COMUNE DI FORLI CONSIGLIO COMUNALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI FORLI CONSIGLIO COMUNALE"

Transcript

1 1/87 Anno 2009 Deliberazione n. 61 Pos. Rag. n. COMUNE DI FORLI CONSIGLIO COMUNALE Seduta del 6 Aprile 2009 In sessione ordinaria di prima convocazione del giorno 6 Aprile 2009 alle ore 15:30 in seduta pubblica. Convocato con appositi inviti, il Consiglio Comunale si è riunito oggi nella Sala Consiliare con l intervento dei Consiglieri qui appresso indicati come risulta dall appello fatto dal Segretario. N. Cognome e nome Consiglieri Pr. As. N. Cognome e nome Consiglieri Pr. As. 1 APRIGLIANO FRANCESCO X 22 MARABINI GIULIO X 2 AVELLONE ANDREA X 23 MASINI NADIA X 3 BACCARINI ROMANO X 24 MATTEUCCI LEO X 4 BIONDI LAURO X 25 MILANESI LEA X 5 BONAVITA OTTAVIO X 26 MINGHINI LUCIANO X 6 BONGIORNO VINCENZO X 27 MONTANARI MASSIMO X 7 BRIGANTI MAURO X 28 MORGAGNI DIANA X 8 BURNACCI VANDA X 29 NERVEGNA ANTONIO X 9 CAMORANI VALERIA X 30 PERELLI FILIBERTO X 10 CASADEI GARDINI FRANCESCO X 31 RAGAZZINI PAOLO X 11 CASTAGNOLI ALESSANDRO X 32 RONCHI ALESSANDRO X 12 ERRANI MARCO X 33 SAMORI' PIETRO X 13 FARNETI PAOLO X 34 SANSAVINI LUIGI X 14 FRANCIA FABRIZIO X 35 SBARAGLI ERIO X 15 GASPERONI ROBERTO X 36 TAMPELLINI RICCARDO X 16 GENTILINI TATIANA X 37 TAPPARI DANIELE X 17 GIUNCHI FLAVIO X 38 TAVOLETTI GIOVANNI MARIO X 18 GUERRINI PIO X 39 TERRACCIANO UGO X 19 GUGNONI GABRIELE X 40 VALENTINI MARCO X 20 MANCINI ENRICA X 41 ZAMBIANCHI LUCA X 21 MANUCCI CRISTIAN X TOTALE PRESENTI: 23 TOTALE ASSENTI: 18 Partecipa il VENTRELLA ANTONIO. Scrutatori i Sigg. Consiglieri BRIGANTI MAURO, GUERRINI PIO, MILANESI LEA. Partecipano alla seduta gli Assessori Sigg.ri BERTACCINI PIER GIUSEPPE BUFFADINI LODOVICO CAPACCI PALMIRO GALASSI ELVIO LEGA LORETTA MARCHI TIZIANO MARZOCCHI GIANFRANCO ZANETTI LIVIANA ZELLI GABRIELE. Partecipano, altresì, in qualità di invitati permanenti il Sig. Raies Imed e la Sig.ra Lizeta Zabsonre, Presidente e Vice Presidente della Consulta dei Cittadini Stranieri. Essendo legale il numero degli intervenuti, il Presidente MINGHINI LUCIANO pone in discussione il seguente argomento: OGGETTO n. 49 APPALTO SERVIZI AUSILIARI E INTERVENTI MANUTENTIVI PER FUNZIONAMENTO PALAZZO DI GIUSTIZIA E COMPLESSO MUSEALE SAN DOMENICO ADESIONE ALLA CENTRALE PUBBLICA NAZIONALE DI COMMITTENZA CONSIP SPA.

2 2/87 2 IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso: che, in esecuzione alla deliberazione consiliare n. 121 del 23 luglio 2007, in data 26 luglio 2007 è stato sottoscritto il Protocollo d intesa Rep. Gen. n con il quale il Comune di Forlì e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, con l obiettivo di promuovere il patrimonio artistico culturale e rendere sempre più la cultura protagonista del rilancio e della riqualificazione della città, si sono impegnati, ognuno nell ambito delle proprie competenze e nel rispetto delle reciproche autonomie, ad operare in modo sinergico per lo sviluppo del Polo museale del San Domenico e con il quale il Comune di Forlì, all art. 2, lett. a), e lett. c), si impegna a garantire il regolare funzionamento del complesso San Domenico quale luogo ove si realizza la conservazione e la valorizzazione di una parte significativa delle raccolte civiche e a garantire i servizi impiantistici e di sicurezza necessari allo svolgimento di eventi ed iniziative; che, con contratto Rep. Gen. n del Convenzione tra Comune di Forlì e Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì in attuazione del Protocollo d intesa Rep. Gen. n /07 per la realizzazione di eventi nel complesso S. Domenico il Comune di Forlì si impegna a garantire il regolare funzionamento del complesso San Domenico ed a fornire, anche, i servizi necessari per lo svolgimento degli eventi e delle iniziative realizzati dalla Fondazione nei locali concessi in uso esclusivo alla stessa; che da gennaio 2007 è stato avviato il trasferimento delle opere della Pinacoteca civica dalla sede storica di Palazzo del Merenda sita in c.so della Repubblica, n. 72, al complesso museale San Domenico, e che una sezione della Pinacoteca è allestita in diversi spazi al primo piano di detto complesso,

3 3/87 3 che richiedono anch essi servizi di guardiania, control room ed attività varie, finalizzate alla tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio; che, a seguito di indirizzo espresso con decisione di Giunta comunale n. 25 del , si è costituito un apposito Gruppo di lavoro con l'obiettivo di mettere a punto un Capitolato speciale d'appalto per l'affidamento dei servizi ausiliari (compresi i servizi manutentivi) a garanzia del funzionamento del complesso museale San Domenico, coordinato dal Direttore dell'area servizi al cittadino, con il coinvolgimento del Servizio pinacoteca e musei, del Servizio gestione edifici pubblici, del Servizio grandi opere di edilizia pubblica e del Servizio contratti, gare e acquisti; che, nel corso dei lavori, il Gruppo suddetto ha operato una dettagliata analisi di tutti i servizi da garantire per il regolare funzionamento del San Domenico (quali manutenzione di tutti gli impianti, guardiania e accoglienza, giardinaggio, pulizie, gestione control room, facchinaggio, che sono da tempo acquisiti mediante affidamenti a terzi a cura dei rispettivi competenti Servizi), pervenendo alla conclusione che sono tutti accorpabili per arrivare ad un unico affidamento; che lo Stato, con propria legislazione, ha introdotto il ricorso all eprocurement, ed ha stimolato le proprie amministrazioni e gli enti pubblici ad avvalersi di tale sistema, in attuazione del programma di razionalizzazione della spesa pubblica per beni e servizi e nell ottica della maggiore efficienza, efficacia ed economicità dell azione amministrativa, in quanto il suo utilizzo permette di semplificare e velocizzare i procedimenti di approvvigionamento delle Amministrazioni, nonché di ottenere condizioni di esecuzione ed economiche che sono frutto di una selezione e di una comparazione di mercato a largo raggio;

4 4/87 4 che la Legge 27 dicembre 2006, n. 296 (Legge finanziaria 2007) ha confermato quanto già stabilito da precedenti finanziarie, relativamente all obbligatorietà, da parte delle Amministrazioni pubbliche, del ricorso alle convenzioniquadro che siano rese attive dalle centrali pubbliche di committenza e, comunque, dell avere come parametro i prezzi scaturiti dal mercato pubblico dell eprocurement ; che, con deliberazione consiliare n. 192 del Acquisto beni e servizi con adesione telematica a convenzioni delle centrali pubbliche di committenza eprocurement, Consip (nazionale) e Intercent (regionale) Indirizzi il Consiglio, al punto 2, lett. a), del dispositivo prevede che il soggetto comunale responsabile della proposta e del contratto relativi ad acquisizione di servizi e beni, a fronte del fabbisogno, in via prioritaria ha l'obbligo di verificare nei siti delle centrali pubbliche di committenza nazionale (Consip) e regionale (IntercentER) la disponibilità di convenzionequadro di medesimo oggetto; che, pertanto, il Gruppo di lavoro, nel pieno rispetto della normativa, ha operato uno studio sulle opportunità offerte dalle Centrali pubbliche di committenza per i servizi da affidare, nel quale è emerso che la Convenzionequadro (definita a seguito di gara per servizi di Facility Management) attivata dalla società pubblica nazionale Consip S.p.A. (Società concessionaria del Ministero dell'economia e delle finanze), consente di soddisfare le diverse esigenze del complesso museale del San Domenico a prezzi che complessivamente risultano più vantaggiosi rispetto a quelli che si prevede possano essere offerti da singoli fornitori; che, da contatti assunti con Consip è stato altresì possibile accertare che aggregando un ulteriore immobile (così da incrementare la quantità dei metri

5 5/87 5 quadrati unità di misura per la definizione dei prezzi) sarebbe stato possibile ottenere condizioni ancora più favorevoli in particolare per quanto attiene tutti i servizi di manutenzione degli impianti (elettrici, idrico/sanitari, riscaldamento, raffrescamento, elevatori, antincendio, sicurezza e controllo accessi) e che su proposta del Servizio gestione edifici pubblici si è così valutato utile aggregare l immobile del Palazzo di Giustizia per il quale il Servizio stesso ha necessità di assicurare le prestazioni di manutenzione dell'immobile mediante terzi idonei; che la Giunta comunale, con decisione n. 7 del , ha stabilito di aderire, per l'affidamento dei servizi di cui trattasi relativi al Palazzo di Giustizia e al complesso San Domenico, alla Centrale pubblica nazionale di committenza Consip, dando mandato al Dirigente del Servizio Pinacoteca e Musei, al Dirigente del Servizio gestione edifici pubblici e al Direttore Area 3 di adottare quanto conseguente; che la Convenzionequadro Consip prevede la possibilità di personalizzazione e di rimodulazione dei servizi in funzione delle specifiche esigenze di questo Comune, rispetto ai dettagli tecnici contenuti nel Capitolato tecnico redatto da Consip; che tale personalizzazione è stata operata dal Dirigente del Servizio gestione edifici pubblici per quanto attiene le manutenzioni e dal Dirigente del Servizio Pinacoteca e Musei per quanto attiene gli altri servizi, unitamente al Gruppo di lavoro, ed è stata recepita da Consip, anche a seguito di molteplici sopralluoghi ed incontri di negoziazione, con l'emissione di un preventivo sotto forma di Piano dettagliato degli interventi, che contiene il dettaglio delle personalizzazioni richieste ed il quadro economico conseguente, ancorchè non

6 6/87 6 definitivo, che viene allegato al presente provvedimento per costituirne parte integrante e sostanziale; che la personalizzazione dei servizi è contenuta nello schema di massima di Capitolato speciale d'appalto, che si allega per la sua approvazione, e che potrà essere successivamente rimodulato dai Dirigenti competenti in relazione a possibili ulteriori esigenze di integrazione/specificazione o adeguamento che si rendessero necessarie; Visto che il contratto di fornitura, attuativo dell'adesione alla Convenzione Consip per i servizi richiesti, stimato nel quadriennio in netti Euro ,14, che sarà perfezionato mediante l'emissione di Ordinativo principale di fornitura, ha una durata di 4 (quattro) anni dalla data di attivazione del primo servizio che si intende avviare; Visto, altresì, che l'attivazione dei singoli servizi può essere personalizzata in base alle esigenze di questo Comune, e che, di conseguenza, anche l'importo per la fornitura di ogni servizio, come da seguenti tabelle riassuntive, è da considerarsi di massima:

7 7/87 7 IMMOBILE TIPOLOGIA DI SERVIZIO TIPOLOGIA di PRESTAZIONE DATA PRESUNTA DI ATTIVAZIONE IMPORTO NETTO ANNUO Palazzo Manutenzione impianti elettrici a canone ,00 di Giustizia Manutenzione impianto idrico / sanitario Manutenzione impianto di raffrescamento Manutenzione impianti elevatori Manutenzione impianti antincendio Manutenzione sicurezza e controllo accessi Progettazione e gestione sistema informativo Costituzione e gestione anagrafica tecnica a canone ,94 a canone ,64 a canone ,00 a canone ,99 a canone ,61 a canone ,00 a canone ,63 Gestione call center a canone ,00 Preventivazione e gestione ordini di intervento Pianificazione e programmazione delle attività a canone ,48 a canone ,83 TOTALE annuo ,12 TOTALE CONVENZIONE dal al ,92

8 8/87 8 IMMOBILE SERVIZIO TIPOLOGIA di PRESTAZIONE San Domenico Manutenzione impianti elettrici Manutenzione impianto idrico / sanitario Manutenzione impianto di riscaldamento Manutenzione impianto di raffrescamento Manutenzione impianti elevatori Manutenzione impianti antincendio Manutenzione sicurezza e controllo accessi DATA PRESUNTA DI ATTIVAZIONE IMPORTO NETTO ANNUO a canone ,20 a canone ,51 a canone ,02 a canone ,91 a canone ,50 a canone ,01 a canone ,98 Pulizia a canone ,24 Disinfestazione a canone ,72 Giardinaggio a canone ,27 Guardiania e accoglienza a canone si precisa che la data effettiva di attivazione verrà concordata fra le parti ,00 Gestione control room extra canone ,18 Facchinaggio interno ed esterno Progettazione e gestione sistema informativo Costituzione e gestione anagrafica tecnica extra canone ,12 a canone ,44 a canone ,49 Gestione call center a canone ,09 Preventivazione e gestione ordini di intervento Pianificazione e programmazione delle attività a canone ,74 a canone ,63 TOTALE annuo ,05 TOTALE CONVENZIONE ,22 dal al

9 9/87 9 Visti i pareri favorevoli ai sensi dell art. 49, comma 1, del Decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267: di regolarità tecnica, rilasciato dal Dirigente del Servizio Pinacoteca e Musei / Area servizi al cittadino, in data 23/03/2009; di regolarità contabile, rilasciato dal Dirigente del Servizio programmazione e gestione bilancio e dal Direttore dell'area finanze, patrimonio e contratti in data 23/03/2009; Visti, altresì, i pareri favorevoli: del Dirigente del Servizio grandi opere di edilizia pubblica, relativamente al complesso San Domenico, espresso in data 23/03/2009; del Dirigente del Servizio gestione edifici pubblici in data 23/03/2009; del Dirigente del Servizio contratti, gare e acquisti in data 23/03/2009; Visto, infine: la sottoscrizione del Direttore d Area in data 23/03/2009, ai sensi dell art. 19, comma 4, lett. h), del Regolamento sull ordinamento degli uffici e dei servizi; il parere positivo di conformità dell azione amministrativa di cui al presente atto alla legge, allo statuto, ai regolamenti, espresso dal Segretario generale in data 24/03/2009; Con voti favorevoli n. 17, astenuti n. 6 (Burnacci, Farneti, Giunchi e Milanesi del Gruppo consiliare F.I., Aprigliano del Gruppo consiliare A.M. e Terracciano del Gruppo consiliare U.D.C.), espressi con procedimento elettronico dai n. 23 Consiglieri presenti e n. 17 votanti; D E L I B E R A 1. di aderire, per i motivi di cui in narrativa che si assume quale parte integrante e sostanziale del presente dispositivo, alla Convezione Consip per la fornitura dei servizi ausiliari e interventi manutentivi per il funzionamento del Palazzo di

10 10/87 10 Giustizia e del complesso museale San Domenico, tenuto conto delle esigenze specifiche di questo Comune, contenute nello schema di massima di Capitolato speciale d'appalto che qui si approva e che viene allegato al presente provvedimento per farne parte integrante e sostanziale, ancorchè rimodulabile dai Dirigenti competenti (Servizio Pinacoteca e Musei e Servizio gestione edifici pubblici) in relazione a possibili ulteriori esigenze di integrazione/specificazione o adeguamento che si rendessero necessarie; 2. di dare atto che la vigenza dell appalto dei servizi oggetto del presente provvedimento ha una durata di anni 4 (quattro) dalla data di emissione di ordinativo principale di fornitura, ovvero dalla data di attivazione del primo servizio che verrà richiesto; 3. di prevedere che con il fornitore del servizio verrà sottoscritto contratto d appalto in forma di scrittura privata repertoriata, che sarà firmato dai Dirigenti dei Servizi di cui al punto 2 (anche dopo l'avvio di cui al punto 3), o chi per essi, che interverranno con i poteri di cui all art. 18, comma 4, del Regolamento dei contratti; 4. di dare atto che l adesione alla Centrale pubblica nazionale di committenza Consip verrà effettuata per un importo stimato in via presuntiva nel quadriennio di netti Euro ,14, con ammontare variabile in funzione della data di attivazione dei singoli servizi e in base all effettivo fabbisogno del Comune, sia per i servizi extra canone (cosiddetti a consumo ) sia per i servizi il cui corrispettivo è a canone, in quanto comunque rimodulabili con Atti aggiuntivi nel corso dell'erogazione dei servizi; 5. di prevedere che il necessario impegno di spesa verrà assunto con provvedimenti successivi all'adesione, nella forma di determinazione dirigenziale, adottata dai competenti Dirigenti di Servizio, e che le

11 11/87 11 determinazioni di impegno saranno comunque assunte compatibilmente con gli impegni e le disponibilità di Bilancio. <><><><><><><>

12 12 12/87 Fatto, letto e sottoscritto IL PRESIDENTE IL SEGRETARIO GENERALE Copia della presente deliberazione è stata pubblicata all Albo Pretorio il giorno 23 Aprile 2009 e vi resterà affissa per la durata di gg.15. LA RESPONSABILE UNITA GIUNTA E CONSIGLIO Forlì, 23 Aprile 2009 La presente deliberazione: è divenuta esecutiva ai sensi dell art. 134, comma 3, del D.Lgs. 18/8/2000, n è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, del D.Lgs. 18/8/2000, n LA RESPONSABILE UNITA GIUNTA E CONSIGLIO Forlì, 4 Maggio 2009

13 13/87 COMUNE DI FORLI AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO PINACOTECA E MUSEI AREA LAVORI PUBBLICI SERVIZIO GRANDI OPERE EDILIZIA PUBBLICA SCHEMA DI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO DEI SERVIZI AUSILIARI E INTERVENTI MANUTENTIVI PER IL FUNZIONAMENTO DEL PALAZZO DI GIUSTIZIA E DEL COMPLESSO MUSEALE SAN DOMENICO (IN ADESIONE ALLA CONVENZIONE LOTTO N. 4 DELLA CENTRALE PUBBLICA DI COMMITTENZA CONSIP S.P.A.) Marzo

14 INDICE 14/87 Art. 1 Premessa Art. 2 Oggetto dell'appalto e prestazioni richieste Art. 3 Durata del contratto di fornitura e importo stimato dell'appalto Art. 4 Servizi Palazzo di Giustizia Lett. A) Manutenzione impianti elettrici Lett. B) Manutenzione impianto idrico/sanitario Lett. C) Manutenzione impianto di raffrescamento Lett. D) Manutenzione impianti elevatori Lett. E) Manutenzione impianti antincendio Lett. F) Manutenzione sicurezza e controllo accessi Art. 5 Servizi complesso museale San Domenico Lett. A) Manutenzione impianti elettrici Lett. B) Manutenzione impianto idrico/sanitario Lett. C) Manutenzione impianto di riscaldamento Lett. D) Manutenzione impianto di raffrescamento Lett. E) Manutenzione impianti elevatori Lett. F) Manutenzione impianti antincendio Lett. G) Manutenzione sicurezza e controllo accessi Lett. H) Pulizia Lett. I) Disinfestazione Lett. J) Giardinaggio Lett. K) Guardiania e accoglienza Lett. L) Gestione control room Lett. M) Facchinaggio interno ed esterno Art. 6 Corrispettivi e modalità di pagamento Art. 7 Penali Art. 8 Cauzione Art. 9 Oneri e obblighi a carico dell'appaltatore Art. 10 Referenti dell'appalto Art. 11 Verifiche e controlli Art. 12 Subappalto Art. 13 Riservatezza Art. 14 Risoluzione del contratto Art. 15 Fonti disciplinanti Risoluzione delle controversie Art. 16 Spese contrattuali Al presente Capitolato Speciale di Appalto (CSA) sono allegati i seguenti documenti: a) Piano Dettagliato degli Interventi del Fornitore b) Planimetria per servizi di pulizia San Domenico c) Planimetria aree verdi Sono da considerare documenti aventi contenuto contrattuale, per quanto non specificato o derogato con il presente Capitolato, quanto sotto indicato, anche se qui non materialmente allegato, ma depositato presso la Centrale Pubblica di Committenza: Convenzionequadro Consip Capitolato Tecnico Consip 2

15 Art. 1 PREMESSA Il presente Capitolato Speciale d'appalto (di seguito per brevità CSA ) scaturisce da: Convenzionequadro per la fornitura di servizi di Facility Management (nel seguito per brevità Convenzione ) stipulata in data tra la Centrale pubblica di committenza Consip S.p.A. (concessionaria del Ministero dell'economia e delle Finanze) e SIRAM S.p.A. quale impresa mandataria capogruppo del R.T.I. fra la stessa e le mandanti GE.FI. Servizi Immobiliari S.p.A., CNS Consorzio nazionale Servizi Soc. Coop., Consorzio Stabile Miles Servizi Integrati, Prima Vera S.r.l., Ingegneria Biomedica Santa Lucia S.p.A., Rettagliata Servizi S.p.A., raggruppamento aggiudicatario del Lotto 4 Emilia Romagna (nel seguito per brevità Fornitore ). Capitolato Tecnico redatto da Consip S.p.A. per la gara per l'affidamento dei servizi di Facility Management per immobili, adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni (nel seguito per brevità CT ). Piano Dettagliato degli Interventi (nel seguito per brevità PDI ), redatto dal Fornitore a seguito di Richiesta Preliminare di Fornitura avanzata dal Dirigente del Servizio Pinacoteca e Musei P.G.n /08, contenente la personalizzazione delle prestazioni richieste del Comune di Forlì per il Palazzo di Giustizia e per il complesso museale San Domenico e relativi dettagli economici, oggetto anche del presente Capitolato. Ai fini dell'attuazione dei servizi oggetto del presente CSA, si assumono le definizioni contenute all'art. 2 della Convenzione e all'art. 2 del CT. 15/87 Art. 2 OGGETTO DELL APPALTO E PRESTAZIONI RICHIESTE Oggetto dell appalto sono i servizi (compresi i servizi manutentivi) a garanzia del funzionamento del Palazzo di Giustizia sito in Piazza Beccaria n. 1 e del complesso museale San Domenico, sito in Piazza Guido da Montefeltro n. 12, così come di seguito descritti. I servizi richiesti al Fornitore per il Palazzo di Giustizia sono i seguenti: A. Manutenzione impianti elettrici; B. Manutenzione impianto idrico/sanitario; C. Manutenzione impianto di raffrescamento; D. Manutenzione impianti elevatori; E. Manutenzione impianti antincendio; F. Manutenzione sicurezza e controllo accessi I servizi richiesti al Fornitore per il complesso museale San Domenico sono i seguenti: A. Manutenzione impianti elettrici; B. Manutenzione impianto idrico/sanitario; C. Manutenzione impianto di riscaldamento; D. Manutenzione impianto di raffrescamento; E. Manutenzione impianti elevatori; F. Manutenzione impianti antincendio; G. Manutenzione sicurezza e controllo accessi 3

16 H. Pulizia 16/87 I. Disinfestazione J. Giardinaggio K. Guardiania e accoglienza L. Gestione control room M. Facchinaggio interno ed esterno I servizi sono erogati attraverso due diverse tipologie di prestazione: a) a canone : prestazioni tipiche di un servizio continuativo b) extra canone : prestazioni e/o interventi erogati su richiesta, con importo da utilizzare a consumo il cui dettaglio è indicato al successivo art. 3. Art. 3 DURATA DEL CONTRATTO DI FORNITURA E IMPORTO STIMATO DELL'APPALTO I singoli contratti di fornitura, attuativi della Convenzione, stipulati mediante emissione dell'ordinativo Principale di Fornitura (di seguito per brevità OPF ), hanno una durata di 4 (quattro) anni dalla data di emissione dell'opf (art. 5, comma 2, della Convenzione e art. 4, comma 4, del CT). La data effettiva di inizio erogazione dei servizi scaturisce dalla data di sottoscrizione del Verbale di consegna redatto dal Fornitore e dal Comune e attestante la presa in carico dei beni/immobili (art del CT). L'importo complessivo contrattuale stimato della convenzione, per la durata di 4 anni, è di netti Euro ,14 come da tabella seguente e come da PDI, comprensivo dei servizi di consulenza gestionale* obbligatori (art del CT): IMMOBILE TIPOLOGIA DI SERVIZIO TIPOLOGIA di PRESTAZIONE DATA PRESUNTA DI ATTIVAZIONE IMPORTO NETTO ANNUO Palazzo di Giustizia Manutenzione impianti elettrici a canone ,00 Manutenzione impianto idrico / a canone ,94 sanitario Manutenzione impianto di raffrescamento a canone ,64 Manutenzione impianti elevatori a canone ,00 Manutenzione impianti antincendio a canone ,99 Manutenzione sicurezza e controllo accessi Progettazione e gestione sistema informativo* Costituzione e gestione anagrafica tecnica* a canone ,61 a canone ,00 a canone ,63 Gestione call center* a canone ,00 Preventivazione e gestione ordini di intervento* Pianificazione e programmazione delle attività* a canone ,48 a canone ,83 TOTALE annuo ,12 TOTALE CONVENZIONE ,92 dal al

17 IMMOBILE SERVIZIO TIPOLOGIA di PRESTAZIONE DATA PRESUNTA DI ATTIVAZIONE IMPORTO NETTO ANNUO San Domenico Manutenzione impianti elettrici a canone ,20 Manutenzione impianto idrico / sanitario Manutenzione impianto di riscaldamento Manutenzione impianto di raffrescamento a canone ,51 a canone ,02 a canone ,91 Manutenzione impianti elevatori a canone ,50 Manutenzione impianti antincendio a canone ,01 Manutenzione sicurezza e controllo accessi a canone ,98 Pulizia a canone ,24 Disinfestazione a canone ,72 Giardinaggio a canone ,27 Guardiania e accoglienza a canone si precisa che la data effettiva di attivazione verrà concordata fra le parti ,00 Gestione control room extra canone ,18 Facchinaggio interno ed esterno extra canone ,12 Progettazione e gestione sistema informativo* Costituzione e gestione anagrafica tecnica* a canone ,44 a canone ,49 Gestione call center* a canone ,09 Preventivazione e gestione ordini di intervento* Pianificazione e programmazione delle attività* 17/87 a canone ,74 a canone ,63 TOTALE annuo ,05 TOTALE CONVENZIONE ,22 Art. 4 SERVIZI PALAZZO DI GIUSTIZIA A) MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI Comprende l esecuzione di attività, a canone, di manutenzione preventiva e programmata di impianti elettrici di media e bassa tensione, di distribuzione forza motrice ed illuminazione normale e di emergenza: tali attività di verifica e/o controllo e/o monitoraggio e/o manutenzione, come nel seguito meglio specificato, sono volte a garantire la piena fruibilità dell impianto cui il servizio è destinato e la programmazione temporale degli eventuali interventi di ripristino e/o sostituzione che dovessero rendersi necessari; gli interventi di ripristino e/o manutenzione di lieve entità non previsti nelle attività programmate di cui al punto precedente. I principali componenti impiantistici compresi, quando presenti, sono i seguenti: Cabine elettriche Quadri elettrici media e bassa tensione e c.c 5

18 Interruttori media e bassa tensione; Trasformatori Batterie di rifasamento Impianto di Protezione contro le scariche atmosferiche Rete di Terra Rete di distribuzione media e bassa tensione Gruppi elettrogeni per emergenza e servizio continuo Accumulatori stazionari e relativi armadi Gruppi statici di continuità assoluta e UPS Corpi illuminanti luce normale, emergenza, sicurezza per illuminazione interna ed esterna (per illuminazione esterna si intendono i corpi illuminanti di stretta pertinenza dell edificio manutenibili senza l ausilio di opere provvisionali) Soccorritori e relativi accessori La conduzione degli impianti elettrici dovrà assicurare la continuità di servizio degli impianti stessi e dovrà inoltre garantire nei singoli locali di ogni edificio, il mantenimento delle funzioni per cui l impianto è stato realizzato, come più dettagliatamente riportato nello specifico allegato. E prevista anche l esecuzione di attività extra canone, costituita da: interventi di ripristino con importo superiore alla franchigia; interventi relativi ad attività di manutenzione a guasto necessarie al ripristino della normale funzionalità degli impianti, rilevati dal Fornitore in fase di sopralluogo iniziale. B) MANUTENZIONE IMPIANTO IDRICO / SANITARIO Il servizio, comprendente attività a canone ed attività extra canone, è volto a garantire la piena efficienza degli Impianti IdricoSanitari oggetto del contratto di fornitura e indicati nel Verbale di Consegna Tale servizio dovrà essere espletato con riferimento a tutti gli insiemi impiantistici e relativi componenti inclusi nell Ordinativo Principale di Fornitura e/o comunque almeno a quelli indicati nel seguente elenco, quando presenti: Allacciamento Rete di distribuzione Apparecchi sanitari Impianto trattamento acque nere Impianto di addolcimento Rete di irrigazione esterna Rete di distribuzione del gas C) MANUTENZIONE IMPIANTO DI RAFFRESCAMENTO Il servizio, comprendente attività a canone ed attività extra canone, è volto a garantire la piena efficienza di tutti gli Impianti di Raffrescamento oggetto del Contratto e indicati nel Verbale di Consegna. L attività deve essere svolta attenendosi a quanto previsto dalla normativa vigente; sarà inoltre compito del Fornitore verificare e rispettare le eventuali norme regolamentari di emanazione locale inerenti la materia. Tale servizio dovrà essere espletato con riferimento a tutti gli insiemi impiantistici e relativi componenti e/o comunque almeno a quelli indicati nel seguente elenco: Centrale frigorifera comprensiva di componenti elettromeccanici ed accessori di controllo, sicurezza e regolazione Torri evaporazione/raffreddamento Ventilatori Motori e Pompe Rete di distribuzione acqua e aria Unità di trattamento aria (U.T.A.) Termoventilatore pensile tipo a soffitto completo di accessori Unità interna esterna split/multisplit Torrino estrazione aria 18/87 6

19 Strumenti per misura e regolazione Ventilconvettore (fan coil) 19/87 La gestione a canone comprende le seguenti attività: conduzione degli impianti; attività di manutenzione preventiva e programmata; interventi di ripristino e/o manutenzione di lieve entità di importo inferiore alla franchigia. Le attività di manutenzione preventiva e programmata degli impianti di raffrescamento sono volte a garantire la piena disponibilità degli stessi e la predizione temporale degli eventuali interventi di ripristino/sostituzione che dovessero rendersi necessari. L elenco delle attività, esemplificativo e non esaustivo degli interventi che dovranno essere effettuati sulle singole unità fondamentali che normalmente costituiscono l impianto con le relative frequenze minime, viene riportato nello specifico allegato. Le attività extra canone sono: interventi di ripristino con importo superiore alla franchigia; interventi relativi ad attività di manutenzione a guasto necessarie al ripristino della normale funzionalità degli impianti, rilevati dal Fornitore in fase di sopralluogo iniziale. D) MANUTENZIONE IMPIANTI ELEVATORI Il servizio, comprendente attività a canone ed attività extra canone, è volto a garantire il regolare funzionamento e la buona conservazione di tutti gli Impianti Elevatori indicati nel Verbale di Consegna. Tale servizio è disciplinato dalla normativa, sia statale che regionale, vigente in materia che deve intendersi integralmente richiamata ai fini del presente Capitolato; in particolare si richiama il D.P.R. n. 162 del 30 aprile 1999 attuativo della Direttiva 95/16 riguardante ascensori e montacarichi ed il D.M. 4 dicembre 2002 riportante l Elenco delle norme armonizzate ai sensi dell'art. 5 del decreto del Presidente della Repubblica 30 aprile 1999, n. 162, concernente l'attuazione della direttiva 95/16/CE in materia di ascensori. Sarà inoltre compito del Fornitore verificare e rispettare le eventuali norme regolamentari di emanazione locale inerenti la materia. Tale servizio dovrà essere espletato con riferimento a tutti gli elevatori indicati nel seguente elenco: Ascensori adibiti al trasporto di persone (categoria A); Piattaforme elevatrici e montascale Il servizio prevede, compresa nel canone, l esecuzione di tutte le attività volte a garantire la piena efficienza di tutti gli Impianti Elevatori fino a 15 fermate presenti presso gli immobili oggetto dell Ordinativo Il canone comprende le seguenti attività: visite di manutenzione; controlli e manutenzione programmata; interventi di ripristino e/o manutenzione di lieve entità di importo inferiore alla franchigia; servizio di reperibilità per eventuali emergenze; assistenza al controllo degli Enti Pubblici e Organismi di certificazione notificati ai sensi dell art.13 del DPR 162/99. Sono previste tutte le prestazioni obbligatorie (quelle relative al D.P.R. 29/5/1963, n.1497, art.19 e D.M. 28/5/1979, art. 19 e successive integrazioni e modificazioni) per cui si dovrà provvedere, periodicamente, secondo le esigenze dell impianto: a verificare il regolare funzionamento dei dispositivi meccanici, elettrici ed idraulici e, particolarmente, il regolare funzionamento delle porte e delle serrature, il livello dell olio nel serbatoio, la tenuta delle guarnizioni; a verificare lo stato di conservazione delle funi e delle catene; alle operazioni normali di pulizia e di lubrificazione delle parti con fornitura dei lubrificanti, grasso, pezzame e fusibili. 7

20 Il Fornitore dovrà inoltre provvedere alle seguenti verifiche periodiche di cui all art.19, punto 4 del citato D.P.R.29/5/1963, n e dell art.15 del D.P.R.30/04/1999, n 162 una volta ogni sei mesi, negli ascensori di categoria A, B: verifica dell integrità e dell efficienza del paracadute, del limitatore di velocità e degli altri dispositivi di sicurezza; verifica minuta delle funi, delle catene e dei loro attacchi; verifica dell isolamento dell impianto elettrico e dell efficienza dei collegamenti con la terra; annotazione dei risultati di queste verifiche sul libretto prescritto dalla legge. Il Fornitore, a norma dell art.18 del citato D.P.R.n 1497, dovrà ottemperare, con compenso compreso nel canone, alle prescrizioni eventualmente impartite dal tecnico incaricato a seguito della visita di controllo, compresa la sostituzione dei componenti necessari per garantire la funzionalità degli impianti. Nell ambito del presente servizio, è delegata al Fornitore, così come richiesto dalla normativa vigente sopra richiamata, la gestione del libretto matricola e dei relativi verbali di collaudo e verifica. Risultano inoltre comprese nelle attività coperte da canone: la redazione dei rapporti sullo stato degli impianti; la registrazione delle visite e delle modifiche apportate; Sono comprese tutte le necessarie operazioni di manutenzione preventiva degli impianti (regolazioni, sostituzioni di parti ecc.) atte a prevenire, nei limiti di quanto prevedibile, il manifestarsi di guasti od anomalie di funzionamento. Nel caso in cui il Fornitore rilevi un pericolo in atto, deve sospendere immediatamente il servizio fino a quando l impianto non sia stato riparato; deve inoltre, informare ai sensi dell art. 19, punto 7 del citato D.P.R. l Amministrazione Contraente e l Organo di ispezione; ad ogni accesso dei piani, in posizione visibile e prefissata, dovrà essere applicato, a norma del successivo art. 50 del medesimo D.P.R., un cartello o un segnale per indicare la sospensione del servizio. A tale scopo si riporta, a titoli esemplificativo ma non esaustivo, un elenco di verifiche e controlli che dovranno essere effettuati con cadenza almeno semestrale. pulizia completa del locale macchine ascensori, del locale argani di rinvio, delle fosse ascensori con sollevamento e/o abbassamento dei materiali di risulta e trasporto a discarica; lubrificazione di tutti gli argani e parti soggette a movimento; prove di funzionamento dei freni e dei dispositivi di sicurezza; verifica livelli ed eventuali perdite sui sistemi idraulici; verifica e registrazione di tutte le parti degli impianti in movimento ed in particolare delle porte di piano; controllo della corretta aerazione del locale macchine e del vano corsa ascensori; controllo della corretta chiusura delle porte dei locali macchine e/o locali argani; controllo del funzionamento dell'interruttore di emergenza; verifica della presenza ed efficienza estintore/i. Qualsiasi ulteriore attività di controllo, manutenzione preventiva e periodica, riparazione e/o sostituzione di componenti usurati, necessaria a garantire il corretto funzionamento degli impianti, è compresa nel canone e dovrà essere indicata nel Piano Dettagliato degli Interventi. Gli interventi di ripristino di lieve entità di importo inferiore alla franchigia sono compresi nel canone; sono esclusi i soli ripristini conseguenti ad atti vandalici. Tali interventi, che non necessitano di preventiva autorizzazione del Supervisore, dovranno essere comunque consuntivati al termine degli stessi ed indicati all interno della documentazione allegata al Verbale di Controllo. Il Fornitore garantisce, compreso nel canone, la reperibilità 24 ore al giorno per 365 giorni all anno per eventuali chiamate per guasti e/o interruzioni del servizio che dovessero comportare grave rischio per le persone. Dovrà quindi fornire un numero telefonico presidiato per gli intervalli di tempo eventualmente non coperti dagli operatori telefonici del servizio di Call Center. Tutte le segnalazioni eventualmente fatte a tale numero dovranno poi essere comunicate a cura del Fornitore al Call Center, che si occuperà di registrare le segnalazioni relative. Dovrà essere garantito l intervento in un tempo non superiore ad un ora. 20/87 8

Schede Attività Programmate

Schede Attività Programmate Servizi di manutenzione integrata edifici-impianti degli immobili istituzionali della Scuola Normale Superiore Schede Attività Programmate Pisa, lì 13 gennaio 2014. Piazza dei Cavalieri, 7 56126 Pisa-Italy

Dettagli

- Verifica funzionalità, pulizia e controllo connessioni altro tipo di trasformatori

- Verifica funzionalità, pulizia e controllo connessioni altro tipo di trasformatori Impianto elettrico Cabine elettriche Quadri elettrici media e bassa tensione e c.c Interruttori media e bassa tensione Trasformatori Batteria di rifasamento Impianto di Protezione contro le scariche atmosferiche

Dettagli

CONVENZIONE CONSIP FACILITY MANAGEMENT 3 CATEGORIE DI SERVIZI

CONVENZIONE CONSIP FACILITY MANAGEMENT 3 CATEGORIE DI SERVIZI CONVENZIONE CONSIP FACILITY CATEGORIE DI SERVIZI I oggetto dell appalto sono classificati nelle seguenti macro categorie e categorie di servizio così suddivise: Macro Categoria Categoria previsti dalla

Dettagli

WEBLAB - SCHEDA DOCUMENTO

WEBLAB - SCHEDA DOCUMENTO WEBLAB - SCHEDA DOCUMENTO N 119 TIPO DI DOCUMENTO: CAPITOLATO TITOLO: Gara per la fornitura del servizio di gestione integrata (Global Service) degli immobili in uso SOTTOTITOLO: DATI CAPITOLATO TECNICO:

Dettagli

CONSIP FM3 LOTTO 6 MARCHE E ABRUZZO

CONSIP FM3 LOTTO 6 MARCHE E ABRUZZO CONSIP FM3 LOTTO 6 MARCHE E ABRUZZO ABSTRACT Febbraio 2013 1 SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT PER IMMOBILI, ADIBITI PREVALENTEMENTE AD USO UFFICIO, IN USO A QUALSIASI TITOLO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Dettagli

Sostenibilità ambientale e comportamenti virtuosi nella gestione dei rifiuti. Il caso Poste Italiane.

Sostenibilità ambientale e comportamenti virtuosi nella gestione dei rifiuti. Il caso Poste Italiane. Sostenibilità ambientale e comportamenti virtuosi nella gestione dei rifiuti. Il caso Poste Italiane. Amedeo Urbano De Marco, Responsabile di Commessa, CNS Consorzio Nazionale Servizi Poste Italiane: un

Dettagli

Pulizia, Sanificazione ambientale, Derattizzazione e Disinfestazione

Pulizia, Sanificazione ambientale, Derattizzazione e Disinfestazione Allegato 4 Pulizia, Sanificazione ambientale, Derattizzazione e Disinfestazione La metodologia utilizzata dovrà garantire la pulizia e la disinfezione degli ambienti utilizzando attrezzi e materiali per

Dettagli

ROMA CAPITALE ISTITUZIONE SISTEMA BIBLIOTECHE CENTRI CULTURALI

ROMA CAPITALE ISTITUZIONE SISTEMA BIBLIOTECHE CENTRI CULTURALI ROMA CAPITALE ISTITUZIONE SISTEMA BIBLIOTECHE CENTRI CULTURALI SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA, PROGRAMMATA E PERIODICA DEI SISTEMI ANTINTRUSIONE, SISTEMI RILEVAZIONE FUMI E SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA

Dettagli

UFFICIO TECNICO COMUNALE

UFFICIO TECNICO COMUNALE UFFICIO TECNICO COMUNALE COMUNE DI TRIGGIANO P.IVA: 00865250724 - Tel. 0804628.206 - Fax: 0804628.203 e-mail: llpp@comune.triggiano.bari.it SERVIZIO DI PULIZIA IMMOBILI COMUNALI, CUSTODIA E MANUTENZIONE

Dettagli

COMUNE DI GORLAGO PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI GORLAGO PROVINCIA DI BERGAMO PRESTAZIONALE IMPIANTI ELEVATORI E ASCENSORI, ANTINCENDIO, ANTIFURTO CITTOFONO E CONTROLLO ACCESSO 1. IMPIANTI ELEVATORI, ASCENSORI, Le prestazioni richieste sono: A- conduzione degli impianti; B- controlli

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI PERIODO MESI VENTIQUATTRO

SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI PERIODO MESI VENTIQUATTRO SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI PERIODO MESI VENTIQUATTRO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO (DUVRI) E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (art. 26 del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.)

Dettagli

GESTIONE DELLA SICUREZZA

GESTIONE DELLA SICUREZZA ASM S.p.A. AMBIENTE SERVIZI MOBILITA Via Galcianese 15, 59100 Prato SERVIZIO DI GESTIONE IMPIANTO DI SELEZIONE E TRATTAMENTO RIFIUTI URBANI, SPECIALI ASSIMILATI E SPECIALI NON PERICOLOSI AI FINI DELLA

Dettagli

Capitolato Tecnico per il servizio di pulizie di immobili comunali

Capitolato Tecnico per il servizio di pulizie di immobili comunali COMUNE di BUCCINASCO Provincia di Milano Capitolato Tecnico per il servizio di pulizie di immobili comunali Periodo 01.01.2008/31.12.2011 SOMMARIO Art. 1 - RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI E SMALTIMENTO

Dettagli

GARA D APPALTO CON PROCEDURA APERTA CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI PULIZIA FORESTERIA, CAMERE E PORTIERATO

GARA D APPALTO CON PROCEDURA APERTA CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI PULIZIA FORESTERIA, CAMERE E PORTIERATO GARA D APPALTO CON PROCEDURA APERTA CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI PULIZIA FORESTERIA, CAMERE E PORTIERATO CIG 4230168D0D Capitolato servizi foresteria Pagina 1 di 8 Timbro e firma del partecipante

Dettagli

ALLEGATO A - CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A - CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A - CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT PER IMMOBILI, ADIBITI PREVALENTEMENTE AD USO UFFICIO, IN USO A QUALSIASI TITOLO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Dettagli

Denominazione ufficiale: Roma Convention Group

Denominazione ufficiale: Roma Convention Group BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DEMINAZIONE INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Roma Convention Group Indirizzo postale: Viale della pittura, 50 Punti di

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

APPENDICE 2 - SCHEDE DI MANUTENZIONE

APPENDICE 2 - SCHEDE DI MANUTENZIONE APPENDICE 2 - SCHEDE DI MANUTENZIONE 2.1 SCHEDA DI MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI efficienza apparecchiature Cabine elettriche funzionalità ventilatori aerazione cabina Quadri elettrici media e bassa

Dettagli

CAV S.p.A. Concessioni Autostradali Venete

CAV S.p.A. Concessioni Autostradali Venete CAV S.p.A. Sede Legale: Dorsoduro 3901-30123 Venezia Uffici Amministrativi: Santa Croce 729-30135 Venezia - Tel. 0415242314- Fax. 0415242531 R.I./C.F./P.IVA 03829590276 Iscr. R.E.A. VE 0341881 Cap. Sociale

Dettagli

Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À

Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali C O M U N E di AMALFI U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À R E L A Z I O N E T E C N I C A P E R I L S E R V I Z I O D I P U

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE

COMUNE DI PREGNANA MILANESE 5. ALLEGATI ALLEGATO 1 - ELENCO STRUTTURE 1. Campo di calcetto Trattasi di struttura coperta, con pavimentazione in erba sintetica e copertura costituita da campate e arcarecci in legno lamellare e telo

Dettagli

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO Pulitura, lavatura e disinfezione dei servizi igienici, dei lavabi, delle pareti, dei pavimenti, dei gabinetti di decenza e di ogni altro sanitario avendo cura che i condotti

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI ADIBITI A SEDE DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Art. 1 ( OGGETTO DELL APPALTO E ARTICOLAZIONI DEL SERVIZIO)

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

COMUNE DI VALLEFIORITA PROVINCIA DI CATANZARO MANUTENZIONE IMPIANTI DI RISCALDAMENTO DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA DEL COMUNE. Schema di Convenzione

COMUNE DI VALLEFIORITA PROVINCIA DI CATANZARO MANUTENZIONE IMPIANTI DI RISCALDAMENTO DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA DEL COMUNE. Schema di Convenzione COMUNE DI VALLEFIORITA PROVINCIA DI CATANZARO MANUTENZIONE IMPIANTI DI RISCALDAMENTO DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA DEL COMUNE Schema di Convenzione Art. 1 Oggetto del lavoro Il presente schema di convenzione

Dettagli

La gestione integrata dei servizi agli immobili: la Convenzione Consip Facility Management per immobili ad uso ufficio

La gestione integrata dei servizi agli immobili: la Convenzione Consip Facility Management per immobili ad uso ufficio La gestione integrata dei servizi agli immobili: la Convenzione Consip Facility Management per immobili ad uso ufficio INTRODUZIONE ALL INIZIATIVA La Convenzione Facility Management Uffici ha per oggetto

Dettagli

Progetto dell appalto - art. 279 D.P.R. 207/2010

Progetto dell appalto - art. 279 D.P.R. 207/2010 Procedura aperta per l'affidamento del servizio di Pulizia del Museo Nazionale dell Automobile Avv. Giovanni Agnelli, Corso Unità d Italia 40, 10126 Torino Entità complessiva dell appalto 390.000,00 oltre

Dettagli

DIST Università degli Studi di Genova Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica

DIST Università degli Studi di Genova Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica DIST Università degli Studi di Genova Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica CAPITOLATO TECNICO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA nei Locali siti in Viale Causa 13 e Via Opera Pia 13 16145 GENOVA

Dettagli

COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona

COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona Allegato alla determina del R.F. n. 63 del 02.11.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Fornitura del servizio di pulizie degli uffici e della palestra comunali

Dettagli

ALLEGATO 5 - CAPITOLATO TECNICO GARA PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT PER IMMOBILI IN USO A

ALLEGATO 5 - CAPITOLATO TECNICO GARA PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT PER IMMOBILI IN USO A ALLEGATO 5 - CAPITOLATO TECNICO GARA PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI FACILITY MANAGEMENT PER IMMOBILI IN USO A QUALSIASI TITOLO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ADIBITI PREVALENTEMENTE AD USO UFFICIO Allegato

Dettagli

COMUNE DI CREDERA RUBBIANO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI CREDERA RUBBIANO PROVINCIA DI CREMONA COMUNE DI CREDERA RUBBIANO PROVINCIA DI CREMONA COPIA Determinazione n. 173 del 29.12.2010 Oggetto: CONFERIMENTO INCARICO ALLA DITTA IDROTEK SRL DI POLA & BALZARI DI CREMA PER LA CONDUZIONE E MANUTENZIONE

Dettagli

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014 Patrocinio Università degli Studi di Genova Facoltà di Architettura - Dipartimento di Scienze per l'architettura Dottorato di Ricerca in "Recupero Edilizio ed Ambientale" Provincia di Genova CONVEGNO FACILITY

Dettagli

VIA GHEDINI 6 Div. Servizi Sociali Casa di Ospitalità. LOCALI CASA DI OSPITALITA MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da lunedì a domenica)

VIA GHEDINI 6 Div. Servizi Sociali Casa di Ospitalità. LOCALI CASA DI OSPITALITA MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da lunedì a domenica) LOTTO II ALLEGATO A VIA GHEDINI 6 Div. Servizi Sociali Casa di Ospitalità LOCALI CASA DI OSPITALITA MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da lunedì a domenica) Spazzatura e lavatura con idonei detergenti

Dettagli

Lecco CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE ORDINARIA E OCCASIONALE DEGLI IMPIANTI ASCENSORE IMPIANTI ASCENSORI INSTALLATI NEGLI EDIFICI

Lecco CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE ORDINARIA E OCCASIONALE DEGLI IMPIANTI ASCENSORE IMPIANTI ASCENSORI INSTALLATI NEGLI EDIFICI Fax 0341.295333 Telefono 0341.295111 C.so Matteotti, 3 23900 Lecco, Italia ott Pietro Francesco Canali II dirigente Lecco, Condominio ELLE Sala Ticozzi - Lecco VILLA Monastero Varenna Lecco DI COMPETENZA

Dettagli

Principali Controlli nel Settore Impiantistico delle Strutture Socio Sanitarie

Principali Controlli nel Settore Impiantistico delle Strutture Socio Sanitarie SISTEMI DI PREVENZIONE E DI CONTROLLO NEL SETTORE RSA: UN PROGETTO INNOVATIVO IN PROVINCIA DI VARESE Principali Controlli nel Settore Impiantistico delle Strutture Socio Sanitarie Barza d Ispra, 18 maggio

Dettagli

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna)

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI TRA L ENTE GESTORE E GLI ASSEGNATARI DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA AI SENSI DELL ART.25, COMMA

Dettagli

COMUNE DI CREDERA RUBBIANO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI CREDERA RUBBIANO PROVINCIA DI CREMONA COMUNE DI CREDERA RUBBIANO PROVINCIA DI CREMONA ORIGINALE Determinazione n. 41 del 24.03.2010 Oggetto: CONFERIMENTO INCARICO ALLA DITTA IDROTEK SRL DI POLA & BALZARI DI CREMA PER LA CONDUZIONE E MANUTENZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI Allegato D) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. del REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 107 del 23/12/2002 Testo coordinato con le

Dettagli

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia Settore II Finanziario - Servizio Patrimonio CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia Settore II Finanziario - Servizio Patrimonio CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE Codice CIG: 34069808D4 Pagina 1 di 16 SOMMARIO PREMESSE Art. 1 OGGETTO DELLA PROCEDURA Art. 2

Dettagli

Gara a procedura aperta per l affidamento del SERVIZIO DI PULIZIA dell Area della Ricerca di Padova del C.N.R.

Gara a procedura aperta per l affidamento del SERVIZIO DI PULIZIA dell Area della Ricerca di Padova del C.N.R. Area della Ricerca di Padova Codice CIG: 0361528656 Gara a procedura aperta per l affidamento del SERVIZIO DI PULIZIA dell Area della Ricerca di Padova del C.N.R. CAPITOLATO D'APPALTO ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

COMUNE DI LOIRI PORTO SAN PAOLO Provincia di Olbia - Tempio

COMUNE DI LOIRI PORTO SAN PAOLO Provincia di Olbia - Tempio COMUNE DI LOIRI PORTO SAN PAOLO Provincia di Olbia - Tempio CONCESSIONE IN GESTIONE DEL CENTRO ACCOGLIENZA AL SERVIZIO DEL PARCO MONTE RUIU CAPITOLATO D ONERI La gestione del servizio da parte del concessionario

Dettagli

Servizi di Facility Management per gli immobili in uso alle Pubbliche Amministrazioni adibiti prevalentemente ad uso ufficio

Servizi di Facility Management per gli immobili in uso alle Pubbliche Amministrazioni adibiti prevalentemente ad uso ufficio 1 Facility Management per gli immobili in uso alle Pubbliche Amministrazioni abiti prevalentemente ad uso ufficio Convenzione Consip Lotto 3 2 Ince Premessa................... pag. 03 Il Raggruppamento

Dettagli

Allegato B.23 - Schede pulizie periodiche Sedi coinvolte: Tutte quelle oggetto di questa gara

Allegato B.23 - Schede pulizie periodiche Sedi coinvolte: Tutte quelle oggetto di questa gara Allegato B.23 - Schede pulizie periodiche Sedi coinvolte: Tutte quelle oggetto di questa gara Queste attività di pulizia periodica devono essere eseguite con le cadenze riportate. Tutte le attività di

Dettagli

Tra A.P.S.P. "OPERA ROMANI" e

Tra A.P.S.P. OPERA ROMANI e Allegato n. 1 CONTRATTO MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI E DI CONDIZIONAMENTO DELL'ENTE CON INCARICO DI TERZO RESPONSABILE ANNI 2013 E 2014 Tra A.P.S.P. "OPERA ROMANI" e DITTA: N.B. La presente proposta

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Allegato 2-bis al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI PULIZIA DA SVOLGERE PRESSO LA CASA ALBERGO

Dettagli

ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE N 608 IN DATA 14/12/2009 PROTOCOLLO N 0060736 COMUNICATA AI CAPIGRUPPO CONSILIARI IL 18/12/09 DELIB. IMM. ESEGUIBILE ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Progetto

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

DETERMINA N. 448 / 13

DETERMINA N. 448 / 13 COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) SETTORE LAVORI PUBBLICI CODICE SERVIZIO LAVORI PUBBLICI DETERMINA N. 448 / 13 DEL

Dettagli

ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI

ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI A1 - UFFICI SALE RIUNIONI AULE INFORMATIZZATE ARCHIVI CORRENTI DI PIANO BIBLIOTECHE UFFICIO CASSA SALA MEDICA* UFFICIO INFORMAZIONE E PASSI BOX VIGILANZA - SPOGLIATOI

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO, CLIMATIZZAZIONE, CONDIZIONAMENTO E REFRIGERAZIONE (DM. 37/08 art. 1, comma 2, lettera c)

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO, CLIMATIZZAZIONE, CONDIZIONAMENTO E REFRIGERAZIONE (DM. 37/08 art. 1, comma 2, lettera c) TIPO DI LAVORO Installazione, rifacimento, trasformazione, ampliamento di impianto dotato o anche non dotato di canna fumaria collettiva ramificata (Per frigorifero ad adsorbimento alimentato a gas vedere

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO COMUNE DI VIGNATE Provincia di Milano SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI COMUNALI ELENCO PRESTAZIONI IL RESPONSABILE DEL SETTORE TECNICO F.TO Geom. Massimo Balconi IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO F.TO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA P.Iva/C.F. 00344340500

CAPITOLATO SPECIALE. COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA P.Iva/C.F. 00344340500 PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO INERENTE LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DEL COMUNE DI CON ONERI DI ALLESTIMENTO E MANUTENZIONE CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE

Dettagli

1. Oggetto dell affidamento

1. Oggetto dell affidamento CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA RISTRETTA PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DEI SERVIZI DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI UTILIZZATI DA TURIMO TORINO E PROVINCIA: LOTTO 2 1. Oggetto dell affidamento Il presente Capitolato

Dettagli

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO)

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE, PORTIERATO, FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO, PER UFFICI E SERVIZI PROVINCIALI CIG: 4178959A0D ALLEGATO A/4

Dettagli

ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551

ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551 ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551 L anno duemila., il giorno ( ) del mese di., in. presso la sede dell., via.,

Dettagli

Atto Dirigenziale N. 3663 del 21/09/2012

Atto Dirigenziale N. 3663 del 21/09/2012 Atto Dirigenziale N. 3663 del 21/09/2012 Classifica: 005.11.05 Anno 2012 (4540924) Oggetto REVOCA DELLA DETERMINAZIONE A CONTRARRE N. 765 DEL 08/05/2012 DI APPROVAZIONE DEGLI ATTI DI GARA A "PROCEDURA

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI USSASSAI PROVINCIA OGLIASTRA. Oggetto: CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI USSASSAI PROVINCIA OGLIASTRA. Oggetto: CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI USSASSAI PROVINCIA OGLIASTRA Oggetto: CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO TRIENNALE DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO DELLE

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO -----------------------

GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO ----------------------- GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO ----------------------- Verbale n. 9 Adunanza 22 settembre 2009 OGGETTO: EDIFICIO SITO IN GIAVENO VIA PACCHIOTTI 51, SEDE DELLA SUC- CURSALE DELL I.T. PASCAL. PIANO DI INTERVENTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMPRENSORIO DI CIVITAVECCHIA CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE TRA lo Sporting Club Livigno, A.S.D. (C.F/P.IVA. N. 92007190140) con sede in Livigno, in Plazal Dali Schola n. 25, nella

Dettagli

Ripartizione delle spese accessorie e dei servizi a carico dei singoli assegnatari e dell autogestione.

Ripartizione delle spese accessorie e dei servizi a carico dei singoli assegnatari e dell autogestione. ALLEGATO A Ripartizione delle spese accessorie e dei servizi a carico dei singoli assegnatari e dell autogestione. A) Ascensore: 1) forza motrice e illuminazione; 2) manutenzione ordinaria e piccole riparazioni;

Dettagli

DELIBERA N. 183 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERA N. 183 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERA N. 183 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: SERVIZIO DI GESTIONE ENERGETICA DI ALCUNI EDIFICI E BENI COMUNALI AI FINI DEL MIGLIORAMENTO EFFICIENZA ENERGETICA ED APPROVAZIONE

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE A7 - CULTURA E POLITICHE GIOVANILI --- TEATRO Determinazione dirigenziale Registro Generale N. 808 del 06/11/2013 Registro del Settore N. 89 del 05/11/2013 Oggetto: SERVIZI DI FACCHINAGGIO OCCORRENTI

Dettagli

VALUTAZIONE DEI RISCHI

VALUTAZIONE DEI RISCHI ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA SEDE OPERATIVA SEDE INPDAP DI LATINA L affidamento del servizio di pulizia, disinfezione, disinfestazione, e derattizzazione

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE, FACILITY MANAGEMENT e CONTRATTI DI GLOBAL SERVICE

GESTIONE IMMOBILIARE, FACILITY MANAGEMENT e CONTRATTI DI GLOBAL SERVICE GESTIONE IMMOBILIARE, FACILITY MANAGEMENT e CONTRATTI DI GLOBAL SERVICE di Francesco Scriva Responsabile contratto Global Service Provincia di Genova 1. PRINCIPI E DEFINIZIONI Per poter affrontare la materia

Dettagli

ex LSU/ATA: dai 4 Consorzi alla Gara CONSIP

ex LSU/ATA: dai 4 Consorzi alla Gara CONSIP 1 In questo primo vademecum cercheremo di chiarire e semplificare alcuni passaggi contenuti nella Gara CONSIP bandita dal Ministero dell Economia e dal Ministero dell Istruzione in merito al servizio di

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1091 Data: 17-12-2011 SETTORE : FINANZIARIO SOCIETA' PARTECIPATE GARE E CONTRATTI

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1091 Data: 17-12-2011 SETTORE : FINANZIARIO SOCIETA' PARTECIPATE GARE E CONTRATTI Comune di Lecco Piazza Diaz, 1-23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 1091-2011 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1091 Data: 17-12-2011 SETTORE : FINANZIARIO SOCIETA'

Dettagli

SERVIZIO BILANCIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO BILANCIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SERVIZIO BILANCIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 15 DEL 23/01/2015 OGGETTO SERVIZIO DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI UFFICI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA (C.I.G. 607697BED). AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA.

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G. SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G. 5356508A3A L anno.., il giorno. del mese di.., TRA il Comune di Mogliano Veneto

Dettagli

A.S.P. CASA VALLONI Azienda di Servizi alla Persona

A.S.P. CASA VALLONI Azienda di Servizi alla Persona A.S.P. CASA VALLONI Azienda di Servizi alla Persona Adunanza del 09.01.2013 N. 2 del Registro L'anno duemilatredici (2013) nel mese di gennaio il giorno mercoledì nove alle ore 17,00 in Rimini, nella Sede

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA approvato con Delibera Commissariale n. 28 del 26/09/2011

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI FORNITURE, DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI FORNITURE, DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Art.1 Oggetto Il presente regolamento, adottato ai sensi dell art. 6 del Regolamento per l amministrazione e la contabilità disciplina l acquisizione di forniture e servizi in economia del Consorzio Interuniversitario

Dettagli

MODALITA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI E DEGLI ARREDI SCOLASTICI

MODALITA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI E DEGLI ARREDI SCOLASTICI Data 30-11-2009 Rev. N. 01 Pagina 1 di 5 MODALITA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI E DEGLI ARREDI SCOLASTICI Ddl RSPP RLS INDICE ISTITUTO MAGISTRALE STATALE LEONARDO DA VINCI Data 30-11-2009 Rev.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI DI GESTIONE E MANUTENZIONE

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI DI GESTIONE E MANUTENZIONE REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI DI GESTIONE E MANUTENZIONE Gli obblighi e gli oneri derivanti dal rapporto di locazione sono ripartiti tra proprietario e inquilino secondo le modalità di seguito

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. Pag. 1/7 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO

Dettagli

La pulizia dei suddetti locali effettuata in occasione di cerimonie o celebrazioni in giorni feriali è ricompresa nella pulizia giornaliera.

La pulizia dei suddetti locali effettuata in occasione di cerimonie o celebrazioni in giorni feriali è ricompresa nella pulizia giornaliera. - (allegato varie strutture comunali) SCHEDA TECNICA PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE PER VARIE STRUTTURE COMUNALI (Palazzo Nuovo III Palazzi Locali Vigili Urbani Campo Scuola /Stadio) CONDIZIONI

Dettagli

AMG ENERGIA S.p.A. Libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione VII VERBALE DI SEDUTA

AMG ENERGIA S.p.A. Libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione VII VERBALE DI SEDUTA AMG ENERGIA S.p.A. Libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione VII VERBALE DI SEDUTA L anno Duemilatredici, il giorno 5 del mese di giugno, alle ore 16,10 presso i locali

Dettagli

(ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI)

(ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI) (ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI) Tabella A - Quantificazione aree su cui effettuare il servizio Tipologia

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI QUARTO

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI QUARTO SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI QUARTO DOCUMENTRO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (ART. 26, COMMA 3, D.LGS. N. 81/2008) STAZIONE APPALTANTE: Comune di

Dettagli

INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA EDIFICIO VIA SEBASTIANO DEL PIOMBO 6 MILANO

INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA EDIFICIO VIA SEBASTIANO DEL PIOMBO 6 MILANO INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA EDIFICIO VIA SEBASTIANO DEL PIOMBO 6 MILANO CAPITOLATO D APPALTO E DESCRIZIONE LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE PARTI COMUNI I render grafici hanno scopo puramente indicativo

Dettagli

RISPOSTE ALLE RICHIESTE DI CHIARIMENTI PERVENUTE

RISPOSTE ALLE RICHIESTE DI CHIARIMENTI PERVENUTE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO TRIENNALE DEI SERVIZI DI PULIZIA, SANIFICAZIONE, DISINFEZIONE E DISINFESTAZIONE PROGRAMMATA E NON PROGRAMMATA DEI COMPLESSI IMMOBILIARI AFFERENTI ALL AREA OMOGENEA A

Dettagli

Faq: efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva

Faq: efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva Faq: efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2015 A seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 55 del 7 marzo 2014 del

Dettagli

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna ALLEGATO ALLA D.C. N.76 DEL 27.10.2004 Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna COMUNE DI CASTEL MAGGIORE REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI TRA L ENTE GESTORE E GLI ASSEGNATARI DI ALLOGGI

Dettagli

I-Brescia: Caldaie per teleriscaldamento 2012/S 220-362872. Avviso di gara Settori speciali. Forniture

I-Brescia: Caldaie per teleriscaldamento 2012/S 220-362872. Avviso di gara Settori speciali. Forniture 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:362872-2012:text:it:html I-Brescia: Caldaie per teleriscaldamento 2012/S 220-362872 Avviso di gara Settori speciali Forniture Direttiva

Dettagli

COMUNE DI MARUDO. Provincia di Lodi CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE E DEL CENTRO CIVICO

COMUNE DI MARUDO. Provincia di Lodi CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE E DEL CENTRO CIVICO COMUNE DI MARUDO Provincia di Lodi CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE E DEL CENTRO CIVICO COMUNALE. L'anno duemilaquattordici, il giorno 18 del mese di

Dettagli

COMUNE DI BRUSAPORTO PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI BRUSAPORTO PROVINCIA DI BERGAMO DETERMINAZIONE N. 100 DEL 17 marzo 2014 COPIA N. Proposta Settore: 34 OGGETTO: COD CIG ZA90E017AD. MANUTENZIONE ALLE APPARECCHIATURE ANTINCENDIO ED ANTINFORTUNISTICHE PRESSO GLI EDIFICI COMUNALI (ESTINTORI

Dettagli

I NOSTRI SERVIZI RISCALDAMENTO

I NOSTRI SERVIZI RISCALDAMENTO I II I NOSTRI SERVIZI RISCALDAMENTO CONFORTAIR su tutti gli impianti di riscaldamento I nostri operatori sono specializzati nella realizzazione,installazione e manutenzione di impianti di riscaldamento,

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO

COMUNE DI PASIAN DI PRATO COMUNE DI PASIAN DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO PULIZIA IMMOBILI COMUNALI ALLEGATO A D.U.V.R.I. (DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE) (art. 26, comma 3, D.Lgs. n.

Dettagli

I-San Donato Milanese: Servizi di pulizia di edifici 2011/S 196-319917. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

I-San Donato Milanese: Servizi di pulizia di edifici 2011/S 196-319917. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/7 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:319917-2011:text:it:html I-San Donato Milanese: Servizi di pulizia di edifici 2011/S 196-319917 Avviso di gara Settori speciali Servizi

Dettagli

ANNESSO 1.B (APPLICABILI PER GLI EDR INSERITI NEL LOTTO 19)

ANNESSO 1.B (APPLICABILI PER GLI EDR INSERITI NEL LOTTO 19) ANNESSO 1.B SCHEDE CONTENENTI, PER CIASCUNA TIPOLGIA DI LOCALI, LE PRESTAZIONI CHE DEVONO ESSERE SVOLTE, LE RELATIVE PERIODICITA ED I GIORNI IN CUI I SERVIZI DEVONO ESSERE SVOLTI. (APPLICABILI PER GLI

Dettagli

N.ro Fabbrica. Ditta installatrice. Portata netta Kg. Rossi. Ascensori. Rossi Ascensori. Art. 2 Decorrenza, durata, recesso

N.ro Fabbrica. Ditta installatrice. Portata netta Kg. Rossi. Ascensori. Rossi Ascensori. Art. 2 Decorrenza, durata, recesso SCHEMA DI CONTRATTO Servizio di Manutenzione Integrale (Full Risk) triennale dei n 2 impianti elevatori installati negli edifici comunali di cui il primo in esercizio presso la Casa Comunale e l altro

Dettagli

Schede di intervento pulizie

Schede di intervento pulizie CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO per l esecuzione del servizio di pulizie civili, facchinaggio, disinfestazione e derattizzazione presso il Gruppo IREN Lotto 2 - ALLEGATO 2 Schede di intervento pulizie Torino,

Dettagli

LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui)

LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui) Allegato A1 LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui) PERIODICITA PULIZIA: Pulizie giornaliere di tutti i locali: a) aspirazione/battitura

Dettagli

COMUNE DI BEINASCO PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI BEINASCO PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI BEINASCO PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE ESTRATTO DELLA GIUNTA COMUNALE N. 118 OGGETTO: Impianti di illuminazione pubblica. Convenzione CONSIP. Servizio luce e servizi connessi per

Dettagli

Sommario. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO TECNICO pag. - 1 Gara gestione impianti termici e di condizionamento

Sommario. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO TECNICO pag. - 1 Gara gestione impianti termici e di condizionamento CAPITOLATO TECNICO PER IL SERVIZIO DI: ESERCIZIO E CONDUZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA E PROGRAMMATA, TERZO RESPONSABILE PER LE CENTRALI TERMICHE ALIMENTATE A METANO CONNESSE AGLI EDIFICI ADIBITI A PLESSO

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI ED EVENTUALE SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER MESI 12

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI ED EVENTUALE SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER MESI 12 CITTA DI MELEGNANO Provincia di Milano SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI ED EVENTUALE SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER MESI 12 ELENCO PREZZI Melegnano lì, gennaio 2012 1.3 SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE

Dettagli

ALLEGATO 1 - Dichiarazione del datore di lavoro dell'impresa appaltatrice

ALLEGATO 1 - Dichiarazione del datore di lavoro dell'impresa appaltatrice ALLEGATO 1 - Dichiarazione del datore di lavoro dell'impresa appaltatrice DICHIARAZIONE DEL DATORE DI LAVORO DELL IMPRESA APPALTATRICE IN MERITO AL POSSESSO DEI REQUISITI TECNICO PROFESSIONALI OBBLIGATORI

Dettagli

Regolamento per la Certificazione Energetica degli Edifici

Regolamento per la Certificazione Energetica degli Edifici Regolamento per la Certificazione Energetica degli Edifici In vigore dal 15.11.2010 Rina Services S.p.A. Via Corsica, 12 16128 Genova Italy Tel. +39 01053851 Fax: +39 0105351000 www.rina.org CAPITOLO 1

Dettagli

I N D I C E GENERALITÀ... 2

I N D I C E GENERALITÀ... 2 INDICE 1. GENERALITÀ... 2 1.1 PREMESSA... 2 1.2 OGGETTO DEI LAVORI... 2 1.3 NORME E DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 3 1.4 DESCRIZIONE DELL INTERVENTO... 5 1.5 PROVE E VERIFICHE SUGLI... 5 1.6 DOCUMENTAZIONE

Dettagli