Come seguire la dentizione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Come seguire la dentizione"

Transcript

1 Come seguire la dentizione Prevenzione odontoiatrica a Corriere salute - 3 febbraio 2002 articolo tratto da Corriere Salute, inserto del Corriere della Sera - 3 febbraio 2002 Quando escono i primi dentini ed in che ordine? C è sempre una certa attesa per lo spuntare del primo dentino che normalmente avviene verso i 6-8 mesi. Ho detto normalmente perché possono spuntare prima di tale periodo od addirittura dopo il primo anno di vita ed in famiglia se si va ad indagare c è sempre una familiarità nel tempo di eruzione dei primi denti : se mamma o papà li hanno fatti tardi è probabile che così succeda al bimbo. Rara e stimata con una frequenza di un caso ogni bimbi la presenza già alla nascita di denti decidui, ossia il cosiddetto dente neonatale che è di norma l incisivo centrale inferiore. Da sottolineare invece che non esiste alcuna correlazione fra tempo di eruzione del primo dentino ed altri parametri quali, ad esempio, il peso del piccolo o lo sviluppo psicosomatico dello stesso. I primi a spuntare sono gli incisivi centrali, di norma gli inferiori, seguiti dai laterali. Spuntano poi i primi molaretti da latte, quindi i canini ed infine i secondi molaretti. Questa sopra elencata è la sequenza ideale di eruzione, ma non è infrequente imbattersi in anomalie. Comunque verso i 30 mesi, cioè attorno ai 2 anni e mezzo, tutti i dentini sono spuntati. Anche se la loro fuoriuscita può non causare nessun problema alla salute nei due-terzi dei casi appaiono sintomi locali. Infatti qualche giorno prima della comparsa del dentino la gengiva corrispondente appare arrossata e gonfia ed il piccolo tende a sfregare con le dita o con qualsiasi alto oggetto la zona coinvolta: il tutto si accompagna a copiose perdite di bava. Non infrequenti sono nemmeno i sintomi generali quali irritabilità, febbre, infezioni del tratto respiratorio, costipazione o diarrea, rush cutanei. Tutt ora rimane aperto il problema se questi sintomi compaiano in concomitanza con il fenomeno della dentizione o siano un effetto della dentizione stessa. L opinione più diffusa è che l infiammazione locale rende il bimbo più irritabile ed occasionalmente può causare febbre e malesseri intestinali

2 Per trattare i sintomi locali poiché il piccolo trova sollievo dallo sfregamento in commercio esistono degli anellimasticone di gomma che funzionano egregiamente, sono facili da pulire, non possono essere ingoiati e non lacerano le gengive. Per i sintomi generali,invece, si ricorre a i presidi consigliati dal pediatra. Se escono spaziati c è da preoccuparsi? Questa domanda sottende al concetto di affollamento della dentatura permanente. Che cosa significa affollamento in dentatura permanente? Significa il mancato allineamento dei denti per cui essi si sormontano in misura variabile gli uni agli altri ed è dovuto al fatto che nelle arcate dentali non esiste lo spazio a sufficienza perché i denti si dispongano idealmente. Ora la spaziatura dei denti in dentatura decidua è da considerare normale ed auspicabile. Gli spazi fra i denti si chiamano diastemi ed in dentatura da latte sono spesso presenti tra gli incisivi laterali ed i canini all arcata superiore e tra i canini ed i primi molaretti all arcata inferiore. Di norma gli incisivi permanenti superiori sono nel complesso più grandi di 7 mm rispetto ai corrispondenti da latte e gli inferiori lo sono di 5 mm. Ecco perché quando escono hanno bisogno di spazio che, in parte, viene dato dai diastemi presenti in dentatura decidua,in parte dalla diversa inclinazione, sono cioè più sporgenti. Comunque sia, come ho già detto, la presenza di diastemi è normale ed auspicabile anche se non preserva,in assoluto dalla possibilità di andare incontro ad affollamento in - 2 -

3 dentatura permanente Di rimando la mancanza di diastemi nei denti da latte non significa automaticamente che il bimbo avrà problemi di affollamento. COME PRENDERSI CURA DELLA SALUTE DEI DENTINI Quanto conta la mentalità e l esempio della mamma? I denti,quando spuntano,nascono sani ed è compito dei genitori mantenerli sani attuando i metodi della prevenzione. Non per niente insegniamo che la prevenzione inizia nella testa dei genitori e che la salute della bocca dei bimbi è una conseguenza diretta,e non casuale, dei comportamenti dei genitori. Prima di spiegare come si fa prevenzione è utile accennare che cos è e come si forma una carie. Molte sono le definizioni date a questa malattia, ma io ne preferisco una in particolare che definisce la carie una malattia infettiva zucchero dipendente. In questa enunciazione sono impliciti due concetti : il primo che è scatenata da alcuni microrganismi, il secondo che è necessaria la presenza di zuccheri. In laboratorio è stato dimostrato che la mancanza di uno di questi 2 fattori crea degli animali da esperimento caries-free cioè privi di carie. Il meccanismo con cui si forma una carie è oramai stato chiarito nei suoi aspetti principali. I batteri della placca dentale fermentano gli zuccheri che noi ingeriamo con la dieta. Dal metabolismo degli zuccheri vengono prodotti acidi i quali erodono lo smalto del dente ; ripetuti attacchi acidi conducono alla formazione della carie cioè di una cavità sul dente. Non è difficile prevenire la carie dentale. Dove sono stati approntati validi programmi di prevenzione a livello pubblico l incidenza di questa malattia è crollata. In Danimarca,ad esempio, i ragazzi a 12 anni presentano in media meno di una carie in tutta la bocca. La prevenzione è fatta di comportamenti che devono diventare una abitudine. E quanto prima i comportamenti vengono acquisiti tanto più saranno efficaci

4 Per questo motivo nella mia Ulss è attivo un progetto From mother to child, finalizzato alla prevenzione della carie nelle generazioni più piccole, che coinvolge in primis le future madri. Ad esse viene insegnato che per crescere i propri bimbi privi di carie occorre perseguire tre obiettivi-base e cioè: Una ideale fluoroprofilassi Un alimentazione giudiziosa Un controllo della propria infettività naturale ritardando il più possibile la contaminazione mamma-figlio/a A tal fine noi suggeriamo una serie di regole comportamentali di carattere generale, da seguire in modo particolare nei primi tre anni di vita (che elenchiamo di seguito) : 1) quando esce il primo dente da latte iniziare a pulirlo con una garza imbevuta di dentifricio fluorato due volte al dì continuando con tale tecnica finchè il bimbo non impara a giocare con lo spazzolino con( spalmato sopra) un po di dentifricio al fluoro.si parla di giocare con lo spazzolino non certo di pulirsi i denti. A questa età il sistema neuromuscolare è in corso di maturazione ed è pertanto inimmaginabile pensare che un bimbo possa essere capace di rimuovere, con le setole dello spazzolino, la placca batterica. E bensì importante che tramite lo spazzolino porti in bocca il fluoro contenuto nel dentifricio per lo meno 2 volte al giorno. Se garza o spazzolino sono difficili da usare, eventualità non infrequente, è opportuno ricorrere alla somministrazione di una compressa al fluoro di 0,25 mg fino ai 3 anni. 2) Evitare di sporcare ciucci e biberon con sostanze zuccherate che si appiccicano ai denti, mentre i bimbi succhiano. Questo consiglio rientra nel capitolo di una alimentazione corretta che deve seguire i dettami del pediatra Noi dentisti ci soffermiamo a sottolineare quanto l uso di alimenti zuccherati come le caramelle abbiano un effetto lesivoi sulla salute dentale pur essendo particolarmente graditi. Devastanti,inoltre, per gli incisivi superiori abitudini quali far addormentare il bimbo con un ciuccio o il biberon cosparsi di miele od altre sostanze zuccherate.di notte la scarsa salivazione e l appiccicarsi degli zuccheri sullo smalto dei denti provoca un virulentarsi della placca batterica con la comparsa di lesioni cariose negli incisivi da latte superiori a volte già alla fine del primo anno di vita. Questa manifestazione clinica va sotto il nome di sindrome da biberon per sottolineare la causa che scatena la distruzione massiva dei suddetti denti. Qualche autore americano la ha definita come sindrome da negligenza dei genitori a sottolineare invece quanto dannoso sia il comportamento sbagliato dei genitori. Un indagine condotta nella Regione Veneto nel 1995 ha dimostrato che a 4 anni l 11% dei bambini soffre di questa sindrome che presenta non pochi problemi per bimbi, genitori e dentisti. I genitori da una parte si - 4 -

5 lamentano per l antiestetica distruzione degli incisivi superiori e dall altra sono alle prese con l irritabilità e le crisi di pianto dei piccoli in seguito al dolore provocato dall interessamento del nervo del dente deciduo; i piccoli ovviamente soffrono dei dolori scatenati dal processo carioso e non infrequentemente presentano fistole sulla gengiva corrispondente alla radice dei denti distrutti I dentisti,infine, sono alle prese con la cura di una sindrome così devastante in soggetti così piccoli e spesso poco collaboranti. 3) attenzione ai nonni!! Non per colpevolizzarli, ma il bisogno di reciproca gratificazione con i nipoti li rende di manica larga nel regalare caramelle fra cui quelle appiccicose sono particolarmente dannose le toffees. Non è raro imbattersi in nonni che, nonostante siano stati avvertiti della dannosità nel regalare caramelle, continuano a farlo pur di far felici i loro nipotini. 4) se un bambino fa spesso ricorso a farmaci questi sono generalmente ad alto contenuto zuccherino per cui occorrerà, dopo la somministrazione, pulire subito i denti rimuovendo il farmaco appiccicatosi. 5) Evitare la contaminazione, tramite la propria saliva, del cavo orale del neonato per impedire il passaggio dei microrganismi dalla propria bocca a quella del figlio. Che cos è la contaminazione mamma-neonato?come prevenirla o ritardarla? Come è stato spiegato in precedenza la carie è provocata da alcuni microrganismi che albergano comunemente nel nostro cavo orale. Le specie batteriche cariogene (cioè che sono responsabili di questo fenomeno) vengono acquisite dal bambino precocemente e provengono dalla saliva della madre che pertanto rappresenta la fonte principale dell infezione. Vi arrivano tramite uno scambio di saliva che può capitare in vari modi:con il bacio oppure testando la temperatura del biberon per passarlo poi nella bocca del bimbo, o giocando con il ciuccio trasferendolo da una bocca all altra, o scambiandosi le posate e così via. Questo fenomeno di acquisizione della flora cariogena viene definito passaggio intrafamilare dello streptococco mutans dal nome del batterio maggiormente responsabile del processo cariogeno. Gli studi hanno dimostrato che quanto più precoce avviene questa contaminazione e magari in forma massiva, tanto più precoce e più intensa sarà l incidenza di carie nella dentatura del bambino

6 Ne risulta che spezzare l anello contaminante madre-figlio riduce il rischio di malattia per i primi anni di vita. Alle nostre mamme insegniamo pertanto il concetto di prevenzione della trasmissione intrafamilare dello streptococco mutans esortandole ad evitare tutte quelle abitudini che portano alla contaminazione della bocca del loro bambino. Sempre in questo ambito sottolineiamo la necessità per le mamme di avere prima e mantenere poi una bocca sana e cioè poco contaminante. Una bocca sana significa, di norma, pochi batteri e quindi possibilità di contaminazione del bimbo scarsamente significativa. Ecco perché consigliamo alle mamme durante la gravidanza e dopo il parto di masticare chewing-gum allo xilitolo. Lo xilitolo è un dolcificante che ha la caratteristica di non essere metabolizzato dallo streptococco provocando, fra l altro una netta riduzione quantitativa di specie cariogene nel cavo orale. In tal modo si abbassa significativamente il grado di infettività della mamma. Da anni sono in contatto coi colleghi dell Università di Turku in Finlandia che per primi hanno scoperto le proprietà dello xilitolo e che ultimamente sulla base degli studi condotti, hanno dimostrato che il consumo abituale di chewing-gum allo xilitolo da parte delle mamme riduce del 75% l incidenza della carie nella dentatura decidua dei propri figli Quanto finora detto porta a concludere quanto sia fondamentale il ruolo dei genitori,e della mamma in particolare, per far crescere i propri figli con una bocca sana. Il comportamento della mamma è decisivo in diversi momenti : nel minimizzare la contaminazione del cavo orale del bimbo, nell eseguire una corretta fluoroprofilassi, nello stimolare l ambiente che circonda il bimbo a comportamenti idonei, nell insegnargli infine il gioco dello spazzolino. Va bene il gioco dello spazzolino ; ma una volta al giorno per 20 secondi, può essere utile un ripasso della mamma? E utile soffermarsi sul gioco dello spazzolino. Lo spazzolino è un simbolo della prevenzione tanto è vero che non c è specifica campagna educativa che non lo utilizzi in queste veste. Ma lo spazzolino ha un significato differente a seconda dell età. Se per un adulto o comunque per un soggetto che ha acquisito la maturità neuromuscolare serve per rimuovere la placca batterica ed i detriti alimentari, per un - 6 -

7 bimbo nei primi anni di vita è fondamentalmente un mezzo di trasporto. Infatti con lo spazzolino viene introdotto in bocca il fluoro contenuto nei dentifrici. Ma il gioco ha un altra importante funzione : quella di acquisire un abitudine di promozione della propria salute per il resto della vita. Abituare un bambino ad usare uno spazzolino dopo i pasti nei primi anni di vita significa imprintarlo per gli anni a venire; per usare un termine molto di moda, lo spazzolarsi i denti entra di diritto nel palinsesto delle attività quotidiane e questa abitudine rappresenta la misura più importante di prevenzione delle malattie della bocca per ogni individuo. La rimozione della placca, attraverso le setole, risulterà fondamentale non solo come prevenzione della carie dentale, ma condizione sine qua non per la prevenzione e la cura stessa della malattia parodontale che colpisce quota parte della popolazione generalmente nell età adulta. L esperienza comune ci insegna che quello che abbiamo imparato da piccoli ce lo portiamo per il resto della vita. Che la mamma inoltre ripassi con lo spazzolino per una ventina di secondi quanto fatto dal bimbo mi sembra non solo auspicabile, ma talora doveroso specie in quei bambini restii a lavarsi i dentini. Da sottolineare comunque il valore aggiunto della pulizia effettuata dalla mamma perché in tal modo possono essere rimossi gli eventuali detriti alimentari e i depositi di placca che si tendono ad accumulare fra e sui denti. Fondamentale inoltre che il bimbo veda la mamma usare lo spazzolino, l apprendimento è anche frutto dell imitazione. A proposito non c è da preoccuparsi per il dentifricio che il bimbo ingoia. Una ricerca inglese ha dimostrato che a 3 anni i bimbi che si lavano i denti con il dentifricio ne inghiottiscono il 32%. A tutt ora non è mai stato registrato alcun effetto nocivo o collaterale per questo tipo di ingestione

8 LA PREVENZIONE ED IL FLUORO La prevenzione della carie dentale si associa al concetto di fluoroprofilassi: perché? L uso del fluoro come mezzo di prevenzione della carie dentale è considerato come una delle misure più efficaci nella storia della sanità pubblica. Il fluoro è un elemento naturale le cui proprietà preventive sono state scoperte attorno agli anni 40 dopo una serie di studi condotti per trent anni per altri motivi. Fra gli anni 50 e 60 negli Stati Uniti fu sperimentata l aggiunta di fluoro nelle acque potabili di alcune aree ottenendo una netta diminuzione dell incidenza della carie nella popolazione interessata. Si ipotizzò,pertanto che il somministrare fluoro per via sistemica (come tramite l ingestione di acqua fluorizzata) fosse la più efficace delle metodiche di prevenzione della carie. Gli studi portarono alla ricerca di forme diverse di fluoroprofilassi sistemica (cioè di modalità di assunzione del fluoro per via generale e nello specifico ingerendolo) A tal proposito penso che in Italia molti genitori conoscano le compresse fluorate,come pure si saranno accorti che nei nostri supermercati sono comparse confezioni di sale da cucina con l aggiunta di fluoro. I metodi più diffusi di fluoroprofilassi sistemica sono quelli appena elencati e cioè: fluoro aggiunto nelle acque potabili o nel sale da cucina o nel latte oppure ingerito tramite compresse. L indubbia efficacia della fluoroprofilassi sistemica non bastò comunque a spiegare la netta riduzione della carie nei paesi industrializzati nelle ultime tre decadi. Corrisponde al vero che la carie è in diminuzione? La carie è una malattia che ha sempre accompagnato l uomo pur con prevalenze e tipologie differenti. Studi condotti su crani di popolazioni inglesi hanno dimostrato come fin dai tempi preistorici i denti presentavano lesioni cariose anche se poche di numero e di scarsa invasività. E solo a partire dalla seconda metà del Novecento che si è assistito ad un netto incremento di questa patologia ; aumento che avveniva in contemporanea ad un - 8 -

9 aumentato consumo di zuccheri da parte dei sudditi di Sua Maestà. Tale trend è continuato per tutto questo secolo fino agli anni 70. Da quel momento,per quanto riguarda i paesi industrializzati, l incidenza della carie è cominciata ad abbassarsi Quando gli epidemiologi ed i clinici si accorsero che la carie stava diminuendo per i primi tempi non riuscirono a darne una spiegazione. La causa non poteva risiedere nell alimentazione perché i consumi di cibi e bevande zuccherate continuavano ad aumentare, né poteva essere nemmeno la fluoroprofilassi sistemica perché solo una piccola parte della popolazione nei paesi industrializzata ne usufruiva. La causa fu più tardi individuata invece nel fluoro presente nei dentifrici cioè del fluoro assunto per via topica. L utilizzo del fluoro topico, come nei dentifrici, come funziona? Come già spiegato la carie è il risultato degli acidi che corrodono lo smalto del dente. Lo smalto può essere più o meno resistente a questi attacchi. Il fluoro presente in bocca durante l attacco acido va ad incorporarsi direttamente nello smalto (si parla di effetto rimineralizzante) rendendolo più resistente all attacco acido. Il fluoro topico, pertanto, rende meno solubile lo smalto nei confronti degli acidi. Perché avvenga questo meccanismo occorre che il fluoro sia presente in bocca durante l attacco acido. Attualmente si considera l uso giornaliero di bassi livelli di fluoro la chiave dell efficacia dello stesso. Quindi ripetuti attacchi da parte di acidi in assenza di fluoro provocano la carie, in sua presenza aumentano la resistenza dello smalto ai successivi nuovi attacchi concomitanti alla ingestione di zuccheri con la dieta

10 Visto l importanza del dentifricio esistono alcune formulazioni più efficaci di altre? Da anni i ricercatori dibattono per dimostrare che un dentifricio sia migliore di un altro nel prevenire la carie. I risultanti sono però estremamente contrastanti e tali da lasciare il clinico per lo meno incerto. Il fluoro contenuto nei dentifrici come ingrediente attivo può essere in diversa formulazione: ci può essere il fluouro stannoso, il fluoruro di calcio, il fluoruro di sodio, il sodio mono fluoro fosfato, le ammine fluorate. Tale forme di fluoro in alcuni dentifrici sono addirittura accoppiate. Nella pratica quando un paziente mi chiede che dentifricio usare rispondo che deve usare un dentifricio contenente fluoro ed usarlo non meno di 2 volte al giorno I dentifrici per bambini contengono meno fluoro di quello degli adulti. Questa precauzione è dovuta al fatto che i bimbi ingeriscono parte del dentifricio con il rischio che una assunzione esagerata di fluoro per via sistemica incorporandosi nello smalto dei denti permanenti in via di formazione possa causare fluorosi. La fluorosi è l effetto di una eccessiva esposizione al fluoro sistemico e si sostanzia in alterazioni cromatiche dello smalto che in certi casi possono dar luogo a forti inestetismi In gravidanza cosa fare e perché? Due sono gli aspetti da considerare durante la gravidanza. Cosa succede alla bocca della futura mamma e cosa deve fare la mamma per la salute della bocca del proprio bimbo. Durante la gravidanza molte donne, ma non tutte, vanno incontro ad un cambiamento dello stato delle proprie gengive lamentandosi della comparsa di facile sanguinamento. Il sanguinamento è il segno dell infiammazione delle gengive, la quale è sostenuta dalla placca batterica. Durante la gravidanza i cambiamenti ormonali coinvolgono le gengive stesse aumentandone la suscettibilità all infiammazione. La futura mamma non deve far altro che spazzolarsi con più attenzione denti e gengive rimuovendo il più accuratamente possibile la placca batterica. Nel caso il sanguinamento perdurasse è consigliabile rivolgersi al proprio dentista per una pulizia professionale

11 Per quanto riguarda il secondo aspetto la mamma deve tenere in considerazione un concetto base e cioè che perché un figlio cresca con una bocca sana è necessario che la madre stessa abbia una bocca sana. Poiché una bocca sana dipende dall attuare giornalmente dei comportamenti corretti è intuibile che se la mamma non mette in pratica per lei i metodi della prevenzione non lo farà nemmeno per il proprio figlio. Le linee guida da seguire riguardano la riduzione dei rischi di contaminazione madre-figlio e la fluoroprofilassi. Per ridurre i rischi della contaminazione madre-figlio la futura mamma: dovrà avere una bocca sana cioè senza carie non curate; l eventuale presenza di lesioni cariose provoca un aumento significativo della quantità di batteri cariogeni alzando di conseguenza il rischio di contaminazione madre-figlio. In caso di gravidanza programmate è auspicabile un check-up odontoiatrico per tempo. L igiene orale dovrà essere particolarmente scrupolosa per evitare il moltiplicarsi delle specie batteriche cariogene E consigliabile inoltre la masticazione 3 volte al giorno di chewing-gum allo xilitolo che riducono drasticamente la quantità dei batteri della carie Per quanto riguarda la fluoroprofilassi essa va attuata per la salute dei propri denti, quindi uso del dentifricio fluorato durante lo spazzolamento minimo 2 volte al giorno. Per quanto concerne, invece, i denti del nascituro è generalmente accettato che la fluoroprofilassi prenatale non ha alcun effetto sui denti permanenti ed enormi dubbi esistono su un reale effetto preventivo sui denti da latte

12 Schema riassuntivo dei consigli da seguire in gravidanza per la salute della propria bocca e per quella del proprio bimbo COSA FARE PERCHE' si previene la gengivite gravidica Usare lo spazzolino tre volte al giorno per rimuovere la placca sui denti e sulle gengive Masticare 3 volte al giorno chewing-gum allo xilitolo Usare un dentifricio fluorato tre volte al giorno si diminuisce la carica batterica riducendo il rischio di contaminazione mamma-neonato si previene la carie dentale Per ridurre il rischio di contaminazione mamma-neonato diminuendo le specie cariogene Per prevenire la carie nella propria bocca

Dai 0 ai 3 anni. Con l obiettivo di ridurre i rischi della contaminazione mammabimbo è consigliabile che la mamma:

Dai 0 ai 3 anni. Con l obiettivo di ridurre i rischi della contaminazione mammabimbo è consigliabile che la mamma: Studio Dentistico LE REGOLE D'ORO DELLA PREVENZIONE Prevenzione odontoiatrica a 360 - Corriere della salute - Articolo tratto da Corriere Salute, inserto del Corriere della Sera del 3 febbraio 2002-1-

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009

PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009 PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009 Educare i bambini ad acquisire e mantenere sane abitudini alimentari rappresenta un importante intervento di promozione alla salute Il progetto

Dettagli

Un sano sorriso... per il tuo bambino

Un sano sorriso... per il tuo bambino Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Provincia Autonoma di Trento Direzione per la promozione e l educazione alla salute Dipartimento di Odontostomatologia Un sano sorriso... per il tuo bambino Progetto

Dettagli

Opuscolo informativo per i pazienti. I fluoruri per prevenire la carie

Opuscolo informativo per i pazienti. I fluoruri per prevenire la carie Opuscolo informativo per i pazienti I fluoruri per prevenire la carie Tutto quello che dovete sapere sui fluoruri Negli ultimi decenni, in Svizzera e in molti paesi industrializzati, si è assistito a una

Dettagli

Prevenzione della carie dentaria

Prevenzione della carie dentaria Studio Medico Dentistico Prestigiacomo s.n.c. Via B. Mattarella, 30 90011 Bagheria (Pa) Tel. 091.903448 Cell. 320.7104860 E-mail: studioprestigiacomo@yahoo.it Campagna di: Prevenzione della carie dentaria

Dettagli

SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI

SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI Daniela Batisti SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI Guida per mamme e papà alla prevenzione della carie Daniela Batisti, Sporchicini nascosti tra i dentini Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale

Dettagli

Un sorriso da salvare

Un sorriso da salvare R O T A R Y I N T E R N A T I O N A L Service Above Self He Profits Most Who Serves Best DISTRETTO 2110 SICILIA E MALTA - ROTARY CLUB COSTA GAIA Un sorriso da salvare Progetto prevenzione della carie dentale

Dettagli

Guida interattiva. all educazione orale nella prima infanzia. A cura della Dott.ssa Miriam Madau M. Madau, A. Dovana

Guida interattiva. all educazione orale nella prima infanzia. A cura della Dott.ssa Miriam Madau M. Madau, A. Dovana Guida interattiva all educazione orale nella prima infanzia A cura della Dott.ssa Miriam Madau M. Madau, A. Dovana DALLA MAMMA AL BAMBINO Come mantenere sana la bocca dei nostri figli Educare i bambini

Dettagli

PREVALENZA PATOLOGIA CARIOSA

PREVALENZA PATOLOGIA CARIOSA PREVENZIONE il complesso delle disposizioni o misure necessarie anche secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, per evitare o diminuire i rischi professionali nel rispetto della salute

Dettagli

Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale

Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale Scuola Primaria Paritaria «San Giuseppe» Foggia Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale 17 e 24 aprile 2012 Dott. Felice Lipari odontoiatra IL SORRISO Ciao, amici, sapete che il nostro sorriso

Dettagli

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE ARTICOLO CASTELLETTO TICINO SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE Esiste un miglior biglietto da visita di un bel sorriso? La nostra epoca è sicuramente dominata

Dettagli

Perche l, igiene orale si impara da piccoli!

Perche l, igiene orale si impara da piccoli! Prevenzione avanzata della carie Perche l igiene orale si impara da piccoli! I tuoi denti.. un mondo pieno di sorprese Lo sapevi che......i tuoi primi dentini si sono formati ancor prima di nascere? Nella

Dettagli

EDUCAZIONE ALIMENTARE

EDUCAZIONE ALIMENTARE EDUCAZIONE ALIMENTARE E uno dei pilastri fondamentali per la prevenzione della carie, insieme alla: sigillatura dei solchi Fluoroprofilassi Igiene orale Controlli periodici CARIE E ALIMENTAZIONE PLACCA

Dettagli

Numero Libretto sanitario Pediatrico. codice sanitario. cognome. nome. nato/a a. data di nascita. indirizzo. telefono. variazioni di indirizzo

Numero Libretto sanitario Pediatrico. codice sanitario. cognome. nome. nato/a a. data di nascita. indirizzo. telefono. variazioni di indirizzo Numero Libretto sanitario Pediatrico codice sanitario cognome nome nato/a a data di nascita indirizzo telefono variazioni di indirizzo Indicazioni generali sulle problematiche odontoiatriche dell età evolutiva

Dettagli

Lo spazzolino adeguato per ogni esigenza specifica

Lo spazzolino adeguato per ogni esigenza specifica Lo spazzolino adeguato per ogni esigenza specifica Per una protezione quotidiana dalla carie accurata dei colletti dentali scoperti efficace ma delicata del margine gengivale Balsamo per le gengive Nuovo

Dettagli

A tutti i bambini Grazie per i vostri dentini!

A tutti i bambini Grazie per i vostri dentini! A tutti i bambini Grazie per i vostri dentini! I denti sono un bene prezioso! Ci aiutano a: 1. MASTICARE 2. PRONUNCIARE BENE LE PAROLE 3. AVERE UN BEL SORRISO Sai chi è l igienista dentale? L igienista

Dettagli

Crescita e sviluppo: una guida per i genitori

Crescita e sviluppo: una guida per i genitori Crescita e sviluppo: una guida per i genitori Cari genitori, Promes Sanità lancia l iniziativa Giovani Sorrisi destinata ai pazienti più piccoli con l obiettivo di assicurare la salute della bocca dei

Dettagli

Opuscolo informativo per i pazienti. I quattro pilastri della prevenzione

Opuscolo informativo per i pazienti. I quattro pilastri della prevenzione Opuscolo informativo per i pazienti I quattro pilastri della prevenzione La carie, le parodontiti e le erosioni La carie insorge quando la placca batterica, che aderisce sulla superficie dei denti, non

Dettagli

Abstract: Diagnosi e gestione della xerostomia

Abstract: Diagnosi e gestione della xerostomia Abstract: Diagnosi e gestione della xerostomia Autore: Dott.ssa Caterina Ardito Razionale La xerostomia è definita come una denuncia soggettiva di secchezza della bocca derivante da una diminuzione della

Dettagli

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA Regione del Veneto Azienda Unità Locale Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA educazione alla salute come avere denti da campione prevenzione

Dettagli

EZIOPATOGENESI DELLA CARIE

EZIOPATOGENESI DELLA CARIE STORIA DELLA CARIE Numerose sono le teorie formulate a proposito della etiologia e patogenesi della carie dentaria. Le teorie ESOGENE considerano l agente eziologico responsabile della patologia cariogena

Dettagli

LINEE GUIDA DI SALUTE ORALE NEL BAMBINO

LINEE GUIDA DI SALUTE ORALE NEL BAMBINO LINEE GUIDA DI SALUTE ORALE NEL BAMBINO La salute orale del bambino è un obiettivo per i genitori che sanno quanto sia importante per la qualità di vita del bambino. La bocca è infatti sede di funzioni

Dettagli

- All inizio, la carie può essere solo visibile, senza dare sintomi particolari. Man mano che la lesione cariosa progredisce fino a giungere alla

- All inizio, la carie può essere solo visibile, senza dare sintomi particolari. Man mano che la lesione cariosa progredisce fino a giungere alla LA CARIE La carie è una malattia degenerativa dei tessuti duri del dente (smalto dentina) e che origina dalla superficie e procede in profondità fino alla polpa dentale. CAUSE: Le cause della carie sono

Dettagli

come avere denti da campione prevenzione primaria della carie

come avere denti da campione prevenzione primaria della carie Regione del Veneto Azienda Unità Locale Azienda Unità Locale Socio Sanitaria VICENTINO OVEST U..O.C.. MATTEERNO IINFFANTTIILLEE U..O.. PEDIATRIA DII COMUNITA educazione alla salute come avere denti da

Dettagli

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE CARIE DENTALE MIOPIA SCOLIOSI OBESITA CARIE DENTALE La carie dentale nasce come processo erosivo e si evolve come processo destruente del dente che perde così

Dettagli

Dott.ssa Gloria Funiciello

Dott.ssa Gloria Funiciello MANUALE PRATICO DI PREVENZIONE DENTALE PER TUTTA LA FAMIGLIA A Cura della Dott.ssa Gloria Funiciello Odontoiatra e Specialista in Ortodonzia e Gnatologia Quando un bel SORRISO vuol dire BUONA SALUTE! La

Dettagli

IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI DEL TERRITORIO DELL AZIENDA USL RM F INFORMATIVA PER GLI UTENTI

IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI DEL TERRITORIO DELL AZIENDA USL RM F INFORMATIVA PER GLI UTENTI Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Azienda USL RM/F REGIONE LAZIO IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI DEL TERRITORIO DELL AZIENDA USL RM F INFORMATIVA PER GLI UTENTI CHE COS E IL FLUORO Il

Dettagli

Denti sani per la gestante e il bambino

Denti sani per la gestante e il bambino Denti sani per la gestante e il bambino Schweizerische Zahnärzte-Gesellschaft Société Suisse d Odonto-stomatologie Società Svizzera di Odontologia e Stomatologia Denti sani durante la gravidanza Il detto

Dettagli

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA Ecco LE MOSSE VINCENTI LA BOCCA I punti nevralgici della masticazione La bocca è, in tutti gli animali, il luogo in cui avviene la prima parte della digestione,

Dettagli

Attività ospedaliera con pazienti autistici

Attività ospedaliera con pazienti autistici Attività ospedaliera con pazienti autistici DIRIGENTE DR ARRIGONI CARLO RESPONSABILE DR TEALDI RODOLFO COLLABORATORI DR FIORELLINO MARIO MEDICO FREQUENTATORE INFERMIERE BONGIOVANNI ISABELLA GIRAUDI CARMEN

Dettagli

EZIOPATOGENESI DELLA CARIE

EZIOPATOGENESI DELLA CARIE EZIOPATOGENESI DELLA CARIE saliva Flusso Potere tampone Lisozima, lattoferrina perossidasi Mucine, glicoproteine, lipidi Iga, IgG smalto Ipoplasia Permeabilità Composizione chimica Contenuto di fluoro

Dettagli

IGIENE DENTALE E PREVENZIONE

IGIENE DENTALE E PREVENZIONE IGIENE DENTALE E PREVENZIONE Dispensa n.3 Introduzione Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l origine di molte patologie organiche sono dovute ai rapidi cambiamenti dello stile di vita

Dettagli

Una bocca sana. ad ogni età

Una bocca sana. ad ogni età Una bocca sana ad ogni età La bocca e i denti Attraverso la bocca possiamo nutrirci e assaporare il cibo, parlare e comunicare, sorridere. Prendersi cura della bocca è importante, per tutta la durata della

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

DR. MARIO BUCCIARELLI MEDICO DENTISTA DANILO AVOLIO MEDICO DENTISTA

DR. MARIO BUCCIARELLI MEDICO DENTISTA DANILO AVOLIO MEDICO DENTISTA 1 DR. MARIO BUCCIARELLI MEDICO DENTISTA Denti e dentizioni DANILO AVOLIO MEDICO DENTISTA 2 A seconda della loro morfologia distinguiamo quattro tipi di denti: - Gli incisivi - I canini - I premolari -

Dettagli

U.O.S. Pediatria di Comunità

U.O.S. Pediatria di Comunità U.O.S. Pediatria di Comunità U.O. C. Materno Infantile come avere denti da campione prevenzione primaria della carie anno scolastico 2012-2013 classi seconde della scuola primaria aggiornato al 25.07.2012

Dettagli

Guida per il paziente. Consigli utili per un sorriso sano

Guida per il paziente. Consigli utili per un sorriso sano Guida per il paziente Consigli utili per un sorriso sano 2 Denti sani per tutta la vita Hai parecchio da guadagnare dedicando ai tuoi denti qualche minuto di attenzione ogni giorno. Lo sapevi che una bocca

Dettagli

Denti di latte sani. Schweizerische Zahnärzte-Gesellschaft Société Suisse d Odonto-stomatologie Società Svizzera di Odontologia e Stomatologia

Denti di latte sani. Schweizerische Zahnärzte-Gesellschaft Société Suisse d Odonto-stomatologie Società Svizzera di Odontologia e Stomatologia Denti di latte sani Schweizerische Zahnärzte-Gesellschaft Société Suisse d Odonto-stomatologie Società Svizzera di Odontologia e Stomatologia I denti di latte sono importanti per lo sviluppo del bambino

Dettagli

IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI

IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI CONTENUTO IN FLUORO IN ALCUNI ALIMENTI Quantità in Fluoro per 100 grammi * Pesce da 0,02 a 0,3 mg Frutti di mare da 0,03 a 0,15 mg Tè 0,05 mg Uova 0,03 mg * dati LARN revisione

Dettagli

Problematiche odontoiatriche per i Cri du chat, dalla prevenzione alla terapia

Problematiche odontoiatriche per i Cri du chat, dalla prevenzione alla terapia Problematiche odontoiatriche per i Cri du chat, dalla prevenzione alla terapia In collaborazione con lo studio dentistico del Dr. Riccardo Becciani, Impruneta (Firenze) Queste informazioni sono state illustrate

Dettagli

E LA SALUTE DEI DENTI

E LA SALUTE DEI DENTI IO & OTTAVIO Due amici per denti più felici E LA SALUTE DEI DENTI Yep! La salute della comunità degli emofilici passa anche attraverso la salute della bocca. La FedEmo promuove l alleanza tra il S.S.N.,

Dettagli

IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI DEL TERRITORIO

IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI DEL TERRITORIO REGIONE LAZIO AZIENDA USL RM F IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI DEL TERRITORIO INFORMATIVA PER GLI UTENTI Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Azienda USL RM/F Servizio di Igiene degli Alimenti

Dettagli

IGIENE DOMICILIARE PER PAZIENTI CON ORTODONZIA

IGIENE DOMICILIARE PER PAZIENTI CON ORTODONZIA IGIENE DOMICILIARE PER PAZIENTI CON ORTODONZIA Linee guida per l igiene orale in caso di apparecchi ortodontici. Durante il periodo di trattamento con l apparecchiatura ortodontica il paziente deve mantenere

Dettagli

SMART BRUSHING. Ti aiuta a monitorare la salute orale

SMART BRUSHING. Ti aiuta a monitorare la salute orale SMART BRUSHING Ti aiuta a monitorare la salute orale VISION Noi crediamo in un mondo dove le persone si prendono cura del loro benessere personale in modo cosciente e responsabile. IL PRESENTE Le nuove

Dettagli

Guida per il paziente. Gengivite e parodontite

Guida per il paziente. Gengivite e parodontite Guida per il paziente Gengivite e parodontite La parodontite è più comune di quanto tu possa immaginare. Circa il 40% degli adulti soffre di questa patologia - spesso senza esserne a conoscenza. Le condizioni

Dettagli

INTRODUZIONE. Cari mamme, papà, nonni e bisnonni, zii e tate

INTRODUZIONE. Cari mamme, papà, nonni e bisnonni, zii e tate INTRODUZIONE Cari mamme, papà, nonni e bisnonni, zii e tate possiamo educare i nostri bambini a mangiare in modo equilibrato per farli crescere sani? Certo, perché fin da piccoli imparano abitudini che

Dettagli

Libretto Sanitario Odontoiatrico

Libretto Sanitario Odontoiatrico Libretto Sanitario Odontoiatrico PRESENTAZIONE Il Servizio sanitario nazionale ha tradizionalmente dedicato un impegno limitato alla salute del cavo orale e all assistenza odontoiatrica, nonostante siano

Dettagli

Vuoi risparmiare dal dentista? Comincia con una buona prevenzione!

Vuoi risparmiare dal dentista? Comincia con una buona prevenzione! Vuoi risparmiare dal dentista? Comincia con una buona prevenzione! Prenderti cura della tua salute non dà solo benefici riguardanti il tuo benessere ma ti aiuta anche ad acquisire fiducia in te stesso,

Dettagli

Informazioni sulla Clinica odontoiatrica scolastica di Arbon

Informazioni sulla Clinica odontoiatrica scolastica di Arbon Informazioni sulla Clinica odontoiatrica scolastica di Arbon Schulzahnklinik Arbon Telefon: 071 446 65 61 Stacherholzstrasse 32 Fax: 071 446 65 67 9320 Arbon E-Mail: szk.arbon@psgarbon.ch Basi La cura

Dettagli

MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI!

MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI! MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI! 10 trucchi per aver cura dei propri denti e non avere mai paura del dentista. Cari genitori, lʼimportanza dellʼigiene orale e la familiarità con lʼambulatorio odontoiatrico

Dettagli

A cosa serve lo iodio?

A cosa serve lo iodio? Iodio e Salute Che cos è lo iodio? Lo iodio, dal greco iodes (violetto), è un elemento (come l ossigeno, l idrogeno, il calcio ecc) diffuso nell ambiente in diverse forme chimiche. Lo iodio presente nelle

Dettagli

I DENTI nell Epidermolisi bollosa simplex di Dowling-Meara

I DENTI nell Epidermolisi bollosa simplex di Dowling-Meara I DENTI nell Epidermolisi bollosa simplex di Dowling-Meara 1. Introduzione Nel caso di numerose forme di EB, i disturbi dentali possono comparire con una diversa frequenza e con vari livelli di gravità.

Dettagli

guida pratica per la salute orale del paziente disabile

guida pratica per la salute orale del paziente disabile Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari U.O. di Odontostomatologia Direttore: Prof.ssa Pietrina Franca Lugliè guida pratica per la salute orale del paziente disabile A cura dell Igienista dentale

Dettagli

Gengivite e parodontite. Scovolini TePe. guida per il paziente. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale

Gengivite e parodontite. Scovolini TePe. guida per il paziente. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale Scovolini TePe Originali 0.4 mm 930410826 0.45 mm 930410840 0.5 mm 930410853 0.6 mm 930410865 0.7 mm 930410877 0.8 mm 930410889 1.1 mm 930410891 1.3 mm 935421305 1.5 mm Angle 0.4 mm 931080461 0.45 mm 931080473

Dettagli

Scovolini TePe. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale. Extra soft. Spazzolini Speciali TePe

Scovolini TePe. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale. Extra soft. Spazzolini Speciali TePe Scovolini TePe Originali 0.4 mm 930410826 0.45 mm 930410840 0.5 mm 930410853 0.6 mm 930410865 0.7 mm 930410877 0.8 mm 930410889 1.1 mm 930410891 1.3 mm 935421305 1.5 mm Angle 0.4 mm 931080461 0.45 mm 931080473

Dettagli

Il Rondoflex Plus agisce con tutta la sua forza per aprire con precisione le cavità, nel rispetto della sostanza sana del dente.

Il Rondoflex Plus agisce con tutta la sua forza per aprire con precisione le cavità, nel rispetto della sostanza sana del dente. PREVENZIONE INFANTILE L'infanzia è sicuramente il terreno più fertile per una corretta educazione sanitaria odontoiatrica. In queste fasce di età la prevenzione primaria è di particolare interesse. Essa

Dettagli

Come pulire i denti. su concessione dell Ambulatorio Odontoiatrico San Matteo - Fe

Come pulire i denti. su concessione dell Ambulatorio Odontoiatrico San Matteo - Fe Come pulire i denti su concessione dell Ambulatorio Odontoiatrico San Matteo - Fe HI-LUX LABORATORIO ODONTOTECNICO di Martello Francesco Via Modena, 191/A 44122 Ferrara Italy Tel 0532771296 Cell 3483919876

Dettagli

Programma della Formazione A Distanza (FAD) "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute"

Programma della Formazione A Distanza (FAD) Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute Formazione A Distanza "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute" del Istituto Superiore di Sanità e verifica dei contenuti equivalenti nel corso OMS/UNICEF 20 ore. A

Dettagli

Igiene e cura dei denti

Igiene e cura dei denti Igiene e cura dei denti Capitolo 3 La salute della bocca La nostra bocca (cavo orale) è un sito anatomico riccamente abitato da microrganismi, che insieme formano un complesso e delicato ecosistema in

Dettagli

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA:

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA: LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA: Lo sbiancamento Posso fare lo sbiancamento? Ci sono determinate situazioni in cui lo sbiancamento non è utile o non avrebbe un buon risultato oppure ha delle

Dettagli

L'angolo del sorriso

L'angolo del sorriso L'angolo del sorriso A cura di: Dott. Maria Cristina Ceccarelli, Laurata in Odontoiatria e Protesi Dentale, Specialista in Ortognatodonzia Daniela Martelli Diplomata in Igiene Dentale Questo è un breve

Dettagli

Esercizio 1 ILLUSTRA CON UN DISEGNO A PIACERE LA FIABA LO SCIENZIATO E IL TESORO

Esercizio 1 ILLUSTRA CON UN DISEGNO A PIACERE LA FIABA LO SCIENZIATO E IL TESORO Esercizio 1 ILLUSTRA CON UN DISEGNO A PIACERE LA FIABA LO SCIENZIATO E IL TESORO Esercizio 2 SCRIVI SOTTO LA FACCIA SORRIDENTE I COMPORTAMENTI CHE FANNO BENE ALLA SALUTE E SOTTO LA FACCIA TRISTE I COMPORTAMENTI

Dettagli

«I DENTI E L IGIENE ORALE» Lunedì 14 Dicembre 2015 Scuola media statale Padre Pio Torremaggiore Dott. Antonio Recchia

«I DENTI E L IGIENE ORALE» Lunedì 14 Dicembre 2015 Scuola media statale Padre Pio Torremaggiore Dott. Antonio Recchia «I DENTI E L IGIENE ORALE» Lunedì 14 Dicembre 2015 Scuola media statale Padre Pio Torremaggiore Dott. Antonio Recchia IL DENTE CORONA RADICE SMALTO DENTINA CEMENTO RADICOLARE POLPA OSSO ALVEOLARE GENGIVA

Dettagli

Ad ottobre l appuntamento con la Prevenzione

Ad ottobre l appuntamento con la Prevenzione 35 Mese della Prevenzione Dentale A ottobre torna la 35esima edizione del Mese della Prevenzione Dentale, appuntamento fisso delle famiglie italiane con il dentista, promosso da ANDI Associazione Nazionale

Dettagli

F.A.Q. (Domande Frequenti)

F.A.Q. (Domande Frequenti) F.A.Q. (Domande Frequenti) 1) QUANTO COSTA UNA VISITA? La prima visita è gratuita; 2) OGNI QUANTO DOVREI FARE L'ABLAZIONE DEL TARTARO? La frequenza con cui è opportuno farsi controllare dipenda essenzialmente

Dettagli

COME BISOGNA PULIRE I DENTI CON LO SPAZZOLINO

COME BISOGNA PULIRE I DENTI CON LO SPAZZOLINO COME BISOGNA PULIRE I DENTI CON LO SPAZZOLINO G G.R.IERFINO www.igieneorale.info PREMESSA IMPORTANTE Il fatto che alla verifica dal dentista si constati che le condizioni di salute dentale e parodontali

Dettagli

Guida all Igiene Dentale

Guida all Igiene Dentale Guida all Igiene Dentale Education Scuola & Lavoro srl Torino Tutti i diritti riservati I DENTI La bocca o cavità orale è il primo tratto dell apparato digerente. È un organo cavo, di forma ovoide con

Dettagli

I denti, un bene prezioso.

I denti, un bene prezioso. I denti, un bene prezioso. Direzione Generale Sanità Struttura Piani e Programmi www.sanita.regione.lombardia.it Call Center 840.000.006 Televideo di RAI 3 pp. 530-535 La salute della bocca: consigli per

Dettagli

Bocca sana in corpore sano.

Bocca sana in corpore sano. Bocca sana in corpore sano. www.boccasana.ch La salute orale prima di tutto! Problemi cardiocircolatori È risaputo che il sovrappeso e il fumo sono fattori di rischio per l infarto cardiaco. E le patologie

Dettagli

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro.

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro. Polipi precancerosi I polipi sono piccole escrescenze dovute ad una proliferazione eccessiva delle cellule sane della mucosa intestinale che può causare lo sviluppo di polipi cosiddetti adenomatosi (anche

Dettagli

Che cosa dovete osservare?

Che cosa dovete osservare? Se il vostro bambino tiene abitualmente la bocca aperta perché non riesce - o riesce con difficoltà - ad avvicinare le labbra fra di loro: osservate se i due incisivi superiori sono disposti a punta e

Dettagli

IN BOCCA: VARIE FASI DELLA MASTICAZIONE

IN BOCCA: VARIE FASI DELLA MASTICAZIONE IN BOCCA: VARIE FASI DELLA MASTICAZIONE (Disegni e idee dei bambini) Noi, prima di introdurre il cibo nella bocca, la apriamo. Ora siamo pronti ad introdurre il cibo in bocca. Introdotto il cibo, la bocca

Dettagli

3M ESPE. Comfortable Oral Care. Il concetto di. sorriso sano. Clinpro Gel Clinpro Fluid

3M ESPE. Comfortable Oral Care. Il concetto di. sorriso sano. Clinpro Gel Clinpro Fluid 3M ESPE Comfortable Oral Care Il concetto di sorriso sano. Clinpro Gel Clinpro Fluid Profilassi sistematica con un programma di prodotti completo All avanguardia nel progresso scientifico Aroma gradevole

Dettagli

Studio Ortodontico Dott. Giovanni Bavaresco

Studio Ortodontico Dott. Giovanni Bavaresco Studio Ortodontico Dott. Giovanni Bavaresco Specialista in Odontostomatologia ed Ortodonzia OPUSCOLO IGIEE Documento informativo per il paziente Pratica esclusiva in Ortodonzia In accordo UNI EN ISO 9001:2008

Dettagli

DA MADRE. Èla madre che -

DA MADRE. Èla madre che - DA MADRE a figlio 2 Èla madre che - durante la gravidanza e l allattamento - dona al figlio tutto il calcio necessario a formare lo scheletro. Durante la gravidanza, soprattutto nel terzo trimestre, il

Dettagli

Un alternativa trasparente all apparecchio. Che cos è Invisalign?

Un alternativa trasparente all apparecchio. Che cos è Invisalign? Un alternativa trasparente all apparecchio Che cos è Invisalign? Il tuo trattamento con Invisalign si compone di una serie di aligner quasi invisibili e rimovibili che vengono sostituiti ogni due settimane

Dettagli

Salute orale dell anziano: qualità della vita. un aspetto determinante per la. Tiziana Miola CPSE S.C. A.S.T.

Salute orale dell anziano: qualità della vita. un aspetto determinante per la. Tiziana Miola CPSE S.C. A.S.T. Salute orale dell anziano: un aspetto determinante per la qualità della vita Tiziana Miola CPSE S.C. A.S.T. Una delle condizioni di salute che più influisce sulla qualità della vita degli anziani è quella

Dettagli

Il Pediatra e la scuola per una corretta alimentazione: Dott. Alberto Ferrando

Il Pediatra e la scuola per una corretta alimentazione: Dott. Alberto Ferrando Il Pediatra e la scuola per una corretta alimentazione: Dott. Alberto Ferrando Pediatra di Famiglia Past Pres. SIP Liguria Vicepresidente APEL Pres. Fed. Reg. Ordini dei Medici della Liguria In un ambiente

Dettagli

Dott. Lilia Bortolotti Medico Chirurgo Specialista Odontostomatologia Specialista Otorinolaringoiatria Bologna - via Pasubio, 24 - tel.

Dott. Lilia Bortolotti Medico Chirurgo Specialista Odontostomatologia Specialista Otorinolaringoiatria Bologna - via Pasubio, 24 - tel. Dott. Lilia Bortolotti Medico Chirurgo Specialista Odontostomatologia Specialista Otorinolaringoiatria Bologna - via Pasubio, 24 - tel. 051/433862 ISTRUZIONI PER PAZIENTI PORTATORI DI PROTESI TOTALE PREMESSA

Dettagli

ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA IGIENE ORALE

ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA IGIENE ORALE ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA IGIENE ORALE Una corretta igiene orale è fondamentale per mantenere nel tempo i propri denti e le proprie gengive sane. I nemici principali della salute orale sono i batteri,

Dettagli

Ringraziando per la collaborazione si porgono i più cordiali saluti.

Ringraziando per la collaborazione si porgono i più cordiali saluti. Responsabile Bergamo.. Ai Genitori degli alunni della classe. della scuola.. L'insegnante di vostro/a figlio/a ha aderito al progetto per la prevenzione del tabagismo indirizzato agli alunni delle scuole

Dettagli

Combatti la minaccia della carie!

Combatti la minaccia della carie! Segui il tuo istinto! Gioco 1 Sai riconoscere il tuo vero maestro? Trova le 7 differenze tra le due immagini di Yoda nel minor tempo possibile: la potenza di un cavaliere Jedi si riconosce anche dalla

Dettagli

TEMI DI ODONTOIATRIA PER PEDIATRI. Copyright, 1996 Dale Carnegie & Associates, Inc.

TEMI DI ODONTOIATRIA PER PEDIATRI. Copyright, 1996 Dale Carnegie & Associates, Inc. TEMI DI ODONTOIATRIA PER PEDIATRI Copyright, 1996 Dale Carnegie & Associates, Inc. PATOLOGIE ODONTOIATRICHE CARIE GENIVITI E LESIONI MUCOSE ORALI MALOCCLUSIONI TRAUMI Introduzione CARIE:patologia dentale

Dettagli

A P P R O F O N D I M E N T I U T I L I

A P P R O F O N D I M E N T I U T I L I A P P R O F O N D I M E N T I U T I L I Com'è composta la dentizione decidua e a che età avviene l'eruzione dei dentini da latte? I denti da latte sono in tutto 20, cinque per ogni emiarcata. Spuntano

Dettagli

terapia della carie con ozono.

terapia della carie con ozono. Il vostro dentista consiglia: terapia della carie con ozono. "Per tutti quelli che danno importanza ad un trattamento delicato e approfondito!" 99,9% senza carie indolore 100% "Salve, io sono il Dott.

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Lezione per tutti i livelli (6-15 anni) I fluoruri. Obiettivi didattici

Lezione per tutti i livelli (6-15 anni) I fluoruri. Obiettivi didattici Lezione per tutti i livelli (6-15 anni) I fluoruri Obiettivi didattici La lezione può prevedere i seguenti obiettivi, che verranno opportunamente adattati al livello base, medio e superiore: Gli alunni

Dettagli

MALATTIA DIVERTICOLARE DEL COLON COSTELLAZIONI DI SINTOMI CHE VANNO DALLA SEMPLICE IRREGOLARITA DELL ALVO SEVERO SANGUINAMENTO SEVERA INFIAMMAZIONE ADDOMINALE LOCALIZZAZIONE Sulla parete del colon dove

Dettagli

Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo

Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo Il monitoraggio Il principale strumento per monitorare l

Dettagli

LA DISOSTRUZIONE PEDIATRICA NEL VERONESE

LA DISOSTRUZIONE PEDIATRICA NEL VERONESE CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Provinciale di Verona PROGETTO LA DISOSTRUZIONE PEDIATRICA NEL VERONESE un progetto patrocinato dalla Il sogno... Sogno in maniera intensa di realizzare il più grande centro

Dettagli

Spesso si osservano a carico di molari permanenti e incisivi zone di opacità di. tendono ad aggravarsi nel tempo,

Spesso si osservano a carico di molari permanenti e incisivi zone di opacità di. tendono ad aggravarsi nel tempo, depliant MIH2014_Layout 1 08/01/15 11:37 Pagina 35 post-eruptive break down Spesso si osservano a carico di molari permanenti e incisivi zone di opacità di colore Nei casi bianco-giallo di MIH severa o

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche Negli ultimi decenni la frequenza delle malattie allergiche in Italia e nel mondo ha subìto un continuo aumento, dando luogo a quella che

Dettagli

CHE COSA SONO I BIFOSFONATI?

CHE COSA SONO I BIFOSFONATI? Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CHE COSA SONO I BIFOSFONATI? Informativa per i pazienti I bifosfonati sono farmaci introdotti più di vent

Dettagli

I DENTI. Negli ultimi anni, ed a ragione, sempre maggiore attenzione ha riscosso la prevenzione e cura delle patologie dentarie.

I DENTI. Negli ultimi anni, ed a ragione, sempre maggiore attenzione ha riscosso la prevenzione e cura delle patologie dentarie. I DENTI Negli ultimi anni, ed a ragione, sempre maggiore attenzione ha riscosso la prevenzione e cura delle patologie dentarie. Per anni si e pensato che se in natura non ci sono dentisti, non c e ragione

Dettagli

Via Vevey, 17 11100 AOSTA Tel 055. 5539720 aidi@congresslab.it

Via Vevey, 17 11100 AOSTA Tel 055. 5539720 aidi@congresslab.it Via Martiri della Liberazione, 126/3 16043 CHIAVARI (GE) Tel: 0185 599487 Fax: 0185 376315 Cell: 347 9602102 E-Mail: info@associazionearke.it Web: www.associazionearke.it CF: 91038960109 Iscr. al Registro

Dettagli

Mini Dossier Prevenzione N. 10-11/09

Mini Dossier Prevenzione N. 10-11/09 Le malattie della bocca ed i loro sintomi L IGIENE DELLA BOCCA La bocca è una parte molto importante del nostro corpo: il viso deve molto al sorriso e una bocca con denti cariati, macchiati, rotti o addirittura

Dettagli

a cura della Dott. ssa Anna RAINONE

a cura della Dott. ssa Anna RAINONE a cura della Dott. ssa Anna RAINONE PROGETTO EDUCATIVO IL BRUTTO ANATROCCOLO Sorrisi Smaglianti intende offrire agli alunni della scuola primaria indicazioni operative per incentivare una sana igiene dentale

Dettagli

LA PEDODONZIA. STUDIOdiOdontoiatriaCENTRA www.studiodentisticocentra.it DEFINIZIONE

LA PEDODONZIA. STUDIOdiOdontoiatriaCENTRA www.studiodentisticocentra.it DEFINIZIONE STUDIOdiOdontoiatriaCENTRA www.studiodentisticocentra.it LA PEDODONZIA ( OVVERO COME CURARE I PAZIENTI IN ETA PEDIATRICA ) E IL CONCETTO DI PREVENZIONE DEFINIZIONE L odontoiatria pediatrica o Pedodonzia

Dettagli

Esposizione ad agenti biologici

Esposizione ad agenti biologici Esposizione ad agenti biologici Il Titolo X corrisponde al Titolo VIII del D.Lgs. 626/94 di attuazione della direttiva 90/679/CEE, relativa alla protezione di lavoratori contro i rischi derivanti dall

Dettagli