoe e anche a me piace il suo contato e quello con la natura. Sono contento che l Associazione Mediterraneo abbia preso questa iniziativa, perchè questa esperienza che faccio in più, mi rende felice. Per quanto mi riguarda, le associazioni sono tutte animate dallo stesso spirito di partecipazione e di volontà di cambiamento. E nell utilizzo degli strumenti e delle strategie che si possono cogliere delle differenze significative tra le associazioni. Alcune, in campo della salvaguardia ambientale, si limitano a tutelare la natura compatibilmente con lo sviluppo tecnologico, altre promuovono radicali cambiamenti dello stile di vita e degli interessi economici propri del mondo occidentale. Agire Verde si propone di avvicinare le persone alla cultura del controllo e della salvaguardia ambientale. I nostri soci sono animati da uno spirtio pragmatico e ludico. Vengono organizzate periodicamente delle escursioni durate le quali vengono monitorati gli eventuali cambiamenti introdotti a livello ambientale. L esursione diventa quasi sempre un occasione per stare insieme e per fare, ad esempio, merenda. E questo lo spirito che ha animato Agire Verde fin dalla sua costituzione. Una prima serie di escursioni ripetute nel tempo è diventata un calendario. Al di là dell opera di sorveglianza sul territorio, possono capitare anche interventi di emergenza: recentemente abbiamo assistito un istrice ferito durante un combattimento con un suo simile. Le iniziative promosse dall associazione sono usufruibili dagli iscritti ma anche da tutti i cittadini. I rapporti con le

4 4 NUOVO ABITARE AFORISMI & BARZELLETTE Gli uomini vorrebbero essere sempre il primo amore di una donna, ma questa è la loro sciocca vanità; le donne hanno un istinto più sottile per le cose: a loro piace essere l ultimo amore di un uomo. (Oscar Wilde) Gli italiani: prendono le partite di calcio come se fossero guerre e le guerre come se fossero partite di calcio. (Winston Churchill) Una lingua tagliente è l unico strumento acuminato che più la si usa più diventa affilata Nella giungla è appena nata una piccola gazzella. La madre, subito, le spiega seriamente: <<La legge della savana è questa: ogni mattina la gazzella si alza per scappare e il leone si alza per rincorrerla.>> E la piccola: <<Credo che dormirò molto, sai, mamma?>> Tra ladri <<Sai, sono riuscito a rubare in quella villa senza accendere la torcia elettrica.>> <<Ma va? E come hai fatto?>> <<Hanno lasciato la luce accesa per paura dei ladri.>> Chi ritiene di essere troppo grande per le piccole cose, è troppo piccolo per le grandi. Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile. Siamo tutti prigionieri, ma alcuni si trovano in celle con finestre, altri senza. Due bambini parlano tra loro: - Io per Natale mi faccio regalare un trenino elettrico e tu??? - Io una scatola di Tampax - E che e??? - Non lo so, ma so che si puo giocare a tennis, saltare, nuotare, sciare e tantissime altre cose.

5 NUOVO ABITARE 5 RADIO SOCCORSO Il radio soccorso Livorno 84 è presente a Livorno da 16 anni e si occupa di volontariato, di protezione civile, comunicazioni radio in emergenza e più in generale servizi logistici. Da un paio di anni ha avviato un gruppo cinofilo di cani per ricerca persone disperse. Il 2 e 3 dicembre, in occasione della manifestazione Magenta in strada, tre cani, con i loro conduttori, hanno dato dimostrazione delle loro capacità; mascotte della manifestazione il cuccioline Camillo che ha da poco iniziato l addestramento. Dopo i cani da ricerca, si sono esibiti i cani antidroga della guardia di Finanza di Livorno. Queste dimostrazioni hanno lo scopo di incoraggiare i proprietari di cuccioli idonei a dedicare il proprio tempo libero e la loro passione cinofila al soccorso dei dispersi in caso di calamità o incidenti. Oltre alle dimostrazioni i conduttori e gli addestratori dell associazione hanno dedicato le due giornate a tutti i proprietari di cani, soprattutto di cuccioli, spiegando le prime lezioni di educazione da impartire agli amici a quattro zampe. Non è difficile, come si pensa, insegnare ai cuccioli a sporcare solo in posti prestabiliti, a non abbaiare con troppa insistenza, ad obbedire al richiamo, a non tirare. Ed un cane educato è sicuramente più felice; più felice è il suo padrone, i condomini, gli abitanti del quartiere. Naturalmente bisogna partire dal presupposto che il proprietario del cane sia una persona educata; ma questo è un altro discorso...

6 6 NUOVO ABITARE L ANGOLO DEI POETI ANNIENTAMENTO AMOROSO AMORE: DIRTI COSI E GIA MOLTO. MA PERCHE TI VUOI ANNIENTARE CON I FUMI DELL ALCOOL? QUEL NETTARE TANTO BUONO SI CHE TI MANDA IN ESTASI SOLO PER POCO PERO ; PER POI FARTI SENTIRE COME UN NAUFRAGO ALLA DERIVA. AMORE MIO PERCHE TI FAI DEL MALE TANTO A TE TANTO A ME CHE TI SONO DI RIFLESSO. SALVIAMOCI INSIEME DA QUESTA BORGIA INFERNALE CHE PURTROPPO CI RECA DISTRUZIONE, LACRIME E SCONFORTO IO TI AMO FACCIAMOLO PER NOI SCRIVENDOTI QUESTA POESIA E COME SE TI DESSI UN PUGNO PERO E UN PUGNO CHE FA RIFLETTERE. PERCHE IL RESTO SONO TANTE TANTE CAREZZE. INTERROGANDO CON GLI OCCHI INNOCENTI DEI BAMBINI BRAMOSI DI SOGNI, SPERANZE SOTTO QUESTO CIELO TRAPUNTO DA STELLE SENZA LUCE: LE BOMBE IN PRATI DI FIORI SENZA PROFUMO, OMICIDA: LE MINE POTENTE (NEL SUO SIGNIFICATO PIÙ GENERALE), COSA OFFRI, MAGARI AI TUOI BAMBINI, AI TUOI FIGLI?!? RISVEGLIO SONIA UN GIORNO MI RISVEGLIAI COME ADESSO! RISVEGLIO DA ANNI DI LETARGO CHE MI HANNO RITEMPRATO FORSE UN PO TROPPO MA NO! SOLO IRREGOLARMENTE. PENSIERI UN PASSEROTTO VEDO DAVANTI ALLA MIA FINESTRA MI GUARDA MI CHIEDE DUE BRICIOLE DI PANE LO GUARDO E LUI GUARDA ME PRENDO QUALCHE BRICIOLA DI PANE MI SI POSA SULLA MANO E DELICATAMENTE MANGIA E MI GUARDA COME SE MI DICESSE GRAZIE QUESTO È AMORE COME IO HO FAME D AMORE MA AMORE SINCERO COME IL SOLE CHE TI SCALDA IL CUORE PERCHÉ LA VITA SENZA AMORE È COME UNA PIAN- TA MORTA DI SETE. FLORIA PER TE PER LA PRIMA VOLTA DA CHE TI CONOSCO MI SONO SENTITA BENE IN TUA COMPAGNIA, SCOPRENDO CHE ANCHE UN UOMO ARROSSISCE PER UNA DONNA IN APPARENZA DECISA E SOLO UN PENSIERO E CIÒ CHE VOGLIO DIRE E CONSIGLIARE ANCHE AGLI ALTRI È CHE È BELLO SENTIRSI A NOSTRO AGIO SAPENDOCI DOMINARE ACCETTANDO LE REGOLE DEL GIOCO ED ANCHE GIOCARE CON LE PAROLE MA NON SI DEVE SCHERZARE CON L AMORE E IL SENTIMENTO. SONIA BIANCAMARIA SONIA

7 NUOVO ABITARE CON LE MANI NEL VERDE 7 INTERVISTA AL RESPONSABILE DEL VERDE URBANO N.A.:- Quali sono gli spazi verdi del Comune di Livorno? PILLONI:- Quali sono in che senso, cosa curiamo noi nel comune di Livorno? N.A.:- Si PILLONI:- Tutti i parchi pubblici chiusi ed aperti, poi abbiamo qualche altra area. Ma diciamo che diamo consulenze per l impianti sportivi a chi cura la gestione diretta. Noi si può dare una consulenza per il tipo di sementi. N.A.:- Ah, per il manto erboso? PILLONI:- Si più che altro per lo stadio di cui abbiamo curato noi il rifacimento del prato e c è rimasto un po come eredità. E poi ci sono tutte le alberature che ci sono qui a Livorno. Io parlo del verde pubblico fruibile a tutti, perché quello scolastico o di alcuni impianti sportivi ecc., anche se fanno parte di zone comunali, non fanno parte del verde pubblico, ed è considerato verde privato e viene gestito dagli uffici interessati, quindi la gestione se la fa da sè ed il patrimonio se lo fa da sè N.A.:- E le circoscrizioni? PILLONI:- Le circoscrizioni di solito ci mettono a disposizione dei soldi. Vi interessa sapere qualche dato di misura del verde che abbiamo come superficie complessiva? N.A.:- Certo. PILLONI:- Dunque sono circa 170 ettari divisi in 176 aree, e si parla di verde pubblico attrezzato; la manutenzione viene svolta in parte in appalto e in parte in economia diretta con pochi giardinieri, per la cui la tendenza è andare sempre di più in appalto e sempre meno in economia diretta. Praticamente i 170 ettari sono in appalto annuo e circa 81 si fanno sempre in economia diretta. Ci sono circa alberi ad alto fusto e 44 km di siepi. N.A.:- Questo tutto in città? Sul comune? PILLONI:- Sì, poi ci sono anche altri dati ma sono meno importanti. N.A.:- La seconda domanda riguarda appunto come viene gestita la manutenzione e la pulizia. PILLONI:- Per quanto concerne i parchi chiusi, c è una squadra apposita anche per l apertura e la chiusura; in più abbiamo una squadra per la pulizia delle cartacce, lo svuotamento dei cestini ecc. I parchi aperti vengono gestiti direttamente dall agenzia municipale, come le strade. N.A.:- E per la manutenzione? PILLONI:- Diciamo che la città è stata divisa in 3 zone: ogni zona fa riferimento a un caposquadra che ha la sua squadretta di giardinieri e loro le curano. Per quanto riguarda la parte di economia diretta la facciamo noi la parte delle potature, altrimenti facciamo appositi progetti e facciamo le potature a ampio respiro diciamo, un viale; attualmente c è un appalto vecchio in corso, devono essere fatte alcune strade. N.A.:- Le aree verdi fuori città, come il Romito, le colline, sono di vostra competenza? PILLONI:- Le colline livornesi sì. La parte demaniale è proprietà della regione. N.A.:- E vengono gestite dal Comune? PILLONI:- Si. N.A.:- E che tipo di manutenzione fate? PILLONI:- Finalizzata alla prevenzione di incendi boschivi, quindi le pulizie del sottobosco e la manutenzione delle cesse verdi. Le cesse verdi sono praticamente fasce diradate lungo le strade principali dove in teoria il fuoco dovrebbe rallentare quando arriva lì, per permettere di intervenire in via terra. Non si fanno più le cesse, tipo quelle che fa l ENEL per metterci i pali, noi si chiamano ruspale, che lasciavano praticamente la terra nuda, non lo facciamo più per motivi idroegiologici ed estetici insomma. E poi hanno dimostrato che non erano troppo efficaci. Praticamente la parte finalizzata all antincendio viene praticata solo per la stagione invernale, mentre d estate si fa un servizio di pattugliamento ed eventuali estinzioni dell incendio che ci sono. Noi facciamo anche quello. N.A.:- Per quanto riguarda l accoglienza del pubblico? PILLONI:- Ma, dovrebbe divenire parco provinciale, è stato gabellato per cui diciamo che questa parte verrà sfruttata dalla Provincia e potenziata dalla Provincia. N.A.:- E così anche il Romito, vero? PILLONI:- Il Romito non lo curo io. Il Romito penso che sia di competenza dell ANAS, presumo io. N.A.:- Anche gli accessi al mare? PILLONI:- No gli accesssi al mare, noi arriviamo fino a Chioma perché poi diventa comune di Rosignano; credo abbia fatto qualcosa il Comune comunque però se ne occupano altri uffici. A volte è stato fatto qualcosa dall ex ufficio strade e penso si sia occupato di qualcosa anche la tutela ambientale, sempre del Comune. N.A.:- Possono esserci opportunità per un inserimento lavorativo? Per un impresa sociale? PILLONI:- Ma, penso nell ambito degli appalti, che vengono svolti nell ambito delle ditte specializzate nel settore. Ci sono cooperative che in caso di grossi appalti fanno anche delle assunzioni, però che saranno temporanee. Come Comune no. N.A.:- Quali sono appunto le competenze professionali per poter accedere a questi spazi lavorativi? PILLONI:- Ma io credo che uno sia al quanto più o meno esperto nel giardinaggio; curare una pianta sapere come si pota, saper riconoscere la specie, io credo che sia il minimo e poi un po di esperienza chiaramente si vuole. Ci sono cooperative che fanno dei corsi apposta corsi di formazione come il Carro. N.A.:- Si lo conosco. E sempre nell ambito del verde, altre attività tipo appunto legate al turismo, alla pulizia oppure inserimenti dal punto di vista sanitario? PILLONI:- Ogni tanto facciamo degli incarichi, sempre in appalto a ditte specializzate che fanno questo tipo di accertamenti. N.A.:- Però prima viene individuato il lavoro da fare e poi viene appaltato? PILLONI:- Sì, noi abbiamo un perito agrario in ufficio che è abbastanza ferrato in materia per cui diciamo una buona parte del lavoro la possiamo fare anche noi. E chiaro che poi le indagini più approfondite bisogna chiamare qualcuno che abbia più esperienza e strumenti adatti; comunque in linea generale siamo abbastanza autonomi. N.A.:- Noi abbiamo finito. Noi la ringraziamo per la cortese collaborazione e speriamo di fare un buon articolo per la nostra rivista Nuovo Abitare.

8 8 NUOVO ABITARE GLOBALIZZAZIONE E DIRITTO DI CITTADINANZA E assolutamente innegabile che il processo di globalizzazione dell economia sta provocando enormi problemi tra cui una redistribuzione troppo favorevole ai profitti ai redditi elevati, uno smantellamento delle regole quadro del mercato (sul lavoro, l ambiente, la concorrenza, la corruzione..), una contrazione significativa delle risorse destinate alla protezione sociale e alla tutela dell ambiente a vantaggio di quelle investite nella frenata corsa alla competizione (- Italia capace di futuropag. 20). Oggi è il mercato e la finanza a governare l economia, organismi e strutture internazionali quali il WTO (WORD TRADE ORGANIZATION) ma anche la banca mondiale e il fondo monetario internazionale hanno uno strapotere e in ossequio al principio del libero mercato e della libera circolazione dei capitali erodono il potere degli stati nazionali anche superando e non tenendo conto delle leggi dei singoli stati. I 2/3 dell umanità è fuori da ogni tipo di mercato, queste sono considerate persone in esubero. Si parla tanto di diritto alla cittadinanza sociale in ambito cittadino, nazionale ed anche europeo (l Italia fa parte UE). Si sente però parlare di cittadinanza mondiale? Poco, anzi pochissimo. In questo ultimo periodo, in occasione del Giubileo del 2000, si è cercato di fare qualcosa per l eliminazione del debito estero dei paesi poveri. Qualcosa si muove, ma molto lentamente ed in misura ridotta e non adeguata tenendo conto delle necessità di questi paesi. L economia e il mer- cato incidono pesantemente, perché il continuo aumento dei nostri consumi del mondo occidentale (1 mondo) influiscono sui diritti bisogni degli altri. L economia odierna continua a basarsi esclusivamente sul continuo sviluppo (aumento del PIL) e poiché le risorse della Terra, come si sa sono limitate bisognerebbe ripensare a queste leggi economiche ritenute perfette. Secondo studi e ricerche recenti ci vorrebbero 5 terre per poter portare tutti gli attuali abitanti del nostro mondo ai consumi dei paesi ricchi; quindi il limitarci, noi paesi occidentali, favorirebbe lo sviluppo del cosiddetto terzo/ quarto mondo. Interessante in questa prospettiva è la lettura del libro di recente pubblicazione (citato dalla mia frase iniziale) dal titolo Italia capace di futuro a cura di G. Bologna del W.W.F. Italia edizione EMI. Come si può dedurre il nostro diritto di cittadinanza è strettamente legato al diritto di cittadinanza di tutti gli esseri umani. I nostri diritti quindi, vanno modulati su quelli delle persone che hanno anche meno di noi ( come dicevo sopra il 2/3 dell umanità). In questa prospettiva l Organizzazione delle Nazioni Unite deve subito porsi il problema dell estensione del diritto ai servizi primari indirizzati alla fasce deboli della popolazione mondiale (infanzia, gestazione, scolarizzazione, malattia, calamità, vecchiaia, esposizione ad eventi bellici) così come avviene nei paesi industrializzati, dove il minimo vitale è assicurato all intera popolazione. LA VITA IL GRANDE DONO CHE CI È CONCESSO È INVECCHIARE E QUELLO DI NON PERDERE GLI ANNI VISSUTI NEI NOSTRI CUORI. SE VOGLIAMO CHE UN MESSAGGIO D AMORE SIA UDITO SPETTA A NOI LANCIARLO SE VOGLIAMO CHE UNA LAMPADA CONTINUI AD ARDERE SPETTA A NOI ALIMENTARLA. I MIRACOLI SONO LA GIOIA DI UN ISTANTE EVOCARE È IMPOSSIBILE MA SI PRODUCONO DA SOLI SPESSO NEI MOMENTI PIÙ IMPENSABILI E ACCADONO A CHI MENO SE LI ASPETTA. SE POSSO IMPEDIRE CHE UN CUORE SI SPEZZI IO NON AVRÒ VISSUTO INVANO. SE POSSO ALLEVIARE LA SOFFERENZA DI UNA VITA A PLACARE UN DOLORE AIUTARE UN PETTIROSSO TRAMORTITO E RITROVARE IL SUO NIDO IO NON AVRÒ VISSUTO INVANO. UNA VITA SENZA AMORE È COME UN GIARDINO SENZA SOLE CON FIORI APPASSITI. NELLA VITA ESISTE SOLO UNA FELICITÀ AMARE ED A ESSERE AMATI, NOI SIAMO NATI PER AMARE. RICORDA CHE SE DENTRO DI TE C È AMORE C È VITA. FLORIA

9 NUOVO ABITARE 9 OPPORTUNITA DI LAVORARE ALL APERTO. UN INCONTRO IMPORTANTE Come sapete noi siamo una cooperativa sociale di inserimento al lavoro, in base alla legge legislativa dirigente, che non so se lo sapete le cooperative di tipo sociale sono distinte in tipo A: assistenza alle persone e di tipo B: inserimento lavorativo alle persone. Noi siamo di tipo B, cioè prima erano accorpate e per un certo periodo la cooperativa si è occupata anche del centro di via S. Gaetano per l assistenza alla persona. Poi quando per legge si è dovuto scegliere tra A o B, noi avevamo già dei ragazzi inseriti qui nell attività lavorativa per cui siamo diventati cooperativa di tipo B. E nata nel 1982 come cooperativa di inserimento lavoro da un gruppo di soci, ovviamente famiglie che avevano figli con disagi, disabili che hanno acquistato un terreno ad Acciaiolo, Fauglia in provincia di Pisa. Un terreno su cui poter far lavorare i ragazzi, sono più di 5 ettari, è anche abbastanza grandino, vi fu costruita col tempo, prima un casa per il soggiorno diurno dei ragazzi che vi lavorano e quindi è nata soprattutto con quell ottica lì, poi facevamo anche altri tipi di servizio come appunto quello di via S. Gaetano per l assistenza alla persona e poi aveva una convenzione con il centro ASPUT sempre a Fauglia in cui lavorano dei nostri dip e n d e n t i. Con gli anni poi si è sviluppato anche un tomaificio, semilavorati per scarpe, in rimessa completa; sono tutte attività che consentivano l inserimento dei ragazzi, ma da un punto di vista economico era tutta una rimessa. Quello che consentiva alla cooperativa di sopravvivere erano alcune convenzioni con l USL che per ogni ragazzo inserito c era una somma che veniva erogata alla cooperativa e soprattutto questo centro qui di via S. Gaetano era quello insomma che finiva con un utile. E poi c erano anche, che servivano sempre per cercar di far quadrare i bilanci, i corsi di formazione o preformazione organizzati dalla Provincia e che venivano svolti per prestare l inserimento dei ragazzi in questi ambiti lavorativi. Venute meno poi queste opportunità, questi introiti, la cooperativa ha dovuto fare poi un po delle scelte perché tutte le attività dovevano essere economicamente sopportabili per cui è stata molto ridotta l attività agricola, perché un buco enorme pensate che solo il trasporto, andare e tornare a Livorno, perché chiaramente tutti i ragazzi erano di qui e con un furgoncino si prendeva la mattina e si andava laggiù il viaggio era di tre quarti d ora per cui andare e tornare ci voleva un ora e mezzo; costi improduttivi. Per cui ecco che il ramo è stato estremamente ridotto facendo delle agricolture estensive per cui frutteti, girasole ad esempio, mentre per l appalti su Livorno l abbiamo fatto su altri servizi per esempio facciamo il lavaggio delle auto per conto dell ASAL. Diciamo che l ASAL ci ha dato una grossa mano in questi senso grazie appunto a conoscenze, ora facciamo un servizio di facchinaggio, quest estate facciamo il taglio dell erba e poi di la, perché gli offici operativi sono qui presso di me, facciamo anche il servizio di istituzione ambientale per cui facciamo le fotocopie insomma. Poi abbiamo sviluppato in questo periodo anche un settore forestale, dove hanno lavorato, ora questo periodo è fermo per questioni contingenti, anche i nostri ragazzi, praticamente si fa il taglio del legname, il disbosco e la vendita all ingrosso, anche al dettaglio, insomma stiamo cercando di potenziare questa cosa perché per alcuni dei nostri giovani è un settore dove possono star bene. Questo è un po il riassunto della nostra attività. N.A.:- Voi siete allora una cooperativa sociale e non agricola; se non ricordo male? COSTANZO:- Sì noi siamo una cooperativa sociale. N.A.:- E composta da persone con handicap e senza handicap, è così? E quella li? COSTANZO:- Si certo, certo. N.A.:- E quella che conoscevo? COSTANZO:- Come cooperativa sociale di tipo B noi siamo obbligati al trenta per cento di dipendenti non normodotati. N.A:- E sono soci? COSTANZO:- Si! E sono soci. N.A.:- Allora io ho avuto contati con lei quando stavo meglio. N.A.:- Ci sono persone che hanno un inserimento socio terapeutico? Tipo borsa lavoro? COSTANZO:- Al momento no; in passato ce ne abbiamo avuti diversi. N.A.:- Quindi vanno tutti sui costi, sono tutte persone da voi stipendiate? COSTANZO:- Sì. N.A. Quale è il suo lavoro in cooperativa? COSTANZO:- Sono agronomo anch io e chiaramente per deformazione professionale mi piacerebbe potenziare il settore verde. E più complicato di quanto si pensi. Ad esempio alcuni anni addietro siamo diventati proprietari di una serra ad Acciaiolo. Era necessaria una cura quotidiana: doveva essere continuamente aperta o chiusa a seconda delle condizioni meteo. Un po per la lontananza da Livorno, un po per la debolezza delle forze in campo la serra fu chiusa. E rimasto un progetto sulla carta che prima o poi vorremmo far decollare abbinandolo all attività forestale. L attività della serra, infatti, va benissimo per alcuni dei nostri soci dipendenti. Oltretutto se viene organizzata la vendita al dettaglio ci sarebbe un margine di guadagno discreto. Attivare un sistema di vendita permetterebbe di incrementare i guadagni anche del settore della legna a taglio. La legna che ora viene venduta a pezzi grossi potrebbe essere spezzetata e venduta con un margine di guadagno maggiore. N.A.:- Ma c è un posto di lavoro anche se uno è invalido? COSTANZO:- Dipende dal tipo d invalidità? Alcuni possono dedicarsi all orto, altri alla vendita al dettaglio altri ancora al taglio e allo spezzettamento della legna da ardere. N.A.:- Questi lavori potrebbero avere un effettivo spazio di mercato oppure bisognerebbe sempre fare affidamento su finaziamenti pubblici. COSTANZO:- Io ritengo di si. La legna costa dalle alle lire al quintale, quindi ci potrebbe essere questo bel margine di guadagno. Poi innescando anche un servizio di consegna a domicilio si potrebbe guadagnare ancora di più. N.A.:- Non è pericoloso il taglio della legna? COSTANZO:- Il taglio della legna verrebbe fatto solo dalle persone specializzate N.A.:- Ho capito, un normodotato. Invece le persone con handicap o disagio come possono fare? COSTANZO:- Dipende dal tipo di handicap: ognuno deve fare il lavoro che può fare e che maggiormente lo gratifica. N.A.:- Gli alberi che

10 10 NUOVO ABITARE tagliate, quando fate la legna, poi li ripiantate? COSTANZO:- No, questi sono alberi che vanno diradati. Si chiama taglio a ceduo ed è una forma di taglio che si fa periodicamente nei boschi italiani ogni anni per cui la ceppaia, che resta dopo il taglio rigenera dei ributti che nel giro di anni raggiungono la dimensione per esser nuovamente tagliate. Il lavoro di ceduazione non necessita di ripiantare nuovi alberi. N.A.:- Allora voi generalmente fate sempre tagli a è difficile poi tirare avanti con i soldi vinti con l appalto. In passato si pensava a un discorso di pulizie rivolto alle caserme. N.A.:- E andata male? N.A.:- Secondo lei quale è il campo in cui conviene più specializzarsi. COSTANZO:- Anche la cura del verde urbano (pubblico e privato). Proprio stamani mi ha telefonato il capitano della caserma Vannucci che hanno il problema delle processionarie. E quindi c è un esigenza anche di qualità di lavoro. ceduo? COSTANZO:- Si. N.A.:- E siete autorizzati, avete un contratto? COSTANZO:- Diciamo che noi abbiamo soprattutto un autorizzazione della forestale e noi lavoriamo in boschi che non sono nostri ma di aziende che ci vendono delle piante in piedi, quindi noi con un contratto tagliamo queste piante e ricaviamo la legna. N.A.:- Le istituzioni aiutano la cooperativa? COSTANZO:- Il Comune fa appalti ma spesso le varie cooperative entrano in una competizione al ribasso ed N.A.: Da dove provengono le persone che lavorano in cooperativa? COSTANZO:- Quelli che gravitano ora sono stati proposti dalle famiglie che sono socie, oppure derivano dall ANFAS. Comunque siamo in contatto con le strutture sociali del Comune e se ci sono necessità a cui possiamo assolvere come inserimento lo facciamo. Abbiamo avuto fino a poco tempo fa dei ragazzi inseriti, ma poi le famiglie li hanno tolti. N.A.:- Bene noi la ringraziamo.

11 NUOVO ABITARE 11 CLAUDIO LOLLI Tra i cantautori storici italiani è uno dei più validi e coerenti, ma anche uno dei più misconosciuti. Ma il recente album, Dalla parte del torto, ha avuto finalmente una promozione vera e i risultati stanno arrivando. di Enrico Deregibus Un album nel 97 (Intermittenze del cuore), uno nel 98 (Viaggio in Italia) e un altro da poco pubblicato (Dalla parte del torto), che sta ottenendo riscontri notevoli anche sul piano delle vendite. E poi una densissima attività dal vivo in tutta la penisola, che si intensifica sempre di più e che probabilmente sarà documentata in un prossimo album dal vivo. Claudio Lolli, da poco oltre i 50 anni, è in gran forma, con una scrittura sempre più affinata e incisiva. L abbiamo incontrato per p a r l a r n e. c è ironia, c è rabbia, c è tenerezza, c è analisi. Come vive questa situazione? Adesso si. Io credo che le modalità di comunicazione, i filtri che esistono, siano molto potenti. Io sono stato per anni il cantante che istigava i giovani al suicidio, ero il cantante triste. Questo era semplicemente un comunicato dell ufficio stampa della EMI, la mia vecchia casa discografica. Poi sono diventato il cantante dell ultrasinistra, dell autonomia, del 77, l iperpolitico. E poi qualcos altro ancora. Nessuna di queste immagini è vera, ognuna coglie solo un piccolo aspetto di una produzione che credo sia più complessa. Io ho provato tanta volte ad uscire da questi stereotipi ma non è molto facile. Uscendo da uno si precipita in un altro. A questo punto precipitatemi dove volete, io faccio quello che mi p a r e. Come vede il suo presente a r t i s t i c o? Io lo vedo molto bene, nel senso che mi sono fatto un idea della mia carriera artisticomusicale come minoritaria. Suono in posti piccoli per relativamente poca gente, un po per necessità e un po per scelta, dal momento che suonare per tutti oggi in Italia significa subire delle costrizioni che io non sono disposto a subire e neanche sono capace di subire. Ho fatto due dischi negli ultimi tre anni, faccio una quarantina di concerti all anno. Io non mi sento l obbligo di essere il cantante per tutti e lo dico veramente senza snobismo. Però vedo che c è gente che mi ascolta, che mi viene a sentire, che mi chiama. Esisto come produttore di musica, di parole, di senso. Va bene così. Molti la identificano, per i suoi testi, con un immagine di tristezza, che in realtà la rappresenta solo in parte, perché in quello che scrive Oggi cantare di politica pare davvero difficilissimo. Come si trova oggi uno che vuol parlare di certi temi in una c a n z o n e? Oggi c è ancora di più da dire, proprio perché nessuno se ne occupa, nessuno dice. Secondo me però bisogna distinguere. Da un lato l intenzione è sempre quella, di una produzione di musica e di senso che sia, se non immediatamente politica, sempre comunque critica, qualcosa che aiuti a costruire un punto di vista antagonista o perlomeno diverso. Non ottimista, non buonista, non rassegnato, non assecondante. Dall altro lato c è una questione forse di stile, di maturazione personale o anche d invecchiamento, se si vuole. Per cui si utilizzano altre strade, sentendo altri stimoli, altre atmosfere e situazioni. Ad esempio in un recente album c è una canzone che si chiama L amore ai tempi del fascismo che forse è molto più politica di Agosto o di Ho visto anche degli zingari felici, meno immediatamente, ma più profondamente politica. Ci sono poi anche alcune storie d amore complicate e trasgressive che forse sono più critiche nei confronti del modus vivendi della borghesia italiana di oggi. La sua produzione, attuale e degli ultimi venti anni, è probabilmente superiore dal punto di vista tecnico-formale, ma anche contenutistico, a quella degli anni Settanta. Io sono d accordo. I dischi che la gente conosce di più sono quelli fino al 76, fino a Ho visto anche degli zingari felici, che era comunque già un disco abbastanza maturo. I tre prima avevano molte ingenuità, c era qualche episodio molto felice di scrittura, non certo di arrangiamento o di esecuzione, e molti altri episodi faticosi dal punto di vista della esposizione, della narrazione. Però per una strana congiunzione astrale quello è rimasto il periodo con l immagine dominante. Non ho finito lì, anzi ho scritto delle cose migliori. Il problema è che se pochi le conoscono è difficile dimostrare o proporre il fatto che siano m i g l i o r i.

12 12 NUOVO ABITARE STRAMBATA PER L ASSOCIAZIONE MEDITERRANEO Da quest anno la Polisportiva Mediterraneo ha rieletto il consiglio direttivo e modificato lo statuto trasformando la polisportiva in Associazione Mediterraneo. L associazione (nata in partenza dal Servizio di Psichiatria) adesso si occupa oltre che di sport anche di comunicazione sociale e cultura. Il gruppo sta infatti collaborando con la Circoscrizione 5 per le feste di quartiere (Ridisegnamo la Rotonda, Festa di Natale, Carnevale), il 6 gennaio 2001 ha inoltre organizzato con il contributo della Circ. 5 la Festa La Befana Vien dal Mare. Un altro impegno è la distribuzione della rivista Nuovo Abitare, strumento di conoscenza delle risorse formali ed informali della comunità livornese e di informazione su temi riguardanti l abitare la città e su temi inerenti la salute mentale. Per quanto rigurda la sezione sportiva sono stati organizzati incontri di funky, yoga, il corso di vela invernale ed un corso di equitazione. Cogliamo l occasione per ringraziare il Circolo Arci di Salviano che ci ospita nei suoi locali da circa un anno, la Lega Navale che ci offre la sua sede per il corso di vela ed il sign. Giuliano Calzecchi della Società di Equitazione Livornese che è stato molto disponibile a collaborare con l Associazione. Vogliamo infine ringraziare Max Greggio che ha fatto i disegni per il nuovo depliant della Associazione. Prossimo appuntamento per i cittadini interessati è l incontro sul tema Primo soccorso in mare che si terrà il 6 aprile alle ore 21 presso la sede della Fenacom in corso M a z z i n i. Terrà l incontro il dottor Francesco Genovesi, responsabile del 118 dell ASL n 6 L i. L ultimo progetto in cantiere è il restauro della barca Alba che un amico ci ha offerto in comodato per far si che diventi la barca della Associazione, a questo fine è stata organizzata una lotteria con in premio una crociera di 4 giorni per 4 persone all Isola d Elba nel mese di Agosto su un cabinato di 8 metri. Per informazioni e contatti telefonare a Paolo Pini 0339/ Tutte le persone interessate alla nostre attività sono invitate a partecipare alle riunioni che si tengono tutti i venerdì dalle 19 alle 20 presso il circolo Arci Norfini di via di Salviano. A presto

13 NUOVO ABITARE 13 INTERVISTA ALL ASSESSORE FRANCHINI QUATTRO CHIACCHERE IN PROVINCIA FRANCHINI:- Voi chi siete? N.A.:- Noi siamo dell Associazione Mediterraneo e questo è il nostro pieghevole in cui si spiega chi siamo e le nostre attività, tra cui la più importante è la vela e questo è l ultimo numero della nostra rivista Nuovo Abitare dei centri diurni di igiene mentale: io sono il presidente dell associazione, Franca Izzo, e questo è il nostro socio agronomo Federico Beoni. FRANCHINI:- Bene. N.A.:- L Associazione, anche se nata all interno del CSM,offre l opportunità di diventare soci a tutti i cittadini. All interno di questa Associazione stiamo provando a organizzarci per trovare degli sbocchi di lavoro, così stiamo incominciando un po a tastare il terreno sempre per fare una ricerca per vedere quali possono essere le possibilità di lavoro nell ambiente. Anche perché ci stiamo avvicinando ad una cooperativa che si chiama COSIL che già lavora nell agricoltura. Le vorremmo rivolgere alcune domande che abbiamo stilato durante una riunione Quali sono le competenze del suo assessorato sull agricoltura e le foreste? FRANCHINI:- Io mi occupo di sviluppo rurale che è un concetto nuovo per chi già affronta i problemi dell agricoltura in rapporto con il paesaggio, la cultura e le tradizioni, le condizioni socio-economiche del territorio. Poi mi occupo di difesa del suolo e di bonifica, e mi occupo di caccia e di pesca. Queste sono le mie competenze nell ambito dell amministrazione Provinciale che il Presidente mi ha delegato. N.A.:- Vi sono spazi lavorativi nell area verde per chi come noi soffre di disturbi psichici? FRANCHINI:- Ma, io credo che il lavoro nell ambiente della campagna, la cura di un certo tipo di paesaggio possa offrire spazio per tutte le categorie, quindi anche a soggetti che hanno determinate problematiche. E poi a vivere in un ambiente sano, a contatto con la natura, secondo un concetto che non è più uno slogan, ma è suffragato da elementi tecnici per perseguire uno sviluppo sostenibile credo che sia un vantaggio per tutti dove la vita dovrebbe migliorare per il bene di tutti. N.A.:- Quali sono i requisiti formativi per questo lavoro e poter lavorare in questo settore? FRANCHINI:- Ma non ci sono requisiti, o meglio, si deve avere una preparazione ovviamente specifica nel campo agricolo, quindi conseguire delle specializzazioni nelle molteplicità che il mondo agricolo, o meglio il mondo rurale offre, dall agriturismo al lavoro nei campi, alle cantine e nella stessa ristorazione. Le opzioni di lavoro possono essere tante e c è spazio per tutti i soggetti. Fra l altro la Provincia di Livorno nell ambito della Regione Toscana è quella che ha avuto nel settore agricolo l incremento del settore maggiore, riguardo agli occupati, perché c è un risveglio di questo tipo di attività su tutta la Provincia ed è un attività che non offre solo degli sbocchi economici, ma può contribuire a preservare il paesaggio, a conservare un ambiente naturale, a mantenere delle tradizioni, a risvegliare un mondo culturale che rischiava di andare perduto e poi tutto nell insieme offrire una nuova offerta turistica, appunto nell agriturismo e anche nel turismo puro che può beneficiare di un paesaggio ricostruito con la possibilità di offrire soprattutto la possibilità di avere prodotti genuini dal punto di vista alimentare che è un tema di grande attualità visto i tempi che corriamo. N.A.:- Volevo fare una domanda io. Noi come ASL abbiamo le attività di Blu Cammello che comprende anche il giardinaggio, queste persone potrebbero essere all altezza eventualmente di lavorare al fianco di persone normodotate? FRANCHINI:- Sì con un adeguata formazione professionale sulla quale siamo spendendo anche delle risorse credo che attraverso a partecipazioni di bandi che la Provincia fa, perché no. Ci può essere sicuramente uno sbocco di lavoro. N.A.:- Per proseguire questa ricerca quali strade si può percorrere, sempre a livello di conoscenza? FRANCHINI:- Intanto seguire attraverso le vostre organizzazioni un po quale è il mercato del lavoro, poi attraverso le stesse associazioni partecipare ai bandi, corsi professionali che la Provincia sta facendo, seguire le decadenze che hanno questi bandi poi di volta in volta specializzarsi nelle singole attività. Generalmente queste preparazioni professionali offrono anche degli sbocchi lavorativi. Oppure possono essere fatti corsi specifici sempre a richiesta delle associazioni che voi pensate offrano sbocchi solo per voi occupazionali. N.A.:- Una curiosità, noi ab-

14 14 NUOVO ABITARE biamo pubblicato anche un allegato di questo Nuovo Abitare dove sono state pubblicate la varie associative di tutta la Toscana. Leggendolo ho visto che molte già lavorano in piccoli settori di agricoltura. Un ultima curiosità se il lavoro socialmente utile potrebbe rappresentare un valore aggiunto a queste produzioni? FRANCHINI:- Credo di sì, credo che i lavoro socialmente utile possa rappresentare un valore aggiunto a tutte le attività compresa quella agricola. Si tratta di vedere come inserire questi lavoratori nel mondo della produzione e dei servizi del settore dell agricoltura, e questo lo possiamo fare appunto attraverso una specializzazione mirata, questo penso sia possibile. Io penso a questo mondo non come un mondo separato ma come un mondo che può trovare degli spazi occupazionali nuovi, utili non solo socialmente ma nel senso più complessivo. Secondo me il lavoro di queste persone non è solo l assistenza sociale, ma anche recuperare nel mondo della produzione della società civile una parte di individui che possano essere socialmente utili e non soltanto assistenza anche perché molti non possono reggere le 8 ore di lavoro, devono farne 4 anche per esigenze di terapia e sentendosi dire prendi un sussidio oppure hai un lavoro è più incoraggiante, gratificante. Io comunque vi suggerirei, oltre la registrazione anche sul tema più specifico del lavoro e dell inserimento e della formazione professionale direi di fare un intervista magari anche con l assessore professionale al lavoro che si chiama Paolo Nanni; è una persona molta attenta a questi problemi. Io occupo di un settore specifico, lui ha un prospetto più ampio del mondo del lavoro anche per questo tipo di attività. N.A.:- La ringraziamo, anche perché lei è la prima persona a cui ci siamo rivolti. Anche perché per ora si pensava solo al settore agricolo ambientale. FRANCHINI:- Sì perché questo modo di fare giornalismo di Nuovo Abitare coinvolge pienamente secondo me la cura di un paesaggio rurale, un ambiente diverso, di una vita qualificamene più elevata e senza ritmi stressanti che danno poi la possibilità d inserimento che esiste sì, la competizione ma a ritmi accettabili e non esasperanti, dove tutti i componenti di una società possono concorrere a vivere meglio in un ambiente sano. Anche le stesse tecniche di costruzione di un nuovo abitare possono concorrere a della osservazioni più attente, ad una società che va evolvendosi e dove c è il bisogno che si passi da uno slogan dello sviluppo sostenibile a una pratica completa più sostenibile, cioè che si consumino risorse non superiori a quelle che la natura, l ambiente del territorio possono offrirci, perché come ha gia scritto qualcuno:- Noi non è che questo territorio lo abbiamo ricevuto in eredità dai nostri padri, ma l abbiamo preso in prestito dai nostri figli quindi dobbiamo lasciar loro la possibilità di vivere, di operare e non dissipare tutta come sembra possa avvenire nel mondo cosiddetto industrializzato ed emancipato che però rischia di uccidersi con le proprie mani, se non sta attento a consumare meno risorse di quelle che il territorio ci può dare: acqua, aria, vegetazione. N.A.:- Io le vorrei fare un altra domanda. Nel nostro gruppo di soci-utenti ne abbiamo qualcuno proprietario di piccoli apprezzamenti di terreno. Eventualmente possono agire anche da soli, con piccole iniziative personali, o è bene che si aggreghino a qualcosa di più grande? FRANCHINI:- Io credo che possano tranquillamente intraprendere delle iniziative personali, come nel campo dell agricoltura. Io peso anzi che la piccola roba sia meno soggetta a controlli. Penso che basti fare delle comunicazioni direi:- Io coltivo 1000 metri di terreno a vigna per uso familiare. Non servono particolari autorizzazioni che possono impiantare. E gia questo può essere motivo di lavoro, anzi ben venga. N.A.:- Possono essere utilizzati anche per mettere in pratica gli eventuali corsi fatti? FRANCHINI:- Io penso proprio di si. N.A.:- Io credo di non avere altro da chiedere, e tu? Bene, allora la ringraziamo e togliamo il disturbo. FRANCHINI:- Ma vi pare, sono io che ringrazio voi espero di essere stato abbastanza esauriente.

15 Uisp Comitato Regionale Emilia-Romagna Tel. ++39/051/ Fax. ++39/051/ NUOVO ABITARE Progetto Ultrà Uisp Emilia Romagna e Istoreco di Reggio Emilia organizzano, in collaborazione con CGIL di Reggio Emilia, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Reggio Emilia, Comprensorio della Valle dell Enza, Comune di Montecchio, Uisp di Reggio Emilia I Mondiali antirazzisti torneo di calcetto non competitivo di solidarietà e contro il razzismo Montecchio, Parco Enza (Ex Festa Cuore) e Centro Sportivo Comunale Venerdì 30 giugno- Sabato 1 luglio Domenica 2 luglio 2000 Il Progetto Ultrà, promosso dall UISP, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna, si propone di limitare i comportamenti intolleranti e xenofobi presenti dentro e fuori gli stadi di calcio attraverso un lavoro di carattere sociale rivolto ai tifosi e, al contempo, di difendere i valori legati alla cultura popolare del tifo. L Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea ( Istoreco ) di Reggio Emilia, affronta da trent anni la ricerca storica sul fascismo-antifascismo, sulla Seconda guerra mondiale e sulla Resistenza. Aprendosi alla storia contemporanea di tutto il 900, l Istituto si occupa ora anche di scambi internazionali giovanili e di politiche giovanili antirazziste. L iniziativa, alla sua quarta edizione, coinvolgerà per tre giorni circa settecento persone provenienti da tutto il mondo e si proporrà come esperienza concreta di lotta al razzismo, basata sul divertimento sportivo e sulla convivenza solidale. Al torneo parteciperanno più di cinquanta squadre formate da persone di paesi, culture, religioni e colori diversi. Saranno presenti squadre (maschili, femminili e miste) di: ultras italiani, tifosi europei, organizzazioni antirazziste, centri giovanili, comunità di immigrati... Più che di un appuntamento agonistico, si tratta di un occasione di socializzazione che offre ai partecipanti, oltre all opportunità di giocare insieme a pallone, anche quella di tifare e divertirsi sugli spalti, e di godere di un nutrito programma ludico e culturale (concerti musicali dal vivo, cinema, spettacoli, visite guidate e incontri-dibattito, esibizione sportiva della Dinamo Rock). Ai settecento partecipanti si dovranno poi aggiungere alcune migliaia di persone attratte dalla singolarità della manifestazione, dai concerti serali e dall esibizione della Dinamo Rock. Le squadre invitate: 1) Comunità Senegalese di Reggio Emilia, 2) Comunità Somala di Sheffield, 3) Forum degli Immigrati della Provincia di Bologna, 4) Comunità Curda di Venezia, 5) Comunità Moldava di Marghera, 6) Uniti per la pace (mista Serbi e Albanesi del Kossovo), 7) Comunità Algerina (Francia), 8) Ultras baschi 9) Tifosi dello Schalke 04, 10) Tifosi del St. Pauli di Amburgo, 11) St. Pauli femminile 12) Ultras del Bordeaux, 13) Tifosi di Innsbruck, 14) Ambientalisti di Hannover, 15) Squatter di Lipsia, 16) Squadra femminile di Bressanone, 17) Comunità Albanese di Reggio Emilia, 18) Montefiorino, 19) Rappresentativa del Museo Fossoli (Carpi), 20) Ultras Cosenza, 21) Centro giovanile di Campagnola (Mo), 22) Rappresentativa dell Istoreco, 23) Rappresentativa del Progetto Ultrà, 24) Ultras di Bologna, 25) Ultras di Ancona, 26) Ultras del Venezia-Mestre, 27) Ultras Reggiana, 28) Ultras Atalanta, 29) Mista Ultras Modena, 30) B.A.F.F (Lega dei Tifosi Attivi tedeschi) 31) Squadra mista della rete delle organizzazioni F.A.R.E. (Football Against Racism in Europe), 32) Rappresentativa Sud Americana 33) Rappresentativa Africana di Venezia, 34) Ultras Pistoiese, 35) Ultras Milan, 36) Associazione Residenti Francofoni d Africa (Modena), 37) Tifosi del Duesseldorf, 38) Comunità Cinese di Bologna, 39) Associazione Materiale resistente, 40) Radio Popolare, 41) Amministratori contro il razzismo, 42) Young Boys Zurigo, 43) Comunità Camerunense di Ferrara, 44) Polisportiva Montecchio, 45) Coordinamento Giovani Bassa Reggiana, 46) Coordinamento Giovani Ex Germania est, 47) Associazione Ya Basta!, 48) CGIL Immigrati, 49) Associazione Romana, 50) Speyer femminile, 51) Anzola giovani, 52) CRAL Regione Emilia-Romagna, 53) Fighters Juventus, 54) Museo Terezin, 55) Ultras ternana, 56) Ultras Empoli, 57) Squadra belga Programmma provvisorio Venerdì 30 giugno : arrivo e sistemazione in campeggio delle squadre 13.00: presentazione allo stadio del programma 14.00: torneo (eliminatorie: partite da 20 minuti) 19.30: cena (Ristorante Parco Enza) 22.30: The Blue Beaters (Arena) Da venerdì sono già in funzione varie iniziative collaterali: gioco a biliardino e a ping pong, proiezioni video, banchetti espositivi, visite guidate, momenti di musica itinerante con la Banda Roncati e tifo sugli spalti, torneo di braccio di ferro e tiro alla fune con la Lega Uisp Giochi Tradizionali. Sabato 1 luglio : presentazione allo stadio del programma : torneo (eliminatorie) 18.00: incontro dibattito su Calcio, tifo e razzismo. Confronto tra i vertici istituzionali e gli ultras (Arena Parco Enza) 20.00: cena (Ristorante Parco Enza) 22.30: (Arena) concerto serale con un gruppo tedesco e un gruppo inglese (ancora da definire). Durante la giornata sono in funzione varie iniziative collaterali: gioco a biliardino e a ping pong, proiezioni video, banchetti espositivi, visite guidate, momenti di musica itinerante con la Banda Roncati e tifo sugli spalti, torneo di braccio di ferro e tiro alla fune con la Lega Uisp Giochi Tradizionali. Domenica 2 luglio : torneo (eliminatorie; semifinali) 14.30: torneo (finale: per la finale partita da 30 minuti) 15.15: premiazione allo stadio : partita ad undici tra Word (Selezione del Torneo) e Dinamo Rock 18.00: Proiezione Finale Euro : cena (Ristorante Parco Enza) 22.30: (Arena) concerto Skiantos Durante la giornata sono in funzione varie iniziative collaterali: gioco a biliardino e a ping pong, proiezioni video, banchetti espositivi, momenti di musica itinerante con la Banda Roncati e tifo sugli spalti, torneo di braccio di fer- 15

16 16 NUOVO ABITARE ro e tiro alla fune con la Lega UISP Giochi Tradizionali. Ulteriori informazioni Le partite del torneo si giocheranno con i palloni equosolidali. Nel corso della manifestazione è previsto l incontro dibattito Calcio, tifo e razzismo, al quale parteciperanno i vertici istituzionali e un campione del mondo dello sport. Ogni sera concerto con uno o due gruppi musicali. Oltre ai gruppi che hanno già dato conferma (Skiantos, The Blues Beater), stiamo attendendo risposta da Attila and the Störtebecker, Toten Hosen, Chumba Wamba. Durante il giorno è previsto l impiego di un gruppo specializzato in musica itinerante (la Banda Roncati) Saranno presenti animatori sportivi della Lega Giochi Tradizionali Uisp per coordinare le Gare di braccio di ferro, di tiro alla fune e di altri giochi tradizionali Vi sarà uno spazio interno alla festa interamente dedicato agli stand. Si prevedono, oltre agli stand degli enti organizzatori, stand di: collezionisti di materiale sportivo; eventuali sponsor; etichette musicali indipendente; Bottega del Mondo; Associazioni di Cittadini Non Comunitari, etc. Durante la festa, lo stand dell UISP raccoglierà fondi per il Progetto Scuola Pakistan, per limitare lo sfruttamento del lavoro minorile (in Pakistan molti bambini sono impegnati nelle cuciture dei palloni per le multinazionali) e per garantire loro il diritto alla scuola. INDICAZIONI PER LE SQUADRE Come arrivarci? (in macchina) Autostrada A1 (Milano- Bologna) Uscita Reggio Emilia. Km 0: alla rotonda per «centro». 1 km: a sx per «Parma/ Montecchio». Sulla tangenziale in direzione «Parma». Km 4: alla rotonda per «Parma/ Montecchio». Km 5: la prima a dx (Via Nagasaki) per «Parma/Montecchio». Subito a dx (Via Hiroshima) e di nuovo a dx per «Passo del Cerreto». Si passano due semafori (diventa Via Chopin). Km 7,3: alla rotonda a dx per Montecchio (Via Gorizia). Si passa il paese di Codemondo, e sempre sulla strada principale, si arriva a Montecchio (Km 20). Si passano due semafori (direzione Parma), e dopo la piazza/ parcheggio si prende sulla dx Via G.Marconi (indicazione «Centro Sportivo»), la prima a sx Via del Cacciatore, e dopo, nella seconda a sx,in Via D.Alighieri, si trova il Centro Sportivo (Km 22). (in aereo): il più vicino è l Aeroporto di Bologna. Da qui bisogna raggiungere la stazione ferroviaria e prendere un treno per Reggio Emilia (direzione Milano). (in treno) Linea Milano- Bologna. Scendere alla Stazione di Reggio Emilia e prendere, nel piazzale di fronte alla stazione l autobus per Montecchio. Il torneo prevede 10 gironi di 6 squadre ciascuno. Si gioca in sette, senza arbitro (vi sarà solo un segnatempo che fischia le punizioni solo se necessario) e le partite durano venti minuti l una. Si comincia venerdì alle ore Si prega alle squadre di dare il prima possibile l adesione e di comunicarci giorno e ora dell arrivo e numero indicativo dei partecipanti. Le prime 48 squadre che si prenotano giocheranno nel Campo Sportivo Centrale, le altre giocheranno in un campo a circa 2 Km di distanza. Si ricorda ai partecipanti che: il soggiorno in campeggio è gratuito (chi volesse dormire in albergo, a sue spese, può chiederci una lista di quelli più convenienti); il vitto prevede colazione e cena al ristorante del campeggio, panini e bibite presso i bar del Centro sportivo (il tutto a prezzi contenuti); i concerti serali e tutte le iniziative collaterali sono gratuite; la partita di domenica tra Dinamo Rock e Selezione del Torneo prevede un minimo di biglietto d ingresso per venire incontro ai costi elevati dell iniziativa Bisogna ricordarsi di portare: tenda, sacco a pelo e materassino; scarpe da ginnastica o da calcetto per giocare (no scarpe da calcio!) muta di magliette. Appena arrivati, siete pregati di farvi vedere alla reception del Campo Sportivo per ritirare il calendario delle vostre partite e per indicarci il nome della persona referente per la squadra e il nome della persona incaricata di fare ogni tanto il segnatempo. Per contatti: Carlo - Progetto Ultrà Tel. 0039/051/ Fax 0039/051/ Cellulare 0347/ E - M a i l : Matthias o Steffen Istoreco Tel. 0039/0522/ Fax. 0039/0522/ FOGLI DI IN- FORMAZIONE XXX ANNO LA RIVISTA DEL RIN- NOVAMENTO ISTITU- ZIONALE IN SALUTE MENTALE campagna abbonamenti Carissimi amici e amiche in occasione del suo xxx anniversario, la rivista Fogli di Informazione, diretta da Paolo Tranchina e Agostino Pirella, edita dal Centro di Documentazione di Pistoia, lancia una campagna straordinaria di abbonamenti, per favorire momenti di documentazione, collegamento, verifica oltre che per psichiatri, psicologi, infermieri, ecc., anche per i nuovi soggetti della salute mentale: familiari, utenti dell autoaiuto, operatori delle cooperative del privato sociale, volontariato. I Fogli di informazione, che qualcuno ha definito l Internet degli anni 70, possono offrire un contributo importante nel

17 NUOVO ABITARE processo di valorizzazione della cultura dei servizi, per l esperienza che li ha caratterizzati in questi anni: 186 numeri che, dalla deistituzionalizzazione del manicomio, hanno esteso la documentazione e la riflessione ai nuovi servizi territoriali, alle strutture intermedie, ai servizi di rete. Vi invitiamo quindi ad abbonarvi e a partecipare attivamente inviando articoli, riflessioni, e anche organizzando momenti di incontro con noi nelle vostre sedi, come è nella tradizione partecipata dei Fog l i. Per questo ci siamo permessi di inviare gratuitamente un vecchio numero della rivista, perchè possiate farvi un idea di come è fatta, di come tratta i problemi. Se per caso ce l avete già, regalatela a qualche coll e g a. I Fogli di Informazione pubblicano 4 numeri all anno di diversa consistenza e spessore. Nel 2000 siamo già usciti con tre fascicoli, di cui uno di 360 pagine, quello del trentennale, che ripropone i primi Fogli ciclostilati, con il 4 supereremo le 500 pagine. C O S T I Abbonamento annuo Lire privati ; istit u z i o n i. PREZZO SPECIALE TRENTENNALE PER CHI SI ABBONA PER IL 2000 E 2001: Lire privati, Lire istituzioni. O C C A S I O N I IRRIPETIBILI 1) P. Tranchina, E. Salvi, M.P. Teodori, S. Rogialli : Portolano di psicologia, (1994): un testo di oltre 600 pagine che in 111 articoli fa il punto su quanto di nuovo è stato prodotto in psichiatria, psicologia psicoterapia. Ricchissima la bibliografia di oltre 2500 indicazioni e gli indici analitici. Costo Lire invece di ) CD-Rom dei Fogli di Informazione (1998): il CD contiene autori, titoli, riassunti, parole chiave di tutti gli articoli pubblicati nei Fogli, nel Portolano, in altri libri di Psichiatria Democratica (2000 interventi) e, per intero, il testo di supervisioni di P. Tranchina: Un sagittario venuto male (1998). Inserito nel computer il CD funziona come una banca dati interattiva in grado di fornire bibliografie su tutte le 1800 parole chiave, argomenti, nomi propri e di località, semplici o incrociate. Costo Lire invece di ) Raccolta completa dei Fogli ( ) di 186 fascicoli, Portolano di Psicologia, CD-ROM, abbonamenti anni 2000 e 2001 Lire (cinquecentomila) Alleghiamo anche il programma di formazione e aggiornamento della Società Italiana di Psicoterapia Concreta. (continua sul retro) COLLANA DEI FOGLI DI INFORMAZIONE Molti fascicoli monografici dei Fogli di Informazione, oltre che come rivista sono usciti anche come libro. Presentiamo quelli disponib i l i : - F. Basaglia: Conferenze brasiliane, pp. 100 Lire P. Tranchina: Il segreto delle pallottole d argento, psicoterapia servizio pubblico, p s i c o s i, pp. 152 Lire G. Rossi (a cura): Una casa per lavorare, pp. 144 Lire R. Schoellberger (a cura): Psichiatria Democratica e Psicoanalisi nell ambito di Psichiatria Democratica, pp. 9 0 Lire P. Tranchina: Psicoanalista senza muri, diario da una istituzione negata pp.160 Lire R. Schoellberger (a cura): Il fare nella psicoterapia delle psicosi, pp. 56 Lire P. Tranchina, A. Pirella (a cura): Venti anni di Fogli di informazione, psichiatria, psicoterapia, istituzioni, pp Lire B. Norcio (a cura): Psichiatria e nazismo, pp. 64 Lire G.Mormina (a cura): La malattia mentale a confronto: Oriente e Occidente, pp.128 Lire AA VV: Psicoterapia concreta I, corso di formazione e aggiornamento, pp.240 Lire R. Pellegrino, R. Ruta, S. Crosato, C. Bearzi: Psichiatria e cura, modelli d interv e n t o, setting gruppi di lavoro nel servizio psichiatrico pubblico, pp. 304 Lire B. Norcio, Toresini L. (a cura): Interdizione, inabilitazione, amministrazione di sostegno, pp. 64 Lire L. Toresini (a cura): Indicatori di qualità e servizi di salute mentale, pp.180 Lire P. Tranchina: Un sagittario venuto male, supervisione in salute mentale, pp.192 Lire V. Perwanger, G. Vallazza (a cura): Follia e pulizia etnica in Alto Adige, pp. 70 Lire A. Pirella: Il problema psichiatrico, pp.148 Lire AA VV: Franco Basaglia: La comunità Possibile, p p Lire AA VV: Anticipazione, Giornate di studio su formazione e psicoterapia delle p s i c o s i, pp. 232 Lire F. Pitto F: Le radici delle questioni attuali in psichiatria transculturale, pp.48 Lire A. Pirella, P. Tranchina: Matrici, manicomio, scuola, istituti per minori, psicoanal i s i, tecnica, politica, istituzione nei Fogli di Informazione ciclostilati, pp. 360, Lire SU TUTTI I LIBRI VIENE PRATICATO LO SCONTO DEL 50% PER ORDINAZIONI: 17 Conto Corrente Postale Centro di Documentazione, Via degli Orafi P i s t o i a Tel. Fax: 0573/977353, E- mail: Non dimenticare di specificare sul bollettino postale, il tipo di ordinazione fatta Se volete essere informati sulle nostre iniziative inviate il vostro all del Centro di Documentazione e a quello della direzione della rivista Fogli di Informazione: Paolo Tranchina, Centro di Documentazione di Pistoia TRENTENNALE DEI FOGLI DI INFORMA- ZIONE La rivista della nuova psichiatria italiana comunicato stampa Firenze 3 aprile 2001 STORIA La rivista Fogli di Informazione, diretta da Agostino Pirella e Paolo Tranchina, edita dal Centro di Documentazione di Pistoia, nasce a Milano alla fine degli anni 60 come momento di incontro tra giovani psichiatri e analisti, riuniti nel Collettivo di Inter-

18 18 NUOVO ABITARE vento nelle Istituzioni. Il collettivo si è formato nell ambito del Centro di Psicoterapia di Piazza S. Ambrogio, coordinato da Pier-Francesco Galli, e il movimento antistituzionale, in particolare con l équipe dell Ospedale Psichiatrico di Gorizia, diretta allora, dopo Franco Basaglia, da Agostino Pirella. Mese dopo mese si susseguono, alla Casa della Cultura di Milano, accesi dibattiti che investono la deistituzionalizzazione, l handicap, la scuola, gli istituti per minori, la psicoanalisi, i rapporti tra tecnica e politica, il potere. Nascono tredici numeri ciclostilati, che abbiamo pubblicato in un volume di 360 pagine, col titolo di Matrici. Il testo è arricchito da una bibliografia di Psichiatria Democratica e Dintorni di circa 500 titoli di libri e da un accurato indice analitico. CRONOLOGIA E GRAFI- CA Nel 1972 nasce la rivista stampata. La copertina, in carta da pacchi col numero grosso in alto a destra, è di Vittorio Gregotti e Luca Petrella. La serie dura fino al N 70 del In seguito le riunioni si alternano tra Milano e Arezzo, poi diventano itineranti in tutta Italia: Roma, Napoli, Terni, Trieste, Volterra, Gemona in Friuli... Seguono, dall anno dopo la morte di Franco Basaglia, altri 116 numeri fino al N 186 appena stampato. E la seconda serie, con il bordo superiore colorato e il labirinto; la grafica è di Giovanni Troni. I LIBRI Nel 1984 comincia la Collana dei Fogli di Informazione, che da allora ha stampato 26 libri, riprendendo i testi monografici più importanti della rivista. La grafica è di Giovanni Anceschi. CONTENUTI In questi anni i Fogli di Informazione sono stati strumento di documentazione, riflessione, ricerca pratico-teorica sul lavoro di rinnovamento della salute mentale, di valutazione critica degli strumenti usati, di verifica dell applicazione della legge 180, della deistituzionalizzazione, dei nuovi contesti epistemologici e scientifici. Con le sue assemblee, la rivista è stata un momento importante di collegamento e verifica tra operatori, sostenendo il movimento antistituzionale italiano, specialmente chi lavorava in situazioni più isolate, con meno potere, e favorendo l affermarsi e il diffondersi di Psichiatria Democratica. Dall ospedale psichiatrico al territorio, il campo si è allargato, in un ottica spesso internazionale, alla psicologia, la psicoanalisi, la psicoterapia, l handicap, la scuola, l impresa sociale, la riabilitazione, la prevenzione della nocività psichica sui posti di lavoro. Nell elaborazione dei rapporti tra psichismo e contesto, soggettività e quotidianità, l attenzione per la sofferenza, il disagio psichico, si è caratterizzata per la costante embricatura con l analisi istituzionale, la storia, la politica, la passione dell impegno antistituzionale. PROSPETTIVE Per i prossimi anni intendiamo migliorare i Fogli per adeguarci meglio alle nuove pratiche territoriali, le nuove problematiche che si fanno avanti: le residenze, le cooperative di lavoro, l impresa sociale, l autoaiuto, i familiari...ma anche i bilanci, l aziendalizzazione, lo stato sociale ai tempi del mondialismo. UN CD ROM INTERATTIVO Di recente abbiamo realizzato un CD- ROM di circa 2000 documenti con: nome, cognome, titolo, riassunto, spesso in inglese, parole chiave, di tutti gli articoli dei Fogli di Informazione stampati e ciclostilati del Portolano di psicologia, (un testo di oltre 800 pagine a cura di P. Tranchina, E. Salvi, M.P. Teodori, S. Rogialli) e di altri libri. Esso contiene anche i testi completi del libro di supervisioni di P. Tranchina : Un sagittario venuto male( Centro di Documerntazione di Pistoia,1997). Il CD-ROM, inserito nel computer, costituisce una banca dati interattiva che si può interrogare, per ogni singola parola chiave o incrociando due o più parole Il CD contiene anche un thesaurus di tutti i termini utilizzati, cioè un sistema che organizza le parole chiave (descrittori maggiori, minori, non descrittori, indicatori, ecc.) secondo un ordine gerarchico con collegamenti sia verticali che orizzontali. Esso rappresenta, probabilmente, la prima esperienza informatizzata nel nostro campo. Qualche dato: Deistituzionalizzazione: 209 articoli; Strutture intermedie: 103; Diritto e Psichiatria: 50; Psicoterapia: 174; Psicoterapia delle Psicosi: 72; Aziendalizzazione: 8; Stato sociale: 17; Valutazione: 29; Formazione: 66; Ospedale psichiatrico: 362; Crisi psicotica: 42; Centro salute mentale; 68; Donna: 70; Centro salute mentale e Donna: 7; Psicofarmaci: 70; Riabilitazione: 380; Lungodegenza: 87; Riabilitazione della Lungodegenza: 41; OP Arezzo: 66; Trieste: 82; Ferrara: 16; Napoli: 32; Basaglia Franco: 28; Freud S. 34. Per informazioni Direzione: Via dell Agnolo 37, tel. 055/ e mail: Editore: Centro Documentazione, Via degli Orafi Pistoia tel., fax 0573/ e mail: Conto Corrente Postale ABBO- NAMENTO ANNUO: Privati , Istituzioni

19 NUOVO ABITARE 19 UNO PIU UNO UGUALE TRE SINERGIE NEL LAVORO DI COMUNITA L osservatorio è un progetto dalla provincia di Massa Carrara e viene dalla legge regionale 62 del 97 e ogni Provincia lo deve seguire, lo deve costituire. La provincia di Massa Carrara ha iniziato questa avventura affidandosi alla divisione scientifica dell università di Pisa ed non è semplice formare un osservatorio e le funzioni principali sono di un unico raggio per avere come una foto di tutto ciò che esiste e questa è la base per fare delle politiche sociali adeguate e per questo ci siamo rivolti all università di Pisa presso Ruggeri che ha creato il modello scientifico dell osservatorio dopo di che si sono unite le province di Pisa, di Lucca e di Livorno e si è creato una sinergia fra queste Province che ha un lavoro di rete provinciale e il modello per le amministrazioni è unico, e questo Ruggeri lavora presso la Facoltà di Scienze Politiche e con i suoi collaboratori hanno creato i modelli che le Province devono attuare; all inizio c era bisogno di un supporto per attuarlo e con il protocollo del 98 con il quale le Province hanno iniziato a collaborare e a costituire una propria provincia come Livorno. L osservatorio si basa su tre bilanci: uno ha come obiettivo di raccogliere in provincia tutti i dati e le statistiche e le informazioni che sono a disposizione di tutti i clienti come l I.N.P.S., l I.N.A.I., le associazioni che ricoprono il territorio e questo perché vogliamo avere una banca dati distribuibile anche al cittadino e stiamo chiedendo ad ogni Ente dati a disposizione aggiornati in tempo reale e sono dati d archivio come di territorio, come Ater, Aziende Municipali, Comuni, dato che ogni ufficio dovrebbe avere dei dati sul territorio, cultura, demografia. E importante il ruolo delle associazioni perché cerchiamo di coinvolgere nella costituzione dell osservatorio per renderli più consapevoli ma ci sono altre cose importanti come le ricerche tematiche che ogni anno viene svolta una ricerca sulla popolazione ogni tre anni che darà degli sviluppi che sia per i giovani che per gli anziani sono utili. Noi abbiamo disposto un questionario che viene somministrato un campione di persone anziane in tutto il territorio provinciale e vengono coinvolte le scuole con le terze e le quarte superiori avendo predisposto in 4 scuole i questionari dai ragazzi agli anziani mentre con gli insegnanti abbiamo fatto un corso di aggiornamento dando un contributo alle attività didattiche delle scuole e vorremmo regalare delle gite con dei buoni alle agenzie viaggi ma ci sono dei problemi perché interessano più i computer. Questo è un movimento innovativo fatto dal professor Ruggeri per coinvolgere la cittadinanza e per aiutare i ragazzi ad affrontare i problemi dagli anziani o degli adulti e partecipano il classico e il magistrale che erano 2 scuole ma ora sono state unite come il Cecioni dell Elba che è un ITC e il liceo classico Carducci di Piombino e le ricerche tematiche emergono dalle indagini più approfondite, l ultimo pilastro del modello sono i servizi sociali e, l obiettivo è di servire a tutti i servizi sociali dei modelli comuni cioè sono delle schede di accesso ai servizi che seguono l utente per la prima volta poi con una schema di aggiornamento e cerchiamo di creare omogeneità in tutto il territorio, in tutti i distretti, i Comuni e utilizzassero queste schede e l ASL ha iniziato un sistema con operatori informati che hanno le loro schede che è uguale sia a Lucca che Massa e Pisa che crea un circuito simile ed è interessanti confrontarsi fra loro per avere dati più certi per avere più risultati più importanti.questi sono i tre punti che sono previste dalla legge e abbiamo cercato di far partecipare la gente per utilizzare questo nuovo metodo e riunione per analizzare le schede punto per punto e il metodo è un lavoro di rete positivo N.A.:- L osservatorio può avere un indirizzo politico o n o? R.:- L osservatorio deve fornire gli strumenti per attuare delle politiche sociali. L osservatorio è uno strumento tecnico che fa capo ai servizi sociali e viene basato sulla raccolta dei dati e sulle ricerche ecc, e le informazioni vengono utilizzate per le politiche efficaci e viene dato dall assessorato che decida quale venga messa per prima e viene messo tutto su internet e può muoversi con in mano questi dati e noi abbiamo una convenzione che prevede un lavoro della provincia insieme all Ente che sottoscrive questa convezione in cui la Provincia si mette a disposizione di cosa può servigli e l Ente ha dei dati delle collaborazioni e c è uno scambio sostanziale mentre l obiettivo è di creare un circuito ed è un obiettivo ambizioso e a febbraio sarà tutto in rete ma ci vorrà del tempo anche perché ognuno ha il suo modo di lavorare e gli obiettivi sono condivisi e veniamo incontro a chi ha dei dubbi e spighiamo meglio come sono le affinità dell osservatorio e verremo avere un contatto diretto con cui l associazione ne trae beneficio perché è molto importante e attivo. La regione fa molta attenzione all osservatorio e la regione si deve dotare di un modello e sono stati dati anche fondi regionali per portare avanti questo progetto per riconoscere la validità e si spera di concludere anche se ci è stato dato un segnale. L osservatorio è un meccanismo che poi tende a allargarsi nel senso che non è concepita nel sistema chiuso anche se deve avere dei punti fermi e il direttore dell IMPS mi ha proposto delle cose e l obiettivo è di far partecipare tutti e di conoscersi facendo progetti vicini, paralleli e in questo l assessore è disponibile e se il sevizio è buono entri in una convenzione e per questo c è la signora Romano che tutti i giorni fa i bilanci.il 18 organizziamo una giornata per il terzo settore con associazioni,cooperative ecc e viene spiegata la ricerca dalla mattina fino alla sera.

20 20 NUOVO ABITARE I POETI CI SALUTANO PER SENTIRMI MENO SOLA VENTO PER SENTIRMI MENO SOLA SCRIVO A TE QUESTE PAROLE: (ISPIRATA A UNA CANZONE) QUANDO SONO IN COMPAGNIA DENTRO, IO, SONO UN GIGANTE IN REALTÀ, SONO UN PIZZICOTTO. SONO UN ANIMO RIBELLE CON L UMORE BALLERINO: QUESTO DICE LO ZODIACO ANCHE SE, NON CI CREDO TROPPO A ME SEMBRA PROPRIO VERO COME DICO ANCHE A ME STESSA. SIAMO ANGELI RIBELLI NOI NATI NEL 60, SEMPRE IN CERCA DELLA LUNA DELLE STELLE DELLE LUCI INTERMITTENTI COME TANTI HANNO PROVATO! SENZA IN FONDO AVER TROVATO LA RAGIONE ED IL CONSENSO PERSONALE DI UNA VITA DA MEDIANO SENZA ANDAR TROPPO LONTANO CON I MEZZI DEL LAVORO. OR CHE SIAMO IN QUESTA BARCA, TUTTI INSIEME, NON CONVIENE FARCI LA GUERRA E LE COSE DELL ASILO: ORA STIAMO PARLANDO DI GUERRE. TROVIAMO LA MANIERA SOPRATTUTTO COME I NOSTRI GENITORI A GUERREGGIARE PER LA PACE SMETTENDO ALMENO DI FUMARE. E QUESTO SCHIFO DI RIME È SOLTANTO UNO SFOGO PERÒ PERÒ ANCHE PREGHIERA CHE PUOI SCRIVERE, LEGGERE O BUTTARE PER DIRE CHE ANCH IO STO BENE INSIEME A VOI QUANDO RIESCO A TRASMETTERE ED A RICEVERE, UN SORRISO O UNA RISATA, SPENSIERATA. SONIA TU QUANDO QUANDO MI HAI GUARDATO SONO ARROSSITA. QUANDO MI HAI PARLATO VIBRAVO. QUANDO TI HO RISPOSTO PIANGEVO SENZA LACRIME PER ORGOGLIO FERITO DI UN AMORE SEMPRE VIVO. SONIA ASPETTANDO UN AMICO SCRIVO PAROLE AL VENTO, MA NON SARANNO MAI VANE POICHE E IL VENTO CHE CI UNISCE IL GRANDE VENTO CHE A VOLTE AIUTA ED A VOLTE E CONTRARIO LO SENTI SBATTERE SULE VELE CHE VIBRANO E SI GONFIANO, CIù SPINGONO E LA PRUA TAGLIA IL MARE LASCIANDO DIETRO DI NOI UNA SPUMEGGIANTE SCIA BIANCA APPICCICO TUTTA MI LECCO LE LABBRA ED E IL SALE S ANNODANO I CAPELLI AL VENTO IL SALMASTRO LI BAGNA IL SOLE LI FISSA IL SOLE COSI BELLO CHE SCALDA IL TUO CORPO E CHE POTREBBE BRUCIARLO MA ABBINE CURA, DEL SOLE E DEL TUO CORPO CHE T AC- COMPAGNERANNO PER TUTTA LA VITA FRANCA

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto.

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto. IN CITTÀ Paula è brasiliana ed è in Italia da poco tempo. Vive in una città del Nord. La città non è molto grande ma è molto tranquilla, perché ci sono pochi abitanti. In centro ci sono molti negozi, molti

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli