Anche quest anno, L ordinanza Corvetto alla prova Korvetto, con la K, Mese della cultura, seconda edizione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anche quest anno, L ordinanza Corvetto alla prova Korvetto, con la K, Mese della cultura, seconda edizione"

Transcript

1 anno XIV, numero 118, settembre 2010 Giornale di informazione e cultura della Zona 4 Vittoria Forlanini Editore: Associazione culturale QUATTRO. Registrato al Tribunale di Milano al n. 397 del 3/6/98. Redazione: viale Umbria 58, Milano tel/fax Sito internet: Videoimpaginazione: SGE Servizi Grafici Editoriali Stampa: Galeati Industrie Grafiche S.r.l. via Selice, Imola (Bo). Direttore responsabile: Stefania Aleni. Amministrazione: Antonio Ferrari. Redazione: Vanda Aleni, Patrizia Avena, Lorenzo Baio, Francesca Barocco, Ugo Basso, Sergio Biagini, Simona Brambilla, Athos Careghi, Giovanni Chiara, Simone Paloni, William Porzio, Francesco Pustorino, Vito Redaelli, Riccardo Tammaro, Francesco Tosi, Alberto Tufano. Hanno collaborato a questo numero: Valentina Bertoli, Sara Capardoni, Irene De Luca, Federica Giordani, Laura Misani, Giacomo Perego, Laura Perego, Silvia Pusceddu. Aderente al Coordinamento dei giornali di zona di Milano. Abbonamento 2010: 15 euro, sostenitore 25 euro cc postale intestato a QUATTRO. Tiratura copie. COPIA OMAGGIO Anche la Matematica nel Mese della cultura Visto l interesse suscitato dal ciclo di incontri di carattere scientifico Dal big bang all uomo che si ritiene molto sapiens, tenuti dal prof. Giovanni Chiara in Biblioteca Calvairate lo scorso inverno, abbiamo pensato di rilanciare proponendo ai nostri lettori cinque incontri sulla matematica, quella materia temuta da generazioni di studenti, non sempre per colpa loro.. I primi quattro incontri saranno tenuti dalla prof.ssa Stefania Aleni (ebbene sì, il direttore di QUATTRO è un insegnante di matematica alle Superiori), e si occuperanno soprattutto del mondo vastissimo dei numeri. MAMMA ARITMETICA E PAPA CAL- COLO vi faranno esplorare una realtà estremamente interessante, piacevole e per niente noiosa. Fidatevi! Nelle pagine interne: La vecchia Milano, in via Bezzecca 4 pag. 7 La RSA Giuseppe Gerosa Brichetto Quando l arte del convivio è giovane pag. 8 Il quinto incontro, invece, nasce dalla collaborazione con PACTA. dei Teatri (la Compagnia che opera presso il Teatro Oscar di via Lattanzio), che da ottobre a gennaio promuove in diverse sedi cittadine il progetto TeatroInMatematica ScienzaInScena, a cura di Maria Eugenia D Aquino e Valentina Colorni. In concomitanza con lo spettacolo MA- TEMATICA CON DELITTO: Il dilemma del prigioniero e I 7 ponti di Riccardo Mini in programmazione al Teatro Oscar dal 15 al 31 ottobre, si terrà presso la Biblioteca Calvairate il 20 ottobre l incontro dal titolo DUEL- LI, SCACCHI E DILEMMI, a cura del prof. Roberto Lucchetti del Politecnico di Milano. In particolare di questa iniziativa parleremo più diffusamente sul numero di ottobre di QUATTRO. pag. 5 Non ti vuole neanche l inferno, di Giovanni Chiara pag. 6 Il Borgo dell Ortica La storia pag. 10 ATHOS L ordinanza Corvetto alla prova Korvetto, con la K, come nello slang giovanile, come la scritta che troneggia sulla fontana della famigerata fontana di piazzale Gabriele Rosa, lì c'è scritto Korvetto Komanda anche se per ora più che comandare, è blindata dalla polizia, dai militari, dai ghisa. segue a pag. 3 Mese della cultura, seconda edizione Anche quest anno, La cultura si fa in... 4, e la nostra zona si appresta a diventare sede di eventi culturali e ricreativi quasi giornalieri. Organizzata dalla Commissione cultura del Consiglio di Zona 4 e, mentre scriviamo, ancora da deliberare da parte del Consiglio, questa seconda edizione del Mese della cultura, pur con un budget assai ridotto, riesce a proporre ai cittadini decine di iniziative, incontri culturali, musicali, teatrali, dal 18 settembre al 17 ottobre. Questo grazie alla disponibilità di tantissime Associazioni, gruppi e singoli, che hanno offerto gratuitamente il loro lavoro. Gli eventi si possono raggruppare per tipologia: tutti i lunedì alle abbiamo i quattro incontri sul tema dell alimentazione (vedi box a pag. 9); i mercoledì alle 18 alla Biblioteca Calvairate ci sono gli incontri Piazza Bonomelli, una delle località inserite nell ordinanza antidegrado sulla matematica organizzati da QUATTRO, di cui parliamo diffusamente in prima pagina; il Centro Culturale Antonianum organizza tre conferenze su Schumann nel bicentenario della sua nascita; il Centro Culturale Forlanini propone conferenze su vari temi; e poi musica anche per i giovani e teatro fatto dagli studenti. Novità di quest anno, le serate del giovedì dalle alle 24.00, CI WEBBIA- MO, dibattiti via web sui temi della città di Milano e della nostra zona, oggi e domani, guardando all Expo. In studio, esponenti dell amministrazione comunale e dell opposizione. Al termine del mese, il 16 e il 17 ottobre, il FORUM DELLE ASSOCIAZIONI presenterà alla zona e alla città le attività di decine di associazioni culturali, con numerose manifestazioni e mostre. Il programma dettagliato lo pubblicheremo nel numero di ottobre. Il programma del mese sarà disponibile a giorni, lo potrete leggere sul sito sul sito di QUATTRO su volantini disponibili presso la nostra sede, presso il Consiglio di Zona e Biblioteche rionali. Stefania Aleni

2 2 4ª Convenzione delle periferie di Milano Se non si vuole continuare ad inseguire i problemi, bensì ad affrontarli, è necessario che la questione periferie trovi una stabile collocazione nell agenda politica cittadina. Un Agenda politica che deve prevedere impegni precisi e relativi tempi di realizzazione. A ciò cercherà di dare un contributo la 4ª Convenzione delle Periferie di Milano, promossa dalla Consulta Periferie Milano che si svolgerà martedì 28 settembre alle ore 21 presso il Centro Rosetum sul tema Le Periferie sono Milano? (conferma e dettagli sul sito In questi anni la Convenzione si è consolidata come l appuntamento di fine settembre divenuto occasione per chi è attivo nelle periferie di poter incontrare e confrontarsi anche con chi opera a livello cittadino (istituzioni, informazione, ecc.), per favorire una innovativa confluenza periferie-centro. Per un fratello in più La Fondazione L Albero della Vita onlus nell ambito del progetto Per un fratello in più, dedicato all affidamento etero familiare, ricerca famiglie affidatarie pronte ad accogliere e dare amore ai bambini allontanati dalle loro famiglie d origine. L'affidamento etero-familiare è un intervento temporaneo di aiuto a bambini in difficoltà, consistente nell'inserimento del minore in una famiglia affidataria che mette a disposizione casa, tempo, attenzione e calore per il periodo necessario a risolvere la situazione di crisi della famiglia di provenienza. L Albero della Vita realizza differenti modalità di affido sulle esigenze del bambino e della sua famiglia d origine: affido a tempo pieno, affido diurno, affido nei weekend o in vacanza, affido in condizioni di emergenza Cerchiamo una famiglia affidataria per il piccolo Fabio (nome di fantasia) Fabio, appena 7 anni, è ospite presso una comunità per minori da alcuni anni. La sua storia è caratterizzata da due genitori gravemente trascuranti e poco attenti ai bisogni di un bambino piccolo. Fabio è cresciuto senza le cure necessarie e abbandonato a se stesso: quando è arrivato in comunità camminava appena, parlava un linguaggio incomprensibile e portava ancora il pannolino ad indicare che i suoi genitori non erano riusciti ad accompagnarlo nella crescita. Per questo bambino cerchiamo una famiglia amorevole e forte, con due genitori in grado di dedicargli tutte le attenzioni e il tempo che gli sono mancati. Gli interessati possono telefonare allo o al , contattarci all indirizzo oppure compilare il form online (www.alberodellavita.org). Segnalazione/1 I giardini di via Scheiwiller Gentile redazione, vi vorrei evidenziare la situazione dei giardini di via Scheiwiller, di cui vi eravate occupati già nel maggio Come vedete la storia non è finita! Nella Convenzione del 2003 è previsto che, una volta completata la sistemazione da parte della Coop. Solodarnosc, il condominio dei Box sotterranei è obbligato alla manutenzione, o in sua vece il Comune di Milano, qualora esso inadempiente. Dalla data del verbale di consegna, 13 ottobre 2008, nulla è stato fatto. Solo qualche sporadico intervento di AMSA, e cito la risposta del responsabile clienti AMSA: Comunque, anche se non di nostra competenza, siamo spesso intervenuti, per ragioni di decoro e per salvaguardare l immagine della nostra Azienda, che viene giustamente identificata da tutti i cittadini come l ente responsabile della pulizia della città. Abbiamo inoltre scritto al Comune manifestando la nostra disponibilità a prendere in carico la pulizia di quest area verde, con una integrazione del Contratto di Servizio. In attesa che la questione venga definita, per andare incontro alle esigenze degli abitanti del quartiere abbiamo raccomandato alla squadra di zona di tenere sotto controllo questi giardini, in modo che la situazione non degeneri. Dal maggio 2009 i residenti dei via Scheiwiller rivolgono richieste di intervento al Presidente del Consiglio di Zona, alla Parchi e Giardini, alla Direzione Specialistica Parcheggi, alla Polizia Locale, alla ASL, etc. senza ottenere alcun intervento. Riporto l ultima richiesta inoltrata a luglio all ufficio Emergenze Ambientali della ASL di Milano. Egregio Dott. Danesi, facendo seguito alle precedenti e mail Le volevo segnalare che la situazione dei giardini di Via Scheiwiller è tutt'altro che migliorata. Sono a conoscenza di un uscita di un dipendente ASL che ha potuto constatare la situazione di degrado in cui noi cittadini siamo costretti a vivere. Inoltre le volevo evidenziare che il caldo che sta colpendo Milano in questi giorni non agevola la situazione. Oltre al proliferare di topi e zecche c'è un continuo odore di fogna che persiste 24 ore al giorno. Le ricordo che tali giardini sono quotidianamente vissuti da bambini ed anziani. Ritengo che tale situazioni rappresenti un pericolo per la salute degli abitanti di via Scheiwiller. Premesso quanto sopra, Vi invito ad eseguire immediatamente la pulizia e disinfestazione dell area. Mi auguro di vedere prontamente accolta la richiesta, per non essere costretto ad intraprendere azione in altra sede. Gianni Daccò E possibile chiedere lo spostamento delle panchine allineate nel vialetto del civico 12 che sono costantemente abitate da giovani arroganti e maleducati che allontanano gli anziani e (oltre alla sporcizia) imbrattano tutto. Se queste panchine venissero spostate all'interno del giardino recintato forse sarebbero più controllate e utilizzate da coloro che realmente ne hanno bisogno. Inoltre l'impossibilità di stazionarvi anche a tarda sera limiterebbe la sporcizia ( e gli schiamazzi). Ho già ripetutamente chiesto l'intervento dei vigili di zona che rispondono di non potere fare nulla perchè i ragazzi sono minorenni, non possono chiedere documenti e vengono accerchiati e derisi..!! L. V. Segnalazione/2 Piazza Bonomelli Ho 41 anni e abito in piazza Bonomelli dove sono nata e risiedo tutt'ora nello stesso posto. Ho trovato due informazioni sull ex lavatoio e sul nuovo progetto su due numeri di QUATTRO. Sembrava tutto pronto, abbattimento e costruzione, ma ad oggi nulla è stato fatto oltre l'abbattimento. Sono rammaricata, ogni volta che passo sulla "pedana di legno" scricchiolante e pericolosa (ormai il legno sta cedendo) si rischia di rompere una trave e anche una caviglia, oltre ad essere diventato un "gabinetto" per adulti. C'è un odore nauseante oltre la sporcizia che si infiltra tra una trave e l'altra; quando mi affaccio al balcone la sera c'è spesso qualcuno che ci fa i bisogni, forse era meglio chiudere porte e finestre del lavatoio ed aspettare un progetto vero, non una bufala pazzesca. Raramente si vede una ruspa in movimento, a dire il vero è qualche mese che non ci entra nessuno. Era una bellissima zona con bei negozi e bella gente tranquilla, ora, no comment. B. B. Ci siamo informati presso la cooperativa edilizia che deve costruire il nuovo edificio e ci hanno informato che i lavori sono ripresi proprio la primissima settimana di settembre. Speriamo procedano. Seneca ricerca volontari Seneca-Assistenza domiciliare Anziani ricerca nuovi volontari per ampliare la propria attività di assistenza domiciliare gratuita ad anziani bisognosi residenti a Milano. L Associazione Seneca sostiene annualmente più di 300 anziani con 200 volontari. Negli ultimi anni la richiesta di aiuto da parte di persone sole e sofferenti è aumentata considerevolmente e Seneca ha bisogno di altri volontari fortemente motivati, per i quali l associazione organizza corsi di formazione gratuiti. Sono aperte le iscrizioni al prossimo corso di formazione sulla relazione d aiuto per volontari. Il corso prevede 4 incontri che si terranno sabato ottobre 2010; 6 novembre 2010 dalle ore 9.00 alle ore presso la sede di via Montevideo 5 Sono inoltre previste riunioni periodiche di formazione permanente di verifica esperienziale. L impegno minimo richiesto è di almeno due ore alla settimana. Per informazioni: Tel / ; Vittoria di campionato 2010 per la Basket Milano 76 Quattro anni fa avevamo anche noi festeggiato il trentennale della società Basket Milano 76, fondata nel 1976 da un gruppo di amici, in maggior parte ex studenti dell'istituto VERRI di via Lattanzio. Durante tutta la sua vita, il Basket Milano 76 ha partecipato esclusivamente a Tornei organizzati da Enti di Promozione Sportiva quali CSI, ACLI e UISP, essendo la filosofia della società sportiva sempre stata quella di privilegiare il divertimento e l'amore per lo sport, senza la ricerca ossessiva del risultato a tutti i costi. Ciò non ha però loro impedito di ottenere comunque buoni risultati sportivi; l ultimo primo posto, però, risaliva ormai al E per questo motivo che ora la Basket Milano 76 è particolarmente orgogliosa del primo posto vinto nel Bronze League Campionato UISP 2010! Un bel risultato, veramente meritato! Ah, dimenticavamo di dirvi che la società cerca uno sponsor: c è qualche attività commerciale interessata? InfoMilano Si chiama InfoMilano, l iniziativa dell assessorato alle Aree Cittadine e Consigli di Zona per dialogare con i cittadini e dare informazioni sui servizi dell Amministrazione. "Abbiamo pensato questo servizio dice l assessore alle Aree Cittadine e Consigli di Zona, Andrea Mascaretti per portare il Comune di Milano sempre tra i cittadini con un servizio informativo in grado di far conoscere agli utenti i servizi messi a disposizione dall amministrazione e dalle Zone. InfoMilano sarà in grado di erogare direttamente alcuni servizi, primo tra i quali, il rilascio delle certificazioni anagrafiche, grazie alla collaborazione con l assessore ai servizi civici". I prossimi due appuntamenti in zona 4 sono il 14 e il 28 settembre presso il MERCATO MOMPIANI in P.le Ferrara Un nuovo anno agli Anni verdi Inizia un altro anno accademico agli Anni verdi, con l offerta di un centinaio di proposte che coprono il settore umanistico, linguistico, scientifico, giuridico-economico, artistico. Presenti anche settori meno accademici, quali quello della cura del corpo, del tempo libero, delle attività motorie. Le iscrizioni sono aperte dal 13 settembre presso la segreteria di viale Corsica 68, palazzina interna al terzo piano, dal lunedì al venerdì dalle alle Informazioni allo e mail e sito Premio Letterario 2010 Il Centro Culturale Antonianum ha bandito la 11 edizione del Premio Letterario dedicato alla Poesia e alla Narrativa. Per la sezione Poesia, ogni concorrente deve inviare da tre a cinque composizioni inedite, ciascuna non superiore a 40 versi, per la sezione Narrativa, ogni concorrente deve inviare un breve racconto di vario genere inedito per un massimo di battute. La scadenza per l invio delle poesie o dei brevi racconti è fissata al 31 ottobre 2010 e la quota di partecipazione è di 20,00 euro. Per informazioni ci si può rivolgere al Centro Culturale Antonianum, Corso XXII Marzo 59 - Tel./Fax Storie industriali A breve uscirà il libro dedicato alle fabbriche che hanno svolto la loro attività in Zona 4, ma la nostra ricerca prosegue. Sono ancora tre le ditte sulle quali stiamo raccogliendo notizie e delle quali vorremmo trovare testimonianze dirette di chi vi ha lavorato o ha avuto parenti che sono stati impiegati. Le aziende sono Kores, Zenith e Vortice. Ci rivolgiamo ai nostri lettori perché ci diano una mano a riportare alla luce storie ed episodi di queste tre fabbriche che sono state parte della storia della zona 4. Perché lasciar perdere memorie che possono essere trasmesse? Contattateci allo o al Ci contiamo.

3 3 L ordinanza Corvetto alla prova segue da pag. 1 La Corvetto d'oro Il Corvetto non è solo degrado, anzi le numerose realtà culturali, associative, sportive, sociali che operano in quel quartiere sono lì a testimoniare con la loro presenza e le loro attività che c è molto di buono che va riconosciuto e sostenuto. La testimonianza che ci ha inviato la Croce d Oro ne è un esempio. Croce d Oro Milano nasce nel 1957 nel L Associazione Quartiere Corvetto e da oltre 50 anni siamo presenti sul territorio 24 ore su 24, 365 giorni all'anno. Nel corso di tutti questi anni hanno fatto parte di questa associazione tanti ragazzi nati e cresciuti in questa zona. Oggi siamo in 200 molti di noi tutt'ora abitano in Corvetto. Da anni questa zona è segnata da momenti difficili, da conflitti generazionali ed etnici. Il Corvetto è un quartiere popolare con i suoi mille difetti e mille contraddizioni come tanti altri ma noi siamo una realtà positiva di aggregazione dove nuove e più attempate generazioni, possono confrontarsi l'una con l'altra ponendosi sempre un obiettivo comune, quello di donare parte del proprio tempo al servizio della comunità. Nella nostra associazione, oltre ai compiti statutari di primo soccorso si affiancano anche obiettivi più sfumati ma non per questo meno importanti. Siamo una risorsa educativa per i giovani che ne vengono a fare parte in qualità di volontari e una possibilità di rinascita per i più maturi. Abitiamo in un quartiere non facile, ma la forza e la volontà che contraddistinguono questa nostra realtà, per molti che sono nati e vivono in Corvetto, sono state più seducenti della violenza e del disagio di questo quartiere e forse è anche per questo che siamo ancora qui. Noi il Corvetto lo viviamo di giorno e di notte, conosciamo ogni strada, palazzo, via e lampione che lo contraddistingue, non sempre tutte le porte sono aperte ma la dedizione e l'impegno che trasmettiamo sono sicuramente fonte di una stima e fiducia riconosciutaci dai nostri vicini. Abbiamo deciso di mettere a disposizione di questo quartiere la nostra dedizione non solo per gestire i servizi di urgenza/emergenza, ma anche per essere un punto di riferimento formativo e culturale del mondo del volontariato del primo soccorso e di aggregazione attraverso l'organizzazione di eventi e feste che coinvolgano in modo esperienziale la zona, ci siamo proposti come un'alternativa possibile a questa complessa e difficile realtà territoriale. Abbiamo spesso paura, certo; a volte ci sentiamo dei Don Chisciotte che combattono contro i mulini a vento, ma siamo sempre qui...perchè noi ci crediamo! Siamo stati oggetto di furti, atti vandalici e irruzioni nella sede dove svolgiamo la nostra attività più volte; momenti di sconforto e di spavento hanno accompagnato la nostra crescita, ci siamo sentiti soli e invisibili agli occhi delle istituzioni ma non ci siamo mai sentiti abbandonati dagli abitanti di questo quartiere e grazie anche a questo siamo sempre riusciti a trovare la forza di abitare qui... Laura Perego Un quartiere che era dei milanesi e che io mi ricordo che qui giocavamo in mezzo alla strada anche fino alle dieci di sera, ma adesso.... Eh sì, adesso è degli stranieri e dei kebab. Troppo trambusto, troppi assembramenti di gente, il parterre di corso Lodi che diventa un Oktoberfest ogni sera, i giardinetti di piazzale Cuoco dove si spaccia, i phone center con le insegne accese ad oltranza anche dopo la mezzanotte, i quartieri popolari. Un quadro difficile, un mosaico di tante facce e di tante voci, anche se, alla fine, le più forti sono state quelle dei residenti che chiedevano sicurezza. Prima è arrivato il 'pattuglione' misto, quello con i carabinieri e i militari, ma alle 18 andava via e allora non serve. Poi, qualche settimana fa, prima dell'estate e del consueto esodo da desolazione delle periferie, arriva la notizia del coprifuoco, anche se il Comune non l'ha chiamato così, bensì ordinanza : gli esercizi di vendita al dettaglio devono chiudere non oltre le 22, i ristoranti non oltre le 2, le kebaberie entro le 24, i centri massaggi entro le 20 e i phone centre non oltre le 22. Tutti a nanna presto, prestissimo, insomma. Ovviamente per verificare che l'ordinanza venga rispettata arrivano i Vigili che controllano, girano per il quartiere e, è successo, si ritrovano anche accerchiati da 20 persone che vogliono liberare dall'arresto un loro amico e gliele danno di santa ragione. I Vigili danno le multe, circa 50 tra violazioni dell'ordinanza e extraordinanza (perchè quando si controlla si controlla tutto, e capita che si chiuda anche il Roxy Bar che aveva le blatte nel retrobottega, insieme a dei letti e al cibo avariato), capita anche di beccare in flagranza qualcuno che ruba un'auto e arrestarlo sotto gli occhi delle televisioni, mentre la gente alla finestra finalmente si sente più sicura. Non c'è dubbio che i residenti siano soddisfatti dell'aumento dei controlli nel quartiere, ci voleva anche solo per un effetto placebo di maggior serenità, ma siamo davvero sicuri che chiudere prima locali, ristoranti, pizzerie e chi più ne ha più ne metta, sia la soluzione giusta? Non si potrebbe invece pensare di lasciare i controlli degli agenti anche dopo la fine dell' effetto ordinanza che scade il 16 ottobre? Cosa succederà in autunno quando i locali potranno di nuovo rimanere aperti e non ci saranno più i controlli? Korvetto komanderà di nuovo? Federica Giordani Striscia blu mi piaci tu? Sono in pieno svolgimento le operazioni di tracciamento delle strisce blu nell ambito 17: parallele alla strada, metà sulla strada e metà sul marciapiede, oblique, tutte di un bel blu, alcune gialle per i posti riservati, altre per il carico-scarico, alcune bianche per le moto. Man mano piantano dei bei pali per il momento incappucciati con graziosi sacchi neri, che nascondono ancora per un po la dura verità per i non residenti, che potranno sostare dalle 8.00 alle a pagamento. Dovrebbero essere contenti i possessori del pass (quello provvisorio sta già arrivando a domicilio) anche se abbiamo sentito già qualche malumore per la posizione delle strisce: abituati a parcheggiare a spina di pesce o a pettine nelle vie più ampie, adesso le strisce blu obbligheranno a parcheggiare in modo regolare. Abbiamo girato a questo proposito all ufficio Servizio segnaletica di Piazza Beccaria una segnalazione relativa in particolare alle vie Sebino e Gressoney, chiedendo nel contempo che vengano recuperati il numero maggiore possibile di parcheggi per evitare anche la concreta possibilità che poi si parcheggi in modo improprio su marciapiedi o altro. Riportiamo la risposta che può sicuramente interessare molti residenti. In merito alla segnalazione pervenuta, si specifica che la scelta di tracciare gli stalli di sosta paralleli al marciapiede e non a lisca di pesce o a pettine ha una motivazione di carattere tecnico. Via Gressoney, strada a doppio senso di circolazione ha un calibro stradale di 13,30 metri; regolamentare a lisca o a pettine non garantirebbe l arretramento richiesto dalle norme tecniche di costruzione delle strade: di metri 6 per gli stalli di sosta a 90, di metri 4,50 per gli stalli di sosta a 45. In via Sebino è stato possibile tracciare gli stalli di sosta a lisca sul lato n.c. dispari e paralleli al marciapiede sul lato n.c. pari in quanto la strada a doppio senso di circolazione ma con calibro stradale di metri 14 garantisce l arretramento minimo previsto da quanto sopra. Stefania Aleni La fontana di Marinai d Italia rimessa a nuovo Cartolibreria da Stefania VIA SPARTACO, Milano - Tel/fax CANCELLERIA GIOCATTOLI GADGETS FOTOCOPIE B/N E A COLORI STAMPA DA FILE B/N E A COLORI TIMBRI TIPOGRAFIA LIBRI DI VARIA su ordinazione ORARIO DI APERTURA MATTINO POMERIGGIO LUNEDI CHIUSO da MARTEDI a VENERDI SABATO STUDIO DENTISTICO DALLʼAGNOLA Lo studio dentistico Dallʼ Agnola, specializzato in protesi estetica, paradontologia, implantologia e ortodonzia infantile è a vostra disposizione per una prima visita gratuita con diagnosi e preventivo. Dir. San.Dott.sa Cristina Dallʼ Agnola MEDICO CHIRURGO - ODONTOIATRA Milano - Via Sigieri 6 Tel sezione odontoiatri VETRAIO & CORNICIAIO Sostituzione vetri di ogni tipo a domicilio Vetrate termoisolanti e antirumore Vetri per porte interne e finestre Vetrine per negozi, specchi Cornici in ogni stile - moderne e antiche Via Arconati, 9 - ang. P.le Martini Tel/fax Cell via Arconati, Milano Tel IL LIBRACCIO ACQUISTA E VENDE TESTI SCOLASTICI NUOVI E USATI CON DISPONIBILITÀ IMMEDIATA TUTTO L ANNO. ACQUISTA E VENDE TESTI DI NARRATIVA, SAGGISTICA, MANUALISTICA, LIBRI D ARTE ED EDIZIONI BANCARIE, CON VALUTAZIONE E RITIRO A DOMICILIO PER GROSSI QUANTITATIVI ED INTERE BIBLIOTECHE. ACQUISTA E VENDE CD NUOVI E USATI, DVD, VIDEOGIOCHI E LP.

4 4 Alla Parrocchia di San Luigi Gonzaga servirebbe un colpo di Teatro Da tempo ormai il teatro della Parrocchia di Piazza San Luigi è chiuso ed è un peccato perché per anni la sala è stata un punto di incontro importante per la cultura della zona 4 e non solo. Ora, come ci dice il Parroco Don Massimiliano Sabbadini, problemi strutturali e di sicurezza ne impediscono l apertura al pubblico: servirebbero fondi ingenti, molto superiori alle possibilità economiche della Parrocchia. Certo se si fossero sponsor illuminati e generosi. ci dice ancora Don Massimiliano, senza finire la frase. La monumentale Chiesa Parrocchiale dedicata a San Luigi Gonzaga, in stile lombardo, voluta dal Parroco/Architetto di Vergiate, Don Locatelli, nel 1872, ideata dall Ing. Antonio Casati, consacrata il 3 luglio del 1897, domina la piazza omonima, che è troppo piccola e stipata di auto per accoglierla. Prima qui non c era nulla: scorreva il Redefossi e intorno campi e cascine. Ma era iniziata l era industriale che avrebbe cambiato il panorama sociale, economico e urbano della città e con esso una forte espansione della popolazione che si installava nella zona per lavorare nelle nuove realtà industriali. La nuova parrocchia ne divenne il centro di aggregazione. E intorno alla Chiesa si formò un microcosmo, che sopravvive ancora oggi, con botteghe artigiane, macellai e fruttivendoli, bar e ristoranti, unico in zona 4 per il suo carattere di piazza di paese. La Chiesa fu dedicata, come dicevamo, a San Luigi Gonzaga (nato a Castiglione delle Stiviere nel 1568 e morto a Roma nel 1591): figlio di Ferrante Gonzaga e Marta Tana di Santena, primogenito di sette figli, educato alla vita militare, decise dopo un soggiorno alla corte di Filippo II di Spagna di entrare nella Compagnia di Gesù a Roma. Cagionevole di salute ma dedito ad opere di bene durante le grandi epidemie romane, morì a 23 anni dopo aver portato all ospedale, sulle spalle, un appestato. Secondo misteriosi criteri di spartizione che un tempo consentivano di suddividere la devozione dei fedeli e moltiplicarne le presenze, il corpo fu tumulato nell altare barocco di Sant Ignazio a Roma, il cranio nella basilica di Castiglione delle Stiviere e la mandibola nella Chiesa Madre di Rosolini in provincia di Siracusa. Nella Chiesa di San Luigi a Milano, invece, il 21 giugno, giorno della festa patronale, viene esposto alla devozione dei fedeli un osso di grande dimensioni appartenuto al Santo. Ma torniamo a Don Massimiliano Sabbadini, nato a Varese nel 1963, che dopo la maturità classica al Berchet e cinque anni di seminario è stato ordinato sacerdote in Duomo dal Cardinal Martini nel Dopo varie esperienze in Diocesi è diventato, nel settembre 2008, parroco di San Luigi, dove ha ritrovato come Parroco emerito Don Luigi Franzioni nella cui Parrocchia aveva celebrato la sua prima messa. Dal luglio 2010 è stato nominato Decano del Decanato Vigentino. Il Teatro, ci dice ancora, è solo uno dei problemi di una struttura complessa come la Parrocchia di San Luigi e non tra i più importanti. C è il calo delle vocazioni, la presenza dei giovani negli oratori, il confronto con culture diverse ed ora questa campagna giornalistico/politica per il coprifuoco della zona Corvetto che avrà conseguenze sociali imprevedibili. Entusiasta, concreto, impegnato in particolare nel settore giovanile, sportivo e oratoriale e con un piglio manageriale che non guasta, Don Massimiliano Sabbadini ha risposto così alle nostre domande. Quale è il rapporto tra la Parrocchia di San Luigi e la realtà del territorio di cui fa parte? La Parrocchia ha un rapporto nativo con il territorio circostante, essendo di fatto cresciuti insieme. Certi tratti caratteristici di relazione tra San Luigi e il territorio sembrano più tipici di un paese che di una realtà metropolitana; comunque rappresentano bene un quartiere che non ha perso una certa dimensione umana e la sua identità (ne sono un esempio la Festa del quartiere che coincide con la Festa patronale di San Luigi, il fatto che molte famiglie si conoscano da generazioni, la testimonianza di un vicinato che ha ancora qualche significato anche nei grandi condomini di Corso Lodi, la presenza di negozi storici e del quasi centenario Circolo Acli di via Don Bosco dove si sente ancora parlare il dialetto ). La partecipazione dei parrocchiani alla vita liturgica e comunitaria è piuttosto buona, al di sopra della media cittadina. Anche i giovani non mancano ed è da notare la frequenza alla Messa e alla Confessione di chi è a Milano per studio o per le prime esperienze di lavoro, provenendo da altre regioni. Inoltre la Chiesa è spesso frequentata per brevi visite di preghiera personale anche da persone di provenienza straniera, che trovano a San Luigi ancora qualche aspetto tradizionale devozionale che favorisce il loro profondo sentimento religioso. La Parrocchia ha progetti specifici per l accoglienza e l aiuto a stranieri ed extracomunitari, anche al di là della loro fede religiosa? Il Centro d Ascolto Caritas, che i volontari della Parrocchia conducono generosamente e con competenza congiuntamente a quelli di Ognissanti, sostiene mediamente ogni anno circa trecento interventi di accoglienza del bisogno e di aiuto a molte persone, almeno metà delle quali straniere. In questa direzione interviene anche il servizio di Guardaroba condotto da un gruppo di signore volontarie della Parrocchia. Inoltre alcune insegnanti organizzano più volte la settimana, durante l anno scolastico, un prezioso servizio di Doposcuola frequentato principalmente da ragazzi di provenienza straniera che hanno qualche difficoltà di integrazione scolastica. Stranieri ed extracomunitari non significano sempre e solo situazioni di necessità. Nella Comunità cristiana di San Luigi c è spesso la celebrazione del Battesimo di nuovi fratellini che appartengono a famiglie cattoliche provenienti da Asia, America Latina, Africa, Est Europa. Altri ragazzi e giovani di famiglie straniere si inseriscono nei normali cammini di catechismo, di preparazione al Matrimonio e nelle varie proposte della Parrocchia. San Luigi Gonzaga è il protettore dei giovani: come la Parrocchia di San Luigi interpreta questa sua caratteristica? San Luigi, modello della gioventù di tutto il mondo, stimola la parrocchia a realizzare sempre generosamente e al passo coi tempi quella splendida avventura di impegno educativo e di protagonismo spirituale e comunitario delle giovani generazioni che è l Oratorio: sotto questa sigla stanno un ampia serie di proposte, attività, idee che la Comunità - attraverso il servizio di decine e decine di volontari e la preziosa presenza di un giovane sacerdote ( finché ci sarà, visto il calo numerico dei preti ) - rivolge a bambini, ragazzi, adolescenti e giovani, camminando e crescendo con loro su vie di senso profondo della vita, improntate da fede, gratuità, amicizia e impegno. Nell Oratorio riveste una particolare importanza per la sua continuità e per le molte chance educative la Società polisportiva Fortes in fide che conta quasi 400 iscritti: non è facile mantenere alta la qualità delle competenze educative e sportive dei volontari che la conducono e dunque è sempre vivo l appello a chi voglia cimentarsi con seria volontà in questa bella impresa umana e cristiana a servizio di bambini, ragazzi e giovani. Secondo la sua esperienza giornaliera, che cosa andrebbe migliorato e che cosa manca oggi per un più costruttivo rapporto tra Chiesa e fedeli in una realtà come quella della zona 4? La Chiesa e i fedeli sono la stessa realtà, nella quale si danno poi vocazioni e ruoli diversi, ma tutti sulla stessa barca, quella che Gesù ha affidato a Pietro. C è da crescere nel rapporto con e dal territorio: non sempre da buoni cristiani siamo attenti e partecipi alla realtà sociale nella quale siamo immersi. Non serve lamentarsi, è meglio utilizzare momenti e strumenti della cosa pubblica per migliorare la vita del nostro quartiere. Occorrono anche nuove, libere e forti vocazioni alla Politica, con la P maiuscola. Non cresceranno senza una mentalità diffusa più fiduciosa nell apporto di tutti alla qualità alta del vivere insieme. Grazie a Don Massimiliano per la sua disponibilità e auguri a nome di tutti i nostri lettori perché la qualità alta del vivere insieme possa essere non solo un auspicio ma una realtà per ognuno di noi e per la comunità. Francesco Tosi Oggettistica in argento, bastoni da supporto e collezione con manico in argento e metallo argentato Si effettuano riparazioni, argentatura e doratura di oggetti usati Sostituzione schienali per cornici da martedì a venerdì Viale Umbria Milano Tel Premio Milano produttiva 2008 Premio Artis Lombardia Artigiana 2008 Cartoleria MONTENERO LIBRI CANCELLERIA GIOCATTOLI ARTICOLI DA REGALO FORNITURE UFFICI TARGHE, TIMBRI, STAMPE SERVIZIO FOTOCOPIE E FAX Via Bergamo, 2 (angolo Viale Montenero) tel e fax Macelleria LUIGI BRUNELLI Tel MERCATO RIONALE DI VIALE UMBRIA le migliori carni italiane ed estere pollame salumi carne suina accurato servizio a domicilio offerte speciali settimanali di vari tagli vasto assortimento di pronti a cuocere

5 Le Residenze Sanitarie per Anziani in Zona 4 La RSA Giuseppe Gerosa Brichetto di via Mecenate Il primo di tre servizi sulle RSA comunali della zona per conoscere realtà spesso distanti dalla nostra vita, finchè non ne abbiamo bisogno 5 LA COOPERATIVA KCS E LA GESTIONE DELLA RSA DI VIA MECENATE Il benessere dell anziano dipende innanzitutto dalla possibilità che ha di sentirsi soggetto della sua vita e non solo oggetto delle attenzioni di chi gli sta vicino. Questa è una delle prerogative della KCS Caregiver, una cooperativa sociale che si occupa della gestione di molte RSA, ossia residenze sanitario-assistenziali per anziani, in Italia. Tra le circa 80 strutture che gestisce, c è anche quelle intitolata a Giuseppe Gerosa Brichetto sita in via Mecenate 96 e aperta nel maggio La struttura è diretta dalla dott.ssa Manuela Canevari che ci spiega come la residenza in questione sia stato il primo esperimento che il Comune ha fatto di esternalizzare la gestione ai privati attraverso appalti di gara, vinti appunto dalla KCS. Infatti lo stabile, costruito nel 2000, è di proprietà del Comune di Milano che, nella persona della Dott.ssa Zazzi ogni mese presente in struttura, si interessa personalmente delle problematiche relative alla vita degli ospiti. La direttrice, dott.ssa Manuela Canevari GLI OSPITI RESIDENTI Gli ospiti residenti, per lo più totalmente non autosufficienti e colpiti da diverse patologie legate principalmente alla terza età, sono 120, la cui età media è di circa 82 anni (ma spesso si festeggiano i 100 anni!) con uno sbilanciamento notevole delle donne rispetto agli uomini che, in proporzione, sono 25 rispetto al totale. Sono sistemati su 4 piani in camere per lo più doppie con servizio privato. 102 tra queste persone sono gestite dalle liste d attesa del Comune e 18 sono a solvenza diretta, cioè facenti direttamente capo alla KCS. Le prime, dunque, hanno un contratto aperto direttamente con il Comune che gestisce il pagamento della retta mensile e restituisce all ospite per le piccole spese personali una quota fissa al bimestre. I tempi di attesa, in entrambi i casi, sono abbastanza lunghi e, almeno per quanto riguarda la cooperativa, si aggirano intorno all anno e mezzo. A tutti si garantisce un servizio medico che copre l intera giornata, dalle 8 alle 20. IL SERVIZIO DIURNO Si offre anche a 30 persone autosufficienti, suddivise anch esse in due liste (25 gestite dal Comune e 5 a solvenza diretta) un servizio diurno nei giorni infrasettimanali, il cui valore dice la dott.ssa Canevari - è molto importante perché è utile sia all ospite per socializzare sia alla famiglia come supporto, nonché permette di rendere meno traumatico un eventuale ricovero permanente, cosa che molto spesso accade. Tale servizio offre la possibilità all ospite di trascorrere presso la struttura l intera giornata, scandita da ritmi precisi: si offre loro il pranzo, si coinvolgono nelle attività di animazione e di fisioterapia, si fa loro il bagno assistito una volta a settimana e si riaccompagnano a casa nel tardo pomeriggio direttamente dagli operatori della cooperativa. LA GIORNATA: PASTI E ANIMAZIONE Così, appunto, è anche organizzata la giornata degli ospiti residenti che inizia alle 7 circa con la pulizia personale ad opera degli operatori del centro e termina con la messa a letto dopo cena a partire dalle 19. I momenti del pranzo o della cena sono molto importanti nella routine quotidiana e sono diversificati in base alle esigenze degli ospiti: ad un primo gruppo di persone totalmente non autosufficienti e Un ampio soggiorno per gli ospiti quindi bisognose d aiuto, i piatti vengono serviti prima intorno alle e alle 18.30, mentre al resto degli ospiti circa mezz ora dopo. Inoltre è presente un servizio di dietologia, calibrato ad personam. Va ricordato che il tutto, dalla colazione alla cena, è portato a domicilio da Milano Ristorazione e nelle cucine della residenza vengono preparati solo i primi (pasta o riso) esclusi i condimenti, anche quelli inviati dalla società di ristorazione milanese. Per quanto riguarda le attività di animazione, momenti utili all ospite per l aggregazione, si offrono per lo più attività sensoriali, utili - come dice la direttrice - a ricostruire un ricordo nella mente dell ospite. Inoltre gli animatori vivacizzano le giornate di festa come Natale e Pasqua, quando vengono invitati anche i parenti degli ospiti e il pranzo viene servito in salone. IL MINUTAGGIO Scendendo nel particolare, un aspetto importante da considerare è il minutaggio. Con questo termine si indica l attività che gli operatori, dai medici, a.s.a. e infermieri agli animatori e assistenti sociali, devono erogare agli ospiti. Il Comune di Milano ha fissato per l accreditamento un tempo base, pari a 901 minuti a settimana per ospite più 200 m/s per i non autosufficienti, ma nel caso di questa struttura tale lasso di tempo è aumentato. Rispetto all appalto precedente, però, ci sono state delle riduzioni relative al centralino notturno (risolto attraverso la fornitura di un cordless ad ogni piano della struttura) e al medico di notte (sostituito dalla reperibilità), tagli dovuti e che non ricadono direttamente sulle attività quotidiane dell ospite. IL COMITATO PARENTI Inoltre, nella struttura in Via Mecenate è stato istituito all inizio di quest anno il primo comitato parenti, il cui presidente è il signor Angelo Mario Misani e a cui collaborano altri 7 rappresentanti, che ha lo scopo di svolgere un attività di interfaccia tra la cooperativa KCS, il Comune di Milano e i parenti degli ospiti. Quest ultimi riescono così a dar voce alle lamentele e ai problemi che riscontrano nella gestione dei loro cari e la cooperativa, insieme al Comune, si impegna formalmente a cercare di migliorare la situazione. L iniziativa è stata replicata anche nelle altre residenze comunali della zona, visto il riscontro positivo che il comitato ha avuto. Insomma un oasi abbastanza felice per i nostri anziani! FESTIVAL ANDINO INTI RAYMI All interno del Mese della cultura, si terrà il 19 settembre dalle alle 19.00, presso il POLITEATRO di viale Lucania 20, il FESTIVAL AN- DINO INTI RAYMI, che vuole essere un punto di riferimento della promozione di danze, balli, folklore, musica ed arte dei paesi andini. Organizzato dall associazione CIRCLA (Centro Integrazione Rappresentanza Comunità LatinoAmericana) con altre associazioni cultuali, nasce con lo scopo di diffondere la cultura dei paesi dell area andina e di creare un ponte di scambio tra la comunità migrante sudamericana proveniente da tali paesi e gli italiani che l accolgono. Si susseguiranno sul palco artisti sudamericani con proposte musicali e danzanti, L.M. che valorizzeranno la ricchezza e varietà culturale dei vari paesi d origine. Un secondo appuntamento L'INCONTRO DEI DUE MONDI: LA REPUBBLI- CA DOMINICANA IN- CONTRA L ITALIA si terrà il 12 ottobre, ma lo presenteremo più in dettaglio nel prossimo numero di QUATTRO. C O C E N ODONT O I A T R I C O R O SANFELICE s.r.l. LA PREVENZIONE AL CENTRO OFFERTA DI BENVENUTO SOLO PER IL MESE DI SETTEMBRE, IL NOSTRO CENTRO VI OFFRE: PRIMA VISITA BIMBI PRIMA VISITA ADULTI RADIOGRAFIA PANORAMICA DIAGNOSI E PREVENTIVO LEZIONE DI IGIENE ORALE PRENOTA ALLO Via Luisa Sanfelice, 8 (P.za Martini) Milano - Tel Urgenza BUS: TRAM 12 MM3 CORVETTO E LODI TIBB - PASSANTE P.ta VITTORIA le melarance laboratorio artigiano di cartonaggio SCATOLE, ALBUM FOTO, ARTICOLI DA REGALO E BOMBONIERE REALIZZATI A MANO ANCHE SU MISURA E PERSONALIZZATI Via L. De Andreis 9, ad. Viale Corsica - Milano tel/fax e mail orario continuato mar-sab 9/19 chiuso lunedì STUDIO TECNICO ARCH. CLAUDIO GORINI Certificatore Energetico degli edifici Attribuisce una Classe di prestazione allʼunità edificio-impianto Suggerisce interventi mirati alla riduzione dei costi In Lombardia dal 1 Luglio 2009 è OBBLIGATORIO allegare il Certificato Energetico agli atti di trasferimento a titolo oneroso - ROGITO. Il Certificato Energetico è essenziale per accedere alle detrazioni fiscali del 55% per gli interventi di ristrutturazione. CONTATTATECI PER RICHIEDERE UN PREVENTIVO SENZA IMPEGNO Via Tito Livio n Milano Tel Fax Cell Certificatore Energetico CENED LOMBARDIA

6 6 GIALLOQUATTRO/27 NON TI VUOLE NEANCHE LʼINFERNO Ti svegli e capisci che sei vivo. C è coma e coma, il tuo è stato una pausa nella comunicazione, a tratti sentivi e capivi, ma non riuscivi a fare altro che quello. In tutta la filmografia ospedaliera chi si sveglia dal coma si trova al centro di un accorrere di infermiere sculettanti, dottori fascinosi e dottoresse mozzafiato. Tu invece ti sei svegliato e continua a non accorgersene nessuno. Ti rendi conto di avere più fili addosso di una marionetta, e di essere corazzato di gesso. Arriva tua moglie, ti trova sveglio e corre a chiamare rinforzi. Una di chiesa come lei non può non pensare al miracolo, il che ti lascia supporre di essere rimasto in coma minimo due anni. Invece ci sei stato quattro ore, il resto è stato indotto e s è mescolato con le anestesie degli interventi: il nirvana. Di sano hai poco. Come non bastasse, il cuore scompensa, da Rianimazione finisci a Medicina d Urgenza. Tua moglie viene a trovarti tutte le sere, spesso con tuo figlio. Il fatto di essere immobile a fare i conti con il degrado non può migliorarti il carattere, ti riveli un paziente difficile. Decidi di adottare la resistenza passiva e non fiati. La cosa viene talmente bene che insisti, ci incappa anche il tuo capo, che è in compagnia di Magri. A vederti che sembri il Cristo del Mantegna la grandissima carogna che è Magri si commuove, tu pensi che sia perché non sei morto e rompi il silenzio per dirglielo. Arriva anche Stiaccini, che sarà scemo, ma almeno ti racconta cosa è successo, visto che ne hai ricordi vaghi. «Erano in sei sopra quel SUV, se non ti si inceppava la mitraglietta facevi un macello» dice. Pensi alla raffica che avresti potuto mandare contro quel parabrezza, e provi un dispiacere feroce all idea di non averli ammazzati tutti. In coda a quelli della tua squadra viene in visita un giovanotto in divisa che non riconosci. E a lui che hai preso la mitraglietta; ma siamo sicuri che si sia inceppata? Lui dice sì, a te resta il dubbio, certo è che sparare non ha sparato. Tua moglie è una gran signora, si è portata in casa Nick, che le sta disboscando il terrazzo, e continua a venirti a trovare ogni giorno nonostante l accoglienza. Anche tuo figlio ce la sta mettendo tutta. Il suo ideale erotico non è più Fergie dei Black Eyed Peas, ma Gabriella Cilmi, che avrebbe delle cosce da urlo. Ti porta una foto, senza urlare concordi. Un giorno ti arriva davanti Betty, guardi il soffitto e continui a tacere. «Ma è sicuro che questo capisce?» domanda lei con la solita voce troppo alta e troppo napoletana a tua moglie. Il personale non è male. A parte un infermiera che sembra un lottatore di sumo e ti maneggia come dovesse farti pagare le sue frustrazioni erotiche, gli altri sono gentili. Hai simpatia per il filippino che porta i pasti. Credevi di sapere tutto sugli stranieri, che sono la quasi totalità della tua clientela; in realtà non conoscevi quelli che lavorano e non delinquono, tacendo li osservi e li apprezzi, è gente perbene. A proposito di cibo, appena ti permettono di alimentarti pianti un risoluto sciopero della fame, finisce che ti rimettono la flebo. L infermiera del sumo ti avverte a brutto muso che se continui a non mangiare perderai la capacità di farlo, perciò ti arrendi allo strettamente indispensabile per sopravvivere, mezzo piatto di primo basta e avanza. Passa il prete e capisce che hai l anima allo stato brado. «Vade retro Satana» gli intimi. Si arrende e gira alla larga, levandoti il divertimento. «Lei cinquant anni fa doveva essere uno schianto» dici a una delle volontarie, così ti giochi la categoria. Finalmente ti tolgono le ingessature, sotto puzzi di un tutto repellente e acido. Dopo una tappa a Traumatologia ti mandano a Riabilitazione. «Cercheremo di farla ritornare nelle stesse condizioni di quando è stato ricoverato» ti annuncia una dottoressa bruna e molto fine. Calcolando che quando sei stato ricoverato eri in coma, non ti sembra un gran traguardo. Una cosa che non sopporti degli infermieri è l abitudine di dare del tu. E che cappero! Decidi di riacquistare la parola e apri le ostilità, e ti viene facile perché le infermiere di quel reparto sono davvero antipatiche. Cominci a strapazzarle. Non hanno più il coltello dalla parte del manico: t - hanno tolto il catetere, viaggi in carrozzella, riesci ad andare in bagno da solo e in capo a poco puoi anche metterti diritto e camminare con il bastone. «Ma come fa a sopportarlo?» domanda una a tua moglie. Lei, che è allo stremo eppure continua a fare la buona samaritana, risponde che infatti siete separati. Ti dice che ATHOS non è pensabile farti tornare nella tua cantina: andrai a casa sua, che era stata casa vostra, ha già ordinato una branda da mettere in camera del ragazzo. Tu zitto. Fra la varia umanità da riabilitare c è un musulmano di quelli tosti, con tanto di moglie adeguatamente imballata in visita. A una cert ora si mette a fatica in ginocchio sopra un tappetino, in corridoio. «Prega che ti fa bene» gli dici ogni volta che gli passi vicino. A metà agosto, per la gioia dei vivandieri, inizia un gagliardo ramadan. Tanto per far qualcosa ti dichiari cattolico praticante e annunci che di venerdì non puoi mangiare carne, che del resto non mangi mai, ma lì non se ne è accorto nessuno. Ti liquidano con una mattonella di stracchino, e c è anche il rischio che, pensando alla conversione, ritorni il prete. Frequenti il club fumatori, sul pianerottolo, le poltrone sono le vostre carrozzelle. Tutti giovani incidentati da motociclo, meno uno che è caduto da un impalcatura. Ti chiedono se in polizia è come si vede nelle fiction, rispondi che quelle delle fiction sono minchiate. Ti fai un idea delle badanti, certe è meglio perderle che trovarle. Ce n è una alta, bionda, burrosa e con il mammiferume che tracima in bella mostra. Cattivissima. All ora dei pasti non fa che scambiarsi insulti con la altrettanto cattivissima vecchietta datrice di lavoro, scene da malavita, le si sente per tutto il piano. Finché, dopo tre mesi di ricovero, arriva il grande giorno. Quando sei entrato pesavi settanta chili, adesso sfiori i cinquantasei. La caposala, con la sua supponenza sprezzante da diva, ha chiamato due ambulanze. Mentre tua moglie si danna l anima per implorare il foglio di dimissioni, lei se la danna perché l ambulanza superflua finirà per doverla pagare l ospedale. Hai il tuo piano, quando stanno per metterti a bordo lo fai scattare. «Andiamo in Via Archimede» dice tua moglie. «Col cavolo, andiamo in Corso Lodi» dici tu. Scoppia il finimondo. «So benissimo perché mi porti a casa tua, mica l ho dimenticata la Sacra Rota! Ma ti inchiodi, se vuoi c è il divorzio, l annullamento te lo sogni, con il vaticanume non mi mescolo. Io mica pretendo di bruciare le chiese, appiccare i preti, congolizzare le suore, fare scempio di arredi sacri, vendere i chierici sui mercati orientali! Voglio solo essere lasciato in pace, libera chiesa in libero stato, omnia munda mundis, il dado è tratto, signora mia non ci sono più le mezze stagioni, qua si fa l Italia o si muore!» Lei ti guarda inorridita. Sta per piangere. Si volta, s allontana. Tuo figlio non sa che fare, finisce per seguire la madre. «Uno crede di aver sposato una donna normale, e si ritrova per casa una mezza monaca che ha come riferimento erotico Formigoni, cioè quello che butta via i soldi delle tasse che mi ciuccia per foraggiare chi va nelle scuole private, più il meeting di Comunione e Liberazione, più la baggianata del Capodanno Celtico! Ehi, il mio gatto, riportatemi il mio gatto, non è che mi fregate il gatto!» strilli. A distanza, ma si è raccolta un po di gente. «In Corso Lodi» intimi ai due dell ambulanza. Sorridi per rassicurarli, non si sa mai dovessero portarti invece al Neurologico. Guardi oltre i vetri Milano che scorre, e senti di piacerti immensamente, bastardo come riesci a essere. The boss is back pensi con fierezza; e ti reggi sì e no in piedi, e a casa hai il frigorifero vuoto. Giovanni Chiara LE PUNTATE PRECEDENTI SU LA ZONA 4 SECONDO SAMANTHA 10. Via Attilio Regolo Ciao a tutti sono Samantha, spero passate bene le vacanze eccetera. Dunque, è incredibile come le Guerre Puniche abbiano influito sia sulla toponomastica della Zona 4 e sia sul linguaggio comune. Già ho detto del verbo cannare, usatissimo nelle scuole e derivato dalla mazzata che Annibale ha dato ai romani a Canne, che si trova in Puglia, così insieme con la Storia mettiamo dentro anche un po di Geografia che fa sempre bene. Adesso tocca a darsi una regolata, che deriva da Attilio Regolo ( a. C. circa), che era un console romano di quelli con gli attributi cubici, che prima le ha suonate alle città che s erano alleate con Pirro, uno che anche quando vinceva erano più quelle che prendeva che quelle che dava, e poi si è dedicato ai cartaginesi durante la Prima Guerra Punica ( a.c.). Annibale ancora non c era, ma i cartaginesi non è che scherzassero neanche allora. Attilio Regolo li ha riempiti di mazzate sia a Capo Ecnomo che ad Adys (256 a. C.), ma alla fine quelli si sono stufati di prenderle e lo hanno sconfitto e fatto prigioniero dalle parti di Tunisi (255 a. C.). Dopo cinque anni di prigionia lo hanno mandato a Roma per negoziare la pace, con il patto che se non fosse riuscito a portare a casa il risultato sarebbe dovuto tornare a Cartagine. Chiunque si sarebbe dannato l anima per cercare di mettere pace, ma Attilio Regolo, che continuava ad averceli cubici, a Roma ha detto che quei nordafricani dell ostrega erano con le pezze al sedere e perciò bisognava continuare la guerra, dopodiché, liberi di non crederci, fresco come un fiorellino rugiadoso è tornato a Cartagine perché aveva dato la parola, e intanto erano passati altri quattro anni. I cartaginesi saranno stati sì con le pezze al sedere, ma anche loro avevano dato la loro parola, sicché, prima lo hanno un poco crocifisso, poi lo hanno accecato e fatto rotolare dentro una botte irta di chiodi giù per una collina, e mi sa che le cubicità di cui sopra debbano averne risentito un filino. Saputo della cosa, gli orfani dell Attilio ormai Regolato hanno preso due nobili cartaginesi prigionieri e hanno provveduto a restituire la regolata, allora usava così. Quando perciò qualcuno vi invita a darvi una regolata, visto che i tempi sono cambiati, lasciate perdere croci, accecamenti e botti, ma almeno fatevi un esamino di coscienza, che a servire non serve a niente, ma male non può fare. Alla prossima. Samantha Rubrica a cura di Lorenzo Baio CURIOSI PER Ah...l'Araucaria Che pianta strana è l'araucaria (Araucaria araucana). L'avrete senz'altro vista nel giardino di qualche eccentrico personaggio. Io me la ricordo perchè il dirimpettaio dei miei nonni l'aveva piantata nel suo giardino e mi era apparsa come un pungitopo gigante, armato e pungente. E difatti è una pianta che non può passare inosservata per via delle sue foglie squamose, quasi degli aculei sempreverdi, e dei suoi rami che si snodano secondo angolature impossibili, creando una silhouette caratteristica. E se sfogliate qualche libro di botanica ne avrete conferma. Innanzitutto, come si può ben intuire, non è nostrana, ma ha origini sudamericane e in Cile, in particolare, è considerato l'albero nazionale. E' una conifera, come il nostro abete, dunque una sempreverde, alta fino a 50 m, con un tronco dalla circonferenza massima di 2 m. Sopporta ottimamente le basse temperature perchè originariamente è albero di montagna e il suo ambiente naturale sono i pendii delle Ande cilene e argentine, in particolare sopra 1000 m, in regioni con grandi nevicate invernali. Quindi figuratevi come si sentirà nei caldi e umidicci mesi estivi della nostra pianura padana!! In compenso nei paesi d'origine è considerata una pianta magica, protettiva; infatti veniva e viene sempre collocata all ingresso delle abitazioni, perché si crede che allontani i nemici. Chissà se funziona. Risolveremmo ogni problema di sicurezza metropolitana!

7 7 La vecchia Milano in via Bezzecca 4 Icortili della nostra zona riservano a volte sorprese interessanti. È il caso di via Bezzecca 4 dove abbiamo scoperto, appesa ad un muro in una semplice cornice, il disegno delle facciate della casa che fa angolo tra le vie Bezzecca e Sciesa. In testa la scritta: Tipo indicante la costruzione di un nuovo caseggiato che il Sig. Somaini Pietro intende erigere sopra terreno di sua proprietà posto in Angolo delle due Vie Private Bonomi fra il Corso Ventidue Marzo e la Via Anfossi. Sul foglio è ben visibile il timbro UFFICIO DEL BOLLO STRA MILANO 2 SET 87, e il bollo con l effigie di Vittorio Emanuele I. Nell angolo in basso: Milano, lì 1 settembre Oltre al disegno ci ha incuriosito la scritta due Vie Private Bonomi e così abbiamo incominciato a fare domande in giro. A quei tempi questa parte di Porta Vittoria era proprietà di una famiglia che vi aveva costruito diversi stabili dei quali qualcuno ancora in piedi oggi (il 6 ad esempio fu regalato ai vigili che vi alloggiarono i propri dipendenti). La via di accesso a queste case prese il nome dai proprietari ed è visibile nella copia della cartina della guida Savallo del 1887, trovata alla Biblioteca Braidense che ringraziamo per la gentile concessione, che riportava le vie allora esistenti a Milano con la segnalazione solo delle attività commerciali. Parte della curiosità è stata soddisfatta da Giorgio, proprietario del bar all angolo che da 47 anni vive e lavora in questo edificio. La pietra che c è in terra nel passo carraio ci dice l abbiamo messa noi inquilini per indicare l anno in cui fu costruita la casa: Una signora abita qui dalla nascita e l ha vista trasformarsi negli anni. Anche il mio amico Romeo, il vetraio che aveva il negozio qui accanto, vive qui da una vita e potrebbe raccontarti un sacco di cose. Quello che ci incuriosiva però era conoscere chi aveva trovato quel vero reperto storico. Ecco allora di fronte a noi il professor Pulcini, docente di storia della musica al Conservatorio, e responsabile delle pubblicazioni musicali della Scala di Milano scopritore del disegno di progetto. Ho voluto fare una ricerca personale della storia della casa. Mi pareva una cosa carina scoprirne le origini. Ho saputo che al Castello Sforzesco - inizia Pulcini c è un ufficio dove è possibile trovare le planimetrie delle case di Milano (fino a un certo anno, poi per le più recenti bisogna andare al Pirellone n.d.r.). Sono andato a chiederne una copia che poi ho appeso all ingresso. Oltre a questo il professore racconta che un tempo in via Bezzecca 4 vi erano depositi dove si entrava con i carri e le cantine conservano ancora le volte a botte, testimonianza del loro utilizzo quali magazzini. Una casa prosegue il nostro cicerone pare costruita per gli operai e concepita con appartamenti di due stanze, servizi sul ballatoio ovviamente, che solo in seguito sono stati accorpati a due o a tre per ricavarne in alto Disegno di progetto della facciata a sinistra Pietra con anno di costruzione: 1889 in basso Cartina del 1887 abitazioni più grandi. Curiosa la storia delle fontanelle che sono state trovate ai piani, piccole nicchie che di certo servivano a fornire l acqua non esistendo ancora un sistema idrico per gli appartamenti. E poi il fatto che a volte, ristrutturando, si trovano dislivelli di qualche centimetro tra le stanze o tra l ingresso e il calpestio della scala, segno che andare a occhio era d uso. Nel complesso, però, ci ha detto il professor Pulcini, una casa ben costruita, molto solida, con i solai in legno che non hanno mai dato segno di cedimenti e con le cantine ben costruite e le fondamenta molto solide (la facciata, a nostro parere, andrebbe rimessa a nuovo.). Il professore è stato ovviamente il promotore della targa in pietra che nell androne segnala la data di costruzione dello stabile. Tornando al disegno della facciata, si può notare che rispetto al progetto originale ci sono alcune differenze, come il balcone aggiunto in via Bezzecca al quarto piano con il parapetto in ferro anziché in pietra come quello del secondo piano originale. Sulla via Sciesa, invece, in origine era segnato un solo balcone centrale al primo piano mentre oggi ce ne sono due alle estremità della facciata. Sono trascorsi 122 anni, la città si è trasformata, a volte in maniera irriconoscibile, ma ancora in qualche cortile, dietro a un portone chiuso rimangono testimonianze della vecchia Milano che cercheremo di trovare e raccontare ai nostri lettori. Sergio Biagini STRAFORLA 2010 Sabato 18 settembre si marcia. e non solo! Anche quest anno la Cascina Monluè riapre i battenti e accoglie l arrivo della seconda edizione della marcia non competitiva Straforla, promossa dall Associazione Francesco D Assisi in collaborazione con L Associazione S.D. San Nicolao. Il successo della Straforla 2009 (ben 600 partecipanti!) ha spinto gli organizzatori a riproporre questa simpatica iniziativa che coinvolge gli abitanti della zona e non solo. La Straforla 2010, con percorso di 3/5/10 km, avrà luogo sabato 18 settembre dalle ore 9.00 alle con partenza in via Dalmazia e arrivo presso la Cascina Monluè (per i meno esperti via Monluè 70). Dopo le premiazioni della Straforla verrà allestita un area ristoro dove si potrà pranzare insieme: come da tradizione non mancheranno salamelle, birra, bibite varie e tutto ciò che potrà rendere piacevole una di queste ultime giornate estive. Nel pomeriggio, per gli appassionati di scacchi, verrà organizzato dall Accademia Scacchi Milano un torneo per grandi e piccoli e uno spazio per il gioco libero dove divertirsi. Per chi volesse partecipare, le iscrizioni sono aperte fino alle ore presso la sede di gioco. Il primo turno del torneo si svolgerà alle ore 14.00, le premiazioni intorno alle Verranno allestite inoltre delle postazioni per il tiro con l arco e sempre nel pomeriggio si potrà assistere al concerto all aperto dei The Cheevees (da non perdere!) Gli organizzatori e tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita di questa iniziativa vi invitano a partecipare e vi aspettano numerosi SABATO 18 SETTEMBRE presso la CASCINA MON- LUE. Non mancate! Valentina Bertoli Questa è la Costituzione/8 Il pubblico ministero ha l obbligo di esercitare l azione penale (art.112) Al pubblico ministero, ruolo sostenuto dal procuratore della Repubblica, la costituzione impone l obbligo di procedere, avviando indagini e, se esistono le motivazioni, un procedimento giudiziario, in ogni caso in cui venga a conoscenza di una infrazione della legge. L attribuzione dell azione penale a un magistrato, soggetto soltanto alla legge e pertanto affrancato da qualunque dipendenza dagli organi legislativi (parlamento) ed esecutivi (governo), è nello spirito della divisione dei poteri dello stato, dal settecento carattere irrinunciabile di ogni ordinamento democratico. Se tale azione fosse attribuita alla polizia, dipendente dal governo, la divisione dei poteri non sarebbe rispettata, con minori garanzie per i cittadini. L obbligo dell azione penale inoltre garantisce che un sospetto reato non venga sottratto alla giustizia per ragioni personali del magistrato o su pressioni esterne. Si tratta quindi di una norma che, pur con un linguaggio tecnico, assicura l uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge. Ugo Basso Tendaggi a pacchetto, a pannello e classici con posa in opera gratuita ampia scelta di biancheria per la casa MILANO Piazzale F. Martini,1 AZIENDA TRASPORTI (zona Mecenate) SELEZIONIAMO OPERATORI TELEFONICI PART-TIME OFFRESI E RICHIEDESI MASSIMA SERIETA PREVISTA FORMAZIONE PROFESSIONALE FISSO MENSILE + PROVVIGIONI ASTENERSI PERDITEMPO TEL Tel Fax Via Cadore 30 tel Voglia di nuovo look? DOGNINI Milano ti aspetta con la nuova collezione autunno Orari di apertura: lun-mar-mer-sab Giovedì e venerdì FALEGNAME ESPERTO esegue ANCHE piccole riparazioni (tapparelle, serrature, infissi, etc.) Restaura e modifica mobili ENRICO SCARAMUCCI Via Pier Lombardo, Milano 335/ Il prossimo numero di ARCHIVIO esce il 5 ottobre PROGETTI URBANISTICI il sito di IL NUMERO DEL MESE Occhiali, lenti a contatto, liquidi Foto in 24 h Fototessere Lenti extrasottili progressive - bifocali Occhiali per ipovedenti Occhiali per bambino, occhiali e maschere graduate per sub Via Lomellina Milano Tel e fax

8 8 L isola di QUATTRO A cura della Redazione giovani - Blog: isoladiquattro.wordpress.com Quando l arte del convivio è giovane Conclusa la pausa estiva, L Isola di Quattro torna rinnovata: dopo tre anni trascorsi in compagnia di artisti di ogni genere, allarghiamo i nostri orizzonti e facciamo rotta verso nuove professioni, mantenendo intatto lo stile della Redazione Giovani. Nei prossimi mesi vi proporremo le storie di giovani che hanno scelto di dedicare la propria vita a mestieri artistici in senso lato, innovativi e tradizionali, audaci e a volte insoliti, fosse anche solo per il fatto che il mondo contemporaneo sembrerebbe andare in un altra direzione. La prima tappa è una sorpresa deliziosa: vi porteremo nel goloso mondo della gastronomia. Ad accoglierci c è Sonia Re, responsabile marketing e comunicazione dell Associazione Professionale Cuochi Italiani, che ci presenta l Associazione e la professione dal suo punto di vista. L Associazione organizzerà inoltre quattro incontri sulla alimentazione durante il Mese della Cultura in Zona 4 (La Cultura si fa in 4). A seguire due voci di giovani chef di zona, Mattia e Alessio, i cui differenti percorsi formativi ci faranno conoscere da vicino questo mestiere tanto affascinante quanto umano: solo per l animale uomo, infatti, il nutrirsi è diventato arte. Francesca Barocco e Simona Brambilla Intervista a Sonia Re, responsabile marketing e comunicazione per l Associazione Professionale Cuochi Italiani Quale è la situazione in Italia dei giovani che scelgono di perseguire una carriera come cuoco? Sono molti i ragazzi che compiono questa scelta? Negli ultimi anni la carriera di chef è una delle ambizioni più perseguite dai giovani. La notevole visibilità che il mondo offre al regno dell arte culinaria, degli chef pluristellati, super fotografati e chiacchierati, crea un alone di entusiasmante emulazione per questa figura. La realtà è che tanti ragazzi anelano a diventare grandi personaggi, ad aprire ristoranti importanti e a comparire nei più seguiti format televisivi e sulla stampa. Le opportunità di formazione per loro sono molte: agli Istituti alberghieri di stato e ai Centri di formazione professionale, si affiancano anche numerose università che offrono specializzazioni analitiche. Sono molti dunque i ragazzi che decidono di intraprendere questa strada, ognuno secondo la via che ritiene maggiormente consona e al livello che desidera raggiungere. Pochi però sono quelli che veramente hanno la determinazione e la costanza per arrivare fino in fondo ed emergere. Il primo passo importante viene fatto con gli stage, in Italia e all estero. Qui le ore di lavoro, la fatica fisica e mentale richiesta risultano sempre il primo scoglio! Terminata la gavetta, iniziano le prime occupazioni, e la scalata con mansioni sempre più importanti. Indubbiamente è una carriera lunga e difficile, che necessita di pazienza, di tanta umiltà e spirito di sacrificio. Ma chi arriva in fondo, viene sicuramente premiato, perché la nostra società riconosce gli chef come una delle professioni più importanti del momento e del futuro. Questo è un mondo di artisti, un caleidoscopio di personalità e di culture territoriali dove ognuno può fare la differenza. È un mondo che non va mai in recessione, che si rinnova quotidianamente e in cui si riesce sempre a reinventarsi. Di che cosa si occupa l Associazione Professionale Cuochi Italiani? L Associazione Professionale Cuochi Italiani è l Ente Nazionale di categoria che riunisce migliaia di Cuochi professionisti e ristoratori associati, target medio alto, tutti rigorosamente in attività e Intervista ad Alessio De Luca con mansioni direttive. L Associazione svolge prevalentemente attività di valorizzazione del patrimonio enogastronomico italiano, ma soprattutto dei Cuochi, con lo scopo di elevare l immagine ed il prestigio della categoria, quale testimonial del Bel Paese e ambasciatrice delle nostre produzioni all estero. La rivista L Arte in Cucina è l organo ufficiale dell Associazione, il perfetto luogo editoriale di incontro tra gli Chef e tra questi ultimi e le aziende. Il nostro sito è L Associazione vanta un nutrito calendario di eventi. Concorsi a tema di cucina calda, rassegne nazionali, regionali e provinciali di cucina e pasticceria: esposizioni competitive di piatti tipici del territorio, rivisitati in chiave innovativa; concorsi ed esposizioni di sculture artistiche, corsi di aggiornamento professionale; partecipazione alle principali fiere di settore, eventi di promozione dei prodotti e territori italiani all estero. Ambizioso progetto di recente realizzazione, concretizzato grazie all esperienza di anni, è lo spazio L ECCELLENZA DELL ARTE IN CUCINA. Uno spazio polifunzionale, struttura di alta professionalità, eleganza, firmata dal brand esclusivo dell Associazione Professionale Cuochi Italiani, nostra nuova sede nazionale, realizzato proprio in Zona 4, in via Zanella 44/7. Operiamo con i principali marchi leader di Food, Beverage & Equipment italiani, con i quali e per i quali organizziamo format di aggiornamento professionale, eventi stampa e promozione, concept dedicati al consumatore finale/ho.re.ca. (prodotti editoriali, eventi, viaggi incentive focus cucina, web, dvd, videoricette, concorsi a premi ), tutti orientati alla promozione dei prodotti del mercato dell'area Food Service e Retail. C è qualcosa che vorrebbe dire ai giovani cuochi? Credo fortemente che veicolare la conoscenza e la diffusione dei prodotti voglia dire veicolarne le modalità di utilizzo. Quello che mi sento di consigliare a voi, giovani chef, è di rendervi dunque ambasciatori della cucina italiana, utilizzando le ricette quotidiane quale strumento privilegiato per la promozione dalla nostra millenaria tradizione enogastronomica, la migliore ricchezza che possiate portare in dote per la vostra carriera. Non ultimo, siate parte attiva dell Associazione Professionale Cuochi Italiani, perché ognuno di voi è una immensa ricchezza umana e professionale, e solo la sinergia profonda e propositiva tra l Associazione e i suoi attori ci aiuta a concretizzare l Eccellenza dell Arte in Cucina come concetto perseguibile. Francesca Barocco e Simona Brambilla Intervista a Mattia Taglietti Quale è la situazione in Italia dei giovani che scelgono di perseguire una carriera come cuoco? Sono molti i ragazzi che compiono questa scelta? Negli ultimi anni la carriera di chef è una delle ambizioni più perseguite dai giovani. La notevole visibilità che il mondo offre al regno dell arte culinaria, degli chef pluristellati, super fotografati e chiacchierati, crea un alone di entusiasmante emulazione per questa figura. La realtà è che tanti ragazzi anelano a diventare grandi personaggi, ad aprire ristoranti importanti e a comparire nei più seguiti format televisivi e sulla stampa. Le opportunità di formazione per loro sono molte: agli Istituti alberghieri di stato e ai Centri di formazione professionale, si affiancano anche numerose università che offrono specializzazioni analitiche. Sono molti dunque i ragazzi che decidono di intraprendere questa strada, ognuno secondo la via che ritiene maggiormente consona e al livello che desidera raggiungere. Pochi però sono quelli che veramente hanno la determinazione e la costanza per arrivare fino in fondo ed emergere. Il primo passo importante viene fatto con gli stage, in Italia e all estero. Qui le ore di lavoro, la fatica fisica e mentale richiesta risultano sempre il primo scoglio! Terminata la gavetta, iniziano le prime occupazioni, e la scalata con mansioni sempre più importanti. Indubbiamente è una carriera lunga e difficile, che necessita di pazienza, di tanta umiltà e spirito di sacrificio. Ma chi arriva in fondo, viene sicuramente premiato, perché la nostra società riconosce gli chef come una delle professioni più importanti del momento e del futuro. Questo è un mondo di artisti, un caleidoscopio di personalità e di culture territoriali dove ognuno può fare la differenza. È un mondo che non va mai in recessione, che si rinnova quotidianamente e in cui si riesce sempre a reinventarsi. Di che cosa si occupa l Associazione Professionale Cuochi Italiani? L Associazione Professionale Cuochi Italiani è l Ente Nazionale di categoria che riunisce migliaia di Cuochi professionisti e ristoratori associati, target medio alto, tutti rigorosamente in attività e con mansioni direttive. L Associazione svolge prevalentemente attività di valorizzazione del patrimonio enogastronomico italiano, ma soprattutto dei Cuochi, con lo scopo di elevare l immagine ed il prestigio della categoria, quale testimonial del Bel Paese e ambasciatrice delle nostre produzioni all estero. La rivista L Arte in Cucina è l organo ufficiale dell Associazione, il perfetto luogo editoriale di incontro tra gli Chef e tra questi ultimi e le aziende. Il nostro sito è L Associazione vanta un nutrito calendario di eventi. Concorsi a tema di cucina calda, rassegne nazionali, regionali e provinciali di cucina e pasticceria: esposizioni competitive di piatti tipici del ter- Quale è la situazione in Italia dei giovani che scelgono di perseguire una carriera come cuoco? Sono molti i ragazzi che compiono questa scelta? Negli ultimi anni la carriera di chef è una delle ambizioni più perseguite dai giovani. La notevole visibilità che il mondo offre al regno dell arte culinaria, degli chef pluristellati, super fotografati e chiacchierati, crea un alone di entusiasmante emulazione per questa figura. La realtà è che tanti ragazzi anelano a diventare grandi personaggi, ad aprire ristoranti importanti e a comparire nei più seguiti format televisivi e sulla stampa. Le opportunità di formazione per loro sono molte: agli Istituti alberghieri di stato e ai Centri di formazione professionale, si affiancano anche numerose università che offrono specializzazioni analitiche. Sono molti dunque i ragazzi che decidono di intraprendere questa strada, ognuno secondo la via che ritiene maggiormente consona e al livello che desidera raggiungere. Pochi però sono quelli che veramente hanno la determinazione e la costanza per arrivare fino in fondo ed emergere. Il primo passo importante viene fatto con gli stage, in Italia e all estero. Qui le ore di lavoro, la fatica fisica e mentale richiesta risultano sempre il primo scoglio! Terminata la gavetta, iniziano le prime occupazioni, e la scalata con mansioni sempre più importanti. Indubbiamente è una carriera lunga e difficile, che necessita di pazienza, di tanta umiltà e spirito di sacrificio. Ma chi arriva in fondo, viene sicuramente premiato, perché la nostra società riconosce gli chef come una delle professioni più importanti del momento e del futuro. Questo è un mondo di artisti, un caleidoscopio di personalità e di culture territoriali dove ognuno può fare la differenza. È un mondo che non va mai in recessione, che si rinnova quotidianamente e in cui si riesce sempre a reinventarsi. Di che cosa si occupa l Associazione Professionale Cuochi Italiani? L Associazione Professionale Cuochi Italiani è l Ente Nazionale di categoria che riunisce migliaia di Cuochi professionisti e ristoratori associati, target medio alto, tutti rigorosamente in attività e con mansioni direttive. L Associazione svolge prevalentemente attività di valorizzazione del patrimonio enogastronomico italiano, ma soprattutto dei Cuochi, con lo scopo di elevare l immagine ed il prestigio della categoria, quale testimonial del Bel Paese e ambasciatrice delle nostre produzioni all estero. La rivista L Arte in Cucina è l organo ufficiale dell Associazione, il perfetto luogo editoriale di incontro tra gli Chef e tra questi ultimi e le aziende. Il nostro sito è L Associazione vanta un nutrito calendario di eventi. Concorsi a tema di cucina calda, rassegne nazionali, regionali e provinciali di cucina e pasticceria: esposizioni competitive di piatti tipici del tersegue a pag. 9

9 9 INTERVISTE - segue da pag. 8 ritorio, rivisitati in chiave innovativa; concorsi ed esposizioni di sculture artistiche, corsi di aggiornamento professionale; partecipazione alle principali fiere di settore, eventi di promozione dei prodotti e territori italiani all estero. Ambizioso progetto di recente realizzazione, concretizzato grazie all esperienza di anni, è lo spazio L ECCELLENZA DELL ARTE IN CUCINA. Uno spazio polifunzionale, struttura di alta professionalità, eleganza, firmata dal brand esclusivo dell Associazione Professionale Cuochi Italiani, nostra nuova sede nazionale, realizzato proprio in Zona 4, in via Zanella 44/7. Operiamo con i principali marchi leader di Food, Beverage & Equipment italiani, con i quali e per i quali organizziamo format di aggiornamento professionale, eventi stampa e promozione, concept dedicati al consumatore finale/ho.re.ca. (prodotti editoriali, eventi, viaggi incentive focus cucina, web, dvd, videoricette, concorsi a premi ), tutti orientati alla promozione dei prodotti del mercato dell'area Food Service e Retail. C è qualcosa che vorrebbe dire ai giovani cuochi? Credo fortemente che veicolare la conoscenza e la diffusione dei prodotti voglia dire veicolarne le modalità di utilizzo. Quello che mi sento di consigliare a voi, giovani chef, è di rendervi dunque ambasciatori della cucina italiana, utilizzando le ricette quotidiane quale strumento privilegiato per la promozione dalla nostra millenaria tradizione enogastronomica, la migliore ricchezza che possiate portare in dote per la vostra carriera. Non ultimo, siate parte attiva dell Associazione Professionale Cuochi Italiani, perché ognuno di voi è una immensa Disegno di Silvia Pusceddu ricchezza umana e professionale, e solo la sinergia profonda e propositiva tra l Associazione e i suoi attori ci aiuta a concretizzare l Eccellenza dell Arte in Cucina come concetto perseguibile. Sara Capardoni ritorio, rivisitati in chiave innovativa; concorsi ed esposizioni di sculture artistiche, corsi di aggiornamento professionale; partecipazione alle principali fiere di settore, eventi di promozione dei prodotti e territori italiani all estero. Ambizioso progetto di recente realizzazione, concretizzato grazie all esperienza di anni, è lo spazio L ECCELLENZA DELL ARTE IN CUCINA. Uno spazio polifunzionale, struttura di alta professionalità, eleganza, firmata dal brand esclusivo dell Associazione Professionale Cuochi Italiani, nostra nuova sede nazionale, realizzato proprio in Zona 4, in via Zanella 44/7. Operiamo con i principali marchi leader di Food, Beverage & Equipment italiani, con i quali e per i quali organizziamo format di aggiornamento professionale, eventi stampa e promozione, concept dedicati al consumatore finale/ho.re.ca. (prodotti editoriali, eventi, viaggi incentive focus cucina, web, dvd, videoricette, concorsi a premi ), tutti orientati alla promozione dei prodotti del mercato dell'area Food Service e Retail. C è qualcosa che vorrebbe dire ai giovani cuochi? Credo fortemente che veicolare la conoscenza e la diffusione dei prodotti voglia dire veicolarne le modalità di utilizzo. Quello che mi sento di consigliare a voi, giovani chef, è di rendervi dunque ambasciatori della cucina italiana, utilizzando le ricette quotidiane quale strumento privilegiato per la promozione dalla nostra millenaria tradizione enogastronomica, la migliore ricchezza che possiate portare in dote per la vostra carriera. Non ultimo, siate parte attiva dell Associazione Professionale Cuochi Italiani, perché ognuno di voi è una immensa ricchezza umana e professionale, e solo la sinergia profonda e propositiva tra l Associazione e i suoi attori ci aiuta a concretizzare l Eccellenza dell Arte in Cucina come concetto perseguibile. Laura Misani QUATTRO INCONTRI SULL ALIMENTAZIONE All interno del Mese della cultura, si terranno 4 incontri itineranti per parlare di alimentazione, organizzati dalla Associazione Professionale Cuochi Italiani; questo il calendario: lunedì 20 settembre ore LE PAROLE CHIAVE PER MANGIAR BENE E SANO presso la CASCINA CUCCAGNA di via Muratori. Sonia Re presenta e spiega le parole che sono fondamentali nel linguaggio - vocabolario della alimentazione. Cos è biologico, cosa significa chilometro zero, i prodotti dietetici e integrali, OGM si o OGM no... Lunedì 27 settembre ore DIETA E PALESTRA presso la CASCINA COLOMBE al Parco Alessandrini. Si parlerà di diete. Di quelle che fanno bene e di quelle che, al contrario, possono creare dei problemi. Mens sana in corpore sano : anche le palestre, le corse e quant altro sono, nell immaginario comune, occasione per perdere chili e mantenersi in forma... Lunedì 4 ottobre ore IL PASTO FUORI CASA presso la Sala del Consiglio di Zona 4, via Oglio 18 Lunedì 11 ottobre ore UNA CUCINA "DA RE" laboratorio culinario, presso la sede APCI DA E PER I GIOVANI Quattro eventi sono dedicati ai giovani: due spettacoli teatrali a cura di due compagnie formate da studenti o ex studenti delle scuole superiori di zona, Verri e Donatelli, un concerto di 6 band con musica che spazia dal rock al country, uno spettacolo di ballo che copre tutti i livelli di preparazione per arrivare ad essere una vera ballerina. Tutte diverse le location, che coprono i vari quartieri della nostra zona. Tutti gli spettacoli sono rigorosamente gratuiti! Martedì 21 settembre - ore SPETTACOLO TEATRALE DEGLI ISTITUTI VERRI E DONATELLI a cura di TEATRO 2 presso il TEATRO KOLBE di via Kolbe 5 Martedì 28 settembre - ore INVITO A CENA CON DELITTO a cura di TEATRO 2, presso il TEATRO DELLA 14^ di via Oglio 18 Mercoledì 6 ottobre - ore COME NASCE UNA BALLERINA, dai primi esercizi alla sbarra al palcoscenico a cura della SCUOLA DI DANZA TEATRO E CANTO DEL TEATRO OSCAR, presso la PA- LAZZINA LIBERTY di Largo Marinai d Italia Sabato 9 ottobre ore GIOVANI BAND IN CONCERTO presso il TEATRO DELFINO di via Dalmazia 11 Q Una conquista di tutti uel che è giusto è giusto. Come è giusto che la Madonnina di Porta Romana (di cui vi abbiamo già parlato nei numeri precedenti) ritorni a casa. Esattamente è quello che dall 8 marzo ha chiesto il Comitato di quartiere SALVIAMO LA MADONNINA alla MO- PI S.P.A. proprietaria (legittima?) della tela settecentesca dispensatrice di grazie in quel di Porta Romana. Ebbene, dopo più di 100 giorni a colpi di raccolta firme, lettere, petizioni, mozioni, scomodando cittadini, istituzioni pubbliche e private, la tela è finalmente stata donata alla parrocchia degli Angeli Custodi di via Colletta, sul cui territorio, a 100 metri in Strada della Carità 4, era esposta la nostra madonnina. Parrocchia, indicata da ambo le parti come la più adeguata a riceverla. La sfida che come comitato di quartiere abbiamo deciso di cogliere partendo da zero è stata inaspettatamente vinta e presto la tela tornerà tra le case del nostro quartiere. Adesso, però,cosa succederà? Succede che la parrocchia si sta muovendo per concludere tutte le procedure legali per la donazione della stessa. Dopodichè la si dovrà collocare in un luogo non ancora ben identificato (vicino a dove è sempre stata) in un edicola apposta. Speriamo che la gente vi ricominci a sostare, a portarle fiori e candele come da sempre è stato. Le condizioni della tela poi ci impongono di pensare ad un restauro conservativo, che ci chiederà alti costi e per i quali stiamo valutando se cercare uno o più sponsor. Siccome si tratta di un bene che si è dimostrato per tutti prezioso (e di questo ne siamo veramente contenti), il restauro andrà fatto con cura e senza risparmio. Alla fine, si organizzerà un momento pubblico per mostrare la nuova edicola, cui verranno invitati tutti coloro che ci hanno aiutato in un modo o nell altro nel lavoro per riportare qui, tra le nostre case, strade e negozi, la madonnina. Da ultimo, due desideri hanno accompagnato il comitato in questi mesi. Desideri che speriamo si concretizzino. Il primo: ci piacerebbe porre definitivamente sotto tutela della Sopraintendenza la tela. Ci siamo già informati presso le sedi competenti e speriamo che ne riconoscano la tutelabilità. Chissà se lo stesso lavoro si potrà fare anche per la Strada della Carità, vicolo di antichi ricordi che si perdono nel tempo. Infine, il nostro desiderio più grande è quello di raccogliere testimonianze, foto, racconti, ricordi di tutti voi che state leggendo e che potrete dirci qualcosa di più sulla madonnina e sulla Strada. Chissà che non ne possa uscire un edizione o un pannello informativo da esporre. Speriamo, così facendo, di mantenere quel filo rosso che ci è tanto caro, perché, pur esile, ci tiene legati con il nostro passato. E con la storia di questo quartiere, che è poi parte della nostra città. Giacomo Perego P.s. potete scriverci via mail a oppure alla nostra redazione di QUATTRO, V.le Umbria 58, Milano

10 10 Il borgo dell'ortica - La storia A cura della Fondazione Milano Policroma - Testo e fotografie di Riccardo Tammaro La ex stazione ferroviaria Ci eravamo lasciati prima della pausa estiva con una visita all'idroscalo, refrigerante polmone verde ai confini della nostra zona, sito nel territorio del Comune di Segrate. Riprendiamo il nostro periplo attorno alla zona 4 in senso antiorario e ci spostiamo verso il quartiere dell'ortica, che esamineremo in quattro articoli nei suoi numerosi ed interessanti aspetti. Come d'abitudine il primo aspetto preso in considerazione è quello storico. Il nome "Ortica", derivante dall'omonima grande cascina ottocentesca demolita negli anni '30 del ventesimo secolo per la costruzione del cavalcavia ferroviario, non fa riferimento diretto alla pianta che tutti conosciamo, ma è derivato da "orto", "ortaglia", luogo adatto alle coltivazioni in quanto irrigabile dal fiume Lambro, che infatti scorre a meno di un chilometro ad est del centro dell'abitato, identificabile con la piazzetta che si affaccia su via Amadeo, davanti alla chiesetta di San Faustino, e in cui la strada per Treviglio si incrociava con quella che congiungeva Lambrate (a nord) a Cavriano (a sud). Inizialmente afferente a Cavriano (come vedremo dalla originaria intitolazione della chiesetta), Ortica divenne presto una frazione del comune di Lambrate e in seguito di Milano, quando nel 1923 il Comune di Lambrate vi fu annesso. Dal 1896 al 1931 fu attiva nel quartiere (sulla piazzetta testé citata) la vecchia stazione di Lambrate; il fabbricato viaggiatori è ancor oggi visibile, anche se adibito ad uso abitativo; al suo interno si trova il dopolavoro ferroviario, fondato nel 1935, ove il signor Gino Reggiani, simpaticissimo reggiano di Campegine, continua a mantenere attivi i campi coperti della bocciofila, mentre quelli all'aperto sono ormai dismessi, causa scarso numero di utilizzatori, come pure la balera, chiusa ormai da dieci anni circa. Gli abitanti dell'ortica erano in prevalenza ferrovieri, contadini, ortolani e, nella zona di via San Faustino, lavandaie; il borgo disponeva anche di un corpo di pompieri volontari, muniti di carro trainato dai cavalli. La vita sociale era molto attiva, vuoi per la presenza della sala da ballo suddetta, vuoi per i circoli ricreativi presenti nel borgo, vuoi per la festa della Madonna del Rosario che, dopo un periodo di interruzione, riprenderà da quest'anno e si svolgerà, come da tradizione, la prima domenica del mese di ottobre (vedi box a lato), con grande coinvolgimento di cittadinanza e associazioni. Un altro aspetto notevole della vita del borgo fu quello sportivo: nella locale squadra di calcio ("Ortica") mossero i primi passi futuri campioni (alcune fonti citano Guarneri e addirittura Meazza); di qui passò anche il 5 volte campione del mondo (e 12 volte campione italiano) di ciclocross Renato Longo. Come ebbe a dire Agostino Fornaroli, direttore di MobilityLab ed esperto di trasporti, "l'isolamento dell'ortica, che per tanti anni non ebbe un tram per recarsi in centro, fu da un lato la sua sfortuna ma dall'altro la sua fortuna". Fu questo isolamento infatti, rafforzato dal fatto di essere circondata dalla ferrovia, che consentì di cementare al suo interno i rapporti umani, tanto che ancor oggi gli abitanti dell'ortica sono orgogliosi della loro appartenenza al rione; per inciso, il primo tram, il numero 28, arrivò solo nel In seguito i numerosi prati iniziarono a sparire, specialmente con il boom edilizio degli anni '60, ma ancora nel circondario (specialmente su via Corelli) restano numerose cascine, di cui parlerò nel prossimo articolo. Proseguiamo esaminando velocemente la parte artistica del borgo: l'edificio principale è senz'altro la chiesetta, cui saranno dedicati due articoli in seguito in quanto contiene importanti testimonianze storiche ed artistiche, tra cui alcuni affreschi cinquecenteschi scoperti di recente; poi va osservata, sempre nella piazzetta, la lapide dedicata ai caduti (titolata "I cittadini dell'ortica ai gloriosi del Rione caduti nella guerra ") affissa sulla facciata dell'ex-stazione, ed attestante l'orgoglio di appartenenza; ed una torre littoria con due orologi, ben visibile dal cavalcavia Buccari (e in parte dalla piazzetta, sopra la casa parrocchiale). La vecchia Osteria dell Ortica Vale la pena di dare anche un'indicazione enogastronomica: nel borgo si trovano numerosi bar, circoli e ristoranti, tra cui una birreria artigianale piuttosto nota; ma la scoperta più originale (per chi non la conoscesse, ovviamente) è una vecchia osteria che negli anni non ha mai voluto cambiare stile, e quindi entrandovi si fa un salto indietro nel tempo agli anni '50 del ventesimo secolo; il locale, che non cito anche perchè lo ritengo noto a tutti, è sito peraltro in una villetta con due palme, d'aspetto assai gradevole. Negli ultimi decenni, il borgo si è esteso a nord oltre la ferrovia, giungendo fino alla via Rubattino e sostituendosi alle vecchie realtà industriali; anche se non fa parte dell'ortica storica, per intenderci anche quella del palo della banda immortalato da Walter Valdi e Enzo Jannacci, voglio citarne la chiesa dei Martinitt, attuale parrocchia da cui dipende anche la chiesetta dei Santi Faustino e Giovita, il cuore dell'ortica. Questa chiesa, dedicata al SS. Nome di Maria, fu costruita tra il 1929 e il 1932, in concomitanza con la costruzione dell'intera nuova struttura che doveva ospitare i Martinitt, l'istituzione pubblica milanese che si occupava dell'infanzia maschile in difficoltà o abbandonata. Essa fu inaugurata nel 1932, insieme all'intero complesso, alla presenza del duce Benito Mussolini; verrà poi consacrata dall'arcivescovo Schuster nel dicembre del Negli anni '80 del ventesimo secolo la chiesa venne chiusa perchè presentava alcune crepe e richiedeva interventi di restauro. Essa venne allora ceduta alla parrocchia in concordato per 99 anni; questa la restaurò con i fondi raccolti tra i fedeli (inizio lavori nel 1986) e la nuova sede parrocchiale venne inaugurata a Natale del 1987; tuttora sono in atto lavori di restauro. Ortica in Festa ottobre Il progetto nasce spontaneamente dai residenti del quartiere alllo scopo di creare un momento di sensibilizzazione e festa in uno dei quartieri più particolari di Milano. Tema della festa, è Festival delle Energie: dalle Fonti rinnovabili ai prodotti della terra con il supporto della tecnologia, affrontata tramite lo sport, l alimentazione, le aziende che ne fanno un valore reale, con laboratori tematici, incontri istituzionali sui temi sia dell ecologia che dell acqua. Saremo Illuminati a Led, alimentati da energie alternative, connessi in free wireless, mossi da auto elettriche e tanto altro. Una Kermesse di 3 giorni con eventi sportivi per stimolare abitanti e visitatori, per raccontare e mostrare quante possibilità può offrire il quartiere, mostre tematiche, teatro nei cortili, musica classica, giochi e laboratori alimentari per bambini, convegni su imprese ambiente e sostenibilità e molte altre proposte per i cittadini di tutte le età e di tutte le culture. In piazza Ortica e nelle vie antistanti la piazza stand con operatori e artigiani del settore saranno presenti per condividere la propria esperienza sostenibile e far conoscere i propri prodotti. organizzato dall ASSOCIAZIONE GREEN GEEK Via Amadeo 79, Milano - tel Sito dell evento 19 settembre ore 9-19 EXPO ARTE CORVETTO l appuntamento di domenica 30 maggio per Saltato ragioni di maltempo, l EXPO ARTE CORVETTO si terrà domenica 19 settembre dalle 9 alle 19 nel parterre centrale di Corso Lodi, fra Viale Bacchiglione e Piazzale Corvetto, con qualunque condizione atmosferica. L iniziativa è riservata a tutti gli artisti di Milano e fuori e potranno partecipare con opere di pittura ad olio, acquerello, scultura e ceramica. Funerali completi di ogni categoria - Italia ed Estero Cremazioni - Marmi e Monumenti - Lavori Cimiteriali Preventivi Gratuiti Autorizzata dal Comune di Milano Le opere saranno valutate da una Giuria di esperti d arte e quelle meritevoli saranno premiate con Coppe e Attestati. La premiazione avverrà nel pomeriggio verso le ore 17 alla presenza di Autorità, personalità dell Arte e della cultura milanese. Per maggiori informazioni: Segr. Centro tel Sig.ra Doni tel per effettive necessità Sig. Cantelli cell La mostra concorso si svolge in collaborazione con il Consiglio di Zona 4.

11 11 La prima stagione del Carcano senza Giulio Bosetti Se a Milano esiste ancora un teatro chiamato Carcano, anziché un nuovo supermercato o una nuova autorimessa, si deve alla follia di un gruppo di quegli esseri irresponsabili e privi di senso pratico che sono i teatranti. Raccolti intorno a Giulio Bosetti e a Marina Bonfigli, in un mondo dove tutto deve essere profitto, dando prova di scapataggine assoluta si sono semplicemente caricati di debiti e hanno comprato il vecchio e glorioso teatro, che era stato inaugurato nel 1803 e che rischiava di venire demolito. Per una città come Milano, che a parole vorrebbe essere capitale di tutto e in pratica, sbandierando eventi portatori di visibilità, lascia languire la cultura fra le pieghe della propria decadenza, è stato un regalo fra i più preziosi. Ora il Carcano si appresta a vivere un I quattro interpreti principali de LA BOTTEGA DEL CAFFE': Marina Bonfigli, Antonio Salines, Virgilio Zernitz, Massimo Loreto. nuovo capitolo della propria storia. Per la prima volta, dal 1997, la stagione si inaugurerà senza Giulio Bosetti, e non è una cosa da poco. Grande attore e gran signore, Bosetti ha lasciato il teatro e perciò la vita stessa, tanto per lui le due cose erano speculari, lo scorso 24 dicembre. Chi ha partecipato, però, alla conferenza stampa di presentazione della nuova stagione tenutasi il 3 giugno, al di là di un troppo facile trasporto emotivo, non ha potuto non rivedere su quel palcoscenico la sua elegante figura carica di quel magnetismo tuttavia discreto, nell essere senza cercare di apparire. Più che l illustrazione di un programma di prosa è stata una sfilata di amici, cioè di coloro che dal prossimo ottobre interpreteranno La bisbetica domata, Medea, I giganti della montagna, Il malato immaginario, per citare soltanto alcuni degli spettacoli in cartellone. E stato un tributo all amico, al collega e all uomo, e un omaggio alla sua compagna di sempre, Marina Bonfigli, che ne ha preso il posto alla direzione artistica e che, se a tratti non poteva non cedere alla commozione, si riprendeva bisbigliandosi Che vergogna, che vergogna, nella misura e nel pudore. Brillavano per la loro assenza a qualsivoglia livello le autorità cittadine, ma c è da capirle: in un epoca che trae dai reality i miti della nuova cultura, cosa può contare la riunione di una combriccola di teatranti scervellati, individui da terra sconsacrata, che salvano i teatri, mandano a memoria testi lunghi ore, li restituiscono a un pubblico di patetici ruderi da un palcoscenico che sa di polvere vecchia e, come non bastasse, permettono a reperti archeologici chiamati Euripide, Shakespeare e Pirandello di non essere soltanto nomi da tenere al limite buoni per colmare qualche buco nella toponomastica? Anche perché di lì a due giorni ci sarebbe stata una manifestazione dall importanza fondamentale quale l elezione di Miss Padania, e le autorità cittadine dovevano ben prepararsi per intervenire in frotte a un tanto significativo evento, sindaco Moratti in testa. Milano capitale del nulla. Giovanni Chiara TEATRO CARCANO Corso di Porta Romana 63 Tel Il Teatro Oscar - PACTA. dei Teatri vi invita alla festa di presentazione della nuova stagione In attesa della Conferenza Stampa della Stagione Teatrale 2010/2011 che si terrà il 20 settembre a Palazzo Reale, il Teatro Oscar - PACTA. dei Teatri ha già riaperto gli uffici di via Lattanzio 58 per la campagna abbonamenti di questa nuova stagione che si presenta particolarmente ricca ed interessante. Per darvi alcune anticipazioni, citiamo: per la Sezione Grandi Classici potrete vedere "L'amica delle mogli" di Luigi Pirandello e "Le notti bianche" di Fedor Dostoevskji; per la Sezione Teatro in Matematica, ecco "Matematica con delitto" di Riccardo Mini; per la Sezione Poesia a Teatro, in scena "Paradiso Perduto" di John Milton. Matematica con delitto (Marco Pezza, Riccardo Magherini, Maria Eugenia D'Aquino - foto di Ino Lucia) Per presentare la stagione anche alla cittadinanza, in particolare della nostra zona, la direzione artistica ha organizzato una FESTA DEL TEATRO OSCAR che si terrà il 23 settembre dalle ore alle Interverranno attori, registi e altri artisti della Stagione 2010/2011 di PACTA. dei Teatri. Verrà offerto un piccolo rinfresco. Gli Uffici del Teatro Oscar - PACTA. dei Teatri sono aperti con i seguenti orari: lunedì - venerdì, mattino ore , pomeriggio ore Tel ; mail. TEATRO DELFINO Via Dalmazia 11 Sabato 11 settembre ore 21 BOTTEGA DEI MESTIERI TEATRALI presenta A CENTO PASSI DAL DUOMO 60 anni di storie della mafia che qui non esiste di Giulio Cavalli e Gianni Barbacetto con Giulio Cavalli musiche composte ed eseguite da Gaetano Liguori Ingresso: intero 10 - ridotto 6 VIA M. BRUTO, 24 MILANO telefono Da lunedì a sabato Servizio consegna a domicilio PROSSIME GIORNATE PROMOZIONALI: 08/09/2010 Forza 10 Day 09/09/2010 Nutro Day 10/09/2010 Royal Canin Day 11/09/2010 Hill's Day 17/09/2010 Nutro Day 18/09/2010 Agras Day 22/09/2010 Hill's Day 23/09/2010 Eukanuba Day 24/09/2010 Forza 10 Day 25/09/2010 Royal Canin Day 27/09/2010 Almo Day 02/10/2010 Hill's Day 06/10/2010 Royal Canin Day 08/10/2010 Nutro Day 09/10/2010 Forza 10 Day 11/10/2010 Agras Day 15/10/2010 Eukanuba Day 16/10/2010 Almo Day ALTRI PUNTI VENDITA IN MILANO FAUNA FOOD, Niguarda Via Guido da Velate, 9 tel FAUNA FOOD, Ticinese Lodovico il Moro, 147 tel Centro toelettatura per cani e gatti vieni a trovarci a Milano in: Via Marco Bruto,24 - TEL CELL A Bagnolo Cremasco in: Via Milano 32/34 TEL Dog Beauty Center è un marchio Fauna food

12 12 EVENTI GRATUITI SPAZIO LATTUADA Via Lattuada 2 Le Edizioni Nuove Scritture, la rivista di cultura Odissea e lo Spazio Lattuada, a 130 anni dalla sua prima pubblicazione, rendono omaggio a Pinocchio, al suo creatore e al suo mito con una serie di iniziative che avranno luogo da venerdì 10 a sabato 18 settembre 2010 presso lo Spazio Lattuada. Venerdi 10 settembre dalle ore Inaugurazione della mostra del maestro Valentino Dionisi Saranno esposte una serie di grandi tele ispirate agli episodi più salienti della celebre fiaba. Mercoledi 15 settembre, ore Conversazione sull'edizione di Pinocchio, curata, introdotta e annotata dal professor Angelo Gaccione, e pubblicata da Edizioni Nuove Scritture. Saranno presenti poeti, scrittori, psicologi, critici. LIBRERIA NUOVA SCALDAPENSIERI Via Don Bosco/ang. Via Breno1 Tel Fino al 30 settembre L ESSENZIALITÀ AL POTERE. Mostra di Gregorio Barraco Duran Curatore: Fabrizio Gilardi Organizzazione: Action Art - Orari: lunedì ; martedì 10-22; dal mercoledì-sabato LA CASA DELLA POESIA Palazzina Liberty-Largo Marinai d Italia Per festeggiare i suoi primi cinque anni di attività, giovedì 23 settembre ore ESPERIENZE CONTEMPORANEE Microfono aperto e riflessioni sul mondo a cura di Amos Mattio e Ennio Abate Tutti possono partecipare alla serata, inviando una selezione di testi a tema libero. Verranno selezionati 20 poeti, che alterneranno la loro voce a quella di alcuni poeti fondatori della Casa della Poesia. Il palcoscenico sarà comunque a disposizione di tutti coloro che vorranno leggere un proprio testo nelle due sessioni "microfono aperto" di circa 20 minuti (in apertura e in chiusura della serata). Per partecipare consultare il bando on-line: GALLERIA RUBIN Via Bonvesin de la Riva 5 Tel Dal 24 settembre al 30 ottobre LARS TEICHMAN. SOLO SHOW Inaugurazione: giovedì 23 settembre, ore Orario di apertura: martedì sabato, e su appuntamento ABBAZIA DI CHIARAVALLE Via Sant'Arialdo 102 Venerdì 1 ottobre ore 21 Nell ambito della Festa del Borgo di Chiaravalle, la compagnia di teatro amatoriale Vallechiara presenta lo spettacolo VIAGGIO DI UN IMMAGINE La rappresentazione prende spunto dall Ostensione della Sacra Sindone conclusasi recentemente a Torino e rievoca i momenti saliente della storia di questo misterioso lenzuolo attraverso le testimonianze a volte lacunose arrivate sino a noi attraverso i secoli. Il testo è stato scritto da Daniela Borghetti in stretta collaborazione con tutta la compagnia e con il fondamentale apporto di idee e di esperienza teatrale di Marco Meola che ha realizzato i filmati e la scelta delle musiche e che assieme a Daniela Borghetti firma la regia. CORSI E LEZIONI PROVA CRAL DEL COMUNE DI MILANO Via Bezzecca 24 Dal 20 settembre serate promozionali di ballo aperte a tutti Lunedì 20 sett /23.00 BALLI DI GRUPPO Martedì 21 sett /23.00 LISCIO E LATINO AMERICANO Mercoledì 22 sett /23.00 BOOGIE-WOOGIE Giovedì 23 sett LISCIO E LATINO AMERICANO Venerdì 24 sett /23.00 CARAIBICO Lunedì 27 sett /23.00 TANGO ARGENTINO Martedì 28 sett /21.00 TAI CHI CHAN Mercoledì 29 sett /21.00 DANZA DEL VENTRE Per maggiori informazioni, contattare i sigg. Albino Corrente cell , Giancarlo Giustini cell SCUOLA DI DANZA TEATRO E CANTO DEL TEATRO OSCAR Via Lattanzio 60/B - Lezioni di prova gratuita prenotandosi presso la segreteria della Scuola via Lattanzio, 60/B dalle alle tel DANZE IRLANDESI Giovedì 23 settembre, ore AERO-PILATES Martedì 28 settembre, ore DANZE CARAIBICHE Mercoledì 29 settembre, ore Sono inoltre aperte le iscrizioni per i corsi (con inizio lunedì 4 ottobre) di: Avviamento alla Danza, Propedeutica, Danza Classica Accademica, Danza Moderna, Sbarra a terra, Dizione e Recitazione, Voce, Canto, Mimo, Storia del Teatro, Trucco Teatrale, Laboratorio Coreografico, Danze Caraibiche, Aero Pilates. Nuovo!! In collaborazione con la Tara School of Irish Dancing: Corsi di Danze Irlandesi. COPERTE STRETTE Associazione Culturale Teatrale V.le Isonzo 8 - Tel Sono aperte le iscrizione ai nuovi corsi : CORSI DI TEATRO DIZIONE PUBLIC SPEAKING CANTO ALTROTEMPO Via Contardo Ferrini 11, ang. via Friuli tel o Tutti gli incontri sono gratuiti con prenotazione obbligatoria Mercoledì 15 settembre dalle alle I SEGRETI E I BENEFICI DEL MASSAGGIO NEONATALE L incontro è rivolto a genitori con bambini da 1 giorno a 8 mesi. Conduce Giovanna Rivela. Mercoledì 22 settembre dalle alle Lezioni aperte di MUSICA IN FASCE e Sviluppo della Musicalità per bambini da 0 a 5 anni. Lunedì 27 settembre dalle alle IN VIAGGIO CON TEDDY BEAR lezione prova di INGLESE per bambini da 4 a 7 anni. Giovedì 30 settembre dalle alle Lezione prova di DANZA CREATIVA per bambine e bambini da 4 a 7 anni. IN GITA CON IL COMITATO SOCI COOP VISITA ALL ABBAZIA DI S. FRUTTUOSO sabato 18 settembre 2010 PROGRAMMA ore 7.00 Partenza da Ipercoop P. za Lodi - ore 7.10 Partenza da Rogoredo ang. Via Feltrinelli. ore Partenza da Camogli con Motonave TMT Golfo Paradiso e visita guidata all'abbazia. Al rientro pranzo a Lavagna presso il ristorante "IL TI- MONE". Pomeriggio Visita guidata di Casa Carbone di Lavagna. Quota di partecipazione > euro 46 (soci) - 55 euro (non soci) La quota comprende: a/r bus, assicurazione, visite guidate Abbazia S. Fruttuoso, ingresso Casa Carboni, pranzo, biglietto Motonave. TERME DI RIOLO (RA) 9 e 10 ottobre 2010 PROGRAMMA Partenza sabato 9 ottobre ore 6.50 da Piazza Lodi - ore 7.00 da Rogoredo Rientro domenica 10 ottobre in serata PACCHETTO SHORT BREAK STRAORDINARIO 2 gg/1 notte in camera doppia, trattamento di pensione completa (bevande della casa) Incluso nel pacchetto per tutti: aperitivo del territorio il sabato sera con calice di vino locale o aperitivo analcolico della casa e assaggio di affettati e formaggi locali. TRATTAMENTI INCLUSI colloquio medico; 2 Bagni in piscina termale (cloro free) con idromassaggi specifici; divanetti subacquei relax con telo caldo; idropercorsi vascolari a temperature differenziate; 1 Fango vergine caldo corpo; 1 massaggio manuale parziale (16 ); aperitivo territorio. Quota di partecipazione > soci euro 145 non soci euro 155. Le prenotazioni si ricevono presso: UFFICIO SOCI IPERCOOP p.zza Lodi tel UFFICIO SOCI NEGOZIO COOP ROGOREDO tel

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI EDIZIONE MARZO 015 ABBONARSI AI MEZZI ATM 1 ATM, per rispondere alle diverse esigenze di mobilità, offre ai giovani e agli studenti una serie di agevolazioni sull acquisto

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

L ufficio dell Anagrafe è aperto: lunedì-venerdì dalle 8.30 alle 15.30, sabato dalle 8.30 alle 12.

L ufficio dell Anagrafe è aperto: lunedì-venerdì dalle 8.30 alle 15.30, sabato dalle 8.30 alle 12. Compila oralmente la carta d identità con i tuoi dati: nome..., cognome..., nato il..., a..., cittadinanza..., residenza..., via..., stato civile..., professione..., statura..., capelli..., occhi... Qual

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli