FAQ. Avviso Pubblico "Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento Determinazione dirigenziale n. G10271 del 28/08/2015.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FAQ. Avviso Pubblico "Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento Determinazione dirigenziale n. G10271 del 28/08/2015."

Transcript

1 FAQ Avviso Pubblico "Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento Determinazione dirigenziale n. G10271 del 28/08/2015. Chiarimenti in merito ai requisiti per presentare l adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocazione In riferimento a quanto pubblicato sui siti regionali in merito alle procedure di candidatura all avviso concernente il contratto di ricollocazione e a quanto già comunicato dalla Direzione regionale Lavoro sulle informazioni da fornire al disoccupato si chiarisce quanto segue. Il disoccupato per partecipare deve aver sottoscritto la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID) entro la data del 31 agosto 2014 e aver maturato la permanenza nello stato di disoccupazione per almeno 12 mesi (in applicazione del d.lgs. 181/2000 e s.m.i.). Si ricorda altresì che possono presentare domanda di partecipazione anche i soggetti iscritti nelle liste di mobilità, purché in possesso di una DID sottoscritta entro il termine sopra indicato. 1.D Quali sono i requisiti per candidarsi al contratto di ricollocazione? R. Per aderire al contratto di ricollocazione è necessario possedere i seguenti requisiti: a) Siano disoccupati di lunga durata di cui all art. 1, comma 2, lett. d), del d.lgs. 21 aprile 2000, n. 181 e s.m.i., ["disoccupati di lunga durata", coloro che, dopo aver perso un posto di lavoro o cessato un'attività di lavoro autonomo, siano alla ricerca di una nuova occupazione da più di dodici mesi o da più di sei mesi se giovani] residenti da almeno un anno in un comune del Lazio, con dichiarazione di immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa (DID) in corso di validità e, se cittadini non comunitari, in possesso di regolare permesso di soggiorno che consente attività lavorativa. Tale requisito deve essere posseduto alla date del 1 settembre b) Al momento della presentazione della domanda di adesione al presente Avviso abbiano compiuto i 30 anni di età. Sono esclusi coloro i quali, pur in possesso dei requisiti richiesti maturino, entro il 31 agosto 2016, i requisiti per prestazioni pensionistiche di vecchiaia o di anzianità, ovvero per l assegno sociale. 2.D Il servizio di ricollocamento è attivo in tutte le Provincie? R. Si. Il Contratto di ricollocazione è rivolta ai soggetti disoccupati ( vedi domanda 1D) ai sensi del D.lgs n. 181/2000 e s.m.i., residenti nel territorio della Regione Lazio. 3.D A chi bisogna inviare la domanda di adesione al contratto di ricollocazione? R. Le modalità di invio, di adesione e i relativi format (compresa la richiesta ai fini dell indennità di partecipazione) saranno definiti dalla regione entro il 18 settembre 2015 e saranno comunicate tramite il sito Portalavoro della Regione Lazio. 4.D C è una lista dei soggetti accreditati che i destinatari possono consultare? R. In seguito all ammissibilità delle candidature, approvata con atto della Direzione Lavoro e pubblicata sul sito Portalavoro il disoccupato sarà convocato dal CPI di riferimento per la presa in carico e il controllo dei requisiti. Durante gli incontri con il CPI al disoccupato sarà dato l elenco dei soggetti accreditati. A seguito della scelta del Soggetto Accreditato, da parte del disoccupato, sarà sottoscritto il Contratto di ricollocazione.

2 5.D Quando scade l Avviso pubblico Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocazione approvato con determinazione dirigenziale n. G10271 del 28/08/2015? R. Le domande di adesione dovranno essere inviate dalle ore 10:00 del giorno 30 settembre 2015 ed entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 9 ottobre La domanda di adesione dovrà essere presentata on-line con le modalità che saranno definite e comunicate dalla regione entro il 18 settembre 2015 tramite il sito Portalavoro 6.D Quali servizi eroga il Contratto di ricollocazione? R. Il Contratto di ricollocazione prevede l accompagnamento al lavoro. L avviso divide l accompagnamento al lavoro in due linee: a. accompagnamento al lavoro subordinato; b. accompagnamento autonomo; Nella linea a. è previsto, nel caso debbano essere adeguate le competenze del disoccupato secondo la richiesta delle imprese, percorsi di tirocinio o formazione o formazione più tirocinio. 7.D Si può indicare un CPI diverso da quello della Provincia di residenza? R. No. Il disoccupato dovrà indicare la preferenza tra uno dei CPI della provincia di residenza. 8.D Cosa si intende per Contratto di ricollocazione, viene offerto un lavoro? R. con la sottoscrizione di ricollocazione viene offerta l opportunità di accompagnamento al lavoro. Il Soggetto Accreditato, scelto dal disoccupato, ha il compito di fare scouting delle possibilità occupazionali presso le imprese e accompagnare il disoccupato, anche offrendo la possibilità di adeguamento delle competenze (vedi punto 6D), alla ricollocazione. 9.D Per quanto riguarda l erogazione dell indennità di partecipazione, cosa si intende per attività effettivamente svolta e documentata? R. Gli adempimenti per l erogazione dell indennità di partecipazione, qualora il disoccupato firmatario del Contratto di ricollocazione sia anche percettore della detta indennità, sono descritti al punto 11.3 dell Avviso Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocazione. 10.D Quando presentare la documentazione per aderire al Contratto di ricollocazione? R. l adesione dovrà avvenire dalle ore 10:00 del giorno 30 settembre 2015 ed entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 9 ottobre D Il presente Avviso di Ricollocazione è rivolto a disoccupati di tutte le nazionalità residenti nel Lazio? R. Si, e devono avere almeno un anno di residenza in un comune del Lazio. 12.D È possibile aderire al Contratto di ricollocazione per coloro che non hanno mai lavorato? R. L avviso è rivolto a disoccupati di lunga durata di cui all art. 1, comma 2, lett. d), del d.lgs. 21 aprile 2000, n. 181 e s.m.i., ["disoccupati di lunga durata", coloro che, dopo aver perso un posto di lavoro o cessato un'attività di lavoro autonomo, siano alla ricerca di una nuova occupazione da più di dodici mesi o da più di sei mesi se giovani]. 13.D Il Contratto di ricollocazione interessa anche gli iscritti alle categorie protette? R. Si, e devono avere i requisiti previsti dall Avviso. 14. D Sono considerati disoccupati, anche chi ha avuto esperienze lavorative (sia retribuite che non), come stagista sia in aziende pubbliche che private? R. L Avviso è rivolto ai disoccupati che hanno i requisiti descritti nella risposta alla domanda 1.D. 15. D La Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) va rilasciato dal centro per l'impiego (CPI) e quando può essere richiesto?

3 R. La DID è rilasciata dal CPI o dall INPS al momento dell iscrizione alle liste di disoccupazione. 16.D Il n contratti è da intendersi su tutto il territorio della Regione Lazio e relativamente ai soggetti destinatari? R. Si, si attiveranno n Contratti di ricollocazione in tutta la Regione Lazio. 17.D A parità di anzianità di disoccupazione, a ricoprire posti più alti in graduatoria saranno i soggetti destinatari più giovani? R. Si. La graduatoria sarà redatta sulla base della minore anzianità di disoccupazione e, a parità di anzianità di disoccupazione, della minore età anagrafica secondo quanto esposto al punto 8. dell Avviso "Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento. 18.D Il soggetto accreditato che deve ricollocare chi lo deve scegliere? R. Il soggetto Accreditato è scelto dal disoccupato successivamente alla convocazione ed ai colloqui presso il CPI. 19.D Quale è il criterio che stabilisce l'assegnazione dell'attivazione per la linea di accompagnamento al lavoro subordinato fino a 117 ore e la linea di accompagnamento al lavoro autonomo fino a 104 ore? R. Dopo la sottoscrizione del Contratto di Ricollocazione il Soggetto Accreditato, prende in carico il destinatario e lo avvia ad un attività di orientamento specialistico al fine di far comprendere quale, tra le due linee di intervento previste dall Azione, risulti più idonea al suo reinserimento nel mondo del lavoro. 20.D Quando si può scegliere il tirocinio? R. Il tirocinio verrà proposto dal Soggetto accreditato successivamente all attività di orientamento specialistico e durante l attuazione del Contratto di ricollocazione. L attivazione del tirocinio è subordinato alle carenze occupazionali espresse dalle imprese e alle competenze più affini a quelle del destinatario. 21.D Per l erogazione dell indennità di partecipazione perché vengono previste ore differenti relativamente al percorso svolto? R. Le ore da effettuare per le attività previste per il Contratto di ricollocazione ai fini del riconoscimento dell indennità di partecipazione sono: ore per la linea di accompagnamento al lavoro autonomo; ore per la linea di accompagnamento al lavoro subordinato (4 ore presso i CPI e 117 ore di accompagnamento al lavoro) ; Qualora vengano attivati percorsi di formazione per l adeguamento di competenze (100 ore) o per la specializzazione delle competenze (150 ore) le ore effettivamente svolte saranno aggiuntive a quelle per l accompagnamento al lavoro subordinato (121). Il disoccupato, d intesa con il Soggetto accreditato, può scegliere solo uno dei percorsi previsti. Le ore svolte durante il tirocinio non saranno conteggiate ai fini dell indennità di partecipazione. 22.D L Avviso "Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento è riservato ai giovani di cui art. 1, comma 2, lettera d), d.lgs 181/2000? R. No. L Avviso è riservato a disoccupati di lunga durata con età maggiore di 30 anni. 23.D L impresa che assumerà il disoccupato da chi deve essere scelta? R. Il Soggetto Accreditato, scelto dal disoccupato con le modalità descritte nell avviso "Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento, in parallelo ai servizi previsti svolgerà una attività di

4 scouting (ricerca) con la quale individua, in base alle carenze occupazionali espresse dalle imprese e alle competenze del destinatario, il percorso migliore per la sua ricollocazione. 24.D Qual è il ruolo del CPI? R. Il ruolo del CPI è quello di accogliere, prendere in carico il destinatario e informarlo sulle opportunità che offre questo Avviso. I CPI verificano il possesso dei requisiti dichiarati dai destinatari anche ai fini dell indennità di partecipazione, hanno anche il compito di controllare il corretto svolgimento delle attività previste dall Avviso Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento e inoltre è il cofirmatario del Contratto di ricollocazione. 25.D Per l indennità di partecipazione, ci sono oneri fiscali a carico del destinatario? R. Sì. Gli oneri fiscali derivanti dalle somme percepite sono a carico del destinatario. 26.D Quanto dura il contratto di ricollocazione? R. Il Contratto di ricollocazione ha una durata di 6 mesi. Il Contratto di ricollocazione può essere sospeso per massimo 6 mesi nel caso in cui vengano attivati i percorsi previsti dall avviso Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento. Se al termine dei percorsi previsti viene attivato un contratto di lavoro termina il Contratto di ricollocazione. Nel caso in cui non si attivasse il contratto di lavoro si prosegue il Contratto di ricollocazione per il periodo rimanente dal momento in cui è stato sospeso. 27.D la ricollocazione può avvenire anche dopo il Contratto di ricollocazione? R. Sì 28.D Per aderire al Contratto di ricollocazione serve anche il certificato ISEE? R. No. Non è previsto dall Avviso. 29.D Può aderire al Contratto di ricollocazione un disoccupato residente in un altra Regione e domiciliato in un Comune del Lazio? R. No. Per aderire al Contratto di ricollocazione il destinatario deve essere residente nel territorio della Regione Lazio da almeno un anno. 30.D Quando viene corrisposta l indennità di partecipazione? R. Il pagamento dell indennità di partecipazione avverrà in un unica soluzione a conclusione del percorso della ricollocazione direttamente al destinatario, sulla base delle ore di effettiva attività svolta e documentata come previsto al punto 11 e 11.3 dell avviso Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento. 31.D A cosa serve il Contratto di ricollocazione? R. Il Contratto di ricollocazione è uno strumento che favorisce l occupazione utilizzando diversi percorsi che migliorano le competenze che i disoccupato già hanno acquisito nelle esperienze lavorative precedenti. 32.D Si può partecipare all avviso Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento pur avendo percepito una retribuzione negli ultimi mesi? R. Il disoccupato può partecipare anche se ha svolto un attività lavorativa dalla quale derivi un reddito annuo inferiore ai limiti previsti dalla legge (fino a euro per i lavoratori subordinati o parasubordinati, fino a euro per i lavoratori autonomi).

5 33.D La domanda di adesione all avviso Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento è possibile compilarla ed inviarla on-line? R. La domanda può essere predisposta ed inviata on-line nel seguente modo: 1. il disoccupato inserisce i dati nella procedura informatizzata on-line predisposta dalla Regione Lazio che sarà attiva dalle ore del giorno 30 settembre 2015 alle ore del giorno 9 ottobre 2015; 2. validata la domanda il sistema informatico restituirà un format, di cui all Allegato A della Determinazione n. G11101 del 18/09/2015, che il disoccupato deve sottoscrivere e presentare al momento della convocazione al CPI; 3. solo il disoccupato, che alla data del 1 settembre 2015, non è percettore di alcuna forma di sostegno al reddito per disoccupazione involontaria, derivante da cessazione di rapporti di lavoro sia di tipo autonomo che subordinato, può sottoscrivere la richiesta di indennità di partecipazione, di cui all Allegato B del presente atto; Il disoccupato, al momento che inserirà i suoi dati nella procedura informatizzata on-line, deve premunirsi di un file in PDF del documento di riconoscimento in corso di validità da allegare (upload) nel format on-line. 34.D All avviso pubblico "Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento possono partecipare anche i lavoratori in mobilità? R. Il lavoratore iscritto nelle liste di mobilità può aderire all Avviso purché in possesso della la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID) sottoscritta entro la data del 31 agosto 2014 e aver maturato la permanenza nello stato di disoccupazione per almeno 12 mesi. 35.D Quali sono le modalità per partecipare All avviso pubblico "Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento possono partecipare anche i lavoratori in mobilità? R. Il lavoratore iscritto nelle liste di mobilità può aderire all Avviso purché in possesso della la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID) sottoscritta entro la data del 31 agosto 2014 e aver maturato la permanenza nello stato di disoccupazione per almeno 12 mesi. 36.D Il disoccupato all atto della domanda di adesione può inserire un CPI diverso da quello in cui è iscritto? R. Il disoccupato, come previsto al punto 8 dell Avviso, all atto della presentazione della compilazione on-line di adesione, dovrà indicare la preferenza tra uno dei CPI della provincia di residenza. La Regione, in base alle risultanze della selezione, si riserva la possibilità di indirizzare il disoccupato presso un CPI della stessa provincia, diverso da quello indicato nella domanda di adesione. 37.D Nel compilare la domanda on-line Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocazione alla voce Eventuali categorie di svantaggio, a che cosa corrispondono PERSONE INQUADRATE NEI FENOMENI DI NUOVA POVERTÀ? R. Le soglie per rientrare nella categoria delle persone inquadrate nei fenomeni di nuova povertà è riferita alle soglie mensili di povertà assoluta pubblicate da ISTAT. Tipo dato soglia mensile di povertà assoluta Misura valori medi Tipologia familiare 1 comp e 1 comp. 75+ Anno 2013 Ampiezza del comune area metropolitana grandi comuni piccoli comuni Territorio Nord 1063, ,25 962,91 Centro 1025,74 975,26 918,02 Mezzogiorno 800,32 776,24 734,8

6 38.D Nel compilare la domanda on-line Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocazione alla voce Eventuali categorie di svantaggio, cosa si intende per "ALTRO TIPO DI VULNERABILITÀ"? R. Per tipologia di svantaggio "altro tipo di vulnerabilità" si intende ad esempio: la perdita di un lavoro non più a tempo indeterminato; un lavoro non sufficientemente remunerativo; famiglie poste davanti al dilemma se lavorare entrambi, marito e moglie, oppure crescere i figli o assistere gli anziani, disoccupati da più di 24 mesi, donna in reinserimento ecc. e tutte le altre forme di svantaggio causate dai cambiamenti avuti negli ultimi anni che hanno colpito soprattutto le forme e l organizzazione della produzione economica e delle relazioni sociali della vita quotidiana, che contribuiscono a generare incertezza sul futuro. Di fatto sono tutti gli altri tipi di vulnerabilità non previsti nell elenco delle categorie di svantaggio riportate nella domanda di adesione. 39. D Nel compilare la domanda on-line Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocazione la voce Eventuali categorie di svantaggio può influire nella graduatoria? R. No. Nell informativa riportata in fondo alla domanda di adesione, c è scritto: Le informazioni relative alla eventuale categoria di svantaggio non concorrono all'istruttoria della domanda ai fini dell'ammissione alla misura in oggetto, ma sono obbligatori per ottemperare a quanto stabilito nel regolamento (UE) n. 1304/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 relativo al Fondo Sociale Europeo - Allegato 1 "Indicatori comuni di output per quanto riguarda gli investimenti del FSE". 40.D Se un disoccupato è iscritto a Garanzia Giovani può aderire al contratto di ricollocazione? R. Per evitare sovrapposizioni tra interventi e finanziamenti di medesima natura, data la natura complessiva e articolata del programma Garanzia Giovani, che prevede una serie di servizi e politiche attive, così come l Azione Cardine Contratto di Ricollocazione l adesione e/o la permanenza a GG non permette l adesione al Contratto di ricollocazione.

Nuove regole in materia di stato di disoccupazione dal 1 gennaio 2014

Nuove regole in materia di stato di disoccupazione dal 1 gennaio 2014 Nuove regole in materia di stato di disoccupazione dal 1 gennaio 2014 Dal 1 gennaio 2014 sono entrate in vigore nuove regole sull'acquisizione, conservazione e perdita dello stato di disoccupazione, approvate

Dettagli

AGENS Agenzia confederale dei Trasporti e Servizi

AGENS Agenzia confederale dei Trasporti e Servizi Roma, 11 marzo 2015 Prot. n. 019/15/D.11. Alle Aziende associate L o r o S e d i OGGETTO: D.Lgs. 4 marzo 2015 n. 22 Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in

Dettagli

Regole per la gestione dello stato di disoccupazione. In vigore dal 1 gennaio 2014

Regole per la gestione dello stato di disoccupazione. In vigore dal 1 gennaio 2014 Regole per la gestione dello stato di disoccupazione In vigore dal 1 gennaio 2014 Stato di disoccupazione Dal 1 gennaio 2014 sono entrate in vigore nuove regole per la gestione dello stato di disoccupazione,

Dettagli

Provincia Ogliastra PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati

Provincia Ogliastra PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati Provincia Ogliastra PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati Interventi di sostegno al reddito e di formazione per disoccupati privi di ammortizzatori sociali

Dettagli

[GARANZIA GIOVANI] Garanzia Giovani: cos è, i destinatari, l attuazione, le azioni previste e come fare domanda

[GARANZIA GIOVANI] Garanzia Giovani: cos è, i destinatari, l attuazione, le azioni previste e come fare domanda 2014 Imera Sviluppo 2010 Giuseppe Di Gesù [GARANZIA GIOVANI] Garanzia Giovani: cos è, i destinatari, l attuazione, le azioni previste e come fare domanda GARANZIA GIOVANI: CHE COS E La Garanzia Giovani

Dettagli

NASpI ASDI DIS-COLL decreto legislativo n. 22 del 4/03/2015

NASpI ASDI DIS-COLL decreto legislativo n. 22 del 4/03/2015 NASpI ASDI DIS-COLL decreto legislativo n. 22 del 4/03/2015 NASpI ASDI DIS-COLL Decreto Legislativo n. 22 del 4/03/2015 (G.U. n. 54 de 6/03/2015) Disposizioni per il riordino della normativa in materia

Dettagli

NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014

NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014 NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014 COME ACQUISIRE LO STATO DI DISOCCUPAZIONE Lo stato di disoccupazione si compone di un elemento oggettivo (lo stato di privo di lavoro),

Dettagli

Avviso Pubblico "Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento Determinazione dirigenziale n. G10271 del 28/08/2015.

Avviso Pubblico Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento Determinazione dirigenziale n. G10271 del 28/08/2015. FAQ Avviso Pubblico "Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento Determinazione dirigenziale n. G10271 del 28/08/2015. 1.D Quali sono i requisiti per candidarsi al contratto di ricollocazione?

Dettagli

COMUNE DI MONTESARCHIO (PROVINCIA DI BENEVENTO)

COMUNE DI MONTESARCHIO (PROVINCIA DI BENEVENTO) COMUNE DI MONTESARCHIO (PROVINCIA DI BENEVENTO) BANDO PER LA SELEZIONE DI N. 12 VOLONTARI DA IMPIEGARE NEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE, denominato Insieme per fare, DA REALIZZARE NEL COMUNE DI

Dettagli

GUIDA AD USO DEI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE ASPI O MOBILITA CHE HANNO TROVANO UN NUOVO IMPIEGO

GUIDA AD USO DEI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE ASPI O MOBILITA CHE HANNO TROVANO UN NUOVO IMPIEGO GUIDA AD USO DEI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE ASPI O MOBILITA CHE HANNO TROVANO UN NUOVO IMPIEGO Una crisi aziendale può comportare diverse variazioni delle forme di lavoro, talvolta orientate alla

Dettagli

D.I.D. ON-LINE. Guida ai servizi on-line dell Agenzia del Lavoro

D.I.D. ON-LINE. Guida ai servizi on-line dell Agenzia del Lavoro D.I.D. ON-LINE Guida ai servizi on-line dell Agenzia del Lavoro ATTENZIONE Per accedere al servizio devi avere attivato la carta provinciale dei servizi (tessera sanitaria), quindi devi essere in possesso

Dettagli

JOBS ACT i decreti attuativi. A cura del Sito Web Servizio Coordinamento Centri per l Impiego Marzo 2015

JOBS ACT i decreti attuativi. A cura del Sito Web Servizio Coordinamento Centri per l Impiego Marzo 2015 JOBS ACT i decreti attuativi A cura del Sito Web Servizio Coordinamento Centri per l Impiego Marzo 2015 Decreto legislativo in materia di AMMORTIZZATORI SOCIALI Tra i primi decreti attuativi della legge

Dettagli

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE E IL CONTROLLO DEL CATALOGO DEI SERVIZI PER IL LAVORO GARANZIA GIOVANI

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE E IL CONTROLLO DEL CATALOGO DEI SERVIZI PER IL LAVORO GARANZIA GIOVANI ALLEGATO A DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE E IL CONTROLLO DEL CATALOGO DEI SERVIZI PER IL LAVORO GARANZIA GIOVANI DETERMINA DIRIGENZIALE 20 GENNAIO 2015, n. 12 e successive modifiche Approvazione

Dettagli

COMUNE DI GALLICANO (LU) Settore Amministrativo

COMUNE DI GALLICANO (LU) Settore Amministrativo Avviso pubblico di selezione per l attivazione di n. 3 tirocini di inserimento e reinserimento ai sensi della L.R.T n. 32/2002 e successive modificazioni e integrazioni. Il responsabile del settore amministrativo

Dettagli

Incentivi alle assunzioni, politiche attive e NASpI

Incentivi alle assunzioni, politiche attive e NASpI Incentivi alle assunzioni, politiche attive e NASpI Dott. Salvatore Vitiello Consulente del lavoro Convegno «La riforma del lavoro - Jobs Act. COSA CAMBIA DAVVERO» Milano, 24 marzo 2015 www.hrcapital.it

Dettagli

DICHIARAZIONE DI DISPONIBILITA A PARTECIPARE. AL PROGETTO INCOESIONE (DGR n. 1151 del 05.07.2013) Il/la Sig./Sig.ra (Cognome) (Nome)

DICHIARAZIONE DI DISPONIBILITA A PARTECIPARE. AL PROGETTO INCOESIONE (DGR n. 1151 del 05.07.2013) Il/la Sig./Sig.ra (Cognome) (Nome) FONDO SOCIALE EUROPEO - POR 2007/2013 OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE Asse III Inclusione Sociale VALORIZZAZIONE DEL CAPITALE UMANO POLITICHE PER L OCCUPAZIONE E L OCCUPABILITÀ - ANNO 2013

Dettagli

MANOVRA ANTICRISI 2010 INDICAZIONI OPERATIVE SPERIMENTALI

MANOVRA ANTICRISI 2010 INDICAZIONI OPERATIVE SPERIMENTALI MANOVRA ANTICRISI 2010 INDICAZIONI OPERATIVE SPERIMENTALI PREMESSA:...2 1 LAVORATORI IN MOBILITA, DISOCCUPATI BENEFICIARI DEL SOSTEGNO AL REDDITO, LAVORATORI SOSPESI DICHIARATI IN ESUBERO...3 2. LAVORATORI

Dettagli

Indennità di disoccupazione Mini-ASpI

Indennità di disoccupazione Mini-ASpI Indennità di disoccupazione Mini-ASpI COSA E E una prestazione economica istituita dal 1 gennaio 2013 e che sostituisce l indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti ridotti. E una

Dettagli

Ne consegue che gli elementi che integrano lo stato di disoccupazione sono:

Ne consegue che gli elementi che integrano lo stato di disoccupazione sono: L art.1, comma 2, lett. C del Decreto legislativo come modificato ed integrato dal Decreto legislativo 297/2002 definisce lo stato disoccupazione come la condizione del soggetto privo,che sia immediatamente

Dettagli

MERCATODELLAVORO: COSACAMBIA? INAS CISL - NUMERO VERDE 800 249 307 - WWW.INAS.IT. quotidiano della Cisl Anno 64 n. 249 - Lunedì 29 ottobre 2012

MERCATODELLAVORO: COSACAMBIA? INAS CISL - NUMERO VERDE 800 249 307 - WWW.INAS.IT. quotidiano della Cisl Anno 64 n. 249 - Lunedì 29 ottobre 2012 TUTELA ottavo 10-2012:Layout 1 18-10-2012 14:44 Pagina 3 quotidiano della Cisl Anno 64 n. 249 - Lunedì 29 ottobre 2012 Tutela IISN 0010-6348 Sped. in abb. postale 45% Roma - art. 2 comma 20 b legge 662/96

Dettagli

Regione Campania APPROVAZIONE AVVISO PER LA PARTECIPAZIONE DEGLI OPERATORI ALLA ATTUAZIONE DEL PIANO GARANZIA GIOVANI

Regione Campania APPROVAZIONE AVVISO PER LA PARTECIPAZIONE DEGLI OPERATORI ALLA ATTUAZIONE DEL PIANO GARANZIA GIOVANI AdIM News testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Sala Consilina (SA) al R.G. N. 3/05 del 14.12.05 Finalità Destinatari Attuatori/Beneficiari Scadenza 31 dicembre 2015 La Regione Campania

Dettagli

Centro per l Impiego di Lucca

Centro per l Impiego di Lucca Centro per l Impiego di Lucca Via Vecchia Pesciatina angolo Via Lucarelli 55100 S. Vito - Lucca Tel. 0583/417590 - Fax 0583/417812 Sito web: www.luccalavoro.it Posta elettronica: cilucca@provincia.lucca.it

Dettagli

LÊINDENNITAÊ DI MOBILITAÊ (Legge n 223 del 23/07/1991)

LÊINDENNITAÊ DI MOBILITAÊ (Legge n 223 del 23/07/1991) LÊINDENNITAÊ DI MOBILITAÊ (Legge n 223 del 23/07/1991) CHI HA DIRITTO AD ESSERE INSERITO NELLE LISTE DI MOBILITA : 1) CON INDENNITA DI MOBILITA : a) Gli operai, impiegati e quadri dipendenti da imprese

Dettagli

BANDO PER LA SELEZIONE DI 1992 GIOVANI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ART. 1 (Generalità)

BANDO PER LA SELEZIONE DI 1992 GIOVANI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ART. 1 (Generalità) ALLEGATO E) BANDO PER LA SELEZIONE DI 1992 GIOVANI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ART. 1 (Generalità) È indetto un bando per la selezione di 2034 giovani da avviare al servizio

Dettagli

REGIONE LAZIO Assessorato Lavoro Direzione Regionale Lavoro

REGIONE LAZIO Assessorato Lavoro Direzione Regionale Lavoro REGIONE LAZIO Assessorato Lavoro Direzione Regionale Lavoro Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo - Regione Lazio 2014 / 2020 Asse I OCCUPAZIONE Priorità d investimento 8.i Obiettivo specifico

Dettagli

N.B. Il pagamento delle indennità di disoccupazione cessa quando il lavoratore:

N.B. Il pagamento delle indennità di disoccupazione cessa quando il lavoratore: Disoccupazione Una quota dei contributi versati serve per assicurarsi contro la disoccupazione, causata dall estinzione di un rapporto di lavoro per cause non attribuibili alla volontà del lavoratore stesso.

Dettagli

AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA ANNO 2011

AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA ANNO 2011 ALLEGATO N. 2 ALLA DELIBERAZIONE N. DEL AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA ANNO 2011 PREMESSA Con il presente programma, parte essenziale del più complessivo programma di interventi a favore delle politiche

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 INCENTIVI PER I LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA

Dettagli

Regolamento Sanimpresa

Regolamento Sanimpresa Regolamento Sanimpresa Art.1 Ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina il funzionamento della Cassa di Assistenza Sanitaria Integrativa (SANIMPRESA) costituita in favore dei dipendenti

Dettagli

INDENNITA DIS-COLL. Articolo 15, Decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22

INDENNITA DIS-COLL. Articolo 15, Decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22 INDENNITA DIS-COLL Articolo 15, Decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22 1 DESTINATARI Dal 1 gennaio 2015 è stata istituita, in via sperimentale, in relazione agli eventi di cessazione dal lavoro verificatisi

Dettagli

OGGETTO: disegno di legge in materia di riforma del mercato del lavoro

OGGETTO: disegno di legge in materia di riforma del mercato del lavoro LINEA DI PRODOTTO PREVIDENZA PA OGGETTO: disegno di legge in materia di riforma del mercato del lavoro Nei giorni scorsi è stato varato dal Governo il disegno di legge recante disposizioni in materia di

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA Settore risorse culturali e turistiche, lavoro, sviluppo della persona e delle comunità.

PROVINCIA DI MANTOVA Settore risorse culturali e turistiche, lavoro, sviluppo della persona e delle comunità. PROVINCIA DI MANTOVA Settore risorse culturali e turistiche, lavoro, sviluppo della persona e delle comunità. PIANO PROVINCIALE DI MANTOVA PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI (2014-2016)

Dettagli

A. Dichiarazione dello stato di disoccupazione

A. Dichiarazione dello stato di disoccupazione Disposizioni in materia di regolazione e gestione dello stato di disoccupazione da parte dei servizi per l impiego, ai sensi di quanto previsto dagli articoli 1, 2 e 4 del decreto legislativo 21 aprile

Dettagli

ARSAGO SEPRIO - BESNATE - CARDANO AL CAMPO CASORATE SEMPIONE - FERNO GOLASECCA LONATE POZZOLO - SOMMA LOMBARDO - VIZZOLA TICINO

ARSAGO SEPRIO - BESNATE - CARDANO AL CAMPO CASORATE SEMPIONE - FERNO GOLASECCA LONATE POZZOLO - SOMMA LOMBARDO - VIZZOLA TICINO INTERVENTI PREVISTI DALLA DGR 740 DEL 27/09/2013 APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE IN MATERIA DI GRAVI E GRAVISSIME DISABILITA DI CUI AL FONDO NAZIONALE PER LE NON AUTOSUFFICIENZE ANNO 2013

Dettagli

DISCIPLINA REGIONALE DEI TIROCINI

DISCIPLINA REGIONALE DEI TIROCINI Informativa su DISCIPLINA REGIONALE DEI TIROCINI formativi e di orientamento, dei tirocini di inserimento e reinserimento lavorativo e dei tirocini estivi, in attuazione dell art. 35 della L.R. 30/2008

Dettagli

Tabelle di sintesi in materia di ammortizzatori sociali e disoccupazione involontaria D.L.vo n. 22/2015

Tabelle di sintesi in materia di ammortizzatori sociali e disoccupazione involontaria D.L.vo n. 22/2015 Tabelle di sintesi in materia di ammortizzatori sociali e disoccupazione involontaria D.L.vo n. 22/2015 Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l Impiego (NASpI) Argomento CAMPO DI APPLICAZIONE

Dettagli

LA RIFORMA DEL LAVORO. GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI A cura di Provincia di Torino Servizio Coordinamento Centri per l Impiego 21/01/2013

LA RIFORMA DEL LAVORO. GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI A cura di Provincia di Torino Servizio Coordinamento Centri per l Impiego 21/01/2013 LA RIFORMA DEL LAVORO GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI A cura di Provincia di Torino Servizio Coordinamento Centri per l Impiego 21/01/2013 Fonti normative: RIFORMA DEL LAVORO: AMMORTIZZATORI SOCIALI Legge 28

Dettagli

DISCIPLINA NUOVA PRESTAZIONE DI ASSISTENZA SOCIALE PER L IMPIEGO (NASPI)

DISCIPLINA NUOVA PRESTAZIONE DI ASSISTENZA SOCIALE PER L IMPIEGO (NASPI) ISTITUTO TUTELA ASSISTENZA COMMERCIO TURISMO E SERVIZI CONFESERCENTI DISCIPLINA NUOVA PRESTAZIONE DI ASSISTENZA SOCIALE PER L IMPIEGO (NASPI) ART. 1 - NASPI A decorrere dal 1 Maggio 2015 è istituita una

Dettagli

DOTECOMUNE 2015 ACCORDO DI REGOLAMENTAZIONE

DOTECOMUNE 2015 ACCORDO DI REGOLAMENTAZIONE DOTECOMUNE 2015 ACCORDO DI REGOLAMENTAZIONE Visto il protocollo d Intesa tra Regione Lombardia e ANCI Lombardia e la Nota a verbale del 23/04/2015 relativa al programma DoteComune 2015. Ciò premesso gli

Dettagli

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DEL BANCO DI NAPOLI

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DEL BANCO DI NAPOLI REGOLAMENTO MODALITA DI ADESIONE E CONTRIBUZIONE AL FONDO DA PARTE DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 21 febbraio 2014 SOMMARIO ARTICOLO 1 DEFINIZIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO PER LA CREAZIONE DI UN ELENCO DI PERSONE DISPONIBILI A PRESTARE ATTIVITA OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO NELL AMBITO DEL PROGETTO RECIPROCA SOLIDARIETA E LAVORO ACCESSORIO FINANZIATO DALLA

Dettagli

L ASPI NEGLI STUDI PROFESSIONALI. IL RUOLO DEL DATORE PROFESSIONISTA

L ASPI NEGLI STUDI PROFESSIONALI. IL RUOLO DEL DATORE PROFESSIONISTA L ASPI NEGLI STUDI PROFESSIONALI. IL RUOLO DEL DATORE PROFESSIONISTA L Assicurazione Sociale per l Impiego (ASPI) è il nuovo trattamento di disoccupazione destinato a tutti i lavoratori subordinati che

Dettagli

AMMORTIZZATORI SOCIALI _ LA MOBILITA

AMMORTIZZATORI SOCIALI _ LA MOBILITA AMMORTIZZATORI SOCIALI _ LA MOBILITA MOBILITÀ COLLETTIVA E' un ammortizzatore sociale per l'accompagnamento dei lavoratori licenziati per: riduzione di attività o lavoro trasformazione di attività cessazione

Dettagli

Data news: 18/12/2012 Titolo: Indennità di disoccupazione mini ASpI 2012

Data news: 18/12/2012 Titolo: Indennità di disoccupazione mini ASpI 2012 Data news: 18/12/2012 Titolo: Indennità di disoccupazione mini ASpI 2012 Dal 1 gennaio 2013, l indennità di disoccupazione ordinaria con requisiti ridotti non sarà più erogata. Per coloro che nel 2012

Dettagli

AVVISO PUBBLICO GRADUATORIA UNICA DISABILI ANNO 2011

AVVISO PUBBLICO GRADUATORIA UNICA DISABILI ANNO 2011 A) OGGETTO DELL AVVISO AVVISO PUBBLICO GRADUATORIA UNICA DISABILI ANNO 2011 Il presente Avviso è riservato alle persone disabili di cui all'art. 1, comma 1 della L. 68/99 e s.m.i. ed è propedeutico alla

Dettagli

Quadro di sintesi normativa

Quadro di sintesi normativa Allegato n.1 Quadro di sintesi normativa Articolo 19 del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2 Articolo 7 ter del decreto legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito

Dettagli

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori Giugno 2014 La legge di riforma del mercato del lavoro approvata il 28 Giugno 2012 (L.92/2012) ha introdotto

Dettagli

GUIDA AGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI PER I DIPENDENTI DEGLI STUDI PROFESSIONALI

GUIDA AGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI PER I DIPENDENTI DEGLI STUDI PROFESSIONALI GUIDA AGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI PER I DIPENDENTI DEGLI STUDI PROFESSIONALI ASpI 1) COS E? 2) A CHI SI APPLICA? 3) QUANDO SI PUO RICHIEDERE? 4) QUAL È LA RETRIBUZIONE DI RIFERIMENTO PER IL CALCOLO DELL

Dettagli

Bando per la selezione di 193 volontari da impiegare in progetti di servizio civile solidale nella Regione Friuli Venezia Giulia. Art.

Bando per la selezione di 193 volontari da impiegare in progetti di servizio civile solidale nella Regione Friuli Venezia Giulia. Art. Bando per la selezione di 193 volontari da impiegare in progetti di servizio civile solidale nella Regione Friuli Venezia Giulia Art. 1 Generalità È indetto un Bando per la selezione di 193 volontari,

Dettagli

Patto politiche attive del 16 giugno 2009

Patto politiche attive del 16 giugno 2009 Patto politiche attive del 16 giugno 2009 1 Premessa: per il lavoro oltre la crisi L'Accordo sottoscritto in Lombardia il 4 maggio 2009 prevede uno stretto rapporto tra le politiche passive, attraverso

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la promozione della qualità della vita

PROVINCIA DI ROMA. Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la promozione della qualità della vita PROVINCIA DI ROMA Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la promozione della qualità della vita Servizio 1 Politiche del lavoro e Servizi per l Impiego S.I.L.D. - Servizio Inserimento Lavorativo

Dettagli

AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA ANNO 2012

AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA ANNO 2012 Allegato n. 2 alla Delib.G.R. n. 19/4 del 8.5.2012 AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA ANNO 2012 PREMESSA Con il presente programma, parte essenziale del più complessivo programma di interventi a favore delle

Dettagli

SERVIZI PER IL CITTADINO Bando per disoccupati/e per l'accesso a n. 5 inserimenti lavorativi con borsa lavoro.

SERVIZI PER IL CITTADINO Bando per disoccupati/e per l'accesso a n. 5 inserimenti lavorativi con borsa lavoro. 17015 - CELLE LIGURE SERVIZI PER IL CITTADINO Bando per disoccupati/e per l'accesso a n. 5 inserimenti lavorativi con borsa lavoro. Si comunica che è pubblicato sul sito del Comune di Celle Ligure il disoccupati/e

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 2 BORSE DI STUDIO MAESTRA GINA

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 2 BORSE DI STUDIO MAESTRA GINA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 2 BORSE DI STUDIO MAESTRA GINA Art. 1 - Premesse Il Comune di Amaroni promuove un bando per l assegnazione di due borse di studio denominato Maestra Gina, grazie a Venanzio

Dettagli

Sostegno al reddito: la Nuova ASPI (NASPI) Dott. Giovanni Mottese

Sostegno al reddito: la Nuova ASPI (NASPI) Dott. Giovanni Mottese ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI circoscrizione del Tribunale di Catania Sostegno al reddito: la Nuova ASPI (NASPI) Dott. Giovanni Mottese CATANIA 27/03/2015 Il nuovo sistema

Dettagli

ASpI Assicurazione Sociale per l Impiego

ASpI Assicurazione Sociale per l Impiego 11. ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO di Barbara Buzzi Dal 1 gennaio 2013 è istituita una nuova prestazione di sostegno al reddito (Assicurazione Sociale per l Impiego ASpI) che sostituisce le attuali

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze Comune di Catania DOMANDA DI CARTA ACQUISTI SPERIMENTALE Modello di dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà

Dettagli

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE E il momento di scegliere A cura della Struttura di Comparto Scuola non statale DESTINARE IL TFR COS E IL TFR? Il trattamento di fine rapporto (anche conosciuto come liquidazione

Dettagli

Assicurazione sociale per l impiego

Assicurazione sociale per l impiego Aspi Assicurazione sociale per l impiego La riforma del lavoro voluta dal Governo Monti Fornero ha introdotto una nuova prestazione Inps a sostegno dei disoccupati. Si tratta dell Assicurazione sociale

Dettagli

COMUNE DI AGNONE (IS)

COMUNE DI AGNONE (IS) UNIONE EUROPEA COMUNE DI AGNONE (IS) AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI N 5 BORSE LAVORO PER SVILUPPARE PERCORSI DI INTEGRAZIONE E MIGLIORARE IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI SOGGETTI SVANTAGGIATI POR

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Federazione Lavoratori della Conoscenza LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Schede informative A partire dal 1 gennaio 2007, per 16 milioni di lavoratori dipendenti del settore

Dettagli

BANDO AVVIAMENTO PRESSO IL MINISTERO DEL LAVORO E POLITICHE SOCIALI

BANDO AVVIAMENTO PRESSO IL MINISTERO DEL LAVORO E POLITICHE SOCIALI BANDO AVVIAMENTO PRESSO IL MINISTERO DEL LAVORO E POLITICHE SOCIALI Il presente Bando di avviamento di n. 2 lavoratori da destinare alla Direzione Territoriale di Sassari del Ministero del Lavoro e Politiche

Dettagli

Piano di Attuazione Regionale (PAR) Lazio 2014 2015 Garanzia Giovani

Piano di Attuazione Regionale (PAR) Lazio 2014 2015 Garanzia Giovani Piano di Attuazione Regionale (PAR) Lazio 2014 2015 Garanzia Giovani Servizio FAQ Sezione: Domande Generali Aggiornamento del 23 Giugno 2015 1) Chi può aderire al programma Garanzia Giovani? I giovani

Dettagli

FAQ GARANZIA PON IOG

FAQ GARANZIA PON IOG GARANZIA PON IOG Deliberazione della Giunta Regionale 3 novembre 2014, n. 34-521. Direttiva pluriennale per l attuazione del Piano Regionale Garanzia Giovani (Youth Employment Iniziative PON Garanzia Giovani).

Dettagli

Dote Unica Lavoro Occupati in Lombardia!

Dote Unica Lavoro Occupati in Lombardia! Nota informativa ottobre 2013 Direzione Sindacale Welfare Sicurezza sul lavoro Dote Unica Lavoro Occupati in Lombardia! E stato pubblicato il decreto della Regione Lombardia contenente l Avviso della Dote

Dettagli

P.O.R. CAMPANIA FSE 2007-2013 ASSE II OCCUPABILITÀ

P.O.R. CAMPANIA FSE 2007-2013 ASSE II OCCUPABILITÀ ALBO 336 PROT.2634 P.O.R. CAMPANIA FSE 2007-2013 ASSE II OCCUPABILITÀ Obiettivo Specifico f) Migliorare l accesso delle donne all occupazione e ridurre le disparità di genere Obiettivo Operativo f2) AVVISO

Dettagli

Avviso Pubblico dell Inps- Gestione ex Inpdap Progetto Home Care Premium 2012 AVVISO PUBBLICO

Avviso Pubblico dell Inps- Gestione ex Inpdap Progetto Home Care Premium 2012 AVVISO PUBBLICO PLUS Distretto Socio-Sanitario di Iglesias ( Comuni di Buggerru, Domusnovas, Fluminimaggiore, Gonnesa, Iglesias, Musei, Villamassargia). Avviso Pubblico dell Inps- Gestione ex Inpdap Progetto Home Care

Dettagli

Erice è. con i diversamente abili: un percorso che continua PROGETTO DI INCLUSIONE SOCIO-LAVORATIVA PER I SOGGETTI DIVERSAMENTE ABILI

Erice è. con i diversamente abili: un percorso che continua PROGETTO DI INCLUSIONE SOCIO-LAVORATIVA PER I SOGGETTI DIVERSAMENTE ABILI Erice è. con i diversamente abili: un percorso che continua PROGETTO DI INCLUSIONE SOCIO-LAVORATIVA PER I SOGGETTI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L art. 3, II comma della Costituzione Italiana recita: è compito

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI DIREZIONE CENTRALE DELLE ENTRATE CONTRIBUTIVE. Roma, 4 novembre 1999 Circolare n. 194

DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI DIREZIONE CENTRALE DELLE ENTRATE CONTRIBUTIVE. Roma, 4 novembre 1999 Circolare n. 194 DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI DIREZIONE CENTRALE DELLE ENTRATE CONTRIBUTIVE Roma, 4 novembre 1999 Circolare n. 194 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Coordinatori generali, centrali e periferici

Dettagli

GUIDA AD USO DEI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE, NASPI, DIS-COLL O MOBILITA, CHE HANNO TROVATO UN NUOVO IMPIEGO

GUIDA AD USO DEI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE, NASPI, DIS-COLL O MOBILITA, CHE HANNO TROVATO UN NUOVO IMPIEGO GUIDA AD USO DEI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE, NASPI, DIS-COLL O MOBILITA, CHE HANNO TROVATO UN NUOVO IMPIEGO Una crisi aziendale può comportare diverse variazioni delle forme di lavoro, talvolta orientate

Dettagli

LEGGE 92 DEL 28/6/2012 ART. 2. Nuove indennità di disoccupazione: ASPI e mini-aspi

LEGGE 92 DEL 28/6/2012 ART. 2. Nuove indennità di disoccupazione: ASPI e mini-aspi ASPI e MINI ASPI LEGGE 92 DEL 28/6/2012 ART. 2 Cessazioni dal 1/1/2013 Nuove indennità di disoccupazione: ASPI e mini-aspi sostituiscono disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti normali disoccupazione

Dettagli

CONVENZIONE TRA PREMESSO

CONVENZIONE TRA PREMESSO CONVENZIONE TRA ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE (di seguito denominato INPS), nella persona di Gabriella Di Michele nata a L Aquila il 27 Febbraio 1959 e domiciliata per la carica presso INPS

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA BANDO DI SELEZIONE PER IL PASSAGGIO DALLA POSIZIONE ECONOMICA C1 ALLA POSIZIONE ECONOMICA C2 profilo Socio Educativo decorrenza

Dettagli

ALLEGATO A sub 1determina n. 85 del 22.07.2014

ALLEGATO A sub 1determina n. 85 del 22.07.2014 ALLEGATO A sub 1determina n. 85 del 22.07.2014 - - - - - - AL CSL DI OLBIA / TEMPIO / PALAU Oggetto: Richiesta di inserimento nella graduatoria per l avviamento numerico riservato ai lavoratori, presso

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA BANDO DI SELEZIONE PER IL PASSAGGIO DALL AREA B ALL AREA C, POSIZIONE C1 In applicazione degli artt.11 e 14 del CCNL concernente

Dettagli

FAQ. FONDO PER LE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO (FPA) 2014 Piano Alitalia 2014

FAQ. FONDO PER LE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO (FPA) 2014 Piano Alitalia 2014 FAQ FONDO PER LE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO (FPA) 2014 Piano Alitalia 2014 D.1 Dopo aver aderito al Piano Alitalia cosa accade in caso di rifiuto a partecipare alle iniziative di politica attiva o a un

Dettagli

Aziende artigiane ADESIONI

Aziende artigiane ADESIONI IN VIGORE DAL 01 Marzo 2012 Si possono iscrivere al Fila: Aziende artigiane Le aziende che intendono aderire al FILA dovranno rimettere domanda di iscrizione al Fondo stesso su apposito modello. L adesione

Dettagli

ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI

ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI Fondo Pensione Dipendenti del Gruppo Enel COMUNICATO AGLI ISCRITTI N. 6-2011 ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI Si informano gli associati che, a partire dal 1 ottobre 2011,

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma AVVISO PUBBLICO BONUS ASILO NIDO Art. 1 Obiettivi generali Il presente Avviso Pubblico nasce dall idea progettuale di armonizzare i tempi delle città sostenendo, in particolare la conciliazione tra il

Dettagli

AZIONE DI SISTEMA WELFARE TO WORK PER LE POLITICHE DI REIMPIEGO

AZIONE DI SISTEMA WELFARE TO WORK PER LE POLITICHE DI REIMPIEGO PROVINCIA DI PORDENONE AZIONE DI SISTEMA WELFARE TO WORK PER LE POLITICHE DI REIMPIEGO Percorsi di politica attiva del lavoro per soggetti over 50 espulsi dal sistema produttivo locale, privi di qualsiasi

Dettagli

COMUNE DI CAPALBIO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I CRITERI E LE MODALITA DI GESTIONE DELLA MOBILITA NEL COMUNE DI CAPALBIO

COMUNE DI CAPALBIO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I CRITERI E LE MODALITA DI GESTIONE DELLA MOBILITA NEL COMUNE DI CAPALBIO REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I CRITERI E LE MODALITA DI GESTIONE DELLA MOBILITA NEL COMUNE DI CAPALBIO Approvato con deliberazione G.C. n. 174 del 14/10/2010 Art. 1 Principi generali Il presente regolamento

Dettagli

CITTÁ DI ROSARNO BANDO PER LA SELEZIONE DI 7 VOLONTARI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE PRESSO L'ENTE COMUNALE DI ROSARNO

CITTÁ DI ROSARNO BANDO PER LA SELEZIONE DI 7 VOLONTARI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE PRESSO L'ENTE COMUNALE DI ROSARNO CITTÁ DI ROSARNO BANDO PER LA SELEZIONE DI 7 VOLONTARI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE PRESSO L'ENTE COMUNALE DI ROSARNO VISTO il decreto dirigenziale n.2019 del 12/03/2015, con il quale è

Dettagli

L ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA NELL AMBITO DEL PROGRAMMA MASTER AND BACK PERCORSI DI RIENTRO ANNO 2009 DELLA REGIONE SARDEGNA

L ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA NELL AMBITO DEL PROGRAMMA MASTER AND BACK PERCORSI DI RIENTRO ANNO 2009 DELLA REGIONE SARDEGNA AVVISO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI N. 17 1 CONTRATTI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA DA ATTIVARSI PRESSO L NELL AMBITO DEL PROGRAMMA MASTER AND BACK PERCORSI DI RIENTRO ANNO 2009 DELLA

Dettagli

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO DI ANZIANI E DISABILI PRESSO STRUTTURE PROTETTE

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO DI ANZIANI E DISABILI PRESSO STRUTTURE PROTETTE COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO DI ANZIANI E DISABILI PRESSO STRUTTURE PROTETTE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n.63 del 21.12.2010 ART. 1 OGGETTO Il presente

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: UTILIZZO E FINALITA

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: UTILIZZO E FINALITA LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: UTILIZZO E FINALITA Il decreto legislativo n. 252 del 5 dicembre 2005 ha rinviato al 1 gennaio 2007 esclusivamente l obbligo della destinazione del TFR maturando alla previdenza

Dettagli

Manuale Utente CITTADINO

Manuale Utente CITTADINO PROVINCIA BARLETTA ANDRIA TRANI Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Pubblica Istruzione Manuale Utente CITTADINO Integrazione per procedura telematica iscrizione ai Centri Impiego (CpiOnLine)

Dettagli

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Via San Michele, 81 25074 Idro - tel. 036583136 fax. 0365823035 e-mail protocollo@pec.comune.idro.bs.

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Via San Michele, 81 25074 Idro - tel. 036583136 fax. 0365823035 e-mail protocollo@pec.comune.idro.bs. AREA Amministrativa Settore segreteria e pubblica istruzione segreteria@comune.idro.bs.it tel. +39 0365 83136 COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA Via San Michele, 81 25074 Idro - tel. 036583136 fax. 0365823035

Dettagli

MOBILITÀ: QUELLO CHE OCCORRE SAPERE PER POTER DECIDERE (e che di solito si chiede) scheda a cura dei delegati FIOM- CGIL Aprilia

MOBILITÀ: QUELLO CHE OCCORRE SAPERE PER POTER DECIDERE (e che di solito si chiede) scheda a cura dei delegati FIOM- CGIL Aprilia MOBILITÀ: QUELLO CHE OCCORRE SAPERE PER POTER DECIDERE (e che di solito si chiede) scheda a cura dei delegati FIOM- CGIL Aprilia 1) Cosa succede se ci vado? Viene chiuso il rapporto di lavoro: il lavoratore,

Dettagli

COMUNE DI MARCON REGOLAMENTO SULLE PRESTAZIONI ECONOMICHE AI NON AUTOSUFFICIENTI

COMUNE DI MARCON REGOLAMENTO SULLE PRESTAZIONI ECONOMICHE AI NON AUTOSUFFICIENTI COMUNE DI MARCON REGOLAMENTO SULLE PRESTAZIONI ECONOMICHE AI NON AUTOSUFFICIENTI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 11 DEL 17.02.2014 Regolamento di accesso alle prestazioni economiche erogate

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Informativa - ONB Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza INDICE 1 Premessa... 2 2 Sintesi delle principali novità in materia di lavoro e previdenza...

Dettagli

Circolare di studio n. 1/2015 STUDIO COMMERCIALE E DEL LAVORO DANIELA DI CIOCCIO

Circolare di studio n. 1/2015 STUDIO COMMERCIALE E DEL LAVORO DANIELA DI CIOCCIO Circolare di studio n. 1/2015 STUDIO COMMERCIALE E DEL LAVORO DANIELA DI CIOCCIO Gentile_Cliente, pensando di fare cosa gradita, lo studio Di Cioccio Daniela, vi invia una circolare informativa, riguardante

Dettagli

CITTÀ DI NOVI LIGURE

CITTÀ DI NOVI LIGURE CITTÀ DI NOVI LIGURE UFFICIO PERSONALE ALLEGATO B AVVISO DI APERTURA CANTIERI DI LAVORO ANNO 2008 PER L IMPIEGO DI DISOCCUPATI PRESSO IL COMUNE DI NOVI LIGURE, UFFICI: COORDINAMENTO E SVILUPPO INFORMATICO

Dettagli

GUIDA ALLA RICHIESTA DEI VOUCHER A COPERTURA DEI COSTI DI ISCRIZIONE AL CORSO

GUIDA ALLA RICHIESTA DEI VOUCHER A COPERTURA DEI COSTI DI ISCRIZIONE AL CORSO GUIDA ALLA RICHIESTA DEI VOUCHER A COPERTURA DEI COSTI DI ISCRIZIONE AL CORSO Alta Formazione Regione del Veneto - Destinatari Voucher Individuali Possono presentare domanda per l'assegnazione di un Voucher

Dettagli

Ai Responsabili dei Centri per l impiego della Provincia di Cuneo. Loro sedi.

Ai Responsabili dei Centri per l impiego della Provincia di Cuneo. Loro sedi. C.so Nizza, 21-12100 CUNEO - Tel. 0171445111 - Fax 0171698620 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00447820044 www.provincia.cuneo.it email: urp@provincia.cuneo.it AREA FUNZIONALE SERVIZI ALLA PERSONA Settore:

Dettagli

Progetto ANZIANI domiciliarità e non autosufficienza

Progetto ANZIANI domiciliarità e non autosufficienza Progetto ANZIANI domiciliarità e non autosufficienza Allegato A MODALITÀ DI UTILIZZO DEL FONDO PER LE NON AUTOSUFFICIENZE E DEL FONDO FINALIZZATO ALLA PERMANENZA O RITORNO IN FAMIGLIA DI PERSONE PARZIALMENTE

Dettagli

Comune di Tavagnacco Provincia di Udine REGOLAMENTO PER LE BORSE LAVORO COMUNALI

Comune di Tavagnacco Provincia di Udine REGOLAMENTO PER LE BORSE LAVORO COMUNALI Comune di Tavagnacco Provincia di Udine REGOLAMENTO PER LE BORSE LAVORO COMUNALI ART. 1 OGGETTO E FINALITÀ Il presente Regolamento disciplina l attivazione di borse lavoro a favore di adulti a rischio

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI NOGARO

COMUNE DI SAN GIORGIO DI NOGARO COMUNE DI SAN GIORGIO DI NOGARO AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO ATTUATORE, BENEFICIARIO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A COPERTURA DELLE SPESE EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE E DOCUMENTATE FINALIZZATO

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DI MANTOVA PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI (2014-2016)

PIANO PROVINCIALE DI MANTOVA PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI (2014-2016) PROVINCIA DI MANTOVA Settore risorse culturali e turistiche, lavoro, sviluppo della persona e delle comunità. PIANO PROVINCIALE DI MANTOVA PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI (2014-2016)

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli